Info G5RV

Aperto da spillo84top, 02 Novembre 2016, 19:49:58

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

spillo84top

Salve a tutti, è da un pò di tempo che stavo pensando di acquistare una G5RV da installare sul mio tetto.

La lunghezza totale del tetto è circa 16 metri, e considerando ciò, volevo capire a che altezza va installata la G5RV. Ho visto che la versione che fa 80-10 metri è lunga 31 metri, mentre la versione 1/2 è lunga 15,5 metri.

A che altezza vanno messe le due versioni?


Grazie
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI


IZ8XOV

Ciao,
La G5RV è un'ottima antenna che uso da anni. La versione da 15,50 mt per braccio e 9,80 mt di piattina bifilare va bene dagli 80 ai 15 metri, più su la trovo poco efficiente. Puoi anche fartela da te risparmiando un bel po di soldi, è un'antenna fra le più semplici.

Per il montaggio segui le regole del dipolo considerando però che la piattina bifilare non vuole stare a contatto col palo metallico quindi mettila obliqua o usa uno stratagemma per distanziarla da esso. La mia con apice a 16 metri e punte a 4 metri va bene in Dx "outside Europe" anche sui 40 metri.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

Io sono un neofita delle HF, considera che sto partendo dall'antenna in quanto non ho ancora apparato HF (in una vecchia discussione nel forum ne parlavo proprio con te).

Credo dovrò optare per la versione più piccola, non credo che la versione integrale come la tua possa essere installata sul mio tetto.

Scusa l'ignoranza in materia ma quali sono le regole di base dei dipoli?
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Per regole di base intendevo l'altezza dell'apice e delle punte e l'angolazione dei bracci. In linea di massima mettendola a una decina di metri è già un'antenna decente. La versione corta non l'ho mai usata quindi non so risponderti ma in 40 metri è un po corta e in 80 è molto corta. Nel tuo caso hai 16 metri di tetto che non sono pochissimi, potresti ad esempio ripiegare i bracci alle estremità verso l'interno e montare la versione da 31 metri.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


spillo84top

Quindi prendendo la versione da 31 metri potrei fare una specie di triangolo... Non ci avevo pensato...

Quindi palo telescopico 10 metri e agli apici, a un metro dal tetto, ripiego verso l'interno.

Per il tetto che ho, ci sono antenne anche meno prestanti ma meno ingombranti?
Sono un novizio e per ora non ho grosse pretese, vorrei iniziare a smanettare oltre i 2m e 70cm, tutto quà.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Se sacrifichi gli 80 metri e le gamme Warc (30, 17 e 12 metri) puoi pensare a un dipolo rigido (rotativo) da mettere orizzontale o a inverted-vee (come esempio Comet H422, Create 730V ecc.). Oppure puoi optare per un dipolo 40/80 metri + una verticale per le bande superiori.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


spillo84top

Credo che andrò sulla G5RV messa a triangolo, molto più economica di quelle menzionate! Domani faccio un disegnino dell'installazione cosi lo verifichiamo.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI


spillo84top

#7
Mi sto rendendo conto che la G5RV è molto complicata ed ingombrante da installare sul mio tetto.
Ci sono antenne alternative meno ingombranti e non molto dispendiose per chi come me è alle prime armi?

Stavo guardando le whip su canna da pesca come questa, che ne pensate?

http://www.ebay.it/itm/HF-whip-antenna-0-5-30-Mhz-canna-da-pesca-10-mt-QRP-/252605698397?hash=item3ad079115d:g:~4YAAOSwX~dWo7pe
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

La G5RV non è un'antenna complicata, sono due bracci, una piattina bifilare e un balun ed è meno lunga di un dipolo full-size per gli 80 metri. Inoltre non puoi avere risultati identici confrontandola con una verticale perché resa, lobi di radiazione e rumorosità sono diversi quindi devi fare una scelta in base all'uso. Se sei attratto maggiormente dai Dx allora una buona verticale è sicuramente la carta vincente, se lavori maggiormente su collegamenti nazionali e i Dx sono per te una cosa secondaria allora le antenne filari sono vincenti. Logicamente averle entrambe rende la stazione più completa.

Fossi in te rifletterei un attimo con calma cosa realizzare, se sei un po pratico di autocostruzione risparmi bei soldi e ti fai con poca spesa una filare e una verticale da alternare e provare per capirne le differenze. Se sei orientato a una verticale broad-band ce ne sono tante in commercio già pronte o puoi comprarti una canna da pesca e gli metti sotto un trasformatore 4:1 o un accordatore da palo tipo Cg-3000.

Io come verticale faccio esperimenti su una canna Spiderbeam da 12 metri (costo 79 euro) da adattare a seconda del caso come 1/4 onda o come broad-band con trasformatore o accordatore remoto. E' molto robusta, pesa circa 3 kg e puoi togliere gli ultimi elementi per renderla più corta a seconda delle bande da coprire. Questo è un esempio di una mia verticale 1/4 onda per i 40 metri (circa 10 metri di radiatore) con piastra radiali + 4 radiali e Rf-Choke in aria.



73's - Michele








Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

#9
Di seguito ecco la planimetria del mio tetto.
Ho una diagonale da 20 metri e l'altra da 17 metri.

I due cerchi rossi sono i pali delle antenne attuali mentre i tre rettangoli rossi sono i comignoli.

Se prendo la G5RV Junior quindi 7.77m ogni lato, credo di farcela.

Prendendo la full size che è 15.54 metri per lato credo proprio di non farcela.



73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

E' un buon terrazzo per giocare con le antenne. Devi lavorare sull'altezza del palo eventualmente ripiegando un po i bracci e ci sta anche la versione da 31 metri. Logicamente se quel terrazzo è tuo puoi mettere anche un paio di antenne: filare e verticale in modo da essere agevolato sia sui Qso nazionali che sui Dx. Io se quel tetto fosse il mio per com'è fatto metterei la G5RV e ancorata a quel comignolo in basso una bella verticale e infine in un'altra posizione una collineare Vhf-Uhf in modo da coprire un buon numero di bande con 3 discese di cavo coassiale.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

#11
Considera che è un tetto e non un terrazzo quindi la realtà è un pò diversa.

Sul pallino rosso di destra ho una X300 Diamond e sul pallino a sinistra ho una discone.

Ecco una possibile soluzione mettendo la G5RV integrale, è veramente molto ingombrante......



Antenna vista dall'alto

73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

#12
Citazione di: spillo84top il 04 Novembre 2016, 14:08:34


Ecco una possibile soluzione mettendo la G5RV integrale, è veramente molto ingombrante......

Beh, di spazio ne hai abbasstanza, ma fai attenzione a muoverti lungo i bordi tetto....inoltre, metter su anche un "palettino" di 7-10 m (a meno che sia proprio una leggera canna da pesca), richiede un po' di stabilità e buona disposizione dei tiranti .  Non bisogna pensare all'evento standard, ma a quello eccezionale.....

Riguardo alla disposizione delle filari...per mia esperienza eviterei di voler metterne a tutti i costi una troppo lunga che per starci deve subire molte variazioni di linea e magari stare con i vertici a 15 cm dal tetto.........le filari lunghe son buone soluzioni per chi ha tanto spazio, per gli OM "normali".....secondo me meglio verticali o dipoli a V in alluminio  caricati

OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia


spillo84top

Ma le canne da pesca quanto durano nel tempo rispetto ai pali telescopici zincati pesanti?
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 04 Novembre 2016, 14:35:00
Ma le canne da pesca quanto durano nel tempo rispetto ai pali telescopici zincati pesanti?

Un tubo telescopico zincato di tipo pesante, ti dura per sempre, le canne da pesca in fibra di vetro, durano qualche anno ad andar bene...poi dipende dalla loro qualità e spessore del materiale...... Ma per questo non ti preoccupar troppo.....prima di trovare il setup che ti piace, cambierai parecchi "sostegni".....
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

spillo84top

Dove posso trovare on line una canna da pesca da 10 metri con un buon compromesso qualità/prezzo per l'installazione che devo fare io?
Ma non si flette con il peso?

La G5RV Junior l'ho trovata su eBay a 47€, non mi sembra male.
http://www.ebay.it/itm/221339785077?_trksid=p2055119.m1438.l2649&ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT


73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 04 Novembre 2016, 14:35:00
Ma le canne da pesca quanto durano nel tempo rispetto ai pali telescopici zincati pesanti?

Tieni presente anche....che un palo telescopico pesante da 10 metri.....lo tiri su con molta fatica.....anche se al suo vertice c'è una filare.....e poi.....bisogna prestare molta attenzione alla sua installazione....se si rompe una canna da pesca....difficilmente fa danni....se ti si spezza o ribalta un tubo in acciaio da 10 metri.....soera che non accada...a meno che sotto non sia tutto di tua proprietà  :-D :-D
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 04 Novembre 2016, 14:44:11
Dove posso trovare on line una canna da pesca da 10 metri con un buon compromesso qualità/prezzo per l'installazione che devo fare io?
Ma non si flette con il peso?

