Autore Topic: Curiosità sul Baofeng UV-5R  (Letto 1387 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2611
  • Applausi 288
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Curiosità sul Baofeng UV-5R
« il: 18 Marzo 2017, 13:29:27 »
Nulla di che, più che domande sono curiosità. Ho comprato online la radio di cui sopra. Non che non la conoscessi in quanto posseggo il similare (ma secondo me un pelino superiore) Intek KT980hp ma un paio di curiosità.
La prima radio arrivatami era difettosa (mic interno fuori uso) la stessa arrivata con manuale in tedesco e banda 136-174... ok. L'etichetta posteriore sotto la batteria riportava "4W/1W".

Essendo difettosa l'ho restituita ad Amazon e ne ho preso una identica ma da un'altro venditore risparmiando anche 1 euro (non che conti troppo) ma a 25.99 euro.

La radio arrivata oggi viene da UK e pur essendo il solito 5R e finalmente funzionante ho notato un paio di piccoli dettagli.

1) Manuale in Inglese e finalmente ben fatto. Nulla di esaustivo ma sicuramente ben tradotto e con l'highlight di tutte le funzioni.
2) L'etichetta posteriore riporta 5W/1W
3) Espansione stavolta 130-176 in VHF

....
4) la scatola riporta "Digital Signal Processing System"

All'accensione il Firmware e' il solito b297 se non erro e funzia a meno dei capricci ogni tanto del PTT che non risulta rispondere perfettamente ad ogni pressione.

Ovviamente non elogio ne mi lamento...anzi come ho spesso scritto per 26 euro anche se solo fosse un ricevitore fm broadcast sarebbe ok...se considero che solo la batteria non la paghi meno di 10/15 euro e levando quei 2 euro fra basetta,caricabatteria, laccetto e clip...la vera radio + antenna costa quanto una birra media :-)

Comunque le due curiosità sono:
Ma e' 5W o 4W? Cosa fà fede? Il manuale riporta in prima pagina 5W..nelle specifiche finali 4W..l'etichetta dietro la batteria 5W...la stessa etichetta nella radio precedente 4W...e quindi che si mettano d'accordo no?

Secondo..questo DSP? c'e' sempre stato? E' una bufala? Una novità?

Capisco la differenza in lingua del manuale...ma queste 2 cosine non mi tornano...che ne dite?

P.S: per la banda bassa 130Mhz..non so' probabilmente anche l'altra si sarebbe potuta spingere cosi' in basso..o no... comunque ci và in tx a quella frequenza.


Offline halfwave

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 372
  • Applausi 56
  • IZ8YMH
    • Mostra profilo
Re:Curiosità sul Baofeng UV-5R
« Risposta #1 il: 18 Marzo 2017, 13:36:35 »
La potenza è di circa 4W in VHF, in UHF intorno ai 3 Watt. Il DSP ci sta.

Inviato dal mio Y635-L21 utilizzando rogerKapp mobile


Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2611
  • Applausi 288
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:Curiosità sul Baofeng UV-5R
« Risposta #2 il: 18 Marzo 2017, 13:40:07 »
Grazie HalfWave , ero solo curioso che siano 3/4/5 non cambia e non posso misurare con strumenti ma mi stupisco che la stessa casa applichi 2 etichette diverse dietro la batteria...lasciamo stare le specifiche sul manuale ma veramente applicano l'etichette ad muzzum oppure qualche lotto effettivamente e' sulla carta a 4W ed altri a 5W? Questa e' la curiosità


Offline JOSKER

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 37
  • Applausi 4
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Curiosità sul Baofeng UV-5R
« Risposta #3 il: 18 Marzo 2017, 14:39:37 »
Anch'io ho un hp980. Anche questo ha il dsp? Ci sono dei video dove in effetti il dsp del uv5r dimostra qualità di selettività in condizioni di elevato rumore di fondo nettamente superiore agli yaesu.

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2611
  • Applausi 288
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:Curiosità sul Baofeng UV-5R
« Risposta #4 il: 18 Marzo 2017, 14:59:58 »
Anch'io ho un hp980. Anche questo ha il dsp? Ci sono dei video dove in effetti il dsp del uv5r dimostra qualità di selettività in condizioni di elevato rumore di fondo nettamente superiore agli yaesu.

La domanda era aprerta non saprei amico mio...vediamo se qualcuno ne sà qualcosa in più


Offline muratore1

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Curiosità sul Baofeng UV-5R
« Risposta #5 il: 18 Marzo 2017, 16:43:17 »
Sulla mia con firmware b297 sotto la batteria c'è scritto 4w e il manuale è scritto in tedesco

Offline zampro79

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 213
  • Applausi 32
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Iw2nnv
Re:Curiosità sul Baofeng UV-5R
« Risposta #6 il: 19 Marzo 2017, 01:13:32 »

...

Comunque le due curiosità sono:
Ma e' 5W o 4W? Cosa fà fede? Il manuale riporta in prima pagina 5W..nelle specifiche finali 4W..l'etichetta dietro la batteria 5W...la stessa etichetta nella radio precedente 4W...e quindi che si mettano d'accordo no?

Secondo..questo DSP? c'e' sempre stato? E' una bufala? Una novità?

Capisco la differenza in lingua del manuale...ma queste 2 cosine non mi tornano...che ne dite?

P.S: per la banda bassa 130Mhz..non so' probabilmente anche l'altra si sarebbe potuta spingere cosi' in basso..o no... comunque ci và in tx a quella frequenza.

Per quanto riguarda la pTx non saprei, sarebbe opportuna una verifica strumentale. Il mio Retevis RT-5R, equivalente al tuo, riporta sull'etichetta 8 Watt (!!!)... Arriva a malapena a 4W.. mah...
In merito al DSP probabilmente si riferisce all'integrato RDA1846 utilizzato, il "cuore" dell'apparato.
In buona sostanza si tratta di un Single Chip Transceiver.



Allego datasheet per chi vuole approfondire.
73

IW2NNV / AC2WZ op. Andrea



Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2611
  • Applausi 288
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:Curiosità sul Baofeng UV-5R
« Risposta #7 il: 19 Marzo 2017, 09:33:43 »
Grazie Andrea adesso e' più logico ovviamente il tutto ed il dsp :-)
Caspiterina pero' non immaginavo (a dir il vero non me lo ero troppo chiesto) che oggi una radio in pratica e' un chip!
Mi hai illuminato ora capisco perche' questi cinesini son tutti eguali ed io che pensavo che erano tutti rebrand sul progetto Baofeng...
A questo punto disegno una scocca, metto il chip, quarzo, display e finale, antenna e batteria e creo un Pieschy FM Transceiver ahaha
Veramente mi si è aperto un mondo ora capisco perche' il baofeng costa 25 euro e dall'altro perche' queste radio te le tieni per come sono al max (come fatto da Intek) ci puoi mettere un mosfet più potente ma per il resto nada :-(

Offline zampro79

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 213
  • Applausi 32
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Iw2nnv
Re:Curiosità sul Baofeng UV-5R
« Risposta #8 il: 19 Marzo 2017, 11:39:34 »
Sicuramente con una soluzione di questo tipo si abbattono i costi di sviluppo e più in generale anche i costi di produzione.
Effettivamente un chip del genere spalanca le porte dell'autocostruzione: arduino per il controllo, una rete di adattamento, un finale ed il gioco è fatto....
IW2NNV / AC2WZ op. Andrea



Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2611
  • Applausi 288
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:Curiosità sul Baofeng UV-5R
« Risposta #9 il: 19 Marzo 2017, 13:02:29 »
MMh ho dato un'occhiata veloce anche al file. Il problema e' secondo me che e' troppo chiuso in se stesso. Se ad esempio volessi realizzare qualcosa ove l'input da trasmettere e' digitale mi sembra di non poter bypassare l'ADC. I pin di controllo mi sembra attivino le funzioni dell'RTX (tx,rx,toni,etc.) e forse permettono la programmazione da esterno dell'apparato ma solo e sempre come rtx in fonia mi sembra di capire. In pratica non sembra, se non con ultueriori interfacce esterne , adattarlo a modi digitali. Certo qualcosa si puo' fare ma il campo di utilizzo mi sembra un po' limitato a semplici automazioni...poi magari mi sbaglio...

P.S un po' OT: ora che so' come e' fatto...insomma , lo dico a chi e' contrario ai modi digitali....di analogico c'e' bene poco nei nostri cinesini ahahha
« Ultima modifica: 19 Marzo 2017, 13:04:07 da Pieschy »