Autore Topic: RETE RADIO MONTANA  (Letto 186581 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1025 il: 11 Settembre 2019, 11:47:28 »
Ottima iniziativa...


Critiche, polemiche, gelosie e quant'altro non ci fermano, ma ci rafforzano. Questa è solo una delle ultime novità, ma stiamo lavorando a tante altre cose molto utili!

Post ufficiale: www.facebook.com/461018520607517/posts/3251488261560515/
« Ultima modifica: 11 Settembre 2019, 11:50:04 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Offline XXIII

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 37
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1026 il: 11 Settembre 2019, 12:04:28 »
Un pezzo in più per stare tranquilli…?
Si.
Affidare la tua vita e quella della famiglia ad un PMR ?
Pura fantasia.

Ribadisco un concetto già riportato...
Tutto ciò che va oltre la considerazione (meravigliosa) di IZ1PNY ha del palese dolo, nel bene e nel male.
Da parte mia sempre sosterrò RRM!

Offline dattero

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2341
  • Applausi 137
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 1RGK471 ----IZ2OGG----GINO
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1027 il: 11 Settembre 2019, 12:59:16 »
Critiche, polemiche, gelosie e quant'altro non ci fermano, ma ci rafforzano. Questa è solo una delle ultime novità, ma stiamo lavorando a tante altre cose molto utili!

Post ufficiale: www.facebook.com/461018520607517/posts/3251488261560515/
Perché il link mi manda al marketplace

inviato PRA-LX1 using rogerKapp mobile

rtx YAESU FT 817-857-950
     HR2510  ALAN48OLD CTE ALAN K350BC
antenne verticali IMAX2000 X300 X50 
40-80homemade
direttiva VHF 17 elementi polarizzazione orizzontale
direttive homemade 2 elementi 20 metri-2 elementi 17 metri 3 elementi 12 metri
CREATE V730 (la cornuta) direttiva 4 elementi incrociata VHF-UHF homemade

Offline -Tuscania-

  • XXX
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2403
  • Applausi 211
  • Sesso: Maschio
  • ID-DMR 2222203
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW2HLQ
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1028 il: 11 Settembre 2019, 14:41:06 »
qrp-png2" border="0 stemma3-gif-2" border="0 download" border="0 Immagine" border="0 Ldmr" border="0

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1029 il: 11 Settembre 2019, 15:32:08 »
Perché il link mi manda al marketplace

inviato PRA-LX1 using rogerKapp mobile

Il link è giusto (a me apre il post ufficiale)..
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1


Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1030 il: 14 Settembre 2019, 13:38:39 »
Vi spiego in parole molto spicciole le cose principali che prevede l'accordo tra Soccorso Alpino Lombardia e Gruppo di Lavoro della RRM:

Adesso in Lombardia le Centrali Operative del 118 e gli operatori del Soccorso Alpino, sanno bene cosa è la RRM. Potenzialmente anche il personale a bordo dell'elisoccorso (TE del CNSAS) in caso di necessità potrebbe comunicare direttamente via radio sul CANALE 8-16 con il malcapitato (disperso/ferito/colto da malore) e dall'alto sicuramente avrebbe una buona copertura radio sulla zona di intervento.

La RRM non è un alternativa al 118/112NUE o a GeoResQ... Cosa ovvia. Ma se questi sistemi ufficiali sono inservibili, può essere diramata una chiamata di emergenza via radio sul CANALE 8-16. L'utente che riceve la richiesta di aiuto (a patto che ci sia qualcuno in zona) dovrà quindi contattare il 112NUE, che passerà la chiamata alla CO118, e di conseguenza (per zone montane) al Soccorso Alpino. Sia il 118 che il CNSAS sanno cosa è la RRM, e il CNSAS può accedere al portale RERAMONET e prelevare tutte le informazioni utili sul malcapitato (dati anagrafici, numeri ICE, itinerario programmato, etc.), qualora chi fa da tramite abbia fatto riferimento ad un Identificativo Radio da noi rilasciato.

