Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - chio

Pagine: [1] 2 ... 4
1
attività radioamatoriale / Re:Settaggi FT991A :chiedo.
« il: 16 Agosto 2020, 16:58:10 »
Grazie pat!!
Proverò questi come punto di partenza, vedremo come va...

2
attività radioamatoriale / Settaggi FT991A :chiedo.
« il: 16 Agosto 2020, 12:39:12 »
Ciao a tutti,
 gradirei ricevere dei valori, diciamo di partenza, relativi ai settaggi tipo equalizzatore microfonico parametrico , filtro audio (SSB e CW) ; credo sia regolabile. anche la larghezza di banda in TX SSB : attualmente è regolata su 300-2700 Hz .
Utilizzo il micro originale dell'apparato.


3
Ciao Davide,
grazie per la risposta! Risolto era infatti inserito il keyer : l'ho posizionato in OFF , quindi regolarmente con il tasto verticale (con jack rigorosamente stereo) vado in trasmissione.
Grazie ancora!!

4
ricetrasmettitori radioamatoriali / Problema con FT991A e tasto CW
« il: 21 Luglio 2020, 07:51:06 »
Ciao a tutti,
utilizzo un tasto telegrafico (tipo cecoslovacco) che ha una spina jeck da 6,3 ; la presa del 991 è da 3,5 . Per conservare l'originalità del tasto ho preso un adattatore jeck da 6,3 a 3,5  stereo-stereo.

Inserito il tasto, sull'apparato inizia a lampeggiare la spia rossa che normalmente si accende quando si va in trsmissione, sono quindi costretto a estrarre la spina dalla presa.

Non riesco a capire il motivo per cui la spia lampeggia (sul manuale non riporta una condizione simile) ; tra l'altro inserendo il tasto con l'adattatore in oggetto, in un oscillatore modulato per esrcitazioni, funziona regolarmente.






5
Arnaldo ti ringrazio per la precisazione: ora è molto più chiaro!

Franco potrei chiederti le tue impressioni su questo dispositivo? Con che tipo di antenna lo usi?

6
Ciao Rosario e grazie per l'intervento...
Collegando fra loro i vari componenti , viene da se che la calza del coassiale risulta collegata alla massa del telaio del rtx....penso che i 12 v devono migrare dalla scatola BIAS al tuner e non mai verso l'rtx; infatti nella scatola di alimentazione dallo schema si vedono una serie di condensatori che bloccano la corrente continua lato trasmettitore...forse ma ripeto forse intendono dire che dal bias al tuner non ci deve essere alcuno contatto tra polo centrale e calza del coassiale quindi senza metterci UNUN o altro dispositivi che creano un contatto elettrico fra i due poli...ma non sono certo di quello che affermo potrebbe non essere così...non sono sicuro.
Grazie Rosario!

7
antenne radioamatoriali / Accordatore LDG RT-100 chiarimento.
« il: 27 Giugno 2020, 16:33:50 »
Ciao a tutti,
ho intenzione di acquistare l'accordatore in oggetto; ho l'abitudine di documentarmi sull'oggetto che vorrei acquistare.
L'accordatore in questione viene alimentato direttamente dal cavo coassiale tramite un apposito box.
 Nel caso specifico leggendo il manuale trovato in rete (in inglese che non è il mio forte) ho notato che  la ditta costruttrice raccomanda di non collegare a terra  il cavo coassiale; ma non ho idea di quello che vogliono dire...affidandomi ai traduttori in line viene fuori qualcosa del genere: "la precauzione da prendere è che lo scudo del coassiale non deve essere direttamente collegato a terra poichè ciò causerebbe il danneggiamento del dispositivo".
Ho intuito che vogliono riferirsi alla calza del coassiale ma non ho capito in quale termini.
Qualcuno lo possiede e può darmi qualche indicazione più chiara?

8
antenne radioamatoriali / Re:Bibanda direttiva V-UHF : domanda.
« il: 18 Giugno 2020, 08:16:33 »
Ciao a tutti,
vi ringrazio per le info; molto dettagliata l'esposizione di Arnaldo, ti ringrazio. La mia realizzazione sarà quindi con boom in legno...

Per ermes certo, inserisco il link che riporta al progetto dell'antenna che intendo realizzare del famoso DK7ZB  è questa: https://www.qsl.net/dk7zb/start1.htm

grazie ancora a tutti.

9
antenne radioamatoriali / Bibanda direttiva V-UHF : domanda.
« il: 16 Giugno 2020, 12:21:30 »
Ciao a tutti,
ho trovato in rete un progetto di una yagi bibanda V-UHF  che vorrei replicare ; il progetto originale prevede il boom di Al e gli elementi isolati da questo tramite appositi isolatori. Ritenendo difficoltoso  reperire questi isolatori, ho pensato di realizzare il boom in legno ed inserire a pressione i vari elementi , domanda: elettricamente è lo stesso concetto?

10
attività radioamatoriale / Re:Compressore DYC per 817. Domanda
« il: 09 Giugno 2020, 08:00:01 »
Ciao a tutti,
riprendendo l'argomento, sempre per il fatto che in posizione OFF pigiando il PTT non ottengo la commutazione in tx , mi sono accorto che il piccolo cavetto che va dal compressore al tx ha i plug connesi in maniera invertita; non so se questo può essere il motivo; inoltro esaminando  lo schema elettrico mi sembra di capire che il microfono non può che funzionare solo in posizione ON ; se è così che senso ha montare l'interruttore? Forse ho preso un abbaglio e desideravo il parere di qualcuno più esperto.

11
attività radioamatoriale / Re:Compressore DYC per 817. Domanda
« il: 25 Maggio 2020, 07:05:46 »
Grazie Arnaldo,
infatti non poteva essere che come hai detto...purtroppo quello che ho preso (usato) ha qualche problema e non ho provato in posizione ON perchè temo in quanto difettato che potesse arrecare problemi al 817. Sono stato poco attento ad acqistarlo usato....proverò a vedere se ha qualche evidente problema...ma la vedo difficile...

12
discussione libera / Re:E' il caso di parlare in inglese?
« il: 24 Maggio 2020, 18:30:47 »
Ciao,
direi che più che sia "il caso", sarebbe opportuno, necessario...
Sto facendo degli sforzi ultimamante (visto la mia non più giovane età) per impararlo; ho scoperto un particolare: leggendo alcuni testi (a fatica devo ammetterlo) le argomentazioni vengono capite molto più facilmnte che non se scritte in italiano...forse mi sbaglio ma è questa l'impressione che ho avuto.
Approfitto di questo post per andare un pò fuori tema, una richiesta particolare: come detto sto studiando questa lingua utilizzando libri di grammatica. Questi libri hanno un secondo testo chiamato chiave degli esercizi per vedere se ovviamente gli esercizi che si svolgono sulla grammatica sono corretti e quindi capirli...sono però difficilissimi da trovare. Se qualcuno degli amici ne ha notizie mi farebbe cosa gradita sapere dove prenderli o fare anche delle copie essi sono:
Engram - Chiave deli esercizi.
Words into forms - Chiave degli esercizi.

13
attività radioamatoriale / Compressore DYC per 817. Domanda
« il: 24 Maggio 2020, 18:17:45 »
Ciao a tutti,
 vorrei chiedere ai possessori del compressore in oggetto, in posizone OFF del compressore, il microfono collegato (quello in dotazione)  continua a funzionare?

14
Franco che dire? Non solo hai dato il tuo contributo ma l'hai dato al meglio!
Tutto chiaro.
Per rendere agevole l'intervento della sintonia sulle bande alte , si dovrebbe intervenire allora sulla L o su altre parti che come hai specificato sono fisse. Forse potrei intervenire sul  loop di accoppiamento come hanno specificato gli amici nei precedenti post , riducendo i contatti elettrici, altre situazione non ne vedo.

Grazie Franco.

15
Ciao a tutti,

ho ripreso la modifica dell'antenna in oggetto,aggiungendo questa volta un variabile e bloccato la capacità a circa 23 pF ; ho lasciato (ma mi riprometto di modificarli) i contatti con i capicorda ma li ho leggermante curvati: adesso aderiscono  molto meglio al tubo di Al.

In queste condizioni accordo perfetto in 30 m anche a 5 w ; SWR 1 anche con osmetro eterno.


Dopo questa breve e piccolissima esperienza , posso ragionevolmente affermare :

- leloop magnetiche sono antenne molto valide, non necessitano di piani di massa o contrappesi, ma vogliono essere realizzate con molta cura specie riguardo ai condnsatori usati.

Devo trovare adesso un sistema per inserire e disinsrire il condensatore aggiutivo ; al momento non mi sovviene alcuna soluzione;  o sostituirlo con altro fisso e isolamento adeguato.

Un concetto che non capisco: per es. in 20 m l'accordo l'ottengono ruotando il condensatore entro una certa escursione diciano 15-20° ; mano a mano che salgo di frequenza l'escursione si riduce sempre più, tanto che in 10 m per accordare devo ruotare  il condensatore di frazione di mm.

Ancora grazie per i consigli che mi avete dato.

16
Qrm assolto: utilizzo l'indicazione del SWR direttamente del 817 gusto solo per praticità e accettando il fatto che se non segnala nessuna barretta ,posso ritenere  il ROS accettabile, forse sbaglio...provrò ad inserire un rosmetro esterno. Inoltre proverò anche ad modifcare la distanza tra le due spire: attualmente il control è a diretto contatto con il loop principale.

