Autore Topic: I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?  (Letto 4650 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

robertoit9acj

  • Visitatore
E' dal 1995 che con l'avvento di internet ce stato un calo drastico e pauroso dei radioamatori a livello italiano. prima dell'era della rete globale l'unico sistema per potersi collegare e tenere uno stabile e facile collegamento senza spendere una lira e un patrimonio in telefonate da e verso i cellulari era la radio (cb, vhf uhf), ma il rovescio della medaglia come in tante cose era il gran bordello e casino che spesso si creava in un qso diciamo normale.
oggi, allo stato attuale non solo non ce buona educazione, ma oltretutto manca quel senso di aggregazionismo che una volta c'era in qualunque gruppo/sezione.
cioè ce il me ne fotto di tutti e ognuno per i cazzi propri.
questo pomeriggio facevamo un qso a 145,500 con un amico che mi ha visto crescere sia in sezione che come radioamatore.
parlavamo dei nuovi sistemi digitali fm in 2 metri (c4fm, fusion dstar), che stanno creando un isolazionismo per chi non ne possiede una radio.
se non hai una radio con questi sistemi (per me del tutto inutile tanto non ce mai traffico in 2 metri nei canali normali), sei tagliato totalmente fuori da questo mondo.
il mio amico, radiaomatore di vecchia generazione come  me, mi ha confessato con tutta sincerità  che non trova più lo stimolo di andare in sezione se non si parla di radio, esperienze e cose che accrescono la mente dei nuovi e vecchi radioamatori.
brutta cosa.... lui è stato Presidente di sezione per 2 mandati, e ne abbiamo avute esperienze assieme sia belle che brutte.
suo papà era radioamatore nel 1960, ed è stato socio fondatore della sezione.
inoltre facevamo anche caso che le nuove generazioni di bimbominkia bambaccioni con la testa sotto la gonna della mamma e  cazzo in mano dalla mattina alla sera non hanno interesse se non per ozzappa (whatups, messenger, chat), dove sperano di trovare qualche giovane gringhella che si conceda loro in serate di sesso sfrenato e alla fine si ritrovano soli, pazzi e morti di fame.
non sanno una beata mazza di cosa ce dietro una radio, che cosa è la ISS (che spesso confondono con lo stato islamico), sono ignurant totali.
vi ricordo che questa è la prossima generazione di rincoglioniti che governerà l'italia (povera italia) le banche i vari ministeri e altri posti strategici.
l'ignoranza regna totale, la vecchia generazione di cb, radioamatori che a mano a mano sta sparendo (abbandono, morti) non può più sperare di fare qualcosa per questa gente oramai abituata a pensare come robot.. è solo tempo perso.
appena spariremo noi, noi  (i radioamatori) saremo una dinastia in via di estinzione come i dinosauri, spazzati via da nuovi modi di comunicare tra i giovani che cercano il dinamismo della comunicazione.
ai poster(i) l'ardua sentenza....


Offline FoxG7

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 5134
  • Applausi 200
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: FOX per la banda PMR446
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #1 il: 02 Ottobre 2017, 08:24:17 »
.................parlavamo dei nuovi sistemi digitali fm in 2 metri (c4fm, fusion dstar), che stanno creando un isolazionismo per chi non ne possiede una radio.
se non hai una radio con questi sistemi (per me del tutto inutile tanto non ce mai traffico in 2 metri nei canali normali), sei tagliato totalmente fuori da questo mondo

Caro Roberto....ti dirò.....a me di essere tagliato fuori dal sistema VHF/UHF digitale non me ne può fregar di meno (non ho radio idonea e neppure me la prendo :grin: :grin: :grin:)......vedo tuttavia che tanti nuovi radioamatore  vengono "conquistati" da queste tecnologie in quanto consentono collegamenti internazionali facili ed al prezzo di un portatile........ :P :rool:

Non so che gusto ci possa essere a fare una "telefonata" in qualche luogo sperduto del mondo.......ma se son contenti loro....va bene abbraccino

Tranquillo Roberto, anche senza c4fm, fusion e dstar.....si campa ugualmente..... ;-) :up:

radioamatore e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

Sterock77

  • Visitatore
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #2 il: 02 Ottobre 2017, 08:50:14 »
Se continuano con protocolli digitali diversi per brand , isolazionismo se lo creano da soli, pian piano se la strada è questa si tornerà indietro.


