News:

[emoji295] [emoji295] PUBBLCITA' MOSTRATA SOLO AI VISITATORI, REGISTRATI PER NON VEDERLA [emoji295] [emoji295] [emoji295]

Menu principale

Alimentatore Zetagi HP 12S non ha potenza

Aperto da Hobby1, 21 Maggio 2023, 00:35:43

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Hobby1

IMG_20230520_2328071.jpg IMG_20230519_1730181.jpg IMG_20230520_2338291.jpg IMG_20230521_0010051.jpg
Salve, ultimamente il mio alimentatore zetagi HP12s fa i capricci, fino al punto che ho notato che con carichi sotto  gli 1 amper funziona, ma quando ho dovuto verificare delle lampadine d'auto in particolare delle H7 da 12V 55W il mio alimentatore mi ha dato buca... cioè appena collego la lampada la tensione da 12v scende a zero ciò è anche evidenziato dal voltmetro integrato, effettuati alcuni controlli come la tensione all'ingresso e all'uscita del ponte diodi che risulta essere di 18/19v~ all'ingresso e di 25/26vdc circa all'uscita del ponte diodi, controllato anche il diodo 1N4148 e il diodo zener da 7,5v, il bc547c che risultano ok, verificata anche la tensione ai capi dello zener che risultava essere di 7,7v, controllata anche la tensione sul pin 4 del regolatore L200 che risultava essere di circa 2,80v, e fin qui se non sbaglio non ci sta niente di anomalo... controllo anche i due transistor di potenza siglati BDW51C non trovando niente di anormale tranne un HFE in uno di 106 e l'altro 155, sostituiti con 2 transistor 2N 3055 e eseguiti i collegamenti tramite spezzoni di cavo in quanto le piste risultano rovinate come si può vedere dalle foto allegate, non cambia niente, decido di dissaldare è verificare i 5 condensatori da 2200uF che da verifica fatta rientrano nella tolleranza ed un ESR .00 ohm
ma decido ugualmente di sostituirli con altri di pari caratteristiche, per sicurezza sostituisco anche il condensatore da 22uF, rimonto il tutto... ma niente da fare, controllo tra i miei cassetti di componenti e mi ritrovo un L200, decido di tentare la sostituzione... ma l'alimentatore non intende riprendere vita... P.S. dimenticavo ho anche verificato anche le capacita dei condensatori ceramici, che sono risultati ok. Tutte i controlli sono stati eseguiti con multimetro e un testerino di tipo cinese che in molte altre situazioni mi è stato utilissimo, visto che purtroppo non sono provvisto di oscilloscopio...  In un raptus Oggi ho dissaldato tutto e armato di tanta pazienza ho controllato che non ci fossero piste rotte e controllate tutti gli altri componenti che sembrano essere ok, ma siccome avevo il dubbio sul diodo zener e sul regolatore che poteva essere difettoso decido di acquistare tutti i componenti, tranne i transistor 2N3055 e il diodo 1N4148 che non erano disponibili presso il mio fornitore, ho già assemblato tutti i componenti e domani farò l'ennesima verifica, intanto ogni consiglio su eventuali verifiche e gradito. Grazie
     


Hobby1

Qualche altra foto:IMG_20230513_1326071.jpg IMG_20230513_1329071.jpg IMG_20230520_2341171.jpg IMG_20230520_2342311.jpg

Geremia

#2
Forse stai facendo tutto questo per niente. Le lampade H7 appena alimentate hanno una resistenza molto bassa e richiedono per un istante piu' corrente dei quella che si calcola come 55W/12V. Successivamente, scaldandosi, diminuisce la corrente al valore calcolato.
LO Zetagi HP12S e' dotato di una protezione in corrente gestita dall'L200 e dal BC547 che quando si attiva porta a zero la tensione di uscita. Quando avviene questo la tua lampada non ha modo di scaldarsi e quindi rimane spenta poiche' e' causa della entrata in funzione della limitazione.
Queste prove non dovrebbero essere fatte utilizzando come carico una lampada, che di per se' e' anche induttiva e quando la stacchi la tensione di uscita potrebbe avere uno spike elevato che pero' lo strumento non vede ma un oscilloscopio si, ma resistenze di opportuno wattaggio e con valori tali da potere essere messe in serie / parallelo per ottenere il carico che vuoi simulare.
Se vuoi provare, disinserisci la protezione in corrente rimuovendo il BC547 e il diodo 1N4148. Se e' un problema di limitazione di corrente che entra in funzione la lampada dovrebbe accendersi.
S = k * log W

HAWK

In altri 3D si è parlato del non S.
Io ho il non S, oggi venduto l' S a 197 euro...mi sembra troppo per uno ZG sia pure lineare...

