Autore Topic: RETE RADIO MONTANA  (Letto 186595 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1034
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #100 il: 07 Luglio 2014, 22:34:49 »
Il solito stacchetto pubblicitario? :down:
Ci sono 10 pagine di discussione sull'argomento che meritano riflessione.
Un commento così banale è superficiale e inutile.
Pubblicità ingannevole?
Su Rogerk NO GRAZIE!
Scusa wilson, ma da quando in qua un utente non può più dire la sua senza che venga assalito da chi la pensa diversamente?
E poi tu chi sei, per stabilire che un commento sia "superficiale ed inutile"?
Chi ti ha dato il compito di "sceriffo di RogerK"?
Per favore, cerca di non uscire dalle righe e resta nei limiti della correttezza nei confronti di TUTTI gli utenti del forum, specie di chi ha al suo attivo più di 2000 post e non mi sembra affatto un novellino.
Grazie.
Giovanni
Responsabile Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1

Offline wilson

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1452
  • Applausi 82
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore e CB
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #101 il: 07 Luglio 2014, 22:57:03 »
Caro Giovy datti una calmata.
Io ho detto ciò che penso e che sembra molto evidente, senza aggredire nè tanto meno offendere nessuno.
Che voi iscritti a RRM siate convinti della bontà di quell'iniziativa lo abbiamo capito bene tutti.
Ci sono 10 pagine di topic in cui io e altri abbiamo espresso molti dubbi ed elementi concreti che evidenziano i molti limiti di rrm.
Continuare a rianimare questo topic con interventi privi di argomenti mi sembra banale e inutile.
Tanto più che gli ultimi interventi dicevano tutta un'altra cosa rispetto all'affermazione di pesciolino 73.

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1034
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #102 il: 07 Luglio 2014, 23:05:51 »
Caro Giovy datti una calmata.
Io sono calmissimo.
Io ho detto ciò che penso e che sembra molto evidente, senza aggredire nè tanto meno offendere nessuno.
Non mi sembra proprio così... tant'è vero che pesciolino73 c'è rimasto male per la tua risposta, come puoi ben vedere dalla sua risposta:
Mamma mia scusate! :-[ :-[ 8O 8O 8O 8O 8O
Continuare a rianimare questo topic con interventi privi di argomenti mi sembra banale e inutile.
Tanto più che gli ultimi interventi dicevano tutta un'altra cosa rispetto all'affermazione di pesciolino 73.
Ciò non toglie che TUTTI abbiano il diritto a dire la loro senza subire aggressioni da chi, come te, la pensa diversamente su questa iniziativa.
E bada bene, io NON sono entrato nel merito della suddetta proprio per evitare di discuterne, visto che la tua posizione è risaputa.
E' solo una questione di gentilezza e rispetto, che obiettivamente in questo caso è venuta meno.
Uno "scusate, mi sono sbagliato", a volte, è un modo più facile per uscirne in modo elegante, invece di continuare ad attaccare.
Stammi bene.
Giovanni
Responsabile Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1

Offline wilson

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1452
  • Applausi 82
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore e CB
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #103 il: 07 Luglio 2014, 23:14:16 »
Diciamo che hai un concetto tutto tuo della calma.
Il fatto che pesciolino abbia risposto a bastoni quando si è aperto a denari mi sembra lo abbia ammesso lui stesso.
Ma nessuno è qui a processare qualcuno.
Diciamo che sull'argomento rrm s'è detto abbastanza, anche troppo, e continuare a dire che piace o non piace dopo 10 pagine di discussione è inutile e non arricchisce i contenuti del discorso.

Online Marcello iw9hli

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4203
  • Applausi 166
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #104 il: 07 Luglio 2014, 23:47:38 »
Il topic lo lasciamo aperto per dare a tutti la possibilità di esprimersi. Anche se personalmente ho espresso parere negativo verso questa iniziativa,  non posso però non dare spazio qui, almeno su questo post sia ai pro che si contro. Mi aspetto un confronto degno del nostro forum.

Inviato da RogerKapp



Offline pesciolino73

  • 1RGK275
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3202
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IL MIO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #105 il: 08 Luglio 2014, 00:09:16 »
Quando vado in montagna porto da sempre con me un pmr per tenere i contatti con chi sta a valle (famiglia).sapere che eventualmete dico e ripeto eventualmente qualche altro escursionista o addirittura il rifugio stesso dove ipoteticamente sono diretto stia in ascolto su una precisa frequenza condivisa non può che che farmi piacere.se poi questa frequenza sia deserta...per la mancanza di utenti non è una colpa di chi ha avuto questa iniziativa.la Rrm va vista secondo me come condivisione tra escursionisti di notizie relative alla montagna (CONDIZIONI atmosferiche,dei sentieri,rifugi ecc) edeventualmente perche' no anche per chiedere soccorso.tutto qui.