Offline lake

  • 1RGK266
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1678
  • Applausi 238
  • Kenwood-Yaesu-Puxing-Baofeng
    • Mostra profilo
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #3 il: 02 Ottobre 2017, 10:33:33 »
.................parlavamo dei nuovi sistemi digitali fm in 2 metri (c4fm, fusion dstar), che stanno creando un isolazionismo per chi non ne possiede una radio.
se non hai una radio con questi sistemi (per me del tutto inutile tanto non ce mai traffico in 2 metri nei canali normali), sei tagliato totalmente fuori da questo mondo

Caro Roberto....ti dirò.....a me di essere tagliato fuori dal sistema VHF/UHF digitale non me ne può fregar di meno (non ho radio idonea e neppure me la prendo :grin: :grin: :grin:)......vedo tuttavia che tanti nuovi radioamatore  vengono "conquistati" da queste tecnologie in quanto consentono collegamenti internazionali facili ed al prezzo di un portatile........ :P :rool:

Non so che gusto ci possa essere a fare una "telefonata" in qualche luogo sperduto del mondo.......ma se son contenti loro....va bene abbraccino

Tranquillo Roberto, anche senza c4fm, fusion e dstar.....si campa ugualmente..... ;-) :up:


Concordo al 1000 % con foxg7, non capisco che gusto ci sia a fare radio in V e U  in digitale , ok il segnale sara’ pulitissimo, privo di interferenze , vai lontano anche con un portatilino e magari ci sono meno portantari e allora ?????????????
Quando c’è di mezzo internet tutto il fascino della Radio con la R maiuscola  non c’è piu’, meglio usare skype o similari
Monitor R1A IR2CL  145.637,5
https://ik2zlj.jimdo.com/ir2cl-fm/

Offline -Tuscania-

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2544
  • Applausi 222
  • Sesso: Maschio
  • ID-DMR 2222203
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW2HLQ
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #4 il: 02 Ottobre 2017, 11:34:52 »
Ciao Giorgio...concordo a metà... Premetto che non uso ne ho mai usato  c4fm e dStar in quanto li considero "monopolio"   ti obbligano a comperare monomarca... In DMR ho vasta scelta dal "cinese" al blasonato...io ne faccio uso solamente in "locale" e "diretta" quindi internet non c'entra nulla e non è  una telefonata ma una comunicazione pari ad un sistema analogico... 😉

inviato LENNY3 using rogerKapp mobile
« Ultima modifica: 02 Ottobre 2017, 12:36:54 da -Tuscania- »
qrp-png2" border="0 stemma3-gif-2" border="0 download" border="0 Immagine" border="0 Ldmr" border="0


Offline inge_simo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 482
  • Applausi 22
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #5 il: 02 Ottobre 2017, 11:45:33 »
Ciao,
vorrei dire la mia da completo profano, non ho molti anni ne ho 35, quando avevo 15 anni avevo un cb e una mantova 5 sul tetto ( razie papà per avermelo fatto fare e avermi costruito un traliccino per tenerla su) avevo un intek  a 200 canali, un lineare a valvole autocostruito da 200W e uno allo stato solido da 100, era il modo piu economico di parlare essendo le prime ricaricabili costosissime! ma con l'avvento di internet dopo un paio d'anni abbiamo abbandonato ma la passione della radio è sempre rimasta dentro! in quegli anni mi ero comprato anche un palmare VHF di cui facevo solo ascolto non avendo il patentino. Qualche mese fa l'ho riesumato e aggiustato, nel frattempo un amico mi ha chiesto di aggiustare uno Standard c5800 e restaurarlo ma aimè il prezzo del restauro (solo di componenti non piu reperibili) è diventato piu oneroso del valore stesso della radio quindi me l'ha donato, al che per poter ritestare le cose mi sono costruito una piccola antenna bibanda e la passione è tornata di nuovo! una cosa tira l'altra e mi sono preso un bibanda v/uhf per ascoltare, un ricevitore sdr e upconverter per le hf! Ma... il mio sogno è sempre voluto avere un vero HF al che ho trovato d'occasione un TS-430s e il sogno di è avverato. nel frattempo ho iniziato le pratiche per avere il patentino e nominativo MA vi dirà che questa settimana passata facendo l'orecchio di gomma in HF, il mesetto passato spazzolando le frequenze con l'SDR mi hanno un po bloccato. in banda CB, ma mia ammessa ora ( pagando tutt'ora la tassettina annuale) è praticamente morta se non, quando c'è propagazione i vicini francesi che mi schifano ampiamente, tutto il resto boh, i 14 e 7MHz sento un bel po di traffico ma comunque cio che sento è ricerca della cartolina, in 2m vuoto pneumatico se non qualcosina un ssb, uhf a parte i parlmarini usati come i vecchi cb qualche ponte a me per ora proibito! mi sono chiesto ultimamente se sia il caso di andare avanti o meno, a parte la passione che ho sempre avuto. Personalmente poi ho il circolo vizioso, non conosco nessuno vicino a me che possa "pompare" la mia passione, non posso parlare con nessuno e per poterlo fare devo aspettare mesi per il nominativo. Tante volte penso, sapendo che sia illegale, cià provo a vedere se qualcuno mi risponde lo stesso in alcune bande non nascondendogli la mia illegalità ma, ricordo in passato quando avevo provato in vhf quante parole mi sono preso e allora non ci provo nemmeno..... :-\ :-\ :-\
dopo di che scopro che in tutti questi anni esistono i digitali, i quali non mi attirano minimamente e oggi leggo queste diatribe anche sei ripetitori digitali.... :rool: :rool: :rool:
Simone

Offline inge_simo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 482
  • Applausi 22
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #6 il: 02 Ottobre 2017, 11:48:01 »
verrò sicuramente vessato per questo ma sarebbe bello e illegale un "open school" delle frequenze, per qualche giorno dove chi è li li come me per fare il passo possa parlare con la propria radio, magari ereditata da papà, nonni o ben auguranti di poter parlarci... è solo un mio pensiero non insulti grazie  :P :P
Simone


Offline inge_simo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 482
  • Applausi 22
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #7 il: 02 Ottobre 2017, 12:02:07 »
inge simo la passione è una cosa innata, devi coltivarla per te. fai solo hf con la radio, le vhf lasciale solo in ascolto tanto sono morte.
per quanto riguarda me non mi sopportano sto sulle palle a tante persone,ma oramai ci ho fatto il callo e tiro avanti lo stesso.
infatti in sezione ci vado solo (come fanno tante persone) per ritiro qsl e spedizione (ogni 2 mesi).

lo so, hai ragione infatti venerdi mi è arrivato il Kenwood, però capisci che non essendo di vecchia data e non avendo, purtroppo, piu nessuno intorno a me a incentivarmi nella scelta sono soldi che partono per cosa? per fare la gara della cartoline? a me non interessa questo. ricordo che nel lontano 1999 in accesi il mio Elbex ds-1 e mi sintonizzai sul ripetitore del campo dei fiori (varese) que giorno la protezione civile aveva chiesto l'utilizzo per lo sminamento di un vecchio ordigno della seconda guerra mondiale, l'avevo seguito per ore fino alla conclusione. dopo di che, a banda libera c'erano solo i radioamatori che avevano aiutato il colegamento che si congraturavano tra di loro ed è proprio li che mi sono permesso di fare i complimenti e proprio li che ho preso insulti quando, alla richiesta del mio nominativo ho detto che ero un semplice ascoltatore appassionato e che volevo dire "bravi! complimenti" e li tutto mi è sceso! devo scrollarmi di dosso questa cosa, devo capire se è ancora una casta chiusa o meno al di là delle regolamentazioni! non ho mai fatti e mai farò il pirata ma tante volte mi verrebbe voglia di salutare :)
Simone

robertoit9acj

  • Visitatore
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #8 il: 02 Ottobre 2017, 12:10:56 »
vivi la tua radio e la tua passione, per il resto aspetta i loro cadaveri. io sono in radio dal 1988-1989 e finora non ho mollato.
ho mollato tutto (croce rossa, vari enti di volontariato che cercano di utilizzare       laradio ma non ne capiscono una mazza bionica tanto se sei inutile sei inutile in qualunque associazione dove il boss decide chi deve fare cosa e cosa deve fare).
faccio radio per i miei fatti, per quanto riguarda le cartoline qsl non ce solo quella cartacea ma anche le eqsl (qsl elettroniche) e in 10 anni di attività ne ho collezionate oltre 19 mila (agigornate a ieri sera).
sono un appassionato del dx, non me ne frega nulla del qso locale (solo chiacchiera inutile e poco costruttiva), cerco il dx e basta.