La G5RV Junior l'ho trovata su eBay a 47€, non mi sembra male.
http://www.ebay.it/itm/221339785077?_trksid=p2055119.m1438.l2649&ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT




Normalmente si acquistano canne più lunghe del necessario, togliendo poi il vettino ed anche il pezzo subito sotto.  Per provare, puoi cercare quelle in vendita presso un noto rivenditore pugliese (costan sui 40 euro e son  sui 10 m), oppure altre in commercio marcate Caperlan......oppure (costan di più, ma son altri oggetti ) quelle che usa Michele le Spiderbeam
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

IZ8XOV

Vi dico la mia opinione (esperienza): posseggo vari pali estensibili in ferro (quelli tipici a sfilo per le antenne tv), un mast in alluminio di tipo militare Spiderbeam e una canna in fibra sempre Spiderbeam. Tutti questi pali da 10 metri o più si alzano senza difficoltà con una sola persona ma meglio essere in due. L'unica cosa da fare attenzione nei pali a sfilo in ferro è che hanno un certo gioco fra le sezioni per cui quando una di esse viene giù (magari per non aver serrato bene i bulloni) se ti ci finisce la pelle in mezzo sono dolori (ne so qualcosa). Inoltre sono pesanti per cui se vanno in testa fanno danni.

I mast in alluminio (più cari, il mio costa circa 300 euro), non ha giochi e si alza e abbassa con una sola mano, l'unico difetto per così dire è che quando piove è terribilmente scivoloso. Per il resto è fenomenale, non corrode/ossida e le sezioni si fermano con degli stringitubi con dado esagonale e chiavino a brugola di serie al mast.

Quelli in fibra ne ho avuti diversi, quelli più economici da 10 metri si sono rotti tutti, la Spiderbeam (12 metri/79 euro) tiene a meraviglia, basta comprare il clamp set degli stringitubo idonei a fissare le sezioni. La durata di un mast in fibra è nell'ordine di diversi anni se è di alta qualità, il mio ha solo perso un po di colore nero ma per il resto nessuna crepa o cedimento.

Per le antenne filari è preferibile usare mast più robusti perché la fibra oscilla molto e le ultime sezioni non sono idonee a tenere carichi (una filare tipo G5Rv tra bracci e piattina) carica molto l'apice e la canna flette fino a spezzarsi.

Chi vuol usare mast in fibra dovrebbe prendere lo Spierbeam da 12 metri e togliere le 2 sezioni superiori ma come dicevo basta un semplice palo a sfilo da 10/12 metri da montare con attenzione (staffe, tiranti), serrando bene i vari dadi per le sezioni.

Cosa fondamentale è curare l'ancoraggio con delle buone staffe fissate con ancorante chimico e barre filettate o in alternativa morsetteria di qualità per fissaggi a ringhiere o infine piastre a terra a 4 fori dove fissare il mast direttamente o un mast di sistegno al palo. Va tutto calcolato in base alle antenne e ai pali che devono ospitare. Benché le filari siano abbastanza leggere messe alte se c'è vento generano delle forti oscillazioni che si ripercuotono sul sostegno quindi prevedete anche un buon sistema di tiranti in materiale non conduttivo con ordini a 120° che tengano la struttura ben ancorata sulle 4 direzioni (almeno 3 ordini di tiranti per strutture alte 10/12 metri). Bisogna fare in modo che in caso di rottura la sezione che salta resti trattenuta dai tiranti in modo da non volare via.

Ps: badate sempre alla sicurezza vostra e degli altri e possibilmente fatevi aiutare da un amico nell'installazione.

73's - Michele

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


IZ8XOV

Chi non vuole impicciarsi con fili lunghi e verticali troppo alte può sempre ripiegare sulle cosiddette antenne cornute cioè dei dipoli rigidi trappolati che hanno comunque buone prestazioni. In commercio ce ne sono di varie marche, alcuni non coprono le gamme warc e sicuramente non coprono gli 80 metri ma nell'insieme sono un buon compromesso ma non ne ho esperienza quindi lascio parola ad altri.


Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

#21
Citazione di: spillo84top il 04 Novembre 2016, 15:35:30
Eccola, non costa neanche tanto

http://www.mediaglobe.it/index.php?route=product/product&path=1420&product_id=6179&sort=p.price&order=ASC

C'è qualcuno che possa darmi info?

Io ce l'ho, ma attualmente è fuori servizio,  in attesa di poterla alzare sulla copertura e veder di farla rendere al meglio delle sue possibilità..... Il produttore consiglia di installarla a 5 metri, ma già a partire dai 3 metri dovrebbe rendere abbastanza bene

Non mi esprimo sul rendimento, in quanto la mia non era al massimo delle potenzialità, ti posso dire comunque che pesa intorno agli 8 kg e che necessita di un palo telescopico con sommità min 48 mm , chiaramente ancorato alla base e ben tirantato.........

Queste le indicazioni fornite, poi chiaramente..ognuno la installa come crede meglio ;-)
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

spillo84top

Ma quali sono le dimensioni?

Quindi occorre un palo telescopico da 5 metri diametro 48mm in punta...
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

davj2500

Citazione di: spillo84top il 04 Novembre 2016, 16:04:13
Ma quali sono le dimensioni?

Quindi occorre un palo telescopico da 5 metri diametro 48mm in punta...

Ciao Spillo.

Per reggere un dipolo ed eventualmente anche una normale bibanda v/u in cima basta un palo TV leggero con segmenti da 2m e terminale da 25.
Naturalmente ben tirantato su più ordini.
Meno peso, meno fatica, meno rischi, meno costi. Prima di montarne uno rinforzato con la direttiva, ne avevo uno da sei segmenti da due metri.

Ciaoo
Davide

FoxG7

#24
Citazione di: spillo84top il 04 Novembre 2016, 16:04:13
Ma quali sono le dimensioni?

Quindi occorre un palo telescopico da 5 metri diametro 48mm in punta...

L'antenna ha dei bracci lunghi quasi 6 metri, disposti a 45° fra loro ed ha degli anelli sulla piastra che riescono a stringere tubi dai 50 mm  fino a forse 44-42 mm, non credo di meno........ Io l'ho provato su tubo da 45 mm e stringeva bene

Tieni presente che un tubo telescopico di tali dimensioni, che parte magari dai 55-60 mm, è piuttosto ingombrante e pesante, è necessario fissarlo e dotarlo di ancoraggi efficienti e resistenti

Se hai modo di farlo, potrebbe essere una buona alternativa alle filari
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

IZ8XOV

Chiariamo un punto: l'antenna ideale che fa tutto bene non esiste, magari ci si avvicina o semplicemente soddisfa meglio le nostre aspettative. Questo logicamente lo capiamo solo dopo aver provato varie antenne in virtù del nostro Qth che non ha mai caratteristiche identiche ad altri contesti.

Io sono del parere che quando si inizia è meglio incominciare con antenne semplici sia nella configurazione che nel montaggio e in questo le antenne filari sono vincenti, sono leggere, le monti in pochi minuti su qualunque supporto e inizi a sondare un po il terreno sulle varie bande, poi magari prendi una direzione più specifica ergo ti innamori di una banda in particolare e magari compri o ti costruisci un'antenna specifica. Puoi smontarle e portartele in vacanza, field-day ecc. con poco sforzo.

Come tutte le antenne hanno pro e contro, una differenza da sottolineare è che le rotative come le antenne "cornute" appartengono alla famiglia delle antenne "multirisonanti" ciò significa che esse risuonano (generalmente in 1/2 onda) su tutte le bande che coprono. E' una cosa analoga ad alcune verticali commerciali le quali una volta tarate non necessitano di accordatore almeno laddove la banda passante non sia particolarmente stretta (vedi gli 80 metri).

Ne consegue che un'antenna "risonante" ha un comportamento analogo su ogni banda che copre contrariamente ad una "non risonante" la quale con un unico radiatore copre più bande. Il risultato nell'ultimo caso è che avremo impedenza da adattare e lobi di radiazione talvolta bassi, talvolta alti o altissimi e quindi poco utili, motivo per il quale le antenne molto lunghe generalmente sono sorde sulla parte alta dello spettro Hf.

Personalmente resto del parere che sia meglio iniziare con antenne semplici per poi perfezionarsi magari alternando una filare e una verticale su canna da pesca o montarle entrambe se si ha lo spazio e capire un po le differenze generali su come arrivano e si lavorano i segnali su varie distanze, sul rumore e sulla resa generale.

73's - Michele

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


r5000

Citazione di: IZ8XOV il 06 Novembre 2016, 14:44:39
Chiariamo un punto: l'antenna ideale che fa tutto bene non esiste, magari ci si avvicina o semplicemente soddisfa meglio le nostre aspettative. Questo logicamente lo capiamo solo dopo aver provato varie antenne in virtù del nostro Qth che non ha mai caratteristiche identiche ad altri contesti.

Io sono del parere che quando si inizia è meglio incominciare con antenne semplici sia nella configurazione che nel montaggio e in questo le antenne filari sono vincenti, sono leggere, le monti in pochi minuti su qualunque supporto e inizi a sondare un po il terreno sulle varie bande, poi magari prendi una direzione più specifica ergo ti innamori di una banda in particolare e magari compri o ti costruisci un'antenna specifica. Puoi smontarle e portartele in vacanza, field-day ecc. con poco sforzo.

