Autore Topic: Consigli per Midland G18  (Letto 1528 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Consigli per Midland G18
« il: 29 Ottobre 2019, 13:51:05 »
Sono una persona fortunata: mi è stata regalata una Midland G18, una radio che mi sta piacendo moltissimo.
E', a tutti gli effetti, una radio UHF radioamatoriale, castrata per essere una PMR446. Ho anche acquistato il cavo di programmazione nell'idea di sbloccarla in futuro, ma banalmente anche di attivare la radio FM.
Questa radio ha molte più funzioni della mia G9 Pro, addirittura lo scrambler, ma ha un grosso difetto: l'antenna. Ho fatto delle prove comparative tra la G9 Pro e la G18, e quest'ultima mi è sembrata peggiore sia in trasmissione che in ricezione. L'antenna è più piccola e almeno di 3 cm più corta di quella della G9 Pro. Non capisco sinceramente perchè Midland monti un' antenna del genere su una radio di classe superiore come la G18, di fatto rendendola peggiore di una G9.
Per poterla sfruttare come si deve, mi viene da pensare di non poter far altro che cambiare l'antenna, anche se non mi è chiaro come fare. Forse, proprio su questo forum, ho letto che l'antenna è fissata con una vite laterale nascosta da un adesivo.
Non capisco nemmeno come funzioni per l'omologazione: leggendo in merito all'omologazione, si parla di necessità di avere un'antenna non removibile, ma non si fa cenno (mi sembra) alla lunghezza massima dell'antenna, e questo mi fa ancora più pensare che Midland abbia fatto una castronata a montare un antennino di 10 cm o meno sulla G18. Oltre a questo, verrebbe quasi da pensare che, se io montassi una qualunque antenna e la fissassi con dell'attack, la radio risulterebbe omologata.  [emoji23]
Scusate la mia ignoranza, ma alcune cose non mi sono chiarissime.
Midland comunque vende un antenna compatibile con la G18 di ben 16 cm sul sito ufficiale; non capisco perchè non l'abbiano dotata di un'antenna del genere, a meno che non ci siano limiti precisi relativi alla misura delle antenne.

Vorrei chiedere a qualcuno se possiede questa radio, come si trova, e se l'ha mai usata come prodotto radioamatoriale UHF. Mi chiedo insomma se, con un'antenna opportuna, potrà darmi qualche soddisfazione anche in futuro sui ponti.

Buona giornata!

Raffaele

Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #1 il: 29 Ottobre 2019, 14:12:52 »
Sono una persona fortunata: mi è stata regalata una Midland G18, una radio che mi sta piacendo moltissimo

Ciao Raffaele, non ho nessuno degli apparati da te citati, ma la questione normativa è semplice da spiegare:  per essere omologato come PMR446  una qualunque radio DEVE uscire con max 0.5 W in antenna, di conseguenza gli apparati devo essere un blocco unico e con antenna di fabbrica (è con quella che è stata effettuata l'omologazione)

Ogni modifica anche peggiorativa (non è mica detto che a cambiare antenna renda di più.....) a livello teorico ne perdi l'omologazione e diventa una radio UHF per utilizzo della quale (non in banda pmr446) ci vuole patente ed autorizzazione generale

Le antenne in dotazione son studiate non necessariamente per le massime prestazioni, ma potrebbe essere anche un discorso legato alla portabilità...chi acquisterebbe fra gli utenti "comuni" un portatilecon una antenna da 35 cm ?? [emoji12]  [emoji12]

I ponti vicini a te  li agganci anche con una forchetta al posto dell'antenna....non ti preoccupare....pensa a prendere la patente, il più è quello  [emoji106]



Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #2 il: 29 Ottobre 2019, 17:04:53 »
Ciao Raffaele, non ho nessuno degli apparati da te citati, ma la questione normativa è semplice da spiegare:  per essere omologato come PMR446  una qualunque radio DEVE uscire con max 0.5 W in antenna, di conseguenza gli apparati devo essere un blocco unico e con antenna di fabbrica (è con quella che è stata effettuata l'omologazione)

Ogni modifica anche peggiorativa (non è mica detto che a cambiare antenna renda di più.....) a livello teorico ne perdi l'omologazione e diventa una radio UHF per utilizzo della quale (non in banda pmr446) ci vuole patente ed autorizzazione generale

Le antenne in dotazione son studiate non necessariamente per le massime prestazioni, ma potrebbe essere anche un discorso legato alla portabilità...chi acquisterebbe fra gli utenti "comuni" un portatilecon una antenna da 35 cm ?? [emoji12]  [emoji12]

I ponti vicini a te  li agganci anche con una forchetta al posto dell'antenna....non ti preoccupare....pensa a prendere la patente, il più è quello  [emoji106]

