Autore Topic: A che serve l'Alc? (settaggi)  (Letto 9655 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
A che serve l'Alc? (settaggi)
« il: 21 Febbraio 2016, 14:38:49 »
Ciao ragazzi, ho bisogno di un ragguaglio circa questo strumento che equipaggia la maggior parte delle radio. Molti dicono che la portante non deve mai sforare la barretta dell'Alc altrimenti la modulazione va in saturazione.

Io l'ho da sempre fuori scala ma tutti mi dicono che la mia modulazione è ottima.

Oggi ho fatto delle prove accorgendomi che nella mia radio l'Alc è molto fuori scala alchè ho ridotto il Mic Gain portandolo da ore 15 a ore 11. La scala rientra nei limiti dell'Alc ma mi ascoltano basso di modulazione.

Quindi l'Alc è correlato al Mic Gain e non è possibile regolarlo senza diminuire la modulazione (quindi anche il wattaggio visto che la potenza in Ssb dipende anche dalla spinta microfonica).

Domanda: a che serve l'Alc??!!  :abballa:

73's - Mike
« Ultima modifica: 21 Febbraio 2016, 18:02:13 da IZ8XOV »
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

Offline Rommel

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1088
  • Applausi 135
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:A che serve l'Alc?
« Risposta #1 il: 21 Febbraio 2016, 15:44:38 »
Salve a tutti.

Io non conosco il funzionamento dell'ALC presente negli apparati HF cosiddetti "professionali", comunque una regolazione di ALC è presente anche nei più "semplici" apparati CB. In questo caso la regolazione non è disponibile all'esterno come manopola sul pannello anteriore, infatti in questi apparati la regolazione deve essere fatta una volta per tutte in fase di taratura dell'apparato, poi non si tocca più.

Per capirne il funzionamento, si può fare il semplice esempio di un apparato RTX collegato ad un lineare di potenza.
Se un lineare di potenza ha una potenza di ingresso massima per esempio di 20W, se gli metto quella potenza in ingresso (di sola portante) avrò in uscita la massima potenza di trasmissione del lineare. Se voglio fare altrettanto con una modulazione AM modulata al 100% dovrò limitare la potenza della portante a soli 5 W, perché i picchi di modulazione (al 100% di modulazione) raggiungono propio i 20W. Quindi in questa situazione il lineare erogherà meno potenza di portante, ma sarà in grado di riprodurre, amplificata in potenza, tutta la modulazione di ampiezza che ha in ingresso.

Se regolassi l'RTX per avere una potenza di portante di 10 W, con una modulazione al 100% avrei picchi di 40W quindi superiori alla massima potenza accettata in ingresso dal lineare. Il risultato è che tutto ciò che supera i 20 W non viene amplificato perché il lineare più di 20 non può accettare, quindi significa che tutti i picchi positivi di modulazione saranno "tosati" ed appiatti su un massimo di 20 W in ingresso.
In questo modo si ottiene la tipica modulazione distorta che si ascolta spesso quando qualcuno attiva un lineare specialmente se a transistor pilotandolo con troppa potenza (cosa che tra i CB avviene quasi sempre).

Lo stesso discorso vale per il finare RF dell'apparato HF e per la potenza di ingresso che riceve. Se i picchi di modulazione SSB superano il limite di potenza del finale, oltre che il rischio di rottura dello stesso si ottiene una modulazione con i picchi massimi "tosati". L'ALC è un controllo automatico che regola la potenza degli stadi di trasmissione in modo che non ci sia la distorsione dei picchi e quindi per evitare il "sovrapilotaggio" dei finali.

Se tu hai quel comportamento, immagino che potrebbe esserci qualcosa di tarato male nelle indicazioni che ottieni in seguito alla regolazione dell'ALC.

Fra l'altro, in caso di distorsione della mudulazione (in questo caso dei picchi massimi), in SSB si dovrebbe notare ancor più che in AM, quindi se chi ti riceve conferma che hai una buona modulazione significa che l'indicazione fuori scala dell'ALC è "fasulla", dovuta probabilmente a qualcosa da tarare e regolare al meglio sull'indicatore.

Una nota curiosa. In questo momento hai sull'indicatore 6666 post mentre io 666, Hai 6000 post in più.
E' quasi come se io fossi muto nei tuoi confronti.