Inviato da RogerKapp


Offline wilson

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1452
  • Applausi 82
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore e CB
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #106 il: 08 Luglio 2014, 09:28:33 »
Come già detto, sono d'accordo in linea teorica.
Peccato che la cosa funzioni solo in Piemonte e a leggere il sito di RRM sembra invece che esista una rete di soccorso efficientissima su tutto il suolo nazionale.
Il problema non riguarda chi utilizza in modo intelligente e utile i PMR ma chi ha voluto imbastire una fantomatica rete di soccorso senza le necessarie risorse tecniche nè tanto meno la minima legittimazione legale e amministrativa.
Visto che siamo in un forum di radiantismo, ricordo per l'ennesima volta che i PMR non garantiscono la necessaria affidabilità dei collegamenti (per scarsa potenza, qualità degli apparati, impossibilità a installazioni fisse e antenne performanti), mentre per attività come quelle di rrm lo Stato Italiano ha riservato la banda dei 43 MHz, prevedendo risorse tecniche adeguate.
Allora, perché ostinarsi ad operare in PMR?
Ma sopratutto, perché presentare rrm per quello che non è, descrivendola come un'efficiente rete di ascolto e soccorso nazionale?
Io non so perché gli organizzatori agiscano in questo modo, ma di certo non è un comportamento corretto nè tanto meno responsabile, giacché si parla di sicurezza in montagna, argomento che esige serietà, competenza e affidabilità assolute.
Il sito di rrm è tanto bello esteticamente quanto ingannevole e pericoloso per chi non ha molta esperienza di montagna e radio.

Offline pesciolino73

  • 1RGK275
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3202
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IL MIO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #107 il: 08 Luglio 2014, 09:42:07 »
Rispondo cosi': un pmr e' alla portata di tutti a differenza di radio 43 mhz e vhf..piu' per professionisti che per escursionisti della domenica....questo tuo calcare il fatto che rrm si voglia sostituire alla reale  ed efficentissima rete si soccorso alpino mi sembra una forzarura fuori luogo...comunque libero di pensarla come vuoi.concludendo ripeto,vedo rrm come un ottima iniziativa per condividere informazioni riguardanti tutti i vari aspetti della montagna in tempo reale.certo la qualita' del servizio e' data dal numero di utenti sul territorio.... Aspettiamo fiduciosi che questa iniziativa si allarghi il piu' possibile....

Inviato da RogerKapp


Online Marcello iw9hli

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4203
  • Applausi 166
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #108 il: 08 Luglio 2014, 10:23:49 »
Anche io la penso come Wilson, ripeto è un bel progetto, di appassionati della montagna che si organizzano e ascoltano in maniera ordinata la frequenza nel tempo libero, ma per come è presentato, con loghi della protezione civile e per i contenuti trae in inganno chi legge ed è poco addentro alla normativa e tecnica radiantistica.

Non si capisce che è una cosa amatoriale, e non vorrei che sia presentato proprio  in questo modo, per qualche motivo in particolare(ricevere finanziamenti).

Sei mesi fa circa ho ricevuto una telefonata di un radioamatore di una associazione radioamatoriale (NON ARI) qui in provincia di Catania, mi diceva se sapevo di questa RRM, perchè una università straniera di biologia voleva salire sull'ETNA per fare delle escursioni e volevano un supporto locale sul territorio.

In pratica questa università straniera contattò RRM, invece di rivolgersi direttamente alle istituzioni, per avere un supporto per salire in sicurezza sul vulcano.

E' una cosa normale questa?

Tant'é che poi di RRM non spuntò nessuno e la gestì la sezione radioamatoriale (non ARI) nominata in precedenza.

Questa è la confusione di cui io parlo, oppure di gente ci si compra un boafeng, perchè ha il nominativo di RRM, quindi si sente investito di non so qualche concessione....(senza essere radioamatore), un pò come quelli della protezione civile......