Arnaldo: non ho capito cosa intendi quando dici di raddoppiare il contatto... come farlo? Senz'altro farà la prova a collegare il filo di rame dal condensatore al loop mediante fascette inox.

Inoltre ho pensato,  di sotituire il condensaore in parallelo , con un altro variabile ad aria ma fissandolo ad una precisa capacità.

Vi ringrazio ancora e non vi nascondo che mi sto veramente divertendo in questa realizzazione, anche se i risultati non sono incoraggianti.

17
Questo il condensatore realizzato:


18
Ho realizzato un condensrore con vetronite ramata ottenendo un condensatore di circa 40 pF; la situzione è migliorata pochino, intendendo con questo che ora il 817 indica due tache di SWR at 5w; c'è ancora qualcosa che bisogna rivedere...proverò con un condensatore commerciale...
Lo scopoad ogni modo non è tanto quello di fare traffico sui 30 m con quel diametro di loop , quanto invece sperimentare e vedere se la teoria si sposa con la pratica.
Grazie comunque dei vostri interventi.

19
Grazie per le risposte...
Per condensatore ho usato del RG8....ma probabilmente non l'ho realizzato in maniera perfetta.
Per capire se il problema è nell'isolamento realizzerò un condensatore unendo due pezzetti di vetronire ramata (non ho quella doppia faccia) uniti  con colla...appena effettuo la prova, faccio sapere.
Grazie ancora.

20
Ho realizzato tempo fa, una loop magnetica che , con diametro 75 cm e condensatore da 100 pF mi permette di accordare dai 20 ai 10m .
Ho voluto provare ad accordare anche i 30 m e naturalmente quella capacità risultava bassa; ho inserito quindi in parallelo 30 pF realizzati in cavo coassiale; subito in ricezione si è udito il classico forte soffio ad indicare l'accordo cosa che non succedeva prima.
Tuttavia, in trasmissione finchè utilizzavo  2,5 w l'antenna accordava  perfettamente; passando a 5 w (del 817) l'accordo non si ha più ; il ROS è alto, parliamo di tre tacche SWR.
Ma perchè avviene questo? E' un concetto che mi sfugge....
Se l'accordo di un'antenna è perfetto in bassa potenza, non dovrebbe rimanere tale anche se aumento w?

21
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Alinco DR135DX. Domanda.
« il: 10 Maggio 2020, 16:16:49 »
Si Artic la radio è quella... mi sono rassegnato il mauale non si riesce a trovare in italiano.
Ho notato un leggero ronzio quando si aumenta il volume. Sarà forse normale?

22
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Alinco DR135DX. Domanda.
« il: 08 Maggio 2020, 07:57:08 »
Ciao bergio, ti ringrazio per l'intervento ma il sito che mia hai segnalato riporta apparati V/UHF ; quello che cerco è il manuale per la versione HF (CB+10m) .

23
ricetrasmettitori banda cittadina / Alinco DR135DX. Domanda.
« il: 07 Maggio 2020, 22:01:09 »
Ciao a tutti.
Sono entrato in possesso di questo apparato ; chiederei se qulcuo ha il manuale in italiano.
Non rieco a settare l'indicazione SWR in modo da avere una lettura quando si trasmette.
Inoltre vorrei togliere quel fastidioso bip quando si cambia canale.



24
attività radioamatoriale / Re:Come fare per ricevere i satelliti?
« il: 01 Maggio 2020, 10:25:19 »
Perfetto grazie! Ecco chiarito  quei software per l'inseguimento dei satelliti.
Sempre senza abusare della vostra pazienza, ho visto questo sito:
https://www.amsat.org/status/

Non ho capito a cosa servono quei numeri; se volessi per es. ricevere il satellite XW-2B mi devo sintonizzare su downlink 145.7525.

Non trovo però indicazioni su LEO che mi dicono sua facile da ricevere.

Le mie conoscenze si stanno ampliando. Grazie.

25
attività radioamatoriale / Re:Come fare per ricevere i satelliti?
« il: 01 Maggio 2020, 07:50:11 »
r5000 ti ringrazio per la risposta! Ho arricchito ancor di più le mie conoscenze. Se ho ben compreso...se volessi ricevere per es. il AO7 mod.B , devo prima di tutto vedere tramite il software che hai citato quando questo transiterà sull'Italia...poi la frequenza ovviamente. Per riceverlo devo sintonizzarmi sulla frequenza in uplink o dowlink? Non ho capito bene l'effetto doppler...
Grazie ancora!

