Autore Topic: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?  (Letto 12838 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline stepv

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1136
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
  • IZ2QCI
    • Mostra profilo
Ciao, stamani sui 145,525 frequenza dove spesso ho amici, arrivava una stazione che faceva assistenza a una gara visto che diceva che il "numero 30 è passato.."...A me risulta che le frequenze radioamatore siano di esclusivo uso per le attività radioamatore e non per assistenza alle gare..o mi sbaglio? Per carità piuttosto gente che rutta sui ponti meglio qualche cosa di utilità ma per correttezza forse si dovrebbero usare le frequenze giuste...


Offline shineime

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3647
  • Applausi 63
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #1 il: 17 Aprile 2011, 11:33:51 »
le varie sezioni dell'ari o associazioni radioamatori POSSONO fare assistenza gare ma sono regolamentate da apposite circolari.
inoltre tutti gli operatori DEVONO essere radioamatori e usare le sigle come in un qso normale.
all'ari pg facciamo diverse gare all'anno, è un modo per racimolare qualche fondo per la sezione.
tutto regolare quindi.
saluti.
CALL: CB dal 73 K22, radioamatore  IK0VSV, SWL I067307,ARMI522,   japanese A1Club 1508,Gqrp 8019, SKCC 5686,IQRP 80,SPAR 531,RGPG 105,Club telegrafia 509,MQC 127, 1AT522,1TW522
info 1EM58 su QRZ11.com e su QRZ.com

Lino

  • Visitatore
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #2 il: 17 Aprile 2011, 13:11:04 »
Buona domenica.

Confermo quanto detto precedentemente. Un po di anni fà la sezione ARI di Foggia si curava dell'assistennza radio al Rally Automobilistico del Gargano. Si utilizzavano frequenze radioamatoriali e ponte ripetitore gestito dalla sezione, ma tutti gli operatori radio erano radioamatori e durante lo scambio di informazioni si faceva riferimento al proprio nominativo.

Saluti, Lino


N2oae

  • Visitatore
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #3 il: 17 Aprile 2011, 13:12:15 »

Ciao e Buona Domenica a Tutti !

In Svizzera si potrebbe fare perché é vietato parlare di politica e fare compera/vendita in radio
ma un'assistenza fatta da radioamatore con regolare licenza non é proibito.

73s' maico HB9OAE / N2OAE


Offline Frilander

  • 1RGK286
  • RGK dx Group
  • *******
  • Post: 1244
  • Applausi 18
  • Sesso: Maschio
  • Niente è impossibile importante avere volontà.
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #4 il: 17 Aprile 2011, 13:48:31 »
Bisogna sempre portare a conoscenza l'Ispettorato compartimentale degli orari, della frequenza e del giorno, il tutto per una questionedi correttezza e serietà.
Ma non credo ci vogliano delle autorizzazioni particolari.
73 da 1rgk286.
Paolo
Kenwood ts 450s - FT 101 ZD -   kenwood  TS 711E - 811E - CB: Alan 8001s - Icom 2710 -Antenna Energy 1/2 - dipolo filare 27 mhz autocostruita - Dipolo filare Windom  10/40 - Dipolo filare 80 mt autocostruita - Long Wire.
Yaesu FT 1900 VHF -  Direttiva Lemm 144 mhz. Direttiva  144/430 Maldol. - cinesino uv 3r - Polmar Galax - Polmar DB 32..