Marcello
« Ultima modifica: 08 Luglio 2014, 10:26:16 da Marcello »


Offline pesciolino73

  • 1RGK275
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3202
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IL MIO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #109 il: 08 Luglio 2014, 10:36:29 »
io la intendo proprio come dici Tu nelle prime righe del tuo passaggio

"ripeto è un bel progetto, di appassionati della montagna che si organizzano e ascoltano in maniera ordinata la frequenza nel tempo libero",


 poi per il resto....non mi addentro in aspetti che non sono alla mia portata.... :-D

Online Marcello iw9hli

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4203
  • Applausi 166
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #110 il: 08 Luglio 2014, 10:41:24 »
Invece noi ci stiamo addentrando...  ;-)


Offline FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4947
  • Applausi 200
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #111 il: 08 Luglio 2014, 11:30:25 »
.............qualche frequenza che spesso viene usata come monitor tra radioamatori tipo il 145.500 per chi e' in strada ?
Resto in attesa

Hmm, non credo............esistono frequenze a livello regionale  / provinciale/ comunale / "di zona"...... :P ma cambiano da regione a regione....

Qua in Toscana a parte il punto di ritrovo sui ponti (poi....ritrovo...io ci son pochissimo per dire... :-\), ci sono diverse frequenze monitor, fra le quali....a dire il caso...una è proprio quella VHF di RRM.....ma le poche volte che ho provato a trasmettere lì, non ho mai sentito nessuno di RRM, ma giusto radiamatori che al più delle volte non sapevano neppure dell'esistenza su quella frequenza del Ch monitor RRM..... :-\

Comunque...per me questa è cosa positiva per RRM......almeno qualcuno è  in ascolto !! ;-)



Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

Offline DeltaSQ

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1130
  • Applausi 68
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2GLO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #112 il: 08 Luglio 2014, 11:50:57 »
73 a tutti,
come è già stato detto, il buon esito dell'iniziativa varia da regione a regione, il progetto si chiama "rete radio montana" quindi a a che fare con la Montagna, non tutte le regioni italiane sono piene di appassionati della montagna e non tutti gli appassionati della montagna di ogni regione sono a conoscenza di questo progetto.
Trovo quindi normale che in alcuni casi l'iniziativa abbia preso più piede che in altre situazioni, in ogni caso io come iniziativa la torvo interessante perchè, nonostante i numerosi limiti dei 446 mhz, è comunque un'attività sperimentale e il Radiantismo si basa anche sulla sperimentazione oltre che sul rispetto reciproco  ;-).

73 da DeltaSQ

Offline sierra echo

  • 1RGK351
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1151
  • Applausi 104
  • Sesso: Maschio
  • Locator JN65PW -
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #113 il: 08 Luglio 2014, 14:23:20 »
Anche io la penso come Wilson, ripeto è un bel progetto, di appassionati della montagna che si organizzano e ascoltano in maniera ordinata la frequenza nel tempo libero, ma per come è presentato, con loghi della protezione civile e per i contenuti trae in inganno chi legge ed è poco addentro alla normativa e tecnica radiantistica.

Non si capisce che è una cosa amatoriale, e non vorrei che sia presentato proprio  in questo modo, per qualche motivo in particolare(ricevere finanziamenti).

Sei mesi fa circa ho ricevuto una telefonata di un radioamatore di una associazione radioamatoriale (NON ARI) qui in provincia di Catania, mi diceva se sapevo di questa RRM, perchè una università straniera di biologia voleva salire sull'ETNA per fare delle escursioni e volevano un supporto locale sul territorio.

In pratica questa università straniera contattò RRM, invece di rivolgersi direttamente alle istituzioni, per avere un supporto per salire in sicurezza sul vulcano.

E' una cosa normale questa?

Tant'é che poi di RRM non spuntò nessuno e la gestì la sezione radioamatoriale (non ARI) nominata in precedenza.

Questa è la confusione di cui io parlo, oppure di gente ci si compra un boafeng, perchè ha il nominativo di RRM, quindi si sente investito di non so qualche concessione....(senza essere radioamatore), un pò come quelli della protezione civile......

Marcello
73 Marcello ed a tutti gli utenti del forum...

"Non si capisce che è una cosa amatoriale, e non vorrei che sia presentato proprio  in questo modo, per qualche motivo in particolare(ricevere finanziamenti)."

