Autore Topic: DOBBIAMO PREOCCUPARCI?  (Letto 2929 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline it9acj

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 112
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
  • IT9ACJ ROBERTO QTH; ACIREALE
    • Mostra profilo
    • my website it9acj
    • E-mail
  • Nominativo: it9acj roberto
DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« il: 15 Agosto 2019, 18:26:50 »
 [emoji33]

sera a tutti e buon ferragosto  a chi lo ha fatto.
leggevo che vicino arkangelarsk (russia) dove ci sono basi di sottomarini nucleari l'8 agosto scorso sempre giocando con dei missilie facendo esperimenti abbia generato un incidente con fuoriuscita di radiazioni.
non dovrebbe essere come l'incidente catastrofico di chernobyl (scala nveis 7) o di fukushima, ma qualcuno ha fatto notare che come al solito i russi siano leggermente tirchi a sbottonarsi su eventi che potrebbero portare il livello sanitario europeo a livello di guardia o allarme rosso.
certo sta che arkangelarsk e lontana da noi, ma sta di fatto che i russi continuano a giocare con sottomarini nucleari che basta una cretiinata a farli affondare.
il kursk nell'estate del 1997 ancora i morti parlano.
non so se  e vero ma gira voce che il livello di radiazioni a livello terra parebbe sia aumentato ma non a livelli di contaminazione letale per gli esseri viventi.

Offline Ricciolino

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 840
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • Ricciolino - 1RGK420
    • Mostra profilo
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #1 il: 15 Agosto 2019, 18:32:23 »
ho sentito la notizia di sfuggita, ma purtroppo finora ho letto talmente pochi dettagli che non ne so praticamente nulla.
Comunque ora che so almeno il nome del posto, proverò a cercare, grazie Roberto  [emoji106]
Sicuramente sarebbe stato meglio evitare qualsiasi fuoriuscita, ma i signori della guerra amano giocare coi bottoni sbagliati...
cb "Ricciolino" Op. Davide | 1RGK420

Offline it9acj

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 112
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
  • IT9ACJ ROBERTO QTH; ACIREALE
    • Mostra profilo
    • my website it9acj
    • E-mail
  • Nominativo: it9acj roberto
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #2 il: 15 Agosto 2019, 18:55:41 »
salve ricciolino
non sono bastati 4 incidenti nucleari di cui uno gravissimo (chernobyl 1986).
non hanno imparato i russi che con un reattore nucleare non si gioca, o con una testata nucleare.
anche se relativamente sicura una testata nucleare (per creare l'esplosione dell'ordigno dovrebbero far collidere a velocità elevate il primario e il secondario della bomba), ma sempre una piccola dose di radazione fuoriesce.
cioè insomma tra usa, francia korea del nord, (israele), india pakistan e russia non sanno proprio come annientare un pianeta già malato.
sia usa che russia che francia negli anni del secolo scorso si sono divertiti a far detonare decine e decine di testate nucleari sia in atmosfera che nel deserto e dopo giu sottoterra.


Offline madison

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 158
  • Applausi 2
    • Mostra profilo
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #3 il: 16 Agosto 2019, 12:59:44 »
buon giorno & 73'a tutti..questo tipo di incidente ,"secondo loro" rientra come "incidente Standard di percorso"... [emoji85]  [emoji85] Cordialità,Madison

ivo.nastasi

  • Visitatore
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #4 il: 16 Agosto 2019, 16:56:26 »
Dobbiamo preoccuparci?

Non vorrei sembrare cinico ma, visto che i media stanno dando un risalto relativo alla notizia e visto che ne abbiamo passato di peggio… Il tempo di far saltar fuori una notizia più fresca e più altisonante e tutto finirà nel dimenticatoio.

Ricordate la perturbazione che ha investito tutta Europa quattro giorni dopo Chernobyl?

Ricordate i diagrammi delle radiazioni negli oceani che circolavano su internet pochi giorni dopo Fukushima?
(con le relative paranoie sui codici dell'origine del pescato stampigliati sulle scatolette del tonno?)

