Autore Topic: Patente... perché?  (Letto 2304 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1980
  • Applausi 67
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Patente... perché?
« Risposta #25 il: 27 Ottobre 2019, 10:09:32 »
"Come mai nella regione X il mio titolo di studio è accettato e qua no? "

scusa ma è una domanda razionale e ragionevole.
presentarsi all'esame comporta comunque una quota di rotture di scatole oltre che prepararsi un minimo sui quiz.
constatare che la legge NON sia uguale per tutti è una delle esperienze più deludenti per chiunque.

se posso eprimere una mia considerazione credo che oggi se si togliesse l'esonero per studi il numero dei radioamatori crollerebbe verticalmente.

Così come se quello che mi dice che con la direttiva e la radio autocostruita si è collegato tonga....scivola nei binari della mia indifferenza anzi tenderei a pensare "che pirla ti metti con 5W in WiresX/DMR o usi internet e a tonga ci arrivi senza fatica e migliaia di euro spesi". Sono gusti o scelte.

scusa ma questo è talmente offensivo che mi fa domandare perché tu abbia preso il titolo di radioamatore
« Ultima modifica: 27 Ottobre 2019, 10:11:38 da kz »

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2058
  • Applausi 262
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Patente... perché?
« Risposta #26 il: 27 Ottobre 2019, 10:14:33 »
Apro altro OT

Vedi, il problema secondo me viene leggendo tanti commenti riportati qua sul forum:  si legge di quello che chiede....  "io con il mio titolo di studio posso ottenere la patente ?"

Magari alla risposta negativa da parte del ministero quasi MAI si legge che la persona X avendo a livello teorico una buona base di elettronica,  dice  "beh, peccato  andrò a fare l'esame tanto lo faccio in 10 minuti"...quanto piuttosto....discorsi quali

"Come mai nella regione X il mio titolo di studio è accettato e qua no? "


Questo fa capire tante cose.......da qua le mie considerazioni sopra esposte, che vanno a riallacciarsi al discorso "selezione" fatto da Franco

E poi via, io almeno lo ammetto...altri  no.... se facessero a me una domanda anche generica su una materia fatta esclusivamente alle superiori (argomenti non più trattati da molti anni)....sarei in grado di rispondere ?  Assolutamente no...  [emoji24]

Poi sia chiaro, la legge non l'ho fatta io e fino a quanto è così mi sta più che bene [emoji2]  [emoji2]  [emoji2]

Ti stimo perchè come me scrivi e ti esprimi liberamente. Anzi mi spingi ad essere fin troppo diretto ..e lo dico in senso positivo.
Io provai più di venti anni fa a chiedere l'esonero...il primo NO...bene dopo 20 anni all'estero ho acquistato due bibanda ed operavo illegalmente anche se seguendo sempre l'operatività corretta.
Alla fine nel 99 per cento dei casi usavo la radio per parlare in giro con la mia donna a casa....
Tornato in Italia ho riprovato e mi è andata bene nel mettermi in regola. Bene così. Tutto va contestualizzato io ci son nato con la radio in mano, ho zio OM da almeno 40 anni, ho fatto la CB e poi i 26-30Mhz con 30 country collegati...gli studi li ho....e non ostento ma di certe cose ne so molto più di altri. Ecco secondo tentativo mi hanno "legalizzato" se dicevano no???? Beh continuavo a fare il pirata tanto anche oggi che sono totalmente regolare è quasi impossibile vedermi in giro con una radiolina. Forse ho solo avuto eccesso di zelo e voglia di dare 5 euro l'anno allo stato. Il resto scritto e riscritto...inutile ripeterlo :-)
IU2 DLC
Operatore Pietro
QTH Locator: JN45NK
DMR-ID: 2222603

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2058
  • Applausi 262
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Patente... perché?
« Risposta #27 il: 27 Ottobre 2019, 10:24:47 »
scusa ma è una domanda razionale e ragionevole.
presentarsi all'esame comporta comunque una quota di rotture di scatole oltre che prepararsi un minimo sui quiz.
constatare che la legge NON sia uguale per tutti è una delle esperienze più deludenti per chiunque.

se posso eprimere una mia considerazione credo che oggi se si togliesse l'esonero per studi il numero dei radioamatori crollerebbe verticalmente.

scusa ma questo è talmente offensivo che mi fa domandare perché tu abbia preso il titolo di radioamatore