Come tutte le antenne hanno pro e contro, una differenza da sottolineare è che le rotative come le antenne "cornute" appartengono alla famiglia delle antenne "multirisonanti" ciò significa che esse risuonano (generalmente in 1/2 onda) su tutte le bande che coprono. E' una cosa analoga ad alcune verticali commerciali le quali una volta tarate non necessitano di accordatore almeno laddove la banda passante non sia particolarmente stretta (vedi gli 80 metri).

Ne consegue che un'antenna "risonante" ha un comportamento analogo su ogni banda che copre contrariamente ad una "non risonante" la quale con un unico radiatore copre più bande. Il risultato nell'ultimo caso è che avremo impedenza da adattare e lobi di radiazione talvolta bassi, talvolta alti o altissimi e quindi poco utili, motivo per il quale le antenne molto lunghe generalmente sono sorde sulla parte alta dello spettro Hf.

Personalmente resto del parere che sia meglio iniziare con antenne semplici per poi perfezionarsi magari alternando una filare e una verticale su canna da pesca o montarle entrambe se si ha lo spazio e capire un po le differenze generali su come arrivano e si lavorano i segnali su varie distanze, sul rumore e sulla resa generale.

73's - Michele


73 a tutti, concordo, l'antenna ottima per tutto non esiste ma è sempre il risultato di compromessi e più vincoli ci sono più si scende a compromessi, lo spazio disponibile, il vento, il ghiaccio sono già tre vincoli che  limitano le scelte a tutti, aggiungi il fattore costo e estetico per i vicini e già i compromessi limitano ulteriormente la scelta e non si può fare diversamente se non trasferirsi in qualche zona deserta ma anche lì  ci saranno compromessi da affrontare... sul propio tetto di casa una verticale o una filare si riesce sempre a mettere e sarà il classico compromesso almeno per lo spazio e altezza disponibile, se non ci stà si può fare in modo di ripiegarla e abbassarla quanto basta ma se vale la pena lo scopri quando fai un'altra antenna e ti rendi conto se và meglio o peggio della precedente, per questo consiglio sempre di montare le carrucole sui pali per semplificare manutenzione e modifiche, alla fine il bello è propio cambiare antenne ma se devo chiudere e aprire o peggio ribaltare tutte le volte un palo passa la voglia di sperimentare mentre se basta ammainare qualche filo è molto meglio... poi se lo spazio è poco si può pensare ad antenne accorciate e o trappolate ( e quì l'uso delle carrucole per le tarature sono fondamentali...)  ma bisogna anche valutare se il tetto regge un trattamento simile, dove rompi una tegola ad ogni passo non puoi fare avanti e indietro come vuoi, si può montare solo una verticale e senza tarature, la classica canna da pesca da usarsi con l'accordatore in stazione o al massimo con l'accordatore remoto da palo ma sarà sempre un compromesso dovuto all'inagibilità del tetto e la soluzione è accontentarsi o rifare il tetto che vuol dire spendere molti più soldi che per l'antenna , radio ecc...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

spillo84top

#27
Sinceramente anche io sono per le cose basilari e semplici da realizzare come il dipolo filare G5RV, l'unica cosa "complicata" sul mio tetto è l'installazione del palo telescopico da 10m. La canna da pesca mi è stata sconsigliata come installazione fissa poichè sulla punta si flette e nel tempo dura poco.

Adesso sto cercando di capire come fissare il palo telescopico, avevo pensato di fissarlo con tre zanche ad un comignolo, quindi senza tiranti aggiuntivi.

Poi per fissare i due capi dell'antenna dovrò usare del filo in nylon attaccato agli isolatori con due stop sul colmo del tetto.

Visto il mio tetto questa è la massima installazione che posso permettermi tecnicamente, quindi G5RV Junior, Palo telescopico 7m quindi larghezza totale considerando il filo di nylon per fissaggio dei due apici 14 metri.
(In giallo l'antenna, in rosso tratteggiato i due fili di nylon)

73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

Ugo da Norcia

#28
10mt di palo senza contro venti è una pazzia. Almeno 2 ordini di contro venti, se di notte vuoi dormire. :-D

Se installi "solo" 6mt, un ordine può bastare, anche se con 2 non sbagli di certo
WWW.SEISMOCLOUD.COM

Grossissimo problema, Einstein è morto, Beethoven pure, e io non sto per nulla bene

spillo84top

Adesso facendo i conti l'altezza massima sarà 7 metri.
Cosa intendi per "Almeno 2 ordini di contro venti"?

73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI


Ugo da Norcia

Vuol dire che devi fissare i contro venti in due punti del palo. Ad esempio, uno a 7mt e l'altro a 4mt di altezza.

Questo è il primo esempio che ho trovato, ma rende l'idea.


WWW.SEISMOCLOUD.COM

Grossissimo problema, Einstein è morto, Beethoven pure, e io non sto per nulla bene

IZ8XOV

Mi spiace che tu non possa montare un palo più alto e ripiegare un po i bracci in modo da montare la versione da 15.50 mt per braccio, avresti prestazioni migliori in 40 e 80 metri.

Come dice Ugo comunque gli ordini di tiranti vanno assicurati alla struttura. In realtà gli stessi bracci dell'antenna fanno da tiranti all'apice quindi su un palo di soli 7 mt un solo ordine da 3-4 tiranti messi a circa 5 metri dovrebbero bastare, se vuoi star più tranquillo mettine due ordini.

Per ordini di tiranti si intende fissare al palo dei triangolini a morsetto di quelli che si usano nelle antenne tv, ce ne sono con 3 e con 4 passafili nei quali fisserai i tiranti in materiale non conduttivo che metterai nelle varie direzioni con un'angolazione prossima ai 120° e tensionandoli in modo che in presenza di vento forte la struttura non oscilli.

Per le zanche da camino ce ne sono disponibili ma personalmente non ne ho mai fatto uso infatti utilizzo solo piastre a muro con ancorante chimico (resina bicomponente).

73's - Mike

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

Per mettere la versione integrale mi occorre una larghezza di 20 metri che non ho.

Purtroppo devo accontentarmi della Junior....

73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Mi ero basato su quella diagonale di 20,30 metri nello schizzo del tuo terrazzo che hai postato prima in questa discussione. In quel caso la versione da 31 metri ci stava a pennello ripiegando i bracci. Se stai più sicuro con la versione corta inizia da quella ma considerando che tra 7 e 10 metri di palo la differenza è assai poca io sarei partito dalla versione lunga per poi eventualmente accorciarla tagliando bracci e piattina per ottenere la versione corta. Di fatto le due G5Rv sono praticamente identiche per materiali e fisionomia a parte le dimensioni della piattina e dei bracci che differiscono nelle due versioni.

73's - Mike
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

r5000

Citazione di: Ugo da Norcia il 07 Novembre 2016, 13:02:41
Vuol dire che devi fissare i contro venti in due punti del palo. Ad esempio, uno a 7mt e l'altro a 4mt di altezza.

Questo è il primo esempio che ho trovato, ma rende l'idea.



73 a tutti, esatto,  aggiungo che la distanza  necessaria per fissare i tiranti dal palo non deve essere inferiore a metà altezza del palo, cioè se il palo è alto 10 mt gli ancoraggi saranno distanti dal palo 5 mt minimo, se più vicini per mancanza di spazio lavoreranno con un'angolo troppo stretto  e il tutto risuterà più debole, considera che se metti un palo di 10 mt sul colmo del tetto  e i tiranti li fissi alla fine della gronda (da non fare ma è un'esempio...) l'altezza totale non è il solo palo ma c'è anche il pilastro che sostiene il tetto sempre per posizionare i tiranti con un'angolo tale da garantire la robustezza necessaria in caso di vento, è vero che parliamo di antenne leggere equivalenti alle antenne tv come superficie esposta al vento ma spesso quando le antenne cadono o si piegano i pali l'impianto è stato sottodimensionato a tal punto da fare danni,  poi se la casa è di propietà e non c'è nessuno nelle vicinanze che può prendere in testa le macerie ok ma se si vuole dormire tranquilli bisogna dimensionare correttamente il supporto e nel tempo fare la necessaria manutenzione, un palo autoportante fissato al camino si può prendere in considerazione solo se non supera i 2 mt e non ci metti sopra antenne grandi, già una 5\8 cb è troppo e senza tiranti ribalta il camino al primo temporale, con i tiranti si risolve se il camino è molto robusto e non solo appoggiato alla canna fumaria, però non è mai come due zanche in un muro portante, ci sarà da lavorare di più ma il risultato è definitivo e non avrà problemi nemmeno con trombe d'aria che una volta erano eventi eccezzionali ma ora sono quasi la norma...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

spillo84top

Ora appena il tempo si calma vado sul tetto e faccio qualche foto con qualche simulazione, nel frattempo cerco on line un buon palo telescopico e una G5RV Junior di buona fattura.

Come cavo di discesa cosa mi consigliate?
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Ti consiglierei un Messi & Paoloni modello Ultraflex-7 o in alternativa sempre restando sui cavi più sottili e gestibili anche il Belden H-155 ma ce ne sono anche altri. Il classico è l'Rg-213 che ha un diametro di 10,3. 

Ma la radio l'hai comprata?
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

No ancora no, prima di comprare la radio volevo installare l'antenna perchè è il componente fondamentale secondo me.
La radio la sto cercando sui vari mercatini on line, ero orientato su:

Yaesu FT450D (Nuovo 590€)
Yaesu FT920 (Usati sugli 800€)
Yaesu FT950 (opzione remota, troppi soldi)

Sono molto tentato dal 450D poichè nuovo non costa molto, ha tuner integrato e ho letto ottimi giudizi. Sono un pò restio sull'usato in quanto ho letto di brutte esperienze.

73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Beh, per quanto costa adesso il 450/D conviene prenderlo nuovo a meno di non trovare un'occasione appetibile sull'usato ma in buone condizioni che non devi spenderci altro e mandarla in assistenza (vale per qualsiasi radio). Secondo me la 450/D è una radio abbastanza efficiente e completa per iniziare l'attività su bande Hf. Altre radio sono più complete e sofisticate (conversioni, filtri, doppio rx ecc.) ma il 450/D ha delle buone basi per lavorare in Hf con soddisfazione.

E' inteso che non essendo la G5RV un'antenna risonante dovrai dotarti di un accordatore esterno poiché su alcune bande l'accordatore interno della radio non sarà in grado di abbassare il Ros.

Sono comunque d'accordo con iniziare dall'antenna, fare calcoli e misure, provare un palo e gli ancoraggi ma poi alla fine quell'antenna devi pur provarla e se non hai la radio non puoi farlo a meno che non te ne presti una un amico ma dovrà prestarti anche alimentatore e accordatore.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

La radio me la compro a breve, a questo punto nuova.

Come accordatore esterno cosa mi consigli?
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Innanzitutto devi decidere se dovrà essere manuale o automatico (per praticità ti consiglierei un automatico) Poi devi valutare se userai un amplificatore oppure no. In generale meglio un accordatore universale di uno specifico per una radio perché se cambi radio non dovrai cambiare accordatore. Io al momento ne ho due: un MFJ 949 (manuale) e un MFJ-993/B (automatico).

Il 993 costa circa 330 euro, il 949 circa 230 euro. Poi ci sono gli Ldg che sono solo automatici e li ci sono l'At-100 e l'At-200 che costano circa 250 e 280 euro. Io in passato avevo un At-200 ma reputo l'Mfj-993/B più completo.

In caso pensi di acquistare un amplificatore di quelli da 300/400 watt allora ci vorrà un accordatore capace di reggere più potenza e dovrai prendere un Mfj-962 (manuale) o un Mfj-998 (automatico) ma qui i prezzi aumentano.

73's - Michele



Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 08 Novembre 2016, 12:25:15
La radio me la compro a breve, a questo punto nuova.

Come accordatore esterno cosa mi consigli?

Io da possessore dell' FT450D, ti dico quanto detto altre volte....è una radio onesta per la sua fascia di prezzo, ma se ti piace il mondo delle HF ed il Dx in particolar modo...ti verrà voglia di cambiarla rapidamente.....non ti dico di prenderti neppure il 950....tanto cambierebbe non troppo la situazione

Come accordatore, ti consiglio di spenderci un po'......prendendolo ad ora sovra dimensionato....in quanto se se un giorno dovessi sentire il desiderio di dotarti di un amplificatore,  l'accordatore già ce l'hai

Io ho un MFJ 989D costicchia, ma è un buon accordatore ;-)

OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

spillo84top

Potete spiegarmi come funziona l'accordamento dell'antenna?
Da quel che ho capito serve per farla risuonare alle frequenze desiderate.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Detta in breve abbassa le stazionarie a valle del sistema d'antenna per far vedere alla radio un'impedenza accettabile.
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 08 Novembre 2016, 12:50:26
Potete spiegarmi come funziona l'accordamento dell'antenna?
Da quel che ho capito serve per farla risuonare alle frequenze desiderate.

Hmm, no.....una antenna che  non è risuonante su una determinata frequenza, non lo diventa certo utilizzando un accordatore....tal strumento di permette di utilizzare (entro certo limiti e a volte con rese mooolto modeste in termini di energia effettivamente irradiata) l'antenna anche fuori dal range ottimale....

OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

IZ8XOV

Di base un'antenna non necessita di essere risonante per essere un buon radiatore, il problema sta nelle perdite e nel sistema di adattamento. Ragionare solo in termini di Ros non ha senso, occorre considerare in primis il fattore di attenuazione dei cavo perchè la sola potenza riflessa perduta è quella dissipata nella linea a causa della sua attenuazione, il resto ritorna all'antenna. In questo la G5RV e tutte le antenne alimentate in linea aperta (piattina) si avvantaggiano del fatto che la piattina rispetto ai cavi coassiali ha delle perdite irrisorie e quindi può gestire Ros elevati. Logicamente in questo fa fede la lunghezza del cavo coassiale utilizzato tra Balun e Accordatore in stazione a meno di non realizzare una filare bilanciata come la Levy che prevede un'alimentazione con linea aperta fino in stazione con relativo accordatore bilanciato.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

Citazione di: IZ8XOV il 08 Novembre 2016, 12:36:20
Innanzitutto devi decidere se dovrà essere manuale o automatico (per praticità ti consiglierei un automatico) Poi devi valutare se userai un amplificatore oppure no. In generale meglio un accordatore universale di uno specifico per una radio perché se cambi radio non dovrai cambiare accordatore. Io al momento ne ho due: un MFJ 949 (manuale) e un MFJ-993/B (automatico).

Il 993 costa circa 330 euro, il 949 circa 230 euro. Poi ci sono gli Ldg che sono solo automatici e li ci sono l'At-100 e l'At-200 che costano circa 250 e 280 euro. Io in passato avevo un At-200 ma reputo l'Mfj-993/B più completo.

In caso pensi di acquistare un amplificatore di quelli da 300/400 watt allora ci vorrà un accordatore capace di reggere più potenza e dovrai prendere un Mfj-962 (manuale) o un Mfj-998 (automatico) ma qui i prezzi aumentano.

73's - Michele

Tornando all'accordatore, ho trovato anche il modello MFJ-929 che viene intorno ai 265€, sembra molto simile al 993B.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Il 929 è la versione precedente al 993/B ed ha prestazioni un po inferiori. Ho dato un'occhiata al manuale on-line e al volo rilevo queste 4 differenze ma penso ce ne saranno anche altre:

1) Il 929 gestisce un range di impedenza 6-1600 Ohm, nel 993 è 6-3200 Ohm, (negli Ldg mediamente è 4-800 Ohm).

2) Il 929 manca dello strumento ad aghi

3) Il 929 gestisce potenza inferiore (200 watt contro 300 nel 993)

4) Il 929 non ha l'ingresso per line bilanciate

5) Tra i due accordatori c'è una differenza di costo sui 100 euro a favore del 929

Ciò non significa che il 929 non sia un valido accordatore anzi! Ha raccolto ottime recensioni anche qui su RogerK quindi se c'è chi lo usa potrà darti le sue dirette impressioni. Io non l'ho mai usato quindi non posso pronunciarmi. In linea generale lavorando con la G5RV non dovresti avere problemi di accordo con nessuno di questi accordatori anche se è possibile che su un paio di bande tu possa avere valori di disadattamento più elevati laddove gli Mfj si esprimono meglio.

A mio parere per caratteristiche metto nell'ordine di efficienza generale:

1) Mfj-962/D (manuale)

2) Mfj-993/B

3) Mfj-929

4) Ldg At-100/200/600

Spero che i possessori del 929 possano darti le loro impressioni unitamente a pregi e difetti, comunque sulla carta anche non conoscendolo direttamente sembra un valido prodotto.

73's - Michele

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

paperik99

Ciao Spillo
io per accordare la mia ZS6BKW, che altro non è che una G5RV migliorata, utilizzo un MFJ 974HB ,un accordatore manuale che prevede due ingressi uno bilanciato(per la scaletta)ed uno sbilanciato( coax).Devo dire che funziona molto bene.

Ciao e spero di sentirti in frequenza.

