Autore Topic: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.  (Letto 58569 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Ottone

  • Visitatore
Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« il: 07 Dicembre 2009, 13:05:58 »
Ciao a tutti,
ascoltando un amico molto competente in radio che possiede l'antenna la Sirio Vector 4000, mi sono incuriosito mentre ne parlava e, spinto da lui, mi sono documentato circa questa configurazione di antenna.

Premesso che possiedo un'altra antenna (una Sirtel S2000) e che il mio scopo non è quello di esaltare i pregi della Vector, quanto piuttosto cercare di capire come funziona.
Non mi piacciono le antenne 3/4 lambda (7/8 lambda è la stessa identica cosa, in termini di diagramma di irradiazione e guadagno) a causa del loro angolo alto sull'orizzonte, che non è utile nè per i collegamenti a breve distanza, nè tantomeno che per quelli a lunga. Tra l'altro l'angolo di una 3/4 lambda, è talmente alto che non risulta utile nemmeno in buca per uscire dalla stessa: di solito gli angoli di 60 gradi circa, come quelli propri delle antenne a 3/4 e 7/8 appunto, sono talmente alti da non risultare riflessi dalla ionosfera, bensì la bucano e le suddette antenne vengono utilizzate per collegare i satelliti.
 
Ma il punto è questo: quell'antenna NON è una 3/4 lambda. Trattandosi di una configurazione J-pole, come dichiara il costruttore, il primo tratto di antenna è un'adattatore di impedenza e non irradia. Il motivo è semplice, il primo quarto d'onda di antenna (ovvero i primi 2.75 metri in basso, quelli in corrispondenza del cono) non irradiano poichè in loro corrispondenza, le correnti tra lo stilo e il cono stesso, risultano sempre uguali di valore e contrarie di segno e quindi si annullano. In effetti lo scopo del primo quarto d'onda di antenna, è quello di adattatore di impedenza puro e semplice: un ottimo sistema di adattamento di impedenza con fattore di merito elevato, che consente un'alta efficienza all'antenna stessa e consente, tra l'altro, di captare ben poco rumore atmosferico. A differenza delle classiche bobine aperte in aria, come quella della mia Sirtel S2000 o quella di una Mantova.
Prima di leggere quello che ho letto e che vi riporterò, ero quindi convinto che la Vector 4000 fosse una J-pole 7/8 con linea di adattamento lunga 1/4 lambda e che quindi, la parte di antenna che irradia RF fosse niente più e niente meno che una mezz'onda; un'ottima mezz'onda con un bel sistema di adattamento di impedenza alla base (in base al ragionamento banale che 3/4 lambda - 1/4 lambda = 2/4 lambda, ovvero 1/2 lambda).
Tra l'altro l'angolo all'orizzonte di una 1/2 onda è senz'altro migliore di quello di una 3/4 lambda!
Queste le specifiche dichiarate dal costruttore della Vector 4000, la Sirio:

http://www.sirioantenne.it/prodotti_ant.php?idp=66

Tra l'altro dal sito del produttore, è possibile scaricare un bel pdf di descrizione/montaggio della Vector:

http://www.sirioantenne.it/docs_download.php?file=Id-041_06-03-2009.pdf


Faccio notare la dicitura riportata dal costruttore   " Type: 3/4 λ coaxial J-pole " e il guadagno dichiarato di  "Gain: 2 dBd, 4.15 dBi"
ovvero 2dB rispetto ad un dipolo. Guadagno in sè e per sè di un'inezia superiore da una 5/8 quale potrebbe essere la Imax o una Sirio 827 per la quale vengono indicati 1.5 dBd, cioè quelli classici di tutte le 5/8 appunto.

Tuttavia quei 2dBd per pari che siano alle altre antenne 5/8 (non è certo il mezzo dB a fare la differenza), sono un campanello di allarme, un'indicatore, dato che le mezz'onda hanno 0 dBd di guadagno.
Una doverosa puntualizzazione circa i guadagni delle antenne verticali ed ominidirezionali: a meno di non andare su configurazioni collineari (quindi in 27 mhz parliamo di antenne che dovranno essere lunghe oltre 11 metri), i guadagni ottenibili restano tutto sommato modesti e dell'ordine di 2dBd massimo (salvo dichiarazioni mendaci o ingannevoli) e con angolo di irradiazione che raggiunge il suo massimo favorevole con la configurazione 5/8 Ground Plane.


Che roba è allora sta Vector 4000?


