Autore Topic: RETE RADIO MONTANA  (Letto 171520 volte)

0 Utenti e 8 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1024
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1075 il: 13 Novembre 2019, 13:01:59 »
scusa ma questa chiosa è vagamente offensiva: sono state mosse delle osservazioni credo in modo civile e da persone preparate, non è stato nemmeno lontanamente risposto nel merito.
mettere in competizione due tecnologie sulla stessa rete e nello stesso bacino di utenza porterà naturalmente alla prevalenza di una sull'altra, chi scrive è interessato alla sopravvivenza e alla diffusione della rete e attende conferme in questo senso che non siano delle generiche rassicurazioni.
Perchè ti senti offeso kz, non mi pare di aver accusato te o altri di nulla... ho solo chiesto di evitare ILAZIONI senza senso (tipo: vogliono guadagnarci su) semplicemente perchè NON è quello lo spirito che ci anima; abbiamo, DA SEMPRE, voluto dare qualcosa alla comunità, in modo assolutamente gratuito (anzi, rimettendoci sempre soldi). Abbiamo voluto aggiungere una possibilità in più, smenandoci soldi in viaggi per organizzare tutto... e sentirsi dire che "vogliamo guadagnarci su" un po' fa rodere il culo, eh...

Per gli aspetti tecnici: capirai ben da solo che NON mettiamo in competizione due tecnologie (perchè sono fondamentalmente diverse) e nemmeno sulla stessa rete (sono due reti diverse che non si parlano e non si parleranno mai).
Inoltre, nemmeno il bacino di utenza è lo stesso... perchè quelli che usavano la RRM per la passeggiata del week-end o poco più, continueranno a farlo nello stesso modo... sono i "power user" quelli che avranno voglia di osare (e di investire anche somme "importanti") per avere accesso a tutta una serie di funzionalità che vanno ben oltre il singolo ripetitore... ma se avrete la pazienza di seguire l'evolvere della Rete, le scoprirete.
Tutto qui.

esattamente.informazione incompleta è peggio di nessuna informazione.sul sito RRM ,per esempio,non trovo nomi di associazioni. che esiste un associazione lo apprendo dall ultimo post di Giovy.possiamo saperne il nome?
73
Abbiamo semplicemente voluto anticipare una delle grandi novità; a tempo debito ci saranno tutti i dettagli. Per questo vi ho gentilmente chiesto di non fare voli pindarici (come spesso succede), perchè siamo ancora in fase di organizzazione e tante cose possono cambiare. In ogni caso, TUTTO quello che verrà fatto sarà sempre mosso dallo spirito che muove la RRM, ovvero essere una possibilità in più per chi ne ha bisogno.

Un saluto a tutti.
Giovanni
Referente Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1

Online dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2232
  • Applausi 135
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1076 il: 13 Novembre 2019, 13:06:32 »
Questo lo stai dicendo tu. Io dico solo di essere coerenti. Prima con 3 frequenze non si è mai parlato di impoverimento/indebolimento, mentre adesso (che gli OM in un certo senso vengono menzionati di meno, visto che è stata esclusa una frequenza a loro dedicata) è un problema con queste due frequenze.

non replico per dirti che fate bene o male , se leggi ho scritto ""scherzosamente da un muntagnè"". Io vado spesso in montagna a farmi delle belle passeggiate, mi porto dietro sempre la radio e devo ammettere che "illegalmente" mi mettevo in ascolto sul 8 e più che bambini e operatori di qualche evento locale non sentivo, saranno le zone che frequento probabilmente, comunque è sempre meglio di niente fin ché i costi lo permettono. (prima con un 100naio di euro potevi fare vhf cb pmr446 ora non ti basta più per un pmr446 e un dmr),
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 371
  • Applausi 96
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1077 il: 13 Novembre 2019, 13:10:48 »
certo che funziona, ma il sistema tenderà verso la sua natura centripeta: è stato studiato per questo

purtroppo non è così: un DMR non è alla portata di tutti né per i costi né per la configurazione né per l'uso

- Per quanto riguarda i costi, ovviamente sono quelli che sono (e soltanto per chi vorrà avere un dispositivo con funzioni avanzate).
- La configurazione non sarà a carico dell'utilizzatore (come non lo è, tra l'altro, per qualsiasi utilizzatore finale di apparati civili). La lettura del CPS della radio, come già espresso, è bloccata. Dato che la radio resta di proprietà dell'acquirente, si potrà caricare un proprio CPS, perdendo ovviamente l'accesso al canale RRM VHF/DMR.
- Riguardo all'uso... come sopra. L'utente finale dovrà accendere o spegnere l'apparato, premere il PTT per parlare, premere il tasto arancione in caso di emergenza, premere un tasto entro un tot di secondi nel caso parta per sbaglio la funzione di emergenza in caso di caduta (man down). Nulla di diverso da come è adesso per un apparato PMR-446 acquistato già programmato e pronto all'uso.


esattamente.informazione incompleta è peggio di nessuna informazione.sul sito RRM ,per esempio,non trovo nomi di associazioni. che esiste un associazione lo apprendo dall ultimo post di Giovy.possiamo saperne il nome?
73

Saprete tutto quando saranno aperte le iscrizioni, che verranno gestite tramite il nuovo portale RERAMONET (che stiamo finendo di sviluppare). Ovviamente l'adesione resterà SEMPRE riservata agli attuali destinatari della RRM (escursionisti, alpinisti, etc.), non a chiunque.
« Ultima modifica: 13 Novembre 2019, 13:13:16 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Online kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2461
  • Applausi 86
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1078 il: 13 Novembre 2019, 13:14:13 »
Perchè ti senti offeso kz

perché la tua era una risposta erga omnes e troppo vaga

Citazione
Per questo vi ho gentilmente chiesto di non fare voli pindarici (come spesso succede)

non mi sembra che ci siano stati molti voli pindarici

IZ2UUF si occupa di telecomunicazioni, io mi sono occupato di reti, di conformità e di servizi agli utenti

si cercano chiarimenti, non si accusa alcuno di alcunché

Nulla di diverso da come è adesso per un apparato PMR-446 acquistato già programmato.

permettimi di essere in disaccordo su questo punto

btw vedremo cosa ne uscirà fuori, per quanto mi riguarda più nodi ci sono più è forte la rete.

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1024
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1079 il: 13 Novembre 2019, 13:28:11 »
perché la tua era una risposta erga omnes e troppo vaga
E quindi una risposta generica è offensiva? In quale pianeta? Perchè nel mio proprio no.

Citazione
non mi sembra che ci siano stati molti voli pindarici

IZ2UUF si occupa di telecomunicazioni, io mi sono occupato di reti, di conformità e di servizi agli utenti

si cercano chiarimenti, non si accusa alcuno di alcunché
Fermo restando il rispetto per Davide, che conosco, stimo e ammiro per la sua competenza (e per i tanti frequentatori del forum con le stesse conoscenze), vi vorrei sommessamente far presente che nella RRM ci sono TANTE professionalità che lavorano in sinergia, partendo da persone che si occupano di telecomunicazioni a livello professionale, passando per tecnici del Soccorso Alpino, per operatori delle FF.OO., per soccorritori di ogni tipo... tante professionalità che, messe insieme, sono la forza della RRM.
E TUTTO quello che facciamo e pensiamo non è MAI campato in aria o buttato lì; del resto, se il CNSAS coopera con noi, un motivo ci sarà.

Citazione
btw vedremo cosa ne uscirà fuori, per quanto mi riguarda più nodi ci sono più è forte la rete.
Ovvio... infatti la RRM funziona proprio così. :)
Giovanni
Referente Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1


Online kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2461
  • Applausi 86
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1080 il: 13 Novembre 2019, 13:51:40 »


E quindi una risposta generica è offensiva? In quale pianeta? Perchè nel mio proprio no.

Nel mio mondo si pretendono risposte precise e domande precise, ma credo sia il mondo in cui vive la gran parte di noi.

Chiedere di evitare illazioni sul nulla, anzi sul "NULLA", dopo che si è fatto un annuncio con dei contenuti vaghi ma abbastanza circoscritti è offensivo, soprattutto in un forum "tecnico"

Nessuno mette in dubbio le competenze, le professionalità, le relazioni istituzionali e la passione che animano la RRM, cui sono personalmente aderente, però permettete di esprimere dei dubbi fondati: una rete di utenze, di nodi, divisa in due, a meno che non ci sia una governance molto forte, finirà sempre con la prevalenza di uno dei tronchi.
In altri termini o la rete RRM DMR decolla e si impone come standard per la sicurezza in montagna oppure l'eventuale fallimento, anche parziale, rischia di trascinare con sè anche la RRM in PMR446.

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1024
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1081 il: 13 Novembre 2019, 14:13:02 »

Nel mio mondo si pretendono risposte precise e domande precise, ma credo sia il mondo in cui vive la gran parte di noi.
C'è un tempo per tutto, arriveranno in  futuro anche risposte precise (più che precise), ma al momento siamo ancora in fase di definizione del dettagli. Se nel tuo mondo si PRETENDE, beh... fortuna che è il tuo mondo e non quello degli altri, perchè nel mio si chiede e se possibile si risponde, senza per questo mancare di rispetto a nessuno.

