Autore Topic: Frequenze illegali: chi tocca muore....  (Letto 11454 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Nembo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2770
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in qrt
    • Mostra profilo
Frequenze illegali: chi tocca muore....
« il: 08 Settembre 2008, 16:41:42 »
Prendendo spunto dai topic di Luigi 92 e Conte Dracula, entrambi opportunamente chiusi, non tanto per l' argomento ( da trattare, essendo tanti i dementi che pensano di fare bene a trasmettere fuori banda e senza abilitazione per di piu' senza minimamente sapere a che serve o a chi e' assegnata la frequnza che utilizzano per fare qso - peraltro di bassissimo livello- ), quanto perchè ci si è surriscaldati troppo, inizio questa discussione che ha carattere prevalentemente informativo.
La cosiddetta "banda dei 45m" è frequenza militare, che anche ora come ora non viene impiegata, tuttavia viene costantemente monitorata ed ascoltata dalle sale radio nelle caserme a scopo didattico addestrativo e raramente a scopo operativo. Spesso e volentieri il naione messo li' a presidiare la sala radio magari si diverte ad ascoltare i vari furbetti che fanno qso, ma altre volte no e segnala il tutto al comando...
Per i piu' anziani delle bp rimane il ricordo degli autisti che facevano l' "estero" i quali rimanevano in contatto con casa o con la scuderia proprio in 45m sfruttando la facilità propagativa della gamma, peraltro in armonica con la 27, tant' che furono costruiti svariati modelli bibanda, anche veicolari, per gli 11 e 45m.
altra frequenza da rifuggire sono i cosiddetti 88m ove è invece piazzata la marina militare e la gurdia costiera questa volta in uso operativo. Credo che ogni ulteriore considerazione sia superflua.
Comunque anche se a volte girando il vfo della radio la frequenza può apparire deserta, allego una lista credo completa ed aggiornata di quali siano le assegnazioni delle varie frequenze, leggendo la quale si vedrà che il deserto apparente è piu' popolato di una grande megalopoli:
http://www.geocities.com/CapeCanaveral/Hall/2875/GAMT/frequenze.htm
Comunque il consiglio è uno solo e in argomento quoto quoanto detto da Conte Dracula e Claudio: abilitarsi e rimanere nel proprio orticello.
Per quanto riguarda la 27dx è da dire che l' uso della prima superiore è tollerato in tutto il mondo solo perchè la qualità dei collegamenti ivi effettuati e' pari ( e a volte superiore ) di quelli effettuati in banda radioamatoriale. Se si dovesse scendere al livello dei qso che si sentono per caso in 45m, ci avrebbero fatto chiudere tutti da un pezzo.
Se proprio uno vuole spaziare, il radioascolto è un bellissimo passatempo: ascoltare e basta!
73 + 51  a tutti


aquilabianca

  • Visitatore
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #1 il: 08 Settembre 2008, 16:52:32 »
Che dire a questo...... grazie Stefano con la tua professionalità di verbo di aver spiegato la realtà. La bellezza della 27 e proprio poter iniziare a capire il mondo della radio aiutantosi con il fondamentale radioascolto, magari non dedicandosi al vero e proprio SWL ma ascoltando in attesa di potervici modulare le bande radioamatore oppure le radiolibere o tantissimo altro che offre lo spettro radio (meno le freq delle FDO...). Mi permetto di aggiungere a ciò detto da Stefano che la radio è una splendida attività solo quando l'operatore alle spalle del rtx è conscio di ciò che fa e che l'ascolto e l'acquisizione teorica di determinate nozioni di base (mediante libri, net, chiacchiera con amici radioamatore o cb radioAppassionati) è la base per divenire veri Old Man.
Dopodiché si ci munisce di patente radioamatoriale (se la 27 sta "stretta") e si inizia l'attività nelle svariate bande adebite magari non dimenticandosi della 27 e dei "pirati" ma splendidi 11m dx.
Ragazzi le frequenze illegali non vanno usate, so che vale anche per gli 11m ma Stefano a espresso nel migliore dei modi anche il mio pensiero.

Un 'ultima cosa se mi è permessa, Amate la Radio, non limitatevi a modularci senza cognizione, siate voi radioamatori o non, siate sempre Radio AMATORI! Imparate a conoscere l'infinito e meraviglioso mondo della radiantistica con passione e dedizione.

grazie grazie grazie Stefano, hai espresso questo concetto nel migliore dei modi, forse la mia è una leggera divagazione ma mi sia permessa. grazie grazie grazie.
« Ultima modifica: 08 Settembre 2008, 16:54:14 da aquilabianca »

jackaroe

  • Visitatore
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #2 il: 08 Settembre 2008, 17:09:48 »
Ottimo Stefano, chiaro e pulito, così ci si rinfresca la memoria un pò tutti.


aquilabianca

  • Visitatore
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #3 il: 08 Settembre 2008, 17:12:42 »
Io lo metterei tra gli importanti questo topic, grazie a Stefano si è espressa in maniera chiara e ineccepibile una cosa che tutti, ma proprio tutti dovrebbero avere bene a mente.
Mettiamogli la puntina a sto topic che merita non essere mai dimenticato.

1et078

  • Visitatore
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #4 il: 08 Settembre 2008, 17:12:58 »
grazie nembo per la bellissima e quanto mai questione spinosa bande pirate e non.
signori tempo fà per onor di cronaca, l'escoradio di roma e dintorni che e molto piu attrezzata dei vari centro ascolti sparsi per il bel paese, fù attivata sotto la continua pressione degli aeroporti intercontinentali dell'europa che utilizzano certe frequenze per lavoro, perke erano stufi di sentire l'inutile e quanto mai  dannoso chiacchericcio blasfemo (bestemmie, rutti ecc ecc degno del canale 45 e 5 della banda cb), che taluni operatori italiani facevano.
roma allora si degnò di mossa, e vi fù un imponente operazione in tutta italia a controllare lo spettro di frequenze "militari" sospette, e ki fù beccato a modulare e a giocare  lì passo bei guai, perke gli sequestrarono le apparecchiature (il buon 90% erano tutti radioamatori e non gli piaceva la banda dei 7 mhz assegnata per legge in italia), li multarono delle vecchie e care 4 milioni di lire (all'incirca 2000 euro di oggi.
oltre a questo fu pubblicato anche sui vari giornali nazionali (mi pare che fu nel lontano 2000 o giu di li bisognerebbe cercare).
quindi signori datevi na calmata e luigi benedetto ragazzo ti aiutiamo noi a prendere sta benedetta patente, ma dimenticati delle frequenze troppo strane e per il tuo bene e per il bene dei tuoi genitori che in tal caso avendo la "patria potestà" (e se non sai cosa significa cercalo su internet) e avendo la responsabilità tua fino a quando non compi il diciottesimo anno di età, rispondono loro del tuo agire in caso di multe emesse (e si parla di 2000 euro non di 2 euro, e li so cazzi per diabetici (lino benfi tm) perke se non si paga se passa alla sovratassa e in tal caso al sequestro dei beni per il valore dell'ammenda pecuniaria).
informati quindi appena compi 16 anni (sempre se ne hai voglia visto la giovane età e la poca voglia di fare radio in 11 metri dove tante volte ti abbiamo invitato a fare qso sul canale 34 fm, ma da un lato dell'orecchia ti entra e dall'altra ti esce), sui corsi ARI (associazione radioamatori italiani) della tua zona (siracusa, catania, acireale hanno sezioni aperte che organizano corsi tutti gli anni), e ti prepari per gli esami come ho fatto io e altri del forum.


Offline Luigi92

  • 1RGK053
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 496
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #5 il: 08 Settembre 2008, 17:18:27 »
Ma ai radioamatori che stavano in quelle frequenze non gli hanno fatto niente...?

