Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - maxastuto IU8MLV

Pagine: 1 2 3 [4] 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26
181
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 09 Gennaio 2016, 00:21:43 »
Infatti se metto il valore di 1 e non 0,01 il tutto in (mH) mi dà 13,84 uF appunto il valore che tu dicevi... la resistenza 8,5... prova anche tu

182
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 09 Gennaio 2016, 00:18:41 »
Eppure i calcolatori hanno i valori d'inserimento  di mH e non uH

183
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 09 Gennaio 2016, 00:17:32 »
 :miiii: Però anche con la Re da 6,8 ohm e la Le 0,1 mH del KO 10 DT mi da al calcolatore 8,5 ohm la resistenza e il condensatore 1.384083044982699 uF!! Qualcosa non torna...

184
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 09 Gennaio 2016, 00:14:04 »
 abbraccino m idispiace Tony che ti sto facendo fare notte...

185
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 09 Gennaio 2016, 00:13:03 »
Allora il data sheet del tweeter VISATON HK) dice che la Re (resistenza DC della Bobina è 6,8 ohm) cosa che ho verificato con il tester. La Le invece è 0.01mH devo verificarlo con il tester LCR con questi valori in qualsiasi calcolatore mi dà la resistenza da 8,5 ohm (plausibile) e il condensatore da :miiii: :miiii: 0.1384083044982699 uF!!!!!!Può essere ????!!!!!!

186
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 23:53:22 »
qual c'è un'altra scheda del KO10DT

187
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 23:52:10 »
 abbraccino :grin: Tony io , posso aumentare tutto quello che vuoi però ho provato diversi calcolatori e mi danno valori diversi...posso inviarti la scheda tecnica  del tweeter che mi ha indicato l'ing. Coral come quello candidato per questo filtro NT307 cioe il KO10DT baffo. Ho già fatto la prova con cross pc inserendo tutti i parametri elettrici del Visaton HK9 e quelli del Peerless KO10 DT ovvimante coem zobel ho impostato quella del filtro. Mi sembra che il risultato non sia tanto lontano... (tieni presente che gli unici parametri che non ho capito cosa si deve inserire sono : Qa (fattore di merito della frequenza superiore)  e i db/oct nella scheda dell'altoparlante del programma Cross PC per tutti e due i tweeter ho impostato Qa 1 e dB/oct 0.
Ti allego i file che potrai aprire con cross PC ed la scheda tecnica del KD10 DT 

188
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 21:16:02 »
 abbraccino infatti tu avevi già anticipato quanto detto dalla coral ora vedo un pò di verificare  le caratteristiche di questi 4 tweeter e fare una comparazione con il mio per vedere se è "adattabiel la cella zobel, altrimenti mi consigli di rifarla di sana pianta (parlo di quella del tweeter) con un calcolatore? conosci un calcolatore affidabile?A me sembra che cross pc ti faccia visualizzare le risposte sul grafico della cella zobel  impiegata variando di volta in volta  i valori, ma non quali valori debbano avere i componenti. Quale parametri elettrici del tweeter mi servono? se non sbaglio la Re e la Le (resistenza della bobina mobile ed induttanza della bobina mobile)

189
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 20:28:15 »
Ciao tony free  :up: :up: scusa se mi di lungo, ho telefonato alla Coral di Torino , il responsabile si è reso disponibile (si è ricordato che tempo fà richiesi lo schema del crossover) e mi ha svelato alla fonte tutti gli arcani:
1 - premesso che quel crossover faceva parte di  una linea di catalogo per cui non generico ( ha inorridito quando ha sentito dire che ci sono crossover generici). Nello specifico i tweeter concaratteristiche di risonanza d'induttanza e d'impedenza abbastanza euguali o comunque compatibili con il crossover NT 307 erano appunto 4 :
1 - il top era il famoso tweeter detto a "baffo" KO 10DT Peerless
2- LK8 Peerless
3- SK8 Peerless
4- KO10 HT a tromba caricata.
Da qui riferiva confermando che in effetti sul tweeter è una cella zobel ed stata  appunto progettata apposta per questi 4 tipi di tweeter.
Nello specifico del mio caso mi riferiva che questa cella zobel non si conosce che tipo di paramentro elettrico possa produrre: in quale punto inizia la compensazione? a quale frequenza? Esalta quale frequenza, attenua quale frequenza? In definitiva mi diceva che potrebbe fare un lavoro positivo totale o parziale o addirittura negativo in parte! Per cui resta sempre un incognita , a meno che non ne venga progettata una cella zobel  ad oc per il tipo di tweeter che attualmente utilizzo.

2- in merito al filtro del midrange mi riferiva che anche li c'è una cella zobel. A questo punto chiesi dove era il 4° componente del filtro passabanda in quanro mi mancav appunto un condensatore all'appello (stando al fatto che il passabanda a 12 db/ ottava e costituito da un low pass e un hi pass per un totale di 2 bobine e 2 condensatori). mi ha specificato che non aveva senso affiancare in "parallelo" un secondo condensatore a quello da 6,8 costituente la cella zobel del midrange, bastava quantificarne i valore per la duplice funzione e farlo lavorare so acoem compontne dell acell azoble del mid che come condensatroe di filtraggio del secondo filtro costituente il passabanda del midrange. Anzi mi ha detto che è un espediente che è conosciuto dalla notte dei tempi  e adottato da tutti i costruttori progettisti e non una sua inventiva perchè è come se avesse  scoperto l'acqua calda. Ci tenevo a precisare il tutto per farti avere l'opinione della natura del crossover proprio alla fonte di chi lo ha progettato o comuque conosce nel minimo dettaglio il progetto. Mi ha anche riferito che progettare un filtro a due non è facile come fare un 3 vie proprio per il filtro passabanda da ottimizzare con due incroci.
In ultimo ho fatto un magra figura... :grin: quando ho chiesto come mai sono segnate le ottave di 4 pendenze su un filtro a 3 vie ... ridacchiando mi ha detto : "gli conto i filtri :12db/ottava è il passabasso del woofer - 12db/ottava è il passabasso del mid - 12dB/ottava è il passalto del mid - 18db/ottava è il passaalto del tweeter..." mi disse: "le è sfuggito che quello che tutti considerano come un unico filtro ( il passabanda) a 12db/ottava è in realtà costituto da 2 filtri passabasso e passaalto...
Cosa pensi di tutto questo?

190
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 18:09:11 »
 :grin: dimenticavo una cosa... la rete L-pad va interposta tra crossover e cella zobel se non sbaglio quando invece non c'è la cella zobel , l'attenuazione l-pad va interposta tra l'uscita dal crossover e l'altoparlante. In questo caso particolare del filtro del midrange in cui come dicevi che il condensatore da 6,8 in serie con la resistenza funge anche per il filtro passabanda, ovvimente non posso installare dopo il filtro crossover la rete L-pad e successivamente dopo la cella zobel (resistenza da 2,2 e condensatore da 6,8 uF in serie smontarli dal crossover e montarli in parallelo sul midrange. quni per forza maggiore la catena dovrebbe essere questa: uscita crossover - cella zobel - rete L- Pad. Cosa ne pensi?

191
Il connettore N è risaputo che ha minore attenuazione in uhf ed oltre del vecchio PL

192
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 02:56:45 »
I potenziometri sono professionali della Ciare  ad alta potenza,per cui  penso di lasciarli definitivi anche perche hanno inclusa la manopola  e la flangia con la scala serigrafica.Poi essendo regolabili posso provare tante regolazioni.Quindi in definitiva la zobel mantenendo costante l'impedenza evita che ad uan certa frequenza l'impedenza scenda di brutto , di conseguenza l'amplificatore con minore impedenza manda più potenza al tweeter (fino all'impedenza che tollera, altrimenti i suoi finali rischiano di brutto perche vedono quasi un corto cioè 0 ohm) arrivando più potenza al tweeter dà la falsa sensazione di sentire di più gli acuti, quando in realtà succede che tra i tre altoparlanti, il tweeter è quello che in quel momento in quella condizione  senza cella zobel fa lavorare cioè assorbe più potenza dal segnale dell'amplificatore rispetto agli altri e da qui sembra che suoni più forte.Quindi non è che la zobel attenui il tweeter, ma non permette che assorbi di più al variare in minor misura dell'impedenza. Comincio a capire il meccanismo...ora
   

193
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 02:39:48 »
 :grin: sai che hai pienamente ragione, a pensarci bene in origine  a condizioni dello stesso amplificatorino AKAY ma con filtro originale marantz su ltweeter un misero condensatore in serie da 1 uF ( 8O 8O 8O a 6 db di ottava ad 8 ohm è un taglio passalto a 10 khz ... altissimo)spaccavo tweeter come le noccioline, anche da70 watt. Tant'è che misi un fusibile da 500mA che ovviamente bruciavo ed il visaton HK9. Poi da quando montai il crossover coral nessun tweeter sostituito e neanche il fusibile e strimpellate a manetta ne ha fatte tante. Solamente una volta non mi accorsi in tempo che un tweeter non funzionava e quando invece lo notai ero convinto di averlo bruciato invece tester alla mano funzionava, invece notai la bruciatura sul circuito stampato ed ero convinto che fosse la resistenza montata sopra cioè la 10 ohm della cella zobel del tweeter invece era il condensatore da 2,2 che si era alterato ed era diventato di 0, 5 uF. A questo rispondo a R5000: sicuramente  il cambiamento di capacità ha fatto si che il taglio del passabanda s'innalzasse tanto da far surriscaldare la resistenza della cella zobel. 

194
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 02:20:32 »
Quindi in definitiva Tony rimetto il filtro Coral in originale (rimetto a posto la cella zobel del tweeter) ovviamente i condensatori cross-cap li lascio stare perche sono identici nei valori degli originali ma sono ad altissima qualità.Unica modifica monto il potenziometro L-pad della ciare da 100w 8 ohm regolabile da 0 a -15 db e vediamo cosa succede.In effetti potrebbe essere che l'esuberanza del midrange (tra l'altro pioneer famosi per l'alta dinamica e
, di cui non ricordo e non sò come ho fatto a miscelare coral visaton con pioneer bho??)La fase del mid come puoi vedere dal circuito stampato del crossover è identica a quella degli altri altoparlanti quindi dubbi di collegarlo in contro fase non dovrebbe essercene (anche se mi tenta un commutatore a due posizioni bipolare per fare le prove a cassa chiusa)

195
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 02:05:41 »
oltre al tuo filtro che al mio filtro  che ha prima la bobina ed il condensatore in serie e poi la bobina ed il condensatore in parallelo dopo
guarda queste altre due configurazioni...

196
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 01:51:12 »
 8O si Tony , fino a qui ci ero arrivato anche io però se confronti la tua foto e quella dello schema del mio filtro vedrai che la posizione dei componenti è invertita:
da te in ultimo(prima del midrange) c'è la bobina L1 in parallelo - al mio invece c'è il condensatore da 6,8uF.
Alla prima rete  del tuo filtro (quella subito dopo il positivo dell'amplificatore) c'è il condensatore C  in serie  e poila bobian, da me invece è l'inverso (prima bobina e poi condensatore) non è che da me il mid deve essere collegato in controfase? E poi un passabanda a 12 db /ottava cioè un passa banda che non è altro che un passa-basso accoppiato con un passaalto) non deve essere configurato cosi :  serie - parallelo prima cella e serie-parallelo la seconda cella?
anzi per l'esattezza ad uscita dall'ampli va prima il passaalto e poi il passabasso.
Anche se ho visto diverse configurazioni... 

197
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 01:33:06 »
 abbraccino grazie per la risposta tony free. Al momento sono in prova con le seguenti condizioni:
1 - ho eliminato la zobel dal tweeter ( condensatore da 3,3 uF e resistenza da 2,2 ohm) . Risultato acuti molto ma molto più presenti (anche l'oscilloscopio con generatore di segnale se ne è accorto come ti dicevo in un post precedente).
 Certo al simulatore Cross Pc: con la cella zobel  l'impedenza si mantiene da 6 Khz a salire, ad un valore di  8 ohm fino al massimo a scendere fino a 6 ohm . Senza zobel scende in alcun punti fino a 3 ohm. Per come dicevi potrebbe anche essere  un problema di sensibilità del tweeter (ci vorrebbe uno più dinamico tipo 92-93 db), infatti...

2- L'altro intervento è stato quello di mettere una rete attenuatrice (L-Pad) al midrange da - 3dB per livellare la differenza tra l'efficienza dei tweeter e woofer rispettivamente da 89 db e quella del midrange da 92 db, difatti sulla scena sonora attenuando i medi si "notano più gli acuti".
Secondo te... buttala così... ho dei potenziometri  Lpad da 0 a -15dB di attenuazione 100W 8 ohm... vuoi vedere che se attenuo per bene il midrange riesco a far rientrare in scena gli acuti (magari presenti ma coperti dagli urli del midrange  che in effetti strimpella di brutto!??) E se oltre ad inserire gli LPad rimettessi la cella zobel del tweeter al suo posto? E se invece oltre a togliere la cella zobel al tweeter la togliessi anche al midrange sempre con L-Pad inserito sul midrange? Mi hanno detto che questo filtro è stato progettato male, mentre altri dicono che era nativo per alcuni particolari altoparlanti Coral. All'epoca ricordo perfettamente che non faceva parte di alcun kit o composizioen ma era di vendita singolo o in coppia in modo generico  tant'è che a mio avviso i tagli sono del tutto nella norma 900/6000  per un 3 vie riscontrabili anche in altri crossover di altri produttori     

198
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 01:06:29 »
foto posteriore cassa e morsettiera

199
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 01:05:26 »
foto interno cassa

200
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 01:04:16 »
foto del woofer

201
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 01:02:56 »
foto del midrange

202
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 01:01:33 »
foto del tweeter

203
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 00:59:17 »
Non riesco ad allegare altre foto

204
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 00:57:39 »
 :birra: :birra: per farvi capire meglio sto postando tutto il materiale fotografico e tecnico che ho a disposizione! mi farebbe piacere sapere ch erazza di filtro è  quello per il midrange e perchè ha quella configurazione strana (bobina 0,22 mH- condensatore in serie 10uF e poi bobina in parallelo 0,45 mH con condensatore in parallelo 6,8uF con inserita in serie una resistenza da 2,2 ohm: Ha un cella zobel? E allora escluso il condesatore da 6,8 uF che unitamente alla resistenza da 2,2 ohm funge da rete zobel , tre restanti componenti (2 bobine ed 1 condensatore) costitutiscono un filtro passabanda di che tipo?
I° ipotesi:  passabanda a 6dB/ottava (bobina 0,22 mH e condensatore 10uF in serie prima) e un passaalto dopo? (bobina 0,45mH in parallelo)
Oppure considerando la configurazione in un altra sequenza potrebbe essere un passabasso 6 db/ottava prima (bobina in serie da 0,22) e passaalto a 12db/ottava (bobina 0,45 mH in parallelo e condensatore da 10uF in serie? Purtroppo mi sono intrippato con questo passabanda perche è fuori dagli schemi tradizionali Butterworth o altri. Allego altre foto...del crossover con la sostituzione di tutti i condesatori senza però toccare le celle (al momento per prova  manca sola la resistenza da 10 Ohm ed il condensatore da 3,3uF della cella zobel del tweeter (se è in effetti una cella zobel)... e allego le foto degli altoparlanti     

205
discussione libera / Re:Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 08 Gennaio 2016, 00:30:56 »
 abbraccino grazie per la risposta e vi racconto la storia delle mie casse e il relativo upgrade:
Sto smanettando da diverso tempo perchè ho   completamente restaurato una coppia di casse anni 80': le Marantz HD660: all'interno avevano  un tweeter e midrange ferrofluido ed un woofer da 25 cm il tutto per 120 watt massimi. Il crossover faceva pena: il woofer diretto senza alcun filtro, il midrange con un 6 db/ottava con bobina e condensatore da 6 uF; ed il tweeter con un 6dB/ottava costituito da un condesatore da 1uF. Considerato questo ultimo filtro passa-alto con un taglio cosi alto ( sembrerebbe da 20Khz in su stando alle tabelle Butterworth) ed il filtro passabasso inesistente, presumo che il midrange fungeva da tweeter , il tweeter da supertweeter ed il woofer da mid-woofer. I tweeter si rompevano a gògò con tutto ciò che l'ampli da 40 w RMS era dotato del sistema a relè clipping. Poi ho deciso il restyling: Woofer Coral Peerless KDH 100 PG 8 , Midrange Pioneer FD10DP61-06F ed il Tweeter Visaton HK9. il Crossover un Coral NT 307 a 3 vie con taglio 900/6000 Hz e pendenze 12/12/12/18 sul tweeter da 100W RMS.Questa scelta è stata fatta 25 anni fà quando ancora non capivo nulla e mi sono affidato al rivenditore. Il suono era notevolmente  cambiato  però notavo una carenza di acuti ed un notevole presenza di medi. Il tutto ha suonato per anni, fino a quando sostituendo l'amplificatore (un misero AKAI AM310 da 40 w con un YAMAHA AS501 da 90 w RMS)  mi sono accorto che anche ad alta potenza, gli acuti erano sempre scarsi.Aprendo il filtro crossover ho notato che tutti condensatori facevano pena come qualità tant'è che una volta uno da 2,2 del filtro passalto si interruppe provocando il surriscaldamento della resistenza da 10 ohm della cella zobel tanto da far bruciare la vetronite del cs (si vede in una foto che posterò) da qui ho deciso  di sostituirli completamente  con dei CrossCap danesi di alta qualità.La qualità è decisamente migliorata. Poi studiando ancora di più ho notato che il filtro del tweeter e quello del midrange avessero qualcosa di strano.In un primo intervento con una rete attenuatrice ho livellato i 93 dB di sensibilità del midrange con gli 89 db degli ambedue woofer e tweeter. Fino a qui ho avuto miglioramenti, ma gli acuti ancora erano scarsi. A questo punto mi accorgevo che una resistenza da 10 ohm posta in serie con un condensatore da 3,3 uF (il tutto in parallelo con il tweeter), aveva bruciacchiato il c.s. Allora mi sono chiesto la funzione di questa resistenza e... studio che ti studio... vengo a conoscenza delle celle zobel che servono per rendere lineare l'impedenza dell'altoparlante al variare della frequenza, oltre che domare tweeter molto dinamici e strimpellanti che manifestano esuberi. Nel mio caso il Visaton ha dei discreti 89 dB e non i 100 e passa delle trombe horn.Per cui,  vuoi vedere che tolgo la zobel e sento i cristalli squillare??? E cosi fù!!! Oltre che fare le prove ad orecchio ho voluto utilizzare la strumentazione di cui dispongo... putroppo non ho camera anecoica e analizzatore di spettro , però una prova empirica l'ho effettuata con un generatore di segnale bf ed  oscilloscopio digitale a 4 Ch un( Rigol DS 1054Z) con le cui sonde ho analizzato la sinusoide sia con la zobel che senza contemporaneamente e devo dire che c'e differenza d'ampiezza sulla cresta, il che vuol dire che tradotto in db ce ne erano diversi (non ho fatto il calcolo, perchè preso dall'euforia di fare prove di ascolto) le frequenze utilizzate sono state da 1500 hz che è la Fs del tweeter fino a 20 Khz; oltre che utilizzare il pink noise ed il white noise. Ho notato che la zobel iniziava ad inibire da 6000 hz a salire. Quindi fino a qui sembrerebbe tutto a posto, però resta ancora il fatto che il midrange ancora è prepotente.
Di questo componente  ho notato che ha un filtro   passabanda strano  il circuito è cosi stranamente composto (a meno che non è previsto un collegamento in controfase): linea + dall'ampli - bobina in serie - condensatore in serie - bobina in parallello e condensatore in parallelo (tra quest'ultimo condensatore e la bobina vi è una resistenza). Premesso che per capire meglio allego lo schema fornito  dall Coral ( che in web mi riferiscono che questo crossover era  probabilmente un progetto per specifici altoparlanti Coral da loro prodotti).
I miei dubbi sono: sul tweeter è appunto una cella zobel? Serviva a qualcosa ( a me senza mi è migliorata la resa degli acuti)
Il filtro del midrange, perchè ha quella configurazione? non dovrebbe essere + dell'ampli - condensatore in serie - bobina in parallelo - bobina in serie - condensatore in parallelo ecc?? la resistenza   è un'attenuazione collegata in serie al condensatore per far variare il fattore Q del filtro ? Oppure è una cella zobel ed il filtro del midrange invece è un 6/12dB? La resistenza del midrange và eliminata? la disposizione del passa banda va modificata?Comunque con un'attenuatore lpad sul midrange sono riuscito a migliorare ancora l'esubero dei medi: Posto tutta la scheda tecnica  e foto. ringrazio anticipatamente per gli aiuti.
 In foto ci sono la cassa prima e dopo e il crossover coral con i condesatori originali

206
discussione libera / Chi se ne intende di crossover audio?
« il: 07 Gennaio 2016, 22:20:18 »
salve , avrei bisogno di aiuto a capire la configurazione di un crossover audio da 8 ohm. Nello specifico , vorrei capire la configurazione del midrange, se ha una cella zobel  ed eventualmente la si può eliminare,se lo stesso altoparlante va collegato in fase o contro fase e se il filtro del tweeter ha una cella zobel che eventualmente si può eliminare. In allegato posto un pdf di diversi schemi forniti gentilmente dal  servizio Coral e la scheda tecnica delle mie casse da me upgradate. La mia coppia di crossover  installata dentro le casse  è il modello NT 307 3 vie 8 ohm, 100 W RMS taglio 900/6000 Hz pendenze filtri 12/12/12/18 db ottava .

207
Spero che questa lunga recensione sia stata utile... non ho postato la filare perchè è un antenna artigianale e quindi non confrontabile con nessun altra. Comunque ho venduto MFJ 269 per comprare un VNA MINI TiNY... è tutta un'altra storia!!!!! abbraccino abbraccino un grosso abbraccio a tutti gli amici... tanti auguri di buon ANNO sperando sempre in meglio di aiutarci tra di noi in questa comunità di appassionati  :-D :-D

208
 :dance: :dance: Finalmente ho finito... quà ci  sono i test di due stubs (spezzoni di coassiali con funzione di filtro notch) tarati a 89,300Mhz e 102,400 (frequenze dove avevo troppo casino) hanno fatto il loro lavoro se pur empirico comunque una manciata di db l'attenuavano (oltre che su i multipli e sottomultipli ovviamente) 

209
 :grin: :grin: visto che ormai con i test di una bibanda da base siamo off topic a questo punto completo con la   :grin: "rassegna stampa" dei filtri notch e degli stub che ho utilizzato per eliminare RADIo Maria e RTL 105 che mi arrivavano allo scanner S 7 con il solo bocchettone del suo pannello. Il test è stato eseguito con un 'antenna filare da 20,50 con balun 9:1  (antenna tipica che raccoglie tutto e fà andare in tilt il fron-end dei ricevitori specialmente quelli sensibilissimi dei portatili di cui non è particolarmente indicata come antenna). Il filtro Notch è un 5 celle prodotto personalizzato da un noto radioamatore ed esperto e produttore (non faccio nomi per pubblicità dato che lo commercializza anche se  lo merita in pieno perchè finora è il migliore filtro notch al mondo che abbia mai provato e vi garantisco che ne ho comprati dagli Usa e dall'UK ma non erano soddisfacenti comunque dal modello potete rintracciare chi lo vende che tra l'altro è una persona disponibilissima e molto modesta. Il filtro Notch in questione è il  JG RF-Solution  FM98SMA- 5   (versione a 5 celle e non a 3) a me personalizzato e tarato  alle frequenza più dannose verso fine banda FM (108) Come si può vedere da 75 MHz circa a 110 Mhz circa c'è una voragine di attenuazione con un picco di  -80 dB a 93 MHz per mantenersi costante sui -60 più o meno su tutta la banda del filtro.(quell aminore attenuazione che c'è in banda bassa cioè verso la 70-80 Mhz rispetto alla maggiore attenuazione che c'è in banda alta 102- 110 Mhz è dovuta alla taratura personalizzata che ho richiesto in cui ho volutamente sacrificato anche la circuiteria per la tx (con questo filtro si può anche trasmettere fino a 5 watt)  onde avere le massime prestazioni di filtro in rx! :up: :up:   

210
Come si è potuto notare la COMET GP&6 nativa per le UHF Americane che non sono esattamente a 433Mhz, ha una larghezza di banda più estesa dell'antagonista DIAMOND X300 che invece è più spostato il centro banda sulle frequenze europee, però il bello è che la magiore larghezza di banda della Comet GP6 si comporta egregiamente sia in VHF che in UHF "europee" ossia la 144 e 430! Dulsis in fundu anche in 446 non disdegna di comportarsi bene!!!

