Arduino vs. Raspberry

Aperto da trodaf_4912, 01 Dicembre 2016, 07:26:42

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

trodaf_4912

In commercio esistono due capisaldi molto interessanti per l'autocostruzione : Arduno e Raspeberry. Ma quali sono le differenze sostanziali e il loro campo di utilizzo ?. Arduino e' una piattaforma nata con un microcontrollore a 8 bit e un ambiente di sviluppo dotato di compilatore e molte librerie che consentono la progettazione e lo sviluppo di progeti ELETTRONICI di vari generi. Successivamente la piattaforma si e' evoluta con microcontrollori piu' performanti e altre board per i piu' disparati usi. In pratica Arduino e' stato pensato per fare avvicinare coloro che di ELETTRONICA sapevano poco o niente aiutandoli con una tavola gia' imbandita in modo che con poche righe di codice C, che e' il linguaggio piu' a basso livello dopo l'assembler, potessero affrontare la costruzione dei loro progetti.
Viceversa Raspberry e' nata come piattaforma per l'educazione e la diffusione dell'informatica ad alto livello ed e' rivolta a coloro che di tale materia non ne sapevano nulla o quasi. Questa piattaforma ha un HW ricchissimo e si presenta come un PC a tutti gli effetti. E' quindi molto interessante per coloro che per la prima volta vogliono avvicinarsi al PC e la sua programmazione ad alto livello. Esiste un minimo di overlap tra le due piattaforme in quanto anche Raspberry puo' pilotare linee di I/O come Arduino ma si puo' caricare un sistema operativo ( o piu') che decisamente che non e' certo adatto ai controlli in tempo reale. Tale piattaforrma pero' e' insuperabile per quanto riguarda la semplicita' delle connessioni con rete Ethernet, 4 porte USB e HUB USB, dispone gia' di un ingresso Micro SD (sul quale tra l'altro e' caricato il S.O.), una uscita video HDMI per un televisore usato come monitor, un connettore per montare un display touch screen come monitor al posto del TV, uscita audio/video composito per TV senza HDMI, possibiita' di connettere un'antenna wiFI /bluetooth, ingresso per modulo videocamera, connettore a 40 pin con presenti gia' i segnali per l'I2C bus  e un processore decisamente molto potente. Verrebbe quindi da dire che non c'e' storia tra i due. Ma se ci pensiamo bene proprio perche' questo e' di fatto un PC allora lo potrei sostituire a quello che ho sul tavolo e uso ogni giorno. Ma se io sono uno che per lavoro o diletto devo realizzare controlli o applicazioni a basso livello forse non e' quello che fa per me mentre Arduino o discendenti si.
Se uno si vuole costruire un PC in casa di piccole dimensioni con la possibilita' di pilotare degli I/O verso l'esterno Raspberry e' la sua soluzione e tra l'altro consente immediatamente di andare in rete senza problemi. Ma se uno deve costruirsi, che so, un controller per un'antenna  loop o per un rotore o per altre cose penso che Arduino sia la soluzione piu' adatta.
Insomma Arduino e' votato all'elettronica, Raspberry all'informatica. Questo e' il mio punto di vista. Non e' detto che uno debba escludere l'altro ma occorre capire bene che cosa si vuole fare e scegliere lo strumento adatto.
Se qualcuno ti dedica del tempo apprezzalo sempre perché lo toglie al suo per dedicarlo a te


Vincenzo IZ2WMW (Brian)

Ciao,
condivido in pieno la tua lettura. Il fatto che vi sia un overlapping tra i due sistemi spesso genera confusione negli utilizzatori.

Il raspberry può essere sicuramente utilizzato per le medesime applicazioni di un Arduino con il vantaggio di essere più semplice e versatile grazie agli strumenti ad alto livello che mette a disposizione, ovviamente paga lo scotto di essere meno performante sia in termini computazionali che di risorse (consuma un botto rispetto all'arduino).

L'arduino è sicuramente più efficiente ma paga lo scotto di essere più a basso livello, anche può accadere l'hobbista in questione stia cercando proprio questo genere di ambito di sperimentazione.

73

trodaf_4912

#2
Si, in effetti raspberry lo vedo piu' orientato all'educazionale per quei paesi o persone che non hanno un PC in casa o che vogliono capire qualcosa in piu' di come funziona un PC. Sicuramente la piattaforma Raspberry e' enorme e ti permette di affrontare tematiche molto importanti e pesanti. Io pero' che all'universita ho usato il Fortran, poi passato all'assembler e poi al basic, al pascal, al C e al C++ in quanto ho lavorato con quasi tutti i microprocessori, e poi microcontrollori (da notare la differenza) e DSP, sono piu' legato all'HW. Ma questo ovviamente e' un mio punto di vista legato ai miei trascorsi. Tieni presente che quando ho realizzato la mia tesi sperimentale ho usato un cassone dell'INTEL che era uno dei primi sistemi di sviluppo per 8085 e aveva dischi da 8 pollici e come sistema operativo proprietario ISIS2 e un editor di linea. Parliamo degli anni 79-80. Era uno dei primi microprocessori sviluppati dopo l'8080 e 8008. Tutto l'HW periferico era da da costruirlo intorno e aveva il bus indirizzi/dati multiplexato. Scusa per la lungaggine ma quando i ricordi mi tornano alla mente e' difficile fermarmi. Porta pazienza.
Ciao.
Se qualcuno ti dedica del tempo apprezzalo sempre perché lo toglie al suo per dedicarlo a te