Offline lake

  • 1RGK266
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1678
  • Applausi 238
  • Kenwood-Yaesu-Puxing-Baofeng
    • Mostra profilo
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #9 il: 02 Ottobre 2017, 12:23:52 »
Ciao,
vorrei dire la mia da completo profano, non ho molti anni ne ho 35, quando avevo 15 anni avevo un cb e una mantova 5 sul tetto ( razie papà per avermelo fatto fare e avermi costruito un traliccino per tenerla su) avevo un intek  a 200 canali, un lineare a valvole autocostruito da 200W e uno allo stato solido da 100, era il modo piu economico di parlare essendo le prime ricaricabili costosissime! ma con l'avvento di internet dopo un paio d'anni abbiamo abbandonato ma la passione della radio è sempre rimasta dentro! in quegli anni mi ero comprato anche un palmare VHF di cui facevo solo ascolto non avendo il patentino. Qualche mese fa l'ho riesumato e aggiustato, nel frattempo un amico mi ha chiesto di aggiustare uno Standard c5800 e restaurarlo ma aimè il prezzo del restauro (solo di componenti non piu reperibili) è diventato piu oneroso del valore stesso della radio quindi me l'ha donato, al che per poter ritestare le cose mi sono costruito una piccola antenna bibanda e la passione è tornata di nuovo! una cosa tira l'altra e mi sono preso un bibanda v/uhf per ascoltare, un ricevitore sdr e upconverter per le hf! Ma... il mio sogno è sempre voluto avere un vero HF al che ho trovato d'occasione un TS-430s e il sogno di è avverato. nel frattempo ho iniziato le pratiche per avere il patentino e nominativo MA vi dirà che questa settimana passata facendo l'orecchio di gomma in HF, il mesetto passato spazzolando le frequenze con l'SDR mi hanno un po bloccato. in banda CB, ma mia ammessa ora ( pagando tutt'ora la tassettina annuale) è praticamente morta se non, quando c'è propagazione i vicini francesi che mi schifano ampiamente, tutto il resto boh, i 14 e 7MHz sento un bel po di traffico ma comunque cio che sento è ricerca della cartolina, in 2m vuoto pneumatico se non qualcosina un ssb, uhf a parte i parlmarini usati come i vecchi cb qualche ponte a me per ora proibito! mi sono chiesto ultimamente se sia il caso di andare avanti o meno, a parte la passione che ho sempre avuto. Personalmente poi ho il circolo vizioso, non conosco nessuno vicino a me che possa "pompare" la mia passione, non posso parlare con nessuno e per poterlo fare devo aspettare mesi per il nominativo. Tante volte penso, sapendo che sia illegale, cià provo a vedere se qualcuno mi risponde lo stesso in alcune bande non nascondendogli la mia illegalità ma, ricordo in passato quando avevo provato in vhf quante parole mi sono preso e allora non ci provo nemmeno..... :-\ :-\ :-\
dopo di che scopro che in tutti questi anni esistono i digitali, i quali non mi attirano minimamente e oggi leggo queste diatribe anche sei ripetitori digitali.... :rool: :rool: :rool:
Inge simo, il “patentino” è solo un punto di partenza necessario, ormai non è assolutamente difficile ottenerlo,  poi  devi  metterti  a tavolino e decidere cosa ti piace effettivamente fare di piu’, da quello che dici hai gia’ un Vhf e un Hf quindi sei a posto.
Se ti interessano Vhf/Uhf  e fare 4 chiacchere sui ponti ti basta una modestissima  antenna,ormai li in effetti non c’è tanto traffico ci trovi prevalentemente dei transfughi della cb (intesa proprio nel senso letterale di Citizend band) che parlano  di come cucinare ifunghi, di code sulle autostrade, di donne , ecc….  se invece prediligi le Hf allora ti serve un’antenna decente anche autocostruita oltre che molta pazienza e curiosità
Monitor R1A IR2CL  145.637,5
https://ik2zlj.jimdo.com/ir2cl-fm/

Offline inge_simo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 482
  • Applausi 22
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #10 il: 02 Ottobre 2017, 12:38:50 »
Inge simo, il “patentino” è solo un punto di partenza necessario, ormai non è assolutamente difficile ottenerlo,  poi  devi  metterti  a tavolino e decidere cosa ti piace effettivamente fare di piu’, da quello che dici hai gia’ un Vhf e un Hf quindi sei a posto.
Se ti interessano Vhf/Uhf  e fare 4 chiacchere sui ponti ti basta una modestissima  antenna,ormai li in effetti non c’è tanto traffico ci trovi prevalentemente dei transfughi della cb (intesa proprio nel senso letterale di Citizend band) che parlano  di come cucinare ifunghi, di code sulle autostrade, di donne , ecc….  se invece prediligi le Hf allora ti serve un’antenna decente anche autocostruita oltre che molta pazienza e curiosità

Ciao lake, guarda ho davvero tutto e non ho assolutamente paura del prendere il patentino anche perchè dalla mia ho il titolo di studio quindi l'esenzione all'esame. ho già costruito e testato una long wire con balun 9:1, è già piazzata da venerdi e già testata sui 27, in v/uhf per ora ho piazzata una verticale da 2 metri bibanda, prima usata per l'sdr e forse dopo per il v/uhf. quello che mi blocca non è l'infrastruttura ma è il trovare il giro giusto, quello che, quando ero piu giovane e non avendolo piu mi ha fatto abbandonare. ho fatto tanto ascolto ultimamente ed effettivamente in 2m e 70cm trovo solo quello o sporadicamente (parlo in fm) di qualcuno che usa il ponte per parlare di radio vecchia scuola per il resto solo rumore di fondo. ma se non c'è nessuno a me in interessa, sarei da solo come lo sono il piu delle volte in 27Mhz!! sui 14 e 7 c'è piu gente ma data la scarsità di disponibilità di cavo come antenna non posso andare piu basso (3.5 ecc). ma anche qui, è vero che se non posso parlare non posso sapere ma ho il terrore di spendere soldi per poi non trovare nulla che mi attiri se non l'apparecchiatura, non so se riesco spiegarmi! internet è stata la salvezza di molti e la rovina di altro. Se esistesse un modo di acquisire un qrz a tempo, subito! è anche vero che mi puoi dire: se già non sei sicuro di cio che vuoi fare che hai comprato la radio a fare e cosa sei qui a fare? ecco devo rispondere a queste domande :)
Simone


Offline carlo_forever

  • 1RGK548
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 744
  • Applausi 130
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU4FMS - 1RGK548 - HOTEL143 - Locator JN54BR33TB
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #11 il: 02 Ottobre 2017, 13:20:11 »
Scusate se intervengo, ma vedo tante idee ma ben confuse, e tutte in ordine sparso.
Intanto, IT9ACJ, non credo che tu sia antipatico a pelle, a volte bisogna anche far buon viso a cattivo gioco. Se vogliamo, tu dai degli ignoranti agli altri, poi scrivi in pubblico "non ce buona educazione"...
La CB era una cosa, per me molto carina, ormai scomparsa per n motivi.
Le HF sono una cosa diversa, e le VHF un'altra cosa ancora.
Le HF sono il vero campo dove si tempra un radioamatore. Non è la gara delle cartoline, ma senza cartoline non ci sono HF e non ci sono radioamatore. Sarebbe come dire che le Olimpiadi sono la gara delle medaglie.
Le VHF un tempo erano bande per grandi specialisti, 10, 6 e 2 metri, governate dalla diretta in linea, dal tropo-duct e dall'E sporadico. Oppure per ancor più grandi specialisti per i QSO via satellite o via EME (riflessione lunare). Poi in VHF c'erano i ponti radio, che servivano agli radioamatore di una zona più vasta che non fosse la sola area servita dalle dirette, e questi ponti servivano solo per appoggio, scambio di dati, eccetera.
Poi dei CB che avevano superato gli esami "importarono", per così dire, una CB fatta sui ponti. E quindi arrivarono i "portantari", i "ruttoscorreggioni", i "porcelli" e quant'altra feccia si nasconde nei cervelli bacati di alcune persone. E dire che anch'essi sono stati creati ad immagine e somiglianza di Dio!... Mah!...
Ciò costrinse i "pontisti" a passare su sistemi digitali. E i sistemi digitali parcellizzano ulteriormente l'uso delle frequenze.
Io so che, nel 1953, quando i miei genitori si sposarono, in Italia c'era un numero estremamente esiguo di radioamatori, quasi tutti tecnici del ramo elettrico, ex radiotelegrafisti, professori di elettronica e di fisica, studenti, o anche semplici appassionati. Mettere le mani su una stazione allora era molto difficile, imperava l'autocostruzione, ma l'autocostruzione è anche consapevolezza e autovalutazione.
Oggi io penso che degli elementi del genere ce ne siano ancora, non stanno sui ponti a parlare tre quarti d'ora alla volta per dire le differenze che ci sono tra un microfono e un altro, o che la modulazione del Kenwood ZYX è più squillante ma meno fedele di quella dell'ICOM HKQ, e banalità (per non dire baggianate) del genere.
Probabilmente la CB è morta, avrà compiuto il suo ciclo, la gente è ignorante, la gente non ama sbattersi, e la CB è un hobby di sbattimento quasi continuo, l'antenna sul tetto, il TVI, l'Esco Radio, i portantari, gente che litiga e ti coinvolge nei litigi, la CB era tanto viva quanto pesante, come lo possono essere le cose vive.
Gli radioamatore si collegano in tutto il mondo, studiano la propagazione, nuovi modi di trasmissione grafica digitale, studiano le antenne. si scambiano le cartoline, che non sono una cosa da bambini deficienti, ma l'unica vera e chiara testimonianza dell'avvenuto collegamento. Io posso sparare che ieri ho collegato il Delta del Me-Kong, ma se arriva una QSL fra un mese, allora avevo detto il giusto ed il vero, se la QSL non arriva mai, siamo nel ma, nel forse e nel può darsi.
Non potete immaginare, essendo adusi ad altri ascolti, come possa essere piacevole, per uno specialista, dare la caccia di notte, cercando di non svegliare moglie, figlio, cane e gatto, ad una stazioncina radio che trasmette da un Paese andino con 1.500 Watt canzoni popolari in lingua Quechua, cercare d'intuire cosa dicono, cercare di trovare l'indirizzo, magari dopo aver riconosciuto la stazione dal solo jingle, mandare il rapporto d'ascolto e ricevere una busta con una QSL e altro materiale.
Conservo le mie QSL radiofoniche come reliquie preziose.
Io comunque mi basto da solo, se qualcuno condivide, meglio, se resterò l'unico radioamatore Italiano che non alligna h24 solo sul DMR, vado avanti lo stesso.

Carlo
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris
sola spe

Offline 165RGK591

  • 165RGK591
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1337
  • Applausi 99
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 165rgk591
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #12 il: 02 Ottobre 2017, 13:50:31 »
Intervengo anche io... solo per dire che non tutti i cb sono dei "ruttoni" non tutti o ragazzi di oggi sono dei "bimbiminchia" e ( non essendolo posso solo presumere ) non tutti i radioamatori vorrebbero che la loro fosse una "casta"

inviato SM-A510F using rogerKapp mobile

stazione Archimede operatore Paolo in Cagliari.
IS1054SWL


Offline tre-ciclo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3458
  • Applausi 154
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore-cb-swl (TRENTINO)
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #13 il: 02 Ottobre 2017, 17:15:50 »
 :-\ :-\ :down: :down:
Possibile che non ci sia nessun "moderatore"che dice qualcosa a questo "signore"?
Siamo stufi di leggere le sue lamentele e le sue parolacce. :sfiga: marameo marameo
Che si faccia un esame di coscienza e vedrà che forse qualcuno ha ragione a trattarlo in quel modo.
I piagnistei che vada a farli in qualche confessionale o studio psichiatrico.
Qui si dovrebbe parlare di problemi o fatti inerenti alle radio.
Pedalate!...Tanto,sarete sempre dietro..

