Autore Topic: comunicazioni via sat  (Letto 941 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline emyisrael

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 97
  • Applausi 16
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IU3MEY
comunicazioni via sat
« il: 12 Ottobre 2017, 20:09:31 »
Ciao a tutti, una domanda per chi traffica via sat... Sono in possesso di un paio di rotori tv e volevo fare un qualcosa per inseguimento sat uno per azimut e l'altro per zenit, qualcosa ho trovato in rete tipo controlbox con arduino ma volevo sapere da voi se ne vale la pena o meglio usare un solo rotore e le antenne metterle a un certo grado? altra domanda: perche in alcune foto viste da web alcuni mettono le antenne con polarizazione verticale e altri invece le mettono in orrizontale? che differenza ce? penso che la maggiore direttività la da in orrizontale o sbaglio?
Le kol makom she anì holech
Ani holech le Eretz Israel


Offline Saturno 5

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 435
  • Applausi 91
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2GDU-MQC 306
Re:comunicazioni via sat
« Risposta #1 il: 12 Ottobre 2017, 21:18:27 »
Ciao Emyisrael!

Da profano ti riporto quel che ho sentito dire da persone con grande esperienza di traffico satellitare (cosa alla quale mi sono avvicinato in portatile, esperienza molto interessante benché non semplicissima - ed in FM - poiché si può fare molto altro , con le dovute complicazioni).

Il controllo con Arduino è molto efficace, ma richiede un po' di conoscenze che ancora io non ho (magari tu lo mastichi bene e ciò sarebbe di grande vantaggio HI) , e, forse, per iniziare e provare è eccessivo.

Ovviamente avere la possibilità di orientare le antenne in azimuth ed elevazione è "il massimo" che si possa sognare , poiché permette di seguire con precisione il transito del satellite, ma so che molti posizionano  le antenne a 25/30 gradi fissi in elevazione e poi utilizzano il movimento orizzontale con risultati apprezzabili.

Per quanto riguarda la polarizzazione i pareri sono discordanti : in effetti i satelliti amatoriali non hanno una stabilizzazione giroscopica (sono dei "cubetti" che "rotolano" nello spazio come sassi lanciati a mano); questo comporta una variazione di polarizzazione piuttosto frequente durante i circa 15 minuti di operatività teorica dal AOS al LOS (dalla loro alba al loro tramonto sul meridiano) che a mano si può rimediare con la rotazione dell'antenna di 90° mentre sul tetto richiede ulteriori accorgimenti.

Io vorrei approntare (per iniziare) qualcosa di leggero sul tetto con rotore solo in azimuth e in polarizzazione orizzontale con due direttive (che così posso tentare di sfruttare anche per traffico terrestre, forse....); una 5 elementi in VHF e una 7/8 elementi in UHF vanno benissimo. Lobi troppi stretti sono poco pratici e difficili da gestire con il posizionamento: i segnali sono sempre abbastanza forti.

Buona serata



 






 
STOP +5 MHz shift repeaters
WWW.SEISMOCLOUD.COM
Monti Lumbard Ham Radio Group è da oggi attivo per dare il suo contributo nella ricerca di vita extraterrestre; unitevi a noi con Seti@Home.


!!!Per Undas Ad Victoriam!!!
!!!Per Aspera Ad Astra!!!

Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16523
  • Applausi 424
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:comunicazioni via sat
« Risposta #2 il: 12 Ottobre 2017, 22:40:48 »
73 a tutti, concordo, antenne troppo direttive complicano inutilmente il puntamento e di solito non serve tanto guadagno, idem per la potenza di trasmissione, spesso c'è chi esagera e desensibilizza il satellite con il risultato di renderlo inservibile a chi vorrebbe rispondere alla chiamata, quando si ha la sensazione che il satellite è sordo e non riceve al 99% è colpa di chi lo impegna con potenze spropositate e il transponder a bordo riduce il guadagno con il risultato opposto a quello sperato ma è dura farlo capire a chi pensa che basta un lineare per passare sopra agli altri... sul discorso polarizzazione dipende dal satellite che si vuole provare e non c'è una polarizzazione comune per tutti ma ne esistono di 4 tipi, orizzontale, verticale , circolare destrorsa e circolare sinistrorsa, se la nostra polarizzazione corrisponde a quella trasmessa avremo il miglior segnale possibile, se la nostra polarizzazione è diversa avremo un'attenuazione più o meno marcata a seconda della rotazione del satellite o della nostra antenna, se "sbagliamo" con la polarizzazione circolare avremo una forte attenuazione rispetto alla polarizzazione corretta, se usiamo una polarizzazione lineare l'attenuazione sarà minore anche nella peggiore delle ipotesi e tutto sommato và bene un pò per tutto,  per questo motivo molti evitano la complicazione per modificare la polarizzazione e montano antenne fisse in polarizzazione orizzontale o verticale a seconda del supporto, con una crociera di solito si usano in polarizzazione verticale, con il solito mast si montano in polarizzazione orizzontale e si utilizzano anche per i dx via tropo ecc...  per l'elevazione è senza dubbio utile sopratutto per ridurre il rumore e disturbi provenienti da terra, se poi l'antenna ha un lobo d'irradiazione ampio  ha senso fissare l'antenna con l'elevazione fissa giusto per seguire l'orbita  dei satelliti e attenuare un minimo i segnali terrestri, con antenne molto direttive è tassativo motorizzare l'elevazione perchè senza perde il segnale appena il satellite esce dall'area di cattura dell'antenna...