Sinceramente: vi state preoccupando? Fate caso a dove è stato coltivato il grano per produrre la pasta o il pane che mangiate? Fate caso a dove è stato pescato il tonno?
O da dove proviene il pellet delle stufe che vi riscaldano casa?

Fra qualche giorno capiterà (purtroppo) qualcosa che metterà in ombra questo evento e tutti a parleranno di quello, dimenticandosi di quello che dal 1986 (e sicuramente anche da prima) mangiamo, beviamo e respiriamo.


Offline IZ1PNY

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1312
  • Applausi 63
  • ARI Milazzo IQ9MY - Qth Saluzzo "CN"
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #5 il: 16 Agosto 2019, 17:30:18 »
 [emoji85]  [emoji86]  [emoji87]
« Ultima modifica: 16 Agosto 2019, 17:41:17 da IZ1PNY »

Offline it9acj

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 112
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
  • IT9ACJ ROBERTO QTH; ACIREALE
    • Mostra profilo
    • my website it9acj
    • E-mail
  • Nominativo: it9acj roberto
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #6 il: 17 Agosto 2019, 07:21:22 »
l'inciidente nucleare sempre se si può chiamare incidente ma secondo alcuni ce stato un bel complotto per coprire le spese inutili di 7 miliardi di rubli in un paese ricco militarmente ma povero per la gente comune di un radar del tutto inutile(il duga-3) un radar oth distante 13 km dalla centrale tenuto segretato fino alla fine dell'unione sovietica.
la paranoia sovietica di subire un first strike usa sul loro territorio specialmente che ronald reagan gli aveva dichiarato guerra apertamente.
nell'incidente, durante i primi 3 giorni dall'esplosione sono stati immessi in aria tonnellate e tonnellate di materiale altamente radioattivo che portato avanti e indietro dalle correnti del vento sono arrivati in europa contaminando a vita con il pericolosissimo cesio 137, iodio 131, e cobalto un vastissimo territorio.
priprjat la "città atomica" vanto dell'ucraina è stata evacuata dopo 4 giorni,,, le autorità sovietiche dissero alla popolazione che il tutto sarebbe tornato normale dopo pochi giorni.
nessuno è piu ritornato in quel territorio.


Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1966
  • Applausi 260
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #7 il: 17 Agosto 2019, 08:56:55 »
Sorrido per non piangere. Solita mia sfiga (in alcune cose) ai tempi della nube tossica di chernobyl io che vivevo a Palermo indovinate dove ero? In gita scolastica vicino Venezia praticamente investita dalla nube tossica....beh son ancora vivo :-)
IU2 DLC
Operatore Pietro
QTH Locator: JN45NK
DMR-ID: 2222603

ivo.nastasi

  • Visitatore
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #8 il: 17 Agosto 2019, 09:07:12 »
Sorrido per non piangere. Solita mia sfiga (in alcune cose) ai tempi della nube tossica di chernobyl io che vivevo a Palermo indovinate dove ero? In gita scolastica vicino Venezia praticamente investita dalla nube tossica....beh son ancora vivo :-)

Pensa a me che ero andato a farmi un giro in moto quando mi sono preso il primo acquazzone della perturbazione…


Offline IZ1PNY

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1312
  • Applausi 63
  • ARI Milazzo IQ9MY - Qth Saluzzo "CN"
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #9 il: 17 Agosto 2019, 09:11:59 »
Negativo, Pietro e Ivo, un virus ve lo siete beccato... [emoji4]

L'amore e la passione per le radio…!!! (RADIO)[emoji33]  [emoji12]

Un applauso a tutte due ci vuole...

ivo.nastasi

  • Visitatore
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #10 il: 17 Agosto 2019, 09:13:54 »
Negativo, Pietro e Ivo, un virus ve lo siete beccato... [emoji4]

L'amore e la passione per le radio…!!! (RADIO)[emoji33]  [emoji12]

Un applauso a tutte due ci vuole...