Ciao FoxG7, grazie mille per la risposta.  [emoji6] Purtroppo non conosco il tuo nome.
Sì, penso proprio che le cose stiano esattamente così, ovvero è stata montata un'antenna più piccola e corta per ragioni di portatilità. La G18, al di la dell'antenna, è molto più compatta della G9 e si tiene bene in mano. Converrai però che è piuttosto triste che una radio top gamma abbia di fatto prestazioni inferiori ad un walkie tolkie molto meno costoso; salvo utilizzi particolari (uso dello scrambler, ad esempio), solo un pazzo prenderebbe la G18 da usare con l'antenna di serie. E' un ottimo apparato, ma deve essere necessariamente sbloccato, altrimenti secondo me lascia il tempo che trova. Lo scrambler è utile, ma prevede che anche l'interlocutore abbia lo stesso apparato, e personalmente credo di non aver nulla da nascondere, almeno per il momento.  [emoji23]
Sì, senz'altro non avrei comprato una PMR con un'antenna di 35 cm, ma magari con una da 12/16 sì, insomma un'antenna simile a quella della G9.
Per quanto riguarda i ponti, se proprio devo essere onesto, non ho ancora del tutto capito come funziona. Per "ponti a me vicini", intendo dire che uno dei più vicini è a 30/40 km, e in effetti lo posso agganciare con 5 watt e con un antennino da 35 cm. Sia chiaro, non ho mai trasmesso nulla, ma ho verificato che posso trasmettere, ovvero il ponte risponde. Quel che non mi è chiarissimo è come faccio a raggiungerlo a 30/40 km di distanza, mentre invece non potrei raggiungere un' altra radio in collegamento diretto a quella distanza. L'unica spiegazione che mi sono dato è che il ponte ha una capacità di ricezione enormemente più elevata, per cui riesce a captare e ripetere anche i segnali debolissimi dei portatili, ovviamente ripetendoli magari a 100/200 watt, quindi captabili da qualunque radio portatile con gommino.
Sì, la patente è il mio obiettivo primario, ma un po' mi spiace per questa G18 che forse potrò godermi davvero in futuro.
Vado OT, ma dato che lo hai scritto, ti chiedo che apparati utilizzi. A me ispirava anche la Intek 5050 ma è introvabile; penso però che la G18 sia altrettanto valida, ma sopratutto molto più piccola.
Tornando alla G18, il software di programmazione permette diverse modifiche, ma non credo che ciò ne invalidi l'omologazione, almeno fin tanto che non sblocco il controllo in frequenza e la potenza di 5 watt. Immagino anche che sia di fatto "riomologabile" in qualunque momento.
Se le radio, per essere omologate, devono avere l'antenna in un blocco unico, ti direi che quasi nessuna lo è veramente, a parte i walkie tolkie da pochi euro, come alcuni Brondi. La G9 ha l'antenna incollata, svitabile con un po' di forza e tranquillamente sostituibile. La G18 è ancora meglio, perchè dovrebbe avere un'antenna fissata con una vite tranquillamente removibile. Le leggi probabilmente non sono chiarissime, oppure lo sono, ma i produttori comunque stanno sul filo del rasoio, vendendo apparati tecnicamente omologati (almeno in apparenza), ma modificabili con poco sforzo.
Posso essere d'accordo sul limite di potenza di 500 mw, ma penso che bisognerebbe poter montare qualunque antenna, come per i CB, quanto meno per sfruttare al massimo la poca potenza disponibile. Da prove effettuate, non c'è quasi nessuna differenza tra una trasmissione a 500 mw e una a 5 watt, almeno sulle frequenze PMR e utilizzando l'antennino di serie da 10 cm o poco più.

Buona serata!

Raffaele

Online kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1980
  • Applausi 67
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #3 il: 29 Ottobre 2019, 17:41:24 »
L'uso dello scrambler in Italia è vietato in qualsiasi banda e qualsiasi modo di emissione.

Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #4 il: 29 Ottobre 2019, 18:05:12 »
Ciao Raffaele....lo scrambler in Italia è ad uso vietato, come già detto giustamente da Kz....occhio ! [emoji31]

I ponti non sono "sensibilissimi"  ma semplicemente posti in altura e di conseguenza "vedono" tutto quello che sta sotto...essendo le UHF frequenza a propagazione prevalentemente ottica, ho detto tutto....

I ponti escono con 10 W normalmente

Se ti rechi in altura (già a 500 m slm) in luogo aperto, toccherai con mano cosa può fare una pmr446 anche con i soli 0.5W  ed antenna di serie....

Sul fatto che i produttori "invitino la lepre a correre" è un dato di fatto, ma nel rispetto dell'omologazione SE colla c'è, colla deve rimanere sul connettore antenna

Non ti capiterà mai un controllo, ma se ti beccano con una radio non omologata, son cifre importanti e noie amministrative varie  [emoji33]








Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia


Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #5 il: 29 Ottobre 2019, 19:48:06 »
Grazie a tutti!  [emoji6]

Che lo scrambler sia vietato non lo sapevo. Questo è vero solo in Italia o anche all'estero? Capita spesso che online vengano veicolate informazioni inesatte; nello specifico avevo letto che lo scrambler non è vietato, ma "sconsigliato". So invece che è assolutamente vietato nelle comunicazioni radioamatoriali, l'ho letto ovunque. Se lo scrambler è vietato, mi chiedo come sia possibile che la G18 venga venduta come radio "omologata", dato che offre la possibilità di criptare le comunicazioni senza dover sbloccare nulla tramite il software (o forse no? Non ho ancora verificato); chi compra una radio PMR omologata non è detto che sappia dell'illegalità dello scrambler. Qualcuno potrebbe utilizzarlo semplicemente dicendo che era incluso nella radio. D'accordo che la legge non ammette ignoranza, ma se una funzione è vietata, anche ai radioamatori, non si capisce perchè sia inclusa all'interno di una radio PMR, venduta magari a persone che non hanno la patente e non sanno nulla di radio.
Comunque non avevo intenzione di usare lo scrambler; dovrei conoscere qualcuno con un'altra G18 e, criptando la comunicazione, finirei ovviamente con l'attirare l'attenzione su di me, inutilmente aggiungerei, perchè non ho nulla da nascondere. Sarebbe divertente se qualcuno si sbattesse per decriptare un segnale che trasmette più o meno questo: "Antoooo, butta la pasta!"  [emoji23]
Il livello delle mie conversazioni è questo, quando non parlo di radio ovviamente.
Ho capito come funziona con i ponti, non avevo capito che funzionasse in questo modo. Mi state di fatto dicendo che, se andassi su un'altura, potrei ricevere dal basso, oltre che trasmettere. Pensavo che avrei ottenuto un miglioramento solo in trasmissione ma, a ragionarci un attimo, non avrebbe senso. Sì, quando vedo il mio interlocutore a livello visuale, lo sento anche in radio, anche se molto distante, mentre invece ho avuto esperienza di collegamenti infruttosi a 800 mt di distanza, perchè il mio interlocutore era circondato da palazzi. La situazione non migliora con i 5 watt, e probabilmente non migliorebbe nemmeno con un'antenna più lunga, ovvero è l'ambiente ad influenzare trasmissione e ricezione, più di ogni altra cosa. Studiando sicuramente capirò quanto può influire l'antenna, la potenza di trasmissione e l'ambiente, fattore che mi sembra il più importante.
A questo punto mi viene da pensare che, se trasmissione e ricezione migliorano sensibilmente in base all'altezza in cui è situato un ripetitore, basterebbe collegarsi ad un ripetitore PMR446 per riuscire a comunicare con tutte le persone che si trovano in città, ovviamente collegate allo stesso ripetitore. I ripetitori PMR mi risulta siano illegali (tranne che per forze dell'ordine o altri enti autorizzati), ma avevo sentito parlare dei cosiddetti "pappagalli", ovvero qualcosa di simile a dei ripetitori. Non so se ce ne siano nella mia zona, ma comunque non mi illudo di sentire granchè sulle frequenze PMR.
Ovviamente si tratta solo della mia opinione, ma credo che le leggi per proporre sul mercato modelli PMR omologati andrebbero riviste, almeno per quanto riguarda l'intercambiabilità delle antenne. Io potrei addirittura considerare l'antenna della mia G18 eccessiva e decidere di montarne una da pochi cm. E' assurdo e senza senso che io debba essere multato per questo, perchè di fatto si tratta di una modifica peggiorativa. Io comunque evito di prendermi troppi rischi, infatti ho fatto la dichiarazione e pagato il bollettino, ed eviterei modifiche troppo appariscenti dell'apparecchio. Differentemente dall'aumento di potenza che non si può vedere, è più facile capire che un'antenna è stata sostituita e senz'altro un antennone di 35 cm attirerebbe molto l'attenzione.

Grazie a voi, buona serata.  [emoji6]

Online kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1980
  • Applausi 67
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #6 il: 29 Ottobre 2019, 20:44:45 »
Mamma mia quanto scrivi.
Non scrivi male ma sarebbe meglio che ti rileggessi e cercassi di sintetizzare.

Eduardo Galeano diceva che si scrive con la gomma, non con la matita.

Detto ciò i commercianti di radio sono tra i più "ottimisti" nel mondo dei mercati e pure tra i meno precisi.
Dovrai imparare a orientarti tra una normativa oscura e delle informazioni commerciali inattendibili.

Lo scrambling sta alla criptazione come un algoritmo di sostituzione sta alla crittografia a doppia chiave asimmetrica, va bene per difendere un'informazione per pochi minuti o pochi secondi, inoltre esistono sul mercato dei ricevitori che hanno il descrambler a bordo, per la normativa italiana le trasmissioni su tutte le frequenze ad uso pubblico e radioamatoriale devono avvenire in chiaro.
Nessuno produrrebbe un firmware o una radio destinati solo al mercato italiano, forse si poteva fare fino a 25 anni fa ma ora non più, quindi nel firmware ci sono funzioni destinate ad altri mercati più o meno "inibite", talvolta sono funzioni con una qualche utilità talvolta non servono a nulla, l'importante è sapere che tutto quello che non è esplicitamente permesso di solito, qui da noi, è vietato e causa di potenziali rotture di scatole.

Ps: i pappagalli o parrot in PMR446 che erano vietati implicitamente lo sono diventati esplicitamente dopo la pubblicazione del PNRF 2018 (piano nazionale di ripartizione delle frequenze)
« Ultima modifica: 30 Ottobre 2019, 07:45:15 da kz »

Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #7 il: 30 Ottobre 2019, 17:37:18 »
Ciao kz.  [emoji6]

Per fortuna non scrivo male ma... hai ragione: scrivo troppo e parlo troppo, aggiungerei. Il vero problema è che sintetizzare significa rimuovere informazione, ed è qualcosa che tendo a non fare, onde evitare incomprensioni. Poi, se si tratta di un forum come questo, scrivo senza badare alla lunghezza del messaggio. Stavolta ho esagerato però, cercherò di essere più sintetico in futuro.

"Lo scrambling sta alla criptazione come un algoritmo di sostituzione sta alla crittografia a doppia chiave asimmetrica"

Non ho le conoscenze tali per poter capire, ma non importa, cioè non mi serve una lezione (andrò a leggere.  [emoji6] )
D'accordo che ciò che non è esplicitamente permesso è spesso implicitamente vietato ma, se vendi un prodotto sul territorio italiano (in negozio magari) e in esso includi funzioni ILLEGALI, dovresti anche prendertene la responsabilità, non scaricarla sul cliente. Supponendo che io non usi lo scrambler e non venga colto sul fatto quando lo uso, in un controllo potrebbero comunque contestare che la mia radio ha lo scrambler (e che ci posso fare?). Non so se la funzione sia disponibile solo tramite programmazione (ciò scaricherebbe la responsabilità solo sul cliente), verificherò.

Credevo che i parrot in PMR446 fossero leciti, almeno così avevo letto in giro. Sarà forse che le frequenze PMR sono ad uso militare (così avevo letto), ma sinceramente non capisco perchè limitare così tanto le trasmissioni. Per i privati non patentati, l'unico modo per comunicare via radio a qualche km di distanza in zona urbana e sub urbana è il CB con antenne adeguate.

Buona serata!

Raffaele

Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #8 il: 30 Ottobre 2019, 18:32:32 »
Ciao kz.  [emoji6]

Per fortuna non scrivo male ma... hai ragione: scrivo troppo e parlo troppo, aggiungerei. Il vero problema è che sintetizzare significa rimuovere informazione, ed è qualcosa che tendo a non fare, onde evitare incomprensioni. Poi, se si tratta di un forum come questo, scrivo senza badare alla lunghezza del messaggio. Stavolta ho esagerato però, cercherò di essere più sintetico in futuro.

"Lo scrambling sta alla criptazione come un algoritmo di sostituzione sta alla crittografia a doppia chiave asimmetrica"

Non ho le conoscenze tali per poter capire, ma non importa, cioè non mi serve una lezione (andrò a leggere.  [emoji6] )
D'accordo che ciò che non è esplicitamente permesso è spesso implicitamente vietato ma, se vendi un prodotto sul territorio italiano (in negozio magari) e in esso includi funzioni ILLEGALI, dovresti anche prendertene la responsabilità, non scaricarla sul cliente. Supponendo che io non usi lo scrambler e non venga colto sul fatto quando lo uso, in un controllo potrebbero comunque contestare che la mia radio ha lo scrambler (e che ci posso fare?). Non so se la funzione sia disponibile solo tramite programmazione (ciò scaricherebbe la responsabilità solo sul cliente), verificherò.

Credevo che i parrot in PMR446 fossero leciti, almeno così avevo letto in giro. Sarà forse che le frequenze PMR sono ad uso militare (così avevo letto), ma sinceramente non capisco perchè limitare così tanto le trasmissioni. Per i privati non patentati, l'unico modo per comunicare via radio a qualche km di distanza in zona urbana e sub urbana è il CB con antenne adeguate.

Buona serata!

Raffaele

Ciao Raffele..dagli scritti che fai traspare la tua giovamne età, ma va bene così:  vediam di fare un po' di chiarezza, innanzitutto PMR (diciamo per semplicità le radio ad uso "civile" tipo VVFF, vigili urbani) è una cosa, PMR446 altra storia...son appunto ilo tuo G18, G9, etc etc

Il fatto che un prodotto venga venduto con certe caratteristiche vietate o che necessitano di autorizzazioni particolari è un classico, si vedano ad esempio gli apparati OM  che i venditori vendono senza chiedere minimamente patente e autorizzazione generale, si vendono i pmr446 dicendo che sono di uso libero.....lasciando all'utente l'"intepretazione" di quella frase "magica" con rif. normativo ove si indica che son soggetti a dichiarazione inizio attività e versamento canone annuo...quindi ti meravigli ancora?

Riguardo alle tue considerazioni sulle bande deserte, è assolutamente cosa vera : la radio è oggigiorno poco diffusa fra i comuni cittadini (Om a parte), l'unica possibilità che hai è quella di recarti in altura e provare a fare qualche collegamento, ma ricorda che molti di coloro che sentirai stanno lavorando con i pmr446 e non ti considereranno minimamente anche se li chiamerai
Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia


Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #9 il: 31 Ottobre 2019, 18:44:33 »
Ciao Raffele..dagli scritti che fai traspare la tua giovamne età, ma va bene così:  vediam di fare un po' di chiarezza, innanzitutto PMR (diciamo per semplicità le radio ad uso "civile" tipo VVFF, vigili urbani) è una cosa, PMR446 altra storia...son appunto ilo tuo G18, G9, etc etc

Buonasera FoxG7 e grazie.  [emoji6]
Queste due me le devi spiegare, perchè sono curioso. In che senso "dai miei scritti traspare la mia giovane età"? Tranquillo, non me la sono certo presa, figurati. Se ti riferisci al mio entusiasmo, posso dirti che fa parte della mia indole, non credo cambierò invecchiando; nonostante sia malato da anni e fisicamente malconcio come un ottantenne, sono curioso come una scimmia, e non posso ancora fare a meno di meravigliarmi del funzionamento del mondo, così come delle creazioni dell'uomo. Non sono più giovanissimo (ho 29 anni), ma immagino di essere tale rispetto all'età media dei radioamatori.
Non so cosa tu intenda per differenza tra PMR e PMR446; io li ho sempre usati come sinonimi. So che esiste la banda UHF definita PMR (private mobile radio, se non ricordo male) che ha 16 canali (8 analogici e 8 digitali) nelle frequenze da 446 a 446.1 mhz.
Ancora non mi è chiarissima la situazione con i parrot446; qui leggo che sono illegali, ma ho letto sul forum dei topic fino al 2014, dove un utente proponeva di installarne uno nella mia zona. A quanto ho capito, con un parrot installato su un'altura, anche con soli 500 mw, si potrebbe coprire un'area molto estesa.

Tornando all'argomento del post, ovvero la G18, online si legge poco o nulla, quindi dovrò sperimentare con il software, anche solo per abilitare la radio FM che non sembra essere presente di default. Ho visto oltretutto che esistono altri modelli simili alla G18, come la G10, la G11 e altri, che escono di fabbrica con un'antenna di 16 cm, ovvero l'antenna lunga che ho ordinato nell'idea di montarla in futuro.
Non so se qualcuno lo sappia, ma non ho comunque capito come poter eventualmente smontare l'antenna originale. Non si trova alcun video al riguardo, non ho trovato guide, e non vorrei fare danni in futuro. Quando avrò la patente la sbloccherò in tutte le sue funzioni e ci monterò un'antenna di almeno 35 cm per specifici usi.

Buona serata!

Raffaele

Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #10 il: 01 Novembre 2019, 09:44:48 »
Quando avrò la patente la sbloccherò in tutte le sue funzioni e ci monterò un'antenna di almeno 35 cm per specifici usi.

Ciao...quando avrai la patente...prenderai il G18 e lo butterai in nun cassetto, anzi se è questa la tua intenzione..evita di spenderci soldi

I "pappagalli" hanno avuto un 'epoca d'oro, ma adesso anche ipotizzando che te ne metta su uno (illegale), penso che sarai da solo a parlarci......haimè [emoji24]
Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia


Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #11 il: 01 Novembre 2019, 09:49:48 »

Non so se qualcuno lo sappia, ma non ho comunque capito come poter eventualmente smontare l'antenna originale.

Riguardo all'antenna credo ci sia giusto un po' di colla...la radio propabilmente termina conn un connettore SMA maschio, tant'è che le antenne per il G18 hanno tutte un SMA femmina
Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #12 il: 02 Novembre 2019, 17:32:02 »
Ciao...quando avrai la patente...prenderai il G18 e lo butterai in nun cassetto, anzi se è questa la tua intenzione..evita di spenderci soldi

I "pappagalli" hanno avuto un 'epoca d'oro, ma adesso anche ipotizzando che te ne metta su uno (illegale), penso che sarai da solo a parlarci......haimè [emoji24]

Buongiorno Fox, grazie.  [emoji6]
Può essere che andrà come dici, ma la G18 può funzionare a 5 watt da 400 a 520 mhz in duplex. Non è poi tanto diversa dalla Midland ct690 radioamatoriale, anche ovviamente non va in VHF ed è meno comoda, non avendo il tastierino numerico. Supponendo che abbia buona circuiteria e prestazioni, la G18 si potrebbe "riciclare" come radio UHF. Non ci ho speso molto, o meglio ho già speso tanto per il cavo di programmazione e giusto una decina di euro per un antennino da 16 cm. Sicuramente in futuro spenderò altrove, ma una PMR immagino che tornerà sempre utile.
Non sapevo ci fosse stato il "periodo d'oro" dei pappagalli. Eppure avevo letto una nota del ministero in cui venivano autorizzati, a patto che rispettassero la normativa. Ciò di fatto sembra comunque un controsenso, perchè non credo ci siano aziende che vendano "pappagalli omologati" con antenna non removibile. Immagino che le cose siano andate più o meno così(magari me lo confermerai): qualcuno ha installato dei pappagalli che non erano esplicitamente vietati finchè qualcuno del ministero dello sviluppo economico non ha specificato che è vietato.
Ad installarne uno illegale verrebbe subito scoperto, insieme probabilmente a coloro che lo usano.

Per la G18 vedrò; non si trovano video o guide alla sostituzione, ma ho letto dovrebbe esserci una vite e anche della colla. Va prima rimossa la vite e poi girata l'antenna. Non so ancora se monterò quella da 16 cm, può essere che lo farò in futuro. Per i controlli, c'è chi dice che non ci sono, c'è chi dice che ci sono eccome, e non è nemmeno chiaro quali siano le pene. C'è chi addirittura parla di condanna penale per la modifica di un PMR, anche solo la sostituzione dell'antenna (magari una più corta con meno guadagno di quella originale). Mi sembrano esagerazioni, ma una persona con un po' di sale in zucca preferisce magari non rischiare; considera oltretutto che, almeno per il momento, sto usando la radio in città, dove di pattuglie ne passano. Non so oltretutto cosa potrei guadagnare passando da un antenna da 10 cm ad una da 16.

Buona giornata, credo di non dover chiedere altro.

Raffaele

Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #13 il: 02 Novembre 2019, 18:32:46 »
Buongiorno Fox, grazie.  [emoji6]
Può essere che andrà come dici, ma la G18 può funzionare a 5 watt da 400 a 520 mhz in duplex. Non è poi tanto diversa dalla Midland ct690 radioamatoriale

Ciao Raffaelle, diciamo che un apparato UHF / VHF di buona qualità è ben diverso dal tuo G18......che non ha neppure le SSB....certo, per il traffico suoi ponti ti basta ed avaza il G18  "aperto", ma se arriverai a voler qualcosa di più a livello di collegamenti.....capirai quanto è costoso e impegnativo fare attività DX tanto più in VHF / UHF

Riguardo ai pappagalli, c'è stato un periodo in cui un ispettorato della regione (? non mi ricordo) di fronte ad una domanda ben mirata espresse un parere favorevole alle condizioni che venisse rispettata la normativa (quindi radio non modificate), ma si è trattata di una "mosca bianca" infatti nel successivo aggiornamento normativo il tutto è stato vietato

Il possesso e utilizzo di un apparato OM senza patente ed AG non è più reato penale, MA è sempre una rogna che potrebbe incidere potenzialmente  anche su una eventuale richiesta futura di parecipazione agli esami, senza contare pesanti ammende....diciamo che i controlli non son molti, MA chi vien beccato paga per gli altri 1000  che detengono e usano abusivamente

Cambiare antenna, così come portarlo a 5 W non guadagni più di tanto.....fidati ! Le UHF hanbno trasmissine in portata ottica, se pretendi di fare collegamenti all'interno di una città in mezzo ai palazzi perdi solo tempo

Più volentieri abbraccia la strada della CB [emoji106] con antenna esterna chiaramente o su auto




Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2128
  • Applausi 131
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #14 il: 02 Novembre 2019, 19:04:20 »

Non sapevo ci fosse stato il "periodo d'oro" dei pappagalli. Eppure avevo letto una nota del ministero in cui venivano autorizzati, a patto che rispettassero la normativa.

Raffaele

ciao Raffaele , seguo da molto tempo l'evolversi dei pmr446, ma non ho mai letto una nota del ministero che autorizzasse i parrot, probabilmente l'avrai letto in uno di quei forum dove addirittura linkano in rete il pmr446 per aumentare la portata e riuscire a parlare da nord a sud, logicamente illegale anche questo.


P.S. dimenticavo , rimane il fatto che il G18 non rientra nell'elenco del MISE, forse perchè non aggiornato o forse dato dal fatto che non corrisponde alle caratteristiche (scrambler??).
« Ultima modifica: 02 Novembre 2019, 19:27:16 da dattero »
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade


Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #15 il: 07 Novembre 2019, 15:54:54 »
Buongiorno a tutti e grazie.  [emoji6]

Vi rispondo un po' in ritardo perchè sono stati giorni pieni. Non so dire, la G18 viene venduta come radio omologata, ma con lo scrambler forse non dovrebbe esserlo, anzi forse non dovrebbe esserlo nessuna Midland, perchè le antenna non sono veramente fisse e non removibili ma attaccate con viti e colla. Diciamo pure che la normativa è stata interpretata a convenienza.
Di certo non utilizzerò un' apparato UHF/VHF finchè non avrò la patente e nemmeno mi interessa farlo (se non per radioascolto, da casa); so tuttavia che una PMR modificata viene considerata come radio radioamatoriale, quindi forse andare in giro con la G9 Export non è poi tanto diverso dal farlo con una Baofeng.
Ho comunque deciso di prendermi il rischio. Ho una G9 Pro Export che trasmette a 5 watt; ho utilizzato i 5 watt solo per fare dei test (curiosità) ed eventualmente li userò solo in situazioni di reale bisogno (quindi probabilmente mai). Se mi trovassi in montagna, da solo, con una gamba rotta, sarei disposto anche a trasmettere a 200 watt, ma non servirebbe, dato che in UHF si va molto lontano con pochi mw se si sta abbastanza in alto.

Ora sto cercando di modificare la G18, perchè di serie monta un'antenna più piccola di quella della G9 e, da prove effettuate, effettivamente trasmette e riceve peggio della G9. Se non fa parte dell'elenco del mise può essere che resterà in un cassetto ma ormai, visto che ho iniziato, cerco di finire. La G18 ha un' antenna fissata con la colla e con una piccolissima vite a brugola di misura 5/64 (pollici americani); il problema è che anche questa vite è fissata con la colla e non sono riuscito a rimuoverla, ovvero si è spanata al primo tentativo.
Sto cercando di capire se posso svitare l'antenna nonostante questa vite presente, e se magari questa vite è messa li proprio per lasciare un segno della manomissione; se fosse così posso farmene una ragione, ma sto cercando di capire se quella brugola, oltre al danno estetico, possa danneggiare il connettore SMA (non credo).
Probabilmente, per svitare quella piccola vite a brugola era necessario scaldare l'antenna con una pistola ad aria calda, ma è qualcosa che ho preferito non fare, perchè stiamo parlando sempre di elettroniche.


Detto questo, io effettivamente trasmetto a 500 mw e non ha molto senso spingersi oltre. In molte occasioni potrei anche trasmette a meno di 500 mw, ma le radio non lo consentono (potrei risparmiare batteria). Sì, senz'altro valuterò il CB in futuro, perchè so che attraversa meglio gli ostacoli ed è probabilmente la soluzione per fare più chilometri dove non c'è portata ottica.


Buona giornata!

Raffaele

Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2128
  • Applausi 131
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #16 il: 07 Novembre 2019, 16:11:27 »
se hai la pazienza di lavorare con le cose piccole e se proprio hai ancora un po di grip nella brugolina prova con il saldatore a scaldare in corrispondenza della vite e prova a svitare, lo stesso lo fai anche con l'antenna per svitarla. Se proprio la brugola non viene via dovrai passare un punta del diametro della vite, perderai il filetto ,ma a quel punto non penso ti interessa
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #17 il: 07 Novembre 2019, 16:32:11 »
Non so se ho capito bene, quindi chiedo conferma (ti rispondo al volo dal telefono) :
Mi sta suggerendo di saldare a stagno (ho solo quel saldatore) la vite con la brugola? In effetti potrebbe funzionare, anche se danneggerei quasi sicuramente l'antenna corta con punta dello stagnatore (ma non é un dramma). La seconda opzione che mi hai suggerito l'ho capita ancora meno: mi stai forse suggerendo di provare a spaccare la vite in mezzo con una punta di trapano? In giro ho un dremel con delle punte molto piccole, probabilmente adatte allo scopo.
Comunque sto cercando di montare l'antenna lunga di Midland, quella montata di serie sulla G10.
Sai dirmi se quella vite può rompere il connettore o si limita a lasciare un segno indelebile sulla superficie? Se é per questioni di garanzia, posso capirlo.


inviato COL-L29 using rogerKapp mobile


Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2128
  • Applausi 131
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #18 il: 07 Novembre 2019, 17:23:48 »
Non so se ho capito bene, quindi chiedo conferma (ti rispondo al volo dal telefono) :
Mi sta suggerendo di saldare a stagno (ho solo quel saldatore) la vite con la brugola? In effetti potrebbe funzionare, anche se danneggerei quasi sicuramente l'antenna corta con punta dello stagnatore (ma non é un dramma). La seconda opzione che mi hai suggerito l'ho capita ancora meno: mi stai forse suggerendo di provare a spaccare la vite in mezzo con una punta di trapano? In giro ho un dremel con delle punte molto piccole, probabilmente adatte allo scopo.
Comunque sto cercando di montare l'antenna lunga di Midland, quella montata di serie sulla G10.
Sai dirmi se quella vite può rompere il connettore o si limita a lasciare un segno indelebile sulla superficie? Se é per questioni di garanzia, posso capirlo.


inviato COL-L29 using rogerKapp mobile
riformulo la mia risposta , la mia idea, che poi è frutto di esperienza, è di scaldare (non saldare) la zona dove vi è  la vite (andava fatto subito ), il calore rammolisce la colla, e lo stesso calore rammolisce la colla che vi è sul filetto SMA, presumo, dell'antenna.

per il GRANO (brugola che sia) l'operazione è proprio di "mangiare" la vite . In meccanica con viti un po più grosse usiamo bucare con una punta più piccola della vite stessa e poi usiamo dei maschi sinistri appositi per facilitare lo svitamento della stessa, ma è una operazione che facciamo per recuperare la filettatura , e non è questo il caso.
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade


Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #19 il: 07 Novembre 2019, 19:02:53 »
Grazie mille per le risposte.

Purtroppo sembra che non ci sia molto da fare.
Ti spiego meglio la situazione:
non ho scaldato la zona perchè non mi sembrava sicuro farlo; per scaldare quella zona avevo solo una pistola ad aria calda (che uso per piegare il plexiglass e per guaine termorestringenti) che avrebbe scaldato tutta la radio, rischiando magari di fare danni, perchè non ho modo di controllare la temperatura, infatti spesso è capitato di "bollire" il plexiglass, almeno finchè non ho maturato abbastanza esperienza (costruisco impianti di raffreddamento a liquido per pc).
Non possiedo una saldatrice, quindi il massimo che potrei fare è usare il saldatore a stagno, ma sono sicuro che una saldatura a stagno non può reggere una pressione del genere.
Potrei provare a fare un taglio sulla brugola, cercando poi di svitarla con un cacciavite a taglio, ma avrei bisogno di un seghetto per metalli piccolissimo, altrimenti posso solo fare danni.
Ho capito di cosa parli relativamente agli estrattori. Andrebbe bene, se non fosse che si parla di una vitina di forse mezzo mm, che sarebbe già difficile bucare in mezzo, e immagino impossibile trovare un estrattore adatto allo scopo.
Sembra una vite fatta apposta per non poter essere rimossa, perchè di fatto girerebbe benissimo se non ci fosse della colla a tenerla ferma.
Ho cercato ovunque, ma nessuno parla di come rimuovere le antenne di queste Midland; posso capire che non sia lecito utilizzare una PMR con antenna modificata, ma io potrei benissimo cambiare l'antenna per uso radioamatoriale e usarla sui ponti. Midland ovviamente non risponde a richieste di chiarimenti del genere.
In ogni caso parliamo sempre di normative perchè, al di la dello scrambler che non mi interessa, io sto cercando di montare l'antenna da 1/4 della G10, modello evidentemente in commercio come PMR omologato.

