REGISTRAZIONE AUDIO DEL QSO

Aperto da JulioMN, 12 Febbraio 2017, 20:47:29

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

JulioMN

Buona sera a tutti gli utenti del forum RGK.
Oggi mi è capitato di sentire un radioamatore che diceva "spero di non essere mai registrato perché sinceramente non mi fa piacere". Ho iniziato a riflettere e documentarmi senza però trovare riferimenti normativi in merito, allora ho ipotizzato che in ambito radiantistico valga la normativa generica sulla privacy.
Sappiamo benissimo che non è lecito fare utilizzo non consensuale di una registrazione, ma nel caso in cui senza dirlo io registri un corrispondente semplicemente per tenere un ricordo commetto un illecito?
Attenzione, non chiedo commenti sulla moralità/immoralità di una registrazione, soprattutto nel caso in cui anche io sia nel QSO. È ovvio che se non faccio niente di male la mia registrazione non darà fastidio a nessuno, ma la presenza nel mio computer di conversazioni registrate rappresenta violazione del Codice Comunicazioni (intercettazioni illecite)?
Grazie, spero di non avere fatto una domanda sciocca e nel caso in cui sia già stata posta in altro 3AD mi scuso.
73


inviato iPhone using rogerKapp.


Taurus.454

Rubrica legis non est lex. Vale a dire che la privacy, tutto cio' che ne consegue in ambito di giurisprudenza, non contraddice una registrazione,ma valuta lo scopo della registrazione. Se  ricevo una trasmissione cw in QRQ , una trasmissione in fonia disturbata,nessuno mi contestera' il fatto che posso averla registrata per poi decodificare il contenuto. Diverso e' se registro sui 40mt Peppino e Franceschiello che si scambiano commenti sulle rispettive badanti,per poi ricattarli. L'uso proprio e oggettivamente contestualizzato di una registrazione radio,non viola la privacy di nessuno.

JulioMN

Citazione di: Taurus.454 il 12 Febbraio 2017, 21:14:19
Rubrica legis non est lex. Vale a dire che la privacy, tutto cio' che ne consegue in ambito di giurisprudenza, non contraddice una registrazione,ma valuta lo scopo della registrazione. Se  ricevo una trasmissione cw in QRQ , una trasmissione in fonia disturbata,nessuno mi contestera' il fatto che posso averla registrata per poi decodificare il contenuto. Diverso e' se registro sui 40mt Peppino e Franceschiello che si scambiano commenti sulle rispettive badanti,per poi ricattarli. L'uso proprio e oggettivamente contestualizzato di una registrazione radio,non viola la privacy di nessuno.

Splendida risposta. Grazie!


inviato iPhone using rogerKapp.

r5000

73 a tutti, come radioamatori siamo tenuti a rispettare normative e leggi, quando si chiama o si fà qso il nominativo deve sempre essere menzionato per intero ecc... questo ci rende assolutamente identificabili e se c'è una o più registrazioni a nostra insaputa o uno o più radioamatori in ascolto è lo stesso, nel momento che premi il ptt sai che tutto il mondo ti può ascoltare, quindi non voler essere registrati è un controsenso con il voler trasmettere, la soluzione è non trasmettere...  poi concordo che l'uso delle registrazioni può violare la privacy ma se non hai nulla da temere problemi zero, posso anche finire su youtube ma  modulo correttamente quindi no problem...  se  usano la registrazione (è successo...) per disturbare le forze dell'ordine e vengono a chiedere conto diventa molto seccante e l'unica prova a nostro favore è il log di stazione e magari anche la registrazione (consapevole) che dimostra quando si era in trasmissione e con chi, io spesso oltre al nominativo dico la frequenza di trasmissione, vuoi per chi si diverte a traslare a insaputa o chi si inventa ponti cross band e li lascia accesi senza subtoni è un'attimo ritrovarsi traslato e magari avere discussioni o problemi, dichiarare la frequenza di trasmissione aiuta, registrare pure...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599


JulioMN

#4
Citazione di: r5000 il 12 Febbraio 2017, 22:27:36
73 a tutti, come radioamatori siamo tenuti a rispettare normative e leggi, quando si chiama o si fà qso il nominativo deve sempre essere menzionato per intero ecc... questo ci rende assolutamente identificabili e se c'è una o più registrazioni a nostra insaputa o uno o più radioamatori in ascolto è lo stesso, nel momento che premi il ptt sai che tutto il mondo ti può ascoltare, quindi non voler essere registrati è un controsenso con il voler trasmettere, la soluzione è non trasmettere...  poi concordo che l'uso delle registrazioni può violare la privacy ma se non hai nulla da temere problemi zero, posso anche finire su youtube ma  modulo correttamente quindi no problem...  se  usano la registrazione (è successo...) per disturbare le forze dell'ordine e vengono a chiedere conto diventa molto seccante e l'unica prova a nostro favore è il log di stazione e magari anche la registrazione (consapevole) che dimostra quando si era in trasmissione e con chi, io spesso oltre al nominativo dico la frequenza di trasmissione, vuoi per chi si diverte a traslare a insaputa o chi si inventa ponti cross band e li lascia accesi senza subtoni è un'attimo ritrovarsi traslato e magari avere discussioni o problemi, dichiarare la frequenza di trasmissione aiuta, registrare pure...

Certo, ma io non parlavo di utilizzo della registrazione. Intendevo la semplice registrazione fine a se stessa.
Quando siamo al telefono con un centralino capita che una voce ti dica "LA TELEFONATA SARÀ REGISTRATA, SE ACCONSENTI PREMI UNO". Eppure dovresti saperlo che se parli qualcuno dall'altra parte ti può registrare (H-I).
Mi sono fatto un'idea anche grazie alle vostre osservazioni, ma la mia domanda (curiosità) era inerente alla normativa.
L'intervento di Taurus è molto interessante, senza nulla togliere al tuo, quando dice che tutto dipende dall'uso della registrazione.




inviato iPhone using rogerKapp.

r5000

73 a tutti, quando uso la radio mi è naturale pensare che ci sia anche un registratore acceso, da sempre vicino alla radio avevo un registratore a cassetta sempre pronto perchè era molto utile per risentire il nome della radio bcl, poi per registrare quando non ero a casa usavo un videoregistratore in modalità audio, con i pc è diventato più semplice ma trovo molto più comodo il registratore portatile zoom,  basta accenderlo e preregistra di suo, se poi serve lo mando in record ma la registrazione comincia 10 secondi prima, spettacolare per non perdersi l'inizo del qso... ovvio che tutte le mie registrazioni non finiranno mai in rete e non hanno secondi fini, fuori giro solo quella del corrispondente che me la chiede, cancello le meno significative e conservo quelle particolari, più volte sono andato a risentire le registrazioni per capire se c'erano miglioramenti o peggioramenti in antenna  e si nota benissimo la presenza di trasmissioni digitali  e rumori nuovi che nelle vecchie registrazioni non c'erano, il sovraccarico da stazioni broadcasting era il problema maggiore ...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599


CQCQ

Il discorso privacy viene a cadere nel momento in cui premi il ptt, in quanto migliaia di OM nel mondo sentono quello dici. La registrazione è lecita basta non divulgare a terzi le conversazioni per usi illeciti.


CQCQ

Aggiungo se può essere utile la cassazione ha stabilito che registrare le conversazioni è lecito ed equivale a prendere appunti. Se fai una ricerca trovi la tua risposta nella giurisprudenza, che è quello che conta.

in3eqa

A titolo puramente informativo, tutte le comunicazioni che vengono effettuate tramite la rete DMR BrandMeister sono registrate e rimangono pubblicamente a disposizione per 30 giorni. Ecco, ad esempio, l'archivio delle registrazioni effettuate sul talkgroup italofono "222": http://hose.brandmeister.network/222/archive/.
Personalmente sono abituato alle registrazioni delle comunicazioni radio, sarà per il fatto di aver svolto in molte occasioni il ruolo di operatore di sala operativa presso una centrale 118 in cui tutto è registrato. Ancora possiedo l'intera registrazione di un turno di servizio di 10 ore in occasione di un capodanno. Mi è ora molto utile per le mie attività didattiche, in quanto in simili occasioni non ci si può improvvisare, si coordinano decine di mezzi di soccorso su eventi reali.

