Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - IU1IAZ

Pagine: [1] 2 3
1
discussione libera / Re:MI PRESENTO SONO: ........
« il: 08 Settembre 2020, 07:23:35 »
Benvenuto a bordo!
Un saluto a tutto il gruppo.

IU1IAZ

2
attività radioamatoriale / Re:IC-7000 IN PORTATILE
« il: 16 Maggio 2020, 20:52:52 »
Ciao,
ti porto la mia esperienza, anche se di un solo anno....

Ad oggi mi sono sempre portato dietro un 817, che rispetto al 7000, pesa un kg in meno ed assorbe molto meno.

Tuttavia in qualche occasione ho messo nello zaino anche un FT857, che è moto simile al tuo 7000.

Per esperienza, i pesi nello zaino si dividono così:
50% radio e cavi
25% zaino e accessori (corde, telo, moschettoni, picchetti, acqua)
15% antenna e UnUn (EFHW 40m 20m)
10% batteria Li-Po 3S da 5Ah

In tutto circa 5Kg con l'857 (percentuali diverse e meno di 4Kg con un 817)

Importante è verificare il funzionamento della radio qualora la tensione non sia esattamente i 13.8V canonici.

A volte occorre portarsi dietro anche la canna da pesca, in quanto salendo in quota, gli alberi spariscono e non hai più modo di attaccare l'antenna....

Assieme alla canna da pesca però occorrono anche diversi picchetti e corde, perchè raramente c'è uno steccato su cui appoggiarsi (occorre quindi considerare un ulteriore Kg).

Sconsiglio le antenne che necessitano di accordatore, sia per efficacia della trasmissione, sia per l'ulteriore peso.

Pensando all'escursione "classica", a me capita che l'orario per la radio sia nella seconda metà della mattinata, pertanto i 20m sono i miei preferiti.

Fossi in te, qualche prova la farei.... al più è tutto fitness :-)

Un saluto a tutti,
Massimo.

3
Ciao,
in effetti sul web vi sono un sacco di configurazioni diverse...

Certamente il tuo condensatore in serie porta la capacità sui valori adeguati, ma il vantaggio maggiore di avere due stadi in serie è sulla tensione ai capi di ogni condensatore (che sarà la metà) e pertanto potranno essere impiegate potenze più elevate.
Verifica comunque quale sia il valore più basso di capacità che puoi ottenere con il tuo condensatore.


Quello che ho sperimentato io è la seguente situazione:

"Gap"
In una delle prime varianti anch'io fatto il "taglio" della calza in corrispondenza del loop centrale, purtroppo però il cavo si indebolisce eccessivamente e quando lo ripieghi, lo riponi o lo metti nello zaino, a lungo andare prende una piega troppo accentuata in quel luogo e pertanto, avendo il timore che potesse spezzarsi il cavo interno, l'ho sostituito con un coassiale integro.

Centrale e calza:
Analizzando i grafici con un analizzatore, a parità di capacità, la configurazione "in corto" vede spostarsi sulla sinistra (verso frequenze più basse) il punto di accordatura.
Tale spostamento (questo shift) risulta più accentuato alle alte frequenze che non alle basse, tanto che con il mio condensatore non riuscivo ad accordate la frequenza dei 21MHz, mentre era possibile accordare a frequenze ben sotto ai 7Mz (frequenza in cui l'efficacia del mio Loop da 1m è già bassissima).
Pertanto la scelta è stata di non impiegare la calza, mantenendola scollegata dal polo caldo e avere dai 7MHz ai 21MHz.

Considerazioni:
Attraverso i fogli di calcolo delle Loop, all'aumentare del diametro del conduttore, a parità di capacità, l'accordatura si sposta su frequenza più elevate (l'opposto a ciò che ho misurato io).
Ad oggi mi sono spiegato questo fenomeno pensando a qualche mutuo effetto calza/polo caldo, mentre i sistemi di calcolo dei Loop considerano un unico conduttore/tubo.

Ho sempre in mente di mettere un interruttore nella scatola del condensatore in modo da poter provare al volo, se il corrispondenre rileva variazioni tra una calza in corto oppure no.

Un saluto,
Massimo.

4
Buongiorno a tutti,
certamente Chio avrà già letto questo post (che comunque allego ugualmente)

https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=73860.0

Personalmente, non avendo alternativa, per me il Loop Magnetico è stato risolutivo.
A parte l'iniziale sostituzione del coassiale (non era sufficientemente rigido per mantenere la forma), la realizzazione della loop magnetica è stata priva di problemi.

Si tratta di loop da 1m di diametro, realizzato con cavo coassiale (uso solo il polo caldo, ovvero non è collegato alla calza).
Impiego 5w e pertanto il condensatore non è stato un grosso problema,è montata su un cavalletto fotografico a un metro scarso da terra.

Sui 20m l'efficienza è tale da riuscire a farsi sentire piuttosto bene sino a 2000km di distanza (esperienza di questi mesi), sui 40m diventa parecchio più complicato.
Con 1m di diametro ed un condensatore che va dai 13pF ai 190pF si riesce a trasmettere dai 40m ai 15m.


Sulla mia pagina di QRZ vi sono alcune foto.


Un saluto a tutti,
Massimo.

5
discussione libera / Re:Baracchino da sopravvivenza
« il: 12 Marzo 2020, 13:32:15 »
La seguente vignetta è un po' fuori dal seminato....
... ma mi fa sorridere pensare a un contatto radio in condizioni di emergenza in cui:
- si... si.... 59
- 59 anche per te...
- eh... ti porti dietro un po' di rumore
- ... sarà la ventola o il QRM
- ok, grazie del QSO.... per te 5 punti
- 73...
- ....
- ....
- CQ Contest, CQ contest, CQ contest...



Buona giornata a tutti,
Massimo.



6
discussione libera / Re:Baracchino da sopravvivenza
« il: 09 Marzo 2020, 17:08:16 »
Buongiorno a tutti,
devo dire che comunque la situazione è interessante....
- evento catastrofico
- comunicazioni tradizionali perse
- nessuna presa elettrica funzionante
- altre situazioni tipiche dei migliori film ad alto budget

Vediamo la situazione dal seguente punto di vista, in caso di emergenza e avendo una ora a disposizione:
- cosa direste ad un vostro caro (moglie/marito) affinché possa ragionevolmente incontrare qualcuno in radio?
- che zaino preparereste per voi stessi o suggerireste ad altri?


Un saluto,
Massimo.

7
Ciao,
dalla dimensione (elettrica) del filo da 16.2m che impieghi, comprendo che si tratti di una Random Wire, impiegata con il tradizionale Un-Un 9:1.

Se è così, ti porto la mia esperienza... altrimenti salta tutto e vai ai saluti :-)

Intanto la lunghezza:
I 16.2m sono di lunghezza elettrica, ovvero se impieghi un filo che ha fattore di velocità ad esempio di 0.92 (com'è quello da elettricista), il filo dev'essere 14.9m (16.2x0.92).

Dove attaccare il Counterpoise:
Il counterpoise, eventualmente dev'essere attaccato all'uscita del Un-Un (sulla massa de PL). Se dai una occhiata sul web su come sono costruiti questi adattatori di impedenza, potrai vedere che è l'unico luogo "a massa".

Sulla questione Counterpoise SI/NO:
L'antenna, come la pensiamo tutti non, non è la sola "antenna", bensì tutto ciò che è a valle della radio, coassiale compreso.
Pertanto se impieghi un coassiale corto, situazione classica dell'attività in montagna/Portatile, ti occorre un "contrappeso".
Diversamente se hai un coassiale la cui lunghezza è adeguata alla frequenza di interesse (lambda/4), questo coassiale "lavora" alla stregua dell'antenna e pertanto non occorre il "contrappeso".

Questo è tutto,
ci tengo a sottolineare che tutto quanto ho scritto l'ho imparato recentemente con l'aiuto degli utenti del forum.

Un saluto a tutti,
Massimo.


8
antenne radioamatoriali / Re:Antenna loop magnetica
« il: 12 Gennaio 2020, 10:03:39 »
Buongiorno a tutti,
seguo volentieri l'argomento.

Io ho realizzato una loop da 1m di diametro, con cavo coassiale Airborne 10 (il più rigido che ho trovato).

Leggendo parecchio in rete ho però visto che:
- alcuni consigliano di non saldare calza e centrale, utilizzando pertanto solo il polo caldo
- alcuni inoltre aggiungono alla configurazione precedente un taglio della calza in prossimità del contatto con il loop interno (i due loop restano comunque isolati)

Personalmente ho provato la variante con il taglio della calza che però indebolisce il cavo coassiale, rendendolo, per le operazioni in portatile, troppo delicato.

Ho quindi optando in seguito per la variante integra ma continuando ad usare il solo polo caldo.

Ho sempre in mente di mettere all'interno della scatola del condensatore un interruttore col quale mettere in conduzione calza e centrale in modo da poter testare eventuali pregi durante un collegamento.

Con un analizzatore ho però misurato che mettendo in conduzione calza e interno, si sposta la frequenza di accordo verso frequenze più basse (la sezione del loop aumenta...) ed in tale configurazione il condensatore che impiego non riesce pertanto ad accordare i 15m.

Ho quindi scelto di usare il solo polo caldo avendo quindi la possibilità di trasmettere dai 40m ai 15m.

Un saluto,
Massimo.

9
antenne radioamatoriali / Re:loop magnetico e radioutilitario
« il: 10 Novembre 2019, 09:22:06 »
Buongiorno a tutti,
porto la mia esperienza...

Io ho realizzato (ed impiego con soddisfazione dal balcone del mio condominio) una loop da 1m di diametro, realizzata con cavo coassiale. Impiego 5w e pertanto il condensatore non è stato un grosso problema.
E' montata su un cavalletto fotografico a un metro scarso da terra.

Sui 20m l'efficienza è tale da riuscire a farsi sentire piuttosto bene, sui 40m diventa parecchio più complicato.

Con 1m di diametro ed un condensatore che va dai 13pF ai 190pF si riesce a trasmettere dai 40m ai 15m.
Ad oggi il mio record di distanza è 2540Km in 20m Fonia. Su QRZ c'è qualche foto.

Non ho compreso quanti Watt prevede il tuo progetto.

Un saluto,
Massimo.

10
antenne radioamatoriali / Re:Domanda su antenna loop magnetica.
« il: 25 Settembre 2019, 07:29:32 »
Il condensatore che uso è un doppio da 500+500 più 80+80 (che non ho usato) ; ho collegato le due sezioni in serie e ho ottenuto circa 5-220 pF.
I 30m li accordo a quasi 190 p ,  mentre i 10m verso gli 8 p o poco meno. Preciso che questa antenna la uso solo ed esclusivamente insieme al 817 , alte potenze non mi interessano....
ecco il condensatore:


inge: cosa intendi quando dici che hai tolto la deriva?

Voi invece che tipo di condensatore avete usato?
Massimo: tu che hai il control in alto, hai avuto problemi in fase di trasmissione di interferenze, visto che il cavo di alimentazione in questo caso scorre per un tratto nel loop stesso?

Non ho mai avuto un inner loop basso e pertanto non ho modo di fare paragoni.
Fino ad oggi, nessun corrispondente mi ha fatto notare "strane" ricezioni e la misura col rosmetro (che attacco ogni tanto) non rileva "anomalie".
Ho un 817 e quindi la potenza è 5w

Io ho usato un condensatore a doppio stadio, 2 stati da 382pF e 328pF, messi in serie.
Vi allego la foto da Ebay.

Massimo.

11
antenne radioamatoriali / Re:Domanda su antenna loop magnetica.
« il: 24 Settembre 2019, 07:33:25 »
che tipo di condensatore hai utilizzato? finalmente ho concluso la mia, ho tolto la deriva che aveva in fase di trasmissione ma con un C da 15 a 200p con un loop da 105 di diametro riesco accordare dai 16m ai 28 non di piu! secondo i miei calcoli avrei dovuto andare un po piu su in frequenza!
comunque sinceramente non riesco capire se è un'antenna che "mi piace" oppure no, certamente molto silenziosa ma ha qualcosa che non mi fa scattare la scintilla...

Strano,
io ho fatto un loop da poco più di un metro di diametro ed un condensatore che va da 10pF a 190pF.
In questa configurazione riesco a trasmettere dai 40m ai 15m (SWR sotto a 1.5).

Puoi postare una foto del condensatore assieme a qualche descrizione/specifica?

Un saluto,
Massimo.

12
antenne radioamatoriali / Re:Domanda su antenna loop magnetica.
« il: 16 Settembre 2019, 13:04:32 »
Il controloop che ho fatto è ottenuto da un profilato piatto in alluminio (25mm x 2mm), in questo modo è in grado di sostenere il loop principale.
Ho messo qualche foto su qrz.com

Utilizzando un analizzatore d'antenna entry level, non ho visto differenze in funzione della posizione da terra, direi che da un metro in su non cambia nulla... almeno per quanto riguarda il ROS... non saprei se e come cambia il diagramma di radiazione.


Un saluto,
Massimo.

13
antenne radioamatoriali / Re:Domanda su antenna loop magnetica.
« il: 16 Settembre 2019, 07:37:16 »
La distanza tra il conrol loop (realizzato in cavo coassiale) e il loop magnetico di circa 1,5 cm.
Domanda: questa distanza influisce sull'accoppiamento migliorando o peggiorando quindi il ROS?

Assolutamente si.
Sull'antenna che ho fatto (da 1m di diametro), ho mantenuto più vicino possibile il contro loop con il main loop, deformando e ovallizzando il contro loop in modo che la parte in contatto fosse più ampia possibile (nel mio caso è di circa un palmo).

Se non l'hai ancora visto, ti lascio un link alla pagina youtube di OM0ET dal quale ho tratto molte informazioni.
https://www.youtube.com/user/330AS012

Sono molto soddisfatto della loop magnetica e quando nei contatti racconto dell'antenna e dei 5w che impiego, ottengo sempre complimenti e stupore dai corrispondenti.
Non avendo spazio per altre antenne è l'unica soluzione, ma si arriva comunque a ottimi risultati. Per adesso (è un annetto che ho la possibilità di uscire in HF) con la loop da 1m, con 5w e nella banda dei 20m sono arrivato a quasi 2300km di distanza.

Tienici informati sul tuo progetto, un saluto a tutti.
Massimo.

14
antenne radioamatoriali / Misuratore di campo, quale schema?
« il: 04 Giugno 2019, 09:18:53 »
Buongiorno a tutti,
recentemente ho realizzato una loop magnetica sulla quale vorrei comparare alcune varianti dal punto di vista della potenza radiata dall'antenna.

Per come comprendo non è sufficiente un rosmetro in quanto non è detto che quella frazione di watt che "smaltisce" l'antenna finisca tutta in energia radiata.

Mi chiedo pertanto se un misuratore di campo (Field Strength Meter) possa essere ciò che mi serve per misurare l'efficenza dell'antenna (che per il loop magnetico non risulta alta).
Tra l'altro dovrebbe anche consentire di ottenere una valutazione di massima della forma dei lobi di radiazione (ma questo è un argomento più complicato lontano dallo scopo attuale).

Ciò che vi chiedo quindi è se sono nella direzione giusta, e se avete uno schema/circuito semplice che io possa realizzare.

Ho un piccolo analizzatore di antenna (AA-30 Zero), un rosmetro wattmetro a disposizione (NISSEI RF-70), ed un multimetro.... (saldatore, manualità e impegno sono inclusi nel pacchetto).

Grazie in anticipo.
Massimo.

15
discussione libera / Re:MI PRESENTO SONO: ........
« il: 14 Maggio 2019, 07:15:39 »
Ben arrivato,
questo è seriamente il luogo giusto per chiarire ogni questione.

Ti aspettiamo on-air!

Massimo.

16
discussione libera / Re:...è permesso?
« il: 06 Maggio 2019, 07:15:43 »
Ben arrivato,
chissà se un giorno di questi... magari un summit to summit...

Un saluto,
evviva la montagna.

Massimo.

17
salve,
mi ha sempre incuriosito il tipo di antenna long wire, soprattutto per attività in portatile per la facilità di messa in "opera"
ma proprio per maggior semplicità di installazione e ridurre al minimo le variabili "negative" sarebbe interessante provarla senza contrappeso,
infatti anche su questo progetto online, viene suggerita l'opzione senza contrappeso, ma con un cavo coassiale di almeno 18.5m
https://officinahf.jimdo.com/antenne-hf-mf/hf-long-wire/

che ne pensate?

'73
Luca

Per come ho compreso, per questo tipo di antenna, il coassiale diventa parte dell'antenna e pertanto i casi sono due:
- se impieghi un coassiale corto, situazione molto probabile vista l'attività in portatile, ti occorre un "contrappeso"
- se hai un coassiale la cui lunghezza è adeguata alla frequenza di interesse, questo coassiale "lavora" alla stregua dell'antenna e pertanto non occorre il "contrappeso"

Sicuramente la realtà dei fatti è più articolata di come l'ho descritta... spero di aver capito bene.

Massimo.

19
Un saluto a tutti,
a distanza di un mese dall'ultimo post, sabato sono riuscito a provare la Random Wire di cui abbiamo parlato finora.

Purtroppo non ho avuto modo di aver vicino un albero alto e pertanto mi son dovuto arrangiare con un ramo a 3m da terra per poi scendere in diagonale su un terreno che per sua conformazione scendeva naturalmente. Il risultato è stato un filo non molto alto da terra ma abbastanza inclinato.

Yaesu 817 + Accordatore LDG Z-817 + giornata splendida (sole e venticello), la mia prima esperienza in HF...

Non vi dico lo stupore che ho avuto quando mi hanno risposto in 40m, da BRNO e da Colonia, io son di Genova e la distanza sfiora gli 800km.
Come ho scritto, è la prima volta che trasmetto in HF e pertanto non saprei dire se l'antenna tira dentro tanto o poco rumore, ad ogni modo la soddisfazione di fare un "salto" da 800Km con un'auto costruzione (seppur di un'antenna facile) è stata davvero notevole.

Vi allego un foto in cui si vede:
- l'adattatore di impedenza Un-Un 9:1
- l'antenna da 14.9m in filo rosso
- il filo nero che si sdoppia in due, da una parte (in asse con l'antenna) 1m che si innesta sul picchetto a terra, dall'altra 9.2m sdraiati sul terreno e perpendicolari all'antenna
- la radio è collegata al Un-Un con un "pigtail" da 1m di RG316

Per come è andata la mattinata ho provato solo i 40m finchè vi è stata apertura, poi attorno alle 13 la situazione è cambiata parecchio...

Nello zaino non vi è stato spazio per un Rosmetro, che avrei voluto mettere tra Un-Un e accordatore.... giusto per saper come si comporta l'Un-Un.

Grazie per tutti i contributi.

Buona giornata,
Massimo.

20
Buona sera tutti.

Certamente le comunicazioni via telefono sono estremamente importanti, tuttavia qualora occorra coordinare l'operato di molti attori, la comunicazione radio "uno a molti" ha un vantaggio imparagonabile.

Ad ogni comunicazione radio tutti gli operatori vengono a conoscenza che una particolare richiesta è stata assegnata ad un gruppo, semplicemente ascoltando, senza dover rispondere al telefono, leggere un sms ecc...ecc...

Si vede ad esempio nell'attività lavorativa portuale, dove durante la manovra di ingresso al porto ed ormeggio in banchina, la comunicazione radio è essenziale.

Ad esempio, via radio il rimorchiatore di prora viene a conoscenza che il pilota ha impartito una specifica richiesta al rimorchiatore di poppa e pertanto sa di doversi aspettate un particolare movimento della nave (adegua il proprio operato in funzione di aver ascoltato una comunicazione diretta ad un suo collega).

In porto il telefono prende....

Un saluto,
Massimo.

21
Grazie,
allontanerò il filo da metalli "fastidiosi" sui quali l'antenna può accoppiarsi.

Buona giornata,
Massimo.

22
Ciao,
in effetti molte immagini in rete descrivono gli isolatori ai capi dell'antenna.

E' plausibile che io sia fuori strada, ma pensando ad impiegare quest'antenna in portatile, quindi con bel tempo, un capo fissato ad un albero e con massimo 5W, ho pensato che gli isolatori fossero superflui.

Aldilà dell'argomento fulmini, hai modo di chiarirmi la necessità degli isolatori?


Grazie del contributo,
Massimo.

23
Lavoro ultimato....
Ecco il kit per la Random Wire.

Il peso compressivo degli oggetti in foto, supera di poco i 900 grammi, di cui un terzo è il solo UnUn 9:1.
Ho già ordinato una scatoletta un po' più piccola per rifare l'adattatore e ridurre un po' il peso da metter nello zaino.

Buona serata,
Massimo.

24
antenne radioamatoriali / Re:RandomWire antenna + UnUn 9:1
« il: 08 Febbraio 2019, 17:09:01 »
Eccomi nuovamente,
nel pensiero di condividere l'avanzamento del progetto, vi allego la foto del UnUn 9:1 che ho realizzato.

Per quel che riguarda il resto.... ho compreso che la lunghezza della Random Wire, che le innumerevoli tabelle che si trovano in rete, consigliano essere 16.2m, in verità impiegando un filo da elettricisti (fattore di velocità 0.92) diventerà 14.9m.... meglio così, peso in meno.

Purtroppo ho una questione da risolvere con la radio (un 817) che adesso si trova sotto mani esperte in attesa di ripristinare la potenza in uscita, e pertanto nulla posso provare.... terrò al caldo l'adattatore di impedenza....

Un saluto a tutti e grazie per i contributi,
Massimo.


25
Forza.... ancora un minimo di pazienza [emoji106]

26
Grazie,
cancellando dal progetto il Choke (attività in portatile QRP e senza plausibili disturbi/interferenze), mi immagino che il coassiale (che dalla radio giunge al 9:1) non sia più lungo di 1-2m.

In tale configurazione non avendo un coassiale ragionevolmente lungo (che quindi non "lavora"), comprendo che il contrappeso diventi un elemento indispensabile, realizzando (come avete indicato) un dipolo asimmetrico.

Per quanto ho letto della random wire, non avevo mai compreso che il coassiale facesse parte dell'antenna.

Grazie dell'aiuto,
Massimo.

27
Davide non scappare....
speravo che potessi intervenire.

Come avrai letto la questione che ho attualmente sul tavolo è:
- posso usare un filo di rame smaltato da 1mm per il Choke?
- posso metter in una unica scatoletta l'adattatore di impedenza ed il Choke? si fanno interferenza tra loro?

Grazie per i contributi di tutti.

Buona giornata,
Massimo.

28
Per chiarezza vi allego un disegno utile a chiarire il progetto.
Nel disegno il Choke è esterno all'adattatore di impedenza (9:1), a me piacerebbe inserirlo nella stessa scatola.



Sia chiaro che non c'è nulla di scritto sul marmo e se ho chiesto al forum è perchè ogni contributo al miglioramento del progetto è ben accetto.

Per eurodani:
L'intenzione attuale è di realizzare una antenna prevalentemente per i 40m, se il T200-2 non è una mescola adatta per adattare l'impedenza, quale toroide consigli?
Non ho compreso l'argomento "taglierebbe il sistema radiante...  calza del cavo di discesa come radiatore..."

Grazie,
Massimo.

29
Problemi & Comunicazioni / Re:Problemi con il testo a capo
« il: 21 Gennaio 2019, 12:55:44 »
Ciao,
anche da disattivato (icona con foglio bianco) continuo a veder l'anteprima su un'unica riga.

Non escludo che possa esser un problema mio, uso Chrome ma ho provato anche con Firefox (icona attiva e disattiva), ma l'anomalia (di poco conto) persiste.

Vediamo se anche qualche altro utente rileva la stessa situazione.

Un saluto,
Massimo.

30
RandomWire antenna + Balun 9:1 + Choke

Gentili colleghi del forum,
avendo recentemente la possibilità di trasmettere in HF in configurazione "portable", sto realizzando una antenna RandomWire (più semplice di così...).

Ho letto parecchio, ma mi rivolgo a voi tutti per una questione riguardante il Choke per le correnti di modo comune.

