Autore Topic: ma la patente serve a.......  (Letto 15307 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline IL PASSEGGERO

  • 1RGK025
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2280
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ7QPS
ma la patente serve a.......
« il: 20 Settembre 2007, 23:17:45 »
ciao,
mi chiedevo, visto che ho fatto richiesta di patente radioamatoriale, se una volta conseguito gli esami potevo detenere ogni tipo di apparato, sia in casa che in auto!
ad esmpio una volta patentato posso installare in auto un jack , lincoln, ranger ecc.
in pratica un all mode?
o rischio di incappare in muulte salatissime o kissa quale altro guaio?
ciao!
 ???
http://iz7qps.jimdo.com/
IZ7QPS -- il passeggero
op. Franco
1RA033 - 1RGK025
SWL I7-4101-BA
Long : 15.90641 E (15° 54' 23'' E)
Lat : 41.2659 N (41° 15' 57'' N)
QTH locator : JN71WG


Offline antony it9val

  • 1RGK003
  • Administratore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1202
  • Applausi 41
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • http://www.rogerk.net
  • Nominativo: IT9VAL
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #1 il: 20 Settembre 2007, 23:28:19 »
Caro Francesco,
la patente non Ti permette mica di far tutto ciò che vorresTi fare con le radio (purtroppo). Ti permette di trasmettere su tutte le frequenze adibite al servizio di radioamatore, con le potenze e nei modi di emissione previsti dalla legge.
Ergo, Ti permette il possesso e l'uso di apparecchiature, destinate esclusivamente all'uso radioamatoriale, e omologate per il suddetto uso.
In teoria saresti sanzionabile anche parlando in banda cittadina (nei 40 canali) con un'apparato HF, nonostante Tu sia concessionario e pagante il canone annuo. Puoi utilizzare le apparecchiature in trasmissione, prettamente, nelle bande assegnate al servizio, perciò seguendo il band plane.
Se Ti beccano con un apparato in auto non omologato, neanche per l'uso in 10mt (28 Mhz) passi guai seri, alla stregua del pirata privo di pezzi di carta.

73' Antony
IT9VAL

1 R.G.K. 003  ~  antony CHIOCCIOLA rogerk.net

''Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità ''

"Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perchè in cio' sta l'essenza della dignita' umana." Giovanni Falcone


host image

1et078

  • Visitatore
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #2 il: 20 Settembre 2007, 23:34:10 »
meglio la patente e le bande radioamatore che il mortorio in 27 mhz


Offline rexnet

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 127
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • L'Osservatore Astrale
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #3 il: 21 Settembre 2007, 02:09:56 »
Essendo radioamatore uno può detenere QUALSIASI apparato radio, anche autocostruito, purché non utilizzato in TX su frequenze difesa/marina/avio/bande_riservate/satellite_non_amatoriale che rispetti le normative su l'inquinamento elettromagnetico.
Radio Base Ufficiale: I-MAX 2000; Midland Alan 8001s; Magnum S-9
Auto: Sirio Turbo 5000 e Midland Alan 48 Plus Multi
Da parte: Mantova Turbo; Sirio Turbo 2000; President Jackson
Giocattoli: Alan 48 Excel Multi; Intek M-

Offline it9pqu

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 50
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #4 il: 21 Settembre 2007, 02:33:10 »
Ciao a tutti volevo solo dire che le apparecchiature radioamatoriali non hanno omologazione! perchè si possono autocostruire per cui un apparecchio auto costruito non è soggetto a verifiche se non da parte di chi lo ha cocepito solo ed esclusivamente per delle migliorie.
Inoltre tutte quelle radio quale jackson escluso Lincoln che puo essere usato solo ed esclusivamente in banda 10 metri, tutti i "non omologati" sono vietati dalla legge sia x i cb sia x i radioamatori.
Il radioamatore che vuol fare il cb si fa la concessione ed è abilitato anche a quella frequenza.

3 de IT9PQU


Offline 1VP001

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 705
  • Applausi 5
  • Sesso: Maschio
  • IL PEGGIORE
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #5 il: 21 Settembre 2007, 03:42:32 »
si e no, nel senso che in banda cb dovresti avere l'autorizzazione apposita e trasmenttere con apparati omologati, patente o non patente e soprattutto LICENZA o non LICENZA (la patente indica solo che si è idonei, non autorizza a fare il radioamatore con una propria stazione, per quello ci vuole una licenza).
Attenzione però: furbescamente quasi tutti i cb "non omologati" hanno piccole o grandi porzioni di frequenze radioamatoriali, come il jackson o altri, che negli ultimi canali dell'ultima banda trasmenttono nei 28 MHz.
In questo caso come radioamatore sei più che in regola ad avere quella radio "per usarla nella porzione radioamatoriale" CAPITO? ;-)
Il mio Lincoln in BM, associato al Bias, è regolarissimo, visto che viene ovviamente usato solo in 10 metri... e l'importante è stare dentro ai 500 watt pep come indica la mia licenza. Lo stesso dicasi per il TyphoonII. Solo in 10 metri mi raccomando ok? ;-P

ciao
Mirko
Stazione in furgone: President JFK + Sadelta ec880 + Bias Comb12 + Avanti Moonraker.
Stazione su fuoristrada: Tristar 120 + Magnum TE500 + Avanti Moonraker.
In casa: collezionista (accatastatore e distruttore) di radio e microfoni.

Offline CODICE_ROSSO

  • 1RGK005
  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3471
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ7QLY
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #6 il: 21 Settembre 2007, 07:35:38 »
NON é esattamente cosi;  gli radioamatore possono usare solo le radio che sono state immesse nel mercato europeo..che hanno gli standard ( CE )...

Ad esempio: un' apparato come il Lincoln con il marchio ( CE ) può essere usato da un radioamatore ... se però è privo di questo marchio l' radioamatore usa una radio PIRATA non conforme !!!......ovviamente per avere il marchio CE . la casa costruttrice proponente...deposita tutti i manuali inclusi i parametri tecnici e le caratteriste radioelettriche..

Questo è espresso nel nuovo codice delle comunicazioni con l' art 119/ e 121
i  quali fanno riferimento netto al Decreto legislativo N_269 9 maggio 2001 che dice :
LEGGETELO è interessante .....
SOTTO UN RAR


[allegato eliminato dall\'amministratore]
« Ultima modifica: 21 Settembre 2007, 12:07:08 da CODICE_ROSSO »
1RGK005
CODICE-ROSSO
Gianluca IZ7QLY


Offline Nembo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2770
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in qrt
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #7 il: 21 Settembre 2007, 09:44:31 »
NON é esattamente cosi gli radioamatore possono usare solo le radio che sono state immesse nel mercato europeo..che hanno gli standard ( CE )...

Ad esempio: un' apparato come il Lincoln con il marchio ( CE ) può essere usato da un radioamatore ... se però è privo di questo marchio l' radioamatore usa una radio PIRATA non conforme !!!......ovviamente per avere il marchio CE . la casa costruttrice proponente...deposita tutti i manuali inclusi i parametri tecnici e le caratteriste radioelettriche..

Questo è espresso nel nuovo codice delle comunicazioni con l' art 121
il quale fa riferimento netto al Decreto legislativo N_269 9 maggio 2001 che dice :
LEGGETELO è interessante .....
SOTTO UN RAR


quoto Codice al 100%
aggiungo che la patente non implica un' autorizzazione a fare ciò che si vuole su tutte le frequenze e con ogni apparato.
Tenete presente che un radioamatore non può detenere e usare apparati in sintonia continua e nemmeno trasmettere sui 40 della 27.
Diciamo che con la patente si vive un po' più tranquilli ( potenze sino a 500W, antenne di tutti i tipi ) e basta, perchè spesso e volentieri anche se pescati con una radio non proprio "ortodossa" basta esibire patente ed autorizzazione e si viene congedati....
73 + 51  a tutti

Offline Nembo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2770
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Utente in qrt
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #8 il: 21 Settembre 2007, 10:01:32 »
NON é esattamente cosi gli radioamatore possono usare solo le radio che sono state immesse nel mercato europeo..che hanno gli standard ( CE )...


sarebbe come dire che un radioamatore non puo' costruirsi e poi usare la radio

che non puo prendersi un K3 in kit e farselo in casa e poi usarlo

forse in Italia  :down:

Vedi Maico, Tu abiti in un bellissimo paese dove c' è ordine, anche nelle normative.
Noi invece viviamo in un caos continuo dove le norme si sovrappongono e si contraddicono.
E' ammessa l' autocostruzione e la sperimentazione, che poi è la ragione di esistenza degli radioamatore. Quindi se uno si autocostruisce un rtx a sintonia continua può farlo, ma lo deve usare sulle frequenze assegnate al servizio radioamatoriale. Se fanno un controllo però l' apparato in questione può essere sequestrato per le verifiche del caso e spesso ( e questo dipende dal funzionario ) viene confiscato quale sanzione accessoria per avere trasmesso ( in via presuntiva: hai l' apparato in sintonia continua, quindi lo usi dove non dovresti ) su frequenze non tue.
Stesso discorso per gli apparati acquistati: Tutti sanno che un rtx nuovo ha le bande ben distinte con tanto di beep di fine banda, anche se poi come omaggio del negoziante c' è la famosa "apertura" .
Come vedi la normativa è rigida, poi ognuno si arrangia, a proprio rischio e pericolo confidando appunto in quel caos che vige in Italia.
Cara la Tua Svizzera!


73 + 51  a tutti


Offline ciao

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 29
  • Applausi 0
  • cb sanpietro carbonaro
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #9 il: 21 Settembre 2007, 10:36:10 »
NON é esattamente cosi gli radioamatore possono usare solo le radio che sono state immesse nel mercato europeo..che hanno gli standard ( CE )...

Ad esempio: un' apparato come il Lincoln con il marchio ( CE ) può essere usato da un radioamatore ... se però è privo di questo marchio l' radioamatore usa una radio PIRATA non conforme !!!......ovviamente per avere il marchio CE . la casa costruttrice proponente...deposita tutti i manuali inclusi i parametri tecnici e le caratteriste radioelettriche..

Questo è espresso nel nuovo codice delle comunicazioni con l' art 121
il quale fa riferimento netto al Decreto legislativo N_269 9 maggio 2001 che dice :
LEGGETELO è interessante .....
SOTTO UN RAR


dico la mia concordo al 90%

non esiste apparato omologazioni e balle varie a meno che non vuoi commercializzare un apparato allora serve l'omologazione ce e quanto indicato nei file rar....

i radioamatori nelle bande assegnate possono prendere i componenti elettronici (o fabbricarli) e trasmettere liberamente sulle frequenze autorizzati  con la potenza  massima assegnata dal ministero

quindi prendi un jakson e lo modifichi e lo porti sui 10 metri lo puoi fare e portartelo dove vuoi ... se poi al momento del controllo sei sul 27555 e dici cq dx 11 metri allora ti fanno il c _ _ _ o

ecco dove è l'inghippo ... c'e' differenza tra privati e ditta ovvero un rivenditore non potra'comprare un apparato costruito in russia se non risponde alle norme ... un radioamatore si poi lo deve usare sulle bande radioamatoriali con la potenza max assegnata dal ministero ... poi i controlli possono essere fatti a tutte le ore dove gli apparati sono detenuti e se crea disturbo il radioamatore viene segnalato ed eve evitare di crearlo
se periste e se ne frega allora  :merdina: 

CB San Pietro
operatore
Francesco
QTH
Genova

------------------------------------------

il baracco non morirà mai!!! W la 27

Offline CODICE_ROSSO

  • 1RGK005
  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3471
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ7QLY
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #10 il: 21 Settembre 2007, 11:11:51 »
NON MI PIACE SMENTIRE !!!!... per mia natura e carattere.. ma ricordiamoci che siamo un gruppo e ci leggono molte persone.. non vorrei mai che passasse una notizia per un' altra.....
I RADIOAMATORI ....è vero che possono dilettarsi nell' autocostruzione.. ma non è assolutamente vero che sono autorizzati ad usare e sperimentare o fare qso con le radio o antenne da loro costruite ..... infatti, per fare questo; si chiede un autorizzazione SPECIALE che ha un notevole costo...( COSTA CIRCA 750 euro)., e che ha dei termini ben precisi... sulla progettazione, lo scopo, e le caratteristiche, oltretutto c'è l'obbligo della consegna di apposita relazione,  di  manuali d' uso , schemi elettrici e di dichiarazione di responsabilità per danni eventualmente causati sulle altre apparecchiature elettroniche...



Chi dice questo è il nuovo codice con questo articolo e suoi derivati...
Ho messo solo il fondamentale, se volete metto anche gli altri....

