Autore Topic: Alan 48 con 1969....  (Letto 4140 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline gattonero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1836
  • Applausi 20
  • Sesso: Maschio
  • C.B. GattoNero Salentino - Puglia
    • Mostra profilo
    • Radioamatore
    • E-mail
  • Nominativo: IW7ED
Re: Alan 48 con 1969....
« Risposta #25 il: 07 Marzo 2008, 18:17:56 »
Ti Ringrazio per l'info  :up:
1-R G K-129 -----Station Dx 11meter - 1 T.M.129
                 1 F R I 1857 -  Free-Radio-Italia
                             PMR/LPD Italy 
                                 Op.Fabio
    
             Sito WEB: http://iw7ed.jimdo.com/


Offline leonardo6357

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 647
  • Applausi 1
  • Sesso: Maschio
  • Speriamo che funzioni
    • Mostra profilo
Re: Alan 48 con 1969....
« Risposta #26 il: 12 Marzo 2008, 17:41:54 »
Io sono del parere che per variare le prestazioni di uno stadio finale bisogna variare lo stadio finale,per mantenere inalterato la qualita' della modulazione ed aumentarne le prestazioni,sovralimentare uno stadio finale per aumentarne le prestazioni significa di conseguenza aumentare le perdite in qualita',è  come se noi avessimo un segnale sporco e lo si volesse amplificare per migliorarlo,in realta' non è cosi' perchè e vero che si amplifica il segnale ma è anche vero che si amplificano i disturbi,ora questo nel nostro campo non è ben visibile se non ben attrezzati ,per cui i due interventi molto tecnici dei due amici lancillotto e tecnolabo sono alquanto esatti.
Molto spesso la teoria serve a migliorare.  :up: grazie ragazzi. :birra:
La radio è la tua voce , se la tocchi la rompi.

Offline DukeAlex

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1803
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
  • Sono io che vengo a prenderti!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Alan 48 con 1969....
« Risposta #27 il: 12 Marzo 2008, 18:46:16 »
Io per fare prove e confronti,proporrei di adottare per tutti la tensione standard di 13,8 volt,e l'utilizzo di un wattmetro selettivo che  tenga conto solo  della potenza emessa dalla fondamentale senza sommare tutti i valori emessi dalle armoniche e sopratutto dalle spurie emesse dopo varie modifiche.(Toglietevi la curiosità di farvi analizzare l'emissione del vostro trasmettitore con un'analizzatore di spettro).Per ovviare a tante misure errate,oltre ad avere un wattmetro attendibile ed un carico fittizio con basso return loss sarebbe già utile interporre tra trasmettitore e Wattmetro perlomeno un filtro passa basso con frequenza di taglio di 30 Mhz ed attenuazione nota che elimini le componenti inutili alla misura oltre tale valore, in modo da far leggere al wattmetro la sola portante a 27 Mhz ripulita perlomeno dalle spurie e dalle armoniche superiori.Spero di essere stato chiaro e non aver confuso le idee,il mio intento è solo quello di cercare di spiegare che la potenza letta a volte,ripeto a volte è solo apparente poiche la stragrande maggioranza delle misure è fatta senza tener conto della  somma dei vari prodotti emessi dal trasmettitore.  :miiii:

Mi sembra una discussione che ho fatto in verticale con alcuni amici.4/5 giorni fa ...
infatti, mentre facevo delle misure " particolari"...li facevo notare come i 100watt di un hf...precisamente di un 140.... diventavano appena 50 watt ripulitti dopo aver messo i vai filtri.con soppressione a 25db . ma la cosa per cui sono rimasti tutti perplessi ... è un' altra...che il segnale ricevuto da un corrispondente rimaneva invariato !!.... loro ovviamente sono rimasti perplessi... poi... dopo varie spiegazioni hanno afferrato il concetto....
il 140 genera spurie?

W i lineari e chi li ha inventati!! Tutti dovrebbero usarli ! Ci ascolteremmo meglio.....

Online r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16030
  • Applausi 392
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Alan 48 con 1969....
« Risposta #28 il: 12 Marzo 2008, 21:34:20 »
Io per fare prove e confronti,proporrei di adottare per tutti la tensione standard di 13,8 volt,e l'utilizzo di un wattmetro selettivo che  tenga conto solo  della potenza emessa dalla fondamentale senza sommare tutti i valori emessi dalle armoniche e sopratutto dalle spurie emesse dopo varie modifiche.(Toglietevi la curiosità di farvi analizzare l'emissione del vostro trasmettitore con un'analizzatore di spettro).Per ovviare a tante misure errate,oltre ad avere un wattmetro attendibile ed un carico fittizio con basso return loss sarebbe già utile interporre tra trasmettitore e Wattmetro perlomeno un filtro passa basso con frequenza di taglio di 30 Mhz ed attenuazione nota che elimini le componenti inutili alla misura oltre tale valore, in modo da far leggere al wattmetro la sola portante a 27 Mhz ripulita perlomeno dalle spurie e dalle armoniche superiori.Spero di essere stato chiaro e non aver confuso le idee,il mio intento è solo quello di cercare di spiegare che la potenza letta a volte,ripeto a volte è solo apparente poiche la stragrande maggioranza delle misure è fatta senza tener conto della  somma dei vari prodotti emessi dal trasmettitore.  :miiii:

Mi sembra una discussione che ho fatto in verticale con alcuni amici.4/5 giorni fa ...
infatti, mentre facevo delle misure " particolari"...li facevo notare come i 100watt di un hf...precisamente di un 140.... diventavano appena 50 watt ripulitti dopo aver messo i vai filtri.con soppressione a 25db . ma la cosa per cui sono rimasti tutti perplessi ... è un' altra...che il segnale ricevuto da un corrispondente rimaneva invariato !!.... loro ovviamente sono rimasti perplessi... poi... dopo varie spiegazioni hanno afferrato il concetto....
il 140 genera spurie?
73 a tutti tecnicamente qualsiasi amplificatore genera armoniche e spurie, poi se il ts140 non è seviziato da regolazioni poco ortodosse tipo alc a 1000 e aumento di potenza oltre il normale allineamento fatto come da manual service ,il contenuto di armoniche e spurie è molto contenuto e non necessita di ulteriori filtri,il discorso cambia se si vuole spremere al massimo i finali e ci si affida al solo wattmetro per vedere il risultato... e il discorso fatto da Tecnolabo è supportato dai strumenti necessari, analizzatore di spettro accoppiatore e carico fittizio e anche altro come generatori audio ecc...