 [emoji23]  [emoji23]  [emoji23]


Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1697
  • Applausi 52
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #11 il: 17 Agosto 2019, 09:16:49 »


l'inciidente nucleare sempre se si può chiamare incidente ma secondo alcuni ce stato un bel complotto per coprire le spese inutili di 7 miliardi di rubli in un paese ricco militarmente ma povero per la gente comune di un radar del tutto inutile(il duga-3) un radar oth distante 13 km dalla centrale tenuto segretato fino alla fine dell'unione sovietica.
la paranoia sovietica di subire un first strike usa sul loro territorio specialmente che ronald reagan gli aveva dichiarato guerra apertamente.
nell'incidente, durante i primi 3 giorni dall'esplosione sono stati immessi in aria tonnellate e tonnellate di materiale altamente radioattivo che portato avanti e indietro dalle correnti del vento sono arrivati in europa contaminando a vita con il pericolosissimo cesio 137, iodio 131, e cobalto un vastissimo territorio.
priprjat la "città atomica" vanto dell'ucraina è stata evacuata dopo 4 giorni,,, le autorità sovietiche dissero alla popolazione che il tutto sarebbe tornato normale dopo pochi giorni.
nessuno è piu ritornato in quel territorio.

E questa la mettiamo assieme alla terra piatta, al film di Kubrick sull'allunaggio del 1969, ai vaccini che provocano l'autismo, al bicarbonato che cura il cancro, alle teorie del dr. Hamer etc etc

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1966
  • Applausi 260
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #12 il: 17 Agosto 2019, 09:32:29 »
Grande Carmelo come sempre gentile e divertente. Si forse si la nube di chernobyl mi ha contaminato con la radio-attività ahahah :-)
IU2 DLC
Operatore Pietro
QTH Locator: JN45NK
DMR-ID: 2222603


Offline sassa

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 63
  • Applausi 7
    • Mostra profilo
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #13 il: 17 Agosto 2019, 11:08:06 »
Spesso sono portato a credere che la tendenza a screditare ridicolizzando con sarcasmo gli studi e le teorie catastrofiche, sia niente altro che una maniera drastica e poco cordiale di esorcizzare le proprie paure. In alternativa debbo per forza pensare che si tratti di manie di protagonismo a tutti i costi.
E pure il tenore di certe risposte mi ricordano gli OM novizi che sostengono che la Rybakov sia un'antenna performante perché loro, in propagazione, hanno collegato pinco pallo dall'altra parte della terra.
Visto che siete iperscettici convinti e bisognosi di attenzione a costo di screditare con le offese sarcastiche, provate a dare un'occhiata alla miniserie Chernobyl e alle stime dei morti per via dell'incidente del 1986 fatte dall'OMS e poi magari ne riparlate. Incluso del grano, dei funghi e del pellet provenienti dai dintorni dell'Ucraina.
Come del resto di tutta la chimica nelle catene alimentari che fa aumentare il cancro dello stomaco e del colon.
Anzi, dato che il nostro vicino ha un diesel euro 3, accendiamoci un bel sigaro  giorno e inspiriamo profondamente.

ivo.nastasi

  • Visitatore
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #14 il: 17 Agosto 2019, 11:20:38 »
Spesso sono portato a credere che la tendenza a screditare ridicolizzando con sarcasmo gli studi e le teorie catastrofiche, sia niente altro che una maniera drastica e poco cordiale di esorcizzare le proprie paure. In alternativa debbo per forza pensare che si tratti di manie di protagonismo a tutti i costi.
E pure il tenore di certe risposte mi ricordano gli OM novizi che sostengono che la Rybakov sia un'antenna performante perché loro, in propagazione, hanno collegato pinco pallo dall'altra parte della terra.
Visto che siete iperscettici convinti e bisognosi di attenzione a costo di screditare con le offese sarcastiche, provate a dare un'occhiata alla miniserie Chernobyl e alle stime dei morti per via dell'incidente del 1986 fatte dall'OMS e poi magari ne riparlate. Incluso del grano, dei funghi e del pellet provenienti dai dintorni dell'Ucraina.
Come del resto di tutta la chimica nelle catene alimentari che fa aumentare il cancro dello stomaco e del colon.
Anzi, dato che il nostro vicino ha un diesel euro 3, accendiamoci un bel sigaro  giorno e inspiriamo profondamente.

