Autore Topic: Il paradosso del nostro tempo  (Letto 2630 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline tulipano

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3604
  • Applausi 22
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Il paradosso del nostro tempo
« il: 09 Aprile 2008, 18:22:41 »
Oggi,per caso, ho letto in un sito questo brano che mi ha fatto riflettere...non voglio essere pessimista(non è nel mio carattere),ma realista...purtroppo dice come sta andando il mondo ...



Il paradosso del nostro tempo

Abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse, autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.

Spendiamo di più, ma abbiamo meno, comperiamo di più, ma godiamo meno. Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole, più comodità, ma meno tempo.

Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso, più conoscenza, ma meno giudizio, più esperti, e ancor più problemi, più medicine, ma meno benessere. Beviamo troppo, fumiamo troppo, spendiamo senza ritegno, ridiamo troppo poco, guidiamo troppo veloci, ci arrabbiamo troppo, facciamo le ore piccole, ci alziamo stanchi, vediamo troppa TV, e preghiamo di rado.

Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà, ma ridotto i nostri valori. Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso. Abbiamo imparato come guadagnarci da vivere, ma non come vivere. Abbiamo aggiunto anni alla vita, ma non vita agli anni.

Siamo andati e tornati dalla Luna, ma non riusciamo ad attraversare la strada per incontrare un nuovo vicino di casa.
Abbiamo conquistato lo spazio esterno, ma non lo spazio interno.

Abbiamo creato cose più grandi, ma non migliori. Abbiamo pulito l'aria, ma inquinato l'anima. Abbiamo dominato l'atomo, ma non i pregiudizi.

Scriviamo di più, ma impariamo meno. Pianifichiamo di più, ma realizziamo meno. Abbiamo imparato a sbrigarci, ma non ad aspettare.

Costruiamo computers più grandi per contenere più informazioni, per produrre più copie che mai, ma comunichiamo sempre meno.

Questi sono i tempi del fast food e della digestione lenta, grandi uomini e piccoli caratteri, ricchi profitti e povere relazioni.

Questi sono i tempi di due redditi e più divorzi, case più belle ma famiglie distrutte.

Questi sono i tempi dei viaggi veloci, dei pannolini usa e getta, della moralità a perdere, delle relazioni di una notte, dei corpi sovrappeso e delle pillole che possono farti fare di tutto, dal rallegrarti al calmarti, all'ucciderti.

E' un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.

Un tempo in cui la tecnologia può farti arrivare questa lettera, e in cui puoi scegliere di condividere queste considerazioni con altri, o di cancellarle.

RICORDA SEMPRE:
la vita non si misura da quanti respiri facciamo, ma dai momenti che ci tolgono il respiro.

Giusy Tulipano

1RGK030

Offline neil69

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1460
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #1 il: 09 Aprile 2008, 23:01:01 »
Sai a dire il vero nemmeno io sono pessimista ma mi ci vedo in prima persona dentro molte di queste frasi :rool:purtroppo e la pura verita :-\
Modulante Mastrolindo

Offline dukeluca86

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1962
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #2 il: 09 Aprile 2008, 23:17:24 »
Sono daccordo purtroppo  :-\
Il miglior SO ? Linux !


Offline DAb84

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 294
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Stazione: op. Daniele QTH: Garfagnana
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #3 il: 09 Aprile 2008, 23:19:08 »
idem per me...mi ci ritrovo anche io in mlte di queste frasi...purtroppo...
altre promesse false non le sento, se mi starai davanti io ti sfondo, di vita questa ho, quindi ci credero, perchè¨ sarà  cosi, fino in fondo

Offline gattonero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1770
  • Applausi 20
  • Sesso: Maschio
  • C.B. GattoNero Salento - Puglia
    • Mostra profilo
    • Radioamatore
    • E-mail
  • Nominativo: IW7ED
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #4 il: 09 Aprile 2008, 23:30:17 »
Bhè siamo una società di robot......tra un pò    :mrgreen:
 :grin: :grin:
1-R G K-129 -----Station Dx 11meter - 1 T.M.129
                 1 F R I 1857 -  Free-Radio-Italia
                             PMR/LPD Italy 
                                 Op.Fabio
    
             Sito WEB: http://iw7ed.jimdo.com/


Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #5 il: 09 Aprile 2008, 23:52:00 »
la realta' e' che la razza umana si sta estinguendo e stanno prendendo il posto degli umani esseri fragili di aspetto bellissimo che curano piu' l'aspetto fisico che la cultura e la solidarieta'

una societa' individualista che schiaccia i piccoli livella le intelligenze e crea esigenze per guadagnarci e rendere la gente schiava di telefonini ed altre cose inutili rese necessarie da furboni
visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------

Offline arizona

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2555
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #6 il: 10 Aprile 2008, 06:50:22 »
non c'è che dire, rispecchia la realtà di molti, me compreso.....