Offline emyisrael

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 97
  • Applausi 16
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IU3MEY
Re:comunicazioni via sat
« Risposta #3 il: 13 Ottobre 2017, 18:32:01 »
Grazie per le risposte Saturno e R5000, ora non so piu che antenne usare per avere piu rendimento possibile :D piu cerco immagini nel web e piu vedo la diversità di impianti d'antenna per comunicazioni via sat, anche per il discorso EME ... domanda da profano: sullo stesso boom si possono avere piu polarizazioni? 
« Ultima modifica: 13 Ottobre 2017, 18:34:14 da emyisrael »
Le kol makom she anì holech
Ani holech le Eretz Israel

Offline Saturno 5

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 435
  • Applausi 91
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2GDU-MQC 306
Re:comunicazioni via sat
« Risposta #4 il: 14 Ottobre 2017, 00:57:49 »
ciao di nuovo....guarda, come detto , per fare sat una YAGI max 5 elementi in VHF e 7/8 elementi in UHF danno ottimi risultati e sono sufficientemente leggere da non richiedere rotori e pali di dimensioni esagerate; sullo stesso boom si possono avere polarizzazioni diverse con soluzioni altrettanto differenti: la più semplice consiste nel realizzare sullo stesso boom la medesima antenna dove gli elementi dell'una sono perpendicolari a quelli dell'altra;  ovviamente si trovano spostati di quel che basta per poter ospitare i due elementi radianti alla distanza minima fisicamente realizzabile: il risultato visivo  è più o meno una successione di croci. Subordinatamente a come si alimentano le antenne si possono ottenete polarizzazioni diverse, ma occorrono accorgimenti particolari.  Sul sito di WIMO si possono trovare soluzioni più o meno già pronte, ma anche in questo campo la fantasia non pone limiti, anzi...

Per EME il discorso si complica: occorrono guadagni elevati, cavi a bassissima perdita, preamplificatori a bassa figura di rumore, rotori precisi e sincronizzati col moto lunare ecc ecc.... insomma, conoscenze, tempo e non ultimo, denaro , sono requisiti essenziali.

73!!!
STOP +5 MHz shift repeaters
WWW.SEISMOCLOUD.COM
Monti Lumbard Ham Radio Group è da oggi attivo per dare il suo contributo nella ricerca di vita extraterrestre; unitevi a noi con Seti@Home.


!!!Per Undas Ad Victoriam!!!
!!!Per Aspera Ad Astra!!!


I059RM

  • Visitatore
Re:comunicazioni via sat
« Risposta #5 il: 14 Ottobre 2017, 09:38:26 »
Buongiorno a tutti, mi inserisco per portare la mia esperienza. Mi sto documentando anche io per il traffico satellitare e ti posso dire che ci sono due modalità di antenne la turn stile oppure la direttiva con rotore. Per il traffico conviene utilizzare due ricevitori. Allora le turn stile sono semplici antenne verticali che possono impegnare i satelliti con un minimo di 30 gradi fino a perpendicolo. Al di sotto dei 30 gradi devi necessariamente utilizzare antenne direttive su rotore. Le antenne normalmente sono due una per vhf (ingresso del ingresso del satellite o uplink) e una per le uhf (uscita o downlink). Le antenne turn stile si possono comprare sulla baia a meno di 100€ se ti serve il link te lo invio via posta. Per quanto riguarda l'impegno ti convengono due ricevitori uno in trasmissione e uno in ricezione. Comunque ci sono satelliti che si impegnano anche con una verticale e 5w di potenza.  Ricorda che la modulazione in downlink è molto bassa quindi conviene ascoltare con le cuffie. Se ti servono altre info sono a disposizione.

inviato ASUS_Z00AD using rogerKapp mobile


Offline i5wnn

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 581
  • Applausi 31
    • Mostra profilo
Re:comunicazioni via sat
« Risposta #6 il: 14 Ottobre 2017, 11:19:38 »
Magari oltre alle antenne documentati un pochino anche sulla meccanica celeste dei satelliti e, se ne hai voglia prova a demodulare la telemetria {se disponibile}

inviato PRA-LX1 using rogerKapp mobile



Offline emyisrael

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 97
  • Applausi 16
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IU3MEY
Re:comunicazioni via sat
« Risposta #7 il: 20 Ottobre 2017, 15:36:52 »
Grazie per la risposta a IU0JIW e I5WNN.... ora utilizzo la qfh come antenna con un preampli ma appunto come dicevo nei post precedenti mi sto attrezzando con direttive, rispondendo a i5wnn si faccio gia "ascolto" di telemetria, per ogni sat ho scaricato il proprio programmino per la decodifica. Unica cosa per ora che non mi riesce è il discorso EME... Sto leggendo un po di cose nel web e vediamo di colmare anche questa lacuna :)
Le kol makom she anì holech
Ani holech le Eretz Israel