Autore Topic: Togliere "anima" a cellflex ?!?  (Letto 1170 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline rosco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 898
  • Applausi 50
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2HDS
Togliere "anima" a cellflex ?!?
« il: 16 Agosto 2017, 13:10:24 »
Tranquilli, non sono un satanista ;-)

ho circa 5m di cellflex da 1/2 che vorrei usare per una loop magnetica ( al posto dell'rg213)
e mi domandavo se era possibile togliere il conduttore centrale, che per questo utilizzo non serve.
A parte il peso, credo che migliorerebbe la flessibilità per il trasporto spero senza pericolo di schiacciamenti.

Pensavo di scaldare il conduttore centrare bloccato in una morsa da una parte
e provare a mettere in trazione il resto con qualcosa,
 - altra morsa e crick dell'auto
 -  tirfor
 - altro ?

Sono un pazzo o potrebbe funzionare ?
( il filo vorrei riutilizzarlo come bobina per una verticale....)
73

Still learning, correct me if I'm wrong please.


Offline zampro79

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 219
  • Applausi 32
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Iw2nnv
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #1 il: 16 Agosto 2017, 15:01:51 »
Non sarà un lavoro banale, anche per via della lunghezza complessiva del cavo, in quanto il dielettrico è praticamente solidale con il conduttore.
Estrarlo tirando con un argano, o altra macchina, un'estremità con l'altra vincolata potrebbe per effetto della trazione spezzare il conduttore.
Per evitare questa eventualità potresti creare una piastra di metallo con un forellino del diametro del conduttore e fare in modo che il dielettrico/calza/guaina vada in battuta contro la sua superficie mentre tiri, il cavo subirà uno schiacciamento e comunque tenderà a comprimersi, quindi ogni tanto andrà tirato dal verso opposto (con il centrale bloccato).

L'idea di riscaldare potrebbe funzionare meglio se applicato all'intero cavo in modo da "ammorbidire" il dielettrico. Ma sarà un'impresa mantenere in temperatura 5 metri di cavo senza danneggiarlo.

Sono ipotesi buttate lì, ragionamenti da fase post pranzo mai messi in pratica... vediamo se arriverà qualcosa di più valido...

Buon pomeriggio
IW2NNV / AC2WZ op. Andrea


Offline rosco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 898
  • Applausi 50
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2HDS
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #2 il: 16 Agosto 2017, 18:52:50 »
L'idea di riscaldare potrebbe funzionare meglio se applicato all'intero cavo in modo da "ammorbidire" il dielettrico. Ma sarà un'impresa mantenere in temperatura 5 metri di cavo senza danneggiarlo.

l'idea era riscaldare solo il centrale, inizialmente da entrambi i lati, poi necessariamente solo da uno
nella speranza che, se si muove vuol dire che si è "scollato" dal dielettrico, quindi dovrebbe essere più facile continuare.

La teoria è che essendo "grosso" il calore dovrebbe trasmettersi facilmente;
quello che è uno svantaggio nella saldatura, a me dovrebbe fare comodo.

Io pensavo a delle candele per scaldare.

Buona l'idea della piastra che risolve anche il problema di dove attaccarsi per fare la forza maggiore,
Se si sposta di qualche centimetro posso provare a continuare, se si "accartoccia" vorrà dire che il tentativo è fallito :-(
73

Still learning, correct me if I'm wrong please.


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16538
  • Applausi 425
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #3 il: 17 Agosto 2017, 02:39:53 »
73 a tutti, problematica discussa "animatamente" con gli amici propio per allegerire al massimo la loop magnetica e anche se poi non l'abbiamo più fatto è tra le cose da fare quando ci ritroveremo, l'idea di sciogliere il dielettrico con il vapore  a pressione è forse quella più praticabile se si costruisce una sorta di estrusore dove bloccare il cavo e " pompare" il vapore, altra soluzione sicuramente percorribile per lunghezze più corte è quella di usare una saldatrice a punti o altro per produrre alta corrente da far scorrere nel centrale (qualche centinaio di Ampere...) che scaldandosi scioglie il dielettrico e permette di sfilarlo dal cavo, il problema è che la saldatrice dà centinaia di ampere ma è compatta e quindi non ci colleghi un cavo lungo che oltretutto ha una resistenza non trascurabile e quindi non è nemmeno detto che la puntatrice riesce a far circolare la corrente necessaria per scaldare abbastanza il filo centrale, la soluzione più gettonata è comunque quella di sacrificare la guaina isolante esterna e buttare tutto sul camino, si risolve in pochi minuti ma io non lo faccio per principio, la plastica bruciata produce diossina e io non la brucio...

Offline rosco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 898
  • Applausi 50
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2HDS
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #4 il: 17 Agosto 2017, 07:28:57 »
73 a tutti, problematica discussa "animatamente" con gli amici propio per allegerire al massimo la loop magnetica

allora proprio "pazzo" non sono.   

Buona anche l'idea della saldatrice per scaldare tutto il conduttore,
Per il dielettrico io speravo di lasciarne un po per evitare "schiacciamenti.

Quindi ricapitolando .....

Cavo ad arco ( per avere gli estremi a portata di saldatrice)  e scaldata con ampere a volontà, poi si mette nella morsa e si raddrizza, candela per mantenere la temperatura e si prova a "spingere" ( o tirare ).

Detta così potrebbe anche funzionare, ora devo fare spazio nel garage del suocero e recuperare i pezzi.

Non tenete il fiato sospeso perchè potrei impiegarci mesi, ma credo che ci proverò.

73

Still learning, correct me if I'm wrong please.


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16538
  • Applausi 425
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #5 il: 17 Agosto 2017, 14:32:21 »
73 a tutti, idem, se ne parlerà tra qualche mese se và bene, dopo si può sempre riempire di polistirolo  e tapparlo per evitare lo schiacciamento, se procedi prima fammi sapere il risultato perchè la discussione era propio sulla fattibilità di usare il cavo piegato o tenerlo dritto per tenere il centrale staccato dallo schermo e giusto per prova con 50 cm si riesce a sfilare il centale usando un'alimentatore da 100 A ma poi la lunghezza dei cavi di alimentazione diventa importante e non più fattibile a meno che piegare a U il cavo e poi tagliarlo a metà ( per fare due antenne loop magnetiche...) ma tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare...

Offline rosco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 898
  • Applausi 50
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2HDS
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #6 il: 09 Settembre 2017, 15:27:55 »
Provato con saldatrice da 140 A, ma niente di fatto.

Con i cavi in dotazione ho dovuto piegare poco il cellflex, ma in circa 30 secondi è rimasto freddo ......
probabilmente si sono scaldati di più i cavi della saldatrice.

Ho ritenuto inutile insistere.

Inizialmente credevo non passasse corrente e mancasse qualcosa, ma la sfiammata di quando ho staccato mi ha fatto ricredere.

Ora il dubbio è se provare fiamme normali, tipo candela oppure qualcosa a più alta temperatura.

Credo che proverò con la candela da una parte e  misurerò se ed in quanto tempo si scalda dall'altra ... poi si vedrà.
73

Still learning, correct me if I'm wrong please.


Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 309
  • Applausi 52
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #7 il: 09 Settembre 2017, 21:37:26 »
Leggo solo ora questo thread, e leggendolo mi sono ricordato di una nota sull'ARRL Antenna Handbook che parlava dell'utilizzo della calza dei coassiali.
La nota si riferisce a un utilizzo completamente diverso, me ne rendo conto, ma puntualizza il fatto che i coassiali mantengono le loro proprietà a RF in virtù della geometria costruttiva, che, se alterata, può portare a risultati inattesi.
Chi ci dice che la rimozione del centrale non modifichi in modo sensibile le caratteristiche RF della calza? Ma soprattutto, visto che la rimozione del centrale è così problematica, perché insistere?
Forse potresti prima provare a utilizzare il cavo nella sua integrità, collegando solo la calza, oppure mettendo in c.c. calza e centrale, sempre che gli "stress" cui lo hai già sottoposto non l'abbiano già modificato.



Just my 2 cents

73 Maurizio

Offline rosco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 898
  • Applausi 50
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2HDS
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #8 il: 09 Settembre 2017, 21:50:14 »
Chi ci dice che la rimozione del centrale non modifichi in modo sensibile le caratteristiche RF della calza? Ma soprattutto, visto che la rimozione del centrale è così problematica, perché insistere?

Il cellflex non ha calza, è più un corrugato di rame, quindi anche togliendo il centrale non credo cambi molto
( a patto di riuscire a lasciare il dielettrico per limitare schiacciamenti nel piegarlo).

Quanto alla difficoltà ..... fa parte del gioco, almeno fino a quando rimane in limiti accettabili.

Se i tentativi andranno tutti a vuoto, farò come la volpe con l'uva e me lo terrò così ;-)


 
73

Still learning, correct me if I'm wrong please.


Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 309
  • Applausi 52
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #9 il: 09 Settembre 2017, 22:00:34 »
Il cellflex non ha calza, è più un corrugato di rame

si, conosco il cavo, il concetto che volevo sottolineare è che stai sperimentando, da quello che dici desumo con grande fatica, delle modifiche che magari non ti daranno i risultati sperati, e che magari otterresti lo stesso usando calza o calza e centrale in cc, come suggerivo.
Tentar non nuoce.
GL
73 Maurizio

Offline rosco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 898
  • Applausi 50
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2HDS
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #10 il: 10 Settembre 2017, 08:27:01 »
delle modifiche che magari non ti daranno i risultati sperati,

Riepilogo i risultati "sperati"
 
 - diminuzione del peso,  e su quello credo che "non ci piova", cedo che il conduttore centrale sia quasi la metà del peso complessivo.

 - trasportabilità , per quello sarà da vedere; io mi aspetto più flessibilità per poter piegare meglio il cavo durante il trasporto mantenendo abbastanza rigidità da mantenere la forma circolare una volta montata l'antenna.

Da questi risultati dipende anche il supporto  ed il suo peso;
ora con rg213 mi serve un supporto a croce ed il cerchio è meno che perfetto,
mi aspetto di poter eliminare la parte orizzontale, ( quindi 2 pezzi in meno).

Mano peso "in alto" e più stabile è "l'accrocchio",  anche se lo trasporto in macchina e non nello zaino ( almeno per ora)
dovrebbe permettere di alzarlo in po di più.
La mia speranza era di arrivare ad avere la parte bassa del loop ( che ora ha il condensatore ) ad altezza occhi.
 

Aggiungo  riutilizzo del conduttore centrale per bobine di carico o altro ed ultimo, ma più importante,
la soddisfazione "del viaggio"  , ovvero il tempo impiegato a pensare e VERIFICARE che è parte fondamentale di come interpreto io l'essere radioamatore.

Ho postato qui la mia ipotesi per vedere se altri avevano già fatto ( semplificandomi quindi le cose perchè sono pur sempre "lazy") o se c'erano dei motivi per cui NON era una buona idea.

Visto che almeno un'altra persona ci ha pensato e sta provando, io mi sento incoraggiato a provare.
Tanto alla fine non rimane l'importante è divertirsi mentre lo si fa.

Io non avrei più soddisfazione dal comprare una loop già fatta e mettere a log qualche QSO.
73

Still learning, correct me if I'm wrong please.


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16538
  • Applausi 425
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #11 il: 10 Settembre 2017, 14:54:35 »
73 a tutti, concordo, il discorso di IK2CNF vale in altri contesti ma non in questo dove il cavo coassiale è usato per fare un tubo conduttore dove non ha nessuna importanza il conduttore centrale, se non per un discorso meccanico,  se ad esempio si trova un tubo di rame con lo stesso spessore del cavo da 1\2" il risultato sarà identico se corrugato, se liscio sarà meglio dal punto di vista elettrico (meno lunghezza meno resistenza) ma non avrà la stessa flessibilità e quindi ha senso provare a svuotare un 1\2" per allegerire l'antenna e magari pure per recuperare il conduttore centrale per altro, riguardo alla difficoltà per estrarre il centrale è il nodo del problema e la saldatrice da 150A non funziona a meno che il pezzo di cavo è molto corto e quindi i 150A lo riscaldano veramente, con 2 mt di cavo secondo me serve  più corrente o meglio un trasformatore apposito senza i controlli e limitatori che le saldatrici hanno e "forse" si riesce, quando si salda si usa un elettrodo che fonde perchè ha una resistenza elevata al passaggio della corrente, se il pezzo ha una resistenza minimia non lo saldi ma consumi solo l'elettrodo, quando l'elettrodo ha la stessa resistenza del pezzo si ha la fusione dei due materiali e la saldatura è corretta e per far scaldare il conduttore di rame da 3 mm di corrente ne serve veramente tanta, non parliamo di ferro o acciaio dove la resitenza è ben più elevata...

Offline rosco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 898
  • Applausi 50
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2HDS
Re:Togliere "anima" a cellflex ?!?
« Risposta #12 il: 10 Settembre 2017, 16:19:20 »
Oggi ho provato con candela e col  gas della cucina, ma l'altro estremo mi sembra rimanga a temperatura ambiente anche dopo più di 10 minuti, quindi direi che l'esperimento è fallito e mi toccherà "tenere l'anima" ;-)

Tra l'altro mi sto convincendo di fare una versione più o meno fissa, anche se trasportabile, quindi il peso e la flessibilità perdono importanza.

Poi vedrò le differenze tra cellflex e condensatori più o meno ottimizzati  rispetto a rg213 e mini condensatori e ne riparleremo.

Se qualcuno però dovesse riuscire  senza bruciare tutto nel caminetto ....... 
73

Still learning, correct me if I'm wrong please.