Alla endfed 1/2 onda non serve il contrappeso ?

Aperto da AZ6108, 13 Gennaio 2023, 17:14:52

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

AZ6108

Secondo me, serve, e la dimostrazione è qui sotto; si tratta di un modello della stessa antenna, ossia una EFHW (1/2 onda) per i 40 metri, l'immagine superiore mostra l'antenna senza contrappeso, quella inferiore l'effetto dell'aggiunta di un contrappeso lungo 1/8 d'onda, credo che i dati si commentino da soli; in breve, essendo sbilanciata come tutte le endfed, la 1/2 onda per funzionare necessita di un contrappeso, se poi questo è fisico (ossia una tratta di conduttore) o se è rappresentato dal coassiale per l'antenna fa lo stesso ... ma la calza del coassiale non è esattamente un radiatore ideale (sia in TX che in RX) [emoji14]

Se poi qualcuno volesse verificare per proprio conto, qui il modello NEC



CM EFHW - antenna end fed
CM File: ef.nec
CE

SY freq=7.100
SY wave=(300/freq)
SY wire=0.00125

SY lfac=0.50
SY cfac=0.125
SY sfac=0.965

SY leng=(wave*lfac)*sfac
SY cpse=(wave*cfac)*sfac

SY hfac=0.60
SY hght=(wave*hfac)
SY hcps=hght-cpse

SY segl=51
SY segm=11
SY segs=1

GW  1 segl 0  0 hght 0 leng hght wire
GW  2 segl 0  0 hght 0    0 hcps wire


GE 1
GN 2 0 0 0 13 0.005

EX 0 1 1 0 1.0 0.0

LD  5 0 0 0 58000000


FR 0 1 0 0 freq 1
EN



P.S. nell'esempio ho posto la endfed in orizzontale, ma il discorso vale anche nel caso in cui l'antenna sia posta in verticale, alla fine della fiera perchè una corrente fluisca serve che ci sia un flusso di corrente eguale ed opposto "da qualche altra parte", c'è poco da fare, e senza contrappeso tale flusso di corrente scorre sull'esterno della calza del coassiale e, tale corrente in tal caso si chiama... corrente di modo comune [emoji14]
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


AZ6108

#1
giusto come nota, se si usa la EFHW come multibanda, ossia sulle armoniche, conviene che il contrappeso sia lungo 1/4 d'onda alla frequenza di utilizzo più alta (es. 10 metri, contrappeso di 2.5m) ed ovviamente è necessario installare una buona choke sul coassiale; inoltre è possibile adattare (accorciandola) la lunghezza del contrappeso in modo da ottenere un basso SWR sulla fondamentale (i 40m nell'esempio)
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

AZ6108

#2
riporto qui di seguito la traduzione (per i non anglofoni) di quanto scritto in risposta ad una mia domanda (con gli ovvii svarioni del traduttore, ma ritengo sia comunque comprensibile)

1. Le EFHA sono un caso speciale di antenne "random wire". Tenete presente che una EFHA è un'antenna a filo casuale su qualsiasi banda diversa da quella per cui è stata tagliata.

2. A parte i loop, tutte le antenne sono dipoli, che lo si voglia o meno. Tutte le antenne richiedono un percorso di ritorno per la corrente RF che arriva all'antenna per tornare al trasmettitore. In un dipolo bilanciato alimentato al centro o in un loop questo è intrinseco. Ecco perché non è necessario un collegamento a terra o un contrappeso quando si usa un'antenna bilanciata, tranne che per scopi statici o di protezione dai fulmini. Quando si utilizzano antenne sbilanciate e alimentate dall'estremità, come le verticali per barra mobile, le verticali, le random wire, i "gommini" e le EFHA, è necessaria una forma di percorso di ritorno (l'"altra metà del dipolo"). Con le verticali B/M si ha la carrozzeria dell'auto. Per le verticali si usano radiali o fili o griglie di terra. O anche terreno umido ed imbevuto di sale. I palmari con i "gommini" usano l'operatore come contrappeso, a meno che non forniate un contrappeso a filo (un trucco molto efficace chiamato "tiger tail").

3. Alcuni produttori di EFHA affermano che non è necessaria una messa a terra o un contrappeso. Non è vero. Ne "avete uno gratis". Si tratta di un contrappeso casuale e incontrollato: è l'esterno dello schermo del coassiale. Se siete fortunati, la linea di alimentazione del coassiale è della lunghezza giusta per fungere da contrappeso per quella banda. In caso contrario, si ottiene una sintonizzazione molto variabile, prestazioni scarse, rumore locale e, se si è molto sfortunati, ustioni da RF dalle apparecchiature.

4. Le EFHA sono generalmente utilizzati in situazioni di "compromesso" e la maggior parte di noi se ne occupa! Le EFHA possono essere installate in verticale, come sloper o stese più o meno in orizzontale.  In ogni caso. Se l'estremità con il trasformatore del punto di alimentazione o la rete di adattamento si trova a pochi centimetri dal suolo, si può collegare la vite di terra o la massa del connettore coassiale a un'asta o a un sistema di terra.  Altrimenti, collegare uno o più fili isolati al terminale di terra della scatola del punto di alimentazione. I fili devono essere lunghi da un decimo a un quarto di lunghezza d'onda alle frequenze di interesse. Allungateli il più possibile. Non collegare elettricamente le estremità libere a nulla. Metteteli con il nastro adesivo. Questi fili aiuteranno a isolare il cavo coassiale dall'antenna e dovrebbero fornire un'antenna molto più efficiente.

"Dovrebbe". Con un'EFHA non ci sono garanzie. Un'antenna end-fed può essere un po' imprevedibile, ma può funzionare. Se vi fa andare in onda, andate a lavorare su qualche stazione e divertitevi!

direi sia abbastanza chiaro; editerò il testo appena possibile, ma quanto sopra, a parte le facili (ed idiote) battute, ritengo riassuma bene il punto... alla faccia di chi ritiene che le 1/2 onda, incluse le verticali, non necessitino di contrappeso o radiali e non abbiano bisogno di una choke sul coassiale

buon fine settimana.
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

aquiladellanotte

Molto interessante. Grazie. Puoi segnalare il link della discussione in inglese?

inviato Redmi Note 8 Pro using rogerKapp mobile

aquila della notte 1adn089


AZ6108

#4
Citazione di: aquiladellanotte il 13 Gennaio 2023, 21:41:30
Molto interessante. Grazie. Puoi segnalare il link della discussione in inglese?

non c'è un link, è una email (su una mailing list)
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

AZ6108

#5
se però servisse a tutti i costi un link, qui c'è un altro tizio che dice praticamente le stesse cose

http://vtenn.com/Blog/?p=1089

[edit]

e già che ci siamo

http://vtenn.com/Blog/?p=1062

[emoji41]
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


AZ6108

comunque... sarei veramente curioso di sentire qualcuno dei sostenitori dell'idea che alla 1/2 onda (verticale od orizzontale che sia) non serve un contrappeso; non per altro, ma vorrei capire su quali assunti si basi tale ragionamento.
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


Skypperman

#7
In teoria non servirebbe, o quantomeno non è strettamente necessario:
L'antenna anche senza contrappeso lavorerà decentemente o quantomeno "apparentemente" bene.
Io in prima persona ho però riscontrato variazioni di risonanza semplicemente toccando il cavo sotto l'antenna (nello specifico la mezz'onda verticale), quindi la necessità di bloccare eventuali correnti di ritorno.
Un caro amico mi ha spiegato che con lavorando sulle prese dell'autotrasfotmatore LC alla base si possono minimizzare queste correnti di ritorno al punto che il contrappeso diventa superfluo.
Alla fine comunque, averlo non costa nulla e nella peggiore delle ipotesi non avrà effetti. Ma se ben calcolato, in presenza di correnti di ritorno, permette addirittura di migliorare sensibilmente le performance dell'antenna.
Ho infatti riscontrato il 50% di campo irradiato in più sugli angoli bassi con contrappeso da 1/4 lambda realizzato aggiungendo un rf-choke sulla discesa.
73, Alex - Skypperman
Un dollaro per la radio, 100 per l'antenna.

https://www.facebook.com/skypper.man     https://picasaweb.google.com/1SD019.alex       http://www.youtube.com/user/1SD019


AZ6108

Citazione di: Skypperman il 14 Gennaio 2023, 19:20:58
In teoria non servirebbe, o quantomeno non è strettamente necessario:
L'antenna anche senza contrappeso lavorerà decentemente o quantomeno "apparentemente" bene.
Io in prima persona ho però riscontrato variazioni di risonanza semplicemente toccando il cavo sotto l'antenna (nello specifico la mezz'onda verticale), quindi la necessità di bloccare eventuali correnti di ritorno.
Un caro amico mi ha spiegato che con lavorando sulle prese dell'autotrasfotmatore LC alla base si possono minimizzare queste correnti di ritorno, ma muovenfo

scusami, Alex, ma credo che quel "non è strettamente necessario" sia proprio il nodo dell'intera faccenda (o del "mito", se preferisci) e mi chiedo come, gente con delle ottime conoscenze delle correnti RF possa credere che un SINGOLO filo, lungo 1/2 onda, alimentato in modo TOTALMENTE sbilanciato, non necessiti di un percorso di RITORNO per la corrente; alla fine della fiera, sai meglio di me il perché ed il COME funzioni un'antenna, daiiii [emoji23]
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Skypperman

Beh le Ringo hanno lavorato per anni senza contrappeso!
Certo poi con determinate lunghezze di cavo e/o palo si avevano inaspettati fenomeni di tvi e scosse sulle apparecchiature che si starebbero potuti evitare disaccoppiando il cavo.
73, Alex - Skypperman
Un dollaro per la radio, 100 per l'antenna.

https://www.facebook.com/skypper.man     https://picasaweb.google.com/1SD019.alex       http://www.youtube.com/user/1SD019


AZ6108

#10
Citazione di: Skypperman il 14 Gennaio 2023, 19:31:09
Beh le Ringo hanno lavorato per anni senza contrappeso!
Certo poi con determinate lunghezze di cavo e/o palo si avevano inaspettati fenomeni di tvi e scosse sulle apparecchiature che si starebbero potuti evitare disaccoppiando il cavo.

che "lavorino" ci sta, ma quelli che descrivi, altro non sono che gli effetti delle correnti di modo comune... appunto, quindi il discorso non cambia, dai [emoji1]  !
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

AZ6108

Citazione di: AZ6108 il 14 Gennaio 2023, 19:54:57
che "lavorino" ci sta, ma quelli che descrivi, altro non sono che gli effetti delle correnti di modo comune... appunto, quindi il discorso non cambia, dai [emoji1]  !

non per Alex, ma eventualmente per altri


Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Geremia

#12
Ma ancora si discute sulla necessita' di un contrappeso  su una EF(HW) ?. Se non si e' ancora capito allora vuole dire che non si vuole capire e tentare di spiegarlo e', come mi ha detto un buon amico, tentare di resuscitare un cadavere. Le correnti di modo comune ci sono eccome e se, per malaugurata idea si mettesse un choke idealmente perfetto per "eliminarle", allora "quel filo" non irradierebbe piu'. Grazie al choke non ideale, una parte delle correnti scorre lungo il cavo coassiale diventando di intensita' risibile allontanandosi dalla connessione all'antenna, mentre una parte produce il riscaldamento del choke stesso. Piu' il choke e' ideale peggio e'. Allora si vedono costruttori che impilano piu' toroidi per sopportare il riscaldamento prodotto ed evitare il raggiungimento della temperatura di Curie dove il materiale perde la sua capacita' di ritornare alla permeabilita' originale dopo essere stato scaldato.
S = k * log W


AZ6108

#13
Hai ragione, Geremia, ma siccome ogni tanto salta fuori qualcuno con le solite affermazioni sballate...

buona domenica

Andrea.
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

kz

Citazione di: Geremia il 15 Gennaio 2023, 12:12:18
Ma ancora si discute sulla necessita' di un contrappeso  su una EF(HW) ?

c'è a chi piace pestare l'acqua nel mortaio, quindi perché no?

aquiladellanotte

Io resto più allibito dal fatto che, cercando on line, pochissimi parlino del misuratore delle correnti di modo comune...al netto di Davide IZ2UUF...strumento indispensabile

inviato SM-A336B using rogerKapp mobile

aquila della notte 1adn089

AZ6108

Citazione di: kz il 15 Gennaio 2023, 14:59:26
c'è a chi piace pestare l'acqua nel mortaio, quindi perché no?

Non si tratta di "pestare l'acqua nel mortaio", quanto semplicemente di cercare di far chiarezza su un argomento che, periodicamente, salta fuori; ossia le affermazioni che ad una 1/2 onda (orizzontale o verticale che sia) "non serve un contrappeso" o che "non ha bisogno di choke" o, addirittura che "installando choke l'antenna funziona peggio", affermazioni che (specie l'ultima) sono indice del fatto che chi le fa, evidentemente ha alcune lacune o, peggio, sta ripetendo tali affermazioni ciecamente senza averle verificate e senza averci ragionato in modo autonomo; null'altro.
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

AZ6108

Citazione di: aquiladellanotte il 15 Gennaio 2023, 23:15:13
Io resto più allibito dal fatto che, cercando on line, pochissimi parlino del misuratore delle correnti di modo comune...al netto di Davide IZ2UUF...strumento indispensabile

Con tutto il rispetto, non è che l'amperometro ad RF sia stato inventato da Davide [emoji1]

https://www.radio-workshop.co.uk/g4nsj-rf-ammeter/

https://www.w8ji.com/building_a_current_meter.htm

https://owenduffy.net/module/icm/

che, per carità, ne ha disegnato uno niente male; il problema è (purtroppo) la mancata comprensione da parte di molti sul perchè sia importante andare a misurare le CMC e sul perchè, di norma, sia importante ridurle al minimo
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

aquiladellanotte

Citazione di: AZ6108 il 16 Gennaio 2023, 10:50:56
Con tutto il rispetto, non è che l'amperometro ad RF sia stato inventato da Davide [emoji1]

https://www.radio-workshop.co.uk/g4nsj-rf-ammeter/

https://www.w8ji.com/building_a_current_meter.htm

https://owenduffy.net/module/icm/

che, per carità, ne ha disegnato uno niente male; il problema è (purtroppo) la mancata comprensione da parte di molti sul perchè sia importante andare a misurare le CMC e sul perchè, di norma, sia importante ridurle al minimo
Assolutamente, ma di progetti semplici e in italiano credo sia l'unico [emoji3][emoji3]

inviato SM-A336B using rogerKapp mobile

aquila della notte 1adn089


AZ6108

giusto per rafforzare il concetto

https://www.forumradioamatori.it/forum/index.php?topic=6210.45;wap2

con buona pace di tutti i costruttori e rivenditori di antenne che, miracolosamente, violano le leggi fisiche e di tutti coloro che affermano che "una endfed 1/2 onda non ha bisogno di contrappeso perché è equiparabile ad un dipolo alimentato al centro"; gente che, evidentemente, non ha mai afferrato cosa significa "distribuzione delle correnti"

e, no, per quanto qualcuno (non disposto a ricontrollare le proprie idee) possa sentirsi irritato, questo non è "trollare" ma affermare un concetto
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

El Condor Pasa

Le correnti di modo comune provocano effetti anche imprevedibili:
in un condominio della mia zona, un radioamatore sprovveduto, provvocava inconsapevolmente la sprogrammazione dei termostati degli ultimi appartamenti vicino al suo, tutte le volte che usava l'accordatore in 80 mt [emoji2]
Dopo essersi preso una serie di accidenti, ha scoperto che il cavo coassiale che girava nelle tubazioni dell'impianto elettrico irradiava per capacità nei conduttori dell'impianto elettrico stesso.
I termostati erano quelli Touch Screen con il display grande, non so la marca.
Problema risolto accordando la filare perfettamente in banda e inserendo un choke

https://www.iz2zph.eu/?p=1280
La lala la la laaaaaaaa El Condor Pasa

AZ6108

beh

accordare la filare, come scrivi, per una endfed multibanda, non significa molto


ed aggiungere una choke, permette in alcuni casi di ridurre le CMC, ma se non c'è un contrappeso valido...

mah

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

IU2IDU

#22
Ciao a tutti, proprio in questi giorni ho tirato fuori dallo scatolone dei ricordi una endfed con UN-UN 9:1 che ho usato per qualche mese nel 2017 durante le primissime prove in HF. Ero interessato a rimetterla in opera esclusivamente per i 60 metri perché ho sfruttato tutto lo spazio a mia disposizione per direttive (UltraBeam 6-20 metri), dipoli (monobanda 30 metri e kelemen 40-80-160 metri) ed una verticale ProSisTel (40 metri). Non volendo tirare un dipolo solo per i 5 MHz ho deciso di fare un tentativo.......monodirezionale. Partendo dalla metà del traliccio ho tirato un cavo elettrico di circa 20 metri (in origine era 16,20 metri), ottenendo un ottimo risultato dalle prime prove: l'antenna funzionava bene, perciò ho provato ad accorciarla ripiegando il cavo fino ad ottenere ROS 1:1,4 in stazione. Il contrappeso consiste sicuramente nella linea di trasmissione lunga circa 60 metri, con commutatore remoto per passare ai dipoli filari, perciò trattandosi di una frequenza per cui sono ammessi al massimo 15W (G.U. n. 244 del 19-10-2018, Max 15W , Statuto Secondario) non mi sono troppo formalizzato sul discorso CMC, anche se conosco bene l'importanza di domarne l'effetto per non avere problemi in stazione. Alla partenza della linea di trasmissione ho installato da anni un filtro DIAMOND CMF2000 per disaccoppiare la stazione, nella quale tra l'altro ho una messa a terra RF dedicata in equipotenziale con l'impianto di terra dell'abitazione. Fino ad ora noto una certa stabilità del rendimento e per me è più che sufficiente, ma se avessi voluto usare questa endfed per altre bande sicuramente ci sarebbero state difficoltà.................che ben ricordo dal 2017! Prima fra tutte la sua instabilità su alcune bande regine, nelle quali cambiava tutto al primo alito di vento.
Tornando all'argomento del tread, secondo me l'errore più comune quando ci si approccia a questi sistemi è considerarli MULTIBANDA. In tal caso su alcune frequenze il rendimento è accettabile, ma bisogna sempre tenere presente cosa vogliamo ottenere e quali sono le nostre aspettative. Per me è un'ottima esperienza MONOBANDA 60 METRI e spero che possa offrirmi un grande colpo di......fortuna...in ottica Bouvet, perché uno slot in più fa sempre piacere anche se, come il resto del mondo radioamatoriale, spero di metterli a log almeno su una banda per accreditarmi il country nel DXCC.

73 Giulio IU2IDU
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri

AZ6108

#23
Ciao Giulio, in pratica hai messo in opera una "sloper" [emoji1] con una lunghezza leggermente superiore ad 1/4 d'onda per la banda dei 60m

Per quanto riguarda il discorso relativo all'uso multibanda, è sicuramente un compromesso, ma se si ha bene in mente questo, è sufficiente scegliere una lunghezza opportuna per il radiatore (ed installare un opportuno sistema di contrappeso) per riuscire a lavorare su praticamente tutte le bande partendo da quella alla quale la lunghezza del radiatore sia superiore ad 1/4 d'onda, certo, usare un accordatore remoto al punto di alimentazione sarebbe meglio, ma... se non lo si può fare, ci si accontenta e si va in aria comunque

Per quanto riguarda il discorso relativo al contrappeso (ed alla choke), questo non è limitato al discorso dei "rientri RF in stazione" ma anche al livello di rumore in ricezione ed alla quantità di RF irradiata in modo efficiente; per chiarire (e come ho già scritto), senza contrappeso/choke la calza del coassiale entra a far parte del sistema di antenna, per cui in ricezione eventuali sorgenti di rumore presenti lungo il percorso del coassiale andranno a contribuire al rumore ricevuto, inoltre il coassiale non sarà esattamente un'ottima antenna, in trasmissione, se il coassiale è steso al suolo o passa all'interno di muri o in prossimità di conduttori a terra, la RF verrà inutilmente dispersa invece di essere irradiata dall'antenna, e considerando la limitazione di potenza sui 60m, direi che questa non sia una cosa desiderabile

Per concludere, suggerirei di riconsiderare l'idea della choke, nel tuo caso potresti piazzare una choke alla base del coassiale che scende dal traliccio ed usare sia quella tratta di coassiale, sia (eventualmente) il traliccio stesso come contrappeso ... come si fa con alcune "sloper" [emoji56], certo, sarà probabilmente necessario riaggiustare la lunghezza del radiatore, ma di sicuro l'efficienza di tale antenna sarà superiore a quella che è attualmente
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

IU2IDU

Citazione di: AZ6108 il 30 Gennaio 2023, 10:04:04
Ciao Giulio, in pratica hai messo in opera una "sloper" [emoji1] con una lunghezza leggermente superiore ad 1/4 d'onda per la banda dei 60m

Per quanto riguarda il discorso relativo all'uso multibanda, è sicuramente un compromesso, ma se si ha bene in mente questo, è sufficiente scegliere una lunghezza opportuna per il radiatore (ed installare un opportuno sistema di contrappeso) per riuscire a lavorare su praticamente tutte le bande partendo da quella alla quale la lunghezza del radiatore sia superiore ad 1/4 d'onda, certo, usare un accordatore remoto al punto di alimentazione sarebbe meglio, ma... se non lo si può fare, ci si accontenta e si va in aria comunque

Per quanto riguarda il discorso relativo al contrappeso (ed alla choke), questo non è limitato al discorso dei "rientri RF in stazione" ma anche al livello di rumore in ricezione ed alla quantità di RF irradiata in modo efficiente; per chiarire (e come ho già scritto), senza contrappeso/choke la calza del coassiale entra a far parte del sistema di antenna, per cui in ricezione eventuali sorgenti di rumore presenti lungo il percorso del coassiale andranno a contribuire al rumore ricevuto, inoltre il coassiale non sarà esattamente un'ottima antenna, in trasmissione, se il coassiale è steso al suolo o passa all'interno di muri o in prossimità di conduttori a terra, la RF verrà inutilmente dispersa invece di essere irradiata dall'antenna, e considerando la limitazione di potenza sui 60m, direi che questa non sia una cosa desiderabile

Per concludere, suggerirei di riconsiderare l'idea della choke, nel tuo caso potresti piazzare una choke alla base del coassiale che scende dal traliccio ed usare sia quella tratta di coassiale, sia (eventualmente) il traliccio stesso come contrappeso ... come si fa con alcune "sloper" [emoji56], certo, sarà probabilmente necessario riaggiustare la lunghezza del radiatore, ma di sicuro l'efficienza di tale antenna sarà superiore a quella che è attualmente

QUOTO 100% tutto quello che hai detto...ho voluto scrivere questo intervento (che nulla aggiunge a quanto già scritto) per sottolineare che simili soluzioni possono essere divertenti, se si tiene presente quali sono i limiti. Sicuramente dovrò migliorare alcuni dettagli: ad esempio possiedo una trappola/choke a larga banda della WIMO https://www.wimo.com/it/11368-01?queryID=eb722730464cc26994162029392b29f9&objectID=26091&indexName=wimo_live_wimo_b2c_eu_it_products che in passato è stata utile, ma non l'ho installata in questo caso per non togliere all'antenna il suo "contrappeso" coassiale. Non mi sento di dare suggerimenti particolari perché abito in campagna e per questo non tiro dentro disturbi particolari nemmeno con l'installazione così grossolana, però concordo nel dire che in zona urbana potrebbe essere pessima e compromettere pesantemente la ricezione. Proverò eventalmente a mettere la trappola/choke dopo il commutatore remoto, ma sarà necessario un contrappeso vero a quel punto...del resto non ho messo il choke sull'alimentatore proprio per lasciare che fosse il coassiale svolgere quella funzione. Questo è il senso del mio intervento: in determinate condizioni si possono cavalcare i difetti per trasformarli in pregi ed è il bello dei fili lanciati tra le piante.


73 Giulio IU2IDU
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri

AZ6108

Giulio, mi hai fatto venire la curiosità di simulare la tua antenna in NEC, allo scopo mi servirebbe conoscere (approssimativamente, non c'è bisogno di andare a misurare, è solo una curiosità) la lunghezza del radiatore, l'altezza del punto di alimentazione e l'altezza dell'estremo dell'antenna, se potessi fornirmi tali informazioni potrei provare a simulare il tutto (poi a metterci il traliccio farei sempre in tempo [emoji1])
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


IU2IDU

#26
Citazione di: AZ6108 il 30 Gennaio 2023, 11:35:12
Giulio, mi hai fatto venire la curiosità di simulare la tua antenna in NEC, allo scopo mi servirebbe conoscere (approssimativamente, non c'è bisogno di andare a misurare, è solo una curiosità) la lunghezza del radiatore, l'altezza del punto di alimentazione e l'altezza dell'estremo dell'antenna, se potessi fornirmi tali informazioni potrei provare a simulare il tutto (poi a metterci il traliccio farei sempre in tempo [emoji1])


Vado a occhio perchè sono partito con circa 20 metri di cavo ed ho accorciato misurando con RIGEXPERT. Potrebbero essere 19 metri e mezzo (sottolineo circa), punto di alimentazione a 16 metri e scende fino a 5 metri. Parte sospeso perché ho lasciato che la corda lo allontanasse un po' dal traliccio....

Il cavo è un comune filo elettrico da 2,5 mm perché nella "versione" originale da 16,20m era di quella dimensione. L'alimentatore è della EZ WIRE ANTENNA come questo.



Il mio scopo è stato esclusivamente potere maneggiare i 60 metri senza installare un dipolo...sinceramente in questa stagione non ho voglia di faticare e tagliare delle piante per una banda sperimentale.

Adesso vi faccio sorridere davvero: dovete sapere che nel 2017 avevo issato la versione originale (16,20 metri) con un contrappeso letteralmente saldato alla recinzione del giardino. Speravo di riuscire a tararlo per gli 80 metri, ma ho scoperto casualmente che funzionava benissimo in 160 metri! Una sera ho collegato NA1A a 1.849 MHz con quel pezzo di filo, poi ho deciso di spostarlo per fare spazio ad un dipolo monobanda 80 metri e indovinate un po'!! Spostandolo non ha più funzionato....ho anche provato a rimetterlo esattamente come era ma niente di niente! Mai più andato e l'ho tolto fino a tre giorni fa, quando mi è venuta l'idea di provare a tararlo per i 60 metri.

Apro una parentesi, non da poco: davanti a casa mia scorre un fiume ed il terreno continua a cambiare....umido, secco, argilla dura come il cemento, malta liquida tipo sabbie mobili! Elettricamente questa è una cosa fondamentale da considerare, perciò mi sono lanciato verso antenne che fossero più stabili e meno influenzate dal terreno, nonché dalla presenza del fiume con tutte le sue falde acquifere.
Probabilmente nei miei giorni da "centosessantametrista col filo da 16,20m" il terreno ha fatto la sua parte, altrimenti non potrei spiegarmi per quale motivo rimettendo il filo esattamente nella posizione originale non funzionava più.

73 Giulio IU2IDU
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri

AZ6108

#27
qui sotto il risultato di una rapida simulazione, il conduttore verticale va a simulare la calza del coassiale che scende dal punto di alimentazione, come puoi vedere nella prima immagine il solido di radiazione ed i diagrammi mostrano un'irradiazione NVIS non esattamente ottimale per il DX, la seconda immagine mostra cosa succede aggiungendo un sistema di radiali lunghi 1/8 lambda alla base del "contrappeso" (terza immagine), il guadagno si riduce ma l'angolo di lancio si abbassa e l'antenna acquista direzionalità
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

IU2IDU

#28
Citazione di: AZ6108 il 30 Gennaio 2023, 12:33:52
qui sotto il risultato di una rapida simulazione, il conduttore verticale va a simulare la calza del coassiale che scende dal punto di alimentazione, come puoi vedere nella prima immagine il solido di radiazione ed i diagrammi mostrano un'irradiazione NVIS non esattamente ottimale per il DX, la seconda immagine mostra cosa succede aggiungendo un sistema di radiali lunghi 1/8 lambda alla base del "contrappeso" (terza immagine), il guadagno si riduce ma l'angolo di lancio si abbassa e l'antenna acquista direzionalità
Confermo...ma ho cercato di orientare il lobo verso 190° (Bouvet)  e spero sia abbastanza per darmi una cartuccia in più da sparare verso 3Y0J. Non ho grandi aspettative in 60 metri, soprattutto durante una DXpedition così importante, ma non vorrei mai sentire dire da altri operatori nella mia zona: GIULIO GIULIO, IN 60 ARRIVANO BENE...LI HO APPENA COLLEGATI CON 10W E UN FILO BUTTATO DALLA FINESTRA!