Verissimo KZ. Lasciando stare le paturnie che bene che vada gli esami sono 2 volte l'anno...lasciando stare il fatto che ogni regione fa quello che vuole resta la maledetta verità....io mi compro 30 euro di baofeng mi sintonizzo sull'RU X della zona Y ...mi invento un nominativo coerente IU2 ZZK (non esiste registro pubblico e registrarsi su qrz.com non è obbligatorio) e parlo comunque..non mi troverà ne controllerà mai nessuno. Son tutti professori qui vorrei vedere se da dentro casa faccio quanto detto sui ponti radioamatoriali chi se e mai ...naaa. Ma siccome son tutti "guru" sia in elettronica che in materia legislativa ..."vada retro satana".....ed anzi sono stato buono...negli anni i pirati senza alcun nominativo sui ponti locali solo ad insultare ...ma pensi ne abbiano mai preso nessuno? No al MISE fino a quando stai in banda non gliene frega nulla!!!! Quindi questi Prof. del piffero dovrebbero incentivare alla legalità invece che ostentare titolo e saccenza facendo allontanare la gente dalla legalità. Scatta l'embolo...quello che dice che esami più severi...etc. etc. si si ritroverebbero legalmente 4 90 enni sulle varie frequenze l'importante che sanno usare il saldatore...ma per favur :-(
IU2 DLC
Operatore Pietro
QTH Locator: JN45NK
DMR-ID: 2222603

Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Patente... perché?
« Risposta #28 il: 27 Ottobre 2019, 10:41:44 »
scusa ma è una domanda razionale e ragionevole.
presentarsi all'esame comporta comunque una quota di rotture di scatole oltre che prepararsi un minimo sui quiz.
constatare che la legge NON sia uguale per tutti è una delle esperienze più deludenti per chiunque

Altro OT

Dunque, a mio  esclusivo modo vedere, dico: SE e dico SE la persona X sostiene che è giusto farsi concedere per meriti di studio la patente (perchè la legge lo consente) perchè mai si dovrebbe rompere le scatole per fare dei quiz preparatori  all'esame? 

Non è già pronto per fare l'esame da un giorno all'altro o iniziare fin da subito l'attività sentendosi equiparato o addiriddura dotato di conoscenze supereiore rispetto a chi studia i libruccini per fare l'esame? Evidentemente no.... [emoji31]  [emoji31]

Il discorso "rottura di scatole"..per ottenere una cosa che si vuole non ha senso a mio vedere...il tempo per iscriversi e partecipare all'esame è minore di quello perso per "razzolare" a cercare informazioni e fare domanda al ministero per l'esonero

La verità è questa:  chi può ottenere "a gratis" lo fa, chi si  "rompe" a studiare un po', deve essere animato da una volontà di livello superiore e questa volontà non tutti gli aspitanti OM ce l'hanno

Chiuso OT
« Ultima modifica: 27 Ottobre 2019, 11:01:39 da FoxG7 »
Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

Offline IK4MDZ-Franco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 416
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
  • http://web.tiscali.it/ellepi_progetti/
    • Mostra profilo
    • il mio sito
    • E-mail
  • Nominativo: IK4MDZ
Re:Patente... perché?
« Risposta #29 il: 27 Ottobre 2019, 10:45:49 »
Caro Pieschy onestamente faccio fatica a seguire il filo logico del tuo discorso, sara' sicuramente un mio problema nel non sapere leggere ed interpretare. Secondo te si dovrebbe eliminare l'esame teorico per l'ottenimento della patente e basterebbe solo farne richiesta. Ma se non sbaglio esiste gia' la CB e le frequenze LPD in UHF per questo tipo di attivita'. Hai fatto riferimento ad un'altro aspetto e cioe' l'esempio della vecchietta che non deve conoscere come e' fatto il motore della sua Panda. Posso essere in accordo, specialmente oggi che le motorizzazioni ed i sistemi di iniezione elettronici hanno cambiato radicalmente l'auto. In ogni caso, pero' guarda caso, quando devi conseguire la patente l'esame che sia a quiz o no oltre alle domande sulla circolazione chiede anche, molto blandamente, a cosa servono alcune cosette che si trovano sotto il cofano motore. Si potrebbero eliminare tanto oggi nessuno se le ripara piu' secondo il tuo punto di vista.Puo' darsi ma le cose stanno ancora cosi'. Il fatto che il nostro sia un hobby, secondo me, non preclude il fatto che per esercitarlo occorra un minimo di cognizione. Se tu pensi che non serva, va bene, ma e' un tuo punto di vista, come peraltro il mio. Mi fa piacere che tu non ostenti le tue conoscenze tecniche tenendole nascoste, ma io sono convinto che in un forum chi ha le conoscenze sia non dico obbligato, ma giustificato ad aiutare altri che non le hanno ancora maturate. Ma puo' darsi che mi sbagli e il forum sia di utilizzo solo per altri scopi che poco hanno a che fare con gli elementi su cui si basa il nostro "passatempo costruttivo". Ricordo comunque che l'etere e' un bene dello stato che rende disponibile ai privati per le trasmissioni e a coloro che ritiene qualificati.
Termino qui, nel rispetto dei pareri di tutti coloro hanno contribuito a questo 3D. Un solo appunto a chi ne sa di piu': perche' non scrive su argomenti o pubblica progetti che possano aiutare a fare quel salto di qualita' a coloro che ancora non le hanno ?
Un vecchio proverbio delle mie parti dice tradotto in italiano : Piu' si mescola piu' puzza e quindi evitero' di andare oltre.
73' a tutti da "quello".
« Ultima modifica: 27 Ottobre 2019, 11:11:24 da IK4MDZ-Franco »
Alias  trodaf_4912


Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Patente... perché?
« Risposta #30 il: 27 Ottobre 2019, 10:50:55 »
Ecco secondo tentativo mi hanno "legalizzato" se dicevano no???? Beh continuavo a fare il pirata

Apro ultimo OT, spero... [emoji12]

Apprezzo la tua onesta e non ti nascondi... [emoji106]  [emoji6]

Chiuso OT

Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1980
  • Applausi 67
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Patente... perché?
« Risposta #31 il: 27 Ottobre 2019, 11:09:41 »
Altro OT

Dunque, a mio  esclusivo modo vedere, dico: SE e dico SE la persona X sostiene che è giusto farsi concedere per meriti di studio la patente (perchè la legge non consente) perchè mai si dovrebbe rompere le scatole per fare dei quiz preparatori  all'esame? 

Non è già pronto per fare l'esame da un giorno all'altro o iniziare fin da subito l'attività sentendosi equiparato o addiriddura dotato di conoscenze supereiore rispetto a chi studia i libruccini per fare l'esame? Evidentemente no.... [emoji31]  [emoji31]

Il discorso "rottura di scatole"..per ottenere una cosa che si vuole non ha senso a mio vedere...il tempo per iscriversi e partecipare all'esame è minore di quello perso per "razzolare" a cercare informazioni e fare domanda al ministero per l'esonero

La verità è questa:  chi può ottenere "a gratis" lo fa, chi si  "rompe" a studiare un po', deve essere animato da una volontà di livello superiore e questa volontà non tutti gli aspitanti OM ce l'hanno

Chiuso OT

credo che tu, per la fretta, non abbia letto cosa ho scritto oppure hai compreso quello che volevi

considerando che il signor A residente presso Y voglia conseguire la patente di radioamatore e che abbia il titolo X, saputo che con tale titolo il signor B abbia giaà conseguito la patente presso Q, il nodo è:
"se presso Y riconoscono il titolo di studio X, perché presso Z tale titolo non è riconosciuto?"
queste sono le situazioni che trasmettono la c.d. "sfiducia nelle istituzioni" tipica di noi cittadini italiani: le eccezioni, le deroghe, l'arbitrarietà

se a tuo parere non ha senso ritenere che burocrazia, file, carte bollate e un esame non siano "rotture di scatole" mi complimento, ma anche il più entusiasta sicuramente avrà avuto un momento di sfiducia o di fastidio, no?

inoltre la tua ultima considerazione è una verifica di quello che ho scritto io: se ci fosse l'esame obbligatorio per tutti gli aspiranti radioamatori il crollo degli stessi sarebbe verticale

ps: non mi sembra che questi siano OT...

Offline TW 71

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 983
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
  • 3db 3db 3db
    • Mostra profilo
  • Nominativo: TW71
Re:Patente... perché?
« Risposta #32 il: 27 Ottobre 2019, 11:34:25 »
Questa storia dell' esame "obbligatorio" citata sempre da quelli che l' hanno fatto sembra una sorta di rivincita tipo: perche io si e  lui no ?.
Se è vero che per chi ha un titolo di studio o equipollente esperienza lavorativa "bastano 10 minuti" perchè lo si deve obbligare comunque a farlo ?
Allegoricamente parlando molti interventi mi sono sembrati più una specie di sdegnato ritiro sull' aventino contro la modernità...

Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Patente... perché?
« Risposta #33 il: 27 Ottobre 2019, 12:01:58 »
.....se a tuo parere non ha senso ritenere che burocrazia, file, carte bollate e un esame non siano "rotture di scatole" mi complimento, ma anche il più entusiasta sicuramente avrà avuto un momento di sfiducia o di fastidio, no?

Allora, si capisco che uno possa non ritenere giusto e corente che nella regione X il proprio titolo di studio venga considerato valido e nella regione Y no....ma guarda, io sono talmente abituato a lavorare con normative diverse già fra Comune e Comune all'interno della stessa regione, al punto che la cosa non mi sorprende affatto, l'accetto e basta [emoji2]  [emoji2]

ps: non mi sembra che questi siano OT...

Ho scritto OT, in quanto il post iniziale era rivolto a chiedere consigli su come ottenere la patente da OM,  non per fare disquisizioni su cosa sia giusto o sbagliato nella procedura....

Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia


Online FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4615
  • Applausi 193
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Patente... perché?
« Risposta #34 il: 27 Ottobre 2019, 12:12:30 »
Questa storia dell' esame "obbligatorio" citata sempre da quelli che l' hanno fatto sembra una sorta di rivincita tipo: perche io si e  lui no ?.
Se è vero che per chi ha un titolo di studio o equipollente esperienza lavorativa "bastano 10 minuti" perchè lo si deve obbligare comunque a farlo ?
Allegoricamente parlando molti interventi mi sono sembrati più una specie di sdegnato ritiro sull' aventino contro la modernità...

Beh, penso che la questione sia proprio quella....parlando della preparazione media di un OM tanto cara a Franco e che alla fin fine ritengo cosa giusta pur io (chiaramente in quantità sufficiente per non fare danni e/o come base minima per fase di apprendimento successiva): se uno ha effettivamente preparazione da vendere faccia l'esame in 10 minuti (se non ha un diploma accettato per l'esonero) e se ne torni a casa snobbando  pure il test e gli esaminatori, nel caso contrario si metta a studiare come hanno fatto tutti gli altri, nessuna polemica ci mancherebbe [emoji106]

Radio operatore OM-QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

Offline TW 71

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 983
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
  • 3db 3db 3db
    • Mostra profilo
  • Nominativo: TW71
Re:Patente... perché?
« Risposta #35 il: 27 Ottobre 2019, 12:26:06 »
(se non ha un diploma accettato per l'esonero)

È proprio questa la materia del contendere. Cioè c'è chi non accetta che ci siano persone che hanno studiato la materia a scuola (e magari hanno anche lavorato per anni nel campo) che siano esentate da un esamino a risposte multiple. Capisco più quelli che vorrebbero un esame più serio.
Ma tanto si alimentano sempre gli stessi flames. Ormai chi usa la radio è diventato peggio di una mosca bianca ed è questo secondo me il dato più importante e non credo che aumentando la difficoltà degli esami o ripristinando esami su modi in disuso da 30 anni si possa arrestare il declino.


Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1980
  • Applausi 67
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Patente... perché?
« Risposta #36 il: 27 Ottobre 2019, 14:16:59 »
il declino si arresta solo con studio, preparazione, attività.

al momento se "studio" è quello che deriva dalla scuola/università, "preparazione" quella che si riscontra presso molti radioamatori e "attività" quella che si può ascoltare su molti ponti, tanto vale sparire del tutto.

TW 71 malgrado la febbre attuale per alcuni modi digitali, che di radio purtroppo hanno poco benché siano validissimi, eviteri di definire il CW "in disuso"

è normale che ci siano discussioni, molte basate su "ai miei tempi" o "io ho il titolo", ma a conti fatti quello che rimangono sono le azioni di ognuno di noi, quello che lasciamo, nel caso specifico, scritto

Allora, si capisco che uno possa non ritenere giusto e corente che nella regione X il proprio titolo di studio venga considerato valido e nella regione Y no....ma guarda, io sono talmente abituato a lavorare con normative diverse già fra Comune e Comune all'interno della stessa regione, al punto che la cosa non mi sorprende affatto, l'accetto e basta [emoji2]  [emoji2]

ciò che per te è normale (progettista civile?) per il resto della popolazione è assurdo, almeno finché siamo uno stato unitario; un titolo di studio dovrebbe avere lo stesso valore su tutto il territorio nazionale

Citazione
Ho scritto OT, in quanto il post iniziale era rivolto a chiedere consigli su come ottenere la patente da OM,  non per fare disquisizioni su cosa sia giusto o sbagliato nella procedura....

la possibilità che venga rifiutato un titolo che altrove è accettato è reale, quindi bisogna sempre dichiararlo: chiedete all'ispettorato competente

Offline emyisrael

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 95
  • Applausi 16
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IU3MEY
Re:Patente... perché?
« Risposta #37 il: 28 Ottobre 2019, 05:24:51 »
Patente dove e come. Questo era il titolo del post.. Ora... A uno che cerca informazioni si deve leggere una miriade di ot per cosa? Se volete dibattere sul discorso patenti, rilasci, esami aprite un altro topic e discutete all infinito.. Questo è il mio punto di vista.

inviato AMN-LX9 using rogerKapp mobile

Le kol makom she anì holech
Ani holech le Eretz Israel

Offline IU2IDU

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 698
  • Applausi 29
  • Sesso: Maschio
  • COTA 686-SM Associazione Radioamatori Carabinieri
    • Mostra profilo
    • IU2IDU Official Page
  • Nominativo: IU2IDU
Re:Patente... perché?
« Risposta #38 il: 28 Ottobre 2019, 08:58:15 »
Hai ragione emyisrael, ci siamo fatti prendere dalla conversazione.

Buona settimana a tutti.
73 Giulio IU2IDU
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2058
  • Applausi 262
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Patente... perché?
« Risposta #39 il: 28 Ottobre 2019, 09:31:51 »
Fox, quello che dici ha senso. Dici ma se uno ha preparazione che ci vuole a fare l'esame? Un ripassino o forse neanche. In linea di principio hai ragione ma in tutte le discipline che prevedono una conoscenza e relativo conseguimento di titoli (diplomi,lauree patenti) la cosa va fatta una sola volta.
Forse io non mi so spiegare cosa molto probabile. Allora se lo STATO mi ha dato nel 1991 un diploma che includeva la conoscenza dell'elettronica ma per quale recondito motivo io dovrei ritestarmi nel 2014 su conoscenze che lo stato stesso mi ha certificato ai tempi?
Perdita di tempo e di soldi e manifestazione di incoerenza. La resistenza quella è e quella resta da almeno 70 anni cosa mi chiedi a fare oggi cosa sia se nel 1991 hai certificato che io quella conoscenza l'avevo?
Torno alla similitudine con le patenti di guida. Non è che un patentato nel 1990 quando rinnova la patente deve rifare i test teorici e pratici, no, si controlla la vista, nel mio caso che ho anche la C la prontezza di riflessi e fine. Assurdo anche nel 2000 avendo io già patente B e C mi per prendere la A ho dovuto rifare sia gli esami di teoria che di pratica. Assurdo perchè ci sta la pratica (la moto non ne auto ne camion) ma la teoria è logico che la sappia visto che ho già patenti di grado superiore. Infatti dopo abolirono l'esame di teoria per i già patentati che richiedevano la A avendo patenti di grado superiore richiedendo solo la prova pratica di guida della moto.

Ovviamente c'è sempre una via di mezzo al pari della patente auto anche in presenza (parliamo di patente di radioamatore) di titoli pregressi si dovrebbe accertare che il futuro OM sia a conoscenza di tutta la parte normativa. Quindi avrei dovuto fare un'esamino su regole,band plan e poco altro. Su quello potrei essere d'accordo visto che la "certificazione" delle conoscenze tecniche data dal diploma non include tutta quella parte.

Non è difficile il mio discorso e non mai detto che bisogni distribuire patenti di radioamatore a gratis senza alcuna prova delle conoscenze che richiede il nostro campo.

Non mettetemi in mano (visto che non sto parlando ma scrivendo) cose che neanche penso del tipo "patente per tutti senza alcun esame o titolo".

Per il resto e senza polemica il discorso fa acqua da tutte le parti perchè allora il radiomatore che senza studi tecnici ha fatto l'esame 30 anni fa andrebbe "revisionato" nelle sue conoscenze ad ogni rinnovo di A.G....perchè se è vero che magari io dopo quasi 30 anni magari non ricordo nulla di elettronica ancora più probabile che oggi l'OM che ha passato gli esami 30 anni fa potrebbe ricordare ancora meno di me....di che si parla?

Se 30 anni fa hai studiato il CW per passare l'esame ma non ti è mai interessato magari oggi ti sei scordato cosa significhi "... --- ..."

Con questo post penso di aver risposto anche a Franco.
Ovviamente è e resta del suo punto di vista, ci mancherebbe.

Buona giornata,
Pietro.
IU2 DLC
Operatore Pietro
QTH Locator: JN45NK
DMR-ID: 2222603


Online IZ2UUF (davj2500)

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3338
  • Applausi 511
  • Sesso: Maschio
  • Op. Davide
    • Mostra profilo
    • IZ2UUF Web Site
  • Nominativo: IZ2UUF
Re:Patente... perché?
« Risposta #40 il: 28 Ottobre 2019, 10:10:23 »
Ciao a tutti.

Ho diviso il topic in "Patente... dove e come?" e "Patente... perché?" così è possibile continuare la seconda discussione senza remore di essere off topic.

Ciaoo
Davide
IZ2UUF - Davide - http://www.iz2uuf.net/

Offline IU2IDU

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 698
  • Applausi 29
  • Sesso: Maschio
  • COTA 686-SM Associazione Radioamatori Carabinieri
    • Mostra profilo
    • IU2IDU Official Page
  • Nominativo: IU2IDU
Re:Patente... perché?
« Risposta #41 il: 28 Ottobre 2019, 14:07:58 »
Grazie Davide, trovo che questa eterna discussione sia sempre molto interessante nonostante ruoti ogni volta intorno agli stessi argomenti: da una parte chi sostiene che l'esame di CW obbligatorio renda la selezione molto più rigida e questo sia un beneficio per la qualità tecnica degli operatori presenti on-air......dall'altra quelli come me che non hanno fatto la parte di CW, ma difendono la bontà delle proprie intenzioni in relazione a questo hobby.
Non arriveremo mai ad una conclusione perchè in qualche modo tutti hanno ragione! Personalmente preferisco fare fonia perchè l'utilizzo della voce mi coinvolge maggiormente, ma riconosco che il CW abbia potenzialità incredibili per fare collegamenti in condizioni proibitive, infatti nelle ultime settimane ho atteso invano la spedizione VP6R mentre un amico radioamatore di Mantova (un IK2) li ha lavorati in telegrafia; tanto di cappello perchè lui usa il tasto e le orecchie per ascoltare pertanto il coinvolgimento potrebbe essere paragonabile al collegamento in fonia con il valore aggiunto della capacità di decodificare mentalmente segnali debolissimi.
Torniamo a PATENTE DOVE/COME/PERCHE: per quanto riguarda PATENTE DOVE/COME direi che la risposta è già arrivata in più riprese, mentre sullo scottante argomento PATENTE PERCHE' posso dire che lo spirito amatoriale del nostro hobby ci porta sempre a migliorare le condizioni tecniche della stazione (quindi bisogna approfondire, capire e non fermarsi mai alle sole considerazioni sul rosmetro) ma soprattutto dobbiamo innovarci costantemente verso le nuove frontiere ed avere l'umiltà di guardare indietro se qualcosa è rimasto per strada (vedi CW).
Sappiamo che dal punto di vista amministrativo la patente è il requisito per richiedere un nominativo, il quale a sua volta serve per ottenere l'Autorizzazione Generale, mentre da quello personale la PATENTE è un punto di partenza verso l'infinito..........il mio prossimo gradino si chiama CW, perciò mi sto allenando con un'app sul telefono e spero prossimamente di mettere a log molti collegamenti in più.

Ciao a tutti.

73 Giulio IU2IDU
« Ultima modifica: 28 Ottobre 2019, 14:14:07 da IU2IDU »
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri

Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2128
  • Applausi 131
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:Patente... perché?
« Risposta #42 il: 28 Ottobre 2019, 16:26:28 »
voglio dire la mia :
avevo la possibilità di conseguire l'esame molto prima dell'eliminazione del CW, ma non sinceramente non mi andava il fatto di essere limitato alle vhf in su, che oltretutto non mi interessavano, io volevo le HF e sinceramente non mi andava giù la discriminazione introdotta dall'esame pratico di telegrafia, allora ho deciso di rimanere CB.
Poi un bel giorno è arrivata la notizia ,ho fatto l'esame e dal 2008 sono RADIOMATORE OM esattamente come chi ha conseguito l'esame paratico ,
Usare come filtro il cw è un grandissimo sbaglio, in HF non esiste solo la CW, o sbaglio??,  ci sono ,(c'erano) , tanti in fonia .
Io purtroppo non sono mai riuscito ad imparare la telegrafia, ci ho provato per anni, ma niente non mi entra nel cervello.

