Autore Topic: carico fittizio  (Letto 614 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline COOPER

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 252
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
  • Nominativo: COOPER
carico fittizio
« il: 23 Maggio 2019, 19:20:18 »
Ciao a tutti, non ho le idee molto chiare sulla necessita' del carico fittizzio, qualcuno potrebbe spiegarmi a cosa serve di preciso e quando andrebbe usato ( di sicuro non per modulare) [emoji1]  Grazie a tutto il gruppo

Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3149
  • Applausi 113
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:carico fittizio
« Risposta #1 il: 23 Maggio 2019, 20:52:50 »
Ognuno fa un po quello che vuole!
Io lo ritengo indispensabile per le tarature degli stadi finali.

Offline ik2nbu Arnaldo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 409
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
  • Saldatore per Sempre
    • Mostra profilo
    • www.ik2nbu.com
  • Nominativo: ik2nbu
Re:carico fittizio
« Risposta #2 il: 23 Maggio 2019, 20:55:27 »
Ciao a tutti, non ho le idee molto chiare sulla necessita' del carico fittizzio, qualcuno potrebbe spiegarmi a cosa serve di preciso e quando andrebbe usato ( di sicuro non per modulare) [emoji1]  Grazie a tutto il gruppo

Queste domande fanno tenerezza e sono allarmanti... ma neanche un CLUB CB vicino a casa tua ? Nessuno uno che ti dia delle dritte " de visu" ? Sono Tutti CB single man isolati dalla vita sociale ??!!  hi hi  un libro di radio da leggere la sera magari ??


Va be il forum risolve tutto ( o quasi )


a)  Il carico fittizio è una resistenza " non induttiva " da 50 ohm di adeguata potenza che si inserisce al posto dell'antenna e serve per varie prove in stazione, del tipo:

1) misurare la potenza del tuo TX con precisione nei vari modi AM / SSB etc, direttamente sul carico fittizio al posto dell'antenna
  sia con watmetro incorporato che esterno in linea. Essendo una resistenza pura non induttiva la misura è molto più precisa di quella che faresti in antenna che è influenzata dalle componenti L e C  ( che sul carico non ci sono ) tipiche di ogni antenna. Ovviamente sul carico fittizio hai sempre ROS a Zero (se non è una ciofeca)

2) Se hai un finale a valvole, serve a fare gli accordi del PA prima di andare in antenna  ( con un deviatore 2 posizioni ) senza disturbare nessuno, ahimè è una abitudine che molti hanno dimenticato.Infatti solitamente gli accordatori hanno 2 uscite commutabili, ad una ci metti antenna, all'altra il carico fittizio. Durante i temporali fa comodo...

3) Facedo autocostruzione e/O in laboratoriolo monti il carico al posto dell'antenna per regolare i circuiti senza rischi e simulando le condizioni di utilizzo con una antenna "perfetta". Solitamente in tal caso dal carico si preleva una piccola parte di RF che viene mandata agli strumenti come analizzatori di spettro ed oscilloscopi. I questo modo verifichi le armoniche, la qualità della modulazione etc. etc.

Insomma è uo strumento utile, la potenza del carico deve essere almeno 2 volte quella del TX, altrimenti scalda rapidamente e va in fumo.
Ne trovi in commercio sia a secco che ad olio (vintage), per costruirlo non è difficile. I componenti li trovi su ebay.

In questo video vedi il mio carico fittizio da 500 watt ( autocostruito digitale  ) mentre provo il TX a 7 Mhz




73 Arnaldo www.ik2nbu.com

Offline COOPER

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 252
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
  • Nominativo: COOPER
Re:carico fittizio
« Risposta #3 il: 23 Maggio 2019, 21:21:55 »
Grazie Arnaldo, purtroppo in questo paese mi sa tanto di essere l'unico ancora con questa passione. Prima modulavo del tipo: metti un antenna, controlli il ROS e via, c'era il "BOOM", ti parlo di 25 anni fa, poi dopo tanti anni ho deciso di riprendere ed approfondire, ma poi ti ritrovi a non sapere praticamente nulla o quasi di quelle che sono le cose da imparare, principalmente teoriche, e pratiche. Ho qualche libro a riguardo ma tutto molto di base e superficiale. Vedro' a poco a poco di farmi una cultura piu' dettagliata. Grazie di nuovo per le informazioni. Un 73 a te e a tutti

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1895
  • Applausi 64
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:carico fittizio
« Risposta #4 il: 23 Maggio 2019, 22:24:04 »
ma neanche un CLUB CB vicino a casa tua ?

club cb: sento odore di cose lontane come la schedina sisal, la benzina normale, la miscela al 4%, il telefono a gettoni e le caramelle di zucchero d'orzo


Offline COOPER

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 252
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
  • Nominativo: COOPER
Re:carico fittizio
« Risposta #5 il: 23 Maggio 2019, 22:43:27 »
Gia' proprio cosi'

