Turner +3 problemi con intek RCI 2950

Aperto da Alessandro G, 29 Luglio 2023, 23:03:21

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

AZ6108

#25
Citazione di: Alessandro G il 08 Agosto 2023, 23:55:08Trovato una soluzione!! Dunque: mentre facevo delle prove mi sono accorto che il microfono in questione ha tutte le masse comuni fra loro. Ho fatto delle prove con un tester. Il che mi ha fatto molto strano. Guardando bene le saldature dello stampato ho notato che alcune sono state rifatte. C'era un filo che andava dal negativo del circuito verso il telaio. Ma nello schema del microfono, cercando sul web, guardando anche quello che mi avete condiviso qui,  non sembra esserci un collegamento fra negativo del circuito e il telaio stesso. Ora potrebbe essere un caso ma... eliminando questo collegamento, isolando i negativi dal telaio il più possibile, ha smesso di farlo. Ho fatto una prova del 9, ricollegando il microfono anche agli altri apparati e tutto è andato liscio e funziona alla grande. Ho pensato che forse essendo vicina l'antenna alla stazione (boomerang sul poggiolo) che il telaio del microfono in qualche modo fungesse  da "antenna", e tramite quel cavo portasse della rf in qualche modo indietro. Sono solo supposizioni le mie. Fatto sta,  che mai più avrei pensato ad una banalità del genere, se non mi fossi cimentato nell'aprire il microfono. Ad ogni modo grazie di cuore a tutti per i consigli e le prove, sempre e comunque utili anche per il futuro.

Meglio così, tra l'altro ora che mi ci fai pensare, non so se sia il tuo caso ma alcuni apparati hanno due masse separate, una per il mic e l'altra usata per il PTT ed il resto (es. tasti up/down)

Per completezza allego lo schema estratto dal pdf gentilmente postato da @Amleto con l'aggiunta degli schemi relativi al cablaggio del "PTT" e del segnale audio, per ulteriori info, vedi anche

http://www.radiomanual.info/schemi/ACC_microphone/Turner_+3_user.pdf

ciao, Andrea.



355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)


Alessandro G

Grazie mille Andrea e grazie a tutti.

HAWK

I problemi su materiale datato è quello, sia radio che microfoni, troppe mani, troppe riparazioni casarecce, troppi praticoni, troppe modifiche la maggior parte farlocche e senza criterio.
[emoji85] [emoji86] [emoji87]
Occhio però, il venditore dirà sempre pari al nuovo, mai toccato, perfetto...
[emoji33] [emoji33]

Alessandro G

Su questo purtroppo non posso fare altro che darti ragione perfettamente si sa che è così.in effetti questo microfono è stato venduto come mai toccato e ma in realtà ho rilevato un paio di saldature rifate quindi mi fa pensare che se c'era questo filo saldato propriamente intonso non lo era


HAWK

#29
Dire che, in acquisti datati, per evitare problemi, girare tutto ad un esperto, prima di utilizzare l' acquisto.

Allineamento, tarature, bobine, settaggi e centrature.

Poi godersi il tutto tranquillamente.
Per legge
in via transitoria, uno scritto, tra privati, vale lo stesso , di non vizi occulti e dichiarazione su riparazioni fatte e problemi sul materiale di vendita.
Mettendoci una firma, è un deterrente alle bugie di vendita.
Un impegno di serietà.


Sai quanti si rifiuteranno di firmare, almeno il 60% tenendomi basso.

Del resto non mi invento nulla, molti negozianti, su ritiro di usato fanno firmare degli stampati su lecita provenienza e difetti...da dichiarare ed altro; un negoziante non ha uno status diverso dal tuo.

73'.


LuckyLuciano®

Citazione di: HAWK il 10 Agosto 2023, 05:38:11Dire che, in acquisti datati, per evitare problemi, girare tutto ad un esperto, prima di utilizzare l' acquisto.

Allineamento, tarature, bobine, settaggi e centrature.

Poi godersi il tutto tranquillamente.
Per legge
in via transitoria, uno scritto, tra privati, vale lo stesso , di non vizi occulti e dichiarazione su riparazioni fatte e problemi sul materiale di vendita.
Mettendoci una firma, è un deterrente alle bugie di vendita.
Un impegno di serietà.