Configurazione del progetto attuale per l'antenna portatile (potete saltare questa parte e passare direttamente alle due domande)
- il filo dell'antenna è lungo 16.2m
- il BalUn 9:1 è su toroide T200-2, fatto con filo di rame smaltato da 1mm (9 spire trifilari)
- il BalUn 9:1 è messo all'interno di una scatoletta per impianti elettrici (100x80mm)
- dalla scatola, per la massa, c'è un filo di 1m che uscendo si va a collegare al picchetto (quello usato nelle tende da campeggio) piantato a terra
- il counterpoise, che ho compreso non esser indispensabile, è un filo da 10m (lamba/4) che posso collegare all'occorrenza, stendendolo perpendicolarmente alla direzione dell'antenna
- il choke (indispensabile) è su toroide FT140-43 (5+5 spire controfase)


Domande:
1) avendo a disposizione un toroide 140-43, il Choke può essere realizzato con il filo di rame smaltato da 1mm oppure occorre impiegare il cavo coassiale?
2) posso mettere il choke nella stessa scatola dove si troverà l'adattatore di impedenza 9:1 che farò sul T200-2 con filo di rame smaltato da 1mm?


Indispensabili le informazioni facenti riferimento a IZ2UUF e I6IBE.


Grazie per il contributo.
Un saluto,
Massimo.

31
Problemi & Comunicazioni / Re:Problemi con il testo a capo
« il: 21 Gennaio 2019, 09:56:35 »
Mi accorgo ora che nonostante l'anteprima del post sia mostrata su un'unica riga, il post pubblicato risulta in ordine.

Massimo.

32
Problemi & Comunicazioni / Problemi con il testo a capo
« il: 21 Gennaio 2019, 09:55:04 »
Scusate ma non vi è più modo di andare a capo
con un'altra riga di testo..

Nonostante la formattazione del testo appaia organizzata correttamente durante la scrittura,
nell'anteprima del post, il testo compare tutto sulla stessa riga.


Grazie a tutti i gestori del forum,
Massimo.

33
discussione libera / Re:BUON NATALE 2018
« il: 25 Dicembre 2018, 09:38:13 »
Buone feste, Auguri a tutti.
Massimo.

34
discussione libera / Re:Patente radioamatoriale
« il: 14 Novembre 2018, 20:40:57 »
Evviva evviva un altro ligure presto on-line.

Ti aspettiamo,
Buona serata.

35
Benvenuti, a presto sentirci in radio.

Buona giornata,
Massimo.

36
Telegrafia (CW) / Re:Kenwood ts140 e paddle
« il: 25 Luglio 2018, 13:41:54 »
Ciao,
sono d'accordo anch'io che l'impiego di un Arduino sia la scelta migliore.

Chiaramente partendo da zero può apparire in salita ma in verità dopo qualche tutorial su youtube le cose cambiano parecchio e si riesce immediatamente a portare a termine le prime realizzazioni.

Magari sulla programmazione (in C) potrebbero esserci un po' più di "curve" del previsto, ma se vuoi collegare il tuo Paddle direi che è la soluzione migliore.
Una persona avvezza, avendo a disposizione lo sketch (magari anche solo una traccia del sorgente C) da usare, si potrebbe realizzare il sistema in poche ore (saldature, resistenze e connettori compresi).

Facci sapere come intenti andare avanti.... tra noi due ci saranno circa 10 min di strada.

Un saluto,
Massimo.



37
discussione libera / Re:Novellina dal Trentino Alto Adige
« il: 23 Luglio 2018, 07:26:12 »
Benvenuta a bordo,
aspettiamo i tuoi post.

Buona giornata,
Massimo.

38
Son tornato a casa ora.... Se non mi sentite non sarà per la poca ricezione...

inviato SM-T335 using rogerKapp mobile


39
Buongiorno a tutti,
farò del mio meglio per uscire di casa in orario e partecipare all'evento, così da arrivare sul Diamante prima che il gruppo si riunisca a tavola :-)

In questa settimana non sono riuscito a metter in piedi una soluzione valida per montare "outdoor" la delta loop per i 6m, pertanto a meno di lampi di genio dell'ultimo momento, poterò con me il portatile con la sola antenna U/V (la popovic che tanto mi è cara).

Certo il Monte Pasubio è davvero lontano dalla liguria... son proprio curioso.

Ci sentiamo domenica!

Un saluto,
Massimo.


40
Bella iniziativa,
domenica 3 mi farebbe piacere partecipare all'evento dal Forte Diamante (JN44LL).

Ho recentemente tagliato circa 6m di filo elettrico così da realizzare una delta loop per i 50MHz (potrei però chiamare solo in FM), se risolvo il problema del "montaggio all'aperto" potrei portarla con me assieme al palmare.

Un saluto a tutti,
ci sentiamo sui 145500.

Massimo.


41
Yaesu / Re:Modifica Yaesu VX-6 non riuscita. Chi mi aiuta?
« il: 08 Maggio 2018, 07:55:01 »
Ciao,
come avrai già letto, la modifica di cui parli funziona veramente.
Anch'io ho un VX-6 che ho acquistato già modificato e pertanto non ho esperienza diretta sulla procedura.

Posso però allegarti una foto (scattata stamattina) delle saldature sulla mia radio... casomai servisse per confronto.



A riguardo dei 6m.... ho letto parecchio in rete e per me che ho unicamente il VX-6 è senz'altro una opportunità in più. Ben sapendo che sui 50MHz (per di più in FM) è difficile incontrare qualcuno, proprio questa settimana, ho ugualmente fatto una delta loop con un po’ di metri di filo elettrico…. Vediamo se risponde qualche stazione…. Magari dal Piemonte!

Un saluto,
Massimo.


42
Radio Ascolto / Re:Come e con cosa posso iniziare?
« il: 01 Maggio 2018, 14:05:38 »
Ciao,
io impiego una chiave rtl-usb collegata ad un dipolo autocostruito e fissato a un metro dal Computer (dentro casa).

Non ho idea di quanto disti la tua antenna dal computer, ma non vorrei che il guadagno fornito venisse "mangiato" dalla lughezza del cavo. Di prima ipotesi potrebbe essere che la ricezione fornita da una antenna interna a casa tua (affianco al PC) sia simile a quella data dall'antenna esterna + cavo (5-10m ?).

Tra l'altro, la soddisfazione nel realizzarsi una antenna, è impagabile.

Buon lavoro... anche se è il 1° maggio.... :-)
Massimo.


43
ricetrasmettitori cinesi / Re:Baofeng e i jack
« il: 28 Marzo 2018, 13:06:09 »
Ciao,
leggendo il tuo intervento non riesco a comprentdere a fondo il sistema che hai realizzato...
Da come capisto, collegando lo smartphone al Baofeng, hai intenzione di trasmettere e ricevere parlando/ascoltando dal telefono?

Se è così, i problemi di trasmissione (pochi secondi poi va giù) potrebbero essere dovuti alla tensione che dallo smartphone arriva al baofeng, forse la funzione VOX ha comunque una soglia sotto la quale ritiene che nessuno stia parlando e pertanto fa cadere la comunicazione.

Se chiarisci un po' più il sistema, magari allegando anche uno schema, riusciamo a darti un contributo più importante.

Un saluto,
Massimo.

44
attività radioamatoriale / Re:r3 monte beigua ripetitore
« il: 12 Marzo 2018, 12:06:17 »
Sai che forse ho ascoltato un paio di tuoi passaggi... (IU2... J oppure K.... non ricordo) in QSO con altre 3 stazioni (una in provincia di Cuneo)
Saranno state le 22.30, mi ha stupito sentire una stazione che con portatile, 5W e antenna esterna (ricordo le parole: "2.5m", "palo esterno", "X-..") da Varese....

Eri tu?

Un saluto,
Massimo.

45
antenne radioamatoriali / Re:Rosmetro digitale
« il: 10 Marzo 2018, 13:03:38 »
Ciao,
io ho un RS50 da un anno, che uso solo in fase di taratura e controllo.

Si tratta del mio primo ed unico rosmetro pertanto la mia esperienza dev’essere presa con le “pinze”.
Ho scelto un rosmetro digitale proprio perché la variante analogica mi pareva troppo delicata e pertanto ho preso proprio il NISSEI.

Lo strumento si presenta parecchio robusto, la scatola è in metallo (spesso 2.5mm) e senza pile (2 AA) pesa 220 grammi.
L’alloggiamento delle pile (funziona anche con le ricaricabili) si raggiunge da uno sportellino in metallo sul retro, chiuso da una vitina a stella.
Si può alimentare anche da presa micro USB, ma in questo caso non ricarica eventuali batterie presenti all’interno.
Si legge bene, sia con retro illuminazione attiva che spenta. I selettori per l’accensione e per la retro illuminazione, sono in plastica e lo schermo (leggermente incassato) misura 5x3cm.
Non ho mai fatto verifiche per controllare l’eventuale precisione dello strumento…

Se servono altre informazioni “semplici” o fotografie…..

Un saluto,
Massimo.

46
discussione libera / Re:Auguri a me!!!
« il: 05 Marzo 2018, 18:20:17 »
 :up:

Massimo.

47
antenne per CB / Re: Antenna da balcone
« il: 26 Febbraio 2018, 21:28:31 »
.... mi son accorto ora che l'argomento è CB....

Come non detto,
un saluto.

48
antenne per CB / Re: Antenna da balcone
« il: 26 Febbraio 2018, 19:17:33 »
Ciao,
quali frequenze intendi coprire?

Anch'io ho a disposizione il solo balcone di casa.... ma trasmettendo in U e V sono "avvantaggiato".

Se hai intenzione di realizzare qualche antenna per U/V, qualche consiglio posso averlo, diversamente occorre un aiuto dai colleghi che ci stanno leggendo.

Un saluto,
Massimo.

49
discussione libera / Re:AUGURI....
« il: 25 Dicembre 2017, 09:03:07 »
Buone feste a tutti,
ci sentiamo in radio.

Massimo.


50
attività radioamatoriale / Re:5w in HF sono adeguati?
« il: 23 Dicembre 2017, 10:23:08 »
Complimenti a tutti per gli interventi,
senza fare una domanda troppo articolata avete ben centrato a cosa mi stavo rivolgendo (segno che l'esperienza fa molta differenza).

In effetti l'attività QRP portatile è un argomento che mi attira più di altri e pertanto comprendo ora che la necessità di affiancare ad un apparato a bassa potenza un lineare (in casa), sia da tener bene in considerazione.

Ad oggi sono propenso per un 817 o simile, vediamo il tempo dove mi porta....

Grazie ancora,
un saluto a tutti e buone feste.

Massimo.



51
attività radioamatoriale / 5w in HF sono adeguati?
« il: 22 Dicembre 2017, 15:28:16 »
Un saluto a tutti.
E' da un anno che da radioamatore faccio collegamenti in U/V con un VX-6, senza mai essermi avvicinato alle HF, ora però...
Come svela il titolo del topic vorrei sapere se (ad esempio) in 40m, 5w di potenza sono adeguati o no.

Qual'è lo standard (passatemi il termine) adeguato per le HF (20m, 40m)? con chi ci si confronta "la fuori"?

Grazie per l'aiuto,
buona giornata.



52
Radio Ascolto / Re:ISS sstv pd180
« il: 08 Dicembre 2017, 16:28:37 »
Caspita! io ho registrato metà della prima e interamente la seconda, ma la qualità è paracchio inferiore (registro l'audio con lo smartphone mentre il palmare è collegato ad una direttiva che ho costruito recentemente).

Ho una chiave SDR ma è collegata ad un'altra direttiva che punta a SW, quindi quando la ISS passa a Nord mi devo arrangiare.

Un saluto.

53
Radio Ascolto / Re:ISS sstv pd180
« il: 07 Dicembre 2017, 19:18:09 »
Ho finito ora di decodificare le due immagini ricevute, in effetti il segnale è forte, ma dalla mia posizione son riuscito a prendere una immagine intera (5/12) ed un pezzo della seconda (6/12).
Aspettiamo il passaggio delle 20.

54
Radio Ascolto / Re:ISS sstv pd180
« il: 07 Dicembre 2017, 16:17:53 »
Se non sbaglio, l'ultima volta che hanno trasmesso qualche immagine è stato il luglio scorso.
Non sono eventi frequenti..... peccato.

55
Radio Ascolto / Re:ISS sstv pd180
« il: 07 Dicembre 2017, 09:27:00 »
Da quanto ho letto nel link, ho compreso che il sistema di trasmissione delle immagini sarebbe stato spento attorno alle 17 UTC, hai ricevuto le immagini anche fuori dall'orario indicato?


56
Radio Ascolto / Re:ISS sstv pd180
« il: 06 Dicembre 2017, 12:02:25 »
Ieri sera, in linea col comunicato **UPDATE - Nov 28**, ho ascoltato tre passaggi serali ma non è stato trasmesso nulla.
Solo in seguito ho letto della riprogrammazione dell'evento.....

Peccato per l'orario lavorativo, magari l'8 riesco a registrare qualcosa.

Rimaniamo aggiornati,
un saluto a tutti.



57
Suo mio profilo di QRZ ci sono un po' di foto della Popovic.
L'ho trovata più facile da tarate in quanto è possibile modificare l'impedenza cambiando l'angolo tra gli elementi.

Oggi da casa utilizzo una Moxon dual band che ho relizzato recentemente. La Popovic la impiego quando esco per qualche attivazione.


58
Con due pinze e un filo di maestria si ottengono ottimi risultati.
I tondini in alluminio da 4mm sono morbidi e non occorre scaldarli.

Anch'io ho guardato molte volte quel video ed ho provato a realizzare quell'antenna, ma ho ottenuto risultati migliori con la Popovic.

Se intendi usare il filo elettrico (e qui non ho esperienza) puoi lasciarlo intatto (non occorre spellarlo).

Buona serata.


59
Dipolo filare U/V? non ho esperienza...

Guarda qui
https://officinahf.jimdo.com/antenne-vhf-uhf/

qualcosa trovi che fa al caso tuo.

60
Ciao,
per la mia esperienza ti consiglio di:
- impiegare dei tondini di alluminio da 4mm che si piegano con facilità
- se riesci salda direttamente il cavo RG58 agli elementi dell'antenna, senza usar quindi connettori e tenendo quanto più corta possibile la parte di filo "spellato" del cavo
- per la parte del cavo che si innesta alla chiavetta io suggerisco un connettore PL maschio (facile da montare e stagnare) e un "pigtail" da 20cm che da un lato ha un PL femmina e dall'altro il connettore SMA per la chiavetta (il cavetto in questione è di piccola sezione e quindi di molto aiuto)

Ci mandi una foto del dipolo che vorresti costruire?

Buona giornata.


Pagine: [1] 2 3