26
attività radioamatoriale / Come fare per ricevere i satelliti?
« il: 30 Aprile 2020, 19:31:52 »
Ciao a tutti,
non so se questa è la sezione giusta per paròare diquesto argomento, ma non ho visto altre opzioni...
Desidererei iniziare a poter ricevere qualche satellite magari i più facili con attrezzature non impegnative; sul sito amsat, ho trovato una pagina, dove a sx c'è un elenco di satelliti e a dx una tabella con tanti numeri di diverso colore; cliccando sui vari satelliti si aprono dei link con delle carattristiche e tante frequenze, domanda:
1- su quale  delle frequenze indicate devo sintonizzarmi?
2- come faccio a sapre in quali momenti della giornata devo sintonizzarmi , ovvero sento parlare di visualizzare l'orbita del satellite che dovrebbe dare una indicazione credo, del momento iù favorevole per la sua ricezione;
3- i satelliti si ricevono solo in modalità FM?


27
Grazie Massimo per aver condiviso le tue esperienze; la versione che intendo realizzare mi interessa espressamente per i 40 e 20 m con le limitazoni di rendimento che ne consegue priviligiando la portabilità.
Quindi in questa ottica forse collegherei nel coassiale la calza con il centrale; farei inoltre delle prove sul control loop: lo farò sia in cavo coassiale che in semplice spira.
Inizierei con cavo RG8 che ho a disposizione  e sele cosa promttono bene di sotituirlo con altro che abbia il centrale non in trefoli ma unico conduttore.
Ad ogni modo appena realizzata condividerò i risultati, se possono interessare.
Ciao  grazie.

28
Si, Franco concordo,  i miei dati penalizzano l'efficienza ma  desidero ottenere un compromesso con la trasportbilità e la realizzazione in cavo coassiale renderebbe più agevole il trasporto.
Il condensatore in mio possesso dovrebbe quindi andar bene; ovvero un doppio 500 pF , collegando in serie le due sezine dovrebbe ragionevolmente andar bene per la mia realizzazione.
IAZ, quale vantaggio nel collegare solo il centrale del coassiale e non anche la calza?
Addirittura ho visto in rete alcune realizzazioni in coassiale che prevedono nella parte alta in cui si ha il contatto con il control loop, una piccola interruzione della calza ! Ma sinceramente non ho capito il motivo .
Grazie per i vostri inerventi.

29
Ciao e grazie per la risposta.
Rosario tiringrazio per la segnalazione....volevo chiederti quale misura hai adottato nel calcolo, quale diametro del conduttore? In cavo coassiale non so come va considerato il diametro; ho inserito 1 cm ma non so se corretto.

30
Ciao a tutti,
vorrei provare a realizzare una antenna loop magnetica in cavo coassiale. Per avere dei dati di partenza , in modo specifico della capacità da utilizzare, ho usato rdioutilitario ma probabilmente sbaglio qualcosa non riesco a individuare quale capacità devo utlizzare come valore base.
I valori di partenza sono i seguenti: diametro loop 1,20 m ; circonferenza del conduttore 3,77 m ; potenza 5 w; in cavo coassiale ho adottato diametro conduttore 1 cm (forse sbaglio?) ;frequenza 7 Mhz.
A volte il prog. restituisce 23 pF - impossibile; altre 1200 pF probabile ma dubbio.
Forse sbaglio qualcosa...non saprei.
Chiedo se getilmente, qualcuno può inserire i dati- anche se in altro programma- per verificare la capacità occorrente.
Vi ringrazio.

31
antenne radioamatoriali / Radiale o contrappeso?
« il: 21 Marzo 2020, 13:18:21 »
Ciao
scusate la banalità della domanda, forse è fuori tema....stavo calcolando dei radiali da mettere ad una verticale autocostruita; sono stato assalito da un dubbio: ma c'è differenza tra radiali e contrappesi? Oppure, anche se con termini diversi, si vuole indicare la stessa cosa?
Nel caso specifico per una verticale 1/4 d'onda andrebbero radiali , contrappesi o cosa?

32
Cosa dire davanti a cosi tanta disponibilità, se non un grazie con inchino?
Non esagero, credimi...sono davvero poche  quelle persone che come la conoscenza la divulgano e non che la tengono chiusa sottochiave come se fosse una pepita d'oro.

Molto materiale su cui divertirsi...non solo ma, Arnaldo, mi hai fatto venir voglia di riprendere (l'avevo interrotto) a studiare l'inglese. Sono un pò avanti con l'età ma la voglia di imparare è tanta...vedremo.
73.

33
Ragazzi grazie davvero per le precisazioni!!

Mi avete chiarito molti dubbi che avevo in merito agli argomenti trattati.
Unico rammarico, che avrei voluto approfondire i concetti, come nel caso del testo indicato da Arnaldo, purtroppo però non conocsco bene l'inglese, ahimè...

Ancora grazie.



34
Ciao a tutti,
vi ringrazio per le risposte!

nbu: questo tipo di verticale accorciata rispetto ad una classica con semplice bobina alla base, presenta vantaggi e/o svantaggi?
I radiali, in questa configurazione,  devono avere la classica lunghezza di un quarto d'onda?
Per i cappelli capacitivi, cosa si intende esattamente con la frase, ......si abbassa la frequenza di risonanza? Che lo stilo , pr una data frequenza , lo devo fare più lungo rispetto a quando non è montato?
E' possibile , su questo stesso tipo di verticale con autotrasformatore, montare contemporaneamente il cappello?
Intendo, realizzarne una utilizzando come stilo una canna da pesca come supporto sui cui stendere un filo per imp. elettrici e alla base il dispositivo adattatore.

uuf: se ho capito bene il concetto di 9:1 (o altro similare rapporto)  significa che è un dispositivo che trasforma l'impedenza da un valore, diciamo alto ad un altro , diciamo di valore più basso; mentre il balun è un dispositivo che adatta due situazioni che normalmente non potrebbero convivere, ovvero, per esempio un dispositivo bilanciato (dipolo) e una linea sbilanciata (coassiale) ; in questo caso però i due devono avere in comune l'impedenza.
Mi dirai se ho inteso bene la differenza. Mi sfugge, invece , il concetto di unun.


35
Salve,
ho sentito parlare di antenne verticali - portatili - per Hf con autotrasformatore alla base. Di cosa si tratta esattamente? Qualche riferimento tecnico per documentarsi?

Alcune volte sulle vericali, vengono montati i cosidetti cappelli capacitivi per ridurre le dimensioni fisiche dell'antenna stessa; dove posso reperire notizie in merito a come si calcolano?

36
antenne radioamatoriali / Taratura MP-1 : piccolo problema.
« il: 07 Marzo 2020, 16:12:20 »
Ciao a tutti,
sono entrato in possesso dell'antenna in oggetto e avendo avuto un pò di tempo libero , ho voluto tararla nelle varie bande avvalendomi di un mfj-259b.
L'antenna è facilmente trasportabile,maneggevole , poco ingombrante e pesa poco. Fin qui nulla di nuovo...occorre però un valido supporto per tenerla in verticale e i radiali in dotazione sono efficienti ma fino ai 20m.
E qui iniziano i primi problemi. Già sui 30m i radiali in dotazionenon, nel mio caso non sono più sufficiebti: per portarla in risonanza ho dovuto allungare un radiale fino a  circa 7 m ; in queste condizioni accorda con ROS molto basso sulla quella banda.
Niente da fare sui 40m: qui a prescindere il rendimento, non sono riuscito a portarla in risonanza nemmeno con un radiale lungo 10,20m ottenendo come miglior ROS 3!!
Forse sbaglio qualcosa...ma vorrei chiedere ai possessori di questa antenna se loro sono riusciti a farla funzionare sui 40m  e come, ripeto prescindendo dal rendimento....

37
attività radioamatoriale / Re:FT991A e 60 m: domanda.
« il: 30 Gennaio 2020, 08:27:20 »
Provato: premendo per circa 2 sec. il tasto 14 Mhz si passa sui 5 Mhz. Una semplice pressione sullo stesso tasto e si ritorna sui 14.
Grazie ancora!

38
attività radioamatoriale / Re:FT991A e 60 m: domanda.
« il: 28 Gennaio 2020, 09:37:36 »
PNY: ti ringrazio! Adesso sono fuori appena possibile ci provo. Solo una domanda: per ritornare ai 14 dovrei rifare il percorso all'incontrario giusto? Posso disturbarti se ho da chiedere qualcosa altro? Comunque grazie ancora.

Surplus: Ciao e gazie! Si, sicuramente se dovessi fare la modifica per sintonia continua certo io non sono all'altezza e nemmeno per aggiornamento del firmware. Lo manderei in assistenza o da qualcuno più esperto.

39
attività radioamatoriale / FT991A e 60 m: domanda.
« il: 28 Gennaio 2020, 07:58:52 »
Ciao,

sono entrato in possesso dell'apparato in oggetto, senza effettuare la modifica per la copertura continua.

Richianmando le bande, non compare quella dei 60m. In questo apparato è prevista questa banda? Come attivarla?

40
Grazie per tutti i consigli che mi avete dato!
Prima della saldatura ho fatto delle simulazioni con uno spezzone di cavo in più. Alla fine, dopo aver preso la mano specie nelle misure del taglio (è importante) sono partito con la saldatura vera e propria; in effetti come nel video di Arnaldo, conviene tenere una limetta pronta per quel poco di stagno che fuoriesce e che se non pulito non permette l'inserimento  dell'anello di teflon che circonda lo spillo.