Citazione
Chiedere di evitare illazioni sul nulla, anzi sul "NULLA", dopo che si è fatto un annuncio con dei contenuti vaghi ma abbastanza circoscritti è offensivo, soprattutto in un forum "tecnico"
Quindi quando si fa un annuncio si deve dare SEMPRE e COMUNQUE ogni minimo dettaglio? Questo perchè l'hai deciso tu o cosa?
Siamo e saremo più che disposti a dare i dettagli A TEMPO DEBITO, senza che questi ci privi della possibilità di annunciare una feature o meno.
Grazie al cielo siamo in democrazia e siamo ancora liberi di poter dire quello che vogliamo, quando vogliamo. Quando non sarà più così ci regoleremo di conseguenza.

Citazione
una rete di utenze, di nodi, divisa in due, a meno che non ci sia una governance molto forte, finirà sempre con la prevalenza di uno dei tronchi.
In altri termini o la rete RRM DMR decolla e si impone come standard per la sicurezza in montagna oppure l'eventuale fallimento, anche parziale, rischia di trascinare con sè anche la RRM in PMR446.
Casomai non te ne fossi reso conto, la RRM E' GIA' la rete con il maggior numero di utenti per la sicurezza in montagna. Non vogliamo IMPORCI su nessuno, ma coinvolgere il maggior numero di persone possibili. E NO, non ci sarà senza dubbio nessuna divisione, perchè il 95% dei nostri utenti contuinuerà sulla rete PMR446 come sempre, non ci aspettiamo nulla di diverso. Però abbiamo voluto dare una possibilità in più a quello 5% che, su 4000 utenti, sono circa 200 utenti (grazie lake!), MAGARI riuscissimo ad avere 200 persone che credano nel canale VHF, riusciremmo ogni anno ad aumentare il numero di ripetitori, senza dubbio.
« Ultima modifica: 13 Novembre 2019, 15:43:57 da Giovy »
Giovanni
Referente Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 371
  • Applausi 96
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1082 il: 13 Novembre 2019, 14:15:36 »

Nel mio mondo si pretendono risposte precise e domande precise, ma credo sia il mondo in cui vive la gran parte di noi.

Chiedere di evitare illazioni sul nulla, anzi sul "NULLA", dopo che si è fatto un annuncio con dei contenuti vaghi ma abbastanza circoscritti è offensivo, soprattutto in un forum "tecnico"

Nessuno mette in dubbio le competenze, le professionalità, le relazioni istituzionali e la passione che animano la RRM, cui sono personalmente aderente, però permettete di esprimere dei dubbi fondati: una rete di utenze, di nodi, divisa in due, a meno che non ci sia una governance molto forte, finirà sempre con la prevalenza di uno dei tronchi.
In altri termini o la rete RRM DMR decolla e si impone come standard per la sicurezza in montagna oppure l'eventuale fallimento, anche parziale, rischia di trascinare con sè anche la RRM in PMR446.

Veramente i contenuti "tecnici" ci sono tutti (tranne la frequenza esatta, che comunque non verrà divulgata neanche a canale operativo). Quelli che non sono stati resi noti sono gli elementi "burocratici", ma per il semplice fatto che sono in fase di definizione. Il resto è così e sarà così.

Torno a ripetere: perché quando la rete era divisa in 3 non hai/avete mai detto nulla? Non c'era lo stesso problema della prevalenza di uno solo dei tre tronchi?

Nel sito è scritto chiaramente che l'8-16 è primario e il RRM VHF/DMR sperimentale. Negli anni tireremo giù le somme, anche in relazione a come evolveranno le normative e il mercato (cosa che nessuno può sapere a priori oggi).

Se ci sarà il fallimento parziale o totale, tornerà l'8-16 l'unico utilizzato. D'altronde è stato così per il 16 CB, che a detta di più di qualcuno qui su RogerK, doveva essere la svolta perché: "la potenza è maggiore, i portatili CB moderni sono piccoli rispetto ad una volta e possono essere installate antenne esterne legalmente". Invece è stato un totale fallimento.
« Ultima modifica: 13 Novembre 2019, 14:20:30 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Online IZ2UUF (davj2500)

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3433
  • Applausi 543
  • Sesso: Maschio
  • Op. Davide
    • Mostra profilo
    • IZ2UUF Web Site
  • Nominativo: IZ2UUF
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1083 il: 13 Novembre 2019, 14:39:02 »
Esiste già una piccola infrastruttura di ripetitori a copertura di alcune valle del Piemonte; SE il progetto VHF DMR prenderà piede, con le quote di adesione all'associazione NO PROFIT, al netto delle spese di gesione (quindi NE' RRM NE' l'associazione stessa ci guadagna alcunchè) verrà espansa la rete dove ci sarà maggior richiesta/utilizzo (da parte degli associati, ovviamente).

Ciao Giovy.

Suppongo si tratti di un'associazione di Protezione Civile.
A questo proposito, mi ricordo tempo fa il malumore che serpeggiava tra i funzionari della Regione Lombardia perché, avendo dato in gestione blocchi di radio a gruppi di radioamatori, era andata a finire che la rete regionale di Protezione Civile era continuamente usata in stile ponte radioamatoriale, con ogni giorno "controlli", saluti al QRA familiare, ringraziamenti, ecc.
Adesso i radioamatori che hanno accesso alla rete sono pochi e selezionati.

Ciaoo
Davide
IZ2UUF - Davide - http://www.iz2uuf.net/


Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 371
  • Applausi 96
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1084 il: 13 Novembre 2019, 14:49:08 »
Ciao Giovy.

Suppongo si tratti di un'associazione di Protezione Civile.
A questo proposito, mi ricordo tempo fa il malumore che serpeggiava tra i funzionari della Regione Lombardia perché, avendo dato in gestione blocchi di radio a gruppi di radioamatori, era andata a finire che la rete regionale di Protezione Civile era continuamente usata in stile ponte radioamatoriale, con ogni giorno "controlli", saluti al QRA familiare, ringraziamenti, ecc.
Adesso i radioamatori che hanno accesso alla rete sono pochi e selezionati.

Ciaoo
Davide

Su frequenze concesse alla Regione stessa... Questa frequenza, però, è concessa all'Associazione stessa e, per l'appunto, i criteri per accettare le adesioni (ovvero per autorizzare una persona ad utilizzare la frequenza) saranno definiti da noi. Ogni adesione verrà infatti filtrata tramite il nuovo RERAMONET, in maniera più precisa di come avviene/avveniva con l'attuale RERAMONET.

Piccola nota utile: contemporaneamente gestiremo le autorizzazioni per il Canale E - 161.300 MHz. In fase di iscrizione tramite RERAMONET si potrà scegliere se richiedere anche l'autorizzazione per la rete di cui sopra. Pertanto gli apparati che forniremo (o che programmeremo) saranno dotati, oltre che del canale RRM VHF/DMR, anche di del Canale Echo, utilizzabile ovviamente soltanto in VdA.
« Ultima modifica: 13 Novembre 2019, 14:59:45 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1024
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1085 il: 13 Novembre 2019, 14:56:32 »
Ciao Giovy.

Suppongo si tratti di un'associazione di Protezione Civile.
A questo proposito, mi ricordo tempo fa il malumore che serpeggiava tra i funzionari della Regione Lombardia perché, avendo dato in gestione blocchi di radio a gruppi di radioamatori, era andata a finire che la rete regionale di Protezione Civile era continuamente usata in stile ponte radioamatoriale, con ogni giorno "controlli", saluti al QRA familiare, ringraziamenti, ecc.
Adesso i radioamatori che hanno accesso alla rete sono pochi e selezionati.

Ciaoo
Davide
Ciao Davide,
beh, la tua esperienza ti porta sempre a trovare la giusta soluzione... ;)
Si, è un'associazione di PC che però ha in concessione una frequenza nazionale ad uso SPECIFICO di soccorso in montagna... quindi perfettamente in linea con i nostri intenti.
E grazie al cielo non ha radio in assegnazione e non usa Emercomnet (la Rete Regionale di PC del Piemonte).
Per questo ci auspichiamo che i POCHI (perchè sappiamo saranno pochi, almeno in fase iniziale) utenti che sceglieranno di usare la rete RRM-VHF sapranno usarla al meglio.
Per tutto il resto... c'è l'8-16! ;)
Giovanni
Referente Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1


Offline lake

  • 1RGK266
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1512
  • Applausi 223
  • Kenwood-Yaesu-Puxing-Baofeng
    • Mostra profilo
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1086 il: 13 Novembre 2019, 15:37:22 »
. E NO, non ci sarà senza dubbio nessuna divisione, perchè il 99,5% dei nostri utenti contuinuerà sulla rete PMR446 come sempre, non ci aspettiamo nulla di diverso. Però abbiamo voluto dare una possibilità in più a quello 0,5% che, su 4000 utenti, sono circa 200 utenti.... MAGARI riuscissimo ad avere 200 persone che credano nel canale VHF, riusciremmo ogni anno ad aumentare il numero di ripetitori, senza dubbio.
200 ???? ma a casa mia lo 0,5 % di 4000 è 20....
Monitor R1A IR2CL  145.637,5
https://ik2zlj.jimdo.com/ir2cl-fm/

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1024
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1087 il: 13 Novembre 2019, 15:42:57 »
200 ???? ma a casa mia lo 0,5 % di 4000 è 20....
Ed hai ragione pure tu... allora il 5%.
Grazie lake, fortuna che ci sei!
« Ultima modifica: 13 Novembre 2019, 15:55:48 da Giovy »
Giovanni
Referente Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1

Online IZ2UUF (davj2500)

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3433
  • Applausi 543
  • Sesso: Maschio
  • Op. Davide
    • Mostra profilo
    • IZ2UUF Web Site
  • Nominativo: IZ2UUF
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1088 il: 13 Novembre 2019, 17:37:43 »
E grazie al cielo non ha radio in assegnazione e non usa Emercomnet (la Rete Regionale di PC del Piemonte).

Qui in Lombardia ci sono varie associazioni che hanno le radio regionali ma la rete regionale non può essere usata da nessuno se non previa autorizzazione da parte della Regione. Si comunica l'attività, di solito attivata tramite CCV, e si chiede di poter usare la rete nelle date/ore prestabilite e la Regione autorizza o nega. Vengono autorizzate le attività classificate "grandi eventi" ed altre inerenti la protezione civile come il presidio frane, monitoraggio rischi idrogeologici, ecc. e vengono rigettate quelle tipo viabilità alla sagra della salamella. Non so, ma penso possa essere così anche in Piemonte.
Per cui quasi tutte le associazioni hanno i loro ripetitori e le loro radio per le attività di routine ma di solito sono gelosi delle loro infrastrutture e non so quanti sarebbero disposti a consentirne l'accesso per altri usi.

Scusate l'OT.
Ciaoo
Davide
IZ2UUF - Davide - http://www.iz2uuf.net/

Offline IZ1PNY

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1859
  • Applausi 86
  • ARI Milazzo IQ9MY - Qth Saluzzo "CN"
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1089 il: 13 Novembre 2019, 18:09:54 »
Citazione da: IZ2UUF (davj2500) CUT CUT CUT

Scusate l'OT.
Ciaoo
Davide
[/quote

https://tlc-cuneo.jimdo.com/telecomunicazioni/


Online kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2461
  • Applausi 86
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1090 il: 13 Novembre 2019, 18:43:52 »
Quindi quando si fa un annuncio si deve dare SEMPRE e COMUNQUE ogni minimo dettaglio? Questo perchè l'hai deciso tu o cosa?
Siamo e saremo più che disposti a dare i dettagli A TEMPO DEBITO, senza che questi ci privi della possibilità di annunciare una feature o meno.
Grazie al cielo siamo in democrazia e siamo ancora liberi di poter dire quello che vogliamo, quando vogliamo. Quando non sarà più così ci regoleremo di conseguenza.

i miei migliori auguri, ma stai parlando di sicurezza e la RRM nasce come ausilio alla sicurezza delle persone.
bisogna essere un poco più precisi e fare attenzione.
perché se si chiede a un utente di spendere dai 300 ai 600 euro per un apparato come ausilio di sicurezza basandosi su qualche ripetitore in una sola regione, forse si sta eccedendo in ottimismo, soprattutto nel presentare l'iniziativa a livello nazionale.
poi vediamo come si evolve la situazione: spero che il sistema DMR si affermi e diventi lo standard e che si sviluppi una rete di ripetitori e di stazioni di ascolto che possano garantire veramente la sicurezza in montagna.
capisco la passione e l'intenzione di difendere la RRM, ma sarebbe anche necessario imparare a dialogare, meno maiuscole e un poco più di rispetto per gli interlocutori.

Veramente i contenuti "tecnici" ci sono tutti (tranne la frequenza esatta, che comunque non verrà divulgata neanche a canale operativo). Quelli che non sono stati resi noti sono gli elementi "burocratici", ma per il semplice fatto che sono in fase di definizione. Il resto è così e sarà così.

abbiamo due concetti un poco diversi di "tecnico"
per me in una rete alcuni parametri tecnici indispensabili potrebbero essere : dimensioni, distribuzione dei punti accesso, protocolli, SLA

Citazione
Torno a ripetere: perché quando la rete era divisa in 3 non hai/avete mai detto nulla? Non c'era lo stesso problema della prevalenza di uno solo dei tre tronchi?

infatti il PMR446 ha prevalso sugli altri, che non usa quasi nessuno e che, giustamente, sono stati aboliti, personalmente non ho nulla da interrogarmi al riguardo

Citazione
Nel sito è scritto chiaramente che l'8-16 è primario e il RRM VHF/DMR sperimentale. Negli anni tireremo giù le somme, anche in relazione a come evolveranno le normative e il mercato (cosa che nessuno può sapere a priori oggi).

capisco il tuo punto di vista, strettamente collegato alla natura no-profit e volontaria di RRM, però il salto di qualità dovuto all'adozione di frequenze, sistemi di comunicazione e protocolli avanzati fa supporre un miglioramento del "servizio" (non è un servizio, ma passatemi il termine); insomma da un sistema come il PMR446 ci si attendono certe prestazioni, da un sistema come il DMR se ne attendono altre