Sai quanti si rifiuteranno di firmare, almeno il 60% tenendomi basso.

Del resto non mi invento nulla, molti negozianti, su ritiro di usato fanno firmare degli stampati su lecita provenienza e difetti...da dichiarare ed altro; un negoziante non ha uno status diverso dal tuo.

73'.


Son parzialmente d'accordo.
Perchè sul materiale elettrico, per lo più di 80esima mano, è praticamente da pazzi "garantire" che non ci siano difetti occulti.
L'unico aspetto garantibile è che in quel momento funziona. Ma una volta spento e riacceso a casa dell'acquirente può succedere di tutto. E ahimè non è colpa di nessuno.
Poi che si siano furbetti che vendano oggetti difettati, come anche acquirenti che nascondono utilizzi malestri, nè è pieno il mondo. Ma fa parte del gioco. 
Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere®
La stanchezza passa, le ferite guariscono, la gloria...è eterna©
Homines, dum docent, discunt™


AZ6108

#31
Citazione di: Alessandro G il 09 Agosto 2023, 12:23:56Grazie mille Andrea e grazie a tutti.

Di nulla, giusto una nota a margine; non sono un "fan" dei mic preamplificati, gli stessi hanno senso con apparati un pochino "duri", come i vecchi valvolari, ma nel caso di apparati recenti i mic preamplificati hanno soltanto l'effetto di sovraccaricare lo stadio di ingresso creando distorsioni e problemi ed allo stesso tempo non risolvono il problema della potenza media di modulazione, problema che si presenta quando si pronunciano certe combinazioni di vocali/consonanti.

Se quello che si cerca non è distorcere l'audio o far sentire al corrispondente il rumore del motorino che passa giù in strada, è meglio lasciar perdere i preamp e considerare l'uso di un vero speech processor, quest'ultimo permette di aumentare il segnale medio permettendo a sua volta di aumentare la potenza di uscita, senza distorcere il segnale, l'ovvia conseguenza è la migliore intellegibilità del parlato

Un buon processore audio, senza arrivare a quelli basati su stadi RF, è quello progettato da Harry Lythall (SM0VPO), ossia questo

http://sm0vpo.altervista.org/audio/mic_processor.htm





lo schema, che trovate circa a metà pagina, è tanto semplice quanto efficace e permette di controllare ed aggiustare i parametri fondamentali dell'unità (gain, decay, compression, level), tra l'altro il link di cui sopra, oltre allo schema ed ai dettagli, fornisce anche ottime informazioni sul come e perchè l'uso di una tale unità possa migliorare la trasmissione, un'idea sarebbe quella di costruire l'unità in una scatolina metallica che ospiterà i controlli e due bocchettoni, uno per connettere il microfono ed un secondo per connettere l'uscita dell'unità all'apparato, in questo modo sarà facile usare lo speech processor con più apparati, basterà semplicemente realizzare i relativi cavetti di connessione




355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)


nik77

Salve a tutti, comunque per vedere la modulazione io uso un attenuatore con demodulatore con l'oscope e ho dei buon risultati ,riesco ad aggiustare la modulazione come voglio al circa 95% e ho sempre ottimi risultati ,73s to all nik.

AZ6108

#33
Citazione di: nik77 il 10 Agosto 2023, 16:19:16Salve a tutti, comunque per vedere la modulazione io uso un attenuatore con demodulatore con l'oscope e ho dei buon risultati ,riesco ad aggiustare la modulazione come voglio al circa 95% e ho sempre ottimi risultati ,73s to all nik.