comunque non pensavo esistessero ancora cosi tanti patentati che ci reclutano di serie B.
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline ik2nbu Arnaldo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 464
  • Applausi 47
  • Sesso: Maschio
  • Saldatore per Sempre
    • Mostra profilo
    • www.ik2nbu.com
  • Nominativo: ik2nbu
Re:Patente... perché?
« Risposta #43 il: 28 Ottobre 2019, 19:12:11 »
voglio dire la mia :
avevo la possibilità di conseguire l'esame molto prima dell'eliminazione del CW, ma non sinceramente non mi andava il fatto di essere limitato alle vhf in su, che oltretutto non mi interessavano, io volevo le HF e sinceramente non mi andava giù la discriminazione introdotta dall'esame pratico di telegrafia, allora ho deciso di rimanere CB.
Poi un bel giorno è arrivata la notizia ,ho fatto l'esame e dal 2008 sono RADIOMATORE OM esattamente come chi ha conseguito l'esame paratico ,
Usare come filtro il cw è un grandissimo sbaglio, in HF non esiste solo la CW, o sbaglio??,  ci sono ,(c'erano) , tanti in fonia .
Io purtroppo non sono mai riuscito ad imparare la telegrafia, ci ho provato per anni, ma niente non mi entra nel cervello.

comunque non pensavo esistessero ancora cosi tanti patentati che ci reclutano di serie B.

Ciao Dattero,

devi considerare tecnologia e gli anni storici nei quali è nata la "discriminante CW".
Negli anni 60 e 70 agli esami della patente ci andavano 1.500 persone alla volta... in 2 o 3 sessioni di esame.
oggi forse 30 persone sono tante (se si presentano). Quindi il CW faceva da argine... hi !

Sono stato istruttore di CW per 2 anni alla Sezione ARI di Milano, non è poi sta tragedia la Telegrafia,
i miei allievi hanno tutti superato l'esame, certo che se uno la prende storta sin dall'inizio...non ottiene risultati.

Dal mio punto di vista i migliori esami per la patente sono sempre stati quelli americani della ARRL
dove la suddivisione in classi si accompagna ad una conoscenza non solo teorica ma anche pratica della radio tecnica,
e l'utilizzo esclusivo di alune fettine di frequenza in base alla classe di licenza. Nei primi anni infatti
ho fatto Telegrafia nella fettina CW dedicata ai Novices Americani sui 28 Mhz (che collegavo con una 3 elementi e 5 watt CW QRP)

Tieni presente che all'epoca (senza i modi digitali) la telegrafia era unico modo per fare il giro del mondo in HF senza grandi mezzi.

Invito tutti gli amici di questo post a cimentarsi nelle prove QUIZ per esame Italiano:

http://www.comunicazioniliguria.it/esercizi.php

73 Arnaldo www.ik2nbu.com
« Ultima modifica: 28 Ottobre 2019, 19:15:20 da ik2nbu Arnaldo »


Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2128
  • Applausi 131
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:Patente... perché?
« Risposta #44 il: 28 Ottobre 2019, 20:06:07 »
quello che non ho mai  capito è  perchè  obbligare un esaminando a dover sostenere l'esame pratico del CW per accedere alle HF, RIPETO : in HF non c'era e non c'è tutt'oggi solo CW.
come ha scritto ik2nbu ci sono altri modi , tipo patente USA,

per quanto riguarda il mio apprendimento del CW  probabilmente è un rifiuto sistematico dato dal fatto che non accettavo il CW come barriera, e come ho scritto sopra se non l'avessero tolto oggi sarei ancora CBers ,come lo sono ancora oggi , in quanto non denigro le mie origini
« Ultima modifica: 28 Ottobre 2019, 20:09:22 da dattero »
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline Rommel

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1024
  • Applausi 124
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Patente... perché?
« Risposta #45 il: 28 Ottobre 2019, 23:30:26 »

Invito tutti gli amici di questo post a cimentarsi nelle prove QUIZ per esame Italiano:


Salve a tutti.

Per curiosità sono andato a fare qualche quiz di radiotecnica. In una della serie è presente questa domanda:

"Il rapporto tra ampiezza del segnale e ampiezza della portante è:"



Non c'è scritto a cosa si riferisce la parola "segnale". Anche la portante è un segnale, quindi la domanda di per se non ha nessun senso.
Ho dedotto che per segnale si intendesse la portante modulata, infatti ho risposto bene, ma chi ha scritto quella domanda non dovrebbe avere la patente.

La domanda che appare come titolo di questo topic me la sono posta circa a metà degli anni '80 e siccome ancora non ho trovato una risposta che mi soddisfi, è rimasta tale fino ad oggi e penso che lo sarà anche per il futuro.