73 Alberto (iu2ewy)
Yaesu FTdx 5000MP + Yaesu FTM 400 XDE + Yaesu FT4X+ Hex Beam 6 bande + G5RV 10-80m + Imax 2000,dalla provincia di Varese.

spillo84top

Di accordatori ce ne sono una marea ma credo da quello che leggo che gli MFJ sono i migliori. Voi avete mai acquistato dal sito della MFJ? Io li ho contattati e mi hanno risposto che si può certamente acquistare dal loro sito (prezzi più bassi di negozi in line italiani), chiaro che in caso di problemi bisogna interfacciarsi con la MFJ.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 10 Novembre 2016, 20:14:25
Di accordatori ce ne sono una marea ma credo da quello che leggo che gli MFJ sono i migliori

Beh, diciamo che hanno un buon rapporto qualità prezzo.....che siano i migliori..onestamente ho qualche dubbio....  Io ho sempre preso in Italia e/o dalla  Gerrmania, ma nessuno vieta di acquistare lì direttamente dalla Mfj.... Gli accordatori manuali son apparati semplici, c'è pochissima elettronica al loro interno...quindi il rischio di aver problemi e dover ricorrere alla garanzia, è cosa a mio vedere abbastanza remota....
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

IZ8XOV

Migliori non direi, tecnicamente anche gli LDG sono perfetti e non mi hanno mai dato problemi, poi in generale un guasto può capitare a tutti. La differenza sostanziale almeno nei modelli confrontati sta nella completezza degli strumenti e nelle prestazioni, inoltre MFJ è l'unica oltre a Palstar a produrre ancora accordatori manuali.

Sul discorso di acquistare direttamente dalla MFJ devi considerare i dazi doganali quindi alla fine secondo me ti conviene acquistare, anche per eventuali riparazioni, c/o rivenditori italiani.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 08 Novembre 2016, 23:22:34
Tornando all'accordatore, ho trovato anche il modello MFJ-929 che viene intorno ai 265€, sembra molto simile al 993B.

Non sono nelle tue tasche, quindi.....però. considera che il 929 pare tolleri una potenza max di soli 200 W.....veramente poca poca roba....se un giorno dovessi prenderti l'idea di acquistare anche un piccolo ampli, tipo un  RM 300 e roba simile...già  non li reggerebbe  e dovresti cambiarlo, quindi.....vedi te :-\
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

IZ8XOV

Citazione di: FoxG7 il 10 Novembre 2016, 20:54:05
Non sono nelle tue tasche, quindi.....però. considera che il 929 pare tolleri una potenza max di soli 200 W.....veramente poca poca roba....se un giorno dovessi prenderti l'idea di acquistare anche un piccolo ampli, tipo un  RM 300 e roba simile...già  non li reggerebbe  e dovresti cambiarlo, quindi.....vedi te :-\

Quoto e aggiungo che va valutata la potenza di targa gestita dall'accordatore che generalmente è una potenza "Pep" non "Key Down" e generalmente è la prima come riferimento quindi un accordatore da 300 watt "Pep" non gestisce bene a massima potenza un amplificatore da 300 watt "Key down" ma non credo che questo interessi il nostro amico quindi mi fermo qui.

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

Assolutamente! Sono un neofita e per me è già troppo (per ora) la configurazione ipotizzata!

Per i tiranti del palo vedo che molti siti vendono questo filo bayco, che ne pensate?
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

r5000

73 a tutti, il bayco và bene, ha il pregio come per tutti i tiranti non metallici di non interferire con le antenne vicine e come robustezza non è meno del fil di ferro zincato che però ha il vantaggio di costare molto di meno e se le antenne che monti non sono tanto critiche da risentirne dura anche più del bayco che a detta di alcuni è eterno ma in verità và sostituito dopo una decina d'anni o poco più ovviamente se montato ad arte e cioè con le redance e morsetti che non lo stringono troppo da indebolirlo... riguardo al comprare direttamente in USA non sò quanto conviene se poi devi aggiungere iva e dazio, il prezzo che vedi nel loro sito è per loro purtroppo...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

spillo84top

Stavo pensando di usare il bayco da 4mm, penso sia sufficiente.
Gli accessori di questo filo non sono facili da reperire on line....
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

#57
Citazione di: spillo84top il 10 Novembre 2016, 21:43:40
Per i tiranti del palo vedo che molti siti vendono questo filo bayco, che ne pensate?

Io ce l'ho su...che dire....è un materiale che a parità di sezione e costi, ha pochi rivali (nonchè bassissima elasticità) ......è tuttavia un po' rognoso a livello di "gestione" (molto rigodo) e necessita degli appositi "morsetti" per il bayco....che altro non sono degli anelli a sezione ellittica da schiacciare sul bayco fino a serrarlo

Tanti usano i comuni morsetti da cavetto in acciaio......io ho preferito usare quelli dedicati

Magari, ti chiederei di valutare un attimo la sua reale necessità di usare il bayco...in quanto anche il bayco da 2.5 mm (io ho il 5mm) regge se non erro intorno ai 200 kg.....e considera che per fare il lavoro non ti basta il bayco, ma dovrai prenderti dei grilli, tenditori e redance, golfari, tasselli, etc ....idonei per il diametro del bayco, quindi grosso modo....se prendi elementi in inox....credo andrai a spendere un 50-60 euro solo di accessori

Se intendi metter su un palo in acciaio rinforzato ed hai a disposizione dei supporti idonei per fare ancoraggi, ok.....capisci però da solo che è inutile dimensionare magari un sistema per reggere 200 kg e non avere ancoraggi che reggano tale trazione.....

Se intendi usare appunto una G5RV, magari associata ad un supporto in fibra di vedro o alluminio, io eviterei di spenderci troppi soldi.....seppur la sicurezza sia importante !



OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

spillo84top

Io pensavo di usare un palo telescopico zincato a fuoco 8m (http://www.mpxelettronica.com//index.php?main_page=product_info&products_id=2695) fissandolo con tre zanche al comignolo (http://www.mpxelettronica.com//index.php?main_page=product_info&products_id=306), poi usando delle ralle (http://www.mpxelettronica.com//index.php?main_page=product_info&products_id=2888) e del filo bayco, fare gli ancoraggi di sicurezza, a questo punto con un 2,5mm!
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

Hmmm...fissare pali ai "comignoli" non è mai buona cosa......bisognerebbe poi capire come è fatta questa struttura...... A livello teorico, se utilizzi n°3 tiranti disposti a 120° fra loro a distanza di almeno 4 metri dal palo......lo sforzo verrà gestito quasi completamente da questi......ma occhio....se per disgrazia si dovesse rompere un tirante....il palo ti andrà giù anche con un "filo di vento"...... :-\ :-\
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

spillo84top

Non credo di avere alternative al comignolo.
Posso postare delle foto cosi vediamo cosa ne pensate. Ma domani!
Ho già due pali sul tetto fissati nel sotto tetto ma sono già occupati da antenne TV, una X300n e una discone.
Potrei togliere la discone e agganciare il telescopico a questo palo fisso + 2 ordini di tiranti.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

Poi, chiedi info su come è fatto questo palo....a me 17.50 euro per un tuboolare da 8 metri...sembran parecchio pochi....è sicuramente di piccolo diametro e sottile come spessore...per una filare Ok....ma finita lì

OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

spillo84top

73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

Son tutti pali tipo TV, con ultimo pezzo da 25 mm....il che a mio vedere li fa adatti per installazioni di tipo leggero e con poco carico in sommità.

Se per adesso è tua intenzione andare sulla G5RV ed utilizzare il comignolo come supporto....meglio che utilizzi una struttura di palo più leggera possibile (sempre dotato di tiranti), se invece volessi acquistare un palo per installazioni di antenne più "corpose", devi obbligatoriamente salire di diametro e farti un sopporto alla base come si deve..........non sottovalutare mai la forza del vento !
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

r5000

73 a tutti, concordo, il camino a meno che fatto in cemento armato è troppo debole per usarlo con antenne e pali lunghi ma potrebbe essere robusto e quindi utilizzabile, sul palo di 25 mm come terminale và bene se lo usi solo per la filare, già se ci metti sopra la bibanda è al limite se l'antenna è lunga qualche metro, il bayco da 4 mm durerà una vita se utilizzi  gli accessori adatti e giustamente vanno messi in conto ma bisogna mettere almeno le redance e  morsetti o anelli, al posto dei tenditori inox puoi usare un pezzo di catena zincata che costa poco e riesci a registrare la tensione dei tiranti spostando l'anello invece di usare i tenditori, io li ho messi inox ma con il senno di poi non sono così necessari, la catena grossa ( il diametro dell'anello sarà  10 mm...)  avendo gli anelli senza spigoli non ha bisogno di redance e infatti mi sono avanzate perchè ho usato in cima al traliccio tre pezzi di catena semplificando il fissaggio,  anche con il  palo e il tris potresti usare un'anello e fai a meno delle redance ma bisogna vedere se l'anello ci passa, se piccolo piega troppo stretto il bayco e non và bene se grande il giusto facilmente non  ci stà tra il tris e il palo, bisogna vedere un pò tutto, io ho usato il bayco da 6 mm ma parliamo di traliccio, con un semplice palo e filare basta e avanza il 4 mm e una catena più piccola ...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

Ugo da Norcia

Io uso cima nautica, non va prestirata come il bayco, costa meno e a seconda del materiale con la quale è realizzata tiene anche di più. Inoltre si eliminano i problemi degli "accessori"
WWW.SEISMOCLOUD.COM

Grossissimo problema, Einstein è morto, Beethoven pure, e io non sto per nulla bene

spillo84top

Dove si può acquistare?
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Anch'io uso da anni cordino nautico comprato c/o negozi del settore, ultimamente ne ho trovato uno simile c/o negozi di ferramenta (pagato 20 cents al metro). Non è paragonabile al Bayco ma per le mie antenne lo trovo sufficiente e fino ad ora ha retto venti fottissimi sia con la G5Rv che con la X-700. Cosa fondamentale a mio avviso, oltre ai tiranti, è che i pali abbiano un ottimo ancoraggio.