Prendo come spunto il tuo riferimento per porre come diciamo in zona una "graffa" al discorso; in effetti convengo con te che utilizzare il logo della protezione civile sul proprio sito,(bisogna essere autorizzati), è un po una forzatura, in quanto come associazione, di cui faccio parte, non ha una serie di sedi/mezzi per poter fornire dei servizi radio per coprire determinati eventi , feste o  in caso di terremoti/disastri naturali, gia le  sedi della protezione civile NON SONO ATTREZZATE per poter intervenire in questi casi,e di questo posso parlare in quanto faccio parte di una di esse,(gruppo ANA come ex alpino),alcune volte siamo costretti a mettere mano al portafoglio per mettere benzina alla matta,(noi ex alpini chiamiamo cosi il fuoristrada :mrgreen:)....ma questo è un altro discorso.
Tornando a RRM, in questo caso guardando il sito si può travisare il fine ,chi legge può interpretare in modo sbagliato il servizio offerto che è occasionale e del tutto volontario, sebbene che in alcuni casi potrebbe risultare utilissimo in caso di calamità, difatti in alcune regioni, tra cui la mia, ho notato che c'è parecchio movimento ed a poco si formerà un gruppo organizzato, ma nel resto dell'Italia, come siamo messi??
Per quanto riguarda i contributi, caro Marcello, ti posso dire che in questa contingenza finanziaria ricevere un contributo da parte della regione o dello stato è una chimera, noi come P.C. abbiamo richiesto da 3 anni che ci vengano fornite delle pompe nuove e vari attrezzi che servono per interventi in casi di allagamento, e l'unico aiuto è stato un amico che lavora alla sede regionale della protezione civile che ci ha regalato una pompa, a suo rischio e pericolo... :rool:, lascio a voi i pareri....
Quindi se non arrivano a noi, volontari, figuriamoci alle associazioni, e penso che in  tutta Italia ci sarebbe bisogno di una bella rinfrescata di mezzi ed attrezzi per poter dare un servizio migliore.

Per quanto riguarda RRM, resti una buona associazione di "volontari", come soci iscritti manteniamo il suo status come "amatoriale", ma evitiamo di criticarla, in quanto la sua utilità e palesemente dimostrabile se "organizzata".

73 al forum e grazie di sopportarmi :grin:

Luigi
Credo ut intelligam, non intelligo ut credam...

Offline wilson

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1452
  • Applausi 82
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore e CB
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #114 il: 08 Luglio 2014, 14:40:05 »
Per prima cosa, visto che siamo in un forum di radiantismo, mettiamo a posto qualche elemento che è stato tirato in ballo alla rinfusa.
I 43 MHz sono una banda parificata alla CB (e quindi alla PMR) ma destinata all'assistenza di determinate attività outdoor.
È quindi alla portata di tutti e non ha nulla di professionale, ma dispone di risorse  tecniche maggiori rispetto alla PMR (probabilmente per dare maggior affidabilità al servizio).
L'Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani, per esempio, l'ha adottata per l'assistenza alle attività esterne e la consiglia ai gruppi scout che intendono avvalersi delle radio.
La sperimentazione radiantistica poi, è attività specifica dei radioamatori e non riguarda certo la pmr.
Non solo, la sperimentazione non può e non deve riguardare la sicurezza e il soccorso, attività che richiedono invece affidabilità.
La dimostrazione di quanto affermato da me e Marcello, riguardo l'ambiguità del sito di rrm, sono proprio gli interventi degli iscritti a rrm che evidenziano i buoni propositi ma anche la confusione e la contraddittorietà con quanto presentato nel sito.
Quello che voi definite un'iniziativa locale, amatoriale e quindi limitata viene invece pubblicizzata in modo ingannevole nel sito e spacciata per un servizio di sicurezza.
Altra riprova di quanto sopra è l'episodio narrato da Marcello.
Allora, quello che anche io mi chiedo è perché qualcuno organizza un sito web del genere, persistendo nell'ambiguità e l'inganno, nonostante gli sia stato più volte fatto notare che non è corretto?
E il fatto che la cosa coinvolga la sicurezza rende tale comportamento sconsiderato e pericoloso.
C'è forse una lontana speranza di ottenere sovvenzioni?
O forse l'intento di creare una vetrina pubblicitaria per sponsor e professionisti dell outdoor (che guarda caso sono tra gli organizzatori)?
Allora invito tutti gli iscritti a rrm a riflettere seriamente su quanto finora detto e a rivedere la loro posizione sull'organizzazione piuttosto che trincerarsi dietro al fatto che possa essere più o meno utile usare anche un PMR durante un'escursione in montagna.


Offline DeltaSQ

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1130
  • Applausi 68
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2GLO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #115 il: 08 Luglio 2014, 14:52:25 »
Beh concordo pienamente però sul fatto che, come dice wilson, se lo scopo di un progetto è quello dell'utilizzo della Radio per sicurezza c'è poco da sperimentare.
Io non sono un iscritto RRM ma mi è capitato di lasciare la Radio accesa sul ch 08 ctcss 16 e sentire chiamare, in tutti i casi si è comunque trattato di un normalissimo qso in pmr446 che non aveva nulla a che vedere con richieste di soccorso o, che ne so, prove di chiamata in caso di bisogno, io che non sono radioamatore sicuramente non affiderei la mia sicurezza in montagna ad un pmr446, da quello che avevo capito io trattasi di un'attività sperimentale che, entro i limiti, potrebbe fare da supporto in situazioni critiche ma ripeto, entro i limiti che quella banda consente.

73 da DeltaSQ

Offline IZ2UUF (davj2500)

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3483
  • Applausi 558
  • Sesso: Maschio
  • Op. Davide
    • Mostra profilo
    • IZ2UUF Web Site
  • Nominativo: IZ2UUF
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #116 il: 08 Luglio 2014, 15:24:31 »
Ciao a tutti.

Riguardo alla radio in montagna, io avrei dato un'impronta completamente diversa ad un'idea come RRM.
Secondo me sarebbe stato meglio lasciar completamente perdere il discorso emergenza e puntare sul divulgare ed incentivare un uso più aperto della radio in montagna.
Il messaggio poteva vertere sul fatto che con la radio si possono anche scambiare informazioni e due chiacchiere con altri escursionisti presenti nella zona e, per questo, è necessario che tutti portino le radio accese e sintonizzate su un certo canale.
Com'è il sentiero lì avanti, come butta il meteo, c'è posto al rifugio... sono tutte chiacchiere che si possono tranquillamente fare senza impegno.
Molti escursionisti non sono CB né tantomeno radioamatori e vedono al più queste radio come apparecchi per comunicare in maniera privata tra amici: non sono abituati ad usarlo come mezzo per parlare con estranei.
Se poi capitasse un'emergenza, verrebbe naturale chiedere aiuto agli "amici" con cui si sono scambiate due parole poco prima via radio, così come si chiederebbe aiuto ad un passante o ad un abitante del luogo.

I punti che dovrebbero sottolineare nei rifugi e nella cartellonistica sarebbero:
1) tieni la radio accesa e sintonizzata sul canale x
2) se senti qualcuno chiamare per due chiacchiere, sì puoi rispondere anche tu

Ciaoo
Davide
IZ2UUF - Davide - http://www.iz2uuf.net/

Offline Ugo da Norcia

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4217
  • Applausi 364
  • IT-DMR / DMR-MARC 2222033
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IW2JAF
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #117 il: 08 Luglio 2014, 15:31:09 »
Non mi sono mai espresso, ma francamente il dubbio che vi siano ben altri interessi in ballo da parte del Sig. Lucarini lo ho sempre avuto.
penso che un PMR con se acceso non faccia certo male a nessuno, che poi sia uno strumento di sicurezza ce ne passa. Sopra tutto che prevenga come citato nel sito.

Concordo che non trovo giusto dare false illusioni. Come dice davj2500, portala con te e se ti capita fai 4 chiacchere.
« Ultima modifica: 08 Luglio 2014, 15:34:07 da Ugo da Norcia »
WWW.SEISMOCLOUD.COM

Grossissimo problema, Einstein è morto, Beethoven pure, e io non sto per nulla bene

Offline pesciolino73

  • 1RGK275
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3202
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IL MIO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #118 il: 08 Luglio 2014, 16:04:52 »
E dici poco.... Pensa se le avessero tutti che servizio informativo dico informativo  sarebbe per gli appassionati si montagna!


Inviato da RogerKapp



Offline wilson

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1452
  • Applausi 82
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore e CB
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #119 il: 08 Luglio 2014, 16:11:46 »
D'accordissimo, ma è tutta un'altra cosa rispetto a quello che viene pubblicizzato sul sito di rrm.
Si potrebbe benissimo pensare e organizzare un qualcosa in questi termini, con chiarezza e onestà, elementi essenziali di cui purtroppo rrm non è dotata.

Offline sierra echo

  • 1RGK351
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1151
  • Applausi 104
  • Sesso: Maschio
  • Locator JN65PW -
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #120 il: 08 Luglio 2014, 16:13:20 »
Ciao a tutti.