Art. 123 NUOVO CODICE:
Sperimentazione
1. E' consentita la sperimentazione di sistemi e di apparecchiature di radiocomunicazione, previa autorizzazione temporanea, che consegue alla presentazione di apposita dichiarazione. L'autorizzazione temporanea ha validità massima di centottanta giorni, rinnovabile previa presentazione di ulteriore dichiarazione al Ministero da effettuare sessanta giorni prima della scadenza, il quale si riserva di valutare le motivazioni addotte, anche sulla base dei risultati conseguiti, entro quarantacinque giorni da tale presentazione.

PS cercate "autorizzazione temporanea per sperimentazione" sul nuovo codice....
Dimenticavo tutte queste leggi sono RISPETTATE NELLA COMUNITA'  EUROPEA  e hanno validita in tutta EUROPA ....
« Ultima modifica: 21 Settembre 2007, 12:11:11 da CODICE_ROSSO »
1RGK005
CODICE-ROSSO
Gianluca IZ7QLY


aquilabianca

  • Visitatore
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #11 il: 21 Settembre 2007, 12:19:16 »
Raga, la patente serve........ ad essere pirati migiori  ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin:

Offline Derrick

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 547
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #12 il: 21 Settembre 2007, 18:12:07 »
NON MI PIACE SMENTIRE !!!!... per mia natura e carattere.. ma ricordiamoci che siamo un gruppo e ci leggono molte persone.. non vorrei mai che passasse una notizia per un' altra.....
I RADIOAMATORI ....è vero che possono dilettarsi nell' autocostruzione.. ma non è assolutamente vero che sono autorizzati ad usare e sperimentare o fare qso con le radio o antenne da loro costruite ..... infatti, per fare questo; si chiede un autorizzazione SPECIALE che ha un notevole costo...( COSTA CIRCA 750 euro)., e che ha dei termini ben precisi... sulla progettazione, lo scopo, e le caratteristiche, oltretutto c'è l'obbligo della consegna di apposita relazione,  di  manuali d' uso , schemi elettrici e di dichiarazione di responsabilità per danni eventualmente causati sulle altre apparecchiature elettroniche...



Chi dice questo è il nuovo codice con questo articolo e suoi derivati...
Ho messo solo il fondamentale, se volete metto anche gli altri....

Art. 123 NUOVO CODICE:
Sperimentazione
1. E' consentita la sperimentazione di sistemi e di apparecchiature di radiocomunicazione, previa autorizzazione temporanea, che consegue alla presentazione di apposita dichiarazione. L'autorizzazione temporanea ha validità massima di centottanta giorni, rinnovabile previa presentazione di ulteriore dichiarazione al Ministero da effettuare sessanta giorni prima della scadenza, il quale si riserva di valutare le motivazioni addotte, anche sulla base dei risultati conseguiti, entro quarantacinque giorni da tale presentazione.

PS cercate "autorizzazione temporanea per sperimentazione" sul nuovo codice....
Dimenticavo tutte queste leggi sono RISPETTATE NELLA COMUNITA'  EUROPEA  e hanno validita in tutta EUROPA ....



Ciao CodiceRosso, ben risentito.
Hai preso un piccolo abbaglio. L'articolo 123 da te citato fa parte infatti del capo IV della legge, che contiene le       "DISPOSIZIONI COMUNI ALLE RETI E SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA AD USO PRIVATO"  (ho copiato ed incollato per comodità).  Si tratta ad esempio delle radio dei Metronotte, delle ditte autorizzate ecc.

I Radioamatori ed i CB trovano le proprie disposizioni al Capo VII "RADIOAMATORI"  (Artt. 134-145)

Le normative tecniche, sempre per i Radioamatori, sono contenute invece nell'Allegato n.26 della medesima legge.
All'interno di tale allegato si legge semplicemente:

Art. 16
Requisiti delle apparecchiature
1. Le apparecchiature radioelettriche utilizzate dalle stazioni di radioamatore acquistate,
modificate o autocostruite, devono rispondere ai requisiti tecnici previsti dalla normativa
internazionale di settore.
2 Le apparecchiature radioelettriche impiegate nelle stazioni di radioamatore, ove
predisposte ad operare anche con bande di frequenze, classe di emissione o potenze
diverse da quelle assegnate dal piano nazionale di ripartizione delle frequenze, devono
comunque essere utilizzate nel rispetto delle norme di esercizio di cui all'articolo 12.

Che vuol dire che le emissioni spurie degli apparati (anche autocostruiti), nonché la larghezza di banda occupata dei vari tipi di modulazione ecc.  devono rientrare nei limiti delle normative internazionali (mi pare ovvio) nonché che è possibile detenere ed usare apparati predisposti ad operare anche al di fuori delle bande di frequenza (come il Lincoln o un qualunque apparato radioamatoriale "aperto") purché ovviamente vengano usati all'interno delle bande assegnate, nei modi previsti e con la potenza permessa. Ciò vuol dire per esempio che detenere un lineare da 5 Kw non costituisce infrazione al codice, purché possa operare anche all'interno delle bande radioamatoriali e sia usato in modo da non uscire con più di 500 W ( :mrgreen:).

Tant'è per precisione. Se ci levano anche l'autocostruzione di apparati/accessori/antenne, tanto vale chiacchierare su internet  ;-)

Ciao a tutti!


Offline eurodani

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2824
  • Applausi 20
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 233KW1
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #13 il: 21 Settembre 2007, 18:22:56 »
Raga, la patente serve........ ad essere pirati migiori  ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin:

Io, infatti, studio per pirateggiare meglio, anche dall' auto !!  :birra:


Sto' po',po' di radio mica le ho prese per ascoltare Radio Maria.  ;)

« Ultima modifica: 21 Settembre 2007, 18:27:14 da eurodani »
233KW1 - Romania

Transceiver: Icom IC-7700 or Kenwood TS-950SDX
CB Antenna: Long-Yagi LFA 4 elem. @ 15mt tower

Offline CODICE_ROSSO

  • 1RGK005
  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3471
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ7QLY
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #14 il: 21 Settembre 2007, 18:27:43 »
IMPORTANTE  SOTTO IL CODICE SVIZZERO IN PDF PER UN CONFRONTO...

La cosa è ineressante !!!   però mi sono letto anche il "codice svizzero"...

Infatti, in SVIZZERA in merito a questioni RADIOAMATORIALI ....siete messi come noi,  anzi peggio..., oltre a pagare la concessione/canone per la sperimentazione ,  si è obbligati a fare le dovute prove  in presenza di " personale qualificato esterno " che secondo l' UFCOM deve accertarsi che vengano rispettati i DISPOSITIVI LEGALI E TECNICI...in conformita' con le normative internazionali...in materia di telecomunicazioni:

OVVIAMENTE  QUESTO NON LO DICO IO MA L' UFCOM:
TRATTO DA LINK:
http://www.bakom.ch/themen/frequenzen/00689/01567/index.html?lang=it




Prove di impianti di radiocomunicazione

La concessione per prove di impianti di radiocomunicazione autorizza il titolare ad utilizzare un impianto per prove di radiocomunicazione (prove di irradiamento, misurazioni di diffusione, ecc.) durante la fase di sviluppo degli impianti e dei sistemi.
La concessione definisce l’impianto di radiocomunicazione. Un responsabile tecnico deve sorvegliare le prove (dipl. ing. PF, SUP o elettrotecnico STS, ecc.). Occorre redigere un protocollo delle prove effettuate, contenente lo scopo, il tipo, l’inizio e la fine della prova. Il protocollo deve essere conservato per tre anni e, se necessario, essere messo a disposizione dell’autorità concedente


PER quanto riguarda invece l'aspetto " formativo",Da noi,  le prove non concedono il 70% di margine di errore come in Svizzera e non sono concessi database con formule e formulette per sostenere le prove ,   , si viene bocciati con pochi errori...e DOBBIAMO STUDIARE QUESTO :



PROGRAMMA DI ESAME
PER IL CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE DI RADIOAMATORE
PARTE I


QUESTIONI RIGUARDANTI LA TECNICA, IL FUNZIONAMENTO E LA REGOLAMENTAZIONE
A. - QUESTIONI DI NATURA TECNICA
1.- ELETTRICITA', ELETTROMAGNETISMO E RADIOTECNICA - TEORIA
1.1. - Conduttività
- Materiali conduttori, semiconduttori ed isolanti
- Corrente, tensione e resistenza
- Le unità di misura: ampere, volt e ohm
- La legge di Ohm
- Le leggi di Kirchhoff
- La potenza elettrica
- L'unità di misura: il watt
- L'energia elettrica
- La capacità di una batteria
1.2. - I generatori elettrici
- Generatore di tensione, forza elettromotrice (f.e.m.), corrente di corto circuito, resistenza interna e tensione di uscita
- Connessione di generatori di tensione in serie ed in parallelo
1.3. - Campo elettrico
- Intensità di campo elettrico
- L'unità di misura: volt/metro
- Schermatura contro i campi elettrici
1.4. - Campo magnetico
- Campo magnetico attorno ad un conduttore
- Schermatura contro i campi magnetici
1.5. - Campo elettromagnetico
- Le onde radio come onde elettromagnetiche
- Velocità di propagazione e relazione con la frequenza e la lunghezza d'onda
- Polarizzazione
1.6. - Segnali sinusoidali
- La rappresentazione grafica in funzione del tempo
- Valore istantaneo, valore efficace e valore medio
- Periodo
- Frequenza
- L'unità di misura: hertz
- Differenza di fase
1.7. - Segnali non sinusoidali
- Segnali di bassa frequenza
- Segnali audio
- Segnali rettangolari
- La rappresentazione grafica in funzione del tempo
- Componente di tensione continua, componente della frequenza fondamentale e armoniche
1.8. - Segnali modulati
- Modulazione di ampiezza
- Modulazione di ampiezza a banda laterale unica
- Modulazione di fase, modulazione di frequenza
- Deviazione di frequenza e indice di modulazione
- Portante, bande laterali e larghezza di banda
- Forme d'onda
1.9. - Potenza ed energia
- Potenza dei segnali sinusoidali
- Rapporti di potenza corrispondenti ai seguenti valori in dB: 0 dB, 3 dB, 6 dB, 10 dB e 20 dB (positivi e negativi)
- Rapporti di potenza ingresso/uscita in dB di amplificatori collegati in serie e/o attenuatori
- Adattamento (massimo trasferimento di potenza)
- relazione tra potenza d'ingresso e potenza di uscita e rendimento
- Potenza di cresta della portante modulata
2.- COMPONENTI
2.1.- Resistore
- Resistenza
- L'unità di misura: l'ohm
- Caratteristiche corrente/tensione
- Potenza dissipata
- Coefficiente di temperatura positivo e negativo
2.2.- Condensatore
- Capacità
- L'unità di misura: il farad
- La relazione tra capacità, dimensioni e dielettrico (limitatamente agli aspetti qualitativi)
- La reattanza
- Sfasamento tra tensione e corrente
- Caratteristiche dei condensatori fissi e variabili: in aria, a mica, in plastica, ceramici ed elettrolitici
- Coefficiente di temperatura
- Corrente di fuga
2.3.- Induttori
- Bobine d'induzione
- L'unità di misura: l'henry
- L'effetto sull'induttanza del numero di spire, del diametro, della lunghezza e della composizione del nucleo (limitatamente agli aspetti qualitativi)
- La reattanza
- Sfasamento tra tensione e corrente
- Fattore di merito
- Effetto pelle
- Perdite nei materiali del nucleo
2.4.- Applicazione ed utilizzazione dei trasformatori
- Trasformatore ideali
- La relazione tra il rapporto del numero di spire e il rapporto delle tensioni, delle correnti e delle impedenze (limitatamente agli aspetti qualitativi)
- I trasformatori
2.5.- Diodo
- Utilizzazione ed applicazione dei diodi
- Diodi di raddrizzamento, diodi Zener, diodi LED, diodi a tensione variabile e a capacità variabile (VARICAP)
- Tensione inversa, corrente, potenza e temperatura
2.6.- Transistor
- Transistor PNP e NPN
- Fattore di amplificazione
- Transistor a effetto di campo
- I principali parametri del transistor ad effetto di campo
- Il transistor nel circuito:
- a emettitore comune
- a base comune
- a collettore comune
- Le impedenze d'ingresso e di uscita nei suddetti circuiti
- I metodi di polarizzazione
2.7.- Varie
- Dispositivo termoionico semplice (valvola)
- Circuiti numerici semplici
3.- CIRCUITI
3.1.- Combinazione dei componenti
- Circuiti in serie e in parallelo di resistori, bobine, condensatori, trasformatori e diodi
- Corrente e tensione nei circuiti
- Impedenza
3.2.- Filtri
- Filtri serie e parallelo
- Impedenze
- Frequenze caratteristiche
- Frequenza di risonanza
- Fattore di qualità di un circuito accordato
- Larghezza di banda
- Filtro passa banda
- Filtri passa basso, passa alto, passa banda e arresta banda composti da elementi passivi
- Risposta in frequenza
- Filtri a ? e a T
- Cristallo a quarzo
3.3.- Alimentazione
- Circuiti di raddrizzamento a semionda e ad onda intera, raddrizzatori a ponte
- Circuiti di filtraggio
- Circuiti di stabilizzazione nell'alimentazione a bassa tensione
3.4.- Amplificatori
- Amplificatori a bassa frequenza e ad alta frequenza
- Fattore di amplificazione
- Caratteristica ampiezza/freqwuenza e larghezza di banda
- Classi di amplificatori A, A/B, B e C
- Armoniche (distorsioni non desiderate)
3.5.- Rivelatori
- Rivelatori di modulazione di ampiezza
- Rivelatori a diodi
- Rivelatori a prodotto
- Rivelatori di modulatori di frequenza
- Rivelatori a pendenza
- Discriminatore Foster-Seeley
- Rivelatori per la telegrafia e per la banda laterale unica
3.6.- Oscillatori
- Fattori che influiscono sulla frequenza e le condizioni di stabilità necessarie per l'oscillazione
- Oscillatore LC
- Oscillatore a quarzo, oscillatore su frequenze armoniche
3.7.- Circuiti ad aggancio di fase (PLL - Phase Lock Loop)
- Circuiti a PLL con circuito comparatore di fase
4.- RICEVITORI
4.1.- Tipi di ricevitore
- Ricevitore a supereterodina semplice e doppia
4.2.- Schemi a blocchi
- Ricevitore CW (A1A)
- Ricevitore AM (A3E)
- Ricevitore SSB per telefonia con portante soppressa (J3E)
- Ricevitore FM (F3E)
4.3.- Descrizione degli stadi seguenti (limitatamente agli schemi a blocchi)
- Amplificatori in alta frequenza
- Oscillatore fisso e variabile
- Miscelatore (Mixer)
- Amplificatore a frequenza intermedia
- Limitatore
- Rivelatore
- Oscillatore di battimento
- Calibratore a quarzo
- Amplificatore di bassa frequenza
- Controllo automatico di guadagno
- Misuratore di livello di segnale in ingresso (S-meter)
- Silenziatore (squelch)
4.4.- Caratteristiche dei ricevitori (in forma descrittiva)
- Protezione da canale adiacente
- Selettività
- Sensibilità
- Stabilità
- Frequenza immagine
- Intermodulazione; transmodulazione
5.- TRASMETTITORI
5.1.- Tipi di trasmettitori
- Trasmettitori con o senza commutazione di frequenza
- Moltiplicazione di frequenza
5.2.- Schemi a blocchi
- Trasmettitori telegrafici in CW (A1A)
- Trasmettitori in banda laterale unica (SSB) a portante soppressa (J3E)
- Trasmettitori in modulazione di frequenza (F3E)
5.3.- Descrizione degli stadi seguenti (limitatamente agli schemi a blocchi)
- Miscelatore (Mixer)
- Oscillatore
- Eccitatore (buffer, driver)
- Moltiplicatore di frequenza
- Amplificatore di potenza
- Filtro di uscita (filtro a ??
- Modulatore di frequenza
- Modulatore SSB
- Modulatore di fase
- Filtro a quarzo
5.4.- Caratteristiche dei trasmettitori (in forma descrittiva)
- Stabilità di frequenza
- Larghezza di banda in alta frequenza
- Bande laterali
- Banda di frequenze audio
- Non linearità
- Impedenza di uscita
- Potenza di uscita
- Rendimento
- Deviazione di frequenza
- Indice di modulazione
- Clicks di manipolazione CW
- Irradiazioni parassite
- Irradiazioni della struttura (cabinet radiations)
6.- ANTENNE E LINEE DI TRASMISSIONE
6.1.- Tipi di antenne
- Dipolo a mezzonda alimentato al centro
- Dipolo a mezzonda alimentato all'estremità
- Dipolo ripiegato
- Antenna verticale in quarto d'onda
- Antenne con riflettore e/o direttore (Yagi)
- Antenne paraboliche
- Dipolo accordato
6.2.- Caratteristiche delle antenne
- Distribuzione della corrente e della tensione lungo l'antenna
- Impedenza nel punto di alimentazione
- Impedenza capacitiva o induttiva di un'antenna non accordata
- Polarizzazione
- Guadagno d'antenna
- Potenza equivalente irradiata (e.r.p.)
- Rapporto avanti-dietro
- Diagrammi d'irradiazione nei piani orizzontale e verticale
6.3.- Linee di trasmissione
- Linea bifilare
- Cavo coassiale
- Guida d'onda
- Impedenza caratteristica
- Velocità di propagazione
- Rapporto di onda stazionaria
- Perdite
- Bilanciatore (balun)
- Linea in quarto d'onda (impedenza)
- Trasformatore di linea
- Linee aperte e chiuse come circuiti accordati
- Sistemi di accordo d'antenna
7.- PROPAGAZIONE
- Strati ionosferici
- Frequenza critica
- Massima frequenza utilizzabile (MUF)
- Influenza del sole sulla ionosfera
- Onda di suolo, onda spaziale, angolo di irradiazione, riflessioni
- Affievolimenti (fading)
- Troposfera
- Influenza dell'altezza delle antenne sulla distanza che puo' essere coperta (orizzonte radioelettrico)
- Inversione di temperatura
- Riflessione sporadica sullo strato E
- Riflessione aurorale
8.- MISURE
8.1.- Principi sulle misure
Misure di:
- Tensioni e correnti continue ed alternate
- Errori di misura
- Influenza della frequenza
- Influenza della forma d'onda
- Influenza della resistenza interna degli apparecchi di misura - Resistenza
- Potenza in continua e in alta frequenza (potenza media e di cresta)
- Rapporto di onda stazionaria
- Forma d'onda dell'inviluppo di un segnale in alta frequenza
- Frequenza
- Frequenza di risonanza
8.2.- Strumenti di misura
Pratica delle operazioni di misura:
- Apparecchi di misura a bobina mobile
- Apparecchi di misura multigamma
- Riflettometri a ponte
- Contatori di frequenza
- Frequenzimetro ad assorbimento
- Ondametro ad assorbimento
- Oscilloscopio
9.- DISTURBI E PROTEZIONE
9.1.- Disturbi degli apparecchi elettronici
- Bloccaggio
- Disturbi con il segnale desiderato
- Intermodulazione
- Rivelazione nei circuiti audio
9.2.- Cause dei disturbi degli apparecchi elettronici
- Intensità di campo del trasmettitore
- Irradiazioni non essenziali del trasmettitore (irradiazioni parassite, armoniche)
- Effetti non desiderati sull'apparecchiatura
- all'ingresso d'antenna
- su altre linee di connessione
- per irraggiamento diretto
9.3.- Protezione contro i disturbi
Misure per prevenire ed eliminare i disturbi
- Filtraggio
- Disaccoppiamento
- Schermatura
10.- PROTEZIONE ELETTRICA
- Il corpo umano
- Sistemi di alimentazione
- Alte tensioni
- Fulmini
B.- REGOLE E PROCEDURE D'ESERCIZIO NAZIONALI ED INTERNAZIONALI
1.- ALFABETO FONETICO
A = Alfa   J = Juliet   S = Sierra
B = Bravo   K = Kilo   T = Tango
C = Charlie   L = Lima   U = Uniform
D = Delta   M = Mike   V = Victor
E = Echo   N= November   W = Whiskey
F = Foxtrot   O = Oscar   X = X-Ray
G = Golf   P = Papa   Y = Yankee
H = Hotel   Q = Quebec   Z = Zulu
I = India   R = Romeo   
  
2.-. CODICE Q
=====================================================================
   Codice|            Domanda          |            Risposta
=====================================================================
         |   Qual'e' l'intelligibilità |  L'intelligibilità dei
   QRK   |del mio segnale?             |  vostri segnali e'
---------------------------------------------------------------------
   QRM   |   Siete disturbati?         |   Sono disturbato
---------------------------------------------------------------------
         |   Siete disturbati da rumori|   Sono disturbato da rumori
   QRN   |atmosferici?                 |   atmosferici
---------------------------------------------------------------------
         |   Debbo aumentare la potenza|   Aumentate la potenza di
   QRO   |di emissione?                |   emissione
---------------------------------------------------------------------
         |   Debbo diminuire la potenza|   Diminuite la potenza di
   QRP   |di trasmissione?             |   trasmissione
---------------------------------------------------------------------
         |   Debbo trasmettere piu'    |   Trasmettete piu'
   QRS   |lentamente?                  |   lentamente
---------------------------------------------------------------------
         |   Debbo cessare la          |
   QRT   |trasmissione?                |   Cessate la trasmissione
---------------------------------------------------------------------
   QRZ   |   Da chi sono chiamato?     |   Siete chiamato da
---------------------------------------------------------------------
   QRV   |   Siete pronto?             |   Sono pronto
---------------------------------------------------------------------
         |   La forza dei miei segnali |   La forza dei vostri
   QSB   |e' variabile?                |   segnali varia
---------------------------------------------------------------------
         |   Potete darmi accusa di    |
   QSL   |ricezione?                   |   Do accusa di ricezione
---------------------------------------------------------------------
         |   Potete comunicare         |   Posso comunicare
   QSO   |direttamente con?            |   direttamente con
---------------------------------------------------------------------
         |   Debbo cambiare frequenza  |   Trasmettete su un altra
   QSY   |di trasmissione?             |   frequenza... kHz (o MHz)
---------------------------------------------------------------------
         |                             |   Vi richiamero' alle
   QRX   |   Quando mi richiamerete?   |   ore....
---------------------------------------------------------------------
         |   Quale e' la vostra        |   La mia posizione e' ....
         |posizione in latitudine e    |   di latitudine e.... di
   QTH   |longitudine?                 |   longitudine
3.- ABBREVIAZIONI OPERATIVE UTILIZZATE NEL SERVIZIO DI RADIOAMATORE
=====================================================================
   AR |                     Fine della trasmissione
=====================================================================
      |   Segnale utilizzato per interrompere una trasmissione in
   BK |   atto (break)
---------------------------------------------------------------------
   CQ |   Chiamata a tutte le stazioni
---------------------------------------------------------------------
   CW |   Onda continua - Telegrafia
---------------------------------------------------------------------
   K  |   Invito a trasmettere
---------------------------------------------------------------------
   MSG|   Messaggio
---------------------------------------------------------------------
   PSE|   Per favore
---------------------------------------------------------------------
   RST|   Intelligibilità, forza del segnale, tonalità
---------------------------------------------------------------------
   R  |   Ricevuto
---------------------------------------------------------------------
   RX |   Ricevitore
---------------------------------------------------------------------
   SIG|   Segnale
---------------------------------------------------------------------
   TX |   Trasmettitore
---------------------------------------------------------------------
   UR |   Vostro
4.- SEGNALI INTERNAZIONALI DI SOCCORSO, TRAFFICO IN CASO DI
URGENZA E COMUNICAZIONI IN CASO DI CATASTROFI NATURALI
- Segnali di soccorso:
- radiotelegrafia ...---... (SOS)
- radiotelefonia "MAYDAY"
- Risoluzione n. 640 del Regolamento delle Radiocomunicazioni dell'UIT
- Utilizzazione internazionale di una stazione di radioamatore in caso di catastrofi naturali
- Bande di frequenze attribuite al servizio di radioamatore per le catastrofi naturali
5.- INDICATIVI DI CHIAMATA
- Identificazione delle stazioni di radioamatore
- Utilizzazione degli indicativi di chiamata
- Composizione dell'indicativo di chiamata
- Prefissi nazionali
6.- PIANI DI FREQUENZE DELLA IARU
- Piani di frequenze della IARU
- Obiettivi
C.- REGOLAMENTAZIONE NAZIONALE E INTERNAZIONALE DEI SERVIZI DI
RADIOAMATORE E DI RADIOAMATORE VIA SATELLITE
1.- REGOLAMENTO DELLE RADIOCOMUNICAZIONI DELL'UIT
- Definizione del servizio di radioamatore e del servizio di radioamatore via satellite
- Definizione della stazione di radioamatore
- Articolo S25 del Regolamento delle Radiocomunicazioni
- Bande di frequenze del servizio di radioamatore e relativi statuti
- Regioni radio dell'UIT
2.- REGOLAMENTAZIONE DELLA CEPT
- Raccomandazione TR 61 -02
- Raccomandazione TR 61-01
- Utilizzazione temporanea delle stazioni di radioamatore nei Paesi CEPT
- Utilizzazione temporanea delle stazioni di radioamatore nei Paesi non membri della CEPT che partecipano al sistema della Raccomandazione T/R 61-01
3.- LEGISLAZIONE NAZIONALE, REGOLAMENTAZIONE E CONDIZIONI PER
L'OTTENIMENTO DELLA LICENZA
- Legislazione nazionale
- Regolamentazione e condizioni per l'ottenimento della licenza
- Dimostrazione pratica della conoscenza della tenuta di un registro di stazione:
- modo di tenuta del registro
- obiettivi
- dati da registrare




[allegato eliminato dall\'amministratore]
1RGK005
CODICE-ROSSO
Gianluca IZ7QLY


Offline tuonoblu

  • 1RGK110
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 664
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #15 il: 21 Settembre 2007, 19:44:08 »
Un grande saluto a tutti gli utentì del forum, leggendo questa discussione mi pare di aver capito che con la patente potrei installare un ranger 2950 sulla bm in quanto è un apparechio radioamatoriale che opera sui 10m , giusto??? ?????

Un cosa non ho ben chiara,porto un esempio :
In caso di controllo
Se il ranger è settato solo sui 10m in teoria no problem ma nel caso specifico che sia abilitata la funzione lock canali cb cosa succede?
e ancora se è settato per andare da 26 a 32 Mhz cosa succede?

1 rgk 110

.---- .-. --. -.- .---- .---- -----

Offline CODICE_ROSSO

  • 1RGK005
  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3471
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ7QLY
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #16 il: 21 Settembre 2007, 20:45:20 »
Caro LEWIS.... forse in quei tempi non erano una passeggiata come non lo era per gli ITALIANI che studiavano... per la questione METRONOTTE....non mi risulta che quello che ho scritto abbia a che fare con gli stessi, infatti ho postato la SPERIMENTAZIONE  per il CODICE SVIZZERO e non cos'è un RADIOAMATORE  in Svizzera,  di quello ho messo un PDF.....,  IDEM per l' interpretazione dell' amico DERRIK....infatti, il riferimento della legge che ho postato art 123 non è applicato solo in quel contesto....dopo gli articoli   (Artt. 134-145) segue l' art 16 e poi ancora il 12  che va letto per intero.......e poi ancora leggendo il 12 ed altri si ritorna al quadro di " SPERIMENTAZIONE".....che fa riferimento al ART 123..... ......

l' UFCOM...mi ripeto, non autorizza proprio nessuno ad utilizzare quelle potenze, perchè rispetta  concordati internazionali.. altrimenti è tagliato fuori...
Poi ancora esistono norme sanitarie , urbanistiche e ambientali in materia di voltmetro e affini....
1RGK005
CODICE-ROSSO
Gianluca IZ7QLY


Offline CODICE_ROSSO

  • 1RGK005
  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3471
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ7QLY
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #17 il: 21 Settembre 2007, 21:34:08 »
Non ho capito cosa mi dovrei far spiegare....e da chi ? se c'è tutto scritto ed è pubblico,  basta leggere ...

Per l' OT....sono d'accordo..infatti il tema è. "sono legali gli all mode per gli radioamatore "....
la mia risposta è si se hanno il marchio CE e vanno sui 10 metri..
per la sperimentazione, progettazione e costruzione...e/o costruzione di qualsiasi oggetto atto alle comunicazioni...io faccio riferimento a leggi  e soggetti abilitati legalmente .. INGEGNJERI E TECNICI DIPLOMATI,  ISCRITTI ALL' ALBO DEI PROFESSIONISTI.

BUONANOTTE LEWIS ...73
« Ultima modifica: 21 Settembre 2007, 21:37:12 da CODICE_ROSSO »
1RGK005
CODICE-ROSSO
Gianluca IZ7QLY

Offline IT9RIA

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 7
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #18 il: 21 Settembre 2007, 22:52:36 »
Ciao a tutti,
volevo chiedervi una cosa, io ho la patente di radioamatore e ho appena acquistato un president jackson, oltre a pagare la tassa annuale per il rinnovo dell'autorizzazione generale, debbo pagare anche la concessione per il cb?
Un saluto a tutti


Offline neil69

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1460
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #19 il: 21 Settembre 2007, 22:53:08 »
Calma calma amicacci ora vi dico io le nuove normative di legge che io stesso ho gia provveduto ad applicare , e consentito ovunque voi siate l'uso di cb super potenziato con doppio modulatore e uscita di almeno 50watt di modulazione con modifica 200 canali e lineare da 1200watt , l'importante e che dovete MODULARE MODULARE e farvi sentire . Decreto Mastrolindo  :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin:
Modulante Mastrolindo

Offline Derrick

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 547
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #20 il: 22 Settembre 2007, 10:05:26 »
Non ho capito cosa mi dovrei far spiegare....e da chi ? se c'è tutto scritto ed è pubblico,  basta leggere ...

Per l' OT....sono d'accordo..infatti il tema è. "sono legali gli all mode per gli radioamatore "....
la mia risposta è si se hanno il marchio CE e vanno sui 10 metri..
per la sperimentazione, progettazione e costruzione...e/o costruzione di qualsiasi oggetto atto alle comunicazioni...io faccio riferimento a leggi  e soggetti abilitati legalmente .. INGEGNJERI E TECNICI DIPLOMATI,  ISCRITTI ALL' ALBO DEI PROFESSIONISTI.

BUONANOTTE LEWIS ...73


Ancora con sto marchio CE e con la sperimentazione autorizzata....  Non so se vuoi denigrare volutamente la patente (e AG) radioamatoriale (quella che poi in 70 cm. c'è più traffico che in 2 metri è grande! Un altro SWL che crede esistano solo i ponti? Mai avuto un ricevitore con l'SSB? e le HF?)   ma le cose non stanno come dici. Se bastasse leggere una legge alla "volemose bene" per fare giusrisprudenza, almeno uno degli utenti del forum sarebbe disoccupato  :mrgreen:
Poi ognuno è libero di pensarla come vuole... vedi un po' tu.

Ciao!


Offline CODICE_ROSSO

  • 1RGK005
  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3471
  • Applausi 44
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ7QLY
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #21 il: 22 Settembre 2007, 10:58:41 »
Qui nessuno DENIGRA la patente AG..am av ap at----. tantomeno si dicono eresie, quello che si dice è ben documentato !!!
e mi dispiace che tu come tanti altri radioamatore siate convinti di poter disporre di una patente come se fosse un titolo alla pari di un progettista laureato o di un diplomato nel settore delle comunicazioni che è regolarmente iscritto paga le tasse ed è abilitato ad effettuare lavori in materia....un radioamatore se non è un professionista iscritto ,non può assolutamente modificare costruire e manomettere le radio....come prescritto per legge ...(quella di chi le fà,  non la mia si intende) se poi tu puoi certificare un apparecchio  home made :miiii:,  io sono ben disposto ad utilizzare una tua radio , ma devi fornirmi tanto di manuali, TEST e documenrtazioni che ne comprovino la sua conformità...

il MARCHIO CE sancisce questi requisiti...e di radio in tutti i modi io ne ho abbastanza come di scartoffie per il loro utilizzo....

PS : se produci un oggetto e devi immetterlo nel mercato come conforme,  devi presentare un' ampia documentazione che viene valutata e vagliata da
 un noto politecnico Italiano ...e ne sono circa 30 di TEST da superare....
Ciao e  buongiono....e volemosebene  :grin:
« Ultima modifica: 22 Settembre 2007, 12:39:56 da CODICE_ROSSO »
1RGK005
CODICE-ROSSO
Gianluca IZ7QLY

Offline Derrick

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 547
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #22 il: 22 Settembre 2007, 14:51:57 »
Qui nessuno DENIGRA la patente AG..am av ap at----. tantomeno si dicono eresie, quello che si dice è ben documentato !!!
e mi dispiace che tu come tanti altri radioamatore siate convinti di poter disporre di una patente come se fosse un titolo alla pari di un progettista laureato o di un diplomato nel settore delle comunicazioni che è regolarmente iscritto paga le tasse ed è abilitato ad effettuare lavori in materia....un radioamatore se non è un professionista iscritto ,non può assolutamente modificare costruire e manomettere le radio....come prescritto per legge ...(quella di chi le fà,  non la mia si intende) se poi tu puoi certificare un apparecchio  home made :miiii:,  io sono ben disposto ad utilizzare una tua radio , ma devi fornirmi tanto di manuali, TEST e documenrtazioni che ne comprovino la sua conformità...

il MARCHIO CE sancisce questi requisiti...e di radio in tutti i modi io ne ho abbastanza come di scartoffie per il loro utilizzo....

PS : se produci un oggetto e devi immetterlo nel mercato come conforme,  devi presentare un' ampia documentazione che viene valutata e vagliata da
 un noto politecnico Italiano ...e ne sono circa 30 di TEST da superare....
Ciao e  buongiono....e volemosebene  :grin:

Carissimo, continua pure a credere (o a far credere) quello che vuoi... Mi sembra di averti già risposto in modo esauriente citando la stessa legge che citi tu, solo nella parte relativa ai Radioamatori (dove è citata chiaramente la parola APPARATI AUTOCOSTRUITI O MODIFICATI). Non comprendo il tuo scopo nel dire che "la patente non serve a nulla". Sicuramente non a farsi grandi, ma ad adoperare (nelle bande consentite) ANCHE apparati o antenne autocostruiti o modificati: ti garantisco che sei l'unico in Italia a credere il contrario.
Concludo qui la polemica perché, tra l'altro, siamo in un forum di CB e l'argomento interessa decisamente a pochi e ognuno è libero di credere a ciò che vuole, compresi UFO, fantasmi, vernici anti-stazionarie e che l'uva è acerba.

Ovviamente, birra pagata quando vuoi... finché si discute si siscute, poi tutti amici.

Ciao!



jackaroe

  • Visitatore
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #23 il: 22 Settembre 2007, 16:47:49 »
Permettimi di dissentire, per quanto ho letto in 20 anni, al radioamatore è permesso costruire i propri apparati, altrimenti che esperimnti farebbe ?
Altra cosa è commercializzarli, per il quale servirebbe sicuramente la certificazione CE.
Poi sul fatto che le ditte costruttrici fallirebbero, permettimi, mi vien da ridere, penso che le persone in grado di costruire un buon apparato siano molto poche, parecchi preferiscono comprare l'ultimo modello per sbandierarlo,  cercare di ottenere più qsl possibili per lo stesso motivo, e per farlo, ci vuole tempo che non si può dedicare alla sperimentazione, ammesso che siano in grado di farla. Fortunatamente c'è sempre chi ama veramente la radio.
73
« Ultima modifica: 22 Settembre 2007, 17:56:07 da jackaroe »

Offline Derrick

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 547
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: ma la patente serve a.......
« Risposta #24 il: 22 Settembre 2007, 17:53:49 »

per l auto costruzine , per quanto ne so, NON si puo propio parlare. non è consentito autocostruirsi apparati o antenne particolari. altrimenti penso ke TUTTI gli radioamatore oggi avrebbero apparati personalizzati, e capiamoci che intendo.
oltre al fatto che ditte ed aziende produitrici sarebbero ben che fallite.
NON sono d accordo sul fatto che questa diascussione(NON POLEMICA) almeno il mio intento era proprio quello di discutere e scambiarsi opinioni e pareri,non intetrerssi ai cb.
credo esattamente al contrario!
non a caso sto post è letto gia da 100 persone!

concludendo se poi alla birra ci metti una buona pizza vengo anch io      :birra: :mrgreen: ;-)


Carissimo,
permettimi di dissentire. L'autocostruzione è una delle basi del radiantismo. Ti ribadisco quanto contenuto nel CODICE DELLE COMUNICAZIONI all'allegato 26 relativo all'attività RADIOAMATORIALE:

Art. 16
Requisiti delle apparecchiature

1. Le apparecchiature radioelettriche utilizzate dalle stazioni di radioamatore acquistate, modificate o autocostruite, devono rispondere ai requisiti tecnici previsti dalla normativa internazionale di settore.


Ti ho sottolineato modificate o autocostruite perché si può perdere nel testo.  La medesima dizione si leggeva anche nella normativa precedente e così via.

La commercializzazione di apparati autocostruiti è invece sempre stata limitata. Ergo, se mi autocostruisco un RTX, purché risponda ai requisiti tecnici di cui sopra, posso usarlo ma non posso cederlo ad un altro radioamatore.

Capisco che la cosa possa creare confusione, ma il succo è questo.

Ciao... io prendo una capricciosa.  :mrgreen: