Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - maxastuto IU8MLV

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 [15] 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27
841
In trasmissione con il ros alle stelle, la radio assorbe un mare di ampere dall'alimentazione ecco perchè ti è saltato il fusibile

842
LPD - PMR - SRD / Re: intek 5050
« il: 17 Settembre 2011, 21:17:34 »

843
Radio Ascolto / Re: Quale ricevitore multibanda
« il: 17 Settembre 2011, 20:42:57 »
Se si tratta di portatili...: Yaesu Vr 500 o Alinco DJX 11E

844
antenne per CB / Re:nuove lemm veicolari
« il: 17 Settembre 2011, 20:37:11 »
ma sono per la 27 Mhz?

845
Dimenticavo, mettilo delo stesso valore, magari "ritardato" ma sempre dello stesso valore!

846
delle volte i fusibili invecchiano pure perdendo le caratteristiche iniziali (specialmente i rapidi che hanno un filamento come le lampadine e come le lampadine si fulminano)

847
Non no ho provato mai anche perchè è un segnale analogico e sicuramente darà lettura falsata,(comunque non ho video sender). Invece le chiavette wifi e le schede usb quelle le ho testate e devo dirti che corrisponde come potenza in dBm.Poi ho misurato il ros di alcune antenne  e devo dire che è molto preciso

848
In questo perido alla dogana bloccano tutto... per recuperare soldi

849
ciao Discovery, io però sono con scanner  e filare da 20 metri non con CB, e oltr tutto non ricevo niente in 27.555 però la filare è estesa orizzontale per cui penso che per questo motivo non ricevo , non sono polarizzato bene per questo tipo di dx

850
auguroni ...zio...

851
discussione libera / Re: "spuntano fiere come i funghi"
« il: 17 Settembre 2011, 01:21:23 »
 lol lol alla fiera dell' Est... un portatilino mio padre comproooo!!!!

852
E' robustissimo (in metallo pesante) e a differenza dei ros meter analogici che nella sonda hanno bisogno di un segnale costante e presente (portante) questi per wifi hanno una sonda che poi memorizza i treni di segnale in quanto non è una portante  fissa (analogica ) ma treni (impulsi) digitali pertanto nel modo analogico non si avrebbe una lettura costante del ros.Stessa cosa per la misura dei watt.
Qui c'è da dire che non dà il valore in W ma in dBm (max 33 dBm che poi corripondono a 2 W)

853
 :up: ecco il link però l'ho preso da un forum non dal sito ...
http://www.409shop.com/409shop_product.php?id=104017

854
 ???in effetti hai ragione il rosmetro forse non lo trattano più comunque se trovo qualche link te lo invio oppure con calma faccio le foto e le posto

855
ricetrasmettitori radioamatoriali / Re: Intek KT-900EE
« il: 17 Settembre 2011, 01:06:30 »
 :up: in una recensione su Radioamatori ne parlano benissimo

856
 :( :( io con una filare di 20 mtri non ne ho mai ascoltato segnali navtex

857
ciao sx3me i link che vedi sono quelli azzurri nei post precedenti di questo topic

858
ma il BAOFENG UV-3R è un bibanda? e con quanti watt esce?

859
ricetrasmettitori cinesi / Re: WOUXUN KG-UVD1 portatile VHF/UHF
« il: 16 Settembre 2011, 22:36:53 »
sapete se ci sono altre novità modds per il wouxun KG UVD-1P?

860
io non ricevo nulla ...ma sono in usb?

861
 :grin: :grin: urca!!  buon appetito!!

862
colica ci sei?

863
discussione libera / Re: "spuntano fiere come i funghi"
« il: 16 Settembre 2011, 21:56:59 »
Chissà se si trova un buon preselettore rx...

864
discussione libera / Re: AVETE NOTIZIE DI MARCOLINO... ????
« il: 16 Settembre 2011, 21:56:12 »
ma si è perso?  ??? ???

865
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 19:36:18 »
Allora potrei provare a togliere le bobinette e i condensatori e vedere che succede

866
anzi fa 2,15 dB in VHF e 3,14 dB in UHF il cinese sta vendendo di brutto!!!pensa che ho preso da loro l'unico Rosmentro/wattometro per wifi 2,4 GHz per controllare le antenne autoscostruite per il wifi!Non c'era nessuno in tutto il web che lo vendesse se non in attrezzature da laboratorio.E' massiccio e misura sia i watt(max 2)  che il Ros in maniera ineccepibile.
Stessa cosa dicasi per il frequenzimentro/wattometro :
http://www.409shop.com/409shop_product.php?id=103397
qui l'ho visto in un post dove un amico del forum ha testato un amre di PMR LPD smentendo alcune leggende che volevano l'intek M5050 o il Midland G7 con 4 watt dopo le modifiche.mentr einvece al massimo 2,7 o 2,1 nella media mentre i bibanda professionali veramente in antenna hanno 5W in vhf e 4W in uhf (lo strumentino cinese è preciso)

867
pardon colichetta!!! non avevo visto la versione SMA maschio da 8 grammi , 43 cm  e 3 dB in UHF (orca loca!!!)

http://www.409shop.com/409shop_product.php?id=106168

868
 :birra:ciao colicadelsonno io ho comprato questa:

http://www.409shop.com/409shop_product.php?id=104201

va che è una bomba,inoltre è leggerissima (15 grammi ) e lunga 36 cm ed è flessibilissima e sottile.questo tipo le chiamano in gergo "coda di topo".Regge tantissimo una brusca piegatura e per questo fatto è indicata per taschini e zainetti.certo una piegatura a cerchio la spezza però si rompe molto dopo delle altre e poi hai visto quanto costa?
il venditore è garantito ho comprato 5 o sei volte di seguito e arriva tutto anche le penne gadget i regala.Non ti pentirai non grava neanche sul connettore.Poi c'è la versione Sma maschio e Sma femmina.
in caso di Connettore BNC c'è questo mostro che costa pochi dollari sempre allo stesso negozio:

 http://www.409shop.com/409shop_product.php?id=106223

43 cm di antenna!!!!!Una mezz'onda in UHF

869
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 17:37:02 »
 :birra:quindi r 5000 mi confermi che le due bobinette e i due condesatori sono fungono da filtro passa alto ma in contemporanea agiscono anche come filtro notch unitamente alla bobina grande e al variabile con funzione di partitore?
Quindi in un certo senso è un tutt'uno, non avrebbe senso eliminare le due bobinette e i due condensatori oppure variare la capacità dei due condensatori,perchè mi confermerai che cosi si sballa tutta la dinamica del filtro?
Io ho comprato il filtro notch in riferimento al fatto che usando uno scanner portatile con una filare esterna ovviamente avrei avuto saturazione, e di conseguenza ne avrei risentito nelle HF.
Ora mi stai dando lumi sul fatto che da quanto ho capito il filtro notch serve per non saturare lo scanner ed eliminate le interferenze in bande adiacenti tipo le VHF UHF,mentre per le HF è irrilevante in quanto notch o non notch, serve un preselettore per le HF.
Di questo ne stò venendo a conoscenza ora.Quindi un filtro notch fatto bene oltre ad inibire la banda FM inibisce anche le Hf dove sono piene di BCL broadcasting sia in HF OM che OL.In definitiva serve solo per migliorare l'ascolto nelle VHF UHF magari anche in10 e 6 metri.Allora questo filtro è stato fatto bene in quanto ha incluso anche un passa alto.Ma anche altri filtri notch ad esempio quello di nuova elettronica hanno pure funzione di passa alto per inibire le HF?Comunque sulle vhf e uhf non avevo problemi in quanto usavo la bibanda Comet e non risentivo di nessun interferenza FM commerciale,certo scendendo verso la 70 e giù di li fino ai 50 c'è un casino di qrm (o saturazione?) però devo dire invece che in banda aerea 109 Mhz-135 Mhz non ho alcuna intermodulazione Fm neanche in 109 Mhz o 86 Mhz anzi ìi il rumore di fondo è pochissimo quasi nullo (anche se è AM però).Quindi in definitiva forse questo filtro notch non mi è servito poi cosi tanto.Allora ci vuole un preselettore per rx ma non sò su cosa indirizzarmi...

870
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 15:40:03 »
ciao r5000, ben sentito, allora specifico che ho due discese:una aircell 7 collegata con una comet GP 6 bibanda 144/430 e l'altra discesa un cavo tv alta qualità satellitare della "messi e paoloni" in cui c'è la filare da 20 metri.L'ascolto in hf con il filtro notch lo effettuo solo con la filare ,quindi niente altro scanner niente duplexer con l'altra antenna, niente di tutto ciò di cui in altri post avevo detto e sperimentato.La situazione è semplicemente cosi:filare - balun - cavo tv - filtro notch - scanner.Dici che lo schema che ho tratto è giusto,intendi quello originale o quello con le modifiche fatte (perchè con quelle modifiche non funziona come dovrebbe)?
Dici che è un passa basso che attenua sotto la 50 Mhz, ma il produttore dice che ha un passa-alto (fa passare senza attenuazione dalla 20 Mhz in sù),e in effetti i condensatori in serie e le bobine in paralello formano un passa-alto (almeno così sò).Quindi secondo te il filtro notch propriamente è quello costituito dal variabile e dalla bobina grossa?
Mentre le due bobinette e i due condensatori da 82 pico dovrebbero essere il filtro passa-alto?
Su radio utilitario infatti ho calcolato il filtro passa-alto rf e in effetti inserendo come valore la frequenza di taglio appunto 19, 5Mhz mi da esattamente 82 pF al valore dei condensatori.
Mentre se voglio dargli il taglio ad 1 mhz devo inserirli da 1nF circa.Non è che cambiando i valori di tali condensatori potrei fare qualcosa, cioè spostare il taglio del filtro verso il basso?Di sicuro c'è il problema che al variare del condensatore varia anche il valore delle bobine, per cui il discorso si complica, quindi credo che non basti sostituire solo il valore dei condensatori  ma anche le bobine che in questo dovrei costruirle e qui comporta  che chissà a quale frequenza và a corrispondere il taglio se non vengono fatte con precisione e misurate. Poi se è vero che il filtro notch è solamente costituito dalla bobina e il consensatore in paralello e a massa sulla linea, è anche vero che il capo della bobina grossa và a collegarsi ed interpolarsi al centro delle celle cioè tra bobinette e condensatori i quali a mio avviso hanno anche a che fare con il filtro notch ammesso che sia costituito solamente dai componenti bobina e cond variabile.In definitiva qual'è il filtro notch e quale il passa alto o basso che sia?
Basterebbe cambiare il valore dei condensatori o anche le bobinette? oppure basta che levo le bobinette e i condensatori e lascio collegato sulla linea centrale il polo della bobina grossa (ma cosi è veramente un filtro notch con un variabile a massa e collegato in serie con una bobina costituisce una cella in parallelo sulla linea d'antenna? non ci stò capendo niente...

871
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 14:18:23 »
 :birra:ciao yeti e grazie per la risposta, ma il problema non è l'antenna o le attenuazioni d'inserzione,che anche se perdite possono essere all'ordine di 2, 3 facciamo anche 6 dB; ma qui è il fatto che questo filtro notch non solo funge da elimina banda ma anche da passa banda ( in quanto fà passare tutto ciò che è sopra 20 Mhz).Di questo non me ne sono solamente accorto durante l'uso , ma controllando bene le istruzioni (in inglese) ho constatato che  ha anche appunto la funzione di passa-alto e infatti nella scheda tecnica lo dicono chiaro:l'attenuazione parte da - 6 db a 20 Mhz man mano aumenta fino a -60 dB a 1MHz!!!!Pensa che RAI radio 1 sulla 1,430 Mhz con l'antenna e senza filtro arriva talmente forte che satura tutte le frequenze vicine (0,5 Mhz e anche fino a 2,200 Mhz) cieò in questa porzione di banda è sempre presente sovrapponendosi alle altre. Appena monto il filtro sparisce completamente sia sulle frequenze in cui sbaltera sia sulla sua.Quello che vorrei capire è quale componente di questo filtro e in che modo modificarlo per fare in modo che non attenui le HF.Forse potrebbe essere utile nel caso in cui la banda FM dia fastidio in vhf o uhf , ma in questo caso ho aggiustato una cosa (attenuare le banda FM) e ne ho guastata un'altra (le HF attenuate).Non oso pensare se a 1 Mhz ha -60 di attenuazione che attenuazione ha sugli 80 metri e 40 metri.

872
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 12:12:18 »



Qui invece ho unito il ponte alla bobina centrale  con il variabile e alla prova ho notato che l'attenuazione da 1 Mhz fino a tutte le HF era sparita; il qrm era salito (tipico delle HF) però non in modo da saturare il ricevitore (infatti ho collegato solo l'antenna e oltre al qrm , c'era anche la saturazione che ormai riconosco immediatamente.Per cui già era unqualcosa.però devo dire che il filtro notch funzionava in modo non efficiente in quanto l'attenuazione era presente nella banda Fm commercial, ma non con quel livello di DdB originale (-40) infatti ho notato che regolandolo, attenuava nelle frequenze volute, ma se in una determinata frequenza FM c'era un'emittente veramente forte , nonla smuoveva per niente (nel modo suo originale scende RADIO MARIA da S9+50 a S2).
quindi presumo che in questo modo al massimo avrà attenuato di massimo 8-10 db e forse neanche perchè non è proprio sceso il segnale in nessuna frequenza dove ci sono le emittenti più forti.
Ora chiedo a te R5000 le cose sono due :o dovevo scollegare completamente i due condensatori (li ho lasciati saldati e credo che in questo modo si siano trovati comunque collegati nel circuito in modo parallelo) oppure devo cambiare il valore dei due condensatori.
In che modo è possibile modificare tale filtro, in modo che attenui solamente la banda FM o comunque la banda per cui è nato (80-190) eliminando quell'accuratezza di filtro passa alto che hanno voluto aggiungere?Ma il filtro notch vero è proprio qual'è? A me sembra che bobinette e condensatori da 82 pF siano proprio il filtro passa lato , mentre cond. variabile e bobina grande siano il filtro notch!O forse è l'inverso (ma non credo proprio).ciao ,spero di avere delucidazioni in merito  e spero che tale discussione sia utile su questo tipo di filtro in modo che altri SWL possano fare tesoro di tale recensione (filtri notch non ce ne sono tanto in giro nel web) che potrebbe essere utile per tutti coloro che fanno radioascolto con scanner portatili e antenne esterne.

873
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 11:44:29 »



Questo invece è lo schema con la modifica-prova che ho fatto: praticamente ho ponticellato un polo del connettore input con quello output in modo da bypassare i due condensatori solo che in questo modo ho eliminato completamente la bobina grande e il variabile, infatti nelle HF da 1Mhz a 20 avevo eliminato tutta quella attenuazione che si era venuta a formare con l'inserimento del filtro.Però non mi funzionava neanche come filtro notch, e lì in banda FM c'era l'ambaradan!Accortomi dell'errore ho rimediato nel modo  in cui è raffigurato  nell successiva foto dello schema

874
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 11:35:48 »



Questo è lo schema elettrico (conosco solo i valori dei condensatori)

875
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 11:32:51 »



Questi sono i condensatori in serie da 82 pF unitamente alle due bobinette in parallelo.Il supporto blu in plastica è isolato dalla massa , funge solo da sostegno per il punto di saldatura.
(a me questa parte del circuito sembra che sia il filtro passa alto) 

876
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 11:27:17 »



Queste sono le bobinette (presumo siano del filtro passa alto però forse sbaglio)

877
Radio Ascolto / Re: Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 16 Settembre 2011, 11:23:45 »
73 a tutti e in particolar modo a r5000 sempre presente  ed impeccabile.Quello che volevo dire è che l'attenuatore dello scanner è di circa una ventina di dB per cui se con antenna ed attenuatore riesco a sentire qualcosa, invece con antenna,filtro notch ma SENZA attenuatore non ascolto nulla ( non perchè c'è saturazione, ma perchè c'è troppa attenuazione da parte del filtro infatti il QRM è a S2).Questo vuol dire che il filtro attenua ancora di più dell'attenuatore dello scanner.
Infatti non mi ero proprio mai accorto che questo filtro non è solamente un filtro notch ma tradotto dall'inglese dell'inserzione dicono espressamente :" particolare cura è stata effettuata per ridurre i disturbi di forti emittenti in broadcasting in OM ed OC e comunque su tutte le HF per cui abbiamo installato un filtro passa alto (HP) e abbiamo misurato un'attenuazione che và da -6 dB a 20 MHz fino a -60 dB sotto 1 Mhz.
Tale attenuazione elimina i disturbi di campi elettrromagnetici tipici di apparecchi elettrici di rete che creano rumore di fondo nel ricevitore."
Bella frittata!!!Lo avevo proprio comprato per  ridurre la saturazione tipica della banda Fm e ascoltare meglio tutta la HF e invece mi trovo un calo di attenuazione proprorzionale a quanto più si scende in frequenza!!!Ecco perchè non ho mai ascoltato la banda tropicale...chissà quanti dB di attenuazione ci sono già a 3.200 KHz!!!Comunque posto delle foto per farti vedere come è fatto dentro ed inoltre posto lo schemino elettrico.


questo è il filtro con bobina grande e condensatore variabile

878
Radio Ascolto / Strana attenuazione di due filtri notch in serie
« il: 15 Settembre 2011, 23:56:57 »
73 a tutti quanti: come ho detto in alcuni post in precedenza, ho un'antenna filare sul tetto lunga oltre 20 metri (si tratta di cm in più) e caricata al centro (ho messo una specie di tubo in pvc tipo quello arancione per idraulica da 3 pollici e li ho raccolto a mo' di bobina le spire belle allineate una dietro l'altra.Tale carica l'ho dovuta fare perchè la lunghezza del terrazzo era inferiore ai 20 metri e mi seccava accorciarlo o raccoglierlo e fermarlo con il nastro , oppure lasciarlo a penzoloni parallelo al muro.
Insomma cosi è una filare  quasi diritta e  quasi paralella al suolo (solo al centro il tubo è fissato ad un terzo palo più alto degli altri due agli estremi, in quanto è situato sul tetto della lavanderia).L'antenna è collegata ad un balun 9.1 e con un filo di 2 metri circa che và dalla massa del balun ad un grosso tubo dell'acqua dell'impianto del palazzo  che a sua volta oltre ad essere collegato a tutte le tubature del complesso è anche murato, per cui credo che sia un'ottima "messa a terra".
L'antenna raccoglie tutto ciò che di elettromagnetico c'è in giro, infatti da 0,5 Mhz fino a quasi 1 MHz raccoglie segnali elettromagnetici di corrente elettrica dell'Enel, o rumori di alternatore (se passa una motoretta o altro).Nelle HF se i segnali non sono forti, la saturazione che ha lo scanner copre tutto, sembra che ci sia un forte QRM e nessun segnale a meno che non sia un segnale forte.Infatti ho due gruppi di ripetitori tv e radio e cell sia a ovest che a nord, a vista, e distanti solamente 3-4 km in linea d'aria.Difatto ascolto anche gli sblateri di una radio FM anche a 2.2Mhz?!!Riesco a sentire anche i radioamatori alcune domeniche mattina fino al pomeriggio sulla 7 Mhz e per tutta la giornata fino anche la notte sulla 14 MHz.Oltre questi ascolto le BLC commerciali in AM su diverse gamme (ma ovviamente sono emittenti che escono con diverse centinaia se non migliaia di watt tipo Radio espana international o Radio Cina internazional).
Insomma tutte quelle che si trovano su www.short-wave.info
Per il resto niente di niente:beacon, altre frequenze di soccorso marino, volmet,VOR, 50MHz,ecc.niente di più ultimamente cercavo di ascoltare le frequenze aeree in HF ma solamente al limite in usb sento S.Maria  o Shannon sulla 5,5986 Mhz USB oppure sulla 6.6286 Mhz sempre USB.Allora con antenna filare e liscio non le sento proprio oppure un filo inpercettibili, se metto l'attenuatore dello scanner (vr 500 yaesu oppure alinco djx 11) riesco a sentirli anche con picchi di S 5 e radio 3.
Ma ora veniamo al dunque:tempo fà acquistai due filtri notch regolabili :
http://cgi.ebay.it/SSE-NF96XI-1-Adjustable-RF-Notch-Filter-80-190MHz-/150661483494?pt=UK_ConsumerElectronics_SpecialistRadioEquipment_SM&hash=item23141fcbe6