Offline Luigi92

  • 1RGK053
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 496
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #6 il: 08 Settembre 2008, 17:20:54 »
Ma sulle frequenze a servizio secondario.. puo fare qso anche chi non e radioamatore con i radioamatori..?


aquilabianca

  • Visitatore
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #7 il: 08 Settembre 2008, 17:23:38 »
Non andiamo OT subito dalle bellissime parole di Nembo, comunque ovviamente anche l'radioamatore patentato viene immediatamente sanzionato con ammenda e revoca della patente radioamatoriale (io gliela brucerei davanti e videoregistrerei le facce  :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: mazza che cattivata :grin: :grin: :grin: :grin:)
Secondo OT..... Sulle secondarie il radioamatore se usa nominativo può dialogare esclusivamente con altri radioamatore. Peraltro l'unica frequenza ove potrebbe accadere sono i 433 freq sia radioamatore che lpd, se l'radioamatore entra con un regolare lpd a norma d'omologazione può parlare con altri (senza usare il nominativo) se entra con attrezzature che superano le potenze lpd, con antenne esterne o apparecchi professionali deve usare il nominativo radioamatoriale e non può rispondere a chiamate che non avvengano mediante uso di altro nominativo rilasciato dal ministero.
Da parte mia chiudo l OT e mi scuso  :allah:  :allah: :allah: :allah:

« Ultima modifica: 08 Settembre 2008, 17:25:48 da aquilabianca »

1et078

  • Visitatore
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #8 il: 08 Settembre 2008, 17:27:53 »
aooo ma allora siamo de coccio, quelle sono frequenze che NESSUNO PUO UTILIZZARE E CAZZO LO VOGLIAMO CAPIRE O PARLO ARABO?


Offline Nembo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2770
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in qrt
    • Mostra profilo
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #9 il: 08 Settembre 2008, 17:32:26 »
AZZ LUIGI!!!!
Ma ai radioamatori che stavano in quelle frequenze non gli hanno fatto niente...?
Roberto ti ha appena detto che qualche anno fa' e' stata fatta una mega retata di pirati sui 45m. Tra multe, sequestri, denunce penali e patenti ritirate, qualcuno sta piangendo anche adesso.... secondo te è niente? Ti ricordo che la pena di morte da noi è stata abolita nel 1947....

Ma sulle frequenze a servizio secondario.. puo fare qso anche chi non e radioamatore con i radioamatori..?

Statuto secondario vuol dire che per ogni frequenza è stato pianificato un impiego. Qualora ci siano piuù impieghi previsti sulla stessa frequenza ad uno viene data la precedenza ( st. primario ), all' altro no  ( st. secondario )
Esempio pratico: la gamma degli 80m per i radioamatori è a statuto secondario perche essi "convivono" con i militari, che di norma tale frequenza non usano. In occasione di esercitazioni importanti però la usano e siccome sono a st. primario se imbeccano in un qso radioamatoriale, questi ultimi se ne devono andare in qsy di corsa.
Chiaro?

Ricordo che per norma di legge i radioamatori posso collegare solo altri radioamatori sulle frequenze assegnate. Quindi niente qso "misti" e meno che meno nelle frequenze non assegnate.
Di questo ne abbiamo parlato abbondantemente. Di qui l' " azz Luigi" dell' inizio  ;-)
73 + 51  a tutti

Offline Radio Tigre

  • 1RGK090
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1145
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Tutto sulla CB e non solo
  • Nominativo: IUØLTQ
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #10 il: 08 Settembre 2008, 18:00:45 »
Ma ai radioamatori che stavano in quelle frequenze non gli hanno fatto niente...?

All'epoca dei fatti (1995/96) non ricordo bene l'anno; diversi radioamatore della mia zona (0 zero) , gli è stata elevata sanzione, poi hanno sequestrato le apparecchiature e c'è chi è stato anche un  tratto in arresto perchè colto in flagrante in 45mt!!!

Ad un radioamatore (ndr) della pr. di Frosinone che gli hanno sequestrato il baracchino perchè non in regola con la concessione. :down:  :-D
Infatti a quei tempi serviva una concessione + 12000lire per poter trasmettere con il CB (oggi basta una pseudo auto-denuncia + 12 euro). L'radioamatore era in regola con le bande radioamatori ma non con quei 40 canali della CB ...

Comunque ragazzi, io sono swl da molti anni e mi sono divertito un mondo ad ascoltare le bande radioamatori...
Un consiglio : Fate la richiesta e prendete la SWL, non costa niente.
Poi fate molto ascolto...anche di BCL, cioè ascoltare le radio straniere (sapete che mandano le qsl anche loro?)...poi infine la patente da radioamatore.
Chissà che non mi presenti agli esami quest'anno...! :up:

Quoto al 100% Nembo e lo ringrazio per aver fatto un po' ordine.
IUØLTQ
1AT648
Locator: JN62BK
DXCC Zone: 248
ITU Zone:   28
CQ Zone:   15
Inizio attività: dicembre 1979


Offline 1et320

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 486
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • 1ET320 Only DX!!!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #11 il: 08 Settembre 2008, 18:06:35 »
Grazie Nembo per il tuo prezioso chiarimento riguardo a un argomento "scottante"
73'de ELIGIO 1ET320

"SUB LEGE LIBERTAS"

...LE MIE INVENZIONI SONO PER SALVARE L'UMANITA' NON PER DISTRUGGERLA...Guglielmo Marconi..

Offline Luigi92

  • 1RGK053
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 496
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #12 il: 08 Settembre 2008, 18:14:43 »
Ok ok ho capito.. niente non patentati in hf...  Io entro settembre mi dovrei comprare il ts 140... io mi ricordo un paio di annetti fa (QUANDO NON AVEVO IL PC NE TANTOMENO L'INTERNET) mi divertivo a collegare torino.. sui positivi.. a 9+30.. in inverno.. seduto nella poltrona cn la copertina.. a collegare torino... quelle si che erano belle giornate... SPERO CHE TORINO SIA ANCORA AD ASPETTARMI SULL'11 POSITIVO....


Offline gandomax

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 412
  • Applausi 2
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #13 il: 08 Settembre 2008, 18:15:15 »
Molto esaudiente......che dire!
ognuno stia a casa sua! >:D
@@Icom [email protected]@
@@Yaesu Vr-5000 @@@@
Work is.

Online r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16398
  • Applausi 418
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #14 il: 08 Settembre 2008, 18:33:19 »
73 a tutti concordo al 1000% con quanto scritto da Stefano,ma anche con SirNortek,ogni segnale radio,rumorino è una scoperta,in hf poi le possibilità sono davvero a lunga distanza,per parlare con gli amici basta e avanza la cb volendo,poi se propio và stretta si diventa radioamatori,ma ricordo la maglietta di Filippo,quella sì che condensa il tutto... comunque da  cb prima poi swl e ora radioamatore non rinnego di aver fatto qualche trasmissione in 45 mt,ma molti anni fà,prima della retata quando davvero bastavano i 5watt e molta incoscenza... poi venuto a conoscenza di quanto era importante non trasmettere in 45mt ho smesso e ho solo usato il cb... ovviamente però da swl ho continuato ad ascoltare, dalle  vlf fino ai ghz... e da poco sono radioamatore propio per poter usare le hf in modo sicuro,non mi andava assolutamente di rischiare grosso e per cosa poi,fare la patente (per me)è stato anche divertente,istruttivo forse no perchè già conoscevo la radiotecnica(anche se una spolverata ai libri non fà mai male...),ma il parlare con l'istruttore è stato davvero tempo speso molto bene in particolare al modo di porsi in radio,perchè come già scritto in tanti topic  non è che tutti i patentati alla fine si comportano come si deve...


Offline 1et320

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 486
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • 1ET320 Only DX!!!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #15 il: 08 Settembre 2008, 18:38:01 »
non è che tutti i patentati alla fine si comportano come si deve... CONDIVIDO AL 100% QUESTA AFFERMAZIONE!!!! :up:
73'de ELIGIO 1ET320

"SUB LEGE LIBERTAS"

...LE MIE INVENZIONI SONO PER SALVARE L'UMANITA' NON PER DISTRUGGERLA...Guglielmo Marconi..

Offline Radio Tigre

  • 1RGK090
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1145
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Tutto sulla CB e non solo
  • Nominativo: IUØLTQ
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #16 il: 08 Settembre 2008, 18:47:07 »
73 a tutti concordo al 1000% con quanto scritto da Stefano,ma anche con SirNortek,ogni segnale radio,rumorino è una scoperta,in hf poi le possibilità sono davvero a lunga distanza,per parlare con gli amici basta e avanza la cb volendo,poi se propio và stretta si diventa radioamatori,ma ricordo la maglietta di Filippo,quella sì che condensa il tutto... comunque da  cb prima poi swl e ora radioamatore non rinnego di aver fatto qualche trasmissione in 45 mt,ma molti anni fà,prima della retata quando davvero bastavano i 5watt e molta incoscenza... poi venuto a conoscenza di quanto era importante non trasmettere in 45mt ho smesso e ho solo usato il cb... ovviamente però da swl ho continuato ad ascoltare, dalle  vlf fino ai ghz... e da poco sono radioamatore propio per poter usare le hf in modo sicuro,non mi andava assolutamente di rischiare grosso e per cosa poi,fare la patente (per me)è stato anche divertente,istruttivo forse no perchè già conoscevo la radiotecnica(anche se una spolverata ai libri non fà mai male...),ma il parlare con l'istruttore è stato davvero tempo speso molto bene in particolare al modo di porsi in radio,perchè come già scritto in tanti topic  non è che tutti i patentati alla fine si comportano come si deve...
Vero.
Comunque bisogna dare il buon esempio e capire anche l'importanza dell utilizzo della radio.
Pensate alla mia soddisfazione quando come swl/BCL ho ricevuto la QSL di Radio Esterior de Espana...oppure la prima QSL sul ch.39 CB in FM che arrivava dalla Spagna... Oppure il mondo che si è aperto davanti a me, prima di internet,  nel 1984 quando con un ricevitore HF ho ascoltato i radioamatori ... indescrivibile...

r5000 avevo un transverter per la 45 mt. e spesso la sera me ne andavo ad ascoltare quello che succedeva ...
Ammetto di essere uscito in frequenza si e no 5-6 volte in tutto, avevo anche 19 anni !!! ...finchè capiii che non si poteva...e sapete perché? Ero in una scuola sottufficiali dell'esercito!!! Capito il senso ?

Chi non ricorda il famoso Tremolino ? L'incubo della 45 mt. ? Vediamo un po' chi se lo ricorda.
IUØLTQ
1AT648
Locator: JN62BK
DXCC Zone: 248
ITU Zone:   28
CQ Zone:   15
Inizio attività: dicembre 1979


1et078

  • Visitatore
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #17 il: 08 Settembre 2008, 18:49:11 »
e chi era questo???? io non lo conosco cosa faceva??' racconta racconta sono curiosissimo

andreasierratango

  • Visitatore
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #18 il: 08 Settembre 2008, 18:51:45 »
Credo di si il radar russo???


1et078

  • Visitatore
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #19 il: 08 Settembre 2008, 19:37:30 »
andrea quello era il famosissimo woodypeeker che durante tutto il periodo della guerra fredda imperversava su tutte le bande hf ed era di costruzione russa.
in pratica era una specie di radar che emetteva radiodisturbi su tutte le bande hf, alla fine della guerra fredda nelle repubbliche ex sovietiche e nei paesi a loro vicini furono trovate (forse e una legenda...) una farm (fattoria in inglese e americano) di ettari e ettari dove erano installate decine e decine di antenne operanti su tutte le frequenze da dove disturbavano le varie radio libere che si contrapponevano al loro sistema di pensare.
tali disturbi erano tali che coprivano tutto l'intero spettro delle hf, e uscivano con diversi centinaia di kw, e a quei  tempi ci furono diversi sistemi per eliminare (o cercare di farlo) questo disturbo.

Offline chicco67

  • 1RGK162
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 456
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ1OSR
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #20 il: 08 Settembre 2008, 19:43:16 »
Okappa semplicemente esaustivo :up:

Prendendo spunto dai topic di Luigi 92 e Conte Dracula, entrambi opportunamente chiusi, non tanto per l' argomento ( da trattare, essendo tanti i dementi che pensano di fare bene a trasmettere fuori banda e senza abilitazione per di piu' senza minimamente sapere a che serve o a chi e' assegnata la frequnza che utilizzano per fare qso - peraltro di bassissimo livello- ), quanto perchè ci si è surriscaldati troppo, inizio questa discussione che ha carattere prevalentemente informativo.
La cosiddetta "banda dei 45m" è frequenza militare, che anche ora come ora non viene impiegata, tuttavia viene costantemente monitorata ed ascoltata dalle sale radio nelle caserme a scopo didattico addestrativo e raramente a scopo operativo. Spesso e volentieri il naione messo li' a presidiare la sala radio magari si diverte ad ascoltare i vari furbetti che fanno qso, ma altre volte no e segnala il tutto al comando...
Per i piu' anziani delle bp rimane il ricordo degli autisti che facevano l' "estero" i quali rimanevano in contatto con casa o con la scuderia proprio in 45m sfruttando la facilità propagativa della gamma, peraltro in armonica con la 27, tant' che furono costruiti svariati modelli bibanda, anche veicolari, per gli 11 e 45m.
altra frequenza da rifuggire sono i cosiddetti 88m ove è invece piazzata la marina militare e la gurdia costiera questa volta in uso operativo. Credo che ogni ulteriore considerazione sia superflua.
Comunque anche se a volte girando il vfo della radio la frequenza può apparire deserta, allego una lista credo completa ed aggiornata di quali siano le assegnazioni delle varie frequenze, leggendo la quale si vedrà che il deserto apparente è piu' popolato di una grande megalopoli:
http://www.geocities.com/CapeCanaveral/Hall/2875/GAMT/frequenze.htm
Comunque il consiglio è uno solo e in argomento quoto quoanto detto da Conte Dracula e Claudio: abilitarsi e rimanere nel proprio orticello.
Per quanto riguarda la 27dx è da dire che l' uso della prima superiore è tollerato in tutto il mondo solo perchè la qualità dei collegamenti ivi effettuati e' pari ( e a volte superiore ) di quelli effettuati in banda radioamatoriale. Se si dovesse scendere al livello dei qso che si sentono per caso in 45m, ci avrebbero fatto chiudere tutti da un pezzo.
Se proprio uno vuole spaziare, il radioascolto è un bellissimo passatempo: ascoltare e basta!
1RGK162-Enrico-IZ1OSR

Offline luciano da bisaccia

  • 1RGK280
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 334
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #21 il: 11 Settembre 2008, 08:39:26 »
La segnalazione di Stefano è importantissima per una serie di motivi, il primo dei quali è che la maggioranza dei PIRATI è rappresentata da radioamatore. Più che di pirati parlerei di esseri inutili che non hanno più cartucce né argomentazioni da proporre, e che offendono anche i veri pirati, in quanto non c'è alcun tornaconto per loro.
Inoltre l'radioamatore nasceva con un bagaglio tecnico, frutto di esperienze maturate nel corso degli anni, che gli permetteva non solo di risolvere vari problemi tecnici, ma anche di affrontare la costruzione di apparati ed accessori.
Proprio ieri ho comunicato ad un mio collega di aver presentato la domanda per gli esami di radioamatore; naturalmente lui è stato contento della cosa e poi parlando del più e del meno mi ha detto di aver acquistato un K3 Elecraft (per chi non lo sapesse si tratta di un RTX da assemblare). Ora in questi tempi di esasperato consumismo ( si rivendono apparati acquistati dopo solo 1, 2 o 3 mesi se non settimane) spendere una cifra non bassa per l'autocostruzione vuol dire che la passione per la tecnica è il vero motore che dovrebbe animare la nostra passione per la radio e non i vari rutti e parolacce.
Quindi cerchiamo di dare un senso a tutto ciò.
Chi viene a trovarmi mi fa onore
Chi non ci viene mi fa piacere !!

Offline antonio94

  • Nominativo non rinnovato
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 253
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #22 il: 11 Settembre 2008, 09:25:50 »
Complimenti Stefano mi hai delucidato  perchè ancora non avevo capito se si potevano usare o meno i 45mt.
Grazie.


Offline 1et320

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 486
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • 1ET320 Only DX!!!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #23 il: 11 Settembre 2008, 09:41:42 »
La segnalazione di Stefano è importantissima per una serie di motivi, il primo dei quali è che la maggioranza dei PIRATI è rappresentata da radioamatore. Più che di pirati parlerei di esseri inutili che non hanno più cartucce né argomentazioni da proporre, e che offendono anche i veri pirati, in quanto non c'è alcun tornaconto per loro.
Inoltre l'radioamatore nasceva con un bagaglio tecnico, frutto di esperienze maturate nel corso degli anni, che gli permetteva non solo di risolvere vari problemi tecnici, ma anche di affrontare la costruzione di apparati ed accessori.
Proprio ieri ho comunicato ad un mio collega di aver presentato la domanda per gli esami di radioamatore; naturalmente lui è stato contento della cosa e poi parlando del più e del meno mi ha detto di aver acquistato un K3 Elecraft (per chi non lo sapesse si tratta di un RTX da assemblare). Ora in questi tempi di esasperato consumismo ( si rivendono apparati acquistati dopo solo 1, 2 o 3 mesi se non settimane) spendere una cifra non bassa per l'autocostruzione vuol dire che la passione per la tecnica è il vero motore che dovrebbe animare la nostra passione per la radio e non i vari rutti e parolacce.
Quindi cerchiamo di dare un senso a tutto ciò.

Condivido al 100%... :up:
73'de ELIGIO 1ET320

"SUB LEGE LIBERTAS"

...LE MIE INVENZIONI SONO PER SALVARE L'UMANITA' NON PER DISTRUGGERLA...Guglielmo Marconi..

Offline Derrick

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 547
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Frequenze illegali: chi tocca muore....
« Risposta #24 il: 11 Settembre 2008, 11:05:10 »
Proprio ieri ho comunicato ad un mio collega di aver presentato la domanda per gli esami di radioamatore; naturalmente lui è stato contento della cosa e poi parlando del più e del meno mi ha detto di aver acquistato un K3 Elecraft (per chi non lo sapesse si tratta di un RTX da assemblare). Ora in questi tempi di esasperato consumismo ( si rivendono apparati acquistati dopo solo 1, 2 o 3 mesi se non settimane) spendere una cifra non bassa per l'autocostruzione vuol dire che la passione per la tecnica è il vero motore che dovrebbe animare la nostra passione per la radio e non i vari rutti e parolacce.

Quoto quanto detto da Luciano da Bisaccia (mi piace il nick, mi sembra di parlare con un interlocutore medievale  :mrgreen:). Per puro dovere di cronaca segnalo che ahimé, il K3 viene inviato in Europa solo in versione "kit" (non si deve saldare nulla, si tratta di un semplice assemblaggio di schede già montate e allineate)  perché in questo modo viaggia e viene importato come insieme di "componenti elettronici" e non come apparato, non necessitando quindi delle autorizzazioni e certificazioni degli apparati veri e propri (tra l'altro vorrei sapere che tipo di garanzia si possa far valere da qui in caso di guasto). Un motivo quindi, (anche se per la sola casa produttrice) del tutto "consumistico".

Ciao!