Offline IU2IDU

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1114
  • Applausi 71
  • Sesso: Maschio
  • COTA 686-SM Associazione Radioamatori Carabinieri
    • Mostra profilo
    • IU2IDU Official Page
  • Nominativo: IU2IDU
I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #14 il: 02 Ottobre 2017, 18:25:33 »
Posso dire una cosa? È vero che sul forum si scrive tanto per parlare ed esiste la libertà di pensiero, ma che ne è del caro vecchio “vivi e lascia vivere”?
Meglio pochi radioamatori educati e disciplinati che tanti modaioli bizzarri e retrogradi con una radio tra le mani............
Scusate l’intervento un po’ tagliente, ma mi è uscito così...tra l’altro ogni anno decine di nuovi radioamatori prendono patente e si appassionano! Poi ci sono gli operatori fortunati che possono installare antenne spaziose per le HF, altri che vivono in condomini più difficili e si accontentano del portatile per poi sospirare al primo contest in sezione. Tutti questi appassionati hanno una cosa meravigliosa in comune: vivono e lasciano vivere (la regola numero uno del vero radioamatore).

73 Giulio IU2IDU
« Ultima modifica: 02 Ottobre 2017, 18:30:28 da IU2IDU »
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri


Offline antony it9val

  • 1RGK003
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1203
  • Applausi 41
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • http://www.rogerk.net
  • Nominativo: IT9VAL
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #15 il: 03 Ottobre 2017, 21:14:23 »
Prendendo atto delle fuoriuscite riapro il topic.
Qualche intervento interessante c’era.
Fatta un po’ di pulizia torna a essere decente.

73


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp
IT9VAL

1 R.G.K. 003  ~  antony CHIOCCIOLA rogerk.net

''Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità ''

"Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perchè in cio' sta l'essenza della dignita' umana." Giovanni Falcone


host image

Offline antony it9val

  • 1RGK003
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1203
  • Applausi 41
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • http://www.rogerk.net
  • Nominativo: IT9VAL
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #16 il: 03 Ottobre 2017, 21:26:39 »
:-\ :-\ :down: :down:
Possibile che non ci sia nessun "moderatore"che dice qualcosa a questo "signore"?
Siamo stufi di leggere le sue lamentele e le sue parolacce. :sfiga: marameo marameo
Che si faccia un esame di coscienza e vedrà che forse qualcuno ha ragione a trattarlo in quel modo.
I piagnistei che vada a farli in qualche confessionale o studio psichiatrico.
Qui si dovrebbe parlare di problemi o fatti inerenti alle radio.


Grazie della segnalazione Tre-Ciclo (al secolo Conte Dracula), e anche delle " " riferendoTi ai Moderatori.
Ti ricordo che, questi ultimi, pur affrontando con piacere le attività del forum e ciò che comporta tale mansione, non vivono online, ergo, non sempre hanno il pc davanti, pronti a "fustigare" il profilo di turno.
Piuttosto che virgolettare l'attività altrui, potresti segnalare!
Non mi sembra siano arrivate segnalazione sul post, almeno da parte Tua.
C'è un bel tasto a latere di ogni post, con scritto "Segnala al moderatore" (qui le virgolette le metto io).
Piuttosto che sparare a zero si potrebbe anche procedere a segnalare consentendo così, a chi svolge tale compito, di poterlo fare nel migliore dei modi.
In ogni caso, certo che in ogni cosa, anche apparentemente sterile, possa esserci qualcosa di buono, utile, interessante e costruttivo, ho riaperto il topic... fatene buon uso!

73' a Tutti.

Antony
« Ultima modifica: 03 Ottobre 2017, 21:28:10 da antony »
IT9VAL

1 R.G.K. 003  ~  antony CHIOCCIOLA rogerk.net

''Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità ''

"Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perchè in cio' sta l'essenza della dignita' umana." Giovanni Falcone


host image


Offline tre-ciclo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3458
  • Applausi 154
  • Sesso: Maschio
  • Radioamatore-cb-swl (TRENTINO)
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #17 il: 03 Ottobre 2017, 21:53:08 »
 :up:
Grazie per l'intervento.
Ho già avuto degli scambi epistolari con Roberto di Acireale e abbiamo chiarito molte cose.
Io non segnalo nessuno,se vi siete presi l'onere di moderare,fatelo.
Siccome sono anni che Roberto si comporta in quella maniera...il tempo lo avevate.
Comunque,come ho già detto,con Roberto abbiamo parlato di molte cose e spero ritorni nel Forum,dato che gli ho raccomandato di evitare certi discorsi estranei alle radio.
73 a tutti.
Pedalate!...Tanto,sarete sempre dietro..