Offline TW 71

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 937
  • Applausi 52
  • Sesso: Maschio
  • 3db 3db 3db
    • Mostra profilo
  • Nominativo: TW71
Re:carico fittizio
« Risposta #6 il: 24 Maggio 2019, 10:57:37 »
club cb: sento odore di cose lontane come la schedina sisal, la benzina normale, la miscela al 4%, il telefono a gettoni e le caramelle di zucchero d'orzo

Anche di CB a 23 ch, di boomerang sul balcone, di alimentatori da 2A 12V con i 2n3055  [emoji1]

Offline ik2nbu Arnaldo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 409
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
  • Saldatore per Sempre
    • Mostra profilo
    • www.ik2nbu.com
  • Nominativo: ik2nbu
Re:carico fittizio
« Risposta #7 il: 24 Maggio 2019, 12:57:25 »
Grazie Arnaldo, purtroppo in questo paese mi sa tanto di essere l'unico ancora con questa passione. Prima modulavo del tipo: metti un antenna, controlli il ROS e via, c'era il "BOOM", ti parlo di 25 anni fa, poi dopo tanti anni ho deciso di riprendere ed approfondire, ma poi ti ritrovi a non sapere praticamente nulla o quasi di quelle che sono le cose da imparare, principalmente teoriche, e pratiche. Ho qualche libro a riguardo ma tutto molto di base e superficiale. Vedro' a poco a poco di farmi una cultura piu' dettagliata. Grazie di nuovo per le informazioni. Un 73 a te e a tutti

Club CB ci sono ancora e sono vivi e vegeti, alcune info:

https://www.fircb.org/index.php?option=com_content&view=article&id=138&Itemid=123

https://www.google.com/search?client=firefox-b-d&ei=gc3nXKCgFoadkwXIgYvoCw&q=CB+27+LISTA+CLUB&oq=CB+27+LISTA+CLUB&gs_l=psy-ab.12...16425.20146..21494...0.0..0.97.332.4......0....1..gws-wiz.......0i71.xAU_pN26m8w

73 Arnaldo ik2nbu

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1895
  • Applausi 64
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:carico fittizio
« Risposta #8 il: 24 Maggio 2019, 13:07:53 »
Club CB ci sono ancora e sono vivi e vegeti, alcune info:

https://www.fircb.org/index.php?option=com_content&view=article&id=138&Itemid=123

https://www.google.com/search?client=firefox-b-d&ei=gc3nXKCgFoadkwXIgYvoCw&q=CB+27+LISTA+CLUB&oq=CB+27+LISTA+CLUB&gs_l=psy-ab.12...16425.20146..21494...0.0..0.97.332.4......0....1..gws-wiz.......0i71.xAU_pN26m8w

"purtroppo" sembra che la principale attività di tutti questi club è la protezione civile
non credo che in tutto il paese ci sia attività sociale legata solo alle telecomunicazioni su CB
forse poteva trovare aiuto in qualche sede ARI o CISAR o altro di altro associazionismo
radiantistico anche se, pure lì, molte sezioni sono ibridate con la PC.
ritengo che abbia fatto benissimo COOPER a chiedere informazioni qui


Offline COOPER

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 252
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
  • Nominativo: COOPER
Re:carico fittizio
« Risposta #9 il: 24 Maggio 2019, 18:05:51 »
Grazie a tutti per per i vostri consigli. A volte e' brutto essere indietro anche perche' non puoi partecipare bene alle discussioni del Forum, (tanti termini sono buio completo) cmq mai perdersi d'animo, piano piano tutto si apprende. Ancora grazie a tutti voi 73 [emoji4]  [emoji106]

Online r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16025
  • Applausi 392
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:carico fittizio
« Risposta #10 il: 25 Maggio 2019, 00:53:30 »
73 a tutti, aggiungo a quanto già scritto che il carico fittizio dovrebbe essere uno strumento molto più diffuso, al pari del rosmetro \ wattmetro che da solo è uno strumento incompleto senza un'antenna di riferimento sicuramente funzionante, spesso si legge di potenze o ros diversi se misurati con apparati differenti, con un carico fittizio da 50 ohm tutti i rosmetri devono indicare ros 1:1 e se non è così vanno ritarati meglio, poi per chi vuole controllare e tarare apparati ecc... sono molto utili anche valori diversi, 75 ohm (ros 1:1.5) e 100 ohm (ros 1:2), sempre fatti con resistenze non induttive di potenza adatta al trasmettitore e se serve controllare l'intervento della protezione servono anche i 150 ohm per avere ros 1:3 che è il valore tipico per gli apparati dotati di protezione da ros elevato, poi per provare l'integrità di cavi, connettori e giunte varie e come già scritto per regolare i settaggi tx senza farlo sapere al mondo intero...