Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - IZ2UUF (davj2500)

Pagine: [1] 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 ... 66
1
...quoto...aprire un post inutile per lagnarsi di un post scritto in arabo....e commentarlo con un dialetto della "Trinacria"...fine OT.

Tra l'altro, per molti il dialetto della Trinacria è arabo! :-)


2
antenne radioamatoriali / Re:Accoppiamento PL259-SO239
« il: 11 Luglio 2019, 21:46:34 »
ma mi sorge una domanda  :  a cosa servono quei "dentini" se poi si fa combaciare la parte piana??

Penso servano a non far girare il connettore mentre lo avviti.

Ciaoo

3
ricetrasmettitori cinesi / Re:Informazioni per Baofeng uv-5r
« il: 11 Luglio 2019, 21:44:02 »
in macchina sara' senz'altro + comodo (forse)... ma dipende dove vai, se devi fare 1-2 km, e non devi caricarti sulle spalle 1 zaino da 20 kg e non hai orari ristretti, senza ombra di dubbio andare a piedi ti fara' mooooltooo beneeeee alla salute, anche smanettare un po' ste radioline con le dita invece di affidarsi sempre al pc, forse al cervello fa altrettanto bene....

Anche leggere i manuali di istruzioni è un buon esercizio...

Ciaoo
Davide

4
discussione libera / Re:Perdita delle VHF,UHF,SHF
« il: 11 Luglio 2019, 21:41:30 »
Ma i radioamatori francesi cosa stanno facendo in merito alla questione

Fanno quello che fanno gli altri: supportano lo IARU per un'azione comune e coordinata.

https://www.r-e-f.org/

Come espresso nel messaggio rivolto alle associazioni francesi del 5 giugno 2019, sono state recentemente avanzate alcune proposte per l'ordine del giorno della riunione CMR 23.
Il REF lavora attivamente e in stretta collaborazione con i team IARU e anche con altre associazioni francesi su questi temi.
Troverete in allegato la traduzione del comunicato stampa della regione IARU 1, che ovviamente il REF sostiene pienamente nelle sue azioni.


Ciao
Davide

5
discussione libera / Re:Perdita delle VHF,UHF,SHF
« il: 11 Luglio 2019, 10:11:04 »
Ciao a tutti.

L'ARRL riporta che il presidente IARU Tim Ellam ha dato rassicurazioni sul futuro dei 144 MHz:

“If accepted as a WRC-23 Agenda Item, this proposal would require 4 years of studies by administrations. Considering the challenges of sharing spectrum with aeronautical systems, it seems inevitable that the conclusion of such studies would be that sharing with a widely used part of the amateur spectrum presents too many problems to be viable.”

"Se fosse accettato come punto di discussione dell'agenda WRC-23, questa proposta richiedererbbe 4 anni di studi da parte delle amministrazioni. Considerando la difficoltà insite nella condivisione dello spettro con sistemi aeronautici, sembra inevitabile che la conclusioni di tali studi sarebbero che la condivisione dello spettro radio con i radioamatori presenta troppi problemi per essere fattibile.

Insomma, aspettate a vendere le radio VHF. :-)

Articolo completo:

http://www.arrl.org/news/iaru-president-offers-assurances-regarding-french-144-146-mhz-allocation-proposal



Ciaoo
Davide

6
LPD - PMR - SRD / Re:Disperato… bf uv5r
« il: 09 Luglio 2019, 21:32:39 »
La mia domanda era come faccio tarare la frequenza per utilizzarla con gli altri pmr ( esattamente il canale 5 ) ho provato di tutto ma niente non riesco e non so dove sbaglio

Ciao DJsaw33.

Se posso un consiglio, se vuoi ottenere un risultato dovresti rispondere alla domande che ti sono state fatte, perché qui nessuno purtroppo ha la sfera di cristallo.
Dici "se metto la mia cb veicolare su pmr mi sento e parlo", ma alla domanda quale sia il cb veicolare, nessuna risposta. E' tanto complicato scrivere marca e modello e fare due foto col cellulare?
Sarebbero anche utili dei filmati delle prove che fai, metti caso che qualcuno possa cogliere da essi qualche errore.
Sopratutto sarebbe interessante un filmato del CB veicolare che "parla" con la Baofeng.

Ciao
Davide

7
LPD - PMR - SRD / Re:Disperato… bf uv5r
« il: 09 Luglio 2019, 14:59:35 »
Si ma il fatto è che non va con le pmr la mia uv5r mentre con il mio cb che lavora su entrambi i segnali si ?

Ciao DJsaw33.

Il fatto è che non siamo a conoscenza (sicuramente non io) di un CB che operi sia sui segnali CB che su quelli PMR-446, per cui questa cosa è molto interessante. Così come l'hai descritto, è come se avessi detto "Ho una Fiat Punto del '94 modificata per volare" che certamente sarebbe una cosa interessante per degli appassionati da vedere e comprendere.
Penso di interpretare il desiderio di molti chiedendo che modello sia il CB e se possibile vedere qualche foto, sempre che non si tratti di segreti inviolabili. Anche perché tutto ciò sarebbe propedeutico per capire il problema oggetto del thread.

Grazie

8
Autocostruzione / Re:Quanta Potenza su Toroide ??
« il: 09 Luglio 2019, 14:37:03 »
Ma per evitare il medesimo test del "dito" a 15mt d'altezza attaccato ad un traliccio,
conosci qualche altro metodo ?

l'FT114-77 cercando in rete come choke dicono che supporta fino 150W circa e che si
puo' aumentare il "limite" creando il medesimo choke con 2 ferrite una sull'altra.

Ciao cipcip.

Come ti ha scritto R5000, il choke non è influenzato dalla corrente differenziale ma da quella di modo comune.
Quindi non importa niente quanti milioni di watt usi per trasmettere, ma quanta potenza è indotta a scendere nel choke.
Di solito su un dipolo a mezz'onda, un normale choke su ferrite FT240-43 dissipa circa lo 0.25% della potenza trasmessa. Il dato è indicativo e frutto di calcoli, perché è difficilissimo da misurare.
Se fai antenne con altre forme, la situazione può facilmente sfuggire di mano. Sono arrivato a configurazioni che facevano dissipare il 98% della potenza ad un choke, che era una condizione indesiderabile perché:
- ci vogliono i toroidi in kriptonite perché non si fondano
- non è il massimo dell'efficienza avere il 98% di potenza dissipata in calore dal choke
La potenza dissipata dal choke dipende da vari fattori, compreso il tipo di antenna, la lunghezza del coassiale, cosa è collegato a valle del coassiale e via dicendo. Quindi non troverai una tabella che ti elenca la potenza per tipo di toroide.

Se fai un dipolo simmetrico normale non dovresti avere problemi con una delle soluzioni "standard" che si trovano su internet. Se fai altre antenne, devi vedere un po' tu. I suggerimenti di R5000 come quello della cera vanno bene.

Ciaoo
Davide

9
LPD - PMR - SRD / Re:Disperato… bf uv5r
« il: 09 Luglio 2019, 12:13:10 »
Si mi sento sul cb ma non in pmr
Premetto che il mio cb e modificato poi ho due antenne una cb e una pmr perché ha la doppia uscita per entrambe però è un cb del 94

Ma che CB è (marca/modello)?
Una foto?

10
LPD - PMR - SRD / Re:Disperato… bf uv5r
« il: 09 Luglio 2019, 12:11:49 »
tempo permettendo cercherò di fare qualcosa di simile sulle scatoline in metallo che ho anche se non ho la stampante 3d e il problema principale rimane la eventuale taratura del frequenzimetro
quindi posso provare a usarlo anche senza antenna/sonda con lo SMA "nudo"?
scusate per l'OT

Sì, senza antenna riceve un portatile da 2W a circa 30-40cm di distanza.

Vista la bassa risoluzione (mostra solo i kHz) è piuttosto preciso (il RACAL-DANA è controllato da GPSDO per cui è un riferimento preciso):




Ciaoo
Davide

11
LPD - PMR - SRD / Re:Disperato… bf uv5r
« il: 09 Luglio 2019, 11:52:57 »
se metto la mia cb veicolare su pmr mi sento e parlo

Ciao DJsaw33.

Non mi è ben chiaro cosa significhi "mettere la cb veicolare su PMR".
Parli con il Baofeng UF5R e ti senti sul CB?

Ciaoo
Davide

12
LPD - PMR - SRD / Re:Disperato… bf uv5r
« il: 09 Luglio 2019, 11:38:41 »
OT: ne ho uno quasi uguale, come hai proceduto con l'inscatolamento? e per la sonda? cosa usi?

Ciao kz.

Ho usato una scatola Teko di quelle con due gusci e retro e frontale piatti che si sfilano, recuperata da un vecchio progetto di Nuova Elettronica.
Ho fatto un frontalino nuovo con la stampante 3D:



Dentro poi l'ho arrangiata così:



Alla presa della sonda ho collegato uno SMA femmina. Se ci trasmetti vicino legge benissimo anche senza niente collegato. Mi serve quando sono in giro per varie attività specialmente col CTM e ci sono radio civili che nessuno sa su che frequenza trasmettano: per questo è perfetto.

Ciaoo
Davide

13
LPD - PMR - SRD / Re:Disperato… bf uv5r
« il: 09 Luglio 2019, 11:15:02 »
Ciao.

Procurati un frequenzimetro:



Ci metti vicino la radio, trasmetti e almeno vedi se trasmette e su che frequenza:



Quello dell'ultima foto è quello cinese sopra che io ho inscatolato.

Ciaoo
Davide

14
discussione libera / Re:Perdita delle VHF,UHF,SHF
« il: 08 Luglio 2019, 21:26:13 »
c'era una volta un tale che cantava:"la libertà è partecipazione"

Esatto.

15
discussione libera / Re:Per iniziare...
« il: 07 Luglio 2019, 00:08:41 »
Ciao a tutti, mi chiamo Vincenzo e abito a Voghera in provincia di Pavia, tramite un collega radioamatore sono venuto in contatto con questo mondo che trovo stupendo, purtroppo non conosco quasi niente ma piano piano mi piacerebbe imparare, potete darmi qualche consiglio per iniziare?

Ciao Vincenzo.

Prova a contattare la sezione ARI di Voghera, questo è il loro sito: http://www.arivoghera.it/
Così cominci a trovare degli appassionati nella tua zona.

Ciaoo
Davide

16
discussione libera / Re:Perdita delle VHF,UHF,SHF
« il: 06 Luglio 2019, 15:29:38 »
Ciao davide,il link sembra non aprirsi direttamente (almeno per me),cmq col copia incolla ci si riesce.
Letto...speriamo bene!

Ciao Paolo.

Sì in effetti il forum aveva aggiunto delle virgolette. L'ho corretto, grazie.

Ciaoo
Davide

17
discussione libera / Re:Perdita delle VHF,UHF,SHF
« il: 06 Luglio 2019, 14:43:48 »
Mi pare che l'ari abbia scritto qualcosa al mise in merito alla questione

Sì, c'è il link un post sopra al tuo.

Ciaoo
Davide

18
discussione libera / Re:Perdita delle VHF,UHF,SHF
« il: 06 Luglio 2019, 14:37:11 »
Ciao a tutti.

Informo che, riguardo alla problematica in oggetto, l'ARI è intervenuta presso il MISE con la richiesta scaricabile a questo link: http://www.ari.it/images/stories/home/Prot3219_19MISE.pdf

Ciao a tutti
Davide

19
discussione libera / Re:Perdita delle VHF,UHF,SHF
« il: 06 Luglio 2019, 09:14:30 »
Seriamente?? Non conosco e non penso sia lo stesso anche qui in zona, anzi.
È pur però che sono cose che oggettivamente possono essere limitanti per un potenziale socio e mi dispiace leggere di certe cose. Fosse così, anche solo per principio continuo a non iscrivermi.

Ciao a tutti.

Da anni sono socio ARI e negli anni scorsi sono stato membro del CDS della sezione ARI di Milano ma non mi risulta che si siano mai fatte difficoltà ad accettare alcun socio. Anzi, i soci nuovi sono sempre stati visti come manna dal cielo.
Lo statuto dell'ARI, essendo ente morale, richiede che un nuovo socio sia presentato da altri soci; l'aspirante socio entra in un elenco pubblicato su RR affinché chi abbia qualche ragione documentata per opporsi, possa farlo. Ma si tratta di un pro-forma, dato che chi entra in sezione, dal giorno in cui firma l'adesione, in pratica può usufruire di tutto.

Devo dire che non ho notato nell'ARI un grado di burocrazia, farraginosità o miopia particolarmente superiore a quello che si incontra normalmente avendo a che fare con grandi organizzazioni italiane o con il nostro Stato: è un'associazione fatta da italiani, con la mentalità e il modus operandi degli italiani.