211
Vediamo invece la (da me reputata la regina delle antenne da 3 metri bibanda) COMET GP6 in UHF...

212
 :grin: :grin: Ora che siamo in ballo ora vi posto il comportamento di una di quelle antenne che ritengo tra le migliori da base per robustezza larghezza di banda e parametri elettrici( ovviamente per la sua categoria di altezza e configurazione a multipli di 5/8 collineare). sto parlando  della COMET GP6 bibanda VHF UHF: vediamo cosa fà in VHF con 11- 12 metri di cavo Aircell 7... (come si può vedere in 144 è impressionante la quasi assenza di ROS)

213
Il Puxing PX 888K (versione nera) test antennino originale in UHF...

214
 :grin: :grin: :miiii: :miiii: ancora non è finita... vediamo un 'altra radio famosa ... Il Puxing PX 888K (versione nera) con la sua antenna originale in VHF

215
 :grin: abbraccino Ora è il turno di una radio omologata per la 446 ma sbloccabile via software sia come potenza si porta a 4 W che come frequenza estendibile dalla 400 alla 470! Sto parlando della cinese Wouxun KG 703-E  vediamo con l'antennino originale come si comporta in UHF...

216
Qua invece test dell'Antennino originale Wouxun KG UVD1- P in UHF...

217
Qua invece c'è il test dell'Antenna originale della Wouxun KG UVD1-P in VHF...

218
 :shhhh: Ora dovrebbe essere il turno della ... :miiii: :miiii: antennino originale della Zodiac K2 ( che ricordo che andava benissimo ovviamente tarata nativamente alla sua frequenza della 446) vediamo un pò...

219
 :grin: :grin: La topolina Harvest SRH536 Sma male in UHF...

220
 :allah: :allah: Basta basta!!! Marcello sara arrabbiato!!!!  :birra: :birra: test con la Harvest SRH 536 versione SMA male meglioconosciuta come coda di sorcio... ehm pardon... di topo! vediamo in VHF cosa rosicchia  :miiii: :miiii:

221
Sempre la Nagoya 771SF Sma female in UHF... :up: :up:

222
 abbraccino :birra: :mrgreen: :mrgreen: :grin: :grin: (sperando che con tutti questi allegato i moderatori non mi prendano a calci in  :culo:) continuo con il postare la Nagoya 771SF della Nagoya gruppo REVEX versione SMA female (per intenderci il connettore per le prime cinesi Wouxun e compagnia bella)! Vediamo in VHF cosa combina...

223
 :miiii: continua la saga in UHF della Nagoya 771 versione BNC... a 460 e 472 MHz!

224
 :up: sempre la Nagoya 771 versione BNC test in UHF... (quà ci sono più post perche i test sono a diverse frequenze UHF 433 - 446 - 469 Mhz)

225
 :-D andiamo avanti con l' originale Nagoya 771 versione con connettore  BNC test in VHF ...

226
 abbraccino abbraccino... allora per la gioia di tutti posto in allegato le misure di tutto quello che ho misurato in casa  :grin: (scherzi a parte ovviamente delle antenne che ho ed accessori) mi scuso per alcuse descrizioni che ho dato in questo post ma alcune antenne che ho testato vanno bene in VHf e non in Uhf oppure su tutt'altre frequenze  :mrgreen: (ricordavo male)! ATTENZIONE , nei grafici dei test effettuato con il tiger tail anche se in diverse frequenza, faccio presente che il tiger tail è costitutio da uno spezzone di filo rosso e nero da 1 mmq di cui uno è tarato per le VHF 144 e l'altro per le UHF 433 Mhz ( a me premeva utilizzarlo in frequenze radioamatoriali anche in tx). Comunque iniziamo con il gommino COMET 209 ... in VHF e in UHF

227
 :grin: Le antenne clone cinesi da 36 o 40 cm hanno dei ros elevati in VHF. In UHf vanno un pò meglio a differenza della Comet a gommino da 9 cm e l'originale baofeng e Wouxung KG upd 1 che invece hanno ros molto soddisfacenti. Per le altre da 36 - 40 cm e code di topo varie devi utilizzare una tiger tail come contrappeso (spezzone di filo ad 1/4 d'onda e forcella faston da stringere sotto il connettore a massa dell'antenna portatile.il Ros si ricompone a valori accettabilissimi Fidati! misure fatte con VNA MiniTiNy   

228
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:antenna CB da balcone
« il: 29 Novembre 2015, 14:09:50 »
 :grin: una bella 5/8 da auto con un ottima massa e vai meglio rispetto alle varie boomerang

229
Radio Ascolto / Re:SWL Italia e ...altro. domanda importante
« il: 25 Novembre 2015, 14:05:51 »
 :up: qualcuno sà come creare il nominativo per swl? basta semplicemente anteporre il codice della zona e successivamente il numero di protocollo?

230
 :up: comprati un' antenna AVANTI 281  e vai tranquillo

231
Radio Ascolto / Re:SWL Italia e ...altro. domanda importante
« il: 21 Novembre 2015, 14:05:40 »
 Io feci richiesta di autorizzazione SWL il lontano 1993, mi fu concessa con tanto di documento e marche da bollo ma non mi fù dato il nominativo... com'è possibile? andava richiesto a parte, e successivamente?

232
 8O ma riceve in LSB o USB?

233
discussione libera / Re:Tra qualche ora nascerà un nuovo piccolo OM
« il: 11 Novembre 2015, 09:25:29 »
 ;-) ;-) :birra: :birra: auguroni anche da parte mia

234
discussione libera / Re:Gatto dentro L'amplificatore lineare
« il: 10 Novembre 2015, 20:32:48 »
 :grin: :grin: forse perchè come roger beep lancia un miagolio

235
Autocostruzione / Re:Oscilloscopio e generatore di segnale RF
« il: 10 Novembre 2015, 18:14:49 »
perchè non il 100 o il 200mhz?

Di quella serie Rigol DS1000 (la più economica) c'è solo il 50 MHz (DS1052) e il 100 MHz (DS1102). Perché non il 100 MHz? Te l'ho spiegato nel post precedente: il 50 e il 100 sono identici, se non per il fatto che il 50 ha un flag software che lo limita a 50. Basta fare l'impostazione e funziona identicamente al 100. L'ipotesi Rigol DS1000 era per contenere i costi al minimo con un prodotto digitale da 1Gsa/s di tutto rispetto. Guarda anche i Siglent, evitando quelli da 500Msa/s visto che si trovano a prezzi analoghi i 1Gsa/s.
Se vuoi spendere di più e avere modelli più performanti, ovviamente hai tutta la possibilità di farlo.


ciao davj 2000 scusa se ti disturbo ancora però i consigli che mi hai dato con il vna mini tyni si sono verificati esattissimi( mi ssto divertendo un modo a misurare antenne e filtri e a trovare anche amare sorprese su antenne portatili date per performanti e risuonanti invece ad altre frequenze)

tornando alla citazione ho adocchiato questi modelli di oscilloscopio e vorrei che mi consigliasti cosi coem hai fatto per il vna:
  -
 SIGLENT SDS 1102X 100Mhz di banda passante  2Ch  1 Gb di freq di campionamento 14 Mpts di memoria di profondità ( però non sono sicuro della qualità della marca e se è possibile upgradarlo /hackerarlo a 200Mhz anche se 100Mhz sono abbastanza sufficienti)
 
RIGOL DS 1054 Z 50Mhz   4ch 1 Gb di freq di campionamento 12 Mtps di memoria di profondità (unica pecca i 50Mhz però sperò che sia upgradabile a 100 Mhz i 4 ch sono oltre il fabbisogno e la memoria deep e grande anhces e dal web si evince che questo oscilloscopio è hackerabile sia in banda passante, deep mem a 24 Mtps ed altre funzioni

RIGOL DS 1102E 100Mhz 2Ch 1 Gb di freq di campionamento però 1 Mtps di meem deep (questo modello è hackerabile per aumentare la banda passante o almeno la sola  memoria di profondità?)

RIGOL DS 1052E 50 Mhz 2 Ch 1 Gb di freq di campionamento  e 1 MtPs di mem deep (la banda passante e hackerabile a 100Mhz ma la memoria di profondità

Ho letto che la memoria di profondità è un valore molto importante tu cosa ne pensi di valro tra 1-2 Mtps o 12 -12 Mtps?
diciamo che sono orientato tra il SIGLENT 1102X (ottimoper i valori già presenti nel modello senza rischiosi hackeraggi vari  ma non sono sicuro della qualità della marca - il prezzo è 475 euro; ed in seconda opzione con il Rigol DS 1054Z perchè Rigol è molto blasonata e perchè almeno dovrebbe essere hackerabile a 100 Mhz ( il resto frequenza di campionamento e mem deep e canali vanno molto bene) prezzo 400 euro

gli altri due rigol non so se sono hackerabili per aumentare la mem deep oltre che la banda passante ( il ds 1052E a 100 Mhz ed il 1102E è possibile a 200 MHz?) per cui li tengo in terza e quarta ipotesi.
Badget fino a 500 euro max
ciao e grazie davj


Ciaoo
Davide

236
Radio Ascolto / Re:Disturbi?
« il: 07 Novembre 2015, 09:48:56 »
 :miiii: :miiii: Eh che cosa èèèèè???? Un Mega Jammer??????????? Li ci sono i 40 metri amatoriali  :miiii: :miiii: che cosa strana

237
Autocostruzione / Re:Oscilloscopio e generatore di segnale RF
« il: 04 Novembre 2015, 15:04:52 »
Ciao Davj , c'è in offerta il Rigol DZ1054 4 canali 50 Mhz. h oletto che è upgradabile a 100 Mhz... coem lo vedi come lo vedi come oscilloscopio? a me il venditore mi ha detto che è meglio del DS1052 che ormai è surclassato. Diciamo che 4 ch non mi interessano quanto invece almeno 100Mhz di banda

238
Radio Ascolto / Re:Misure su antenne, cavi, filtri stubs
« il: 03 Novembre 2015, 14:53:02 »
...Ho trovato questo:

" La calibrazione SOLT

La calibrazione SOLT è, probabilmente, tra le calibrazioni dei VNA, la più diffusa. Utilizza un corto, un aperto e un carico ben definiti (di impendenza caratteristica, di solito 50 o 75 Ω). Uno ad uno, ogni standard viene connesso al piano di riferimento così che il VNA possa misurarli. Completate queste procedure, è possibile collegare insieme i due piani di riferimento per formare una linea di trasmissione (thru) per la misura finale.

La calibrazione SOLT è una scelta efficace per i dispositivi con connettore. Se impiegata per misure acustiche, fornisce un'elevata accuratezza e ripetibilità. Molti produttori forniscono kit di calibrazione che contengono standard ben definiti e dispongono di una vasta gamma di connettori. La calibrazione SOLT si indirizza a ciascuna delle sorgenti di errore tramite il modello di errore a 12 termini menzionato precedentemente, che consiste in 12 incognite e 12 equazioni.

La connessione thru richiede una connessione maschio-femmina. Questo significa che il dispositivo da testare deve avere una connessione maschio e una femmina (input-output o output-input). Un dispositivo con queste caratteristiche viene definito “inseribile”. Sfortunatamente, molti dispositivi sono non-inseribili - dispongono di connettori di ingresso e uscita maschio-maschio o femmina-femmina. Dal momento che le caratteristiche RF dell'adattatore vengono valutate durante la calibrazione e il calcolo dei fattori di connessione, eliminarlo dalla misura induce ad un errore. Non bisognerebbe utilizzare un adattatore per creare una connessione thru durante la calibrazione e poi rimuoverlo quando si misura il dispositivo.

Un modo per gestire correttamente i dispositivi non inseribili viene mostrato nella Figura 5. Molti kit di calibrazione SOLT contengono un set di adattatori RF di alta qualità con lunghezze elettriche e caratteristiche RF simili. Si chiamano adattori swap equal (o phase equal) perché è possibile utilizzare un adattore per effettuare una connessione thru non inseribile durante la calibrazione e sostituirlo con un altro adattatore dal kit di calibrazione per connettersi al dispositivo durante la misura. In definitiva, se si utilizza un adattatore durante la calibrazione, bisogna sostituirlo con un adattatore simile durante la misura. Questi e molti altri approcci sono disponibili per gestire i dispositivi non inseribili e soddisfare le proprie esigenze specifiche di accuratezza e convenienza."

239
Radio Ascolto / Re:Misure su antenne, cavi, filtri stubs
« il: 03 Novembre 2015, 14:02:44 »
 abbraccino grazie davJ!!!!! Quindi avevo capito bene! Ci vuole la calibrazione prima di ogni misura e nel caso in cui debba usare combinazioni di adattatori , devo calibrare con i relativi adattatori utilizzati altrimenti la loro interposizione rende la misura non precisa.

240
Radio Ascolto / Re:Misure su antenne, cavi, filtri stubs
« il: 03 Novembre 2015, 01:48:22 »
ciao Davj e r5000, il mini vna tyni è arrivato, però ho delle complicanze sia con l'installazione che con il seguito:
Innanzitutto ho windows seven 64 bit  e installando i driver FTDI ultima versione  scaricata CDM v2.12.06  ( a mini vna scollegato cosi come dice il manuale a prima installazione) mi esce su "Gestione dispositivi COM & LPT "usb serial com 10 " con il punto esclamativo giallo, tant'è che aperto il sotware vna/j non trova il dispositivo.
Ritento la procedura e   disinstallo i driver FTDI a 64 bit ed installo quelli a 32 bit CDM v2.12.06  (sarà forse non digerisce l'S.O. a 64 bit)...
Nisba!!! :miiii: :miiii: stessa cosa!
Disinstallo il software dei driver e i driver stessi, riavvio e dopo aver inserito il cavetto usb del mini vna effettuo la procedura d'installazione automatica on line dei driver e magicamente il dispositivo viene visto!!! Però nei dettagli driver si vede la versione FTDI 2.12.00 che non è l'ultima (bohhh!!??)Se reinstallo le ultime versioni dei driver  sia 64 bit che a 32 si torna a visualizzare Gestione dispositivi COM & LPT "usb serial com 10 " con il punto esclamativo giallo ed il il mini vna non viene rivisto nuovamente.
Ripeto la procedura con i driver automatici e successivamente effettuo la procedura di aprire il software vna/J ( a proposito è l'ultima versione  vnaJ.3.1.8pre) e clicco su "Analyzer - setup -  minivna tyni e COM 10 poi "Test" e poi "aggiornate" (update ) però mi dice che non si trova la calibrazione o di caricarla da un file e qui termina la mia avventura :sfiga: :sfiga:
Non che per caso  bisogna calibrare il mini vna con il kit formando un file di riferimento e poi in base a questo funziona? Se non sbaglio bisogna prima effettuare la calibrazione in reflessione e salvare il file , poi calibrare la trasmissione e salvare il file ... sapreste indicarmi la procedura esatta dei vari connettori da connettere e l'ordine su DUT e DET? In primis vorrei sapere se sbagliando l'inserimento dei connettori sma del kit ( open close , load) alle varie porte DET e  DUT e cliccando le varie finestre dei menu "calibrate", si rischia di bruciare qualcosa? O non succede nulla? ( al massimo calibrazioni sballate?Recuperabili successivamente con una esatta calibrazione?
In un video ho visto un tizio che addirittura  effettua una calibrazione in trasmissione con un cavetto "loop" collegando il connettore DET con il DUT: come mai nel kit non c'è ? E' autocostruibile  con un pezzetto di rg 123 e 2 connettori SMA? Non si manda in corto nulla connettendo in loop  due connettori senza alcun carico? :grin: comunque devo dire che è un accrocchio abbastanza complicato per quanto multi versatile. In seguito se maiutate a capire almeno il setup iniziale  vorrei fare una guida in italiano  :up:

Pagine: 1 2 3 [4] 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26