Saluti a tutti da Alberto.
« Ultima modifica: 21 Febbraio 2016, 16:08:34 da Rommel »

Offline TITANO

  • 1RGK326
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 9728
  • Applausi 115
  • Sesso: Maschio
  • Nominativo - TITANO - 1Rgk326 ( Cb - Swl )
    • Mostra profilo
Re:A che serve l'Alc?
« Risposta #2 il: 21 Febbraio 2016, 16:28:09 »
Diciamo che michele ogni giorno trova sempre un argomento da aprire.Ieri con quello su cos'era l'impedenza,altri giorni sull'induttanza.Insomma e' uno che apre per ogni cosa un thread. A volte anch'io vorrei aprire thread o topic che dir si voglia anche per cose banali,ma mi mantengo ,prima perche' spero sempre di arrivarci da solo e poi per non appesantire il forum con topic inutili che alla fine potrebbero rivelarsi poveri di risposte e quindi a giacere li,aperti nel vuoto....! 73     

Cmq non e' na polemica la mia ,anzi. Molti dei suoi thread sono molto utili e a volte anche io li leggo con molto interesse proprio per apprendere cose che ancora ad oggi mi sfuggono o che non ho capito bene,tipo il D-STAR per fare un esempio.....!  :birra:
« Ultima modifica: 21 Febbraio 2016, 16:47:40 da TITANO »
Antonio...Titano...1RGK326....Citta'  Prov. Napoli....!

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:A che serve l'Alc?
« Risposta #3 il: 21 Febbraio 2016, 17:52:20 »
Citazione
Se tu hai quel comportamento, immagino che potrebbe esserci qualcosa di tarato male nelle indicazioni che ottieni in seguito alla regolazione dell'ALC.

Fra l'altro, in caso di distorsione della mudulazione (in questo caso dei picchi massimi), in SSB si dovrebbe notare ancor più che in AM, quindi se chi ti riceve conferma che hai una buona modulazione significa che l'indicazione fuori scala dell'ALC è "fasulla", dovuta probabilmente a qualcosa da tarare e regolare al meglio sull'indicatore.

Ciao Alberto,
Innanzitutto ti ringrazio per la chiara e completa risposta. Per ciò che concerne il numero dei miei interventi (correggetemi se sbaglio), non credo che quel numero dice che io abbia aperto oltre 6000 3d, credo che indichi nel complessivo anche le risposte che ho dato a svariate discussioni aperte da altri.

Tornando al nostro Alc, ho fatto diverse ricerche in rete e mi ricordo che molto tempo fa avessi anche aperto una discussione nel forum (che non trovo più), ma desideravo venire a capo del presunto problema.

Ciò che scrivi mi conferma ciò che avevo capito, il punto è che cosa accade nella mia radio se l'Alc è fuori scala? Mi parli di sovrapilotaggio dei finali ma a quanto ne so i finali sono sovradimensionati e mi sono trovato a discutere tempo addietro con un Om il quale mi riferisce di andare con l'Alc a manetta da anni senza problemi.

L'altro punto (qui credo che tu ci abbia preso in pieno), se mi ascoltano bene (anzi mi fanno anche i complimenti a volte per com'è settata la modulazione), allora c'è una regolazione "fasulla". Il punto è capire come intervenire, considerando come nota aggiuntiva che la mia radio è ancora settata di default a parte la banda in Tx leggermente più larga (volutamente), per migliorare le tonalità medio basse.

Ma forse anche per una questione di "Duty Cicle" ho l'impressione che l'Alc fuori scala forse è più in problema coi modi digitali rispetto alla fonia dove ci sono pause e picchi (Ssb) seguiti chiaramente dalle dovute pause tra un passaggio e l'altro durante un Qso, quindi molto diversamente da ciò che accade coi modi digitali.

73's - Mike

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:A che serve l'Alc?
« Risposta #4 il: 21 Febbraio 2016, 17:56:19 »


Cmq non e' na polemica la mia ,anzi. Molti dei suoi thread sono molto utili e a volte anche io li leggo con molto interesse proprio per apprendere cose che ancora ad oggi mi sfuggono o che non ho capito bene,tipo il D-STAR per fare un esempio.....!  :birra:

Ti ringrazio  :up:

73's - Mike
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


Offline fabio_bz - IN3FOB

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1643
  • Applausi 165
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • IN3FOB-QRZ.COM PAGE
  • Nominativo: IN3FOB - 1AT619
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #5 il: 21 Febbraio 2016, 19:10:47 »
Ciao michele,interessante il tuo post,io dico quello che ho io come asperienza diretta con l'alc delle mie radio.allora in iprimis direi che l'alc non varia solo al variare del mic gain ma anche in base alla potenza di uscita(rf power), e anche in base all uso del conpressore....molto utile questo dopo vediamo perche.un esempio pratico:mic gain a ore 12 e tx power e l'alc sfora s tu metti la tx power al massimo e lasci il mic a ore 12 vedrai che varia l'alc e si abbassa!quindi direi che l'alc é un rapporto diretto tra potenza di trasmissione e guadagno mocrofobico.ora parliamo del processore non che compressore.....in parole povere questo serve per far spingere di piu la modulazione e quindi anche la potenza in usciita mantenendo l alc in reggimi piu contenuti infatti se provi quando sfori l alc con il mic gain troppo alto inserisci il compressore la modulazione viene cpmpressa quindi risulta piu spinta ma piu contenuta come alc.scusate se non ho isato magari i termini piu appropriati ma volevo rendere l'idea in parole spiccie.....questo vale per le ssb ed é quello che io riscontro sui miei hf!
IN3FOB - Fabio
www.qrz.com/db/IN3FOB

IZ1PNY

  • Visitatore
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #6 il: 21 Febbraio 2016, 19:37:35 »
Ed il bello si trova che poi nei forum, ci sono O.M. che chiedono perché l' A.L.C. è sballato in tutte le bande, o in qualcuna,
alla domanda o spiegazione, HAI TOCCATO LA POTENZA nel bios ? Esempio, TI DICONO NO MAI TOCCATO NULLA.

Offline carlo_forever

  • 1RGK548
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 744
  • Applausi 130
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU4FMS - 1RGK548 - HOTEL143 - Locator JN54BR33TB
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #7 il: 21 Febbraio 2016, 20:20:49 »
l'ALC (automatic level control) è in un trasmettitore quello che è l'AGC (automatic gain control) in un ricevitore.
In pratica si affida ad un circuito (ALC) il compito di mantenere l'uscita del trasmettitore entro certi limiti senza generare (troppa) distorsione, e senza causare sovramodulazione.
Intanto risulta chiaro che in FM ed in CW non esiste ALC, cioè esiste solo il livello di uscita della portante.
In AM, e quindi in SSB, l'ALC 'appiattisce' i picchi di modulazione, ma dovrebbe contemporaneamente 'elevare' i passaggi a basso livello, in modo che il livello di uscita modulata sia sempre abbastanza simile, sia che si parli piano, sia che si parli forte.
Chiaramente nel caso in esame l'ALC è starato. Leggi il manuale d'istruzioni della radio e vedi cosa dice. Poi renditi conto che se vuoi una supermodulazione per fare i DX, sarai sempre a oltre fondo scala di ALC, perché non te ne frega automaticamente niente di essere automatico.
In normale devi trovare un compromesso fra una modulazione piena e la lancetta a fondo scala, cercando di utilizzare insieme compressore e livello del microfono, se poi c'è un controllo indipendente di ALC taralo per le tue necessità. Il compressore deve essere abbastanza profondo da comprimere i dB della tua voce, il livello del mike deve essere tale che i picchi di ALC non superino troppo la parte verde della scala.

Saluti,

Carlo.
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris
sola spe

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #8 il: 21 Febbraio 2016, 20:55:56 »
Sarebbe interessante leggere il manuale della mia Ft-950 (un giorno o l'altro dovrò pur farlo visto che non l'ho mai minimamente sfiorato!). Lo dico in onestà, non sono un fan degli smanettamenti sulle radio. La mia 950 come tutte le altre è settata di fabbrica a parte il mic gain e una banda in tx un po più larga (mi pare sui 3000).

Ma il punto è un altro, adesso leggo che forse il mio Alc è starato (???) oppure che potrei aver toccato la potenza nel Bios, no ragazzi la mia radio non ha nemmeno 1 anno e mezzo, uscita dalla scatola, connesso microfono e antenna e on-air senza modifiche di sorta.

Il fatto è che questo "problema" l'ho riscontrato discutendo anche con possessori della stessa e di altre radio nuove.

@ Fabio (In3fob), ti chiedo giusto per la prova del 9 visto che la tua Ft-3000 non è modificata puoi fare per curiosità la prova con mic gain a ore 15 e potenza massima? Mi farai sapere per curiosità, tanto non si rompe niente.

Aggiungo che avevo fatto delle prove inserendo il processore ma non venivo ascoltato con la stessa qualità audio. Dovrei agire sull'Equalizzatore (anche li ho fatto dei setting), ma la modulazione più rotonda cel'ho con tx bandwidht a 3000 e gain a ore 12.

Mi chiedevo infine (qui rinnovo la domanda), come vedete questo "problema" in relazione al tipo d'uso ovvero fonia non modi digitali. Credo che in fonia la radio abbia tutto il tempo di riposarsi e di lavorare in duty cycle.

Per curiosità ho fatto delle ricerche su altri forum, molti sostengono che in fonia l'Alc fuori scala non è da considerarsi come un problema (chiaramente ognuno dice la sua).

73's - Mike

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


Offline fabio_bz - IN3FOB

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1643
  • Applausi 165
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • IN3FOB-QRZ.COM PAGE
  • Nominativo: IN3FOB - 1AT619
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #9 il: 21 Febbraio 2016, 21:14:50 »
Si michele senza processore vado fuori scala alc e anche di molto!ma io avevo il 950 prima mo ti elenco i settavvi che avevo per md100 e ricevevo complimenti non da poco!posto la foyo del mio settaggio io usavo sempre quella eq+processore e se vedi il mic gain é molto basso e anche il processore ce ma non in maniera pesante e usa la larghezza 1-30 provali e fammi sapere cosa ne pensi poi te ne oasso altri se non ti soddisfano!
IN3FOB - Fabio
www.qrz.com/db/IN3FOB

Offline fabio_bz - IN3FOB

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1643
  • Applausi 165
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • IN3FOB-QRZ.COM PAGE
  • Nominativo: IN3FOB - 1AT619
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #10 il: 21 Febbraio 2016, 21:15:52 »
IN3FOB - Fabio
www.qrz.com/db/IN3FOB


Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #11 il: 21 Febbraio 2016, 21:30:29 »
Grazie Fabio farò delle prove con questi setting grazie mille sei un amico  :up:
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV

Offline fabio_bz - IN3FOB

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1643
  • Applausi 165
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • IN3FOB-QRZ.COM PAGE
  • Nominativo: IN3FOB - 1AT619
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #12 il: 21 Febbraio 2016, 23:09:01 »
Fifurati michele poi te ne passo altri ancora che ho realizzato per un amico ascoltandolo sempre con 950-md100
IN3FOB - Fabio
www.qrz.com/db/IN3FOB

Offline iw2mur

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 337
  • Applausi 82
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IU2FZA
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #13 il: 21 Febbraio 2016, 23:19:31 »
Carlo ha ragione, rimanendo nei livelli dell'alc la larghezza di banda è ottimale e la distorsione minima, cosa che pilotando un amplificatore lineare può fare la differenza

Inviato dal mio SM-T705 utilizzando rogerKapp mobile


Offline Gaspare93

  • 1RGK551
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 543
  • Applausi 100
  • https://www.qrz.com/db/IT9GAK
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: HAM: IT9GAK CB: CANEPAZZO
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #14 il: 22 Febbraio 2016, 01:08:50 »
Io ho lo stesso identico problema di michele....in ssb ho l'alc fuori scala ed emissione ottima può testimoniare lo stesso michele anche con il processore inserito sempre fuori scala e modulazione ottima mentre in am devo attenermi all'alc se no esco paperino 73


Offline serjo61

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 805
  • Applausi 63
  • Sesso: Maschio
  • da casa mia verso il mondo!
    • Mostra profilo
    • su Facebook Nick Sergio
    • E-mail
  • Nominativo: Nick
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #15 il: 22 Febbraio 2016, 07:39:26 »
ho letto "dichiarazioni" di OM secondo i quali l'indicatore dell'ALC deve muoversi appena appena, ma così non so cosa venga fuori da quella radio.
personalmente ho avuto problemi con l'ALC del mio vecchio FT 707 usato già un 25 anni fa con i modi digitali, non comprendendo bene che cosa fosse questo sconosciuto ALC non ci ho fatto caso, con il risultato di spingere troppo segnale audio in ingresso fin quando poi il circuito di controllo del guadagno non è più riuscito a contenere il sovrapilotaggio audio e si è guastato.
quindi l'ALC non è una funzione presente solo sugli apparati nuovi, ma già presente in passato, e forse non tenuto (sopratutto da me...  >:D ) nella giusta considerazione
confermo, per mia esperienza, la relazione tra potenza (WATT) audio (MIC) e appunto il controllo ALC per quanto riguarda il risultato della modulazione in uscita
grazie Michele per l'apertura di questa utile discussione, che da modo di confrontare opinioni ed esperienze diverse su un argomento che, almeno sui manuali delle radio, non ho mai visto spiegato in modo chiaro :up:

IZ1PNY

  • Visitatore
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #16 il: 22 Febbraio 2016, 08:18:31 »
Se il costruttore indica dei parametri su grafica da non superare, vedasi anche sui manuali di istruzione, con disegnini anche, va da se che il settaggio a parere del fabbricante, è l'ottimo per la resa rapportata proporzionalmente tra potenza, audio, efficienza della tx.

La zona segnata dalla grafica, appunto da non superare, nel senso che se si supera, le caratteristiche di rendimento non ci sono negli standard, quanto qualche cosa non va come deve.

Una radio nuova, mai aperta, ne ritoccata nel bios, NON DOVREBBE essere starata di A.L.C.

Nel caso si pensi che lo sia, necessita di ritaratura da assistenza, meglio se ancora in garanzia.

Si accorgono dello smanettamento, in quanto pochi parametri si modificano algoritmicamente senza dover ritarare altro.............
Oppure, vedono un valore che non ha relazione con altro afferente di fabbrica.
Nell'ordine:
Yaesu facilità di entrata bios, parecchi in giro questo problema.
Kenwood a campione, difficoltà di entrata bios.
Icom, nessuno con questo problema che io sappia,  per entrare nel bios o si è capaci o la radio la butto, troppo articolato.

A voi le conclusioni.
« Ultima modifica: 22 Febbraio 2016, 08:21:59 da IZ1PNY »

Offline capitanpippo

  • 1RGK454
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 275
  • Applausi 70
  • Sesso: Maschio
  • Giro il Mondo via Radio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: PA9IGB - IT9EVG - 1RGK454 - 19RF454
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #17 il: 22 Febbraio 2016, 11:31:20 »
Michele, sono fuori al momento, rientro domani e faccio due prove sul mio 950 e ti faccio sapere.
https://www.qrz.com/db/PA9IGB

--... ...-- / -.. . / --. .. ..- ... . .--. .--. .

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #18 il: 22 Febbraio 2016, 14:13:27 »
Buongiorno a tutti. Mi fa piacere che sia venuta fuori una discussione interessante ed utile al confronto ma resta aperta la questione più importante. In una lettura fatta tempo addietro un Om asseriva che questo problema dell'Alc fuori scala riguardava esclusivamente i modi digitali poiché andando in fonia lo stress della radio (riferito principalmente ai suoi finali), torna relativo in virtù del fatto che in Ssb non vi è una portante continua e quindi il cosiddetto duty cycle della radio viene comunque rispettato.

Oltretutto mi viene da fare anche un'altra considerazione: nei manuali delle ns radio non c'è scritto da nessuna parte: ragazzi dovete usare esclusivamente processore ed equalizzatore al fine di ottenere un buon effetto presenza senza sforare la scala dell'Alc.

Se prendiamo ad esempio la mia vecchia Ic-718 essa non prevede l'inserimento del processore e manca di equalizzatore parametrico. Devo quindi attenermi esclusivamente alla regolazione del mic gain onde non intervenire di compressore che mi fa andare in saturazione. Quindi con la Ic-718 a compressore escluso sono costretto a portare il mic gain a livello 80 per spingere bene con l'Sm-30 e, chiaramente, ho anche qui l'Alc fuori scala e anche in questo caso se porto l'Alc nei limiti mi sentono basso.

Ps: ho fatto Qso con un possessore di Ft-950 il quale mi riferisce che da svariati anni esce con Alc fuori scala e che la sua radio non ha mai manifestato problemi, a suo dire proprio per il duty cycle operando anch'egli esclusivamente in fonia.