Citazione
Se ci sarà il fallimento parziale o totale, tornerà l'8-16 l'unico utilizzato. D'altronde è stato così per il 16 CB, che a detta di più di qualcuno qui su RogerK, doveva essere la svolta perché: "la potenza è maggiore, i portatili CB moderni sono piccoli rispetto ad una volta e possono essere installate antenne esterne legalmente". Invece è stato un totale fallimento.

quello che si dice su rogerk può essere più o meno vicino alla realtà degli utenti della montagna.
a decretare il successo dei PMR446 sono stati il basso costo, la diffusione e la facilità d'uso.
per il DMR in VHF con la vostra configurazione quali potrebbero essere i fattori?
e al di fuori della regione presso cui avete la concessione?
siete consapevoli che l'eventuale fallimento del DMR, che ha premesse e obiettivi completamente diversi dalle frequenze OM e CB, potrebbe essere un brutto colpo per tutta la RRM?
(caso d'uso: la rete PMR446 si svuota degli utenti più avanzati a favore della rete DMR, la rete DMR non mantiene le promesse per carenza di infrastrutture e gli utenti avanzati si orientano verso un sistema differente abbandonando la rete, la RRM ha perso gli utenti avanzati e più assidui)
l'unico nominativo che abbia mai inserito su rogerk è il mio nominativo RRM, sono un utente della rete, sebbene in modo molto "passivo", le mie domande sono da utente, non da "nemico"; capisco che la dialettica in rete sia molto influenzata dai modi in uso sui social media, ma non ho alcuna intenzione né di sminuire né di ostacolare, vorrei solo più informazioni esposte in modo chiaro.
« Ultima modifica: 13 Novembre 2019, 18:47:24 da kz »

Offline Fabrian1980

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 25
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
  • Usque Ad Finem
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IV3CUJ
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1091 il: 13 Novembre 2019, 22:14:13 »
Domanda da utente rrm senza fini polemici, Se la sperimentazione della seconda frequenza parte o partirà dalla VDA non era meglio comunicarlo solo agli utenti che frequentano quelle zone, sperimentare e poi eventualmente divulgare?
Adesso che avete deciso le linee guida e messo sul piatto una cifra per gli apparati non sarebbe corretto riproporre il sondaggio su tale argomento? tanto per vedere due numeri...
Complimenti per il lavoro che avete fatto sul sito e per il tempo libero che dedicate.

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1024
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1092 il: 14 Novembre 2019, 09:36:25 »
Domanda da utente rrm senza fini polemici, Se la sperimentazione della seconda frequenza parte o partirà dalla VDA non era meglio comunicarlo solo agli utenti che frequentano quelle zone, sperimentare e poi eventualmente divulgare?
Adesso che avete deciso le linee guida e messo sul piatto una cifra per gli apparati non sarebbe corretto riproporre il sondaggio su tale argomento? tanto per vedere due numeri...
Complimenti per il lavoro che avete fatto sul sito e per il tempo libero che dedicate.
Ciao Fabrian, scusami... ma dove hai letto che la sperimentazione parte o partirà dalla VdA?
A parte che partirà a livello nazionale e tutti potranno decidere di aderire (avendo la giusta informazione, che non è quella attuale ma quella definitiva che arriverà più avanti), la VdA è la regione con il minor utenti in assoluto, perchè mai dovremmo decidere di partire da lì?  [emoji2]

Inoltre: dove leggi che abbiamo messo sul piatto una cifra? Abbiamo dato un'indicazione di massima di quello che potrebbe venire a costare un'apparato del genere, ma non abbiamo ancora divulgato dettagli o cifre precise... magari hai informazioni che io non ho?  [emoji12]

Scherzi a parte... siamo ancora davvero in fase embrionale; abbiamo già fatto diversi incontri organizzativi con l'associazione che curerà la parte VHF/DMR, stiamo mettendo a punto il nuovo Reramonet che permetterà anche la raccolta delle iscrizioni per il canale VHF ed il Canale E... ma NON abbiamo ancora rilasciato nulla, perchè dobbiamo ancora limare i dettagli (che poi sono dettagli importanti ma che l'utente finale non vedrà mai).
Poi, con tutti i dettagli a posto, divulgheremo dati, cifre, burocrazia da affrontare e tutti potranno, liberamente, decidere se fare un ulteriore passo o restare sulla sempre attiva e funzionante 8-16.  [emoji4]
Giovanni
Referente Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1

Offline Albyfil

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 33
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1093 il: 07 Dicembre 2019, 12:13:14 »
Buongiorno a tutti e complimenti per questo bel progetto!
In Veneto comé la situazione?  Ci sono aderenti? Io abito nella zona del Monte Pasubio!
Altra cosa, ho letto che viene usato anche il CB nel canale 16FM.. vorrei criticare questa scelta x 3 motivi:
primo:tutti i CB hanno l'AM, invece esistono molti CB che non hanno l'FM.. oltretutto sembra che la modulazione AM renda molto meglio come distanza su questa lunghezza d'onda..
Secondo: il canale d'emergenza del CB é sempre stato il 9 (e piú raramente anche il 19), e esistono molti CB sia vecchi sia moderni che hanno anche il pulsante apposito per andare direttamente al canale 9 x le emergenze.. ma allora perché non sfruttarlo?
Terzo: nel collettivo tutti sanno che il canale 9 é quello d'emergenza, anche certe leggi lo sancivano tempo fa..
Ma allora perché usare il 16? Capisco che magari non verrà usato più di tanto.. ma ci sono anche tanti escursionisti in fuoristrada che in auto hanno solo quello, e in caso di emergenza potrebbero usarlo!
Oltretutto nel sito RRM non é menzionata né la frequenza CB ne quella vhf (145.250)..
Secondo me questi sono dei grandi problemi da ovviare al più presto.. spero di che questo messaggio venga considerato e letto dagli organizzatori, grazie mille per l'attenzione!
« Ultima modifica: 07 Dicembre 2019, 12:32:43 da Albyfil »
OM - IU3NMO
CB - Diablo
CB - 1AV001
RRM - FOXTROT 530


Online dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2232
  • Applausi 135
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1094 il: 07 Dicembre 2019, 12:21:55 »
Buongiorno a tutti e complimenti per questo bel progetto!  Volevo fare delle domande.
In Veneto comé la situazione?  Ci sono aderenti? Io abito nella zona del Monte Pasubio!
Altra cosa, ho letto che viene usato anche il CB nel canale 16fm.. vorrei criticare questa scelta x 3 motivi: primo:tutti i CB hanno l'AM, invece esistono molti CB che non hanno l'FM.. oltretutto sembra che la modulazione AM renda molto meglio come distanza su questa lunghezza d'onda..
Secondo: il canale d'emergenza del CB é sempre stato il 9 (e piû raramente anche il 19), e esistono molti CB sia vecchi sia moderni che hanno anche il pulsante apposito per andare direttamente al canale 9 x le emergenze..
Terzo: nel collettivo tutti sanno che il canale 9 é quello d'emergenza, anche certe leggi lo sancivano tempo fa..
Ma allora perché usare il 16? Capisco che magari non verrà usato più di tanto.. ma ci sono anche tanti escursionisti in fuoristrada che in auto hanno solo quello, e in caso di emergenza potrebbero usarlo!
Per me é un grande problema da ovviare al più presto.. spero di che questo messaggio venga considerato e letto dagli organizzatori, grazie mille per l'attenzione!
non te ne preoccupare dei canale CB, RRM ha eliminato l'uso del CB e anche della frequenza in banda VHF  radioamtoriale. 
Rimane solo in canale 8-16 PMR446 come ufficiale e in sperimentazione una frequenza vhf civile dmr .
rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline -Tuscania-

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2366
  • Applausi 208
  • Sesso: Maschio
  • ID-DMR 2222203
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW2HLQ
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1095 il: 07 Dicembre 2019, 13:16:14 »
Buongiorno a tutti e complimenti per questo bel progetto!
In Veneto comé la situazione?  Ci sono aderenti? Io abito nella zona del Monte Pasubio!
Altra cosa, ho letto che viene usato anche il CB nel canale 16FM.. vorrei criticare questa scelta x 3 motivi:
primo:tutti i CB hanno l'AM, invece esistono molti CB che non hanno l'FM.. oltretutto sembra che la modulazione AM renda molto meglio come distanza su questa lunghezza d'onda..
Secondo: il canale d'emergenza del CB é sempre stato il 9 (e piú raramente anche il 19), e esistono molti CB sia vecchi sia moderni che hanno anche il pulsante apposito per andare direttamente al canale 9 x le emergenze.. ma allora perché non sfruttarlo?
Terzo: nel collettivo tutti sanno che il canale 9 é quello d'emergenza, anche certe leggi lo sancivano tempo fa..
Ma allora perché usare il 16? Capisco che magari non verrà usato più di tanto.. ma ci sono anche tanti escursionisti in fuoristrada che in auto hanno solo quello, e in caso di emergenza potrebbero usarlo!
Oltretutto nel sito RRM non é menzionata né la frequenza CB ne quella vhf (145.250)..
Secondo me questi sono dei grandi problemi da ovviare al più presto.. spero di che questo messaggio venga considerato e letto dagli organizzatori, grazie mille per l'attenzione!

Quando si scrive senza informazione... [emoji41]

🗣️ È online il nuovo sito informativo ufficiale della Rete Radio Montana che, a parte la nuova veste grafica, descrive in anteprima gli importanti aggiornamenti a cui il Gruppo di Lavoro della RRM sta lavorando da diversi mesi.

Tra le principali novità vi è l'esclusione 🚫 della frequenza radio VHF radioamatoriale (145.250 MHz) e del canale 16 CB, che pertanto non verranno più considerate.

✳️ Viene introdotta la frequenza radio sperimentale in banda VHF civile in modalità digitale DMR 🤖, che comunque ancora non è utilizzabile poiché sono in fase di definizione tutte le accortezze e le procedure necessarie per il rilascio delle autorizzazioni all'uso.

Il Regolamento 📜 per gli Utenti è stato revisionato ✍🏼, con nuove linee guida atte a migliorare l'usabilità della RRM relativamente agli  impieghi per cui è nata.

Viene tolto il suffisso "Progetto" dalla RRM, visto che la nostra rete è oramai una realtà consolidata 🆙.

I Referenti Regionali da ora in avanti si chiameranno "Responsabili Regionali" 👥, mentre i loro Delegati saranno chiamati "Referenti Locali" 🗺️.

È attivo il nuovo server di #RERAMONET 🔐 raggiungibile ora dal link 🌐 https://reramonet.reteradiomontana.it -- nei prossimi mesi, speriamo entro i primi giorni del 2020, sarà online il nuovo Portale con grafica ottimizzata per i dispositivi mobili, nuove funzionalità e migliore gestione degli strumenti già esistenti.

Il logo ufficiale è stato leggermente rivisitato 🖌️.

ℹ️ Alcune pagine del sito sono da completare, mentre altre sono da creare completamente. Contiamo di terminare lo sviluppo definitivo del sito informativo entro 10-15 giorni.

Offline Albyfil

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 33
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1096 il: 07 Dicembre 2019, 13:21:53 »
Avevo provato a leggere qualche info ma in un post da 44 pagine é un po' difficoltoso.. peró peccato togliere le VHF e il CB.. in caso di emergenza se si hanno solo quelle potrebbero sempre tornare utili..
Anche perché sono più accessibili e semplici da usare, in confronto per  esempio al VHF DMR..
« Ultima modifica: 07 Dicembre 2019, 13:26:23 da Albyfil »
OM - IU3NMO
CB - Diablo
CB - 1AV001
RRM - FOXTROT 530

Offline -Tuscania-

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2366
  • Applausi 208
  • Sesso: Maschio
  • ID-DMR 2222203
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW2HLQ
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1097 il: 07 Dicembre 2019, 13:34:26 »
Avevo provato a leggere qualche info ma in un post da 44 pagine é un po' difficoltoso.. peró peccato togliere le VHF e il CB.. in caso di emergenza se si hanno solo quelle potrebbero sempre tornare utili..
Anche perché sono più accessibili e semplici da usare, in confronto per  esempio al VHF DMR..

Beh quello che fa fede è il loro sito...non serve leggere 44 pagine... [emoji6]


Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 371
  • Applausi 96
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1098 il: 07 Dicembre 2019, 14:07:06 »
Il progetto è nato oltre 10 anni fa, e in questo periodo sono state fatte sperimentazioni, considerazioni e valutazioni. I dati effettivi, raccolti ed elaborati tramite il portale RERAMONET hanno portato, tra le altre cose, a questa conclusione.

Nella fattispecie si è visto come il canale CB è stato usato in maniera assai esigua. Praticamente mai.

Mentre la VHF radioamatoriale era usata solamente tra radioamatori, che generalmente poi utilizzavano altre frequenze (generalmente i ponti locali). Inoltre più di qualcuno non radioamatore, comprando online i vari cinesini, la usavano senza essere autorizzati.

Inoltre la scelta è stata fatta per non disperdere le forze su "più fronti".

Ma anche per evitare che i radioamatori, per evitare di portare più radio, usino i bibanda con potenze e frequenze non concesse.

PS: come già detto da qualcuno, fa fede il sito. La nostra organizzazione, la struttura della rete e il regolamento nel tempo si è evoluto.
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Offline Albyfil

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 33
  • Applausi 0
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1099 il: 07 Dicembre 2019, 14:19:07 »
Ovviamente fá fede il sito, infatti l'ho studiato e letto bene, non avendo visto le frequenze, ma avendole lette su siti esterni, pensavo fosse una dimenticanza. Adesso tutto è più chiaro, e i motivi di questa scelta sono capibili! Grazie per le spiegazioni e buon lavoro a tutti con questo bel progetto!
PS.: Se un radioamatore vuole partecipare, ma non ha il pmr, come può fare a dare il suo contributo?
OM - IU3NMO
CB - Diablo
CB - 1AV001
RRM - FOXTROT 530