Autore Topic: Cluster  (Letto 732 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline marzio1941

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 155
  • Applausi 24
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU1GBU
Cluster
« il: 11 Settembre 2017, 09:08:32 »
Buongiorno,
come si fa ad utilizzare i cluster??
Non so cosa siano e come si possono fare collegamenti con i cluster.

Grazie
73


Offline Bastard Inside

  • 1RGK531
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 533
  • Applausi 84
  • Sesso: Maschio
  • Possiamo essere liberi solo se tutti lo sono
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ7DUO
Re:Cluster
« Risposta #1 il: 11 Settembre 2017, 09:27:15 »
I cluster danno indicazioni sulle stazioni radioamatoriali e sulle frequenze su cui stanno facendo chiamata. Ad esempio, se io cominciassi a fare una chiamata sui 14.200mhz, sul cluster verrebbe indicato il mio nominativo, la frequenza su cui sto chiamando, il mio qth e altre info più o meno utili.
Queste informazioni vengono pubblicate sul cluster grazie agli spot: se sento una stazione interessante ne indico il nominativo nell'apposito spazio (su dxfuncluster è INVIA SPOT) e dopo un po' le mie indicazioni appariranno a tutti gli utenti online.

Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando rogerKapp mobile

Il senno di poi è una scienza esatta.

Sono altamente asociale e tremendamente socievole. Per questo ascolto tutti ma parlo con pochi.


robertoit9acj

  • Visitatore
Re:Cluster
« Risposta #2 il: 11 Settembre 2017, 09:36:21 »
il dxcluster è un contenitore di informazione rivolto a tutti i radioamatori del mondo.
il più famoso e il dxsummit.fi (finlandia). il dxcluster e fatto dai radioamatori che segnalano le varie attività delle stazioni che sentono o hanno collegato.
inoltre il dxsummit indica anche le varie bande quando sono aperte (con gli indici di propagazione giornalieri, quando sono rossi ad esempio vuol dire che la propagazione è cattiva e compare la scritta poor, invece quando è verde ce qualche cosa in aria).
su dxsummit puoi anche tu segnalare i collegamenti fatti, ce una apposita finestra dove richiede il tuo nominativo il tuo locator e la frequenza dove hai lavorato/ascoltato la stazione dx ed in modo molto particolare il modo di emissione (sia ssb che cw che digitale).
insomma il dxcluster è importante per il radioamatore, ed e fatto per i radioamatori e i radioamatori lo creano sparando gli spot (spot= stazioni sentite o collegate sulle varie bande).
ocio agli indici di propagazione e buona attività dx da roberto it9acj.


Offline marzio1941

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 155
  • Applausi 24
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU1GBU
Re:Cluster
« Risposta #3 il: 11 Settembre 2017, 11:16:33 »
Roberto,
il link dove lo trovo da scaricare?
Grazie

robertoit9acj

  • Visitatore
Re:Cluster
« Risposta #4 il: 11 Settembre 2017, 11:36:30 »
non ce nulla da scaricare è un sito web, anzi una pagina web sempre in aggiornamento costante.
il sito è www.dxsummit.fi basta collegarsi e hai una pagine con tutte le stazioni radio presenti banda per banda.


Offline moooose IU5HIW

  • 1RGK557
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 320
  • Applausi 91
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Cluster
« Risposta #5 il: 11 Settembre 2017, 11:49:06 »
Aggiungo anche che alcuni programmi di logging, se interfacciati via CAT con gli RTX, permettono una gestione automatizzata (oppure da pigri) della registrazione dei QSO effettuata sugli spot.
In pratica questo è il funzionamento: il programma mi mostra i dati del cluster, io clicco su un nominativo che mi interessa contattare, l'apparato si setta via CAT sulla frequenza dello spot mentre il programma di logging rileva il nominativo e le coordinate del corrispondente; se il qso si effettua basta inserire il codice RS, premere il pulsante salva e la scrittura nel log è terminata. Molto comodo.

Per quanto ovvio, ricordiamoci che sul cluster non vengono inseriti tutti coloro che effettuano un QSO. Quindi, secondo me, girare a mano la manopola del VFO rimane insostituibile soprattutto per chi non dispone di stazioni particolarmente performanti: vista la diffusione del cluster, infatti, gli spot che vi compaiono ricevono spesso un sacco di contatti con le possibili difficoltà per forare il pile up. In questa maniera ci si danna magari l'anima su uno spot, mentre a 10 KHz di distanza si potrebbe fare un bel QSO a fatica zero, solo perché il corrispondente non compare sul cluster e viene trascurato. Io personalmente utilizzo il cluster, ma mi dà molta più soddisfazione il contatto "old style" in cui devi comprendere il nome del corrispondente, centrare la frequenza manualmente, ascoltare. Opinione personale, beninteso, ma per me "fa più radio".  ;-)