Saluti a tutti da Alberto
« Ultima modifica: 28 Ottobre 2019, 23:33:51 da Rommel »

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2058
  • Applausi 262
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Patente... perché?
« Risposta #46 il: 29 Ottobre 2019, 11:04:41 »
Dattero io la penso come te. Se uno e' allergico alle cose è allergico e stop. Pur se so che il buon Marconi ha fatto i collegamenti intercontinentali in CW, pur se so che viene forse anche ad oggi utilizzata sia per DX che per collegamenti d'emergenza fra navi e quanto altro a me sinceramente non mi è mai piaciuta e mai mi piacerà. Non ho sostenuto esami ma se ero nella condizione di doverli fare in teoria e pratica CW non avrei mai preso patente. Non mi piace ne mi interessa ne è l'unico modo di far radio. Quindi giustissimo abbiano abolito l'esame di CW. A me solo sentire beee beeep bee bip mi infastidisce le orecchie. Per me la radio è parlarsi, fonia, che siano HF o quanto altro. Non puoi frenare la passione che uno ha per la radio riducendola alla pratica di un sistema dell'800 non esiste propio. Giusto quindi che dopo decenni hanno abolito l'esame di CW. Che sia stato un filtro? Bene meno radioamatori?
Purtroppo sono "vecchi" dentro e fuori. Io metterei come prova d'esame non il CW che risale al paleolitico ma magari la capacità di farsi un codeplug DMR vorrei vedere quinti nonnini che ancora si gasano con sta CW passerebbero gli esami.
IU2 DLC
Operatore Pietro
QTH Locator: JN45NK
DMR-ID: 2222603

Offline IU2IDU

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 698
  • Applausi 29
  • Sesso: Maschio
  • COTA 686-SM Associazione Radioamatori Carabinieri
    • Mostra profilo
    • IU2IDU Official Page
  • Nominativo: IU2IDU
Patente... perché?
« Risposta #47 il: 29 Ottobre 2019, 12:49:37 »
Che sia stato un filtro? Bene meno radioamatori
Ciao Pietro, ribadisco che sono uno di quelli che non ha fatto esame CW per conseguire la patente....ma capisco lo spirito di chi arriva da un’epoca diversa e rimpiange la qualità tecnica di quei radioamatori. Per questo ho già scritto che secondo me hanno ragione tutti in questa eterna discussione. Oggi viviamo un’epoca in cui nell’anonimato totale della propria stazione alcuni individui pensano di fare quello che vogliono: note CW per disturbare in HF sfogando la propria frustrazione per un collegamento mancato, disturbi di ogni genere sui ripetitori....sono solo alcuni esempi!
Certo i disturbi intenzionali c’erano anche nella rimpianta epoca dell’esame CW quindi le due cose non sono in relazione.

Purtroppo sono "vecchi" dentro e fuori. Io metterei come prova d'esame non il CW che risale al paleolitico ma magari la capacità di farsi un codeplug DMR vorrei vedere quinti nonnini che ancora si gasano con sta CW passerebbero gli esami.
Qui non sono d’accordo perché loro non sono “vecchi dentro e fuori”, piuttosto hanno preso la licenza in un’epoca diversa dalla nostra con regole e modi differenti.
Nemmeno io saprei fare un codeplug in DMR (mai usato) quindi se fosse stato un requisito per prendere la patente avrei dovuto studiare e approfondire esattamente come per il CW.

Non si può mettere in relazione due contesti così differenti, ma entrambi fanno parte del nostro mondo e dovremmo rispettarli in uguale misura. Il CW è assolutamente attuale e non passerà mai di moda, te lo dice uno che non lo sa ancora usare in autonomia e che vede gli altri collegare le spedizioni in telegrafia.

73 Giulio IU2IDU
« Ultima modifica: 29 Ottobre 2019, 15:37:32 da IU2IDU »
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri


Offline IW4BJG

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 273
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Patente... perché?
« Risposta #48 il: 29 Ottobre 2019, 14:16:22 »

Purtroppo sono "vecchi" dentro e fuori. Io metterei come prova d'esame non il CW che risale al paleolitico ma magari la capacità di farsi un codeplug DMR vorrei vedere quinti nonnini che ancora si gasano con sta CW passerebbero gli esami.

codeplug DMR ? non è roba radioamatoriale,anche se ci sono colleghi che usano questi vecchi protocolli di derivazione civile su bande radioamatoriali.quindi non può essere argomento di esame.
"L'egoismo comune cagiona e necessita l'egoismo di ciascuno" ( G.Leopardi)
"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I.Asimov)
"Siamo tutti dilettanti.Non viviamo abbastanza per diventare di più."  (C.Chaplin)

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1980
  • Applausi 67
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Patente... perché?
« Risposta #49 il: 29 Ottobre 2019, 17:37:02 »
Di là il CW è "obsoleto", di qua il DMR "non è radioamatoriale"