Offline bimbola

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2171
  • Applausi 3
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #5 il: 17 Aprile 2011, 15:32:24 »
Ciao, stamani sui 145,525 frequenza dove spesso ho amici, arrivava una stazione che faceva assistenza a una gara visto che diceva che il "numero 30 è passato.."...A me risulta che le frequenze radioamatore siano di esclusivo uso per le attività radioamatore e non per assistenza alle gare..o mi sbaglio? Per carità piuttosto gente che rutta sui ponti meglio qualche cosa di utilità ma per correttezza forse si dovrebbero usare le frequenze giuste...
                        puo' capitare che per questo tipo di servizi,ci sia bisogno di utilizzare ponti radioamatoriali...naturalmente possono farlo solo i radioamatori con indicativo ministeriale che avranno portato a conoscenza dell'attivita' che svolgeranno i MANUTENTORI E GESTORI DEL PONTE....non serve nessun'altra autorizzazione. :up: :up: :up:
Ama l'arte.. fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno...(gustave flaubert)

Offline shineime

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3647
  • Applausi 63
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #6 il: 17 Aprile 2011, 15:47:29 »
bimbolaaa..................
CALL: CB dal 73 K22, radioamatore  IK0VSV, SWL I067307,ARMI522,   japanese A1Club 1508,Gqrp 8019, SKCC 5686,IQRP 80,SPAR 531,RGPG 105,Club telegrafia 509,MQC 127, 1AT522,1TW522
info 1EM58 su QRZ11.com e su QRZ.com


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 17141
  • Applausi 464
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #7 il: 17 Aprile 2011, 16:00:36 »
73 a tutti,propio ieri sera la "mia" HI!!! frequenza monitor vhf (145.550mhz) era in uso per  una manifestazione\ esercitazione di protezione civile,nulla di strano a parte che non comunicavano spesso con i nominativi come si dovrebbe ma sono radioamatori della val brembana e funziona lo stesso anche per assistenza a gare ecc... ovviamente le vhf possono essere usate dai radioamatori e non direttamente da volontari di protezione civile,quindi i radioamatori che usano queste frequenze sono anche volontari ma prima sono radioamatori,poi che la prefettura gestisce le frequenze a modo suo è successo ma solo durante le emergenze,le nostre frequenze a statuto primario durante le esercitazioni sono ad uso esclusivo di radioamatori che possono dare assistenza a livello radio e se la frequenza è occupata il buon senso dice di spostarsi altrove,di solito si tratta di poche ore e non danno disturbi come per i ponti e transponder accesi h24...

Offline bimbola

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2171
  • Applausi 3
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #8 il: 17 Aprile 2011, 16:02:47 »
73 a tutti,propio ieri sera la "mia" HI!!! frequenza monitor vhf (145.550mhz) era in uso per  una manifestazione\ esercitazione di protezione civile,nulla di strano a parte che non comunicavano spesso con i nominativi come si dovrebbe ma sono radioamatori della val brembana e funziona lo stesso anche per assistenza a gare ecc... ovviamente le vhf possono essere usate dai radioamatori e non direttamente da volontari di protezione civile,quindi i radioamatori che usano queste frequenze sono anche volontari ma prima sono radioamatori,poi che la prefettura gestisce le frequenze a modo suo è successo ma solo durante le emergenze,le nostre frequenze a statuto primario durante le esercitazioni sono ad uso esclusivo di radioamatori che possono dare assistenza a livello radio e se la frequenza è occupata il buon senso dice di spostarsi altrove,di solito si tratta di poche ore e non danno disturbi come per i ponti e transponder accesi h24...
                             appunto...gli unici che devono sapere sono i GESTORI DEL PONTE....ciao shineime.....:-)
Ama l'arte.. fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno...(gustave flaubert)


Offline stepv

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1136
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
  • IZ2QCI
    • Mostra profilo
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #9 il: 18 Aprile 2011, 07:13:29 »
a stretta lettura della normativa, essendo frequenze in statuto primario e riservate all'attività radioamatoriale a me pare di capire che sia vietato usare dette frequenze per altre attività che non siano radiamatoriali, cioè parlare di argomenti di radiotecnica...poi il fastidio che mi hanno arrecato era modesto visto che mi arrivavano s2 e le comunicazioni erano saltuarie...però come la corsia di emergenza si usa in auto solo per emergenza, non capisco perchè usare le frequenze radiamatoriali quando ci sono quelle corrette per questo titpo di attività...forse non avevavo le autorizzazioni e gli apparati ad hoc, anche se un qualsiasi portatile aperto in frequenza funziona...ciao