Offline Ugo da Norcia

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4222
  • Applausi 365
  • IT-DMR / DMR-MARC 2222033
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IW2JAF
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #18 il: 03 Ottobre 2017, 21:54:50 »
Con poca voglia, sinceramente, visto che i post aperti al riguardo sono ormai decine.

Argomento trito e ritrito, trattato solo da persone, a mio modo represse.

I Radioamatori esistono ed esisteranno sempre. Basta rompemere i cogl.... e polemizzare sul fatto che aumentino o diminuiscano. Fà parte dei cicli della vita e del mutare delle abitudini/società.

Personalmente i disfattisti che contiunuano a prevedere la morte di noi Radioamatori li biasimo. Sono dei poveri frustrati senza altri interessi che si spventano di rimanere senza giocattolo. Ci sarà sempre chi vorrà sperimentare anche in questo settore.

Paersonalmente sono mesi che non accendo la radio, ma prima o poi, sono certo, mi tornerà la voglia di costruire e provare. è solo che ora dedico il tempo ad altri hobby. Ben me ne guardo da vendere le poche radio/antenne che possego.

Per quel che mi riguarda è solo una questione di "cicli".

Buona radio a tutti, e tranquilli, ci sarà sempre qualcuno che trasmetterà e qualcuno che ascolterà.
WWW.SEISMOCLOUD.COM

Grossissimo problema, Einstein è morto, Beethoven pure, e io non sto per nulla bene


Offline Ugo da Norcia

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4222
  • Applausi 365
  • IT-DMR / DMR-MARC 2222033
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IW2JAF
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #19 il: 03 Ottobre 2017, 21:56:52 »
:up:
Grazie per l'intervento.
Ho già avuto degli scambi epistolari con Roberto di Acireale e abbiamo chiarito molte cose.
Io non segnalo nessuno,se vi siete presi l'onere di moderare,fatelo.
Siccome sono anni che Roberto si comporta in quella maniera...il tempo lo avevate.
Comunque,come ho già detto,con Roberto abbiamo parlato di molte cose e spero ritorni nel Forum,dato che gli ho raccomandato di evitare certi discorsi estranei alle radio.
73 a tutti.

 :up:
WWW.SEISMOCLOUD.COM

Grossissimo problema, Einstein è morto, Beethoven pure, e io non sto per nulla bene

Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16520
  • Applausi 424
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #20 il: 03 Ottobre 2017, 22:10:32 »
73 a tutti, concordo nell'ultima riga scritta da Ugo da Norcia,  ci sarà sempre chi trasmette e chi riceve con la radio, spesso leggo che le vhf \ uhf sono deserte, la banda cb morta e in hf c'è sempre meno da ascoltare... io invece trovo ancora segnali nuovi mai sentiti prima (e faccio ascolto da 30 anni e dei segnali che non ci sono più tipo lo Shuttle ecc... ho la soddisfazione di averli ascoltati quando c'erano...), amici cb riascoltati davvero dopo un secolo (nel senso che l'ultima volta eravamo nel 19...) e  chiaramente i tempi cambiano e anche le persone ma da lì a dire che non c'è più nessuno in radio ce ne vuole...

Offline antony it9val

  • 1RGK003
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1203
  • Applausi 41
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • http://www.rogerk.net
  • Nominativo: IT9VAL
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #21 il: 03 Ottobre 2017, 22:51:43 »
Pur prendendosi l’onere, ciò non significa che possiamo contrastare con ogni turba mentale di ognuno.
Avere il tempo non sempre da soluzioni, specialmente con chi, cronicamente, ha certe idee e uscite.

Nessuno ha assunto l’onere di far da badante agli altri, specialmente a chi non è avvezzo dal farsi aiutare.

Dispiace, ma bisogna prenderne atto.

Per il resto, se si pensa di essere più bravi, si può fare da “assistenti sociali” anche in forma epistolare e senza avere, necessariamente, altri oneri.



Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp
IT9VAL

1 R.G.K. 003  ~  antony CHIOCCIOLA rogerk.net

''Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità ''

"Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perchè in cio' sta l'essenza della dignita' umana." Giovanni Falcone


host image

Offline Marcello iw9hli

  • IW9HLI
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4284
  • Applausi 174
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW9HLI - 1RGK001
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #22 il: 03 Ottobre 2017, 23:33:42 »
Roberto lo conosciamo, io personalmente non ci faccio più caso e sinceramente non vedo il motivo per prendersela tanto con lui, mandatelo a quel paese(in senso buono) tanto poi torna.

Condivido con quanto espresso da Antony, siamo moderatori ma non possiamo entrare nella testa di ogniuno pur avendoci provato si ha un limite a tutto...quando il caro Robbetto, vorra tornare lo accetteremo senza pretendere chissa quali cambiamenti, tanto non cambierà mai....

Per quanto riguarda l'argomento del topic io prendo in prestito una frase di  IZ2UUF (davj2500) dove dice:

A norma di legge, un radioamatore è una persona interessata alla tecnica ai soli fini di istruzione personale che, dopo esame ministeriale o titolo equipollente, riceve autorizzazione per trasmettere. L'evoluzione tecnica porta solo argomenti in più da studiare.
In definitiva, aspettarsi che i radioamatori scompaiano per via di Internet è come aspettarsi che gli appassionati di storia della filatelia scompaiano per colpa delle e-mail.