Perdonami Sassa, ma già vedo una contraddizione nella prima frase, dove scrivi di "studi e teorie catastrofiche"

Gli studi sono fondati su basi scientifiche e i loro risultati sono supportati da prove ripetibili in condizioni certe.

Le teorie… Beh, ognuno può avere le sue, più o meno fantasiose, più o meno credibili, più o meno supportate da argomentazioni e interpretazioni di dati esistenti o meno…
E in quanto tali, suscettibili di ogni genere di critica, anche canzonatoria (seppur questa non sia sempre condivisibile)

Spesso accostare le due cose, non è proprio un'idea brillante.



Quanto all'ultima frase, invece…
Beh, forse è criticabile chi si fuma il sigaro tutti i giorni perché il vicino ha il Diesel Euro3, ma anche chi diventa vegano/fruttariano/respiriano per lo stesso motivo… Insomma, non è che loro vivano mediamente tanto più di noi che viviamo "normalmente".


Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1697
  • Applausi 52
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #15 il: 17 Agosto 2019, 11:49:41 »
Una cosa sono le conseguenze dell' incidente, che conosco abbastanza "da vicino", un'altra le cause; e constatare che a confondere causa ed effetto e a credere a teorie cospirazioniste miserabili sia una comunità che ha tra i suoi motivi fondanti la divulgazione scientifica a me fa una certa paura.
chi fuma o ha fumato il sigaro per 40 anni non potrà dare la colpa di un eventuale cancro al polmone alla diffusione dei motori a ciclo diesel.
Di incidenti in centrali a fissione ce ne sono stati prima e dopo il 1986 ( three Mile Island, super Phoenix, Fukushima i più noti) per ora Chernobyl è stato il più grave tra quelli noti, ma vi ricordo che fino agli anni '90 tutti i possessori di armi nucleari hanno fatto test balistici in atmosfera e nel sottosuolo (qualcuno ricorda Mururoa?) E che in URSS negli anni '50 tentarono l'uso delle esplosioni nucleari per scopi ingegneristici civili, se poi basiamo le nostre conoscenze scientifiche  su una serie TV, per quanto ben documentata, scritta, recitata, diretta, etc, siamo messi piuttosto male...

ivo.nastasi

  • Visitatore
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #16 il: 17 Agosto 2019, 12:23:33 »
Mururoa…

Quello splendido atollo diventato invivibile per l'uomo ma un vero paradiso per gli squali.

Restando sul faceto, paragonerei gli squali e il loro rapporto con le radiazioni al famoso bombo che non sa di avere una struttura corporea non adatta al volo…

Tornando invece sul serio (anche se sono più vicino al Ticino), penso a quanto l'uomo, nel suo egocentrismo, considera "il mondo malato" semplicemente come un rischio per se stesso, senza accorgersi che per la Natura noi siamo come la forfora sulle spalle della giacca blu: una scrollata e non ce n'è più traccia.
La Vita continuerà ad esserci comunque e malgrado tutto anche dopo di noi, indipendentemente da quello che facciamo per estinguerci.


Offline TW 71

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 880
  • Applausi 50
  • Sesso: Maschio
  • 3db 3db 3db
    • Mostra profilo
  • Nominativo: TW71
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #17 il: 17 Agosto 2019, 13:38:18 »
Di stime sul disastro di Chernobyl ce ne sono a decine. Tutti hanno avuto diritto di confezionare le proprie stime. Di sicuro quello che é arrivato in Italia non ha alzato nemmeno di un millimetro l asticella dei rischi ambientali della popolazione italiana . Cosa che invece hanno fatto le cosiddette eco-mafie e gli imprenditori del nord e centro loro clienti.
Il rischio nucleare ha sempre fatto grossa presa sulle paure delle persone comuni. La veritá é che ancora adesso se ne sa poco o nulla sulle conseguenze certe di esposizioni a radiazioni nucleari. L uomo é una macchina complessa e diversa per ogni individuo e le stime di nocivitá sono solo approssimazioni basate spesso su dati empirici. Magari c é gente che ha fumato toscani fino a 90 anni e gente che non ha mai fumato che muore di cancro ai polmoni.
Quello che penso é che i catastrofisti e i complottisti non procurano nessun beneficio all accertamento della verità ma fanno solo danni distorcendo dati e fatti e quel che e peggio plagiando tante persone che non hanno gli strumenti culturali per capire o almeno tentare di capire i fatti e le loro conseguenze.

inviato Redmi S2 using rogerKapp mobile


Offline lake

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1419
  • Applausi 210
  • Kenwood-Yaesu-Puxing-Baofeng
    • Mostra profilo
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #18 il: 17 Agosto 2019, 13:42:32 »
Un po’ off topic ma non molto:
vado controcorrente , oggigiorno rispetto al 1986 sono stati fatti grandi passi x mettere in sicurezza le centrali nucleari, mi domando perche’ noi dobbiamo comprare l’energia elettrica dalla francia a caro prezzo (eh si oggi tutto cio’ che è elettrico è alla moda , ma  per produrre energia ci vogliono centrali e noi continuiamo a bruciare idrocarburi moooltttooo inquinanti e x l’effetto serra devastanti, il sole e il vento sono belle cose ma a tutt’oggi pochissimo utili), che è a pochi km da noi in caso di incidente  e abbiamo buttato via miliardi abbandonando e smantellando  le (pochissime)  centrali che avevamo…
beh è un po’ come il discorso della TAV… saranno 20 anni o + che se ne discute e spesi decine e decine di miliardi.. ma tutto resta bloccato, a che pro?????????????????????????? La vogliamo mettere in opera finalmente o no ???
So di avventurarmi su un sentiero minato , ma io la penso cosi’………
Crocefiggetemi pure se volete….
Monitor R1A IR2CL  145.637,5
https://ik2zlj.jimdo.com/ir2cl-fm/


ivo.nastasi

  • Visitatore
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #19 il: 17 Agosto 2019, 13:50:58 »
Ciao lake,

Perché ti si dovrebbe crocifiggere per la tua idea?

Personalmente, all'ultimo referendum sul nucleare ho espresso parere negativo.

E, bada bene, non perché amo gli idrocarburi o sono un fanatico convinto dell'eolico.
Neanche per la paura di un incidente, che può sempre capitare anche in Francia, in Slovenia e in qualsiasi altro paese che ha deciso di mettere una centrale atomica a pochi km dal nostro confine.

Semplicemente, il fatto che la costruzione di un'infrastruttura così delicata venga affidata ad una qualsiasi Salini-Impregilio e la sua gestione ad una qualsiasi Società Autostrade od una sua controllata, mi fa accapponare anche i peli del...

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1697
  • Applausi 52
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #20 il: 17 Agosto 2019, 15:08:38 »
Lake purtroppo allo stato attuale il combustibile fissile avrebbe costi simili a quello fossile (il calembour cretino è voluto).
Non abbiamo giacimenti di uranio (che erano presenti in Germania e in Francia) e non abbiamo rapporti stretti con ex-colonie con vasti giacimenti, quindi malgrado siamo fornitori di tecnologia nucleare (tra i migliori al mondo visto che anche i francesi comprano da noi) non ci sarebbero gran vantaggi economici nè a breve nè a medio termine e gli impianti autofertilizzanti (tipo superphenix) non si sono ancora visti in esercizio con efficacia; inoltre c'è il problema delle scorie: pensa che dopo oltre 30 anni dal referendum non è stata smantellata ancora alcuna delle vecchie centrali, sebbene formalmente inattive, e ancora non è stato deciso come concentrare ed eventualmente smaltire le scorie esistenti, io sono del parere di affidarle al vaticano, conoscete altre istituzioni con 2000 anni di esercizio?
Sul TAV la verità è che non sono stati spesi molti soldi, malgrado la propaganda, e, purtroppo, i benefici sono tutti eventuali e ipotetici (tranne che per gli appaltatori), stante il crollo verticale del trasporto su ferro in UE, pensa che addirittura il trasporto passeggeri a basso costo si è spostato tutto su gomma...


ivo.nastasi

  • Visitatore
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #21 il: 17 Agosto 2019, 15:22:00 »
... stante il crollo verticale del trasporto su ferro in UE, pensa che addirittura il trasporto passeggeri a basso costo si è spostato tutto su gomma...

Gli svizzeri stanno investendo parecchio sul trasporto su rotaia, anche in Italia sulle tratte coinvolte.

Nella mia zona, prevedono fra un paio d'anni il passaggio di un treno proveniente dalla Confederazione ogni qualche manciata di minuti…


Ma loro, giustamente, non sono UE  [emoji12]

Offline sassa

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 63
  • Applausi 7
    • Mostra profilo
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #22 il: 17 Agosto 2019, 16:47:29 »
Bene,
Ognuno ha le proprie opinioni e va bene, ma i numeri sui malati e morti riconducibili a Chernobyl divulgati dall'OMS sono numeri e non chiacchiere. A me va bene qualsiasi chiacchiera purché fatta nel rispetto delle opinioni altrui. E consentitemi di dire che il sarcasmo nei confronti di Roberto it9acj, non é rispetto. Meglio farlo al bar a quattro occhi senza diventare leoni da tastiera. A me giá basta che si sia ristabilito un confronto rispettoso, poi ognuno é libero nel suo piccolo di diventare vegano o avvelenarsi coi prodotti pieni di diossina, sapendo che ogni cosa va fatta decidendo solo ed esclusivamente per se stessi, non intaccando il diritto alla salute (se oggi puó ancora aver senso questo termine) dei propri figli e/o vicini. E consentitemi ancora di ribadire che una centrale nucleare, cosí come una terra dei fuochi, non sono esattamente diritto alla salute.


ivo.nastasi

  • Visitatore
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #23 il: 17 Agosto 2019, 17:15:16 »
Non posso certo parlare per Pietro, anche se, per quel poco che lo conosco da quello che scrive, non mi sembra tipo da scherzare su certi argomenti (magari fare una battuta per sdrammatizzare, ma è cosa ben diversa)

Personalmente, quando ho scritto di essermi preso il primo acquazzone della perturbazione arrivata da Chernobyl (sottintendendo di essere ancora qui), stavo semplicemente riportando un fatto.
Come se avessi scritto che ieri ero sul tetto a pulire la canna fumaria (già che c'ero ho messo su un'antenna per la 27MHz un po' più performante  [emoji12] ).
Mica per forza deve essere uno scherno per chi respira polveri sottili o chi cade dai ponteggi.
Tanto per dire, con lo stesso tono potrei parlare anche dell'uranio impoverito che mi sono respirato nei Balcani senza nulla togliere a tutti quelli che si sono ammalati e non ce l'hanno fatta.




Voglio pensare che sia tutto frutto della difficoltà di interpretazione di quello che si scrive e si legge rispetto a quello che si dice a voce (con relative intonazioni, pause, linguaggi non verbali…)

ivo.nastasi

  • Visitatore
Re:DOBBIAMO PREOCCUPARCI?
« Risposta #24 il: 17 Agosto 2019, 17:38:56 »
Saltando di palo in frasca, visto che si è scritto anche di Diesel Euro 3, voglio fare una domanda a voi che siete gente di larghe conoscenze e vedute e che ho fatto in molti altri "ambienti" senza mai ricevere risposte esaustive (anzi, senza mai ricevere risposte).



Qualcuno ha idea di quali siano (o dove eventualmente recuperare) i dati di un effettivo inquinamento delle così tanto di moda auto ibride / elettriche?

Quello che intendo: qual è il bilancio energetico e ambientale per la costruzione degli accumulatori, la loro messa in opera/uso e, soprattutto, lo smaltimento degli stessi in primis e di tutti gli altri componenti che servono a questo genere di mobilità "sostenibile"?

Il dubbio è che alla fine sia inquinante più una Toyota Prius a fine ciclo vitale rispetto alla mia Mondeo per tutta la sua vita, ma non avendo mai trovato dati certi…