Autore Topic: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...  (Letto 9877 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline hafrico

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 23267
  • Applausi 251
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« il: 09 Gennaio 2008, 23:14:07 »
sono combattuto da questo dilemma.... 8O  qualcuno mi sa motivare una risposta?.... grazie

Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15938
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #1 il: 09 Gennaio 2008, 23:55:43 »
73 a tutti ho spostato la discussione perchè è  la sezione più adatta, la differenza tra pgreco e T è costruttiva, porta allo stesso risultato con le stesse perdite d'inserzione,nel pgreco la potenza è dissipata maggiormente nella bobina, nel T la bobina dissipa meno  ma i due condensatori variabili(o fissi se a commutazione...) devono sopportare più tensione rf con maggiori perdite nell'isolante e sopratutto nei contatti striscianti dei condensatori, in pratica nel pgreco deve avere ottime bobine nel T ottimi condensatori, se poi lavori con grosse potenze le perdite sono notevoli,se nel qrp con l'accordatore hai sempre un miglioramento nel rendimento della stazione(antenna cavo rtx) con grosse potenze il rendimento cala perchè perso dentro l'accordatore, che alla fine non porta nessun beneficio ma solo salva il lineare (valvole o transistor è lo stesso...) poi esistono altri tipi d'accordatore (a L ,transmatch ecc...) con caratteristiche particolari, magari lavorano meglio con alte impedenze, carichi molto reattivi o monobanda,di solito il pgreco è quello usato dai cb perchè monobanda con una bobina sola e due condensatori "normali" lavora bene con antenne già più o meno tarate... la configurazione a T è più usata negli accordatori hf con più bobine ecc... il transmatch è più selettivo(un vero filtro bassa banda...) ma più critico nella regolazione e nei componenti(sia le bobine che i condensatori devono essere ottimi...) l'accordatore a L di solito è usato per accordare antenne a 1\2 onda o longwire e solitamente è monobanda per gli 80 o 160mt ma il principio vale per tutte le frequenze...

Offline hafrico

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 23267
  • Applausi 251
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #2 il: 10 Gennaio 2008, 00:05:59 »
grazie R5000.....sei prezioso... :amore:  ma alla fine che cosa mi consiglieresti per il mio hf .....cioè...quale configurazione devo scegliere per l'acquisto.....consigliami......grazie


Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15938
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #3 il: 10 Gennaio 2008, 00:24:51 »
73 a tutti dipende dall'antenna che vuoi usare e che bande fare, se ascolti in radio molti hanno l'accordatore automatico e lo usano,chi senti veramente bene ha l'accordatore attaccato all'antenna e chi senti meglio non ha accordatori ma antenne ben installate e tarate... comunque non si può avere tutto, se per forza di cose devi usare un'antenna compromesso la migliore soluzione è l'accordatore remoto,se propio non è possibile un'accordatore vicino alla radio con una buona terra è comunque sicuro e la resa è accettabile, la configurazione a  T comunque è la più usata per le hf, gli accordatori interni funzionano così ma poi non è detto che accordano tutto,conta sempre l'antenna,pensare che con l'accordatore ti fai sentire dove vuoi è possibile ma la resa è tutta da provare,in 80mt per esempio se l'antenna non irradia a dovere fai poca strada, se l'antenna è ok bastano veramente pochi watt...

Offline hafrico

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 23267
  • Applausi 251
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #4 il: 10 Gennaio 2008, 01:00:13 »
grazie  R5000........mi sei stato di grande aiuto.........confrontarsi con persone piu esperienti  è sempre la miglior cosa se vuoi avere veramente dei buoni risultati.... :up:


Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15938
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #5 il: 10 Gennaio 2008, 01:07:43 »
73 a tutti per avere l'esperienza bisogna fare, io ho avuto la fortuna d'avere insegnanti validi poi il resto è passione... nel mio piccolo cerco di fare tutto il possibile,però manca il tempo e i soldi...(per la verità è più un problema di tempo, di soldi non ne servono molti ma comunque servono anche loro...)