N2oae

  • Visitatore
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #10 il: 18 Aprile 2011, 08:35:58 »
Ma una delle attivtà principale dei Radioamatori sono le emergenze radio
(se qualcuno ha fatto la licenza usa sa quante domande ci sono su questo argomento)
in caso di emergenza (esempio Abruzzo) i ponti erano quasi tutti fuori servizio
e chi ci é andato doveva poter operare con generatore e radio senza l'aiuti esterni nei primi giorni

Ma se queste emergenza devo funzionare bisogna pur fare le prove

Anche in HF in italia ci sono le date dove si collegano le varie Prefetture
in prov. di VA ogni Municipio ha un'antenna V/U e anche li fanno le prove
ci sono dei Radioamatori che portano la propria radio e fanno le prove
(quasi sempre la domenica mattina) a collegare la Prefettura e altri comuni

Anche un'assistenza di un rally che dura 24 ore é un test per persone e mezzi
fatto da un gruppo di amici.



Offline stepv

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1136
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
  • IZ2QCI
    • Mostra profilo
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #11 il: 18 Aprile 2011, 09:11:02 »
Direi proprio di no..l'attività unica istituzionale dei radioamatori sono i collegamenti radio a scopo radiotecnico..il resto appunto si inquadra in situazioni di emergenza..nel caso di disastri il prefetto o chi per lui ti deve precettare o può far usare una stazione ma solo con ordine scritto e con le procedure richieste..far assistenza a una gara non è certo una attività istituzionare radioamatoriale ne tantomeno di emergenza..poi controllo la normativa ma sono ababstanza sicuro...
ciao


N2oae

  • Visitatore
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #12 il: 18 Aprile 2011, 09:32:52 »

Ma io come ho scritto ho studiato per 2 licence e in 2 country dove é permesso
se poi in Italia si deve disturbare un Prefetto per fare una esercitazione
é la solita burocrazia italiana hi


N2oae

  • Visitatore
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #13 il: 18 Aprile 2011, 09:43:39 »





sia ARRL e USKA organizzano corsi

Offline IZ1HKO

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2358
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
  • Grazie a Dio esiste la radio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: Iz1hko
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #14 il: 18 Aprile 2011, 09:44:38 »
Direi proprio di no..l'attività unica istituzionale dei radioamatori sono i collegamenti radio a scopo radiotecnico..il resto appunto si inquadra in situazioni di emergenza..nel caso di disastri il prefetto o chi per lui ti deve precettare o può far usare una stazione ma solo con ordine scritto e con le procedure richieste..far assistenza a una gara non è certo una attività istituzionare radioamatoriale ne tantomeno di emergenza..poi controllo la normativa ma sono ababstanza sicuro...
ciao

Ma io come ho scritto ho studiato per 2 licence e in 2 country dove é permesso
se poi in Italia si deve disturbare un Prefetto per fare una esercitazione
é la solita burocrazia italiana hi
l'assistenza a qualsiasi attivita' che richiede organi di protezione civile e di sicurezza,rientra nei compiti dell'radioamatore,previo "invito dell'organizzatore che ne deve fare richiesta specifica alle autorita' competenti in fase di autorizzazioni, e direttamente all'ente(a.r.i.,ci.sa.r.,etc..)inquanto le forze dell'ordine sono di presidio nei punti sensibili(bivi con importanza alla circolazione primaria quali strade statali,provinciali etc......),e poi ci sono gli ufficiali della c.s.a.i.(commissione sportiva automobilistica italiana) ed nei punti obbligatori ci sono gli radioamatore, partenza,intermedio,arrivo,direzione gara,per trasmissione dati tempi dei cronometristi e comunicazioni sicurezza gara, e poi a secondo della lunghezza per comunicare sullo svolgimento della gara.....insieme ad altri radioamatore dislocati sulle vetture "0","00","000" ed "s", considerando che gli uffuciali di percorso hanno una loro maglia interna(normalmente 27 e lpd) per far si' che tutto il percorso e tutte le PS siano coperte..............IZ1HKO, radioamatore,pilota,navigatore,ufficiale di percorso csai......... precisazione dovuta per "esperienza"............
Stazione meteorologica lig029 rete Centro Epson Meteo/Meteonetwork-meteo.it, visita il mio sito con web-cam on line(http://www.meteo-casella.info/)


TheGuardian

  • Visitatore
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #15 il: 18 Aprile 2011, 09:59:28 »
Se pò fà se pò fà......

D. L. 1 agosto 2003, n. 259

Decreto legislativo recante il “Codice delle comunicazioni elettroniche”

Art. 142 - Assistenza

1. Può essere consentita ai radioamatori di svolgere attività di radioassistenza in occasione di manifestazioni sportive, previa tempestiva comunicazione agli organi periferici del Ministero del nominativo dei radioamatori partecipanti, della località, della durata e dell’orario dell’avvenimento.[/b

73 Mikele  :mrgreen:

Offline stepv

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1136
  • Applausi 15
  • Sesso: Maschio
  • IZ2QCI
    • Mostra profilo
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #16 il: 18 Aprile 2011, 15:02:49 »
perfetto :-)


Offline barak

  • 1RGK391
  • RGK dx Group
  • *******
  • Post: 922
  • Applausi 2
  • Sesso: Maschio
  • 1RGK391
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IZ7ZNX
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #17 il: 18 Aprile 2011, 15:21:21 »
si sotto regolare autorizzazione
..."Abbiamo superato tutti i limiti, siamo fuori controllo"...firmato...il sottoscritto


N2oae

  • Visitatore
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #18 il: 20 Aprile 2011, 09:23:08 »
Ma quante cose bisogna fare in Italia per poter usare le proprie Radio i ponti delle propri club (sezioni) ecc.
I piu' anziani ricorderanno quando non si poteva neanche portare fuori casa la propria stazione HF poi questo divieto é stato levato e sono partiti tutti i diplomi con le attività in /P vedi IIA (isole) DCI ecc..

Sapete che in Svizzera e USA dopo una settimana / 10 giorni dall'esame ricevete una busta con Licenza e Call !

Buona Pasqua e Buona Radio a Tutti !



Offline bimbola

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2171
  • Applausi 3
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #19 il: 20 Aprile 2011, 10:17:50 »
Sapete che in Svizzera e USA dopo una settimana / 10 giorni dall'esame ricevete una busta con Licenza e Call !


                  ma qui purtroppo siamo in italia.... :rool:
Ama l'arte.. fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno...(gustave flaubert)


Offline IZ1HKO

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2358
  • Applausi 4
  • Sesso: Maschio
  • Grazie a Dio esiste la radio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: Iz1hko
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #20 il: 20 Aprile 2011, 10:27:30 »
Sapete che in Svizzera e USA dopo una settimana / 10 giorni dall'esame ricevete una busta con Licenza e Call !


                  ma qui purtroppo siamo in italia.... :rool:
e ci devono magna' in tanti.......................
Stazione meteorologica lig029 rete Centro Epson Meteo/Meteonetwork-meteo.it, visita il mio sito con web-cam on line(http://www.meteo-casella.info/)

N2oae

  • Visitatore
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #21 il: 20 Aprile 2011, 11:04:49 »
               ma qui purtroppo siamo in italia.... :rool:

ma come é cambiata la legge per uscire in /P in HF
cambiarà anche questa , meno burocrazia + libertà

all' esame usa come consegni il foglio puoi assistere alla verifica e ti danno subito il risultato




e dopo si fa festa  :birra:

Offline bimbola

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2171
  • Applausi 3
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #22 il: 20 Aprile 2011, 11:07:02 »
si,tanto inutile perdere tempo....il risultato lo sai subito e stai tranquillo..... io sono convinta che in italia cio' non avverra' mai...troppa burocrazia inutile che come diceva mirko,fa "campare" troppa gente.....peccato... :rool: :rool: :rool:
Ama l'arte.. fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno...(gustave flaubert)


Offline oscar 3

  • 1RGK273
  • RGK dx Group
  • *******
  • Post: 4799
  • Applausi 60
  • Sesso: Maschio
  • Nei primi anni '70 con il mitico Tokai PW 5024
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IT9DBC
Re: Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #23 il: 20 Aprile 2011, 11:20:59 »
La procedura giusta da quello che mi risulta, è quella scritta da mikele. Sul fatto di essere in Italia......oggi fai gli esami e massimo in un paio di mesi, sei pronto a trasmettere, una volta da quello che dicono gli "anziani", a parte l'esame più "duro", ci passavano tre anni tra gli esami e la possibilità di andare on air!!!!!!! Speriamo che, come auspicato da N2oae, il settore si vada pian pianino sburocratizzando...anche se ho i miei dubbi!!!! Se togli la burocrazia in Italia...l'Italia finisce.....AHAHAHAH!!!!!! Infatti, per esempio, c'è l'autocertificazione ma....... ....ma qualunque cosa fai, ti chiedono la copia di un documento valido......un foglio in più!!!!
Le mie radio: Kenwood TS930 - Kenwood TS2000 - Midland 13-877 - Tokai PW 5024 - Midland 13-895 - CTE Alan 88 S - Galaxy Saturn - Midland 8001 S - President Lincoln...fino ad ora!



Skype: IT9DBC

Offline Alemar78

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 44
  • Applausi 1
  • Sesso: Maschio
  • Vivi e lascia vivere...
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IU6AQT
Re:Uso frequenza radioamatoriale per assistenza gare: lecito?
« Risposta #24 il: 01 Aprile 2013, 16:14:53 »
Sinceremante anche a me è capitato di usare apparati radiamatoriali durante rally (per lo più a San Marino) o cronoscalate pur non avendo (spero ancora per poco) il patentino...sai, arrivi alle 5 del mattino, ti dicono vai all'intermedio, ti danno un veicolare ecc...che fai? Dici no, non ho la licenza?  :P E' brutto da dire ma il motivo principale per cui voglio sto patentino è proprio per detenere ed usare un portatile "giocattolo" in queste manifestazioni...sono 17 anni che uso il cb e sinceramente mi sento abbastanza in grado di comunicare, magari non saprò tutti i termini da radioamatore ma di sicuro non faccio neanche sovrammodulazioni...Cosa ci vorrebbe a "legalizzare" l'utilizzo di questi "giocattolini" portatili bibanda in manifestazioni sportive? Tra di noi commissari, usiamo i famosi G7 ma è impossibile coprire molti km, sapete no? :-D In più vi dico questa e chiudo...essendo un commissario di percorso appunto, in caso di incidente, per quanto dico all'radioamatore che cosa dave a sua volta comunicare alla direzione gara, la direzione risponde magari con altre domande, l'radioamatore mi riferisce...be, il pilota potrebbe anche morire...e vi giuro, per esperienza personale, che stava per succedere!!! Anche perchè spesso un radioamatore, comprensibilmente, non sa nulla di gare e di come ci si comporta. Considerate che le auto partono ogno 30 secondi nelle cronoscalate ed ogni minuto nei rally!
Con questo, mi raccomando, niente polemica! Ci mancherebbe; è solo che come tante cose, tra la teoria e la pratica ce ne corre.

Bye
Midland Alan 48 "old"
Pesident Jackson
Polmar Rx-5
Midland G7
Wouxun Kg-uv6d
Icom Ic-e92d