Ottone

  • Visitatore
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #7 il: 10 Aprile 2008, 09:11:20 »
Rispecchia anche il mio pensiero e mi identifico in moltissimi punti della descrizione.

E con spirito di autocritica mi sento di aggiungere che questo altro non è che il rovescio della medaglia del consumismo sfrenato, descritto molto, molto bene.
Ce lo vogliamo purtroppo,
dovremmo invertire questa tendenza che ormai va avanti da anni, ma oggi più che prima sta diventando evidente.

Ciao a tutti, buona giornata.

Offline devilx

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1457
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #8 il: 10 Aprile 2008, 10:20:40 »
Quoto !!!!!!


Offline LuigiEclisse

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 593
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Gruppo "Radio Piemonte" Internetional DX.CB.OM.SWL
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #9 il: 10 Aprile 2008, 14:02:03 »
Il brano che ha postato Tulipano rispecchia la realtà di questo tempo.
La perdita totale dei valori sani, si da più importanza alle cose materiali.

Offline hafrico

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 23267
  • Applausi 251
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #10 il: 10 Aprile 2008, 14:39:30 »
CIAO...... TULIPANO.............oramai un po mi conosci.............. e sai quindi che sono d'accordo con te............ anche certi discorsi che sento qua rispecchiano quello che sta succedendo nel mondo........... ma che ci possiamo fare.....


Offline MIKAPPA1

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 570
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • The Mickyndian
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #11 il: 10 Aprile 2008, 15:26:12 »
Tranquilli tutti che abbiamo un grande futuro alle nostre spalle! Detto ciò però, pensate a quelli che silenziosamente ha sempre fatto e non detto, che si sono sempre messi al fianco dei bisognosi, che ha scritto, creato arte, educato, costruito e vedrete che fanno parte di una bella MAGGIORANZA! Spesso silenziosa ma sempre maggioranza. Il sistema però, e coloro che lo pilotano  (per la legge del cane che morde il padrone ed il padrone che morde il cane) non ne parlano. Può anche darsi che si va verso il peggio ma non è mica detto che per forza sarà così. Se si cominciasse, ognuno nella sfera che lo circonda e che più o meno riesce ad influenzare di dare esempio e di “educare”…………
73
MIKAPPA1-IZ20IF

Offline Marcello iw9hli

  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4135
  • Applausi 160
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #12 il: 10 Aprile 2008, 15:43:11 »
Che dire, è vero molte di queste frasi sono vere, molte però sono le solite frasi che si sentono spesso, che utilizzano i capi spirituali per avvicinare fedeli in una qualsiasi dottrina religiosa, setta o movimento spirituale.....
La continua perdita di valori spirituali in contrasto con il miglioramento delle condizioni materiali  è da sempre esistita.....l'uomo materialista lo è stato sempre(non è un paradosso del nostro tempo) prevaricatore verso i suoi simili, ingordo e spietato....io non ci vedo nulla di nuovo in questi fatti...
vedo però la furbizia di chi ha scritto queste righe(non non tu Tulipano) nel unire questi dati di fatto sempre esistiti con altri dati di fatto derivati dal nostro progresso tecnologico, la mancanza di tempo, l'andata sulla luna, l'aumento dei divorzi e la conseguenti famiglie distrutte....scusate ma meglio un bel divorzio o una vita di coppia infernale senza rispetto come avveniva 30 anni fa...

Io prenderei questo testo con le pinze perché a mio avviso è scritto per fare colpo sulla gente semplice che leggendo queste frasi fatte si immedesima(e anche io l'ho fatto).
Ma poi ho riflettuto e sto scrivendo questo mio pensiero.

Non so se sono stato chiaro anche perchè non sto dando un giudizio preciso..lascio a chi mi legge il dubbio su quanto scritto sopra.

Se il mondo sta andando cosi(come dice tulipano), ci va da quando l'uomo sapiens ha preso la consapevolezza della sua inteligenza, non dalle scoperte di dell'utlimo centinaio di anni......adesso c'e' internet...ma 4000 anni fa c'era la ruota.

Non so se mi sono spiegazzato bene....credo di no....ma mi sembra un testo di qualche religioso estremista che tenta di convincermi a far parte della sua istituzione religiosa.

Saluti
Marcello

P.s. Dimenticavo....QUOTO MKAPPA1...

« Ultima modifica: 10 Aprile 2008, 15:52:50 da Marcello 1RGK001 »


Offline MIKAPPA1

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 570
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • The Mickyndian
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #13 il: 10 Aprile 2008, 15:57:04 »
Concordo con il 001. Tutto esiste e la conoscenza ci porta a volerci impossessarcene ma, agiungo io,  non approfittiamoci troppo.
73 
MIKAPPA1-IZ20IF

Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #14 il: 10 Aprile 2008, 16:39:05 »
La continua perdita di valori spirituali in contrasto con il miglioramento delle condizioni materiali  è da sempre esistita.....l'uomo materialista lo è stato sempre(non è un paradosso del nostro tempo) prevaricatore verso i suoi simili, ingordo e spietato....io non ci vedo nulla di nuovo in questi fatti...

Io prenderei questo testo con le pinze perché a mio avviso è scritto per fare colpo sulla gente semplice che leggendo queste frasi fatte si immedesima(e anche io l'ho fatto).

Se il mondo sta andando cosi(come dice tulipano), ci va da quando l'uomo sapiens ha preso la consapevolezza della sua inteligenza, non dalle scoperte di dell'utlimo centinaio di anni......adesso c'e' internet...ma 4000 anni fa c'era la ruota.

il materialismo ha radici antiche ma ora è portato al massimo
almeno in italia raramente la gente nuore di fame ma la gente è indebitata per le cose che il mondo ci dice che sono indispensabili

ad esempio IO ho 3 schede telefoniche (poi perche' sono genovese le ho accoppiate con telefoni senza nulla del valore max di 30 euro)
avevo resistito fino al 1996 poi una YL mi ha regalato la schiavitu' del cellulare

comodo utile ma sto esagerando che senso ha avere 3 telefoni accesi quando posso parlare solo con uno alla volta???

ma uno ho il conto che è condiviso con la moglie... l'altro ogni volta che ricarico mi regala un tot ... l'ultimo ha una tariffa comoda che non mi svena parlando con quasi tutti

rimangono i miei 3 numeri che sono stati dati in maniera random ad amici e parenti ...

che fare PRIMA O POI butto tutto
pertanto la tecnologia e le cose nuove dovrebbero mirare ad un vero benessere spirituale e fisico della gente mentre queste invenzione mi sembrano mirate a creare nuove esigenze

per quanto riguarda il testo fatto ad ok per fare immedesimare la gente posso essere d'accordo ma molti per spiegazzare cose di importanza fondamentali usano esempi terra terra

ricordo uno con la barba che è morto 1938 anni prima della mia nascita che per far capire alla gente disse

Citazione
In quel giorno Gesù, uscito di casa, si mise a sedere presso il mare ed una grande folla si radunò intorno a lui; cosicché egli, salito su una barca, vi sedette; e tutta la folla stava sulla riva. Egli insegnò loro molte cose in parabole, dicendo:

«Il seminatore uscì a seminare. Mentre seminava, una parte del seme cadde lungo la strada
gli uccelli vennero e la mangiarono.
Un'altra cadde in luoghi rocciosi dove non aveva molta terra; e subito spuntò, perché non aveva terreno profondo; ma, levatosi il sole, fu bruciata; e, non avendo radice, inaridì.
Un'altra cadde tra le spine; e le spine crebbero e la soffocarono.
Un'altra cadde nella buona terra e portò frutto, dando il cento, il sessanta, il trenta per uno.

Chi ha orecchi

credo anche questa

Citazione
è scritto per fare colpo sulla gente semplice che leggendo queste frasi fatte si immedesima(e anche io l'ho fatto).

ma a distanza di quasi 2000 anni è valida ancora sia per le semenze che per le persone

visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------


Offline aquiladellanotte

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3344
  • Applausi 136
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #15 il: 10 Aprile 2008, 17:05:12 »
Che dire, è vero molte di queste frasi sono vere, molte però sono le solite frasi che si sentono spesso, che utilizzano i capi spirituali per avvicinare fedeli in una qualsiasi dottrina religiosa, setta o movimento spirituale.....
La continua perdita di valori spirituali in contrasto con il miglioramento delle condizioni materiali  è da sempre esistita.....l'uomo materialista lo è stato sempre(non è un paradosso del nostro tempo) prevaricatore verso i suoi simili, ingordo e spietato....io non ci vedo nulla di nuovo in questi fatti...
vedo però la furbizia di chi ha scritto queste righe(non non tu Tulipano) nel unire questi dati di fatto sempre esistiti con altri dati di fatto derivati dal nostro progresso tecnologico, la mancanza di tempo, l'andata sulla luna, l'aumento dei divorzi e la conseguenti famiglie distrutte....scusate ma meglio un bel divorzio o una vita di coppia infernale senza rispetto come avveniva 30 anni fa...

Io prenderei questo testo con le pinze perché a mio avviso è scritto per fare colpo sulla gente semplice che leggendo queste frasi fatte si immedesima(e anche io l'ho fatto).
Ma poi ho riflettuto e sto scrivendo questo mio pensiero.

Non so se sono stato chiaro anche perchè non sto dando un giudizio preciso..lascio a chi mi legge il dubbio su quanto scritto sopra.

Se il mondo sta andando cosi(come dice tulipano), ci va da quando l'uomo sapiens ha preso la consapevolezza della sua inteligenza, non dalle scoperte di dell'utlimo centinaio di anni......adesso c'e' internet...ma 4000 anni fa c'era la ruota.

Non so se mi sono spiegazzato bene....credo di no....ma mi sembra un testo di qualche religioso estremista che tenta di convincermi a far parte della sua istituzione religiosa.

Saluti
Marcello

P.s. Dimenticavo....QUOTO MKAPPA1...




concordo pienamente
aquila della notte 1adn089
IZ0PQE

Offline Marcello iw9hli

  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4135
  • Applausi 160
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #16 il: 10 Aprile 2008, 17:54:15 »
Francesco intendiamoci io non sto dicendo che il materialismo non esiste o che è sbagliato spiegazzare con esempi terra terra. Sto solamente dicendo che:

Il materialismo dell'uomo non è una novità, è insito nell'uomo dai tempi dei tempi.
Oggi c'è' il benessere e il consumismo la fa da padrona, ieri questo benessere non c'era e l'ingordigia dell'uomo si manifestava per la terra, il denaro, o il cibo (per andare alla preistoria).

L'uomo è andato evolvendosi più dal lato materiale che quello spirituale.
Ma questo non significa che il progresso ha influito negativamente sulla natura dell'uomo.

E' stata la natura negativa insita nell'uomo che del progresso ne ha fatto cosa negativa eventualmente.
Diveramente  da quanto si evince nel testo che sembra dare la colpa alla tecnologia dei mali dell'uomo.
Per questo mi sembra di sentire una predica di un religioso fanatico su queste righe.

Ora questo genere di testi che si trovano in giro per la rete come molte catene di San'Antonio, mirano a fare colpo sulle persone semplici che si immedesinano, è una unione di frasi fatte che sembrano correlati tra loro ma solo per colpirci perchè poi non danno nessun suggerimento non aprono nessuna strada.

  • Abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse, autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.
Questa frase unisce due cose vere ma che nono collegate tra loro...

  • Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso, più conoscenza, ma meno giudizio, più esperti, e ancor più problemi, più medicine, ma meno benessere.


Su quale base si può dire una cosa del genere...abbiamo più istruzione e meno buon senso? Quindi mi volete dire che quando c'era meno istruzione eravamo più saggi? Bè io non direi proprio senza l'istruzione c'e' delinquenza, senza istruzione c'e' violenza, senza istruzione non c'e' una società giusta.

Più esperti e più problemi....qua è come se dicesse che per colpa della conoscenza e del progresso nella medicina adesso ci sono più malattie....siccome prima non le conoscevamo non c'erano...adesso che il progresso ce le ha fatte scoprire ce ne sono di più.

Poi tutto quello che tutti avete detto è sacrosanto e lo condivido più che altro volevo dare una altra visione dello stesso testo che apparentemente dice cose giuste ma guardandolo bene potrebbe dire altro...tutto qui...sono d'accorod con tutti voi io ho 12 schede sim intestate a me...e ormai senza cellulare non so camminare...e pure è vero che lo vorrei buttare dal balcone quando non prende e non si sente nulla!!! A volte mi domando: Ma prima come facevo senza il cell?

Regoliamoci tutti.....da stasera niente più FORUM!!!

« Ultima modifica: 10 Aprile 2008, 18:02:33 da Marcello 1RGK001 »


Offline MIKAPPA1

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 570
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • The Mickyndian
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #17 il: 10 Aprile 2008, 18:18:37 »
Ci stiamo addentrando in ragionamenti complessi e la lunghezza dei nostri interventi lo dimostra. Solo due appunti: non sono per nulla convinto che “L'uomo è andato evolvendosi più dal lato materiale che quello spirituale”. Il mio punto è che si fa molta più fatica ad essere che ad avere e l’uomo è più facilmente portato a facilitarsi i percorsi ovvero, l’uomo ha liberamente scelto di non evolversi ma di arricchirsi. L’altro punto e che non sono per nulla convinto che ci sia del male nella natura del uomo. Potrebbe darsi che nel mio DNA (fisico e non natura quindi) ci sia qualche cosa che mi induce ad uccidere ma non tutti si nasce potenziali criminali.
Sulle sete ce poco da dire. Stia lontano chi può e povero chi ci casca.
73
MIKAPPA1-IZ20IF

Offline tulipano

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3604
  • Applausi 22
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #18 il: 10 Aprile 2008, 20:12:55 »
Marcello,innanzitutto questo brano non mi pare scritto da un religioso fanatico,in alcune cose concordo con Te,in altre un pò meno.Con la frase "abbiamo più istruzione,ma meno buon senso",a mio modesto parere,vuol dire che avendo più istruzione si dovrebbe avere più buon senso,come una conseguenza che in realtà non c'è:è qui il "paradosso del nostro tempo"!!!!Non so se mi "spiegazzo"... ;-)
L'uomo è sempre stato "materialista",e su questo concordo con Te,il "paradosso" è che sta diventando TROPPO materialista!!!Ben venga il progresso,guai se non ci fosse!!!Ma purtroppo ,come in ogni cosa,ci sono i lati negativi e quelli positivi.Oggi conta più "l'apparire" che non "l'essere".La tecnologia è di giovamento a tutti,ma diventare suoi "schiavi" no.Tu dici che non puoi fare a meno del cellulare,e ti capisco,infatti io se dovessi dimenticare il cellulare a casa,ritorno per prenderlo...più "schiavi" di così... :mrgreen:Ma vi ricordate quando 5 anni fa(Settembre 2003) "si spense" l'Italia per 24 ore?Per avere notizie abbiamo ascoltato la radio in macchina...mancava la luce e mancava tutto!!
Comunque ho postato questo brano perchè voleva essere solo una riflessione,senza polemiche,poi ognuno rimane con il suo parere...

P.S.Caro Macchia Nera,la frase "da stasera niente più forum" non mi è piaciuta! >:D >:D >:
« Ultima modifica: 11 Aprile 2008, 11:07:33 da tulipano »
Giusy Tulipano

1RGK030


Offline MIKAPPA1

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 570
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • The Mickyndian
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #19 il: 10 Aprile 2008, 20:22:19 »
Essere “troppo materialista” è come essere “troppo onesto” il “troppo è di troppo”. O sei onesto o non lo sei. Idem per materialista.
73
MIKAPPA1-IZ20IF

Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #20 il: 10 Aprile 2008, 22:02:37 »

L'uomo è andato evolvendosi più dal lato materiale che quello spirituale.
Ma questo non significa che il progresso ha influito negativamente sulla natura dell'uomo.


  • Abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse, autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.
Questa frase unisce due cose vere ma che nono collegate tra loro...

  • Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso, più conoscenza, ma meno giudizio, più esperti, e ancor più problemi, più medicine, ma meno benessere.


  • Su quale base si può dire una cosa del genere...abbiamo più istruzione e meno buon senso? Quindi mi volete dire che quando c'era meno istruzione eravamo più saggi? Bè io non direi proprio senza l'istruzione c'e' delinquenza, senza istruzione c'e' violenza, senza istruzione non c'e' una società giusta.



si effettivamente e` vero che non sono in relazione ma sono cose sicuramente vere e probabilmente erano vere anche per i nostri nonni

forse prima non si notava in quanto la gente del secolo scorso proveniva dalla fame e dalle guerre si faceva poche domande e pensava ad accumulare ed a superare la fame atavica

adesso che siamo piu` sazi vengono in mente piu` cose

per quanto riguarda l`istruzione e` sacrosanta ed e` un diritto per ognuno ma non bisogna confonderla con nozionismo e la cultura in questo tempo di plulilaureati sta sparendo soffocata dai troppi impegni e da una societa` che ci rende troppo individualisti (anche in coppia ed in famiglia)

comunque marcello giusta osservazione ed ineccepibile
visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------


Offline Marcello iw9hli

  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4135
  • Applausi 160
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #21 il: 11 Aprile 2008, 00:38:32 »
Lungi da me fare polemiche...assolutamente...stavo dando solamente la mia chiave di lettura ...che inizialmente era in un modo e poi è maturata rileggendo e ripensando...tutto qui...figurati tulipano....anzi se trovi altri brani del genere li analizziamo...se no a che serve il foro a parlare no?

73

Marcello.




Offline arizona

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2555
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #22 il: 11 Aprile 2008, 06:53:16 »
be, noto che leggendolo un po di volte si possono dare diverse interpretazioni, ma alla fine non è del tutto sbagliato.... ;-)


Offline tulipano

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3604
  • Applausi 22
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #23 il: 11 Aprile 2008, 09:10:42 »
Lungi da me fare polemiche...assolutamente...stavo dando solamente la mia chiave di lettura ...che inizialmente era in un modo e poi è maturata rileggendo e ripensando...tutto qui...figurati tulipano....anzi se trovi altri brani del genere li analizziamo...se no a che serve il foro a parlare no?

73

Marcello.

 :up:   abbraccino




Giusy Tulipano

1RGK030

Offline Nembo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2770
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in qrt
    • Mostra profilo
Re: Il paradosso del nostro tempo
« Risposta #24 il: 11 Aprile 2008, 09:28:18 »

Il paradosso del nostro tempo

Abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse, autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.

Spendiamo di più, ma abbiamo meno, comperiamo di più, ma godiamo meno. Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole, più comodità, ma meno tempo.

Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso, più conoscenza, ma meno giudizio, più esperti, e ancor più problemi, più medicine, ma meno benessere. Beviamo troppo, fumiamo troppo, spendiamo senza ritegno, ridiamo troppo poco, guidiamo troppo veloci, ci arrabbiamo troppo, facciamo le ore piccole, ci alziamo stanchi, vediamo troppa TV, e preghiamo di rado.

Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà, ma ridotto i nostri valori. Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso. Abbiamo imparato come guadagnarci da vivere, ma non come vivere. Abbiamo aggiunto anni alla vita, ma non vita agli anni.

Siamo andati e tornati dalla Luna, ma non riusciamo ad attraversare la strada per incontrare un nuovo vicino di casa.
Abbiamo conquistato lo spazio esterno, ma non lo spazio interno.

Abbiamo creato cose più grandi, ma non migliori. Abbiamo pulito l'aria, ma inquinato l'anima. Abbiamo dominato l'atomo, ma non i pregiudizi.

Scriviamo di più, ma impariamo meno. Pianifichiamo di più, ma realizziamo meno. Abbiamo imparato a sbrigarci, ma non ad aspettare.

Costruiamo computers più grandi per contenere più informazioni, per produrre più copie che mai, ma comunichiamo sempre meno.

Questi sono i tempi del fast food e della digestione lenta, grandi uomini e piccoli caratteri, ricchi profitti e povere relazioni.

Questi sono i tempi di due redditi e più divorzi, case più belle ma famiglie distrutte.

Questi sono i tempi dei viaggi veloci, dei pannolini usa e getta, della moralità a perdere, delle relazioni di una notte, dei corpi sovrappeso e delle pillole che possono farti fare di tutto, dal rallegrarti al calmarti, all'ucciderti.

E' un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.

Un tempo in cui la tecnologia può farti arrivare questa lettera, e in cui puoi scegliere di condividere queste considerazioni con altri, o di cancellarle.

RICORDA SEMPRE:
la vita non si misura da quanti respiri facciamo, ma dai momenti che ci tolgono il respiro.



Possiamo girarci intorno come vogliamo, ma questa è la fotografia di come siamo.
Ovviamente sta a noi di cercare di andare in controtendenza.
Per noi stessi e per gli altri.
73 + 51  a tutti