esattamente SSE NF 96XII di cui vengono dati per -40 db nel punto di taratura e -60 db sotto i 2 MHZ.larghezza di banda 2000MHz. Seguendo i consigli in rete in cui poche celle attenuano poco, ho voluto aprirne uno per vedere la composizione (ovviamente ho solo tolto il coperchio inferiore) devo dire che hanno una bobina piccola  in ferrite con molti avvolgimenti e il filo di sezione sottilissima forse 0,15 mm e l'altra invece una decina di spire in aria e sezione di 1,5 forse 2 mm. poi c'e' il condensatore variabile che non è altro che la regolazione.Penso che siano un 3 celle per i componenti che ha.
Però devo dire dalle prove fatte che in effetti attenuano opportunamente regolati su tutta la banda di lavoro cioè dalla 80 alla 190.Il massimo delle prove l'ho fatta con RADIO MARIA che solo con il bocchettone aveva S1 appena lo avvicinavo a qualche millimetro già saliva oscillante  a S2-3 per poi schizzare forse a S9+60 con la filare collegata.Ebbene un solo di questi regolato a dovere e  visulizzato con l'analizzatore di spettro dello scanner   se voglio elimino completamente RADIO MARIA come se nella sua frequenza non ci sia nessuno ma solo il rumore di fondo.Ovviamente nello stesso momento attenua su una  frequenza vicina in modo  minore, essendo questo il difetto dei filtri notch regolabili: è come se ti tiri la coperta verso la testa per coprirla e ti scopri i piedi, viceversa la tiri per coprirti i piedi e ti scopri la testa.Allora ho pensato di usarne due di questi notch e ho suddiviso la banda FM commerciale trovando le tre frequenze intermedie.Ciò perchè praticamente non "rompe le scatole solo Radio Maria, ma anche altre emittenti che arrivano fortissime,per cui ho trovato come riferimento la frequenza centrale e le altre due frequenze intermedie sulla parte bassa e sulla parte alta della banda FM.
Le frequenze di riferimento sono nell'ordine crescente:
87,5      estrema bassa
92,625   intermedia bassa
97,75    frequenza centrale di banda
102,875 frequanza intermedia alta
108,00   frequenza estrema alta
ora per meglio attenuare tutta la banda con questo tipo di filtro che attenua tanto ma ha una banda stretta (cioè ha un picco inferiore profondo ma la curva di attenuazione è corta) ho pensato che un filtro avrebbe attenuato una mezza banda e l'altro avrebbe attenuato l'altra metà superiore.Non avendo l'analizzatore di spettro inteso come strumento di laboratorio propriamente detto, ho dovuto adattarmi con quello dello scanner che comunque il piccoletto yaesu vr 500 arriva a visualizzare una porzione di banda fino a 6 Mhz in cui ogni linea rappresenti 100 khz di segnale il riferimento. A centro banda per cui si hanno 3 MHz sopra e 3 sotto.
In parole povere ho attenuato al massimo il primo filtro a 92,625 (intermedia bassa) in modo che sia lì la massima attenuazione per poi diminuire man mano che si và verso la frequenza centrale di banda 97,75 e l'estrema bassa 87,5.Viceversa con l' altro filtro ho attenuato al massimo alla frequenza intermedia alta 102,875 in modo da avere il picco massimo di attenuazione appunto lì con curva in diminuzione man mano che si và verso l'estrema frequenza 108 e verso il centro banda appunto la 97,75.
In questo modo  sono riuscito ad avere una larghezza di banda o fattore Q dell'attenuazione più larga cioè il doppio di quello che avrebbe potuto fornirne uno solo:questa è la somma.Unico piccolo inconveniente che c'è è appunto l'incrocio proprio sull FREQUENZA CENTRALE cioè la 97,75 che trovandosi a limite curva sia con un filtro che con l'altro è proprio il punto di incrocio dei due filtri.Stessa cosa dicasi per le frequenze estreme.Comunque fortunatamente proprio in centro banda non ho una emittente forte come invece le ho verso le estremità della banda FM.Diciamo che in queste condizioni non passa una mosca.
Ma passiamo alle HF:QRM assolutamente ridotto, radioamatori da tutte le parti 7-14-21-28 BLC da tutte le parti, e credevo che tutto il resto che non si sentisse era perchè propagazione zero , oppure perchè semplicemente non trasmetteva nessuno... invece l'altra sera proprio con le frequenze WMARA (le HF aeree) ho notato che con i filtri notch, proprio non le sentivo, senza filtro e sola antenna le sentivo al limite per via della forte saturazione e... incredibile con l'attenuatore incorporato le sentivo discretamente!!!Si tratta di frequenze sulle 5 Mhz e 6 MHz in USB.Vuoi vedre che questi filtri attenuano anche sui 20 metri?Insospettitomi faccio le opportune verifiche e scopro che c'è un fattore di attenuazione che parte dalla 20 MHz fino a scendere ad un picco massimo che si ha intorno ad 1 Mhz e sotto di lì, tanto che mi attenua persino il rumore di un vecchio trasformatore lamellare che alimenta la mia lampada alogena da scrivania.Questa lampada, avendo lavorato come un pazzo ad alimentare lampadine da 50 w rispetto alle originali da 35,vi lascio immagginare che dilatazione hanno le lamelle dell'avvolgimento e il rumore che si sente quando l'accendo è forte, nello scanner a 0,5 khz si sente praticamente dentro tanto che non sembra uno scanner ma un rasoio elettrico!Eppure con i filtri inseriti non lo sento più.Ora sulla scheda tecnica dicono che producono un attenuazione di oltre 60 db da 2 Mhz in giù e qui ci siamo, però a 3, 5,7,14, MHz non riesco a capire perchè attenua(di sicuro tutto ciò che ho sentito di radioamatoriale e di BLC con i filtri inseriti a questo punto presumo che sia stato solamente per il loro forte segnale e non per altro e questo forse mi ha tratto in inganno credendo che era merito dei filtri.Ma da 20 Mhz a salire fino alla 87,5 Mhz non ho attenuazione, forse intorno alla 80 ancora ci sono strascichi della curva del filtro e stessa cosa sull'altro filtro, ma dall'altra parte  già a 119 AM sento la torre di controllo di Malta che ho a 200 km che sento alla stessa intensità sia con i filtri che senza! Stessa cosa dicasi in vhf inoltrato 144 e più sù,  stessa cosa in uhf.
Può essere che al di fuori  (ma molto distante) della banda di progettazione e lavoro del filtro ci siano elevate attenuazioni?
E poi perche solo nella parte inferiore?Cioè ricapitolando i filtri lavorano da 80 a 190 ma fino a 20 vanno bene cioè fino a 60 MHz in giù non interferiscono poi di colpo inizia ad attenuare invece già a 10 mhz di distanza a salire dalla curva superiore dei filtri cioè sulla 118 Mhz non ha alcuna attenuazione.E' strano tutto ciò:
potrebbe essere per due motivi, o il filtro agisce su frequenze multiple (ma non credo che 4-5-6 Mhz siano multipli delle 80-190 e perchè comunque avrebbe dovuto farlo anche nelle frequenze multiple o non multiple a salire?)Oppure l'antenna ha un basso guadagno in HF per cui questa inserzione dei filtri influisce relativamente ma rende parecchio in vhf-uhf per cui non si nota l'attenuazione...Non riesco proprio a capire tale anomalia.C'è da dire appunto che ho notato che questa filare anche essendo disposta in modo orizzontale riceve molto bene sia sulle 70 Mhz-dalle 144 alle 174 e anche in UHF (che molto probabilmente sono polarizzate in verticale e molto probabilmente sono comunicazioni locali) ma alcune sono anche a 200 e passa eppure le riceve, può essere che le HF sono tutte soggette a propagazione per cui in locale non c'è niente? E' un confronto che si potrebbe fare, però non sò su cosa sintonizzarli in HF di locale per capire se è un problema di antenna o di filtri...lascio agli esperti la diagnosi...           

