Autore Topic: Dipolo a V ed autovettura  (Letto 550 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline iwottopq

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 77
  • Applausi 1
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW8PQ
Dipolo a V ed autovettura
« il: 10 Luglio 2020, 07:48:09 »
Ciao a tutti.
Ipotizziamo un'attività in portatile con autovettura. Ipotizziamo l'uso di un dipolo a V invertita per una qualsiasi frequenza la cui sommità viene sorretta da un palo in vetroresina cher, per forza di cose viene "ancorato" ad un lato dell'autovettura stessa.
Che influenza avrebbe quella grande massa metallica proprio sotto il vertice del dipolo? E se oltre all'autovettura vi fosse anche un essere vivente?
Grazie in anticipo.
'73 de IW8PQ - Nino

Offline bergio70

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3314
  • Applausi 113
    • Mostra profilo
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #1 il: 10 Luglio 2020, 09:07:07 »
dubito che tu abbia altre possibilità.
Ovvero, si fa come si può.


Offline iwottopq

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 77
  • Applausi 1
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW8PQ
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #2 il: 10 Luglio 2020, 10:02:31 »
dubito che tu abbia altre possibilità.
Ovvero, si fa come si può.
Ciao e grazie...
Infatti...però la domanda rimane...
Ciao
Nino


Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 249
  • Applausi 47
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #3 il: 10 Luglio 2020, 10:15:42 »
Penso che abbia lo stesso effetto che si produce quando un'antenna si trova a meno di mezza lunghezza d'onda dal suolo o da un altro ostacolo.
Cambia il lobo di irradiazione e le altre caratteristiche come frequenza di risonanza, impedenza, ecc
Difficile prevedere

Del resto, come dice Bergio, di necessità si fa virtù...

73 Maurizio


Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3256
  • Applausi 114
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #4 il: 10 Luglio 2020, 10:24:58 »
di solito ciò che si trova tra i due bracci di un dipolo a V rovesciata viene ritenuto "ininfluente".
una massa metallica di 1, 2, 3 tonnellate magari proprio "ininfluente" non è, si può provare a alzare ulteriormente il dipolo


Offline iwottopq

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 77
  • Applausi 1
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW8PQ
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #5 il: 10 Luglio 2020, 11:32:48 »
di solito ciò che si trova tra i due bracci di un dipolo a V rovesciata viene ritenuto "ininfluente".
una massa metallica di 1, 2, 3 tonnellate magari proprio "ininfluente" non è, si può provare a alzare ulteriormente il dipolo


Ciao a tutti.
Ciao KZ e grazie.
Infatti ricordavo qualcosa circa l'invisibilità di masse metalliche sotto al dipolo ma non ero sicuro. Il dubbio è aumentato quando mi sono ricordato che è preferibile non usare pali metallici per sorreggere il vertice del dipolo...
Ciao
Nino

Offline bergio70

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3314
  • Applausi 113
    • Mostra profilo
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #6 il: 10 Luglio 2020, 11:35:00 »
oddio... ipotizzando  l'uso solo in 20metri....
1/2 onda, 10 m. e già tenere un palo, anche se in vetroresina a 10m dall'auto la vedo dura. Più probabilmente 5 o 6 metri sarà già un'altezza decente, anche se scarsa.
Dunque l'auto sotto un poco di fastidio all'antenna lo da...
Figuriamoci poi in 40 metri.
dato che si tratta comunque di un uso sporadico, tanto per divertirsi a zonzo radiomuniti, non mi farei troppi problemi.
Funziona come può.

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3256
  • Applausi 114
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #7 il: 10 Luglio 2020, 11:45:39 »
occhio che forse andiamo a mischiare due temi.
una cosa è l'uso di un palo isolante che rende più semplice e leggero il dipolo e, abbastanza importante, è relativamente al sicuro dalla conduzione di cariche atmosferiche.
un'altra cosa è la presenza di una massa metallica importante a terra al centro del dipolo.

Offline IK3OCA

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 681
  • Applausi 23
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IK3OCA
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #8 il: 10 Luglio 2020, 23:59:44 »
Salve Iwottpq, ciao a tutti. Per chi sta dentro all'auto non c'è nessuno problema, perchè l'auto costituisce una gabbia di Faraday che fa scorrere la corrente al suo esterno, ecco un esempio:

https://lospettacolodeifulmini.files.wordpress.com/2014/09/2030425_001_1m.jpg

La massa dell'auto che è si trova a così poca distanza dai bracci del dipolo a V invertita fa sì che il dipolo si comporti come se fosse molto vicino a terra, con abbassamento di impedenza e un diagramma di irradiazione più verso l'alto.

Io non so se intendi usare quella configurazione in moto o con l'auto ferma, e dovresti anche  precisare in che range di frequenze intendi trasmettere.

Se sei fermo puoi spostare i bracci del dipolo oltre la carrozzeria, inclinando la V; ne risulterebbe una direzionalità verso il senso opposto in cui si trova l'auto e il dipolo sparerebbe un po' meno verso l'alto e più verso l'orizzonte.

Precisa le frequenze.

73 Rosario






Offline iwottopq

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 77
  • Applausi 1
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW8PQ
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #9 il: 11 Luglio 2020, 07:16:37 »
Ciao a tutti.
Ciao IK3OKA.
Il dipolo verrebbe usato naturalmente da fermo e sulle frequenze dei 7 e 14 Mhz. L'operatore non sarebbe dentro la macchina ma diertro, all'esterno, in pratica col portellone posteriore che gli copre la testa.
Ora come ora ho finitro di ingegnare un palo in vetroresina che è alto poco più di 7 metri, di più non oso in quanto già così incomincia a flettere.
Queste sarebbero le condizioni.
le foto per far capire che autovettura e che posto, sono di passate negative esperienze...
73 de IW8PQ - Nino

Offline IK3OCA

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 681
  • Applausi 23
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IK3OCA
Re:Dipolo a V ed autovettura
« Risposta #10 il: 11 Luglio 2020, 11:00:22 »
Ciao Nino! La tua foto mi ha fatto ricordare quello che ho fatto io da semi-mobile in tutti i modi possibili con l’auto e il camper e come mi sono dovuto ingegnare in tantissimi modi per le antenne.

Permettimi un’opinione: se intendi fermarti in luoghi non popolati per i 7 e 14 MHz forse ti conviene una verticale montata sul tetto, in modo che sia l’auto a fare da contrappeso per mezzo della sua superficie e anche della sua capacità verso terra; in questo caso, il tuo palo (immagino in vetroresina) andrebbe alla grande con la sola necessità di un accordo alla base o a mezzo di L-C commutabili o di un accordatore, che non avrebbe difficoltà dato che le resistenze di radiazione non sarebbero troppo basse.
Se la lunghezza del palo fosse di 7 metri il tutto presenterebbe un’impedenza facile da adattare in entrambe le bande.

Se invece intendi adottare un dipolo forse la cosa giusta sarebbe far sporgere i bracci del dipolo di lato alla vettura, inclinati, oppure verso la parte posteriore sempre un po’ inclinati, in modo da allontanare per quanto possibile l'antenna dalla massa della vettura.

Un’alternativa di genere dipolo sarebbe un dipolo alimentato fuori centro (= Windom), la lunghezza sarebbe la stessa ma alimentato ad un terzo circa con balun 4:1 o 6:1 e il braccio corto sarebbe quello più vicino alla macchina.

Dipende dalle situazioni che immagini di incontrare.

MNI 73’ Rosario