41
attività radioamatoriale / Connettore tipo N : aiuto per saldatura
« il: 26 Gennaio 2020, 08:35:47 »
Ciao
mi sto cimentando a saldare un connettore N.
Vi chiedo qualche suggerimento su come saldare il centrale del cavo allo spillo attraverso quel piccolo forellino presente sul corpo dello spillo.

42
Quoto al 100% quando Dattero afferma:

"speriamo che qualcuno o meglio qualche associazione che rappresenta un qran numero di radioamatori (non io) si svegli una volta per tutte e picchi i pugni sul tavolo pretendendo una legge chiara da incorniciare e appendere al muro di casa e sventolare in caso di necessità a chi lo chiede".


Purtroppo come gli amici hanno detto è una situazione spinosa che andrebbe chiarita subito e il modo migliore sarebbe rendere partecipe in primis l'associazione che ci rappresenta. Si desidera rispettare le leggi ma queste perà devono essere nello stesso tempo chiare e semplici da interpretare.

Il problema, scaturito nel mio caso dall'amm. di condominio  e tralasciando se questo è più o meno addentrato in materia,o  più o meno acculturato ecc. , potrebbe interessare molti di noi ed è chiaro che per dormire tranquilli non è sufficiente fregarsene.
Ad ogni modo di indicazioni ne ho avuti , e vi ringrazio, probabilmente il problema lo risolverò in un modo o nell'altro,resta il fatto del caos che regna in merito e che oggi ha colpito me , ma che e speriomo mai, potrebbe interessare qualcun'altro.
Non è escluso che chieda lumi , in merito, all'associazione curioso di sapere quale la risposta.

43
Piccolo aggiornamento: ho avuto un primo colloquio informale con l'amm. al quale gli ho prospettato la possibilità dell'autocertificazione assumendomi le responsabilità ecc.ecc. Premesso che ho due tipi di polizze per i danni causati dall'impianto antenne (una è quella dell'associazione).
Risposta dell'amm, non essendo un tecnico l'autocertificazione nel caso specifico non ha valenza.
Posso autocertificare per esempio la residenza , il domicilio ecc.
Se entro trenta giorni dalla comunicazione, non produco detta certificazione verrò invitato a smontare tutto pena segnalazione all'Arpa, Uff. tecnico comunale ecc.
E' una situazione di stallo; allora anche se monto uno stilo HF della ECO in macchina devo chiamare una ditta che la esegua al posto mio a regola d'arte? Allucinante!!
Non si va da nessuna parte siamo in mancanza di una normativa specifica per noi radioamatori è questa la realtà!!
Mio malgrado devo rivolgermi ad un installatore e vedere insieme se l'attuale installazione va bene così o se va bene in parte o se debba modifcare qualcosa.
Qualche amico mi ha indicato Tibor , ma lui è un assicuratore e molto bravo aggiungo e ottimo operatore, ma non vedo il nesso con la questione considerato che di polizza ne ho già due.

44
FoxG7: per me hai pienamente ragione e sarei d'accordo assumendomi tutte le responsabilità del caso a rilasciare autocertificazione, ma dico sarei in quanto dai discorsi che sono emersi, non sono nelle condizioni giuridiche di emettere alcuna autocertificazione, magari potessi farlo avrei risolto il problema all'instante.
Chiamare un installatore qualificato mi pare la via da seguire il quale deve , credo, certificare che la struttura che sorregge le antenne è stata realizzata a regola d'arte conforme alle attuale normative in materia, e che la struttura può reggere un carico di tot Kg in modo che se un domani volessi cambiare antenna devo rientrare in quel range di carico...penso che la certificazione dovrebbe essere impostata in questa maniera, poi non so....

Comunque ancora grazie a tutti.

45
Desidero innanzitutto ringraziarvi per gli interventi!!
La materia in questione è molto articolata, complicata , delicata e per certi aspetti assurda , come tante cose qui in Italia.
Non voglio fare le cose fuorilegge, non è nel mio stile, ma desidero almeno che ci sia una regolamentazione chiara in merito  che mi dica per esempio, le antenne anche se sei autorizzato dal Ministero a gestire una stazione radio, le antenne devi fartele montare da ditte specializzate in modo da mettere in cantiere le relative spese e farsi due conti.
Non basta dire, come spesso sento nelle sezioni, noi non siamo tenuti...noi siamo esclusi noi...ecc.ecc. quando poi si chiedono riferimenti normativi, si iniziano  a fare dei giri che non portano da nessuna parte. Ma non per colpa nostra, ma proprio come ho accennato per colpa delle leggi che non sono chiare e spesso vengono interpretate nei modi più disparati.
Le antenne sono montate nel condominio da due anni:come mai solo ora mi chiedono questo certificato di conformità? Presto detto, perchè come qualcuno ha ipotizzato qui sul forum, vogliono farmi smontare il tutto e hanno trovato nella certificazione il punto debole in quanto:
1- non possono vietarmi di montare le antenne;
2- non provoco nessun radio disturbo;
3- anche per l'emissione dei campi elettromagnetici non possono fare molto in quanto i 100 w dei nostri apparati creano campi e.m. ben al di sotto della soglia di sicurezza a livello nazionale - mi sembra che per questa l'Arpa della regione Emilia R. abbia pubblicato qualcosa.
Quindi la certificazione come detto è il punto debole; il problema che mi pongo non è il fatto che questa richiesta mi venga dall'amministratore (sollecitato evidentemente da qualcuno) a cui comunque devo rispondere, ma se tale richieste mi venisse formulato da qualche altro organo istituzionale, sarei veramente nei guai.
Coso gli devo dire? Che l'antenna che ho montato (mi riferisco alla struttura , palo, ancoraggi, tiranti) ha resistito a tempesta di vento spaventose verificatesi ultimamente mentre le antenne Tv installate a regola d'arte sono cadute? Chi mi crederebbe?
Come posso risolvere? Posso tentare  ma non è detto che ci riesca, di contattare qualche installatore amico in zona che possa dopo aver visionato la struttura , consigliato su eventuali interventi migliorativi a rilasciarmi conformità. Altra soluzione non mi sovviene.
Forse il radiantismo sta decadendo anche grazie a queste complicazioni. Mi piacerebbe sentire cosa avrebbe consigliato l'associazione in questi casi. Si fa carico  presso gli enti preposti interessati di queste problematiche?

46
Ciao e grazie per la risposta.
Ho letto l'articolo su RR e speravo proprio di avere risposte...ma a meno che non abbia capito male, nell'articolo si fa riferimento al fatto che il condominio non può opporsi all'installazione; che l'installazione di antenne per radioamatore non è soggetta a concessione edilizia, ma non ho trovato nulla che dicesse che il radioamatore non è tenuto al rilascio di conformità. Se esiste tale possibilità, mi interessa il riferimento normativo. Nel DPR 156/73 citato nell'articolo , non ho trovato nulla in merito ; tra l'altro esso è superato per certi articoli, forse è un DPR un pò datato.

47
Ciao,
in questi giorni mi sono visto recapitare dall'amministratore di condominio, nel quale condominio risiedo e dove sono montate le antenne (antenna filare per le HF e una verticale V/UHF montate su palo telescopico tipo TV) la dichiarazione di conformità dell'impianto con la normativa vigente.

Le antenne sono montate già da qualche anno, previa procedura di informare il condominio ecc. ecc. Ora a prescindere da chi è pervenuta la richiesta della dichiarazione - in questo caso l'amministratore - ma poteva essere l'ufficio tecnico del comune o altro istituto, la domanda è : ma questa dichiarazione di conformità chi me la deve rilasciare ? L'impianto l'ho installato personalmente e anche se fatta a regola d'arte non ho nessuna certificazione per le mani.
Sono sicuro che questa richiesta , in mancanza della certificazione, possa essere motivo di successiva richiesta di smontaggio antenne.

48
attività radioamatoriale / Re:Chiarimento su IPO e AGC .
« il: 10 Novembre 2019, 19:07:52 »
Grazie per i suggerimenti. Anche la rivista I QRP CLUB (che non conoscevo) è ricca di spunti.

Grazie!
Ciao.

49
attività radioamatoriale / Re:Chiarimento su IPO e AGC .
« il: 10 Novembre 2019, 09:11:31 »
Arnaldo, ti ringrazio per l'intervento! Sei stato molto chiaro.
Visto che sei molto preciso nelle spiegazioni, perchè non realizzi un tutorial sui ricevitori? Cosa è un front end....i vari stadi..come interviene un filtro, larghezza di banda, selettività...ecc.ecc. sembrano delle sciocchezze ma nella realtà, parlo per me, si creano delle belle confusioni; sarebbe una cosa, penso, gradita da tutti...

Ancora grazie!
Ciao.

50
antenne radioamatoriali / Come tarare l'antenna Moxon?
« il: 09 Novembre 2019, 16:33:17 »
Ciao a tutti,
mi sto cimentando nella realizzazione dell'antenna in oggetto nella versione per le VHF nella porzione dedicata alla SSB-CW .
Per ottimizzarla nella porzione CW , quindi ridurre il valore del ROS in quale punto dell'antenna posso intervenire?

51
attività radioamatoriale / Chiarimento su IPO e AGC .
« il: 07 Novembre 2019, 09:40:02 »
Ciao a tutti,

chiedo qualche chiarimento sulle funzioni ovvero a cosa servono e come si usano i comandi indicati; spesso i manuali d'uso sono carenti in questo senso.

Grazie.

52
antenne radioamatoriali / Re:Domanda su antenna loop magnetica.
« il: 01 Ottobre 2019, 16:44:26 »
Ho realizzato la versione con il control in alto: non ho rilevato apprezzabile differenze. Al vantaggio di un più agevole intervento sul condensatore (in quanto in basso) si contrappone lo svantaggio che alcune bande non sono riuscito a sintonizzarle  (12 e 10m . -  con l'altra versione tutto ok) forse il cavo passando all'interno crea una qualche interferenza, come aveva accennato Arnaldo.

Conclusione opterò con la prima versione, ovvero con il control in basso.
Altro prova che farò e realizzare un altro tipo di control anzicchè in cavo coassiale , con una semplice spira ai cui capi collegare direttamente il coassiale e vedere la differenza.

53
Ti ringrazio per aver risposto e per l'informazione che mi hai passato!
Ciao.

54
Salve,
sono entrato in possesso dell'apparato in oggetto; volevo chiedere ai possessori di questo rtx , come vanno settate le prese jack per il CW : nel manuale si parla di intervenire nei punti 18 e 20 del menù , ma non ho capito con quali valori vanno valorizzati  secondo se si usa tasto verticale o paddle.

Per la fonia avete usato un settaggio particolare?

55
antenne radioamatoriali / Re:Domanda su antenna loop magnetica.
« il: 26 Settembre 2019, 08:42:40 »
Buongiorno,

non è opera mia....ho acquistato un tubo da circa 3m e poi mi sono rivolto ad un artigiano....

Devo dire che è una bella antenna ; la mia realizzazione non è il  massima di portatilità....però ha sfatato i dubbi che avevo in merito a questo tipo di antenna...bei collegamenti specie in cw.....conclusione ne sono soddisfatto...

56
antenne radioamatoriali / Re:Domanda su antenna loop magnetica.
« il: 24 Settembre 2019, 08:02:42 »
Il condensatore che uso è un doppio da 500+500 più 80+80 (che non ho usato) ; ho collegato le due sezioni in serie e ho ottenuto circa 5-220 pF.
I 30m li accordo a quasi 190 p ,   mentre i 10m verso gli 8 p o poco meno. Preciso che questa antenna la uso solo ed esclusivamente insieme al 817 , alte potenze non mi interessano....
ecco il condensatore:


inge: cosa intendi quando dici che hai tolto la deriva?

Voi invece che tipo di condensatore avete usato?
Massimo: tu che hai il control in alto, hai avuto problemi in fase di trasmissione di interferenze, visto che il cavo di alimentazione in questo caso scorre per un tratto nel loop stesso?



57
antenne radioamatoriali / Re:Domanda su antenna loop magnetica.
« il: 21 Settembre 2019, 16:56:47 »
Ho effettuato diverse prove...a distanza variabile del control con il loop principale bloccandolo provvisoriamente con del nastro adesivo...
Ho trovato il giusto compromesso ad una distanza di circa 8mm ottenendo un ottimo accordo da 30 m ai 10 m ; una rettifica nel mio precedente posto ho parlato di diametro del loop di 70 cm in realtà è 75 cm .

Ho provato ad ovalizzare anche la forma del control , l'ho riportato alla forma più o meno circolare....come si vede in foto che mi ha dato il miglior ROS...
Conclusione , occorre effettuare delle prove prima di rendere definitiva certe  posizioni.. l'altezza da terra di circa 1.60 m .

La prossima prova sarà di cambiare la posizione del control portandolo in alto e logicamente in basso il condensatore....in questa configurazione il cavo di alimentazione viaggerà per un tratto nel loop stesso...

Temo che ci spossano essere delle interferenze....


58
Vi ringrazio per i consigli...proverò ad alimentarlo con alimentatore esterno stabilizzato.

59
Ho necessità di disporre di un segnale in Onde Corte (diciamo 12 Mhz) da utilizzare come generatore di segnali per tarare le bobine , delle onde corte , in una vecchia radio a valvole. Avrei pensato di utilizzare l'analizzatore in oggetto usandolo appunto come generatore di segnali ma non sono sicuro e prima di combinare disastri (all'analizzatore) volevo un parere dai iù esperti.

60
antenne radioamatoriali / Re:Domanda su antenna loop magnetica.
« il: 16 Settembre 2019, 13:54:19 »
Visto le foto...la tua ha il control in alto, decisamente più facile arrivare al condensatore di accordo..davvero un bel lavoro! Molto belle anche le altre realizzazioni specia la moxon bibanda, complimenti!

Tornando alla loop, alla fine delle mie prove, l'ultima che farò sarà di spostare il control in alto...chissà come andrà dal punto di vista elettrico...

Pagine: [1] 2 ... 4