Detto questo, le sezioni sono un punto di aggregazione che è molto utile per sviluppare i rapporti umani necessari ad alimentare tale hobby. Passato il boom "social" degli anni 90, fare il radioamatore è tornato ad essere un hobby di nicchia, come ascoltare i dischi in vinile o collezionare i francobolli. Gli appassionati per avere un minimo di "massa critica" devono trovarsi ed aggregarsi.
Vi lamentate che sui ponti non parla nessuno? Sviluppate rapporti umani con altri con la vostra passione, organizzatevi per sentirvi sui ponti, iniziate a fare i QSO.
Le sezioni servono a questo: sviluppare amicizie tra appassionati e aggregare ciò che normalmente è troppo sparso per avere un peso utile.
Quando abitavo a Milano andavo in sezione tutti i martedì e pian piano si era formato un bel gruppo. L'ARI (e le altre associazioni), non sono il consiglio direttivo nazionale, la rivista o le QSL: sono le sezioni. E le sezioni sono le persone che le frequentano, siamo noi.

Se continuate a gettare cacca a vanvera sull'ARI, così perché lo fanno tutti ed indignarsi oggigiorno va molto di moda, state gettando cacca su una delle poche cose che possono dare linfa al vostro hobby.
Le sezioni ARI hanno un enorme patrimonio di opportunità guadagnate nel tempo che andrebbero prese in carico e sfruttate dai nuovi arrivati, non gettate nel cesso.
Per fare un esempio, l'ARI di Milano ha accesso al Pirelli perché negli anni si è sviluppata una collaborazione con la Regione Lombardia relativamente alla protezione civile che è il frutto del lavoro di altri venuti prima: andate voi a mettere un ripetitore sul Pirelli se ci riuscite.

Se andate a scavare, le sezioni ARI sono piene di opportunità così, ognuna nel suo territorio. Le sezioni hanno attrezzature, mezzi ed opportunità che aspettano solo di essere sfruttate.
Ed invece tutto si riduce a cassare l'intera baracca perché l'ARI nazionale non ha immediatamente scritto ai suoi soci qualcosa in merito alla vicenda dei 144 MHz.

Di questo passo il silenzio sui ponti sarà sempre più assordante e non sarà stata colpa della Thales.

Ciaoo
Davide

20
discussione libera / Re:Perdita delle VHF,UHF,SHF
« il: 04 Luglio 2019, 17:12:08 »
Le varie associazioni nazionali sono attive già da settimane sulla questione, con rispetto parlando è l'ARI che è rimasta al palo, evidentemente sono troppo impegnati ad esaminare il proprio ombelico.

Ciao a tutti.

Vorrei solo sottolineare che la IARU è una federazione di associazioni che comprende l'ARI e non comprende invece tutta la miriade di altre associazioni esistenti in Italia.
Quindi quando si muove la IARU, si stanno muovendo l'ARI, il REF, il DARC e altre decine e decine di associazioni in forma unitaria.
L'elenco delle associazioni aderenti è questo:

http://www.iaru.org/member-societies.html

Quando i poveri stupidi e fessi soci ARI pagano la loro quota associativa, vanno a finanziare la IARU affinché intervenga a difendere gli interessi di tutti i radioamatori, compresi quelli che si lamentano e criticano senza però fare niente di concreto.
Questo è un estratto del bilancio 2018 dell'ARI:



Ciao
Davide

21
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:queste stazionarie
« il: 02 Luglio 2019, 21:46:21 »
ATTENZIONE A  TRUFFATORE

Ciao OMNEWS.

Abbiamo capito che sei rimasto fregato da un truffatore e sei comprensibilmente contrariato per la cosa.
Abbiamo anche preso atto della (reiterata) segnalazione, ringraziamo e speriamo che nessun'altro ci caschi.
Ma per favore non rispondere a tutti i thread che ti capitano a tiro per ribadire la stessa cosa.

Grazie
Ciaoo
Davide

22
discussione libera / Re:Vs. punto di vista sulle radio Veicolari
« il: 01 Luglio 2019, 18:24:14 »
Grazie dei consigli IW4BJG; IZ1PNY, certo che se trovassi un IC706 MKIIG oppure uno Yaesu 857d sarebbe il massimo, ma purtroppo se ne trovano veramente pochi.

Eh ci credo, sono le classiche radio "di scorta" che si tengono volentieri in stazione. Anch'io ho un 857 che uso poco ma che tengo perché quando serve una seconda radio o un apparato con 100W da buttare in valigia è comodo e versatile.
Anch'io propendo per i quadribanda da 100W (no 817 da 5W) come prime radio perché consentono di avere un assaggio a 360° di tutto quanto offre la radiantistica, dalle onde medie ai satelliti. Tieni presente che se hai voglia di farlo, esistono software che collegati ad una normale radio in SSB decodificano i modi digitali come C4FM, DSTAR, DMR, ecc.
Almeno ascolti prima e poi decidi cosa fare: magari scopri che in fondo fare saluti circolari ai QRA familiari in mondovisione su un network internet non è la tua passione ed investi su altro.

Ciaoo
Davide

23
Un apprezzamento per Davide, polarizzazione ?
Tenuta watt ?
Ora che lo sappiamo...
Polarizzazione verticale o orizzontale in base a come lo giri. Potenza massima quella che regge il coassiale che usi.
Banda tanto più ampia quanto grossi sono di diametro gli elementi che usi. I miei sono d'alluminio da 2.3mm di diametro e in 2m faranno 1MHz grossomodo.

Ciaoo
Davide

inviato FEVER using rogerKapp mobile


24
Purtroppo non è un fake perché la richiesta di cambio d’uso è stata depositata in sede CEPT. Tutto parte da qui, dove si discute tecnicamente.

Gli unici a non patire conseguenza saranno i bagnini, che passeranno solo da essere pirati in banda OM a pirati in banda aeronautica.

Ciaoo
Davide

25


Tempo fa ho acquistato un dipolo simile da WIMO per attività portatile e devo dire che funzionava benissimo!



Ovviamente c’è da chiedersi per cosa può servire......H-I
Io l’ho collegato diverse volte al VX6 con cavo dedicato: c’era un vantaggio notevole nel rapporto ricevuto in diretta e nei segnalo ricevuti. Può andare bene per divertirsi in vacanza ampliando il raggio d’azione del portatile..........sono comunque quei giocattoli da radioamatori che si acquistano e poi finiscono nella scatola con l’etichetta “LO USERÒ IN VACANZA”

Hai addirittura acquistato un dipolo? Sono degli oggetti semplicissimi e divertenti da costruire, anche con materiale di recupero e un po' di fantasia.
Un dipolo telescopico delle vecchie TV va benissimo, si può tarare aprendo/chiudendo gli elementi.

Io li faccio con la stampante 3D:





La roba rosa all'interno è un gel bicomponente della Ray-Tech: resiste a tutto e quando lo si vuole rimuovere, basta tirarlo via e rimane tutto pulito (non come la resina).

Ciaoo
Daivde

26
discussione libera / Re:I soliti giornalisti...
« il: 30 Giugno 2019, 22:19:30 »
ma invece di trovare futili discussioni perché non vi date da fare è per la 27 che la gamma? sono 2 anni che mi dedico alla divulgazione radio, che sia cb o gamma

Ma la gamma cos'è?

27
discussione libera / Re:I soliti giornalisti...
« il: 30 Giugno 2019, 21:47:39 »
Patetici

Tra l'altro c'è praticamente un errore per parola:
- i 27MHz non sono onde medie ma onde corte
- i radioamatori non possono essere a 27MHz che è la banda CB
- "Myday" è sbagliato, è "Mayday"

Ciaoo
Davide

28
Hai preso quella da 108 cm?

Sì esatto, quella più lunga.

Ciaoo
Davide

29

Su ali express si trova tranquillamente in sma-m:

https://m.it.aliexpress.com/item/32942875163.html

Il giorno che vorrai fare la comparazione delle antenne bibanda sma-f  te ne spedisco un bel mazzetto

Grazie, ne ho ordinata una su AliExpress con il maschio.

Ciaoo
Davide

30
...incuriosito ne volevo prendere una,ma esiste solo con attacco sma-female?

Volevo fare la stessa domanda...

È necessario stanare IZ2UUF

Possiamo anche stanarlo, ma se non ha l'antenna in questione,,, A dire il vero ne prenderei una volentieri dato che se fosse una mezz'onda in 2m non sarebbe affatto male. Solo che non riesco a trovarla con il connettore SMA maschio.

la parola doveva passare all'antenna analyzer, oppure al reflection-bridge + signal generator + spectrum analyzer...

Non credo che gli apparecchi sopracitati ci dicano nient'altro che non l'impedenza dell'antenna. Tra l'altro pure sbagliata, perché il "sistema d'antenna" dei portatili comprende anche il tizio che tiene in mano il corpo della radio che è metà antenna, cosa difficile da fare con un analizzatore di spettro, che, peraltro, ha massa metallica ben maggiore di quella di un baofeng.
Tutto per avere dati che nulla dicono circa le prestazioni dell'antenna.

Secondo me la prova va fatta con un beacon stabile e, ad una certa distanza e con una zona di Fresnel libera, misurare il segnale ricevuto con le varie antenne.
Proprio oggi ho realizzato un banalissimo dipolo a mezz'onda in banda 160MHz da collegare alla radio regionale che uso per monitorare i nostri canali:



Ho potuto confrontarlo con delle antenne per portatili utilizzano l'analizzatore di spettro RF-Explorer che è grosso più o meno come un portatile e quindi il risultato è simile a quello ottenuto con un palmare tenuto in mano ma con una lettura più accurata.







Le prove con i gommini sono state fatte sulle stesso balcone su cui c'è il dipolo e tenendo lo strumento in alto e lontano dal corpo. I risultati sono stati:
- dipolo mezz'onda con 4m di RG-58: -61.0dBm
- coda di topo lunga 32cm: -72.5dBm
- normale gommino VHF lungo circa 18 cm: -75.5dBm

In sostanza tra un normale "gommino" e un dipolo a mezz'onda (che in nel mio è un'antenna lunga 86cm) c'erano la bellezza di 14.5dB che sono 28 volte la potenza. Il dipolo ha dalla sua non solo la lunghezza, ma anche il fatto che entrambe le due mezze antenne irradiano bene (e non c'è mezza antenna costituita dall'operatore) e che nel suo near field non ci sono elementi che disturbano.
Forse una mezz'onda con circuito d'accordo (o una J-pole, che però è un 50% più lunga) direttamente montata sulla radio potrebbe avere lo stesso effetto di un dipolo.
Per questo un'antenna lunga circa un metro, almeno in VHF, in linea di principio non è decisamente una cavolata.

Ciaoo
Davide

31
ma si dai... usa invece i tuoi organi preposti... che magari qualche fantasma (molto + interessante diventa realta') [emoji12] 

In effetti... andare in giro per le spiagge con in bella mostra gli organi preposti è un ottimo sistema per non sentire più disturbi in VHF per un po'...

[emoji1]

32
chiunque salga a 2660 metri slm con due radio appresso e si mette a fare delle prove di trasmissione e ricezione ha i miei incondizionati stima e supporto: daje Alezio!

Tante volte quattro passi per portare a casa qualche bel QSO si fanno volentieri:



Monte Cevedale, 3769m

[emoji1]

Ciaoo
Davide

33
perfetto

Comunque hai un'occasione d'oro per fare una divertente "caccia alla volpe", non sprecarla scoprendoti subito.
Al di là dal cercarli andando in giro fisicamente, anche l'ascolto paziente spesso fornisce indizi dalle conversazioni. Basta il nome di un luogo, di un locale o di una via per cominciare a circoscrivere la zona a colpi di Google.

Ciaoo
Davide

34
salve davide

altro dubbio dilemma che mi sorge,,, e se trasmettono a +600 khz sopra e ricevono a 145500 (146.100 illegale per noi siamo fuori banda).
146.100 come frequenza di comunicazione sarebbe "lecita" per loro, stanno trasmettendo fuori banda dei radioamatori ma tutti sono sintonizzati a 145.500 in ascolto.
bel mal di testa,,,,

Ma scusa Roberto... se senti a parlare a 145.500 è perché qualcuno trasmette a 145.500.
Se loro trasmettono a 146.100, come fai a sentire a 145.500? Vuol dire che hanno un ponte con ingresso a 146.100 e uscita 145.500, che comunque è illegale.
Potrebbe anche essere che trasmettono su frequenze lecite (es. una frequenza civile) ma le loro emissioni escono in banda radioamatoriale perché qualche spiritoso ha attivato un trasponder, come nel caso riportato da Carmelo PNY relativamente ad un istituto di vigilanza che veniva a loro insaputa ripetuto in banda radioamatoriale da un trasponder ignoto.
Se però fosse un trasponder con la tua esperienza dovresti accorgertene rapidamente con un po' di ascolto: sengnale sempre costante e stabile per tutti nonostante QSB nell'audio, coda di sgancio, ecc.
Invece è molto probabile che lavorino in diretta sulla frequenza che ricevi tu.
Ad una esercitazione di P.C. c'era un gruppo di volontari non radioamatori che usava 145.000 esatti perché, gli avevano detto al corso, "la frequenza della P.C. era 145.000".