Il problema @nik77 non è solo aggiustare i picchi di modulazione (onde evitare sovraccarico e distorsione), ma mantenere un livello di inviluppo medio sufficientemente elevato, anche durante certi passaggi del parlato, in modo da avere una modulazione più "piena" ed un miglioramento del segnale ricevuto dal corrispondente (inviluppo medio più alto = potenza in TX più elevata), il tutto è spiegato bene al link di SM0VPO e ci sono anche delle registrazioni audio che aiutano a capire

355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)


r5000

73 a tutti,  lo schema di SM0VPO è di un compressore classico che utilizza un fet  e funziona bene, ne ho fatti diversi e alla fine si equivalgono quando li regoli a dovere, esistono anche circuiti più vecchi con fotoresistenze o diodi ma sono meno versatili anche se limitano a dovere il segnale per non distorcere lo stadio modulatore, però da quando esistono chip dedicati a basso costo la costruzione di questo circuito ha senso solo se hai già tutto nei cassettini altrimenti il modulino con l'ssm 2167 costa quanto il solo fet e ci stà dentro in qualsiasi microfono da tavolo o palmare, poi in qualsiasi caso sarà da regolare a dovere il livello d'uscita perchè con qualsiasi preamplificatore \ compressore \ effetto eco ecc... sarà sempre molto più alto del microfono originale e come ho già scritto anche in questo topic per le regolazioni invece di fare preascolto con una radio monitor e cuffie o ascoltando il parere di amici in radio conviene registrare e poi ascoltare la registrazione, solo così si ha l'esatta impressione di come ascoltano gli altri, ok per capire se innesca o è troppo distorto và bene anche il controllino dell'amico ma se fai tanta fatica per fare un microfono migliore dell'originale  poi và provato per bene e la registrazione da confrontare con la precedente risolve...
ps:per confrontare la registrazione con la precedente conviene leggere sempre la stessa frase e non dire cose diverse, volendo registrare con il pc o il telefonino e poi riprodurre la frase bisogna fare in modo che i volumi e la posizione delle casse\ microfono non cambiano e anche l'arredamento conta, infatti se manca una tenda o si apre una finestra ecc... il riverbero ambientale cambia e te ne accorgi dalle registrazioni, anche per questo avevo costruito con un vecchio freezer  a pozzo una mini camera anecoica dove mettevo casse  e  microfoni da testare, con il software  http://pensa.fr/freqresplot/indexe.htm testavo la curva di risposta e l'ho tenuto fin che non mi serviva spazio per altro, indispensabile per evitare le giuste lamentele in casa  ho rifatto la camera anecoica dentro una valigia 24h, sicuramente troppo piccola per testare casse acustiche e altoparlanti ma per i microfoni piccoli và bene, (per i microfoni da tavolo và smontata la capsula...) usando sempre lo stesso setup si notano differenze in pochi secondi quando con le registrazioni ci vuole tempo, comunque consiglio il software https://www.dxatlas.com/VShaper/ per vedere l'effetto del compressore e tutte le sue regolazioni anche senza avere in mano un compressore vero, c'è nel software e (poi si aggiunge il qrm per vedere quanto fà la differenza) così si capisce se serve o quanto aiuta in base alla propia voce,  per la curva di risposta dei microfoni  adesso esistono software molto più potenti e soffisticati ma questo http://pensa.fr/freqresplot/FreqRespPlot112a.zip  che mi gira con win98 e un vecchio notebook mi capita di usarlo ancora e ci stà tutto nella valigetta 24h, notebook compreso...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

LuckyLuciano®

Citazione di: AZ6108 il 10 Agosto 2023, 16:26:55Il problema @nik77 non è solo aggiustare i picchi di modulazione (onde evitare sovraccarico e distorsione), ma mantenere un livello di inviluppo medio sufficientemente elevato, anche durante certi passaggi del parlato, in modo da avere una modulazione più "piena" ed un miglioramento del segnale ricevuto dal corrispondente (inviluppo medio più alto = potenza in TX più elevata), il tutto è spiegato bene al link di SM0VPO e ci sono anche delle registrazioni audio che aiutano a capire

Pensa che a me piace la modulazione definita "eccessiva" nella pagina descrittiva del kit  [emoji1]
Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere®
La stanchezza passa, le ferite guariscono, la gloria...è eterna©
Homines, dum docent, discunt™

AZ6108

Citazione di: LuckyLuciano® il 10 Agosto 2023, 17:43:04Pensa che a me piace la modulazione definita "eccessiva" nella pagina descrittiva del kit  [emoji1]

questione di gusti, quel livello va bene se devi "bucare un pileup" ma per una normale chiacchierata preferisco un'impostazione più "morbida" tipo quella del secondo file audio

@r5000

Lo so che esistono IC che fanno "tutto" ma che ci vuoi fare, sono un vecchio tradizionalista [emoji1]

Per il resto... certo che il livello va aggiustato per evitare la saturazione, ma il vantaggio di quel tipo di circuito è che il livello di uscita resterà (quasi) costante, sia che si sussurri, sia che si urli nel microfono, mentre con un preamp nel primo caso la modulazione si abbasserà (parecchio) e nel secondo arriverà a saturazione e sarà distorta; per il resto concordo al 100% sul fatto che il "preascolto" non serva a nulla e che, per la regolazione, sia meglio registrarsi e riascoltarsi, è l'unico sistema valido (non volendo complicare le cose)

ciao, Andrea.
355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)

r5000

73 a tutti, il preascolto ha senso per sentire se ci sono grossi problemi quando ad esempio dicono che esci male tanto che non capiscono, con il preascolto ti fai un'idea, se ascolti  senza inneschi o rumori probabilmente chi ti ascolta ha inteferenze e disturbi o peggio ha attivato qualche filtro di troppo, poi se ti dicono che la voce è cupa, manca di bassi o è nasale allora il preascolto non basta più ma come primo controllo ci stà...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599


AZ6108

#38
Citazione di: r5000 il 10 Agosto 2023, 18:40:4973 a tutti, il preascolto ha senso per sentire se ci sono grossi problemi quando ad esempio dicono che esci male tanto che non capiscono, con il preascolto ti fai un'idea, se ascolti  senza inneschi o rumori probabilmente chi ti ascolta ha inteferenze e disturbi o peggio ha attivato qualche filtro di troppo, poi se ti dicono che la voce è cupa, manca di bassi o è nasale allora il preascolto non basta più ma come primo controllo ci stà...

concordo al 120% [emoji1]

giusto una nota, per riascoltarsi è molto comodo usare un websdr

http://www.websdr.org/

e registrare l'audio in tal modo si saprà (quasi) esattamente come ci riceve il corrispondente (ok fatti salvi apparato ed antenna che saranno diversi)




355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)

r5000

Citazione di: AZ6108 il 10 Agosto 2023, 18:47:25concordo al 120% [emoji1]

giusto una nota, per riascoltarsi è molto comodo usare un websdr

http://www.websdr.org/

e registrare l'audio in tal modo si saprà (quasi) esattamente come ci riceve il corrispondente (ok fatti salvi apparato ed antenna che saranno diversi)
73 a tutti, ok usare la websdr per vedere se arrivi e con che segnale ma direi che è da fare dopo aver provato il tutto con il carico fittizio, anch'io uso le websdr per vedere se l'antenna funziona e direi propio che sono un'ottimo strumento "a gratis" che aiuta tantissimo ma usare la websdr per tarare un microfono và bene se è una cosa veloce, se ci vuole tempo con il carico fittizio non si distrurba nessuno e la websdr si può sostituire con una chiavetta anche economica  visto che tutte arrivano in banda cb, se c'è già un'altro apparato cb lo si collega al pc e si registra con quello , alla fine và bene tutto se confronti come si riceve il microfono originale e il sostituto, si scopre ad esempio che non sempre un microfono và meglio dell'originale oppure che l'amplificazione è tanto esagerata da dover usare il microfono amplificato al minimo,  il tutto senza disturbare  in frequenza...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

AZ6108

Uffaaa @r5000 sei proprio laureato in tetrapiloctomia [emoji1] !

Stavo solo cercando di semplificare le cose a chi NON ha un ricevitore o un secondo apparato

tornando a bomba, credo non ci sia dubbio sul fatto che uno "speech processor", anche semplice come quello già visto, sia MOLTO meglio di qualsivoglia preamplificatore [emoji41]
355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)

r5000

73 a tutti, laureano no, però ho fatto tanta esperienza sul discorso audio e radio, buona parte dei qso che sento ancora in radio riguardano i settaggi audio e mi ha sempre incuriosito molto anche al tempo del cb quando ho lavorato con l'attrezzatura professionale e dopo aver trafficato con mixer e registratori da studio mi è rimasto addosso "il tecnico del suono" HI!!!
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599