Tanto per cominciare, questa antenna è la copia di una vecchia antenne, prodotta sia dalla Avanti col nome di AV-174 Sigma IV e dalla Tagra, col nome di BT-104.

http://4.bp.blogspot.com/_L341QXAi4d0/SFYPvI8z8NI/AAAAAAAAADc/pJRuUgbOayc/s1600-h/Tagra+advert.jpg



http://media.photobucket.com/image/avanti%20sigma%20IV/AmericanBLUZUMR/Scan10088.jpg

http://customcbradios.lefora.com/composition/attachment/283ce519042b65e3c2d17d6ec9570d35/192759/Sigma%20IV%20Owner%27s%20Manual%20Cover.JPG?thumb=1







Ma guardate quì:  (purtroppo in lingua inglese)

http://www.cbjunk.com/forum/viewtopic.php?f=23&t=526

http://grumpy.proboards.com/index.cgi?board=ANT&action=print&thread=2872

http://www.worldwidedx.com/cb-antennas/31799-avanti-sigma4-alternative-view-point.html


che a sua volta vi rimandano a questo interessante pdf, dove si chiariscono abbastanza i concetti:
 
http://k6mhe.com/files/ssfm.pdf


In sostanza sembrerebbe trattarsi di una configurazione J-pole migliorata, il cui solido di irradiazione è senz'altro migliore di quello di una J-pole convenzionale (che è quasi omnidirezionale, ma non perfettamente) e il guadagno anche leggermente superiore (2dBd anzichè 0 dBd).

Il come del guadagno superiore rispetto alla classica J-pole è presto detto: con la particolare configurazione della Vector 4000 il punto di alimentazione dello stilo, si sposta più in basso rispetto alla classica J-pole, quindi ad irradiare non è un semplice stilo mezz'onda, ma qualcosa di più lungo e quindi con guadagno superiore.

Il diagramma di irradiazione dovrebbe essere questo:



In sostanza, mi pare un diagramma buono, anche se non eccezionale (non migliore di una 5/8, per via della presenza di due importanti lobi secondari, come accade sulle 3/4 lambda), ma che tuttavia svincola dai problemi delle bobine classiche di adattamento che stanno alla base delle 5/8 e quindi dal rumore (noise floor, un nuovo dentifircio :mrgreen: ) che introducono, dalla necessità dei radiali e con un fattore di merito senza dubbio maggiore. In effetti quì bobine non ce ne sono. E un guadagno di 2dBd, ovvero di un capello superore ad una 5/8 (anche se viene in larga parte "sprecato" in angoli sull'orizzonte che non servono ne per i collegamenti per linea di terra, nè per quelli in propagazione sulla lunga distanza). Comunque una bella config di antenna alterntiva alla solita 5/8, anche se, purtroppo lunga 3/4 lambda.


Per ulteriori dettagli molto tecnici, rimando a questa immagine, che dovrebbe chiarire il funzionamento e l'andamento delle correnti lungo lo stilo per la particolare configurazione di antenna in oggetto:



Offline 90pv562

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 549
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Back in frequency
    • Mostra profilo
    • 90PV562 Sito personale di Paolo relativo agli 11 metri
    • E-mail
  • Nominativo: 1PV562
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #1 il: 07 Dicembre 2009, 13:24:19 »
Carissimo Ottone, io non sono un tecnico ma solo un praticone di antenne (anche se ne ho costruite con ottimi risultati) al tuo esaustivo articolo posso aggiungere una cosa sola. Io ne ho posseduta una dal 1978 al 1989, montata sul tetto di un palazzo di 10 piani con 6 metri di palo a Milano. Con il mio vecchio Super-Galaxy e 200 W ho fatto cose impensabili. Un mio amico che aveva la Mantova 1 e la mia stessa stazione sul palazzo di fronte (parii altezza pari quartiere pari momenti di propagazione) non riusciva minimamente ad eguagliare i miei dx quindi il merito, visto che stavamo in frequenza empre insieme per via degli immancabili sblateri fra me e lui, posso dire che quest'antenna e` davvero eccezionale. Ai tempi era commercializzata con il nome Venere 999 il costruttore nonn lo ricordo. Se la trovo a buon prezzo me la ricompro e la aggiungo alla direttiva nel mio qth cretese. Complimenti ancora per ilo bellissimo post. Scusate se ho fatto errori ma sto usando un portatile con tastiera greca in quanto sono nella div 1 per passare il Natale coi miei vecchi.

72-51 a tuttix Paolo
Un caro saluto Paolo

http://www.pv562.net

Ottone

  • Visitatore
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #2 il: 07 Dicembre 2009, 15:13:04 »


Ciao Paolo  :birra:
Grazie per i complimenti per il post, ma in realtà il mio personale valore aggiunto circa quello che posso dire su questa antenna, è pari a zero: mi sono infatti limitato a mettere insieme informazioni prese sul web, dato che non sono in grado, tecnicamente parlando, di dire nulla di più di quello che ho letto su qualche forum, circa questa antenna.

Senz'altro, ora che la conosco un po' meglio, mi ha catturato un po' di più l'attenzione.

Attendo i pareri illustri di r5000, yeti e gli altri utenti che hanno competenze sulle antenne (e non solo).


Cmq è ancora in vendita col nome di Sirio Vector 4000.  ;-)

Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16041
  • Applausi 394
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #3 il: 07 Dicembre 2009, 16:27:39 »
73 a tutti l'antenna in questione non l'ho mai montata per questioni di altezza e robustezza oltre alla rumorosità,l'aveva un mio amico che con il vento fischiava allegramente e dopo un'anno l'ha sostituita con la mantova,però non sò se era montata giusta e se era integra o rattoppata e quindi non fà testo,riguardo al discorso che la vector è una versione migliorata della jpole perchè non omnidirezionale è relativo all'uso di un balun choke necessario che se non c'è effettivamente distorce il lobo d'irradiazione ma sempre in modo marginale,spesso sono altre le cause di distorsioni al lobo d'irradiazione e pensare che una qualsiasi antenna verticale nelle vicinanze di altre strutture metalliche (antenne,pali ,gronde ecc...) perchè ha un suo piano di massa o perchè ha ros 1:1 non vuol dire assolutamente che sia veramente omnidirezionale... detto questo se la jpole tradizionale ha il balun choke e nulla di vicino è omnidirezionale e un lobo molto uniforme classico per le 1\2 onda tanto da essere uguale alla 1\2 onda fatta con l'adattatore LC che adatta perfettamente l'impedenza ma il balun choke  è sempre consigliabile,se per esempio il cavo di discesa non è verticale si accoppia e l'antenna a 1\2 onda diventa quasi direttiva,se il sistema della vector elimina questo accoppiamento non lo sò anche se i risultati in termini di qso dicono che come antenna rende,bisognerebbe testarla ora che la propagazione è scarsa per capire se lavora con angoli alti o bassi...

Ottone

  • Visitatore
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #4 il: 07 Dicembre 2009, 16:36:36 »
Ok r5000,
ottimo il discorso del balun choke, valido per tutte le antenne, credo in particolar modo quelle senza radiali (quindi come dicevi tu, tipicamente le mezz'onda).

Comunque a parte il discorso della omnidirezionalità, ammesso e non concesso che il problema esista, come dicevi,
pensi che la config della Vector possa portare vantaggi rispetto alla j-pole classica. O sono la stessa cosa, secondo il tuo punto di vista?


Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16041
  • Applausi 394
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #5 il: 07 Dicembre 2009, 16:57:45 »
73 a tutti premesso che non ho capito se il sistema adattatore è cortocircuitato o meno è comunque valido,si forma un trasformatore d'impedenza da bassa ad alta impedenza e senza perdite accessorie se dimensionato correttamente,preferirei se è cortocircuitato ma anche uno stub fà lo stesso lavoro nelle delta loop e quindi...
per il discorso radiali che formano una linea di trasmissione non mi sembra visto che le linee aperte sono sempre parallele e non coniche però esistono sistemi di adattamento a v e penso che questo è un misto tra la linea aperta e l'adattatore a v,di sicuro il pezzo di stilo all'interno del cono non irradia o almeno non allo stesso modo dello stilo esterno all'anello,che può anche essere visto come una cappello capacitivo collegato sotto lo stilo e non come solitamente si vede in punta ma bisogna fare delle simulazioni per capire che impedenza ha lo stilo con quella lunghezza e cosa serve per adattarlo...

Ottone

  • Visitatore
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #6 il: 07 Dicembre 2009, 17:20:56 »
73 a tutti premesso che non ho capito se il sistema adattatore è cortocircuitato o meno è comunque valido,si forma un trasformatore d'impedenza da bassa ad alta impedenza e senza perdite accessorie se dimensionato correttamente,preferirei se è cortocircuitato ma anche uno stub fà lo stesso lavoro nelle delta loop e quindi...
per il discorso radiali che formano una linea di trasmissione non mi sembra visto che le linee aperte sono sempre parallele e non coniche però esistono sistemi di adattamento a v e penso che questo è un misto tra la linea aperta e l'adattatore a v,di sicuro il pezzo di stilo all'interno del cono non irradia o almeno non allo stesso modo dello stilo esterno all'anello,che può anche essere visto come una cappello capacitivo collegato sotto lo stilo e non come solitamente si vede in punta ma bisogna fare delle simulazioni per capire che impedenza ha lo stilo con quella lunghezza e cosa serve per adattarlo...

Da alcune foto e disegni in dettaglio, credo che la base sia in corto.
Vedi foto numero 1 e numero 6 di questo pdf:
http://www.sirioantenne.it/docs_download.php?file=Id-041_06-03-2009.pdf

Relativamente a quanto sostieni circa la parte di antenna all'interno del cono, anche io pensavo la stessa cosa, ovvero che non irradiasse. Ma poi le osservazioni del mio amico, insieme al fatto che venisse dichiarato un gain di 2 dBd, mi hanno spinto a documentarmi di più.
Ed in effetti, a parte i dati che riportato ad inizio topic, pare che anche il solido di irradiazione (ho rubato il termine di stampo ingegneristico a yeti ;-)  , spero me lo passi  ) sia un qualcosa a metà strada tra quello di una mezzo lambda ed una 3/4, visto la presenza delle due creste alte sull'orizzonte e anche la ciambella bassa sull'orizzonte tipica della mezz'onda.

Se non fosse per i 9 metri, la proverei, sperando che non abbia qualche brutto tallone di achille come la Tekhna 1/2 lambda (era critica quell'antenna), che ho posseduto.

Qualche tempo fa, aprì un topic interessante eurodani sulla vector, facendo delle ineteressanti comparazioni e indicando la difficoltà di taratura della Vector.

http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=6105.0

Offline Z0tan

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 79
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #7 il: 10 Dicembre 2009, 03:03:15 »
Pultroppo non'è cortocircuitata.
Il radiatore attivo (gamma match assembly) è a sua volta composto da due sezioni, di cui quella all'estremità è fissata allo stilo verticale.
Trà le due sezioni c'è una sorta di isolatore (teflon o plastica  ???).
In pratica , il radiatore (gamma match assembly) è caricato capacitivamente ... .
Ex possessore di c.t.e. Saliut 27 e Vector 4000 prima serie.
Sulle prime serie l'anello o meglio i supporti che reggono il cono si "distruggevano" nel tempo e con il vento con facilità.
Vista l'ora, scusate se non mi "dilungo" ...  8O
« Ultima modifica: 10 Dicembre 2009, 03:18:13 da Z0tan »

Offline tuonoblu

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 664
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #8 il: 10 Dicembre 2009, 10:32:20 »
Buon giorno a tutto il foro, io ho questa :



ho solo un dubbio: a me non sembra un jpole, piuttosto mi sembra uno stilo lungo tot (3/4 7/8) alimentato tramite un gamma match capacitivo....
 la jpole dovrebbe avere uno stilo alimentato dal centrale ed uno dalla calza mentre qui abbiamo un solo stilo collegato alla base alla calza  e ad una certa distanza collegato al polo caldo tramite gamma match....

se qualcuno conosce meglio questa antenna .....avanti....

73's
1 rgk 110

.---- .-. --. -.- .---- .---- -----


Ottone

  • Visitatore
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #9 il: 10 Dicembre 2009, 11:14:34 »
Buon giorno a tutto il foro, io ho questa :

...cut..

ho solo un dubbio: a me non sembra un jpole, piuttosto mi sembra uno stilo lungo tot (3/4 7/8) alimentato tramite un gamma match capacitivo....
 la jpole dovrebbe avere uno stilo alimentato dal centrale ed uno dalla calza mentre qui abbiamo un solo stilo collegato alla base alla calza  e ad una certa distanza collegato al polo caldo tramite gamma match....

se qualcuno conosce meglio questa antenna .....avanti....

73's

Ciao a tutti,
Grazie per le info e la preziosa immagine.

La tua stessa perplessità è venuta anche a me,   ;-)   ma in effetti:
- la casa dichiara 7/8 coaxial J-pole per la Vector 4000
- se fosse una 7/8 o 3/4 avrebbe bisogno di piano di terra riportato, trattandosi di antenna a bassa impedenza al punto di alimentazione
- il lobo di radiazione e l'angolo all'orizzonte non sembano quelli tipici delle 3/4 lambda (vedi link sopra postati e immagini di inizio topic: se fosse 3/4 lambda o 7/8 avrebbe il lobo principale alto 60 gradi sull'orizzonte)

Si tratta di capire meglio di che configurazione di antenna si tratta, il gamma match potrebbe essere uno stratagemma per adattare l'impedenza di questa particolare j-pole (sempre stando a quanto dichiara la Sirio).

Offline TITANO

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 9701
  • Applausi 115
  • Sesso: Maschio
  • Nominativo - TITANO - 1Rgk326 ( Cb - Swl )
    • Mostra profilo
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #10 il: 10 Dicembre 2009, 11:41:46 »
io ho avuto la saliut,che poi sarebbe la vector attuale e posso dire di aver fatto collegamenti straordinari.......l'unico inconveniente ,ma credo che sia anche giusto per il fattore altezza e' l'oscillazione.Ma per il resto e GRANDEa veramente.  titano.
Antonio...Titano...1RGK326....Citta'  Prov. Napoli....!


Offline neonzonauno

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1023
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
  • Cacciatore di DX
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #11 il: 10 Dicembre 2009, 12:03:46 »
Ma quindi scusate detto in parole povere per un ignorante in materia come me con un'antenna di tipo 7/8 in teoria si ascolta di più rispetto ad una 5/8 però al tempo stesso in trasmissione è più scadente di una 5/8 perchè irradia come una mezz'onda o pure peggio: è corretto? Io ho la 5/8 però potrei permettermi anche una 7/8 cosa faccio la metto oppure no? Ne vale la pena oppure mi tengo la mia Roma 1?

Ottone

  • Visitatore
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #12 il: 10 Dicembre 2009, 12:23:21 »
Ma quindi scusate detto in parole povere per un ignorante in materia come me con un'antenna di tipo 7/8 in teoria si ascolta di più rispetto ad una 5/8 però al tempo stesso in trasmissione è più scadente di una 5/8 perchè irradia come una mezz'onda o pure peggio: è corretto? Io ho la 5/8 però potrei permettermi anche una 7/8 cosa faccio la metto oppure no? Ne vale la pena oppure mi tengo la mia Roma 1?


A meno di non andare su una collineare (quindi antenne lunghe almeno più di 11 metri per la 27), resta la 5/8, in virtù del suo angolo all'orizzonte basso e del suo guadagno quasi pari ad una 3/4 (che ha circa 0.5 dBd in più, di solito così indicano sui manuali).

Il guadagno di un'antenna consiste nel vantaggio che essa ha, in termini di segnale ricevuto e trasmesso rispetto ad un'antenna di riferimento, che nello specifico è il dipolo (infatti il guadagno si esprime in dBd, dove l'ultima "d" sta per dipolo; diverso dal guadagno in dBi che è un po' una chimera e serve soprattutto ad indicare cifre + alte... ma lasciamo stare).
Il guadagno si realizza concentrando il campo RF in direzioni specifiche, piuttosto che in tutte le altre; un po' come fanno le direttive (ecco perchè hanno alto guadagno), ma cercando di mantenere la omni-direzionalità.

Nello specifico, la 5/8 ha il più basso angolo all'orizzonte che si possa realizzare con un'antenna omnidirezionale, pur mantenendo appunto l'omnidirezionalità.

Anche la 3/4 (o 7/8) è omnidirezionale, ma il suo angolo principale è alto 60 gradi sull'orizzonte, ovvero spara in cielo (ma i tuoi intelocutori stanno in terra, non in cielo, quindi non è utile. Quindi all'orizzonte ottico è svantaggiata rispetto alla 5/8). Tanto è vero che in frequenze più alte, viene utilizzata per collegare i satelliti, dato che il suo angolo è così alto che non viene nemmeno riflesso, bensì "buca" la ionosfera e la trapassa.

Dimenticavo di aggiungere, tutto ciò che l'antenna fa in ricezione, lo fa anche in trasmissione, in base al teorema della reciprocità. Quindi se "riceve di più", trasmette anche di più e viceversa.  ;-)
Ma è necessario non farsi ingannare dal noise floor (il rumore di fondo ricevuto), che dipende anche da altri fattori, indipendentemente dal reale guadagno dell'antenna: ad esempio dipende dal sistema di adattamento di impedenza che l'antenna usa.
Un esempio chiarificatore: le direttive hanno alto guadagno, ma noise floor inferiore rispetto ad una 5/8 classica con bobina aperta alla base.



Il focus del topic è cercare di capire se la Vector, dichiarata dalla casa come antenna J-pole coassiale 3/4 lambda, trasmetta come una 3/4, come una 1/2 lambda (le J-pole, sebbene lunghe 3/4 lambda hanno la prima parte di antenna lunga 1/4 lambda che è SOLO un'adattatore di impedenza e non trasmette) o qualcosa che sta a metà strada tra queste due configurazione.  ;-)

« Ultima modifica: 10 Dicembre 2009, 12:27:13 da Ottone »

Offline tuonoblu

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 664
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #13 il: 10 Dicembre 2009, 12:41:11 »
Buon giorno a tutto il foro, io ho questa :

...cut..

ho solo un dubbio: a me non sembra un jpole, piuttosto mi sembra uno stilo lungo tot (3/4 7/8) alimentato tramite un gamma match capacitivo....
 la jpole dovrebbe avere uno stilo alimentato dal centrale ed uno dalla calza mentre qui abbiamo un solo stilo collegato alla base alla calza  e ad una certa distanza collegato al polo caldo tramite gamma match....

se qualcuno conosce meglio questa antenna .....avanti....

73's

Ciao a tutti,
Grazie per le info e la preziosa immagine.

La tua stessa perplessità è venuta anche a me,   ;-)   ma in effetti:
- la casa dichiara 7/8 coaxial J-pole per la Vector 4000
- se fosse una 7/8 o 3/4 avrebbe bisogno di piano di terra riportato, trattandosi di antenna a bassa impedenza al punto di alimentazione
- il lobo di radiazione e l'angolo all'orizzonte non sembano quelli tipici delle 3/4 lambda (vedi link sopra postati e immagini di inizio topic: se fosse 3/4 lambda o 7/8 avrebbe il lobo principale alto 60 gradi sull'orizzonte)

Si tratta di capire meglio di che configurazione di antenna si tratta, il gamma match potrebbe essere uno stratagemma per adattare l'impedenza di questa particolare j-pole (sempre stando a quanto dichiara la Sirio).

sulla scheda della saliut non si parla di jpole ....


i radiali ci sono si, sono  i 4 bracci dell'imbuto ed il rispettivo anello collegati fisicamente alla calza e contemporaneamente alla base dell'antenna forse è per questao strano sistema di alimentazione che viene accomunata allla jpole



ho fatto uno schizzo di come è collegata elettricamente quella in mio possesso : per la dc non è in cortocircuito in quanto il condensatore all'interno dell gamma blocca la dc ma questo strano tipo di alimentazione  in effetti ricorda la jpole...
1 rgk 110

.---- .-. --. -.- .---- .---- -----

Offline tuonoblu

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 664
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #14 il: 10 Dicembre 2009, 12:57:44 »
...il funzionamento di questa saliut o vector che sia è propio un rompicapo...hihi

ma vedo con piacere che l'argomento interessa molti "colleghi" ....

la mia ora è stata modificata per le hf (tipo canna pesca con un-un 4:1 su barretta di ferrite) perchè é troppo grande e sensibile al vento per il mio qth ed ho preferito una 5/8 ma un giorno vorrei propio togliermi lo sfizio di metterla in condizioni ottimali e saggiare con mano le sue doti...




1 rgk 110

.---- .-. --. -.- .---- .---- -----


Offline neonzonauno

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1023
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
  • Cacciatore di DX
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #15 il: 10 Dicembre 2009, 13:11:45 »
Grazie Ottone formidabile la tua spiegazione  :up: Mi tengo la mia Roma e basta  :grin:

Ottone

  • Visitatore
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #16 il: 10 Dicembre 2009, 13:12:33 »

sulla scheda della saliut non si parla di jpole ....


i radiali ci sono si, sono  i 4 bracci dell'imbuto ed il rispettivo anello collegati fisicamente alla calza e contemporaneamente alla base dell'antenna forse è per questao strano sistema di alimentazione che viene accomunata allla jpole



ho fatto uno schizzo di come è collegata elettricamente quella in mio possesso : per la dc non è in cortocircuito in quanto il condensatore all'interno dell gamma blocca la dc ma questo strano tipo di alimentazione  in effetti ricorda la jpole...

Ok, Grazie per le info e lo schizzetto, che comunque è molto chiaro.
A questo punto, viene anche il sospetto che la Saliut sia diversa dalla Vector, poichè Sirio dichiara esplicitamente che si tratta di una J-pole.
Inoltre ad inizio topic nel primo post, c'è anche il link al manuale di montaggio della Vector scritto dalla Sirio, dove mi pare affermano chiaramante che il materiale tra i radiali del cono e lo stilo è un conduttore.
In effetti il fatto che i radiali siano elettricamente collegati allo stilo, oppure no, cambia sostanzialmente la configurazione dell'antenna. Mi pare che qualcosa a riguardo avesse già osservato r5000 sulla pagina dietro.


Che la Saliut e la Vector siano due antenne diverse nel funzionamento e nei concetti?
Oppure che la Sirio sia stata frettolosa a dichiararne la configurazione di antenna (dato che ha "copiato" - ovvero comprato il brevetto - l'antenna) ?


Credo inoltre che il fatto di aver ripiegato in alto i 4 radiali, influenzi favorevolmente l'angolo all'orizzonte, che altrimenti sarebbe alto sull'orizzonte, dato che l'elemento radiante dovrebbe essere un 3/4 lambda.


Altro argomento importante:
cosa succede alle correnti lungo lo stilo e alla RF irradiata nel tratto compreso all'interno del cono?

Per giustificare i 2dbD dichiarati da Sirio, dovrebbe irradiare anche quel tratto.


...il funzionamento di questa saliut o vector che sia è propio un rompicapo...hihi

ma vedo con piacere che l'argomento interessa molti "colleghi" ....

la mia ora è stata modificata per le hf (tipo canna pesca con un-un 4:1 su barretta di ferrite) perchè é troppo grande e sensibile al vento per il mio qth ed ho preferito una 5/8 ma un giorno vorrei propio togliermi lo sfizio di metterla in condizioni ottimali e saggiare con mano le sue doti...



Senz'latro un'antenna diversa dalle solite.  ;-)

In effetti si presta bene alla modifica per HF, dato che è una bella canna di circa 9 metri.
Con i pregi e i difetti ovviamente, quindi se è un bello stilo lungo per HF che funzionerebbe quasi come 1/4 lambda in 40 metri, è anche unom stilo di 9 metri esposto al vento...


Ottone

  • Visitatore
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #17 il: 10 Dicembre 2009, 13:13:58 »
Grazie Ottone formidabile la tua spiegazione  :up: Mi tengo la mia Roma e basta  :grin:

figurati.  ;-)

Offline francesco harley

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 922
  • Applausi 6
  • Sesso: Maschio
  • La voce del padrone...
    • Mostra profilo
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #18 il: 10 Dicembre 2009, 17:31:29 »
73 a tutti,io possiedo una Sirio gps 27 1/2 d'onda. L'antenna si comporta discretamente ma vorrei acquistare un'antenna 5/8 o 7/8 d'onda,premettendo che non me ne intendo molto di termini tecnici da voi citati.
Volevo sapere in parole povere se la vector 4000 e' meglio di una mantova 5 e una sirio 5/8(non ricordo la sigla),se potete ,fatemi una classifica delle tre antenne!!!
Vi ringrazio anticipatamente


Offline neonzonauno

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1023
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
  • Cacciatore di DX
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #19 il: 11 Dicembre 2009, 10:02:21 »
73 a tutti,io possiedo una Sirio gps 27 1/2 d'onda. L'antenna si comporta discretamente ma vorrei acquistare un'antenna 5/8 o 7/8 d'onda,premettendo che non me ne intendo molto di termini tecnici da voi citati.
Volevo sapere in parole povere se la vector 4000 e' meglio di una mantova 5 e una sirio 5/8(non ricordo la sigla),se potete ,fatemi una classifica delle tre antenne!!!
Vi ringrazio anticipatamente

Ciao si guardi 2-3 messaggi appena sopra vedi la risposta di Ottone che ha spiegato benissimo tutto. La 5/8 è la tipologia di antenna verticale migliore quindi scegli tra una antenna di tipo 5/8..

Ottone

  • Visitatore
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #20 il: 11 Dicembre 2009, 11:22:15 »
Ciao a tutti,

parzialmente in topic con la discussione, riporto i diagrammi di radiazione con l'angolo all'orizzonte tipico di alcune configurazioni, tra cui anche la 3/4 (o 7/8) di cui stiamo parlando.

Tenendo conto che laddove siano riportati nelle immagini i guadagni delle varie configurazioni di antenna, 2.15 dBi (ovvero dBiso) corrispondono esattamente a 0 dBd (zero dB dipolo); ovvero un dipolo mezz'onda (quindi costituito da 2 bracci 1/4 lambda, ha già di suo 2.15 dBi di guadagno, cioè guadagna 2.15 dB rispetto al radiatore isotropico (che poi è un' antenne che non esiste, un concetto di fisica, ovvero un punto materiale che irradia a 360 gradi sferici)


1/4 lambda, 1/2 lambda e 5/8 lambda comparati nei vari colori


e quindi la 3/4 lambda (con e senza radiali)





In sostanza l'interlocutore con il quale vogliamo parlare per linea di terra, si trova nella direzione in cui c'è scritto 0 (zero gradi di elevazione) del primo diagramma.
Motivo per cui, le configurazioni 5/8 sono quelle apparentemente più vantaggiose nell'uso che se ne fa correntemente.

Ammesso anche di parlare con segnali in propagazione, quindi riflessi dalla ionosfera, la 5/8 è sempre in vantaggio rispetto alle altre, avendo un angolo all'orizzonte (quindi un "alzo rispetto l'orizzonte) del lobo principale, inferiore rispetto a tutte le altre antenne.
Cosa che consente alla RF di essere riflessa dalla ionosfera a distanze maggiori, in virtù dell'angolo di incidenza più basso.


Ora si tratta di capire come si comporta la Vector/Saliut/AV-174 Sigma IV/BT-104 (varie copie della medesima antenna) rispetto ai diagrammi in questione.

Offline yeti

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 858
  • Applausi 39
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #21 il: 11 Dicembre 2009, 12:41:07 »
73 a tutti
Complimenti per la trattazione, Ottone.
Per il funzionamento non ci sono possibilità... il massimo dell' irradiazione (matematicamente) è dato dalla configurazione a 5/8 , al massimo questa antenna potrebbe avere un diagramma intermedio fra la 1/2 onda e il 5/8.
Servono dati: larghezza di banda , sistema di accordo etc....

Datemi il tempo di digerire la discussione poi ne parliamo più diffusamente....


Ancora complimenti


Ciao

Ottone

  • Visitatore
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #22 il: 11 Dicembre 2009, 12:56:26 »
73 a tutti
Complimenti per la trattazione, Ottone.
Per il funzionamento non ci sono possibilità... il massimo dell' irradiazione (matematicamente) è dato dalla configurazione a 5/8 , al massimo questa antenna potrebbe avere un diagramma intermedio fra la 1/2 onda e il 5/8.
Servono dati: larghezza di banda , sistema di accordo etc....

Datemi il tempo di digerire la discussione poi ne parliamo più diffusamente....


Ancora complimenti


Ciao

Grazie a te yeti per la tua presenza su questo topic.  ;-)
Cercavo di contattarti (disperatamente  :mrgreen: ) ma trovavo la casella dei messaggi privati piena.

L'antenna mi incuriosiva, diciamo che è fuori dal solito, anche se molto, molto lunga purtroppo.

Relativamente alla larghezza di banda, c'è nella pagina precedente un link ad un topic in cui eurodani ha misurato all'incirca 450 khz di banda (forse con estremi ad 1.5:1).
Io non ho modo di provarla, non possedendola.

Un saluto e ancora Grazie.


Offline tuonoblu

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 664
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #23 il: 11 Dicembre 2009, 14:01:32 »
...volevo solo aggiungere che la scheda tenica che dice " lunghezza circa 9,50 mt" ma misurato personalmente la mia si è dimostrata lunga, una volta tarata 9,80 mt con la possibilita di guadagnare ancora qualche centrimetro allungando il cimino che è scorrevole ....
dipende anche dal centro banda scelto

l'unica cosa negativa che io ho riscontrato in questa antenna è la difficolta di taratura per perchè bisogna agire "contemporaneamente" (si fa per dire vista la lunghezza) sia sullo stub che sul cimino.....

...in cima al tetto a manovrare sto campanile....HI ....lasciamo stare....

vi posto delle foto che ho fatto al punto di alimentazione visto che è smontata,  in modo che chi non la ha mai vista si può rendere conto quasi di persona












1 rgk 110

.---- .-. --. -.- .---- .---- -----

Offline tuonoblu

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 664
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Sirio Vector 4000, un'analisi più attenta.
« Risposta #24 il: 11 Dicembre 2009, 14:11:12 »
continuo con un altro post perchè non mi lasciava + scrivere,

ho letto con interesse i diagrammi di radiazione postati , grazie ottone e mi chiedevo a che altezza dal suolo in /lambda o mt sono riferite?
in sostanza per sapere a che altezza si dovrebbe mettere la "saliut" per avere il max ....

DEBBO SCAPPARE
73' stefano
1 rgk 110

.---- .-. --. -.- .---- .---- -----