Autore Topic: Problema modulazione Zodiac Tokyo  (Letto 5286 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline max power

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 460
  • Applausi 7
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Problema modulazione Zodiac Tokyo
« il: 19 Ottobre 2010, 19:03:10 »
Buonasera a tutti, apro questo topic perchè ieri sera ho provato ad utilizzare il mio Tokio, da un po' inutilizzato, e tentando un collegamento in AM in due mi hanno risposto che non si capiva assolutamente nulla di ciò che dicevo. Lo stesso in tutti i dipi di modulazione. Dal wattmetro escono comunque i 10watt in AM e i 25 watt in SSB.
Inoltre, mentre una volta in SSB, come è normale che sia, l'S-meter si alzava solo quando parlavo, ora rimane a fondo scala, come fosse in AM per intenderci.
Posto quì sotto qualche foto; il connettore esterno e il circuitino aggiuntivo a cui si congiunge servono per la lettura della frequenza con un frequenzimetro esterno. Installato dall'ex proprietario.

Grazie a chiunque mi voglia aiutare a risparmiare 60-70 euro, o quelli che mi chiederebbero i riparatori in zona... Ovviamente sperando di riuscire a cavarmela quì  :birra: E grazie a tutti. Un saluto.








._.. .. .._. .


Offline cbSENATORE

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1412
  • Applausi 2
  • Sesso: Maschio
  • MAJOR-MANIACO
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #1 il: 19 Ottobre 2010, 19:20:02 »
IO LO AVEVO NON MI PIACE COME MODULAZIONE IL TOKIO... :down:
HAI PROVATO A POTENZA MAX SENZA LINEARE MAGARI??

Offline TRONIC 59

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 491
  • Applausi 1
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #2 il: 19 Ottobre 2010, 19:26:17 »
Da come descrivi il difetto sembra che ci sia un'autooscillazione, e il fatto che in banda hai  portante mentre invece dovrebbe essere soppressa avvalorerebbe l'ipotesi; non è chiaro cosa tu intendi dire per "non si capisce niente", la voce è distorta? è accompagnata da fischi? è intermittente? gracchiante? detto così siamo troppo sui generis ed è difficile aiutarti per farti risparmiare i 70 euro che hai preventivato ti possano chiedere i riparatori... :sfiga:
Saluti da IS0FFH


Offline UOMORAGNO

  • 1RGK392
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 880
  • Applausi 9
  • Sesso: Maschio
  • IMPOSSIBLE IS NOTHING
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #3 il: 19 Ottobre 2010, 19:26:44 »
potrebbe essere il microfono.o il trasformatore di modulazione
le mie radio alan 555 alan 87 president jackson alan 48old yaesu ft 857 kenwood thf7e

Offline max power

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 460
  • Applausi 7
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #4 il: 19 Ottobre 2010, 21:10:51 »
Intanto grazie a tutti per le risposte; volevo sottolineare però il fatto che non utilizzo un lineare e che il cb l'ho provato sia alla massima che alla mimina potenza.
Con "non capiscono niente" ovviamente si intende tutto e niente poichè purtroppo me l'hanno riferito i corrispondenti.
Sta di fatto che comunque ho provato a trasmettere dalla mia postazione base alla BM (quest'ultima lontana al massimo 50 metri dall'antenna, quindi molto poco), il risultato è stato che trasmettendo con il Tokyo dall'altra parte il segnale si riceveva, ma molto più basso e disturbato rispetto al normale; presumo quindi che i corrispondenti che mi hanno dato quella risposta non capivano nulla, magari, per la modulazione bassa, o magari molto molto sporca.

Per quanto riguarda il microfono ho provato con quello del 48, ma mi pare che il problema sia sempre presente.
Secondo voi che tipo di prove potrei fare? Anche elettriche eventualmente. Grazie, un saluto.
._.. .. .._. .


Offline acquario58

  • 1rgk043
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 10929
  • Applausi 371
  • Sesso: Maschio
  • TORINO-ITALY QTH locator : JN35TA94SV
    • Mostra profilo
  • Nominativo: sempre i miei
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #5 il: 19 Ottobre 2010, 21:37:01 »
ma il mic del 48 lo hai intestato giusto con il TOKIO?,
il clarifire (FINE e COARSE) sono posizionati al centro (ore 12)?
prova a mettere a 0 il mic gain vai in TX e controlla se lo smeter in ssb si alza ancora,
 ??? ma prima di questo.... il cb funzionava OK?