879
discussione libera / Re: MARCELLO..................DIVENTA + ANZIANO
« il: 11 Settembre 2011, 02:44:20 »
 :birra: :birra: :birra: auguroni Marcello!!!

880
Radio Ascolto / Re: Sito band plain universale e automatico
« il: 10 Settembre 2011, 16:15:53 »
Se inserisci le coordinate del tuo locator, ti seleziona nell'ordine da 5 km a 250 km tutto ciò che potresti ricevere.In automatico inserisce le coordinate riferite alla sede del provider che potrebbe essere anche a centinaia di km di distanza.Io invece con google earth vado proprio sopra casa e inserisco perfettamente le coordinate.

881
Radio Ascolto / Sito band plain universale e automatico
« il: 09 Settembre 2011, 22:44:36 »
73 a tutti!!!Guardate questi sito!!!!!!  http://qrg.globaltuners.com/    qui basta inserire la frequenza e ti dice chi i dati di chi trasmette , da dove trasmette, in che modulazione, il tipo di servizio e tante altre cose!!!!

882
In bocca al lupo Roberto!!!! :up: :up: :up: :up:

883


Ma quindi hai 2 antenne,1 cavo coax e 2 scanner? Allora hai bisogno di 2 CAS-900

NO, non hai capito: ho due antenne, una filare e una verticale Comet GP6 due discese una aircell7 e l'altra SAT-TV e due scanner!Tu dirai  che problema c'è? Hai 2 discese, due antenne, due scanner, ognuno per conto suo!Sbagliato un sistema è propenso per le HF e molto di meno per VHF-UHF (filare) l'altro sistema invece è per VHF - UHF e nulla per le HF (Comet GP6 bibanda) ai due scanner, non voglio sezionargli la scansione, cioè uno per le sole HF e l'altro per le sole VHF-UHF, ma in scansione devono lavorare su tutte le memorie che comprendono frequenze MW-HF-VHF e UHF e anche SHF di quello che ho memorizzato!!!Quindi la ricezione in HF potrebbe servire contemporaneamente ad uno scanner come a tutte e due e viceversa anche in VHF - UHF.
Come nei sistemi rx d'antenna TV analogica, in cui si avevano l'antenna per RAI 1 In 1 o 3 banda e l'antenna UHF per 4 e 5 banda e giù in casa servivano contemporaneamente due o più televisori che fossero tutti sintonizzati sullo stesso canale o su canali di bande diverse, funzionano lo stesso, per cui dovrebbe essere la stessa cosa con i due scanner

884
LPD - PMR - SRD / Re: Tentativo Attivazione Parrot
« il: 03 Agosto 2011, 20:22:32 »
Scusa ma non avevo letto bene che trasmetti con la G7!ma le batterie le hai controllate? sono a piena carica?Sembra strano che a quella distanza non trasmetti! Il vox come è regolato?la ripetizione la senti?

885
LPD - PMR - SRD / Re: Tentativo Attivazione Parrot
« il: 03 Agosto 2011, 20:18:00 »
Ciao, intanto con che radio  e con che antenna trasmetti con il parrott?

886
A parte il fatto che le lipo sono nate per due motivi ben precisi: il loro peso esiguo a parità di potenza, infatti sono nate per elicotteri rc e aerei rc poi il loro utilizzo è stato diffuso anche a macchinine rc , barche rc ecc.ecc.Il secondo motivo è per lo spunto, perchè infatti devono sopportare spunti enormi de motori elettici, pensa che il motore del mio monsterino in scala 1/18 cioè da quasi 30 cm di lunghezza pesante 1 kg assorbe al massimo 16 ampere a 7,4 volts appunto  ben 118 watt ed è un motore classe 380 cioè un brushless della grandezza dei motorini che trovi nelle autoradio a cassetta degli anni 80-90 oppure molto simile a quello dello sportellino del lettore cd del computer.pensa che il pacco originale è un 7,4 volts da 1100 mA.La macchina parte a razzo , quasi quasi impenna! una volta ho provato con un pacco  batterie ni-mh da ben 9,6 volt (cioè 3 celle in più) e  da 3000 mA ma del tipo comune comprate al negozio di elettronica: la macchinina partiva lenta come una locomotiva a vapore , per poi prendere velocità dopo e non ti dico che calore che aveva il pacco batterie: bollivano con tutto che era da 3000 mA e rinforzato di altre celle In radiotrasmissioni 118 watt li emette una radio da stazione base , neanche una da auto... quindi in questo campo non servono proprio. 

887
Ciao shineime, le batterie LIPO appunto ai polimeri di litio hanno delle particolarità specifiche rispetto alle altre:
prima tra tutte la pericolosità durante la carica e durante l'utilizzo sotto stress (cioè quando l'utilizzatore assorbe in brevissimo tempo il massimo valore C della lipo per più di un secondo).
Quindi durante la carica si dovrebbero avere degli accorgimenti di sicurezza perchè possono deflagrare (non è vero che scoppiano detonando) oppure si possono incendiare.
Ovviamente in tutti e due i casi possono provocare danni leggeri come provocare grossi incendi, dipende da cosa hanno intorno al momento della carica.
Infatti vendono delle apposite borse ignifughe fatte apposta per inserirci le LIPO durante la carica;tanti usano un modo economico, empirico e comunque sicuro: le caricano inserite dentro una pentola a pressione:ovviamente in caso di incendio o meglio ancora di deflagrazione la pressione è notevolmente inferiore a quella di scoppio della pentola a pressione che comunque ha una valvola e che comunque c'è sempre una fessura di sfiato dovuta ai cavi di alimentazione che obbligatoriamente devono entrare nella pentola per alimentare il pacco batterie.
Il secondo accorgimento è il fatto che hanno bisogno di  un EQUALIZZATORE cioè un dispositivo che equalizzi la carica.
Equalizzare la carica significa caricare in modo euguale  e indipendente le celle che la compongono.Ad esempio se la LIPO fosse mono cella, l'equalizzatore a questo punto non servirebbe a nulla, però ad esempio unalipo di 7,4V a due celle (di solito la cella delle lipo è di 3,2 volt) ha bisogno di un equalizzazione.
Cosa vuole dire equalizzazione?In parole povere un equalizzatore manda una tensione di carica ad una cella e una tensione di carica all'altra cella in modo uniforme.
Controlla la quantità di carica di una e la quantità di carica dell'altra (se una ha bisogno di più carica, rispetto all'altra, tramite il controllo la regolarizza per ottimizzarla).
Nelle ricariche standard dell NI-Cadmio o NI-MH la ricarica avviene senza equalizzatore (anche se i modellisti professionisti che fanno competizioni caricano con l'equalizzatore anche le NI-MH in modo da avere il massimo delle prestazioni).
Senza equalizzatore: la corrente di carica attraversa tutto il pacco batteria andando a riempire una cella dopo l'altra a mò di travaso uno all'altro.
Esempio:se dovessi riempire sei secchi dovresti metterli uno più alto dell'altro e collegarli con un tubo messo un pò prima del bordo in modo che il troppo pieno non faccia uscire l'acqua di fuori invece che mandarla al secchio inferiore.Alla fine del riempimento del primo, inizia a riempirsi il secondo e cosi via fino ad arrivare all'ultimo secchio.
Con equalizzatore invece immagina che dallo stesso serbatoio ci siano due rubinetti o tre a seconda dei secchi (celle) che indipendentemente l'uno dall'altro riempiono i secchi: Il serbatoio (alimentatore) è unico i rubinetti sono due o tre (equalizzatore) e i secchi (celle lipo) sono due o tre cioè tanti quanti sono le uscite dell'equalizzatore.
Ovviamente questo è un esempio e nella realtà la carica senza equalizzatore non carica prima completamente una cella per poi passare all'altra, ma inizia a caricare un pò tutte le celle del pacco NI-MH in quanto la corrente passa attraverso tutte le celle che sono collegate in serie per chiudere il circuito.Allora come controlla la quantità di carica che deve inviare, come intuisce quanta corrente manca cioè se il pacco è completamente carico o meno, oppure se una cella è più scarica delle altre?
I caricatori più semplici ed economici danno hanno un circuitino di controllo carica che accende o spegne un led rosso e ne accende un'altro verde tenendo inconsiderazione  l'assorbimento del pacco in carica, in quanto hanno una ricarica ad 1/10 della capacità in Ampere del pacco.Ma questi non esistono più perchè sono tutti a carica veloce che ovviamente manda più corrente in carica e il principio del controllo è sempre lo stesso.Altri caricatori invece tengono misura anche dello stato dei volt sia da scairca che da carica ed empiricamente segnalano in pacco quando più o meno è carico.
caricatori professionali tipici del modellismo elettrico invece fanno riferiemnto ad un valore importante delle celle e della carica: il DELTA V.
Cosa è il DELTA V? innanzitutto dobbiamo dire che le batterie NI-CD e NI-MH si caricano con alimentatori che hanno Corrente costante e tensione variabile per poi invertirsi nel momento della carica completa cioè la corrente diventa variabile e la tensione costante.Solo in queste condizioni si può determinare il DELTA V di un pacco batterie NI-CD NI-MH.Oltre al DELTA V detto anche ZERO DELTA V PEAK controlla anche la soglia di picco.In fase di carica rapida, la corrente è costante e la tensione variabile,quando il pacco raggiunge quasi il massimo della carica, inizia ad avere meno assorbimento di corrente e ad avere invece più tensione, di questa particolarità se ne accorge appunto il circuito di controllo dello ZERO DELTA V PEAK per cui: 
PEAK SENSITIVITY / THRESHOLD : ( sensibilità deltapeak / soglia) Quando le
batterie al NiCd e NiMh sono sotto carica il loro voltaggio aumenta. Non appena
la batteria raggiunge il suo massimo voltaggio (“peak”) il voltaggio stesso comincia
a scendere. Il punto in cui il l'alimentatore terminerà la carica dopo che il picco
è stato raggiunto si chiama “peak sensitivity” .
Di conseguenza l'alimentatore manderà una corrente di mantenimento carica detta "trickle-charge" che è di diversi milliampere a seconda di quanto s'imposta tramite le tabelle dei dati del pacco.
Importante dire che tutto questo rilevamento purtroppo l'alimentatore non lo fà su ogni singola cella ma su tutto il pacco in questione (ecco perchè i puristi equalizzano anche le NI-CD NI-MH).Tuttavia impostando tutti i parametri relativi alla tensione del pacco, alla capacità del pacco, alla corrente di carica, alla tensione di carica e ai tempi di scarica e carica il tutto deve corrispondere apputno sui tempi di carica, se non vi è una relazione tra questi dati, cioè un pacco si ricarica troppo in fretta o troppo lentamente in base al parametro impostato, vuol dire che tar il pacco può esserci una cella difettosa, oppure che si ricarica subito per effetto memoria, oppure quasi ridotta all'osso per cui impiega dei tempi di ricarica molto più lunghi ecc.ecc.
Tornando alle LIPO ALTRO FATTORE IMPORTANTE  è NON SUPERARE LA SOGLIA DI SCARICA DI 3 VOLT/cella (cioè quando una lipo a 2 celle da 7,4 misura 6 volts oppure una lipo a 3 celle da 11,1 scende a 9 volts) bisogna immediatamente non utilizzare più la lipo , pena la sua distruzione in quanto, molto ma molto difficilmente si potrà riprendere durante la carica.
Il fattore C di una LIPO e la famosa corrente di spunto che si sente parlare dagli elettrauto quando si cambia la batteria.
Una LIPO da 7,4 Volts e 1000 mA (o 1 Ampere che dir si voglia) con un fattore 20 C (tipica delle lipo di buona qualità in quanto le lipo vanno da un fattore C di 10-15 di discreta qualità a fattori di anche 40C con lipo professionali) significa che nel tempo di un secondo riesce a fornire uan corrente di 20 volte la sua capacità massima (cioè 1 secondo = 20C x capacità 1 A = 20 Ampere nel tempo di un secondo.
una lipo di 11,1 volt da 2000mA con fattore C40 (tipo quelle degli aerei rc acrobatici di classe alta e pesanti anche 5 chili) riesce a fornire appunto nel tempo di un secondo una corrente di picco di ben 80 Ampere!!! Cioè 880 Watts!!!(quasi quasi potrebbe avviare il motore di una motocicletta!!!)
pensa invece che le migliori NI-MH per modellismo con il più alto fattore C sono le Enrich POWER che hanno un fattore C di 15.
Le normali ricaricabili di utilizzo standard di cui le migliori sono le GP Power hanno un fattore C di massimo 5 o 6 contro lo standard di 2-3 di tutte la maggior parte delle altre.
Inolte le lipo sono anche sensibili alla temperatura di stoccaggio e conservazione. devono stare inun ambiente fino a max 25 C° altrimenti si corre il rischio di trovarle gonfie e per rimediare, (ma non sempre si riesce  a farle sgonfiare) si usa metterle nel surgelatore per qualche ora.Credi è successo personalmente a me di trovarle gonfie di gas perchè d'estate c'erano oltre 30 gradi dentro casa, e ho anche osato (alla faccia delle raccomandazioni nei forum specifici) di bucarle con uno spillo  e togliere il gas e risiggillarle con mastice apposito e riutilizzate.

888
discussione libera / Re: furto radio
« il: 30 Luglio 2011, 20:04:17 »
Mi dispiace tantissimo!!! Che gentaglia  e  sciacalli

889
discussione libera / Re: SOS TITANIC E COLTANO
« il: 30 Luglio 2011, 08:32:59 »
Ma Coltano è un piccolo paese in provincia di Pisa?

890
discussione libera / Re: penso che interessi ai tecnici del forum
« il: 30 Luglio 2011, 08:27:10 »
 :up: :up: Buono a a sapersi...

891
discussione libera / Re: Mi sposo!!
« il: 30 Luglio 2011, 08:25:12 »
 :up: :up: :up: Auguri Gianluca ed in bocca al lupo!!!

892
LPD - PMR - SRD / Re: PMR446 con radio FM
« il: 29 Luglio 2011, 22:51:55 »
Cosa ascolteresti ad esempio?

893
LPD - PMR - SRD / Re: PMR446 con radio FM
« il: 29 Luglio 2011, 21:13:11 »
Ciao , comunque può essere che magari non senti nulla in PMR nelle montagne, però l'FM commerciale qualcosa senti, perchè queli vanno con centinaia di watt e qualcuno tocca pure i 1000 W non con mezzo watt dei PMR...

894
ricetrasmettitori banda cittadina / Re: Ho fatto un buon affare?
« il: 29 Luglio 2011, 21:10:31 »
Va be! se tarato bene, la frequenza in ssb si trova comunque senza bisogno del frequenzimentro, basta lavorare un attimo sul coarse e fine.Per Alimentatore, io con il Tokio usavo un Zetagi HP 12 e andava benissimo , un 20 Ampere è troppo esagerato!!!

895
ricetrasmettitori radioamatoriali / Re: ALINCO DJ G7
« il: 29 Luglio 2011, 21:06:11 »
 ??? ??? Purtroppo no! Mi dispiace...non conosco questa rtx

896
questo l'avevo capito  ma se a casa ho tre telefoni, uno và bene per tutti oppure ci vuole un filtro per ogni telefono? (La linea in ingresso a casa è comunque sempre una)

897
Il tuo Comet quindi và bene?Io devo collegare due scanner, una filare e una verticale tutto di un colpo in modo che in comtemporanea gli scanner non si perdono nessuna frequenza

898
ricetrasmettitori cinesi / Re: WOUXUN KG-UVD1 portatile VHF/UHF
« il: 25 Luglio 2011, 17:46:47 »
AH ok Gammatre scusami ma ero io fuori "sintonia" sulle tue risposte è tutto vero quello che dici... se gli sta bene cosi...solo che ogni volta scarico e credo di avere tar le mani la novità e invece nulla

899
Radio Ascolto / Re: BCL LIVE
« il: 25 Luglio 2011, 17:40:26 »
E' radio AFN LOS ANGELOS

900
Radio Ascolto / Re: BCL LIVE
« il: 25 Luglio 2011, 17:34:30 »
In questo momento c'è  una radio da Barrigada (isola di Guam) nel Pacifico che arriva a 9+30 e radio 5 a 13.362 khz AM! Per la miseria  dall'altra parte della terra!!!Il filaccio messo  tipo corda deo panni funziona!!! (ho anche i due filtri notch in cascata e il preselettore autocostruito)

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 [15] 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27