Offline hafrico

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 23267
  • Applausi 251
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #6 il: 10 Gennaio 2008, 01:32:35 »
allora .... :mrgreen: facciamo così.....tu mi dai un pò dei tuoi soldi ed io ti dò un pò del mio tempo.... :up:  ciao buona notte


Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #7 il: 01 Luglio 2008, 23:41:56 »
allora parliamo di accordatori autocostruiti!

su una rivista (rk 1998) c'e' uno schema di accordatore ad L di briatta automatico

usa una bobina a step e fino li' ci siamo ma usa dei condensatori ceramici a disco ! A VARI STEP PURE LORO

io stavo pensando (avendo un solo condensatore variabile da 90/100 pf di fargli raggiungere la capacita' di 300 pf mettendo in parallelo diversi ceramici ?

avete gia' provato ?

che ne dite ?

elettricamente ci sta ma che mi devo aspettare con la rf?


visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------

Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15938
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #8 il: 02 Luglio 2008, 02:30:20 »
allora parliamo di accordatori autocostruiti!

su una rivista (rk 1998) c'e' uno schema di accordatore ad L di briatta automatico

usa una bobina a step e fino li' ci siamo ma usa dei condensatori ceramici a disco ! A VARI STEP PURE LORO

io stavo pensando (avendo un solo condensatore variabile da 90/100 pf di fargli raggiungere la capacita' di 300 pf mettendo in parallelo diversi ceramici ?

avete gia' provato ?

che ne dite ?

elettricamente ci sta ma che mi devo aspettare con la rf?



73 a tutti l'idea di fare dei condensatori commutabili e usare un variabile piccolo è fattibile,ha pregi e difetti,come in tutte le cose,il difetto maggiore è che servono i condensatori di qualità e adatti all'uso in rf con bassa perdita,alla fine costano più di un condensatore variabile se calcoli nel prezzo anche i relè o il commutatore adatto,il pregio è che la sintonia diventa più facile e non servono nemmeno delle demoltipliche al condensatore variabile,l'accordo risulta più facile.
un modo abbastanza semplice per fare questi condensatori è usare la basetta ramata da entrambe le facce e tagliata a misura con la rifinitura dei bordi per evitare archi,regge potenze rf ragionevoli senza grosse perdite,il costo è basso se non consideri il tempo per costruirli...


Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #9 il: 02 Luglio 2008, 08:44:37 »
in effetti e' una giusta osservazione
per il fatto della costruzione dei condensatori con la basetta ramata mi era venuto in mente guardando il radioutilitario che ti fa i calcoli anche attraverso la vetronite l'unico difetto è l'igranaggio che secondo me risulta un po' laborioso

un amico "esperto" di loop relaizza le capacita' con due tubi di rame concentrici isolati con il teflon e spostati su e giu' con un motorino a corrente continua
effettivamente anche questa potrebbe esere una soluzione anche se ingombrante
visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------

Offline Emergency118

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3745
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in QRT "73 a tutti SK...
    • Mostra profilo
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #10 il: 02 Luglio 2008, 09:20:16 »
L' accordatore a pi-greco è il più semplice, ma anche il più limitato, visto che l' apparecchio copre diverse banda.
Sicuramente il più indicato è l' accordatore con circuito a T passa alto, che poi è il più usato negli apparecchi....
Tieni presente che sono , per tipologia, accordatori che funzionano bene se costruiti coi materiali giusti, non si succhiano troppa potenza (chiaramente nulla è gratis, come ti ha detto il sempre ottimo R5000; una perdita ci sarà sempre....) ma nel contempo non tolgono niente per quanto riguarda le armoniche superiori.....
Io mi concentrerei sul "T"  :up:


Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #11 il: 02 Luglio 2008, 10:30:10 »
L' accordatore a pi-greco è il più semplice, ma anche il più limitato, visto che l' apparecchio copre diverse banda.
Sicuramente il più indicato è l' accordatore con circuito a T passa alto, che poi è il più usato negli apparecchi....
Tieni presente che sono , per tipologia, accordatori che funzionano bene se costruiti coi materiali giusti, non si succhiano troppa potenza (chiaramente nulla è gratis, come ti ha detto il sempre ottimo R5000; una perdita ci sarà sempre....) ma nel contempo non tolgono niente per quanto riguarda le armoniche superiori.....
Io mi concentrerei sul "T"  :up:
grazie

"T"  :up: sto cercando vari schemi in giro pre il web
visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------

Offline Emergency118

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3745
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in QRT "73 a tutti SK...
    • Mostra profilo


Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #13 il: 02 Luglio 2008, 14:59:35 »


il circuito è veramente semplice !

il problema è la realizazione

la bobina dovrebbe essere circa su un diametro di 320 mm lunghezza di 1000 mm

15 spire circa con vari step ... i condensatori o tocca comprarli o tocca inventarsi lo stesso qualcosa di ibbrido restando sullo schema

comunque grazie 1000 e vi aggionero' sullo stato avanzamento lavori HI  :mrgreen:

« Ultima modifica: 02 Luglio 2008, 23:03:28 da cbsanpietro »
visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------

Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15938
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #14 il: 03 Luglio 2008, 00:21:46 »
73 a tutti il circuito a T è molto usato perchè semplice,accorda tutto o quasi, la bobina è meno complicata da costruire rispetto al pgreco perchè ha un lato a massa e quindi facile da fissare, la bobina del pgreco è in serie agli ingressi e deve essere ben isolata(distante) da massa che ne complica la costruzione,se si vuole qualcosa di grosso... il punto debole dell'accordatore a T è che i due condensatori devono lavorare a tensione maggiore,quindi maggiore spaziatura tra le lame mentre nel pigreco lavorano con minore tensione,infatti gli accordatori "economici"  e dalle prestazioni mediocri usano il pigreco perchè gli costa meno,è comunque una valida soluzione per un'accordatore monobanda,dove la bobina è unica e i due variabili sono direttamente a massa,il classico accordatore da cb... per un'accordatore hf la configurazione a T diventa preferibile per la facilità di fare la bobina\ commutatore di banda verso massa,però i due condensatori devono essere ben isolati dalla scatola,manopole ecc...


Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #15 il: 04 Luglio 2008, 10:04:42 »
infatti potrebbe risultare abbastanza incasinata questa situazione anche perhe' per motivi di schermatura dovrebbero essere avvolti da lamierino

bisognerebbe usare delle boccole negli alberini per non farli toccare con la scatoletta metallica e fissarli su qualche supporto plastico ...

per la bobinazza nvece la sutuazione si semplifica notevolmete !

visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------

Offline Albano

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 132
  • Applausi 0
  • No mi dispiace ho smesso... di offrirle....
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #16 il: 09 Settembre 2008, 11:24:43 »
Oi raga premetto che sono un principiante di quelli mostruosi cmq avevo intenzione di autocostruirmi un filtro per usare la grondaia come antenna. l'ho autocostruito e l'ho testato.... FUNZIONICCHIA. Se prima sentivo solo rumore e casino ora qualcosina di piu pulito la sento e come se la sento.... cmq se la beve un po di potenza. ci ho messo 2 minuti a costruirla con del materiale reciclato (bassa qualità). E' un filtro passa basso a pi-greco e ho tagliato la frequenza a 30 MHz (per il baracchino). Se si ha un o di tempo e di materiale buono qualcosa di veramente funzionale può venir fuori. Sul programma di costruzione dei filtri per RF che uso io ci sta scritto che i passabanda sono composti da un filtro passa alto collegato ad un filtro passabasso... per adesso ho il passabasso poi vedrò per il passa alto... ciao ciao cmq sicuramente per l'uso che ne faccio io questi esperimenti possono adare bene e sono divertenti ma nonostante sono un principiante inesperto consiglio di non usare alte potenze con questi oggettini scadenti autocostruiti ciao ciao e buon divertimento....



Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15938
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #17 il: 09 Settembre 2008, 12:28:45 »
73 a tutti il filtro che hai costruito è più adatto per contenere i distrurbi ai televisori (tvi)che adattare efficacemente la gronda al cavo, di fatto il tuo filtro a pgreco ha l'impedenza d'ingresso e uscita uguali,mentre l'accordatore deve essere inserito tra due impedenze diverse,di solito un'antenna che non è a 50ohm o un'antenna nata per una frequenza diversa  che vuoi comunque usare,se al posto dei due condensatori fissi metti due condensatori variabili,per esempio quelli delle radioline am,ottieni la possibilità d'accordare impedenze molto diverse e di fatto la resa della gronda aumenta...  però sempre con pochi watt, sia la bobina che i condensatori vanno dimensionati a dovere,comunque per i 5watt del cb i condensatori delle radioline bastano,e la bobina è meglio che sia di sezione maggiore,1mm è già sufficente,di più è meglio ma ha senso a questo punto mettere anche dei condensatori più grossi che sopportano più potenza di transito...
tornando alla gronda,l'importante è distanzare i due punti dove colleghi il cavo,di regola più distanti sono più ti avvicini all'impedenza del cavo,comunque dipende da tanti altri fattori,quindi è da trovare sperimentalmente,sempre con rfgain al massimo,mentre lo squelch serve per silenziare la radio, ma non è da usare per trovare la posizione più adatta...

Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #18 il: 10 Settembre 2008, 08:16:29 »
bello questo esperimento sono d'accordo con r5000 che comunque non accordi nulla
inoltre la grondaia non sai se risuoni (sicuramente no) e soprattutto la sua impedenza caratteristica

il rendimento di queste cose generalmente e' basso ed è una soluzione discreta per la sola ricezione

gli radioamatore che srivono articoli dicendo che con la grondaia hanno collegato tutta europa bisognerebbe sapere con quanti watt ... se uso 500 watt (accordatore e balun che sopportano i watt) anche se il rendimento e' del 2% esco sempre con 10 watt !!!

in trasmissione con una potenza di 5 w uscirai effettivamente a 1 milliwatt se il tuo interesse è far due chiacchiere a 2-3 km di distanza magari è sufficiente altrimenti ti conviene a mio giudizio investire il tuo tempo per accordarti una antenna monobanda che risuona nella 27

buon divertimento comunque
visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------


Offline Albano

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 132
  • Applausi 0
  • No mi dispiace ho smesso... di offrirle....
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #19 il: 26 Dicembre 2008, 18:50:40 »
Guardate un po che bel compensatore mi sono fatto... va da 9 a 57 pf....
cmq quanta pazienza... il problema è che in giro non ne trovo  piu...


Offline cbsanpietro

  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4965
  • Applausi 17
  • Sesso: Maschio
  • IZ1KVQ - cb San Pietro op. Francesco
    • Mostra profilo
    • francesco
    • E-mail
  • Nominativo: iz1kvq
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #20 il: 29 Dicembre 2008, 08:30:12 »
con le radio moderne purtroppo questi componenti stanno diventando sempre piu' di nicchia e i prezzi aumentano

i condensatori infatti non è banale la costruzione
visita il mio sito !!!
http://iz1kvq.altervista.org/index.html
--------------------------------------------------


Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15938
  • Applausi 386
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: è meglio un accordatore a T..o uno a PIGRECO...
« Risposta #21 il: 29 Dicembre 2008, 15:35:51 »
Guardate un po che bel compensatore mi sono fatto... va da 9 a 57 pf....
cmq quanta pazienza... il problema è che in giro non ne trovo  piu...


73 a tutti non trovo il link,probabilmente è cambiato e non funziona più, ma se disegni il condensatore sul lato rame e poi  vai di acido riesci a costruire un condensatore fisso o variabile identico a quelli tradizionali,ma anche a farfalla,l'unica accortezza è lasciare qualche mm di bachelite ai bordi per aumentare la tensione di lavoro e quindi usare i condensatori anche con potenze rf ,se tagli la basetta e lasci le due facce di rame a vista la massima tensione utilizzabile non supera i 1000volt,mentre se lasci 5mm di bordo superi i 7000volt d'isolamento necessari per una loop magnetica o un'accordatore.io ho usato questo sistema per aggiungere capacità fisse a variabili di piccola capacità,risulta più agevole la sintonia  e le dimensioni sono più piccole,un condensatore da 100pf e un commutatore con 4 condensatori fissi è più piccolo(e costa meno...) di un variabile da 500pf...
ps:altra accortezza è arrotondare gli spigoli,se lasci l'angolo a 90° dalla punta è più facile che parte l'arco...