Quello che non capisco è se posso tentare di svitare l'antenna anche in presenza di quell'elemento perchè, a giudicare dall'antenna lunga che possiedo con la stessa brugola, dire che non tiene fermo nulla, ma semmai si limita a strisciare sul connettore SMA lasciando un segno circolare. Per smontare l'antenna potrei semmai scaldarla leggermente e poi girare in senso antiorario con decisione.

Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2128
  • Applausi 131
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #20 il: 07 Novembre 2019, 19:11:25 »
non ho parlato di saldatrice, ma di saldatore per stagno, una volta acceso appoggi la punta sulla zona di interesse così per contatto si scalda, non deve raggiungere chissà quali temperature, gli hanno applicato una goccia di frenafiletto a bassa resistenza che con il calore diventa molle
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #21 il: 07 Novembre 2019, 19:48:24 »
Grazie "dattero",

no, scusami, ti avevo solo elencato le mie "opzioni", almeno quelle che avevo valutato.
Ok, quindi mi stai suggerendo di appoggiare la punta dello stagnatore sulla brugola, in modo da scaldare la colla sottostante. Potrebbe funzionare ad ammorbidire la colla e facilitare la rimozione della vite. L'unico problema è che la vite è mezza spanata, quindi non riuscirò più a svitare con molta forza.
Posso provarci comunque; qualche altro consiglio?

Buona serata, grazie davvero per l'aiuto.

Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #22 il: 07 Novembre 2019, 20:46:06 »
Niente da fare. Forse è meglio rassegnarsi, prima di rompere tutto. L'idea era buona: ho inserito la punta del saldatore a stagno nella testa della vite e ho scaldato a oltre 60/70 gradi, almeno a giudicare dal tocco. Non si smuove, ne la vite, ne l'antenna, ho solo spanato di più la filettatura, ormai quasi tonda. Non è certo la prima volta che svito qualcosa del genere o di spanato, ma una cosa simile non mi era mai accaduta nella vita. Mi ero illuso di svitare semplicemente quel grano e cambiare l'antenna.
A meno di non sapere esattamente come fare, se qualcuno ha in mente di cambiare l'antenna alla G18 lo sconsiglio, e immagino che con gli altri modelli sia più o meno la stessa cosa, tranne forse G7 e G9 che mi sembra si modifichino molto facilmente.

Ti ringrazio ugualmente per la pazienza, perchè immagino ce ne voglia molta per rispondere alle solite persone che vogliono modificare il PMR.  [emoji23] Se hai qualche altra soluzione provo, altrimenti ci rinuncio. Ho anzi timore che la colla sia così resistente che, anche tolta la vite, non riuscirei a svitarla nemmeno slogandomi un polso. Può essere perchè è IP67?


Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2128
  • Applausi 131
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #23 il: 07 Novembre 2019, 21:45:41 »
a questo punto con tanta pazienza e dremel prova fresare la parte dell'antenna da una parte e poi dalla parte opposta così da dividerlo in 2 senza andare a toccare il connettore della radio
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline raffaele90

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 57
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Consigli per Midland G18
« Risposta #24 il: 08 Novembre 2019, 01:32:09 »
Ti ringrazio molto per l'aiuto e mi scuso anzi se ti ho fatto perdere del tempo. Qui sul forum siete tutti gentilissimi e disponibili. Per il momento mi fermo qui. Domanda: secondo te qui sul forum o in qualche sede ARI lo trovo qualcuno che sappia mettere le mani su questi "aggeggi"? Preferirei rivolgermi fisicamente a qualcuno in futuro, perchè temo di non avere abbastanza pazienza e strumenti adatti per fare qualcosa del genere.

Non vorrei comunque rendere questo post inutile per eventuali lettori, quindi farò una "sintesi" di quanto appreso:
tralasciando la questione antenna, su cui non ho avuto successo (al momento almeno), per tutte le altre personalizzazioni, o comunque per buona parte di esse, è necessario acquistare il cavo di programmazione Midland C1131, che arriva corredato di cd con il software, e che dovrebbe essere compatibile con G15, G18 e Midland Artic (a quanto ho capito, si tratta di una radio con frequenze nautiche preimpostate).
Nel dischetto troverete il software per queste tre radio, decomprimete il file compresso che contiene il software per la G18.
Il software permette varie customizzazioni, alcune lecite senza patente, altre no. Ad esempio è possibile far funzionare la G18 in UHF (da 400 a 520, mi pare), sbloccare il controllo per frequenza, memorizzare canali personalizzati, impostare la potenza low e high per singolo canale, settare scrambler e compander, oltre a moltissime altre cose, come la personalizzazione dei tasti laterali (uno di questi può essere impostato per accendere la radio FM)

Vedo che non si parla molto della G18 e del software, quindi sono contento di dare il mio piccolo contributo. Nell'ultima settimana ho cercato molto in rete sulla G18, trovando davvero poco. Magari, in un futuro prossimo, scriverò una piccola guida ad immagini per il settaggio delle funzioni.
In ogni caso nel cd si trova anche il manuale per l'uso del software.


Grazie mille.

Raffaele