73's - Mike
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

#68
Ho avuto parecchio da fare e non ci ho più messo mano. Sono andato sul tetto a prendere le misure e a fare qualche foto.
Ho un palo di acciaio inox ancorato nel sotto tetto molto bene. A questo punto penso di ancorare il palo da 7 metri a questo palo già esistente (eliminerò la discone e l'antenna TV in basso) e mettere un ordine di tiranti, come mi avete consigliato a 5 metri di altezza. Visti gli spazi l'antenna a V invertita non avrà proprio 90° ma 86°, spero non incida molto. Che ne pensate?










73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Ciao Matteo, mi fa piacere rileggerti, credevo che avessi abbandonato questo progetto. Ti dirò una cosa: secondo me se non ci sono altre alternative bisogna accettare quella più possibile come quella che hai pocanzi spiegato nei dettagli. Dalle foto sembri abitare in una zona libera probabilmente di campagna o periferia il che ti avvantaggia per il Qrm. Per il resto se come dici quel palo è ben fissato non dovresti avere problemi. Peccato solo che tu non possa scendere fino a quel bel terreno che si vede in foto, potresti stendere dei bracci belli lunghi e affacciarti anche in 160 metri.

Ad ogni modo uno dei vantaggi di queste antenne è che sono semplici e leggere per cui in caso tu voglia ampliarle come lunghezza bracci/piattina le tiri giù in un attimo e le modifichi.

L'importante è stabilire un punto esatto dove installarla a dovere e mi sembra che tu lo abbia trovato. Spero che riuscirai anche a ricavarti un appiglio per una verticale bibanda e così sei a posto anche in Vhf-Uhf.

Ps: vedo che anche tu come me sei abbastanza perfezionista. Da un lato di poni mille domande ma dall'altro cerchi sempre le soluzioni migliori, credo che sia un aspetto importante nel ns hobby dove nulla va lasciato al caso.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

#70
Per le VHF e UHF ho un'altro palo con una X300 Diamond.
A dire la verità intorno a casa ho molto spazio, ma vorrei evitare di mettere dipoli filari "di traverso".
Ho visto, in alternativa alla G5RV a V inversa, le antenne Windom che sembra possano essere installate anche cosi:
http://www.radial.ru/catalog/antennas/dipole/windom6/80100eng.jpg




Poi ho visto anche queste long wire che in 16mt è un balun un un 9:1 non sembra male!

http://www.radioamatoripeligni.it/i6ibe/balun9a1/balun9a1.htm
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Ciao Matteo, non ho esperienza con Dipoli/Windom/G5Rv messe a Sloper (cioè inclinate). Le mie le ho sempre montate a V invertita trovandomi sempre bene. Inclinata dovrebbe assumere un po di direttività nella direzione dell'inclinazione ma ciò varierà con la frequenza e l'altezza dal suolo. Lascio a chi ha provato tale configurazione darti le sue impressioni.

Quanto alle Longwire ne ho sempre usate di più lunghe (una quarantina di metri su per giù) sempre con trasformatore 9:1. In ambito di collegamenti nazionali su bande basse (40 e 80 metri) non ho notato differenze tra la Longwire e le mie altre filari bilanciate. Nelle attività Dx tutto si sposta a favore della G5RV che a mio parere batte la Longwire.

Quindi in conclusione direi che la G5RV è un'antenna più completa ma anche con la Longwire mi sono divertito ed ho fatto anche alcuni paesi fuori dall'Europa. Io al tuo posto le proverei entrambe perché uno degli aspetti affascinanti di quest'hobby almeno per me è testare le antenne!

Comunque al tuo posto inizierei a correre prima che arriva l'inverno iniziando ad allestire anche la stazione radio.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

Grazie per i preziosi consigli Michele. Ora comincio con questa G5RV Junior, poi si vedrà!
Essendo un neofita delle HF su quale parte del bandplan mi consigli di iniziare? Per ora mi accontento anche di collegamenti nazionali!
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 24 Novembre 2016, 16:52:46
Grazie per i preziosi consigli Michele. Ora comincio con questa G5RV Junior, poi si vedrà!
Essendo un neofita delle HF su quale parte del bandplan mi consigli di iniziare? Per ora mi accontento anche di collegamenti nazionali!

Ciao.....di questo periodo (proprio in questi giorni....), le bande alte (20-17-15-12-10m) non sono granchè, escludendo piccole aperture (tempisticamente parlando) durante le ore di luce, durante le quali tuttavia si possono fare interessanti collegamenti

Trovo più interessanti le bande più lunghe, i 40 metri in prima linea....al mattino specialmente tipo dalle 7 fino alle 9, spesso arrivano segnali dall'Australia e Nuova Zelanda, il problema è riuscire a collegarle...in quando normalmente assediate a suon di "cannonate"  :-D :-D :-D :rool:

Se vuoi iniziare dal nazionale, i 40 metri di giorno (tipo fra le 10 e le 16) sono terreno ideale, in quanto la corta propagazione favorisce i cpollegamenti nazionali e al massimo a livello europeo  ;-)
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

FoxG7

Citazione di: FoxG7 il 24 Novembre 2016, 17:05:11Trovo più interessanti le bande più lunghe, i 40 metri in prima linea....

Aggiungo....in queste sere , nei giorni trascorsi, sempre in 40 metri erano facilmente ascoltabili anche molti segnali provenienti dal Giappone, in parlicolar modo il noto "kazu" arriva sempre molto bene, non dovresti avere difficoltà ad ascoltarlo quando c'è on air....

Ma per iniziare va bene tutto, comincia magari ascoltando di sta chiamando e buttati nella mischia !!  ;-)
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

IZ8XOV

Io quando mi sono affacciato al mondo delle bande Hf ho iniziato con una Longwire e ci facevo un po di tutto perché agli inizi si è desiderosi di scoprire un po tutto, poi logicamente quando provi un'antenna è importante capire cosa e come riceve e come ti consente di comunicare più le classiche prove di rito (alzarla, sistemare meglio i bracci etc.). Senz'altro in ambito nazionale avrai modo di comunicare con operatori italiani più a portata di mano e quindi testare con più attenzione come va la tua antenna e la tua radio (settaggi microfonici ad esempio).

Tutto viene da se, l'importante è fare le cose bene e in sicurezza curando tutti i particolari anche se è un'antenna tutto sommato semplice. Trovati una giornata libera magari una bella giornata soleggiata, metti al primo posto la sicurezza e se possibile fatti aiutare da un amico, organizzati per bene tutti gli attrezzi e accessori utili al montaggio senza trascurare piccole cose spesso fondamentali come l'immancabile nastro isolante. Una volta stabilita la posizione ideale, la giusta angolazione dei bracci, la stesura della linea bifilare e gli ancoraggi provvederai a fissare bene il balun in modo che l'antenna oscillando col vento non strattoni sui contatti e non crei strappi sul connettore. Infine verificherai il lavoro svolto e potrai dire che è tutto andato bene!

Nb: ricorda che la linea bifilare non vuole stare appoggiata al palo metallico, quindi essa dovrà scendere obliqua a meno di non sfruttare un apposito distanziatore. Inoltre fare in modo che la piattina avendo delle aperture rettangolari non vada per gioco del vento ad urtare sul palo o peggio ancora a impigliarsi nei morsetti a triangolo per fissare i tiranti.

Buona fortuna,
Michele

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 23 Novembre 2016, 16:32:56A questo punto penso di ancorare il palo da 7 metri a questo palo già esistente (eliminerò la discone e l'antenna TV in basso) e mettere un ordine di tiranti


Scusa, per curiosità hai verificato di che diametro è il palo e la sua sezione (tipo 1, 1.5, 2 mm). Verifica bene il tutto e se di tipo leggero tipo da Tv, ti consiglio preferibilmente di metterci un palo in alluminio, più che in acciaio.....non sembra, ma 7 metri non sono pochi !

Il fatto di avere un angolo più o meno aperto, ti cambia l'impedenza e la resa rispetto all'ipotesi di progetto, ma non è detto che possa andare ugualmente bene.  Con il tempo capirai che tipo di traffico ti piace fare e di conseguenza, il tipo di antenna da previlegiare....




OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

IZ8XOV

Citazione di: FoxG7 il 24 Novembre 2016, 17:30:20
ti consiglio preferibilmente di metterci un palo in alluminio, più che in acciaio.....non sembra, ma 7 metri non sono pochi !



Sono pienamente d'accordo ma i pali in alluminio sono assai più costosi. Io ne ho uno della Spiderbeam ed un secondo della Innovantennas ottimi entrambi. A confronto col terzo palo che ho (quelli tv in ferro a sfilo) le differenze sono notevoli. Quello da tv è assai più pesante e oscilla molto di più ma costa anche 4 soldi. Per esperienza fatta i pali da tv fino a 6-8 metri vanno ancora bene, cosa fondamentale è dargli il corretto ancoraggio. La G5Rv è un'antenna abbastanza leggera ma quando soffia il vento oscilla parecchio e chiaramente scarica sul supporto (palo).

Per il resto credo che il set-up di Matteo sia sufficiente per quell'antenna e certamente egli col tempo farà esperienza e migliorerà le sue condizioni operative.

Mike
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

FoxG7

#78
Citazione di: IZ8XOV il 24 Novembre 2016, 18:05:49La G5Rv è un'antenna abbastanza leggera ma quando soffia il vento oscilla parecchio e chiaramente scarica sul supporto (palo)

Se il supporto alla base è discreto, un palo di modesta sezione in acciaio alto fino a 4-5 metri, potrebbe andar bene se adeguatamente tirantato.... oltre..mah ?!?

Chiedevo perchè da quel che mi sembra di vedere, il tetto in questione non ha ancoraggi potenzialmente efficaci (ma dalla foto si vede poco), quindi Matteo,.....se hai la possibilità di mettere degli ancoraggi in modo accettabile, ossia fissati sulla struttura del tetto, ok......nel caso dovessi affidarti giusto al supporto offerto dal manto di tegole, io starei attento, molto attento.....e sceglierei pali il più leggeri possibile e di sezione ridotta, tanto il bilanciamento fra le varie forze agenti dovrebbero essere garantiti dai tiranti, anche se magari non supportati da ancoraggi che possano reggere carichi elevati
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

IZ8XOV

Pali di una certa altezza tendono a flettere nel mezzo e ne so qualcosa quando mi spinsi a ben 18 metri risvegliandomi col palo piegato! Oggi ho fatto una prova con un palo tv da 12 metri prendendolo all'estremità più sottile (25) e flettendolo di forza, piegava moltissimo quindi figuriamoci cosa può fare il vento.

Logicamente tutto dipende da come viene tirantato! Secondo me 7 metri di palo non sono molti, io su un palo da 7 metri ci ho tenuto per dei mesi la X-700 che pesa e oscilla parecchio, nessun problema.

Sicuramente come scrive Giampaolo è fondamentale ancorare bene i tiranti (non alle tegole!) bensì alla struttura dell'abitazione o a una ringhiera di perimetro a sua volta ben ancorata. A mio parere personale 7 metri di palo con una G5RV non sono un grosso problema, logicamente bisogna anche vedere com'è ancorato il palo e a che altezza è ancorato perché un palo fissato a 1,5 metri dalla sua base oscilla diversamente da un palo fissato a 40cm dalla sua base.

Io i miei pali li ho ancorati con barre filettate e piastre artigianali montate a 1,5 metri dalla base ma volendo potevo metterle più alte. Poi ognuno deve valutare la sua situazione, la qualità dei muri etc.

73's - Michele

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

Il palo in acciaio che vedete in foto è 4mm diametro 45, molto ben ancorato nel sottotetto. I tiranti sono la parte critica nel senso che dovrò fissarne due ai due comignoli che vedete tramite stop mentre il terzo sulla linea vita del tetto sempre tramite stop. Adesso vedo quanto costa questo palo di alluminio, se non c'è una gran differenza di prezzo posso optare per questo!


inviato iPhone using rogerKapp.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Un palo in alluminio costa più caro rispetto ad uno in ferro (mediamente un palo in alluminio costa tra le 110 e le 300 euro, uno in ferro sulle 25-40 euro). Inoltre le dimensioni delle sezioni di quelli in alluminio sono maggiori rispetto al ferro/acciaio, nel mio caso la base è 70 e l'ultima sezione 40. Ciò significa che dovrai dimensionare gli attacchi in virtù del diametro. Il vantaggio che puoi usarlo per metterci due antenne: sopra la bibanda Vhf/Uhf e sotto la filare a V invertita.

Francamente per una G5RV non spenderei tutti questi soldi ma certamente per caratteristiche un palo in alluminio è molto superiore: è meglio fissato, non teme l'umidità/pioggia, non ossida, è più elastico etc.

Comunque il sito tedesco Wimo sta vendendo dei pali in alluminio di altezze variabili, quello da 8 metri costa 108 euro, non è molto ed occorre acquistare separatamente i mast clamps per fissare tra loro le sezioni, casomai dagli un'occhiata spediscono anche in Italia, io ci ho comprato l'Ecoflex-10.

Per il resto è una tua scelta personale. A mio parere se l'installazione è fatta bene va bene un palo a sfilo di tipo tv, se è fatta male viene giù sia quello in ferro che quello in alluminio. In alluminio ti offre altri vantaggi tra cui una sezione maggiore che un domani ti consente di montare antenne che su un mast da 25 non vanno bene (vedi una delta loop, un dipolo rotativo oppure una direttiva).

Vale la regola che in alcuni casi è meglio investire bene prima ma non è un obbligo ma almeno io parto dal presupposto che pali, cavi coassiali e alimentatori sono quegli investimenti durevoli sui quali vale la pena spendere, dopo cambi le radio e accessori vari ma gli elementi base li mantieni senza affrontare ulteriori spese.

73's - Michele





Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

Misà che io vado sul palo zincato! Le spese iniziano a farsi interessanti! Ecco la lista!

Yaesu FT450D - 587€
Accordatore MFJ 993B - 345€
Palo + zancherie + cordino nautico - 70€
Cavo Ultraflex 7 - 40€
G5RV - 45€
Interfaccia tra accordatore automatico MFJ 993B e Yaesu FT450D - MFJ5124Y - 80€
-----------------------------------------------------------------------------------------
TOTALE 1167€

Insomma ecco come spendere la tredicesima!
E' un bell'Hobbies ma molto dispendioso! Magari posso risparmiare sull'antenna autocostruendola, ma non è li il risparmio!
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Direi bene tutto il set-up indicato, io in verità l'interfaccia per il 993 non la uso, lo piloto direttamente con una portante in Am tenendo collegati radio e accordatore tramite un codino di cavo coassiale ma l'interfaccia è certamente utile anzi se la compri mi dirai se ne vale la pena.
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 24 Novembre 2016, 21:28:00
Il palo in acciaio che vedete in foto è 4mm diametro 45, molto ben ancorato nel sottotetto. I tiranti sono la parte critica nel senso che dovrò fissarne due ai due comignoli che vedete tramite stop mentre il terzo sulla linea vita del tetto sempre tramite stop.

Se non hai altro di meglio.......ricorda comunque, che i "comignoli" non son concepiti per lavorare con sollecitazioni ortogonali al proprio asse, quindi non esagerare con l'altezza e peso del palo. Riguardo al fissaggio sull'ancoraggio della linea vita, se è del tipo "ad anello" per dirla semplice...non avrai problemi di resistenza (a parte il fatto che son li per altri usi), se invece fosse del tipo sottotegola.....è progettato per lavorare esclusivamente in direzione della pendenza della copertura, quindi non ti consiglio di usarlo come ancoraggi
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

FoxG7

#85
Citazione di: spillo84top il 25 Novembre 2016, 12:30:03
Misà che io vado sul palo zincato! Le spese iniziano a farsi interessanti! Ecco la lista!

Yaesu FT450D - 587€
Accordatore MFJ 993B - 345€
Palo + zancherie + cordino nautico - 70€
Cavo Ultraflex 7 - 40€
G5RV - 45€
Interfaccia tra accordatore automatico MFJ 993B e Yaesu FT450D - MFJ5124Y - 80€
-----------------------------------------------------------------------------------------
TOTALE 1167€

Insomma ecco come spendere la tredicesima!
E' un bell'Hobbies ma molto dispendioso! Magari posso risparmiare sull'antenna autocostruendola, ma non è li il risparmio!

Beh, potresti iniziare ad acquistare un po ' per volta..per dire...il FT 450D ha l'accordatore interno, non è che sia una cosa che accordi l'impossibile, ma funzionicchia discretamente........

La stazione per come la vedo io è bene farsela per piccoli passi....si capiscono tante cose e si evitano i classici errori iniziali, tipo scegliere tutto in blocco sospinti dalla foga di far radio...per poi pentirsi della scelta dopo qualche mese

Son fasi in cui più o meno tutti siam passati, probabilmente ci passerai anche te.....e magari fra un anno o due, avrai le idee più chiare e cercherai di migliorarti cambiando magari radio ed antenna se ti interessa intraprendere la strada del Dx, oppure rimarrai soddisfattissimo di quanto acquistato se ti basterà fare qso a livello italiano/europeo, e giusto occasionalmente qualcosa di più lontano

Per adesso, buon divertimento !



OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

spillo84top

Ma con il 450D riesco ad accordare la G5RV?


inviato iPhone using rogerKapp.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Sono pienamente d'accordo con Giampaolo: la stazione si costruisce a piccoli passi ma c'è da aggiungere che spesso quei passi li fai sbagliando o comunque acquistando cose di cui non sei pienamente soddisfatto.

Il 450/D è un'ottima radio non solo per iniziare, conosco radioamatori navigati con buone antenne che in stazione hanno solo un 450/D segno che è una radio di pregio benché piccoletta ed esteticamente non proprio il massimo con quel piccolo Vfo e quel display che ad alcuni non piace ma ha tutto lo stretto necessario per operare bene, poi se si è disposti a spendere di più c'è solo l'imbarazzo della scelta.

Quanto all'accordatore se non ricordo male quello interno al 450/D non accorda un range superiore al 3.1 di Ros quindi laddove il Ros è superiore la radio non ce la fa. Per questo esistono gli accordatori esterni alle radio benché alcune radio (vedi alcune Kenwood) accordino disadattamenti ben maggiori ma se usi ad esempio un amplificatore un accordatore esterno sarà necessario.

A mio parere comunque un accordatore in stazione torna prima o poi sempre utile, la questione è se si pensa di comprare un eventuale amplificatore poiché gli accordatori oltre ad un range di accordo a seconda di marca e modello gestiscono anche potenze diverse.



Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 25 Novembre 2016, 18:35:39
Ma con il 450D riesco ad accordare la G5RV?


inviato iPhone using rogerKapp.

Il Balun che ha alla base la Gr5V Junior ti porta l'impedenza intorno ai 50 Ohm, oltre a rendere possibile l0utilizzi del coassiale.  Non ho mai provato tale antenna, ma penso che nel range  di frequenze in cui lavora meglio e nelle immediate vicoinanze,  l'accordatore interno della radio sia più che sufficiente...)

Riguardo al discorso che faceva Michele sull'necessità di avere un accordatore esterno per utilizzare un lineare...ok...ma per questo utilizzo il 993....non va bene....regge giusto 300 W pep......anche con un linearino ino ino....rischi di danneggiarlo in modo irreversibile
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

spillo84top

Sinceramente per ora non sono interessato ad andare in etere con alte potenze. Mi accontento dei 100W del 450D. Come già detto sono un novello delle HF quindi per iniziare potrebbe andar bene, poi magari potrei acquistare un evoluzione di potenza e accordamento più in avanti!


inviato iPhone using rogerKapp.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Citazione di: FoxG7 il 25 Novembre 2016, 19:17:31
Il Balun che ha alla base la Gr5V Junior ti porta l'impedenza intorno ai 50 Ohm


Mi permetto di correggerti amichevolmente! Nella G5RV (e in generale nelle antenne bilanciate) il Balun serve per far lavorare insieme una linea bilanciata (piattina bifilare) con una linea sbilanciata (cavo coassiale), da qui il termine Bal-Un ovvero "Balanced to Unbalanced".

Nella nostra G5RV è la piattina bifilare a lavorare come trasformatore d'impedenza infatti quando antenna e linea di alimentazione hanno impedenze differenti la linea si comporta da trasformatore d'impedenza (a meno che la lunghezza della linea non sia pari a 1/2 onda). Per tale motivo nella G5RV versione lunga la piattina bifilare è lunga 9,80 metri mentre nella versione corta è di circa 5.50 metri. Questo è il motivo per cui nella G5RV a seconda della versione le dimensioni dei bracci e della piattina sono appositamente calcolati, proprio per restituire al termine della linea aperta un'impedenza accettabile su buona parte delle bande dove per accettabile intendo gestibile da un accordatore.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

FoxG7

Citazione di: IZ8XOV il 25 Novembre 2016, 19:45:38
Mi permetto di correggerti amichevolmente! Nella G5RV (e in generale nelle antenne bilanciate) il Balun serve per far lavorare insieme una linea bilanciata (piattina bifilare) con una linea sbilanciata (cavo coassiale)

Ci mancherebbe altro, hai fatto benissimo !  In effetti mi hai fatto ricordare che  queste antenne hanno appunto la piattina di lunghezza calcolata proprio per tal motivo....
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 25 Novembre 2016, 19:44:07.....poi magari potrei acquistare un evoluzione di potenza e accordamento più in avanti!

Si, certamente, io te lo dicevo in quanto il mfj 993 non te lo regalano..... :-D :-D
OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia

IZ8XOV

Citazione di: FoxG7 il 25 Novembre 2016, 20:49:38
Ci mancherebbe altro, hai fatto benissimo !  In effetti mi hai fatto ricordare che  queste antenne hanno appunto la piattina di lunghezza calcolata proprio per tal motivo....

Esatto!
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

IZ8XOV

Il 993/B è la versione piccola del 998, accordano un buon range di impedenza, hanno l'ingresso per linee bilanciate e due strumenti (uno analogico ad aghi e l'altro digitale) e si differenziano per la potenza che riescono a gestire, diciamo che sono accordatori molto completi. Sinceramente avendo avuto diversi Ldg posso fare un paragone e preferisco gli Mfj ma anche gli Ldg sono validi prodotti.

Poi ci sono i manuali ed li entrano in campo anche gli ottimi Magnum e i Palstar ma un Mfj-962/D è comunque un validissimo prodotto per gestire un po di potenza e costa un po meno.

Devi fare una scelta: i manuali alla fine sono pratici, un po più lenti nell'accordo ma affidabili, hanno meno elettronica e non si imballano mai. Inoltre un 962/D lo prendi nuovo a 350 euro quando per gestire la stessa potenza con un automatico devi spendere di più ma alla fine sono punti di vista.

Certamente se sei un Dx'r che cambia spesso banda l'automatico torna di grande aiuto, se come me sei uno che lavora poche bande allora il manuale calza a pennello. Io ho iniziato con un manuale che ho ancora in stazione, un Mfj-949 poi ne ho provati altri.

La scelta è molto soggettiva ma se sei uno che vuole la vita pratica allora meglio un automatico, cambi banda, mandi la portante e sei operativo (ricordandoti di aumentare dopo l'accordo la potenza).

Michele

 
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

Scusate ma sono un po' confuso! Quindi la G5RV Junior riesco ad accordarla con il tuner interno del 450D?


inviato iPhone using rogerKapp.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

Citazione di: spillo84top il 25 Novembre 2016, 21:33:05
Scusate ma sono un po' confuso! Quindi la G5RV Junior riesco ad accordarla con il tuner interno del 450D?



Ignoro i valori di Ros che presenta sulle varie bande la G5RV "versione corta" che hai intenzione di installare pertanto vale il discorso di prima: laddove l'antenna presenta un Ros nei limiti dell'accordatore interno alla tua radio esso riuscirà ad abbassarlo, laddove si troverà in presenza di Ros maggiori no.

Potresti inizialmente acquistare solo la radio, montare l'antenna e vedere come va e in caso aggiungi in stazione l'accordatore esterno. Ma l'accordatore esterno ti torna comunque utile perché è molto difficile che la tua G5RV presenti dappertutto Ros inferiore a 3.1 inoltre potrebbe capitarti di cambiare antenna, allungarne i bracci, portarti la radio in vacanza con una Longwire etc. e un accordatore esterno ti aiuterà sempre dove non riesci ad accordare con la radio.

A mio avviso quando si lavora con antenne non risonanti l'accordatore torna sempre utile.

Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

spillo84top

Update
Ho trovato su Ari Fidenza un annuncio per uno Yaesu FT920 ad un ottimo prezzo (600€) con filtro modulo FM e filtro AM, che ne pensate?

Mi sembra un ottimo apparato anche se il 450 è più recente.
73 de IW0RZB - Matteo

Sezione ARI TERNI

IZ8XOV

E' il dubbio che assale molti quando si fa un acquisto: meglio una radio nuova più economica oppure un usato superiore come caratteristiche? Personalmente ho sempre preferito acquistare radio nuove ma se l'usato è tenuto bene e non presenta difetti può rappresentare una buona occasione quindi è da valutare.

L'Ft-920 non lo conosco per cui lascio ad altri pareri su questa radio, sul 450 mi sono già espresso in precedenza.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

FoxG7

Citazione di: spillo84top il 28 Novembre 2016, 20:23:58
Update
Ho trovato su Ari Fidenza un annuncio per uno Yaesu FT920 ad un ottimo prezzo (600€) con filtro modulo FM e filtro AM, che ne pensate?

Mi sembra un ottimo apparato anche se il 450 è più recente.

Sarò breve per non andare tropppo out.....ti posso dire che personalmente non  conosco lo Yeasu  FT 920, se non per "sentito dire" o aver letto pareri su vari forum ;-) :rool:

E' una radio ormai vecchiotta che dovrebbe avere un DSP un po' meno efficiente del 450D, ma complessivamente (e mediamente) se messa a confronto con quest'ultimo, non saprei davvero dirti come si possa comportare :P :P :P

Ti dico cosa farei io:  parlando di un nuovo acquisto a parità di esborso fra il 450 D (nuovo) ed il 920 usato, potrei valutar la cosa, magari andandolo a vedere di persona per valutare bene anche l'aspetto estetico ... ;-)..se invece mi dicessero un qualcosa tipo.... cambia il tuo FT450D che già possiedi, con un 920 usato, aggiungendoci magari 100 Euro, io non ce lo cambierei :-\ :-\ :-\


OM e operatore in banda PMR446- QTH loc. JN53RR, Toscana, Italia