Autore Topic: SBE Sidebander II  (Letto 2965 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline carlo_forever

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 744
  • Applausi 129
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU4FMS - 1RGK548 - HOTEL143 - Locator JN54BR33TB
SBE Sidebander II
« il: 19 Settembre 2015, 09:33:30 »
Molti anni fa, ero un ragazzo, desideravo passare dall'AM all'SSB, dato che ero un DXer mica male, e sentivo che i tempi stavano cambiando.
Apparecchi in SSB ce n'erano tanti, ma tutti a costi estremamente impossibili per un ragazzino. Un bel giorno, però, per poche lire entrai in possesso di un SBE Sidebander II "da mettere a posto perché lavora male in AM". Era considerato il top di gamma per i DX.
Era prodotto dalla SBE, Inc. (SideBand Engineers, tradotto = Ingegneri della Banda Laterale) a Watsonville, California. Era naturalmente un 23 canali (allora lo erano tutti), ed aveva fama di essere una bestia. Aveva anche però la fama che in AM faceva schifo. Il mio esemplare era praticamente inservibile: era stato scacciavitato da un pazzoide, non aveva una bobina a posto. Dopo qualche mese entrai in possesso dello schema elettrico e a blocchi e capii molte cose.


schema elettrico




schema a blocchi



In pratica era l'unico apparato CB ad utilizzare una sola conversione anche in AM, come molti HF,  usando lo stesso flitro a quarzi dell'SSB, quindi se uno era leggermente spostato di frequenza, e coi quarzati poteva succedere, bisognava rincorrerlo col clarifier. Questo faceva sì che uno dei soliti "cacciavitini d'oro" della frequenza ci mettesse le mani, non capendo nulla, e rovinandolo completamente, come era accaduto al mio. Inoltre utilizzava un sistema di generazione delle due bande laterali unico, per cui la USB veniva ottenuta per sottrazione, sistema complesso che però garantiva perfetta isoonda in AM, USB, LSB. Il mio esemplare vide la luce all'uscita del tunnel dopo tre settimane di prove e controlli. Effettivamente in AM andava benissimo, ma bisognava tarare molto bene la catena di media. Pochi anni dopo il mio esemplare mi fu rubato, cosa che mi ha sempre causato molto rammarico. Dopo anni ed anni sono entrato in possesso di un altro esemplare tenuto molto bene e perfettamente funzionante. Eccolo.













E' bellissimo centrare un corrispondente che parla in AM sulla USB e, commutando in LSB si riceve perfettamente con la stessa tonalità senza che il corrispondente si sia spostato di un solo Hertz!
Chi ne possiede uno, lo tenga bene, e chi è collezionista lo valuti per quello che è stato progettato per fare, cioè i DX, non le due chiacchiere serali. La terza serie, Sidebander III, mai ufficialmente importata in Italia, addirittura aveva soltanto la SSB, l'apparecchio era privo di AM. La casa suggeriva l'abbinamento di SBE Cortez AM e Sidebander III SSB. Esisteva anche la versione "da casa", era la bellissima SBE Console II, forse l'apparecchio CB più elegante mai prodotto.

Saluti, Carlo
« Ultima modifica: 25 Settembre 2015, 12:55:10 da carlo_forever »
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris
sola spe

Online luciano100

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1831
  • Applausi 93
    • Mostra profilo
Re:SBE Sidebander II
« Risposta #1 il: 24 Febbraio 2016, 08:29:58 »
Condivido pienamente!
Aggiungo ,inoltre che tale apparato è uno dei più seri!
Lo S'meter ti fa' sognare..
con il suo microfono da tavolo sbe : modulazione imponente.
Splatters inesistenti,

Utilizzato in accoppiata con trasverter  è stato scambiato
per un rtx HF!!!

....lo avessi avuto da ragazzetto
Che apparato!!!
Ne possiedo uno "perfetto"
Provenienza USA.
Il proprietario ci teneva tantissimo: neanche uno sgraffio sulla "carrozzeria".

L'unica pecca : il commutatore canali..un po' duro.

Sent from my X11 using rogerK radioamatori & CB mobile app