A questo punto anche io ho il filo buttato dalla finestra....staremo a vedere.



La TN8K è servita per testare le mie condizioni dall'alto al basso, ma le due colonne vuote 30/60 mi hanno fatto venire voglia di mettere qualcosa per non lasciare nulla di intentato. Per la prima volta ho seguito un team su tutte le bande a mia disposizione e in tutti i modi possibili...peccato per gli 80 metri fatti l'ultimo giorno quando non ero in radio e per i 6 metri in cui li ho avuti a tiro ben 2 volte per pochissimi minuti. Non sono un gran cacciatore di DXpedition, però la 3Y0J mi affascina perché sento parlare di Bouvet da anni e vorrei mettere qualche bandierina del mio RISIKO laggiù. Sicuramente mi butterò in 30 dopo avere rastrellato le bande con le antenne principali, così all'occorrenza anche in 60 metri (con aspettative minori).

Cercherò di dedicare più tempo possibile, compatibilmente con lavoro e famiglia come tutti del resto. Dopo tante fatiche sarebbe il colmo collegarli solo con quel pezzo di filo.........non ci voglio neanche pensare. Per me è giusto fare affidamento su buone antenne, coassiali di qualità, posizione e altezza, ma quello che conta in certi collegamenti è la spunta verde nella tabella e ben vengano i fili buttati lì se mi consentono di aggiungerne qualcuna extra.

73 Giulio IU2IDU
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri

AZ6108

#29
Per curiosità, invece del dipolo o della endfed, visto che hai il traliccio, hai considerato qualcosa come quella sotto [emoji56] ?

in pratica una verticale di circa 13m con il rimanente radiatore messo "ad L" e con un sistema di radiali alla base, il tutto potrebbe essere realizzato con del normale filo ed ancorato al traliccio, per l'alimentazione basta un normale 2:1
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


AZ6108

tornando in argomento, qui c'è una discussione interessante riguardo il sistema di contrappeso

https://www.w8ji.com/counterpoise_systems.htm

che, sebbene lunga, ritengo valga la pena leggere e "digerire" [emoji1]
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

IU2IDU

Interessante il discorso della verticale, ma abitando in golena ho (purtroppo) scelto di non installare ground plane con radiali perché sarebbe un peccato che andasse tutto sotto metri di acqua e fango.
Anche per questo, tornando all'argomento del tread, certi fili sospesi possono tornare utili. Buonanotte a tutti!

73 Giulio IU2IDU
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri

AZ6108

Citazione di: IU2IDU il 30 Gennaio 2023, 23:01:26
Interessante il discorso della verticale, ma abitando in golena ho (purtroppo) scelto di non installare ground plane con radiali perché sarebbe un peccato che andasse tutto sotto metri di acqua e fango.
Anche per questo, tornando all'argomento del tread, certi fili sospesi possono tornare utili. Buonanotte a tutti!

73 Giulio IU2IDU

beh, Giulio, nel caso in questione si tratterebbe solo di qualche pezzo di filo...
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

ri-"ottone"

Citazione di: AZ6108 il 14 Gennaio 2023, 19:02:50
comunque... sarei veramente curioso di sentire qualcuno dei sostenitori dell'idea che alla 1/2 onda (verticale od orizzontale che sia) non serve un contrappeso; non per altro, ma vorrei capire su quali assunti si basi tale ragionamento.
73 Eccolo.
Per capire il perchè di questa affermazione che tu riporti, bisogna valutare le differenze di impedenze al punto di alimentazione della EFHW rispetto a quelle di una GP.

La EFHW il contrappeso se lo cerca (cioè lo fanno le sue correnti ad RF che non possono che chiudersi su "qualcosa" di conduttivo in termini elettrici) sul palo e soprattutto sulla calza del coassiale (cioè la sua parte fredda). Aggiungerci un contrappeso da dei vantaggi in termini di angoli di radiazione che spesso vengono considerati marginali e ad un uso CB locale (25-50 km), lo sono a tutti gli effetti.
Se invece togli del tutto i radiali ad una GP 1/4 onda (quindi passi da una impedenza al punto di alimentazione di 2500 ohm della 1/2 onda ai 37 ohm della 1/4 onda) la perdita magari è di una decina di dB o in quei paraggi.
Arturo Orti (cfr antenna Tekhna) questa cosa la spiegava molto bene nel manuale delle antenne che produceva, ma ho letto le medesime cose nei manuali di antenne che scendono un poco più nel dettaglio oltre al solito plot di radiazione in open space.
La sintesi è che la EFHW (o mezz'onda reale alimentata ad un lato) si avvantaggia molto meno di un contrappeso di quanto una GP non faccia dai suoi radiali, ecco perchè si dice non serve il contrappeso, si tratta di una approssimazione verosimile.
Del resto nessuna antenna irradia in maniera efficace senza un contrappeso (la corrente non scorre se uno dei due poli non è connesso).
La minaccia alcolica!

AZ6108

Citazione di: ri-ottone il 02 Febbraio 2023, 18:15:52
73 Eccolo.

Innanzi tutto, buongiorno e grazie per l'intervento.

Detto questo...

Citazione
Per capire il perchè di questa affermazione che tu riporti, bisogna valutare le differenze di impedenze al punto di alimentazione della EFHW rispetto a quelle di una GP.

Secondo me sarebbe stato più appropriato confrontare una endfed ed un dipolo (orizzontali o verticali che fossero), ma il punto fondamentale è quello sotto

Citazione
La EFHW il contrappeso se lo cerca (cioè lo fanno le sue correnti ad RF che non possono che chiudersi su "qualcosa" di conduttivo in termini elettrici) sul palo e soprattutto sulla calza del coassiale (cioè la sua parte fredda).

esattamente, o per amor di precisione la superficie esterna della calza (o schermatura se si preferisce) del coassiale che, in queste condizioni va visto come un cavo con tre conduttori, ossia la superficie esterna del conduttore centrale, la superficie interna della calza e la superficie esterna della calza; in qualsiasi caso, come è evidente da quanto hai scritto sopra il contrappeso è necessario affinchè l'antenna possa irradiare e ricevere (flusso delle correnti), per cui la endfed ha comunque bisogno di un contrappeso.

Ora, se stiamo facendo un'attivazione POTA QRP in un bosco ed usiamo una endfed senza contrappeso stesa tra qualche ramo o altro supporto ed abbiamo una tratta di coassiale che corre dal punto di alimentazione all'apparato, magari parte in aria e parte al suolo, il problema è minimo; in trasmissione andremo a disperdere parte della nostra RF lungo la tratta di coassiale, irradiandone meno di quella che potremmo ed in ricezione, visto che in mezzo ad un bosco di rumore elettromagnetico ce ne dovrebbe essere poco, ma proviamo ora a spostare il tutto ad una stazione domestica ed usare potenze più elevate, diciamo fino a 100W, sempre senza usare un contrappeso

In questo secondo caso, il nostro coassiale ad un certo punto entrerà nello stabile domestico, magari nel sottotetto, e da quel punto andrà a correre all'interno passando vicino a linee elettriche, tubature, cavi coassiali delle antenne TV/SAT ed altro, ed il coassiale potrebbe essere annegato all'interno di una guaina che passa all'interno di un muro... in questo caso, in trasmissione, non solo avremo una inutile dispersione di RF, dato che il cavo "affogato" non è esattamente un buon radiatore,  ma rischieremo di causare interferenze ad altre apparecchiature e di avere i maledetti "rientri di RF" in stazione; in ricezione la situazione non sarà migliore, dato che qualsiasi sorgente di rumore elettromagnetico posta nei pressi del coassiale verrà captata dallo stesso (che ricordiamocelo, in queste condizioni, funge da parte dell'antenna) aumentando, a volte di molto, il rumore captato dal ricevitore

Ora, considerando quanto sopra, direi che sia evidente il fatto che ad una endfed serva un contrappeso per funzionare, in caso contrario le correnti di ritorno andranno a trovarsi un qualsiasi altro percorso (al di fuori di qualsiasi nostro controllo), cosa questa che, come abbiamo visto sopra non è esattamente desiderabile nella maggior parte dei casi, se poi si vuole deliberatamente usare il coassiale come contrappeso, l'importante è capire i problemi che tale scelta può causare, ma resta il fatto che il contrappeso c'è e ci deve essere ed a questo punto, conviene usarne uno che possiamo controllare e che possiamo installare in modo da massimizzare l'efficienza della nostra endfed

non credi [emoji1] ?

Ciao, buona giornata !

Andrea.
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

ri-"ottone"

Ciao Andrea,
figurati per la risposta, che do con piacere.

Io al contrario di te la sintesi la do esattamente al contrario tuo, ovvero alla EFHW (mezz'onda end fed) il contrappeso non serve perchè cerca una alternativa altrettanto valida e poco limitativa delle sue prestazioni in autonomia. Alle alte impedenze non è necessario, in termini di efficienza, presentare un contrappeso, dato che l'efficienza stessa viene limitata in maniera evidente, solo quando il terreno o il qualsiasi contrappeso hanno una impedenza di ordini di grandezza maggiore del punto di alimentazione. E questo con la mezz'onda end fed NON accade. La stessa cosa non si può dire invece per le GP.

Per quanto riguarda le correnti ad RF invece, chiaro che si chiudono qualcosa sempre, palo, calza (polo freddo del coassiale), radiali, terreno, ma io non ritengo ci sia vantaggio tangibile alcuno costruire ad esempio una Ringo con i radiali lunghi 1/4 onda come la Grazioli FE10V.
Del resto nessun costruttore lo fa.
Poi che la antenna si cerchi da sola il suo "radiale" è una questione necessaria, ma la questione sembra più filosofica che pratica, la EFHW funziona bene pure senza contrappeso messo apposta.

Poi le prove di Alex dimostrano che va un po' meglio se ci metti il filo di contrappeso od un choke dopo 1/4 lambda o 1/2 lambda, la EFHW va meglio, ma provate a vedere cosa accade alle GP senza radiali per capire il senso della affermazione che alle EFHW non serve il contrappeso.
Io sono d'accordo, la mkia Tekhna viaggia bene in distanza da anni senza choke chiudendosi sul cavo coassiale ed il bello è che lo fa da sola e tutte le antenne EFHW hanno un coassiale che le alimenta. Magari ci sono un tantinello di correnti MC, ma questa è una questione diversa nella sostanza.

73,
Max
La minaccia alcolica!

AZ6108

#36
Max, il punto fondamentale era chiarire il fatto che una endfed per funzionare NECESSITA di un contrappeso, che poi questo sia rappresentato dalla calza del coassiale o da uno o più conduttori installati appositamente, il discorso non cambia, sempre di contrappeso si tratta.

Detto questo, la differenza tra un sistema di contrappeso installato appositamente e dei contrappesi "invisibili" come ad esempio la calza del coassiale è notevole; certo, come giustamente fai notare, grazie al fatto che una endfed 1/2 onda abbia un'alta impedenza al punto di alimentazione, è più facile mettere in opera un sistema di contrappeso che offra un percorso di ritorno a bassa impedenza alle correnti, ma usare la calza del coassiale non è esattamente una buona idea secondo me

Provo fare un esempio, diciamo di avere la nostra EFHW ancorata (tramite corda di opportuna lunghezza) ad un angolo del cornicione di casa (con l'altro estremo ancorato ad un palo/albero/... ad una certa distanza); il coassiale parte dal 49:1 connesso all'antenna, entra nel sottotetto e poi scende lungo un corrugato piazzato all'interno di un muro ed esce finalmente in stazione, diciamo due piani più sotto; sin qui l'installazione di esempio, ora vediamo cosa succede se decidiamo di usare il coassiale come contrappeso

Il nostro coassiale scendendo in stazione passa vicino agli alimentatori switching degli ampli TV, poi lungo il muro, passa per una tratta in parallelo con il coassiale TV ed incrocia degli altri corrugati che portano dei fili elettrici per gli impianti domestici dei vari piani

In ricezione, il rumore degli switching, e quello irradiato dai vari impianti elettrici (altri switching, dimmer, e chi più ne ha più ne metta), viene captato dalla calza del coassiale che, ricordiamocelo, in questa configurazione sta funzionando come parte dell'antenna (invece di lavorare solo come linea di trasmissione), il risultato è che in stazione, il livello di QRM sarà molto più alto del normale, e potrebbe essere talmente elevato da rendere impossibile il captare segnali intellegibili

In tramissione, la RF viene irradiata anche dalla calza del coassiale, questo significa che potrà venir captata dalle linee elettriche nel muro, dai cavi TV, e dalle centraline, andando a causare interferenze nei vari apparati, non solo, ma irradiare RF all'interno di un muro equivale a sprecarla, dato che quella RF, invece di andare in antenna, non andrà da nessuna parte (se non a creare interferenze locali); tralascio poi i problemi di "rientri di RF" che potranno causare inconvenienti anche in stazione (ed all'operatore)

A questo punto proviamo ad aggiungere all'antenna un contrappeso ed una choke (con le endfed i due vanno insieme, la choke da sola non fa miracoli) nei pressi del punto di alimentazione (es. nel caso in esame, nel punto in cui il coassiale entra nel sottotetto), ed in questo modo, a confronto con la situazione iniziale, non solo il rumore in ricezione calerà vistosamente, ma l'antenna irradierà con maggiore efficienza dato che il flusso delle correnti verrà mantenuto all'interno del coassiale (centrale e superficie interna dello schermo) e non andremo a sprecare RF per scaldare i muri

Il tutto al "costo" di un pezzo di filo che funga da contrappeso e di una choke decente, direi che, oltre al fatto assodato e dimostrato che ad una endfed (inclusa la EFHW) serve un contrappeso per poter funzionare, sia chiaro come, usare il coassiale come contrappeso non sia esattamente un'ottima idea (salvo nel caso di installazioni portatili o di emergenza, dove non si guarda troppo per il sottile all'efficienza del sistema)
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

ri-"ottone"

Purtroppo la dissertazione è diventata una questione filosofica.. e qualche utente ce lo ha già evidenziato.
Io ho risposto con giorni di ritardo su questo thread e forse sarebbe stato meglio se non lo avessi fstto proprio.

- Ad una lampadina servono due fili collegati ad una sorgente di ddp per accendersi? Risposta: sì.
- Ad una antenna per irradiare correnti ad RF servono due poli opposti tra cui scorrere? Risposta: sì.
- Ad una Ringo (quindi mezz'onda end fed, sintetizzata con EFHW) sono indispensabili i radiali per funzionare? Risposta: no. (possono esser utili è ben diverso)
- La Ringo non è pur sempre una antenna come le altre? Risposta: sì.

Quindi? Quindi le correnti ad RF uscenti dallo stilo della Ringo cercano altre strade per chiudersi (stessa cosa che accade ad una GP se non ce li metti con la differenza IMPORTANTE che nel caso della GP il rendimento peggiora parecchio a differenza della Ringo e di tutte le EFHW)

Le tue affermazioni pressochè indiscutibili, vanno nella direzione della indispensabilità della ruota di scorta su una auto per camminare: è indispensabile? (cioè ne hai per forza bisogno) Risposta: no.
E' utile? senz'altro sì perche se squarci una gomma con la bomboletta non ci fai nulla e devi chiamare il carro attrezzi.

In sintesi, se sotto la ringo non ti vuoi accontentare del palo di sostegno o hai paura che le correnti di modo comune possano per forza di cose svegliare il pupo del vicino dopo pranzo, allora ci metti un choke calcolato sul coassiale o se preferisci un contrappeso. Viceversa te ne freghi come ho fatto io che in 20 anni e nelle condizioni più disparate non ho mai fatto TVI nè citofoni nè telefoni nè casse PC e così via.

Perchè se le correnti MC ti preoccupano così tanto in una Ringo (o mezz'onda che preferisci) allora per legge potremmo proibire le windom, quindi le antenne risonanti in armonica, le Rybakov e tutte quelle condizioni in cui ci sono importanti correnti MC.

Ciò restando che sotto una EFHW se ci metti il contrappeso è meglio, ma se non ce lo metti ti funziona decentemente lo stesso.

Io resto dell'idea che la EFHW non ha bisogno di contrappeso specifico, specie in un forum CB dove al 90% EFHW significa una simil ringo messa su palo di ferro. Utile farci un choke a 1/4 - 1/2 lambda dal connettore sotto antenna.

73
La minaccia alcolica!

AZ6108

#38
Citazione di: ri- il 07 Febbraio 2023, 15:59:03
Le tue affermazioni pressochè indiscutibili, vanno nella direzione della indispensabilità della ruota di scorta su una auto per camminare: è indispensabile? (cioè ne hai per forza bisogno) Risposta: no.
E' utile? senz'altro sì perche se squarci una gomma con la bomboletta non ci fai nulla e devi chiamare il carro attrezzi.

Seguendo il parallelo che hai fatto, non si tratta di ruota di scorta, bensì di buoni pneumatici, in modo da evitare che vadano a slittare in accelerazione (TX) o in frenata (RX) e permettendo di sfruttare per bene sia la coppia/potenza del motore, sia l'efficienza dell'impianto frenante; più chiaro ora [emoji1] ?

Citazione
ci metti un choke calcolato sul coassiale o se preferisci un contrappeso.

Purtroppo metter un "choke" (preferisco scrivere una "choke" - induttanza di blocco in italiano), da solo non serve, se non hai un percorso di ritorno a bassa impedenza, la choke fa qualcosa, ma fa poco, servono sia la choke che il contrappeso, non si fugge.

Citazione
Perchè se le correnti MC ti preoccupano così tanto in una Ringo (o mezz'onda che preferisci) allora per legge potremmo proibire le windom, quindi le antenne risonanti in armonica, le Rybakov e tutte quelle condizioni in cui ci sono importanti correnti MC.

Proibirle ? E perchè mai, tra l'altro le "windom" (preferisco chiamarle OCF, dato che la windom è un'antenna fatta in altro modo) se ben costruite non hanno problemi di CMC, il discorso non è "proibire le antenne", quanto installarle in modo che rendano al meglio, e le CMC sono un problema, sia in RX che in TX

Citazione
Ciò restando che sotto una EFHW se ci metti il contrappeso è meglio, ma se non ce lo metti ti funziona decentemente lo stesso.

Certo che funziona, ma le CMC vanno a fluire sulla calza del coassiale (o hai accoppiamenti parassiti con altri oggetti nei dintorni), il che oltre a peggiorare le prestazioni dell'antenna, ti fornisce un contrappeso totalmente fuori controllo, che può causare problemi di vario genere (oltre ad avere un lobo di radiazione praticamente imprevedibile)

Per il resto, non pretendo nè ho mai preteso di "obbligare" chicchessia, ma è indiscutibile che senza contrappeso una EFHW non possa funzionare (ma neanche altre endfed), ed avere CMC e/o un "contrappeso virtuale" al di fuori di qualsiasi controllo è, secondo me, una cattiva idea.

null'altro

ciao, Andrea.
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

AZ6108

Citazione di: ri- il 07 Febbraio 2023, 15:59:03
Purtroppo la dissertazione è diventata una questione filosofica.. e qualche utente ce lo ha già evidenziato.
Io ho risposto con giorni di ritardo su questo thread e forse sarebbe stato meglio se non lo avessi fatto proprio.

Ah beh, allora... [emoji14]

buona serata.
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Skypperman

Voglio evidenziare un dettaglio molto importante: la 1/2 onda  che uso e su cui ho fatto diverse prove, non è la classica Ringo montata su palo metallico (con lo stesso palo che fa da contrappeso) ma una mezz'onda montata su canna da pesca, quindi libera. Nello specifico il contrappeso è necessario se non si vogliono correnti peregrine sul coassiale con conseguenti problemi di TVI e qrm ricevuto. Tra l'altro la sua presenza ne migliora sensibilmente il rendimento, con un 50% in più di campo irradiato agli angoli bassi
Quindi fate bene attenzione a fare un distinguo, perché le due tipologie di antenne anche se elettricamente equivalenti, hanno dei comportamenti un pò diversi.
73, Alex - Skypperman
Un dollaro per la radio, 100 per l'antenna.

https://www.facebook.com/skypper.man     https://picasaweb.google.com/1SD019.alex       http://www.youtube.com/user/1SD019


AZ6108

Citazione di: Skypperman il 14 Febbraio 2023, 03:59:18
Voglio evidenziare un dettaglio molto importante: la 1/2 onda  che uso e su cui ho fatto diverse prove, non è la classica Ringo montata su palo metallico (con lo stesso palo che fa da contrappeso) ma una mezz'onda montata su canna da pesca, quindi libera. Nello specifico il contrappeso è necessario se non si vogliono correnti peregrine sul coassiale con conseguenti problemi di TVI e qrm ricevuto. Tra l'altro la sua presenza ne migliora sensibilmente il rendimento, con un 50% in più di campo irradiato agli angoli bassi
Quindi fate bene attenzione a fare un distinguo, perché le due tipologie di antenne anche se elettricamente equivalenti, hanno dei comportamenti un pò diversi.

Alex, scusami se vado un attimo OT, potresti cortesemente fare spazio nella casella MP ? Avrei la necessità di chiederti una cosa...
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

ri-"ottone"

Citazione di: AZ6108 il 07 Febbraio 2023, 16:20:02ciao, Andrea.
73 Andrea,
stuzzico un poco per divertimento [emoji12] [emoji12]
Quindi siamo arrivati alla conclusione che la mia Tekhna funziona bene lo stesso da 30 anni (senza apprezzabili differenze con la Mantova 1 che la precedeva) senza contrappeso? Oppure ho capito male io? [emoji12] [emoji12]
Gioco, proprio per sollevare le questioni di lana caprina, se ci sono i contrappesi è meglio, ma non penso che nè Grazioli, nè gli altri predecessori che realizzavano mezze onda end fed per la CB fossero del tutto sprovveduti se non ce li hanno messi, perchè in generale le differenze sono marginali e l'effetto peggiore sono i rientri da correnti di modo comune.
D'altra parte mi faceva notare un amico OM che il problema peggiore della mezz'onda end fed non è il contrappeso ma la capacità parassita col terreno e sostegni se l'antenna viene montata bassa. Figurati un po' (quindi non legata strettamente ai radiali).

E adesso vai, il flame è servito, trolliamo a volontà!!

73 da Max (diminutivo di Maximilian)


La minaccia alcolica!

AZ6108

Citazione di: ri- il 07 Aprile 2023, 15:51:4273 Andrea, stuzzico un poco per divertimento [emoji12] [emoji12]
Quindi siamo arrivati alla conclusione che la mia Tekhna funziona bene lo stesso da 30 anni (senza apprezzabili differenze con la Mantova 1 che la precedeva) senza contrappeso? Oppure ho capito male io? [emoji12] [emoji12]
Gioco, proprio per sollevare le questioni di lana caprina, se ci sono i contrappesi è meglio, ma non penso che nè Grazioli, nè gli altri predecessori che realizzavano mezze onda end fed per la CB fossero del tutto sprovveduti se non ce li hanno messi, perchè in generale le differenze sono marginali e l'effetto peggiore sono i rientri da correnti di modo comune.
D'altra parte mi faceva notare un amico OM che il problema peggiore della mezz'onda end fed non è il contrappeso ma la capacità parassita col terreno e sostegni se l'antenna viene montata bassa. Figurati un po' (quindi non legata strettamente ai radiali).

E adesso vai, il flame è servito, trolliamo a volontà!!

73 da Max (diminutivo di Maximilian)

come ti ho scritto dall'altra parte, ho la tuta ignifuga in lavanderia, quindi usiamo l'estintore...

https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=848215

per il resto, dopo aver letto sopra, prova a chiederti come mai, diversi produttori di "verticali senza radiali" offrano a parte un "kit di radiali" che, stando alle descrizioni "diminuiscono il rumore ed aumentano il rendimento"

ciao e Buona Pasqua, Andrea

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

ri-"ottone"

Citazione di: AZ6108 il 07 Aprile 2023, 16:12:21per il resto, dopo aver letto sopra, prova a chiederti come mai, diversi produttori di "verticali senza radiali" offrano a parte un "kit di radiali" che, stando alle descrizioni "diminuiscono il rumore ed aumentano il rendimento"

ciao e Buona Pasqua, Andrea
Mi risulta che lo faccia solo Antron con la A-99...
Mi sono perso io i "diversi produttori" oppure Grazioli, Eco, Sigma, Tekhna, Lemm, Vimer, CTE, etc, etc NON li offrivano? [emoji12] 
La minaccia alcolica!

AZ6108

#45
Citazione di: ri- il 12 Aprile 2023, 15:33:29Mi risulta che lo faccia solo Antron con la A-99...
Mi sono perso io i "diversi produttori" oppure Grazioli, Eco, Sigma, Tekhna, Lemm, Vimer, CTE, etc, etc NON li offrivano? [emoji12]

beh, può essere, ma la cosa non inficia in alcun modo il discorso; rivedi quello che ho scritto dall'inizio e chiediti se, senza un conduttore "di ritorno", l'antenna possa funzionare, poi ne potremo riparlare; alla fine della fiera vale il semplice discorso della lampadina connessa ad una batteria, se la connetti con un solo conduttore, credo sia difficile si possa accendere... ed anche se succedesse, avrebbe comunque un qualche conduttore "di ritorno" (fuori controllo) e la luminosità emessa sarebbe inferiore

Il fatto che ci sia chi specula sulla credulità della povera gente ignorante, vendendo roba che funziona "a metà" non significa che quella debba essere la norma, anche se ovviamnente è una cosa comoda, uno vende ad un "CB" una verticale "mezz'onda senza radiali" e quello inizia ad avere problemi di interferenze (e via ad acquistare filtri "TVI" che curano gli effetti e NON le cause), poi c'è anche chi parla dell'antenna "X" che è "più rumorosa" dell'antenna "Y" che, guarda caso HA un sistema di contrappeso/radiali per cui NON va ad utilizzare il coassiale come parte dell'antenna (ANCHE IN RICEZIONE), insomma... un bellissimo ZOO nel quale guadagnano SOLO i venditori

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

ri-"ottone"

Mi pare che ti ho già risposto, no?
La mezz'onda se lo trova comunque senza le importanti perdite di efficienza delle 5/8 GP.

repetita iuvant mi dicevano a scuola.

Poi se proprio ti fa sentire meglio, ci si può mettere sto filo di 5 metri a penzoloni, ma la antenna ti funzionerà bene anche senza.
Al netto di tante elucubrazioni.
La minaccia alcolica!

AZ6108

Citazione di: ri- il 12 Aprile 2023, 15:45:55La mezz'onda se lo trova comunque senza le importanti perdite di efficienza delle 5/8 GP.

ah ok, un bel "contrappeso" fuori da qualsiasi controllo, che in trasmissione spreca RF ed in ricezione pesca rumore, che dire... geniale !!

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

ri-"ottone"

Bisognava spiegarlo a vimer, eco antenne, sigma, sirtel, lemm, etc, etc, non trovi?

Perchèp invece i 4 radiali della FE10V se la monti bassa sul tetto, ti assicurano al pari di un disco di rame di 2.7 metri messo al loro posto, che non prenderai rumore?
E se poi malgrado i contrappesi ti trovi un inverter che genera disturbi? Butti via il disco volante?

In fondo in termini di rumore raccattato in giro, è peggio andare con un cavo senza doppia calza con schermatura totale.

Ma tanto è chiaro che vuoi l'ultima parola sull'argomento, che è ben diverso dal dire all'utente qualcosa di concretamente realizzabile eliminando il superfluo (ovvero i contrappesi sulle antenne EFHW; che poi ho già ammesso, se ci stanno è meglio, ma cambia poco)
La minaccia alcolica!

AZ6108

Citazione di: ri- il 12 Aprile 2023, 15:53:50Bisognava spiegarlo a vimer, eco antenne, sigma, sirtel, lemm, etc, etc, non trovi?