73's - Michele

Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


JulioMN

  • Visitatore
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #19 il: 23 Febbraio 2016, 09:30:59 »
Io penso che i forum servano proprio per lanciare argomenti di discussione, più o meno tecnici, inerenti ad un argomento che stia collettivamente a cuore (in questo caso la radio).
Quindi si sparli purché se ne parli ed il forum in questo modo è vivo!
Io ad esempio non sapevo che l'ALC fosse una "taratura iniziale poi stop"........

73 a tutti

Offline carlo_forever

  • 1RGK548
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 744
  • Applausi 130
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU4FMS - 1RGK548 - HOTEL143 - Locator JN54BR33TB
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #20 il: 23 Febbraio 2016, 19:07:55 »
Nelle radio veramente vecchie, quelle a valvole, c'era la scala dell'ALC, e c'era anche un trimmer posteriore o interno per regolare (un po' e basta) il livello dell'ALC. Io credo di non aver mai fatto un solo QSO senza l'ALC fuori come un balcone. Ho spiegato cosa è l'ALC, ma in realtà non serve e non è mai servito a niente. E' chiaro che se voglio una modulazione spinta non dovrò limitarla, e che se invece voglio i picchi di modulazione tutti allineati e coperti mi sentiranno come uno che sussurra ai transistor!...

Non dovrebbe bruciare niente, t'è vojja, l'ALC non lo ha mai c@g@to nessuno!

Carlo.
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris
sola spe

Velox

  • Visitatore
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #21 il: 23 Febbraio 2016, 20:01:02 »

Non ho esperienza di radio moderne ma nei  vecchi apparati la regolazione dell'ALC è semplicissima.
Per esempio, su Yaesu o Sommerkamp 101/277 la regolazione del mic. gain deve mantenere la lancetta dell's.meter ( regolato per la lettura dell'ALC) in una determinata zona ( quella verde in questo caso).
Ancor più semplice sui vintage made USA tipo TR7 o Ten Tec Omni  in quanto la regolazione si ottiene sempre si con il mic. gain ma  appena i picchi di modulazione fanno accendere un led, in genere giallo o rosso.
Velox

Offline IZ8XOV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 8360
  • Applausi 492
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #22 il: 23 Febbraio 2016, 20:29:33 »
Io credo di non aver mai fatto un solo QSO senza l'ALC fuori come un balcone.

Bene, vedo che siamo in tanti ad essere fuori scala con l'Alc. Per piacere Carlo qual è la tua opinione sul duty cycle e sullo stress dei finali? Io reputo che l'alc fuori scala in fonia non crei problemi particolari visto che la Ssb non è una portante continua e visto che nei Qso ci sono pause anche lunghe per cui lo stress onestamente non lo vedo.

se invece voglio i picchi di modulazione tutti allineati e coperti mi sentiranno come uno che sussurra ai transistor!...


Hi!  :up:

73's - Michele
Il radioamatore è una persona affascinata dal comportamento delle onde radio e da tutto ciò che serve ad esplorarle. E' uno sperimentatore che opera nel rispetto delle leggi e che ama condividere con gli altri le proprie conoscenze, Michele IZ8XOV

LA MIA STAZIONE RADIO: www.qrz.com/db/IZ8XOV


Offline fabio_bz - IN3FOB

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1643
  • Applausi 165
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • IN3FOB-QRZ.COM PAGE
  • Nominativo: IN3FOB - 1AT619
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #23 il: 23 Febbraio 2016, 20:34:27 »
Ciao michele io vado contro corrente...ic746 esco bello forte con mic gain a metà processore acceso e l'alc non esce dal range limite,idem con ft300 mic gain a 20 processore a 18 e vado a cannone sulserio alc sempre entro il limite!e ti garantisco che con il 3000 la modulazione é bella spinta anche perche accoppiato a un heil pr781.ma anche il 748 con saponetta non scherza.
IN3FOB - Fabio
www.qrz.com/db/IN3FOB

Offline fabio_bz - IN3FOB

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1643
  • Applausi 165
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • IN3FOB-QRZ.COM PAGE
  • Nominativo: IN3FOB - 1AT619
Re:A che serve l'Alc? (settaggi)
« Risposta #24 il: 23 Febbraio 2016, 20:34:50 »
Hai provato i settaggi che ti ho fornito?
Ne ho altri favolosi per l'uso del 950 con md100 eq+proc inserito
IN3FOB - Fabio
www.qrz.com/db/IN3FOB