Ciaoo
Davide

35
salve iw5wnn io sono per la diplomazia. cioè nel senso che prima li avvisa "bonariamente" dicendogli gentilmente di spostarsi altrove, dopodiche se fanno orecchie da mercante, una portante con veicolare yaesu 50 watt e x 200 sulle loro comunicazioni.. penso che quei giocattolini 50 watt di rf da un finale ottimo non li abbiano mai visti

Mah guarda a me sembra un buon modo per sfogare rancore (e farsi mandare a quel paese). Non si guadagna niente a scaricare rancore su altri.
Qua da me in montagna c'è un centro sportivo che utilizzava dei portatili VHF in banda 144 MHz. Ho parlato coi responsabili e ho scoperto che avevano anche il problema delle batterie vecchie.
Così gli ho fatto prendere dei PMR-446 con le batterie al litio, piccoli e leggeri. Glieli ho programmati con i toni in modo che non siano disturbati da altri. Sono contentissimi perché sono piccoli, leggeri, economici, di lunga durata, facili e rapidi da caricare e, cosa che prima non sapevano, anche legali.
Al termine di tutto ciò sono appagato dal successo del mio intervento, ho degli amici in più diciassette radio (tutte funzionanti) che hanno dismesso dall'associazione come rottami o poco più e mi hanno dato:



Se li avessi minacciati e portantati... non so.

Ciaoo
Davide

36
li ho appena sentiti chiamare tra di loro. ho aumentato la potenza a 25 watt e la x200. vediamo se mi sentono.

Ma il tuo piano qual'è? Chiedergli chi sono così li puoi denunciare al MISE?

Ciaoo
Davide

37
salve davide buongiorno,

sono comunicazioni breve e rapide, ma come ben dici tu sono su frequenze radioamatoriali (145.500 la nostra diretta ad acireale), posso parlarne con il presidente di sezione.
il mise di catania se non ci sono ben motivate disturbi non muovono un mezzo e magari fare decine e decine di km (potrebbe anche arrivare dall'etna visto che c'e l'ho alle spalle).

Ciao Roberto.

Fai qualche registrazione come esempio. Controlla se non trasmettono con il tono CTCSS: nel caso guarda quale sia.
Poi ti puoi programmare un portatile su quella frequenza e quel tono (qualora ci sia).
Un giorno che ti fai una passeggiata per le spiagge, prova a trasmettere un tono a 1750 a 145.500 con l'eventuale tono. Se lo senti fuoriuscire dagli altoparlanti di una radio di qualche addetto, hai fatto bingo.
A quel punto se non te la senti di denunciare direttamente la struttura coinvolta, puoi indicare con molta precisione la zona di provenienza del segnale.
Se poi puoi coinvolgere qualche giornale locale, è anche meglio: loro sono a caccia continua di notizie per riempire le pagine ed hanno il potere di far smuovere le istituzioni.
Intanto ti diverti a fare la caccia alla volpe.

Ciaoo
Davide

38
penso che visto la portata limitata delle radio siano nelle vicinanze (5-8 km al massimo poi il resto lo fa l'antenna).
non penso che un segnale debole anche se via mare arrivi dalle calabrie (che io vedo a portata ottica).

Ciao Roberto.

Ma scusa, visto che sono sulle frequenze a te assegnate e perfino in un segmento con diritto di protezione, se ritieni di essere disturbato da queste emissioni non autorizzate, cosa palese visto che non vengono usati nominativi ministeriali e i contenuti dei messaggi sono relativi ad una attività lavorativa, fai denuncia al MISE.

Ciaoo
Davide

39
LPD - PMR - SRD / Re:PMR Baofeng
« il: 18 Giugno 2019, 23:00:34 »
In alcune schede tecniche reperibili in rete è descritto con potenza in uscita di 1.5 W (non sto parlando dell'uscita audio eh??) ....non so poi con quanto esca veramente  [emoji1]

Ciao a tutti.

E' ben difficile che una casa seria come la Motorola spacci per omologati apparati assolutamente fuori norma come un cinese qualsiasi.
Infatti consultando il manuale dell'XT660d si vede che non c'è niente di anomalo:



I "128 canali" non sono 128 frequenze diverse, ma sono 128 combinazioni tra uno dei canali PMR-446 (e LPD-433 per il modello 665) e un tono CTCSS o DCS. Sul manuale è anche indicato come sono canalizzati di fabbrica.

Ciaoo
Davide

40
LPD - PMR - SRD / Re:PMR Baofeng
« il: 17 Giugno 2019, 14:26:17 »
Si infatti le 888 sono buone, le usiamo in protezione civile e devo dire che garantiscono delle prestazioni davvero buone...però da privato mi sa tanto che per evitare brutte sorprese mi tocca orientarmi verso le 88E se non ho capito male...cosa succede se mi beccano in macchina mentre utilizzo una 888? E mentre utilizzo una 88E?
Le 88E garantiscono prestazioni simili alle 888?

A questo punto mi sorge un altro dubbio: se comprassi una 88E, potrei utilizzarla anche per comunicare con una 888?

Grazie e scusate per la serie di domande hahahaha

Ciao gui1197.

Le 888 non possono essere usate solo da radioamatori su frequenze radioamatoriali. Per cui il volontario che usa la 888 per fare i servizi di P.C. rischia né più né meno di chiunque altro.
La 88E è assolutamente identica alla 888 se non per il fatto che è venduta con dei diversi canali preprogrammati e con una antenna che non si può svitare. Per cui se programmi una 88E e una 888 con gli stessi canali, puoi comunicare.
Se però vuoi essere tranquillo al 100% ti conviene prendere un apparato PMR-446 omologato di quelli consigliati, paghi i 12€ all'anno di tassa e sei in una botte di ferro.