Quindi per me il radioamatore non scomparirà mai, scomparirà il radioamatore che conosciamo oggi, ossia il vecchietto che gioca con le valvole, ma tra 30 anni, ci saranno altri tipi di vecchietti radioamatore che giocano magari con echolink..(sono degli esempi)
« Ultima modifica: 03 Ottobre 2017, 23:41:31 da Marcello IW9HLI »


Offline aquiladellanotte

  • 1RGK458
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3773
  • Applausi 137
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #23 il: 03 Ottobre 2017, 23:34:38 »
Io sono radioamatore da 10 anni. Sto assistendo al cambiamento, ovvero al progressivo interesse  ai sistemi digitali e, in tutta sincerità, io non disdegno il dmr perché mi diverto e costa poco,anche perché la mia prima passione è il cw, quindi proprio agli antipodi... Hi
Sto notando che in qualche 'ambito' non ci sono solo 'schiaccia ptt' ma persone competenti ed esperte. A mio avviso, stiamo cominciando a vivere una era radioamatore 2.0
Non mi preoccupo se siamo in diminuzione o aumento, anche perché ora, più che prima, chi vuole sostenere l esame è perché è realmente intenzionato e non spinto da necessità


inviato WAS-LX1A using rogerKapp mobile

aquila della notte 1adn089
IZ0PQE

Offline HAWK

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3074
  • Applausi 146
    • Mostra profilo
Re:I RADIOAMATORI SEMPRE PIU' UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?
« Risposta #24 il: 04 Ottobre 2017, 06:30:10 »
Magari andasse azzerandosi il mondo della radio.
Iniziando dal 1973 ne ho sentito e visto, poco visto, ho sempre escluso le conoscenze fisiche, ( ad oggi non arrivo a 20 persone viste fisicamente), la radio è un mezzo di comunicazione, se avessi voluto frequentare, mi sarei iscritto ad una scuola di ballo, con più signorine ganze che brutti e panciuti O.M. e C.B.
Scherzo OFF. :tao2:

Dovremmo andare a fare scuola dai contadini per capire certe problematiche, ogni tot anni un terreno deve smettere di avere quel tipo di coltivazione, azzerare e dopo tot tempo si ripianta bene e con tutti i minerali rinati al luogo sul luogo.

La fine dell' amatore della radio, vuoi O.M. vuoi C.B. è utile e necessaria a volte, un annientamento vuol dire non disastro, quanto far ripartire con gente forse più pulita e migliore, atteso che negli ultimi decenni di diritto o rovescio, latenza da una parte e patentati con la 5^ elementare forse, o meglio solo saper leggere e scrivere, basta fare ascolto...per darmi ragione, auspica per una rinascita buona e sana, si potano le piante apposta anche mmi pare.

A fronte di cotanta barbarie sulla cavalleria HAM, educazione C.B., illegalità sul PMR, operazioni sulla FREE BAND che poi altra ignoranza, non esiste una FREE BAND...sono tutte bande assegnate legalmente, usate o no sono cmq assegnate.
Ignorante è colui che sconosce quello che deve sapere, per vari motivi, altra cosa è il nesciente...

Non è meglio dunque una fine dell'interesse verso le TLC amatoriali, per una vera rinascita, seria, educata, preparata e uno spirito radiantistico buono, non inquinato o instradato da cattive abitudini di terzi con le sinapsi chiuse ?

Basta ascoltare...non passo a 9 +, mi serve il lineare da 1 Kw...mica dicono più antenna...
o i Young O.M. dei quali ancora non vedo ne scoperte ne sistemi sperimentati nuovi, se non ripetere cose che da Marconi fanno già tutti.

Fine della radio ?
Bene ottimo e spero, almeno pochi, si rifonda, con l'eleganza e la costanza di un vero HAM spirit, super partes e modestia.

IT9ACJ da ex IT9...a IT9.
Io stesso a fronte di attacchi avuti da ANONIMI, (conosciuti in 24 ore), coprendosi dal tipo di forum, il quale non obbliga a svelarsi in toto, una cosa che rispetto, non è casa mia, ma pone a colpire mascheratamente, quindi non avallo, sono abituato a scrivere, firmare e non nascondermi dopo aver tirato la pietra..., ho cancellato la mia prima iscrizione, perdendo punti acquisiti e ripartendo...da zero, fai bene, ogni tanto bisogna fermarsi, rivedere cosa si è fatto, ove si ritenesse, ripartire freschi, con ragione veduta, non a spinta inerziale andante.
Chi vuole ti legge chi non vuole non ti leggesse...il forum da possibilità di mascheramento, prendano anche la possibilità di farsi la loro strada...ignorandoti.
73'.

« Ultima modifica: 04 Ottobre 2017, 06:33:22 da IZ1PNY »