Offline max power

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 460
  • Applausi 7
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #6 il: 19 Ottobre 2010, 21:40:20 »
Ciao Acquario, il cb l'ho utilizzato poco in effetti da quando l'ho comprato, però funzionava.
Domani farò le prove che mi hai detto e vi aggiornerò sulla situazione. Ora purtroppo devo lasciare il computer. In ogni caso domani appena riprendo vi sò dare una risposta. Grazie, un saluto.
._.. .. .._. .


Offline maxastuto IU8MLV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1558
  • Applausi 31
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #7 il: 19 Ottobre 2010, 23:37:11 »
Ciao Max power.Anche io ho il tuo stesso apparato riposto nel cassetto da diverso tempo.Comunque se è inattivo da diverso tempo diciamo 4-5 anni potrebbe essere anche un condensatore elettrolitico che ha perso elettrolita e di conseguenza ha mutato il valore della sua capacità non effettuando a sua volta per bene il lavoro di filtro.Altre cause che possono causare questi inconvenienti ad apparecchio riposto funzionante perfetto e risvegliatosi dal letargo così difettato non ce ne sono.Potrebbe essere anche qualche trimmer, ma la grafite sia dei trimmer che dei potenziometri è più raro che si deteriori o meglio a temperature di esercizio alte tipiche dei vecchi TVC a cinescopio, qui l'unica parte che riscald il lo stadio finale e il driver RF. ma in trimmer non sono da sottovalutare.Il problema è: cercare sul settore della modulazione oppure sulla centratura in frequenza.
Secondo me che sono tecnico da tanto tempo e che ne ho riparati parecchi cb, ti dico subito di controllare le impostazioni del clarifier sia fine che coarse e il potenziometro del mic gain.NON TOCCARE trimmer, e bobine all'interno perchè rischieresti di starare il tutto.Una volta al mio ho ritoccato il trimmer della RF AM in quanto ho letto sul manuale di servizio della President JACKSON (è identico solamente che ha una banda di meno) che i valori minimi e massimi del transitor finale (il famigerato MRF 477) erano impostabili da un minimo di 10 watt ad un massimo di 16 watt) questo in quanto l' MRF477 da datasheet ha una potenza PEP di 30W AM a 30 MHZ.Per la mia spiccata pignoleria gli feci una controllata a dovere con gli strumenti che ti elencherò.Purtroppo di vuole l'oscilloscopio ad almeno 30 Mhz, poi ci vuole un generatore di segnale  a 1khz, con 1uV di tensione che simuli la modulazione, un frequenzimetro digitale un rosmetro wattometro anche a doppio indice  e un carico fittizio a 50 ohm, ( il rosmetro serve per verificare che il carico fittizio stia facendo perfettamente il suo lavoro.Almeno questi strumenti ti diranno vita e miracoli del Tokio.Innanzitutto conoscendo il canale e con il clarifier impostato a defeat sia il course che il fine, già il frequenzimetro ti dice se sei "centrato" o vai fuori.Poi in trasmissione con il segnale a 1khz, 1uV che simula la modulazione (connesso ai poli dell'ingresso del mike e commutato con il ponticello in tx,  l'oscilloscopio ti fa vedere la bella sinusoide della tua trasmissione in AM se le "creste" restano all'interno della portata massima della scala del valore che hai impostato sull'oscilloscopio,questo sarà il risultato che hai a quella data potenza in RF la modulazione al 100% viceversa se non hai i picchi alti sia in positivo che in negativo vuol dire che hai la modulazione scarsa, infatti per notare il funzionamento, dovrai variare  il potenziometro del mic gain portandolo dal minimo al massimo. Se il difetto c'è nella grafite di tale potenziometro allora vedrai le "creste oscillare in ampiezza tipo onde del mare a visualizzare appunto l'intermittenza della preamplificazione della modulazione.Viceversa commutando in FM vedrai  la deviazione aprirsi e chiudersi (l'onda è come il mantice di una fisarmonica) se c'è il difetto sul potenziometro del mike, altrimenti la vedrai stabile come una porta a soffietto aperta a metà ma con le creste triangolari ferme.Se hai solo il classico testerino capacimetro multimetro puoì solo provare a vedere se i potenziometri clarifier e mic gain vanno bene o se qualche elettrolitico ha cambiato il valore.Se non hai il frequenzimetro potresti sempre andare o far venire qualche tuo amico con uno scanner che abbia l'analizzatore di spettro: almeno vedi il picco massimo della cresta a che frequenza corrisponde.Puoi farlo anche con uno Yaesu vr 500 impostando la larghezza di banda al minimo della scala con lo step di frequenza al minimo per ovvie ragione di massima precisione di lettura.Almeno così ti togli il dubbio del "fuori frequenza" e passi alla modulazione.In ultima ipotesi passerei allo stadio "mixer". Preampli rf - driver rf e stadio finale non li devi proprio considerare.Non sò se hai lo schema elettrico ma è importante averlo.Facci sapere!!! 

Offline max power

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 460
  • Applausi 7
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #8 il: 20 Ottobre 2010, 12:03:34 »
Acquario, il clarifier è impostato a ore 12, sia fine che coarse. Con il mic gain al minimo l'S-meter non si alza in banda.
Comunque ho fatto una prova ad antenna diretta, senza wattmetro in serie all'antenna, e ora, in SSB, la portante non rimane attiva, ma solo quando parlo. I corrispondenti però continuano a sentirmi saturato/ovattato, come se usassi un altro tipo di modulazione (così mi riferiscono). Solo in FM mi hanno detto che capiscono ciò che dico.
Ciao maxastuto, grazie anche a te per la risposta. Allora, ho provato ad osservarlo attentamente l'interno del Tokio ma non mi sembra di vedere nessun tipo di elettrolita espanso. In ogni caso, che forma/colore assume di solito? In effetti c'è come un piccolo deposito di polvericchio bianco trasparente al centro, ma devo controllare meglio.
Ho letto inoltre tutti le prove che hai consigliato di fare ma purtroppo non possiedo gli strumenti e inizio a pensare che sia un problema che non è alla mia portata. In ogni caso domani dovrei vedere un amico che ha oscilloscopio, frequenzimetro e generatore di funzioni, solamente che usandoli in altri ambiti non so se sia al corrente di quello che in effetti bisognerebbe fare. Ma chissà, magari con i tuoi consigli posso riuscire da solo nell'utilizzo.
Per quanto riguarda i trimmer e potenziometri, dovrei controllare anche quelli in effetti. E lo so che è brutto da dire, ma se dovessi veramente controllare tutto, il gioco vale la candela? Purtroppo non è che abbia molto tempo nella giornata e se si trattasse di qualche componente da sostituire è un conto, ma ora come ora non credo di avere le possibilità per dedicarci tutto questo tempo. Comunque, ora vedremo domani cosa riusciamo a tirar fuori. Sperando in qualcosa di buono vi ringrazio. Un saluto, maxP.
._.. .. .._. .


Offline maxastuto IU8MLV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1558
  • Applausi 31
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #9 il: 20 Ottobre 2010, 15:12:40 »
 :up: :up:Tranquillo maxpower! nessun collegamento strano! il frequenzimetro in serie tra ros/wattmeter -carico fittizio ( il solito cavetto co n i pl 259) il segnale in ingresso va ai due dei 4 poli della presa del mike (devi trovare quali sono positivo e massa del segnale e quali sono gli altri due (rx e tx) in modo da effettuare la commutazione in tx se non ricordo male devi creare un ponticello per cui in rx il circuito tra i due è "NORMALMENTE APERTO" in fatti senza MIKE lavora lo stesso in rx.Per l'oscilloscopio nessuna paura: la massa dello strumento a massa e la sonda probe al polo centrale dell'antenna (attenzione che la scala dei volt va inserita in base alla potenza che mandi che a sua volta corrisponde ad una vera e propria tensione alternata lavorante alla frequenza appunto quella del canale che hai sintonizzato.A proposito sintonizzati a centro banda cioè o il 1 canale della banda D (quella cittadina) o il canale 40 della banda C.Fai delle prove anche agli estremi per vedere come si comporta cioè 1 canale banda 4 e canale 40 +10khz banda F.Ovviamente l'oscilloscopio deve coprire la frequenza di lavoro delle tensioni che rileva quindi ti ci vuole un 30MHZ.Se è a doppia traccia è meglio perchè puo fare altri test contemporaneamente in quanto quello con la sonda collegata sul connettore dell'antenna non ti trova il guasto, ma  trova (se c'è) l'anomalia del funzionamento appunto "visualizzandola". I tester o comunque multimetri, ti danno solo dei valori di misura riferiti ad una grandezza elettrica che poi dovrai confrontare con quelli enunciati dalla casa produttrice con lo schema.L'oscilloscopio invece rende l'invisibilità della corrente elettrica visibile ad occhio umano.Ti ho dato una spiegazione un pò così ma penso che hai capito.Anche il generatore di funzioni puoi usare l'importante che non sbagli la forma d'onda tipo trigger, dente di sega, onda quadra, ma una sinusoide quale che è la modulazione nostra che c'interessa a questo punto essendo uno strumento con segnale variabile in frequenza, fai diverse prove nella banda di frequenza della voce umana, cosi capisci a quale frequenza della tua voce hai il picco massimo di modulazione (se sei un baritono o del tutto un basso stai tranquillo che il segnale a 1khz non fa al caso tuo ma forse verso i 400 -350 hz.Comunque a te interessa più che altro il funzionamento.Putroppo non ho a portata di mano il Finale RF MRF 477 originale toshiba che comprai per ricambio di scorta e mai usato (vista la difficoltà a reperirlo per dirti il valore beta (hFE) del finale in condizioni nuove senza aver mai lavorato e di conseguenza senza aver iniziato il procedimento di decadimento elettronico.Feci questa misura proprio per un confronto con quello in uso e trovai delle differenze, leggere ma comunque evidenti.Attenzione dipende anche da costruttore a costruttore.Però fortunatamente quello montato sotto era anche un toshiba.Perchè anche se le giunzioni pn-np del transitor non sono in corto o non sono aperte,con l'uso perdono di semiconducibilità a danno delle presationi del chip stesso.La prima causa dello stress elettronico è proprio la maledetta temperatura che più sale più usura.I tuoi elettrolitici non possono essere scoppiati, perchè lavorano a tensioni basse massimo 16 volt,(lo stadio di alimentazione) con l'esclusione del settore RF in cui troveremo tensioni un pò più alte ma mai a livello dei settori  EAT ad esempi dei TVC.Lì si che scoppiano rilasciando quella specie di ovatta color ruggine.Qui al massimo puoi trovare la polverina bianca tipica delle batterie usa e getta quando l'acido si è asciugato.Quindi dovresti controllare anche quell' elettrolita.

Offline max power

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 460
  • Applausi 7
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #10 il: 21 Ottobre 2010, 21:08:19 »
Salve ragazzi... Brutte notizie. Per questo periodo la strumentazione necessaria non riesco ad averla, dovrei comprarla. Quindi credo che per adesso dovrò aspettare nel tentare un controllo/riparazione.

Vorrei però farvi una domanda. Come si vede anche nelle foto c'è una zona sulla scheda madre riempita di cera, a che serve? Ma soprattutto, è normale che ci sia?
VI ringrazio per tutti i consigli, che riprenderò spero il prima possibile. Un saluto a voi. MaxP
._.. .. .._. .


Offline LuckyLuciano®

  • 1RGK075
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 18828
  • Applausi 136
  • Sesso: Maschio
  • Cb Luciano TIGRE- Paesano 100%
    • Mostra profilo
    • http://www.elaborare.com
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #11 il: 21 Ottobre 2010, 22:27:36 »
si positivo, è normale che ci sia.  :up:
Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere®
La stanchezza passa, le ferite guariscono, la gloria...è eterna©
Homines, dum docent, discunt™

Offline maxastuto IU8MLV

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1558
  • Applausi 31
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #12 il: 21 Ottobre 2010, 22:41:17 »
max, la cera la mettono spesso per evitare di variare con l'urto occasionale la distanza tra le spire delle impedenze , oppure per evitare che si svitino le ferriti dentro alcune bobine starandole o semplicemente con la cera sigillano alcuni sottilissimi fili saldati sui circuito onde evitare che si stacchino.Tutto quà , nessuna perdita di materiale scoppiato


Offline luftark

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 107
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IZ0WIL
Re: Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #13 il: 10 Luglio 2011, 04:42:26 »
leggendo qua e la e vedendo le foto o notato una cosa strana il vr 10 che regola il bias prefinale va sul frontale, sul mio jack ho notato che muovendolo cambia molto il segnale audio ma regolato a 50 ma va bene. sicuramente il tuo apparato e stata fatta una modifica ,e quella scheda aggiuntiva a cosa serve ,se fa migliorie si potrebbe fare al mio kekson . 

Offline cherubenzo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 263
  • Applausi 38
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IU0CNK - Lima74
Re:Problema modulazione Zodiac Tokyo
« Risposta #14 il: 09 Gennaio 2017, 20:15:53 »
vedendo le foto o notato una cosa strana il vr 10 che regola il bias prefinale va sul frontale . 

In effetti sembra che la coppia di fili giallo/verde siano stati scollegati dalle 2 resistenze R197 e R228 (originariamente collegati) e inseriti al posto del trimmer del bias.
Ignorantemente credo che si tratti di una modifica che potrebbe portare a far lavorare il transistor pilota al di fuori della sua curva caratteristica, mi domando quale sìa il beneficio.
MA poi hai risolto il problema?????
...infinite cose da fare in così poco tempo...