Autore Topic: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc  (Letto 3779 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Claudio

  • Visitatore
da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« il: 19 Giugno 2008, 16:22:06 »
la butto li...magari c'è qualche mago dell'analogica che sa darmi un consiglio...
devo misurare una tensione variabile tra 0 e 1000V, con un'apparecchiatura che accetta in ingresso valori tipo 0-10V, 4-20mA etc.
Ho ipotizzato di realizzare un partitore con due resistenze, una da 1k e una da 10ohm, in questo modo ai capi della resistenza da 10ohm avrei una tensione massima di 9,90099...
Il problema nasce nel momento in cui, con una tensione di 1000V e una resistenza di 1,01K, mi ritroverei quasi 1A, questo mi obbligherebbe a montare due resistenze in grado di dissipare 1Kw
Qualcuno sa se esiste in commercio qualcosa che faccia al caso mio, senza dover montare due cassoni di resistenze?

Claudio

Offline Cb Colt

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2617
  • Applausi 12
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #1 il: 19 Giugno 2008, 16:33:34 »
Beh usa valori diversi di resistenza, magari più alte...che ne so una da 1 mega e l'altra da 10k...lascia inalterato il rapporto del partitore...se poi non dovesse bastare la corrente e quindi per l'assorbimento dello strumento avrai degli errori strumentali(leggi di meno di quanto è realmente,specie se utilizzi uno strumento con resistenza interna di valore paragonabile a quella da 10k) usa un inseguitore di tensione,ovvero un operazionale a cui colleghi l'uscita con l'ingresso invertente, poi l'ingresso non invertente lo colleghi sul partitore e l'uscita sullo strumento.
Fatemi sapere.
Ciao Claudio un abbraccio Colt
Datemi un cacciavite e mi farò sentire dal mondo...

Chiamatemi sul CH13 o CH45 propagazione permettendo...
73 by Espresso Colt

New effetto eco! Molto soft e penetrante nel qrm

[url=http://www.postimage.org/image.php?v=Pq1oxd

Claudio

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #2 il: 19 Giugno 2008, 16:45:41 »
azz....  :-[ :-[ :-[
oggi se provo a fare una O con un bicchiere, di sicuro non mi viene  :-[ :-[
chissà perchè mi ero fossilizzato su quei valori
Grazie Colt


Offline DukeAlex

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1803
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
  • Sono io che vengo a prenderti!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #3 il: 19 Giugno 2008, 17:18:08 »
Beh usa valori diversi di resistenza, magari più alte...che ne so una da 1 mega e l'altra da 10k...lascia inalterato il rapporto del partitore...se poi non dovesse bastare la corrente e quindi per l'assorbimento dello strumento avrai degli errori strumentali(leggi di meno di quanto è realmente,specie se utilizzi uno strumento con resistenza interna di valore paragonabile a quella da 10k) usa un inseguitore di tensione,ovvero un operazionale a cui colleghi l'uscita con l'ingresso invertente, poi l'ingresso non invertente lo colleghi sul partitore e l'uscita sullo strumento.
Fatemi sapere.
Ciao Claudio un abbraccio Colt
concordo.
se usa 10k e 100 ohm ha da dissipare 100 watt      con 100 milli  amp
se usa 100k e 1 k okhm ha da dissipare 10 watt   con 10 milli  amp
se usa 1 Mega ohm e 10 k ha da dissipare 1 watt    con 1 milli amp

io scieglierei 100k e 1k cosi ha almeno 10 milli amp

giusto?
« Ultima modifica: 19 Giugno 2008, 17:24:00 da DukeAlex »

W i lineari e chi li ha inventati!! Tutti dovrebbero usarli ! Ci ascolteremmo meglio.....

Offline Nembo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2770
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in qrt
    • Mostra profilo
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #4 il: 19 Giugno 2008, 17:39:46 »
 :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
il primo caldo, dopo le alluvioni, che fa dimenticare la legge di Ohm...
 :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
73 + 51  a tutti


Online r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15936
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #5 il: 20 Giugno 2008, 02:36:37 »
73 a tutti devi anche considerare che il tuo partitore fà da carico al generatore da 1000volt, che presumo non è in grado di dare molta corrente,a meno che hai a disposizione potenze MOLTO pericolose... un partitore di tensione adatto a fare misure con tensioni così elevate generalmente è qualche centinaio di megahom,questo perchè viene usato  per misurare la tensione anodica dei cinescopi (30 kilovolt circa)che consumano al massimo pochi milliampere e se carichi con una sonda a bassa impedenza oltre a sfalsare la misura della tensione rischi di far danno perchè equivale a fare un cortocircuito... poi altra considerazione da fare è la dimensione delle resistenze,anche se la corrente e potenza in gioco è minima c'è alta tensione ai capi della resistenza che se di piccola dimensione facilita la scarica tra i suoi capi,o più facilmente si crea l'effetto corona, che se perdura frigge le resistenze... per questo si usano molte resistenze in serie uguali in modo che la tensione viene divisa per il numero di resistenze e non riesce a raggiungere valori critici per l'effetto corona come invece succede con una sola.comunque fino a 1000 volt io userei 4-5 resistenze, ognuna lavora con 200volt circa che è un valore facilmente gestibile anche con resistenze da 1\2 watt,che sono lunghe meno di un cm...

Claudio

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #6 il: 20 Giugno 2008, 08:22:29 »
73 a tutti devi anche considerare che il tuo partitore fà da carico al generatore da 1000volt, che presumo non è in grado di dare molta corrente,

460A  :rool:

comunque non raggiunge 1000V, è per avere un riferimento come fondoscala, la massima tensione del generatore mi pare sia 630Vdc

a meno che hai a disposizione potenze MOLTO pericolose... un partitore di tensione adatto a fare misure con tensioni così elevate generalmente è qualche centinaio di megahom,questo perchè viene usato  per misurare la tensione anodica dei cinescopi (30 kilovolt circa)che consumano al massimo pochi milliampere e se carichi con una sonda a bassa impedenza oltre a sfalsare la misura della tensione rischi di far danno perchè equivale a fare un cortocircuito... poi altra considerazione da fare è la dimensione delle resistenze,anche se la corrente e potenza in gioco è minima c'è alta tensione ai capi della resistenza che se di piccola dimensione facilita la scarica tra i suoi capi,o più facilmente si crea l'effetto corona, che se perdura frigge le resistenze... per questo si usano molte resistenze in serie uguali in modo che la tensione viene divisa per il numero di resistenze e non riesce a raggiungere valori critici per l'effetto corona come invece succede con una sola.comunque fino a 1000 volt io userei 4-5 resistenze, ognuna lavora con 200volt circa che è un valore facilmente gestibile anche con resistenze da 1\2 watt,che sono lunghe meno di un cm...

pensavo di montare 2W, che sono ancora abbastanza reperibili.

Grazie a tutti
Claudio


Offline dukeluca86

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1962
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #7 il: 20 Giugno 2008, 09:18:12 »
460A  a più di 600 volt ? 8O 8O 8O

Ma che cavolo hai una centrale elettrica ?
Il miglior SO ? Linux !

Online r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15936
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #8 il: 20 Giugno 2008, 14:45:59 »
73 a tutti ma ti sei comprato una centrale idroelettrica? il calcolo in difetto dà 280 kilowatt...  io non metterei le resistenze da 2 watt  il un posto del genere,anzi,prenderei uno strumento già collaudato e certificato per quel lavoro, lì le eventuali fiammate bucano anche i muri...
se  si tratta di pochi kilowatt mettendo quache resistenza  da 2watt che grosso modo è lunga 2cm sei sicuro, alla peggio il danno è limitato, ma 280 kilowatt disponibili al corto sono ben'altra cosa...


Offline dukeluca86

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1962
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #9 il: 20 Giugno 2008, 15:31:37 »
Ahhhhhhhhhhh ho capito ti sei attaccato alla linea del treno HI  :mrgreen:
Dai racconta, come fai ad avere tutta quella corrente ?
Il miglior SO ? Linux !

Claudio

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #10 il: 20 Giugno 2008, 15:40:16 »
allora, innanzi tutto non è certo per casa mia...non potrei neppure alimentarlo un convertitore del genere....
Purtroppo dell'applicazione non posso parlarvene.
Riguardo alla pericolosità, abbiamo già preso tutte le misure di sicurezza neccessarie, purtroppo di commerciale come sonde di misura non ho trovato nulla che faccia al caso mio, normalmente arrivano tutti a 500V in dc, e per me sono pochini. Proverò a fare il partitore, se le letture sono ok lo resino poi in una scatola, così risolvo il problema fiammate  :mrgreen:


Offline DukeAlex

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1803
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
  • Sono io che vengo a prenderti!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #11 il: 20 Giugno 2008, 15:46:37 »
ma non hai paura?ci fai la foto del generatore da 460 A ?ma e' una cabina elettrica?
« Ultima modifica: 20 Giugno 2008, 15:48:38 da DukeAlex »

W i lineari e chi li ha inventati!! Tutti dovrebbero usarli ! Ci ascolteremmo meglio.....

Claudio

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #12 il: 20 Giugno 2008, 15:52:58 »
quando darò corrente all'impianto, un pò stringerò le chiappe...
per il momento no.
Ieri ho fatto i test di carica e scarica delle capacità che abbiamo abbinato al convertitore (27milli), vedessi che fiammate con soli 75V. Abbiamo dovuto provare con le batterie del muletto, per evitare di dare già tensione al convertitore.


Offline dukeluca86

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1962
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #13 il: 21 Giugno 2008, 00:47:53 »
Sfido io, ho provato a scaricare un condensatore da 470 microfarad caricato con 800 volt con una pinza da elettricista, beh ti dico che il botto dalla cantina ha risuonato per tutte le scale, sembrava veramente il rumore di un fulmine, però in scala ridotta.

In bocca al lupo comunque Claudio, e occhio alla penna
Il miglior SO ? Linux !

Offline Cb Colt

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2617
  • Applausi 12
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #14 il: 21 Giugno 2008, 01:13:02 »
Sfido io, ho provato a scaricare un condensatore da 470 microfarad caricato con 800 volt con una pinza da elettricista, beh ti dico che il botto dalla cantina ha risuonato per tutte le scale, sembrava veramente il rumore di un fulmine, però in scala ridotta.

In bocca al lupo comunque Claudio, e occhio alla penna

beh si xke la carica è maggiore xke a parità di capacità dipende dalla ddp: Q=CV
Anche io a 5 anni mi feci un po sotto  :mrgreen: condenzatore da 50uF caricato a 30V  :mrgreen: eppure pensavo a 5 anni che eran sempre 50uf  :mrgreen: e da allora capii tante cose senza per forza studiare fisica...capii già Coulomb :up:
quante ne ho fatte!!! ehehe i miei giochi non erano i lego ma era il lab del mio babbo ehehe che ora è tutto mio  :abballa:
Datemi un cacciavite e mi farò sentire dal mondo...

Chiamatemi sul CH13 o CH45 propagazione permettendo...
73 by Espresso Colt

New effetto eco! Molto soft e penetrante nel qrm

[url=http://www.postimage.org/image.php?v=Pq1oxd


Online r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15936
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #15 il: 21 Giugno 2008, 02:34:33 »
allora, innanzi tutto non è certo per casa mia...non potrei neppure alimentarlo un convertitore del genere....
Purtroppo dell'applicazione non posso parlarvene.
Riguardo alla pericolosità, abbiamo già preso tutte le misure di sicurezza neccessarie, purtroppo di commerciale come sonde di misura non ho trovato nulla che faccia al caso mio, normalmente arrivano tutti a 500V in dc, e per me sono pochini. Proverò a fare il partitore, se le letture sono ok lo resino poi in una scatola, così risolvo il problema fiammate  :mrgreen:

73 a tutti ok,allora è una cosa seria,guarda nel catalogo della RS, dovrebbero esserci delle resistenze antifiamma che sono le più adatta al tuo utilizzo, poi con la resina risolvi di sicuro.

Offline DukeAlex

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1803
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
  • Sono io che vengo a prenderti!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #16 il: 06 Luglio 2008, 02:20:03 »
come e' finita?  carbonizzato? 

W i lineari e chi li ha inventati!! Tutti dovrebbero usarli ! Ci ascolteremmo meglio.....


Claudio

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #17 il: 06 Luglio 2008, 09:09:20 »
per il momento non l'ho ancora provato, devono ultimare l'apparecchiatura.

Offline acquario58

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 10000
  • Applausi 337
  • Sesso: Maschio
  • TORINO-ITALY QTH locator : JN35TA94SV
    • Mostra profilo
  • Nominativo: sempre i miei
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #18 il: 06 Luglio 2008, 11:51:34 »
Claudio ,ma allora ecco spiegato i botti e bagliori  che sentivo questa mattina erano le prove che facevi........avevo dei dubbi che fossero tuoni e lampi


Claudio

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #19 il: 06 Luglio 2008, 13:04:04 »
no no...quelli erano i postumi della fagiolata di ieri sera  :mrgreen:

Claudio

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #20 il: 21 Luglio 2008, 14:43:59 »
per chi mi chiedeva cosa servisse...
http://www.omniauto.it/magazine/4335/kinetic-energy-recovery-system

ormai è di dominio pubblico


aquilabianca

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #21 il: 21 Luglio 2008, 15:05:02 »
WOW, io pensavo volessi farci un'astronave intergalattica  :grin: :grin: :grin: :grin: :up: :up: :up: :up: :up:

Claudio

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #22 il: 21 Luglio 2008, 15:16:44 »
WOW, io pensavo volessi farci un'astronave intergalattica  :grin: :grin: :grin: :grin: :up: :up: :up: :up: :up:

no, per la messa in orbita è sempre meglio utilizzare energie rinnovabili, quali ad esempio le flatulenze  ;-)


aquilabianca

  • Visitatore
Re: da 0-1000Vcc a 0-10Vcc
« Risposta #23 il: 21 Luglio 2008, 15:19:59 »
ahhh Ok Ok
Ti consiglio allora in effetti l'uso di metano corporeo.... quello con un buon piatto di fagioli non manca mai... anche se liofilizzati! :grin: :grin: :grin: :grin: