Autore Topic: Gain Master sperimentale con choke W2DU  (Letto 3246 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline 1KT01

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 97
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
  • Nominativo: 1KT001
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #25 il: 02 Febbraio 2021, 08:40:30 »
"di solito avere una larghezza di banda così ampia ed un buon guadagno sono difficili in coppia.."


 [emoji41]


Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4698
  • Applausi 178
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #26 il: 02 Febbraio 2021, 10:36:00 »
...ne fai una e passa tutto!...
E' un problema già pensare una cosa simile!

Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #27 il: 02 Febbraio 2021, 19:50:43 »
E' un problema già pensare una cosa simile!


[emoji12]


Per tornare agli aggiornamenti, oggi l'ho messa sul palo come da foto allegate.
Le prime impressioni pratiche...non è l'antenna dei miracoli, forse per come l'ho fatta io, non so.
La silenziosità è abbastanza relativa, nel senso che se non c'è niente a fare rumore elettrico in giro l's meter sta a zero proprio, basta che accendo il pc che è in una stanza ad una decina di metri per avere giù rumore a s1/s3 che rende nullo il guadagno (qualcosa c'è) rispetto all'antenna precedente (questa qui nello stesso posto).
Lo stesso problema l'ho riscontrato con tutte le altre verticali che ho fatto, ho letto da qualche parte che il rumore elettrico dei vari dispositivi switching ha una polarizzazione prevalentemente verticale e dev'essere vero.
Mi viene da pensare che se alzavo l'altra di qualche metro probabilmente faceva le scarpe a questa.
In trasmissione nemmeno vince, quelli con cui parlo di solito non hanno notato alcuna differenza ed all'sdr più vicino non arrivavo prima e non ci arrivo adesso.
Non mi sento di bocciare l'idea però, in fin dei conti è abbastanza semplice da realizzare, non serve tarare niente, copre una banda ben più ampia di quella che mi serve, non ha radiali ed è poco vistosa.
L'ultima cosa, non meno importante, è che quella vera magari va molto meglio, la mia è una cosa fatta in casa con cose di recupero..


Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3840
  • Applausi 143
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #28 il: 03 Febbraio 2021, 20:53:41 »
Non ho l'originale ma una copia e le prestazioni sono quelle, più o meno.
La cosa più interessante sarebbe riuscire a definire e rendere riproducibile il tuo choke W2DU.
« Ultima modifica: 03 Febbraio 2021, 20:56:08 da kz »

Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #29 il: 04 Febbraio 2021, 00:35:49 »
Non ho l'originale ma una copia e le prestazioni sono quelle, più o meno.
La cosa più interessante sarebbe riuscire a definire e rendere riproducibile il tuo choke W2DU.

La vedo dura, è composto da ferriti casuali prodotte in epoche diverse, si va dai primi monitor a colori per pc a cavi usb di qualche anno fa come fonti.
Penso che qualcuno con uno strumentino adatto volendo potrebbe fare qualche test e non dovrebbe essere difficile trovare dei modelli più reperibili.
Io non lo so come si fa ma ho visto spesso questo tipo di prove su choke fatti in vari modi.
In rete cercando W2DU ci sono articoli dove indicano qualcosa in più, avevo cercato e sono barilotti che non costano nemmeno molto.
E' probabile che ne servano di meno, io ho abbondato per evitare di essere in difetto.
Ne ho pure un altra versione di simil GM in testa, però prima la voglio provare, ho ancora molti punti oscuri da dipanare prima di proporla.


Offline Arek

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 25
  • Applausi 4
    • Mostra profilo
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #30 il: 04 Febbraio 2021, 01:13:21 »
È anche possibile verificare il funzionamento dello starter sotto forma di 5 spire del filo avvolto sul nucleo FT240-43.

Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #31 il: 04 Febbraio 2021, 11:56:13 »
È anche possibile verificare il funzionamento dello starter sotto forma di 5 spire del filo avvolto sul nucleo FT240-43.

Perdonami ma non l'ho capita questa...


Per tornare alle prove pratiche, qualche misura dell'swr a varie frequenze:

25.615 - 1.8
25.855 - 1.6
26.055 - 1.5
26.515 - 1.4
26.755 - 1.4
26.965 - 1.2
27.205 - 1.2
27.405 - 1.2
27.555 - 1.2
27.865 - 1.2
28.315 - 1.2
28.555 - 1.3
28.755 - 1.3
29.215 - 1.5
29.455 - 1.6
29.655 - 1.8
29.905 - 2.0
30.105 - 2.2

Non mi pare male, volendo forse si può ottimizzare ancora un po' variando qualche misura ma non ne vedo la necessità se non per pignoleria estrema.


Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3840
  • Applausi 143
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #32 il: 04 Febbraio 2021, 12:19:18 »
È anche possibile verificare il funzionamento dello starter sotto forma di 5 spire del filo avvolto sul nucleo FT240-43.
Perdonami ma non l'ho capita questa...

arek credo sia polacco e credo utilizzi un traduttore automatico per i suoi interventi, quindi è necessaria un po' di interpretazione.
secondo me voleva dire che un choke efficace per la GM autocostruita si può realizzare con 5 spire di rg58 su un toroide FT240-43, che è vero (anche se 5 spire mi sembrano pochine) ma esula da uno dei requisiti principali del tuo progetto: mettere tutta l'antenna dentro la canna da pesca.

la misura di ROS che hai verificato è coerente con la spropositata larghezza di banda della GM, le prestazioni pure, è fatta così, teniamocela buona per i pregi: la flessibilità d'uso, la leggerezza, la facilità d'installazione; e chiudiamo un occhio sui difetti: la scarsa efficenza, la permeabilità al QRM
« Ultima modifica: 04 Febbraio 2021, 12:28:28 da kz »

Offline Arek

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 25
  • Applausi 4
    • Mostra profilo
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #33 il: 04 Febbraio 2021, 15:06:14 »
Sì, grazie per il tuo aiuto, è quello che volevo dire :-). Cordiali saluti e grazie :-).

Ottimi risultati di misurazione.


Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #34 il: 04 Febbraio 2021, 17:28:18 »
la misura di ROS che hai verificato è coerente con la spropositata larghezza di banda della GM, le prestazioni pure, è fatta così, teniamocela buona per i pregi: la flessibilità d'uso, la leggerezza, la facilità d'installazione; e chiudiamo un occhio sui difetti: la scarsa efficenza, la permeabilità al QRM

In realtà in merito al qrm devo rivedere un po' la prima impressione, per avere quei valori di ros ho dovuto mettere mano al PL sul cavo che arriva dalla stazione.
L'altro giorno l'ho messa su che quasi pioveva e di conseguenza non sono stato li a guardare tutto, il connettore era piuttosto ossidato e le misure non corrispondevano con quelle fatte in giardino.
Ora che ho sistemato tutto ad esempio il pc acceso non lo sento più in radio!
E' probabile che anche in trasmissione perdevo qualcosa (ed è già poco di partenza), stasera se c'è gente vedo se va meglio, da quanto hanno rimesso la zona gialla non c'è più nessuno di giorno..

Per me nell'insieme è una buona antenna per come l'hanno ideata, paga un po' lo scotto di tutto il marketing che ci hanno costruito su, uno si aspetta chissà che ed invece è "solo" una buona antenna.
Per chi vuole autocostruirla la vedo perfino più adatta di altre, a me solo rispettando le misure ha funzionato al primo colpo e non me l'aspettavo, di solito qualche ritocchino serve sempre.


Sì, grazie per il tuo aiuto, è quello che volevo dire :-). Cordiali saluti e grazie :-).

Ottimi risultati di misurazione.

Grazie! Ora è più chiaro!

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3840
  • Applausi 143
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #35 il: 04 Febbraio 2021, 19:06:10 »
del resto, per chi ha messo mano ai vecchi motori a 2 e 4 tempi a carburatore, "choke" e "starter" sono sinonimi :-)


Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #36 il: 04 Febbraio 2021, 23:35:09 »
del resto, per chi ha messo mano ai vecchi motori a 2 e 4 tempi a carburatore, "choke" e "starter" sono sinonimi :-)

E' vero, però a forza di chiamarlo "aria" me lo ero dimenticato proprio!

Offline Skypperman

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4672
  • Applausi 137
  • Sesso: Maschio
  • Utente Antennista
    • Mostra profilo
  • Nominativo: VE7ADA
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #37 il: 07 Febbraio 2021, 17:32:05 »
M74, prima di fare altre prove o altre antenne simili, ti consiglio di spendere qualche decina di euro e prendere un NanoVna, con il quale puoi misurare con estrema precisione l'isolamento dei tuoi choke o isolatori W2DU, così da determinare la presenza o meno di correnti di ritorno. Andare a braccia come fai tu non lo vedo un metodo molto efficace.
73\'s Alex - Skypperman
Un dollaro per la radio, 100 per l\'antenna.

https://www.facebook.com/skypper.man     https://picasaweb.google.com/1SD019.alex       http://www.youtube.com/user/1SD019



Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #38 il: 07 Febbraio 2021, 18:07:53 »
M74, prima di fare altre prove o altre antenne simili, ti consiglio di spendere qualche decina di euro e prendere un NanoVna, con il quale puoi misurare con estrema precisione l'isolamento dei tuoi choke o isolatori W2DU, così da determinare la presenza o meno di correnti di ritorno. Andare a braccia come fai tu non lo vedo un metodo molto efficace.

Hai ragione su tutta la linea, però al momento non c'è trippa per gatti e le alternative sono due, o si fa con quel che c'è o non si fa niente.
Tra le due scelgo la prima altrimenti le idee rimangono per sempre tali, poi col tempo vedrò di attrezzarmi meglio.

Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16431
  • Applausi 421
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #39 il: 07 Febbraio 2021, 18:23:53 »
73 a tutti, al pari del rosmetro e carico fittizio non deve mancare l'amperometro rf a chi traffica con antenne, choke ecc... https://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2016/01/24/amperometro-rf/ il nanovna è veramente molto utile per un sacco di cose ma i tre sopra vengono prima...


Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #40 il: 07 Febbraio 2021, 19:22:09 »
73 a tutti, al pari del rosmetro e carico fittizio non deve mancare l'amperometro rf a chi traffica con antenne, choke ecc... https://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2016/01/24/amperometro-rf/ il nanovna è veramente molto utile per un sacco di cose ma i tre sopra vengono prima...

Quello lo avevo fatto, poi l'ho prestato ed ora non ce l'ho più, un grande classico!
Appena posso ne costruisco un altro.

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3840
  • Applausi 143
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #41 il: 08 Febbraio 2021, 08:10:18 »
mi permettete una provocazione?
tutti consigliamo l'acquisto del nanoVNA, anche perché costa molto poco per tutte le funzioni che ha, ma come si faceva a costruire le antenne, prima?
si faceva come ha fatto Maurizio: un progetto basato su un modello, un po' di calcoli matematici e poi prove su prove a bassa potenza con il rosmetro e con l'amperometro.
le nuove tecnologie sono ottime e ci aiutano molto, ma cerchiamo di non perdere di vista le vecchie abilità e i vecchi metodi.


Offline Skypperman

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4672
  • Applausi 137
  • Sesso: Maschio
  • Utente Antennista
    • Mostra profilo
  • Nominativo: VE7ADA
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #42 il: 08 Febbraio 2021, 20:26:52 »
mi permettete una provocazione?
tutti consigliamo l'acquisto del nanoVNA, anche perché costa molto poco per tutte le funzioni che ha, ma come si faceva a costruire le antenne, prima?
si faceva come ha fatto Maurizio: un progetto basato su un modello, un po' di calcoli matematici e poi prove su prove a bassa potenza con il rosmetro e con l'amperometro.
le nuove tecnologie sono ottime e ci aiutano molto, ma cerchiamo di non perdere di vista le vecchie abilità e i vecchi metodi.
Prima si usava il vecchio MFJ-259b che fa praticamente le stesse cose ma in modo più spartano!
Lo posseggo ancora, comprato una ventina di anni fa e pagato un bel po!
73\'s Alex - Skypperman
Un dollaro per la radio, 100 per l\'antenna.

https://www.facebook.com/skypper.man     https://picasaweb.google.com/1SD019.alex       http://www.youtube.com/user/1SD019


Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3840
  • Applausi 143
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #43 il: 08 Febbraio 2021, 20:54:31 »
e prima di 20 anni fa?


Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #44 il: 08 Febbraio 2021, 23:34:03 »
e prima di 20 anni fa?

Prima si faceva con quello c'era, e visto che gli strumenti costavano un botto anche con poco o niente.
E' vero che oggi è un peccato non cogliere l'occasione di averli ad un costo molto ragionevole, però si fa in qualche modo lo stesso, poi se c'è passione l'attrezzarsi vien da se.
Se a qualcuno serve un antenna, gli piace la mia variante sul tema ed ha il non plus ultra della strumentazione non ci mette molto a verificare se le mie ipotesi trovano riscontro nella realtà o meno...a me basta che l'antenna fa il suo dovere per il momento.

Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #45 il: 28 Marzo 2021, 18:09:08 »
Riesumo la discussione perché ho realizzato una rudimentale sonda rf per fare qualche misura come da schema allegato, nella foto si vede come l'ho realizzata.
C'è la solita clip in ferrite con le spire avvolte e nella scatolina rossa sotto ci sono il diodo al germanio ed il condensatore.
Per le letture uso un tester digitale.
Ho provato a verificare se l'antenna da titolo ha ritorni di rf o meno e sembra che il W2DU non ha molto da invidiare al bobinone in coassiale.
Sulla scala 200µA nel punto del cavo dove misuro la massima corrente trasmettendo con 10w circa ho una lettura di 180µA.
Se provo a misurare la tensione misuro circa 890mV (lo strumento ha 2MΩ di resistenza d'ingresso) nel punto dove la stessa è massima.
Non avendo messo nella sonda nessun resistore di carico né di attenuazione penso che sono valori compatibili con un buon funzionamento, sarebbe stato bello leggere zero ma non si può avere tutto.
Se mi capita l'occasione proverò a vedere se c'è differenza con l'antenna originale, conosco un paio che ce l'hanno ma per via della zona rossa si farà quando possibile!

Online M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 194
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #46 il: 07 Aprile 2021, 23:53:17 »
A titolo di curiosità ho provato a mettere un resistore da 47Ω in parallelo alla bobina sonda (come da schema originale dell'idea di IZ2UUF) per vedere che valori segna il tester con il carico aggiunto.
In trasmissione con circa 10W ho letto 8.2µA e 9.2 mV di rientro rf.
Per aver fatto tutto con pezzi di recupero e ferriti a caso non mi posso lamentare!
Rimane da vedere cosa succede con più watt, sarà per quando rimetto in funzione il lineare.

Offline rebQQtz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 99
  • Applausi 12
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #47 il: 10 Aprile 2021, 01:34:43 »
Ciao ...
Io credo di non essere stato cosi' fortunato ;-) ...
Ho realizzato il microamperometro come da "bibbia"
https://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2016/01/24/amperometro-rf/

L'ho tarato per 1W/fs e, trasmettendo in FM con 4W e ROS a 1.2, nei punti di massimo, l' amperometro stava a circa 70 mA cioe' circa 0.3 W ... mi sembra tanto :-(

Forse ho sbagliato qualcosa tuttavia, durante la prova, ho fatto QSO con un amico distante circa 65 Km, anche lui dotato di GM con un reciproco S5 R5 ... mah ...

p.s.
Non avevo 70 mA "sullo strumento" !!! quello se ne stava a 1/3 di scala, che su un f.s. di 1 W equivale a 0.3 W
i 70 mA li ho conteggiati come I=RADQ(P/R) -> radq(0.3/50)=0.077
Quindi, a dispetto del mio QSO, su 4W di pilotaggio 0.3 W se ne stavano a spasso per il cavo ...

« Ultima modifica: 10 Aprile 2021, 01:51:28 da rebQQtz »
73 de IK4UPY (Paolo)


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16431
  • Applausi 421
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #48 il: 10 Aprile 2021, 02:00:50 »
Ciao ...
Io credo di non essere stato cosi' fortunato ;-) ...
Ho realizzato il microamperometro come da "bibbia"
https://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2016/01/24/amperometro-rf/

L'ho tarato per 1W/fs e, trasmettendo in FM con 4W e ROS a 1.2, nei punti di massimo, l' amperometro stava a circa 70 mA cioe' circa 0.3 W ... mi sembra tanto :-(

Forse ho sbagliato qualcosa tuttavia, durante la prova, ho fatto QSO con un amico distante circa 65 Km, anche lui dotato di GM con un reciproco S5 R5 ... mah ...

p.s.
Non avevo 70 mA "sullo strumento" !!! quello se ne stava a 1/3 di scala, che su un f.s. di 1 W equivale a 0.3 W
i 70 mA li ho conteggiati come I=RADQ(P/R) -> radq(0.3/50)=0.077
Quindi, a dispetto del mio QSO, su 4W di pilotaggio 0.3 W se ne stavano a spasso per il cavo ...


73 a tutti,  l'amperometro rf non misura la dissipazione in calore, è corrente di ritorno che irradia rf dal cavo di discesa, quindi il segnale trasmesso dall'antenna e dal cavo coassiale è 4 watt meno la potenza dissipata in calore dal cavo, connettori ecc... ma non è quello che misura l'amperometro rf... poi se misuriamo corrente sul cavo di discesa e c'è di mezzo un toroide che si scalda la perdita in calore non la misuri lo stesso con l'amperometro rf ma serve una termocamera o altro sistema per calcolare quanta energia viene dissipata in calore...

Offline rebQQtz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 99
  • Applausi 12
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #49 il: 10 Aprile 2021, 02:24:46 »
Ciao, grazie per il commento ...

Senz'altro ho fatto confusione col fatto di aver impostato il misuratore per andare a fondo scala con un watt e, in realta' mi e' perfettamente chiaro che non sto misurando una potenza ma una corrente ...

Ti chiedo cortesemente come devo fare ad interpretare il fatto che una volta realizzato e tarato il misuratore come da "istruzioni" ;-)  in modo che mettendo 1W sul carico fittizio la lancetta si posizionasse a fondo scala, quando ho trasferito il misuratore sul cavo di antenna e schiacciato il ptt mi sono ritrovato la lancetta a 1/3 della scala.

Ti ringrazio se vorrai chiarire le mie idee, poche ma ben confuse ;-)

73 de IK4UPY (Paolo)