No, direi che sarebbe stato il caso di spiegarlo chiaramente agli acquirenti di quella "roba"

CitazioneE se poi malgrado i contrappesi ti trovi un inverter che genera disturbi? Butti via il disco volante?

Ah beh, se vuoi andare per estremi, fai pure ma non ha alcun effetto sul discorso, visto che parliamo di rumore captato dalla LINEA di ALIMENTAZIONE; che so, il tuo bel coassiale passa vicino alla torre dell'ascensore e ti becchi un QRM "abbestia" ogni volta che l'ascensore si muove solo perchè la tua bella "mezz'onda senza radiali" sta usando il coassiale come parte del sistema di antenna, sia in trasmissione che in RICEZIONE

CitazioneMa tanto è chiaro che vuoi l'ultima parola sull'argomento

non è questione di voler l'ultima parola, solo di ragionare su basi fondate e non su leggende o credenze



Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

Skypperman

Vorrei far notare ad Ottone che le mezz'onda commerciali hanno tutte un contrappeso nel momento in cui gli si piazza un palo metallico sotto! Evidentemente un choke alla base del palo metallico o al punto di alimentazione ne dovrebbe migliorare altresi' la resa, ma non avendo fatto prove pratiche in merito, la do come "supposizione".

Per quanto riguarda le prove che ho fatto, aggiungendo un contrappeso (o meglio un choke) di un paio di metri sotto una EFHW filare su canna da pesca ho rilevato ben 1.5db di incremento sul mio analizzatore di spettro, quindi direi che i vantaggi sono evidenti.
Sarei curioso di provare un contrappeso da 5m di lunghezza per rilevarne le differenze a livello strumentale.

Purtroppo le simulazioni ed ancor piu' le teorie "accampate" lasciano il tempo che trovano senza un riscontro sul campo.

73,
Alex
73, Alex - Skypperman
Un dollaro per la radio, 100 per l'antenna.

https://www.facebook.com/skypper.man     https://picasaweb.google.com/1SD019.alex       http://www.youtube.com/user/1SD019


ri-"ottone"

Quindi il contrappeso inteso in termini di radiali aggiunti sotto lo stilo non serve alla mezz'onda endfed perchè se ne cerca uno da sola (palo o coassiale che sia). Ovvero quello che da qualche decina di post si sta dicendo.
Eh sì, penso che tutti i produttori (compreso Tekhna) che hanno fatto le mezz'onda senza radiali sono tutti dei babbei oppure seguono le mode... :D

P.S. per Skypperman, l'ho scritto anche io (se per caso non lo avessi letto con attenzione) che la mezz'onda se non ha di meglio si sceglie il palo come contrappeso e funziona bene lo stesso.
Ci sta poi da considerare, viste le impedenze e le tensioni in gioco al punto di alimentazione, se un piano di terra ulteriore non sia una disgrazia per una mezz'onda end fed, dato che le creerebbe capacità parassite distribuite che di certo non la aiutano nel funzionamento.

73 con baci e abbracci
La minaccia alcolica!

HAWK

La Techna, l' ho avuta prima della DX88.
Su R.R. del tempo era sempre pubblicizzata.
Non è più fabbricata e venduta, antesignana delle All Band...oggi magnetiche, o prendo una svista...?

AZ6108

Citazione di: ri- il 30 Giugno 2023, 02:31:31Quindi il contrappeso inteso in termini di radiali aggiunti sotto lo stilo non serve alla mezz'onda endfed perchè se ne cerca uno da sola (palo o coassiale che sia).

Al contrario [emoji1]

Alla mezz'onda serve un contrappeso o dei radiali, altrimenti in mancanza di questo le correnti di ritorno vanno a cercarsi il percorso con l'impedenza più bassa e questo significa la superficie esterna dello schermo del coassiale e/o il palo di supporto ossia qualcosa la cui lunghezza non è facilmente controllabile/ottimizzabile e questo, spesso, oltre a causare problemi di vario genere (es. RFI, rumorosità in ricezione) ha anche impatto negativo sull'efficienza dell'antenna in termini di angolo di lancio ed efficienza di radiazione

Per quanto poi riguarda i radiali, questi fungono da "contrappeso" ma anche da piano di terra riportato e permettono di mantenere basso l'angolo di lancio anche con installazioni non ottimali

CitazioneEh sì, penso che tutti i produttori (compreso Tekhna) che hanno fatto le mezz'onda senza radiali sono tutti dei babbei oppure seguono le mode... :D

Di nuovo, al contrario, non sono "babbei", sono semplicemente furbi [emoji1]

D'altronde, tornando al discorso contrappeso, basta pensarci un attimo; supponiamo di avere una lampadina, anche questa irradia, anche se nella porzione di spettro relativa alle frequenze della luce visibile, ora... se colleghiamo un solo polo di una batteria (il nostro trasmettitore) alla lampadina, questa non irradierà nulla, dato che per farlo serve un percorso di ritorno, ecco, la stessa cosa si applica ad un'antenna alimentata ad una estremità

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

#54
Approfitto dell'interessante questione per chiedere un consiglio.
Ho sul tetto una 1/2 Sirio, con circa 4,5 metri di palo di acciaio inox di cui 2 metri sottotetto e 2,5 metri fuori. Chiaramente la base dell'antenna fa contatto elettrico con il palo e posso supporre di avere 2,5 o 4,5 metri di contrappeso (a seconda che consideriamo o meno la parte sottotetto) di materiale non ottimale ma di buon diametro.
Mi ero fatto l'idea di realizzare tre o quattro radiali filari di 2,72m, da tenere inclinati fissati alle gronde con del bayco. Però la costruzione è complicatina, mi trovo una ragnatela di fili sul tetto che non gradisco e se c'è una soluzione più semplice la preferisco.
Orbene, se con bullone di ottone e filo elettrico con occhiello fissassi un solo filo elettrico di 2,72m alla base dell'antenna e senza tenerlo teso lo stendessi semplicemente sulle tegole lasciandogli prendere nel tempo la posizione che gli danno gli elementi come le piogge forti e il vento, ci guadagnerei qualcosa rispetto al solo palo così come è messo? Direi che un minimo di contrappeso c'è già ma certamente non di 1/4 lambda.
Circa 30 cm sotto il punto di alimentazione dell'antenna ho il classico rf-choke di 5 spire su 11 cm in RG213. Un minimo di opposizione alle correnti di modo comune c'è.

1vr005

#55
Circa la Techna che è stata menzionata, una trentina abbondante di anni fa avevo un corrispondente in locale in 11 metri, che magari qualche frequentatore del forum avrà conosciuto come 3Morgan in bande più basse, con un curioso accento franco-barese-gitano-pirenaico, il quale aveva e usava quell'antenna.
Orbene mi diceva che aveva molti problemi, prendeva scosse dal bocchettone, rientri di rf, disturbi della modulazione e inneschi in trasmissione, e li aveva risolti isolando l'antenna dal palo intestando l'ultima parte del palo metallico con del tubo di plastica e collegando i tiranti alla parte isolata di palo. A quel tempo non c'erano bayco né cordino da decespugliatore all'orizzonte sul mercato locale, e i tiranti erano di fil di ferro.
Si può ipotizzare che facendo così il sistema abbia smesso di essere un pastrocchio fra calza del cavo, palo e tiranti e abbia iniziato a usare il solo cavo come contrappeso.

AZ6108

#56
Premessa, ho variato l'ordine nel quale hai scritto alcuni paragrafi per cercare di rendere la mia risposta più comprensibile

Citazione di: 1vr005 il 30 Giugno 2023, 10:35:15Ho sul tetto una 1/2 Sirio, con circa 4,5 metri di palo di acciaio inox di cui 2 metri sottotetto e 2,5 metri fuori. Chiaramente la base dell'antenna fa contatto elettrico con il palo e posso supporre di avere 2,5 o 4,5 metri di contrappeso (a seconda che consideriamo o meno la parte sottotetto) di materiale non ottimale ma di buon diametro.
...
Circa 30 cm sotto il punto di alimentazione dell'antenna ho il classico rf-choke di 5 spire su 11 cm in RG213. Un minimo di opposizione alle correnti di modo comune c'è.

Supponendo che la "massa" dell'antenna abbia collegamento al palo, lo stesso funge da contrappeso; assumendo che il coassiale scenda lungo il palo ed entri nel sottotetto, per poi scendere in stazione, l'unica modifica che farei nella tua installazione è quella di spostare la choke dal punto in cui è ora al punto alla "base del palo" dove il coassiale non corre più lungo il palo, in questo modo sia il palo, sia la tratta di coassiale tra il punto di alimentazione e la choke fungeranno da contrappesi, mentre il resto del coassiale, grazie alla choke, non fungerà da parte dell'antenna evitando così (se la choke fa il suo dovere) "rientri di RF" in TX e rumorosità in RX

Considera che apportando tale modifica potrà essere necessario ri-tarare l'antenna, ma spero non sia un grosso problema

CitazioneMi ero fatto l'idea di realizzare tre o quattro radiali filari di 2,72m, da tenere inclinati fissati alle gronde con del bayco. Però la costruzione è complicatina, mi trovo una ragnatela di fili sul tetto che non gradisco e se c'è una soluzione più semplice la preferisco
...
Direi che un minimo di contrappeso c'è già ma certamente non di 1/4 lambda.

I radiali non debbono necessariamente essere lunghi 1/4 lambda (la lunghezza dipende anche dal numero degli stessi), ad ogni modo, supponendo che la "soletta" del tetto sia in cemento armato, all'interno della stessa ci sarà una rete elettrosaldata, quindi direi che potresti fare a meno dei radiali, ti basterà il contrappeso connesso direttamente all'antenna, volendo esagerare, potresti connettere il palo alla rete elettrosaldata, ma credo che non sia un lavoretto semplice [emoji1] per cui vedi tu

[edit]

Dimenticavo, tu hai scritto

Citazioneposso supporre di avere 2,5 o 4,5 metri di contrappeso

ora... il "contrappeso" è tutto quello che viene elettricamente connesso all'antenna, indipendentemente dal fatto che sia "fuori" o "dentro", considera che alcune verticali HF usano radiali interrati, per cui non fare l'errore di pensare che se un qualcosa (incluso il coassiale !) che funge da contrappeso passa all'interno di muri o altro, la tratta interna cessi "magicamente" di fungere da parte dell'antenna (contrappeso), anzi già che ci siamo, considera un esempio; diciamo di avere una verticale installata su un palo di fibra e senza alcun tipo di choke sul coassiale, in questo caso la superficie esterna della calza del coassiale va a fungere da contrappeso, ora... supponiamo che il coassiale lungo la discesa vada a passare nei pressi di linee elettriche, alimentatori switching, linee telefoniche, coassiali TV/SAT... siccome in tali condizioni il coassiale diventa parte dell'antenna, in ricezione lo stesso andrà a ricevere qualsivoglia tipo di QRM captato dalle varie sorgenti nelle vicinanze, mentre in trasmissione (ricorda il coassiale in tali condizioni è parte del sistema radiante di antenna) la RF irradiata potrà causare disturbi a TV, connessioni Internet ed altri, oltre ad essere sprecata, dato che con il coassiale piazzato all'interno tale RF verrà irradiata "male" e quindi... sprecata inutilmente

ciao, Andrea.






Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

Citazione di: AZ6108 il 30 Giugno 2023, 11:52:39Premessa, ho variato l'ordine nel quale hai scritto alcuni paragrafi per cercare di rendere la mia risposta più comprensibile

Supponendo che la "massa" dell'antenna abbia collegamento al palo, lo stesso funge da contrappeso; assumendo che il coassiale scenda lungo il palo ed entri nel sottotetto, per poi scendere in stazione, l'unica modifica che farei nella tua installazione è quella di spostare la choke dal punto in cui è ora al punto alla "base del palo" dove il coassiale non corre più lungo il palo, in questo modo sia il palo, sia la tratta di coassiale tra il punto di alimentazione e la choke fungeranno da contrappesi, mentre il resto del coassiale, grazie alla choke, non fungerà da parte dell'antenna evitando così (se la choke fa il suo dovere) "rientri di RF" in TX e rumorosità in RX

Considera che apportando tale modifica potrà essere necessario ri-tarare l'antenna, ma spero non sia un grosso problema

I radiali non debbono necessariamente essere lunghi 1/4 lambda (la lunghezza dipende anche dal numero degli stessi), ad ogni modo, supponendo che la "soletta" del tetto sia in cemento armato, all'interno della stessa ci sarà una rete elettrosaldata, quindi direi che potresti fare a meno dei radiali, ti basterà il contrappeso connesso direttamente all'antenna, volendo esagerare, potresti connettere il palo alla rete elettrosaldata, ma credo che non sia un lavoretto semplice [emoji1] per cui vedi tu

Ok, grazie. La parte di palo che sporge fuori dal tetto è di circa 2,5 metri o poco meno. Considerato il diametro sui 35 mm potrebbe essere una lunghezza accettabile come contrappeso. Una gabbia di metallo sotto la gettata di cemento c'è ma arrivarci per collegarvi il palo sarebbe una discreta impresa. Non posso escludere comunque che quando il palo è stato posato sia stato messo a contatto con questa griglia. Però un conto è toccare quando lo si posa 31 anni fa e un altro conto è che ci sia ad oggi un buon contatto elettrico, del che dubito.
Il cavo coassiale scende lungo il palo ma poi prosegue lungo il piano (inclinato) del tetto sotto le tegole, percorrendo 5-6 metri, poi all'inizio dello sbalzo del tetto c'è un foro e da lì il cavo va giù in verticale in un tubo fissato al muro esterno e non entra nel sottotetto assieme al palo. Entrare dritto nel sottotetto sarebbe stato ottimale ma 1) fra me e il sottotetto c'è un altro appartamento da attraversare e 2) le canaline che portano giù dal sottotetto le due calate di coassiale tv sono molto strette e non sarebbe stato possibile far scendere un rg213 da quella parte senza togliere il cavo tv, per cui ho dovuto optare per la calata a muro forando lo sbalzo.
In effetti l'opzione di mettere il choke alla base del palo è fattibile. Ho sacramentato ore per metterlo come lo ho messo appena sotto l'antenna tenendolo sospeso in modo fantasioso ma questo si può sempre rivedere. La cosa più facile comunque sarebbe un filo penzolante, magari con un piccolo peso ben fissato all'estremità del conduttore in modo che non vada troppo in giro con il vento ma che non si stacchi facilmente per evitare che finisca troppo presto nelle gronde. Questo filo scenderebbe vicino al cavo coassiale per circa 2,4 metri e per i restanti 30 cm starebbe appoggiato sulle tegole.
A dire il vero sto anche rimuginando di sostituire la 1/2 onda con una 5/8 tipo una Sirio 2008 o 2016 oppure con una verticale multibanda HF, per cui è tutto in sospeso. [emoji1] Diciamo che per ora mi faccio una mappa concettuale delle possibilità. Poi però viene settembre e inizia a diluviare, a novembre inizia a gelare e fino al maggio successivo non si fa più niente.

AZ6108

#58
Citazione di: 1vr005 il 30 Giugno 2023, 12:09:07Ok, grazie. La parte di palo che sporge fuori dal tetto è di circa 2,5 metri o poco meno. Considerato il diametro sui 35 mm potrebbe essere una lunghezza accettabile come contrappeso.

il contrappeso è TUTTO il palo, non solo la parte esterna, ho aggiunto una postilla al mio post precedente, rileggilo [emoji1]

CitazioneUna gabbia di metallo sotto la gettata di cemento c'è ma arrivarci per collegarvi il palo sarebbe una discreta impresa. Non posso escludere comunque che quando il palo è stato posato sia stato messo a contatto con questa griglia. Però un conto è toccare quando lo si posa 31 anni fa e un altro conto è che ci sia ad oggi un buon contatto elettrico, del che dubito.

Lascia le cose come sono, solo... sposta la choke come ti ho suggerito


CitazioneIl cavo coassiale scende lungo il palo ma poi prosegue lungo il piano (inclinato) del tetto sotto le tegole,

In tal caso, piazza la choke sul tetto alla base del palo, in questo modo gli accoppiamenti tra palo e coassiale faranno fungere entrambi da contrappeso... sino alla choke, da quel punto il cavo si allontana dal palo e grazie alla choke non avrai problemi di accoppiamenti, lascia perdere l'idea dei radiali, nel tuo caso hai già un buon piano di terra (la rete elettrosaldata)

CitazioneA dire il vero sto anche rimuginando di sostituire la 1/2 onda con una 5/8 tipo una Sirio 2008 o 2016 oppure con una verticale multibanda HF, per cui è tutto in sospeso. [emoji1] Diciamo che per ora mi faccio una mappa concettuale delle possibilità. Poi però viene settembre e inizia a diluviare, a novembre inizia a gelare e fino al maggio successivo non si fa più niente.

il vantaggio della 5/8 è che, pur montata "bassa" sul piano di terra presenta un angolo di lancio basso sull'orizzonte, ma sinceramente non so quanto guadagneresti nel tuo caso, specie considerando che dal punto di vista del guadagno "puro" dell'antenna, la differenza sarebbe inferiore ad un punto "S" per cui...

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

#59
Citazione di: AZ6108 il 30 Giugno 2023, 12:21:59il contrappeso è TUTTO il palo, non solo la parte esterna, ho aggiunto una postilla al mio post precedente, rileggilo [emoji1]

Lascia le cose come sono, solo... sposta la choke come ti ho suggerito


In tal caso, piazza la choke sul tetto alla base del palo, in questo modo gli accoppiamenti tra palo e coassiale faranno fungere entrambi da contrappeso... sino alla choke, da quel punto il cavo si allontana dal palo e grazie alla choke non avrai problemi di accoppiamenti, lascia perdere l'idea dei radiali, nel tuo caso hai già un buon piano di terra (la rete elettrosaldata)

il vantaggio della 5/8 è che, pur montata "bassa" sul piano di terra presenta un angolo di lancio basso sull'orizzonte, ma sinceramente non so quanto guadagneresti nel tuo caso, specie considerando che dal punto di vista del guadagno "puro" dell'antenna, la differenza sarebbe inferiore ad un punto "S" per cui...
Infatti. Quando avevo la Mantova Turbo (oltre un metro più lunga e 3 kg più pesante e con 8 radiali di un metro e mezzo su cui si posavano le cornacchie e le gazze) nello stesso esatto punto della Sirio, i corrispondenti in locale mi davano un mezzo punticino in più di segnale e sentivo qualcosetta di più alla distanza, ma non poi tantissimo. La differenza di rendimento a mio avviso non giustifica la differenza di pericolo. Un'altra differenza è che la 5/8 dava 1:1 in 10.1 MHz e la 1/2 onda lo fa a 9.3 Mhz. Infatti ora ho le broadasting in 31 metri così forti che potrei usarle per farmi le uova all'occhio di bue.


Bene, grazie per il suggerimento, che va in rimuginatoio a farsi rimuginare. Poi magari un giorno farò qualcosa. [emoji1]