Il mio si siede e ronza con un carico di oltre 5W...quindi alimento accessori, non più radio, è del 1992.

73'.


Hobby1

Salve, dopo altre prove e dopo aver letto anche il tuo post (Geremia ) ho fatto 1+1, e devo ammettere di essere del tuo stesso parere in quanto provando anche altre lampade sempre 12v 55W ho notato che qualcuna non accendeva e qualcuna si, quelle che riuscivano ad accendere mi davano un picco di oltre 4A o forse più, (probabilmente avendo un oscilloscopio me ne sarei reso conto prima) e come detto da Geremia una volta che la lampada si riscalda la corrente assorbita diminuisce stabilizzandosi su un amperaggio di 2.65A, giustamente per verificare ciò dovrei crearmi un carico fittizio resistivo, anche se tale situazione si è presentata anche su un alimentatore (sempre zetagi 1220 da 25 A di picco)
per cui presumo che potrebbero essere fatti meglio elettronicamente [emoji23] pensando quanto vogliono per uno nuovo.
Come si dice non tutti i mali vengono per nuocere... con questa scusa ho dato una rinfrescata ai componenti e ho modificato l'illuminazione mettendo dei led...
Comunque se riesco a procurarmi un carico per fare ulteriori prove Vi aggiornerò. Grazie a tutti voi per il supporto avuto.

r5000

73 a tutti, ho sempre usato le lampade per testare gli alimentatori, il "trucco" e prima provare con le lampade in serie e poi passi in parallelo... se poi l'alimentatore regge senza problemi una lampada è ottimo, vuol dire che regge corrente maggiore ed è in grado di far funzionare bene anche carichi induttivi come motori ecc...
ps:l'oscilloscopio anche in questo caso permette di valutare meglio se l'alimentatore ha rumore o spike veloci che non puoi vedere con un multimetro...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599


Geremia

#6
Hobby,
l'alimentatore fa il suo dovere, la limitazione in corrente deve entrare in funzione immediatamente superata la soglia predefinita.
Per quanto riguarda il tipo di carico, non sono propenso ad usare lampadine da auto perche', come ho detto, hanno una componente induttiva elevata. Se colleghi un oscilloscopio all'uscita dell'alimentatore e alimenti la lampada, se la scolleghi vedrai un picco positivo di tensione sull'uscita dell'alimentatore. Questo picco e' tanto piu' elevato tanto piu' e' elevata l'induttanza della lampada e la corrente che si interrompe e sara' largo tanto piu' e' il ritardo di intervento del loop di regolazione dell'alimentatore. La durata di questi spikes puo' variare da frazioni di microsecondi a qualche microsecondo. È simile all'effetto prodotto dal "Load Dump" in campo automotive.
Inoltre le resistenze usate come carico non creano i problemi che hai potuto constatare.
Il tipo di limitazione in corrente che utilizza Zetagi su molti alimentatori fa' si che la tensione venga portata a zero quando si supera la soglia di corrente salvando il carico.
S = k * log W


Hobby1

#7
Salve, oggi mi sono riparato il mio carico fittizio elettronico, ed ho potuto verificare i miei due alimentatori zetagi (HP12-S e 1220) il primo regge fino a 10A continui anche se ronza, ma questo penso sia dovuto al tipo di trasformatore a lamierini, il secondo invece regge fino a 14A continui, a 15A la tensione tende a scendere dopo alcuni secondi,(presumo sia un problema di condensatori)

Grazie per il vostro sostegno e alla prossima.... [emoji106]

r5000

Citazione di: Hobby1 il 22 Maggio 2023, 20:53:13Salve, oggi mi sono riparato il mio carico fittizio elettronico, ed ho potuto verificare i miei due alimentatori zetagi (HP12-S e 1220) il primo regge fino a 10A continui anche se ronza, ma questo penso sia dovuto al tipo di trasformatore a lamierini, il secondo invece regge fino a 14A continui, a 15A la tensione tende a scendere dopo alcuni secondi,(presumo sia un problema di condensatori)

Grazie per il vostro sostegno e alla prossima.... [emoji106]
73 a tutti, se l'alimentatore regge 10A deve funzionare anche con una lampada alogena da 55 watt, se non ce la fà vuol dire che l'alimentatore non è in grado di gestire correnti variabili ma solo correnti costanti o quasi e di fatto è inservibile  con rtx , motori ecc... e andrebbe controllato bene con oscilloscopio se ci sono autooscillazioni  e instabilità nella stabilizzazione,  se non regge una lampada alogena è molto probabile...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599


bergio70

accendi due lampade in serie, quando si sono accese ne escludi una e vedrai che tutto funziona.
Il picco di corrente all'accensione è molto alto, anche 5 volte il valore nominale.