Ovviamente l'escursionista deve averle preventivamente inserite queste informazioni (e per farlo deve essere iscritto alla RRM).

Questo accordo è attivo in Lombardia, Lazio ed Emilia-Romagna. È in fase di firma da altri Servizi Regionali, e contiamo di coprire il territorio nazionale in tempi relativamente brevi.

È in fase di sviluppo una versione potenziata e aggiornata del portale RERAMONET, con una "console operativa" dedicata al Soccorso Alpino.

Ricordo, infine, che l'iscrizione alla RRM è riservata ad escursionisti, alpinisti, cercatore di funghi, piloti di parapendio/deltaplano, etc. Col nuovo sito sarà presentato il nuovo regolamento di partecipazione.
« Ultima modifica: 14 Settembre 2019, 13:41:56 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1031 il: 17 Settembre 2019, 08:15:45 »
[Domenica 15/09/19] Un'escursionista che percorreva la Via dei Laghetti, in direzione Monte Prena (massiccio del Gran Sasso), è caduta procurandosi un trauma toracico. In quella zona non c'era campo telefonico, pertanto un altro escursionista dotato di radio rice-trasmittente PMR-446 ha diramato una chiamata di emergenza via radio sul CANALE 8-16. La richiesta di aiuto è stata ricevuta da un altro utente della RRM che si trovava a valle, il quale ha provveduto a chiamare il 118, restando a disposizione della Centrale Operativa. E' quindi intervenuto l'elisoccorso che ha recuperato e trasportato in ospedale l'infortunata.

Leggi tutto: www.reteradiomontana.it/cade-monte-prena-si-procura-trauma-toracico-quella-zona-telefono-non-ha-segnale-escursionista-chiede-aiuto-via-radio-canale-8-16---100
« Ultima modifica: 17 Settembre 2019, 14:57:44 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2405
  • Applausi 275
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1032 il: 17 Settembre 2019, 08:46:21 »
Siluc che non andiamo d'accordo è saputo e risaputo.
Sono contento del soccorso via RRM e sono contento quando si aiuta o si salva una vita con qualsiasi mezzo di comunicazione, ci mancherebbe.
E se leggi fra le righe dei miei post degli ultimi anni capirai che non sono affatto contrario a RRM.
Dico solo che leggendo post come questo lo sprovveduto (nel senso che non capisce molto di radio) si crea l'idea che un PMR in montagna sia un salvavita.
Sappiamo che non è così sia per numero di utenti, giornata, orario, zona, potenza dei pmr, troppe variabili.
Non è l'idea ed il progetto sbagliato (mai detto questo) ma incutere fiducia in qualcosa che è molto aleatorio questo rischia paradossalmente di creare più danno che altro.
Riportare quei pochi casi di gente che grazie a RRM sono stati aiutati ...ma non si riportano dati su quelli che malgrado fossero in montagna con un PMR non hanno ricevuto soccorso. E no di quelli non se ne sa nulla.
L'ecccezione non è la regola. Semplicemente questo.
In simpatia,
Pietro.

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1033 il: 17 Settembre 2019, 08:56:35 »
Siluc che non andiamo d'accordo è saputo e risaputo.
Sono contento del soccorso via RRM e sono contento quando si aiuta o si salva una vita con qualsiasi mezzo di comunicazione, ci mancherebbe.
E se leggi fra le righe dei miei post degli ultimi anni capirai che non sono affatto contrario a RRM.
Dico solo che leggendo post come questo lo sprovveduto (nel senso che non capisce molto di radio) si crea l'idea che un PMR in montagna sia un salvavita.
Sappiamo che non è così sia per numero di utenti, giornata, orario, zona, potenza dei pmr, troppe variabili.
Non è l'idea ed il progetto sbagliato (mai detto questo) ma incutere fiducia in qualcosa che è molto aleatorio questo rischia paradossalmente di creare più danno che altro.
Riportare quei pochi casi di gente che grazie a RRM sono stati aiutati ...ma non si riportano dati su quelli che malgrado fossero in montagna con un PMR non hanno ricevuto soccorso. E no di quelli non se ne sa nulla.
L'ecccezione non è la regola. Semplicemente questo.
In simpatia,
Pietro.

E quali dati sarebbero quelli non riportati? Citami qualche esempio... Generalmente l'allarme viene lanciato tramite 112NUE/118 o tramite GeoResQ... La RRM "interviene" quelle poche volte in cui il telefono non ha segnale.

Non ho mai letto articoli di soggetti dispersi/feriti/colti da malore che, dotati di radio e dotati di smartphone non sono riusciti a chiamare i soccorsi.

Sicuramente si è parlato di soggetti dotati di telefono, ma non di radio, che non sono riusciti.

Noi stiamo lavorando proprio per incrementare massicciamente il numero di avventurosi dotati di radio. E, come sempre, ribadiamo che la radio non è un salvavita, ma che in talune circostanze potrebbe fare la differenza, come non farla affatto.

Del resto anche il telefono non è un salvavita. Potrebbe funzionare come non funzionare.

Aggiungo, infine, che la RRM si propone come strumento di emergenza ma, avanti a tutto, di prevenzione (es: segnalazione di pericoli oggettivi, meteo, etc.)... Poiché la prevenzione serve per evitare (o cercare di) situazioni di emergenza.

Ripeto: la RRM non è la soluzione definitiva, ma in certe situazioni potrebbe fare la differenza. Meglio avere la radio che non averla. Sul sito, su FB, etc. mettiamo ben chiara questa cosa. Sempre. Anzi, è proprio a chi di radio non ne capisce che ci rivolgiamo principalmente.
« Ultima modifica: 17 Settembre 2019, 08:59:04 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1


Offline IW4BJG

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 309
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1034 il: 17 Settembre 2019, 14:33:53 »

io penso che RRM sia un ottima iniziativa e che chi ha avuto l'idea e la porta avanti stia facendo cosa buona. spero non si lascino influenzare dalle critiche non costruttive.
visto che probabilmente tornerò anch'io a fare lavori di manutenzione radio in montagna mi regalerò una radio pmr...meglio una possibilità in più che in meno.
intanto chiederò un nominativo RRM.
73
"L'egoismo comune cagiona e necessita l'egoismo di ciascuno" ( G.Leopardi)
"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I.Asimov)
"Siamo tutti dilettanti.Non viviamo abbastanza per diventare di più."  (C.Chaplin)

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1


Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2405
  • Applausi 275
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1036 il: 17 Settembre 2019, 16:41:35 »
Bisogna saper legger fra le righe. Non ho mai scritto che non mi piace il progetto e non ne approvi l'utilità sociale a 360 gradi. Ho sempre e solo detto che le cose bisogna saper dirle o meglio veicolarle in modo corretto.
Non troverai mai uno che ha avuto un'incidente e malgrado PMR e RRM non ha avuto soccorso o semplicemente informazioni per il semplice fatto che alla fin della fiera non essendo da statuto un servizio capillare e di emergenza non avrebbe senso andarsi a lamentare. Però basta cercare anche qui ho letto spesso di gente che hanno provato ad usare 8-16 e mai alcuna risposta. Ci stà, ci mancherebbe, dico solo che sponsorizzare (nel senso etico so che non ci guadagnate nulla) solo pochi casi isolati di gente che ha avuto info/aiuto attraverso RRM ...ecco diciamo che non lo farei per non creare false aspettative nel prossimo.
Per il resto bisogna saper leggere (e mi rivolgo all' OM dell'ultimo commento) non faccio ostruzionismo, non sono contrario all'iniziativa, provo solo ad evidenziare i limiti che l'iniziativa ha. La mia critica (se la si vuole chiamare così perchè non lo è) vuole essere costruttiva non distruttiva. Questo secondo me è lo spirito del confrontarsi educatamente non c'è curva nord e curva sud...non ci sono tifoserie si discute. Nel personale potrei anche aggiungere che la cosa non mi riguarda non andando mai in montagna/boschi quindi anche se fosse una rete che copre il 100 per cento delle montagne a me non me ne verrebbe nulla. Forse si mi devo fare i fatti miei, ma commento non più di quello.

Offline Giovy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1034
  • Applausi 125
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Giovy's Blog
  • Nominativo: ALFA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1037 il: 23 Settembre 2019, 12:39:44 »
Pietro, sempre lì siamo... dici sempre "bisogna saper leggere fra le righe" ma il primo a non saper leggere sei tu.
Cosa non ti è chiaro del concetto: "Noi diciamo SEMPRE che la RRM NON è la soluzione a tutti i problemi di mancanza di rete telefonica, ma è SOLO una possibilità in più?"
Mi sembra un costrutto in italiano semplice ed elementare, ma la tua solita risposta è: "Ok, ma ingenerate false speranze in chi non sa leggere".
Ti voglio bene, ma devo pensare che tu rientri fra questi? Non direi... mi sembri una persona colta ed istruita, non hai nemmeno bisogno di leggere FRA le righe, ma solo LE righe, dato che lo diciamo SEMPRE, specie a chi non ha esperienza di montagna.
Se apri solo l'home page del sito, puoi leggere:
Citazione
La Rete Radio Montana è un progetto nazionale che mira ad incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio. Attualmente proponiamo una frequenza radio di libero uso in banda PMR-446 (UHF), unificata a livello nazionale, impiegata per l'interscambio di informazioni di sicurezza tra più persone durante le attività outdoor. La potenzialità della rete è direttamente proporzionale al numero di utenti attivi contemporaneamente in un'area geograficamente ristretta.

La RRM non è un'alternativa alle classiche modalità di allertamento degli organi preposti al soccorso in montagna, bensì è un "di più" per la prevenzione degli incidenti in montagna o in zone boschive, ed eventualmente potrebbe mostrarsi un supporto utile in caso di emergenza nelle fasi di ricerca e successivo soccorso, per avere un collegamento diretto tra l'infortunato e i soccorritori precedentemente allertati.

Ora sentiamo: DOVE e COME quello che scriviamo potrebbe ingenerare false speranze?
Dici che le tue sono critiche costruttive... ma COSA costruiscono? Ribadiscono concetti triti e ritriti, senza aggiungere nulla di costruttivo.
Si, ha ragione... forse a volte sarebbe meglio farsi i fatti propri, se non si ha nulla di costruttivo da dire.
Un saluto.
Giovanni
Responsabile Regionale Piemonte e Valle d'Aosta
progetto nazionale "Rete Radio Montana"

ID RRM: ALFA 1

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2405
  • Applausi 275
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1038 il: 23 Settembre 2019, 13:59:41 »
Educata ma abbastanza "pungente" il commento :-) Ma vabbene anche io ti stimo e non si può essere sempre d'accordo sulle cose. So benissimo che scrivete a caratteri cubitali che è solo un'alternativa. Il resto appunto trito e ritrito quindi non lo riscrivo. Il mio pensiero si limitava al fatto che trovo inopportuno pubblicare post che quasi pubblicizzano i successi di qualche fortunato che ha ricevuto info e soccorsi a fronte di migliaia di altri che invece questa fortuna non l'hanno avuta. Ecco senza quel post io non mi sarei messo a commentare. Che poi sul regolamento, home page, sia tutto spiegato mai messo in dubbio è dato di fatto ma eviterei certe sponsorizzazioni dei successi. Solo questo.
Saluti cordiali,

Pietro.

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1039 il: 25 Settembre 2019, 10:28:53 »
Educata ma abbastanza "pungente" il commento :-) Ma vabbene anche io ti stimo e non si può essere sempre d'accordo sulle cose. So benissimo che scrivete a caratteri cubitali che è solo un'alternativa. Il resto appunto trito e ritrito quindi non lo riscrivo. Il mio pensiero si limitava al fatto che trovo inopportuno pubblicare post che quasi pubblicizzano i successi di qualche fortunato che ha ricevuto info e soccorsi a fronte di migliaia di altri che invece questa fortuna non l'hanno avuta. Ecco senza quel post io non mi sarei messo a commentare. Che poi sul regolamento, home page, sia tutto spiegato mai messo in dubbio è dato di fatto ma eviterei certe sponsorizzazioni dei successi. Solo questo.
Saluti cordiali,

Pietro.

