Autore Topic: Manutenzione ordinaria antenne  (Letto 2219 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline IU2IDU

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 792
  • Applausi 34
  • Sesso: Maschio
  • COTA 686-SM Associazione Radioamatori Carabinieri
    • Mostra profilo
    • IU2IDU Official Page
  • Nominativo: IU2IDU
Re:Manutenzione ordinaria antenne
« Risposta #75 il: 11 Febbraio 2020, 21:42:52 »
Alla faccia del vento di oggi, la new tornado è ancora su in perfetta forma!! [emoji111]  [emoji111]  [emoji111]



A proposito di manutenzione e di venti forti: domenica ho messo tiranti aggiuntivi alla deltaloop e resiste a queste bufere.

73 Giulio IU2IDU
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri

Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2212
  • Applausi 135
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:Manutenzione ordinaria antenne
« Risposta #76 il: 11 Febbraio 2020, 22:48:44 »
sulle antenne si potrebbe compilare una enciclopedia con i molti post scritti da sassa "ottone" e da skipperman

ad esempio riguardo il cortocircuito, c'è una recente risposta di sassa a una mia richiesta precisa:
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=72687.msg765065#msg765065

per "accoppiamenti" intendevo ovviamente gli accoppiamenti meccanici: il vento può aver spostato qualche elemento dell'antenna.

in antenne 1/2 , 5/8, 3/4 ,  il motivo principale del cortocircuito non è tanto per la protezione dalle scariche, ma in primis è per adattare l'impedenza dell'antenna , quelle 3 , 4 , 5 spire che mettono in corto il polo freddo con il polo caldo non è altro che un trasformatore,
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2212
  • Applausi 135
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:Manutenzione ordinaria antenne
« Risposta #77 il: 11 Febbraio 2020, 22:50:15 »


A proposito di manutenzione e di venti forti: domenica ho messo tiranti aggiuntivi alla deltaloop e resiste a queste bufere.

73 Giulio IU2IDU

magari è la foto che inganna, ma mi sembra che il palo sia un pò curvato
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline IU2IDU

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 792
  • Applausi 34
  • Sesso: Maschio
  • COTA 686-SM Associazione Radioamatori Carabinieri
    • Mostra profilo
    • IU2IDU Official Page
  • Nominativo: IU2IDU
Manutenzione ordinaria antenne
« Risposta #78 il: 11 Febbraio 2020, 22:57:09 »
La foto inganna.....è perfettamente verticale dalla base alla cima. Colpa dell’ottica del telefono



73 Giulio IU2IDU
« Ultima modifica: 11 Febbraio 2020, 23:00:05 da IU2IDU »
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri

Offline IZ1PNY

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1751
  • Applausi 85
  • ARI Milazzo IQ9MY - Qth Saluzzo "CN"
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Manutenzione ordinaria antenne
« Risposta #79 il: 12 Febbraio 2020, 07:15:51 »
Per le antenne D.C., il sistema non deve fungere da adattatore di impedenza ma come induttanza in blocco RF, ed in corto circuito alla D.C.

Chiederò lumi a qualche costruttore di antenne professionale...potrei aver studiato male.

[emoji18]
« Ultima modifica: 12 Febbraio 2020, 07:17:27 da IZ1PNY »


Offline Tetris

  • Gruppo PMR446 Italia - 1BFES
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 181
  • Applausi 8
  • Sesso: Maschio
  • QTH Pinerolo
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Tetris
Re:Manutenzione ordinaria antenne
« Risposta #80 il: 12 Febbraio 2020, 08:21:14 »
quindi se banalmente prendo il tester, e tocco polo centrale e massa del connettore del cavo che va verso antenna dovrebbe fare "beeep", giusto?????

Appena fatto test, non c’è continuità tra polo centrale e massa sull’antenna.

RTX:
Midland Alan 48
Midland Alan 98
Galaxy Pluto
Midland Atlantic
Midland G9
Brondi FX - 20
Antenne:
Sirio New Tornado


l'esperienza non fa il certificato...ed il certificato non fa l'esperienza…

Offline sassa "ottone"

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 220
  • Applausi 21
  • Sesso: Maschio
  • CortoCircuito ergo sum! 73 - Max, Roma.
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: iz0yza
Re:Manutenzione ordinaria antenne
« Risposta #81 il: 12 Febbraio 2020, 09:23:56 »
Appena fatto test, non c’è continuità tra polo centrale e massa sull’antenna.

Normale per la tua antenna che non è cortocircuitata.
Per avere continuità tra polo caldo e massa devi avere il cortocircuito.
In genere preferisco non prendere antenne senza corto circuito DC perchè si caricano anche a cielo sereno in presenza di venti secchi di tramontana oppure con nubi scure.
Anche se poi funzionano meglio di quelle cortocircuitate quando si cerca di portarle fuori gamma, ad esempio in 40 ed 80 metri, per via della mancanza della bobina di corto, che rappresenta pur sempre una bassa induttanza verso massa, che alle freq più basse (3-7 mhz) comincia a dissipare RF. Del resto parliamo di antenne progettate per la CB..
Preferisco in genere che il corto ci sia per le scariche.

Non è nemmeno corretto dire che le spire di corto rappresentino un elemento di accordo dell'antenna, altrimenti sarebbero inutili sulle antenne 1/4 onda come la GP84M Sigma, che avendo l'elemento radiante lungo 1/4 onda (quindi prossimo a 50 ohm di impedenza) non ha bisogno di bobine. Ma la bobina sulla GP84M c'è perchè serve per cortocircuitare le scariche a massa. E lo stesso è sulla GP VR6M che sempre 1/4 onda cortocircuitata è.
Del resto esistono anche 5/8 GP pressochè identiche come la Sirio 827, la Sirio GPS 5/8 e la stessa Sirio Tornado 27, le prime due cortocircuitate e l'ultima no. Stessa cosa per le due antenne identiche Sigma GP84M e CTE Skylab 27, identiche, ma la prima cortocircuita e la seconda no.
Ovviamente le 3 spire di corto verso massa (presenti anche sulla maggioranza delle antenne 1/4 caricate per barra mobile) possono avere un peso sul dimensionamento della spira di carico dello stilo, ma si tratta solo di un loro minimo effetto collaterale ovviabile con un piccolo ridimensionamento delle spire di carico. Ed è anche vero che in molto tagliano le spire di corto sulla Mantova (5/8 GP) senza aver alcun bisogno di riaccordare l'antenna sulle frequenze CB. Lo scopo primario delle 3 spire verso massa è il corto per le DC. Il valore dell'induttanza che rappresentano quelle 3 spire è abbastanza basso in 27 mhz e spesso non influenzano il numero di spire della bobina del trasformatore di carico verso lo stilo.

73 - Max
« Ultima modifica: 12 Febbraio 2020, 09:31:19 da sassa "ottone" »
Quid non mortalia pectora cogis Hokuto Ryuken?

Offline Tetris

  • Gruppo PMR446 Italia - 1BFES
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 181
  • Applausi 8
  • Sesso: Maschio
  • QTH Pinerolo
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Tetris
Re:Manutenzione ordinaria antenne
« Risposta #82 il: 13 Febbraio 2020, 11:44:51 »
Normale per la tua antenna che non è cortocircuitata.
Per avere continuità tra polo caldo e massa devi avere il cortocircuito.
In genere preferisco non prendere antenne senza corto circuito DC perchè si caricano anche a cielo sereno in presenza di venti secchi di tramontana oppure con nubi scure.
Anche se poi funzionano meglio di quelle cortocircuitate quando si cerca di portarle fuori gamma, ad esempio in 40 ed 80 metri, per via della mancanza della bobina di corto, che rappresenta pur sempre una bassa induttanza verso massa, che alle freq più basse (3-7 mhz) comincia a dissipare RF. Del resto parliamo di antenne progettate per la CB..
Preferisco in genere che il corto ci sia per le scariche.

73 - Max

ciao Max,

è sempre istruttivo leggere i tuoi post, come si dice da queste parti "si nu puozz'e'scienza"  [emoji2]

Se ho capito bene, a parte la protezione da scariche elettrostatiche, le antenne NON cortocircuitate (come abbiamo appurato essere le mia New Tornado) non hanno altre differenze rispetto alle cortocircuitate (limitatamente alle frequenze CB, evito di addentrarmi in campi che non sono di mio attuale "dominio").

Detto terra-terra: a livello di prestazioni rx/tx c'è qualche differenza teorica tra antenne di pari gamma cortocircuitate e non cortocircuitate??


Per le antenne D.C., il sistema non deve fungere da adattatore di impedenza ma come induttanza in blocco RF, ed in corto circuito alla D.C.


[emoji18]

..e però te le cerchi (visto che ti ho inquadrato come mio prof. per la patente  [emoji12] ): cosa è un adattatore di impedenza inizia ad essermi chiaro... ma cosa si intende per "induttanza in blocco RF"
RTX:
Midland Alan 48
Midland Alan 98
Galaxy Pluto
Midland Atlantic
Midland G9
Brondi FX - 20
Antenne:
Sirio New Tornado


l'esperienza non fa il certificato...ed il certificato non fa l'esperienza…

Offline IZ1PNY

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1751
  • Applausi 85
  • ARI Milazzo IQ9MY - Qth Saluzzo "CN"
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Manutenzione ordinaria antenne
« Risposta #83 il: 13 Febbraio 2020, 12:09:13 »
E' una bobina di arresto, o induttore che si usa per bloccare lamaggiore frequenza durante il passaggio inferiore della corrente continua (DC) o alternata (AC), di un circuito elettrico...si può anche fare su una nucleo magnetico di ferrite.

Bloccherebbe anche la RF che torna indietro sui cavi, effetto pelle.

La potenzialità si misura in Henry..

Ci sarebbe da dire di più ma sono al lavoro….chiedo scusa. [emoji18]