Riguardo alla radio in montagna, io avrei dato un'impronta completamente diversa ad un'idea come RRM.
Secondo me sarebbe stato meglio lasciar completamente perdere il discorso emergenza e puntare sul divulgare ed incentivare un uso più aperto della radio in montagna.
Il messaggio poteva vertere sul fatto che con la radio si possono anche scambiare informazioni e due chiacchiere con altri escursionisti presenti nella zona e, per questo, è necessario che tutti portino le radio accese e sintonizzate su un certo canale.
Com'è il sentiero lì avanti, come butta il meteo, c'è posto al rifugio... sono tutte chiacchiere che si possono tranquillamente fare senza impegno.
Molti escursionisti non sono CB né tantomeno radioamatori e vedono al più queste radio come apparecchi per comunicare in maniera privata tra amici: non sono abituati ad usarlo come mezzo per parlare con estranei.
Se poi capitasse un'emergenza, verrebbe naturale chiedere aiuto agli "amici" con cui si sono scambiate due parole poco prima via radio, così come si chiederebbe aiuto ad un passante o ad un abitante del luogo.

I punti che dovrebbero sottolineare nei rifugi e nella cartellonistica sarebbero:
1) tieni la radio accesa e sintonizzata sul canale x
2) se senti qualcuno chiamare per due chiacchiere, sì puoi rispondere anche tu

Ciaoo
Davide
ciao Davide, ti quoto al 100%, mantenere l'uso del pmr come "amatoriale"....
@Ugo da Norcia, chiaramente come detto, il PMR come il cb, come il portatile vhf/uhf oppure l'857 non sono strumenti di sicurezza, ma possono aiutare nel caso di incidente....
@Pesciolino, se avessero tutti le radio, senza saperle usare ci sarebbe un baillame pazzesco, quindi prima propenderei per un educazione all'utilizzo di queste radio, cosa anacronistica....

Mi prenderete per matto, ma se fosse per me, farei fare un corso con un piccolo esamino a chiunque impugni il microfono di una radio....

73 Luigi
Credo ut intelligam, non intelligo ut credam...

Offline pesciolino73

  • 1RGK275
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3202
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IL MIO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #121 il: 08 Luglio 2014, 16:16:01 »
Ma dai per forza! La.cosa da fare in montagna per essere sicuri dei soccorsi non e' certo portarsi una radio dietro quale essa sia ma prima dell ascesa lasciare i propri dati e dire dove si va al gestore..... Se entro tot ore non si rientra vedrete che il gestore da l allarme e scattano in automatico i soccorsi.senza bisogno di radio....


Inviato da RogerKapp


JohnDiggle

  • Visitatore
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #122 il: 08 Luglio 2014, 16:23:13 »
Mi prenderete per matto, ma se fosse per me, farei fare un corso con un piccolo esamino a chiunque impugni il microfono di una radio....
73 Luigi

Beh dai mi pare eccessivo. Da sempre per la CB e per i PMR non c'è bisogno di nessun tipo di esame, e credo sia giusto così.

Ciao!
A.


Offline fulmine777

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 676
  • Applausi 11
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #123 il: 08 Luglio 2014, 18:11:29 »
credo che chi copra una ricetrasmittente seria la sappia anche usare...di solito gli acquirenti sono in genere appassionati di radio che da piccoli giocavano con i walkie talkie giocattolo. diversamente invece è la famigliola con i pmr 446  che ne fanno anche un uso incasinato ( parlano insieme come se fossero al telefono)  e poi dicono.....mah queste radio non funzionano.... :mrgreen: :mrgreen: :grin:

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1034
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #124 il: 08 Luglio 2014, 20:46:04 »
credo che chi copra una ricetrasmittente seria la sappia anche usare...di solito gli acquirenti sono in genere appassionati di radio che da piccoli giocavano con i walkie talkie giocattolo. diversamente invece è la famigliola con i pmr 446  che ne fanno anche un uso incasinato ( parlano insieme come se fossero al telefono)  e poi dicono.....mah queste radio non funzionano.... :mrgreen: :mrgreen: :grin:
Io non sarei così "categorico" con un'affermazione del genere... abbiamo visto più e più volte, su questo forum, comprare bibanda radioamatoriali senza sapere nemmeno che frequenze coprivano, senza sapere se potevano o meno usarli e magari usarli per trasmettere su frequenze a caso... quindi... :D
Giovanni
Responsabile Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1