Ciaoo
Davide

41
Davvero notevole! Complimenti!!

Chi vuole imparare la telegrafia con questa applicazione non ha più scuse...
Non riesco solo a caricare eventuali file di testo ...questi devono essere in quale formato e risiedere naturalmente sul telefonino? Forse mi sfugge qualche passaggio....

Ciao Chio.

Devono essere file di testo ASCII e devono trovarsi nella memoria del telefono.
Però puoi anche aprire i testi come vuoi (anche dal browser internet), copiare il testo con "copia" e poi incollarlo nell'applicazione.

Ciaoo
Davide

42
LPD - PMR - SRD / Re:PMR Baofeng
« il: 17 Giugno 2019, 13:35:53 »
Ciao a tutti.

Le BF-888 sono certamente non omologabili PMR-446 perché hanno l'antenna rimovibile e questo dettaglio è sufficiente da solo a violare i requisiti tecnici.

Di BF-88E, invece, ne ho prese un paio per curiosità. Sono delle BF-888 fornite però di antenna fissa e programmate con queste frequenze:
446.006250
446.018750
446.031250
446.043750
446.056250
446.068750
446.081250
446.093750
446.106250
446.118750
446.131250
446.143750
446.156250
446.168750
446.181250
446.193750

Gli 8 canali superiori sembrano essere quelli attribuiti al PMR-446 "digitale".
L'antenna è veramente fissa ed incorporata, non è quella dell'888 incollata.
La potenza è impostata a 0.5W.
Collegate al PC sono delle normali 888 e possono essere portate a 2W via software e programmate su tutto l'arco delle UHF.

Sopra hanno tutti i marchi possibili, FCC, CE, ecc. Però non c'è l'FCC-ID stampato sopra e la ricerca sul database dell'FCC non ha dato esito.
Purtroppo il database del nostro MISE è stato abbandonato quindi l'assenza dell'apparato da quel db non vuol dire niente.
A parte la sfilza di marchi CE, FCC, ecc., all'interno non c'è nessun foglietto che dichiari alcuna conformità a niente.
I venditori online italiani pubblicano una nota così: BF-88E è un apparato radio PMR446, quindi di libera vendita, ma sempre sottoposto ad autorizzazione generale per l’uso (DPR 447/01, art. 5 e D.L. 15/9/2003 "Codice delle Comunicazioni elettroniche"), che è un po' una presa in giro perché un "PMR-446" è un apparato omologato di libero uso, se richiede l'autorizzazione generale (cioè quella dei radioamatori) non è un PMR-446.

Mi verrebbe da concludere che i BF-88E siano costruiti, in perfetto stile "cinese", per apparire in tutto e per tutto come PMR-446 senza però i relativi oneri di omologazione da parte del costruttore.

In ogni caso come robustezza, la famiglia BF888 non ha niente da invidiare a nessuno. Sono anche in uso a forze dell'ordine (che se li sono comprati privatamente) attaccate al cinturone al posto delle Motorola in dotazione e mi riferiscono di ogni maltrattamento, radio che volano per terra, ecc. senza mai nessun problema. Unico guasto su una ventina di BF888 è stata una clip da cintura strappata quando una radio si è incastrata in un albero.

Ciaoo
Davide

43
Yaesu / Re:YAESU FT-991A - vecchi firmware
« il: 16 Giugno 2019, 15:49:52 »
e ci risiamo... non mi sembra che rogerk per inserire dei post chieda di essere un radioamatore....
chiedere un aiuto tecnico  disturba a qualcuno ...
bisogna essere radioamatori per essere risposti  ma dove siamo finiti dov'è  la passione del radiantismo ,
 va be  tolgo il disturbo

Ciao trecilindri.

Volevo solo sottolineare che non sei mai stato richiamato per le richieste che hai fatto perché nessuna regola vieta di chiedere modifiche agli apparati. Anche perché modificare apparati è una delle peculiarità dei radioamatori.
L'unica cosa che abbiamo fatto è unire i thread per evitare la presenza di tremila thread nuovi con la stessa domanda.
Se poi degli utenti esprimono irritazione per il continuo reiterarsi della stessa domanda, è nella loro facoltà farlo. Del resto se il tuo piano è quello di reiterare all'infinito questa richiesta, devi mettere in conto di dover parare un po' di irritazione da parte delle persone che la subiscono.

Ciaoo
Davide

44
Yaesu / Re:ft-991a
« il: 16 Giugno 2019, 14:48:40 »
scusa, non è per essere polemico, ma per questo benedetto 991 hai scritto una marea di post chiedendo varie spiegazioni , versioni software, espansione di banda ecc... come mai altri utenti con la stessa radio non hanno queste problematiche ????
tutto in hi.......

Credo sia mosso dalla irrefrenabile desiderio di poter utilizzare permanentemente il suo 991 fuori banda in V/U e stia tentando ogni soluzione di cui si vocifera, compreso il downgrade del firmware.
Purtroppo, a giudicare dalla mancanza di risposte, non sembra esserci una soluzione. Ci sono anche complottisti che lasciano intendere che la soluzione ci sia ma non venga svelata (si sa che l'estensione di banda del 991A è materia da CIA e MOSSAD).

Io non so se quella di chiedere ripetutamente ed insistentemente la stessa cosa fino a provocare l'irritazione degli utenti e la proliferazione di troll che cercano di dare un perché alla loro inutile esistenza sia una tattica vincente o meno, ma il mondo è bello perché è vario: chissà, magari funziona.

Ciaoo
Davide

45
Grazie per la segnalazione....
Qualche dritta per poterlo scaricare? Da app store , mi ritrovo sempre la versione che già ho che poi ho disinstallato per far posto alla nuova.

Il play store è un po' stitico...

Qui ci sono gli apk:

https://www.iz2uuf.net/cw/download.php

46
e soprattutto
- [02.113] change "KILO" to "kee-low"

E' un regalo per me o si sono lamentati anche altri ?  ;-)

Si sono lamentati anche altri, però era in to-do list da quando l'hai segnalato tu e l'avrei risolto anche se fossi stato l'unico a segnalarlo.
Pian piano affronto le varie famiglie di problematiche e vengo incontro a tutte le richieste.
I dettagli contribuiscono a fare la qualità del prodotto, per cui li reputo tutti importanti.

Ciaoo
Davide

47
Ciao a tutti,
ho scaricato la versione 2.0.23611 di questo ottimo programma per apprendere il cw...ma non riesco a settarlo per ricevere parole in italiano e nominativi...

Ciao Chio.

Stamattina, dopo una gestazione in beta di alcuni mesi, è stata rilasciata in produzione la 2.0.24294.
Ha numerose funzioni nuove, compresa la funzione "Text-to-speech" che è in grado di leggere in chiaro parole in qualunque lingua sia supportata da Android.
Trovi anche la funzione "download" che consente di scaricare elenchi di parole e frasi in varie lingue (ovviamente anche in italiano).
Ha anche la generazione di QSO, nominativi, ecc. ed altre funzioni che non c'erano sulla 2.0.23611 precedentemente in produzione.

Ciaoo
Davide

49
ricetrasmettitori cinesi / Re: Quadribanda HF XIEGU G1M
« il: 13 Giugno 2019, 07:00:04 »
Buona sera ho trovato questa radio con anche l'ssb. Qualcuno ha avuto modo di verificarla? Evidentemente non è per il mercato europeo in quanto parte da 5 mhz.

Ciao Lucuis63.

Veramente a leggere il link che hai messo nel titolo, il ricevitore parte da 0.5MHz, non 5MHz:

Frequenza di ricezione: 0.5~30MHz(continuo)
Frequenza di trasmissione: 3.5~4.0MHz/7.0~7.3MHz/14.0~14.35MHz/21.0~21.45MHz

Ciaoo
Davide

50
discussione libera / Re:rosmetro wattmetro nissei dg 503
« il: 04 Giugno 2019, 20:00:20 »

IZ1PNY ha toccato il punto nodale.
La domanda è: che ci volete misurare? Che approssimazione (nelle misure "precisione" è un eufemismo) volete ottenere?

Perché a parte alcuni casi, che si contano sulla punta delle dita, di radioamatori e appassionati che si dedicano ad attività che richiedono strumenti di nota e notevole accuratezza e a parte il  caso del laboratorio di alto livello (ma anche qui rimaniamo su piccoli numeri) la massima approssimazione ottenibile con strumenti complessi e costosi (e ingombranti) è inutile.

Ciao a tutti.

Di solito nel campo professionale ed industriale, la precisione richiesta dagli strumenti è mera funzione dell'applicazione per la quale sono impiegati. Avere strumenti esageratamente precisi è una spesa inutile sia per i costi dello strumento che per quelli richiesti dalle calibrazioni.
In campo radioamatoriale, invece, dove l'aspetto emotivo dell'hobbista spesso prevale su quello meramente tecnico, i valori in gioco non sono gli stessi. Il radioamatore vuole vedere ROS 1.0 ed è disposto a perdere ore partendo da 1.2 anche se non c'è nessuna ragione tecnica per voler conseguire a tutti i costi tale risultato.
Per questo in campo radioamatoriale si vedono degli strani "fenomeni" come questo prodotto per radioamatori:



I valori di R=49.49 e X=1.50 darebbero ROS=1.03 ma forse lo strumento furbescamente "arrotonda" a 1.00 perché con due cifre decimali di ROS, neanche Mandrake riuscirebbe ad arrivare veramente a ROS 1.00 e il radioamatore sarebbe oggetto di continue frustrazioni.
Gli strumenti come quello regalano la sensazione di "falsa precisione" utilizzando molte cifre decimali ma in realtà nella loro documentazione non solo spesso non è specificato il grado di precisione in nessuna forma (uno strumento con due cifre decimali che poi dichiarasse un errore del 10% farebbe ridere come un calibro centesimale con una precisione di +/-1cm), ma pure "aggiustano" il risultato per favorire quello che il radioamatore vuole vedere. In pratica fanno sentire l'operatore iper-preciso ed iper-professionale senza gli oneri di esserlo veramente. E, visto il successo di questi strumenti, si vede che il radioamatore gradisce molto.

In realtà una misura precisa del ROS non serve a niente tant'è che le "tacchette" dell'817, che danno un'idea molto grossolana, sono più che sufficienti e non inducono ad esagerare nelle tarature. Infatti quando accordo con l'817, due secondi ed è fatto; quando uso il VNA, ci vuole un quarto d'ora :-)

Ciaoo
Davide

51
antenne radioamatoriali / Re:T 200-2.... E RG 58.....
« il: 03 Giugno 2019, 21:45:25 »
Bgiorno, ho fatto un balun con 5 spire di rg58 su supporto da 10Cm D sotto un dipolo 1/2 onda e ho avuto un calo netto del qrm compresi disturbi vari (!!), ma ho l' impressione che sia diminuita anche la sensibilità in ricezione. Per quanto riguarda il ROS il valore è corretto (1,5 perchè il dipolo rigido viene dato con una impedenza di 75 ohm). Possibile che un choke possa ottenere quell' effetto ? (premetto che il calo di sensibilità può essere solo una mia impressione...)

p.s.
La spiegazione che mi sono dato è che prima la calza esterna del cavo forniva altri 15-20M di "antenna" in più...

Ciao TW71.

Non credo che quella possa essere una motivazione. Quando fili ad un dipolo semplicemente "rubi segnali" ad altri fili del dipolo, non aumenti l'area di cattura. Inoltre il ruolo del cavo coassiale senza balun nell'irradiazione dipoli è molto modesto.
L'antenna "meno sensibile" in onde corte significa che ha un peggiore rapporto segnale/rumore: cioè ricevi meno rumore ma ancora meno segnale. Se è questo che è avvenuto (e non è solo un'impressione) allora è successo qualcosa da indagare.
Se mettendo un balun hai ridotto tanto il QRM è perché hai una fonte di rumore molto forte e vicino a dove passa il coassiale. Se è normale QRM in aria, il balun non fa niente o quasi.
Se però ti si sono abbassati anche i segnali, allora c'è qualcosa che non va: dovrebbe comparirti l'attenuazione del cavo coassiale che hai usato per fare le 5 spire (quindi poca roba) e nulla più.

Ciaoo
Davide

52
antenne radioamatoriali / Re:amperometro rf e ritorno sul cavo
« il: 03 Giugno 2019, 21:30:19 »
Giusto per chiudere il discorso, ringrazio Davide di vero cuore e questa è la situazione in stazione a 28.4 MHz con circa 300 Watt in antenna e 30 metri di discesa M&P 10 mm, direi che sono a posto:

Ciao!

Direi perfetto.

Ciaoo
Davide

53
antenne radioamatoriali / Re:amperometro rf e ritorno sul cavo
« il: 30 Maggio 2019, 17:50:10 »
Ho costruito e tarato per 5 Watt l'amperometro RF di IZ2UUF, serve sempre in stazione.
Ora, le mie antenne HF le ho sempre autocostruite e al momento ho su una Gain Master replica.
Non ho mai fatto prove sui ritorni rf, ma sono quì piu che altro per un parere da chi invece li misura ed è piu esperto di me.
In pratica alimentando l'antenna con 120 W in 28.4 Mhz, scorrendo lungo il cavo in prossimità dell'antenna ho misurato un picco di metà scala.
Metà scala significa metà corrente e quindi 1/4 del fondo scala, cioè 1.25 watt circa irradiati dal cavo.

Volevo sapere da voi se tale valore, che riferito in percentuale alla potenza entrante vale circa l' 1%, è da considerarsi irrisorio, normale oppure elevato.

I choke li ho sempre fatti ma mai misurati, quindi non so dire nel caso specifico se sono in una buona situazione.

Ciao Paolo.

Capita di sovente usando 100W e più di avere letture sull'amperometro quando un po' di corrente di modo comune scappa, cosa che capita più facilmente su antenne asimmetriche.
In quelle condizioni in genere non si rileva alcun effetto collaterale e comunque è una percentuale molto piccola della potenza complessiva.
Quando le cose vanno male sul serio. lo vedi perché la lancetta sbatte violentemente fondo scala.

Ciaoo
Davide

54
Ciao, anche io ho avuto lo stesso problema!

Eh... per forza: non puoi mettere un reoforo di 0.36mm di diametro di un condensatore in un punto in cui l'antenna si flette.
E' ovvio che si rompa.

Ciaoo
Davide

55
le superstizioni vanno combattute.

Impossibile. Durante l'evoluzione l'uomo ha sviluppato nel suo istinto tre grandi terrori atavici: per il fuoco, di cadere da altezze elevate e del ROS alto.

56
se non le rompi, perché non sono mie, te ne posso mandare un lotto di tutte le sorta e dimensioni

Uh, no per l'amor del cielo grazie!  [emoji1]
Questa l'ho aperta perché ho fatto un favore ad un amico a guardargli la radio.
Tra l'altro, con il terrore dei ROS alti che hanno tutti, le antenne dei portatili meno si studiano, meglio è!  [emoji1]

Ciaoo
Davide

57
Ciao a tutti.

Oggi mi hanno portato un UV-5R che aveva smesso di ricevere e trasmettere.
L'analisi al test-set ha escluso problemi all'apparato, che funzionava benissimo sia in TX che in RX.
L'antenna invece risultava guasta, così ne ho fatto l'autopsia:



Dentro c'è un condensatore ceramico da 3pF collegato al centrale e ad una delle spire.
Per come è fatta mi sembra alquanto facile che a furia di flettersi, il reoforo del condensatore saldato sul pin centrale possa spezzarsi.

Per sfizio l'ho riparata, rimessa nella sua gomma e misurata:



Non mi pare mostri particolare attenuazione in banda 88-108. Però va tenuto presente che è sempre una antenna guasta, aperta, riparata e richiusa, ce ne vorrebbe una sana.

Ciaoo
Davide

58
discussione libera / Re:analizzatore SARK 100 1-60 Mhz
« il: 29 Maggio 2019, 12:55:44 »
sono un autodidatta con un'attrezzatura rudimentale, posso riuscire a saldare delle resistenze normali tenendo i reofori più corti possibile ma credo che difficilmente avrei potuto saldare delle resistenza SMD

Ma guarda che saldare una resistenza SMD su un connettore da pannello è una cavolata.
Una volta "spianato" il retro connettore, metti un po' di stagno su centrale e bordo:



Poi con una pinzetta o aiutandoti con un piccolo cacciavite, appoggi il resistore sui due punti. Scaldi un po' il lato del centrale e in pochi istanti si salda. A quel punto saldi la parte a massa e hai finito.
La parte più impegnativa è far attaccare inizialmente lo stagno alla parte a massa, ma grattando un po' e abbondando di flussante (i cui residui poi vanno ripuliti), funziona.
Secondo me è più facile che fare i calibratori con i resistori normali.

Ciaoo
Davide

59
discussione libera / Re:analizzatore SARK 100 1-60 Mhz
« il: 29 Maggio 2019, 12:25:53 »
purtroppo i valori richiesti per la taratura del SARK100 e cloni sono 50, 150 e 274 ohm
e soprattutto il valore di 274 ohm non è facilissimo da ottenere con poco spazio a disposizione

Ciao a tutti.

I resistori da 274 ohm si trovano anche in formato SMD con precisione 0.1% anche da Mouser ecc. con gli ovvi problemi di spese di spedizione.
Chissà perché hanno scelto proprio 274 ohm: che sia un valore imposto per dalle limitate capacità di calcolo del microcontrollore che hanno usato?
Di solito non importa nulla che i carichi siano precisi: importa che siano precisamente caratterizzati.
Nei software dei VNA ci sono degli appositi campi in cui si descrivono nel dettaglio i carichi utilizzati ma qui si vede che le capacità del processore imponevano delle limitazioni.
Se un giorno ho voglia e tempo, vado ad esaminare il firmware che è pubblico e scaricabile in sorgente.

Ciaoo
Davide

60
discussione libera / Re:analizzatore SARK 100 1-60 Mhz
« il: 28 Maggio 2019, 12:23:33 »
sto mettendo i soldi da parte per un FA-VA5

Beh allora ti conviene ordinare subito una manciata di questi BNC maschi da pannello per il FA-VA5, tanto ci vuole un eternità prima che arrivino.
Per fare dei calibratori SOL (Short-Open-Load) è ancora più facile.
Vanno tutti fresati per rimuovere il centrale e avere un piano piatto.
Per l'open, lo lasci così com'è.
Per lo short, lo metti in corto, possibilmente coprendo tutta l'area del dielettrico.
Per il 50 ohm, puoi usare due comunissimi resistori SMD da 100 ohm in parallelo. Se non li hai sotto mano, mandami l'indirizzo che ti li spedisco io.
Meglio due in parallelo che uno solo da 50 ohm perché mettendoli in parallelo, la loro induttanza parassita si dimezza.

Ciaoo
Davide

Pagine: [1] 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 ... 66