Il telefono in quella zona prendeva? No.

C'erano le circostanze (sia l'impossibilità di chiamare il 112, sia l'orografia a favore) per diramare una chiamata radio di emergenza via radio, come previsto dal progetto? Si.

Abbiamo sopperito all'assenza di segnale telefonico? Si.

Allora perché non parlarne?

Le "circostanze" di cui sopra (segnale mancante e orografia a favore) si creano più volte in un'escursione, ma per fortuna non ci si trova sempre in una situazione di emergenza.

Può essere utile all'escursionista/alpinista/cercatore di funghi sapere che c'è una possibilità in più in caso di emergenza per chiedere aiuto?

Io direi di sì! E sicuramente è meglio fare vedere anche la pratica (https://www.reteradiomontana.it/esperienze-operative) anziché soltanto la teoria (https://www.reteradiomontana.it/in-dettaglio).

Citazione
[...] trovo inopportuno pubblicare post che quasi pubblicizzano i successi di qualche fortunato che ha ricevuto info e soccorsi a fronte di migliaia di altri che invece questa fortuna non l'hanno avuta [...]

I "migliaia di altri" che dici di certo non avevano la radio dietro, ma soltanto il telefono (scarico o senza campo)... E alla vista di queste notizie potrebbe convincersi a spendere quei 70 + 12 Euro per avere qualche possibilità in più, rispetto al solo telefono. E, oltre alle emergenze, avere un canale sul quale interscambiarsi informazioni di sicurezza a PREVENZIONE degli incidenti (segnalare un pericolo oggettivo, meteo, richiesta info ai rifugi, etc.) che potrebbero tornare utili a chi successivamente passerà lì (cose che ovviamente soltanto chi va in montagna apprezza).
« Ultima modifica: 25 Settembre 2019, 10:36:45 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1


Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2405
  • Applausi 275
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1040 il: 25 Settembre 2019, 11:04:15 »
Ciao Siluc, commento solo la parte "I "migliaia di altri" che dici di certo non avevano la radio dietro, ma soltanto il telefono (scarico o senza campo)... E alla vista di queste notizie potrebbe convincersi a spendere quei 70 + 12 Euro per avere qualche possibilità in più, rispetto al solo telefono. E, oltre alle emergenze, avere un canale sul quale interscambiarsi informazioni di sicurezza a PREVENZIONE degli incidenti (segnalare un pericolo oggettivo, meteo, richiesta info ai rifugi, etc.) che potrebbero tornare utili a chi successivamente passerà lì (cose che ovviamente soltanto chi va in montagna apprezza)"

Vedi, lasciando stare la divulgazione dello spirito radio che ovviamente incentivo, è un'altro commento ambiguo perchè se è vero che avrebbero "una possibilità in più" si contraddice con quanto scritto in inizo: " i migliaia di altri non avevano la radio" come a dire "ahh se avesse avuto la radio". Direi molto ambiguo scritto così.

Fra l'altro per quanto leggo qui sei sempre tu come rappresentante dell'associazione a pubblicizzare i casi di effettiva utilità, stranamente mai (o molto raramente) la persona interessata nel fatto.

Voglio dire quelle migliaia non devono essere per forza persone ignare del progetto potrebbero essere persone della stessa RRM. Ovvio non verranno a scrivere su dieci escursioni oddio uno che abbia sentito su RRM (e se cerchi fra i post/thread in più di uno lo ha scritto) uno perchè come membri sono consapevoli di come funziona e quindi hanno aspettative inferiori, due saresti il primo a ricordarglielo come fai con me....quindi si stanno zitti e stop. Non hai quindi visibilità di tutte quelle volte che anche gli stessi membri sono andati in montagna e non hanno ascoltato o parlato con nessuno sull'8-16.