-Tuscania-

In ambito DMR tutto è registrato e tutti possono riascoltare i vari QSO.

inviato LENNY3 using rogerKapp mobile


Pieschy

In merito ho trovato un'articolo molto interessante e ben spiegato:

http://www.laleggepertutti.it/113998_registrare-una-telefonata-e-legale

In pochissime parole: registrare anche senza il consenso non costituisce alcun reato in quanto e' la trascrizione di quanto da noi stessi ascoltato e memorizzato riportato su supporto diverso (come prendere appunti).
E' invece vietata qualsiasi forma di pubblicazione di quanto registrato senza l'esplicito consenso di TUTTI i partecipanti alla discussione registrata.
L'unica eccezione e' quando la registrazione viene mostrata agli inquirenti per tutelare un nostro diritto, in quel caso non serve l'assenso dei terzi registrati.

CQCQ

#11
Citazione di: Pieschy il 13 Febbraio 2017, 08:37:36
In merito ho trovato un'articolo molto interessante e ben spiegato:

http://www.laleggepertutti.it/113998_registrare-una-telefonata-e-legale

In pochissime parole: registrare anche senza il consenso non costituisce alcun reato in quanto e' la trascrizione di quanto da noi stessi ascoltato e memorizzato riportato su supporto diverso (come prendere appunti).
E' invece vietata qualsiasi forma di pubblicazione di quanto registrato senza l'esplicito consenso di TUTTI i partecipanti alla discussione registrata.
L'unica eccezione e' quando la registrazione viene mostrata agli inquirenti per tutelare un nostro diritto, in quel caso non serve l'assenso dei terzi registrati.

Esattamente como ti dicevo... quello che conta è la legge, l'ambito radioamatoriale in questo caso non centra, è la ragistrazione in se stessa che conta, la quale puoi applicarla a qualsiasi altra situazione, il nostro caso è uno di quelli.

IW4ANV

Ciao a tutti, tra l'altro sento spesso di om che chiedono un controllo e il corrispondente gli comunica che gli farà ascoltare la registrazione di come arrivava. Non ho mai sentito qualcuno che protestava, anzi ringraziavano per il "servizio"
Augh!
73 ;-)


JulioMN

#13
Proprio stasera ho letto un tread sul forum in cui un utente che invitava un altro a mettere una registrazione per capire meglio la natura di un segnale (digitale?).

Comunque la mia era semplicemente una curiosità; ringrazio tutti per le risposte. Mi avete tolto un dubbio.....
73


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp

IZ1PNY

Molto bene.
Si concluda che le trasmissioni in chiaro e non point to point su canalizzazione a filo, non sono configurabili quale non fattibili.

Chi trasmette in etere è consapevole di essere ascoltato e registrabile da chiunque abbia in disponibilità un ricevitore, all in the world, diversa cosa è registrare conversazioni inserendosi su comunicazioni a filo/cavo, questo è intercettazione vera e propria, dove necessita di autorizzazione di un magistrato e fatta attraverso le FF.OO. o da tecnici telefonici con mandato, su questo lo Stato spende milioni di euro l'anno, per intercettare e registrare.

Ricordo ai giovani, la registrazione, o tenere un registratore in stazione, era consigliabile quando si ascoltava in monitor il canale 9...oggi le aziende pubblico/private devono avvisare chi chiama che sono registrati ad esempio.
O che si è a viva voce ascoltati da terzi oltre l'interlocutore.

Buone registrazioni...

JulioMN

Grazie per tutte le info! Applausi meritatissimi a tutti i partecipanti!


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp