Autore Topic: Potenze applicabili in base al TOROIDE  (Letto 3946 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline giovezeus

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 6
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
Potenze applicabili in base al TOROIDE
« il: 27 Febbraio 2016, 09:40:33 »
Buongiorno, saluto tutto il forum dopo molto tempo a causa di problemi non ho più fatto attività in radio, mi trovo ora voler riprendere, sono cimentato nella costruzione di una Long Wire, spero di essere nella sezione giusta.
La domanda è in base al Toroide utilizzato per il BALUN che potenza in WATT  si può applicare?
nel mio caso un BALUN 9:1 utilizzando un Toroide T240-43 con avvolgimenti trifiliari di rame smaltato da 2mm, da porre su una long wire lunga 54metri.
grazie

Offline giovezeus

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 6
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #1 il: 28 Febbraio 2016, 19:56:38 »
Proprio nessuna risposta? forse ho sbagliato a metterlo qui il post. se fosse così chiedo scusa

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #2 il: 28 Febbraio 2016, 21:20:09 »

La domanda è in base al Toroide utilizzato per il BALUN che potenza in WATT  si può applicare? nel mio caso un BALUN 9:1 utilizzando un Toroide T240-43 con avvolgimenti trifiliari di rame smaltato da 2mm, da porre su una long wire lunga 54metri.
grazie

Scusami ma ero a cena,
Innanzitutto se l'antenna è una Longwire non si tratta di un "Bal-Un" ma di un "Un-Un" poiché la Longwire è un'antenna sbilanciata che lavora con una linea di alimentazione anch'essa sbilanciata (il cavo coassiale).

Quanto alla potenza supportata ogni toroide ha delle caratteristiche che lo identificano per frequenza utilizzabile, permeabilità magnetica (per il calcolo dell'induttanza quindi degli avvolgimenti), la massima potenza applicabile (pena rottura del traferro nel caso delle ferriti), etc.

Nel caso specifico la Ft-240 a mescola 43 presenta una buona linearità di trasformazione sullo spettro Hf anche se alcuni sostengono che questa ferrite lavora meglio in basso (preferibile se possibile la Ft-240 "K"), tuttavia penso che una Longwire di 54 metri nasca principalmente per lavorare le bande basse.

Quanto alla potenza usabile non ricordo quanta ne regga la Ft 240-43 (cerca sul sito della Amidon Corp.), teoricamente dovrebbe avvicinarsi al Kw ma  generalmente quando si applicano potenze elevate ai trasformatori nelle ferriti si creano dei problemi (il nucleo si riscalda eccessivamente per l'elevata densità di flusso e in seguito ciò può provocare la rottura del traferro):
http://www.amidoncorp.com/product_images/specifications/1-35.pdf

Pertanto se intendi usarla coi soli watt della radio un solo toroide va più che bene, se pensi di usare amplificatori l'ideale sarebbe usare due toroidi sovrapposti. Ho visto realizzare alcuni di questi trasformatori per l'uso con lineari e venivano sempre accoppiati 2 toroidi sovrapposti.

Lascio ad altri che hanno sperimentato questa ferrite darti informazioni più dettagliate.

73's - Michele
 



 
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

Offline giovezeus

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 6
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #3 il: 29 Febbraio 2016, 17:49:10 »
Ti ringrazio infinitamente...sono contento di aver ricevuto risposta. Come dire ho aspettato ma ne è valsa la pena perché la risposta è molto esauriente.
Bene vado a visitare il link che mi hai girato e molto interessante quella del toroide sovrapposto, quindi ti chiederei anche (se ha voglia di rispondermi e non disturbo ulteriormente) se per la realizzazione di coppia di Torioidi l'unica differenza sta nel fare gli avvolgimenti dell'induttanza invece che su uno bensì su 2 appunto ...
Per capirsi sovrappongo i due toroidi e poi comincio ad avvolgere .....
giusto?
73' iz1ycq Ale

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #4 il: 29 Febbraio 2016, 18:39:06 »

Per capirsi sovrappongo i due toroidi e poi comincio ad avvolgere .....
giusto?


Non mi sono mai cimentato, dovrebbe essere proprio così: sovrapporre i 2 toroidi come se fosse uno solo quindi avvolgere le spire attorno ad entrambi considerandoli un unico corpo come in questo esempio (che non c'entra niente col 9:1)


Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


Offline giovezeus

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 6
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #5 il: 29 Febbraio 2016, 23:38:56 »
Davvero Molto esauriente...te ne sono grato ...esattamente quello che volevo sapere...
Grazie ancora per tutto e buona vita e ovviamente buona radio!!!!
73 iz1ycq Alessandro

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #6 il: 29 Febbraio 2016, 23:55:04 »
Davvero Molto esauriente...te ne sono grato ...esattamente quello che volevo sapere...
Grazie ancora per tutto e buona vita e ovviamente buona radio!!!!
73 iz1ycq Alessandro

Buona vita e buona radio anche a te. Io credo che i trasformatori funzionino se fatti per bene con i toroidi giusti e rispettando i giusti avvolgimenti in relazione alla permeabilità magnetica. Purtroppo si è preso molto la mano a rifarsi a schemi più o meno corretti per cui si avvolgono tante spire perché c'è chi lo ha fatto e si è trovato bene.

Volendo essere pignoli ci vorrebbe un analizzatore, si dovrebbe testare ciò che si fa prima di metterlo sotto antenna ma va da se che in generale i 9 avvolgimenti trifilari su ferrite di media permeabilità vanno bene allo scopo.

Auguri per la tua antenna, speriamo di sentirci on-air sui 40 metri.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #7 il: 29 Febbraio 2016, 23:58:16 »
Dimenticavo, il grosso limite se così lo vogliamo chiamare, di lavorare coi trasformatori su antenne non risonanti è che il trasformatore è un elemento statico quindi trasforma sempre e solo per il rapporto di trasformazione quindi è impossibile avere una curva di Ros piatta su tutte le bande e occorre l'accordatore ma se il radiatore è ben dimensionato con la lunghezza d'onda di lavoro allora sono antenne che in certi contesti vanno più che bene (a parte eventualmente ritorni di Rf ai quali si può comunque porre rimedio).

Io di queste antenne ne ho fatte diverse, idem di trasformatori e balun ne avrò fatti una decina e tutto sommato funzionano, costano poco e ci si diverte un po.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #8 il: 01 Marzo 2016, 18:09:53 »
Volevo aggiungere una cosa sulle mescole. La prossima settimana dobbiamo realizzare un Balun 1:1 con un amico che deve mettere su un dipolo per i 40 metri. Ci siamo interrogati su quale fosse la miscela più idonea allo scopo.

Guardando i toroidi questi hanno delle sigle che ci forniscono varie informazioni. Ad esempio la serie numerica dopo le lettere FT ci indica dove lavora quel toroide. Per esempio la serie FT-240-43 è specifica per tutto lo spettro Hf quindi non per alcune bande specifiche e quindi va bene per antenne Longwire e Canna da Pesca, ma se ad esempio si prende la FT-240-61 è diversa e lavora meglio sulla gamma alta così come la FT-240-77 è più idonea per quella bassa e ancora la FT-240-K è idonea per la parte media dello spettro.

Pertanto siamo rimasti indecisi se utilizzare una 240-77 o una 240-K ma per applicazioni larga banda la 240-43 è certamente idonea allo scopo. Un amico ci ha detto che la 77 è più adatta a realizzare antenne operanti in 80 e 160 metri mentre la K è quella giusta per il dipolo per i 40 metri.

Altra cosa che volevo aggiungere è che raddoppiando il toroide (mettendone insieme due sovrapposti), la potenza di lavoro non raddoppia ma aumenta del 50% quindi sovrapponendo due toroidi da 1 Kw la potenza massima di lavoro sarà 1,5 Kw. Va da se che l'induttanza di un avvolgimento su nucleo è proporzionale al numero delle spire ma dipende anche dalle loro dimensioni e mettendo due toroidi insieme le dimensioni aumentano (ogni spira è quasi il doppio, quindi lo è anche la lunghezza del conduttore).

Altra cosa importante è di nastrare i toroidi con nastro al teflon di tipo idraulico da 10 mm al fine di isolare il toroide dal cavo utilizzato per gli avvolgimenti (se li sovrapponete potete incollarli con della colla cianoacrilica meglio nota come Attack).

Per gli avvolgimenti qualcuno usa il comune doppino rosso nero, altri consigliano il cavo in rame nudo da trasformatori, a mio parere l'ideale è il conduttore in rame argentato (schermato in teflon) venduto dalla Rf-Microwave che vende anche tutti i toroidi serie FT etc.

Infine le scatolette stagne sono reperibili c/o la maggior parte dei negozi di materiale elettrico, personalmente preferisco quelle senza oblò ove praticare i fori necessari al montaggio del PL da pannello e dei Faston per il radiatore d'antenna. E' preferibile prendere una scatola Gewiss di dimensioni idonee (non troppo grande), si potrà allocare il trasformatore sul fondo e fissarlo con della comune colla a caldo (si vendono delle pistole cinesi al costo di circa 6 euro con relativi stick di colla).

Ps: volendo essere pignoli andrebbero calcolate le induttanze per primario e secondario per poi calcolare il numero esatto delle spire (ci sono delle formule per questo e Amidon fornisce delle tabelle di riferimento), anche se molti si rifanno a dei progetti pubblicati in rete o su riviste ottenendo comunque buoni risultati.

Con un po di pazienza viene fuori generalmente un buon lavoro.

Ps: approfitto per segnalare l'ottimo articolo ad opera di IK1HSS:
http://www.aritorino.it/files/trasformatori-balun-unun-choke.pdf

73's - Michele

 
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


Offline giovezeus

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 6
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #9 il: 01 Marzo 2016, 23:54:23 »
Caspita !!!!
Ho tutto le info per autocostruire...
Posso solo dire che non mi aspettavo di ricevere così dettagliate info...
GRAZIE
73 iz1ycq Alessandro

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #10 il: 02 Marzo 2016, 00:48:17 »
Caspita !!!!
Ho tutto le info per autocostruire...
Posso solo dire che non mi aspettavo di ricevere così dettagliate info...
GRAZIE
73 iz1ycq Alessandro

Ciao Alessandro, è solo per discutere e per riportare qualcosa che ho accumulato in qualche anno di radiantismo. Non prendere per oro colato ciò che ho scritto, è solo ciò che ho capito dalle varie letture sempre con un margine di errore umano. L'argomento è in se complesso e se mancano strumentazioni è facile andare un po a tentoni, tipo ho letto che 9 avvolgimenti trifilari vanno bene perché così hanno fatto altri e lo faccio anch'io. In verità andrebbe tutto calcolato in modo specifico se si vuol ottenere il massimo.

Io non posseggo particolari strumenti, mi manca anche l'analizzatore d'antenna e ho scopiazzato i miei trasformatori dalla rete. Tutto sommato è stato divertente e spero di migliorare, ci ho fatto varie antenne tra longwire e verticali grazie alle quali ho fatto molti Qso e Dx sulle varie bande.

Se hai l'opportunità e il tempo cerca tu stesso di approfondire, oltre quell'articolo che ho linkato in rete trovi molto materiale interessante sui trasformatori d'impedenza etc. Per il resto occorre un po di manualità, serrare bene le spire e prestare attenzione ai contatti sigillando bene la scatola che andrà esposta alle intemperie. (Sarebbe interessante trovare delle scatoline stagne con gli occhielli interni per fissare il trasformatore con le fascette da elettricista evitando così la colla a caldo ma non è obbligatorio).

Ciao e buone sperimentazioni, mi auguro di sentirti sui 40 metri, frequenza che utilizzo nei momenti di tempo libero per fare Qso con gli amici a livello nazionale. In alternativa non praticando gli 80 metri alla sera mi ritrovo spesso su Italink, qui trovi l'elenco dei link connessi al sistema che funziona su bande Vhf ed Uhf: http://www.circuitoitalink.net/tabella-dei-link-radio.html (di recente stanno sperimentando un link in frequenza simplex a 433.000 senza shift e con tono 110.9 situato a Capo Cervo (Imperia).

Cordiali 73,
Michele

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


Offline giovezeus

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 6
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #11 il: 02 Marzo 2016, 18:47:33 »
Ma si certamente ti ringrazio, per tutta la disponibilità data...io abito ad imperia appena riesco posso provare qul link a 433 simplex....73 cordiali

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #12 il: 03 Marzo 2016, 14:37:51 »
Ma si certamente ti ringrazio, per tutta la disponibilità data...io abito ad imperia appena riesco posso provare qul link a 433 simplex....73 cordiali

Ciao Alessandro, scusandomi per l'Ot all'argomento sui toroidi, posso dirti che quel nodo a Capo Cervo va benissimo, ieri ci ho collegato 3 stazioni ed ha una buona area di copertura. Lo impegnano senza problemi anche da Loano fino a Genova. Frequenza 433.000 Tono 110.9 nessuno Shift. Prova a fare ascolto e vedi se ti arriva e con che intensità di segnale. E' connesso al circuito Italink dove sono spesso alla sera dopo le 21.

Spero di sentirti, ciao
Michele

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

Offline fabio_bz - IN3FOB

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1639
  • Applausi 165
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • IN3FOB-QRZ.COM PAGE
  • Nominativo: IN3FOB - 1AT619
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #13 il: 04 Marzo 2016, 20:06:32 »
Ciao dato che si parla di toroidi questa é la mia ultima realizzazione oggi, da anteporre alla canna da pesca in uso mobile,ho usato amidon ft240_43 cavo coassiale rg223 5+5 spire inverse e lo usero in hf dai 40 ai 10 mt .devo ancora testare come funziona vi farò sapere penso che sopporti largamente i 100w.ciao buona serata a tutti
IN3FOB - Fabio
www.qrz.com/db/IN3FOB

Offline luciano100

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2453
  • Applausi 111
    • Mostra profilo
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #14 il: 07 Aprile 2016, 09:42:12 »
Boh? Provata in vacanza tre anni fa...troppo rumorosa..

inviato X11 using rogerKapp.



Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Potenze applicabili in base al TOROIDE
« Risposta #15 il: 07 Aprile 2016, 12:53:03 »
Ciao dato che si parla di toroidi questa é la mia ultima realizzazione oggi, da anteporre alla canna da pesca in uso mobile,ho usato amidon ft240_43 cavo coassiale rg223 5+5 spire inverse e lo usero in hf dai 40 ai 10 mt .devo ancora testare come funziona vi farò sapere penso che sopporti largamente i 100w.ciao buona serata a tutti

Ottimo! Quel toroide utilizzato lavora bene per queste applicazioni. Ti consiglierei se possibile di usare una canna Spiderbeam da 12 mt (comunque molto leggera ma robusta), da allungare o abbassare a seconda delle bande di lavoro visto che come sai un radiatore troppo lungo lavora bene sulle low bands ma non su quelle alte. Io con 12 mt ci ho fatto molti Qso/Dx in 40 metri, la rumorosità in centro città si è assestata a valori molto buoni.

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV