Autore Topic: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo  (Letto 3887 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mheta Cavaliere Oscuro

  • 1rgk084
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 872
  • Applausi 0
  • Sesso: Femmina
  • Urca Urca
    • Mostra profilo
Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« il: 16 Aprile 2008, 07:26:29 »
Ciao a tutti.
volevo chiedere a chi sa',come ci si dovrebbe comportare nel seguente caso:
siccome qui dalle mie parti nella provincia di novara c'è un ponte radioamatoriale che arriva giù a fondoscala e ci transito tranquillamente.
il ponte riceve a 431.xxx e trasmette a 438.775.

ora,la mia domanda è semplice:
un radioamatore italiano,come deve comportarsi per parlare con un corrispondente svizzero?
parla tranquillamente fornendo il nominativo(dato che per entrarci trasmetti a 431)
oppure è meglio non fornirlo dato che il ponte spara fuori bene a 438 ed in italia non è a statuto primario quella frequenza???

grazie per le risposte. :up:

Offline Emergency118

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3745
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in QRT "73 a tutti SK...
    • Mostra profilo
Re: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« Risposta #1 il: 16 Aprile 2008, 14:23:56 »
Ciao a tutti.
volevo chiedere a chi sa',come ci si dovrebbe comportare nel seguente caso:
siccome qui dalle mie parti nella provincia di novara c'è un ponte radioamatoriale che arriva giù a fondoscala e ci transito tranquillamente.
il ponte riceve a 431.xxx e trasmette a 438.775.

ora,la mia domanda è semplice:
un radioamatore italiano,come deve comportarsi per parlare con un corrispondente svizzero?
parla tranquillamente fornendo il nominativo(dato che per entrarci trasmetti a 431)
oppure è meglio non fornirlo dato che il ponte spara fuori bene a 438 ed in italia non è a statuto primario quella frequenza???

grazie per le risposte. :up:
...semplice, non puoi usarlo...Non sò come sia il regolamento svizzero e se da loro la 438.775 sia ammessa, ma la legge Italiana è parecchio chiara e da noi tale freq. è fuorilegge, statuto primario o secondario non c'entrano.....Proprio come se tu parli fra 434 e 435, frequenza comunque non assegnata e non utilizzabile :up:

Offline dukeluca86

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1962
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« Risposta #2 il: 16 Aprile 2008, 15:25:08 »
Beh pero a livello legale non saprei, perchè tu effettivamente non fai alcun reato perchè dalla tua stazione esci a 431 che è in banda concessa e perfettamente legale, se poi c'è un ponte li vicino non è di tua responsabilità, i segnali radio non rispettano i confini, ma ripeto non sono un esperto in legge e quindi bisogna chiedere a chi lo fà per mestiere.
Il miglior SO ? Linux !

Offline tre-ciclo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3458
  • Applausi 154
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore-cb-swl (TRENTINO)
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« Risposta #3 il: 17 Aprile 2008, 12:05:07 »
 :miiii: come la mettiamo allora con il fatto che il ripetitore svizzero "invade"con il suo segnale sia il territorio Italiano che la banda di frequenza non assegnata in Italia? ??? è lui che è fuorilegge..e di questo fatto andrebbero informate le autorità competenti.. magari quelle  Svizzere che sono tanto precisine....Tenete presente anche il fatto che basta un "furbo"qualsiasi ,con un apparecchio bibanda che vi trasli su una frequenza non assegnata...magari sotto i 430.000(e ci siamo capiti...)naturalmente è il vostro nominativo che sentono.. mangio.....speriamo in bene!....73 a tutti
Pedalate!...Tanto,sarete sempre dietro..

Offline Derrick

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 547
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« Risposta #4 il: 17 Aprile 2008, 12:50:39 »
La disquisizione non è affato semplice. Implica infatti varie cose, tra cui la disciplina dei rapporti radioelettrici transfrontalieri (ci sono problematiche legate anche alle emissioni radiotelevisive commerciali, per esempio) nonché la legittimità dei cosiddetti traslatori ecc.
Per eseprienza posso ricordare alcuni fatti. Il primo è che, se non ricordo male, l'attività su satelliti in modo A (quelli che lavoravano con UPlink in 2 metri e DOWNlink  in 10 metri, era a suo tempo consentita anche agli IW, quando questi non avevano accesso alle HF. La seconda è che tempo fa si era apeta una vivace discussione su un noto forum radioamatoriale addirittura sulla liceità di effettuare un QSO in split con una stazione americana in 40 metri che riceve nella porzione di banda consentita in Europa (fino ai 7,100) e trasmette in quella consentita in America (oltre 7,100). In questa occasione i pareri sono apparsi discordanti e nessuon, dico nessuno, ha saputo citare una qualche norma precisa alla quale attingere in un senso o nell'altro. (Fatto sta che questi QSO  durante i contest si sprecano...).

Ciao!


Offline Nembo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2770
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in qrt
    • Mostra profilo
Re: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« Risposta #5 il: 17 Aprile 2008, 13:00:08 »
Un vecchio amico di RGK, che ci legge sempre con attezione, mi ha postato la sua opinione sull' argomento.
Questo è quanto:

"Per i Radioamatori italiani é fuori banda mentre per gli HB9 é posizionato giusto vedi bandplan IARU
 
438.650 - 439.425  Repeater output channels  (uscita ripetitori in Svizzera Germania Austria)

(HB/DL/OE), 25 kHz spacing, 7.6 MHz shift

Guarda la pagina del ripetitore http://www.hb9rl.ch/Attivi/HB9RL-R.htm


PS: diverse bande in Italia sono limitate la più famosa e contestata sono i 40 metri
in Svizzera e molti paesi 7000/7200  in  Italia 7000/7100 così c'é sempre casino hi."


Personalmente ritengo che il radioamatore possa operare correttamente per le comunicazioni verso la Svizzera ( e non usare il ponte per qso italiani ) dato che la sua emissione di origine è certamente in banda. Ben più evidente è il problema in 40m dove per fare qso con gli americani si deve sempre andare fuori...
73 + 51  a tutti

Offline Marcello iw9hli

  • IW9HLI
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4228
  • Applausi 169
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« Risposta #6 il: 17 Aprile 2008, 16:38:59 »
Bè, il mio punto di vista è come quello di Stefano(nembo), sembra il più ragionevole.
Ma a volte la ragionevolezza non basta....

Io trasmetto dove mi è consentito trasmettere 431.xxx se poi il ponte esce chissa dove io non ci posso fare nulla, e visto che l'ascolto è libero, nessuna norma mi vieta di ascoltare a 438.XXX.

Vi ponto un una variante...se io uso ECHOLINK e trasmetto via Pc, è possibile che dall'altra parte io stia uscendo in una frequenza non assegnata in Italia, quindi perchè devo farmi questi problemi?

L'uscita del Ponte la gestisce la normativa svizzera, io penso alla mia emissione, che comunque deve rispettare il nostro ordimento giuridico.



« Ultima modifica: 17 Aprile 2008, 16:43:57 da Marcello 1RGK001 »
Ragazzi volevo chiedervi un favore, potreste recensire il mio QRL lavorativo estivo?
Già sono messo bene ma volevo farlo crescere con il vostro aiuto.
Si tratta di mettere  [emoji294]  [emoji294]  [emoji294]  [emoji294]  [emoji294]  (5 stelle)
sul luogo google di LIDO ROMA che vi linko qui sotto.
https://g.page/lido-roma/review?rc
Ovviamente questa estate COVID permettendo siete ospiti miei!

Offline tre-ciclo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3458
  • Applausi 154
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore-cb-swl (TRENTINO)
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« Risposta #7 il: 17 Aprile 2008, 17:17:13 »
 :up: ok Marcello..ottimo esempio...se il ponte Svizzero occupa delle frequenze non permesse in ITALIA,qualunque radioamatore che lo impegna,italiano o no ,trasmette su bande non autorizzate in ITALIA"...quindi...affari Elvetici marameo
Pedalate!...Tanto,sarete sempre dietro..

Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16361
  • Applausi 414
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« Risposta #8 il: 17 Aprile 2008, 22:02:47 »
:up: ok Marcello..ottimo esempio...se il ponte Svizzero occupa delle frequenze non permesse in ITALIA,qualunque radioamatore che lo impegna,italiano o no ,trasmette su bande non autorizzate in ITALIA"...quindi...affari Elvetici marameo
73 a tutti concordo che alla fine conta dove è ubicato il trasmettitore,se in suolo italiano deve rispettare le nostre normative,se in svizzera,le normative svizzere,ma se poi si ascolta il mio nominativo italiano in frequenze non assegnate in italia,non è che vengono a farmi storie i nostri controllori?certamente dovrebbero accertarsi che non è una mia emissione ma svizzera, ma come si può dimostrare che io trasmetto in regola e vengo traslato in frequenze diverse senza ne colpa ne pena?l'unico modo è quello di ripetere il nominativo con la frequenza di emissione?qui già succede per colpa di qualche buontempone che trasla i ripetitori dove è vietato... e sembra che sia l'unico modo per proteggersi...


Offline tre-ciclo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3458
  • Applausi 154
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore-cb-swl (TRENTINO)
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Ripetitore Svizzero in uhf e nominativo
« Risposta #9 il: 17 Aprile 2008, 22:17:17 »
 :miiii: siccome il promotore di questa discussione non ha mai fatto sentire(leggere)il suo parere....gli consiglierei,se è radioamatore e interessato all'argomento,di informare ,come suo diritto,la Polizia Postale della sua Regione e chiedere informazioni su come comportarsi a riguardo.Nella mia regione(Trentino),sono molto efficenti e severi...ma nello stesso tempo disponibili ;)
Pedalate!...Tanto,sarete sempre dietro..