Autore Topic: Lineare e Modulazione....  (Letto 1129 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline enrico.s

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 133
  • Applausi 9
  • Sesso: Maschio
  • IU2KCL
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Lineare e Modulazione....
« Risposta #25 il: 03 Dicembre 2018, 17:52:36 »
ciao a tutti

solo due righe per ringraziarvi,

forse non ve ne siete accorti ma state dando una grande lezione di elettronica.


Complimenti e grazie anche per questo http://tesi.cab.unipd.it/44202/1/Amplificatori_di_potenza_analisi_e_confronto.pdf

enrico

Offline r5000

  • Moderatore
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 15939
  • Applausi 387
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Lineare e Modulazione....
« Risposta #26 il: 03 Dicembre 2018, 22:38:59 »
Salve a tutti.

Ognuno la può pensare come vuole, comunque chi ha voglia può leggere nel link di seguito.

http://tesi.cab.unipd.it/44202/1/Amplificatori_di_potenza_analisi_e_confronto.pdf

Negli stadi finali RF del Jakson e del Lincoln non vedo amplificatori in classe AB.

Saluti a tutti da Alberto
73 a tutti, la totalità degli apparati cb con l'ssb usa finali in  classe A, Lincoln, Galaxy ecc... hanno tutti una corrente di bias, dove non c'è bias si può parlare di classe C e lo vedi in tutti i cb con l'fm e am perchè in trasmissione hai sempre una portante rf che autopolarizza lo stadio, in ssb si usa polarizzare il transistor per evitare la distorsione con segnali al limite dell'interdizione del transistor, la classe B e AB la puoi avere solo quando usi una coppia di transistor collegati in modo che un transistor amplifica solo una semionda senza la presenza di bias (classe B negli amplificatori controfase, push pull ecc...) che diventa classe AB quando c'è la corrente di bias che mantiene in conduzione anche il transistor che nella classe B sarebbe interdetto, poi capita di vedere circuiti con transistor in parallelo (Galaxy Saturn ecc...) ma ognuno lavora sempre in classe A, alla fine è solo una questione di costi e ci mettono due transistor piccoli al posto di uno con il doppio della potenza, comunque lo stesso discorso vale con gli amplificatori lineari, se c'è una coppia di transistor con il bias c'è la classe AB, se manca il bias abbiamo la classe C (se c'è un solo transistor o più transistor in  parallelo) o la classe B se i transistror sono in controfase senza bias, il 99% dei lineari da meno di 30 watt è in classe C, se più  potenti e c'è anche l'interruttore per usarli in ssb sicuramente o quasi abbiamo un lineare in classe AB...

Offline sassa

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 56
  • Applausi 5
    • Mostra profilo
Re:Lineare e Modulazione....
« Risposta #27 il: 04 Dicembre 2018, 08:59:54 »
Buongiorno a tutti,
mi riaggancio a quanto scrive r5000 e senza voler polemizzare,
se a riposo (quindi in assegna di segnale di ingresso da amplificare) esiste una tensione di polarizzazione sulla base del transistor bipolare (in conseguenza della quale scorre sulla base stessa una corrente), per via di questa situazione se il transistor funziona, scorrerà anche una corrente sul collettore dello stesso transistor.
Tale condizione di lavoro (sarebbe più corretto definirla di polarizzazione), si definisce sicuramente NON di classe C.

Poi possiamo disquisire se è classe B o AB... ma non è certamente una classe C.

Ciao a tutti.


Offline Rommel

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 974
  • Applausi 115
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Lineare e Modulazione....
« Risposta #28 il: 04 Dicembre 2018, 17:19:28 »
Salve a tutti.

Direi a questo punto di lasciar perdere la classe perché:

1) Per essere un classe A è alquanto singolare visto che con la semionda negativa del segnale in ingresso si interdice. Non so se per la RF va bene ugualmente.
Se fosse in classe A come si deve, dovrebbe avere una corrente di collettore di circa 1,5 o 2 ampere (bisogna vedere le caratteristiche del transistor) per collocare il punto di lavoro a metà strada tra la saturazione e l'interdizione in modo da riprodurre tutta l'onda sinusoidale e non solo 30 - 50 mA come previsto per il bias (o valori simili).

2) Anche per un classe AB rimane sempre il fatto che la semionda negativa viene completamente ignorata.

Se C non può essere perché c'è un po di corrente di collettore non so proprio in quale classe collocarlo. (forse non vuole andare a scuola e non entra in nessuna classe).

Alla fine del discorso se funziona, classe a parte, diciamo che è tutto OK.

Fra l'altro qualsiasi classe abbia un lineare a transistor, se lo si pilota con più della potenza massima va in saturazione e distorce l'audio sia in AM che in SSB, quindi quanto detto riguardo la limitazione della potenza da applicare in ingresso può valere per tutti.

Saluti a tutti da Alberto.

Offline IK4MDZ-Franco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 255
  • Applausi 28
  • Sesso: Maschio
  • http://web.tiscali.it/fbalestrazzi/
    • Mostra profilo
    • il mio sito
    • E-mail
  • Nominativo: IK4MDZ
Re:Lineare e Modulazione....
« Risposta #29 il: 04 Dicembre 2018, 19:33:20 »
Se puo' aiutare a comprendere le classi di funzionamento :



I "lineari" CB erano quasi tutti in classe C ed erano schifezze.
« Ultima modifica: 04 Dicembre 2018, 19:37:06 da IK4MDZ-Franco »
Alias  trodaf_4912