Autore Topic: Passo 6,5khz e 25khz  (Letto 2774 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline texasman

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 70
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
Passo 6,5khz e 25khz
« il: 06 Marzo 2008, 23:28:28 »
Questa è una domanda tecnica e teorica.
la 446 e la 433 sono bande abbastanza vicine, quindi a parità di potenza RF dovrebbero avere prestazioni paragonabili.
Leggendo sul web, ho letto che la 433 ha un passo di canalizzazione di 25kHz (la larghezza di ogni canale), mentre la 446 è solo 6,5kHz.

Essendo i PMR sulla 446 con passo più ridotto (6,5), sono meno performanti (a parità di condizioni di potenza di trasmissione, qualità tecnica della radio e dell'antenna) rispetto agli LPD sulla 433 a 25kHz di passo o questo valore non ha influenza sulla modulazione e sulla qualità del segnale.
IMHO penso che sia meglio avere il canale più largo quindi 25kHz ma non so le basi fisiche.
Cosa ne pensate?
73 51 a te che stai leggendo

Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15938
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Passo 6,5khz e 25khz
« Risposta #1 il: 06 Marzo 2008, 23:48:37 »
73 a tutti dipende da quanta banda concessa  hai... con i pmr è minima e la canalizzazione è più stretta, con gli lpd è maggiore e spaziata ma non è detto che sia meglio, una radio progettata a canalizzazione stretta deve avere maggiore selettività sui canali adiacenti( si spera che sia così...) mentre una radio nata per una canalizzazione larga potrebbe avere meno selettività e funziona bene comunque... poi la modulazione più è larga  diventa musicale ma degrada facilmente se il segnale ricevuto è scarso,una banda stretta riceve meno quantità di rumore rispetto al segnale quindi è più performante ma non è adatta sicuramente a qualità audio musicali...

Danaxr

  • Visitatore
Re: Passo 6,5khz e 25khz
« Risposta #2 il: 07 Marzo 2008, 00:06:56 »
momento...

ciao, ovviamente!

mettiamo prima in  chiaro alcune cose..

parliamo di lpd e pmr così come mamma li ha fatti, legali e  senza modifiche. Poi ognuno fa come crede, ovviamente.

LPD... 10 mW, 69 canali spaziati di 25 KHz, da 433 MHz circa in su.. in effetti con 10 milliwatt c'è poco da fare... qualche centinaio di metri, in condizioni normali, ma non critiche... se si è su un cucuzzolo sensibilmente di più, marari anche belle distanze, ma è un caso.

PMR 8 canali spaziati di 12,5 KHz, partendo da 6,25... ovvero ch1, 446.006.25, ch2 +12.5 KHz ecc. se si usa una radio non pmr il passo deve essere 6.25 e trovi un canale pmr ogni due click dell manopola di sintonia. A parte i sub toni che servono solo a sentire solo il corrispondente e non gli altri che usano il tuo stesso canale (tanto ci si disturba ugualmente) la potenza è di 1/2W (500 milliwatt, dunque 50 volte di più di un LPD...) utilizzando sempre le due radio intatte è possibile sentire il corrispondente anche da 10 Km, a patto di essere entrambi in case alte, ultimo  piano o quasi, nessun ostacolo in mezzo... difficile come situazione, ma già più eccettabile che essere sulla punta di una montagna.

La spaziatura di 25KHz del LPd e di 12,5 KHz del PMR provoca pochi benefici... sul PMr è più probabile sentire disturbi dal canale adiacente, ma non penso che si sia spesso un affollamento del genere!!

Una antenna a 1/4 d'onda (uno stilo di acciao armonico) vale a dire lunga 159 mm al posto dell'antennino originale rende il tutto  mooolto più pefromente.. ma siamo fuori omologazione, dunque niente...

PMR da supermercato (viste a 13,90 la coppia) non sono malvagie come si potrebbe pensare,  sono piuttosto povere, niente microfono-auricolare, pile ricaricabili e quanto altro, ma certamente mooolto meglio di un lpd, neppure da paragonare! Poi per il prezzo chi non ci ha provato? fosse solo per usarle quando devi far passere il cavo dell'antenna.... anche quelli venduti come giocattoli variopinti, magari rosa, non sono male. certo la marca nota va meglio, probabilmente costa 4 o 6 volte di più...


ciao, buonanotte

daniele



Offline lillo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 187
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • http://gallocalogero.jimdo.com
Re: Passo 6,5khz e 25khz
« Risposta #3 il: 07 Marzo 2008, 09:45:07 »
Ragazzi non fate confusione tra spaziatura in khz tra i canale e deviazine in trasmissione sempre in khz
La mia stazione:
Yaesu ft 450at - Yaesu ft 857di - Yaesu ft 60r - Yaesu vr 5000 - Icom ic 910h - Icom ic rx7 - Alinco dx 70ht -
Standard c628

http://gallocalogero.jimdo.com

http://www.facebook.com/profile.php?id=100000297824356

Offline dukeluca86

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1962
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Passo 6,5khz e 25khz
« Risposta #4 il: 07 Marzo 2008, 10:04:36 »
Esatto ragazzi la spaziatura tra i canali è una cosa, ma la eviazione in frequenza è un'altra, non è deto che se io ho 25 khz di spazio, li devo occupare tutti nella deviazione. La deviazione è la "modulazione" dell'fm. di solito si devia di + - 5Khz o + - 3khz solo in alcune vecchie radio militari c'era la deviazione di 12.5khz, oppure nelle radio commerciali (che però si chiamano WBFM Wide Band Freq. Mod. Ovvero modulazione di frequenza a banda larga) c'è una deviazione di bo non sò credo dai 50 ai 200 Khz circa.

Per quanto riguarda le potenze in gioco il pmr stravince, ovvio che se ci metti un linearetto risolvi tutto, ma io ti consiglio di realizzare un'antennino da 5/8 d'onda luinghezza delo stilo 42cm (per la 446) con i quattro radiali da 1/4 d'onda (16 cm), e vai alla grande. Sempre che la usi in casa
« Ultima modifica: 07 Marzo 2008, 10:07:57 da dukeluca86 »
Il miglior SO ? Linux !


Offline lillo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 187
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • http://gallocalogero.jimdo.com
Re: Passo 6,5khz e 25khz
« Risposta #5 il: 07 Marzo 2008, 10:08:47 »
Concordo al 1000 x 1000
Esatto ragazzi la spaziatura tra i canali è una cosa, ma la eviazione in frequenza è un'altra, non è deto che se io ho 25 khz di spazio, li devo occupare tutti nella deviazione. La deviazione è la "modulazione" dell'fm. di solito si devia di + - 5Khz o + - 3khz solo in alcune vecchie radio militari c'era la deviazione di 12.5khz, oppure nelle radio commerciali (che però si chiamano WBFM Wide Band Freq. Mod. Ovvero modulazione di frequenza a banda larga) c'è una deviazione di bo non sò credo dai 50 ai 200 Khz circa
:culo:
La mia stazione:
Yaesu ft 450at - Yaesu ft 857di - Yaesu ft 60r - Yaesu vr 5000 - Icom ic 910h - Icom ic rx7 - Alinco dx 70ht -
Standard c628

http://gallocalogero.jimdo.com

http://www.facebook.com/profile.php?id=100000297824356

Offline texasman

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 70
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
Re: Passo 6,5khz e 25khz
« Risposta #6 il: 11 Marzo 2008, 22:58:58 »
Esatto ragazzi la spaziatura tra i canali è una cosa, ma la eviazione in frequenza è un'altra, non è deto che se io ho 25 khz di spazio, li devo occupare tutti nella deviazione. La deviazione è la "modulazione" dell'fm. di solito si devia di + - 5Khz o + - 3khz solo in alcune vecchie radio militari c'era la deviazione di 12.5khz

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato a questo topic.
Adesso ho le idee più chiare.
Quello non sapevo è che la modulazone non occupa tutta la spaziatura tra un canale e l'altro.

Un ulteriore ringraziamento ai "manutentori del sito" che permettono di far circolare il sapere radiantistico con facilità e coltivare questa passione.
Buona serata!
Tex

73 51 a te che stai leggendo