Il mio parere è semplice e personale: trovo forviante da parte del capo dell'associazione pubblicizzare i successi avuti, al posto tuo non lo farei e piuttosto aspetterei che sia l'interessato a postare qualcosa in ringraziamento all'aiuto avuto attraverso RRM.

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1041 il: 25 Settembre 2019, 11:19:49 »
Ciao Siluc, commento solo la parte "I "migliaia di altri" che dici di certo non avevano la radio dietro, ma soltanto il telefono (scarico o senza campo)... E alla vista di queste notizie potrebbe convincersi a spendere quei 70 + 12 Euro per avere qualche possibilità in più, rispetto al solo telefono. E, oltre alle emergenze, avere un canale sul quale interscambiarsi informazioni di sicurezza a PREVENZIONE degli incidenti (segnalare un pericolo oggettivo, meteo, richiesta info ai rifugi, etc.) che potrebbero tornare utili a chi successivamente passerà lì (cose che ovviamente soltanto chi va in montagna apprezza)"

Vedi, lasciando stare la divulgazione dello spirito radio che ovviamente incentivo, è un'altro commento ambiguo perchè se è vero che avrebbero "una possibilità in più" si contraddice con quanto scritto in inizo: " i migliaia di altri non avevano la radio" come a dire "ahh se avesse avuto la radio". Direi molto ambiguo scritto così.

Fra l'altro per quanto leggo qui sei sempre tu come rappresentante dell'associazione a pubblicizzare i casi di effettiva utilità, stranamente mai (o molto raramente) la persona interessata nel fatto.

Voglio dire quelle migliaia non devono essere per forza persone ignare del progetto potrebbero essere persone della stessa RRM. Ovvio non verranno a scrivere su dieci escursioni oddio uno che abbia sentito su RRM (e se cerchi fra i post/thread in più di uno lo ha scritto) uno perchè come membri sono consapevoli di come funziona e quindi hanno aspettative inferiori, due saresti il primo a ricordarglielo come fai con me....quindi si stanno zitti e stop. Non hai quindi visibilità di tutte quelle volte che anche gli stessi membri sono andati in montagna e non hanno ascoltato o parlato con nessuno sull'8-16.

Il mio parere è semplice e personale: trovo forviante da parte del capo dell'associazione pubblicizzare i successi avuti, al posto tuo non lo farei e piuttosto aspetterei che sia l'interessato a postare qualcosa in ringraziamento all'aiuto avuto attraverso RRM.

Ma ancora che parli di spirito radio? Nella RRM vale soltanto lo spirito montano-escursionistico. La maggior parte degli iscritti non ha passione per il radiantismo.

Non siamo un'associazione, e non sono un Presidente.

Se c'è un articolo significa che abbiamo chiesto il via libera alle parti coinvolte (sia chi ha lanciato l'allarme che chi l'ha ricevuta), e abbiamo relazioni dettagliate con tutte le dinamiche.

Qualsiasi notizia (vedi tutte quelle pubblicate su interventi del Soccorso Alpino), sono basate sulle informazioni inviate dall'ufficio stampa del CNSAS... Non è che l'articolo lo pubblica la persona soccorsa.

Nessun "Ah, se avessero avuto la radio". Se avessero avuto la radio avrebbero avuto qualche possibilità in più, anche se non la certezza. Punto. Il tuo non è un far leggere fra le righe, ma è ingrandire/veicolare a cavoli propri un messaggio chiaro e scritto in "parole povere".

Tra l'altro non è che tutti gli iscritti stanno qui sul forum, e quindi possono esprimersi. Questo è un forum per appassionati del mondo radio e, come sopra, sono molto pochi i nostri utenti che hanno anche la passione per le radio.

Dai, non diciamo assurdità!
« Ultima modifica: 25 Settembre 2019, 11:24:57 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1042 il: 25 Settembre 2019, 11:33:59 »
Direi che di "successi" a dimostrazione che viene spesso collegato qualcuno, ce ne sono... Questi sono alcuni log già confermati dalle varie parti:







È solo qualche esempio. Se ci fosse stata un'emergenza, la chiamata sarebbe stata ricevuta.
« Ultima modifica: 25 Settembre 2019, 11:47:22 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2405
  • Applausi 275
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1043 il: 25 Settembre 2019, 11:37:59 »
Simone dalla tua firma: Fondatore e Responsabile Nazionale
chiamalo presidente, chiamalo responsabile, a.d. ma sempre una cosa significa.

cit. "Ma ancora che parli di spirito radio? Nella RRM vale soltanto lo spirito montano-escursionistico. La maggior parte degli iscritti non ha passione per il radiantismo."

Si da il caso che questo forum è per i radio amatori nel senso lato: cb,pmr,OM quindi se nel passato ho evidenziato tecnicamente determinati limiti ci sta tutto. Mentre invece ci sta meno che pubblichi le "operazioni riuscite" qui. Per quello vedo più appropriato andare sui vari siti di escursionisti,etc.

Non sono un troll sennò non ci metterei la faccia (nominativo) e sinceramente non vado in montagna ne tantomeno come "backup" mi porterei un PMR visto che sulle frequenze ho ampia scelta. Come a dire tutto quanto scritto era a favore della community.

Detto questo auguri per i risultati e mi riprometto di non mischiarmi più in alcun post inerente la vostra iniziativa.


Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1044 il: 25 Settembre 2019, 11:52:52 »
Io penso che i moderatori, di cui gli admin si fidano, se ci fossero state cose non ammesse sarebbero intervenuti mesi fa, se non anni.

Tra gli utenti del forum (appassionati di radio) ci sono diversi appassionati di montagna.

Anche se il progetto è rivolto agli appassionati di montagna, viceversa ha anche un aspetto tecnico-radiantistico che può interessare agli utenti di questo forum.

Chi dice che un PMR-446 non serve a niente, che è un giocattolo, che la potenza è una capatina... Beh, queste cavatine hanno permesso di chiamare aiuto e permettono tutti i giorni di far comunicare escursionisti tra loro per scambiarsi informazioni a scopo preventivo.
« Ultima modifica: 25 Settembre 2019, 11:54:45 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1

Offline fulmine817

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 149
  • Applausi 13
    • Mostra profilo
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1045 il: 25 Settembre 2019, 21:09:51 »
Buona sera a tutti, in estate e durante i week end vado spesso in alta Valsassina. In genere gli escursionisti che conosco e incontro non possiedono una radio pmr,  hanno con sé solo il cell dove in alcuni luoghi non prende , ma a loro va bene così che serve una radio ? Un peso in più.Mi permetto di dire che i possessori di radio pmr sono tra le seguenti categorie: radioamatori che hanno con sé bibanda vhf-uhf e radio pmr , amatore della radio senza patente interessato ai pmr ed eventualmente anche al cb , infine i bambini che giocano a guardie e ladri con i brondini. Quindi secondo me chi utilizza una radio pmr ha un minimo interesse per la radio.

Offline IW4BJG

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 309
  • Applausi 43
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1046 il: 26 Settembre 2019, 10:53:17 »
Buona sera a tutti, in estate e durante i week end vado spesso in alta Valsassina. In genere gli escursionisti che conosco e incontro non possiedono una radio pmr,  hanno con sé solo il cell dove in alcuni luoghi non prende , ma a loro va bene così che serve una radio ? Un peso in più.Mi permetto di dire che i possessori di radio pmr sono tra le seguenti categorie: radioamatori che hanno con sé bibanda vhf-uhf e radio pmr , amatore della radio senza patente interessato ai pmr ed eventualmente anche al cb , infine i bambini che giocano a guardie e ladri con i brondini. Quindi secondo me chi utilizza una radio pmr ha un minimo interesse per la radio.


quello che dici è vero. chi fa il turista occasionale in montagna spesso soffre di eccessiva fiducia nel telefono cellulare.se non succede niente va tutto bene.è quando succede qualcosa che si vedono patetiche scene di telefoni cellulari tenuti in alto sulla testa e gente che inciampa e cade mentre saltella e gira in tondo alla ricerca del "campo".il turista occasionale va avvertito e convinto che se si porta una radio avrà una possibilità in più.il segreto è tutto qui.
"L'egoismo comune cagiona e necessita l'egoismo di ciascuno" ( G.Leopardi)
"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I.Asimov)
"Siamo tutti dilettanti.Non viviamo abbastanza per diventare di più."  (C.Chaplin)

Offline siluc

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 393
  • Applausi 97
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Progetto nazionale "Rete Radio Montana"
  • Nominativo: LIMA 1 (RRM)
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1047 il: 08 Ottobre 2019, 16:18:38 »
Ieri, lunedì 7 ottobre 2019, anche il Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo ha sottoscritto un Accordo di Cooperazione con il Gruppo di Lavoro della Rete Radio Montana.

Tutte le Stazioni di Soccorso Alpino presenti sul territorio della Regione Abruzzo, hanno adesso la possibilità di accedere, tramite il portale RERAMONET, alle informazioni personali del malcapitato (disperso, ferito o colto da malore) quali i dati anagrafici, il recapito telefonico, i recapiti di parenti/familiari dallo stesso indicati nella sezione “ICE” di ciascun utente, ovvero i dettagli delle attività outdoor o di monitoraggio radio da postazione fissa (reperibilità) pubblicate nel portale da ciascun utente (ad esempio i principali punti o sentieri dell'itinerario previsto, il punto di partenza, eventuali rifugi di appoggio, traccia GPS, impiego dell'app GeoResQ, etc.).

Ricordiamo che in caso di emergenza bisogna chiamare il 118 e richiedere espressamente l'attivazione del Soccorso Alpino, in quanto ci si trova in ambiente impervio, oppure utilizzare l'app GeoResQ. Qualora il telefono non avesse segnale, neanche per chiamare il 112, si può tentare col diramare una chiamata di emergenza sul CANALE 8-16 della RRM. L'utente che dovesse ricevere la richiesta di aiuto, dovrà fare da tramite e allertare il 118 per conto del malcapitato, fornendo tutte le informazioni utili (posizione, tipo di emergenza, identificativo radio, etc.).

Il CNSAS Abruzzo, qualora lo ritenesse necessario e quando le condizioni orografiche lo permettano, può comunicare con il malcapitato tramite il CANALE 8-16 (direttamente o tramite un altro utente presente in zona, istruito telefonicamente).

Servizi Regionali del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - CNSAS con cui è già stato firmato un Accordo:
- CNSAS Lazio (agosto 2016)
- CNSAS Emilia-Romagna (aprile 2017)
- CNSAS Lombardia (agosto 2019)
« Ultima modifica: 08 Ottobre 2019, 16:20:31 da siluc »
Simone
Fondatore e Responsabile Nazionale della Rete Radio Montana

ID RRM: LIMA 1


Offline -Tuscania-

  • XXX
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2403
  • Applausi 211
  • Sesso: Maschio
  • ID-DMR 2222203
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW2HLQ
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1048 il: 08 Ottobre 2019, 16:28:52 »
👍
qrp-png2" border="0 stemma3-gif-2" border="0 download" border="0 Immagine" border="0 Ldmr" border="0

Offline cherubenzo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 258
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IU0CNK - Lima74
Re:RETE RADIO MONTANA
« Risposta #1049 il: 10 Ottobre 2019, 10:11:44 »
Posso esprimere un pensiero personale?
Perchè vi accorate tanto?????
Se una cosa vi piace, seguitela e/o interessatevi ad essa.
Se una cosa non vi interessa, scartatela.

W la radio, sempre, ovunque.

Vincenzo
IUOCNK
Lima74
Muflone Generoso

(chi sà, sà)
...infinite cose da fare in così poco tempo...