ROGERK

banda PMR 446 mhz & LPD 433 mhz => LPD - PMR - SRD => Topic aperto da: Nicolò Ibba - 25 Ottobre 2013, 20:10:42

Titolo: RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 25 Ottobre 2013, 20:10:42
Chi sono i membri di RRM su rogerK ?
Io sono TANGO12 e sono di Cagliari. :sfiga:
Titolo: RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 25 Ottobre 2013, 20:56:56
ALFA 0144 da Vercelli, presente. :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Odinotte - 25 Ottobre 2013, 21:47:33
Buona sera Nicolò e Giovy,
io sono
GOLF 0020 Pordenone - Friuli Venezia Giulia
 :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 25 Ottobre 2013, 21:57:23
Avete anche CB o solo PMR446 ?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Delfino Bianco - 25 Ottobre 2013, 23:15:38
73 a tutti i RogerKappiani e non.

DELTA 0068 Presente a Genova (anche Gruppo Radioamatori Alpini GRA 968)

Frequenze VHF 145.250 e PMR 8/16

Se vedemmu ! :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 25 Ottobre 2013, 23:38:57
Charlie 0117 Como...!!! :birra:

PMR e Vhf
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 25 Ottobre 2013, 23:42:44

Avete anche CB o solo PMR446 ?
Solo PMR446 per me. :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rethule - 25 Ottobre 2013, 23:58:02
Delta0002 da genova
73
Luca
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 26 Ottobre 2013, 00:20:56
Eccomi alfa 0152 Pierluigi anche ik1npe sia PMR che frequenze amatoriali .
 73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: clandestino89 - 26 Ottobre 2013, 02:04:02
Salve a tutti!! LIMA0060 Stefano dalla provincia di Frosinone, PMR446 e prossimamente CB!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ciccio90 - 26 Ottobre 2013, 02:24:50
SIERRA 0014  PMR E CB!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 26 Ottobre 2013, 14:03:21
Io ho sia PMR446 che CB (canale 16 AM)...mi dovrebbero arrivare a poco due GP380 che peró programmerò con canali nautici.
Che ne dite di organizzare un servizio di RRM che sia orientato anche verso il mare , per esempio nel canale 69 ?? :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: magnetique - 26 Ottobre 2013, 14:49:37
Golf 0006 zona N/E Friuli .
Nelle escursioni solo PMR al seguito.
73 Maurizio.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 26 Ottobre 2013, 14:55:50
Salve!
Mi fa un immenso piacere scoprire che esistono membri di rrm.
Io pratico diverse discipline in montagna  (alpinismo, scialpinismo e parapendio), sia in appennino centrale che in Dolomiti.
Avendo anche la passione della radio rrm mi interessa molto.
Io l'ho scoperta su Internet circa due anni fa.
Ho tentato diverse volte a chiamare sul canale 8/16 PMR da diverse località montane ma non mi ha mai risposto nessuno. E dire che io utilizzo un bibanda con 5 watt di potenza e antenna lunga.
Nonostante tutto io non sono mai riuscito a contattare nessuno di rrm.
Dopo quasi due anni di tentativi ci ho rinunciato e ho considerato rrm del tutto inaffidabile ai fini della sicurezza, pur rimanendo una iniziativa interessante.
Ma un conto sono gli hobby e un conto è la sicurezza in montagna, sopratutto se si praticano  attività con un certo tasso di pericolo.
Purtroppo le leggi in vigore attualmente non permettono di realizzare una rete di ascolto affidabile con le radio PMR e, secondo me, senza questa non si può parlare di sicurezza.
Credo quindi che, finché non cambieranno le leggi, non sia corretto continuare a presentare rrm come un progetto per la sicurezza in montagna, argomento che esige serietà e affidabilità.
Il sito web presenta rrm come una rete operativa e per me è irresponsabile creare false aspettative in campo di sicurezza.
Sarò stato sfortunato, ma io non ho mai ricevuto risposta in quasi due anni di tentativi effettuati in giorni festivi e feriali, in pieno giorno e da diverse località montane, anche molto turistiche.
Direi quindi che sarebbe il caso di cambiare fisionomia a rrm cercando di presentarla in modo più veritiero e corretto, per quello che sono le sue reali potenzialità.
Con la sicurezza in montagna non si gioca.
Spero che nessuno se la prenda per quello che ho detto, ma dopo quasi 30 anni di attività montane di un certo tipo, mi sento in grado e in dovere di esprimere tale giudizio.
7351!
Giovanni
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 1FI-004 / IU4FLT - 26 Ottobre 2013, 15:48:44
Io sono H0049

Inviato da RogerK Mobile

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4BJG - 26 Ottobre 2013, 15:52:30
Salve!
Mi fa un immenso piacere scoprire che esistono membri di rrm.
Io pratico diverse discipline in montagna  (alpinismo, scialpinismo e parapendio), sia in appennino centrale che in Dolomiti.
Avendo anche la passione della radio rrm mi interessa molto.
Io l'ho scoperta su Internet circa due anni fa.
Ho tentato diverse volte a chiamare sul canale 8/16 PMR da diverse località montane ma non mi ha mai risposto nessuno. E dire che io utilizzo un bibanda con 5 watt di potenza e antenna lunga.
Nonostante tutto io non sono mai riuscito a contattare nessuno di rrm.
Dopo quasi due anni di tentativi ci ho rinunciato e ho considerato rrm del tutto inaffidabile ai fini della sicurezza, pur rimanendo una iniziativa interessante.
Ma un conto sono gli hobby e un conto è la sicurezza in montagna, sopratutto se si praticano  attività con un certo tasso di pericolo.
Purtroppo le leggi in vigore attualmente non permettono di realizzare una rete di ascolto affidabile con le radio PMR e, secondo me, senza questa non si può parlare di sicurezza.
Credo quindi che, finché non cambieranno le leggi, non sia corretto continuare a presentare rrm come un progetto per la sicurezza in montagna, argomento che esige serietà e affidabilità.
Il sito web presenta rrm come una rete operativa e per me è irresponsabile creare false aspettative in campo di sicurezza.
Sarò stato sfortunato, ma io non ho mai ricevuto risposta in quasi due anni di tentativi effettuati in giorni festivi e feriali, in pieno giorno e da diverse località montane, anche molto turistiche.
Direi quindi che sarebbe il caso di cambiare fisionomia a rrm cercando di presentarla in modo più veritiero e corretto, per quello che sono le sue reali potenzialità.
Con la sicurezza in montagna non si gioca.
Spero che nessuno se la prenda per quello che ho detto, ma dopo quasi 30 anni di attività montane di un certo tipo, mi sento in grado e in dovere di esprimere tale giudizio.
7351!
Giovanni

ok wilson penso che tu abbia proprio ragione. ed è un peccato perchè l'idea di una rete accessibile con qualsiasi apparato PMR da chiunque era buona.è una ulteriore conferma che la buona volontà di qualcuno non basta.
io abito in appennino,vicino ad alcune località turistiche e ho tenuto spesso un ricevitore in ascolto  sul canale 8 PMR ma non ho mai sentito nessuna chiamata.forse anche perchè complessivamente poche persone tra tutte quelle che passeggiano in montagna sono al corrente dell uso che si potrebbe fare dei PMR.
73
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Marcello iw9hli - 26 Ottobre 2013, 16:11:06
RRM è una bella idea ma non ha nulla di ufficiale, di affidabile, in pratica è come se non c'e' solo fumo, ma è una bella idea...non lo metto in dubbio ad è stata anche pubblicizzata bene, solo che all'atto pratico è NULLA.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 26 Ottobre 2013, 16:32:33
Vabbè Marcello, io volevo essere un po' più delicato..... :mrgreen:
Però il senso era questo.
Ripeto, l'idea è pure buona, ma presentare rrm come viene fatto sul sito web dedicato è scorretto e irresponsabile.
Non so quali interessi ci siano dietro a questa "operazione di marketing".
Spero in un ravvedimento dei responsabili dell'iniziativa, anche perché, così facendo, per cercare di fare una cosa buona si rischia invece di far danni grossi.
Ripeto, con la sicurezza non si gioca.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: poker333 - 26 Ottobre 2013, 17:07:19
E' da tempo che seguo il progetto in sintesi...credo che sia meglio renderlo fruibile con le PMR...le Pmr446 sono ormai uno standard diffusissimo..inutile..promuovere VHF o altro...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 26 Ottobre 2013, 17:33:30
Per il servizio marino , ho pensato al VHF perché su un'imbarcazione le ricetrasmittenti sono vhf . Se quancuno conosce uno degli IDEATORI  di RRM potrebbe proporlo questo servizio ?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ringhio - 26 Ottobre 2013, 18:29:58
E' da tempo che seguo il progetto in sintesi...credo che sia meglio renderlo fruibile con le PMR...le Pmr446 sono ormai uno standard diffusissimo..inutile..promuovere VHF o altro...

Tra il marino e montano..ci sta una differenza abissale..il marin lasciamolo stare..visto che ormai e decenni che funziona....e che ormai e un sistema stabile fissato e legalmebte ufficiale..ci mancherebbw.......al contrario di rrm...che come ho sempre ripetuto io..in teoria e sempre tutto bello..come un operaio..che in teoria e na cima..e poi nella prarica fa danni..ecco..questo operaio e sa lasciare a casa....e brutto sentirlo..ma è la realta dei fatti

Inviato da RogerK Mobile

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 26 Ottobre 2013, 19:04:24
Ecco appunto. A proposito di marino, sarebbe ora che si costituisse un servizio simile per la sicurezza in montagna.
Bisognerebbe istituire una banda di sicurezza terrestre, vhf o uhf, sulla quale si mettano in ascolto tutti gli enti di soccorso.
Allora si che si potrebbe parlare di una rete radio d'emergenza.
Ma sarebbe tutta un'altra cosa.
Fino a che le cose non cambiano, non serve a niente inventarsi fantomatiche reti radio.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 26 Ottobre 2013, 19:10:51
Io ho ipotizzato questo perché abitando in Sardegna non abbiamo le "montangne" come le alpi o gli Appennini ... È il mare l'unico ambiente molto frequentato ...purtroppo... :grin:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: acquario58 - 26 Ottobre 2013, 19:29:49
normalmente le reti ufficiali di emergenza sul territorio.sono affidati ad operatori ed associazioni efficienti sotto il diretto controllo delle prefetture.....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 26 Ottobre 2013, 19:35:07
Appunto, ora è così.
Non vedo perchè non si possa applicare lo stesso principio della banda nautica ad un impiego terrestre, ovviamente su altre frequenze.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: acquario58 - 26 Ottobre 2013, 20:52:07
voglio ricordarti che il soccorso alpino..con i suoi addetti....(collegati con altri enti tipo: corpo forestale,CRI,VF..ecc )  ......ha già una sua frequenza in vhf assegnata....
....
x queste domande  se fai una ricerca sul forum ....troverai le risposte in quanto esistono già discussioni in merito su RRM
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 26 Ottobre 2013, 21:24:21
Salve, sono un iscritto a RRM e quasi tutte le volte che sono andato in montagna sia sugli appennini aia sulle alpi ho fatto dei collegamenti sia in PMR sia in VHF.
 Prima della gita metto il mio annuncio e poi qualcuno trovo  tranne nelle valli molto chiuse.
 73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 26 Ottobre 2013, 21:56:13
Del Soccorso Alpino conosco abbastanza, visto che ne ho fatto parte.
Quelle però sono frequenze di servizio e non aperte, come quelle marine.
Quei canali sono ad uso esclusivo degli addetti ai lavori, per intenderci.
In teoria non sarebbe previsto che ci entri un alpinista qualsiasi per chiedere aiuto.
Non sarebbe previsto......
Apposta per questo io dico che si dovrebbe creare una banda come quella marina, con apparati dedicati omologati.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 26 Ottobre 2013, 23:01:44
Dovremo mandare una lettera al Ministero delle Comunicazioni e chiedere se sarebbe possibile creare dei canali appositi magari PMR446(aumentando la potenza) o in VHF come i canali nautici .potremo creare un corpo di volontariato costitutivo dai membri di RRM sia radioamatori che non ... Insomma rendere reale un bel progetto come Rete Radio Montana (sia CB che PMR446,rispettivamente canali 16 AM e ch 8+subtono 16) :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 27 Ottobre 2013, 00:17:35
Qualcosa di UFFICIALE per quanto riguarda la sicurezza in montagna è già stato fatto, anche se LIMITATAMENTE alla regione Valle d'Aosta (ovvero la concessione in autorizzazione temporanea per gli utilizzatori della montagna all'uso del Canale di Emergenza in VHF, che si poggia su una rete di ripetitori, un centro operativo ecc.). Basterebbe semplicemente che TUTTE le altre regioni si allineassero, e partita chiusa. Basta una radio VHF civile, opportunamente programmata, e vi assicuro che si riuscirebbe a contattare i soccorsi senza problemi (io aggancio uno dei ripetitori della rete dal divano di casa, in Valle d'Aosta, utilizzando la chiamata di test, prevista per questo scopo). Ovviamente sono in possesso dell'autorizzazione, ripeto valida solo per la VdA.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 27 Ottobre 2013, 09:43:25
Qualcosa di UFFICIALE per quanto riguarda la sicurezza in montagna è già stato fatto, anche se LIMITATAMENTE alla regione Valle d'Aosta (ovvero la concessione in autorizzazione temporanea per gli utilizzatori della montagna all'uso del Canale di Emergenza in VHF, che si poggia su una rete di ripetitori, un centro operativo ecc.). Basterebbe semplicemente che TUTTE le altre regioni si allineassero, e partita chiusa. Basta una radio VHF civile, opportunamente programmata, e vi assicuro che si riuscirebbe a contattare i soccorsi senza problemi (io aggancio uno dei ripetitori della rete dal divano di casa, in Valle d'Aosta, utilizzando la chiamata di test, prevista per questo scopo). Ovviamente sono in possesso dell'autorizzazione, ripeto valida solo per la VdA. Concordo pienamente
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Alinghi - 27 Ottobre 2013, 11:06:22
Credo che tu ti riferisca al Rega, che offre un  servizio di emergenza in montagna, peccato che però sia una cosa tutta Svizzera,  che grazie ad alcuni ponti riesce a coprire anche la Valle d'Aosta.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: poker333 - 27 Ottobre 2013, 11:39:24
La Svizzera è sempre stata un modello...
Una volta ho visto su Rai2  un servizio sul soccorso alpino, un turista tedesco ha fatto girare un elecottero per 3 ore perché era convinto di avere visto delgi alpinisti in difficoltà in sede di scalata, ma confuso sulla unbicaizone della parete ha promosso un bel giro a vuoto dell'unità mobile.Costo dell'opera, circa 5000 euro...a vuoto, due radio avrebbero risolto il problema..o, almeno sarebbe stato possibile chiamare gli escursionisti.Capisco che su una parete una radio rompe le scatole..
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: El Airdarr - 27 Ottobre 2013, 11:55:05
Mi ha sempre molto interessato l'argomento in quanto vivo in VdA e frequento la montagna...
Voglio fare l'avvocato del diavolo e lanciare volutamente una provocazione: Utilizzare frequenze dedicate ad enti di soccorso per richiedere aiuto in caso di reale necessità e pericolo di vita, non è considerato reato....


Io personalmente ho girato tutte le varie comunicazioni al presidente del mio club di volo e all'istruttore della scuola riguardanti 8/16 in quanto lessi un accordo stipulato che autorizzava anche i vololiberisti ad utilizzare l'8/16 in normale attività di volo per tutta una serie di motivi legati alla sicurezza sia nostra che a quella dei frequentatori montani in quanto volando si è piu facilmente raggiungibili dai segnali radio e vi dicendo.

Purtroppo la cosa non prende piede qui da noi. Per quanto riguarda la rete messa a disposizione dalla regione, lessi il regolamento tempo fa e, sinceramente mi sembrò un po' macchinoso il tutto tra autorizzazioni e quant'altro... Comunque è sicuramente un'ottima iniziativa, come la stessa RRM
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 27 Ottobre 2013, 13:11:14

Credo che tu ti riferisca al Rega, che offre un  servizio di emergenza in montagna, peccato che però sia una cosa tutta Svizzera,  che grazie ad alcuni ponti riesce a coprire anche la Valle d'Aosta.
No, io mi riferisco proprio al servizio di soccorso della Protezione Civile della Valle d'Aosta, che ha una sua struttura ed una sua rete radio. Con la Rega condivide solo la frequenza radio MA quella italiana usa un subtono in encoding per distinguersi da quella svizzera. Se ne è parlato diffusamente in passato, io stesso ho spiegato tutto più volte, compresa la parte amministrativa per la concessione dell'autorizzazione temporanea. :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 27 Ottobre 2013, 13:45:56
Giovy ha ragione...e mettersi in regola  (radio a parte) costa poco...!!!
http://www.aostasera.it/articoli/2013/06/19/27488/presentata-la-nuova-rete-radio-per-le-chiamate-di-emergenza-in-montagna
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 27 Ottobre 2013, 14:38:21
Esatto Tuscania... sono solo 16 euro (il costo della marca da bollo) per l'autorizzazione temporanea valida CINQUE ANNI (e rinnovabile) più il costo della radio. Per chi frequenta la montagna in VdA (ed io lo faccio sia d'estate che d'inverno) è un investimenti in sicurezza che vale la pena fare senza dubbio.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rethule - 27 Ottobre 2013, 14:55:40
73 a tutti, anche io frequento la vallè, mi sapete dire come fare? domanda ecc... perchè dall'articolo postato da Tuscania non l'ho capito  :'(
grazie in anticipo
Luca
Titolo: RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 27 Ottobre 2013, 16:03:52
73 a tutti, anche io frequento la vallè, mi sapete dire come fare? domanda ecc... perchè dall'articolo postato da Tuscania non l'ho capito  :'(
grazie in anticipo
Luca
Trovi tutte le info necessarie in questi due articoli:

http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=47102

http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=48064

Ciao!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rethule - 27 Ottobre 2013, 16:44:53
73 a tutti, anche io frequento la vallè, mi sapete dire come fare? domanda ecc... perchè dall'articolo postato da Tuscania non l'ho capito  :'(
grazie in anticipo
Luca
Trovi tutte le info necessarie in questi due articoli:

http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=47102

http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=48064

Ciao!
grazie
73
luca
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 27 Ottobre 2013, 16:53:55
Esatto Tuscania... sono solo 16 euro (il costo della marca da bollo) per l'autorizzazione temporanea valida CINQUE ANNI (e rinnovabile) più il costo della radio. Per chi frequenta la montagna in VdA (ed io lo faccio sia d'estate che d'inverno) è un investimenti in sicurezza che vale la pena fare senza dubbio.

StraQuotone fava di un Pugliese trapiantato per amore in Piemonte a coltivare riso.... marameo
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 27 Ottobre 2013, 16:55:09
Ahahahah! :-D
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 02 Novembre 2013, 15:03:09
Ho letto solamente ora questa discussione e cerco di rispondere a tutto con questo messaggio.

Non credo che sia una buona cosa organizzare un "servizio" simile a quello della R.R.M. pensato per il mare, perchè per il mare esiste già un canale dedicato, autorizzato e pienamente funzionante, ovvero il CH 16 VHF (156.800 MHz) su cui gli enti dedicato al soccorso in mare e tutti gli altri naviganti sono costantemente all'ascolto.

Penso che il sito da alcuni di voi non sia stato visionato in modo corretto, o meglio in modo approfondito.
Citazione
Nonostante tutto io non sono mai riuscito a contattare nessuno di rrm.
... Come più volte spiegato in questo forum (e in altri) è normale che in molte zone nessuno ha mai risposto. Ci sono altre zone/province/regioni in cui molte persone hanno sempre ricevuto risposta, e anche di frequente nell'arco delle settimane. Basta leggere qualche commento/post nella Pagina Facebook ufficiale del Progetto, oppure accedere a GRIFUS - se si è in possesso di un ID - e consultare il "Log Collegamenti" per scoprire che i collegamenti radio avvengono e come sulle varie frequenze che impieghiamo.

Citazione
Ma un conto sono gli hobby e un conto è la sicurezza in montagna, sopratutto se si praticano  attività con un certo tasso di pericolo.
... Già dalla prima introduzione presente nella Home Page del sito (http://www.radioinmontagna.it/). I termini "Progetto" (visionate la definizione di questo termine qui: http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/P/progetto.shtml (http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/P/progetto.shtml)) e "Proposta" credo che siano termini che chiarifichino che tutta la realtà abbia un OBIETTIVO e non una cosa già funzionante al 100%... Chiamiamola "sperimentazione", che in futuro potrebbe portare qualcosa di buono, una volta apportati tutti i miglioramenti necessari.

Citazione
Il sito web presenta rrm come una rete operativa e per me è irresponsabile creare false aspettative in campo di sicurezza
... Credo che il sito spieghi chiaramente tutto il Progetto, e un esperto di montagna conosce tutti i pericoli legati ad essi. La Rete andrebbe appunto a SUPPORTO delle basilari note di sicurezza.

Citazione
Direi quindi che sarebbe il caso di cambiare fisionomia a rrm cercando di presentarla in modo più veritiero e corretto, per quello che sono le sue reali potenzialità.
... Il sito presenta tutto ciò che ad oggi realmente abbiamo creato. Quando si parla di Obiettivi invece, è spiegato che ciò che è scritto in un paragrafo, è solamente uno scopo a cui si vorrebbe arrivare in futuro.

Citazione
RRM è una bella idea ma non ha nulla di ufficiale, di affidabile, in pratica è come se non c'e' solo fumo, ma è una bella idea...non lo metto in dubbio ad è stata anche pubblicizzata bene, solo che all'atto pratico è NULLA.
... Credo che il termine "NULLA" sia mooolto errato. Di fatti (non parole) ce ne sono molti, come scritto all'inizio di questo mio post.  Torno a ripetere... Ci sono aree particolarmente operative, come ci sono aree morte (questo non l'ho mai negato). Comunque sia il numero di persone REGISTRATE (con ID) continua a salire quotidianamente (siamo quasi a 1000 ID assegnati). Qui potete conoscere il numero nelle varie regioni: http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/ (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/)

Citazione
Ripeto, l'idea è pure buona, ma presentare rrm come viene fatto sul sito web dedicato è scorretto e irresponsabile.
... Il sito è """sorvegliato""" dalle "zone alte del CNSAS - Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico", ente ufficiale/istituzionale che cura in Italia la sicurezza e soccorso in ambiente montano. Come faccio a dirlo? Ho le mie fonti, ovvero componenti - anche con incarichi abbastanza alti - del CNSAS.

Citazione
Non so quali interessi ci siano dietro a questa "operazione di marketing".
... L'unico interesse è quello di ottenere una frequenza NAZIONALE, al pari del CH 16 VHF utilizzato in mare, ma per la montagna. Economicamente nessun interesse, e penso che sia chiaro (anzi, i soldi li perdo io in quanto con le donazioni PayPal non riesco a coprire le spese ad esempio per creare questi --> http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/segnaletica.php (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/segnaletica.php)).

Evito di rispondere a "ringhio" perchè spesso, quando lui "accusa" e rispondo a lui con i fatti, non ho risposta alle mie spiegazioni... Sicuramente con questo post ho comunque replicato.

Allora si che si potrebbe parlare di una rete radio d'emergenza. (http://Allora si che si potrebbe parlare di una rete radio d'emergenza.)
Citazione
normalmente le reti ufficiali di emergenza sul territorio.sono affidati ad operatori ed associazioni efficienti sotto il diretto controllo delle prefetture.....
... Non ho MAI parlato di reti radio d'emergenza, pertanto non mettiamo parole in bocca alle persone, che effettivamente non sono state mai espresse.

Citazione
Salve, sono un iscritto a RRM e quasi tutte le volte che sono andato in montagna sia sugli appennini aia sulle alpi ho fatto dei collegamenti sia in PMR sia in VHF.
 Prima della gita metto il mio annuncio e poi qualcuno trovo  tranne nelle valli molto chiuse.
... Un fatto che conferma le nostre parole. Non solo mie chiacchiere.

SICUREZZA per PREVENIRE GLI INCIDENTI ......... EMERGENZA/SOCCORSO successivamente all'incidente avvenuto ................... è diverso!

Spero di aver risposto a tutto.

A disposizione,
 Simone
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 02 Novembre 2013, 16:19:13
Ok Simone, immaginavo che intervenissi e che lo facessi come lo hai sempre fatto.
Io ho precisato che il progetto RRM è di per sè un'ottima iniziativa, ma tra il dire e il fare c'è sempre di mezzo il mare.
Se all'atto pratico in due anni di tentativi non ho mai avuto risposta, permettimi di esprimere tutti i miei dubbi sull'effettiva efficacia dell'iniziativa.
Se poi qualcun'altro è stato più fortunato, vorrei ricordarti che anche gli orologi rotti segnano l'ora giusta per due volte al giorno.
A me sembra che si voglia enfatizzare un po' troppo RRM, oltre le sue reali potenzialità.
"La Rete Radio Montana è un progetto che mira ad incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio" sono le primissime parole del sito.
E poi ancora "La frequenza radio verrà utilizzata a livello nazionale da tutte le persone che praticano attività outdoor" e "In caso di emergenza, la frequenza radio verrà utilizzata come canale di comunicazione diretto tra i Soccorritori e il Soccorso/Disperso, per velocizzare le attività di ricerca ed eventualmente soccorso (SAR - Search and Rescue)".
Scusa, ma questa è pura utopia allo stato attuale delle cose.
E trattando l'argomento sicurezza dovreste essere un po' più chiari nell'esporre i vostri progetti, distinguendo molto bene lo stato reale delle cose da quello desiderato.
Il numero degli utenti registrati non è che conti poi così tanto se quando tento di effettuare una chiamata dalla cima del Gran Sasso di domenica alle 12:00 non c'è anima viva in ascolto.
Tu dici :"Ci sono altre zone/province/regioni in cui molte persone hanno sempre ricevuto risposta".
Potresti elencarmi le zone dove è sicuramente attiva RRM?
Perchè nel sito non si indica con estrema esattezza quali sono le zone in cui esiste un reale servizio di ascolto in frequenza di RRM?
Anche perchè tenersi così sul vago equivale a non dire nulla.
Diverso poi è il discorso di istituire una banda per la sicurezza in montagna al pari di quella marina.
Sapessi quanti anni è che se ne parla (forse da prima che tu nascessi).
Se conosci qualche rapprentante del CNSA fatti raccontare quanti anni ci sono voluti per far concedere una frequenza in vhf per il soccorso in montagna.
Non è certo con RRM che si possa sensibilizzare le Istituzioni a tale argomento, te lo posso assicurare.
Comunque, lungi da me denigrare RRM.
Anzi, lo ripeto, per me resta un'interessante iniziativa.
Solo che dal punto di vista operativo rimane piuttosto limitata e i fatti lo dimostrano.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 07 Novembre 2013, 15:08:00
Ok Simone, immaginavo che intervenissi e che lo facessi come lo hai sempre fatto.
Io ho precisato che il progetto RRM è di per sè un'ottima iniziativa, ma tra il dire e il fare c'è sempre di mezzo il mare.
Se all'atto pratico in due anni di tentativi non ho mai avuto risposta, permettimi di esprimere tutti i miei dubbi sull'effettiva efficacia dell'iniziativa.
Se poi qualcun'altro è stato più fortunato, vorrei ricordarti che anche gli orologi rotti segnano l'ora giusta per due volte al giorno.
A me sembra che si voglia enfatizzare un po' troppo RRM, oltre le sue reali potenzialità.
"La Rete Radio Montana è un progetto che mira ad incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio" sono le primissime parole del sito.
E poi ancora "La frequenza radio verrà utilizzata a livello nazionale da tutte le persone che praticano attività outdoor" e "In caso di emergenza, la frequenza radio verrà utilizzata come canale di comunicazione diretto tra i Soccorritori e il Soccorso/Disperso, per velocizzare le attività di ricerca ed eventualmente soccorso (SAR - Search and Rescue)".
Scusa, ma questa è pura utopia allo stato attuale delle cose.
E trattando l'argomento sicurezza dovreste essere un po' più chiari nell'esporre i vostri progetti, distinguendo molto bene lo stato reale delle cose da quello desiderato.
Il numero degli utenti registrati non è che conti poi così tanto se quando tento di effettuare una chiamata dalla cima del Gran Sasso di domenica alle 12:00 non c'è anima viva in ascolto.
Tu dici :"Ci sono altre zone/province/regioni in cui molte persone hanno sempre ricevuto risposta".
Potresti elencarmi le zone dove è sicuramente attiva RRM?
Perchè nel sito non si indica con estrema esattezza quali sono le zone in cui esiste un reale servizio di ascolto in frequenza di RRM?
Anche perchè tenersi così sul vago equivale a non dire nulla.
Diverso poi è il discorso di istituire una banda per la sicurezza in montagna al pari di quella marina.
Sapessi quanti anni è che se ne parla (forse da prima che tu nascessi).
Se conosci qualche rapprentante del CNSA fatti raccontare quanti anni ci sono voluti per far concedere una frequenza in vhf per il soccorso in montagna.
Non è certo con RRM che si possa sensibilizzare le Istituzioni a tale argomento, te lo posso assicurare.
Comunque, lungi da me denigrare RRM.
Anzi, lo ripeto, per me resta un'interessante iniziativa.
Solo che dal punto di vista operativo rimane piuttosto limitata e i fatti lo dimostrano.

Citazione
E poi ancora "La frequenza radio verrà utilizzata a livello nazionale da tutte le persone che praticano attività outdoor" e "In caso di emergenza, la frequenza radio verrà utilizzata come canale di comunicazione diretto tra i Soccorritori e il Soccorso/Disperso, per velocizzare le attività di ricerca ed eventualmente soccorso (SAR - Search and Rescue)". Scusa, ma questa è pura utopia allo stato attuale delle cose.
Con questo tuo commento noto ancora che il sito non è stato consultato con attenzione. Queste parole sono effettivamente presenti nel nostro sito, ma è doveroso precisare sotto quale paragrafo è presente quella porzione di testo. La pagine "Il Progetto in breve" è divisa in due paragrafi: FINALITA', ovvero gli obiettivi futuri/scopi finali a cui vogliamo arrivare, e il paragrafo SITUAZIONE ATTUALE. Questo mio intervento per sottolineare, appunto, che quella frase compare sotto al paragrafo dedicato agli obiettivi futuri (FINALITA'). PS: comunque sia, in Liguria, un'associazione di ricerca e soccorso già fa quello che noi abbiamo posto come scopo finale: http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/liguria.php (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/liguria.php)

Citazione
Scusa, ma questa è pura utopia allo stato attuale delle cose. E trattando l'argomento sicurezza dovreste essere un po' più chiari nell'esporre i vostri progetti, distinguendo molto bene lo stato reale delle cose da quello desiderato.
... Non sono stato mai una cima in Lingua Italiana a scuola, ma credo che i titoli dei due paragrafi presenti nella pagina riassuntiva del Progetto sia più che chiara, per quanto spiegato pocanzi....... Più chiaro del titolo di paragrafo "SITUAZIONE ATTUALE"!!!

Citazione
Il numero degli utenti registrati non è che conti poi così tanto se quando tento di effettuare una chiamata dalla cima del Gran Sasso di domenica alle 12:00 non c'è anima viva in ascolto.
Il numero invece conta, perchè in Abruzzo contiamo - ad oggi - (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/abruzzo.php (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/abruzzo.php)) appena 14 Utenti effettivi della R.R.M., e non per forza nella zona circostante il Gran Sasso! Ma anche se ci fossero utenti delle regioni limitrofe (vedi il Lazio, dal quale molti si spostano in Abruzzo per attività outdoor), oppure ci fossero circa 100 utenti in questa regione, non per forza te li trovi tutti accavallati nei dintorni del Gran Sasso. Potrei dire tranquillamente che è stato un caso che a quell'ora nessuno ha risposto, perchè magari le attività erano spostate in zona Majella o PNALM (è solo un esempio, delle 1000 possibilità che non ti hanno permesso di effettuare un collegamento).

Citazione
Tu dici :"Ci sono altre zone/province/regioni in cui molte persone hanno sempre ricevuto risposta".
Potresti elencarmi le zone dove è sicuramente attiva RRM?
Perchè nel sito non si indica con estrema esattezza quali sono le zone in cui esiste un reale servizio di ascolto in frequenza di RRM?
Certamente che posso: Vedi il Piemonte (molte valli della provincia di TO e CN), la Lombardia, ultimamente Veneto ed Emilia Romagna (zona Appenninica, ovviamente). Non è espressa con esattezza le zone dove esiste il "reale servizio di ascolto" perchè non c'è un fisso servizio d'ascolto, nel senso proprio del termine! L'ascolto c'è quando in una data zona c'è uno o più escursionista. Tornando ai collegamenti... Nel nostro sistema informativo nazionale (GRIFUS), c'è un log dedicato dove i membri del Progetto possono inserire i loro report. Oltre ai classici report possono essere inseriti vari commenti/note.

Anche sulla nostra pagina FB ufficiale vengono inseriti ogni tanto alcuni report sui collegamenti effettuati. Te ne propongo uno recente, che puoi tranquillamente ritrovare nei commenti ai nostri post su FB: "Pierluigi B.: Saluti da Lima 0044. Complimenti a tutti per la comunità, partecipo da due anni e noto con piacere che si sta espandendo alla grande, ormai quasi ogni volta che vado in montagna riesco a contattare qualcuno della RRM. Continuate così!" oppure "Buon giorno sono foxtrot81 frequento zone monte Grappa e 2 settimane fa dal monte Pizzocco collegato Padova centro...." oppure "Roberto P.: Grazie a tutti gli amici che ho collegato oggi sul canale PMR 8-16 della rete radio montana dal sentiero G6 (PNLAM) Rifugio val Lattara: Gianfranco F., Marco T., Sandro P., Fabio Giacomo D.C., Dino T., e poi altri come Francesco, Maurizio... tutti aderenti alla RRM e spero di non aver dimenticato nessuno!" ...... Queste sono persone che personalmente non conosco e non ho mai sentito neanche via e-mail. Ovviamente non mancano altri commenti che riportano che mai sono riusciti a collegare qualcuno.

Parlare di fatti che dimostrano (o che non dimostrano) qualcosa è molto soggettiva come cosa. Per te è effettivamente così, per altri (vedi qualcuno citato nei commenti sopra-riportati) è l'opposto, perchè operanti in zone dove la voce sul Progetto si è sparsa abbastanza.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 07 Novembre 2013, 17:06:23
Vabbè Simone, ci siamo capiti.
A parole è tutto bello e perfetto.
Se non fosse che poi l'esperienza concreta è un'altra.
Io, come tanti montanari sono una persona molto pragmatica e per me le chiacchiere stanno a zero se non c'è un riscontro pratico.
Di parole se ne sono scritte anche troppe sull'argomento.
A RRM auguro di avere un grande successo, ma per la sicurezza in montagna spero che prima o poi venga istituita una banda terrestre, alla stregua di quella marina (che sarebbe tutt'altra cosa).
7351!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 07 Novembre 2013, 19:54:33
Vabbè Simone, ci siamo capiti.
A parole è tutto bello e perfetto.
Se non fosse che poi l'esperienza concreta è un'altra.
Io, come tanti montanari sono una persona molto pragmatica e per me le chiacchiere stanno a zero se non c'è un riscontro pratico.
Di parole se ne sono scritte anche troppe sull'argomento.
A RRM auguro di avere un grande successo, ma per la sicurezza in montagna spero che prima o poi venga istituita una banda terrestre, alla stregua di quella marina (che sarebbe tutt'altra cosa).
7351!

Penso che le "parole" che ho scritto io siano dei fatti che confermino le "parole" scritte sul sito. Il riscontro pratico l'hanno ottenuto molti, come - parallelamente - altri non hanno ottenuto il riscontro desiderato. Come dicevo prima, la cosa è molto soggettiva e diventa oggettiva di fronte a fatti realmente accaduti.

Penso che generalmente in questa e nelle altre discussioni su questo forum ho sempre cercato di rispondere con i fatti ai vari attacchi/critiche, cosa che continuerò a fare, perchè il tutto contribuisce alla costruzione di questa struttura. Ogni critica (1 mattoncino buttato giù) corrisponde ad ulteriori 2 mattoncini tirati su! Anche se apparentemente la Rete sembra la stessa a distanza di pochi mesi, dietro le quinte si continua a lavorare e a crescere.

Anche io, ovviamente, spero che venga dedicata una frequenza (ma questo già l'ho scritto sul sito). Per ora non c'è e la R.R.M. potrebbe essere un trampolino di lancio!

S.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 07 Novembre 2013, 20:56:26
Salve, credo che una frequenza dedicata all' uso montano sia una cosa ottima, ma ci sono voluti almento 25 anni per decidere per le frequenze degli ARVA figuriamoci se a livello ministeriale si possa fare qualche cosa per una frequenza nazionale.
 L' unica che funzione è la rete della Valle d' Aosta (regiona a statuto speciale) con pari alla Svizzera a alla Francia Alpina .
 Se lo si facesse a livello nazionale ci sarebbe una rete con troppa burocrazia e costi esorbitanti, se i Ministeri non vengono spronati  dalle associazione come il CAI e le altre parificate non se ne farà nulla.
Per quello che mi riguarda la RRM ha funzionato quasi tutte le volte che sono andato in montagna , ho avuto risposte alle chiamate con disponibilità da parte di chi era in base fissa.
73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 07 Novembre 2013, 21:47:22
L' unica che funzione è la rete della Valle d' Aosta (regiona a statuto speciale) con pari alla Svizzera a alla Francia Alpina .
 Se lo si facesse a livello nazionale ci sarebbe una rete con troppa burocrazia e costi esorbitanti, se i Ministeri non vengono spronati  dalle associazione come il CAI e le altre parificate non se ne farà nulla.
Beh, "farla" a livello nazionale IMHO in prima battuta servirebbe a ben poco (ci sono regioni che di montagne hanno poco e nulla come la Puglia, oppure hanno montagne ma sono poco frequentate come la Calabria), ma si potrebbe partire con le regioni dell'arco alpino. POI magari passare a quelle appenniniche più importanti e frequentate (appennino tosco-emiliano o abbruzzese, per citarne due) e via dicendo. A livello burocratico IMHO sarebbe ancora più semplice, perchè un'autorizzazione sola sarebbe valida su tutto il territorio nazionale (mentre adesso per la VdA ci vuole un'autorizzazione, se anche il Piemonte facesse una cosa del genere, ci vorrebbe un'altra autorizzazione ecc.).
Per carità, se una persona è interessata la farebbe (io ho l'autorizzazione numero 5 per la VdA), ma gestendola a livello nazionale si farebbe prima.
O magari si potrebbe delegare la raccolta delle documentazioni ai CAI...
Insomma, l'unica via "furba" sarebbe replicare l'iniziativa valdostana su scala più grande...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Novembre 2013, 10:41:04
Caro Simone, visto che vogliamo parlare di FATTI, proviamo a riassumere le molte parole scritte e tirare fuori qualche dato CONCRETO:
su 21 regioni italiane (tutte hanno territori montuosi, compresa la Puglia) RRM si può definire realmente attiva (su base volontaria e sporadica, senza un vero servizio di monitoraggio e ascolto continuo) al massimo su due regioni:
-Piemonte (con 6 rifugi nel Gruppo del Monviso);
-Liguria (collaborazione con uil Soccorso Cinofilo della P.C.)
Nel resto del territorio nazionale l’iniziativa rappresenta un’attività puramente hobbistica priva di qualsiasi elemento di affidabilità che la possa minimamente connotare come uno strumento per la sicurezza.
Allora caro Simone, siccome RRM si presenta come “Sicurezza in Montagna con le comunicazioni radio”
e le prime parole scritte sulla home page sono:
“La Rete Radio Montana è un progetto che mira ad incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio. Esso propone principalmente l'impiego di una frequenza radio di libero uso, unificata a livello nazionale, che verrà impiegata come canale per l'interscambio di informazioni operative tra più persone durante le attività outdoor, proponendosi quindi come strumento di prevenzione degli incidenti in montagna o in zone boscose.”
ti ribadisco che l’argomento sicurezza in montagna ESIGE serietà (che è anche chiarezza), competenza e affidabilità.
Per come è configurata e per i limiti tecnici imposti dalle leggi, RRM attualmente non può fare affidamento sui requisiti minimi per definirsi uno strumento di sicurezza.
Sarebbe quindi opportuno e coscienzioso modificare le modalità con cui presentate RRM nel sito e nei messaggi pubblicitari che utilizzate per diffonderla (compresi questi tuoi interventi).
Vorrei fosse ben chiaro a chi va in montagna che, attualmente, l’unica sicurezza che si può avere con le trasmissioni radio la si ottiene portandosi un bibanda nello zaino con sintonizzate le frequenze su cui SICURAMENTE c’è qualcuno in ascolto (servizi di soccorso, guide alpine, impianti di risalita, rifugi, amici rimasti a casa in ascolto).
Tra le varie frequenze, poi, si può anche memorizzare quella di RRM, tanto per provare a vedere se c’è qualcuno in zona con cui scambiare eventuali informazioni utili, riguardanti anche la sicurezza.
Io ci ho provato tante volte ma sono stato sfortunato….. tanto sfortunato…..forse troppo! :sfiga:
Questa è la chiarezza che l’argomento sicurezza in montagna esige.
Giochiamo quanto ci pare con le radio, ma quando paliamo di sicurezza in montagna facciamo sul serio e non confondiamo le cose.
Per come sono fatti, il sito di RRM e i tuoi interventi, inducono a fare confusione su un argomento molto serio.
Credo di essere stato molto chiaro.
PS: se mai dovrò pubblicizzare un prodotto da vendere ti chiamerò di sicuro. Ben inteso, per una prestazione professionale retribuita. :up:
7351!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 08 Novembre 2013, 11:08:50
Salve, non capisco tutta questa acredine verso la RRM , la sicurezza in montagna la si impara nei vari corsi CAI e soprattutto con il buon senso e la informazione.
Come al solito se non c'è nulla ci si lamenta che non si fa nulla , se c'è qualcuno che inizia a fare qualche cosa gli si da addosso sui cavilli le cose dette o non dette
La RRM è ancora giovane e parecchi non hanno una radio da portare con se pensando ho il cellulare e va tutto bene.
Io sono 50 anni che vado in montagna sia in escursionismo sia in alpinismo da quando sono OM ho sempre portato una radio con me ma senza sperare che ci fosse qualcuno all' ascolto per un eventuale soccorso.
Lasciamo crescere la RRM la si pubblicizza e forse fra alcuni anni sarà un po' più affidabile da parte mia quelli che vengono con me hanno già iniziato ad interessarsi almeno per i PMR poi si vedrà.
 73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 08 Novembre 2013, 11:37:32
Parole sante, ik1npe...
Oltretutto, vorrei ricordare a wilson che "portare un bibanda nello zaino" non è proprio il consiglio migliore che si possa dare ad un utente della montagna (perché sappiamo tutti bene le implicazioni legislative al riguardo).
Inoltre, per un escursionista sporadico, è sicuramente meno impegnativo, anche a livello economico, un PMR446.
Va da se (e forse questo non è chiaro) che la sicurezza in montagna non la si acquisisce con un cellulare o una radio, ma con un approccio consapevole all'attività che si andrà a svolgere.
Si legge troppo di frequente di escursionisti dispersi e poi ritrovati in fondo ad un canalone perché avevano tentato un sentiero che non conoscevano, oppure di alpinisti incrodati in parere perché non avevano valutato correttamente il meteo ecc.
Persino alpinisti più che esperti (uno su tutti Kilian Jornet, che ha salito e sceso il Cervino in tre ore) ha avuto bisogno del Soccorso Alpino perché era andato sull'Aiguille du Midi in scarpe da ginnastica, confidando (troppo) nelle sue capacità.
Quindi: rispetto della montagna, conoscenza di quello che si andrà a fare, CERVELLO.
Poi (ma solo poi, come sicurezza aggiunta e ridondante) la radio e tutto il resto, nel rispetto delle normative italiane al riguardo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: DeltaSQ - 08 Novembre 2013, 11:47:51
Parole sante, ik1npe...
Oltretutto, vorrei ricordare a wilson che "portare un bibanda nello zaino" non è proprio il consiglio migliore che si possa dare ad un utente della montagna (perché sappiamo tutti bene le implicazioni legislative al riguardo).
Inoltre, per un escursionista sporadico, è sicuramente meno impegnativo, anche a livello economico, un PMR446.
Va da se (e forse questo non è chiaro) che la sicurezza in montagna non la si acquisisce con un cellulare o una radio, ma con un approccio consapevole all'attività che si andrà a svolgere.
Si legge troppo di frequente di escursionisti dispersi e poi ritrovati in fondo ad un canalone perché avevano tentato un sentiero che non conoscevano, oppure di alpinisti incrodati in parere perché non avevano valutato correttamente il meteo ecc.
Persino alpinisti più che esperti (uno su tutti Kilian Jornet, che ha salito e sceso il Cervino in tre ore) ha avuto bisogno del Soccorso Alpino perché era andato sull'Aiguille du Midi in scarpe da ginnastica, confidando (troppo) nelle sue capacità.
Quindi: rispetto della montagna, conoscenza di quello che si andrà a fare, CERVELLO.
Poi (ma solo poi, come sicurezza aggiunta e ridondante) la radio e tutto il resto, nel rispetto delle normative italiane al riguardo.
Parole sante anche le tue Giovy, prima il cervello, una buona consapevolezza dei rischi che si corrono e poi la Radio.
RRM non è la garanzia che se vai in Montagna non ti succederà nulla bensì è un qualcosa in più per quanto riguarda le comunicazioni dove i cellulari non hanno copertura.
A mio parere il progetto resta comunque valido specialmente per il fatto che non tutti gli escursionisti sono abilitati per poter utilizzare Radio VHF o simili.
Non sono iscritto a RRM ma confermo che durante la mia ultima attivazione in altura un membro di RRM l'ho contattato anch'io :).

73 da DeltaSQ
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Novembre 2013, 11:56:25
Scusate, ma mi mettete in bocca parole mai pronunciate.
Io ho ribadito più volte di non voler denigrare RRM, a cui anzi ho augurato un grande successo.
Ma la chiarezza in campo di sicurezza è fondamentale.
Presentare una cosa per quello che in realtà non è, in campo di sicurezza è pericoloso.
Tanto per intenderci, per come è fatto il sito di RRM andrebbe benissimo per il servizio Canale E della Valle d'Aosta.
Ma è tutta un'altra cosa.
Poi, non ho consigliato niente a nessuno, ma ho solo detto che l'unica sicurezza dalle tramissioni radio la si PUO' avere con un bibanda su determinate frequenze.
Per tutti gli aspetti legali (che conosco benissimo) rimando agli svariati topic esistenti su questo sito.
Credo che il mio messaggio diretto ai responsabili di RRM sia molto chiaro e chi vuole intendere lo capisce benissimo.
Non confondiamo le acque, per favore.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: panta_rei - 08 Novembre 2013, 12:18:18
ho inoltrato la richiesta..... l'idea non mi sembra male.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Novembre 2013, 18:50:36
Bene arrivato Mario!
Giusto giusto appena registrato anche nel sito.
 ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: panta_rei - 08 Novembre 2013, 20:02:49
grazie... si sono fresco fresco !!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Novembre 2013, 20:26:28
 :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: panta_rei - 09 Novembre 2013, 00:57:06
Identificativo
Oscar 0059
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 09 Novembre 2013, 11:53:27
Come correttamente è stato detto da qualcuno negli ultimissimi post, la R.R.M. non vuole (e mai è stato detto/scritto) essere un SOSTITUTO alle regolari "buone cose" da sapere in materia di sicurezza e prevenzione degli incidenti in montagna. Vuole essere però una cosa IN PIU', un optional, alle pratiche esistenti/principali, regole basilari per affrontare questo difficile ambiente. Appunto, nel sito, già nelle prime righe in Home, è utilizzata la parola INCREMENTARE.

Citazione
Caro Simone, visto che vogliamo parlare di FATTI, proviamo a riassumere le molte parole scritte e tirare fuori qualche dato CONCRETO:
su 21 regioni italiane (tutte hanno territori montuosi, compresa la Puglia) RRM si può definire realmente attiva (su base volontaria e sporadica, senza un vero servizio di monitoraggio e ascolto continuo) al massimo su due regioni:
-Piemonte (con 6 rifugi nel Gruppo del Monviso);
-Liguria (collaborazione con uil Soccorso Cinofilo della P.C.)
Negativo, passo. Come giò indicato nei precedenti post di pochi giorni fa, molti collegamenti si hanno in: Piemonte, Lombardia, ultimamente anche in Veneto, Emilia Romagna, Lazio e Liguria.

Citazione
Nel resto del territorio nazionale l’iniziativa rappresenta un’attività puramente hobbistica priva di qualsiasi elemento di affidabilità che la possa minimamente connotare come uno strumento per la sicurezza.
Anche questo non è vero, dato che molti utenti sono ad esempio soccorritori del Soccorso Alpino, volontari di Protezione Civile, membri di enti e associazioni che lavorano nel campo della montagna, Guide Alpine (ovvero professionisti specializzati), soci ma anche figure "alte" di associazioni importanti, etc. etc.

Citazione
ti ribadisco che l’argomento sicurezza in montagna ESIGE serietà (che è anche chiarezza), competenza e affidabilità.
Tutti e 4 i membri dello Staff (http://www.radioinmontagna.it/chisiamo/ (http://www.radioinmontagna.it/chisiamo/)), hanno qualifiche - anche certificate - degne di rispetto. Anche io, che magari nel mio profilo personale non ho scritto molto e tutto, ho competenze che non posso divulgare per motivi riservati e professionali.

Citazione
Vorrei fosse ben chiaro a chi va in montagna che, attualmente, l’unica sicurezza che si può avere con le trasmissioni radio la si ottiene portandosi un bibanda nello zaino con sintonizzate le frequenze su cui SICURAMENTE c’è qualcuno in ascolto (servizi di soccorso, guide alpine, impianti di risalita, rifugi, amici rimasti a casa in ascolto).
Un appassionato di montagna non per forza deve acquisire la patente HAM... Non per forza deve spendere centinaia di euro per un apparato che neanche potrebbe utilizzare (le frequenze radio che utilizzano gli enti di soccorso, sono riservate esclusivamente a loro, eccetto il Canale E, di cui si sta parlando ultimamente per la Valle d'Aosta. C'è l'eccezione dell'emergenza critica, dove "è meglio vivere... sti cavoli della multona". Però la Rete vuole essere non solo per l'emergenza, ma appunto per l'interscambio di informazioni utili alla sicurezza, alla prevenzione dell'incidente (meteo, stato sentieri, etc.). E col bibanda sulle frequenze dei soccorsi, non puoi fare questo tipo di "scambio dati".
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 09 Novembre 2013, 15:01:40
Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire..... o di chi vuol pubblicizzare  :rool:
Continui a citarmi i collegamenti che si riescono a fare ma non capisci che se parliamo di sicurezza non possiamo considerare come elementi rilevanti dei contatti effettuati sporadicamente o addirittura casualmente, in zone ristrette.
Un'attività realizzata in questo modo è hobbistica e può riguardare marginalmente l'argomento sicurezza.
Sarebbe corretto e coscienzioso presentare RRM per quello che è, senza celebrarla nè mistificarla, lasciando intendere potenzialità attualmente inesistenti.
Non c'è neppure bisogno  di farlo, visto che, già per come è, RRM costituisce un'utile iniziativa che potrebbe interessare chiunque si trovi a praticare un'attività outdoor.
Però, purtroppo, con la PMR446, per come è regolamentata (e limitata) oggi, è impossibile realizzare una rete radio per la sicurezza in montagna.
Non dipende solo dalle capacità di chi ne prende parte ma dai limiti oggettivi imposti dalle leggi.
Un discorso del genere a chi si occupa di sicurezza in montagna dovrebbe essere molto chiaro.
Non credo sia proficuo continuare all'infinito la discussione, anche perchè penso che si sia detto abbastanza, per chi vuol capire.
7351!

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 1FI-004 / IU4FLT - 01 Maggio 2014, 07:55:31
Chi sono i membri di RRM su rogerK ?
Io sono TANGO12 e sono di Cagliari. :sfiga:
Io sono Hotel 49 appennino Modenese QTH Prignano S/Secchia  -  Modena
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: duglia - 01 Maggio 2014, 15:04:50
Delta 0090 dai sentieri dell'alta via dei monti liguri!

Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: asterikus - 04 Maggio 2014, 20:23:54
Inviata richiesta 2 giorni fà, attendo risposta.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: MauritZ - 05 Maggio 2014, 09:56:58
TANGO19 Regione Sardegna
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: mekflat - 05 Maggio 2014, 11:00:38
Inviata richiesta 5 giorni fa....  aspettiamo

Inviato da RogerKapp
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: MauritZ - 05 Maggio 2014, 11:13:34

Inviata richiesta 5 giorni fa....  aspettiamo

Inviato da RogerKapp

Abbi fede... A me ci hanno messo parecchi giorni per non dire settimane...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 05 Maggio 2014, 11:15:18
Strano , per mi hanno impiegato 8-10h al massimo... Comunque credo che dipenda dal numero di richieste;)


Inviato da T012 (Cagliari)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: asterikus - 07 Maggio 2014, 16:57:51
Strano , per mi hanno impiegato 8-10h al massimo... Comunque credo che dipenda dal numero di richieste;)

O dal tempo a disposizione di coloro che devono autorizzare e rilasciare il nominativo/codice.


Inviato da T012 (Cagliari)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: mekflat - 07 Maggio 2014, 18:32:23
Da oggi mi hanno assegnato il nominativo : CHARLIE 0200 ;-) ;-)

Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 07 Maggio 2014, 18:52:59
Da oggi mi hanno assegnato il nominativo : CHARLIE 0200 ;-) ;-)

Inviato da RogerKapp
Benarrivato... e speriamo di sentirci presto.

ALFA 0144 ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: asterikus - 07 Maggio 2014, 19:02:58
Da oggi mi hanno assegnato il nominativo : CHARLIE 0200 ;-) ;-)

Inviato da RogerKapp

Quanto tempo fa l'avevi richiesto?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: mekflat - 07 Maggio 2014, 19:09:42
Giovedì scorso

Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 07 Maggio 2014, 19:14:04
Scusate ma non capisco il termine "Rete", una rete per essere tale deve contare su dei supporti che la integrano e la rendono fruibile con la garanzia di essere ascoltati in caso di difficoltà.

Il progetto è in se molto interessante perché da possibilità a tutti i possessori di un Pmr di comunicare via radio la dove i segnali telefonici sono assenti, (cosa molto diffusa, basti pensare anche alle isole dove non appena ti allontani in un sentiero perdi il segnale).

RRM è quindi potenzialmente utile ma a mio parere andrebbe integrata a modi FRN per capirci quindi con l'interazione della rete internet e la creazione di una piattaforma web in grado di supportarla.

Solo in questa maniera di avrà la possibilità di utilizzare "nodi" ovvero link radio fatti da una qualsiasi Pmr interfacciata alla rete che consentirà di far sentire a un Siciliano la chiamata di un Valtellinese e viceversa.

Inoltre in caso di emergenza se in zona non vi è nessun operatore la chiamata va persa, se invece c'è una rete qualcuno in qualche parte l'ascolterà sempre e potrà girarla come emergenza per i soccorsi.

Michele
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: mekflat - 07 Maggio 2014, 20:01:14
È un ottima idea Michele ,forse un po difficile da realizzare

Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 07 Maggio 2014, 20:50:05
Solo in questa maniera di avrà la possibilità di utilizzare "nodi" ovvero link radio fatti da una qualsiasi Pmr interfacciata alla rete che consentirà di far sentire a un Siciliano la chiamata di un Valtellinese e viceversa

Beh, l'idea in sè sarebbe buona..peccato che sarebbe palesemente non autorizzata, così come lo è già (in base all'idea sull'uso dei pmr446 che hanno al Ministero) la piattaforma FRN:  beninteso, si torna sempre al solito discorso, son tutte cose "tollerate" (almeno ad ora... ;-)), ma evidentemente i creatori / gestori della RRM son voluti rimanere nella piena legalità.........




Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 07 Maggio 2014, 22:31:54
Beh, l'idea in sè sarebbe buona..peccato che sarebbe palesemente non autorizzata, così come lo è già (in base all'idea sull'uso dei pmr446 che hanno al Ministero) la piattaforma FRN:  beninteso, si torna sempre al solito discorso, son tutte cose "tollerate" (almeno ad ora... ;-)), ma evidentemente i creatori / gestori della RRM son voluti rimanere nella piena legalità.........

Beh, diciamo sempre legalità all'italiana, perchè RRM non si inquadra negli usi previsti per la PMR 446.
Per quell'uso, a norma di legge, sarebbe prevista la banda dei 43 Mhz.
Quindi, in teoria, anche l'iniziativa di RRM non sarebbe in piena regola.
Ma siamo in Italia  :birra:
Titolo: RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 07 Maggio 2014, 23:54:58
Wilson, scusa, ma il tuo voler per forza di cose attaccare sempre e comunque RRM non lo capisco...
Abbiamo capito invece che non la trovi un'iniziativa utile perché l'hai detto più volte, ma forse non hai ancora capito che RRM NON mira a sostituire nessun sistema di sicurezza e/o allerta specifico (leggasi 118 e Soccorso Alpino), ma vuole solo raggruppare gli utenti PMR446 che utilizzano le radio in montagna (uso più che lecito secondo le norme vigenti), dandogli uno pseudocall ed una sorta di organizzazione. Infatti finora, che io sappia, nessuno si è mai salvato la vita tramite RRM ma in tanti l'hanno usata e la usano per fare collegamenti con altri utenti. Punto.
Tutto il resto sono pippe mentali ed elucubrazioni che di reale hanno NULLA.
Se ritieni che RRM non sia pienamente legale, tira fuori gli attributi, assumiti la responsabilità delle tue azioni e SPORGI DENUNCIA alle autorità competenti.

A riempirsi la bocca, insinuando cose non vere, sono buoni tutti...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Maggio 2014, 11:15:55
Giovy, la tua aggressività e il tuo comportamento poco socievole non meriterebbero risposta.
Ma siccome la discussione era in corso con altri utenti, vale la pena spendere per loro quattro parole.
Primo: vai a rileggerti i numerosi interventi che ho fatto sull'argomento e guarda bene cosa ho detto, visto che mi metti in bocca considerazioni e parole che io NON HO MAI DETTO.
Secondo: leggiti le normative vigenti sull'utilizzo di frequenze collettive ad uso libero (quale è la PMR446 ) e capirai che quanto ho detto corrisponde a realtà.
In Italia il servizio PMR 446 è stato istituito con l'attuazione delle disposizioni europee CEPT ERC/DEC/(98)25 e CEPT ECC/DEC/(05)12 ed è assimilato al servizio CB, che prevede comunicazioni di tipo amatoriale hobbistico, non soggette a patente.
Per l'assistenza a specifiche attività, in Italia, esiste il servizio dei 43 Mhz.
Ogni utilizzo delle radiofrequenze che esuli da quanto previsto dalle leggi, è illegale.
Terzo: la tua definizione di RRM non corrisponde assolutamente a quella contenuta nel sito ufficiale dell'iniziativa, che invece recita testualmente:
"La Rete Radio Montana è un progetto che mira ad incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio. Esso propone principalmente l'impiego di una frequenza radio di libero uso, unificata a livello nazionale, che verrà impiegata come canale per l'interscambio di informazioni operative tra più persone durante le attività outdoor, proponendosi quindi come strumento di prevenzione degli incidenti in montagna o in zone boscose."
Il grassetto è così riportato nel sito che evidentemente vuole enfatizzare l'aspetto sicurezza....
Questo particolare non mi sembra da poco e il perchè l'ho già spiegato molte volte ai diretti interessati.
Quarto: di "pippe mentali" ed "elucubrazioni" (come tu le hai definite) io non ne faccio, sopratutto quando si parla di sicurezza (materia della quale mi sono occupato attivamente), mentre invece ne appare infarcito il sito di RRM.
Giovy, Il tuo approccio aggressivo non aggiunge un briciolo di validità a quello che dici e la tua reazione  a me appare molto condizionata.
Gli "attributi" tirali fuori tu rispondendo a modo e instaurando una civile discussione con gli utenti del Forum, invece di aggredire ed insultare.
Per comportarsi incivilmente (sopratutto on line) non ci vogliono "attributi", anzi....
Io ho solo fatto presente come stanno le cose a chi parlava di legalità e tu non facevi parte della discussione.
Ma evidentemente il dire come stanno le cose può dar fastidio.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 77andreagas - 08 Maggio 2014, 11:36:43
Sono sicuro che RRM sia un'ottima idea, per lo meno negli intenti di dare un po di sicurezza in più a quello che già c'è, RRM non si vuole prendere l'onere e l'onore di gestire una rate radio destinata alle emergenze/soccorso.
Proporre e cercare di mettere in essere una cosa che per quanto piccola o grande che sia serva comunque a qualcosa è sempre da apprezzare e da incentivare.
Per quanto rigurada gli aspetti legali di mille leggi leggine interpretazioni non voglio entrarici....sono schifato dal sistema legislativo italico...se fosse per me lo raserei al suolo e iniziere da zero!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Maggio 2014, 12:07:03
Comunque, a completamento di quanto già detto, va evidenziato che il D.Lgs. 259/2003, il Codice delle Comunicazioni Elettroniche", all'art. 105, prescrive il divieto di effettuare la "trasmissione di programmi o comunicati destinati alla generalità degli ascoltatori", sulle frequenze del servizio CB (e assimilati, come appunto quello PMR446).
Questo mi sembra abbastanza per poter affermare che, sulla carta, un vero e proprio "servizio" o "rete" organizzato con l'impiego dei PMR446 non è pienamente legale.
Questa è la legge.
Che poi (fortunatamente) le cose vadano per un altro verso, è un altro paio di maniche.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: poker333 - 08 Maggio 2014, 12:34:25
Citazione
Comunque, a completamento di quanto già detto, va evidenziato che il D.Lgs. 259/2003, il Codice delle Comunicazioni Elettroniche", all'art. 105, prescrive il divieto di effettuare la "trasmissione di programmi o comunicati destinati alla generalità degli ascoltatori", sulle frequenze del servizio CB (e assimilati, come appunto quello PMR446).
Questo mi sembra abbastanza per poter affermare che, sulla carta, un vero e proprio "servizio" o "rete" organizzato con l'impiego dei PMR446 non è pienamente legale.
Questa è la legge.

E' quello che pensavo pure io...in pratica, quando si usa un PMR446 od un Ch CB 27Mhz, per divulgare una comunicazione di carattere generale ad un gruppo indefinito di utenti, questo è un atto improprio.
Mi viene in mente il caso dei Pmr446 usati nei servizi come avvenimenti o manifestazioni.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 77andreagas - 08 Maggio 2014, 12:55:43
Citazione
Comunque, a completamento di quanto già detto, va evidenziato che il D.Lgs. 259/2003, il Codice delle Comunicazioni Elettroniche", all'art. 105, prescrive il divieto di effettuare la "trasmissione di programmi o comunicati destinati alla generalità degli ascoltatori", sulle frequenze del servizio CB (e assimilati, come appunto quello PMR446).
Questo mi sembra abbastanza per poter affermare che, sulla carta, un vero e proprio "servizio" o "rete" organizzato con l'impiego dei PMR446 non è pienamente legale.
Questa è la legge.

E' quello che pensavo pure io...in pratica, quando si usa un PMR446 od un Ch CB 27Mhz, per divulgare una comunicazione di carattere generale ad un gruppo indefinito di utenti, questo è un atto improprio.
Mi viene in mente il caso dei Pmr446 usati nei servizi come avvenimenti o manifestazioni.

Noto che c'è un po di confusione nel leggere ed interpretare le nostre leggi..
Quanto affermato in precedenza è vero fino ad un certo punto, in quanto RRM non svolge un servizio di comunicazioni di avvenimenti o manifestazioni, ma be un qualcosa di dirverso, ovvero cerca di mettere a disposizione un servizio per la salvagurdi e l'incolumità della persona anche se non in mod ufficiale.
Come già detto in altri post sfido a trovarmi un PG o PM che proceda d'ufficio per la violazione dell'articolo 105 sopra menzionato.
Ed aggiungo che il nostro CP (codice penale) e provvisto di leggi definite "scriminati" atte a giustificare la commisione di un reato  quanto tale necessario per SALVARE un'essere umano.

Rimando all'artico 54 del CP.
"Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé o altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo"
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Maggio 2014, 14:04:58
Scusa ma non c'è assolutamente nessuna confusione in quello che abbiamo scritto io e Poker333.
Quella che abbiamo espresso non è un'interpretazione ma il significato letterale ed inequivocabile della legge.
Sono semmai le innumerevoli interpretazioni che si fanno delle varie leggi a provocare confusione.
Quello che hai scritto tu è un'interpretazione.
Le "scriminanti" sono circostanze eccezionali che rendono impunibile un determinato reato.
Ma il fatto in sè rimane comunque un reato e si configura come tale in sede di giudizio.
E' come per l'omicidio per legittima difesa, che non è punito ma rimane pur sempre un omicidio.
Quindi, una cosa è dire che in caso di estrema necessità e per tutela dell'incolumità delle persone l'utilizzo di qualsiasi frequenza radio non è punibile, e altra cosa è parlare dell'organizzazione di una "rete" con tanto di sito web ufficiale (cosa che viene fatta a priori senza che si manifesti una necessità).
Scusate ma quando si parla di leggi, le imprecisioni possono essere fuorvianti.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 77andreagas - 08 Maggio 2014, 14:17:11
Qundi mi stai dicendo che il problema è aver creato un sito web dove tizio caio e sempronio si mettono d'accordo dove trovarsi in caso di emergenza/necessità per salvare una vita umana? Ravvisami dov'è il reato....
Mi sembra che stiamo esagerando.......
Fate come credete ogni persona è libera di intretare le leggi come vuole....resta il fatto che poi c'è chi giudica.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 77andreagas - 08 Maggio 2014, 14:25:41
E comunque resto della mia opinione...se ravviso la neccessità di salvarmi o salvare la vita altrui, uso tutti i mezzi necessari, poi sarò giudicato da chi di dovere.
Spero solo che non ci siano persone che dicano al PM di non aver fatto tutto il possibile per soccorrere a salvare una persona perchè non volevano ingranfere l'art.105.......

73
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Maggio 2014, 14:35:43
Scusami ma io non sto dicendo cosa fare a nessuno.
Anche perchè sono io il primo ad aver sostenuto posizioni non propriamente conformi alle leggi sull'uso delle radio, proprio a supporto della sicurezza.
Ognuno è adulto e maggiorenne, perciò responsabile delle proprie azioni, ma deve essere consapevole delle proprie responsabilità.
Quindi deve essere ben chiaro cosa prevede la legge per rapportarlo a cosa si sta facendo e valutare i possibili risvolti legali.
Qui stiamo cercando di fare questo.
Se permetti, l'organizzare una rete radio a livello nazionale non è proprio una cosa da nulla.
Ancor più se questa rete si prefigge di supportare la sicurezza delle persone (come è esplicitamente e palesemente espresso nel sito di RRM).
Questo non è proprio un cavillo burocratico come stai tentando di far credere tu.
Anche a me, da montanaro incallito quale sono, mi piacerebbe tanto che esistesse un servizio di assistenza e soccorso alle attività outdoor con un'efficiente rete radio (come è per chi va in mare), ma non per questo penso che un tale servizio vada organizzato in proprio ignorando le leggi e i limiti tecnici oggettivi dei mezzi che si hanno a disposizione.
Per me è necessario attivare e sollecitare le Autorità affinchè si ponga rimedio alla carenza specifica, non solo creando i presupposti tecnici (come l'istituzione di una banda di frequenze e la concessione dell'utilizzo di mezzi idonei) ma istituendo un vero e proprio servizio di assistenza e soccorso di terra, in similitudine a quanto già fatto per il mare.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Marcello iw9hli - 08 Maggio 2014, 14:54:59
Vorrei dire la mia su RRM, sicuramente mi attirerò le antipatie di qualcuno, ma è la mia personalissima opinione.

Credo che sia una bellissima idea, l'idea è veramente intrigante una specie di volontariato radiantistico, supportato da volontari  come noi che possano tenere d'orecchio una determinata frequenza per captare eventualmente una richiesta di soccorso, credo che chiunque di noi, radioamatore e non ha il dovere di farlo e la possibilità di farlo a prescindere di appartenere o meno a RRM.

Però questa bella idea è anche troppo ben pubblicizzata, anzi credo che sia più la pubblicità o quello che si vuole far credere, che l'effettiva efficacia del servizio.

E' fin troppo pompata a livello di immagine che crea false aspettative su quello che realmente è, e sopratutto sulla sua efficacia.

Sono d'accordo con Wilson il quale dice che un servizio di emergenza come viene definito è illegale cosi come viene fatto, perché le frequenze hobbistiche hanno uno scopo ed un utilizzo molto diverso, non solo su queste freq. è anche attualmente impossibile connetterci  Internet (FRN), e questo lo dico con dolore perchè sono da sempre stato il primo a connettere le radio sia PMR che CB con la rete.

Se però diciamo che RRM è un movimento che incita tanti radio possessori ad ascoltare più spesso alcune frequenze per captare qualche richiesta di aiuto, sono d'accordo, ma per come è presentata sembra  una cosa professionale e non amatoriale come invece è.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Maggio 2014, 15:02:56
Ovviamente......
.....STRAQUOTO al 100%.  :up:
Anche perchè, è quello che ho detto in molti interventi fatti sull'argomento.
Il discorso della pubblicità mendace è quello che mi urta un pochino, perchè quando si parla di sicurezza in montagna non si può e non si deve scherzare.
Ogni falsa e illusoria aspettativa è pericolosa.
E a leggere il sito di RRM se ne fanno in abbondanza.
Ecco quale è realmente il problema.
Per il resto, ogni buona iniziativa è sempre bene accetta.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 77andreagas - 08 Maggio 2014, 15:15:32
Premettendo che non sono un utente di RRM, non capisco tutto sto accanimento......è strano sto paese, se si cerca di fare qualcosa di buon, c'è sempre chi trova da ridire...
Visto la mancanza di un'attuale sistema comune di collegamento radio in montagna, ben vengano le idee ed i tentativi di migliorare le cose!
Oppure stiamo sempre a dire che ci deve pensare lo Stato???
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Maggio 2014, 15:29:16
Allora col tuo ragionamento sarebbero legittime anche le ronde armate, contro la microcriminalità, organizzate dai residenti di quartieri disagiati .
Scusa ma non è proprio così e non credo che sia un concetto così astruso.
Non sempre il fine giustifica i mezzi.
Poi, lo ripeto, ognuno è responsabile delle proprie azioni.
Ma non è per niente giusto affermare e divulgare falsità a sostegno del proprio operato solo perchè riteniamo giusto il fine delle nostre iniziative.
Le cose vanno dette e spiegate per quello che sono.
Questo non è accanimento contro qualcosa o qualcuno ma onestà intellettuale nel rispetto di sani principi e delle persone che leggono.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 77andreagas - 08 Maggio 2014, 15:36:15
Ci scommettevo le .... che si prendeva l'esempio delle ronde...
E' inutile discutere su questo argomento, ogni uno di noi ha le proprie opinioni, andremmo avanti all'infinito.
Buona giornata a tutti.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Marcello iw9hli - 08 Maggio 2014, 16:37:06
Non c'e' alcun accanimento stiamo dando le nostre impressioni, è un movimento di appassionati che tengono d'orecchio alcune frequenze cercando di autoregolamentarsi e organizzandosi in per ascoltare e segnalare meglio....è bellissima come cosa, però da come è presentata non si capisce l'amatorialità della cosa.....tutto qui.(per me).

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 08 Giugno 2014, 14:58:19
Ritiro su questo thread......chiedendomi:  ma in Toscana la RRM è ancora operativa ?   :-\   

Io......seppur rendendomi conto della limitatatissima copertura di un PMR446......sono ormai mesi che non sento nessuno sul ch 8, tono 16........ed a chiamare non risponde nessuno neppure per sbaglio !!  :P :-\

Io ho in vista una bella fetta di Appennino....è possibile che nessuno (anche durante i gg festivi) abbia in tasca una radio sintonizzata sul ch della RRM ?  Se così fosse, sarebbe proprio triste....... :P 8O

In altre  regioni, in prima linea Piemonte e Lombardia......vedo molta più attività....è la Toscana la "pecora nera" ?  :-\ :P









Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: asterikus - 11 Giugno 2014, 18:41:11

In altre  regioni, in prima linea Piemonte e Lombardia......vedo molta più attività....è la Toscana la "pecora nera" ?  :-\ :P

Anche la Campania...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FL - 06 Luglio 2014, 09:08:23
Ciao ragazzi, vorrei un info. Ho gia' posto la domanda in altri topic. Sono radioamatore ed ho anche concessione pmr446.
Mi sono avvicinato alla radio perche' adoro stare all'aria aperta facendo escursioni anche in zone che non conosco ed all'estero. Spesso nelle zone dove vado il telefono non prende.
Sono una persona molto meticolosa quindi le mie escursioni sono sempre in posti sicuri, ed evito i rischi ma si sa' nella vita non puoi programmare tutto. Quindi sono sempre attento al discorso "sicurezza e comunicazione" .
Per chi ha le mie stesse passioni a parte la frequenza pmr446 e Vhf c'e' qualche frequenza che spesso viene usata come monitor tra radioamatori tipo il 145.500 per chi e' in strada ?
Resto in attesa
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 07 Luglio 2014, 16:33:14
Mi sono appena iscritto e  attendo il nominativo.Trovo fantastica e molto  utile  questa iniziativa!per chi va in montagna come me è utilissima!

Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 07 Luglio 2014, 17:00:11
Il solito stacchetto pubblicitario? :down:
Ci sono 10 pagine di discussione sull'argomento che meritano riflessione.
Un commento così banale è superficiale e inutile.
Pubblicità ingannevole?
Su Rogerk NO GRAZIE!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 07 Luglio 2014, 17:26:14
Mamma mia scusate! :-[ :-[ 8O 8O 8O 8O 8O
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 07 Luglio 2014, 22:02:55
Anche qua in Sardegna !!! Mai nessuno sull'8-16 , solo una volta sono riuscito a collegare T0013 ma non in PMR... Anche se ogni tanto sento qualcuno ma non sono utenti RRM ( ci ho parlato , avevano un G9 sul 16p)


Inviato da T012 (Cagliari)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 07 Luglio 2014, 22:34:49
Il solito stacchetto pubblicitario? :down:
Ci sono 10 pagine di discussione sull'argomento che meritano riflessione.
Un commento così banale è superficiale e inutile.
Pubblicità ingannevole?
Su Rogerk NO GRAZIE!
Scusa wilson, ma da quando in qua un utente non può più dire la sua senza che venga assalito da chi la pensa diversamente?
E poi tu chi sei, per stabilire che un commento sia "superficiale ed inutile"?
Chi ti ha dato il compito di "sceriffo di RogerK"?
Per favore, cerca di non uscire dalle righe e resta nei limiti della correttezza nei confronti di TUTTI gli utenti del forum, specie di chi ha al suo attivo più di 2000 post e non mi sembra affatto un novellino.
Grazie.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 07 Luglio 2014, 22:57:03
Caro Giovy datti una calmata.
Io ho detto ciò che penso e che sembra molto evidente, senza aggredire nè tanto meno offendere nessuno.
Che voi iscritti a RRM siate convinti della bontà di quell'iniziativa lo abbiamo capito bene tutti.
Ci sono 10 pagine di topic in cui io e altri abbiamo espresso molti dubbi ed elementi concreti che evidenziano i molti limiti di rrm.
Continuare a rianimare questo topic con interventi privi di argomenti mi sembra banale e inutile.
Tanto più che gli ultimi interventi dicevano tutta un'altra cosa rispetto all'affermazione di pesciolino 73.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 07 Luglio 2014, 23:05:51
Caro Giovy datti una calmata.
Io sono calmissimo.
Io ho detto ciò che penso e che sembra molto evidente, senza aggredire nè tanto meno offendere nessuno.
Non mi sembra proprio così... tant'è vero che pesciolino73 c'è rimasto male per la tua risposta, come puoi ben vedere dalla sua risposta:
Mamma mia scusate! :-[ :-[ 8O 8O 8O 8O 8O
Continuare a rianimare questo topic con interventi privi di argomenti mi sembra banale e inutile.
Tanto più che gli ultimi interventi dicevano tutta un'altra cosa rispetto all'affermazione di pesciolino 73.
Ciò non toglie che TUTTI abbiano il diritto a dire la loro senza subire aggressioni da chi, come te, la pensa diversamente su questa iniziativa.
E bada bene, io NON sono entrato nel merito della suddetta proprio per evitare di discuterne, visto che la tua posizione è risaputa.
E' solo una questione di gentilezza e rispetto, che obiettivamente in questo caso è venuta meno.
Uno "scusate, mi sono sbagliato", a volte, è un modo più facile per uscirne in modo elegante, invece di continuare ad attaccare.
Stammi bene.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 07 Luglio 2014, 23:14:16
Diciamo che hai un concetto tutto tuo della calma.
Il fatto che pesciolino abbia risposto a bastoni quando si è aperto a denari mi sembra lo abbia ammesso lui stesso.
Ma nessuno è qui a processare qualcuno.
Diciamo che sull'argomento rrm s'è detto abbastanza, anche troppo, e continuare a dire che piace o non piace dopo 10 pagine di discussione è inutile e non arricchisce i contenuti del discorso.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Marcello iw9hli - 07 Luglio 2014, 23:47:38
Il topic lo lasciamo aperto per dare a tutti la possibilità di esprimersi. Anche se personalmente ho espresso parere negativo verso questa iniziativa,  non posso però non dare spazio qui, almeno su questo post sia ai pro che si contro. Mi aspetto un confronto degno del nostro forum.

Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 08 Luglio 2014, 00:09:16
Quando vado in montagna porto da sempre con me un pmr per tenere i contatti con chi sta a valle (famiglia).sapere che eventualmete dico e ripeto eventualmente qualche altro escursionista o addirittura il rifugio stesso dove ipoteticamente sono diretto stia in ascolto su una precisa frequenza condivisa non può che che farmi piacere.se poi questa frequenza sia deserta...per la mancanza di utenti non è una colpa di chi ha avuto questa iniziativa.la Rrm va vista secondo me come condivisione tra escursionisti di notizie relative alla montagna (CONDIZIONI atmosferiche,dei sentieri,rifugi ecc) edeventualmente perche' no anche per chiedere soccorso.tutto qui.

Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Luglio 2014, 09:28:33
Come già detto, sono d'accordo in linea teorica.
Peccato che la cosa funzioni solo in Piemonte e a leggere il sito di RRM sembra invece che esista una rete di soccorso efficientissima su tutto il suolo nazionale.
Il problema non riguarda chi utilizza in modo intelligente e utile i PMR ma chi ha voluto imbastire una fantomatica rete di soccorso senza le necessarie risorse tecniche nè tanto meno la minima legittimazione legale e amministrativa.
Visto che siamo in un forum di radiantismo, ricordo per l'ennesima volta che i PMR non garantiscono la necessaria affidabilità dei collegamenti (per scarsa potenza, qualità degli apparati, impossibilità a installazioni fisse e antenne performanti), mentre per attività come quelle di rrm lo Stato Italiano ha riservato la banda dei 43 MHz, prevedendo risorse tecniche adeguate.
Allora, perché ostinarsi ad operare in PMR?
Ma sopratutto, perché presentare rrm per quello che non è, descrivendola come un'efficiente rete di ascolto e soccorso nazionale?
Io non so perché gli organizzatori agiscano in questo modo, ma di certo non è un comportamento corretto nè tanto meno responsabile, giacché si parla di sicurezza in montagna, argomento che esige serietà, competenza e affidabilità assolute.
Il sito di rrm è tanto bello esteticamente quanto ingannevole e pericoloso per chi non ha molta esperienza di montagna e radio.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 08 Luglio 2014, 09:42:07
Rispondo cosi': un pmr e' alla portata di tutti a differenza di radio 43 mhz e vhf..piu' per professionisti che per escursionisti della domenica....questo tuo calcare il fatto che rrm si voglia sostituire alla reale  ed efficentissima rete si soccorso alpino mi sembra una forzarura fuori luogo...comunque libero di pensarla come vuoi.concludendo ripeto,vedo rrm come un ottima iniziativa per condividere informazioni riguardanti tutti i vari aspetti della montagna in tempo reale.certo la qualita' del servizio e' data dal numero di utenti sul territorio.... Aspettiamo fiduciosi che questa iniziativa si allarghi il piu' possibile....

Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Marcello iw9hli - 08 Luglio 2014, 10:23:49
Anche io la penso come Wilson, ripeto è un bel progetto, di appassionati della montagna che si organizzano e ascoltano in maniera ordinata la frequenza nel tempo libero, ma per come è presentato, con loghi della protezione civile e per i contenuti trae in inganno chi legge ed è poco addentro alla normativa e tecnica radiantistica.

Non si capisce che è una cosa amatoriale, e non vorrei che sia presentato proprio  in questo modo, per qualche motivo in particolare(ricevere finanziamenti).

Sei mesi fa circa ho ricevuto una telefonata di un radioamatore di una associazione radioamatoriale (NON ARI) qui in provincia di Catania, mi diceva se sapevo di questa RRM, perchè una università straniera di biologia voleva salire sull'ETNA per fare delle escursioni e volevano un supporto locale sul territorio.

In pratica questa università straniera contattò RRM, invece di rivolgersi direttamente alle istituzioni, per avere un supporto per salire in sicurezza sul vulcano.

E' una cosa normale questa?

Tant'é che poi di RRM non spuntò nessuno e la gestì la sezione radioamatoriale (non ARI) nominata in precedenza.

Questa è la confusione di cui io parlo, oppure di gente ci si compra un boafeng, perchè ha il nominativo di RRM, quindi si sente investito di non so qualche concessione....(senza essere radioamatore), un pò come quelli della protezione civile......

Marcello
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 08 Luglio 2014, 10:36:29
io la intendo proprio come dici Tu nelle prime righe del tuo passaggio

"ripeto è un bel progetto, di appassionati della montagna che si organizzano e ascoltano in maniera ordinata la frequenza nel tempo libero",


 poi per il resto....non mi addentro in aspetti che non sono alla mia portata.... :-D
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Marcello iw9hli - 08 Luglio 2014, 10:41:24
Invece noi ci stiamo addentrando...  ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 08 Luglio 2014, 11:30:25
.............qualche frequenza che spesso viene usata come monitor tra radioamatori tipo il 145.500 per chi e' in strada ?
Resto in attesa

Hmm, non credo............esistono frequenze a livello regionale  / provinciale/ comunale / "di zona"...... :P ma cambiano da regione a regione....

Qua in Toscana a parte il punto di ritrovo sui ponti (poi....ritrovo...io ci son pochissimo per dire... :-\), ci sono diverse frequenze monitor, fra le quali....a dire il caso...una è proprio quella VHF di RRM.....ma le poche volte che ho provato a trasmettere lì, non ho mai sentito nessuno di RRM, ma giusto radiamatori che al più delle volte non sapevano neppure dell'esistenza su quella frequenza del Ch monitor RRM..... :-\

Comunque...per me questa è cosa positiva per RRM......almeno qualcuno è  in ascolto !! ;-)



Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: DeltaSQ - 08 Luglio 2014, 11:50:57
73 a tutti,
come è già stato detto, il buon esito dell'iniziativa varia da regione a regione, il progetto si chiama "rete radio montana" quindi a a che fare con la Montagna, non tutte le regioni italiane sono piene di appassionati della montagna e non tutti gli appassionati della montagna di ogni regione sono a conoscenza di questo progetto.
Trovo quindi normale che in alcuni casi l'iniziativa abbia preso più piede che in altre situazioni, in ogni caso io come iniziativa la torvo interessante perchè, nonostante i numerosi limiti dei 446 mhz, è comunque un'attività sperimentale e il Radiantismo si basa anche sulla sperimentazione oltre che sul rispetto reciproco  ;-).

73 da DeltaSQ
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: sierra echo - 08 Luglio 2014, 14:23:20
Anche io la penso come Wilson, ripeto è un bel progetto, di appassionati della montagna che si organizzano e ascoltano in maniera ordinata la frequenza nel tempo libero, ma per come è presentato, con loghi della protezione civile e per i contenuti trae in inganno chi legge ed è poco addentro alla normativa e tecnica radiantistica.

Non si capisce che è una cosa amatoriale, e non vorrei che sia presentato proprio  in questo modo, per qualche motivo in particolare(ricevere finanziamenti).

Sei mesi fa circa ho ricevuto una telefonata di un radioamatore di una associazione radioamatoriale (NON ARI) qui in provincia di Catania, mi diceva se sapevo di questa RRM, perchè una università straniera di biologia voleva salire sull'ETNA per fare delle escursioni e volevano un supporto locale sul territorio.

In pratica questa università straniera contattò RRM, invece di rivolgersi direttamente alle istituzioni, per avere un supporto per salire in sicurezza sul vulcano.

E' una cosa normale questa?

Tant'é che poi di RRM non spuntò nessuno e la gestì la sezione radioamatoriale (non ARI) nominata in precedenza.

Questa è la confusione di cui io parlo, oppure di gente ci si compra un boafeng, perchè ha il nominativo di RRM, quindi si sente investito di non so qualche concessione....(senza essere radioamatore), un pò come quelli della protezione civile......

Marcello
73 Marcello ed a tutti gli utenti del forum...

"Non si capisce che è una cosa amatoriale, e non vorrei che sia presentato proprio  in questo modo, per qualche motivo in particolare(ricevere finanziamenti)."

Prendo come spunto il tuo riferimento per porre come diciamo in zona una "graffa" al discorso; in effetti convengo con te che utilizzare il logo della protezione civile sul proprio sito,(bisogna essere autorizzati), è un po una forzatura, in quanto come associazione, di cui faccio parte, non ha una serie di sedi/mezzi per poter fornire dei servizi radio per coprire determinati eventi , feste o  in caso di terremoti/disastri naturali, gia le  sedi della protezione civile NON SONO ATTREZZATE per poter intervenire in questi casi,e di questo posso parlare in quanto faccio parte di una di esse,(gruppo ANA come ex alpino),alcune volte siamo costretti a mettere mano al portafoglio per mettere benzina alla matta,(noi ex alpini chiamiamo cosi il fuoristrada :mrgreen:)....ma questo è un altro discorso.
Tornando a RRM, in questo caso guardando il sito si può travisare il fine ,chi legge può interpretare in modo sbagliato il servizio offerto che è occasionale e del tutto volontario, sebbene che in alcuni casi potrebbe risultare utilissimo in caso di calamità, difatti in alcune regioni, tra cui la mia, ho notato che c'è parecchio movimento ed a poco si formerà un gruppo organizzato, ma nel resto dell'Italia, come siamo messi??
Per quanto riguarda i contributi, caro Marcello, ti posso dire che in questa contingenza finanziaria ricevere un contributo da parte della regione o dello stato è una chimera, noi come P.C. abbiamo richiesto da 3 anni che ci vengano fornite delle pompe nuove e vari attrezzi che servono per interventi in casi di allagamento, e l'unico aiuto è stato un amico che lavora alla sede regionale della protezione civile che ci ha regalato una pompa, a suo rischio e pericolo... :rool:, lascio a voi i pareri....
Quindi se non arrivano a noi, volontari, figuriamoci alle associazioni, e penso che in  tutta Italia ci sarebbe bisogno di una bella rinfrescata di mezzi ed attrezzi per poter dare un servizio migliore.

Per quanto riguarda RRM, resti una buona associazione di "volontari", come soci iscritti manteniamo il suo status come "amatoriale", ma evitiamo di criticarla, in quanto la sua utilità e palesemente dimostrabile se "organizzata".

73 al forum e grazie di sopportarmi :grin:

Luigi
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Luglio 2014, 14:40:05
Per prima cosa, visto che siamo in un forum di radiantismo, mettiamo a posto qualche elemento che è stato tirato in ballo alla rinfusa.
I 43 MHz sono una banda parificata alla CB (e quindi alla PMR) ma destinata all'assistenza di determinate attività outdoor.
È quindi alla portata di tutti e non ha nulla di professionale, ma dispone di risorse  tecniche maggiori rispetto alla PMR (probabilmente per dare maggior affidabilità al servizio).
L'Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani, per esempio, l'ha adottata per l'assistenza alle attività esterne e la consiglia ai gruppi scout che intendono avvalersi delle radio.
La sperimentazione radiantistica poi, è attività specifica dei radioamatori e non riguarda certo la pmr.
Non solo, la sperimentazione non può e non deve riguardare la sicurezza e il soccorso, attività che richiedono invece affidabilità.
La dimostrazione di quanto affermato da me e Marcello, riguardo l'ambiguità del sito di rrm, sono proprio gli interventi degli iscritti a rrm che evidenziano i buoni propositi ma anche la confusione e la contraddittorietà con quanto presentato nel sito.
Quello che voi definite un'iniziativa locale, amatoriale e quindi limitata viene invece pubblicizzata in modo ingannevole nel sito e spacciata per un servizio di sicurezza.
Altra riprova di quanto sopra è l'episodio narrato da Marcello.
Allora, quello che anche io mi chiedo è perché qualcuno organizza un sito web del genere, persistendo nell'ambiguità e l'inganno, nonostante gli sia stato più volte fatto notare che non è corretto?
E il fatto che la cosa coinvolga la sicurezza rende tale comportamento sconsiderato e pericoloso.
C'è forse una lontana speranza di ottenere sovvenzioni?
O forse l'intento di creare una vetrina pubblicitaria per sponsor e professionisti dell outdoor (che guarda caso sono tra gli organizzatori)?
Allora invito tutti gli iscritti a rrm a riflettere seriamente su quanto finora detto e a rivedere la loro posizione sull'organizzazione piuttosto che trincerarsi dietro al fatto che possa essere più o meno utile usare anche un PMR durante un'escursione in montagna.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: DeltaSQ - 08 Luglio 2014, 14:52:25
Beh concordo pienamente però sul fatto che, come dice wilson, se lo scopo di un progetto è quello dell'utilizzo della Radio per sicurezza c'è poco da sperimentare.
Io non sono un iscritto RRM ma mi è capitato di lasciare la Radio accesa sul ch 08 ctcss 16 e sentire chiamare, in tutti i casi si è comunque trattato di un normalissimo qso in pmr446 che non aveva nulla a che vedere con richieste di soccorso o, che ne so, prove di chiamata in caso di bisogno, io che non sono radioamatore sicuramente non affiderei la mia sicurezza in montagna ad un pmr446, da quello che avevo capito io trattasi di un'attività sperimentale che, entro i limiti, potrebbe fare da supporto in situazioni critiche ma ripeto, entro i limiti che quella banda consente.

73 da DeltaSQ
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ2UUF (davj2500) - 08 Luglio 2014, 15:24:31
Ciao a tutti.

Riguardo alla radio in montagna, io avrei dato un'impronta completamente diversa ad un'idea come RRM.
Secondo me sarebbe stato meglio lasciar completamente perdere il discorso emergenza e puntare sul divulgare ed incentivare un uso più aperto della radio in montagna.
Il messaggio poteva vertere sul fatto che con la radio si possono anche scambiare informazioni e due chiacchiere con altri escursionisti presenti nella zona e, per questo, è necessario che tutti portino le radio accese e sintonizzate su un certo canale.
Com'è il sentiero lì avanti, come butta il meteo, c'è posto al rifugio... sono tutte chiacchiere che si possono tranquillamente fare senza impegno.
Molti escursionisti non sono CB né tantomeno radioamatori e vedono al più queste radio come apparecchi per comunicare in maniera privata tra amici: non sono abituati ad usarlo come mezzo per parlare con estranei.
Se poi capitasse un'emergenza, verrebbe naturale chiedere aiuto agli "amici" con cui si sono scambiate due parole poco prima via radio, così come si chiederebbe aiuto ad un passante o ad un abitante del luogo.

I punti che dovrebbero sottolineare nei rifugi e nella cartellonistica sarebbero:
1) tieni la radio accesa e sintonizzata sul canale x
2) se senti qualcuno chiamare per due chiacchiere, sì puoi rispondere anche tu

Ciaoo
Davide
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 08 Luglio 2014, 15:31:09
Non mi sono mai espresso, ma francamente il dubbio che vi siano ben altri interessi in ballo da parte del Sig. Lucarini lo ho sempre avuto.
penso che un PMR con se acceso non faccia certo male a nessuno, che poi sia uno strumento di sicurezza ce ne passa. Sopra tutto che prevenga come citato nel sito.

Concordo che non trovo giusto dare false illusioni. Come dice davj2500, portala con te e se ti capita fai 4 chiacchere.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 08 Luglio 2014, 16:04:52
E dici poco.... Pensa se le avessero tutti che servizio informativo dico informativo  sarebbe per gli appassionati si montagna!


Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 08 Luglio 2014, 16:11:46
D'accordissimo, ma è tutta un'altra cosa rispetto a quello che viene pubblicizzato sul sito di rrm.
Si potrebbe benissimo pensare e organizzare un qualcosa in questi termini, con chiarezza e onestà, elementi essenziali di cui purtroppo rrm non è dotata.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: sierra echo - 08 Luglio 2014, 16:13:20
Ciao a tutti.

Riguardo alla radio in montagna, io avrei dato un'impronta completamente diversa ad un'idea come RRM.
Secondo me sarebbe stato meglio lasciar completamente perdere il discorso emergenza e puntare sul divulgare ed incentivare un uso più aperto della radio in montagna.
Il messaggio poteva vertere sul fatto che con la radio si possono anche scambiare informazioni e due chiacchiere con altri escursionisti presenti nella zona e, per questo, è necessario che tutti portino le radio accese e sintonizzate su un certo canale.
Com'è il sentiero lì avanti, come butta il meteo, c'è posto al rifugio... sono tutte chiacchiere che si possono tranquillamente fare senza impegno.
Molti escursionisti non sono CB né tantomeno radioamatori e vedono al più queste radio come apparecchi per comunicare in maniera privata tra amici: non sono abituati ad usarlo come mezzo per parlare con estranei.
Se poi capitasse un'emergenza, verrebbe naturale chiedere aiuto agli "amici" con cui si sono scambiate due parole poco prima via radio, così come si chiederebbe aiuto ad un passante o ad un abitante del luogo.

I punti che dovrebbero sottolineare nei rifugi e nella cartellonistica sarebbero:
1) tieni la radio accesa e sintonizzata sul canale x
2) se senti qualcuno chiamare per due chiacchiere, sì puoi rispondere anche tu

Ciaoo
Davide
ciao Davide, ti quoto al 100%, mantenere l'uso del pmr come "amatoriale"....
@Ugo da Norcia, chiaramente come detto, il PMR come il cb, come il portatile vhf/uhf oppure l'857 non sono strumenti di sicurezza, ma possono aiutare nel caso di incidente....
@Pesciolino, se avessero tutti le radio, senza saperle usare ci sarebbe un baillame pazzesco, quindi prima propenderei per un educazione all'utilizzo di queste radio, cosa anacronistica....

Mi prenderete per matto, ma se fosse per me, farei fare un corso con un piccolo esamino a chiunque impugni il microfono di una radio....

73 Luigi
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 08 Luglio 2014, 16:16:01
Ma dai per forza! La.cosa da fare in montagna per essere sicuri dei soccorsi non e' certo portarsi una radio dietro quale essa sia ma prima dell ascesa lasciare i propri dati e dire dove si va al gestore..... Se entro tot ore non si rientra vedrete che il gestore da l allarme e scattano in automatico i soccorsi.senza bisogno di radio....


Inviato da RogerKapp

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: JohnDiggle - 08 Luglio 2014, 16:23:13
Mi prenderete per matto, ma se fosse per me, farei fare un corso con un piccolo esamino a chiunque impugni il microfono di una radio....
73 Luigi

Beh dai mi pare eccessivo. Da sempre per la CB e per i PMR non c'è bisogno di nessun tipo di esame, e credo sia giusto così.

Ciao!
A.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine777 - 08 Luglio 2014, 18:11:29
credo che chi copra una ricetrasmittente seria la sappia anche usare...di solito gli acquirenti sono in genere appassionati di radio che da piccoli giocavano con i walkie talkie giocattolo. diversamente invece è la famigliola con i pmr 446  che ne fanno anche un uso incasinato ( parlano insieme come se fossero al telefono)  e poi dicono.....mah queste radio non funzionano.... :mrgreen: :mrgreen: :grin:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 08 Luglio 2014, 20:46:04
credo che chi copra una ricetrasmittente seria la sappia anche usare...di solito gli acquirenti sono in genere appassionati di radio che da piccoli giocavano con i walkie talkie giocattolo. diversamente invece è la famigliola con i pmr 446  che ne fanno anche un uso incasinato ( parlano insieme come se fossero al telefono)  e poi dicono.....mah queste radio non funzionano.... :mrgreen: :mrgreen: :grin:
Io non sarei così "categorico" con un'affermazione del genere... abbiamo visto più e più volte, su questo forum, comprare bibanda radioamatoriali senza sapere nemmeno che frequenze coprivano, senza sapere se potevano o meno usarli e magari usarli per trasmettere su frequenze a caso... quindi... :D
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: sierra echo - 08 Luglio 2014, 21:14:31
credo che chi copra una ricetrasmittente seria la sappia anche usare...di solito gli acquirenti sono in genere appassionati di radio che da piccoli giocavano con i walkie talkie giocattolo. diversamente invece è la famigliola con i pmr 446  che ne fanno anche un uso incasinato ( parlano insieme come se fossero al telefono)  e poi dicono.....mah queste radio non funzionano.... :mrgreen: :mrgreen: :grin:
Io non sarei così "categorico" con un'affermazione del genere... abbiamo visto più e più volte, su questo forum, comprare bibanda radioamatoriali senza sapere nemmeno che frequenze coprivano, senza sapere se potevano o meno usarli e magari usarli per trasmettere su frequenze a caso... quindi... :D
73 Giovy ed a tutto il forum,
Ti quoto perchè è VERO che non è scontata una cosa del genere, non solo in questo forum,in tante occasioni ho visto persone senza titolo usare radio bibanda, ad esempio la scorsa estate ero a Cesenatico con la mia famiglia ed ho visto i bagnini che usavano il Baofeng bibanda per comunicare tra loro, mi sono permesso di chiedere informazioni sulla radio che stavano usando e la risposta è stata: me l'hanno data cosi, io accendo , schiaccio, parlo e spengo!! :grin:
Una risposta così , senz'altro è data da uno che non solo non ha una patente, ma non ha mai usato una radio prima, quindi fino a che verranno vendute liberamente e chiaro che andranno in mano di tutti...(con ciò, non voglio fare una campagna contro la libera vendita delle radio , sia chiaro, non sono un dittatore :mrgreen:).
73 Luigi
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fabio_bz - IN3FOB - 11 Luglio 2014, 08:23:18
ci sono anche io .....ECHO0032-trentino alto adige! pmr-cb.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Paperino - 19 Agosto 2014, 12:34:52
Qui all' Abetone ho provato a fare chiamata a 145.250 ma sembra non esserci nessuno..
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: charlie2 - 24 Agosto 2014, 15:22:55
Ma c'è per caso qualche numeri verde...io è 3 settimane che ho fatto la richiesta per entrare. ..ancora niente   è normale?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 24 Agosto 2014, 15:38:47
Non credo che ci sia un numero verde , poi non so ... A me il nominativo e le password sono arrivate in una settimana
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: vagabondo - 24 Agosto 2014, 15:50:26
Ma c'è per caso qualche numeri verde...io è 3 settimane che ho fatto la richiesta per entrare. ..ancora niente   è normale?
Tieni conto che e' una struttura gestita da un volontario,molto probabilmente  e' in vacanza.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: charlie2 - 24 Agosto 2014, 15:51:34
A okay grazie mille
Saluti
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 24 Agosto 2014, 20:04:16
Ma c'è per caso qualche numeri verde...io è 3 settimane che ho fatto la richiesta per entrare. ..ancora niente   è normale?

...l'amministratore che conosco anche tramite altri Forum,è una persona a modo...lavora in ambito Aeronautico,soggetto a soventi spostamenti...se a tutto ciò sommi che siamo in Agosto...tutto torna...!!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: charlie2 - 24 Agosto 2014, 20:06:25
Okay aspetterò tranquillamente


Mica ho fretta
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 24 Agosto 2014, 20:28:09
Ciao Charlie2,
come indicato in home page del sito, http://www.radioinmontagna.it/, chi gestisce le zone A e B (per intenderci, tutto il nord Italia) è stato in ferie fino al 20/08 ....
vedrai che a giorni riceverai tutto!

Ciao ciao
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: francescoAWL - 26 Agosto 2014, 13:16:50
ALFA313 presente in PMR e VHF!!  Bel progetto.... !
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Paperinik1 - 26 Agosto 2014, 13:46:40

Un saluto a tutti , premetto che sono un principiante , da poco acquistato un PMR446 Polmar Mini ,da portarmi quando faccio le escursioni in montagna ( trekking e Mtb ) , leggendo questo thread non mi e' chiara la vera finalita' di questa iniziativa , a mio parere se parliamo di un modo per scambiarsi notizie , informazioni , indicazioni durante le escursioni e' utilissima , ma se parliamo di soccorso vero e proprio credo che sia un'altra storia.

Per la coronaca ho passato 2 settimane nelle prealpi bergamasche girando sia a piedi che in MTB con la radio spesso sintonizzata sul canale 8 + 114,8 e non mi e' mai capitato di sentire nessuno , tra l'altro non ho capito se si deve utilizzare solo per richieste di soccorso o anche per semplice richiesta di informazioni.

Grazie a tutti !!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 26 Agosto 2014, 13:54:31
Salve, io la uso anche solo per informazioni oppure per saluti fra escursionisti .
Almeno sai che qualcuno ti ascolta e in eventualità ti può dare una mano.
 73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Paperino - 26 Agosto 2014, 13:55:00
Ciao.il canale puoi usarlo tranquillamente ,fa fede ciò che dice il ministero..
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 26 Agosto 2014, 15:00:40

Un saluto a tutti , premetto che sono un principiante , da poco acquistato un PMR446 Polmar Mini ,da portarmi quando faccio le escursioni in montagna ( trekking e Mtb ) , leggendo questo thread non mi e' chiara la vera finalita' di questa iniziativa , a mio parere se parliamo di un modo per scambiarsi notizie , informazioni , indicazioni durante le escursioni e' utilissima , ma se parliamo di soccorso vero e proprio credo che sia un'altra storia.

Per la coronaca ho passato 2 settimane nelle prealpi bergamasche girando sia a piedi che in MTB con la radio spesso sintonizzata sul canale 8 + 114,8 e non mi e' mai capitato di sentire nessuno , tra l'altro non ho capito se si deve utilizzare solo per richieste di soccorso o anche per semplice richiesta di informazioni.

Grazie a tutti !!!
Ciao Paperinik1!
Non preoccuparti, io sono tre anni che effettuo chiamate sull'8-16 e non ho mai ricevuto risposta.
Ma se lo faccio presente mi si taccia di disfattismo e di persecuzione nei confronti di RRM.
Dal 6 al 18 agosto ero a spasso sui Monti Dauini e da quota 1000 metri, con visuale aperta a 360° ho effettuato ripetute chiamate col mio bibanda veicolare ( :shhhh:).
Da lontano vedevo le montagne molisane, il Matese, il Parco nazionale d'Abruzzo le Murge, i Monti Picentini e i monti del Gargano.
Nessuna risposta.
Dal 19 al 23 agosto ho ripetuto le prove dalle montagne intorno a Ovindoli (gruppo del Velino Sirente), da punti molto panoramici, con a portata ottica il Gran Sasso, i Monti della Laga, la Majella, il Parco Nazionale d'Abruzzo, il Terminillo e i Simbruini.
Ti dico solo che durante un'escursione sul gruppo del Velino, da quota 2200 metri ho parlato in diretta con Roma in uhf.
Ma sull'8 mai nessuna  risposta.
Potendo ora andare sulle frequenze radioamatoriali, ho effettuato le prove anche sui 145.250, ma il risultato è sempre stato lo stesso.
Quindi, non parliamo assolutamente di sicurezza ma di un'interessante iniziativa di tipo hobbistico, che come tale va considerata e apprezzata per quello che di utile può fornire.
Ovviamente, chiunque può usare le frequenze PMR 446 liberamente, per gli scopi previsti.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 26 Agosto 2014, 19:35:37
wilson, purtroppo le zone che hai nominato sono MOLTO POCO attive (anzi, direi per nulla). E mi dispiace, perché quando scendo in Puglia mi piacerebbe riuscire a fare due chiacchiere (che sia RRM o altro poco importa). Considera che io ho tutto il Subappennino Dauno a portata ottica, fossi stato giù ti avrei sentito e risposto più che volentieri. :-)
Diverso è il discorso in Piemonte/Lombardia, come avrei notato più volte anche qui sul forum, chiamando su RRM da una vetta aperta verso il basso in queste due regioni, si è quasi sicuri di contattare qualcuno. A volte mi è capitato anche di ascoltare persone sull'8/16 che NON fossero utenti RRM, ma erano lì (con il subtono impostato) perché qualcuno a conoscenza della rete magari li aveva informati/impostato radio.
Alcune zone d'Italia su RRM sono molto attive (e continuano a macinare operatori e contatti, anche interessanti), altre sono ferme. Quelle che hai nominato tu sono le più ferme in assoluto (anche perché in Puglia il monte più alto è Monte Cornacchia, sul Gargano, ad appena 1152 metri).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 26 Agosto 2014, 20:05:50
Confermo! Quest autunno inverno spero di essere molto attivo anche io.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 26 Agosto 2014, 20:28:53
Anche qui in Sardegna non si sente niente sull'8-16. Siamo poco più di 25 untenti se non sbaglio , mi è capitato solo una volta di chiamare un utente RRM per un'allerta meteo e condimeteo. Chiamo spesso ma nessuno risponde ... Una volta mi ha risposo un ragazzo da Elmas (CA) che però non era un utente RRM
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 26 Agosto 2014, 21:16:56
Io sono del veneto, ho fatto qualche qso con altri utenti delle zone vicie (Trentino, Emilia romagna), ma, ti dico la verità, più o meno sono sempre quelli con cui parlo.
Mi affascina però la possibilità di creare dei "Ticket/Avvisi" in modo da avvisare gli altri utenti che nel tal periodo sarò nela zona X per poter fare collegamenti.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 26 Agosto 2014, 22:07:24
wilson, purtroppo le zone che hai nominato sono MOLTO POCO attive (anzi, direi per nulla).
Sono d'accordo, ma io ho nominato praticamente i gruppi montuosi principali di tutta l'Italia centro meridionale.....
E posso aggiungere tranquillamente anche l'Alto Adige, per mia esperienza pregressa e per quello che mi riferiscono miei amici radioamatori ivi residenti.
Quindi sarebbe più corretto dire che per ora l'iniziativa è realmente attiva (intendo on air e non online) in tre o quattro delle 20 regioni italiane.
Il resto per me sono chiacchiere.
Anche perchè, da quello che si può leggere su questo forum, le poche prove sul campo fatte in passato hanno dato risultati deludenti (e non sono giudizi miei, ma di utenti di RRM).
E guarda caso è ormai parecchio tempo che non si organizzano più giornate di verifica sul terreno......
Comunque, torniamo sempre al discorso che l'attività svolta nell'ambito di RRM può essere considerata esclusivamente di tipo dilettantistico e hobbistico, che nulla ha a che vedere con le reti di alllarme e soccorso.
E questo deve essere molto, ma molto chiaro a chi approccia a tale iniziativa, visto che qualcuno si ostina a presentarla per quello che non è (chissà perchè?).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 26 Agosto 2014, 22:28:06
.... ma che lo potrebbe diventare Wilson....
e comunque, in caso di difficoltà, io credo che "Tentar non nuoce"... alla fine, la radio può comunicare dove il cellulare non lo può fare....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 26 Agosto 2014, 22:32:12
Il problema è che alcuni "spacciano"la rete radio montana per un canale d'emergenza , mentre è un canale radio usato in montagna(e non solo) per info sui sentieri e sulle condizioni meteo /allerta meteo e potrebbe essere utilizzato per chiedere aiuto (o meglio di chiamare aiuto per chi lo richiede,mai intervenire da soli se non si è in grado)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 26 Agosto 2014, 22:35:52

Comunque, torniamo sempre al discorso che l'attività svolta nell'ambito di RRM può essere considerata esclusivamente di tipo dilettantistico e hobbistico, che nulla ha a che vedere con le reti di alllarme e soccorso.
E questo deve essere molto, ma molto chiaro a chi approccia a tale iniziativa, visto che qualcuno si ostina a presentarla per quello che non è (chissà perchè?).
Beh, sinceramente io sono un utente RRM ed ho molto chiara l'iniziativa, esattamente nei termini che menzioni (anzi, io la vedo ancora più "radiantistica", nel senso che la uso sopratutto per cercare contatti radio, sia con altri utenti che non). Mai e poi mai mi verrebbe in mente di usarla SOLO come rete di allarme o soccorso, anche perché se devo sperare di trovare qualcuno che mi senta, faccio prima a morire. :-D
Ritengo che la prima sicurezza in montagna (e non mi stancherò mai di dirlo) viene dalla consapevolezza dell'ambiente che si sta affrontando. La seconda viene dalla conoscenza delle nozioni basilari per affrontarla. La terza è NON andare MAI da solo in montagna. La quarta è avere sempre con se un cellulare CARICO. La quinta è avere una radio per tenersi in contatto con il proprio gruppo e ANCHE con il canale di RRM memorizzato.
Come vedi, l'aspetto "allarme e sicurezza" di RRM ha una priorità molto bassa, per me (e dovrebbe essere così per tutti).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 26 Agosto 2014, 22:40:16
ecco... di questo io non lo so; io lo uso x fare dei QSO tranquilli, scambiarci la posizione ed eventuali condimeteo. STOP.
Poi, nel caso, e spero non capiti mai, c'è l'emergenza, in quel caso mi comporterò in altro modo. (Cellulare e nell'ultimo caso Radio).
Concordo con quanto riferito da Giovy
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ2UUF (davj2500) - 26 Agosto 2014, 22:48:01
Ciao a tutti.

In effetti si è fatto molto discutere sul fatto che la Rete Radio Montana pretendesse di sostituirsi ai sistemi di emergenza.
Però sulla home di RRM (http://www.radioinmontagna.it/) leggo questa definizione:

La Rete Radio Montana è un progetto che mira ad incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio. Esso propone principalmente l'impiego di una frequenza radio di libero uso, unificata a livello nazionale, che verrà impiegata come canale per l'interscambio di informazioni operative tra più persone durante le attività outdoor, proponendosi quindi come strumento di prevenzione degli incidenti in montagna o in zone boscose.

Il concetto di "sicurezza" viene interpretato in senso lato, cioè come scambio di informazioni utili durante i percorsi. Condizione dei sentieri, stato dei rifugi, ecc.

A riprova che non sono modifiche dell'ultim'ora, nella vecchia pagina del 2011 (http://web.archive.org/web/20111011221955/http://www.radioinmontagna.it/) riportava:

La Rete Radio Montana è un Progetto che propone l'unificazione a livello nazionale di una frequenza radio di libero uso - che identificheremo come "canale 8-16" - sulla quale potersi scambiare informazioni operative, come ad esempio le condizioni meteo, lo stato di agibilità dei sentieri e delle vie ferrate, le condizioni del manto nevoso e per la richiesta di informazioni utili ai rifugi che aderiscono all'iniziativa, per aumentare la sicurezza in montagna e nei boschi durante le attività outdoor.

In fondo, a leggere la filosofia di RRM, è più o meno quello che auspicavo in questo thread (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=49673.msg585954#msg585954), cioè una campagna di sensibilizzazione perché gli utenti della montagna si portino una radio sintonizzata su un'unica frequenza per dialogare tra loro.

Ora, non so a che successo possa aspirare questa campagna senza poter accedere ai grandi mezzi di comunicazione di massa. Però credo che sia sbagliato continuare a trattarla come un "servizio di emergenza" illegittimo, dato che nella sua filosofia non persegue questo obiettivo.

Ciaoo
Davide
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 26 Agosto 2014, 22:54:51
Ok.
Ma perchè allora sul sito di RRM si legge tutt'altro?
E insisto nell'affermare che le mirabolanti descrizioni riportate dagli organizzatori sul portale web possono avere risvolti pericolosi creando false aspettative a chi si avvicina all'argomento.
Capisco l'entusiasmo nel portare avanti una propria iniziativa, ma quando si prospetta una realtà che non esiste dalla lodevole opera di volontariato si passa alla truffa.
E allora io mi chiedo perchè mai bisogna ostinarsi a portare avanti l'iniziativa in questo modo?
Che interesse hanno gli organizzatori?
Lo ripeto, la buona fede degli utenti come voi è palese.
Ma è altrettanto palese l'atteggiamento ambiguo degli organizzatori.
Allora, perchè non organizziamo qualcosa di simile, ma di molto più chiaro e onesto, in questo Forum?
Senza sponsor e senza false prospettive.
Io la butto là....... ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 26 Agosto 2014, 22:55:28

Ciao a tutti.

In effetti si è fatto molto discutere sul fatto che la Rete Radio Montana pretendesse di sostituirsi ai sistemi di emergenza.
Però sulla home di RRM (http://www.radioinmontagna.it/) leggo questa definizione:

La Rete Radio Montana è un progetto che mira ad incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio. Esso propone principalmente l'impiego di una frequenza radio di libero uso, unificata a livello nazionale, che verrà impiegata come canale per l'interscambio di informazioni operative tra più persone durante le attività outdoor, proponendosi quindi come strumento di prevenzione degli incidenti in montagna o in zone boscose.

Il concetto di "sicurezza" viene interpretato in senso lato, cioè come scambio di informazioni utili durante i percorsi. Condizione dei sentieri, stato dei rifugi, ecc.

A riprova che non sono modifiche dell'ultim'ora, nella vecchia pagina del 2011 (http://web.archive.org/web/20111011221955/http://www.radioinmontagna.it/) riportava:

La Rete Radio Montana è un Progetto che propone l'unificazione a livello nazionale di una frequenza radio di libero uso - che identificheremo come "canale 8-16" - sulla quale potersi scambiare informazioni operative, come ad esempio le condizioni meteo, lo stato di agibilità dei sentieri e delle vie ferrate, le condizioni del manto nevoso e per la richiesta di informazioni utili ai rifugi che aderiscono all'iniziativa, per aumentare la sicurezza in montagna e nei boschi durante le attività outdoor.

In fondo, a leggere la filosofia di RRM, è più o meno quello che auspicavo in questo thread (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=49673.msg585954#msg585954), cioè una campagna di sensibilizzazione perché gli utenti della montagna si portino una radio sintonizzata su un'unica frequenza per dialogare tra loro.

Ora, non so a che successo possa aspirare questa campagna senza poter accedere ai grandi mezzi di comunicazione di massa. Però credo che sia sbagliato continuare a trattarla come un "servizio di emergenza" illegittimo, dato che nella sua filosofia non persegue questo obiettivo.

Ciaoo
Davide

Quoto perfettamente , io la uso quando vado in montagna/sottobosco come canale monitor , sono sempre in ascolto e ogni tanto chiamo con il mio nominativo ma quasi mai risponde qualcuno ...non bisogna spacciarla come canale d'emergenza!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ2UUF (davj2500) - 26 Agosto 2014, 23:10:38
Ma perchè allora sul sito di RRM si legge tutt'altro?
E insisto nell'affermare che le mirabolanti descrizioni riportate dagli organizzatori sul portale web possono avere risvolti pericolosi creando false aspettative a chi si avvicina all'argomento.

Non so, mi sono appena letto tutte le pagine del sito di RRM, ma non capisco a cosa ti riferisci.
Una volta c'erano centrali d'ascolto ed altre cose simili, ma ora non c'è più nulla.
E' ben specificato che i vari coordinatori hanno solo il compito di assegnare questi nominativi convenzionali, che però non hanno alcuno scopo.
In passato (2010) c'erano delle centrali con le seguenti finalità (http://web.archive.org/web/20100404130106/http://www.radioinmontagna.it/):

Le PRF-CAR (Postazioni Radio Fisse / Centri Ascolto Radio) sono strutture atte a coordinare le varie attività in zona e, alcune, provvedono all'allerta dei soccorsi direttamente via radio in caso di incidenti ed emergenze in ambiente montano e boscoso (simile al Canale 16 VHF utilizzato in mare).

Ma già dall'anno successivo non ce n'è più traccia.
Anzi, ogni pagina sottolinea che si tratta di una frequenza convenzionale tra utenti della montagna.
Detto onestamente, non ho trovato sul loro sito attuale alcuna parte che faccia pensare anche alla lontana che si tratti di un servizio di emergenza.

Ciaoo
Davide
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 26 Agosto 2014, 23:13:43
beh,
io come progetto lo ammiro... anche perchè, è presente oramai da 3 o 4 anni... forse anche di più!
E' da ammirare Simone perchè ha iniziato una strada che, credo, nessun'altro finora ha intrapreso.
Ovviamente, come tutte le nuove cose, non è facile trovare subito la "retta via" e, se siamo iscritti a questo forum, tutti noi lo sappiamo che s'impara dagli errori e dagli aiuti (non polemiche!) che ti possono essere dati. Perchè al posto di proporre di creare un "Servizio parallelo" non diamo un aiuto concreto a questo progetto, instaurando un rapporto con l'ideatore?

concordo inoltre con quanto riferisce Davj.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 27 Agosto 2014, 12:14:25
Allora, riapriamo il discorso, visto che non mi piace passare per visionario.
Premetto che, come si è capito, io non nutro simpatia nei confronti dell’iniziativa di RRM non per questioni umorali ma per diverse esperienze e valutazioni tecniche che hanno  condizionato il mio giudizio.
Io ho seguito l’iniziativa praticamente dal suo nascere e ne sono stato subito attratto, viste le mie passioni sia per la radio che per la montagna.
Dopo il primo entusiasmo però ho iniziato a fare delle considerazioni e delle valutazioni tecniche di cui resi partecipi gli organizzatori, con spirito di collaborazione .
La reazione è stata delle peggiori, quasi avessi toccato punti dolenti che non si devono assolutamente trattare.
Era il periodo della “collaborazione” con FRI e io feci anche presente l’illegalità di tale sistema.
Ma apriti cielo! Non l’avessi mai detto…..
Poi, come tu hai detto Davide, il sito (e quindi l’iniziativa) si è evoluto, si è “alleggerito", si è riconfigurato e alcuni errori sono stati corretti.
Ma, come tutti possono notare leggendo il sito, ancora oggi ci si ostina a presentare RRM come attività di supporto alla sicurezza, come se l’iniziativa presupponesse vere e proprie attività sul campo e una struttura operativa reale e affidabile.
Per esempio:
(http://s13.postimg.org/ar6zj0orn/sic.jpg) (http://postimg.org/image/ar6zj0orn/)

(http://s4.postimg.org/ghvw3jzax/sicurezza_RRM.jpg) (http://postimg.org/image/ghvw3jzax/)

(http://s12.postimg.org/az1z1pld5/sicurezza_RRM2.jpg) (http://postimg.org/image/az1z1pld5/)

(http://s17.postimg.org/qbte2agej/sicurezza_RRM3.jpg) (http://postimg.org/image/qbte2agej/)

(http://s24.postimg.org/l23mk12sh/sicurezza_RRM4.jpg) (http://postimg.org/image/l23mk12sh/)


Non mi sembrano messaggi tanto subliminali.
Sono spot tanto chiari quanto falsi, fuorvianti e pericolosi.
E poi leggete voi cosa scrivono dell’organizzazione:

(http://s22.postimg.org/wjyqd0ei5/struttura_RRM.jpg) (http://postimg.org/image/wjyqd0ei5/)

Ad un’analisi testuale del messaggio risulta evidente l’intento di enfatizzare e ingigantire un’iniziativa che seppur lodevole e potenzialmente utile non corrisponde minimamente alle aspettative che scaturiscono dalle descrizioni fornite.
Si usano termini come “struttura operativa”, “articolazione”, “coordinamento” addirittura “giurisdizione”…..
Tali parole sembrano messe lì con evidente intento di far passare RRM per quello che in realtà non è, quasi a volerla mistificare.
E torno a ripetere che nel campo della sicurezza (dove gli organizzatori si ostinano a collocare RRM) creare false aspettative è pericoloso e ostinarsi a farlo nonostante i consigli ricevuti è un atteggiamento sconsiderato e irresponsabile che lascia pensare (senza peccare di eccessiva diffidenza) a secondi fini occulti.
A riprova degli equivoci che il sito di RRM genera viene anche questo comunicato della FIVL, che gli organizzatori evidenziano come “successo” dell’iniziativa, senza rendersi conto dei pericolosi risvolti e delle precise responsabilità che si stanno assumendo.

(http://s15.postimg.org/inlg3xz07/Fivl.jpg) (http://postimg.org/image/inlg3xz07/)

Tra l’altro io volo in parapendio da 15 anni e conosco bene l’attuale direttivo della FIVL, col quale a suo tempo mi confrontai per trovare una possibile soluzione per fornire un supporto alla sicurezza con l’utilizzo delle radio.
Posso dirvi che nel mondo del volo libero il 99% dei piloti che usano una radio, utilizzano apparati LPD modificati o bibanda LPD/PMR ma esclusivamente sui canali bassi LPD.
Molti piloti poi, soprattutto quelli più esperti, non usano la radio perché si infastidiscono a sentire voci in sottofondo mentre volano.
Mi sembra evidente che questo documento è il frutto di fraintendimenti e valutazioni poco realiste derivate proprio dalla scorretta comunicazione adottata dagli organizzatori di RRM.
Allora, se qualcuno esterno a RRM viene indotto in errore e scrive poi certe fesserie (in buona fede), non penso che quello che dico io sia poi così tanto “visionario”.
Inviterei a riflettere seriamente ed oggettivamente sull’argomento, senza fermarsi agli aspetti formali e superficiali della cosa.
Trattando esplicitamente di sicurezza (come ho sopra evidenziato), gli organizzatori si assumono precise responsabilità di cui auguro loro di non dover mai rispondere di fronte a un giudice in caso di coinvolgimento anche indiretto in qualche incidente.
Vi assicuro che per come viene presentata RRM nel suo sito e con quello che è stato scritto dalla FIVL, se qualcuno dovesse subire danni da un eventuale ritardo nei soccorsi, pur avendo utilizzato RRM e chiamato soccorso con un PMR, le responsabilità in un eventuale giudizio legale verrebbero sicuramente a galla.
Purtroppo, come dicevo, ho avuto esperienza diretta in casi di incidenti di volo libero, anche mortali, e conosco benissimo la trafila legale e le ripercussioni spesso molto pesanti che coinvolgono tutti i possibili responsabili di azioni che possano avere anche una minima relazione con quanto accaduto.
Ma al di la delle responsabilità legali ci sono quelle morali che dovrebbero obbligare gli organizzatori di RRM a cambiare atteggiamento, sempre che dietro all’iniziativa non ci siano secondi fini dei quali non ci vogliano rendere partecipi (anche non economici).






Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 04 Settembre 2014, 02:40:29
Ciao a tutti,
è da tempo che non scrivo, ma il lavoro mi porta spesso lontano da casa (faccio un lavoro particolare, e da qualche anno non è più in ambito aeronautico, come detto da Tuscania, ma anzi, adesso passo ancor più tempo fuori casa, e prossimamente anche in sede estera, e per motivi lavorativi non parlo qui della mia professione, anche perchè non è necessario ai fini della divulgazione del Progetto "Rete Radio Montana"). Oggi davo un occhiata alle statitiche del sito, e devo dire che moltissime visite giungono da RogerK, che bene o male contribuisce anch'esso a "parlare" del Progetto, i quali numeri aumentano giorno per giorno. Comincio a rispondere dai messaggi più vecchi (calcolo comunque il 2014, partendo dalla pagina 7 di questa discussione).

Innanzi tutto, secondo me è importante diversificare il termine "sicurezza" dai termini "emergenza" e "soccorso". Un'adeguata attuazione delle procedure di sicurezza, PREVIENE (o meglio diminuisce il pericolo che avvengano) situazioni di emergenza, con la successiva fase di soccorso. Come riportato espressamente nel nostro sito, "La Rete Radio Montana è un progetto che mira ad incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio". <<INCREMENTARE>> è il termine che vi è sfuggito. Il Progetto quindi vuole dare quel qualcosina in più a tutte quelle cose basilari che chi pratica la montagna deve seguire. In poche parole, non parlo nel sito di RETE RADIO DI SOCCORSO, come invece scrivete voi.

Inutile dire che il 90% delle critiche o sputt******ti in più di 6 anni di vita del Progetto (nato nel Marzo 2008) arrivano da Radioamatori (o HAM o OM, che a dir si voglia). Voi avrete studiato per prendere la patente... Vabbene... Considerate però personali i vostri pareri, perchè non sapete quali competenze, esperienze e altro possiede una persona che si espone virtualmente, quando molto probabilmente nella vita reale la cosa cambia (qui http://www.radioinmontagna.it/chisiamo/simone_lucarini.php (http://www.radioinmontagna.it/chisiamo/simone_lucarini.php) non mostro il mio CV, le mie competenze, il mio attuale lavoro (per il motivo di cui sopra) e altro, ma è una cosa estremamente generale, pertanto non significa che uno è meno o più "ignorante" di voi in materia).

Col termine "rete" si intende comunemente una serie di componenti, sistemi o entità interconnessi tra di loro. Di seguito è fornita una classificazione dei diversi tipi di reti. [fonte Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Rete (http://it.wikipedia.org/wiki/Rete). I nodi della Rete Radio Montana sono i singoli utenti dotati di radio. In un'area geografica ristretta (ristretta per ovvi motivi tecnici) più utenti ci sono, più la nostra rete è funzionale e utile. Per quanto riguarda l'integrazione con FRN (non sto a parlarne, tutti grazie a questo forum sapete cos'è), ovviamente sarebbe una cosa molto utile, ma dato che appunto intendiamo fare le cose al massimo della legalità, visto che alcuni concetti sono poco chiari, attualmente non utilizziamo (in passato abbiamo testato anche cio') questo sistema.

Per usare la 43 MHz mi pare che bisogna che ci sia un'associazione (o simili)... Io appassionato di montagna devo perforza iscrivermi a una di queste per utilizzarne uno? Non mi piace come cosa.

"trasmissione di programmi o comunicati destinati alla generalità degli ascoltatori" ... Quindi pure tutti i camperisti/camionisti/automobilisti che usano il ch 5 CB per avvisare di strade interrotte, viabilità, meteo e altro andrebbero tutti ingabbiati...... La R.R.M. è una cosa simile, ma per chi frequenta la montagna, il 5 CB è per chi frequnta strade e autostrade italiane.... Comunque sia già altri hanno risposto alla medesima frase.

"volontariato radiantistico"... NEGATIVO, PASSO. Il Progetto è per gli APPASSIONATI DI MONTAGNA... Se l'appassionato di montagna è anche appassionato di radio, benvenga... Con la RRM può fondere due cose in una.

"Efficiacia pompata"... Voglio che mi troviate nel sito, dove scriviamo cose eclatanti sulla funzionalità (quando invece elenchiamo i problemi tecnici dovuti alla banda, tipo gli ostacoli orografici).

Una cosa, anche se amatoriale, per funzionare al meglio deve avere sempre qualità professionali! E lo Staff del Progetto, vi assicuro che è composto da persone che nella vità quotidiana hanno a che fare professionalmente con alcuni elementi di cui si occupano poi nel progetto. L'amatorialità non si capisce dalla pagina Chi Siamo http://www.radioinmontagna.it/chisiamo/ (http://www.radioinmontagna.it/chisiamo/) che riporta "Il progetto "Rete Radio Montana" è curato e portato avanti da un gruppo di persone appassionate di montagna e delle attività ad essa collegate, di soccorso in ambiente montano, e di radiantismo (radioamatori e non)."?

Citazione
Peccato che la cosa funzioni solo in Piemonte e a leggere il sito di RRM sembra invece che esista una rete di soccorso efficientissima su tutto il suolo nazionale.
Il problema non riguarda chi utilizza in modo intelligente e utile i PMR ma chi ha voluto imbastire una fantomatica rete di soccorso senza le necessarie risorse tecniche nè tanto meno la minima legittimazione legale e amministrativa.
Bhè, direi che nelle pagine successive alla 11 hai detto bene... "Visionario" forse è la parola corretta che hai usato (( H-I ovviamente ))... RETE DI SOCCORSO....... Nel sito non parliamo di ciò, ma poco sopra ti hanno già risposto ottimamente riportandoti citazioni del sito attuale (e del vecchio sito, del 2011).

"con loghi della protezione civile" .... Marcello, per loghi della ProCiv intendi quei tre pallini VERDE, ROSSO e BLU ? .... Proprio, ma proprio non ci siamo: https://www.google.it/search?q=loghi+protezione+civile&client=firefox-a&hs=kKh&rls=org.mozilla:it:official&channel=fflb&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=YrEHVIurIMTT7Aac04CgCw&ved=0CAgQ_AUoAQ (https://www.google.it/search?q=loghi+protezione+civile&client=firefox-a&hs=kKh&rls=org.mozilla:it:official&channel=fflb&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=YrEHVIurIMTT7Aac04CgCw&ved=0CAgQ_AUoAQ)

I finanziamenti se non sei una ONLUS o roba del genere non li ricevi proprio... Noi siamo un gruppo nato su internet, come ad esempio lo è RogerK.

Il discorso dell'Etna mi sa che te l'hanno raccontato molto male... Già... Anzi, mi informerò... Perchè per puro caso chi fece quell'attività era anche socio (se non cariche oltre il socio) di quell'associazione di cui parli, che in poche parole era ""capitanata"" da noi... Sul sito (che non avete guardato bene) c'è tutto:
- http://www.radioinmontagna.it/news/articolo.php?id=25 (http://www.radioinmontagna.it/news/articolo.php?id=25)
- Articoli intermedi a questi due qui: http://www.radioinmontagna.it/news/?pag=2 (http://www.radioinmontagna.it/news/?pag=2)
- http://www.radioinmontagna.it/news/articolo.php?id=31 (http://www.radioinmontagna.it/news/articolo.php?id=31)

Quindi mi è mooolto dubbia se la stessa A.RA.S che si è attivata su nostra chiamata ti abbia detto che non ci conosce.......

Ah.. Le Istituzioni Italiane sono state interpellate dagli austriaci... Ma come siamo soliti fare, non ce li siamo ca****gati.

Prima di aprire bocca bisogna SEMPRE informarsi, senza spu*****re qualcuno... ho tipo 20-30 documenti ufficiali, lettere infiate alle ambasciate austriache in italia, e altro, che ci hanno fornito gli austriaci, molti documenti dei quali sono stati sottoscritti dai loro avvocati e responsabili legali vari (so che sei l'Admin, ma appunto per la figura che ricopri dovresti informarti, eventualmente anche con il sottoscritto...).

Sono arrivato a rispondervi fino alla pagina 11.... Domani continuo con le restanti visto la tarda ora.

PS: io mi scuso per il tono arrogante, anche verso l'admin.. Ma voi menate all'americana... Due bloccano e il terzo picchia... Io sto da solo (anche se invece qualcuno vedo che ha capito il Progetto e ha letto bene il sito).

A domani per il resto.

Simone L.
Coordinatore Nazionale della Rete Radio Montana










Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 04 Settembre 2014, 13:36:06
Mi associo a Simone e condivido in pieno tutte le sue argomentazioni.Mi fa piacere sapere che la "rete" si sta espandendo.Il successo dell'iniziativa è dato dalle adesioni a RRM .
Aderendo anche io a RRM richiedendo il nominativo (ALFA 0303) ne ho fatto partecipe subito la comunità di RGK. Era il mese  di giugno... appena postato ,lodando l'iniziativa vengo subito stoppato da un certo Wilson che in toni non proprio educati scrive:

 -Il solito stacchetto pubblicitario? :down:
Ci sono 10 pagine di discussione sull'argomento che meritano riflessione.
Un commento così banale è superficiale e inutile.
Pubblicità ingannevole?
Su Rogerk NO GRAZIE!-

Sinceramente non capisco tutto questo accanimento verso questa iniziativa( che può essere condivisa o no) ma per favore rispettiamo  i pareri altrui.
Un abbraccio a tutti .(anche a Wilson marameo)

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 04 Settembre 2014, 14:52:20
Ciao Simone e ben riletto.
Mi fa piacere che ci ridai modo di analizzare diversi aspetti di RRM, anche se credo che già siano stati abbastanza discussi in questo Forum.
Comunque, visto che “repetita iuvant”….
Inutile dire che il 90% delle critiche o sputt******ti in più di 6 anni di vita del Progetto (nato nel Marzo 2008) arrivano da Radioamatori
Certo. Ed è normale che sia così, visto che sulla carta (anzi sul web) il progetto sarebbe perfetto,non fosse per l’impossibilità tecnica di realizzarlo sul campo, almeno come prospettato da voi. Mi sembra ovvio che chi conosce bene la radiantistica si accorga subito delle innumerevoli problematiche tecniche alla base di RRM, primi fra tutti i limiti di legge sull’utilizzo delle frequenze PMR.
Considerate però personali i vostri pareri, perchè non sapete quali competenze, esperienze e altro possiede una persona che si espone virtualmente, quando molto probabilmente nella vita reale la cosa cambia
Simone, la cosa è reciproca. Anche tu non sai quali sono le competenze e le esperienze maturate dai tuoi interlocutori, soprattutto di quelli che ti criticano. Io non ne ho fatto mistero e negli interventi passati ho detto molto chiaramente quali sono le mie competenze in fatto di radio, montagna e soccorso.
Rimane il fatto che in questo forum tu troverai di sicuro molte persone competenti in fatto di radio che quindi non potranno esimersi dal farti presente tutti i limiti concreti e normativi della tua iniziativa.
Col termine "rete" si intende comunemente una serie di componenti, sistemi o entità interconnessi tra di loro.
Veniamo alla prima “illusione” del sito di RRM, o meglio dell’iniziativa stessa, visto il nome che le avete dato. Nell’accezione comune il termine rete indica un’entità reale, costituita da qualcosa di stabile, di concreto, che al momento del bisogno si può utilizzare. RRM, nella maggior parte del territorio nazionale non corrisponde a tale accezione. E’, per così dire, una rete fittizia, che si costituisce saltuariamente qua e la per iniziativa privata e spontanea dei singoli iscritti, senza alcun tipo di controllo e coordinamento. Se così non fosse, non si spiegherebbero gli innumerevoli tentativi di collegamento andati a vuoto effettuati da me e da altri utenti di questo forum da qualche anno a questa parte.
Allora, se vuoi essere chiaro e sincero, comincia a cambiare nome all’iniziativa.
Per quanto riguarda l'integrazione con FRN (non sto a parlarne, tutti grazie a questo forum sapete cos'è), ovviamente sarebbe una cosa molto utile, ma dato che appunto intendiamo fare le cose al massimo della legalità, visto che alcuni concetti sono poco chiari, attualmente non utilizziamo (in passato abbiamo testato anche cio') questo sistema.
Simone, non generare altra confusione nel Forum. La posizione di FRN è ben chiara alla luce delle leggi vigenti e, fino a quando queste non verranno modificate, non cambierà. FRN non è legale per i mezzi tecnici di cui si avvale e per le finalità di utilizzo delle frequenze che sono destinate ad altro.
Per usare la 43 MHz mi pare che bisogna che ci sia un'associazione
Assolutamente NO. Il servizio dei 43Mhz è assimilato al CB, quindi di uso libero soggetto a dichiarazione di inizio attività e pagamento di contributo annuo. Le finalità sono però distinte dal CB essendo state definite nell’assistenza ad attività lavorative e sportive e al soccorso a terra e in mare. Gli utenti del servizio 43 Mhz possono essere sia singoli cittadini che organizzazioni ed associazioni (a differenza della CB).Quindi, vedi bene, il servizio 43Mhz sarebbe lo strumento tecnico più appropriato per una iniziativa come la tua. Mi sembra strano che tu sia all’oscuro di tale normativa, avendo costituito RRM ed essendone il coordinatore nazionale. Prima di mettersi a capo di una iniziativa simile, quantomeno ci si dovrebbe documentare un pochino.
"trasmissione di programmi o comunicati destinati alla generalità degli ascoltatori" ... Quindi pure tutti i camperisti/camionisti/automobilisti che usano il ch 5 CB per avvisare di strade interrotte, viabilità, meteo e altro andrebbero tutti ingabbiati...... La R.R.M. è una cosa simile, ma per chi frequenta la montagna, il 5 CB è per chi frequnta strade e autostrade italiane....
Ecco un altro buon motivo per non scegliere la PMR e optare per i 43MHZ.
Un conto sono le consuetudini e le iniziative spontanee, non codificate, un conto è un’organizzazione a carattere nazionale con tanto di sito web e referenti. C’è una bella differenza.
Mi fa piacere che tu inizi ad esprimere qualche limite oggettivo dell’iniziativa, cominciando a renderti conto della realtà.
Ora sarebbe il caso di scrivere queste considerazioni sul sito di RRM in modo chiaro e inequivocabile, togliendo tutti quegli “spot pubblicitari” e quei riferimenti ad organizzazioni e istituzioni di soccorso pubblico che possono indurre in errore il lettore e far nascere fraintendimenti sulla reale natura di RRM.
E le mie non sono pure supposizioni teoriche, visto che di fraintendimenti palesi ce ne sono già stati due: quello dell’Etna e quello della FIVL (col suo documento della Commissione Sicurezza che fa accapponare la pelle a chi, come me, vola da 15 anni).
Sono sicuro che una volta ripulito il sito da tutte le inesattezze e dai termini altisonanti che falsano la percezione del lettore sulla reale natura di RRM, l’iniziativa si potrà sviluppare in modo limpido e consapevole da parte sia degli iscritti sia di chi vi approccia dall’esterno, evitando ulteriori pericolosi fraintendimenti che in determinate e malaugurate circostanze possono dare luogo a spiacevolissime ripercussioni di carattere legale e amministrativo.
73 e 51 a tutti (compreso pesciolino73  :birra:)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 04 Settembre 2014, 16:48:41
Beh, che dire dap questi ultimi post.....
Forpse e' da apmmirare una personal come simone x il progetto che ha creato e per tt il tempo che ha dedicafo e  he tutt'ora dedica cn tanto impegno.....
 Certo et che se c'è da 'limare' qualcosa, si può parlare direttamente con l'ideatore dell'iniziativa senza scrivere così tanto! La libertà di farlo poi spetta sempre al 'capo del progetto' se lo ritiene opportuno.... altrimenti, amici come prima...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 04 Settembre 2014, 17:10:56
Beh, che dire dap questi ultimi post.....
Forpse e' da apmmirare una personal come simone x il progetto che ha creato e per tt il tempo che ha dedicafo e  he tutt'ora dedica cn tanto impegno.....
 Certo et che se c'è da 'limare' qualcosa, si può parlare direttamente con l'ideatore dell'iniziativa senza scrivere così tanto! La libertà di farlo poi spetta sempre al 'capo del progetto' se lo ritiene opportuno.... altrimenti, amici come prima...
Tutti i miei suggerimenti li ho dati anni addietro come "aspirante membro" della RRM attraverso i contatti del sito.
Vista reazione scomposta e scortese degli organizzatori, su RRM ci ho messo una pietra sopra serenamente.
Ora però che mi ritrovo ancora RRM sbandierata a destra e manca anche in questo Forum, mi sento di mettere i puntini sulle i.
Che facciano quel che vogliono sul loro sito, ma qui non è opportuna la loro pubblicità mendace.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 04 Settembre 2014, 17:26:33
Beh, wilson, non guardiamo il pelo sull'uovo... le sue motivazioni le ha date.... se riterrà opportuno farà le modifiche. Ma nn m sembra mche sia pubblicità mendace.....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 04 Settembre 2014, 18:33:47
Beh, wilson, non guardiamo il pelo sull'uovo... le sue motivazioni le ha date.... se riterrà opportuno farà le modifiche. Ma nn m sembra mche sia pubblicità mendace.....
Ok, mettiamola così.
Il forum è un portale di amanti della radio, dove i contenuti tecnici dovrebbero essere di un certo livello.
Questo non vuol dire che tutti gli utenti che scrivono devono essere super esperti ma chi sa di meno chiede e chi sa di più risponde mettendo a disposizione la sua conoscenza.
Allora in quest'ottica, siccome alle obiezioni tecniche e legali da me sollevate nessuno ha finora risposto in modo logico ed esauriente, ma si continua solo a dire "che bella RRM" "a me piace" o "a me non piace", io ogni volta che riparte la cantilena ripresento i soliti problemi.
Non mi stancherò mai di dire che questa mia ostinazione nasce non tanto da una passione maniacale per la radio, quanto da un forte senso di responsabilità e onestà intellettuale che mi obbliga a mettere BENE in chiaro tutte le ripercussioni che l'iniziativa può avere REALMENTE sul piano della sicurezza (visto che gli slogan sul sito RRM sbandierano la parola sicurezza).
Voi dite che RRM è utile.
Io dico che la sua minima utilità concreta viene di gran lunga superata dai potenziali pericoli delle false aspettative che il sito web genera in molti lettori.
E gli episodi citati dimostrano non solo che queste false aspettative esistono realmente, ma anche che a "confondersi" non sono solo persone inesperte.
Questo non mi sembra proprio un pelo nell'uovo......
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ice67 - 04 Settembre 2014, 21:33:21
Va bene l'Italia è un paese di grandi oratori che bla bla bla.... ma chi critica perche' anziche' parlare non promuove qualcosa di meglio? capisco che è facile puntare il dito e lamentarsi ma qualche idea tu che critichi ce l'hai o ti piace solo scrivere ?
ci sono persone che magari hanno anche avuto la possiblita' di verifcare che la rete pur piccola che sia funziona te lo sei mai chiesto? il mondo non è solo  tuo che non hai mai avuto risposta o interpreti le informazioni e le foto del sito RRM  a modo tuo .... su dai  non hai altro da fare non smontare qualcosa che qualcuno che ha avuto piu' testa di te' sta portando avanti con tante difficolta' e passione....
ci sono tante altre cose che vale la pena commentare negativamente  ......
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 04 Settembre 2014, 21:39:03
Se tutti noi c mettiano in ascolto sui canali adibiti a RRM, sicuramente potrà avere una copertura maggiore!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 04 Settembre 2014, 22:01:11
Finchè leggo certe risposte è ovvio che continui a scrivere.
Secondo me fate finta di non capire, oppure intervenite senza aver letto, non dico tutte le pagine del topic, ma almeno le ultime.
Io non voglio "smontare" proprio nulla.
Quello che dico, e mi pare di averlo detto già abbastanza (ma continuerò a ripeterlo finchè rispondete dimostrando di non aver capito), è che RRM, pur rimanendo un'iniziativa utile di per sè, è resa pericolosa e ingannevole per come viene presentata e pubblicizzata dagli organizzatori.
Tale mistificazione, effettuata con ostinazione e incoscienza, vanifica l'utilità dell'iniziativa con i pericoli ben maggiori che genera in molti lettori inesperti (e non solo visti gli episodi trattati nelle risposte precedenti) del sito web, che sembra architettato ad arte per creare false aspettative e un'idea di RRM che non corrisponde alla reltà dei fatti.
Caro ice67, chi ha organizzato RRM non ha avuto così tanta testa se dimostra poi su questo Forum di non conoscere neppure le leggi che regolamentano l'uso delle radiofrequenze e viene qui a divulgare falsità ed inesattezze.
Prima di imbarcarsi in un progetto con certe pretese, la testa dovrebbe dire di informarsi.....
E poi, di risposte e idee SERIE sull'argomento ne hai ricevute sul topic che proprio tu hai aperto "Cellulare e valli alpine".
Se poi vuoi proprio usare un PMR per la tua sicurezza in montagna e ritieni sia sufficiente, liberissimo di farlo, ma non di spacciare la tua scelta come la migliore.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ice67 - 04 Settembre 2014, 22:09:14
Caro Wilson tu che critichi e fingi di non capire hai di meglio da proporre ?
rispondi chiaramente non poemi che non portano a nulla.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 04 Settembre 2014, 22:16:23
Caro Wilson tu che critichi e fingi di non capire hai di meglio da proporre ?
rispondi chiaramente non poemi che non portano a nulla.
Qui si parla di RRM e non di altro.
Ho espresso molte idee per renderre l'iniziativa più"limpida" e meno "pericolosa".
Se vuoi conoscerle leggiti gli interventi già postati.
Se vuoi parlare di altro, apri altri topic.
Mi sembra di averti già risposto in modo molto chiaro e coinciso in quell'altro tuo topic dove, guarda caso hai tirato sempre in ballo RRM.
Ma qui l'argomento è RRM e di questo parlo.
E' così che funziona il Forum.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ice67 - 04 Settembre 2014, 22:26:44
Certo si parla di RRM ma vedo solo critiche e nessuna proposta migliore..... ti avevo chiesto una soluzione e una risposta seria anche per rispetto di chi si sbatte piu di tè per portare avanti un progetto valido.
Domanda ma se ad oggi i membri di RRM sono 1364 possibile che solo una persona non riesce a capire e mette in dubbio la struttura ?
ci stava forse di piu' una critica maggiormente costruttiva sull'utilizzo dei PMR magari o della poca distribuzione dei membri in determinate aree ma quello che scrivi propio non ha senso se non segno di frustrazione verso un qualcosa che mi sfugge....
ma perche' quando si tenta di fra qualcosa di utile ce' sempre chi spara a zero....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 04 Settembre 2014, 22:33:37
Certo si parla di RRM ma vedo solo critiche e nessuna proposta migliore..... ti avevo chiesto una soluzione e una risposta seria anche per rispetto di chi si sbatte piu di tè per portare avanti un progetto valido.
Domanda ma se ad oggi i membri di RRM sono 1364 possibile che solo una persona non riesce a capire e mette in dubbio la struttura ?
ci stava forse di piu' una critica maggiormente costruttiva sull'utilizzo dei PMR magari o della poca distribuzione dei membri in determinate aree ma quello che scrivi propio non ha senso se non segno di frustrazione verso un qualcosa che mi sfugge....
ma perche' quando si tenta di fra qualcosa di utile ce' sempre chi spara a zero....
Allora tu non vuoi capire il problema di base.
NON E' POSSIBILE FARE QUELLO CHE RRM PROPONE, (per come lo propone) CON DEI PMR, per limiti tecnici e legali.
Cosa c'è da migliorare?
Se poi si intende RRM, come si è detto ormai centinaia di volte come iniziativa spontanea e amatoriale, a caratere prettamente hobbistico, non c'è molto da lavorarci su.
Basta un sito web veritiero e chiaro che attiri l'attenzione e pubblicizzi l'iniziativa, senza creare false aspettative.
Spero di essere stato abbastanza chiaro, ma non preoccuparti sono a tua completa disposizione.  :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 04 Settembre 2014, 22:39:20
ma perche' quando si tenta di fra qualcosa di utile ce' sempre chi spara a zero....
Forse perchè quel qual cosa, per come è stato fatto, rischia di essere più dannoso che utile.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ice67 - 04 Settembre 2014, 22:47:06
Bene quindi se non hai altre risposte e idee migliori non ti resta che tirarti fuori e non pensare neanche piu' che esista. cè qualcuno che ci crede e per favore evitiamo in futuroaltre critiche negative abbiamo bisogno di utenti sicuri e certi che quel che si sta creando sia una cosa utile per tutti e piu' saremo piu' avra' successo. grazie
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 04 Settembre 2014, 23:50:42
Buonasera a tutti. Eccomi qui a scrivere la seconda parte; continuo a rispondere ai post dalla pagina 12 (compresa) in poi, fin quando anche stasera non mi stufo.

Anche per la Toscana, è inutile ripetere che la Rete si è sviluppata molto in alcune regioni, mentre in altre poco, se non per niente. Da questa sezione http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/ (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/) cliccando sulle singole regioni, potrete consultare il numero di Utenti presenti, aggiornato in tempo reale.

Rileggo anche che un altro utente parla del logo della Protezione Civile... Ho già risposto nel precedente post (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=49673.msg595734#msg595734 (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=49673.msg595734#msg595734)).

"pubblicità ingannevole", "inganno"  sono termini che proprio non condivido (anche altri utenti non li hanno condiviso); forse lo ripeterò più avanti rispondendo ai post successivi, dato che hai usato spesso questi termine spesso. VETRINA PUBBLICITARIA PER SPONSOR..... hahahaahahahahahaahhhaha.... Ma dove? parli della Stickerland? Ci fanno gratuitamente i volantini (quelli seri non prelevabili dal sito => http://www.radioinmontagna.it/news/articolo.php?id=18 (http://www.radioinmontagna.it/news/articolo.php?id=18)), penso sia dovuto riportarli! Come è dovuto riportare i negozi che offrono sconti ai membri del progetto.

"Secondo me sarebbe stato meglio lasciar completamente perdere il discorso emergenza e puntare sul divulgare ed incentivare un uso più aperto della radio in montagna" ... Il termine EMERGENZA/SOCCORSO lo continuerete a vedere, ma sotto la parola FINALITA' !!! (Finalità = Obiettivo finale, futuro....... Situazione attuale = quello che è a desso la Rete ===>>> http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/ (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/)).

"Non mi sono mai espresso, ma francamente il dubbio che vi siano ben altri interessi in ballo da parte del Sig. Lucarini lo ho sempre avuto." ... Esponi, senza alcun problema, i tuoi dubbi... Esponi le tue ipotesi!

"Si potrebbe benissimo pensare e organizzare un qualcosa in questi termini, con chiarezza e onestà, elementi essenziali di cui purtroppo rrm non è dotata." .... Non dire ciò a uno che dedica quasi tutto il suo tempo per la Patria... Uno che ha giurato fedeltà per la salvaguardia delle libere istituzioni... Che rischia la vita anche per la sicurezza del cittadino. Mi sento profondamente toccato e mi girano i gemelli, se viene dato del disonesto a me i ai miei fidati collaboratori, scelti da me. Moderiamo i termini.

"Qui all' Abetone ho provato a fare chiamata a 145.250 ma sembra non esserci nessuno.." ... molto probabilmente il prossimo inverno troverai più di qualcuno nel comprensorio sciistico dell'Abetone, per una collaborazione che molto probabilmente nascerà.

"Tieni conto che e' una struttura gestita da un volontario,molto probabilmente e' in vacanza." ... Io (Coord. Nazionale) non asegno gli ID attualmente; alcuni collaboratori dello Staff si occupano delle varie regioni, e probabilmente quello della tua Regione è in ferie. Sul sito, nelle news, viene scritto quando i periodi di assenza di qualcuno sono prolungati.

"Per la coronaca ho passato 2 settimane nelle prealpi bergamasche girando sia a piedi che in MTB con la radio spesso sintonizzata sul canale 8 + 114,8 e non mi e' mai capitato di sentire nessuno , tra l'altro non ho capito se si deve utilizzare solo per richieste di soccorso o anche per semplice richiesta di informazioni." ... Già è stato detto che la Rete in alcune zone và, e in altre non và... Ma è in continua crescita. Per l'uso che se ne deve fare, già in Home Page è descritto egreggiamente.

"Non preoccuparti, io sono tre anni che effettuo chiamate sull'8-16 e non ho mai ricevuto risposta.
Ma se lo faccio presente mi si taccia di disfattismo e di persecuzione nei confronti di RRM." .... Già sai il motivo... detto, ridetto e stradetto. Se lo fai (e se lo hai fatto) NON ti è mai stato detto di tacere o che perseguiti. Ma sicuramente ti è stato detto quello che già ho scrito pocanzi. Ti autorizzo a mostrare prove, e-mail e altro in cui facciamo quello di cui tu ci accusi.

"E posso aggiungere tranquillamente anche l'Alto Adige, per mia esperienza pregressa e per quello che mi riferiscono miei amici radioamatori ivi residenti." che pizza... che pizzaaa... mo pure in A-A hai nascosto dei ricevitori spia? (H-I) .... Hai creato insomma un esercito di radioamatori che in t-utti i comuni dell Sudtirol (bellisimi posti, ci ho lavorato per qualche mese) stanno sempre in ascolto sull'8-16, e invece di sperimentare sulle loro radioamatoriali, passano le ore a vedere se RRM funziona, così al minimo NO te lo riferiscono, così hai modo di sparlare qui... Ok...... Scherzi a parte.... Ho già citato la sezione per vedere i numeri di Utenti presenti.... In TAA sono pochi. Li sono pochi pure quelli che si considerano italiani... Pochi ma buoni, come si suol dire!

"Il problema è che alcuni "spacciano"la rete radio montana per un canale d'emergenza , mentre è un canale radio usato in montagna(e non solo) per info sui sentieri e sulle condizioni meteo /allerta meteo e potrebbe essere utilizzato per chiedere aiuto (o meglio di chiamare aiuto per chi lo richiede,mai intervenire da soli se non si è in grado)" ... Non la spaccio di certo io per Canale di Emergenza. Se si, ditemi dove... Voglio le prove in cui noi affermiamo che "Attualmente la RRM è utilizzata per chiamate d'emergenza".

Non mi fate l'esempio del Soccorso Cinofilo Liguria... Perchè li davvero avviene ciò: http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/liguria.php (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/liguria.php) ... Contattate direttamente loro se pensate che non sia vero, e che mettiamo cose false sul sito per "pubblicizzare" cose inesistenti.

"Ritengo che la prima sicurezza in montagna (e non mi stancherò mai di dirlo) viene dalla consapevolezza dell'ambiente che si sta affrontando. La seconda viene dalla conoscenza delle nozioni basilari per affrontarla. La terza è NON andare MAI da solo in montagna." ... Ma ovviamente, e anche nel sito diciamo questo: http://www.radioinmontagna.it/risorse/ (http://www.radioinmontagna.it/risorse/) (aprite i link "Regole di base per la sicurezza in montagna", "Organizzare un'escursione" e "l'ARTVA" ......

davj2500 ... Ti ringrazio per aver mostrato le prove, che nel sito non facciamo "pubblicità" su cose false... Ma confermi quelle che sempre sono state le fondamenta del Progetto! Hai postato anche versioni del sito del 2011 (abbastanza anni fa) per mostrare che anche in passato era così, e non abbiamo cambiato i fatti perchè avevamo paura che Wilson e fratelli (di pensiero) buttasserò popò sul tutto.

"Ma perchè allora sul sito di RRM si legge tutt'altro?" ... Come già detto da davj2500, sul sito si legge quello che lui ha riportato nella formula "così com'è" qui nei suoi post.

"Allora, perchè non organizziamo qualcosa di simile, ma di molto più chiaro e onesto, in questo Forum?" ... sei liberissimo di farlo... come sei liberissimo di, come abbiamo fatto noi in questi anni, organizzare meeting, riunioni con varie organizzazioni, preso contatti con importanti enti e organizzazioni, e molto altro.

"non bisogna spacciarla come canale d'emergenza" ... già spiegato... mostrateci dove lo consideriamo come tale, salvo il discorso Liguria, già spiegato pocanzi.

"La reazione è stata delle peggiori, quasi avessi toccato punti dolenti che non si devono assolutamente trattare.
Era il periodo della “collaborazione” con FRI e io feci anche presente l’illegalità di tale sistema.
Ma apriti cielo! Non l’avessi mai detto….
" ... Ti autorizzo a postare le e-mail. Se non le trovi, mandami in privato il tuo indirizzo e-mail con le quali avevamo dialogato... inviami anche il tuo QRZ Ministeriale... Probabilmente ti sarai presentato come Radioamatore, e sarà facile per me ritrovare le e-mail scambiate... Così le riportiamo qui sul Forum.

"Si usano termini come “struttura operativa”, “articolazione”, “coordinamento” addirittura “giurisdizione”…..
Tali parole sembrano messe lì con evidente intento di far passare RRM per quello che in realtà non è, quasi a volerla mistificare.
" .... Uso parole TECNICHE, perchè dietro a tutto il Progetto, pure se è portato avanti da uno stupidotto di 23 anni, c'è stato un attento studio, una pianificazione di mesi... Che negli anni ha portato ai numeri e hai fatti (collaborazioni) che vedete sul sito. Continuerò a usarli pertanto.

"fini occulti" ... dai, mostraci qualche ipotesi dei fini occulti.. sono curioso (e forse lo sono gli altri lettori, che così decidono se la Rete è bella o brutta).

"A riprova degli equivoci che il sito di RRM genera viene anche questo comunicato della FIVL, che gli organizzatori evidenziano come “successo” dell’iniziativa, senza rendersi conto dei pericolosi risvolti e delle precise responsabilità che si stanno assumendo." .... Ti informo che la collaborazione e tutto quello che c'è dietro, è stato prima studiato con il responsabile della COMMISSIONE SICUREZZA della FIVL, che non è uno stupido qualunque se ha voluto fare quello che ha fatto. E molto probabilmente sa qualcosa in più di te in fatto di Volo Libero, di incidenti nello stesso e in tutto quello che concerne la sicurezza nel volo libero. http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/collaboratoriufficiali.php (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/collaboratoriufficiali.php) e http://www.fivl.it/index.php?option=com_acymailing&ctrl=archive&task=view&listid=3-avvisi-di-sicurezza&mailid=30-pillole20140428&tmpl=component (http://www.fivl.it/index.php?option=com_acymailing&ctrl=archive&task=view&listid=3-avvisi-di-sicurezza&mailid=30-pillole20140428&tmpl=component) (questo è recente).

"Molti piloti poi, soprattutto quelli più esperti, non usano la radio perché si infastidiscono a sentire voci in sottofondo mentre volano." o i mie grandi dubbi... Forse era così in passato.

"Mi sembra evidente che questo documento è il frutto di fraintendimenti e valutazioni poco realiste derivate proprio dalla scorretta comunicazione adottata dagli organizzatori di RRM." ... Già detto.. mi sa proprio che sottovaluti la figura del responsabile del settore SICUREZZA della Federazione Italiana Volo Libero, che è l'Ente deputato a gestire il tutto, le relazioni sugli incidenti (anche dal punto di vista tecnico e legale).

"Vi assicuro che per come viene presentata RRM nel suo sito e con quello che è stato scritto dalla FIVL, se qualcuno dovesse subire danni da un eventuale ritardo nei soccorsi, pur avendo utilizzato RRM e chiamato soccorso con un PMR, le responsabilità in un eventuale giudizio legale verrebbero sicuramente a galla." ... VI ASSICURO... termine fine che va utilizzato con cautela.... SECONDO ME, IO CREDO SECONDO QUELLO CHE SO, sono più giusti, come ogni cosa al mondo (tranne la morte... quella prima o poi ci prende a tutti).

"Ma al di la delle responsabilità legali ci sono quelle morali che dovrebbero obbligare gli organizzatori di RRM a cambiare atteggiamento, sempre che dietro all’iniziativa non ci siano secondi fini dei quali non ci vogliano rendere partecipi (anche non economici)." ... Vabè, nei miei due lunghi post ho risposto pure a questo.

Domani continuo a rispondere ai post di oggi, ovvero dalla pagina 16 in su.... Ho i crampi alle mani, e le allucinazioni agli occhi... E domani si replica!

Notte  ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 08:01:45
Caro Simone vedo che il tempo passa ma tu non cambi.
Continui a scrivere fiumi di parole senza rispondere realmente a nessuna domanda o obiezione.
Di questo te ne do merito. Mi ricordi Cettola Qualunque.... :grin:
Ora non ti offendere se poi escono fuori certe considerazioni anche personali, perchè ti ho spiegato che se è vero che chi legge non può conoscere tutte le tue competenze, è vero altrettanto che tu non conosci l'esperienza e la cultura tecnica di chi ti parla.
Io l'attuale presidente della commissione sicurezza (non faccio nomi di persone che non c'entrano nulla, ma tu continui a tirarlo dentro) lo conosco bene da 15 anni, cioè da molto prima che avesse cariche ufficiali nella Fivl e insieme abbiamo portato avanti una campagna di sensibilizzazione su diverse tematiche all'interno di un forum di volo libero. Tra gli argomenti trattati c'era anche l'utilizzo delle radio per la sicurezza in volo.
Ma tu Simone cosa vuoi saperne di queste cose se all'epoca andavi in giro in bermuda col cestino della merenda?
Scusa se nel doppio degli anni che ho vissuto mi sono dato parecchio da fare e ho fatto molte esperienze.
Anche per quanto riguarda la tua professione, non vantartene troppo.....potrebbe esserci qualcuno che quando tu andavi all'asilo aveva già fatto molto più di te.
Quindi, come ti avevo detto, 'fly down' ;)
E questi sono consigli da fratello maggiore che mi hai tirato fuori con le tenaglie.
Ma qui stiamo parlando d'altro e teniamo fuori tutto il resto che non viene minimamente messo in discussione.
Poi, sempre parlando di esperienza vissuta, in passato, quando la CB era fiorente, il canale 9 forniva un servizio molto più efficiente di RRM.
Io personalmente ho usufruito di aiuto e ho contribuito aiutando qualche mal capitato.
Tutto questo funzionava senza siti web, senza grandi progetti né definizioni altisonanti, ma semplicemente con la buona volontà della gente che si dava da fare.
Ora se RRM conta più di 1300 iscritti e poi sul terreno, in moltissime zone, non si sente nessuno, non mi sembra un buon segno.
Forse manca qualcosa al progetto e c'è qualcosa di troppo....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 05 Settembre 2014, 08:27:48
@ice67 - forse non trovi tante risposte da parte di chi non crede al progetto perchè fa prima e perde meno tempo a lasciar stare piuttosto che combattere una battaglia persa in partenza. Voi ci credete, bravi. Andate avanti a riempirvi la bocca di belle parole e non di fatti.

Io non ci credo, sono stato in ascolto per giorni e giorni in due anni e mutismo assoluto. Ho fatto chiamate e 2 sole volte mi è stato risposto sempre e solo dallo stesso operatore.
Quindi concludo che non funziona.

Poi una radio la tengo quasi sempre con me, se ho bisogno, io, chiamo un pò da tutte le parti, a partire da dove dovrei avere degli amici in ascolto, e spero in bene.

Aggiungo, anch'io ho il sospetto che dietro ci siano degli interessi economici mal celati. Ovviamente posso sbagliare, come te.

Ciao
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 08:51:01
Poi Simone, visto che nel "tuo staff" c'è anche un radioamatore, mi spieghi come fai ad essere all'oscuro delle normative relative all'impiego delle radio frequenze e a ignorare l'esistenza di un'alternativa legale e tecnicamente più valida come quella dei 43Mhz?
E, da quanto mi risulta per come si è evoluta RRM, non eravate neanche a conoscenza che FRN in Italia non è legale.
Se permetti (ed essendo in un forum di radioamatori è d'obbligo sottolinearlo) io non mi sarei mai aspettato tali ignoranze da un radioamatore patentato che non può non sapere.
Ma volendo interpretare le cose in modo molto benevolo, posso anche comprendere che l'entusiasmo dei vent'anni abbia prevalso sulla prudenza e la ponderatezza che dovrebbero guidare un progetto come quello in cui ti sei imbarcato.
Allora, però, quando qualcuno con un po' più di esperienza ti fa presente alcune obiezioni tecniche e legali precise e circostanziate, tu non rispondere con le solite frasi fatte al solo scopo propagandisctico, con toni irritati. Cerca piuttosto di riflettere seriamente sulle ripercussioni negative che il tuo progetto, così tanto pubblicizzato, può generare.
Quando uno si mette in rete si espone ad all'attenzione pubblica e inevitabilmente si assume certe responsabilità nei confronti di chi legge.
Allora, prima di pubblicare certe inesattezze e alcune falsità, che nel corso degli anni si sono lette sul sito di RRM, e in parte sono scomparse (per fortuna e intercessione dei ropmpic....i come me), avresti fatto bene a pianificare un po' meglio il progetto e, nel caso, chiedere la collaborazione di persone più qualificate ed esperte nella materia radiantistica.
Queste sono considerazioni inevitabili, che nascono dai fatti e dalle tue risposte.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 05 Settembre 2014, 09:11:41
Bongiorno a tutti,
Sono stati scritti fiumi di parole, chi è favore, chi è contrario, e la discussione  potrebbe andare avanti all’infinito. Nel mio piccolo posso dirvi che per tutto lo scorso inverno specialmente di sabato da una posizione elevata e molto aperta (1900 M circa in provincia di lecco) avro’ fatto centinaia di chiamate sul ch 8 (molte volte anche col tono 16) e ho ricevuto risposta da non piu’ di 3/4 utenti di rrm tutti da alture del piemonte.
Quindi concordo con chi dice che rrm è un’iniziativa lodevole in quanto aggiunge qualcosa e forse fa sentire importanti gli utenti che possono fregiarsi dell’indicativo “alpha- charlie 00000 rrm” ,ma all’atto pratico (a mio parere) serve a ben poco se il suo scopo principale è quello di aumentare la sicurezza degli escursionisti in caso di emergenza
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 09:23:16
Bene quindi se non hai altre risposte e idee migliori non ti resta che tirarti fuori e non pensare neanche piu' che esista. cè qualcuno che ci crede e per favore evitiamo in futuroaltre critiche negative abbiamo bisogno di utenti sicuri e certi che quel che si sta creando sia una cosa utile per tutti e piu' saremo piu' avra' successo. grazie
E' esattamente quello che avevo deciso di fare fino a quando, da appassionato di radio e radioamatore, non mi sono ritrovato RRM ancora tra i piedi anche in questo Forum. E io sono iscritto a RogerK dal 25 luglio 2006, molto prima che nascesse RRM.
Non sono mica io che apro certi topic o faccio certi interventi pubblicitari, privi di qualsiasi contenuto tecnico......
E poi, lascia stare che a tentare di azzittire gli utenti del Forum non ci si guadagna, credimi.  ;)
Se si parla di un determinato argomento si accettano tutti i pareri, quelli positivi e quelli negativi e gli unici legittimati a chiudere topic o bannare interventi sono gli Amministratori.
Così, tanto per ricordare le buone maniere...... ;)
E poi, scusa, ma tu chiedi proposte e idee.
Ma le risposte nell'altro tuo topic (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=54833.msg595966;topicseen#new) non le leggi?
Lì puoi trovare molte idee e considerazioni tecniche serie.
Lo so che RRM non viene presa in considerazione, ma ci sarà un motivo se quando si parla seriamente di certe cose quell'iniziativa non viene menzionata.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Settembre 2014, 10:57:56
Invece di continuare a scrivere post su post, con sempre le stesse cose scritte in 20 pagine, mi fate finire di rispondere a tutti vostri post, senza che in poche ore dal mio ultimo riscrivete 2000 cose?, sennò non la finiamo più?

"Continui a scrivere fiumi di parole senza rispondere realmente a nessuna domanda o obiezione." ... no, ma ti sei accorto che qui i fiumi di parole li stai scrivendo te da 20 pagine? Con dentro sempre le stesse cose? E come ho scritto alla fine dei miei due post, devo ancora finire di rispondere ai post di altre pagine?

Sto rispondendo post per post, se ogni volta è così non finisco più. Il Bue che dice cornuto all'Asino proprio... Tu che dici a me di non concludere niente e che non rispondo egreggiamente alle mie domande, fammi vedere che sei quindi più superiore e più saggio di un 23 enne e rispondi alle mie..... Rispondi sul discorso delle e-mail (riportale qui, o dammi indirizzo e-mail con nominativo ministeriale così da poterle ritrovare eventualmente).... Anche io in due post ho chiesto delle risposte.... tu pretendi in due post riposte a tuoi 500 post lunghissimi ogni volta?

A più tardi...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 05 Settembre 2014, 10:58:59
Non mi dilungo troppo  a leggere i poemi scritti dai pro e contro.....  di certo, non c'è più sordo di chi non vuol sentire!
Caro Wilson... hai lungamente esposto le tue ragioni.... ora basta! Son sempre quelle cose che scrivi e continui a ripetere in forme diverse!!
Credo c sia un limite ragionevole a tutto....
Alla fine, chi va in montagna dovrebbe sapere cm comportarsi, se accade qualcosa d grave cn RRM nn sei tu che vai in mezzo a grane... e neanche i vari iscritti al progetto!
Non vuole essere un messaggio offensivo x nessumo, ma mi sembra che questo argomento è stato discusso abbondantemente con ragioni di entrambi i fronti...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Alinghi - 05 Settembre 2014, 11:01:30
Da come la vedo io, RRM è una iniziativa lodevole, ma a mio avviso c'è un problema di fondo.
Io entro sul sito rrm, leggo di questa iniziativa, leggo che la rete, è formata da utenti attivi con radio pmr, e che la copertura della rete è proporzionale al numero di utenti che sono presenti.
A questo punto vado nella cartina per vedere come è la situazione  in una data regione, e vedo ad esempio che in Trentino, ci sono almeno 230 utenti attivi, allora penso che li la rete sia efficiente e ci sia copertura quasi ovunque.

Ecco il problema sono proprio gli utenti considerati attivi, che invece non lo sono.

Gli utenti che si sono iscritti, e hanno il loro nominativo alfa xxxxxx, dovrebbero sapere che sono loro rrm, ovvero loro costituiscono la rete, e per far si che la rete funzioni, dovrebbero avere la possibilità di dare il loro contributo e fare un pò di ascolto anche quando non sono impegnati in montagna.

Altrimenti è inutile richiedere il nominativo rrm, perchè poi si arriva al punto che ci sono 1300 utenti iscritti, ci sono regioni con oltre 200 iscritti, e poi tu provi a fare chiamate e c'è il deserto totale.

Allora è inutile sfoggiare questi numeri se non sono veritieri, meglio avere pochi iscritti, ma veramente attivi.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Settembre 2014, 11:06:42
Da come la vedo io, RRM è una iniziativa lodevole, ma a mio avviso c'è un problema di fondo.
Io entro sul sito rrm, leggo di questa iniziativa, leggo che la rete, è formata da utenti attivi con radio pmr, e che la copertura della rete è proporzionale al numero di utenti che sono presenti.
A questo punto vado nella cartina per vedere come è la situazione  in una data regione, e vedo ad esempio che in Trentino, ci sono almeno 230 utenti attivi, allora penso che li la rete sia efficiente e ci sia copertura quasi ovunque.

Ecco il problema sono proprio gli utenti considerati attivi, che invece non lo sono.

Gli utenti che si sono iscritti, e hanno il loro nominativo alfa xxxxxx, dovrebbero sapere che sono loro rrm, ovvero loro costituiscono la rete, e per far si che la rete funzioni, dovrebbero avere la possibilità di dare il loro contributo e fare un pò di ascolto anche quando non sono impegnati in montagna.

Altrimenti è inutile richiedere il nominativo rrm, perchè poi si arriva al punto che ci sono 1300 utenti iscritti, ci sono regioni con oltre 200 iscritti, e poi tu provi a fare chiamate e c'è il deserto totale.

Allora è inutile sfoggiare questi numeri se non sono veritieri, meglio avere pochi iscritti, ma veramente attivi.

230 in Trentino???? NO! --> http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/trentino-alto-adige.php (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/trentino-alto-adige.php)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 05 Settembre 2014, 11:07:36
Sono d'accordo che è inutile continuare a scrivere le stesse cose. Ognuno rimane arroccato nelle proprie posizioni.

Ognuno può sperimentare l'efficacia. basta andare in una qualsiasi montagna e fare chiamata.

Dopo di che dipende dalla propria onestà affermare o meno che la cosa funzioni.
A me, ripeto, non ha mai risposto nessuno.

Idea lodevole ma totalmente inefficiente.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Settembre 2014, 11:13:54
Ah, questo è uno screenshot di poco fa che riporta gli ultimi collegamenti effettuati dagli utenti della Rete (non tutti i collegamenti vengono riportati o riportati subito, e comunque la lista continuerebbe):

(http://s30.postimg.org/hemwhq0i9/grifus_log_5set14.png)

click qui per vederla in grande: http://s30.postimg.org/hemwhq0i9/grifus_log_5set14.png (http://s30.postimg.org/hemwhq0i9/grifus_log_5set14.png)

Tale pagina è visualizzabile solo per chi ha l'ID.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 05 Settembre 2014, 11:22:44
435 collegamenti in 19 mesi in tutta Italia mi sembrano proprio un pò pochini. Francamente pensavo fossero ben di più. Un solo collegamento in Italia al giorno, anche meno.
Titolo: Re: RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Settembre 2014, 11:25:57
435 collegamenti in 19 mesi in tutta Italia mi sembrano proprio un pò pochini. Francamente pensavo fossero ben di più. Un solo collegamento in Italia al giorno, anche meno.

Sapete leggere? Ho appena specificato che NON viene inserito ogni collegamento che viene effettuato!!! Quella sezione di GRIFUS infatti è in fase beta/test! Quindi non fate ironie del cavolo, quando vi vengono già anticipati i fatti.

L'osservazione che era da fare, era che le regioni dove sono stati fati sono sempre quelle! E poi nel periodo estivo ci sono meno visite al sito, e una persona magari non va in giro col PC!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 05 Settembre 2014, 11:30:33
Non è ironia ma un dato di fatto che se chiamo nessuno mi risponde. Poi, se credi, mettilo pure in discussione. Contento tu.

Cmq, buona fortuna per il proseguimento del progetto.

Chiudo altrimenti andiamo avanti senza nessun beneficio tutta la vita.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Settembre 2014, 11:36:02
Non è ironia ma un dato di fatto che se chiamo nessuno mi risponde. Poi, se credi, mettilo pure in discussione. Contento tu.

Cmq, buona fortuna per il proseguimento del progetto.

Chiudo altrimenti andiamo avanti senza nessun beneficio tutta la vita.

Ma quante volte è stato detto che in alcune va, in alcune va meno e in altre zone non va per niente? Ci vuole molto a capire che nella zona che frequenti tu NON VA evidentemente? No, perchè sembra che io ho detto che anche nella zona che frequenti tu è efficentissimo il tutto! Sei dell'Umbria visto il tuo nick? Contiamo 15 ID assegnati... Ciò mostra che l'Umbria non è poi così attiva, o no? Ovvero, è confermato quello che in tanti hanno già detto!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 05 Settembre 2014, 11:40:57
Ehehehe... Simone, a dispetto del nick, Ugo da Norcia in realtà è milanesissimo. :-D
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Settembre 2014, 11:45:12
Ehehehe... Simone, a dispetto del nick, Ugo da Norcia in realtà è milanesissimo. :-D

Ti chiedo scusa, ho visto adesso che sei di Milano dal tuo profilo. Ti riporto alcuni collegamenti effettuati nella tua regione:

(http://s29.postimg.org/5l5c8gt5j/grifus_log_5set14_2.png)

In grande: http://s29.postimg.org/5l5c8gt5j/grifus_log_5set14_2.png (http://s29.postimg.org/5l5c8gt5j/grifus_log_5set14_2.png)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 11:50:36
Ma quante volte è stato detto che in alcune va, in alcune va meno e in altre zone non va per niente? Ci vuole molto a capire che nella zona che frequenti tu NON VA evidentemente? No, perchè sembra che io ho detto che anche nella zona che frequenti tu è efficentissimo il tutto! Sei dell'Umbria visto il tuo nick? Contiamo 15 ID assegnati... Ciò mostra che l'Umbria non è poi così attiva, o no? Ovvero, è confermato quello che in tanti hanno già detto!!
Non mi sembra proprio che sul sito di RRM vengano dette in modo così chiaro queste cose e che si evidenzino tutti i limiti pratici dell'iniziativa. Anzi si fa ben altro....
E comunque, fino a quando in questo forum si terrà aperto questo topic e si continuerà a fare affermazioni false, imprecise e illusorie su RRM sarà utile e doveroso rispondere in modo compiuto e puntuale evidenziando i problemi che possono avere risvolti pericolosi.
E questo vale anche se si ripetono sempre le stesse cose, perché qualcuno, con cadenza puntualissima, ripresenta sempre lo stesso argomento senza aggiungere un briciolo di novità o di valore tecnico.
Io non ho MAI riaperto questo topic.
Mi sono SEMPRE limitato a rispondere ai puntualissimi spot pubblicitari che appaiono nel Forum.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Alinghi - 05 Settembre 2014, 11:53:04
230 in Trentino???? NO! --> http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/trentino-alto-adige.php (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/trentino-alto-adige.php)

Si hai ragione ho sbagliato regione, comunque il senso del mio discorso è quello, troppi utenti registrati, forse anche solo per avere un nominativo rrm, e poi spariti nel nulla.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Settembre 2014, 11:57:22
Ma quante volte è stato detto che in alcune va, in alcune va meno e in altre zone non va per niente? Ci vuole molto a capire che nella zona che frequenti tu NON VA evidentemente? No, perchè sembra che io ho detto che anche nella zona che frequenti tu è efficentissimo il tutto! Sei dell'Umbria visto il tuo nick? Contiamo 15 ID assegnati... Ciò mostra che l'Umbria non è poi così attiva, o no? Ovvero, è confermato quello che in tanti hanno già detto!!
Non mi sembra proprio che sul sito di RRM vengano dette in modo così chiaro queste cose e che si evidenzino tutti i limiti pratici dell'iniziativa. Anzi si fa ben altro....
E comunque, fino a quando in questo forum si terrà aperto questo topic e si continuerà a fare affermazioni false, imprecise e illusorie su RRM sarà utile e doveroso rispondere in modo compiuto e puntuale evidenziando i problemi che possono avere risvolti pericolosi.
E questo vale anche se si ripetono sempre le stesse cose, perché qualcuno, con cadenza puntualissima, ripresenta sempre lo stesso argomento senza aggiungere un briciolo di novità o di valore tecnico.
Io non ho MAI riaperto questo topic.
Mi sono SEMPRE limitato a rispondere ai puntualissimi spot pubblicitari che appaiono nel Forum.

Sul sito riportiamo:
"La funzionalità della rete si esplica attraverso la presenza nella zona di apparati radio contemporaneamente in funzione sul CH 8-16; la sua efficienza è direttamente proporzionale al numero di apparati presenti (nodi). Ogni nodo corrisponde al singolo individuo dotato di radio. Il CH 8-16 viene utilizzato per gli scopi indicati nel paragrafo "Finalità" di questa pagina."

Se una persona fonde questa frase, con il numero di persone presente nelle varie regioni, ha la risposta che tu dici che non mostriamo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Settembre 2014, 12:02:28
230 in Trentino???? NO! --> http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/trentino-alto-adige.php (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/trentino-alto-adige.php)

Si hai ragione ho sbagliato regione, comunque il senso del mio discorso è quello, troppi utenti registrati, forse anche solo per avere un nominativo rrm, e poi spariti nel nulla.

Vabè, prima tu dicevi che non hai mai sentito nessuno in anni. Io ti ho mostrato che, seppur limitato, un piccolo movimento c'è! C'è da dire inoltre che non conosco il numero di volte in cui una persona va in escursione, ma alcuni molto di frequente (ad esempio Guide Alpine proprio della tua regione).

Questa è un'altra schermata di GRIFUS che chi non è del Progetto non conosce:

(http://s21.postimg.org/bnnwqipbb/avvisi.png)

Ingrandimento: http://s21.postimg.org/bnnwqipbb/avvisi.png (http://s21.postimg.org/bnnwqipbb/avvisi.png)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 12:17:04
Ma quante volte è stato detto che in alcune va, in alcune va meno e in altre zone non va per niente? Ci vuole molto a capire che nella zona che frequenti tu NON VA evidentemente? No, perchè sembra che io ho detto che anche nella zona che frequenti tu è efficentissimo il tutto! Sei dell'Umbria visto il tuo nick? Contiamo 15 ID assegnati... Ciò mostra che l'Umbria non è poi così attiva, o no? Ovvero, è confermato quello che in tanti hanno già detto!!
Non mi sembra proprio che sul sito di RRM vengano dette in modo così chiaro queste cose e che si evidenzino tutti i limiti pratici dell'iniziativa. Anzi si fa ben altro....
E comunque, fino a quando in questo forum si terrà aperto questo topic e si continuerà a fare affermazioni false, imprecise e illusorie su RRM sarà utile e doveroso rispondere in modo compiuto e puntuale evidenziando i problemi che possono avere risvolti pericolosi.
E questo vale anche se si ripetono sempre le stesse cose, perché qualcuno, con cadenza puntualissima, ripresenta sempre lo stesso argomento senza aggiungere un briciolo di novità o di valore tecnico.
Io non ho MAI riaperto questo topic.
Mi sono SEMPRE limitato a rispondere ai puntualissimi spot pubblicitari che appaiono nel Forum.

Sul sito riportiamo:
"La funzionalità della rete si esplica attraverso la presenza nella zona di apparati radio contemporaneamente in funzione sul CH 8-16; la sua efficienza è direttamente proporzionale al numero di apparati presenti (nodi). Ogni nodo corrisponde al singolo individuo dotato di radio. Il CH 8-16 viene utilizzato per gli scopi indicati nel paragrafo "Finalità" di questa pagina."

Se una persona fonde questa frase, con il numero di persone presente nelle varie regioni, ha la risposta che tu dici che non mostriamo.
Ma allora Simone, perchè nascono certe "aberrazioni" dalle collaborazioni con altri soggetti come quel comunicato della Fivl?
Ma vi rendete conto o no cosa è stato erroneamente scritto e dei risvolti sul piano della sicurezza che tali affermazioni possono avere?
Io conosco bene la realtà del volo libero perché pur volando poco in questo periodo, in passato ho praticato molto intensamente l'attività e sono rimasto in contatto con diversi istruttori di volo e piloti professionisti.
E da parte mia ti dico che quel comunicato non ha la minima aderenza con la realtà dei fatti e il che mi preoccupa.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 05 Settembre 2014, 12:23:45
MODERATORE.... PER FAVORE, PRENDI LE REDINI DI QUESTO ARGOMENTO PERCHÉ NON NE ANDIAMO PIÙ FUORI!!
ci sono 2 forze uguali ma opposte che non ci fanno muovere da questo scoglio!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 05 Settembre 2014, 12:51:33
MODERATORE.... PER FAVORE, PRENDI LE REDINI DI QUESTO ARGOMENTO PERCHÉ NON NE ANDIAMO PIÙ FUORI!!
ci sono 2 forze uguali ma opposte che non ci fanno muovere da questo scoglio!!
Rimbo, andando un po' ot, questi sono i pregi (e i difetti) della democrazia, come in politica ognuno dice quello che gli pare anche se poi stringi stringi si tratta di aria fritta...e siamo punto e a capo. Poi gli italiani per metterli d'accordo è veramente dura, stai sereno :-D :-D :-D
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Alinghi - 05 Settembre 2014, 12:53:06
230 in Trentino???? NO! --> http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/trentino-alto-adige.php (http://www.radioinmontagna.it/ilprogetto/situazioneterritoriale/trentino-alto-adige.php)

Si hai ragione ho sbagliato regione, comunque il senso del mio discorso è quello, troppi utenti registrati, forse anche solo per avere un nominativo rrm, e poi spariti nel nulla.

Vabè, prima tu dicevi che non hai mai sentito nessuno in anni. Io ti ho mostrato che, seppur limitato, un piccolo movimento c'è! C'è da dire inoltre che non conosco il numero di volte in cui una persona va in escursione, ma alcuni molto di frequente (ad esempio Guide Alpine proprio della tua regione).

Questa è un'altra schermata di GRIFUS che chi non è del Progetto non conosce:

(http://s21.postimg.org/bnnwqipbb/avvisi.png)

Ingrandimento: http://s21.postimg.org/bnnwqipbb/avvisi.png (http://s21.postimg.org/bnnwqipbb/avvisi.png)


Ecco quello che volevo dire.
Ti sembra normale che su 227 utenti iscritti, in quella regione, nell'arco di 3 settimane, tra l'altro a ridosso delle belle giornate e ferie di ferragosto, ci siano solo 4 utenti attivi?
Praticamente solo il 5% degli iscritti risulta essere attivo,   e questo è il vero problema della RRM.
Purtroppo tanti iscritti, ma alla fine pochi nodi attivi.

La rete non funziona, perchè gli utenti iscritti, che si sono impegnati a far parte del progetto rrm, poi alla fine non collaborano.

Forse non si è capito che il 8-16 lo può utilizzare anche chi non è iscritto a rrm, non è che ci si deve iscrivere per poter utilizzare il 8-16.
Ci si dovrebbe iscrivere solo se si vuole entrare a far parte del progetto, e quindi si è disponibili a prestare un pò di collaborazione al progetto.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ice67 - 05 Settembre 2014, 13:34:09
Ecco l'italia fatta da ciarlatani sempre pronti a criticare i lavori altrui. E quando gli chiedi di proporre qualcosa fan orecchie da mercanti e poi col tempo si uniscono in una cricca difesa anche dai moderatori.se una cosa n vi piace si evita mi pare sia una cosa ovvia tra persone normali quindi e ripeto statene fuori tanto sarete uno fra i tanti ke n risponderete mai. Anke x dispetto. Buon lavoro RRM.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 05 Settembre 2014, 13:34:40
A me di avvisi operativi ne arrivano molti...certo è impensabile pensare ad esempio che se domani vado sul monviso devo aver la certezza che qualcuno mi risponda....

il problema è posto male!!!

Se fosse un servizio offerto da un ente ufficiale avrebbe ragione Wilson! Mi lamenterei anche io . (Ma il tutto è su base volontaria e GRATIS!!!)




Per come la vedo io RRM è un tentativo ottimo e ribadisco ottimo nel provare a dare un servizio in più a chi va in montagna!!!

Ovviamente la qualità del  progetto è data dagli utenti attivi... ma questa sarà SEMPRE una condizione  variabile..


Avete presente  le applicazioni Waze o Coyote? io le uso entrambe e si basano qualitativamente sul numero degli utenti attivi... addirittura Coyote costa quasi 50 euri all'anno... !!! quando gli utenti sono presenti è il mglior programma disponibile del mondo(Coyote...)  ti avvisa di tutto !!! ma quando non ci sono0 utenti  attivi pensi di aver buttato i soldi!!!
Io le continuo ad usare entrambe  ben sapendo i vantaggi  e  i limiti di progetti che funzionano qualitativamete grazie alla condivisione fra utenti attivi.
L' intuizione di RRM è ottima e al passo coi tempi!!! la qualità del servizio dipende dagli utenti non da chi ha progettato il tutto !!!


Sarebbe fantastico se ogni rifugio fosse dotato  di apparecchio pmr sempre acceso e sintonizzato  su 8/16... ... sarebbero risolti tutti bi problemi....chissà un domani da questo iniziale progetto... si arriverà anche a questo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 13:53:40
Non sono per niente d'accordo sulla necessità di chiudere ora questo topic, visto che cominciano ad uscire fuori considerazioni e dati interessanti.
La valutazione poi spetta ai Moderatori.
Ma questo chiamarli in causa a sproposito non è corretto, così come non sono corretti gli interventi di ice67 che si dimostra incapace di sostenere un confronto civile ed offende utenti e moderatori.
Chi si stufa a leggere questo topic può benissimo non aprirlo più. Qual'è il problema?
Poi, volendo essere MOLTO concreti, io attendo ancora molte risposte.
Per esempio, qualcuno mi può giustificare certe "ignoranze tecniche" evidenziate da me ed altri che hanno determinato errori di progettazione dei RRM?
Oppure, mi volete rispondere alla domanda sulla scelta del servizio PMR anzichè di quello dei 43Mhz?
Oppure, mi spiegate perchè si sono scelti certi spot ingannevoli e, per esempio, anzichè scrivere "comunicazioni radio in montagna" o "comunichiamo in montagna per la nostra sicurezza" anzichè declamare in tutte le pagine "SICUREZZA IN MONTAGNA con le comunicazioni radio"?

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 05 Settembre 2014, 14:06:21
Io sorrido ancora quando ricordo che tempo fa qualcuno (chissà chi) ha chiesto sul forum come si alimentava un vecchio CB Alan veicolare, regalatogli dal nonno. Risposta, con un alimentatore.  A bene anche quello della calcolatrice? La dice lunga sulle conoscenza tecniche in materia.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Settembre 2014, 14:10:28
Non sono per niente d'accordo sulla necessità di chiudere ora questo topic, visto che cominciano ad uscire fuori considerazioni interessanti.
La valutazione poi spetta ai Moderatori.
Ma questo chiamarli in causa a sproposito non è corretto, così come non sono corretti gli interventi di ice67 che si dimostra incapace di sostenere un confronto civile ed offende utenti e moderatori.
Poi, volendo essere MOLTO concreti, io attendo ancora molte risposte.
Per esempio, qualcuno mi può giustificare certe "ignoranze tecniche" evidenziate da me ed altri che hanno determinato errori di progettazione dei RRM?
Oppure, mi volete rispondere alla domanda sulla scelta del servizio PMR anzichè di quello dei 43Mhz?
Oppure, mi spiegate perchè si sono scelti certi spot ingannevoli e, per esempio, anzichè scrivere "comunicazioni radio in montagna" o "comunichiamo in montagna per la nostra sicurezza" anzichè declamare in tutte le pagine "SICUREZZA IN MONTAGNA con le comunicazioni radio"?

Ma hai letto i miei post precedenti??? Ho specificato che ancora devo finire di rispondere ai singoli post, e sono arrivato a qualche pagina indietro. Ho una vita, un lavoro, una famiglia e una donna da amare, che metto davanti alla vostra fretta nel ricevere risposte ai vostri post, per giunta ho detto che lo farò a breve, nei miei tempi.

Sti benedetti 43 MHz non hanno mai preso piede in Italia... sono giganti... pesano.... antenne schifose per quelle bande (nella versione portatile).... costi esagerati....... Possono bastarti come "giustificazioni"? E' per questo che neanche mi ci sono informato più di tanto.

Quindi non esclamare che io non rispondo alle tue domande, quando evidentemente non leggi i miei post, in cui scrivo espressamente che finirò di rispondere pian piano a tutto.

Comincio a perdere le speranze..... Ma solo con te Wilson, non con il Progetto. Che continuerò a portare avanti visti i retroscena (rapporti con Enti Ufficiali) che sto portando avanti e quindi alle novità che fra qualche mese conoscerete... Appunto per questo ho acquistato (di tasca mia) un ulteriore dominio/server, e sto sviluppando il successore di GRIFUS, che lo soppianterà per ottimizzare la gestione di tutto (tutto quello che vedete adesso, quello che non vedete perchè non avete accesso a GRIFUS e le novità che solo lo Staff conosce).

Ah, per i radioamatori, anche il CISAR appoggia ufficialmente il nostro Progetto (vedete il sito nazionale loro).... Siiiii, lo sò che c'è la fazione ARI che è contro, quindi chi è amico di quest'ultima non approverà..... Quando invece nella RRM ci sono un sacco di radioamatori, che la pensano diversamente da voi pochi (ma tanti èh!).

Quindi Wilson, aspetto che posti le e-mail in cui noi ti azzittivamo arrogantemente... In alternativa sto ancora aspettando il tuo QRZ Ministeriale assieme all'indirizzo con i quali ci hai scritto, così da permetterci di ritrovare le e-mail di cui parli e postarle (sotto tua autorizzazione, ovviamente).

Ripeto anche qui quello che ho scritto ieri sera tardi, così non mi si da del falso che non risponde alle cose:

Citazione
Domani continuo a rispondere ai post di oggi, ovvero dalla pagina 16 in su.... Ho i crampi alle mani, e le allucinazioni agli occhi... E domani si replica!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: iw9gyy - 05 Settembre 2014, 14:17:45
Ecco l'italia fatta da ciarlatani sempre pronti a criticare i lavori altrui. E quando gli chiedi di proporre qualcosa fan orecchie da mercanti e poi col tempo si uniscono in una cricca difesa anche dai moderatori.se una cosa n vi piace si evita mi pare sia una cosa ovvia tra persone normali quindi e ripeto statene fuori tanto sarete uno fra i tanti ke n risponderete mai. Anke x dispetto. Buon lavoro RRM.
73 a tutti @Ice67 NESSUNO dello staff ha interessi nei confronti di una o altra iniziativa se non delle simpatie (la mia verso le radio made  in china e' ben conosciuta :)     )  per favore astieniti da fare commenti personali  su utenti e moderatori perché sul
Forum non e' consentito .....per il resto non c'e' niente da moderare se vi scambiate opinioni senza scendere sul personale ... Ognuno ha le sue idee e non ci sono gli estremi per chiudere il topic .
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 05 Settembre 2014, 14:21:56
Ovviamente la qualità del  progetto è data dagli utenti attivi... ma questa sarà SEMPRE una condizione  variabile..

Infatti, il succo del discorso sta sempre lì.....di utenti dichiaranti come partecipanti al progetto ce ne son tantissimi (io sono uno di questi.....), ma poi...quelli effettivi son purtroppo assai pochi...... :-\

In Toscana di iscritti alla RRM siamo in pochi (credo circa 80...), tuttavia non è vero che RRM è "cosa morta" o quasi inutile........io ogni week end vengo raggiunto (via e-mail) dal almeno 2-3 segnalazioni di attività da parte di "nodi attivi" della rete RRM.....(riguardante la regione Toscana), peccato che purtroppo son quasi sempre a distanze improponibili fra loro parlando di  Pmr446......... :P :P...quindi la rete non può funzionare..... >:D :rool:

Io credo che se la "gestione" proponesse più spesso delle giornate "Radio-Check Day".......l'attività media di RRM sarebbe molto maggiore di adesso.......potrà piacere o meno quanto sto per esprimere, ma io la vedo così:  molti (forse la maggioranza) dei partecipanti al progetto si sono iscritti per avere un nominativo "ufficiale" e sperare di usare un po' i propri pmr446 con questa iniziativa, quindi per scambiarsi informazioni utili sulla viabilità o fare semplicemente "due "chiacchere........MA........una volta  constatato che nell'uscita A nessuno ha risposto, in quella B...idem.....in quella C, D, E svolta magari da casa.......come monitoraggio non si sente nessuno sul canale (oppure si sente tutt'altro.... :-\.), va a finire che invece di stare accesa, la radio viene rimessa nel cassetto a "marcire" e viene usata proprio ogni X mesi con assai poca motivazione.... 8O 8O

Dico questo con relativa sicurezza, perchè nella 1°Giornata radio check day  RRM svoltasi  nel giugno 2013...... ho sentito diversa gente operativa (e la gente iscritta in tal periodo  era se non ricordo era sulle 700 unità in tutta Italia.......a fronte degli oltre 1500 attuali.....), mentre ultimamente (seppur io tenga la Pmr446 spesso e volentieri accesa anche a casa).....non ho più avuto il piacere di sentire nessuno.....  :-\ :-\













Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 14:35:20

Ma hai letto i miei post precedenti??? Ho specificato che ancora devo finire di rispondere ai singoli post, e sono arrivato a qualche pagina indietro. Ho una vita, un lavoro, una famiglia e una donna da amare, che metto davanti alla vostra fretta nel ricevere risposte ai vostri post, per giunta ho detto che lo farò a breve, nei miei tempi.

Sti benedetti 43 MHz non hanno mai preso piede in Italia... sono giganti... pesano.... antenne schifose per quelle bande (nella versione portatile).... costi esagerati....... Possono bastarti come "giustificazioni"? E' per questo che neanche mi ci sono informato più di tanto.

Quindi non esclamare che io non rispondo alle tue domande, quando evidentemente non leggi i miei post, in cui scrivo espressamente che finirò di rispondere pian piano a tutto.

Comincio a perdere le speranze..... Ma solo con te Wilson, non con il Progetto. Che continuerò a portare avanti visti i retroscena (rapporti con Enti Ufficiali) che sto portando avanti e quindi alle novità che fra qualche mese conoscerete... Appunto per questo ho acquistato (di tasca mia) un ulteriore dominio/server, e sto sviluppando il successore di GRIFUS, che lo soppianterà per ottimizzare la gestione di tutto (tutto quello che vedete adesso, quello che non vedete perchè non avete accesso a GRIFUS e le novità che solo lo Staff conosce).

Ah, per i radioamatori, anche il CISAR appoggia ufficialmente il nostro Progetto (vedete il sito nazionale loro).... Siiiii, lo sò che c'è la fazione ARI che è contro, quindi chi è amico di quest'ultima non approverà..... Quando invece nella RRM ci sono un sacco di radioamatori, che la pensano diversamente da voi pochi (ma tanti èh!).

Quindi Wilson, aspetto che posti le e-mail in cui noi ti azzittivamo arrogantemente... In alternativa sto ancora aspettando il tuo QRZ Ministeriale assieme all'indirizzo con i quali ci hai scritto, così da permetterci di ritrovare le e-mail di cui parli e postarle (sotto tua autorizzazione, ovviamente).

Ripeto anche qui quello che ho scritto ieri sera tardi, così non mi si da del falso che non risponde alle cose:

Citazione
Domani continuo a rispondere ai post di oggi, ovvero dalla pagina 16 in su.... Ho i crampi alle mani, e le allucinazioni agli occhi... E domani si replica!

Calma Simone. Non sono io che ho fretta di chiudere il topic o di ricevere risposte.
Rileggi bene chi è che ha scritto certe cose.
Per me hai tuttoil tempo per rispondere.
Basta che non scrivi  "Sti benedetti 43 MHz non hanno mai preso piede in Italia... sono giganti... pesano.... antenne schifose per quelle bande (nella versione portatile).... costi esagerati....... Possono bastarti come "giustificazioni"? E' per questo che neanche mi ci sono informato più di tanto." perchè queste non sono risposte accettabili.
Luoghi comuni e falsità non le considero risposte, per rispetto all'intelligenza umana.
Certo che la 43 Mhz è andata in disuso, se chi dovrebbe usarla (come voi) non lo fa!
Che bella scoperta, scusa.
Le 43 Mhz sono giganti? Costi esagerati? Ma di cosa stai parlando?
Tu dici che le PMR hanno preso molto piede?
Si certo per darle ai bambini che ci giocano o come baby monitor.
Perchè dai risultati PRATICI non mi sembra che la gente se li porti dietro per altre finalità.
Quindi, sai cosa ci fai coi PMR?
Forse è proprio questo un grande problema che sta facendo naufragare il tuo progetto.
Per le e mail che tanto ti preoccupano, stai tranquillo perché, non essendo un maniaco che si conserva per quattro anni la posta elettronica, non le ho.
All'epoca non avevo nominativo e non do in pubblico i miei dati personali.
Immagino che avrai ricevuto chissà quanti messaggi  di critiche nel tempo.
E chissà perchè.....? Tutti matti o invidiosi!
Sarò uno dei tanti a cui hai risposto alla tua solita maniera.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 14:50:59
Io sorrido ancora quando ricordo che tempo fa qualcuno (chissà chi) ha chiesto sul forum come si alimentava un vecchio CB Alan veicolare, regalatogli dal nonno. Risposta, con un alimentatore.  A bene anche quello della calcolatrice? La dice lunga sulle conoscenza tecniche in materia.
:-D :-D :-D
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 05 Settembre 2014, 14:54:12
Sti benedetti 43 MHz non hanno mai preso piede in Italia... sono giganti... pesano.... antenne schifose per quelle bande (nella versione portatile).... costi esagerati....... Possono bastarti come "giustificazioni"? E' per questo che neanche mi ci sono informato più di tanto

Beh, io penso che la sfida più grande per RRM sia stata in fase di studio iniziale, quella appunto di trovare il miglior modo per cercare di coinvolgere più utenti possibili, quindi posso capire il fatto che ci sia rivolti principalmente ai Pmr446 (verissimo anche che  molti di questi oggetti son usati dai bambini per giocare a "guardie e  ladri" :mrgreen:)......"radio" dalle caratteristiche in termini di copertura assai limitata (basta avere una montagna davanti più alta e il segnale non passa oltre...... :P), ma che hanno dalla loro una grande trasportabilità, possibilità di "uso libero o quasi", discreta diffusione e prezzi mediamente abbordabili...... ;-)

Io  lo dico intutta onesta.....non credo proprio che avrei acquistato un apparato per i 43 Mhz da usarsi soltanto per la RRM e credo che in molti la pensino nello stesso modo..... :-\

Quindi, ad ora, credo che il problema maggiore sia non tanto la carenza "strumentale", quanto l'effettivo (e purtroppo scarso...) coinvolgimento (seppur gratuito e volontario) da parte degli iscritti all'iniziativa.... :-\

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 15:07:27
Il discorso fila.
Ma tutto dipende dalle vere motivazioni e finalità che sono alla base del progetto.
Se uno vuole realmente costituire qualcosa di valido e affidabile, caratteristiche essenziali se si parla di sicurezza, deve scegliere mezzi tecnici all'altezza.
Altrimenti, lasciamo stare il discorso di sicurezza, almeno come scopo primario, e rivolgiamoci alla massa accontentandoci di quello che può venir fuori, senza ingigantire le cose a parole.
Certo che se gli scopi sono altri il discorso cambia.
Se si vuole avere 1500 iscritti, come se si stesse facendo a gara di follower, i PMR vanno benissimo.
Ma non si stanno certo facendo le cose seriamente e si stanno ingannando tante persone in buona fede.
Poi se quando vuoi avere qualche informazione su un sentiero ti risponde un bambino con una pernacchia e senti in sottofondo il pianto di un lattante, cosa importa???
Tanto abbiamo 1500 iscritti!
Allora, ecco perchè penso che una scelta più coraggiosa e corretta avrebbe dato comunque risultati migliori.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 15:25:21
Sempre per rimanere nel concreto questi sono due modelli 43 Mhz:

(http://s27.postimg.org/3rja2x1rj/43mhz.jpg) (http://postimg.org/image/3rja2x1rj/)



(http://s21.postimg.org/es0et8wub/HP53.jpg) (http://postimg.org/image/es0et8wub/)

Per la spesa, poco più di 100 euro.
Del Lafayette Professional io avevo la versione vhf, identica al 43 Mhz.
Misure: 112x54x34 mm per 350 g.. Il case è interamente in metallo.
Gran bell'apparato, piccolo robusto ed affidabilissimo.
In 20 anni di attività alpinistica all around mai un problema.
Quindi, per cortesia non divulghiamo falsità.
Tecnicamente la 43 Mhz era una via percorribilissima.
Certo sarebbe stata meno popolare, ma spesso in certe cose quantità e qualità non vanno d'accordo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 05 Settembre 2014, 15:52:45
Tecnicamente la 43 Mhz era una via percorribilissima

Sicuramente, ma per conto mio solo sulla carta........quanta gente credi sarebbe stata disposta ad acquistare (spendendo anche solo 100 Euro) un apparato a 43 Mhz ?  Secondo me poca, pochissima...... :-\ 

Io vedo RRM un qualcosa che può esser utile in aggiunta ai sistemi ufficiali di soccorso, ma anche semplicemente un modo giusto per scambiarsi semplici informazioni fra utenti amanti della montagna o semplicemente far "due" chiacchere,  non mi sentirei di andar oltre..... ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: duglia - 05 Settembre 2014, 15:56:03
Wilson,  criticare rrm perché a tuo dire ha pochi utenti attivi, e dopo pochi messaggio suggerire l'acquisto di un rtx specifico su banda abbandonata ad un prezzo doppio o più rispetto al mercato pmr..beh, mi sembra poco coerente. Per i disturbatori, quelli ci sono sempre.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 16:06:09
Le risposte sono tutte qui:
http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=54833.msg596044;topicseen#new

In quel topic si parla dei telefoni satellitari. Le considerazioni fatte valgono a rigor di logica anche per gli apparati 43 Mhz, con la differenza che la spesa sarebbe molto inferiore.
Chi ha realmente intenzione di FARE qualcosa per la propria sicurezza e per quella altrui, non dovrebbe aver problemi a spendere poco più di 100 euro se poi ne spende il quadruplo per uno smartphone o per un tablet.
Secondo me vale il detto "pochi ma buoni" e i risultati sul campo sarebbero stati altri (ammesso che questo sia il vero interesse di fondo).
Poi, di interferenze sui 43 Mhz non ce ne sono.
Nè pernacchie nè bambini nè rutti o cose del genere.
Frequenze pulitissime a disposizione di chi le vuole usare.
E anche questo è un altro fattore importante che accresce la validità di questa banda e che avrebbe dovuto far riflettere a suo tempo.
Bastava conoscere certe cose....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 16:25:26
Ma poi scusate di cosa parliamo se per un pmr buono non si spendono meno di 70 euro e si può arrivare anche sui 120?
Certo che se non si vogliono spendere soldi e si va in giro con i giocattolini da supermercato, i risultati sono quelli che sono.
E mi sembra che questa sia la realtà dei fatti.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 05 Settembre 2014, 16:34:20
A questo punto, dato che tutti noi conosciamo la fisica delle radio... affidiamoci ad un telefono satellitare!!

Ragazzi, mi sembra che qui i discorsi non evolvano.....
Come farsi la doccia con un impermeabile o usare un phon subacqueo! !!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine777 - 05 Settembre 2014, 16:49:02
di radio pmr 446 in circolazione ce ne sono un infinità sia per il costo che per la reperibilità anche nei supermercati. Basterebbe mettere qualche cartello all' inizio dei sentieri e/o lungo i sentieri per pubblicizzare l' iniziativa.Economicamente non dovrebbe essere un gran investimento, ma sicuramente ci sarebbero molte più persone sintonizzate sul ch 8 pmr
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 17:13:54
A questo punto, dato che tutti noi conosciamo la fisica delle radio... affidiamoci ad un telefono satellitare!!

Ragazzi, mi sembra che qui i discorsi non evolvano.....
Come farsi la doccia con un impermeabile o usare un phon subacqueo! !!
Se parliamo seriamente di sicurezza in montagna quella è una buona soluzione.
Ma questo topic tratta di RRM e di questo si discuteva.
Per quello che mi riguarda un VHF e un  cellulare (da quando ne ho comprato uno) hanno sempre fatto parte del mio equipaggiamento.
Ma di questo si parla in altri topic.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 05 Settembre 2014, 17:16:41
A questo punto, dato che tutti noi conosciamo la fisica delle radio... affidiamoci ad un telefono satellitare!!

Beh, mi sembr una cosa un attimino estrema.....se l'obiettivo di  RRM è quello di dare semplicemente un supporto alla sicurezza in montagna e realizzare un canale "di ritrovo", i pmr446 se fossero utilizzati da tutti i vari escursionisti presenti in giro, funzionerebbero alla grande !  ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 05 Settembre 2014, 17:22:17
di radio pmr 446 in circolazione ce ne sono un infinità sia per il costo che per la reperibilità anche nei supermercati. Basterebbe mettere qualche cartello all' inizio dei sentieri e/o lungo i sentieri per pubblicizzare l' iniziativa.Economicamente non dovrebbe essere un gran investimento, ma sicuramente ci sarebbero molte più persone sintonizzate sul ch 8 pmr

Infatti, la pubblicità è "l'anima del commercio"........ ;-)

Io ormai l'ho sperimentato più volte,  i possessori di pmr446 il più delle volte non sanno neppure come funziona tal "telefono", ma sentendo parlare di continuo...vien quasi normale prima o poi..... fare un passo in più.....e "bussare" per chiedere info..... ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 05 Settembre 2014, 17:24:45
Volevo estremizzare... dato che nn si diesce a lavar ragno dal buco. Io ho fatto parecchi qsocon rrm, sia inviando il ticket ( ottimo sistema anche questo x avvisare la propria presenza in una certa località, che può essere anche al mare o città) ma anche senza inviare alcun ticket....
Ottimo un qso con un rifugip da VR ad un rifugio in prov. Di modena mi pare.... all'80% delle chiamate ho sempre ricevuto risposte.... e, quandonon c'erano operatori, cambiavo canale!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 05 Settembre 2014, 17:31:33
.... all'80% delle chiamate ho sempre ricevuto risposte.... e, quando non c'erano operatori, cambiavo canale!!

...evidentemente eri ìn una zona molto attiva..... ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 05 Settembre 2014, 17:35:57
Allora sn sempre in una zona molto attiva! Sia in quel di VR  che di TN che di VI
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 05 Settembre 2014, 18:37:00
Così tanto per completare un argomento ecco quanto può essere "gigante" il 43 Mhz di cui parlavo (quello al centro è il vhf suo clone).

(http://s10.postimg.org/4bmlfpi4l/radio_portatili.jpg) (http://postimg.org/image/4bmlfpi4l/)

Quello a sinistra è un lpd Icom 4088E, un gioiellino che modificato esce con 2 watt (così dicevano ma io non ho mai potuto verificare), è dust e water proof ed ha un audio e una modulazione perfetti.
Ecco, tanto per dire, io quello lo comprai per il volo perchè era tra i migliori in circolazione, sopratutto per affidabilità, solo che costava 140 euro, praticamente poco meno del vhf lafayette. Ma siccome si trattava della mia sicurezza e all'epoca non c'era sabato e domenica che non andassi a volare in giro per l'Italia, non sono certo stato a lesinare euro.
E in molte occasioni mi è stato utile, anche in operazioni di soccorso a piloti infortunati.
Certo che nella sella del mio parapendio c'era sempre anche il fido vhf (che però raramente ho utilizzato), oltre a cellulare e tre fumogeni....e il fischietto bitonale era appeso su uno spallaccio.
Sai com'è???  ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 05 Settembre 2014, 21:27:54
Rompo la monotonia della discussione:domani  alfa 0218 sara' attivo dalle 03 alle 18 dalla val varaita fino in cima al monviso!! Se avra' tempo di provare a fare qso da lassu' puo' diventare interessante. Io sono in portata ottica con la cima...ci provo... Vediamo.....saluti a tutti.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 05 Settembre 2014, 21:53:04
Da li domini tutta la val padana. .. credo si pissano fare buoni qso, sua in valle che x altre cime!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ice67 - 05 Settembre 2014, 22:15:42
Bene Wilson ora ascolteremo per un po' di giorni i bellissimi 43mhz...... augurati che si senta qualcosa di piu'che RRM poi ne riparliamo.se questa è l'alternativa al progetto di RRM siamo messi bene ...... mi raccomando ora rispondi con le tue solite 200 righe in cui non dici mai niente di concreto.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: CODICE_ROSSO - 06 Settembre 2014, 03:31:24
AWE..ICE..

Ascolta un attimo !!... io credo che tu sei una brava persona, magari con le proprie idee ed esperienze..fin qui tutto OK..quando scrivi ( forse non te ne accorgi) emetti sempre un giudizio negativo verso gli altri..
io capisco che molte volte il prossimo ci possa deludere oppure non ci dia le risposte che vogliamo ascoltare o leggere ..ma questo non ci autorizza a dipingerlo malamente perché la pensa in modo diverso dal nostro...

Io ricordo il tuo primo post di presentazione al Forum..quando chiedevi info sui ricevitori..poi le info sui portatili con le varie mods.ecc etc --rileggendo tutto,  mi accorgo che il + delle volte dai delle risposte arrabbiate...magari saranno anche giuste e leali..ma in questo mondo non si può fare di tutta l' erba un fascio ed essere indisposti al dialogo--

Quelli che scrivono sui forum...i CB, gli OM .. sono persone come lo sei tu ..con i loro pregi e difetti...
Wilson può scrivere anche un papiro di 600 righi x quel che mi riguarda e nessuno deve sentirsi nel diritto di tacciarlo  di essere un Bla bla bla.....

Sei iscritto dal 2012 ed è comunque segno di legame con la community... sii sereno,  purtroppo se scrivi poco la gente neanche sa chi sei !!

73 Gianluca
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 06 Settembre 2014, 08:14:33
...se uno NON crede in una "COSA" non deve far altro che ignorarla...!!!
ma lasciare liberi gli altri di crederci..."Giusta o sbagliata che sia"
Un consiglio/suggerimento è accettato, l'insistenza pro/contro NO.
P.S. parere personale. :shhhh:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 06 Settembre 2014, 09:33:42
Bene Wilson ora ascolteremo per un po' di giorni i bellissimi 43mhz...... augurati che si senta qualcosa di piu'che RRM poi ne riparliamo.se questa è l'alternativa al progetto di RRM siamo messi bene ...... mi raccomando ora rispondi con le tue solite 200 righe in cui non dici mai niente di concreto.
Caro Ice quella che tu cerchi è la rissa, ma purtroppo per te questo è un forum popolato per lo più da persone civili che vogliono confrontarsi e scambiare idee.
Se tu hai finito le tue, non arrabbiarti quando qualcuno ne esprime delle altre.
Oltre a non offendere (ma vedo dai tuoi interventi passati che ti è impossibile) cerca anche di rispondere con qualche elemento tecnico o dato scientifico.
Altrimenti in un forum come questo non ci fai una bella figura.
Se vai a rileggerti i topic su RRM che si sono susseguiti negli anni, scoprirai che ci sono stati utenti che mi hanno di gran lunga superato in fatto di scrittura.
Probabilmente di cose che non vanno ce ne sono molte e ogni volta che qualcuno riapre il discorso vengono fuori.
Basterebbe che chi si ostina a riaprire il discorso (con la solita superficialità e senza aggiungere mai nessun dato concreto) si andasse a leggere i topic passati sull'argomento (e ce ne sono molti).
Finchè qualcuno afferma o chiede qualcosa, tutti gli altri utenti sono legittimati a rispondere, e questo è chiaro.
Così funziona nei forum.
Certo, nelle risse è diverso......
Un consiglio per Ice :"Don't worry, be happy!"
73, 51!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 06 Settembre 2014, 09:39:40
Bene Wilson ora ascolteremo per un po' di giorni i bellissimi 43mhz...... augurati che si senta qualcosa di piu'che RRM poi ne riparliamo.se questa è l'alternativa al progetto di RRM siamo messi bene ...... mi raccomando ora rispondi con le tue solite 200 righe in cui non dici mai niente di concreto.
E comunque, rileggendo il tuo sfogo mi è sorto il dubbio che tu non abbia neppure capito il senso del discorso riguardo i 43 Mhz.
E' chiaro che se oggi accendi un 43 Mhz non ci trovi nulla e nessuno.
Niente bambini che giocano, niente pernacchie, niente rutti, niente bebè che piangono, ecc....
Questo è un pregio, non un difetto, perchè avresti delle frequenze libere e pulite per comunicare in santa pace.
Se nessuno usa il servizio dei 43 Mhz, è normale che sia deserto.
Chi vuoi che ci parli su quelle frequenze? Gli alieni?  :miiii: :miiii: :miiii:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ice67 - 06 Settembre 2014, 10:10:05
Caro Wilson chiamare il mio uno sfogo che ridere... e magari le tue di opinioni sono valide e concrete immagino. piu' volte ti ho chiesto una valida proposta a RRM e non delle poesia insignificanti. se poi ad ogni risposta non fai altro che cambiare le carte cosa devo pensare che in fondo il tuo è uno sfogo ma non lo accetto perche' cè ci crede e ci lavoro dietro certi progetti. comunque tranquillo le tue idee ora che sei passato sotto le ali di MAMMA ROGERK avranno solo commenti positivi ... si fa cosi mi pare.

[testo moderato, le critiche verso la moderazione vanno espresse in privato con essa]
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Marcello iw9hli - 06 Settembre 2014, 10:37:50
Noi gli ammonimenti li facciamo sempre in privato, da quando è nato rogerk.
Per favore non usare questi toni, cerca di essere costruttivo.
Per quanto riguarda l'operato dei moderatori, chiedi in privato, come da regolamento.

buon continuo.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 06 Settembre 2014, 10:43:15
Perchè non concludiamo qui il tutto ed ognuno rimane con le sue convinzioni?
Tanto... più si scrive.... e più i "ragni" si infilano nella loro tana...

Invito Wilson, per sostenere le sue tesi, a creare un servizio simile a RRM, con il suo regolamento corretto (con le frasi e le parole che ritiene più opportune) ed utilizzando ricetrasmettitori a 43 Mhz...
con una bella sezione di iscrizione, eventuali accordi e collaborazioni con varie associazioni (anche con il FIVL dato che ha buone amicizie nell'associazione), tickets, e tante altre belle cose! Sono certo, dato quanto e come scrivi, che riuscirai a creare anche te un valido progetto!!
Se ti serve una mano, credo che in questo forum, troverai persone valide e preparate che ti possono aiutare, dalla creazione del dominio e relativo sito, fino ad eventuali DB e form.
La strada sicuramente sarà lunga ed in salita, quindi non ti scoraggiare, ma soprattuto, non scoraggiare, con smisurate ripetizioni, chi non la pensa come te!

Chi vuole intendere... intenda; gli altri in roulotte!  :-D :-D :-D

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 06 Settembre 2014, 11:02:40
Buon suggerimento. Come diceva nonno Libero, una parola è poca, due sono troppe.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 06 Settembre 2014, 12:53:56
Ice, più concreto delle foto e dei dati che ho fornito non so prorprio cosa ci sia.
Chi vuol intendere intende.
Se volete solo celebrare RRM e pretendete che quando lo fate gli altri stiano zitti ad assistere alle vostre lodi, cambiate Forum.
Questa non è una vetrina pubblicitaria.
Qui si parla degli argomenti introdotti con i topic e si dice tutto quello che c'è da dire, quindi sia cose positive sia cose negative.
Per l'invito di Rinbo, devo purtroppo declinare, visto che il poco tempo libero che ho lo dedico ad altro.
L'intervento in cui proponevo di fare qualcosa di simile era solo ironico.
Comunque io attendo ancora molte risposte alle critiche concrete e circostanziate che ho mosso......

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 06 Settembre 2014, 13:01:33
Mi spiace Wilson che declini...
potevi investire del tempo in cose utili per tutti... maprobabilmente, impieghi il tuo tempo libero per denigrare e disprezzare continuamente l'opeato di altri... fatto anche da loro, perdendo TEMPO PREZIOSO e magari anche tempo tolto al lavoro!

Con questo, finisco di scrivere su questo argomento ed invito anche altri, in piena libertà ovviamente a fare ciò, in quanto ho capito che tu..... Vai in roulotte!!


"Le convinzioni sono nemici della verità più pericolosi delle menzogne."
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 06 Settembre 2014, 14:33:01
Ma perchè Rinbo scusa, tu quali risposte concrete hai dato?
Quale è stato il tuo apporto alla discussione oltre ad attaccare me e dire che RRM ti piace molto?
No, perchè se ti è sfuggito, qui siamo in un Forum dove si parla e si discute essenzialmente di radio e di tutto quello che attiene ad esse.
Io ho portato elementi concreti, tecnici e legali, che evidenziano i limiti e gli errori di RRM.
Chi deve fare, e cioè correggere gli sbagli, non sono mica io.
Rispondete compiutamente alle mie obiezioni portando i riferimenti di legge e le specifiche tecniche che smentiscono quanto io ho affermato o che dimostrino che certe scelte non sono errate.
Questo vuol dire partecipare attivamnte e positivamente ad una discussione nel Forum.
Non si entra in un topic per avere o meno ragione o per celebrare ed osannare un'iniziativa.
Se c'è una discussione si esprimono gli elementi (possibilmente tecnici e concreti) a favore o contro di cui si dispone.
Ognuno mette in comune la sua conoscenza ed esperienza e si traggono le conclusioni.
Qui non mi sembra che voi amanti di RRM abbiate espresso qualche principio o fornito qualche dato tecnico a favore dell'iniziativa.
I pochi dati tecnici usciti fuori non fanno che ridimensionare l'iniziativa rivelandola per quello che è realmente.
Continuate a ripetere giudizi personali e umorali del tipo "mi piace" "è utile".
Ma sul perchè non una parola.
L'unico capace di esprimere qualche concetto, seppur incoerente nella pratica, è il vostro coordinatore nazionale.
Mi sa che in roulotte ci state voi e vi piace esserci..... :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 07 Settembre 2014, 09:29:29
Nell 'augurarvi una piacevole domenica comunico che in piemonte e valle d' aosta nei weekend e' un continuo bombardamento di avvisi di operativita' prove copertura etc...
Dalla mia poca esperienza RRM... Posso dire che qui l iniziativa sembra essere condivisa da molti (noto comunque una certa parita' nell uso pmr e vhf...)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: charlie2 - 10 Settembre 2014, 12:47:45
Qui Charlie 0232 zona 2
Presente in rrm
Saluti
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ZioLu79 - 06 Dicembre 2014, 08:40:39
Alfa0027 presente da Alessadria ma,quando posso, in ascolto prevalentemente in Val Susa e Valtournanche! 73 a tutti
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 12 Gennaio 2015, 10:39:47
http://www.radioinmontagna.it/news/articolo.php?id=58&fb_action_ids=873839886000818&fb_action_types=og.comments
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 12 Gennaio 2015, 12:55:52
Mamma mia, grandi novità!  :miiii:
In sostanza cosa cambierà?
Non so se sapete che nella regia marina borbonica era in vigore l' ordine "facite ammuina".....
C'è forse qualche nostalgico borbonico in RRM?
Oppure è in programma una radicale riprogettazione dell'iniziativa, magari con qualcuno dei correttivi che da tempo sono stati suggeriti?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 12 Gennaio 2015, 13:02:12
Possibile mai che in questo Forum tutto deve essere criticato??...io penso che un forum sia come un televisore,se non piace un programma basta non seguirlo e cambiare canale...e che caxxo...!!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 12 Gennaio 2015, 13:11:11
Tuscania, ormai dovresti saperlo... se si parla di RRM, è inevitabile che appaia wilson con i suoi soliti argomenti. Ed anche se non se ne parla... trova sempre l'occasione di sparlarne, anche in topic in cui si parlava di altro.
Ormai lo conosciamo, purtroppo...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 12 Gennaio 2015, 13:14:25
(anzi, adesso oltre a RRM si sta divertendo a prendersela con chi usa i PMR446... domani se la prenderà con chi si chiama Giovanni... dopodomani con chi ha i Led della radio blu e via dicendo... Ha sempre da criticare qualcuno o qualcosa... Si diverte così)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 12 Gennaio 2015, 13:15:23
Possibile mai che in questo Forum tutto deve essere criticato??...io penso che un forum sia come un televisore,se non piace un programma basta non seguirlo e cambiare canale...e che caxxo...!!!
Possibile che certi utenti non sappiano confrontarsi civilmente e portino le discussioni alla rissa?
Io seguo rrm da quando è nata.
Questa non è la prima "rivoluzione" annunciata.
In sostanza non è mai cambiato nulla.
Sono sempre stati fatti correttivi per dare una copertura legale (come eliminare la rete fissa e i link a frn), ma niente altro.
Allora io chiedevo solo se anche ora si procederà in questo modo.
C'è ancora libertà di parola e opinione o quando si parla di rrm si deve solo fare pubblicità ed elogiare l'iniziativa?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 12 Gennaio 2015, 13:27:57
Vedo che il verbo ''Criticare'' e' il Tuo Credo.
Buona fortuna.
Qui' chiudo tempo utile esaurito.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 12 Gennaio 2015, 13:37:56
Che io sia un tipo molto critico è un dato di fatto e per me è un pregio.
Che voi attaccate invece di rispondere è un altro fatto, non altrettanto positivo.
Je suis Charlie!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: rinbo84 - 12 Gennaio 2015, 13:43:04
Bla bla bla bla
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: terrabiker - 12 Gennaio 2015, 16:19:46
CHARLIE 0254 Presente a Brescia zona Montecampione

Frequenze VHF 145.250 e PMR 8/16

Ciao
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 12 Gennaio 2015, 18:35:29
Bla bla bla bla
Se questi sono i contenuti.......
Credo si possa fare di meglio.
Magari qualcuno dei fan di rrm sa spiegare qual'è la filosofia del cambiamento annunciato.
Nel sito s'intuisce qualcosa ma non è chiaro.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 16 Gennaio 2015, 09:25:33
http://www.radioinmontagna.it/news/articolo.php?id=58&fb_action_ids=873839886000818&fb_action_types=og.comments

Si, l'avevo letto, obiettivamente condivido pienamente la necessità di un cambiamento "sostanziale".....e criteri più severi di assegnazione dei nominativi. 

Vediamo cosa tireranno fuori......e visto che a quanto pare ci sarà un reset totale dei nominativi finora assegnati...in pratica si riparte da zero o quasi....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 27 Gennaio 2015, 14:00:35
Per chi interessa...sul sito di RRM è presente il nuovo sito aggiornato, dicono che ad ora resteranno validi i vecchio nominativi assegnati, ma in seguito verranno annullati e su richiesta dell'utente / associazione....riassegnati secondo criteri molto più restrittivi rispetto a quelli seguiti finora

Devo dire...... :rool:...visto la situazione attuale (di copertura) in certe aree, che lo trovo estremamente giusto !  :up:

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Nicolò Ibba - 27 Gennaio 2015, 20:18:06
Io non ho più ricevuto notizie sul mio account RRM , il responsabile mi ha riferito che essendo minorenne non potrei essere un utente e mi avrebbe fatto sapere via mail cosa deciso ... Però sono ormai diversi mesi che aspetto una mail di risposta e non ho ancora ricevuto niente .
Tango 0012 RRM da Cagliari
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Crifar70 - 31 Gennaio 2015, 18:45:35
 :up: Eccomi!!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 08 Febbraio 2015, 00:00:05
Scusate se riciccio dopo alcuni mesi, ma per motivi di lavoro non ho dedicato tempo a Forum vari, anche perchè il poco tempo libero che avevo l'ho dedicato ad amore, famiglia e al Progetto "Rete Radio Montana".

E' di quest'ultimo che voglio parlarvi, anche come da topic... Abbiamo riorganizzato l'intero Progetto e ci sono cose ancora da definire. Trovate tutti i dettagli sul nuovo sito:

www.reteradiomontana.it (http://www.reteradiomontana.it/)

Per chi non lo sapesse e ha già un ID da prima dell'11 Gennaio, bisognerà fare nuova richiesta.

PS: dopo aver chiesto agli oltre 2000 che ci seguono su Facebook, abolita l'idea dei 43 MHz. Come avrete modo di leggere nel sito, il progetto non è aperto ai radioamatori se non praticano attività outdoor in montagna. se invece siete radioamatori e fate ad esempio alpinismo, escursionismo, etc... allora siete i benvenuti. inoltre, per partecipare, serve innanzi tutto avere PMR-446 in quanto la frequenza primaria, e che potrebbe mettere in collegamento radioamatori e non, è su questa banda. La VHF OM e la CB sono un "di più" all'8-16 (PMR 446).

Buona lettura del sito!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: bundesliga - 08 Febbraio 2015, 00:12:29
non capisco perchè filtrare con un tono subaudio le conversazioni sul canale 8, non sarebbe stato più semplice adibire il canale 8 al soccorso in montagna ??
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 08 Febbraio 2015, 00:44:58
Come avrete modo di leggere nel sito, il progetto non è aperto ai radioamatori se non praticano attività outdoor in montagna. se invece siete radioamatori e fate ad esempio alpinismo, escursionismo, etc... allora siete i benvenuti....

Felice di leggere le modifiche al regolamento ed alle caratteristiche che dovranno avere (sperando che poi vengan poi effettivamente verificate nel tempo e costantemente dallo staff ;-)) i nuovi collaboratori della rete RRM; detto questo rinuncio (quindi) volentieri al mio identificativo radio in quando ad  ora (e lo affermo con la massima sincerità possibile) non rientrerei fra coloro che fanno attività outdoor in montagna (escursionismo) se non in rarissime occasioni....  :-\ :-\

Tuttavia mi permetto di lanciare una proposta (non certo una critica, eh ?? abbraccino) :  perchè non realizzare un  identificativo destinato esclusivamente alle potenziali stazioni di ascolto quindi comprendendo anche eventuali radiamatori che potrebbero (in modo assai più efficiente di quanto sia possibile fare con un pmr446 messo fra le mura di casa...) contribuire (anche se in modalità diversa) al progetto ?

Buon lavoro ! ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 08 Febbraio 2015, 00:50:59
......non sarebbe stato più semplice adibire il canale 8 al soccorso in montagna ??

Ma non sarebbe possibile.......i canali pmr446 sono a livello di ripartizione banda ad uso "libero": se un utente X volesse rispettare (di sua spontanea volontà) le indicazioni date da RRM lo può  fare certamente, ma non è certo obbligato..... :P 
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 08 Febbraio 2015, 00:53:25
Come avrete modo di leggere nel sito, il progetto non è aperto ai radioamatori se non praticano attività outdoor in montagna. se invece siete radioamatori e fate ad esempio alpinismo, escursionismo, etc... allora siete i benvenuti....

Felice di leggere le modifiche al regolamento ed alle caratteristiche che dovranno avere (sperando che poi vengan poi effettivamente verificate nel tempo e costantemente dallo staff ;-)) i nuovi collaboratori della rete RRM; detto questo rinuncio (quindi) volentieri al mio identificativo radio in quando ad  ora (e lo affermo con la massima sincerità possibile) non rientrerei fra coloro che fanno attività outdoor in montagna (escursionismo) se non in rarissime occasioni....  :-\ :-\

Tuttavia mi permetto di lanciare una proposta (non certo una critica, eh ?? abbraccino) :  perchè non realizzare un  identificativo destinato esclusivamente alle potenziali stazioni di ascolto quindi comprendendo anche eventuali radiamatori che potrebbero (in modo assai più efficiente di quanto sia possibile fare con un pmr446 messo fra le mura di casa...) contribuire (anche se in modalità diversa) al progetto ?

Buon lavoro ! ;-)

Grazie FoxG7!!!

Riguardo la tua domanda... Non vogliamo fare questo, anche conoscendo le potenzialità degli apparati radioamatoriali, perchè non è legale, ad esempio, usare antenne esterne performanti in banda PMR-446.

Tu dirai... "Si, ma in banda VHF OM si!" (145.250 MHz per noi) ... Però la frequenza radio primaria è per noi la 446 MHz, in quanto accessibile anche dai non patentati. E sono pochi i patentati nel Progetto... E tra OM, sulla VHF, non serviamo noi, perchè bene o male le stazioni avrebbero già una loro organizzazione con annessi QRZ Ministeriali!

Se in futuro riusciremo ad ottenere una frequenza VHF civile tutta per noi, ovviamente sarà cosa diversa e anche gli OM potranno dare il loro contributo... E a questo ci stiamo lavorando, ma per adesso non è così =)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 08 Febbraio 2015, 00:56:37
......non sarebbe stato più semplice adibire il canale 8 al soccorso in montagna ??

Ma non sarebbe possibile.......i canali pmr446 sono a livello di ripartizione banda ad uso "libero": se un utente X volesse rispettare (di sua spontanea volontà) le indicazioni date da RRM lo può  fare certamente, ma non è certo obbligato..... :P

Appunto, e anche questo. Ma abbiamo organizzato tutto in un certo modo per chi credo negli obiettivi del Progetto... Quindi chi è interessato si adegua alla nostra organizzazione, che ha uno scopo ben preciso. L'irrigidimento delle nostre regole per partecipare, serve anche a filtrare chi approva gli obiettivi.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dinamite - 08 Febbraio 2015, 00:57:50
buonasera a tutti... INDIA7 ex INDIA74 R.R.M. presente  :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 08 Febbraio 2015, 10:16:34
Riguardo la tua domanda... Non vogliamo fare questo, anche conoscendo le potenzialità degli apparati radioamatoriali, perchè non è legale, ad esempio, usare antenne esterne performanti in banda PMR-446

Ok grazie per aver gentilmente risposto alla mia proposta e visto che stiamo semplicemente parlando a  modo di raffronto rigorosamente costruttivo, mi permetto di "rilanciare" nuovamente la "palla" ;-):

-onestamente vedo l'ipotesi di arrivare alla frequenza "unica di emergenza" nazionale in VHF come un traguardo assai difficile e comunque reputo che in ogni caso potrebbe (eventualmente) essere assegnata al di fuori delle bande radiamatoriali, quindi non necesssariamente tutti gli OM potrebbero ugualmente contribuire in quanto gli apparati "chiusi"....normalmente possono ricevere oltre tali bande, ma trasmettere solo all'interno di esse...... :-\

A parte questo vado ad analizzare un altro aspetto visto che come la descrivi te incudere gli OM all'interno di un elenco di stazioni di monitoraggio non è legale (giustissimo! ;-)).....

Quindi più nel dettaglio... 8)....a chi pienamente nel rispetto della legge è consentito accedere alla banda pmr446 ?

1)OM no....in quando possono trasmettere e ricevere solo all'interno delle proprie bande
2)SWL,neppure....in quanto possono effettuare ascolto soltanto all'interno delle bande OM
3)Operatore Tizio che ha la stazione pmr446 "casalinga" tutto al di fuori di quanto prescrive la legge sul pmr446..No !
4)Operatore Caio che se ne va a giro con il suo pmr446 modificato....No!

Sperando di non aver dimenticato "nessuno" ......l'unico "utente" autorizzato realmente sarebbe (guardo la pratica delle cose non alla teoria ;-)) colui che al seguito della effettuazione della dichiarazione e pagati i 12 euro annui, se ne va a fare escursioni in "pubblico" con il suo pmr446 rigorosamente originale.... ;-)

Detto questo ed evidenziando che (per ipotesi) il 90% dei possibili frequentatori della rete RRM sarebbero ugualmente fuori legge,  non sarebbe possibile magari includere degli operatori che si offrono a fare monitoraggio da casa con la condizione di essere in regola con dichiarazione e versamento dei 12 euro annui previa dichiarazione (a Vostra tutela) di possedere ed utilizzare per la RRM un pmr446 originale ??

SE poi ai fini pratici, coloro utilizzano apparecchiature (anche solo per ascoltare) non regolamentari,dovranno eventualmente risponderne di persona davanti alla legge, ma RRM rimarrebbe comunque tutelata.... ;-)

Io potrei essere di queste stazioni di "monitoraggio" (e penso che che ce ne sarebbero potenzialmnte diverse ad esser disponibili a tali condizioni ) in quanto possiedo oltre che radio OM anche apparati pmr446 rigorosamente originali......ed ovviamente regolare dichiarazione ;-) 

Mi farebbe piacere sapere cosa ne pesi al riguardo grazie :up:







Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 08 Febbraio 2015, 10:42:19
Quindi più nel dettaglio... 8)....a chi pienamente nel rispetto della legge è consentito accedere alla banda pmr446 ?

1)OM no....in quando possono trasmettere e ricevere solo all'interno delle proprie bande
2)SWL,neppure....in quanto possono effettuare ascolto soltanto all'interno delle bande OM
3)Operatore Tizio che ha la stazione pmr446 "casalinga" tutto al di fuori di quanto prescrive la legge sul pmr446..No !
4)Operatore Caio che se ne va a giro con il suo pmr446 modificato....No!
Ciao FoxG7, premesso che non credo rientri nelle attività di RRM controllare chi può e chi non può usare i PMR446, per RRM credo sia importante dichiarare ed invitare i suoi utenti al massimo rispetto della legalità. Poi ognuno è responsabile delle proprie azioni, come sempre del resto...

Citazione
Detto questo ed evidenziando che (per ipotesi) il 90% dei possibili frequentatori della rete RRM sarebbero ugualmente fuori legge,  non sarebbe possibile magari includere degli operatori che si offrono a fare monitoraggio da casa con la condizione di essere in regola con dichiarazione e versamento dei 12 euro annui previa dichiarazione (a Vostra tutela) di possedere ed utilizzare per la RRM un pmr446 originale ??

SE poi ai fini pratici, coloro utilizzano apparecchiature (anche solo per ascoltare) non regolamentari,dovranno eventualmente risponderne di persona davanti alla legge, ma RRM rimarrebbe comunque tutelata.... ;-)

Io potrei essere di queste stazioni di "monitoraggio" (e penso che che ce ne sarebbero potenzialmnte diverse ad esser disponibili a tali condizioni ) in quanto possiedo oltre che radio OM anche apparati pmr446 rigorosamente originali......ed ovviamente regolare dichiarazione ;-) 

Mi farebbe piacere sapere cosa ne pesi al riguardo grazie :up:
Infatti, fra le attività previste nel nuovo RERAMONET, oltre a quelle outdoor, ci sono varie attività di ascolto radio da postazione fissa.
Quindi... ben vengano i praticanti di attività outdoor (condizione essenziale per iscriversi a RRM) ma che quando sono a casa tengono la loro radio accesa (e ripeto: è un'attività PREVISTA GIA' DA ORA e per la quale si può indicare la propria attività di monitoraggio radio, al pari di uscite escursionistiche ecc.).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 08 Febbraio 2015, 11:28:56
Mi associo completamente a quanto dice Giovy.
RRM è UN SERVIZIO OFFERTO E DATO  A CHI FA OUTDOOR.Punto e basta.
Non capisco  sinceramente le argomentazioni sopra esposte.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 08 Febbraio 2015, 12:09:08
Mi associo completamente a quanto dice Giovy.
RRM è UN SERVIZIO OFFERTO E DATO  A CHI FA OUTDOOR.Punto e basta.
Non capisco  sinceramente le argomentazioni sopra esposte.

Beh, non son certo discorsi che devono e voglion dimostrare qualcosa.....volevo solo evidenziare visto che (giustamente) RRM vuole tutelarsi invitando gli utenti a partecipare con apparecchi pmr446 e dichiazione a posto.....non ci sarebbe nulla di male in assoluto far partecipare come stazioni di ascolto / monitoraggio remoto anche operatori radio che per un motivo X o Y non possono / vogliono far attività Outdoor, ma farebbe piacere anche ad essi contribuire al progetto con quanto è nelle loro possibilità

Se poi la prerogativa indispensabile per partecipare al progetto è essere molto attivi dal punto di vista attività outdoor.....mi spiace,  ma ne ne resto fuori e come me tante altre possibili stazioni di monitoraggio...... :rool:

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 08 Febbraio 2015, 12:27:17
Se poi la prerogativa indispensabile per partecipare al progetto è essere molto attivi dal punto di vista attività outdoor.....mi spiace,  ma ne ne resto fuori e come me tante altre possibili stazioni di monitoraggio...... :rool:
E' prerogativa indispensabile "praticare attività outdoor". Non è richiesto "essere molto attivi", non è richiesto "andare ogni fine settimana in vetta ad una montagna", non è richiesto "essere iscritti al CAI"... basta semplicemente dichiarare di fare attività outdoor, di qualunque tipo ed in qualunque modo. Ed "attività outdoor" è anche portare il cane a passeggiare nel bosco sopra casa, eh.
Non cercate il pelo nell'uovo... :)
Poi, per carità, chiunque è libero di usare il canale 8 tono 16 come preferisce, non è esclusivo appannaggio di RRM, ci mancherebbe, i canali PMR446 sono ad accesso libero e non esclusivo, per tutti.
L'unico "plus" di iscriversi a RRM è quella di poter accedere a RERAMONET, segnalare le proprie attività, vedere quelle degli altri, entrare a far parte della community in partenza ecc. :)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 08 Febbraio 2015, 14:17:57
E' prerogativa indispensabile "praticare attività outdoor". Non è richiesto "essere molto attivi", non è richiesto "andare ogni fine settimana in vetta ad una montagna", non è richiesto "essere iscritti al CAI"... basta semplicemente dichiarare di fare attività outdoor, di qualunque tipo ed in qualunque modo. Ed "attività outdoor" è anche portare il cane a passeggiare nel bosco sopra casa, eh.
Non cercate il pelo nell'uovo... :)

Beh, io a dire il vero leggo le nuove linee guida in modo più restrittivo altrimenti non capisco il motivo per cui lo staff di RRM abbia deciso di "annullare" tutti i vecchi identificativi e riaffidarne di nuovi sotto più "strette condizioni"....... :rool: :rool:

Comunque per quanto mi riguarda mi fermo qua:  vedremo fra un paio di mesi in base al numero di identificativi assegnati (e la presenza on air dei vari operatori) qual sarà stato poi il criterio effettivamente seguito..... ;-)

Se fosse come dici te non avrei problemi a continuare a farne  parte....tuttavia il supporto al progetto sarebbe davvero minimale.... :-\


Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 08 Febbraio 2015, 14:24:24
Beh, io a dire il vero leggo le nuove linee guida in modo più restrittivo altrimenti non capisco il motivo per cui lo staff di RRM abbia deciso di "annullare" tutti i vecchi identificativi e riaffidarne di nuovi sotto più "strette condizioni"....... :rool: :rool:

Comunque per quanto mi riguarda mi fermo qua:  vedremo fra un paio di mesi in base al numero di identificativi assegnati (e la presenza on air dei vari operatori) qual sarà stato poi il criterio effettivamente seguito..... ;-)

Se fosse come dici te non avrei problemi a continuare a farne  parte....tuttavia il supporto al progetto sarebbe davvero minimale.... :-\
Il "motivo", come più volte chiaramente detto, è stato quello di fare pulizia di tutti quegli ID che si erano registrati e che poi non erano mai stati attivi, perchè magari solo appassionati di radio e quindi poco interessati al progetto in se. Inutile avere 2000 persone sulla carta, di cui solo 100 attive (sono numeri messi a caso, ovviamente).
Ripeto: nulla e nessuno ti potrà vietare mai di essere in ascolto sull'8/16, se vorrai farlo.
Se poi ritieni che il tuo contributo al progetto dovesse essere marginale, nessun problema... non richiedi un nuovo ID, e tutti vissero felici e contenti. ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 08 Febbraio 2015, 17:50:52
Bravo Giovy. Ho fatto proprio così. Non ho più richiesto nessun nominativo.
Se un giorno mi trovo in montagna ed ho voglia accendo sul 8, altrimenti no.
Speriamo che così RRM acquisti un pò di credibilità. Dal mio punto di vista vi era troppa gente, me per primo, iscritto praticamente per nulla. Si gonfiano i numeri ma la sostanza rimane molto poca.

Molto meglio pochi ma buoni.

Speriamo che d'ora in poi le uscite e collegamenti annunciati siano veritieri. Dai lake, forse ce la fai ad ascoltare qualcuno.

Auguri al progetto rinnovato e a tutti gli utenti.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 08 Febbraio 2015, 18:01:18
Molto meglio pochi ma buoni.

Speriamo che d'ora in poi le uscite e collegamenti annunciati siano veritieri. Dai lake, forse ce la fai ad ascoltare qualcuno.

Auguri al progetto rinnovato e a tutti gli utenti.
Il "problema" quando si tratta di montagna, Ugo, è che non c'è NULLA di certo.
Si può annunciare di andare in vetta per poi far radio e, per mille problemi, non riuscirci più.
Così come si può annunciare di andare a fare radio e poi restare a mangiare al ristorante o a prendere il sole in terrazza... no?  marameo
Questo non significa certo che chi ha fatto l'annuncio (che sia utente di RRM o meno) sia una persona poco seria o che il progetto di cui fa parte sia meno valido per un suo utente. ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 08 Febbraio 2015, 19:23:09
  "E' prerogativa indispensabile "praticare attività outdoor". Non è richiesto "essere molto attivi", non è richiesto "andare ogni fine settimana in vetta ad una montagna", non è richiesto "essere iscritti al CAI"... basta semplicemente dichiarare di fare attività outdoor, di qualunque tipo ed in qualunque modo. Ed "attività outdoor" è anche portare il cane a passeggiare nel bosco sopra casa, eh.
Non cercate il pelo nell'uovo... "


Ariquoto... :up: :allah:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 08 Febbraio 2015, 20:08:38
Riguardo la tua domanda... Non vogliamo fare questo, anche conoscendo le potenzialità degli apparati radioamatoriali, perchè non è legale, ad esempio, usare antenne esterne performanti in banda PMR-446

Ok grazie per aver gentilmente risposto alla mia proposta e visto che stiamo semplicemente parlando a  modo di raffronto rigorosamente costruttivo, mi permetto di "rilanciare" nuovamente la "palla" ;-):

-onestamente vedo l'ipotesi di arrivare alla frequenza "unica di emergenza" nazionale in VHF come un traguardo assai difficile e comunque reputo che in ogni caso potrebbe (eventualmente) essere assegnata al di fuori delle bande radiamatoriali, quindi non necesssariamente tutti gli OM potrebbero ugualmente contribuire in quanto gli apparati "chiusi"....normalmente possono ricevere oltre tali bande, ma trasmettere solo all'interno di esse...... :-\

A parte questo vado ad analizzare un altro aspetto visto che come la descrivi te incudere gli OM all'interno di un elenco di stazioni di monitoraggio non è legale (giustissimo! ;-)).....

Quindi più nel dettaglio... 8)....a chi pienamente nel rispetto della legge è consentito accedere alla banda pmr446 ?

1)OM no....in quando possono trasmettere e ricevere solo all'interno delle proprie bande
2)SWL,neppure....in quanto possono effettuare ascolto soltanto all'interno delle bande OM
3)Operatore Tizio che ha la stazione pmr446 "casalinga" tutto al di fuori di quanto prescrive la legge sul pmr446..No !
4)Operatore Caio che se ne va a giro con il suo pmr446 modificato....No!

Sperando di non aver dimenticato "nessuno" ......l'unico "utente" autorizzato realmente sarebbe (guardo la pratica delle cose non alla teoria ;-)) colui che al seguito della effettuazione della dichiarazione e pagati i 12 euro annui, se ne va a fare escursioni in "pubblico" con il suo pmr446 rigorosamente originale.... ;-)

Detto questo ed evidenziando che (per ipotesi) il 90% dei possibili frequentatori della rete RRM sarebbero ugualmente fuori legge,  non sarebbe possibile magari includere degli operatori che si offrono a fare monitoraggio da casa con la condizione di essere in regola con dichiarazione e versamento dei 12 euro annui previa dichiarazione (a Vostra tutela) di possedere ed utilizzare per la RRM un pmr446 originale ??

SE poi ai fini pratici, coloro utilizzano apparecchiature (anche solo per ascoltare) non regolamentari,dovranno eventualmente risponderne di persona davanti alla legge, ma RRM rimarrebbe comunque tutelata.... ;-)

Io potrei essere di queste stazioni di "monitoraggio" (e penso che che ce ne sarebbero potenzialmnte diverse ad esser disponibili a tali condizioni ) in quanto possiedo oltre che radio OM anche apparati pmr446 rigorosamente originali......ed ovviamente regolare dichiarazione ;-) 

Mi farebbe piacere sapere cosa ne pesi al riguardo grazie :up:

Ciao Foxg7,
bene o male hanno risposto correttamente gli altri che hanno commentato nelle ultime ore.

Ma ci tengo a precisare, e lo faccioriportanto le condizioni da accettare in fase di compilazione del modulo, che queste sono le sei condizioni che richiediamo per partecipare:


Quindi, ad esempio, andare a fare una corsetta/jogging, anche se è sempre attività outdoor non è "compatibile" con le nostre condizioni.

Anche se non volete partecipare al progetto, per curiosità date un occhio alla pagina COME PARTECIPARE e leggete le varie informazioni... Ovviamente arrivati al modulo dove dovreste inserire i dati, da li non procedete!

PS: comunque in 3 giorni siamo a 150 ID rilasciati, e ne abbiamo una 50na circa in attesa di attivazione da parte dell'interessato  :birra:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 08 Febbraio 2015, 20:27:12
Carissimo Giovy, potrei essere anche d'accordo con te. Ma non lo sono proprio e siccome ti reputo una persona intelligente concludo questa polemica fra noi. Tu rimani della tua opinione ed io della mia.
Per me, non un collegamento in oltre una anno, non è certo per come dici tu che in montagna può capitare di tutto e non vi è quindi nulla di certo. L'eccezione esistono eccome, ma in questo caso l'eccezzione è il mantenere quello detto. Forse sarebbe meglio che anziché andare in montagna  andassero a Lourdes o Međugorje, chissà che anche questi "montanari fantasmi" si convertano anche loro come Bosio.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 08 Febbraio 2015, 20:27:56
...prossimamente appena gli impegni di lavoro me lo consentiranno andrò al rifugio  Jervis in val pellice
meta che obbligatoriamente faccio ogni anno sia in estate che d' inverno o con ciaspole o con gli sci da alpinismo....
Il rifugio spessissimo ha il telefono rotto e oltretutto già da Villanova la rete cellulare fa pena ...
A suo tempo il gestore aveva aderito all'iniziativa RRM ( ora con il nuovo riassetto non so...)
comunque, avere un buon collegamento radio in caso di bisogno (specialmente con il rifugio...) è una ottima cosa per la sicurezza personale.
Spero che moltissimi rifugi aderiscano a RRM! sarebbe fondamentale per noi "escursionisti"
.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 09 Febbraio 2015, 09:50:42
Ciao Foxg7,
bene o male hanno risposto correttamente gli altri che hanno commentato nelle ultime ore.

Ciao, si, ma aspettavo volentieri anche la tua esposizione al riguardo.... ;-)

Ma ci tengo a precisare, e lo faccioriportanto le condizioni da accettare in fase di compilazione del modulo, che queste sono le sei condizioni che richiediamo per partecipare:

..............quindi, ad esempio, andare a fare una corsetta/jogging, anche se è sempre attività outdoor non è "compatibile" con le nostre condizioni..

Ok, messaggio chiaro, spero che tutti i futuri iscritti capiscano bene cosa intendiate leggendo anche questo thread.... ;-)

..........comunque in 3 giorni siamo a 150 ID rilasciati, e ne abbiamo una 50na circa in attesa di attivazione da parte dell'interessato  :birra:

Buon risultato, spero che i numeri continuino a salire e soprattuto che siano attività reali  e non presunte, come ipotizzo lo siano state in tante occasioni quelle pubblicizzate su Grifus :-\ :-\ :-\: io lo dico con tutta onestà......a parte il fatto che sul ch 8 ho "interferenze" provenenti da un vicino centro commerciale durante tutto il giorno......ho provato in tantissime occasioni a contattare degli operatori che avevano annunciato la loro disponibilità per fare prove radio (chiaramente in zona),  ricordo che  ...nonostante la teoria desse come possibile il collegamento, solo raramente (1-2 volte in decine di tentativi) son riuscito a contattar qualcuno e neppure i giorni dopo ho letto sul Grifus di collegamenti da coloro effettuati......quindi il sospetto si fa assai forte sul fatto che tal persone non ci siano mai arrivate sul luogo dichiarato, che abbiamo semplicemente tenuto la radio spenta o che gli scocciasse rispondere alle chiamate ricevute...........non si spiega il contrario :-\ :-\ :-\

Ancora buon lavoro !
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 11 Febbraio 2015, 22:13:40
Giusto per aggiornarvi un pò sui nostri numeri... Siamo a 246 ID assegnati in pochi giorni! Risultato che non ci aspettavamo, visti i criteri più rigidi che adesso applichiamo per "selezionare" chi davvero è interessato al Progetto.

Non nascondiamo che abbiamo utilizzato con scrupolo le inserzioni a pagamento di FB, e l'inserzione è stata programmata per essere vista esclusivamente da chi tra i proprio interessi ha l'escursionismo, l'alpinismo, la montagna, il soccorso alpino, etc. etc., evitando così di promuovere il Progetto a un pubblico non corretto.

Abbiamo attirato l'interesse anche di una nota socità internazionale che costruisce apparati radio ricetrasmittenti. Vediamo cosa ne scappa fuori!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 12 Febbraio 2015, 23:06:58
OT...Così per conoscenza...!!! :up: (era ora)...!!!

http://www.laprovinciadicomo.it/stories/Cronaca/soccorso-sui-monti-gli-incoscienti-dovranno-pagare_1104736_11/
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 13 Febbraio 2015, 08:16:32
Carissimo Giovy, potrei essere anche d'accordo con te. Ma non lo sono proprio e siccome ti reputo una persona intelligente concludo questa polemica fra noi. Tu rimani della tua opinione ed io della mia.
Per me, non un collegamento in oltre una anno, non è certo per come dici tu che in montagna può capitare di tutto e non vi è quindi nulla di certo. L'eccezione esistono eccome, ma in questo caso l'eccezzione è il mantenere quello detto. Forse sarebbe meglio che anziché andare in montagna  andassero a Lourdes o Međugorje, chissà che anche questi "montanari fantasmi" si convertano anche loro come Bosio.
Quoto al 100%!
E la dimostrazione lampante della tua ragione è venuta dall'ennesimo spot pubblicitario del Coord. Naz. Che ha ricominciato a dare i numeri ......246 id.....complimenti vivissimi!!!  :up:
Se serviva una conferma l'abbiamo avuta.
Non è cambiato proprio nulla.
Peccato!  :grin:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 13 Febbraio 2015, 16:01:36
Carissimo Giovy, potrei essere anche d'accordo con te. Ma non lo sono proprio e siccome ti reputo una persona intelligente concludo questa polemica fra noi. Tu rimani della tua opinione ed io della mia.
Per me, non un collegamento in oltre una anno, non è certo per come dici tu che in montagna può capitare di tutto e non vi è quindi nulla di certo. L'eccezione esistono eccome, ma in questo caso l'eccezzione è il mantenere quello detto. Forse sarebbe meglio che anziché andare in montagna  andassero a Lourdes o Međugorje, chissà che anche questi "montanari fantasmi" si convertano anche loro come Bosio.
Quoto al 100%!
E la dimostrazione lampante della tua ragione è venuta dall'ennesimo spot pubblicitario del Coord. Naz. Che ha ricominciato a dare i numeri ......246 id.....complimenti vivissimi!!!  :up:
Se serviva una conferma l'abbiamo avuta.
Non è cambiato proprio nulla.
Peccato!  :grin:

Le risate con Wilson... Il tuo livello di umorismo è davvero alto -.-

Ma lei cosa ne sa delle novità? Cosa ne sà delle cose che stiamo riorganizzando e ancora in via di definizione? Che ne sà dei rapporti che stiamo portando avanti? Ho cominciato a dare i numeri, si, perchè quei numeri sono sicuramente concreti, per come è strutturata la modalità di partecipazione. Quindi quale conferma ha avuto? ... Sinceramente non mi interessa il suo pensiero, dato che so come oramai la pensa, come l'ha sempre pensata.

Ah, non userei il termine "spot pubblicitario"; uno spot pubblicitario è utilizzato per un rientro economico, quindi il termine non è attribuibile al Progetto!

Aggiornamento numeri: 271 ID assegnati.

OT: anche in privato, mi interessarebbe sapere il suo QRZ Ministeriale... Giusto per non parlare con qualcuno in maniera troppo virtuale! Lei sa chi sono io, ma io non so con chi mi sto confrontando!

S.L.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 13 Febbraio 2015, 16:32:35
Caro Coord. Naz. è innegabile che i tuoi interventi siano solo spot pubblicitari, visto che scrivi solo e soltanto per fare pubblicità alla tua iniziativa e al tuo sito.
Quale ritorno tu abbia da questa pubblicità non è dato a noi saperlo, ma ciò non toglie che agisci solo e soltanto per tuoi interessi e non certo per la passione che dovrebbe accomunare i membri di questo forum.
Ma basta dare un'occhiata nel web per rendersi conto della tua intensa attività pubblicitaria, che svolgi su diversi siti e forum, sempre uguale e costante.
Ad andare a vedere bene, non sono mancate lamentele e richiami per questo tuo comportamento e quindi non sono certo io il primo a farti presente che questo tuo modo di fare è fastidioso e inopportuno.
Chiarito questo particolare, mi sembra che questa non sia certo la prima "rivoluzione" di RRM, che cambia pelle ma rimane sempre la stessa cosa.
Lodevole iniziativa hobbistica, con scarsi risultati pratici, che se presentata e portata avanti per quello che è avrebbe anche un senso.
Oltretutto, dopo tante chiacchiere e fumo sparso nel web, si sarebbe anche dovuto leggere qualcosa di concreto, che so io, un intervento di soccorso, un ritrovamento di dispersi.
Sono passati diversi anni da quando è stata creata questa iniziativa, ma mi sembra che oltre alle strabilianti prospettive presentate nel sito di RRM, non si sia visto nulla di concreto, nonostante le migliaia di aderenti.
Io non ho mai letto nulla in merito a interventi di soccorso realizzati grazie a RRM o con un minimo apporto tecnico di questa iniziativa.
Immagino che se ci fosse stato il benché minimo riscontro mediatico non sarebbe mancata la dovuta pubblicità.
Tutta questa messa in scena per realizzare qualche sporadico contatto sked francamente mi sembra proprio ridicola.
Quindi esimio Coord. Naz. non me ne volere se ogni volta che ti fai avanti con i tuoi soliti interventi pubblicitari io ti rispondo con molta franchezza.
PS: non so quali siano le usanze all'interno di RRM, ma tra radioamatori normalmente ci si da del TU.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 13 Febbraio 2015, 16:38:33
faccio ora il mio ultimo intervento:
caro Wilson sei libero di pensarla come vuoi (e ci mancherebbe...)ma i toni e modi  quando si commentano i post  altrui  dovrebbero secondo me non sconfinare nel canzonatorio o nel peggiore dei casi nell'offesa (non nel tuo caso).
Cerchiamo di rimanere sereni.
Ognuno ha espresso il suo punto di vista...evitiamo sacaramuccie.Facciamola finita qua.
Sempre con simpatia .
Carlo

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 13 Febbraio 2015, 16:42:14
Aggiornamento numeri: 271 ID assegnati.

Ecco appunto...... :up:
Non sono io che prendo in giro....non ce n'è bisogno.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 13 Febbraio 2015, 16:46:52
OT: anche in privato, mi interessarebbe sapere il suo QRZ Ministeriale... Giusto per non parlare con qualcuno in maniera troppo virtuale! Lei sa chi sono io, ma io non so con chi mi sto confrontando!
Il mio nominativo lo apprenderai sicuramente se avrò il piacere di incontrarti on air, come è accaduto con altri utenti radioamatori.
Io non vengo sul forum per farmi pubblicità ma per condividere una passione, quella per il radiantismo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 13 Febbraio 2015, 16:53:43
faccio ora il mio ultimo intervento:
caro Wilson sei libero di pensarla come vuoi (e ci mancherebbe...)ma i toni e modi  quando si commentano i post  altrui  dovrebbero secondo me non sconfinare nel canzonatorio o nel peggiore dei casi nell'offesa (non nel tuo caso).
Cerchiamo di rimanere sereni.
Ognuno ha espresso il suo punto di vista...evitiamo sacaramuccie.Facciamola finita qua.
Sempre con simpatia .
Carlo
Scusa Carlo ma quali offese?
Mi potresti citare qualche passaggio offensivo, qualche termine volgare o qualche riferimento personale?
Io mi riferisco a comportamenti ben precisi e a dati di fatto.
Se c'è da discuterne discutiamone, ma attenendoci solamente ad essi.
Se poi chi fa certe dichiarazioni e formula certi progetti poco realistici si risente perchè si evidenziano le incongruenze del suo agire, mi sembra che sia un suo problema e non certo una mancanza di rispetto.....anzi forse è cercare di riportare il giusto rispetto per un Forum radioamatoriale.
Ovviamente....sempre con simpatia!  ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 13 Febbraio 2015, 17:18:58
Caro Coord. Naz. è innegabile che i tuoi interventi siano solo spot pubblicitari, visto che scrivi solo e soltanto per fare pubblicità alla tua iniziativa e al tuo sito.
Quale ritorno tu abbia da questa pubblicità non è dato a noi saperlo, ma ciò non toglie che agisci solo e soltanto per tuoi interessi e non certo per la passione che dovrebbe accomunare i membri di questo forum.
Ma basta dare un'occhiata nel web per rendersi conto della tua intensa attività pubblicitaria, che svolgi su diversi siti e forum, sempre uguale e costante.
Ad andare a vedere bene, non sono mancate lamentele e richiami per questo tuo comportamento e quindi non sono certo io il primo a farti presente che questo tuo modo di fare è fastidioso e inopportuno.
Chiarito questo particolare, mi sembra che questa non sia certo la prima "rivoluzione" di RRM, che cambia pelle ma rimane sempre la stessa cosa.
Lodevole iniziativa hobbistica, con scarsi risultati pratici, che se presentata e portata avanti per quello che è avrebbe anche un senso.
Oltretutto, dopo tante chiacchiere e fumo sparso nel web, si sarebbe anche dovuto leggere qualcosa di concreto, che so io, un intervento di soccorso, un ritrovamento di dispersi.
Sono passati diversi anni da quando è stata creata questa iniziativa, ma mi sembra che oltre alle strabilianti prospettive presentate nel sito di RRM, non si sia visto nulla di concreto, nonostante le migliaia di aderenti.
Io non ho mai letto nulla in merito a interventi di soccorso realizzati grazie a RRM o con un minimo apporto tecnico di questa iniziativa.
Immagino che se ci fosse stato il benché minimo riscontro mediatico non sarebbe mancata la dovuta pubblicità.
Tutta questa messa in scena per realizzare qualche sporadico contatto sked francamente mi sembra proprio ridicola.
Quindi esimio Coord. Naz. non me ne volere se ogni volta che ti fai avanti con i tuoi soliti interventi pubblicitari io ti rispondo con molta franchezza.
PS: non so quali siano le usanze all'interno di RRM, ma tra radioamatori normalmente ci si da del TU.

Mi chiami Simone (ho richiesto all'admin la modifica dell'Username).

Torno a ripetere che il termin pubblicità non è corretto per i motivi già scritti. Si, sto divulgando il Progetto, ma non è solamente mio interesse. L'interesse è anche di chi frequenta la montagna (e ce ne sono molti... Ci sono discussioni dedicate a chi va in montagna e si porta una radio). Torno a ripetere: io non ci guadagno un euro.

Mi indichi siti e forum su cui faccio pubblicità... Sono curioso... Sicuramente per il motivo sopra-scritto. Le lamentele... riportamele ASSIEME alla data di inserimento della lamentela stessa.

Lei continua a mostrare ignoranza (nel senso che ignora, o male interpreta, le informazioni riportate nel sito). "intervento di soccorso", "ritrovamento di dispersi"... Perchè mai dovrebbe trovare tali episodi legati al progetto se attualmente il Progetto è usato per altro? Leggasi sezione IL PROGETTO >> SITUAZIONE ATTUALE nel sito.

Lei non è dentro, e non conosce alcune importanti funzioni di RERAMONET? Oppure si è inscritto (ovviamente dichiarando il falso nelle condizioni) e ha accesso alle attuali sezioni attive di RERAMONET? Non voglio saperlo, e nel caso (NEL CASO) può solo che vergognarsi.

PS: non sono un radioamatore (anche se potrei diventarlo senza dare l'esame per il corso di studi che ho fatto), quindi visto che come dice lei "tra radioamatori ci si da del TU", io che non lo sono continuerò a rispettarla visto che sicuramente è più grande di me, e comunque non la conosco.
Sinceramente non uso la radiocomunicazioni per parlare sui punti, per stabilire collegamenti internazionali in HF, per scambiare QSL, per autocostruirmi antenne o apparati, per sperimentare, etc. Uso le radiocomunicazioni per gli scopi preposti dal Progetto, ed inoltre per via del mio lavoro (e internamente ad esso) effettuo collegamenti in VHF, HF e tramite ComSat.


OT: anche in privato, mi interessarebbe sapere il suo QRZ Ministeriale... Giusto per non parlare con qualcuno in maniera troppo virtuale! Lei sa chi sono io, ma io non so con chi mi sto confrontando!
Il mio nominativo lo apprenderai sicuramente se avrò il piacere di incontrarti on air, come è accaduto con altri utenti radioamatori.
Io non vengo sul forum per farmi pubblicità ma per condividere una passione, quella per il radiantismo.

Se mi dice come si chiama in radio non è farsi pubblicità, è semplicemente "riconoscersi". Chiunque potrebbe apprendere il suo nominativo ascoltando suoi QSO. Per me lei può essere anche Topolino... E vuole nascondere la sua identità (parziale alla fine, non chiedo il suo indirizzo, data di nascita) le sto chiedendo il suo nominativo ministeriale semplicemente.

Non avendo la patente, mi dica dove con un mio amico OM possiamo parlare (con lui che farà da tramite). Quando tornerò a casa fra qualche settimana cercheremo di stabilire un contatto on air. Mi dia un ponte, e se abitiamo lontani ci sentiremo sul Link Nazionale CISAR.

faccio ora il mio ultimo intervento:
caro Wilson sei libero di pensarla come vuoi (e ci mancherebbe...)ma i toni e modi  quando si commentano i post  altrui  dovrebbero secondo me non sconfinare nel canzonatorio o nel peggiore dei casi nell'offesa (non nel tuo caso).
Cerchiamo di rimanere sereni.
Ognuno ha espresso il suo punto di vista...evitiamo sacaramuccie.Facciamola finita qua.
Sempre con simpatia .
Carlo
[...] anzi forse è cercare di riportare il giusto rispetto per un Forum radioamatoriale.

Viste le sezioni presenti nel Forum, non è strettamente RADIOAMATORIALE. RADIANTISTICO ok, ma non esclusivamente Radioamatoriale. Ah, premetto, non ho aperto io questo post sotto la categoria "Radioamatori".

S.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 13 Febbraio 2015, 17:27:47
Comunque, visto che sono sempre fedele alla mia onestà intellettuale, mi sento in dovere di evidenziare che qualche effettivo cambiamento, almeno nel sito, c'è stato.
Infatti, come si può ben vedere, il sito web di RRM è stato rivisto e modificato, apportando degli "oppurtuni" correttivi grafici e comunicativi che, tra l'altro, anche io avevo più volte suggerito.
Di questo do sicuramente atto e merito al Coord. Naz. e a chi ha contribuito a "sanare" una situazione potenzialmente dannosa.  :up: :up: :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 13 Febbraio 2015, 17:48:51
Simone, posso chiamarti col tuo nome, identificativo RRM o Coord. Naz., ma la sostanza non cambia.
Il fatto che tu faccia pubblicità nel forum non è un opinione ma un dato di fatto.
Ti rimando a un qualsiasi dizionario di Italiano per verificare di persona come il termine "pubblicità" si attagli perfettamente al tuo agire.
Il fine o il ritorno della pubblicità non è obbligatoriamente di tipo economico e, probabilmente, anche nel tuo caso non lo sarà.
Ma sempre pubblicità fai.
Riguardo all'attività di divulgazione che svolgi su altri siti e alle reazioni che ha provocato, ritengo che sia troppo O.T. per essere trattato più diffusamente in questo topic.
Credo che sia facile per tutti effettuare una semplicissima ricerca su Google per trovare ciò a cui io mi riferisco.
Comunque, se non lo avessi capito, questo è un forum di amanti della radio, radioamatori (per me è un sinonimo), che dovrebbero anche essere veri O.M..
Il dare del lei in tale contesto è fuori luogo e non fa che dimostrare come certi interventi siano fatti in pieno disaccordo con lo spirito che dovrebbe accomunare gli utenti di RogerK.
Questo prendere le distanze e al tempo stesso smaniare per conoscere il mio nominativo è un comportamento contraddittorio al limite del ridicolo.
Scusami, ma sono sempre schietto e sincero, pur sforzandomi di non risultare offensivo.
Di certo, se hai letto altri topic del forum, ti sarai reso conto che il tuo comportamento non è "normale" in questo contesto.
Se hai necessità di comunicarmi qualcosa in privato ci sono i messaggi privati e la mail personale.
Il nominativo ministeriale serve ad altro, non certo come "citofono".  ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 14 Febbraio 2015, 14:51:46
Simone, posso chiamarti col tuo nome, identificativo RRM o Coord. Naz., ma la sostanza non cambia.
Il fatto che tu faccia pubblicità nel forum non è un opinione ma un dato di fatto.
Ti rimando a un qualsiasi dizionario di Italiano per verificare di persona come il termine "pubblicità" si attagli perfettamente al tuo agire.
Il fine o il ritorno della pubblicità non è obbligatoriamente di tipo economico e, probabilmente, anche nel tuo caso non lo sarà.
Ma sempre pubblicità fai.
Riguardo all'attività di divulgazione che svolgi su altri siti e alle reazioni che ha provocato, ritengo che sia troppo O.T. per essere trattato più diffusamente in questo topic.
Credo che sia facile per tutti effettuare una semplicissima ricerca su Google per trovare ciò a cui io mi riferisco.
Comunque, se non lo avessi capito, questo è un forum di amanti della radio, radioamatori (per me è un sinonimo), che dovrebbero anche essere veri O.M..
Il dare del lei in tale contesto è fuori luogo e non fa che dimostrare come certi interventi siano fatti in pieno disaccordo con lo spirito che dovrebbe accomunare gli utenti di RogerK.
Questo prendere le distanze e al tempo stesso smaniare per conoscere il mio nominativo è un comportamento contraddittorio al limite del ridicolo.
Scusami, ma sono sempre schietto e sincero, pur sforzandomi di non risultare offensivo.
Di certo, se hai letto altri topic del forum, ti sarai reso conto che il tuo comportamento non è "normale" in questo contesto.
Se hai necessità di comunicarmi qualcosa in privato ci sono i messaggi privati e la mail personale.
Il nominativo ministeriale serve ad altro, non certo come "citofono".  ;)

Penso che tu abbia qualcosa da nascondere... Comunque sia sto aspettando il nome di un ponte e un orario così da poterci confrontare (tramite un mio tramite che ha la patente).

Chiamiamola pubblicità così sei soddisfatto. A me non risultano tutte queste critiche per la troppa pubblicità, e se risultano sono fatte o da RADIOAMATORI che la pensano come te, o fatte più di qualche anno fa.

Hai detto bene... Amanti di radio (che io sono)... Ma RADIOAMATORE è chi ha la patente e relativo QRZ Ministeriale. Ripeto che questo topic non è stato aperto da me. E parli di spirito di chi popola questo Forum.. E tra questi ci sta chi approva il Progetto, e ne parla (anche solo citandolo) anche in altri topic.

Ti darò del tu, così evito di "essere fuori luogo".

Da che città scrivi? Giusto per capire quanti attualmente nella tua zona fanno parte della Rete Radio Montana.

PS: riceviamo richieste di assegnazione di ID NON BEN VOLUTE e so per certo che arrivano da frequentatori di questo Forum... Evitate di inserire Codici Fiscali e altri dati falsi, perchè vengono controllati accuratamente e miscelo varie fonti (pubbliche anche se difficilmente trovabili in rete)... Anche se mi sfuggite adesso, verrete bloccati in futuro (come già è successo in questi giorni).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 14 Febbraio 2015, 18:32:29
Caro Simone le tue accuse, più o meno velate, personalmente mi fanno ridere, ma credo che qualcun altro possa anche prenderle meno ironicamente.
Io non ho nulla da nascondere, anzi.....se tu avessi esigenza di comunicare con me non vedo perché non lo abbia già fatto invece di continuare a pretendere di conoscere il mio nominativo..... :rool: :rool: :rool:
Il tuo comportamento è incoerente ed ambiguo.
Ci sono utenti di questo Forum che mi conoscono molto bene, con i quali condivido "esperienze sul campo" della nostra bellissima passione o che incontro piacevolmente on air, perchè il forum è essenzialmente una comunità, non una vetrina o un jukeboxe dove arrivi, chiedi, prendi e sparisci fino a quando non ti servirà ancora qualcosa.
Per me il forum è questo e non ho il minimo interesse a condividere ulteriori informazioni personali con te semplicemente perché non mi interessa approfondire un rapporto personale con te.
Io ti scrivo solo e soltanto in risposta alla tua pubblicità su questo forum.
Come già ti ho spiegato in passato, io non sono venuto a cercarti, pur conoscendo molto bene la tua iniziativa.
Io sono utente di RogerK dal 25 luglio 2006, qualche anno prima che nascesse RRM........ ;)
Sei tu che hai fatto irruzione nel forum per pubblicizzarti, divulgando il tuo progetto che personalmente non ho mai ritenuto valido per come lo presenti, per le finalità irrealistiche e per l'ambiguità con cui viene proposto.
Se tu frequentassi un po' di più questo Forum (e non solo per fare pubblicità) sapresti benissimo dove trovare il mio qth.
Di critiche ne hai avute, eccome. Mi fa piacere che piano piano le cose escano fuori così come mi fa piacere che inizi ad apportare correttivi alla tua iniziativa e sopratutto al tuo sito, accogliendo alcuni suggerimenti che più volte ti ho dato.
Già ti ho spiegato che la mia attività radio non è legata alla necessità di comunicare in privato con la gente.
Per questa esigenza uso altri strumenti, come i messaggi personali (per questo Forum) o la e mail (che puoi sempre trovare in questo sito....basta sapere dove cercare  ;) ).
E stai pure tranquillo che se hai problemi di "violazioni" del tuo sito, non sono certo io a perdere tempo in quel modo, né credo che ci siano utenti di questo forum che lo facciano.
Sicuramente non è corretto né simpatico venire ad accusare indiscriminatamente gli utenti di RogerK di essere gli artefici di tali azioni.
Questo tuo comportamento non porta certo simpatia alla tua iniziativa.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 14 Febbraio 2015, 21:31:32
Caro Simone le tue accuse, più o meno velate, personalmente mi fanno ridere, ma credo che qualcun altro possa anche prenderle meno ironicamente.
Io non ho nulla da nascondere, anzi.....se tu avessi esigenza di comunicare con me non vedo perché non lo abbia già fatto invece di continuare a pretendere di conoscere il mio nominativo..... :rool: :rool: :rool:
Il tuo comportamento è incoerente ed ambiguo.
Ci sono utenti di questo Forum che mi conoscono molto bene, con i quali condivido "esperienze sul campo" della nostra bellissima passione o che incontro piacevolmente on air, perchè il forum è essenzialmente una comunità, non una vetrina o un jukeboxe dove arrivi, chiedi, prendi e sparisci fino a quando non ti servirà ancora qualcosa.
Per me il forum è questo e non ho il minimo interesse a condividere ulteriori informazioni personali con te semplicemente perché non mi interessa approfondire un rapporto personale con te.
Io ti scrivo solo e soltanto in risposta alla tua pubblicità su questo forum.
Come già ti ho spiegato in passato, io non sono venuto a cercarti, pur conoscendo molto bene la tua iniziativa.
Io sono utente di RogerK dal 25 luglio 2006, qualche anno prima che nascesse RRM........ ;)
Sei tu che hai fatto irruzione nel forum per pubblicizzarti, divulgando il tuo progetto che personalmente non ho mai ritenuto valido per come lo presenti, per le finalità irrealistiche e per l'ambiguità con cui viene proposto.
Se tu frequentassi un po' di più questo Forum (e non solo per fare pubblicità) sapresti benissimo dove trovare il mio qth.
Di critiche ne hai avute, eccome. Mi fa piacere che piano piano le cose escano fuori così come mi fa piacere che inizi ad apportare correttivi alla tua iniziativa e sopratutto al tu sito, accogliendo alcuni suggerimenti che più volte ti ho dato.
Già ti ho spiegato che la mia attività radio non è legata alla necessità di comunicare in privato con la gente.
Per questa esigenza uso altri strumenti, come i messaggi personali (per questo Forum) o la e mail (che puoi sempre trovare in questo sito....basta sapere dove cercare  ;) ).
E stai pure tranquillo che se hai problemi di "violazioni" del tuo sito, non sono certo io a perdere tempo in quel modo, né credo che ci siano utenti di questo forum che lo facciano.
Sicuramente non è corretto né simpatico venire ad accusare indiscriminatamente gli utenti di RogerK di essere gli artefici di tali azioni.
Questo tuo comportamento non porta certo simpatia alla tua iniziativa.

Ho poco più di 20 anni... I tuoi "occhiolini" intorno al fatto che sei registrato dal 2006 sinceramente non mi fanno effetto. Sei sicuramente più grande di me, e non mi interessa se hai più esperienza che di me (cioè, mi interessa relativamente poco). Tu hai la tua idea e io la mia. C'è gente con molta esperienza e preparazione che appoggia il mio Progetto, anche nel campo radioamatoriale noncè di soccorso alpino. Altri, come te, criticano la RRM e ne sparlano in giro... Sinceramente me ne frego, sono anni che la gente ne sparla, e nonostante tutto il Progetto cresce e attira l'attenzione di organizzazioni importanti a livello nazionale, e organizzazioni che gestiscono l'elisoccorso provinciale (non ne sto a parlare perchè è tutto in fase di studio, ma già il solo fatto che ci contattano molte organizzazioni importanti, è una cosa positiva).

Non ne verremo mai fuori. Io ho le mie idee, e quelle rimangono, tu hai le tue, e quelle rimangono. Appunto perchè sono anni che ci segui, sei illimabile e sinceramente non sto qui a voler farti cambiare idea. Mi limito a rispondere alle tue critiche. Tipo il discorso che in tanti anni non hai visto articoli in giro in cui viene citata la Rete Radio Montana. Come già detto, non è la situazione attuale quella di attivare i soccorsi e supportare la gestione degli interventi.

Puoi parlare quanto vuoi sulla nostra "pubblicità"... Ma fin quando l'amministratore e i moderatori non intervengono, significa che io non sto facendo nulla di male. Poi vabbè, metti caso che per cattiveria conosci molto bene un moderatore e riesci a farlo mettere contro di noi... Non sarebbe cosa carina, ma non credo arriveresti a tanto.

Per quanto riguarda il tuo QTH so che "bazzichi" tra Lazio e Abruzzo (e mi pare il TTA), ma non ho trovato il tuo QTH (ma non è un problema ovviamente). Quindi potrebbe darsi che ti ascolterò anche nei ponti Laziali... quello del M. Gennaro, Guadagnolo, Castelli Romani, etc. etc.

Di critiche ne ho avute eccome... Ma sta pur certo che il Progetto ha avuto altrettanti riscontri positivi (non mi baso solo sul Forum, ovviamente).

Il nuovo sito, rispetto al vecchio, cambia nella grafica. Cambia il dominio/server. Ci sono delle aggiunte più che altro (come avrai avuto modo di vedere IN PARTE, dato che molte cose sono da definire). La cosa sostanziale poi è il più rigido criterio di assegnazione degli ID. Poi è cambiato molto la intranet (RERAMONET) con molte funzioni (molte delle quali in fase di completamento da parte mia). Ma per esempio il discorso del soccorso è sempre stato quello! Ora c'è una certa aggiunta, della quale stiamo studiando le ultime cose prima di applicarle.

Per la sua e-mail non sono così tonto (c'è sempre quell'occhiolino di troppo per come la vedo io), so dove è!

Se arrivo a dire una cosa, sta pur certo che è sensata (non vado a fare figuracce in giro)!!!

Se in tempo reale vedo degli utenti connessi in questa discussione (ci sono i nick degli attuali visitatori, e il numero degli eventuali nascosti, come ben sapete), e in tempo reale accedo a degli strumenti (abbastanza normali ma complessi) del mio sito, e vedo che quelle persone accedono al mio sito, anzi, alla pagina di richeista ID provenendo da questo topi, e quelle persone (non conosco nè NOME nè COGNOME, sia chiaro, ma ho traccia dei vari passaggi che fanno, salti tra un sito e l'altro, etc.) compilano il campo Codice Fiscale in maniera falsa... Come la vedi tu?

Ti assicuro che RERAMONET è molto complesso e se ti informi con qualche serio webmaster, ti potrà dire (vedendo il codice di programmazione) che potrebbe costare qualche migliaio di euro... E lo dico solo per farti capire che qualcosina ne capisco e non parlo a vanvera! Ma non c'è problema, nel programmarlo ho studiato anche delle modalità per fermarli (prima di accedere)... o chi riesce ad avere l'ID e quindi ad accedere, pian piano lo beccherò più avanti (come accaduto, fortunatamente pochissime volte, negli ultimi giorni). Poi ovvio, in caso di cose più gravi la Polizia Postale verrà contattata e gli verrà dato libero accesso al server (cosa che sicuramente potrebbero già fare per conto loro... Ma gli velocizzo le fasi) ;) siate un pochino più furbi.... Inserite come ANNO DI NASCITA nel codice fiscale almeno un anno che non sia il 1920 (ah, non basta mettere dei numeri concreti per avere un codice fiscale esatto, nel senso che se mettete anche 87, data più normale, se inserite altre cose a caso esce fuori la beffa =D )

Concludendo... Dato che le tue idee sono quelle... Non serve ripeterle ad oltranza... Il popolo di RogerK ormai le conoscera e non serve essere ripetitivi. Teniamo la discussione  pulita con domane&risposte nuove, che non siano sempre le solite critiche.

Buona serata!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 14 Febbraio 2015, 22:36:18
Allora, visto che hai tutte queste competenze per capire da quale parte arrivano le minacce al tuo sito, saprai sicuramente che io non ho mai perso tempo a fare queste cose.
Quindi, per cortesia, certe allusioni tienile per te, altrimenti si configurano come diffamazione.
Comunque Simone, visto che tu sei esperto del settore, sai benissimo che quei "fastidi" fanno parte del gioco, sono il retro della medaglia dell'esposizione mediatica a cui tu volontariamente ti esponi.
Come dire, hai voluto la bicicletta, ora pedala.
Tornando al topic, vedo con molto piacere (e non sono ironico) che piano piano il sito di RRM sta cambiando, rientrando nella sua giusta dimensione.
Ancora ci sarebbe da migliorare, ma molto è stato fatto.
Ho notato con soddisfazione che sono stati apportati quei correttivi formali e sostanziali che più volte ti ho suggerito.
Ora la comunicazione appare più corretta e veritiera e l'iniziativa emerge nella sua effettiva configurazione, anche se "condita" di strabilianti prospettive.
Per esempio, l'accostare RRM al REGA io lo trovo proprio fuori luogo.
Sai benissimo cos'è il REGA e di quali risorse professionali si avvale.
Diciamo solo che il REGA è una realtà concreta e affidabile che si presenta con un sito web.
RRM, al contrario, è un sito web che si propone di concretizzarsi, ma non ci riesce.
E non ci riesce per tantissimi motivi.
Tu parli di una possibile concessione di una frequenza in vhf per le comunicazioni in montagna. Pura utopia!
E una volta che hai una frequenza, cosa ci faresti senza un'organizzazione professionale e affidabile come quella del REGA?
Ma sai quanto tempo e quanta fatica c'è voluta per fare assegnare delle frequenze vhf per il Soccorso Alpino (e parliamo di frequenze di lavoro, riservate ai soccorritori)?
Fattelo raccontare dai tuoi amici soccorritori, se sono abbastanza "maturi".
Ti dico solo che negli anni '90 ancora ci si arrangiava "illegalmente" perché le frequenze assegnate al CNSAS erano intorno ai 70 Mhz e non si interfacciavano con nessun altro ente che prendeva parte ai soccorsi (GdF, CC, VdF, ecc...). Questo vuol dire che nelle operazioni di soccorso, in teoria, le squadre del CNSAS potevano comunicare solo tra loro e non potevano scambiare informazioni con le altre unità sul campo.
Si è andati avanti per decenni come pirati perché naturalmente quasi tutti i soccorritori avevano un vhf da impiegare nelle operazioni, ma lo detenevano a loro rischio e pericolo.
E stiamo parlando del CNSAS.......sicuramente poco fumo e molta sostanza.
Il loro sito in confronto a quello di RRM sembra una fetecchia.
Eppure.....
A guardare solo il web si direbbe che tu Simone, insieme ai tuoi amici, siate gli angeli custodi dei montanari italiani.
Magari fosse così!
Quindi, capisco le giuste ambizioni che ognuno di noi nutre e tenta di realizzare, ma entrando nel campo della sicurezza e chiamando in causa molte altre persone, dovresti sentirti in dovere di garantire concretezza e affidabilità nelle cose che pubblicizzi.
E purtroppo, le prove sul campo dicono tutt'altro.
Tu parli dell'attenzione che la tua iniziativa si è attirata in questi anni.
Sicuramente in molti sono rimasti affascinati dal tuo splendido sito web e molti altri li avrai contattati con la tua intensa attività divulgativa. Ma quanto di questo interesse si è concretizzato in attività o operazioni sul campo?
Quanti "partner" di RRM sono rimasti tali nel tempo?
E' proprio questo il problema.
A cosa serve attirare l'attenzione della gente se poi dietro alle prospettive che si pubblicizzano non c'è un minimo di concretezza?
Finora io, dal mio punto di vista, ho visto solo un gruppetto di appassionati pmristi che hanno realizzato alcuni sporadici collegamenti sked.
Un po' poco rispetto a quanto pubblicizzato e decantato nello splendido sito di RRM.
Comunque, i primi correttivi apportati lasciano ben sperare.
Stiamo a vedere fino a che punto la tua iniziativa saprà correggersi.
Buon lavoro.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 14 Febbraio 2015, 23:29:45
Allora, visto che hai tutte queste competenze per capire da quale parte arrivano le minacce al tuo sito, saprai sicuramente che io non ho mai perso tempo a fare queste cose.
Quindi, per cortesia, certe allusioni tienile per te, altrimenti si configurano come diffamazione.
Comunque Simone, visto che tu sei esperto del settore, sai benissimo che quei "fastidi" fanno parte del gioco, sono il retro della medaglia dell'esposizione mediatica a cui tu volontariamente ti esponi.
Come dire, hai voluto la bicicletta, ora pedala.
Tornando al topic, vedo con molto piacere (e non sono ironico) che piano piano il sito di RRM sta cambiando, rientrando nella sua giusta dimensione.
Ancora ci sarebbe da migliorare, ma molto è stato fatto.
Ho notato con soddisfazione che sono stati apportati quei correttivi formali e sostanziali che più volte ti ho suggerito.
Ora la comunicazione appare più corretta e veritiera e l'iniziativa emerge nella sua effettiva configurazione, anche se "condita" di strabilianti prospettive.
Per esempio, l'accostare RRM al REGA io lo trovo proprio fuori luogo.
Sai benissimo cos'è il REGA e di quali risorse professionali si avvale.
Diciamo solo che il REGA è una realtà concreta e affidabile che si presenta con un sito web.
RRM, al contrario, è un sito web che si propone di concretizzarsi, ma non ci riesce.
E non ci riesce per tantissimi motivi.
Tu parli di una possibile concessione di una frequenza in vhf per le comunicazioni in montagna. Pura utopia!
E una volta che hai una frequenza, cosa ci faresti senza un'organizzazione professionale e affidabile come quella del REGA?
Ma sai quanto tempo e quanta fatica c'è voluta per fare assegnare delle frequenze vhf per il Soccorso Alpino (e parliamo di frequenze di lavoro, riservate ai soccorritori)?
Fattelo raccontare dai tuoi amici soccorritori, se sono abbastanza "maturi".
Ti dico solo che negli anni '90 ancora ci si arrangiava "illegalmente" perché le frequenze assegnate al CNSAS erano intorno ai 70 Mhz e non si interfacciavano con nessun altro ente che prendeva parte ai soccorsi (GdF, CC, VdF, ecc...). Questo vuol dire che nelle operazioni di soccorso, in teoria, le squadre del CNSAS potevano comunicare solo tra loro e non potevano scambiare informazioni con le altre unità sul campo.
Si è andati avanti per decenni come pirati perché naturalmente quasi tutti i soccorritori avevano un vhf da impiegare nelle operazioni, ma lo detenevano a loro rischio e pericolo.
E stiamo parlando del CNSAS.......sicuramente poco fumo e molta sostanza.
Il loro sito in confronto a quello di RRM sembra una fetecchia.
Eppure.....
A guardare solo il web si direbbe che tu Simone, insieme ai tuoi amici, siate gli angeli custodi dei montanari italiani.
Magari fosse così!
Quindi, capisco le giuste ambizioni che ognuno di noi nutre e tenta di realizzare, ma entrando nel campo della sicurezza e chiamando in causa molte altre persone, dovresti sentirti in dovere di garantire concretezza e affidabilità nelle cose che pubblicizzi.
E purtroppo, le prove sul campo dicono tutt'altro.
Tu parli dell'attenzione che la tua iniziativa si è attirata in questi anni.
Sicuramente in molti sono rimasti affascinati dal tuo splendido sito web e molti altri li avrai contattati con la tua intensa attività divulgativa. Ma quanto di questo interesse si è concretizzato in attività o operazioni sul campo?
Quanti "partner" di RRM sono rimasti tali nel tempo?
E' proprio questo il problema.
A cosa serve attirare l'attenzione della gente se poi dietro alle prospettive che si pubblicizzano non c'è un minimo di concretezza?
Finora io, dal mio punto di vista, ho visto solo un gruppetto di appassionati pmristi che hanno realizzato alcuni sporadici collegamenti sked.
Un po' poco rispetto a quanto pubblicizzato e decantato nello splendido sito di RRM.
Comunque, i primi correttivi apportati lasciano ben sperare.
Stiamo a vedere fino a che punto la tua iniziativa saprà correggersi.
Buon lavoro.

Ma scusa, ho mai detto che sei stato tu??? MAI, quindi non parlare di diffamazioni e non mettermi in bocca parole che non ho detto. Essendo pubblico il messaggio, sono sicuro che chi si è comportato scorrettamente ha letto e recepito! Non penso assolutamente che ci sei tu tra questi. Anche se non siamo d'accordo sulla RRM sei una persona preparata e si vede in giro per RogerK. Comunque non posso assolutamente valutarti nè in positivo, nè in negativo: non mi interessa e non devo giudicarti io!

Questi fastidi che fanno parte del gioco, come già detto non mi danno fastidio. Chi è contro può continuare a venirci contro... Me ne frego semplicemente.

Quando mai affianco RRM alla REGA?????? Semplicemente preciso che il Canale E, che è utilizzabile nella sola Valle d'Aosta, è utilizzabile per la esclusiva richiesta di soccorso, al pari di una chiamata al 118. Mentre la Rete Radio Montana ha altri impieghi. Cosa dico di male? Anzi... Penso sia solo correttezza e realismo!!! Infatti rimando al sito ufficiale de Canale E!

Per il futuro, nel caso avessi una frequenza, che ne sai che non è in progetto quella di affidarla al CNSAS, ad esempio? Che ne sai come - dietro le quinte - ci stiamo muovendo? Sai quali contatti abbiamo a disposizione? eventuali contatti a livello di Regione? eventuali contatti che ho anche per via del mio lavoro? Non lo sai e tali informazioni non saranno certo messe sul sito, fino alla loro attuazione. Certo, ci vorrà molto tempo, ma se ci perdo tempo avrò i miei motivi!

So benissimo delle frequenze di lavoro... So ad esempio quale è stato l'iter per il Soccorso Alpino Lazio... Conosco di persona il responsabile della loro Rete Radio Regionale... so più o meno quali sono e dove sono i loro ponti, ovvero dove sono localizzati (e non lavorano sui 70 MHz... e non parlo neanche di quella nazionale intorno ai 16x.wyz MHz, e non intendo la 161.300).

So anche delle frequenze pirata che usano attualmente i rifugi, anche del Gran Sasso, e i soccorritori in altre zone... Tu stesso qui su RogerK affermi che hai apparati sintonizzati su frequenze o con potenze non autorizzate... Qualcuno opera pure sui 143 MHz in FM circa (banda in piena VHF Aeronautica Militare... vabè). So più di quanto tu immagini... O lavorato in alcuni settori e tuttora lavoro in altri settori relativi a tutto ciò a cui fai riferimento.

I "partener" come li chiami tu, che c'erano prima della riorganizzazione del Progetto, CI SONO TUTTI. Se avessi letto il sito, c'è un articolo in cui informiamo che tali collaborazioni sono in sospeso perchè dobbiamo far firmare delle carte... Ma stiamo finalizzando alcune cose per le COOPERAZIONI e COLLABORAZIONI. E oltre a quelle degli scorsi anni, come avrete modo di vedere, ci saranno altre organizzazioni che parteciperanno! Giustamente puoi basarti su ciò che vedi nel sito... Ma ti assicuro che dietro c'è un certo lavoro quotidiano che io e il mio team poriamo avanti (ovviamente nel tempo libero, dato che il lavoro mi porta anche fuori area).

Il fare pubblicità è fondamentale per far arrivare la voce a chi frequenta la montagna. Come specificato nel sito, la funzionalità è direttamente proporzionale al numero di apparati contemporaneamente in funzione su un'area geograficamente ristretta. Continueremo ad attivare l'attenzione. Continueremo a fare i nostri incontri e meeting al pubblico della montagna. Continueremo e continueremo!

Come dici tu... Vedremo gli sviluppi col tempo, coi mesi, con gli anni, ben coscente delle difficoltà che ci sono e che incontreremo!

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: wilson - 15 Febbraio 2015, 10:34:47
Ecco, ora ci capiamo meglio.
Tu dici di conoscere bene le storie e le vicissitudini vissute dal CNSAS e tutti i particolari che ti ho citato, ma non rispondi alla domanda chiave.
Come pensi che possa venire gestita una  ipotetica frequenza nazionale per la comunicazione e la sicurezza in montagna?
Ma sopratutto CHI la gestirebbe?
CHI sarebbe in grado di garantire la necessaria professionalità e affidabilità?
CHI si prenderebbe la responsabilità di fornire un simile servizio?
A meno che le cose non siano cambiate radicalmente (ora seguo le cose, ma da lontano) non credo che il CNSAS sia interessato a farsi carico anche di questo onere.
La realtà ci dice che, purtroppo, in Italia non esiste ancora un numero telefonico di emergenza unico per il soccorso alpino.
Figuriamoci se sia realistico proporre una frequenza radio!
E' vero che il trend internazionale per le gestioni delle emergenze è quello di unificare i numeri telefonici di chiamata, ma so pure (per esperienza diretta) che in alcune situazioni particolari è deleterio passare decine di minuti al telefono col 118 solo per tentare di far capire la situazione, per poi vedere arrivare sul posto di un incidente in piena montagna un'ambulanza (che ha percorso 6 km di strada disastrata rischiando di bloccarsi) con a bordo una dottoressa con i tacchi che al primo passo si sloga la caviglia  :sfiga: :sfiga: :sfiga: :sfiga: :sfiga:
E questo solo perché l'operatore generico del 118 non aveva capito assolutamente la situazione nonostante fosse stato più volte richiesto l'intervento del Soccorso Alpino.
Io queste cose le so perché le ho vissute in prima persona.
Ed è per questo che continuo a ripeterti di rimanere con i piedi per terra e di usare la massima sincerità e trasparenza nel presentare la tua iniziativa.
Ma vedo con grande piacere che il mio messaggio inizia a fare bereccia.  :up: :up: :up:
PS: se ancora hai la volontà di parlarmi privatamente, ma non ti va di usare e-mail o messaggi privati, visto che lo hai citato, potremmo darci appuntamento al Rif. Franchetti. Il buon Luca sarà sicuramente lieto di rivedermi dopo qualche anno.  :up:


Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siriokid - 17 Giugno 2015, 16:13:00
Ciao a tutti,
DELTA 32 dalla Liguria.
Vorrei partecipare alla discussione dicendo innanzitutto che sono un novellino però profondo conoscitore e appassionato di tutte le attività in alta montagna.
Spesso capita di essere in zone non coperte dalla rete cellulare e per questo una rete alternativa come RERAMONET non può che far solo che bene.
Probabilmente è poco conosciuta in quanto poco pubblicizzata a livello istituzionale.
Potremmo ovviare a tale problema facendo girare il più possibile la voce tramite anche i social tipo facebook.
Che ne dite?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 17 Giugno 2015, 16:16:43
Ciao a tutti,
DELTA 32 dalla Liguria.
Vorrei partecipare alla discussione dicendo innanzitutto che sono un novellino però profondo conoscitore e appassionato di tutte le attività in alta montagna.
Spesso capita di essere in zone non coperte dalla rete cellulare e per questo una rete alternativa come RERAMONET non può che far solo che bene.
Probabilmente è poco conosciuta in quanto poco pubblicizzata a livello istituzionale.
Potremmo ovviare a tale problema facendo girare il più possibile la voce tramite anche i social tipo facebook.
Che ne dite?

Se leggi quella 30.ina di pagine indietro, troverai che è stato detta di tutto e di più sul progetto rete radio montana.....sulla sua utilità / inutilità, secondo pareri o punti di vista diversi....  :rool: :P

Ciao e benvenuto ! ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 25 Luglio 2015, 11:20:46
La sezione CISAR di San Benedetto del Tronto (AP) oggi e domani 26/07, relativamente alle attività di autoaddestramento di Protezione Civile che avverranno nei pressi del Lago di Gerosa (Monti Sibillini, versante marchigiano), effettuerà una lezione sulle radiocomunicazioni: un modulo sarà dedicato al nostro Progetto. Durante l'esercitazione di ricerca verranno impiegate le frequenze in uso nella RRM.

Info: http://www.reteradiomontana.it/cisar-san-benedetto-tronto-progetto-rrm-lago-gerosa-monti-sibillini---21 (http://www.reteradiomontana.it/cisar-san-benedetto-tronto-progetto-rrm-lago-gerosa-monti-sibillini---21)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 29 Luglio 2015, 23:34:41
Versione Isole Canarie http://www.canal77pmr.com/
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 31 Luglio 2015, 19:52:14
Versione Isole Canarie http://www.canal77pmr.com/

Ciao Tuscania,
siamo a conoscenza del Canal 7-7 spagnolo, nato quest'anno... Ne parliamo già da qualche giorno nella nostra pagina su FB, e nella loro!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ice67 - 31 Luglio 2015, 21:04:15
Scusate ma i moderatori,i comandanti del forum quelli che decidono sulle spalle degli altri,dove sono....? Per quanto ancora lasciamo sparare a zero su RRM ....  A volte non serve scrivere frasi volgari ma forse questa persona e ' intoccabile facendo parte della della famiglia di rogerk...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: poker333 - 31 Luglio 2015, 21:07:47
   Io ..penso che qualche ripetitore in alcuni rifugi ...potrebbe risolvere buona parte delle emergenze...spesa esigua  rispetto ai benefici...
    Se prendiamo in esame gli sprechi di questo paese...parliamo di spiccioli, è solo una questione di coscenza e di buona volontà.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 31 Luglio 2015, 23:40:09
Versione Isole Canarie http://www.canal77pmr.com/

Ciao Tuscania,
siamo a conoscenza del Canal 7-7 spagnolo, nato quest'anno... Ne parliamo già da qualche giorno nella nostra pagina su FB, e nella loro!

...infatti lì l'ho scoperto... :shhhh:

P.S. Io sono Charlie 14... :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 01 Agosto 2015, 16:45:12
Scusate ma i moderatori,i comandanti del forum quelli che decidono sulle spalle degli altri,dove sono....? Per quanto ancora lasciamo sparare a zero su RRM ....  A volte non serve scrivere frasi volgari ma forse questa persona e ' intoccabile facendo parte della della famiglia di rogerk...

Personalmente... Non ti seguo... A che ti riferisci?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 01 Agosto 2015, 16:49:15
Versione Isole Canarie http://www.canal77pmr.com/

Ciao Tuscania,
siamo a conoscenza del Canal 7-7 spagnolo, nato quest'anno... Ne parliamo già da qualche giorno nella nostra pagina su FB, e nella loro!

...infatti lì l'ho scoperto... :shhhh:

P.S. Io sono Charlie 14... :up:

Non sono mai riuscito a capire se facevi parte della RRM, e se si, chi eri!

Lietissimo di leggerti anche qui!!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 02 Agosto 2015, 13:23:40
Situazione in tempo reale aggiornata alle ore 13.20 degli utenti della Rete Radio Montana in ascolto sul CH 8-16:

(http://s28.postimg.org/6fuucjd19/rrm_monitoraggio_020815_1320.jpg) (http://s28.postimg.org/6fuucjd19/rrm_monitoraggio_020815_1320.jpg)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 10 Agosto 2015, 22:42:29
Per i più scettici, vi mostriamo l'elenco dei reports dei collegamenti radio avvenuti, riportati e confermati (da entrambe i corrispondenti) nelle ultime settimane:

(http://s18.postimg.org/s4vsvwts9/report_collegamenti_rrm.jpg) (http://s18.postimg.org/s4vsvwts9/report_collegamenti_rrm.jpg)

Al click sulla riga desiderata, viene mostrata una schermata del genere:

(http://s29.postimg.org/igr4txipz/dettaglio_report_collegamenti_rrm.jpg) (http://s29.postimg.org/igr4txipz/dettaglio_report_collegamenti_rrm.jpg)


Molti altri sono i Collegamenti Radio in attesa di conferma dalla controparte, che dovrà confermare - o meno - l'avvenuto collegamento (inserito precedentemente da un altro utente) riportando in RERAMONET i suoi dati, quali attività praticata e posizione (testuale e grafica). In questa maniera abbiamo la possibilità di avere informazioni quanto più attendibili!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 12 Agosto 2015, 20:06:13
Stamane ALFA 128, mentre era in attività escursionistica in zona Monte Chaberton (Alpi Cozie, al confine con la Francia), ha avuto la possibilità di collegare sul CH 8-16 sia ALFA 9 (anch'esso in escursione ma sul Colle di Thuras, a circa 19 Km di distanza), sia ALFA 25 (che si trovava a valle in località Salbertrand (TO) in Val di Susa, a circa 16 Km di distanza).

Ulteriori info nelle due immagini riportate di seguito e su RERAMONET, nella sezione ATTIVITA' >> REPORTS COLLEGAMENTI.

(https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/11892201_972020489487565_3125217340832638675_n.jpg?oh=f0e7bdacad9d195a080be859db6f87cf&oe=564CC8FE) (https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/11892201_972020489487565_3125217340832638675_n.jpg?oh=f0e7bdacad9d195a080be859db6f87cf&oe=564CC8FE)

(https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xat1/v/t1.0-9/11222895_972020499487564_7014066090067796449_n.jpg?oh=f5740974fe8cbc359e3e13eca0420665&oe=5679D822) (https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xat1/v/t1.0-9/11222895_972020499487564_7014066090067796449_n.jpg?oh=f5740974fe8cbc359e3e13eca0420665&oe=5679D822)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 12 Agosto 2015, 20:31:51
Stamane ALFA 128, mentre era in attività escursionistica in zona Monte Chaberton (Alpi Cozie, al confine con la Francia), ha avuto la possibilità di collegare sul CH 8-16 sia ALFA 9 (anch'esso in escursione ma sul Colle di Thuras, a circa 19 Km di distanza), sia ALFA 25 (che si trovava a valle in località Salbertrand (TO) in Val di Susa, a circa 16 Km di distanza).

Ulteriori info nelle due immagini riportate di seguito e su RERAMONET, nella sezione ATTIVITA' >> REPORTS COLLEGAMENTI.

(https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/11892201_972020489487565_3125217340832638675_n.jpg?oh=f0e7bdacad9d195a080be859db6f87cf&oe=564CC8FE) (https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/11892201_972020489487565_3125217340832638675_n.jpg?oh=f0e7bdacad9d195a080be859db6f87cf&oe=564CC8FE)

(https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xat1/v/t1.0-9/11222895_972020499487564_7014066090067796449_n.jpg?oh=f5740974fe8cbc359e3e13eca0420665&oe=5679D822) (https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xat1/v/t1.0-9/11222895_972020499487564_7014066090067796449_n.jpg?oh=f5740974fe8cbc359e3e13eca0420665&oe=5679D822)
beh 16 e 19 km in altura mi sembrano proprio pochissimiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin:
tutto in hi ovviamente :-D :-D :-D :-D :-D
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 12 Agosto 2015, 20:37:13
Stamane ALFA 128, mentre era in attività escursionistica in zona Monte Chaberton (Alpi Cozie, al confine con la Francia), ha avuto la possibilità di collegare sul CH 8-16 sia ALFA 9 (anch'esso in escursione ma sul Colle di Thuras, a circa 19 Km di distanza), sia ALFA 25 (che si trovava a valle in località Salbertrand (TO) in Val di Susa, a circa 16 Km di distanza).

Ulteriori info nelle due immagini riportate di seguito e su RERAMONET, nella sezione ATTIVITA' >> REPORTS COLLEGAMENTI.

(https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/11892201_972020489487565_3125217340832638675_n.jpg?oh=f0e7bdacad9d195a080be859db6f87cf&oe=564CC8FE) (https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/11892201_972020489487565_3125217340832638675_n.jpg?oh=f0e7bdacad9d195a080be859db6f87cf&oe=564CC8FE)

(https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xat1/v/t1.0-9/11222895_972020499487564_7014066090067796449_n.jpg?oh=f5740974fe8cbc359e3e13eca0420665&oe=5679D822) (https://scontent-mad1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xat1/v/t1.0-9/11222895_972020499487564_7014066090067796449_n.jpg?oh=f5740974fe8cbc359e3e13eca0420665&oe=5679D822)
beh 16 e 19 km in altura mi sembrano proprio pochissimiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii :grin: :grin: :grin: :grin: :grin: :grin:
tutto in hi ovviamente :-D :-D :-D :-D :-D

Bhè, il post non era per marcare la distanza (in quel momento erano quelle le persone disponibili in zona)... Il post (questo e il precedente) era per mostrare che pian piano il numero di persone in ascolto sulla RRM aumenta, aumentano i collegamenti sull'8-16, ovvero i collegamenti attuati per gli scopi del Progetto "Rete Radio Montana", tanto denigrato qui su RogerK.

Ovvio, la strada è ancora lunga, ma pian piano i risultati si vedono... E pian piano aumenteranno le possibilità di avere "orecchie amiche" all'ascolto in caso di necessità!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Agosto 2015, 22:48:51
Abbiamo studiato e disegnato un modulo cartaceo che potrebbe rilevarsi utile per velocizzare le operazioni di ricerca e soccorso da parte del Soccorso Alpino, o che potrebbe facilitare la chiamata telefonica verso gli enti preposti al soccorso in montagna in caso di emergenza.

Info e download: http://www.reteradiomontana.it/modulo-emergenze-montagna---24 (http://www.reteradiomontana.it/modulo-emergenze-montagna---24)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: raffa - 23 Agosto 2015, 23:07:12
Raffaele SIERRA0013 Messina
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 26 Agosto 2015, 16:41:11
Raffaele SIERRA0013 Messina

No... Credo che ti sei perso parecchio novità nell'ultimo anno... Quell'ID non è più valido da tempo! Leggi questi due articoli:

- http://www.reteradiomontana.it/via-assegnazione-identificativi-radio-tramite-nuovo-reramonet---16 (http://www.reteradiomontana.it/via-assegnazione-identificativi-radio-tramite-nuovo-reramonet---16)
- http://www.reteradiomontana.it/nuova-organizzazione-progetto-nazionale-rete-radio-montana---14 (http://www.reteradiomontana.it/nuova-organizzazione-progetto-nazionale-rete-radio-montana---14)

... Dopo di che, se ancora interessato e se rispetti le condizioni richieste, puoi richiedere un nuovo ID!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 13 Ottobre 2015, 13:43:00
Da oggi è possibile conoscere la copertura EFFETTIVA della Rete Radio Montana, aggiornata nel tempo. La pagina mostra, infatti, le posizioni dalle quali negli ULTIMI 2 MESI sono avvenuti collegamenti radio tramite CH 8-16 (esclusivamente se i relativi reports sono stati inseriti e confermati in RERAMONET).

Ecco a voi la mappa: http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 13 Ottobre 2015, 15:46:29
Ecco a voi la mappa: http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php)

L'attività è concentrata prevalentemente al Nord Italia, fra l'altro immaginabile in base a quel che si legge.....peccato che dalla Toscana in giù....poco o nulla  :-\ :-\ :-\
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 13 Ottobre 2015, 15:56:20
Ecco a voi la mappa: http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php)

L'attività è concentrata prevalentemente al Nord Italia, fra l'altro immaginabile in base a quel che si legge.....peccato che dalla Toscana in giù....poco o nulla  :-\ :-\ :-\

Esatto...

Però ricordo che la mappa è alimentata dal database di RERAMONET, pertanto se qualche utente non inserisce in RERAMONET i dati relativi ai collegamenti effettuati, perdiamo visione di alcuni collegamenti. Inoltre molti usano il CH 8-16 senza essere titolari di nostro ID (compresi gli utenti di RGK), il che comporta che nonostante i collegamenti avvengano, non possiamo averne un riscontro su RERAMONET.

Chiediamo pertanto a tutti i titolari di un nostro ID di pubblicare i reports sempre, a collegamento effettuato... E invitiamo, inoltre, i ditubanti (che non credono tanto al Progetto) a richiedere l'ID, se frequentano la montagna...

Più dati vengono inseriti in RERAMONET, più attendibile sarà questa mappa (che ricordo è aggiornata in tempo reale), prelevando i dati degli ultimi 2 mesi dall'istante dell'apertura della pagina, che riporto qui di seguito...

www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: vagabondo - 14 Ottobre 2015, 16:09:29
Devo purtroppo segnalare che,rispetto all'estate 2014 durante  cui feci vari QSO con membri di RRM in escursione sulle montagne lombarde,da agosto 2015 ad oggi ho contato solo 1 misero QSO.
Sto in campagna,in posizione aperta verso le montagne,quasi sempre nel fine settimana sto in ascolto almeno mezza giornata e faccio pure qualche chiamataa intervalli, ma quest'anno c'e' un vuoto spaventoso.
Mi e' venuto il dubbio che i membri di RRM in escursione piu' che fare qualche chiamata,magari quando si trovano in posizioni elevate e favorevoli,si limitino a tenere accesa radio e basta,ma se tutti stiamo in ascolto e nessuno chiama che divertimento c'e'?
Mi viene in mente il caso di un certo CHARLIE  XX che l'inverno scorso quasi tutti i sabati o domenica andava a sciare (mettendo prima il relativo annuncio) su un monte in ottima portata ottica verso il mio QTH,di cui non ho mai sentito una,dico 1, chiamata e neppure il mio amico che sciava sullo stesso monte pure lui negli stessi giorni (per la precisione lui almeno e' riuscito a sentirlo una volta dopo vari mesi).
Mi chiedo se chi posta gli avvisi poi si sforza di fare almeno un paio di chiamate,almeno per rispetto verso chi si e' messo in ascolto,dopo aver letto il suo post.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 17 Ottobre 2015, 17:41:35
Devo purtroppo segnalare che,rispetto all'estate 2014 durante  cui feci vari QSO con membri di RRM in escursione sulle montagne lombarde,da agosto 2015 ad oggi ho contato solo 1 misero QSO.
Sto in campagna,in posizione aperta verso le montagne,quasi sempre nel fine settimana sto in ascolto almeno mezza giornata e faccio pure qualche chiamataa intervalli, ma quest'anno c'e' un vuoto spaventoso.
Mi e' venuto il dubbio che i membri di RRM in escursione piu' che fare qualche chiamata,magari quando si trovano in posizioni elevate e favorevoli,si limitino a tenere accesa radio e basta,ma se tutti stiamo in ascolto e nessuno chiama che divertimento c'e'?
Mi viene in mente il caso di un certo CHARLIE  XX che l'inverno scorso quasi tutti i sabati o domenica andava a sciare (mettendo prima il relativo annuncio) su un monte in ottima portata ottica verso il mio QTH,di cui non ho mai sentito una,dico 1, chiamata e neppure il mio amico che sciava sullo stesso monte pure lui negli stessi giorni (per la precisione lui almeno e' riuscito a sentirlo una volta dopo vari mesi).
Mi chiedo se chi posta gli avvisi poi si sforza di fare almeno un paio di chiamate,almeno per rispetto verso chi si e' messo in ascolto,dopo aver letto il suo post.

Purtroppo questo può capitare... Ma dovrebbe essere come dici tu: quindi ognuno ogni tanto, durante l'attività outdoor, dovrebbe fare qualche "chiamata generale", come appunto indicato qui: http://www.reteradiomontana.it/procedure-radio-rrm-regole-base---18 (http://www.reteradiomontana.it/procedure-radio-rrm-regole-base---18). E premeremo, pian piano, su questo, dato che le persone dovrebbero sapere se in quella zona al momento c'è qualcuno.

Comunque sia, come si evince dalla mappa sopra-linkata, negli ultimi due mesi qualche collegamento in Lombardia è avvenuto (ed è stato inserito e confermato in RERAMONET)...

Mai demordere, ragazzi! Come vanno bene in Piemonte le cose, potranno andare bene anche nelle altre Regioni, se ognuno, nel proprio piccolo, ci mette del suo!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Antenna - 19 Ottobre 2015, 20:49:00
avrei bisogno di capire come inserire i collegamenti....
da parte mia ho solo confermato uno a cui ho partecipato, ma immetterlo io, non riesco o non ho idea di come inserirlo....

nel sito di rrm, non trovo nemmeno una voce "contatti" per richiedere info....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 19 Ottobre 2015, 22:44:35
Salve, sono un Radioamatore e vorrei approfittare della cortesia del Coordinatore Nazionale della Rete Radio Montana per porre un interrogativo. Benché abbia consultato il vostro sito non mi è chiara una cosa, pertanto chiedo:

Si parla di "Rete" quindi ciò è inteso come una rete di "Nodi" (operanti quindi in modalità simplex come i nodi echolink, frn) oppure si tratta solo di una struttura basata sugli utenti al momento disponibili?

Dando per scontato che non ho reperito una mappa dedurrei che il vostro progetto (per altro molto interessante e svolto con grande serietà), si basi solo sugli uomini presenti sul territorio sintonizzati su quello che chiamate il "Canale 8-16".

E' corretto oppure ho capito male?

Grazie, un cordiale saluto o se preferisci un "73"
Michele - IZ8XOV
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: JohnDiggle - 20 Ottobre 2015, 11:29:44
Rete di persone, che io sappia non di nodi.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 22 Ottobre 2015, 08:15:16
avrei bisogno di capire come inserire i collegamenti....
da parte mia ho solo confermato uno a cui ho partecipato, ma immetterlo io, non riesco o non ho idea di come inserirlo....

nel sito di rrm, non trovo nemmeno una voce "contatti" per richiedere info....

Ciao Antenna, inserire un collegamento è molto semplice: vai nella scheda Componenti > Utenti e cerca il nominativo dell'altro utente RRM che hai collegato. Una volta trovato, clicca sulla sua scheda ed in basso a destra troverai un box "Attività": clicca sul link "Ti ho collegato!". Inserisci le informazioni richieste... ed attendi la conferma. ;)

Ciao!

Salve, sono un Radioamatore e vorrei approfittare della cortesia del Coordinatore Nazionale della Rete Radio Montana per porre un interrogativo. Benché abbia consultato il vostro sito non mi è chiara una cosa, pertanto chiedo:

Si parla di "Rete" quindi ciò è inteso come una rete di "Nodi" (operanti quindi in modalità simplex come i nodi echolink, frn) oppure si tratta solo di una struttura basata sugli utenti al momento disponibili?

Dando per scontato che non ho reperito una mappa dedurrei che il vostro progetto (per altro molto interessante e svolto con grande serietà), si basi solo sugli uomini presenti sul territorio sintonizzati su quello che chiamate il "Canale 8-16".

E' corretto oppure ho capito male?

Grazie, un cordiale saluto o se preferisci un "73"
Michele - IZ8XOV
Michele, non esiste una mappa semplicemente perché la "rete" di RRM è fatta dalle persona attive in un determinato momento (quindi potrebbero esserci zero nodi attivi come 100, dipende).
Quindi si, il progetto si basa SOLO sulle persone presenti, non ci sono infrastrutture tipo Echolink, pappagalli o altro.

Ciao!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 22 Ottobre 2015, 21:32:42
avrei bisogno di capire come inserire i collegamenti....
da parte mia ho solo confermato uno a cui ho partecipato, ma immetterlo io, non riesco o non ho idea di come inserirlo....

nel sito di rrm, non trovo nemmeno una voce "contatti" per richiedere info....

Come no:

(http://s4.postimg.org/awb80ws0t/Immagine.png)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Antenna - 23 Ottobre 2015, 20:44:03
Oh cakkio. ...che stordito


Sent from my GT-I9195 using RogerkMobile
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Radio Tigre - 18 Novembre 2015, 08:44:57
Eccomi qui... LIMA 71 in quel della ciociaria. Frosinone
 :up:
QSL di conferma a chi mi collega in modalità e nominativo RRM
QSL di conferma a chi mi collega in modalità e nominativo RogerK
insomma... vi premio sempre!
73 51 a tutti.  :up: :up: cq
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 18 Novembre 2015, 09:31:27
Eccomi qui... LIMA 71 in quel della ciociaria. Frosinone
 :up:
QSL di conferma a chi mi collega in modalità e nominativo RRM

Ciao LIMA 71, bella l'idea della QSL, anche se NON credo sia adatta per RRM, e ti spiego perché: il progetto RRM è nato per incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio.
NON è un progetto riservato ai radioamatori/radioappassionati ma a CHI FREQUENTA REALMENTE la montagna. Proprio per questo, benché siano senza dubbio utili le chiamate dalle montagne volte a verificare la copertura della rete e la presenza di corrispondenti, il loro fine ultimo NON E' la QSL (a differenza delle comunicazioni amatoriali).

Ciao!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Radio Tigre - 18 Novembre 2015, 11:39:57
Ciao, Alfa 1. Conosco bene il fine di Rete Radio Montana, come conosco anche gli obiettivi poichè prima di iscrivermi ho letto tutto cio' che era il materiale a disposizione del portale.
Pensavo pero' che ogni iniziativa potrebbe incrementare il numero di iscritti e partecipanti, dal momento che per creare una rete diffusa è necessario e vitale avere veramente tanti corrispondenti. Le frequenze utilizzate in UHF PMR sono limitate a volte agli angusti spazi montani, e spesso io stesso, mentre sono in escursione, in pochi metri, mi ritrovo solo in frequenza. Sono problemi che già conosci Alfa1. Trovare un sistema per avere più iscritti e quindi ridimensionare il problema, aiuta. Inoltre pensiamo anche alla propaganda che ne beneficierebbe RRM, un folto e nutrito gruppo di escursionisti che si affidano agli RTX non puo che dare una spinta positiva anche per il progetto di un'eventuale assegnazione di frequenze dedicate esclusivamente alla nostra attività montana . Dico questo poichè nel mio lavoro ho spesso incrociato associazioni che ne chiedevano per il proprio gruppo. Io vorrei premiare chi si impegna e ringraziarlo per la pazienza di seguire le mie escursioni finchè non rientro a casa. Ci sono persone/iscritti che non si muovono dalla radio finchè non sono certi che tutto procede bene. A me è successo diverse volte. Ecco perchè sono così riconoscente.
Pero' se mi dici, essendo tu uno dei fondatori, che non è utile. A me va bene lo stesso. Figurati. Sono molto riconoscente a voi che avete avuto questa bellissima idea, e veramente orgoglioso di voi, per la passione che ci state mettendo. Tutto qui. Ciao Alfa1
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 02 Gennaio 2016, 15:56:11
Buon pomeriggio ma soprattutto Buon Anno a tutti.

Vi aggiorno sulle novità del nuovo anno:

Abbiamo finalmente attivato le COOPERAZIONI, che permetteranno alle Organizzazioni di Soccorso specializzate nella Ricerca e Soccorso in ambiente montano/boschivo, ovvero il cui personale è qualificato ad intervenire in questa tipologia di ambiente, ad ottenere un Identificativo Radio dedicato. Anche le Unità Cinofile e il Soccorso Piste Sci saranno ammessi.

Cooperare con il progetto significa impegnarsi a tentare il collegamento radio con il malcapitato ogni qualvolta l'organizzazione sia chiamata ad intervenire.

Le varie organizzazioni avranno accesso al nostro Sistema Informativo-Gestionale (RERAMONET) per esclusive finalità operative/emergenziali.

Per informazioni: www.reteradiomontana.it/via-cooperazioni-organizzazioni-soccorso-montano-potranno-richiedere-id-dedicato---29 (http://www.reteradiomontana.it/via-cooperazioni-organizzazioni-soccorso-montano-potranno-richiedere-id-dedicato---29)

Abbiamo assegnato il primo ID ad un'organizzazione che si occupa di Ricerca dispersi in superficie con unità cinofile, e nei prossimi giorni ce ne saranno già altre.

Per informazioni: www.reteradiomontana.it/soccorso-cinofilo-liguria-nucleo-provinciale-savona---30 (http://www.reteradiomontana.it/soccorso-cinofilo-liguria-nucleo-provinciale-savona---30)

Nelle prossime settimane prenderemo contatti con i vari Servizi Regionali/Provinciali (ne sono 21) del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), che già sono a conoscenza dell'iniziativa, per valutare un ID a loro dedicato e modalità di cooperazione.

** edit del 02/01/2016 ore 16:00 **

Quasi dimenticavo, ad oggi abbiamo assegnato ben 866 Identificativi Radio, uno dei quali della prima Organizzazione di Soccorso che coopera (DELTA YANKEE 1), e la nostra Pagina FB conta ben 2903 "Mi piace"!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 17 Gennaio 2016, 19:25:59
Oggi abbiamo assegnato il 900° Identificativo Radio! L'attività radio che avviene sul CANALE 8-16 della Rete Radio Montana è sempre maggiore: Piemonte, Lombardia, Veneto, Appennino Tosco-Emiliano e Appennino Abruzzese sono le zone più attive!

Qui potete consultare la mappa dei collegamenti radio effettivamente avvenuti negli ultimi 2 mesi (avvenuti, pubblicati in RERAMONET e confermati da entrambe i corrispondenti): http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php)

Questa è la Home di RERAMONET poco fa:
(http://s22.postimg.org/72m2v8bdt/home_reramonet.png) (http://s22.postimg.org/72m2v8bdt/home_reramonet.png)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 17 Gennaio 2016, 21:26:27
Bellissima iniziativa che fino a pochi istanti fa non conoscevo.
In qualità di radioamatore ho portato spesso il portatile durante le mie camminate...
Ora approfondisco sul sito!




Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 20 Gennaio 2016, 11:57:18
Però io non riesco a capire l'utilità della cosa. Se, come avviene ad esempio in America coi CB, ci fossero in ascolto 24h o quasi ad esempio i rifugi alpini, le stazioni della Forestale, i Carabinieri, le baite dell'Associazione Naz.le Alpini o qualcosa del genere. Ma se io porto con me il mio radiolino PMR sul canale 8-16 e mi succede qualcosa, prima provo col telefonino, poi, se non c'è campo, provo col PMR, se non mi ascolta nessuno (come penso) lo tiro contro un albero e cerco di arrivare ad una strada o ad una zona dove c'è campo. Se poi, scendendo dalla macchina, prima dell'escursione, faccio una chiamata di prova e nessuno mi risponde, lascio il PMR in macchina e pace.
Cioè, l'iniziativa sembra simpatica, ma rischia di essere come il famoso "canale 9" CB di trent'anni fa. In America c'era sempre in ascolto lo Sceriffo, qua potevi chiamare fino a farti scoppiare i polmoni sul 9, che era meglio cercare qualcuno in giro su altri canali. Secondo me ci vorrebbero dei presidi fissi e sicuri sempre o spesso in ascolto specie ai weekend, sia che qualcuno chiami sia che non chiami. Magari questi posti stanno in ascolto 10 anni senza sentire nessuna chiamata importante, poi ne può capitare una cruciale. E ovviamente ci vorrebbero nei posti fissi delle radio più affidabili di quelle che vendono nei supermercati, soprattutto fisse, comode e semplici da usare, come nella nautica, ad esempio, o nel caso degli ultraleggeri, dove ci sono in ascolto capitanerie di porto, club nautici, torri di controllo, oltre che i semplici utenti, i quali possono essere preziosi, ma sono troppo saltuari per una vera affidabilità prolungata nel tempo. Da questi posti fissi le chiamate potrebbero poi essere rimbalzate verso chi di dovere sia per telefono sia per mezzo di altre bande radio.

Saluti,

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: aquiladellanotte - 20 Gennaio 2016, 12:15:41
Però io non riesco a capire l'utilità della cosa. Se, come avviene ad esempio in America coi CB, ci fossero in ascolto 24h o quasi ad esempio i rifugi alpini, le stazioni della Forestale, i Carabinieri, le baite dell'Associazione Naz.le Alpini o qualcosa del genere. Ma se io porto con me il mio radiolino PMR sul canale 8-16 e mi succede qualcosa, prima provo col telefonino, poi, se non c'è campo, provo col PMR, se non mi ascolta nessuno (come penso) lo tiro contro un albero e cerco di arrivare ad una strada o ad una zona dove c'è campo. Se poi, scendendo dalla macchina, prima dell'escursione, faccio una chiamata di prova e nessuno mi risponde, lascio il PMR in macchina e pace.
Cioè, l'iniziativa sembra simpatica, ma rischia di essere come il famoso "canale 9" CB di trent'anni fa. In America c'era sempre in ascolto lo Sceriffo, qua potevi chiamare fino a farti scoppiare i polmoni sul 9, che era meglio cercare qualcuno in giro su altri canali. Secondo me ci vorrebbero dei presidi fissi e sicuri sempre o spesso in ascolto specie ai weekend, sia che qualcuno chiami sia che non chiami. Magari questi posti stanno in ascolto 10 anni senza sentire nessuna chiamata importante, poi ne può capitare una cruciale. E ovviamente ci vorrebbero nei posti fissi delle radio più affidabili di quelle che vendono nei supermercati, soprattutto fisse, comode e semplici da usare, come nella nautica, ad esempio, o nel caso degli ultraleggeri, dove ci sono in ascolto capitanerie di porto, club nautici, torri di controllo, oltre che i semplici utenti, i quali possono essere preziosi, ma sono troppo saltuari per una vera affidabilità prolungata nel tempo. Da questi posti fissi le chiamate potrebbero poi essere rimbalzate verso chi di dovere sia per telefono sia per mezzo di altre bande radio.

Saluti,

Carlo.

Ciao Carlo,

io sono da poco iscritto a RRM e ti posso dire quale è stato il motivo che mi ha spinto ad iscrivermi. Mi piace fare passeggiate in montagna e penso che il sistema RRM per poter funzionare abbia bisogno di gente...e allora perchè non cominciare con me in prima persona?
Magari oggi avrà pochi iscritti rispetto all'"utenza", ma se comincia a diventare un "costume" condiviso stare in ascolto  su quelle freq...

Poi certo, se ci fossero presidi fissi...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 20 Gennaio 2016, 12:26:59
Secondo me ci vorrebbero dei presidi fissi e sicuri sempre o spesso in ascolto specie ai weekend, sia che qualcuno chiami sia che non chiami 

Beh, anche la nuova "versione" della rete è concepita in modo che ogni singolo punto (operatore) faccia da nodo e possa ricevere ed eventualmente ritrasmettere una eventuale comunicazione di soccorso, fatto sta che non son previste stazioni base di ascolto, a meno che un utente registrato ed in possesso del callsign voglia starsene in ascolto anche mentre è in casa propria

A parer mio, i gestori della rete RRM dovrebbe invece assegnare anche dei nominativi da "stazione fissa" a coloro che dichiaratamente non fanno attività outdoor, ma che si rendono magari disponibili a fare radiascolto da casa  e magari dare conferma "di copertura" ai "nodi" che transitano sotto la propria area di pertinenza

Credo che per un "nodo" che chiama in un 'area "X"  e si senta  magari rispondere da parte di una stazione fissa, "si ok....ti ricevo"....sia di incoraggiamento a portarti sempre con sè il proprio pmr446 invece di lasciarlo magari in auto in quanto spesso e volentieri in area non risponde nessuno....

Trattasi di proposta volta allo sviluppo della rete, non certo di critica, si guardi bene  :up: 8) ;-)





Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 20 Gennaio 2016, 13:23:58
Sì, d'accordo. Faccio però un esempio concreto. Io faccio ogni tanto dei giri su un monte dalle mie parti, il Monte Penna. Pieno di sentieri, mete escursionistiche, laghetti, torrentelli, fa parte del Parco, e così via. All'interno del perimetro del Parco ci sono due rifugi di alta montagna, ed una casermetta della Forestale. Nei paesini di fondovalle ci sono tre bar - trattoria - emporio, e nei capoluoghi di comune tre baite Ass. Naz. Alpini, aperte nei weekend. Una tenenza e tre stazioni Carabinieri completano il quadro. Sarebbe sufficiente che questi posti facessero ascolto continuato, ovviamente con lo squelch, e un eventuale escursionista, un fungaiolo, un pescatore, o chi fa la legna potrebbe rapidamente farsi sentire. Oltretutto ci sono pochissime aree coperte dalla rete cellulare. Se invece ci si affida solo agli utenti occasionali, secondo me c'è un rischio di non-ascolto molto alto, difatti la zona nn appare censita nella mappa sul sito apposito.
Siccome negli anni sono accaduti alcuni incidenti e si sono perse delle persone, l'idea è giusta, dotare gli escursionisti ed i fruitori della zona di un valido mezzo di ricerca affiancato o alternativo al telefono. Dopotutto nella nautica è la stessa cosa, ogni barchetta ha il suo VHF, ma senza le Capitanerie di porto la cosa diminuisce di molto di utilità, secondo me.

Saluti,

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 20 Gennaio 2016, 14:05:23
Nei paesini di fondovalle ci sono tre bar - trattoria - emporio, e nei capoluoghi di comune tre baite Ass. Naz. Alpini, aperte nei weekend. Una tenenza e tre stazioni Carabinieri completano il quadro. Sarebbe sufficiente che questi posti facessero ascolto continuato, ovviamente con lo squelch, e un eventuale escursionista, un fungaiolo, un pescatore, o chi fa la legna potrebbe rapidamente farsi sentire.

....anche....ma secondo me sarebbe meglio se eventuali "stazioni base" fossero posizionate pure più lontano, in quanto se troppo vicine al teorico punto di richiesta soccorso, rischiano di rimanere in ombra radio.   

Non so quali espereienza abbia te con i pmr446, ma ti posso dire che trasmettendo da aree aperte ed elevate in quota, si possono fare mediamente decine di km, quindi l'eventuale richiesta di soccorso potrebbe venir ricevuta anche da stazioni lontane, basta che uno abbia la radio accesa....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 20 Gennaio 2016, 14:32:07
All'interno del perimetro del Parco ci sono due rifugi di alta montagna, ed una casermetta della Forestale. Nei paesini di fondovalle ci sono tre bar - trattoria - emporio, e nei capoluoghi di comune tre baite Ass. Naz. Alpini, aperte nei weekend. Una tenenza e tre stazioni Carabinieri completano il quadro. Sarebbe sufficiente che questi posti facessero ascolto continuato, ovviamente con lo squelch, e un eventuale escursionista, un fungaiolo, un pescatore, o chi fa la legna potrebbe rapidamente farsi sentire.
Scusa Carlo, ma... chi proibisce a queste persone di farlo?
Per comprare una radio e sintonizzarla sul canale di RRM non bisogna mica essere un membro di RRM!
Iscriversi al sito (e richiedere un ID) serve solo ad avere la possibilità di accedere al backend di RRM per segnalare la proprio attività o ricevere le notifiche di attività avviate da altri. Fine.
Il canale 8 con sottotono 16 NON è in alcun modo proprietà di RRM e TUTTI gli utenti della montagna (anzi, tutti e basta) possono utilizzarlo senza problemi.
Quindi, se la tua associazione, il tuo bar o chi per loro volessero mettersi in ascolto su quella frequenza, ben venga... richiedere un ID a loro non servirebbe, proprio perché non saprebbero che farsene dell'accesso a Reramonet (il gestionale dietro RRM).

Ciao!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 20 Gennaio 2016, 14:46:02
Il canale 8 con sottotono 16 NON è in alcun modo proprietà di RRM e TUTTI gli utenti della montagna (anzi, tutti e basta) possono utilizzarlo senza problemi

Questo non si può dire che non si vero....io facevo riferimento eventualmente a fornire degli identificativi radio alla "stazioni di ascolto" per identificarsi con gli utenti di RRM, invece di dire......si ti risponde il Sig. "Pinko Pallo" di xxxxxxxx

Poi, è chiaro che l'accesso al gestionale RRM serva a poco o nulla alle evenuali stazioni base, se non per "dimostrare" la propria attività di ascolto

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 20 Gennaio 2016, 14:54:25
Beh, se lo scopo di tutta l'attività è mappare chi occasionalmente fa ascolto, OK, ma se si vuole che la cosa abbia un maggiore riscontro in fatto di assistenza, allora, dato che nessuno vieta a nessuno di fare niente, sarebbe produttivo informare i rifugi d'alta quota e collaborare con la Forestale, altrimenti è un club CB virtuale.
Il fatto che coi PMR si possano anche fare dei chilometri non significa niente. Meglio che a settecento metri da dove uno si è appena rotto una gamba lo possano sentire dal rifugio, così qualcuno lo può andare a prendere, che non lo sentano dal Monte Penna di Parma alla Valle Orobia, dove evidentemente nessuno potrebbe salvarlo...
Se nessuno li avverte, i rifugi, i bar, gli Alpini e quanti altri, mica se lo sognano che c'è la Rete Montana!

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 20 Gennaio 2016, 17:48:11
Beh, se lo scopo di tutta l'attività è mappare chi occasionalmente fa ascolto, OK, ma se si vuole che la cosa abbia un maggiore riscontro in fatto di assistenza, allora, dato che nessuno vieta a nessuno di fare niente, sarebbe produttivo informare i rifugi d'alta quota e collaborare con la Forestale, altrimenti è un club CB virtuale.
Il fatto che coi PMR si possano anche fare dei chilometri non significa niente. Meglio che a settecento metri da dove uno si è appena rotto una gamba lo possano sentire dal rifugio, così qualcuno lo può andare a prendere, che non lo sentano dal Monte Penna di Parma alla Valle Orobia, dove evidentemente nessuno potrebbe salvarlo...
Se nessuno li avverte, i rifugi, i bar, gli Alpini e quanti altri, mica se lo sognano che c'è la Rete Montana!

Carlo.
Carlo, ma chi ti dice che non sia stato fatto e non lo si stia ancora facendo?
Per tua informazione (perché evidentemente sei MOLTO disinformato, e probabilmente prima di parlare dovresti informarti meglio) sono moltissimi i rifugi (o strutture ricettive) che conoscono il Progetto RRM e, fra questi, ce ne sono diversi che hanno già da diverso tempo una radio sempre accesa sul canale RRM.
Ti porto ad esempio il Rifugio Selleries nel Parco Naturale Orsiera-Rocciavrè (dove sono andato personalmente a salutare il rifugista ed a controllare che la radio funzionasse a dovere) oppure il Camping Yolki Palki in Val Bognanco. Nostri manifesti si possono trovare in tantissimi altri rifugi (ce n'è uno al Rifugio Duca degli Abruzzi al Cervino), in bacheche CAI, ecc.

Quindi, mio buon Carlo... come vedi, ci abbiamo già pensato prima di te (per fortuna). ;)

Ciao!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Gennaio 2016, 20:32:20
Il motivo per il quale non assegnamo gli ID alle sole Stazioni Fisse, ovvero ad operatori (anche HAM) che non vanno in montagna ma potrebbero comunque dare supporto da casa, è semplicemente per questioni normative.

Per partecipare al Progetto devi necessariamente essere dotato di un PMR-446. Ed è appunto sulla banda 446 MHz che ricade la Frequenza Radio Unica Nazionale primaria, ovvero quello che nel progetto chiamiamo CANALE 8-16...

... E in banda PMR-446 sapiamo tutti che è illegale installare antenne esterne. Creare una "Sala Radio" rende palese il discorso che si useranno antenne esterne o comunque apparati potenziati, ergo, apparati non-omologati.

E' pur vero che incentiviamo molto tutti gli utenti della RRM a prestare ascolto radio da casa/postazione fissa, quando per l'appunto non si trovino in escursione. Cosa per noi utile se si risiede in zone vallive, pedemontane o montane, con in vista montagne. Personalmente da casa mia ho 3 lati su 4 in vista con montagne; il mio apparato radio, se sono a casa, è sempre sul davanzale del salone, dove con 0,5 W copro egregiamente queste montagne (http://www.reteradiomontana.it/images/foto/lima_1_monitoraggio_da_casa.jpg) e tante altre, molto frequentate da escursionisti. Ma di certo non la definisco "Sala Radio", che è ben altro! In RERAMONET lo definiamo semplicemente "monitoraggio radio da abitazione privata".

Per quanto riguarda i RIFUGI, ai gestori vengono assegnati ID personali normali, es: HOTEL 23 (http://www.rifugiovittoria.it/index.php/it/news/item/198-rete-radio-montana) ... Tali ID vengono usati non solamente "in movimento", ma anche dai dintorni del rifugio in modalità monitoraggio radio da postazione fissa. In questo esempio specifico, H23 pratica spesso alpinismo, etc. etc..

Come già spiegato da Giovy, chi non ha diritto (chi non frequenta la montagna praticando attività outdoor) può liberamente (ovviamente) monitorare il CANALE 8-16 e prestare supporto a chi è in escursionismo nelle nostre zone.

Non utilizziamo il sistema FRN/Gateway per il semplice fatto che è dubbia la loro legalità. Troppi pareri discordanti, anche tra i vari Ispettorati Territoriali. Oppure gli apparati utilizzati non sono proprio a norma... Altrimenti non si spiega come io possa sentire forte e chiaro un gateway situato a Roma Città, ma quando provo ad agganciarlo non ci riesco con i 0,5 W omologati, nonostante il buonissimo Midland G9 Plus... Teoricamente se io ascolto lui così bene, lui dovrebbe ricevere bene me, di conseguenza....... Questo per dire che puntiamo a fare tutto nella più totale legalità, dato che ci confrontiamo con Enti ed Organizzazioni Ufficiali dello Stato, cosa che ci espone maggiormente a maggiori controlli. Più correttezza legale daremo, maggiori appoggi "istituzionali" riceveremo... E fin oggi, stiamo avendo importanti appoggi con organizzazioni importanti!

In passato rilasciavamo gli ID a chiunque (e relativo accesso alla nostra extranet); di oltre 1000 nominativo, un buon 30/40% erano assegnati a "fissati" di radio (CBisti, PMRisti, OM, SWL, LPDisti), inscritti a decine di gruppi/club, che facevano a gara a chi partecipava a più iniziative che includevano il termine "comunicazioni radio". Mentre con l'aggiornamento del Gennaio 2015 abbiamo ristretto il Progetto a potenziali utilizzatori di nicchia, ovvero alle persone che praticano attività outdoor in ambiente montano.

Per adesso è così, poi più avanti si vedrà!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 20 Gennaio 2016, 21:18:30
... E in banda PMR-446 sapiamo tutti che è illegale installare antenne esterne. Creare una "Sala Radio" rende palese il discorso che si useranno antenne esterne o comunque apparati potenziati, ergo, apparati non-omologati

Beh, personalmente trovo giusto solo in parte  quanti affermi , in quanto è si vero che parlare di stazioni radio di ascolto è cosa ben lontana dal concetto che la stazione sia rappresentata soltanto da  piccolo pmr446, tuttavia penserei sia utile valutare almeno questi 2 punti:

1)Chi è in possesso dei permessi per utilizzare un pmr446 sa (o dovrebbe sapere) assai bene quali sono i limiti di utilizzo, quindi se dovesse collegarlo ad una antenna esterna o usare anche altri apparati (es. un veicolare) per andare in banda pmr446, lo farebbe sotto la propria responsabilità e non andrebbe certo ad "infangare" la buona causa di RRM

2)La stazione radio può essere anche e soltanto di ascolto, quindi un ricevitore collegato ad una antenna esterna in gradi di ricevere assai di più di un qualsiasi pmr446 anche se usato sul proprio terrazzo, quindi all'aperto


Si fa per parlare, sono soltanto punti di vista per veder si rafforzare la presenza radio in pmr446,  ;-)







Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Gennaio 2016, 21:48:30
... E in banda PMR-446 sapiamo tutti che è illegale installare antenne esterne. Creare una "Sala Radio" rende palese il discorso che si useranno antenne esterne o comunque apparati potenziati, ergo, apparati non-omologati

Beh, personalmente trovo giusto solo in parte  quanti affermi , in quanto è si vero che parlare di stazioni radio di ascolto è cosa ben lontana dal concetto che la stazione sia rappresentata soltanto da  piccolo pmr446, tuttavia penserei sia utile valutare almeno questi 2 punti:

1)Chi è in possesso dei permessi per utilizzare un pmr446 sa (o dovrebbe sapere) assai bene quali sono i limiti di utilizzo, quindi se dovesse collegarlo ad una antenna esterna o usare anche altri apparati (es. un veicolare) per andare in banda pmr446, lo farebbe sotto la propria responsabilità e non andrebbe certo ad "infangare" la buona causa di RRM

2)La stazione radio può essere anche e soltanto di ascolto, quindi un ricevitore collegato ad una antenna esterna in gradi di ricevere assai di più di un qualsiasi pmr446 anche se usato sul proprio terrazzo, quindi all'aperto


Si fa per parlare, sono soltanto punti di vista per veder si rafforzare la presenza radio in pmr446,  ;-)

1) E' proprio questo il fatto... L'appassionato di radio, anche se sa bene dell'illegalità e se ne assume la responsabilità, è praticamente palese che utilizzerà una stazione "ad-hoc" performante, per il monitoraggio... Soprattutto i radioamatori, che mi scrivono per e-mail "Posso partecipare? in caso di controlli da parte delle autorità per me sarà rapidissimo switchare gli apparati sulle nostre frequenze radioamatoriali"... Non voglio pertanto incentivare l'illegalità... Soprattutto quando è palese che l'appassionato di radiocomunicazioni si muoverà in tal senso!

2) Una stazione radio di solo ascolto (scanner + antenna sul tetto), che non può interagire con l'escursionista per gli scopi prefissati dal progetto (interscambio di informazioni uitili alla sicurezza in montagna, etc. (http://www.reteradiomontana.it/situazione-attuale)), non è che sia molto utile all'interno della RRM...

La presenza radio sull'8-16 si può fare benissimo senza far parte effettivamente del Progetto.
Poi si spera sempre che, anche se sono frequenze di libero uso, non occupiamo impropriamente per fare QSO o per cose estranee al Progetto... Poi certo, i "portantari" e i c*j*n* ci stanno ovunque, anche su frequenze statali/istituzionali!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: aquiladellanotte - 21 Gennaio 2016, 00:35:29
Buonasera, sarebbe comunque interessante veicolare, come alcuni di noi stanno facendo, l esistenza di rrm a più possibili utenti
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 21 Gennaio 2016, 06:37:09
Bastebbe affiggere nelle bacheche lungo i percorsi un foglio per indicare questa iniziativa.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 21 Gennaio 2016, 07:22:34
Bastebbe affiggere nelle bacheche lungo i percorsi un foglio per indicare questa iniziativa.

fulmine817, grazie per il suggerimento ma è una delle prime cose che abbiamo fatto.
Anzi, all'interno di Reramonet è possibile generare un volantino "personalizzato" con il proprio ID da lasciare nelle bacheche, come quello che vedi sotto.

(http://i.imgur.com/5PWV5UV.jpg)

Probabilmente, prima di parlare, dovreste conoscere meglio il progetto e quello che è stato fatto (e vi garantisco che dietro c'è tanto impegno di tante persone per farlo conoscere e portare avanti); solo così, forse, iniziereste ad apprezzarlo di più invece di fargli le pulci. ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 21 Gennaio 2016, 07:37:19
Ma il CAI fa parte del progetto?

Sent from my HUAWEI P7-L10 using  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net) mobile app
Il CAI direttamente NON fa parte del progetto, benché ne è a conoscenza sopratutto tramite la sua struttura operativa nazionale di soccorso (il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico). :)
Inoltre, sono state organizzate diverse serata di presentazione in vari CAI in Italia (e ne verranno organizzate altre); questa ad esempio è stata organizzata al CAI di Rieti, in collaborazione con il Club 2000: http://www.reteradiomontana.it/presentato-progetto-rieti-grazie-club-2000m-cai---28
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 21 Gennaio 2016, 09:19:41
Buon giorno Giovy...frequento spesso la montagna, ma non ho mai visto nelle bacheche il cartello di rrm o di altra iniziativa simile. Sarei disponibile a stampare e applicare i volantini di rrm nelle zone che frequento.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 21 Gennaio 2016, 09:24:56
1) E' proprio questo il fatto... L'appassionato di radio, anche se sa bene dell'illegalità e se ne assume la responsabilità, è praticamente palese che utilizzerà una stazione "ad-hoc" performante, per il monitoraggio... Soprattutto i radioamatori, che mi scrivono per e-mail "Posso partecipare? in caso di controlli da parte delle autorità per me sarà rapidissimo switchare gli apparati sulle nostre frequenze radioamatoriali"... Non voglio pertanto incentivare l'illegalità... Soprattutto quando è palese che l'appassionato di radiocomunicazioni si muoverà in tal senso!

Beh, permettemi di dissentire in difesa della categoria HAM....in quanto non necessariamente tutto il mondo OM andrebbero "palesemente" verso l'illecito utilizzando apparati non pmr446, anzi...se proprio voliamo parlare non di cose "palesi", ma di ipotizzabili....credo proprio che almeno il 70% dei possessori / utilizzatori dei pmr446 in montagna, abbiamo radio modificate o comunque già acquistate così sotto la spinta del venditore.... :rool:

L'idea di poter fare monitoraggio in frequenza sull' 8/16 senza poter far parte del progetto,  a parer mio non funziona, in quanto l'operatore radio "tipo" vuole interloquire con gli altri utenti....e stare ad ascoltare per giorni /mesi /anni in attesa di una improbabile chiamata di emergenza, non  lo farebbe nessuno e mi ci metto pur io fra questi, senza nascondermi :rool:

Un ultimo pensiero....cosa... sottolineo....per visione costruttiva: io ho alcune radio pmr446 per cui pago regolarmente il canone annuo, ma considerato che ormai le uso assai raramente e non si sente nessuno  se non conversazioni a carattere lavorativo....probabilmente farò decadere la concessione e le regalerò a qualcuno.......in quanto non utilizzabili se non per "parlare da soli".... :-\ :-\ :-\

E così penso faranno  diversi operatori "teorici" che ormai hanno le radio nei cassetti inutilizzate da tempo.....

Per conto mio, così facendo RRM sta perdendo possibili collaborazioni utili :rool:, detto questo....fate Voi !

Ciaooo ;-) :up:



Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 21 Gennaio 2016, 10:09:07
questo succede anche perchè i pmr 446 vengono associati a dei giocattoli infatti negli alpeggi vengono usati spesso dai bambini facendo entrare il pmr 446 nella categoria "" radiolina uoki toki pronto pronto bimbominkia"" facendo anche decadere quel minimo di serietà dell' utilizzo pmr 446. Molti anni fa le radioline per giocare erano sui 27 mhz oggi invece purtroppo sono le pmr 446.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 21 Gennaio 2016, 10:19:14
Buon giorno Giovy...frequento spesso la montagna, ma non ho mai visto nelle bacheche il cartello di rrm o di altra iniziativa simile. Sarei disponibile a stampare e applicare i volantini di rrm nelle zone che frequento.
Ciao fulmine817, RRM ha una diffusione diversa in Italia a seconda delle aree geografiche, come si può ben immaginare (il Nord vede un'adesione ovviamente più importante, vista la presenza delle Alpi)
Piemonte e Lombardia sono le regioni con più aderenti, mentre alcune altre ne hanno decisamente meno.
Ben venga quindi la diffusione dei nostri volantini nelle zone in cui non sono presenti (se hai bisogno, ti mando il pdf di quello che vedi sopra). :)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 21 Gennaio 2016, 10:26:16
ok grazie è quello sul sito di rrm? Frequento la zona della valsassina e dell' alto verbano sponda lombarda, ma non ho mai visto questi cartelli. Per poter affiggere il cartello di rrm in bacheca occorre chiedere il permesso alla pro loco o al consiglio dell' alpeggio?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: aquiladellanotte - 21 Gennaio 2016, 10:35:58
Io ho conosciuto questo servizio casualmente, ma cerco di diffonderlo il più possibile...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 21 Gennaio 2016, 10:37:05
Diffonderlo come? parlandone anche con amici?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: aquiladellanotte - 21 Gennaio 2016, 10:39:01
Si...soprattutto con il gruppo con cui vado a passeggio...e poi quando incontro guide etc ho detto dell'esistenza....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 21 Gennaio 2016, 10:44:09
ok grazie è quello sul sito di rrm? Frequento la zona della valsassina e dell' alto verbano sponda lombarda, ma non ho mai visto questi cartelli. Per poter affiggere il cartello di rrm in bacheca occorre chiedere il permesso alla pro loco o al consiglio dell' alpeggio?
fulmine817, non hai mai visto il cartello semplicemente perché nessuno si è mai preso la briga di andarcelo a mettere (e purtroppo i cartelli non si mettono da soli).
Ogni iscritto a RRM può generare la locandina di cui sopra ed utilizzarla senza problemi.
Per metterle nella varie bacheche è sempre buona norma chiedere il permesso al proprietario della bacheca (il Comune, la Pro Loco, il CAI locale... dipende). Normalmente non ci sono problemi, anzi. Consiglio: la locandina durerà MOLTO di più se viene plastificata. ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 21 Gennaio 2016, 10:49:17
ok conosco gente del soccorso alpino proverò a comunicare questa iniziativa. Più che ad un utilizzo in caso di chiamata di emergenza penso che sia utile per informazioni di vario genere ( percorsi, meteo , informazioni rifugi, ecc..) e anche può essere utile dal soccorso per contattare più escursionisti in caso di ricerca persona.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 21 Gennaio 2016, 10:55:59
ok conosco gente del soccorso alpino proverò a comunicare questa iniziativa. Più che ad un utilizzo in caso di chiamata di emergenza penso che sia utile per informazioni di vario genere ( percorsi, meteo , informazioni rifugi, ecc..) e anche può essere utile dal soccorso per contattare più escursionisti in caso di ricerca persona.
Infatti è così.
Se avessi letto gli scopi che ci prefiggiamo (sono qui: http://www.reteradiomontana.it/situazione-attuale) avresti trovato questo:
Citazione
IMPIEGHI

L'8-16 andrà utilizzato esclusivamente per l'interscambio di informazioni operative utili alla sicurezza, quali:

Condizioni meteorologiche o del manto nevoso
Stato di agibilità dei sentieri e delle vie ferrate
Richiesta di informazioni ai rifugi che aderiscono al progetto
Per la sicurezza nel Volo Libero (Parapendio e Deltaplano), principalmente nel caso di voli lunghi (cross) o comunque solitari.

L'8-16 andrà utilizzato in caso di emergenza come canale di comunicazione diretto tra i Soccorritori e il malcapitato (smarrito o infortunato) durante le fasi di ricerca ed eventualmente soccorso (SAR - Search and Rescue) del malcapitato, dopo l'allertamento dei soccorsi con le classiche modalità. Tale impiego è in via sperimentale ed è attuabile esclusivamente con le organizzazioni di soccorso montano che cooperano con il progetto.

Quindi... già tutto previsto e funzionante. ;)

Magari, forse, sarebbe meglio informarsi consultando bene il sito... :P
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 21 Gennaio 2016, 11:02:20
ok avevo solo dato un occhiata frettolosa al sito..adesso è chiaro.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 21 Gennaio 2016, 14:12:15
Diffondiamo il progetto, ovvero sensibilizziamo quanti più appassionati di montagna possibili in tantissimi modi:


Ovviamente il nostro Sito Internet ufficiale è il "centro nevralgico" in cui tutti convergeranno per capire i particolari del Progetto!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 26 Gennaio 2016, 11:27:26
Domenica 24/01/2016. Perso il sentiero nel pomeriggio, un escursionista (LIMA 60) si è trattenuto nei pressi di Monte Gennaro (Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili, prov. di RM) oltre l'orario di rientro previsto, ed è stato costretto a proseguire nel buio, senza torcia e con il cellulare scarico, cercando un'alternativa al sentiero iniziale, che poco conosceva. Certo di aver preso un sentiero che lo avrebbe portato in paese, aveva invece seguito un sentiero errato lungo una vallata, che comunque dopo tre ore di tensione e preoccupazione lo ha portato fino al centro abitato. Durante le tre ore è stato supportato via radio da un operatore della Rete Radio Montana, che si teneva pronto ad allarmare il Soccorso Alpino in caso di emergenza. Ferito lievemente sulle mani, ma nulla di grave.

--> Leggi l'articolo intero (http://www.reteradiomontana.it/escursionista-smarrito-buio-monti-lucretili-situazione-critica-supportata-via-radio-tramite-rete-montana---33)

Nel testo del'articolo è presente un link per scaricare una traccia audio contenente alcune registrazioni radio dell'episodio.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: michele87 - 28 Gennaio 2016, 16:34:56
FOXTROT 66, regione Veneto, presente!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 31 Gennaio 2016, 14:46:27
Nella Home Page del sito ufficiale del Progetto (http://www.reteradiomontana.it/) abbiamo resa pubblica, anche ai non inscritti, la mappa della situazione in tempo reale che mostra gli Utenti e le Organizzazioni di Soccorso della RRM attivi sul territorio italiano, ovvero sintonizzati sul CANALE 8-16.

Ovviamente vedrete il segnaposto solo se le persone hanno pubblicato in RERAMONET gli estremi delle loro attività. Potrebbero esserci pertanto anche persone all'ascolto oltre a quelle che vedete.

La posizione è approssimativa.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 31 Gennaio 2016, 14:58:16
Ciao Siluc, perdona la mia domanda, da come ho capito la Rete Radio Montana utilizza gli stessi utenti come mezzo di comunicazione tramite le loro radio. Quindi sono gli utenti stessi a comunicare fra loro sul canale 8-16. Se ad esempio io sono in Montagna ed ho un'emergenza inoltrerò la mia chiamata sul canale in questione sperando di essere ascoltato da qualcuno nella mia portata.

La domanda è la seguente: non avete mai pensato alla creazione di una rete di link tipo ad esempio quella di Frn (aperta ai non radioamatori)? Vi consentirebbe di ampliare di molto la portata e di aumentare la % di ascolto in caso di emergenze.

73's - Michele
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 31 Gennaio 2016, 15:24:39
Ciao Siluc, perdona la mia domanda, da come ho capito la Rete Radio Montana utilizza gli stessi utenti come mezzo di comunicazione tramite le loro radio. Quindi sono gli utenti stessi a comunicare fra loro sul canale 8-16. Se ad esempio io sono in Montagna ed ho un'emergenza inoltrerò la mia chiamata sul canale in questione sperando di essere ascoltato da qualcuno nella mia portata.

La domanda è la seguente: non avete mai pensato alla creazione di una rete di link tipo ad esempio quella di Frn (aperta ai non radioamatori)? Vi consentirebbe di ampliare di molto la portata e di aumentare la % di ascolto in caso di emergenze.

73's - Michele

Certo che ci abbiamo pensato. Ma non è legale interfacciare una radio PMR-446 ad un PC e veicolare il traffico radio verso internet con il protocollo VOIP; il MiSE-COM lo ha confermato tramite vari comunicati. Dovrebbe essere cosa diversa per la banda LPD, ma non utilizziamo tale banda.

Dato che siamo (per fortuna) sotto l'osservazione di Enti statali ed Istituzioni, non vogliamo di certo fare cose irregolari, perdendo di credibilità e perdendo possibilità per i nostri obiettivi futuri!

Ed inoltre non è utile per un utente che si trova ad esempio in Piemonte ascoltare e comunicare con un utente che si trova in Abruzzo. Le informazioni di sicurezza interscambiate devono essere localizzate nella propria zona!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 31 Gennaio 2016, 16:29:40
Ok, è giusto quel che dici e non avevo considerato quanto da te riportato. Allora i migliori auguri perché la Rete Radio Montana possa sempre migliorare ed essere utile in caso di emergenza.

73's - Michele
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Febbraio 2016, 16:03:59
[17/02/2016] Assegnati 1000 Identificativi Radio, segno di un progetto che sta prendendo sempre più piede su tutto il territorio nazionale. Ma non basta. Servono sempre più persone sintonizzate sul CANALE 8-16 della RRM per rendere sempre più fitta e utile la nostra rete-radio.

Le regioni più attive:

Da questa pagina potete invece vedere la rappresentazione grafica delle zone in cui avvengono più collegamenti radio sul CANALE 8-16: Mappa copertura radio effettiva ultimi 2 mesi (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php) (possibile caricamento lento della pagina)

Se frequenti la montagna ma ancora non hai richiesto l'assegnazione di un ID personale, puoi richiederlo gratuitamente dalla pagina Come partecipare (http://www.reteradiomontana.it/come-partecipare)!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 19 Febbraio 2016, 16:22:05
Ma poi, secondo il mio parere, che ci sia copertura VOIP o Internet, a quello che si è rotto appena adesso una gamba sciando fuoripista sopra a S. Candido gliene frega poco di poter parlare via radio-traslato VOIP con uno del Tennessee, gli interessa di più che qualcuno lo senta a S. Candido e vada alla svelta a tirarlo fuori dai guai. Ecco perché io insistevo per estendere dove e come possibile ai rifugi alpini e ai bar di montagna, oppure alle baite dell Ass.ne Naz.le Alpini l'ascolto e la possibilità di intervenire.
Internet, onestamente, è molto di moda, ma lì non serve. Oppure serve la copertura della rete cellulare, ma spesso in alcune zone di montagna manca. Io sono (meglio ero) solito frequentare la zona del Monte Penna, prov. di Parma. Là, se ti succede qualcosa, diventi un fossile prima che ti ritrovino. Però, quando è aperta la caccia, sia in CB 27 MHz, sia in PMR 446, si sentono un mare di cacciatori (e un rifugio!...), tutti molto esperti conoscitori della zona. Se uno si deve proprio rompere una gamba, se la rompa quando è aperta la caccia al cinghiale...

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Febbraio 2016, 18:08:52
Oltre a questo i problemi del Radio-VOIP sono ben altri... E lo stiamo riscontrando in gran parte del Lazio!

Ovvero che questi Gateway sparano non so a quanti Watt e non so con quali antenne, ma anche ad oltre 100 Km dal nodo li senti a fondo scala... Tu senti loro, ma loro non sentono te... E quindi le comunicazioni che escono dal Gateway (anche la semplice coda quando qualcuno rilascia il PTT) coprono utenti anche vicini, e chi disturba neanche se ne accorge......

Avevamo persone in attività alpinistica a quota 2000 metri qualche giorno fa, e non riuscivano a parlarsi a distanza di circa 3 km tra loro (con portata ottica), in quanto un gateway piazzato sull'8-16 copriva le comunicazioni tra queste due persone, nonostante si trovassero a circa 100 Km dal nodo in questione............. Dall'Appennino Abruzzese sentivano discorsi sulle condizioni del tempo in Liguria......... Ma questo è solo uno degli esempi...  :rool: :miiii: :shhhh: :sfiga:

Poi ovvio, gestire dalla Lombardia una situazione che sta avvendendo in Abruzzo non la vedo una cosa utile e performante, per i motivi che dici tu... L'operatore deve conoscere assolutamente, collinetta per collinetta, l'orografia della zona, per mettersi nei panni di chi si trova li!

Comunque già stiamo informando da tempo rifugi, etc... Già alcuni, ad esempio in Piemonte o in Emilia-Romagna (Rifugio Vittoria (http://www.rifugiovittoria.it/index.php/it/news/item/198-rete-radio-montana)), ascoltano l'8-16 abitualmente... Credo che il rifugio che ascolti in quella zona è proprio questo (ID: HOTEL 23)!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 19 Febbraio 2016, 20:47:47
Ciao a tutti, quando avevo fatto riferimento ai Gateway era inteso per offrire una possibilità maggiore zona-zona, quindi non tanto per fare "Qso" o mettere arbitrariamente in contatto più regioni. Chiaramente come giustamente avete sottolineato se un'emergenza è circoscritta ad un'area poco importa se ascolti una regione magari lontana centinaia di km.

Ma prendiamo un esempio pratico: un rifugio non ascolta un utente in difficoltà perché questo è fuori dalla sua portata ottica ma sfortunatamente questo utente è anche fuori dalla portata ottica di altri utenti, morale questo utente colpito da emergenza nonostante abbia una radio è solo.

Se questo utente potesse "vedere" un gateway potrebbe lanciare il suo Sos ed essere quindi ascoltato anche da altre stazioni non in portata ottica visto che le altre stazioni non riceverebbero direttamente lui ma il Gateway.

Oltretutto non è obbligatorio che un sistema sia nazionale, può anche essere regionale infatti su Echolink ci sono alcune reti solo regionali che non sono connesse a circuiti nazionali.

Restando il fatto che il "Canale E"  in banda Vhf della Valle d'Aosta andrebbe a mio avviso riconosciuto su scala nazionale (ma questa è un'altra storia), l'idea dei Gateway può offrire alcune caratteristiche interessanti.

Altro aspetto ancora sarebbe che anche in Italia fosse concessa una banda Uhf con più ampie potenzialità, penso agli Usa che hanno concesso ai cittadini non titolari di licenza di radioamatori, una banda di libero uso nella parte alta delle Uhf dov'è possibile utilizzare ogni genere di antenna e potenze fino a 50 watt e sapete meglio di me che certi limiti pesano.

Purtroppo l'Italia per una questione burocratica e poiché su certe frequenze sono allocati alcuni servizi, non intende al momento rilasciare queste bande in libero uso con tali caratteristiche.

73's - Mike
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Febbraio 2016, 21:34:50
[...]

Ma prendiamo un esempio pratico: un rifugio non ascolta un utente in difficoltà perché questo è fuori dalla sua portata ottica ma sfortunatamente questo utente è anche fuori dalla portata ottica di altri utenti, morale questo utente colpito da emergenza nonostante abbia una radio è solo.

Se questo utente potesse "vedere" un gateway potrebbe lanciare il suo Sos ed essere quindi ascoltato anche da altre stazioni non in portata ottica visto che le altre stazioni non riceverebbero direttamente lui ma il Gateway.

[...]

Puoi anche "vedere" questo gateway, ma capita che lo "vedi" solo in ricezione, ma non lo agganci in trasmissione (lui trasmette con 10W... Tu neanche con 4 W lo agganci)...

Quello mio, che riporto nuovamente di seguito, è un esempio pratico e reale di pochi giorni fa:

Citazione
Ovvero che questi Gateway sparano non so a quanti Watt e non so con quali antenne, ma anche ad oltre 100 Km dal nodo li senti a fondo scala... Tu senti loro, ma loro non sentono te... E quindi le comunicazioni che escono dal Gateway (anche la semplice coda quando qualcuno rilascia il PTT) coprono utenti anche vicini, e chi disturba neanche se ne accorge......

Avevamo persone in attività alpinistica a quota 2000 metri qualche giorno fa, e non riuscivano a parlarsi a distanza di circa 3 km tra loro (con portata ottica), in quanto un gateway piazzato sull'8-16 copriva le comunicazioni tra queste due persone, nonostante si trovassero a circa 100 Km dal nodo in questione............. Dall'Appennino Abruzzese sentivano discorsi sulle condizioni del tempo in Liguria......... Ma questo è solo uno degli esempi...  :rool: :miiii: :shhhh: :sfiga:

Oppure senti i continui aggancia/sgancia (leggasi "coda") che viene rilanciata dal gateway ogni qualvolta qualcuno (anche che non vedi direttamente) tenta di agganciare il gateway. Anche la coda copre comunicazioni di persone ad appena 2-3 Km da te...

Alla situazione attuale questi gateway sull'8-16 bloccano un vastissimo territorio. E nelle ultime settimane i nostri utenti ce ne danno continua comunicazione. Provano anche a contattare questo "Operivo Delta (http://p-c-nostrum.jimdo.com/servizi-alla-popolazione/)", ma mai ricevono risposte. Anzi, vengono coperti.

Ripeto, due persone distanti tra loro meno di 5 km (e in portata ottica) non riescono a comunicare, nonostante siano lontani anche 100 km dal gateway (illegalissimo) sito in Roma Città. Se una di queste due persone fosse stata in una situazione di emergenza, avrebbe sicuramente ascoltato le condizioni meteo della Liguria :rool:, ma non sarebbe riuscita a contattare né il Gateway (perhè lontano) né l'altro alpinista della RRM (in quanto veniva coperto dalle comunicazioni liguri di continuo = canale "busy"). Fate vobis  :down:

Poi ovvio, la burocrazia italiana non aiuta!!!
Titolo: RETE RADIO MONTANA
Inserito da: uw21 - 20 Febbraio 2016, 02:19:10
beh... se tornava la coda forse il gtw ascoltava questi operatori...
ti contraddici da solo: prima affermi e accusi che questo ILLEGALISSIMO
gateway trasmette con potenze e antenne ASSURDE tanto da farsi ascoltare ma da non riceverti.. pero poi dici che la coda che torna quando ti da conferma di AVVENUTO AGGANCIO copre i segnali... ma che t'avrá mai fatto de male sto gateway sul 8 pmr simò?:D
 
inoltre non credo che il canale 8/16 sia un canale riconosciuto a livello ministeriale come soccorso alpino o canale di emergenza per la popolazione.. Oppure assegnatovi in statuto esclusivo,
primario, secondario o simile... quindi, come
se il bambino sul canale 1 ti da fastidio, ti da noia anche il gateway sull'8, spostati sul 7. sul 6... probabilmente le vostre sporadiche comunicazioni non turbano nessuno altrimenti gia si era provveduto
a spostare la frequenza del gtw.. mica bisogna litigarci le frequenze..
diventerebbe molto infantile
  non ce bisogno di sparare a zero su sistemi che lavorano a 0.5W su un grattacielo.. consideriamo inoltre che essendo altissimo riceve segnali da ogni parte di roma.. e provincia vista l'ottica a 360º
libera.. i segnali lontani potrebbero essere anche coperti da altri utenti pmr con subtono diverso in zona di copertura.. dato il largo bacino di utenza del gateway per questo ne vanno aggiunti altri per aumentare ipunti di ascolto. Non so se voi, per "radio" conoscete solo il fare prove tra una collina e l'altra in pmr oppure avete studiato qualcosa in merito.. piu sali di frequenza piu si va a portata ottica.. in 446 mi sento
di affermare caldamente che l'altezza e la portata ottica si prende un bel 80% di merito sull'aria di copertura
in termini di distanza, stento a credere che due operatori a 5km di distanza a 100km dal gateway non riescano a parlare tra di loro... ma dai.. nemmeno se gli punti 150W in direttiva.. questo scredita tutto quello che hai detto.. anche una persona che si é letta solo due pagine di "radiotecnica per radioamatori" e abbia un minimo di esperienza capirebbe che si tratta di una dichiarazione piu che mendace

Attenzione caro Simone Lucarini a muovere affermazioni o accuse di illegalità e sistemi fuori legge senza prove..

tengo ad aggiungere un pensiero personale inerente alla discussione.

è meglio ascoltare una comunicazione di emergenza anche dall'altra parte del mondo, ma con una buona probabilità di successo piuttosto che da un fantomatico conoscitore della zona e della collina che però accende la radio 1 volta al mese.. perché ahime ognuno ha la sua vita oltre al monitoraggio.. invece, incanalare tutti i punti di ascolto in rete voip aumenta la percentuale di ascolto.. e sicuramente quando si tratta di vite umane la priorità è questa
.
Non interverrò più su questa discussione

73
Titolo: RETE RADIO MONTANA
Inserito da: uw21 - 20 Febbraio 2016, 02:27:15
-
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Febbraio 2016, 10:30:42
Momento, momento, momento, momento... Hai frainteso quello che ho scritto se dici cosi. Questi alpinisti ascoltavano si le code, ma quelle provocate da altre persone. Il gateway genera un "bianco" di un secondo (circa) quando qualcuno lo impegna, o sbaglio? Questo "bianco", chiunque sia l'utente che prova ad impegnarlo, viene rilanciato a tutti quanti gli utenti sintonizzati. Quindi magari ascolti la coda dovuta all'aggancio di qualche altra persona. Non vedo assolutamente contraddizioni sinceramente!!!

Io da casa faccio fatica a ricevere persone che stanno a meno di un km da me, dall'altra parte del paese... Mentre a voi vi ascolto quasi fondo scala (e da dentro casa)... E conosco molto bene l'orografia che mi circonda... In direzione di Roma ho vari centri abitati e una serie di colline, che Roma neanche me la fanno vedere!

Ho fatto anche un test qualche mese fa... Con un Kenwood pmr446 professionale un mio amico è salito su Monte Mario con vista libera verso est. Con il mio Intek mt-5050 non sono riuscito a parlarci, ma neanche a sentirlo.... eppure Monte Mario credo sia ancora più alto di questo grattacielo che ospita il vostro Gateway... Oppure a Roma esiste un grattacielo più alto dei 139 metri di Monte Mario?

Ovvio che non abbiamo l'esclusiva sull'8-16. Chi l'ha mai detto questo? Poi va be, c'è un lungo discorso etico-morale dietro che non sto qui a spiegarti. Il Segretario del vostro gruppo sa bene tutto quanto, in quanto c'è stato uno scambio di e-mail in merito.

Il bambino o qualsiasi altra persona è molto raro che sul ch 8 abbia impostato proprio il subtono 16... È raro, e comunque con radio che peccano di antenna, per l'uso che ne fanno non disturbano affatto.

Diverso è per un gateway che spara tanto e bene. Che blocca mezzo Lazio quando rilancia qualsiasi tipo di comunicazione (anche l'eventuale coda dovuta all'aggancio di qualsiasi persona in portata del gateway), che sovramodula tutto!

E dai, da casa sovramodulate una persona in cima al Monte Guadagnolo (1218 m) che oltre ad averlo (io da casa) in portata ottica, mi è anche molto più vicino rispetto a Roma...

Poi ripeto, delle persone oltre a non riuscire a parlare tra di loro a distanza reciproca di meno di 5 km, ma lontani circa 100 km dalla città di Roma, ascoltavano comunicazioni provenienti dal gateway quasi a fondo scala. Queste persone tentavano la chiamata verso "Operativo Delta", più volte, senza mai ricevere risposta. Quando 1 secondo prima i vostri operatori stavano parlando. E anche un secondo dopo il tentativo di chiamata stavano parlando. Poi passaggi/chiacchierate di quasi un minuto.

Fidati, so più di quanto immagini, e di prove ne ho eccome, altrimenti non starei qui a parlarne! Quindi evitiamo di fare discorsi da morale o di portare l'attenzione altrove. Ergo, non prendiamoci in giro ;-)

Come già detto ci vengono comunicate difficoltà nel comunicare anche a pochi km. Anche la coda stessa è un danno. Un danno su larga scala territoriale. Non disturba me, ma disturba moltissime persone! Questo è!

E se pensi che giochiamo con la radio, che facciamo prove da collina a collina, etc. etc. peccate solo di superbia. Sul territorio nazionale l'8-16 viene impegnato per scopi ben precisi. Ovvio, al nord più che altro. Ma anche nel Lazio personalmente ho prestato supporto radio ad una persona che si è smarrita al buio in montagna, telefono scarico, senza torcia, che fortunatamente se l'é cavata solo con qualche ferita non grave durante la discesa dalla montagna.

Apparte che c'è una comunicazione ufficiale del MISE-COM che dichiara che non è consentita la creazione di un Gateway Radio-VOIP in banda PMR-446, quindi in teoria non siete in regola neanche se sul grattacielo avete messo un Brondino da 30 Euro... Ma questo sinceramente non spetta a me verificarlo e non mi interessa... Ma comincio a innervosirmi quando non riesco a dialogare (e parlo a nome di molti utenti della RRM) con persone a me abbastanza vicine, in quanto sono coperto da bianchi/code o comunicazioni provenienti da altre regioni... Non riesco a parlare a 5 km, ma sento gente dalla Liguria xD

Ma se la vostra organizzazione è così preparata, perché non scegliere un'altra combinazione CH/CTCSS? Di 8x38 combinazioni proprio la 8+16 avete scelto... sarà facilissimo per voi divulgarla... Vabe, questo è un altro discorso!

Come già detto anche via radio sull'8-16, non so se mi avete sentito quelle 2 volte quando parlavo al vento, se continueremo a non riuscire a comunicare sulle brevi-medie distanze e se continueremo ad essere sovramodulati, andremo a chiedere lumi sul perchè agli uffici centrali a Roma, con annesse "informazioni" che stiamo raccogliendo anche con l'aiuto dei vari utenti della RRM. Se quindi tali infrastrutture sono regolari... Ci terremo i disturbi e via!

Sono dell'idea che se qualcuno riceve questo gateway posizionato su un grattacielo, allo stesso modo questo qualcuno riuscirà a raggiungere reciprocamente il gateway, soprattutto se l'apparato usato è un buon PMR446 di quelli professionali.

Parli di utilità in emergenza dei gateway... Se quegli alpinisti stavano in pericolo quel giorno, "Operativo Delta" non li riceveva. Anzi, gli parlava direttamente sopra... Quindi dove sta l'utilità?

Io non sto accusando nessuno... Io espongo semplicemente ciò che stiamo riscontrando effettivamente da un po di tempo.. Se poi ognuno è apposto con la sua coscienza ben venga!

Accusa è se dico "uw21" dice "c@sz0" in radio... ma se dico "non si dice c@zs0 in radio" espongo un opinione personale.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 24 Febbraio 2016, 22:18:24
Aggiornamenti degli ultimi giorni...

[16/02/2016]
Comunichiamo che è stato attribuito l'incarico di Referente Regionale LIGURIA all'utente "DELTA 1".

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xfp1/v/t1.0-0/s480x480/12705583_1062930317063248_5417684806088177772_n.jpg?oh=60303a1185fabb908d776cd700442754&oe=5759DC7E)

Si occuperà principalmente dell'assegnazione degli Identificativi Radio agli appassionati della montagna residenti nella Regione Liguria, oltre che a sensibilizzare quante più persone possibili all'impiego del CANALE 8-16 in montagna, contribuendo così ad estendere la Rete Radio Montana nel suo territorio di competenza. Curerà inoltre i rapporti con organizzazioni ed istituzioni locali.


[17/02/2016]
Assegnati 1000 Identificativi Radio (oggi 24/02 siamo già a 1018), segno di un progetto che sta prendendo sempre più piede su tutto il territorio nazionale. Ma non basta. Servono sempre più persone sintonizzate sul CANALE 8-16 della RRM per rendere sempre più fitta e utile la nostra rete-radio.

Se frequenti la montagna ma ancora non hai richiesto l'assegnazione di un ID personale, puoi richiederlo gratuitamente dalla pagina Come partecipare (http://www.reteradiomontana.it/come-partecipare). Contestualmente all'acquisizione dell'ID, vi verrà dato accesso al nostro Sistema Informativo-Gestionale (RERAMONET), che contiene importanti strumenti necessari per interagire con la Rete Radio Montana, ovvero con i suoi utenti!


Ricordiamo infine che potete consultare la mappa che mostrerà le zone in cui la RRM è più utilizzata qui: Copertura radio effettiva ultimi 2 mesi (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php) ... Questa mappa è aggiornata in tempo reale prelevando i dati da RERAMONET (dati che sono stati pubblicati, confermati dal richiedente e quindi validati). Caricamento della pagina lento a causa della mole di dati che la pagina contiene.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: PCRefresh - 25 Febbraio 2016, 09:56:08
Ciao siluc
Volevo chiederti qualche info datosi che nella mappa ho visto un punto su Via dei Laghi (RM)
Conosco molto bene quelle zone, infatti di tanto in tanto esco in escursione sulla catena dell'Artemisio.

Il nodo più vicino (via dei Laghi), in relazione all'area montuosa, è molto ma molto basso. E' posizionato a circa 600Mtsln mentre le cima vanno da 700 a 950Mtslm
Che copertura effettiva esiste?

Per quanto riguarda una richiesta d'aiuto di chi non è un amatore di radio ma la utilizza per altri scopi (come per restare in contatto col proprio gruppo).
In caso di necessità si può agganciare al 8-16 senza essersi prima registrato?
Questa cosa non mi è chiara e non ho trovato riferimenti sul sito.
Titolo: !
Inserito da: siluc - 25 Febbraio 2016, 10:32:26
Ciao siluc
Volevo chiederti qualche info datosi che nella mappa ho visto un punto su Via dei Laghi (RM)
Conosco molto bene quelle zone, infatti di tanto in tanto esco in escursione sulla catena dell'Artemisio.

Il nodo più vicino (via dei Laghi), in relazione all'area montuosa, è molto ma molto basso. E' posizionato a circa 600Mtsln mentre le cima vanno da 700 a 950Mtslm
Che copertura effettiva esiste?

Per quanto riguarda una richiesta d'aiuto di chi non è un amatore di radio ma la utilizza per altri scopi (come per restare in contatto col proprio gruppo).
In caso di necessità si può agganciare al 8-16 senza essersi prima registrato?
Questa cosa non mi è chiara e non ho trovato riferimenti sul sito.
Parti dal presupposto che se hai copertura telefonica, la richiesta d'aiuto la devi assolutamente fare chiamando il 112 (da qualche mese in provincia c'è il NUE). E sull'Artemisio, almeno Vodafone, prende sempre!

Quei puntini che vedi sulla mappa sono le posizioni dalle quali un nostro utente ha collegato un altro utente. Pertanto ogni puntino rappresenta una persona in ascolto radio o da casa, o durante un'attività outdoor.

Il puntino che vedi tu, molto probabilmente dovrebbe essere LIMA 90, che fa spesso ascolto dalla zona di Velletri, o da casa, o in escursione nelle zone circostanti. Comunque sia ci sono altre persone in quella zona che potresti ricevere! Ma ripeto, se ti capita un incidente e ti prende il cellulare, chiama il 112... Il CANALE 8-16 come, da nostri obiettivi (http://www.reteradiomontana.it/situazione-attuale), puoi regolarmente usarlo per l'interscambio di informazioni utili e per comunicare agli utenti l'inizio o il termine dell'attività.

Per quanto riguarda il non essere radioamatore a noi non importa... Il Progetto è dedicato agli appassionati di montagna, non agli appassionati di radio.

Ovviamente puoi usare il CANALE 8-16 anche senza essere titolare di un ID da noi rilasciato, perchè la frequenza è pubblica e non a noi riservata. Avere l'ID significa partecipare attivamente al Progetto. Se non hai l'ID semplicemente non fai parte del Progetto. Ti chiediamo però, cortesemente, per un fattore etico-morale, di non utilizzarla per scambiare "4 chiacchiere"!

Se frequenti spesso la montagna, ti invitiamo comunque a richiedere un ID, che ti darà anche accesso a RERAMONET, con il quale mettiamo a disposizione strumenti utilissimi ad incrementare le possibilità di contatto radio in montagna durante le attività outdoor (alpinismo, escursionismo, etc.), oltre che ti permetterà di accedere al database degli utenti, per capire chi potresti avere intorno a te!
Titolo: Re:!
Inserito da: PCRefresh - 25 Febbraio 2016, 12:54:24
Se frequenti spesso la montagna, ti invitiamo comunque a richiedere un ID, che ti darà anche accesso a RERAMONET, con il quale mettiamo a disposizione strumenti utilissimi ad incrementare le possibilità di contatto radio in montagna durante le attività outdoor (alpinismo, escursionismo, etc.), oltre che ti permetterà di accedere al database degli utenti, per capire chi potresti avere intorno a te!

L'intenzione c'è ma a quanto pare il sito non consente di iscrivermi perché non ho un email su piattaforma pubblica.
E' citato: Indirizzo e-mail (privato su Gmail, Yahoo!, Hotmail, etc. e non ...@tuosito.xx o ...@tuaazienda.xx)

Io sono intestatario di 5 domini e quindi utilizzo le rispettive mail, ovviamente non utilizzo piattaforme pubbliche anche perché mi creano rogne per l'interfacciamento con Outlook.
Che faccio ne creo uno fittizzio che poi abbandono fregandomene?
Bel controllo dopo che viene richiesto anche il CF.

Scusa ma questo servizio lo vedo fatto un po' a "pizza e fichi" Lo devo capire meglio.

In quanto a copertura cellulari, ti garantisco che esistono tantissime zone d'ombra dove non funziona veramente nulla!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Matte - 25 Febbraio 2016, 13:01:20
Secondo me RRM è utilissimo e ben strutturato... Io ho un nominativo... Puoi benissimo creare una mail che puoi usare per RRM e altri siti...
Titolo: Re:!
Inserito da: siluc - 25 Febbraio 2016, 13:03:02
Se frequenti spesso la montagna, ti invitiamo comunque a richiedere un ID, che ti darà anche accesso a RERAMONET, con il quale mettiamo a disposizione strumenti utilissimi ad incrementare le possibilità di contatto radio in montagna durante le attività outdoor (alpinismo, escursionismo, etc.), oltre che ti permetterà di accedere al database degli utenti, per capire chi potresti avere intorno a te!

L'intenzione c'è ma a quanto pare il sito non consente di iscrivermi perché non ho un email su piattaforma pubblica.
E' citato: Indirizzo e-mail (privato su Gmail, Yahoo!, Hotmail, etc. e non ...@tuosito.xx o ...@tuaazienda.xx)

Io sono intestatario di 5 domini e quindi utilizzo le rispettive mail, ovviamente non utilizzo piattaforme pubbliche anche perché mi creano rogne per l'interfacciamento con Outlook.
Che faccio ne creo uno fittizzio che poi abbandono fregandomene?
Bel controllo dopo che viene richiesto anche il CF.

Scusa ma questo servizio lo vedo fatto un po' a "pizza e fichi" Lo devo capire meglio.

In quanto a copertura cellulari, ti garantisco che esistono tantissime zone d'ombra dove non funziona veramente nulla!

Per aprire il primissimo dominio sicuramente avrai dovuto avere un indirizzo e-mail personale, altrimenti i vari servizi di hosting dove ti mandano fatture e quant'altro? Comunque sia compila pure la richiesta con un indirizzo @tuosito... Gestisco io le richieste del Lazio, e l'accetterò comunque se mi dici di avere così tanti domini!

C'è un motivo ovviamente per qunto riguarda l'indirizzo e-mail... In passato capitava che alcuni non rinnovavano il dominio e perdevamo i contatti con quella persona. Oppure capitava che molti si registrassero con indirizzo e-mail aziendale (o di associazione), e le e-mail venivano lette da più persone (con tanto di password, etc.). Ecco perchè questa cosa sugli indirizzi e-mail! ... Inoltre se hai uno smartphone Android, è d'obbligo avere un indirizzo @gmail, ad esempio.

Per quanto riguarda il servizio "pizza e fichi", dobbiamo operare nella massima legalità dato che ci interfacciamo con enti e organizzazioni ufficiali, e se vogliamo andare avanti verso il nostro obiettivo, non possiamo permetterci di utilizzare infrastrutture illecite. In particolar modo perchè infrastrutture illecite altrui, stanno ultimamente interferendo su un vasto territorio!

Se richiederai un ID, avrai modo di vedere che il Progetto è portato avanti con assoluta professionalità, anche se è gestito in privato!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: PCRefresh - 25 Febbraio 2016, 16:48:08
Appena possibile testerò il servizio. Poi decido se aderire.
Con Android puoi vivere anche senza gmail.

Certo che un servizio "nazionale" gestito da 4 persone ... vabbe'  è all'inizio e speriamo in una sana crescita.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 25 Febbraio 2016, 17:04:27
Appena possibile testerò il servizio. Poi decido se aderire.
Con Android puoi vivere anche senza gmail.

Certo che un servizio "nazionale" gestito da 4 persone ... vabbe'  è all'inizio e speriamo in una sana crescita.

Il Progetto è gestito da 4 persone (Team di progetto) a cui vanno aggiunti i Referenti Regionali (non tutte le regioni ne hanno uno, ma per ora ce ne sono 10)...

Attualmente contiamo oltre 1000 utenti effettivi (con Identificativo Radio).

Per ulteriori info puoi anche consultare la nostra Pagina FB (https://www.facebook.com/ReteRadioMontana)!

Se non accedi a RERAMONET non potrai vedere molte cose... Ovvero non potrai farti un'idea dell'attività operativa che c'è poi sul territorio nazionale!

Comunque sia, se proverai a far chiamata sulla Rete Radio Montana nei weekend, con una bella giornata (attività escursionistiche se diluvia o in mezzo alla settimana sono rare), con probabilità avrai risposta!

Da che zona ci scrivi? Così posso darti già qualche ID di chi hai in zona...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: PCRefresh - 25 Febbraio 2016, 17:36:30
Comunque sia, se proverai a far chiamata sulla Rete Radio Montana nei weekend, con una bella giornata (attività escursionistiche se diluvia o in mezzo alla settimana sono rare), con probabilità avrai risposta!

Beh se diluvia credo che anch'io rimarrò all'asciutto. :)
Farò prove a più quote, sempre se mi risponderanno alla prima.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 28 Febbraio 2016, 15:37:04
E' nata la seconda cooperazione, che vede l''Associazione Nazionale Autieri d'Italia - Nucleo Cinofilo', le quali squadre sono specializzate nella ricerca ed il soccorso di persone disperse in superficie, parte attiva della Rete Radio Montana. In caso di ricerca di un disperso in superficie, sul terriotorio della Regione Molise, effettueranno chiamate sul CANALE 8-16 sperando che il malcapitato sia in ascolto radio, ai fini di velocizzare i tempi di intervento.

Leggi l'articolo... (http://www.reteradiomontana.it/associazione-nazionale-autieri-italia-nucleo-cinofilo---35)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: scaniar560 - 03 Marzo 2016, 10:21:02
Ciao a tutti, scrivo per avere qualche delucidazione in merito al progetto, essendomi sentito dire via radio durante un servizio su una pista da sci: "questa è una frequenza di emergenza in montagna, se volte parlare di altro cambiate canale".
Dopo aver sentito questa cosa ho fatto delle ricerche e sono venuto a conoscenza di questo progetto.
Mi piacerebbe sapere con quale diritto l'appertenente a questo gruppo si permette di dire che la frequenza deve essere lasciata libera.
Questa è una frequenza libera come stabilita dal piano frequenza e io mi sento libero di usarla tranquillamente per parlare come voglio e con chi voglio.
Andando a leggere nel sito, vedo anche che nella sezione Il Progetto -> Situazione attuale del progetto, dite anche a noi radioamatori che bisogna usare una determinata frequenza. Sapevo che solo il mise ha titolo sulle frequenze, non un privato cittadino.
(Se andata a leggere il forum avventurosamente nella discussione del progetto, alla pagina 31 viene riportato un post del fondatore che dice "Dobbiamo già parlare della VHF radioamatoriale, a cui pensiamo di aggiungere il tono subaudio...)
Riportando sempre una citazione del sito del progetto "A differenza del Canale E (161.300 MHz) attivo in Italia nella sola Regione Valle d'Aosta ed utilizzabile unicamente in caso di emergenza per l'allerta dei soccorsi, la Rete Radio Montana potrà essere impiegata - a livello nazionale - a prevenzione degli incidenti in montagna, ovvero per l'interscambio di informazioni di sicurezza (come sopra spiegato), oltre che - in alcune zone - come canale di comunicazione diretto con i soccorsi, in caso di ricerca ed eventuale soccorso." a mio parere questa frase può portare a fraintendimenti ben grossi.
Se questo progetto è in piedi da tanti anni, come mai nella sezione Limitazioni -> Da Sapere non scrivete le limitazioni che ci sono nell'usare i pmr, ovvero che usati in vallate chiuse, con ostacoli e magari in mezzo ad un bosco se riesci a fare un paio di km puoi già essere fortunato?
A mio avviso
Sinceramente leggendo il sito ho molte perplessità sulla funzionalità della cosa e in certi aspetti anche sulla legalità (non sono un avvocato ma solo un boscaiolo con la passione delle radio e tanto di nominativo preso nel 2000) .
Grazie per l'attenzione
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 03 Marzo 2016, 11:07:38
Ciao a tutti, scrivo per avere qualche delucidazione in merito al progetto, essendomi sentito dire via radio durante un servizio su una pista da sci: "questa è una frequenza di emergenza in montagna, se volte parlare di altro cambiate canale".
Dopo aver sentito questa cosa ho fatto delle ricerche e sono venuto a conoscenza di questo progetto.
Mi piacerebbe sapere con quale diritto l'appertenente a questo gruppo si permette di dire che la frequenza deve essere lasciata libera.
Questa è una frequenza libera come stabilita dal piano frequenza e io mi sento libero di usarla tranquillamente per parlare come voglio e con chi voglio.
Quello che è certo, è che questa persona ha sbagliato a pretendere che lei cambiasse frequenza. Assolutamente la frequenza è pubblica, non abbiamo l'esclusiva, ma questo è chiarissimo (e mai è stato scritto il contrario sui vari forum, sito, etc.). Anzi, in questa pagina (http://www.reteradiomontana.it/procedure-radio-rrm-regole-base---18) precisiamo la cosa!

Noi invitiamo i nostri utenti a chiedere con la massima cortesia di poter cambiare canale/subtono, spiegando per cosa viene usato quel canale a livello nazionale. Sono certo che se questa persona fosse stata più cortese, lei avrebbe capito e non sarebbe arrivato a scrivere questo post. Noi non pretendiamo assolutamente, sta poi nel buon senso e nella sensibilità della persona valutare se cambiar canale o almeno il CTCSS.

Andando a leggere nel sito, vedo anche che nella sezione Il Progetto -> Situazione attuale del progetto, dite anche a noi radioamatori che bisogna usare una determinata frequenza. Sapevo che solo il mise ha titolo sulle frequenze, non un privato cittadino.
(Se andata a leggere il forum avventurosamente nella discussione del progetto, alla pagina 31 viene riportato un post del fondatore che dice "Dobbiamo già parlare della VHF radioamatoriale, a cui pensiamo di aggiungere il tono subaudio...)
Qui non vedo il problema... E' come se un gruppo di amici di una zona, decide una frequenza da usare come monitor la sera, per chiacchierare. Noi, a livello nazionale, invitiamo chi frequenta la montagna (se munito di patente radioamatoriale) ad utilizzare come monitor la 145.250 durante le attività di montagna. Non vedo illegalità in questo...

Riportando sempre una citazione del sito del progetto "A differenza del Canale E (161.300 MHz) attivo in Italia nella sola Regione Valle d'Aosta ed utilizzabile unicamente in caso di emergenza per l'allerta dei soccorsi, la Rete Radio Montana potrà essere impiegata - a livello nazionale - a prevenzione degli incidenti in montagna, ovvero per l'interscambio di informazioni di sicurezza (come sopra spiegato), oltre che - in alcune zone - come canale di comunicazione diretto con i soccorsi, in caso di ricerca ed eventuale soccorso." a mio parere questa frase può portare a fraintendimenti ben grossi.
Questa frase (che è nella Home Page) verrebbe male interpretata solo da una persona poco attenta, che non approfondisce l'argomento. Infatti nella pagina "Situazione attuale" viene ripetuta e approfondita!

Se questo progetto è in piedi da tanti anni, come mai nella sezione Limitazioni -> Da Sapere non scrivete le limitazioni che ci sono nell'usare i pmr, ovvero che usati in vallate chiuse, con ostacoli e magari in mezzo ad un bosco se riesci a fare un paio di km puoi già essere fortunato?
Il Progetto esiste dal 2008, ma come scritto nella pagina "Storia del progetto" ha subito varie modifiche sostanziali. Il nuovo sito (questo che vede ora) è online da un annetto. E' vero che quella pagina è stata tralasciata (stiamo lavorando a pagine della rete Extranet ben più importanti), ma quelle limitazioni sono già state esplicate nella pagina "Normative". La pagina "Limitazioni tecniche" conterrà illustrazioni (che dobbiamo ancora disegnare appena avremo tempo). Chi è dentro al Progetto ha già fatto i test sul campo e conosce tutte le limitazioni del caso, e comunque anche in cercte condizioni critiche la PMR-446 ha fatto il suo porco lavoro (leggi questo articolo (http://www.reteradiomontana.it/escursionista-smarrito-buio-monti-lucretili-situazione-critica-supportata-via-radio-tramite-rete-montana---33)).

A mio avviso
Sinceramente leggendo il sito ho molte perplessità sulla funzionalità della cosa e in certi aspetti anche sulla legalità (non sono un avvocato ma solo un boscaiolo con la passione delle radio e tanto di nominativo preso nel 2000) .
Grazie per l'attenzione
Il Progetto sta andando alla grande... Particolarmente in Piemonte, Lombardia, Lazio, Veneto e ultimamente anche in Emilia-Romagna. E in queste zone il canale da noi standardizzato viene usato per i scopi preposti. Aprendo questo link (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php) può farsi un'idea sulla reale utilizzazione del canale (questa mappa preleva i dati aggiornati dalla nostra rete Extranet, dati che sono stati inseriti, confermati e validati).

Di illegale non c'è nulla... Niente vieta di mettere d'accordo un gruppo di persone su un unico canale PMR-446 e usarlo per scambiarsi informazioni utili sul territorio montano! E nulla vieta al soccorritore che interviene in caso di ricerca di un disperso, a tentare di chiamare via radio il disperso/ferito.

Grazie per l'attenzione!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 03 Marzo 2016, 22:31:18
E' nata una nuova cooperazione con l'associazione 'Scuola Canavesana Cani da Soccorso', le quali squadre sono specializzate nella ricerca ed il soccorso di persone disperse. In caso di ricerca di un disperso nelle zone del Canavese e dell'Alto Canavese (in Provincia di Torino), effettueranno chiamate sul CANALE 8-16 sperando che il malcapitato sia in ascolto radio, ai fini di velocizzare i tempi di intervento.

Leggi l'articolo... (http://www.reteradiomontana.it/scuola-canavesana-cani-soccorso---36)

 
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 1FRI-001 - 06 Marzo 2016, 05:23:47
per vostra conoscenza.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: skipper - 06 Marzo 2016, 07:45:48
Che cosa è questa cosa dei pmr 8/16? Sono nuovo in materia. Serve qualche autorizzazione, il nominativo (alfa....) chi lo decide?

Sent from my SM-G355HN using rogerK radioamatori & CB mobile app (http://'https://siteowners.tapatalk.com/byo/displayAndDownloadByoApp?rid=263')

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 06 Marzo 2016, 11:02:09
per vostra conoscenza.

Noi stiamo ancora aspettando il gesto professionale, umano e sportivo della risposta alla mia ultima e-mail. Se l'interesse a rispondere non c'è, non c'è problema, ma quantomeno aspettiamo che ogni vostro singolo seguace/associato che non crede al nostro Progetto (solo in questo caso) richieda al relativo Referente Regionale della RRM la de-assegnazione del proprio ID ovvero l'eliminazione dell'account di accesso a RERAMONET (per adesso la certezza ce l'ho solamente di te e del presidente, ma se tu hai la certezza che alcuni dei tui stanno dentro "tanto per", invitali a richiedere la de-assegnazione; noi per serietà non de-assegnamo senza le dovuta e-mail formale). Stiamo anche aspettando che quella pagina venga eliminata dal sito FRI assieme al logo, come più volte chiesto anche tempo fa.

Per quanto riguarda questa circolare, che ho appena letto, ci cambia relativamente poco ormai... Alcuni atteggiamente non sono stati seri e alcuni concetti che hai espresso non sono stati coerenti con quello che hai scritto poco prima in una e-mail. E tutto questo è da considerare al di fuori del discorso "Free band, quindi siamo liberi di fare quel che vogliamo" (sul discorso free-band non ci piove!).

A volte mi viene da pensare che non sai come siamo realmente gestiti in locale alcuni Gateway della vostra associazione :rool: ... 8-16 o non 8-16, noi continueremo ad essere professionali, corretti e di parola: stiamo continuando a fare quello che sui nostri social abbiamo detto (sempre per professionalità non abbiamo espresso il nome delle Associazioni... Chissà, magari non è riferito solo a voi).

Buona fortuna  :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 06 Marzo 2016, 11:15:39
Che cosa è questa cosa dei pmr 8/16? Sono nuovo in materia. Serve qualche autorizzazione, il nominativo (alfa....) chi lo decide?

Sent from my SM-G355HN using rogerK radioamatori & CB mobile app (http://'https://siteowners.tapatalk.com/byo/displayAndDownloadByoApp?rid=263')

Non serve nessuna autorizzazione... Ma per l'utilizzo dei PMR-446 è necessario inviare inizialmente una D.I.A. (Dichiarazione Inizio Attività), e pagare una tassa di 12,00 Euro una volta all'anno (al Ministero, non a noi).

L'Identificativo Radio viene assegnato gratuitamente ed averlo significa far parte del nostro Progetto. Non ha valore legale (non è al pari di un nominativo radioamatoriale), ma comunque è legato ai dati anagrafici della persona che lo richiede. Questi dati sono anche accessibili alle Organizzazioni di Soccorso che cooperano con il Progetto, che potranno quindi, in caso di intervento, effettuare un riscontro sui dati forniti dalla CO118 e quelli associati all'ID.

L'ID può richiederlo esclusivamente chi frequenta la montagna per professione o per passione. Se sei solo appassionato di radio, ma non vai in montagna, non ti spetta (il progetto è nato proprio per gli appassionati di montagna).

Contestualmente al rilascio dell'ID, ti viene fornita la chiave di accesso alla nostra rete Extranet, un'applicazione web che servirà per incrementare le possibilità di contatto radio in montagna, che ti permetterà di sapere chi hai intorno (sintonizzato sul CANALE 8-16) e che ti permetterà di interagire con tutti gli altri utenti della RRM. Attualmente ne contiamo 1044 in rapido aumento!

Tutte le info sul sito... (http://www.reteradiomontana.it/situazione-attuale)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 06 Marzo 2016, 12:19:26
Sono in monitoraggio dalla mia abitazione privata.tantissime le chiamate da chi  è in escursione sulle Alpi occidentali!cerco di rispondere a tutti.l iniziativa di anno in anno diventa sempre più popolare!!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 06 Marzo 2016, 12:44:14
Sono in monitoraggio dalla mia abitazione privata.tantissime le chiamate da chi  è in escursione sulle Alpi occidentali!cerco di rispondere a tutti.l iniziativa di anno in anno diventa sempre più popolare!!!

Effettivamente c'è abbastanza attività oggi, anche se qualche week-end fa è stato ancora meglio! Tu sei ALFA 166?

(http://s14.postimg.org/9l7qk7gch/rrm_no_italia_06032016_1240.png)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: pesciolino73 - 06 Marzo 2016, 13:56:09
Sono in monitoraggio dalla mia abitazione privata.tantissime le chiamate da chi  è in escursione sulle Alpi occidentali!cerco di rispondere a tutti.l iniziativa di anno in anno diventa sempre più popolare!!!

Effettivamente c'è abbastanza attività oggi, anche se qualche week-end fa è stato ancora meglio! Tu sei ALFA 166?

(http://s14.postimg.org/9l7qk7gch/rrm_no_italia_06032016_1240.png)


sono alfa 21. appena faccio chiamata (monitorizzazione  abitazione privata ...mi risponde subito qualcuno.... escursioni sci alpininsmo etc...)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 06 Marzo 2016, 14:12:53
Se uno crede nel progetto...lo segua.
...se uno non è convinto eviti TUTTO...ma lasci agli altri la libera scelta...!!! :up: ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 1FRI-001 - 08 Marzo 2016, 05:29:03
per vostra conoscenza.

Noi stiamo ancora aspettando il gesto professionale, umano e sportivo della risposta alla mia ultima e-mail. Se l'interesse a rispondere non c'è, non c'è problema, ma quantomeno aspettiamo che ogni vostro singolo seguace/associato che non crede al nostro Progetto (solo in questo caso) richieda al relativo Referente Regionale della RRM la de-assegnazione del proprio ID ovvero l'eliminazione dell'account di accesso a RERAMONET (per adesso la certezza ce l'ho solamente di te e del presidente, ma se tu hai la certezza che alcuni dei tui stanno dentro "tanto per", invitali a richiedere la de-assegnazione; noi per serietà non de-assegnamo senza le dovuta e-mail formale). Stiamo anche aspettando che quella pagina venga eliminata dal sito FRI assieme al logo, come più volte chiesto anche tempo fa.

Per quanto riguarda questa circolare, che ho appena letto, ci cambia relativamente poco ormai... Alcuni atteggiamente non sono stati seri e alcuni concetti che hai espresso non sono stati coerenti con quello che hai scritto poco prima in una e-mail. E tutto questo è da considerare al di fuori del discorso "Free band, quindi siamo liberi di fare quel che vogliamo" (sul discorso free-band non ci piove!).

A volte mi viene da pensare che non sai come siamo realmente gestiti in locale alcuni Gateway della vostra associazione :rool: ... 8-16 o non 8-16, noi continueremo ad essere professionali, corretti e di parola: stiamo continuando a fare quello che sui nostri social abbiamo detto (sempre per professionalità non abbiamo espresso il nome delle Associazioni... Chissà, magari non è riferito solo a voi).

Buona fortuna  :up:

perdona ma la tua mail non l'ho proprio ricevuta.. ho ricevuto quella di simone che al termine recita testualmente da copia e incolla: " Con questa ritengo conclusa la questione, avvisandoti che non risponderò ad ulteriori comunicazioni"  e perdonate se non rispondo dopo questa frase.. sarebbe inutile no? cosa posso scrivere e non mi permetto di scrivere a chi mi dice di non scrivergli... ciao a tutti e buona giornata!!

P.s. pertanto Siluc, se cortesemente me la rimandi la tua mail cosi' almeno so di cosa stai parlando leggendola.. l'indirizzo e p.c.nostrum@gmail.com  e stai tranquillo che rispondoa tutte le mail.. ovvio se mi dici di non rispondere anche tu, leggero' e non rispondero.. grazie mille
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: asaki - 08 Marzo 2016, 14:47:22
Se uno crede nel progetto...lo segua.
...se uno non è convinto eviti TUTTO...ma lasci agli altri la libera scelta...!!! :up: ;)

condivido al 100%

ps.io seguo tutti e due i progetti   :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 08 Marzo 2016, 21:29:46
per vostra conoscenza.

Noi stiamo ancora aspettando il gesto professionale, umano e sportivo della risposta alla mia ultima e-mail. Se l'interesse a rispondere non c'è, non c'è problema, ma quantomeno aspettiamo che ogni vostro singolo seguace/associato che non crede al nostro Progetto (solo in questo caso) richieda al relativo Referente Regionale della RRM la de-assegnazione del proprio ID ovvero l'eliminazione dell'account di accesso a RERAMONET (per adesso la certezza ce l'ho solamente di te e del presidente, ma se tu hai la certezza che alcuni dei tui stanno dentro "tanto per", invitali a richiedere la de-assegnazione; noi per serietà non de-assegnamo senza le dovuta e-mail formale). Stiamo anche aspettando che quella pagina venga eliminata dal sito FRI assieme al logo, come più volte chiesto anche tempo fa.

Per quanto riguarda questa circolare, che ho appena letto, ci cambia relativamente poco ormai... Alcuni atteggiamente non sono stati seri e alcuni concetti che hai espresso non sono stati coerenti con quello che hai scritto poco prima in una e-mail. E tutto questo è da considerare al di fuori del discorso "Free band, quindi siamo liberi di fare quel che vogliamo" (sul discorso free-band non ci piove!).

A volte mi viene da pensare che non sai come siamo realmente gestiti in locale alcuni Gateway della vostra associazione :rool: ... 8-16 o non 8-16, noi continueremo ad essere professionali, corretti e di parola: stiamo continuando a fare quello che sui nostri social abbiamo detto (sempre per professionalità non abbiamo espresso il nome delle Associazioni... Chissà, magari non è riferito solo a voi).

Buona fortuna  :up:

perdona ma la tua mail non l'ho proprio ricevuta.. ho ricevuto quella di simone che al termine recita testualmente da copia e incolla: " Con questa ritengo conclusa la questione, avvisandoti che non risponderò ad ulteriori comunicazioni"  e perdonate se non rispondo dopo questa frase.. sarebbe inutile no? cosa posso scrivere e non mi permetto di scrivere a chi mi dice di non scrivergli... ciao a tutti e buona giornata!!

P.s. pertanto Siluc, se cortesemente me la rimandi la tua mail cosi' almeno so di cosa stai parlando leggendola.. l'indirizzo e p.c.nostrum@gmail.com  e stai tranquillo che rispondoa tutte le mail.. ovvio se mi dici di non rispondere anche tu, leggero' e non rispondero.. grazie mille

SiLuc è la stesso Simone L. ... Basterebbe vedere la firma dei vari post...

(http://s12.postimg.org/6l8j09pst/screenshot_rgk.png) (http://s12.postimg.org/6l8j09pst/screenshot_rgk.png)

Relativamente all'e-mail, probabilmente hai letto solamente quella frase... Ma stiamo parlando dell'e-mail che ti ho inviato il giorno 16/02 intorno alle ore 17.00?

Poichè in quella corposa e-mail, oltre che ha scrivere quello che hai riportato (vedi testo selezionato nell'immagine qui sotto) ho scritto anche altro...

(http://s15.postimg.org/4awqzpnzf/screenshot_email_luca.png) (http://s15.postimg.org/4awqzpnzf/screenshot_email_luca.png)

(http://s22.postimg.org/vdim9ze7l/screenshot_email_luca_2.png) (http://s22.postimg.org/vdim9ze7l/screenshot_email_luca_2.png)

Poi le risposte a cui non risponderemo sarebbero quello con atteggiamento polemico, come si evince dal testo dell'e-mail. Rispondere e dare conferma di "presa visione" la vedo solo correttezza!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 02 Aprile 2016, 00:08:45
Nella Regione Veneto la prima organizzazione di soccorso montano che coopera con la Rete Radio Montana è l'associazione "Squadra Feltrina Cinofili da Soccorso", le quali unità cinofile sono specializzate nella ricerca ed il soccorso di persone disperse. In caso di ricerca di un disperso nelle zone circostanti Feltre (BL), effettueranno chiamate sul CANALE 8-16 sperando che il malcapitato sia in ascolto radio, ai fini di velocizzare i tempi di intervento.

Leggi l'articolo... (http://www.reteradiomontana.it/sfcs-squadra-feltrina-cinofili-soccorso---37)

Ricordiamo le altre cooperazioni ad oggi attive:

- Scuola Canavesana Cani da Soccorso (in Piemonte) ---> [INFO (http://www.reteradiomontana.it/scuola-canavesana-cani-soccorso---36)]
- Associazione Nazionale Autieri d'Italia - Nucleo Cinofilo (in Molise) ---> [INFO (http://www.reteradiomontana.it/associazione-nazionale-autieri-italia-nucleo-cinofilo---35)]
- Soccorso Cinofilo Liguria - Nucleo Provinciale Savona (in Liguria) ---> [INFO (http://www.reteradiomontana.it/soccorso-cinofilo-liguria-nucleo-provinciale-savona---30)]

Queste organizzazioni di soccorso montano, in caso di attivazione per la ricerca di un disperso/ferito in ambiente montano o boschivo, attivati da Prefetture/118/Soccorso Alpino, tenteranno il contatto diretto via radio sul CANALE 8-16 (http://www.reteradiomontana.it/situazione-attuale) della RRM, ai fini di velocizzare le operazioni di ricerca e successivo soccorso. Le varie unità monitoreranno il canale anche durante esercitazioni ed addestramenti.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Aprile 2016, 13:20:54
Dove è più attiva la Rete Radio Montana? Questa è la situazione degli ultimi 2 mesi aggiornata a poco fa (05/04/2016 13.10):

(http://s30.postimg.org/6o0g7v3pd/copertura_effettiva_rrm_050416_1310.png) (http://s30.postimg.org/6o0g7v3pd/copertura_effettiva_rrm_050416_1310.png)

Si evincono rapidamente le zone più attive con una buona attendibilità, ovvero quelle in cui il CANALE 8-16 è più utilizzato.

La mappa aggiornata in tempo reale è accessibile da qui: www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: TommyDef - 05 Aprile 2016, 18:06:01
Scusa, ma non riesco a capire bene una cosa.... La mappa cosa mostra? Le attività, gli utenti, o cosa?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 05 Aprile 2016, 18:14:16
Scusa, ma non riesco a capire bene una cosa.... La mappa cosa mostra? Le attività, gli utenti, o cosa?

La mappa, prelevando alcuni dati dai dataabse del nostro Sistema Informativo-Gestionale, mostra le posizioni dalle quali sono avvenuti collegamenti radio. Tali informazioni sono state inserite da un corrispondente, confermate dal secondo corrispondente, ovvero verificate. Pertanto la mappa mostra proprio le zone in cui la RRM è maggiormente attiva. Quei puntini aumentano giornalmente!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: TommyDef - 05 Aprile 2016, 21:17:49
ok, ora mi è chiaro. Grazie mille
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 22 Aprile 2016, 13:02:39
(http://s31.postimg.org/s020u1ohn/locandina_RRM_270416.png)

La presentazione sarà trasmessa anche in diretta-video; lo streaming sarà visualizzabile sulla Pagina Facebook ufficiale della RRM (https://www.facebook.com/ReteRadioMontana).

Potete confermare la vostra partecipazione qui: www.facebook.com/events/209441859436614/ (https://www.facebook.com/events/209441859436614/)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: d3nn15 - 22 Aprile 2016, 13:19:03
ECHO 14 ma anche io ci sto rinunciando, riesco a trovare altri utenti molto raramente....


inviato iPhone using rogerKapp.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 22 Aprile 2016, 13:32:39
ECHO 14 ma anche io ci sto rinunciando, riesco a trovare altri utenti molto raramente....


inviato iPhone using rogerKapp.

E' molto importante il passaparola... Stai man mano informando altri escursionisti/alpinisti/etc. della tua zona, ai fini di incrementare gli "ECHO"? Solo così la RRM crescerà anche sul vostro territorio!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 22 Aprile 2016, 19:59:11
ECHO 14 ma anche io ci sto rinunciando, riesco a trovare altri utenti molto raramente....


inviato iPhone using rogerKapp.

Altra cosa importante... Dando uno sguardo alle attività da te programmate, noto che ne hai inserita una sola in più di un anno. Per le prossime attività outdoor, ma anche quando da casa hai la possibilità di restare in ascolto sull'8-16, prova a pubblicare gli estremi delle tue attività ogni volta (sezione ATTIVITA' >> PROGRAMMA UN'ATTIVITA'): vedrai che aumentaranno le possibilità di contatto radio! Fa molto questa cosa, e vedrao che, magari non subito, vedrai pian piano i risultati!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1FUM - 24 Aprile 2016, 21:56:59
Ciao Simone e un saluto a Tutti da Davide Delta 24 - IZ1FUM.
Rete Radio Montana è un progetto fantastico. Alimentiamolo il piu' possibile, vedo ottima questa iniziativa con la sez CAI. Come Manager del programma FM MONTANO per il Mountain Qrp Club aspetto Tutti gli radioamatore sulla 145.250 in occasioni delle attività escursionistiche/alpinistiche e per chi non ha la patente sul CH8 -16.
Un abbraccio e Buon 25 Aprile!
Davide IZ1FUM - DELTA 024
PS: Domani saro' attivo dalle ore 11 dal Monte Penello - Appennino Ligure.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 25 Maggio 2016, 14:39:51
Venerdì 3 giugno 2016, presso la sede della sezione CAI di Sora (FR), verrà presentata la Rete Radio Montana. Probabilmente la serata verrà anche trasmessa in diretta-video nella Pagina Facebook (https://www.facebook.com/ReteRadioMontana).

Leggi l'articolo: www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-sora-fr---41 (http://www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-sora-fr---41).

Aspettiamo tutti, anche i vicini abruzzesi!

(http://s33.postimg.org/tmktjrjvj/image.jpg) (http://s33.postimg.org/tmktjrjvj/image.jpg)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 30 Maggio 2016, 11:04:51
Domenica 5 giugno 2016 durante l'evento 'Outdoor in Progress 2016' organizzato dalla Survival School SOS2016, che si terrà ad Artena (RM, Lazio) per l'intero arco della giornata, sarà presente il Team di progetto che rappresenterà l'intera Rete Radio Montana. Il Progetto, inoltre, verrà presentato in videoproiezione dopo l'intervento del Soccorso Alpino Lazio che inizierà alle ore 10.30 circa.

Leggi l'articolo: www.reteradiomontana.it/outdoor-progress-2016-rete-radio-montana-presente-ad-artena-rm---42 (http://www.reteradiomontana.it/outdoor-progress-2016-rete-radio-montana-presente-ad-artena-rm---42)

Al di la della Rete Radio Montana, l'evento può essere d'interesse a tutti gli appassioanti di attività outdoor.

(http://s33.postimg.org/t09p708rz/image.jpg) (http://s33.postimg.org/t09p708rz/image.jpg)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 03 Luglio 2016, 11:54:58
Chi sta monitorando il CANALE 8-16 della RRM in questo momento:

(https://s32.postimg.org/c145541ep/ita.jpg) (https://s32.postimg.org/ev7aik3l1/ita.jpg)

(https://s31.postimg.org/jmz3jsesn/nord.png) (https://s31.postimg.org/lrjgkvgff/nord.png)

Potete consultare la mappa aggiornata da qui: www.reteradiomontana.it/#realtime (http://www.reteradiomontana.it/#realtime)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 09 Luglio 2016, 14:04:17
E anche in questo esatto momento il concetto di "rete radio" è visibile. Ecco le zone in cui abbiamo utenti sintonizzati sul CANALE 8-16.

Mappa in tempo reale: www.reteradiomontana.it/#realtime (http://www.reteradiomontana.it/#realtime)

(https://scontent-vie1-1.xx.fbcdn.net/t31.0-8/13652932_1153251578031121_8922086551522182684_o.jpg)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 09 Luglio 2016, 14:20:39
Ciao Simone come siete messi al Sud? Al Sud ci sono belle cime e bei percorsi di Trekking a cominciare dalla Costiera Amalfitana (sentiero degli Dei) passando per il massiccio del Matese, la Sila, il Faito, i monti Nebrodi, l'Etna etc.

Saluti e buona attività,
Michele
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 09 Luglio 2016, 14:31:15
Ciao Simone come siete messi al Sud? Al Sud ci sono belle cime e bei percorsi di Trekking a cominciare dalla Costiera Amalfitana (sentiero degli Dei) passando per il massiccio del Matese, la Sila, il Faito, i monti Nebrodi, l'Etna etc.

Saluti e buona attività,
Michele

Ciao Michele,
purtroppo al sud fatichiamo a partire, ma ultimamente si sta smuovendo qualcosa in Campania e qualcosinainaina in Calabria! Forse abbiamo identificato un possibile Referente Regionale, che sicuramente agevolerà l'espansione anche al sud!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 09 Luglio 2016, 15:43:05
Mi fa piacere anche perché la costiera amalfitana ultimamente è stata molto rivalutata e un servizio del genere tornerebbe molto utile agli escursionisti così come in altre località del meridione.

Guardate cosa offre il Sud.....
http://www.trekking.it/itinerari/sud

Auguri per tutto :up:

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: adri65 - 09 Luglio 2016, 15:43:21
Buongiorno dal nuovo alfa 257
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: adri65 - 09 Luglio 2016, 15:46:25
Io non so voi,ma fadio doppia frequenza,sintonizzata su 44609375 ctcss 114,8 sia R che T ma zero comunicazioni, posizione Cuneo a ridosso alpi marittime.


inviato iPhone using rogerKapp.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 09 Luglio 2016, 16:54:14
Buongiorno dal nuovo alfa 257

inviato iPhone using rogerKapp.
Io non so voi,ma fadio doppia frequenza,sintonizzata su 44609375 ctcss 114,8 sia R che T ma zero comunicazioni, posizione Cuneo a ridosso alpi marittime.

inviato iPhone using rogerKapp.

Ciao,
appena puoi accedi da un PC/Desktop a RERAMONET e per cominciare imposta le tue "Regioni che frequento": riceverai un'e-mail ogni qualvolta qualcuno pubblicherà gli estremi di attività (outdoor o di monitoraggio da postazione fissa). Questo incrementerà di molto le possibilità di stabilire collegamenti radio.

Inoltre, ogni qualvolta presterai ascolto radio da postazione fissa oppure quando andrai in montagna, ricordati di pubblicare gli estremi dell'attività operativa.

Come potrai vedere (accedendo sempre da PC, non da smartphone) in RERAMONET recandoti nella sezione ATTIVITA' --> REPORTS COLLEGAMENTI --> PIEMONTE, ci sono spesso collegamenti in Piemonte (ovviamente li vedi solo se sono stati inseriti e confermati).

Vedrai che presto comincerai a collegare gli utenti della RRM sul CANALE 8-16. RERAMONET fa molto se lo impari ad usare correttamente!

Attualmente la versione mobile (per smartphone) è in costruzione, e permette di usare esclusivamente uno strumento (anche se è il principale strumento). La versione desktop, invece, è completa e consiglio di preferirla alal versione mobile (nei limiti del possibile).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: adri65 - 09 Luglio 2016, 17:00:58
Grazie !!seguirò' alla lettera le tue indicazioni.
A presto ciao


inviato iPhone using rogerKapp.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: adri65 - 18 Luglio 2016, 21:16:56
Ciao,non riesco in nessun caso a comunicare con chicchessia.il mio apparato  e'un woxun uv2d doppia frequenza UHF-VHF.le impostazioni sono ok,44609375 ctcss 114,8 ma niente.Mi chiedo se questo tipo di radio è compatibile con il modello PMR 446


inviato iPhone using rogerKapp.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 18 Luglio 2016, 21:20:59
Certo che è  compatibile

inviato HUAWEI Y560-L01 using rogerKapp.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 18 Luglio 2016, 21:38:00
Ciao,non riesco in nessun caso a comunicare con chicchessia.il mio apparato  e'un woxun uv2d doppia frequenza UHF-VHF.le impostazioni sono ok,44609375 ctcss 114,8 ma niente.Mi chiedo se questo tipo di radio è compatibile con il modello PMR 446


inviato iPhone using rogerKapp.

Certo che è compatibile. Questi sono i valori da impostare:

Step/passo = 12.5
Frequenza = 446.09375
Band = Narrow (N) (FM-N) ... Non Wide (W)
CTCSS-TX = 114.8
CTCSS-RX = 114.8
DCS-TX = OFF
DCS-RX = OFF

Si ricorda che quell'apparato non è omologato per la banda PMR-446. In caso di controlli è possibile subire una multa con possibile sequestro dell'apparato, come accaduto pochi mesi fa in provincia di Frosinone, mentre una persona era in attività escursionistica lungo un'area fluviale.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: adri65 - 18 Luglio 2016, 22:11:58
Grazie,ci riproverò'


inviato iPhone using rogerKapp.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 18 Luglio 2016, 23:23:26
Certo che è compatibile. Questi sono i valori da impostare:

Step/passo = 12.5
Frequenza = 446.09375
Band = Narrow (N) (FM-N) ... Non Wide (W)
CTCSS-TX = 114.8
CTCSS-RX = 114.8
DCS-TX = OFF
DCS-RX = OFF

Si ricorda che quell'apparato non è omologato per la banda PMR-446. In caso di controlli è possibile subire una multa con possibile sequestro dell'apparato, come accaduto pochi mesi fa in provincia di Frosinone, mentre una persona era in attività escursionistica lungo un'area fluviale.
Salve , il passo per i PMR 446 è 12.5 ma partendo da 446.000 non si arriva al canale 8 con la frequenza di 446.09375 quindi è meglio usare il passo 6.25 .
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Luglio 2016, 18:13:32
Salve , il passo per i PMR 446 è 12.5 ma partendo da 446.000 non si arriva al canale 8 con la frequenza di 446.09375 quindi è meglio usare il passo 6.25 .

Si, se si arriva alla frequenza tramite selettore VFO è necessario questo accorgimento.

Ma se non vado erraro l'apparato in questione ha il tastierino numerico, quindi si può digitare direttamente la frequenza esatta. Oppure, se si programma la radio da PC, si può sorvolare questa impostazione e digitare la frequenza esatta.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 19 Luglio 2016, 22:59:30
Per parlare di certi argomenti ritengo si debba avere una certa esperienza/conoscenza.
Ovviamente posso sbagliarmi, ma tu non la possiedi. Come dimostrato la volta che volevi alimentare un CB "regalatoti da un parente" con un alimentatore di una calcolatrice Casio !!!!!!!!!
Non ti offendere, ma certe cose o si conoscono o è meglio lasciar stare, e sopra tutto, non dare consigli o informazioni sbagliate.

Occupati della tua lodevole iniziativa (anche se molto discutibile nelle modalità, secondo me, ma è solo una opinione personale), ma astieniti da "consigli tecnici', non mi sembri preparato da questo punto di vista, quindi meglio evitare di dare informazioni errate.

Non offenderti, per favore, nulla di personale, ci mancherebbe. è solo la mia opinione, nulla di più.

Nella radio in questione, che possiede il passo di canalizzazione a 6,25, se non impostato, non ci potrai mai arrivare. Bisogna prima impostare il corretto passo sulla banda A o B sulla quale lo intendi utilizzare, o su entrambi.
Fatto ciò, puoi sintonizzare la frequenza corretta anche tramite tastiera o VFO. Se la programmi via SW da PC, o simili, tutto è più semplice.

Buoni collegamenti e auguri al progetto. ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Luglio 2016, 23:43:59
Per parlare di certi argomenti ritengo si debba avere una certa esperienza/conoscenza.
Ovviamente posso sbagliarmi, ma tu non la possiedi. Come dimostrato la volta che volevi alimentare un CB "regalatoti da un parente" con un alimentatore di una calcolatrice Casio !!!!!!!!!
Non ti offendere, ma certe cose o si conoscono o è meglio lasciar stare, e sopra tutto, non dare consigli o informazioni sbagliate.

Occupati della tua lodevole iniziativa (anche se molto discutibile nelle modalità, secondo me, ma è solo una opinione personale), ma astieniti da "consigli tecnici', non mi sembri preparato da questo punto di vista, quindi meglio evitare di dare informazioni errate.

Non offenderti, per favore, nulla di personale, ci mancherebbe. è solo la mia opinione, nulla di più.

Nella radio in questione, che possiede il passo di canalizzazione a 6,25, se non impostato, non ci potrai mai arrivare. Bisogna prima impostare il corretto passo sulla banda A o B sulla quale lo intendi utilizzare, o su entrambi.
Fatto ciò, puoi sintonizzare la frequenza corretta anche tramite tastiera o VFO. Se la programmi via SW da PC, o simili, tutto è più semplice.

Buoni collegamenti e auguri al progetto. ;-)

*** off topic ***

Non ci vuole la patente per arrivare a programmare quelle radio... E con un po' di matematica ci si arriva al discorso dello step...

Poi l'interessato mi dirà se ha trovato difficoltà configurare il cinesino con i settaggi che ho suggerito...

In paroloni hai ridetto quello che ho scritto io, ovvero che da VFO non ci arrivi alla giusta frequenza con il 12.5, ma è necessario il 6.25. E ho anche detto che se programmata da PC, impostando direttamente il valore nella memoria, non serve mettere il 6.25.

PS: Mi trovi il post in cui parlo "dell'alimentatore di una calcolatrice Casio"?

Ahahahaah... Invece dal tono si evince che c'era assolutamente qualcosa di personale. Potevi rispondere concretamente, senza l'intro inutile e facevi prima... Hai scritto 5 paragrafi nel tuo intervento, e solo uno di essi è utile alla richiesta dell'utente (fino a un certo punto... hai ripetuto la stessa cosa che ho scritto io, usando altre parole).

Poi sinceramente non mi offendo guarda :grin:

Tante cose degli apparati radio non le so, vero, ma per il semplice fatto che uso la radio per scopi operativi. Non è di mio interesse smanettarci sopra. La radio pronta all'uso insomma. Fermo restando il fatto, che per programmarle non ci vuole la patente e sono capace (ma non perchè sono un genio, ma perchè sono cose abbastanza elementari quelle di cui abbiamo parlato in queste pagine).

*** fine off topic ***

Discutibile o non discutibile, il Progetto sta avendo i risultati sperati. Tempo pochi giorni e pubblicherò anche qui un'importante articolo in cui si parlerà di un importante, anzi fondamentale, traguardo raggiunto!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 03 Agosto 2016, 15:23:37
Oggi è stato raggiunto un fondamentale traguardo, che vi presento con estremo orgoglio:

Il CNSAS Lazio entra a far parte della Rete Radio Montana. E' stato infatti sottoscritto un accordo di cooperazione che prevede varie possibilità per le sei stazioni di Soccorso Alpino della regione Lazio.

Essi avranno accesso a RERAMONET da cui, in caso di necessità, potranno prelevare le informazioni personali e i dettagli sull'attività outdoor, che saranno stati precedentemente pubblicati nel Sistema Informativo-Gestionale della RRM da parte degli utenti iscritti al progetto.

Inoltre, qualora i tradizionali mezzi di comunicazione non fossero accessibili e qualora le condizioni lo consentano, le squadre di soccorso potranno stabilire un collegamento radio diretto con il malcapitato sul CANALE 8-16 della RRM, col fine di agevolare le operazioni di ricerca e/o soccorso.

Articolo completo: www.reteradiomontana.it/corpo-nazionale-soccorso-alpino-speleologico-servizio-lazio---45 (http://www.reteradiomontana.it/corpo-nazionale-soccorso-alpino-speleologico-servizio-lazio---45)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 03 Agosto 2016, 18:13:28
Oggi è stato raggiunto un fondamentale traguardo, che vi presento con estremo orgoglio:

Il CNSAS Lazio entra a far parte della Rete Radio Montana. E' stato infatti sottoscritto un accordo di cooperazione che prevede varie possibilità per le sei stazioni di Soccorso Alpino della regione Lazio.

Essi avranno accesso a RERAMONET da cui, in caso di necessità, potranno prelevare le informazioni personali e i dettagli sull'attività outdoor, che saranno stati precedentemente pubblicati nel Sistema Informativo-Gestionale della RRM da parte degli utenti iscritti al progetto.

Inoltre, qualora i tradizionali mezzi di comunicazione non fossero accessibili e qualora le condizioni lo consentano, le squadre di soccorso potranno stabilire un collegamento radio diretto con il malcapitato sul CANALE 8-16 della RRM, col fine di agevolare le operazioni di ricerca e/o soccorso.

Articolo completo: www.reteradiomontana.it/corpo-nazionale-soccorso-alpino-speleologico-servizio-lazio---45 (http://www.reteradiomontana.it/corpo-nazionale-soccorso-alpino-speleologico-servizio-lazio---45)

 :up: :up: :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 03 Agosto 2016, 21:29:37
Un escursionista precipita sul massiccio della Majella ma il telefono in quella zona non ha segnale GSM. Fondamentale l'aiuto di un utente della RRM, che si trovava nelle immediate vicinanze del luogo dell'incidente, che ha diramato una chiamata di emergenza via radio sul CANALE 8-16. Un secondo membro della RRM, che scendeva dal Pizzo Intermesoli sul Gran Sasso, ricevuta la chiamata di emergenza, ha provveduto quindi ad inoltrare la richiesta di soccorso al 118. L'escursionista viene recuperato dall'elicottero dei Vigili del Fuoco e portato in ospedale.

Articolo completo: www.reteradiomontana.it/escursionista-precipita-sulla-majella-zona-cui-telefono-non-prende-allarme-diramato-via-radio-canale-8-16-rete-montana---46 (http://www.reteradiomontana.it/escursionista-precipita-sulla-majella-zona-cui-telefono-non-prende-allarme-diramato-via-radio-canale-8-16-rete-montana---46)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 04 Agosto 2016, 01:03:18
L'attività svolta il 31 luglio pone bene in evidenza la questione della mancanza di un servizio istituzionale di sicurezza radio in montagna, similare a quello sempre esistito per la sicurezza radio in mare. Rete radio montana si "sostituisce" a tale mancanza, per altro in modo certamente ben organizzato (ne ho dato anche io disponibilità). Tuttavia ritengo sia una questione che dovrà essere affrontata dalla CEPT, prima o poi. Sarà mai possibile dedicare almeno 500 kHz in gamma VHF per un servizio realmente orientato alle radiocomunicazioni di sicurezza in ambiente montano ?
Rimango dell'opinione che un telefono smartphone è un dispositivo troppo delicato per poterne fare reale affidamento, soprattutto nella stagione invernale, con temperature molto inferiori allo zero termico. Per altro anche molti PMR sono del tutto inadatti all'uso in condizioni ambientali difficili.

Giusto il 31 luglio ero a 3105 metri in località Diavolezza, fronte al Piz Palü (Schweiz/Graubünden) ed ho provato ad effettuare chiamate sul canale PMR 8-16 per diversi minuti, in più occasioni, nel corso dell'escursione che ho svolto in quota. Purtroppo non vi è stata occasione di ricevere alcuna risposta da utenti della rete. Probabilmente lo stesso Piz Palü, essendo leggermente più alto (3900 metri) chiudeva la tratta verso la zona di Sondrio.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 04 Agosto 2016, 04:53:34
Un escursionista precipita sul massiccio della Majella ma il telefono in quella zona non ha segnale GSM. Fondamentale l'aiuto di un utente della RRM, che si trovava nelle immediate vicinanze del luogo dell'incidente, che ha diramato una chiamata di emergenza via radio sul CANALE 8-16. Un secondo membro della RRM, che scendeva dal Pizzo Intermesoli sul Gran Sasso, ricevuta la chiamata di emergenza, ha provveduto quindi ad inoltrare la richiesta di soccorso al 118. L'escursionista viene recuperato dall'elicottero dei Vigili del Fuoco e portato in ospedale.

Articolo completo: www.reteradiomontana.it/escursionista-precipita-sulla-majella-zona-cui-telefono-non-prende-allarme-diramato-via-radio-canale-8-16-rete-montana---46 (http://www.reteradiomontana.it/escursionista-precipita-sulla-majella-zona-cui-telefono-non-prende-allarme-diramato-via-radio-canale-8-16-rete-montana---46)

Sarà che dopo 38 anni di attività, non ho capito cosa è la ricerca e soccorso professionale, militare e civile.

Questo articolo NON SAREBBE NEANCHE DA SBANDIERARE.

Se non ci fosse stato qualcuno vicino, se non ci fosse stato un secondo che ha deciso di farsi la passeggiata, il sinistrato che faceva moriva ?
Ovvero la salvezza è stata concausa di coincidenze non volute, ma che scherziamo ?

Un servizio di soccorso, alla vita umana, al limitare del danno e salvaguardia, DEVE ESSERE H24 CERTO e posizionato con presidi fissi NON OCCASIONALI FORTUNOSE CHIAMATE E TRANSITANTI.

Con rispetto alle iniziative private che vogliono dare un servizio sociale, ma la vita umana e l'argomento non è da ridere, meglio stare tranquilli, nella casualità che mega pubblicità, gagliardetti e preghiamo che domenica prox qualcuno col pmr sia in montagna, magari non badando alla bella fidanzata sull'erba ma rigidamente di vedetta in ascolto.

NON CI SIAMO PER NIENTE.

IN3EQA ha di se stesso confermato che non c'è certezza ne reale servizio di copertura, cosa che un protocollo reale prevede e stabilisce, sia in convenzione che non, non create sicurezze a chi legge OLTRE IL GIUSTO nell'occasionale.

Vedrete che alla prima condanna che si prenderà un pmrista, da qualche denuncia di un familiare, assistito da qualche avvocato rampante, quanti ne rimarranno in ascolto... metto un assegno firmato da 5.000 euro in busta chiusa per scommessa, anche per mancanza di rapporti di inizio e fine e registrazioni facenti fede in giudizio, finche vi va bene va bene...


P.S.
Questa mancanza di presidi garantiti, la tipologia, mi ha fatto disinteressare a parteciparvi alla nascita di questa cosa, quando ancora erano si e no in 5, 2009.
Da normale civile mi sarei fatto trascinare, ma ben infarinato e buon conoscitore di P.C. e di tribunali e cartoline verdi ho passato la palla, non c'è copertura ne tecnica ne legale protocollare.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 04 Agosto 2016, 07:46:26
Senza scendere in approfondimenti azzeccagarbugliosi, giusti e purtroppo comunque in Italia sempre necessari, qualche mese fa avevo scritto proprio in questo Forum a proposito dell'ascolto della Rete Radio Montana. Se non ci sono punti fissi, tipo rifugi, bar, baite degli Alpini, malghe del buon riposo e quant'altro, sintonizzati squelciati sul canale 8-16, non dico h24, ma almeno sicuramente nei week-end a tempo continuato, se uno chiama per emergenza e lo sentono è quasi un terno all'otto. Invece dovrebbe diventare un presidio efficace.
Inoltre mi pare di ravvisare nello schema della Rete norme rigidissime, di stampo quasi militare, quando invece esse dovrebbero essere un po' più elastiche. Ad esempio, se io non faccio nessuna attività escursionistica, ma abito in prossimità di zone turistiche montane, dovrei essere incoraggiato, mentre apparentemente sembra quasi che sia preferibile non affiliarmi alla Rete stessa. Inoltre, esiste una frequenza CB, ma è in FM. E' risaputo che quasi metà delle Radio CB presenti non hanno l'FM, soprattutto portatili come ALAN 37 e 38, ecc. e che l'FM viaggia e va lontano molto meno del'AM. Perché questa imposizione dell'FM fine a se stessa?
Io copierei dai migliori (Svizzera e Val d'Aosta), utilizzando il materiale già eventualmente presente sul territorio.
Al di là di queste critiche, credo che ci sia del buono, ed esprimo critiche solo per possibili miglioramenti, ma vedo che spesso le risposte a critiche sono rigide come le norme di cui sopra.

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 04 Agosto 2016, 15:49:13
Da parte mia non intendo minimizzare il grandissimo sforzo messo in atto da coloro che hanno strutturato rete radio montana. E' anche vero che l'orografia del territorio può porre problemi all'uso di apparati con solo 0,5 watt di potenza in gamma 446 MHz e antenne poco più di carichi fittizi. Per questo dovrebbe essere urgente che la CEPT riesamini l'assegnazione delle frequenze e imponga alle amministrazioni di liberare almeno 500 kHz in gamma VHF (sarebbe ottimale intorno ai 150 MHz) per destinare sul mercato nuovi apparati dedicati alla sicurezza in montagna, cui dotare obbligatoriamente ogni postazione in quota.

Oggi chi va per mare ha un pulsante sul proprio apparato VHF denominato "distress", la cui pressione prolungata porta la radio ad inviare automaticamente una chiamata di emergenza sul canale 70, comprensiva di coordinate geo-referenziate. E' così difficile concedere la stessa funzionalità per chi si avventura su sentieri in montagna o pratica sci-alpinismo, utilizzando un apparto robusto che resista a temperature rigide, agli agenti atmosferici e alle cadute?

Anche in alcuni passi alpini vi sono zone totalmente prive di copertura telefonica e non solo! Sul passo Manghen non vi è copertura nè di TE.TR.A, nè di ripetitori analogici di Trentino Emergenza 118. Qualche settimana fa è transitata per tale passo una importante gara ciclistica. Al fine di avere una copertura radio efficace, la presenza dei radioamatori è stata obbligatoria, tramite rete isofrequenza VHF attivata ad hoc e con il backup di alcuni ripetitori, tra cui il DMR posizionato sul monte Macaion. Persino gli operatori di polizia che hanno gestito la scorta tecnica di quella gara hanno riconosciuto l'estrema importanza svolta dalle trasmissioni radioamatoriali, in un territorio anche per loro completamente privo di copertura (5 km dalla sommità del passo su entrambi i versanti).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 04 Agosto 2016, 16:15:16
Vedrete che alla prima condanna che si prenderà un pmrista, da qualche denuncia di un familiare, assistito da qualche avvocato rampante, quanti ne rimarranno in ascolto... metto un assegno firmato da 5.000 euro in busta chiusa per scommessa, anche per mancanza di rapporti di inizio e fine e registrazioni facenti fede in giudizio, finche vi va bene va bene...

Mah, non so....per conto mio stai valutando tale iniziativa per quel che non è.......ossia un servizio di allerta H24.....da sempre è stato detto che si tratta più un servizio informativo che di soccorso vero e proprio e non potrebbe essere altrimenti, visto la tipologia di radio e banda utilizzata, nonchè la sporadicità degli operatori  realmente in ascolto specialmente in certe aree italiane.

Al riguardo, mi permetto di riprendere il discorso che faceva poco sopra Carlo....ossia quella di dar la possibilità anche ai non frequentatori della montagna di partecipare al progetto di monitoraggio....cosa che oltretutto all'inizio era stata concessa, poi in fase di riassegnazione dei nominativi, sospesa..... :rool: :rool:

Son scelte organizzative e per quanto mi riguarda va anche bene così, ma in effetti anche per me  il non concedere tale possibilità significa perdere una bella % di stazioni di monitoraggio......che ripeto, non devono servire necessariamente per gestire un soccorso (per quello, ci sono i servizi ufficiali..ci mancherebbe altro !), ma anche giusto per far vedere la presenza del progetto su un' area molto più vasta di quello che è adesso

Se il motivo di tale sospensione del monitoraggio è da imputare alla grande % di nominativi assegnati e poi...in soldoni...zero attività.....sarebbe sufficiente (parere mio, strettamente personale) effettuare una sorta di monitoraggio dell'attività di ogni singola stazione......chi non registra mai un collegamento....è chiaro che non fa attività....eccezione a parte per le aree ove l'uso del canale è molto sporadica....mica uno può parlare da solo !! :grin:

Se diversamente il motivo è da ricercare nella possibilità che una stazione di monitoraggio casalinga non usi il classico portatile pmr446 .....quello è un aspetto che secondo me esula dalle responsabilità di RRM.....non ci vedrei grosse problematiche al riguardo ;-)  Il problema....a parer mio è il medesimo di quando un utente "X" usa un apparato OM per andare in frequenza, oppure uno non omologato/ modificato

Ciaoooo  ;-)



 
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 04 Agosto 2016, 23:47:28
Il problema....a parer mio è il medesimo di quando un utente "X" usa un apparato OM per andare in frequenza, oppure uno non omologato/ modificato

A proposito di questo, ho notato molte persone che abitualmente effettuano volo con il parapendio dalla montagna dinanzi la mia postazione, avere in dotazione anche radio bi-banda Wouxun o Baofeng (quindi apparati non di fascia "alta", le cui molteplici funzioni digitali rimarrebbero totalmente inutilizzate). Sicuramente nessuno di loro (o quasi nessuno di loro) sarà titolare di patente e autorizzazione con relativo nominativo.
Dunque chi pratica attività in montagna dispone già di apparati radio comunque ben più evoluti del PMR da 0,5 watt di potenza RF. Per altro, nell'area attigua a quella di lancio con il parapendio, è presente anche un cartello "istituzionale" realizzato dal comune, in cui è riportata anche la frequenza VHF ad uso del soccorso alpino, oltre al recapito telefonico. E' anche presente il cartello della rete radio montana, chiaramente. Ma conoscendo la frequenza ufficiale del soccorso alpino di zona, forse si è più portati ad usare quella, in caso di emergenza, dato che dovrebbe essere monitorata H24 (o quasi).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 05 Agosto 2016, 05:23:45
Se debbano essere chiacchiere da forum, tutto va bene, ottimo e abbondante.

Quando si parla di fatti seri, SERI, come la salvaguardia della vita umana, il dichiarare efficienze non esistenti, web e stampati, adducenti a chissà quale organizzazione organizzata, va bene al popolino di preparazione pari a zero o poco più che non si sforza di verificare le cose.
Scusate la mia eccessiva serietà, io nacqui  e crebbi diversamente, al distintivo ho sempre con coscienza fatto corrispondere una competenza.
La gente ci crede ai distintivi.

Fate Voi che sapete...

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 05 Agosto 2016, 08:31:52
A proposito di questo, ho notato molte persone che abitualmente effettuano volo con il parapendio dalla montagna dinanzi la mia postazione, avere in dotazione anche radio bi-banda Wouxun o Baofeng (quindi apparati non di fascia "alta", le cui molteplici funzioni digitali rimarrebbero totalmente inutilizzate). Sicuramente nessuno di loro (o quasi nessuno di loro) sarà titolare di patente e autorizzazione con relativo nominativo.
Dunque chi pratica attività in montagna dispone già di apparati radio comunque ben più evoluti del PMR da 0,5 watt di potenza RF. Per altro, nell'area attigua a quella di lancio con il parapendio, è presente anche un cartello "istituzionale" realizzato dal comune, in cui è riportata anche la frequenza VHF ad uso del soccorso alpino, oltre al recapito telefonico. E' anche presente il cartello della rete radio montana, chiaramente. Ma conoscendo la frequenza ufficiale del soccorso alpino di zona, forse si è più portati ad usare quella, in caso di emergenza, dato che dovrebbe essere monitorata H24 (o quasi).

...visto che è "alla portata di Tutti" stà frequenza Vhf del C.N.S.A.S. sarei curioso di sapere qual è,visto che dalle mie parti usano in primis 70mhz...e come supporto di squadra un ponte radio a 160...mhz...lo scopo di renderla pubblica qual è?

P.S. curiosità personale.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 05 Agosto 2016, 12:07:45
Se debbano essere chiacchiere da forum, tutto va bene, ottimo e abbondante.

Quando si parla di fatti seri, SERI, come la salvaguardia della vita umana, il dichiarare efficienze non esistenti, web e stampati, adducenti a chissà quale organizzazione organizzata, va bene al popolino di preparazione pari a zero o poco più che non si sforza di verificare le cose.
Scusate la mia eccessiva serietà, io nacqui  e crebbi diversamente, al distintivo ho sempre con coscienza fatto corrispondere una competenza.
La gente ci crede ai distintivi.

Fate Voi che sapete...

La penso come te e lo scrissi mesi fà, ricevendo ovvie critiche.
Fermo restando l'apprezzamento per chi si pone volontariamente ad aiutare il prossimo (diciamo cosi'), il problema e' di "comunicazione". Cioè spacciano un qualcosa affidato alla buona volontà di pochi come un "servizio". Il Servizio per definizione, specie se si parla di emergenze, deve essere h24 e dichiarare una copertura accurata. Una rete e' formata da nodi fissi, localizzati ed attivi h24 coordinati da un centro operativo, non dall'iniziativa di chi accende e spegne e riceve quando puo' e da dove puo'.
E poi per montagna non vuol dire per forza essere sulla cima a 2000 metri si puo' anche essere in una valle circondato da altre montagne più alte e voglio vedere con 0.5W dove arrivi e chi ti sente.
Pubblicare certi articoli è estremamente pericoloso perche' significa trasmettere fiducia in una rete che ha umanamente e tecnicamente limiti che non possono e non devono trasmettere questo senso di fiducia/sicurezza. Meglio dire "siamo qualche centinaia di volontari che quando possiamo ci mettiamo in ascolto" ma nulla di più. Oppure scrivere "al tipo e' andato di Cu... perche' c'era uno li vicino". La comunicazione e' tutto specie se si parla di cose serie.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: tre-ciclo - 05 Agosto 2016, 14:26:38
...visto che è "alla portata di Tutti" stà frequenza Vhf del C.N.S.A.S. sarei curioso di sapere qual è,visto che dalle mie parti usano in primis 70mhz...e come supporto di squadra un ponte radio a 160...mhz...lo scopo di renderla pubblica qual è?

P.S. curiosità personale.

 :-\ :-\
Non la rende nota per il semplice fatto che si tratta di una frequenza "abusiva"usata localmente,prima dell'assegnazione di quella ufficiale.
Il cartello è mooolto datato e nessuno si è preso la briga di aggiornarlo.
Forse sarebbe meglio informarsi meglio,prima di divulgare simili notizie... :miiii: :miiii: :sfiga:
Anche qui usavano i 70 mhz(circa),ma adesso sono stati sostituiti con dei ponti in vhf,debitamente autorizzati.
Il sottoscritto ha partecipato attivamente e fattivamente alle varie installazioni dei ponti del soccorso alpino della zona dove abita solo da qualche periodo in3eqa,proveniente da altra zona d'Italia,quindi penso di
essere"abbastanza"informato.
Penso,Tuscania,di aver soddisfatto qualche tua giusta curiosità...eventualmente,chiedi pure.
73
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 05 Agosto 2016, 14:34:41
...visto che è "alla portata di Tutti" stà frequenza Vhf del C.N.S.A.S. sarei curioso di sapere qual è,visto che dalle mie parti usano in primis 70mhz...e come supporto di squadra un ponte radio a 160...mhz...lo scopo di renderla pubblica qual è?

P.S. curiosità personale.

Lo scopo della divulgazione della frequenza del soccorso alpino di zona non chiaro. E' stata aggiunta questa indicazione al numero di contatto telefonico.
Riporto l'immagine del cartello posto nei pressi l'area di lancio con il parapendio:

(http://s6.postimg.org/a4qbvlhf5/20150820_113230.jpg)

Sebbene con caretteri non particolarmente grandi, è visibile sulla parte inferiore destra del cartello.
E' un cartello ufficiale che è presente da molti anni. Riporto quanto presente: se il cartello non è stato rimosso o aggiornato non è mia responsabilità. Per coloro avessero difficoltà di lettura, la frequenza riportata è 147,490 MHz.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: tre-ciclo - 05 Agosto 2016, 14:49:03
Dato che abiti a 3 km in linea d'aria dall'area in oggetto,e a 400 metri dalla sede hai mai sentito qualcuno del soccorso alpino su quella frequenza?


Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 05 Agosto 2016, 15:11:48
Grazie Conte Dracula...hai confermato ciò che pensavo... :up:

147.950... 8O

Mistero...o abuso tollerato...?.?.?. :shhhh:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 05 Agosto 2016, 15:37:44
Il cartello riporta 147.490 MHz, comunque poco cambia dato che l'intera gamma fino a 148 MHz è assegnata a TLC militari (che novità...).
Non ho mai ascoltato quella frequenza in quanto non mi interessa. Al più, dato che sono formatore TLC e posso avere con me radio di servizio, ascolto le frequenze CRI e quelle del 118, quando sono in servizio attivo in ambulanza (chiaramente volontario).
Come detto, io riporto quanto vedo. Non lavorando nè per il comune nè per il soccorso alpino non so come sia stata scelta tale frequenza. Conosco le frequenze assegnate ai 24 canali delle radio CRI, dato che sono anche in grado di programmarle.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: tre-ciclo - 05 Agosto 2016, 15:42:40
 :up:
No,no...lo sappiamo ben che era un abuso.
Se poi era tollerato,questo non lo so.. ;)
Comunque non è mai successo niente.
Era il periodo dei vari portatili a "contraves"...poi sono arrivati i telefonini e gli lpd e pmr.
Sai,quando le cose si sanno,si possono divulgare....con cognizione di causa...quando invece si vuol solo far credere di sapere... :sfiga: :sfiga:
Leggo ora....
Ecco,eqa,divulga solo quello che sai per certo,non conoscendo i precedenti radio della zona che ti ospita solo da poco tempo.
Aspettavamo proprio te. mangio
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 05 Agosto 2016, 16:18:25
Ecco,eqa,divulga solo quello che sai per certo,non conoscendo i precedenti radio della zona che ti ospita solo da poco tempo.
Aspettavamo proprio te. mangio

Ho scritto più di una volta che divulgo quello che leggo su cartelli ufficiali, installati a scopo informativo. Se quel cartello è errato e hai riportato di avere contatti con il soccorso alpino, attivati per farlo rimuovere o aggiornare.
Per altro forse non ti è chiaro che io lavoro gratis per svolgere soccorso pubblico extraospedaliero nel territorio e consentire anche lo svolgimento di attività sportive (e non solo). Quindi io non mi considero assolutamente ospite. Se un giorno avessi esigenza di un soccorso sanitario, potrei essere nell'equipaggio che arriverà sul posto.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: tre-ciclo - 05 Agosto 2016, 16:43:59
 :-\ :-\
IO ti considero ospite...dato che non parli per niente la mia lingua,quella locale... :shhhh:
Non ho più contatti con il soccorso alpino,quindi non me ne importa niente di far modificare i cartelli.
E' gia la seconda volta che cerchi di intimorire la gente con l'attività di soccorso infermi.
Questo mi sembra inopportuno e indelicato.
L'augurare il male al prossimo,non è mai stata una cosa intelligente  :sfiga: :sfiga:
Finora ce la siamo cavata benissimo anche senza di te...e delle tue bandiere esposte illegalmente,dato che non ti preoccupi di esporre anche 
il Tricolore Nazionale. :miiii:
Qui chiudo questo battibecco.
Non abbiamo più nulla da dirci.


Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 06 Agosto 2016, 19:22:55
Sarà che dopo 38 anni di attività, non ho capito cosa è la ricerca e soccorso professionale, militare e civile.

Questo articolo NON SAREBBE NEANCHE DA SBANDIERARE.

Se non ci fosse stato qualcuno vicino, se non ci fosse stato un secondo che ha deciso di farsi la passeggiata, il sinistrato che faceva moriva ?
Ovvero la salvezza è stata concausa di coincidenze non volute, ma che scherziamo ?
Magari si salvava, o magari moriva... sai quante persone muoiono in montagna ogni settimana, purtroppo? Troppe... a volte a causa di imperizia, altre volte di imprudenza, altre volte per pura sfortuna...
Cosa c'entra, in tutto questo, l'aver lanciato l'allarme grazie a RRM? Bah...

Citazione
Un servizio di soccorso, alla vita umana, al limitare del danno e salvaguardia, DEVE ESSERE H24 CERTO e posizionato con presidi fissi NON OCCASIONALI FORTUNOSE CHIAMATE E TRANSITANTI.
PNY, dopo tutto questo tempo e dopo averne parlato migliaia di volte, ancora non riesci a capire che Rete Radio Montana NON è un servizio di soccorso, NON si propone come tale e NON garantisce, in quanto tale, NULLA. Gli unici attori del soccorso in montagna sono quelli istituzionali, come il CNSAS, i VV.FF. e via dicendo. Non certo RRM, nella maniera più assoluta. E questo è CHIARAMENTE ripetuto più e più volte sul sito. Se però tu il sito non l'hai mai aperto e parli senza conoscere (come ti ho visto fare spesso, vedi anche la discussione sul Canale E), è impossibile andare avanti.

Cercherò di essere chiaro, magari riesci a capire: Rete Radio Montana non è altro che la versione "tecnologica" di una qualunque persona che cammina per sentieri in montagna; se questa persona sente gridare "aiuto!", avvisa i soccorsi. Fine. Rete Radio Montana è lo stesso... SE qualcuno dovesse intercettare una richiesta di soccorso (ma non solo) ha la possibilità di attivare i soccorsi, SENZA nessuna garanzia, per il semplice fatto che sui sentieri spesso non c'è nessuno, così come spesso per radio non c'è nessuno.
Se una persona in montagna ha un incidente, non c'è copertura cellulare e nessuno nelle vicinanze, se è fortunata viene recuperata quando ci si accorge della sua assenza, a volte troppo tardi. Rete Radio Montana cerca di aumentare queste possibilità di essere ascoltati, SENZA configurarsi come una organizzazione di soccorso, nel modo più assoluto.
E' più chiaro ora? Spero di si.

Citazione
Vedrete che alla prima condanna che si prenderà un pmrista, da qualche denuncia di un familiare, assistito da qualche avvocato rampante, quanti ne rimarranno in ascolto... metto un assegno firmato da 5.000 euro in busta chiusa per scommessa, anche per mancanza di rapporti di inizio e fine e registrazioni facenti fede in giudizio, finche vi va bene va bene...
Ahahahahah.... e lo stesso familiare chi denuncerebbe, se il proprio parente avesse gridato "aiuto" senza essere ascoltato, perché non c'era nessuno? Dai, sii serio... :)

Ad ogni modo, se dovessi avere ancora dei dubbi, sono a disposizione per dissiparli... Grazie e ciao.

Mah, non so....per conto mio stai valutando tale iniziativa per quel che non è.......ossia un servizio di allerta H24.....da sempre è stato detto che si tratta più un servizio informativo che di soccorso vero e proprio e non potrebbe essere altrimenti, visto la tipologia di radio e banda utilizzata, nonchè la sporadicità degli operatori  realmente in ascolto specialmente in certe aree italiane.

Grazie al cielo qualcuno il sito l'ha visto ed ha capito davvero cos'è RRM.

Sono sicuro che da oggi, però, anche PNY abbia capito (spero). :)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 06 Agosto 2016, 21:00:43
Ormai diversi anni fa, in modo del tutto casuale, Claudio, HB9OAU contribuì al salvataggio di alcune persone, bloccate in quota sul monte Lema, in zona cantonale ticinese.
E' ancora presente la registrazione del notiziario del canale TSI1 (ora RSI1): https://www.youtube.com/watch?v=4ch3kIdRoeA (https://www.youtube.com/watch?v=4ch3kIdRoeA)
Anche se nel video non è menzionato, il collegamento è avvenuto sulle frequenze PMR446 (i dispersi avevano una radio di questa tipologia). Ho avuto modo di conoscere personalmente il Claudio ed alcuni altri operatori del radioclub Tera (http://www.hb9ok.ch/web/ (http://www.hb9ok.ch/web/)) i quali mi riportarono la difficoltà di comunicare con delle persone che parlavano molto poco lingue differenti dal russo. Anche la radio PMR che avevano in dotazione, aveva delle batterie in esaurimento ed il segnale diminuiva costantemente di intensità.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 07 Agosto 2016, 00:17:46
http://www.iw9dzv.com/Forum/topic.asp?TOPIC_ID=2402
http://www.panniello.it/?p=592

Leggete bene tutto...c'è stato anche un articolo sulla STAMPA e altro.

 :up:  :shhhh:  cq cq
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 07 Agosto 2016, 02:32:08
Magari si salvava, o magari moriva... sai quante persone muoiono in montagna ogni settimana, purtroppo? Troppe... a volte a causa di imperizia, altre volte di imprudenza, altre volte per pura sfortuna...
Cosa c'entra, in tutto questo, l'aver lanciato l'allarme grazie a RRM? Bah...
PNY, dopo tutto questo tempo e dopo averne parlato migliaia di volte, ancora non riesci a capire che Rete Radio Montana NON è un servizio di soccorso, NON si propone come tale e NON garantisce, in quanto tale, NULLA. Gli unici attori del soccorso in montagna sono quelli istituzionali, come il CNSAS, i VV.FF. e via dicendo. Non certo RRM, nella maniera più assoluta. E questo è CHIARAMENTE ripetuto più e più volte sul sito. Se però tu il sito non l'hai mai aperto e parli senza conoscere (come ti ho visto fare spesso, vedi anche la discussione sul Canale E), è impossibile andare avanti.

Cercherò di essere chiaro, magari riesci a capire: Rete Radio Montana non è altro che la versione "tecnologica" di una qualunque persona che cammina per sentieri in montagna; se questa persona sente gridare "aiuto!", avvisa i soccorsi. Fine. Rete Radio Montana è lo stesso... SE qualcuno dovesse intercettare una richiesta di soccorso (ma non solo) ha la possibilità di attivare i soccorsi, SENZA nessuna garanzia, per il semplice fatto che sui sentieri spesso non c'è nessuno, così come spesso per radio non c'è nessuno.
Se una persona in montagna ha un incidente, non c'è copertura cellulare e nessuno nelle vicinanze, se è fortunata viene recuperata quando ci si accorge della sua assenza, a volte troppo tardi. Rete Radio Montana cerca di aumentare queste possibilità di essere ascoltati, SENZA configurarsi come una organizzazione di soccorso, nel modo più assoluto.
E' più chiaro ora? Spero di si.
Ahahahahah.... e lo stesso familiare chi denuncerebbe, se il proprio parente avesse gridato "aiuto" senza essere ascoltato, perché non c'era nessuno? Dai, sii serio... :)

Ad ogni modo, se dovessi avere ancora dei dubbi, sono a disposizione per dissiparli... Grazie e ciao.

Grazie al cielo qualcuno il sito l'ha visto ed ha capito davvero cos'è RRM.

Sono sicuro che da oggi, però, anche PNY abbia capito (spero). :)

Scusami ma ci sono incongruenze di fondo nel tutto. Riporto:
"SE qualcuno dovesse intercettare una richiesta di soccorso (ma non solo) ha la possibilità di attivare i soccorsi, SENZA nessuna garanzia, per il semplice fatto che sui sentieri spesso non c'è nessuno, così come spesso per radio non c'è nessuno.
Se una persona in montagna ha un incidente, non c'è copertura cellulare e nessuno nelle vicinanze, se è fortunata viene recuperata quando ci si accorge della sua assenza, a volte troppo tardi. Rete Radio Montana cerca di aumentare queste possibilità di essere ascoltati, SENZA configurarsi come una organizzazione di soccorso, nel modo più assoluto.
E' più chiaro ora? Spero di si."

Se qualcuno dovesse....senza garanzia....se è fortunata....SENZA configurarsi come organizzazione di soccorso..scusa lo sbocco ma allora a che c@z serve? Come buttare la lenza e sperare che abbocca il pesce? (cosa che sembra più probabile di una risposta di RRM).
Scusami ma a sto punto se mi devo salvare il posteriore parlo con un V/U sulla prima frequenza o ponte ove ascolto qualcuno e fanc...le multe o i processi...se devo portarmi il PMR e vivere di speranza ...disperato morirei...ma fate i seri per favore! Cosa e' allora RRM? Il club degli alpinisti per discorsi da bar sempre che ci sia qualcuno in ascolto? Continui ad andare a spada tratta ma tu stesso dichiari in 2 parole che serve a meno di niente. Scusa lo sbocco ma stavolta non ce l'ho fatta a trattenermi.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 07 Agosto 2016, 07:34:47
Scusami ma ci sono incongruenze di fondo nel tutto. Riporto:
"SE qualcuno dovesse intercettare una richiesta di soccorso (ma non solo) ha la possibilità di attivare i soccorsi, SENZA nessuna garanzia, per il semplice fatto che sui sentieri spesso non c'è nessuno, così come spesso per radio non c'è nessuno.
Se una persona in montagna ha un incidente, non c'è copertura cellulare e nessuno nelle vicinanze, se è fortunata viene recuperata quando ci si accorge della sua assenza, a volte troppo tardi. Rete Radio Montana cerca di aumentare queste possibilità di essere ascoltati, SENZA configurarsi come una organizzazione di soccorso, nel modo più assoluto.
E' più chiaro ora? Spero di si."

Se qualcuno dovesse....senza garanzia....se è fortunata....SENZA configurarsi come organizzazione di soccorso..scusa lo sbocco ma allora a che c@z serve? Come buttare la lenza e sperare che abbocca il pesce? (cosa che sembra più probabile di una risposta di RRM).
Scusami ma a sto punto se mi devo salvare il posteriore parlo con un V/U sulla prima frequenza o ponte ove ascolto qualcuno e fanc...le multe o i processi...se devo portarmi il PMR e vivere di speranza ...disperato morirei...ma fate i seri per favore! Cosa e' allora RRM? Il club degli alpinisti per discorsi da bar sempre che ci sia qualcuno in ascolto? Continui ad andare a spada tratta ma tu stesso dichiari in 2 parole che serve a meno di niente. Scusa lo sbocco ma stavolta non ce l'ho fatta a trattenermi.

Scusa pieschy, ma cosa non ti è chiaro della frase "serve ad AUMENTARE LE POSSIBILITA' "?
Quando si va in montagna, si DEVE SEMPRE avere con se un cellulare carico, lasciarlo spento (o in modalità aereo) in modo che sia carico all'occorrenza, per chiamare il 118. Se la rete cellulare è indisponibile (e succede spesso, in montagna) e si ha con se una radio, si può provare a chiamare sul canale di Rete Radio Montana. E' una possibilità aggiuntiva, che non costa NULLA ma che AUMENTAla possibilità di riuscire a chiamare i soccorsi. Se sul sentiero non c'è nessuno e non c'è copertura cellulare, quante possibilità si hanno di chiamare i soccorsi? Zero. Ecco... se si ha una radio c'è una possibilità in più. Punto. Ovviamente questo non garantisce che ci sia qualcuno in copertura, con la radio accesa... ma come si dice: "Meglio di niente...".
Se vuoi portarti un V/U, liberissimo di farlo, ci mancherebbe... ma tu sei un radioamatore, gli escursionisti le radio PMR446 le trovano anche al Decathlon per 10 euro.
Detto questo, RRM oltre alla possibilità di cui sopra (ovvero AUMENTARE le possibilità di riuscire a chiamare i soccorsi) serve anche allo scambio di informazioni su meteo, agibilità dei sentieri ecc.
Non ci vedo nulla di trascendentale... è un progetto tanto più utile quanto maggiore è la sua diffusione, tutto lì.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 07 Agosto 2016, 07:52:39
Scusate, intervengo ancora io. Tutto giusto quello che scrive Giovy.
Aumentiamo la percentuale di sopravvivenza o comunque le probabilità. Ma perché non aumentarla ancora di più con due stupidate, che sono appunto l'estensione a soggetti non attivi ma interessati, e fare propaganda ai rifugi/bar/locande di montagna?
Come ho scritto, la cosa presenta una rigidità inspiegabile (salvo tutti gli apprezzamenti per un'iniziativa comunque meritoria).

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 07 Agosto 2016, 08:29:27
Scusate, intervengo ancora io. Tutto giusto quello che scrive Giovy.
Aumentiamo la percentuale di sopravvivenza o comunque le probabilità. Ma perché non aumentarla ancora di più con due stupidate, che sono appunto l'estensione a soggetti non attivi ma interessati, e fare propaganda ai rifugi/bar/locande di montagna?
Come ho scritto, la cosa presenta una rigidità inspiegabile (salvo tutti gli apprezzamenti per un'iniziativa comunque meritoria).

Carlo.
Ciao Carlo, ti assicuro che la propaganda viene fatta ed in molti rifugi c'è una radio RRM (parlo di Nord Italia): in uno di questi rifugi sono andato PERSONALMENTE a verificare la radio, ed ho approfittato per fare una bella passeggiata ed un'ottima mangiata. ;)
Ogni utente RRM ha la possibilità di generare una locandina personalizzata da lasciare in bar, locande e rifugi... io ne lascio di continuo in giro, se sali al rifugio Duca degli Abruzzi - Oriondè al Cervino, ne troverai una con il mio nominativo... ;)

Per quanto riguarda l'opportunità di estenderla a soggetti non attivi, beh... l'hai scritto tu stesso, i soggetti "non attivi", per definizione, non sono attivi e quindi non aumentano le possibilità di cui sopra. :)
Ciò non toglie, ovviamente, che se si abita in una zona di montagna ci si possa benissimo iscrivere a RRM ed infatti, dal nostro "gestionale" è prevista la possibilità di segnalare anche, oltre alle varie attività di montagna, il monitoraggio radio da abitazione privata/rifugio/lago ecc.

Quindi, come vedi, è tutto previsto... e per questo spingiamo ad avere utenti ATTIVI (e non solo interessati).

A disposizione per ogni altra informazione.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 07 Agosto 2016, 10:55:36
La questione non è aumentare la sicurezza, affiliamenti e stabilire se utile o non utile, tutto si chiuderebbe, le critiche, lette che sono costruttive, non ne ho viste di distruttive, si è messo in dubbio ma anche suggerito soluzioni, questa è costruttività;

La questione è che in nessun manifesto esposto alla pubblica fede, dove c'è il lettore scolasticamente e magari preparato, dando un peso a quello che legge, poi c'è l'utente della montagna, buono a raccogliere funghi e grandi camminate, ma di livello medio basso nella scolasticità, il quale legge e capisce che c'è una rete H24 SICURA E STABILE, cosa che non è.

Ed ha ragione, si basa su quello che legge e basta, nei manifesti ripeto il suggerimento, dichiarate in calce che la rete non è H24 ne di costante risposta, ne di sicura stabilità per le attrezzature e morfologie di territorio.

Così si è più onesti e corretti e nessuno trova da ridire.

Sono strasicuro, ci scommetto 1.000 euro che alla prima disgrazia e denuncia di uno di voi con condanna, da parte di qualucno accattivito bene, tale scritta apparirà in tutti gli scritti pubblicitari.

Si prendono le querele, medici, barellieri e soccorritori in genere, strutturati e organizzati come si deve, figuriamoci cittadini in passeggiata con il pmr.

N.B.
Proprio quest'anno ho fatto condannare 2 medici di un P.S., in penale, oltre un' ASL in civile per motivi simili, la stessa ASL si è subito dichiarata colpevole, su mal gestione operativa, in soli 7 mesi tutto, hanno voluto chiudere subito per evitare pubblicità...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 07 Agosto 2016, 11:19:38
La questione non è aumentare la sicurezza, affiliamenti e stabilire se utile o non utile, tutto si chiuderebbe, le critiche, lette che sono costruttive, non ne ho viste di distruttive, si è messo in dubbio ma anche suggerito soluzioni, questa è costruttività;

La questione è che in nessun manifesto esposto alla pubblica fede, dove c'è il lettore scolasticamente e magari preparato, dando un peso a quello che legge, poi c'è l'utente della montagna, buono a raccogliere funghi e grandi camminate, ma di livello medio basso nella scolasticità, il quale legge e capisce che c'è una rete H24 SICURA E STABILE, cosa che non è.

Ed ha ragione, si basa su quello che legge e basta, nei manifesti ripeto il suggerimento, dichiarate in calce che la rete non è H24 ne di costante risposta, ne di sicura stabilità per le attrezzature e morfologie di territorio.

Così si è più onesti e corretti e nessuno trova da ridire.

Sono strasicuro, ci scommetto 1.000 euro che alla prima disgrazia e denuncia di uno di voi con condanna, da parte di qualucno accattivito bene, tale scritta apparirà in tutti gli scritti pubblicitari.

Si prendono le querele, medici, barellieri e soccorritori in genere, strutturati e organizzati come si deve, figuriamoci cittadini in passeggiata con il pmr.

N.B.
Proprio quest'anno ho fatto condannare 2 medici di un P.S., in penale, oltre un' ASL in civile per motivi simili, la stessa ASL si è subito dichiarata colpevole, su mal gestione operativa, in soli 7 mesi tutto, hanno voluto chiudere subito per evitare pubblicità...
PNY, niente... sei un caso senza speranza.
MAI, da nessuna parte, diciamo che la rete è H24, sicura e stabile, né incoraggiamo a pensarlo. Anzi, più e più volte diciamo che l'unica cosa affidabile e sicura da fare è contattare le autorità preposte al soccorso.
Poi sei libero di continuare a pensare quello che vuoi, io chiudo qui perché, oltre che spiegare chiaramente tutto, non ho voglia di continuare e discutere con chi è incrollabile nelle sue (false) certezze, derivanti solo da ignoranza (che, a questo punto, non potrà mai essere colmata).

Amen. Buona domenica.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 07 Agosto 2016, 11:44:13
Scusa pieschy, ma cosa non ti è chiaro della frase "serve ad AUMENTARE LE POSSIBILITA' "?
Quando si va in montagna, si DEVE SEMPRE avere con se un cellulare carico, lasciarlo spento (o in modalità aereo) in modo che sia carico all'occorrenza, per chiamare il 118. Se la rete cellulare è indisponibile (e succede spesso, in montagna) e si ha con se una radio, si può provare a chiamare sul canale di Rete Radio Montana. E' una possibilità aggiuntiva, che non costa NULLA ma che AUMENTAla possibilità di riuscire a chiamare i soccorsi. Se sul sentiero non c'è nessuno e non c'è copertura cellulare, quante possibilità si hanno di chiamare i soccorsi? Zero. Ecco... se si ha una radio c'è una possibilità in più. Punto. Ovviamente questo non garantisce che ci sia qualcuno in copertura, con la radio accesa... ma come si dice: "Meglio di niente...".
Se vuoi portarti un V/U, liberissimo di farlo, ci mancherebbe... ma tu sei un radioamatore, gli escursionisti le radio PMR446 le trovano anche al Decathlon per 10 euro.
Detto questo, RRM oltre alla possibilità di cui sopra (ovvero AUMENTARE le possibilità di riuscire a chiamare i soccorsi) serve anche allo scambio di informazioni su meteo, agibilità dei sentieri ecc.
Non ci vedo nulla di trascendentale... è un progetto tanto più utile quanto maggiore è la sua diffusione, tutto lì.

Detta cosi' ha più senso e non ho nulla da obiettare. Io mi riferivo più che altro a come diciamo "pubblicizzare" il tutto. Cioè negli eventuali cartelli/locandine o quanto altro dovrebbe essere sintetizzato questo tuo ultimo post in modo che le persone capiscano che possono/potrebbero avere una possibilità in più di comunicazione ma che nulla e' assicurato. Bisognerebbe (anche se ovviamente non e' a carico di RRM) evidenziare che l'utilizzo di PMR è sottoposto al famosa autorizzazione e pagamento di 12 euro. Il mio concetto e' questo cioe' veicolare correttamente il messaggio al pubblico. Perche' qui siamo bene o male tutti radioamatori/radio appassionati ma chi và per funghi probabilmente non sà nulla di radio e pensa che magari spendendo 10/20 euro ha uno strumento d'ausilio/supporto affidabile ..quindi, ripeto, veicolare non qui ma nei rifugi, cartelli, etc. la realtà delle cose. Alla fine penso che sia anche quello che PNY voglia dire.
Perchè comunque il target sono loro, la gente comune, non l'alpinista esperto, la spedizione. Loro sanno come chiedere aiuto (se fossi un professionista della montagna opterei anche per un telefono satellitare, ma non voglio andare OT). Ricordare anche i limiti del PMR. Se io do' a mio padre una radio PMR (e lui di radio sà meno di zero) potrebbe pensare (visto quello che si vede nei film) di premere e parlare a centinaia di km di distanza ...non saprebbe che invece con 500mw a stento fai un paio di km.....quindi srtaripeto, idea carina ma deve essere veicolata nei posti pubblici (sul forum penso che tutti abbiamo capito come funziona ed i suoi limiti) in maniera accurata.

Piccolo OT visto che si parla di sicurezza in montagna. Non risolverebbe forse tutto ma una semplice ricaricabile straniera che permette quindi di fare roaming in Italia su TUTTI gli operatori italiani ed esteri potrebbe essere una possibilità in più in caso di emergenza.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 07 Agosto 2016, 11:57:15
Detta cosi' ha più senso e non ho nulla da obiettare. Io mi riferivo più che altro a come diciamo "pubblicizzare" il tutto. Cioè negli eventuali cartelli/locandine o quanto altro dovrebbe essere sintetizzato questo tuo ultimo post in modo che le persone capiscano che possono/potrebbero avere una possibilità in più di comunicazione ma che nulla e' assicurato. Bisognerebbe (anche se ovviamente non e' a carico di RRM) evidenziare che l'utilizzo di PMR è sottoposto al famosa autorizzazione e pagamento di 12 euro. Il mio concetto e' questo cioe' veicolare correttamente il messaggio al pubblico. Perche' qui siamo bene o male tutti radioamatori/radio appassionati ma chi và per funghi probabilmente non sà nulla di radio e pensa che magari spendendo 10/20 euro ha uno strumento d'ausilio/supporto affidabile ..quindi, ripeto, veicolare non qui ma nei rifugi, cartelli, etc. la realtà delle cose. Alla fine penso che sia anche quello che PNY voglia dire.
Perchè comunque il target sono loro, la gente comune, non l'alpinista esperto, la spedizione. Loro sanno come chiedere aiuto (se fossi un professionista della montagna opterei anche per un telefono satellitare, ma non voglio andare OT). Ricordare anche i limiti del PMR. Se io do' a mio padre una radio PMR (e lui di radio sà meno di zero) potrebbe pensare (visto quello che si vede nei film) di premere e parlare a centinaia di km di distanza ...non saprebbe che invece con 500mw a stento fai un paio di km.....quindi srtaripeto, idea carina ma deve essere veicolata nei posti pubblici (sul forum penso che tutti abbiamo capito come funziona ed i suoi limiti) in maniera accurata.

Piccolo OT visto che si parla di sicurezza in montagna. Non risolverebbe forse tutto ma una semplice ricaricabile straniera che permette quindi di fare roaming in Italia su TUTTI gli operatori italiani ed esteri potrebbe essere una possibilità in più in caso di emergenza.
pieschy, ma tu il sito di RRM l'hai mai visto? No, perché mi pare chiaro di no!
Perché se l'avessi visto, avresti visto anche che sono spiegate:
- Normative: http://www.reteradiomontana.it/normative
- Limitazioni tecniche: http://www.reteradiomontana.it/limitazioni-tecniche (la stiamo sistemando)
- Come allertare il Soccorso Alpino: http://www.reteradiomontana.it/come-allertare-soccorso-alpino

Capisci bene che una locandina non può riportare tutte le informazioni di cui sopra, perché altrimenti diventerebbe un'enciclopedia che NESSUNO si prenderebbe la briga di leggere.

Nelle locandine viene data un'informazione, ovvero l'esistenza della RRM; se chi la legge ha già una radio con se, può provare a sintonizzarla sul canale ed usarla per scambiare informazioni o eventualmente per provare a chiedere aiuto in caso di problemi. Se chi legge la locandina non ha una radio, magari torna a casa e gli viene voglia di informarsi.

Fine.

Detto questo, visto che le informazioni ci sono, sono accessibili a tutti ma solo per pigrizia tu e PNY non vi siete presi la briga di guardarle, ti saluto e ti ringrazio per il contributo che hai dato alla discussione, che ritengo ampiamente dibattuta e chiarita.

Ciao e buona domenica.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: tre-ciclo - 07 Agosto 2016, 12:11:12
 :up:
Io ritengo che avere una possibilità di comunicare,sia molto importante,piuttosto che niente.. :sfiga:
Se poi,le caratteristiche delle radio e l'orografia del territorio,non permettono il contatto...beh..miracoli tecnici non si possono fare.
Certo,bisogna trovarsi in certe condizioni di bisogno..e allora si accettano e ben vengano qualsiasi sistemi.
Ovvio che chi sta tutto il giorno sul divano o sulla sedia davanti al pc(pur avendo le caratteristiche fisiche per muoversi... ;) )"forse"non può capire certe esigenze.
73
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 07 Agosto 2016, 12:23:17
:up:
Io ritengo che avere una possibilità di comunicare,sia molto importante,piuttosto che niente.. :sfiga:
Se poi,le caratteristiche delle radio e l'orografia del territorio,non permettono il contatto...beh..miracoli tecnici non si possono fare.
Certo,bisogna trovarsi in certe condizioni di bisogno..e allora si accettano e ben vengano qualsiasi sistemi.
Ovvio che chi sta tutto il giorno sul divano o sulla sedia davanti al pc(pur avendo le caratteristiche fisiche per muoversi... ;) )"forse"non può capire certe esigenze.
73
:up: :birra:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 07 Agosto 2016, 16:20:51
Grazie Giovy, concordo che la cosa + stata ampliamente discussa e vista.

Concordo che probabilmente le informazioni ci sono nel sito giusto, accessibili a tutti.

In queste ultime parole ci ricadi in pieno nell'errore, GRANDE ERRORE.

Il cittadino medio non va a leggere nelle notice delle pagine web per capire cosa è, a volte non ha il computer neanche, o non va in rete per vari motivi, non leggono neanche tutti i contratti che firmano nella vita, VANNO A FIDUCIA sulle note più evidenti ed immediate dei volantini e pagine di lettura concisa.

Non menzionare me, con norme, postille e organizzazioni tecniche da leggere, magari le ho lette, o fatte più di una rrm e più gravose, sfondi una porta aperta, io mi metto nelle scarpe di terzi  meno avvezzi ai trafiletti e pagine di spiegazioni, essi leggono un cartello e ci credono nelle due parole che leggono.

Normale, per capire il mio discorso, bisogna fare, poi andare dal lato postulante della scrivania e vedere con gli occhi del normale nesciente, tra virgolette e cercare di capire cosa e come ho fatto.

Cmq. buona attività, come vedi in un mio post precedente con due link,  operato senza la rete montana, quindi capisco benissimo l' argomento.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 07 Agosto 2016, 16:41:23
Grazie Giovy, concordo che la cosa + stata ampliamente discussa e vista.

Concordo che probabilmente le informazioni ci sono nel sito giusto, accessibili a tutti.

In queste ultime parole ci ricadi in pieno nell'errore, GRANDE ERRORE.

Il cittadino medio non va a leggere nelle notice delle pagine web per capire cosa è, a volte non ha il computer neanche, o non va in rete per vari motivi, non leggono neanche tutti i contratti che firmano nella vita, VANNO A FIDUCIA sulle note più evidenti ed immediate dei volantini e pagine di lettura concisa.

Non menzionare me, con norme, postille e organizzazioni tecniche da leggere, magari le ho lette, o fatte più di una rrm e più gravose, sfondi una porta aperta, io mi metto nelle scarpe di terzi  meno avvezzi ai trafiletti e pagine di spiegazioni, essi leggono un cartello e ci credono nelle due parole che leggono.

Normale, per capire il mio discorso, bisogna fare, poi andare dal lato postulante della scrivania e vedere con gli occhi del normale nesciente, tra virgolette e cercare di capire cosa e come ho fatto.

Cmq. buona attività, come vedi in un mio post precedente con due link,  operato senza la rete montana, quindi capisco benissimo l' argomento.

Non volevo riprendere ma hai centrato il punto anche del mio dire. Il signore che và per funghi potrebbe anche non avere internet ne tantomeno essere calamitato dal sito....legge un cartello e pensa di essere supportato da una radiolina di mezzo watt. Io e PNY siamo incisivi ma quando si parla di "assistenza" (non dico soccorso) bisogna essere non chiari ma molto più che chiari. Se leggessi il sito e ne capissi di radio capirei il tutto e, scusami, troverei altri modi per l'eventuale soccorso/qso/info via radio in montagna. Non discredito l'iniziativa e non ripeto il punto di vista. Io e PNY parliamo con conoscenza. Una rete e' per definizione organizzata e non lasciata allo sporadico ascolto di qualche volenteroso (che ben venga) che sia per emergenza o meteo o info. Mi spiace se siamo diretti ma le cose devono essere chiarite a chi ne sà meno di me. Chi và a funghi non si legge di sicuro o ricerca il vostro sito ...magari lo sente dire e prende una radiolina pensando di avere sempre e comunque un qualsiasi tipo di supporto. Quando qualcuno di questi poveracci avrà problemi e sentirà muta la radio ...poi glielo leggi in tribunale il regolamento di RRM. Non e' obbligatorio avere Internet o leggersi il sito RRM. Ma se pubblicizzi qualcosa o rendi servizio oppure scrivi "giochiamo con le radioline in montagna". A questo punto non so' se e' PNY che non vuole capire o tu che non ci arrivi alle cose.

P.S: la risposta era per Giovy e per i "gestori" di RRM.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 10 Agosto 2016, 18:47:44
PARTE 1

L'attività svolta il 31 luglio pone bene in evidenza la questione della mancanza di un servizio istituzionale di sicurezza radio in montagna, similare a quello sempre esistito per la sicurezza radio in mare. [...] Sarà mai possibile dedicare almeno 500 kHz in gamma VHF per un servizio realmente orientato alle radiocomunicazioni di sicurezza in ambiente montano ?
[...] Per altro anche molti PMR sono del tutto inadatti all'uso in condizioni ambientali difficili.

Giusto il 31 luglio ero a 3105 metri in località Diavolezza, fronte al Piz Palü (Schweiz/Graubünden) ed ho provato ad effettuare chiamate sul canale PMR 8-16 per diversi minuti, in più occasioni, nel corso dell'escursione che ho svolto in quota. Purtroppo non vi è stata occasione di ricevere alcuna risposta da utenti della rete. Probabilmente lo stesso Piz Palü, essendo leggermente più alto (3900 metri) chiudeva la tratta verso la zona di Sondrio.

Esatto in3eqa, al momento il progetto in oggetto è l'unica alternativa legale e - mi permetto di dire - valida, che colma (parzialmente) questa lacuna. Non vedo alternative. Speriamo anche noi di riuscire ad ottenere una frequenza in gamma VHF dedicata all'ambiente montano.

Sicuramente molti PMR-446 non sono per niente validi (vedi gli apparati venduti in coppia, con antenne insulse e meccanicamente ciofeche). Consigliamo, infatti, sempre modelli impermeabili (Midland G9, Polmar Wet, o apparati professionali).

Per quanto riguarda le chiamate che hai effettuato qualche giorno fa, può essere che il Piz Palü ti copriva, ma è giusto ricordare che in quella zona il progetto procede a rilento... Ma stiamo lavorando duramente per portarlo avanti anche li!


Questo articolo NON SAREBBE NEANCHE DA SBANDIERARE.

Se non ci fosse stato qualcuno vicino, se non ci fosse stato un secondo che ha deciso di farsi la passeggiata, il sinistrato che faceva moriva ?
Ovvero la salvezza è stata concausa di coincidenze non volute, ma che scherziamo ?

Un servizio di soccorso, alla vita umana, al limitare del danno e salvaguardia, DEVE ESSERE H24 CERTO e posizionato con presidi fissi NON OCCASIONALI FORTUNOSE CHIAMATE E TRANSITANTI.

Con rispetto alle iniziative private che vogliono dare un servizio sociale, ma la vita umana e l'argomento non è da ridere, meglio stare tranquilli, nella casualità che mega pubblicità, gagliardetti e preghiamo che domenica prox qualcuno col pmr sia in montagna, magari non badando alla bella fidanzata sull'erba ma rigidamente di vedetta in ascolto.

NON CI SIAMO PER NIENTE.

IN3EQA ha di se stesso confermato che non c'è certezza ne reale servizio di copertura, cosa che un protocollo reale prevede e stabilisce, sia in convenzione che non, non create sicurezze a chi legge OLTRE IL GIUSTO nell'occasionale.

Vedrete che alla prima condanna che si prenderà un pmrista, da qualche denuncia di un familiare, assistito da qualche avvocato rampante, quanti ne rimarranno in ascolto... metto un assegno firmato da 5.000 euro in busta chiusa per scommessa, anche per mancanza di rapporti di inizio e fine e registrazioni facenti fede in giudizio, finche vi va bene va bene...


P.S.
Questa mancanza di presidi garantiti, la tipologia, mi ha fatto disinteressare a parteciparvi alla nascita di questa cosa, quando ancora erano si e no in 5, 2009.
Da normale civile mi sarei fatto trascinare, ma ben infarinato e buon conoscitore di P.C. e di tribunali e cartoline verdi ho passato la palla, non c'è copertura ne tecnica ne legale protocollare.

IZ1PNY, e perchè mai non sarebbe da divulgare ("sbandierare" è un termine non adatto) questo accaduto? L'articolo mostra che il Progetto, nelle zone dove sta prendendo piede, funziona.

Se quella persona fosse stata da sola, sicuramente rimaneva li. Per fortuna però non era da sola! Chi va in montagna seriamente (con preparazione e coscenza) sa bene che in montagna è bene non andare da soli! La persona, come si deduce dall'articolo, non era da sola ma comunque in quella zona non aveva copertura telefonica.

Il progetto NON è un servizio di soccorso e mai si è spacciato per tale. Il servizio di soccorso è invece erogato da CNSAS/Soccorso Alpino, Vigili del Fuoco, Forestale, Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, etc..

La RRM è, però, palesemente un progetto che può incrementare i livelli di sicurezza in montagna (prevenzione) e in alcuni casi un "tramite" per attivare la macchina dei soccorsi, qualora i mezzi ufficiali (telefono cellulare) non funzionassero. Se il telefono non prende, grazie alla RRM potresti avere qualche possibilità in più.

Io credo che se non si pratica la montagna (non parlo della passeggiata nel boschetto dietro casa), tante cose non si potranno mai sapere!

Condanne per cosa? Facci un esempio pratico! Il "pmrista" (l'utente membro della RRM) dal familiare si beccherà solo un sentito "grazie" se grazie ad essi si riusciranno ad allertare i soccorritori.

Il Progetto è in fase di sviluppo, e in molte zone italiane fa il suo lavoro...

Se un'istituzione (poichè il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, se pur composto da personale volontario, è per legge un'istituzione operante nel settore della prevenzione e del soccorso in ambiente montano/impervio) ha deciso di sottoscrivere un accordo di cooperazione ufficiale, significa che l'iniziativa è assolutamente funzionale. Chi conosce il CNSAS, sa che essi non si sporcano facilmente le mani con iniziative "inutili" o comunque controproducenti.

[...] Se non ci sono punti fissi, tipo rifugi, bar, baite degli Alpini, malghe del buon riposo e quant'altro, sintonizzati squelciati sul canale 8-16, non dico h24, ma almeno sicuramente nei week-end a tempo continuato, se uno chiama per emergenza e lo sentono è quasi un terno all'otto. Invece dovrebbe diventare un presidio efficace.

Inoltre mi pare di ravvisare nello schema della Rete norme rigidissime, di stampo quasi militare, quando invece esse dovrebbero essere un po' più elastiche. Ad esempio, se io non faccio nessuna attività escursionistica, ma abito in prossimità di zone turistiche montane, dovrei essere incoraggiato, mentre apparentemente sembra quasi che sia preferibile non affiliarmi alla Rete stessa. Inoltre, esiste una frequenza CB, ma è in FM. E' risaputo che quasi metà delle Radio CB presenti non hanno l'FM, soprattutto portatili come ALAN 37 e 38, ecc. e che l'FM viaggia e va lontano molto meno del'AM. Perché questa imposizione dell'FM fine a se stessa?

Io copierei dai migliori (Svizzera e Val d'Aosta), utilizzando il materiale già eventualmente presente sul territorio.
Al di là di queste critiche, credo che ci sia del buono, ed esprimo critiche solo per possibili miglioramenti, ma vedo che spesso le risposte a critiche sono rigide come le norme di cui sopra.

Carlo.

C'è più di qualche "punto fisso" (rifugi) in ascolto sul CANALE 8-16, e stiamo lavorando per incrementarli. Ovviamente, per legge, devono usare apparati omologati. E ci teniamo a cio'... Perchè cooperiamo con istituzioni, e se si lavora "sporco" non aderiscono. Per ora puntiamo ad incrementare gli utenti che girano per montagne con al seguito un PMR-446 sintonizzato sull'8-16, che pian piano saranno sicuramente di più in una data zona, rispetto al singolo rifugio. Ovvero sempre più "orecchie amiche" che potrebbero dare una mano!

Lo schema è rigido, vero, ma siamo sempre aperti a proposte! Sarà che le regole e la disciplina fanno parte di me... E ha portato nella mia vita sempre cose positive.

Se non fai attività escursionistica, puoi benissimo sintonizzarti sul CANALE 8-16 e, nel caso ricevessi una richiesta di aiuto non devi far altro che attivare gli organi preposti al soccorso in montagna (il 118 o il 112, nelle zone in cui è già attivo il NUE). Non serve essere iscritti al Progetto per fare il proprio dovere civico.

E' stata scelta la modulazione FM per il canale CB a seguito di un sondaggio che era stato proposto qualche anno fa agli utenti. Comunque sia tale canale è praticamente inutilizzato, e praticamente nessuno pubblica le proprie attività di monitoraggio su questa banda; probabilmente lo escluderemo in futuro. Noi puntiamo praticamente tutto sul CANALE 8-16, che consideriamo appunto la Frequenza Radio Nazionale Primaria adottata dal Progetto.

Fosse facile riprodurre il Canale E della REGA... Non ci si è riuscito neanche nel vicino Piemonte, o nell'impervio Trentino-Alto Adige. Link VHF, reti internet... E comunque in una ragione a Statuto Speciale.

Tengo a precisare che, seppur gestito da "privati", questo progetto è portato avanti con estrema professionalità. Il Team di progetto e i Referenti Regionali hanno la loro comprovata esperienza nel settore (abbiamo soccorritori del Soccorso Alpino, esperti alpinisti, esperti nel settore difesa e protezione civile, radioamatori, etc.). Molte cose che per voi potrebbero sembrare assurde, anche gli elementi più piccoli, sono in realtà state fatte con cognizione di causa!

[...] Per questo dovrebbe essere urgente che la CEPT riesamini l'assegnazione delle frequenze e imponga alle amministrazioni di liberare almeno 500 kHz in gamma VHF (sarebbe ottimale intorno ai 150 MHz) per destinare sul mercato nuovi apparati dedicati alla sicurezza in montagna, cui dotare obbligatoriamente ogni postazione in quota.

Oggi chi va per mare ha un pulsante sul proprio apparato VHF denominato "distress", la cui pressione prolungata porta la radio ad inviare automaticamente una chiamata di emergenza sul canale 70, comprensiva di coordinate geo-referenziate. E' così difficile concedere la stessa funzionalità per chi si avventura su sentieri in montagna o pratica sci-alpinismo, utilizzando un apparto robusto che resista a temperature rigide, agli agenti atmosferici e alle cadute?

[...]

E' quello che speriamo anche noi ottenere una frequenza simili... Dubito comunque che se si riuscirà, sarà intorno ai 150 MHz (attualmente è usata dalle Forze Armate). Speriamo però di riuscire, se pur parzialmente, a colmare il vuoto normativo!

Il problema della montagna, a differenza del mare, sono i rilievi orografici. Per creare una cosa simile al CH 70 VHF (sistema DSC) servirebbe una copertura davvero capillare, ovvero tantissimi link posizionati in posizioni favorevoli... Ma costano parecchio..... Mentre in mare il limite tra imbarcazione e stazione a terra sarebbe solamente la curvatura terrestre.

Mah, non so....per conto mio stai valutando tale iniziativa per quel che non è.......ossia un servizio di allerta H24.....da sempre è stato detto che si tratta più un servizio informativo che di soccorso vero e proprio e non potrebbe essere altrimenti, visto la tipologia di radio e banda utilizzata, nonchè la sporadicità degli operatori  realmente in ascolto specialmente in certe aree italiane.

Al riguardo, mi permetto di riprendere il discorso che faceva poco sopra Carlo....ossia quella di dar la possibilità anche ai non frequentatori della montagna di partecipare al progetto di monitoraggio....cosa che oltretutto all'inizio era stata concessa, poi in fase di riassegnazione dei nominativi, sospesa..... :rool: :rool:

Son scelte organizzative e per quanto mi riguarda va anche bene così, ma in effetti anche per me  il non concedere tale possibilità significa perdere una bella % di stazioni di monitoraggio......che ripeto, non devono servire necessariamente per gestire un soccorso (per quello, ci sono i servizi ufficiali..ci mancherebbe altro !), ma anche giusto per far vedere la presenza del progetto su un' area molto più vasta di quello che è adesso

Se il motivo di tale sospensione del monitoraggio è da imputare alla grande % di nominativi assegnati e poi...in soldoni...zero attività.....sarebbe sufficiente (parere mio, strettamente personale) effettuare una sorta di monitoraggio dell'attività di ogni singola stazione......chi non registra mai un collegamento....è chiaro che non fa attività....eccezione a parte per le aree ove l'uso del canale è molto sporadica....mica uno può parlare da solo !! :grin:

Se diversamente il motivo è da ricercare nella possibilità che una stazione di monitoraggio casalinga non usi il classico portatile pmr446 .....quello è un aspetto che secondo me esula dalle responsabilità di RRM.....non ci vedrei grosse problematiche al riguardo ;-)  Il problema....a parer mio è il medesimo di quando un utente "X" usa un apparato OM per andare in frequenza, oppure uno non omologato/ modificato

Ciaoooo  ;-)

Esatto FoxG7!

Ricordo che lo scopo principale, e già ampiamente in uso, è quello di potersi interscambiare informazioni utili atte alla sicurezza. Interscambio di informazioni di sicurezza = Prevenire situazioni di emergenza in montagna. esempi pratici (https://www.facebook.com/ReteRadioMontana/photos/a.504837119539240.111305.219900004699621/1128999247123021/?type=3&permPage=1) (leggere bene la didascalia della foto)

Le comunicazioni di emergenza, ovvero l'uso del CANALE 8-16 per allertare i soccorsi, è una cosa in più. Essa è attuabile solamente se il telefono non ha campo e se si hanno altre persone in portata radio (si legga l'articolo di cui sopra (http://www.reteradiomontana.it/escursionista-precipita-sulla-majella-zona-cui-telefono-non-prende-allarme-diramato-via-radio-canale-8-16-rete-montana---46)). Oppure, ad attivazione dei soccorsi già avvenuta, i soccorsi potranno mettersi in contatto con il disperso per velocizzare le operazioni di ricerca e/o soccorso. Il tutto è ampiamente spiegato QUI (http://www.reteradiomontana.it/in-dettaglio).

Per quanto riguarda il monitoraggio per chi non va in montagna, come già indicato sopra, si è liberissimi di farlo! La banda PMR-446 è di libero uso (previo pagamento dei 12 Euro e invio della DIA). Come ID però vogliamo rimanere puliti. E' già complesso "sorvegliare" tutto così, se "apriamo" ad una gran mole di persone, diventa critico. Si aggiunge a ciò anche il discorso "radio legali"... E' vero che il Team non deve vigilare sull'adempimento delle norme previste per i PMR-446, ma per i radioamatori diventa quasi scontato che utilizzeranno radio non omologate con relativi sistemi d'antenna sul tetto.

Noi abbiamo già moltissimi OM che monitorano, senza ID, il CANALE 8-16. E tra questi non mancano quelli da "QSO di qualche minuto", che si mettono a conversare in stile ponte locale, e che nonostante stanno li per RRM non capiscono che agli escursionisti non interessa sapere "ti ricevo RADIO x, SANTIAGO y, QTH z, faccio QRT" etc. etc..... Ovvio, non faccio di tutta l'erba un fascio, sia chiaro!!!

E' una serie di cose quindi... Che negli anni ci hanno portato a questa decisione.

Se debbano essere chiacchiere da forum, tutto va bene, ottimo e abbondante.

Quando si parla di fatti seri, SERI, come la salvaguardia della vita umana, il dichiarare efficienze non esistenti, web e stampati, adducenti a chissà quale organizzazione organizzata, va bene al popolino di preparazione pari a zero o poco più che non si sforza di verificare le cose.
Scusate la mia eccessiva serietà, io nacqui  e crebbi diversamente, al distintivo ho sempre con coscienza fatto corrispondere una competenza.
La gente ci crede ai distintivi.

Fate Voi che sapete...
La penso come te e lo scrissi mesi fà, ricevendo ovvie critiche.
Fermo restando l'apprezzamento per chi si pone volontariamente ad aiutare il prossimo (diciamo cosi'), il problema e' di "comunicazione". Cioè spacciano un qualcosa affidato alla buona volontà di pochi come un "servizio". Il Servizio per definizione, specie se si parla di emergenze, deve essere h24 e dichiarare una copertura accurata. Una rete e' formata da nodi fissi, localizzati ed attivi h24 coordinati da un centro operativo, non dall'iniziativa di chi accende e spegne e riceve quando puo' e da dove puo'.
E poi per montagna non vuol dire per forza essere sulla cima a 2000 metri si puo' anche essere in una valle circondato da altre montagne più alte e voglio vedere con 0.5W dove arrivi e chi ti sente.
Pubblicare certi articoli è estremamente pericoloso perche' significa trasmettere fiducia in una rete che ha umanamente e tecnicamente limiti che non possono e non devono trasmettere questo senso di fiducia/sicurezza. Meglio dire "siamo qualche centinaia di volontari che quando possiamo ci mettiamo in ascolto" ma nulla di più. Oppure scrivere "al tipo e' andato di Cu... perche' c'era uno li vicino". La comunicazione e' tutto specie se si parla di cose serie.

Qui nessuno illude e dice cose false!!! Faccio parte anche del Soccorso Alpino e ho giurato fedeltà alla Repubblica Italiana («Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina e onore a tutti i doveri del mio stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni» cit.). Di certo non mi metto a illudere le persone e soprattutto non mi metto a giocare con la vita delle persone. Non è nel mio stile, non è nella mia personalità!!! E in questa maniera operano i miei collaboratori (Team di progetto e Referenti Regionali).

Inoltre, come già spiegato, il CNSAS non se la rischia firmando accordi "a ca**o di cane". Se lo hanno fatto, è perchè a seguito di incontri e riunioni varie hanno compreso l'effettiva efficacia del Progetto, che in futuro potrà solo che aumentare.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 10 Agosto 2016, 18:48:57
PARTE 2

Lo scopo della divulgazione della frequenza del soccorso alpino di zona non chiaro. E' stata aggiunta questa indicazione al numero di contatto telefonico.
Riporto l'immagine del cartello posto nei pressi l'area di lancio con il parapendio:
[... immagine ...]
Sebbene con caretteri non particolarmente grandi, è visibile sulla parte inferiore destra del cartello.
E' un cartello ufficiale che è presente da molti anni. Riporto quanto presente: se il cartello non è stato rimosso o aggiornato non è mia responsabilità. Per coloro avessero difficoltà di lettura, la frequenza riportata è 147,490 MHz.

Già sapevo di questa frequenza. Già sapevo del nostro cartello (che comunque andrà aggiornato con i nuovi modelli; quello è obsoleto, come è obsoleto il sito internet indicato).

So per certo che il Soccorso Alpino, in quelle zone, è su tutt'altre frequenze. Credo sia una frequenza si usata per scopi locali di sicurezza, ma comunque pirata e ricadente in banda "delicata".

La questione non è aumentare la sicurezza, affiliamenti e stabilire se utile o non utile, tutto si chiuderebbe, le critiche, lette che sono costruttive, non ne ho viste di distruttive, si è messo in dubbio ma anche suggerito soluzioni, questa è costruttività;

La questione è che in nessun manifesto esposto alla pubblica fede, dove c'è il lettore scolasticamente e magari preparato, dando un peso a quello che legge, poi c'è l'utente della montagna, buono a raccogliere funghi e grandi camminate, ma di livello medio basso nella scolasticità, il quale legge e capisce che c'è una rete H24 SICURA E STABILE, cosa che non è.

Ed ha ragione, si basa su quello che legge e basta, nei manifesti ripeto il suggerimento, dichiarate in calce che la rete non è H24 ne di costante risposta, ne di sicura stabilità per le attrezzature e morfologie di territorio.

Così si è più onesti e corretti e nessuno trova da ridire.

Sono strasicuro, ci scommetto 1.000 euro che alla prima disgrazia e denuncia di uno di voi con condanna, da parte di qualucno accattivito bene, tale scritta apparirà in tutti gli scritti pubblicitari.

Si prendono le querele, medici, barellieri e soccorritori in genere, strutturati e organizzati come si deve, figuriamoci cittadini in passeggiata con il pmr.

N.B.
Proprio quest'anno ho fatto condannare 2 medici di un P.S., in penale, oltre un' ASL in civile per motivi simili, la stessa ASL si è subito dichiarata colpevole, su mal gestione operativa, in soli 7 mesi tutto, hanno voluto chiudere subito per evitare pubblicità...

Chi intende entrare a far parte del progetto, in un certo senso deve - per forza di cose - passare per il sito. Poi, la metto così: La RRM, come per la legge, non ammette ignoranza.

Tanti comprano su internet le Baofeng a 30 Euro, senza sapere che ci vuole la patente per usarle... In caso di controlli si beccano la multa e il relativo sequestro...
Tanti usano i PMR-446 e neanche sanno che bisogna pagare 12 euro... Però non hanno avuto voglia di leggersi bene i trafiletti... Se beccano il pignolo la multa se la beccano comunque...

Pertanto gli interessati, se davvero interessati, prendono tutte le informazioni che sono ben chiare nel sito! Di certo non posso scrivere in uno spazio limitato tutti quei concetti!!! C'è però scritto a caratteri cubitali il sito internet informativo da cui è possibile estrapolare tutte le informazioni necessarie!

Per il discorso "onesti e corretti" ho già risposto prima. Idem per il discorso querele..... Sinceramente ho più paura che domani mi c*agh* in testa un piccione......... Il miei obiettivi professionali sono molto delicati... Non metto a rischio la mia fedina penale per una cosa che non mi porta profitto.

Detta cosi' ha più senso e non ho nulla da obiettare. Io mi riferivo più che altro a come diciamo "pubblicizzare" il tutto. Cioè negli eventuali cartelli/locandine o quanto altro dovrebbe essere sintetizzato questo tuo ultimo post in modo che le persone capiscano che possono/potrebbero avere una possibilità in più di comunicazione ma che nulla e' assicurato. Bisognerebbe (anche se ovviamente non e' a carico di RRM) evidenziare che l'utilizzo di PMR è sottoposto al famosa autorizzazione e pagamento di 12 euro. Il mio concetto e' questo cioe' veicolare correttamente il messaggio al pubblico. Perche' qui siamo bene o male tutti radioamatori/radio appassionati ma chi và per funghi probabilmente non sà nulla di radio e pensa che magari spendendo 10/20 euro ha uno strumento d'ausilio/supporto affidabile ..quindi, ripeto, veicolare non qui ma nei rifugi, cartelli, etc. la realtà delle cose. Alla fine penso che sia anche quello che PNY voglia dire.
Perchè comunque il target sono loro, la gente comune, non l'alpinista esperto, la spedizione. Loro sanno come chiedere aiuto (se fossi un professionista della montagna opterei anche per un telefono satellitare, ma non voglio andare OT). Ricordare anche i limiti del PMR. Se io do' a mio padre una radio PMR (e lui di radio sà meno di zero) potrebbe pensare (visto quello che si vede nei film) di premere e parlare a centinaia di km di distanza ...non saprebbe che invece con 500mw a stento fai un paio di km.....quindi srtaripeto, idea carina ma deve essere veicolata nei posti pubblici (sul forum penso che tutti abbiamo capito come funziona ed i suoi limiti) in maniera accurata.

Piccolo OT visto che si parla di sicurezza in montagna. Non risolverebbe forse tutto ma una semplice ricaricabile straniera che permette quindi di fare roaming in Italia su TUTTI gli operatori italiani ed esteri potrebbe essere una possibilità in più in caso di emergenza.

Prima di parlare io mi informerei. Ha già risposto  giovy, ma ripreciso che è tutto ben esposto:
- http://www.reteradiomontana.it/normative (http://www.reteradiomontana.it/normative)
- http://www.reteradiomontana.it/note-legali-privacy (http://www.reteradiomontana.it/note-legali-privacy)
- http://www.reteradiomontana.it/reramonet/richiesta_ID_utenti_2.php (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/richiesta_ID_utenti_2.php) (link solo per PC/Desktop)

Gli alpinisti esperti sanno come allertare i soccorso con le classiche modalità. Ma non sanno di questa possibilità... Ma pian piano li stiamo sensibilizzando tutti (è un lungo lavoro, che portiamo avanti giorno per giorno).

Ripeto inoltre, per l'ennesima volta, che con un PMR-446 omologato non ci fai pochi Km, ma in montagna ne faccio ben oltre con comprensibilità ottima.

Una ricaricabile straniera? Non serve una SIM straniera per fare il 112....... Lo chiami anche senza SIM. Ma se dalla tua posizione non hai in portata ripetitori di qualsiasi altro gestore non chiami neanche il 112.

Non volevo riprendere ma hai centrato il punto anche del mio dire. Il signore che và per funghi potrebbe anche non avere internet ne tantomeno essere calamitato dal sito....legge un cartello e pensa di essere supportato da una radiolina di mezzo watt. Io e PNY siamo incisivi ma quando si parla di "assistenza" (non dico soccorso) bisogna essere non chiari ma molto più che chiari. Se leggessi il sito e ne capissi di radio capirei il tutto e, scusami, troverei altri modi per l'eventuale soccorso/qso/info via radio in montagna. Non discredito l'iniziativa e non ripeto il punto di vista. Io e PNY parliamo con conoscenza. Una rete e' per definizione organizzata e non lasciata allo sporadico ascolto di qualche volenteroso (che ben venga) che sia per emergenza o meteo o info. Mi spiace se siamo diretti ma le cose devono essere chiarite a chi ne sà meno di me. Chi và a funghi non si legge di sicuro o ricerca il vostro sito ...magari lo sente dire e prende una radiolina pensando di avere sempre e comunque un qualsiasi tipo di supporto. Quando qualcuno di questi poveracci avrà problemi e sentirà muta la radio ...poi glielo leggi in tribunale il regolamento di RRM. Non e' obbligatorio avere Internet o leggersi il sito RRM. Ma se pubblicizzi qualcosa o rendi servizio oppure scrivi "giochiamo con le radioline in montagna". A questo punto non so' se e' PNY che non vuole capire o tu che non ci arrivi alle cose.

P.S.: la risposta era per Giovy e per i "gestori" di RRM.

Già il tutto è stato spiegato più che a dovere. Per come sono posti tutti i mezzi informativi, nessun pericolo "penale" passiamo.

Cioè, neanche il Canale E della REGA (http://www.regione.vda.it/protezione_civile/rete_radio/Canale_E/che_cosa_i.aspx) (quindi frequenza radio istituzionale) si assume le responsabilità in caso di copertura assente: "Attenzione: si declinano tutte le responsabilità dovute a radiocollegamenti non effettuati per mancanza o per limiti della copertura radio e per malfunzionamenti del sistema." cit..


State un po' parlando a vanvera pertanto... Ma mi interessa fino a un certo punto. Gli orgogliosi non tendono a cambiare idea. Pure davanti a fatti importanti (accordi, situazioni reali di emergenza) non limate i vostri pensieri. Noi continuiamo su questa strada, che giorno per giorno sta portando alla luce svariati successi... E dietro alle quinte ci sono altre importanti novità!!! Le critiche costruttive solo alcuni le hanno fatte. Qualcun altro vede solo ciò che gli fa piacere... E anche in modo sbagliato!

 :birra:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 10 Agosto 2016, 18:58:05
Io l'ho sempre detto...RRM è come il gioco d'azzardo (legale o meno) se uno ci ci crede ed è convinto lo segua... altrimenti lasci perdere e lasci sbattere la testa a chi la vuole sbattere.

Penso che siamo TUTTI grandi e vaccinati,capici di leggere e interpretare. ;)

P.S.parere personale. :birra:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 10 Agosto 2016, 21:18:45
Personalmente io ho sempre con me l'indistruttibile Motorola DP4801 che ho programmato anche per la frequenza di 446.09375 MHz con tono 114,8 Hz. Quando effettuo qualche camminata in quota effettuo chiamata su quella frequenza e successivamente su ripetitori amatoriali in analogico o in DMR.
Occupandomi di formazione nel settore TLC, ho sempre riscontrato la difficoltà di rendere consapevole il personale in servizio di soccorso, sull'importanza dell'utilizzo del mezzo radio. Figurarsi quanto interesse può avere nell'uso del mezzo radio l'escursionista, anche occasionale. Ormai c'è la convizione che una "app" può essere garanzia di sicurezza. Si sottovaluta sempre la potenziale ostilità che può derivare nel trovarsi in zone di mare o di montagna, dove è meglio disporre anche di strumenti più "primitivi".

La questione dell'assegnazione di una porzione di frequenze, per la commercializzazione di apparati destinati alla sicurezza in montagna, in gamma VHF, non è di più di pertinenza del ministero italiano, ma della CEPT. Il ministero italiano deve ormai solo recepire quanto deciso in sede CEPT. Così è stato anche per l'immissione sul mercato di radio LPD e successivamente delle attuali PMR446. Eventuali servizi militari TLC italiani si sposteranno su altre porzioni di frequenze, ne hanno in quantità.

A margine informo Simone che è del tutto inutile tentare di proporre soluzioni alternative in tutto il territorio sudtirolese (Trento/Bozen). Le due province dispongono della competenza esclusiva della difesa civile e hanno investito cifre di decine di milioni per la realizzazione della proprie reti provinciali TLC TETRA interforze (soccorso sanitario, pompieri, soccorso in montagna, polizie locali). Accettare soluzioni alternative sarebbe un'ammissione della funzionalità incompleta di questo progetto strategico. Ormai l'impostazione rimarrà questa per moltissimo tempo. Radioassistenze ad importanti manifestazioni che si svolgono sul territorio, da parte di radioamatori, sono sempre più sporadiche.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 10 Agosto 2016, 21:32:29


A margine informo Simone che è del tutto inutile tentare di proporre soluzioni alternative in tutto il territorio sudtirolese (Trento/Bozen). Le due province dispongono della competenza esclusiva della difesa civile e hanno investito cifre di decine di milioni per la realizzazione della proprie reti provinciali TLC TETRA interforze (soccorso sanitario, pompieri, soccorso in montagna, polizie locali). Accettare soluzioni alternative sarebbe un'ammissione della funzionalità incompleta di questo progetto strategico. Ormai l'impostazione rimarrà questa per moltissimo tempo. Radioassistenze ad importanti manifestazioni che si svolgono sul territorio, da parte di radioamatori, sono sempre più sporadiche.

Invece a me viene spontanea una riflessione: in un contesto di solitudine e pericolo sapere che esistono reti costate milioni di euro fa certamente piacere perché evidentemente qualcuno investe anche sulla salvaguardia delle nostre vite ma quando sei da solo in un'area non coperta dal segnale telefonico e non hai certo una radio Tetra come lo lanci un Sos? Fai i segnali di fumo o speri nell'eco fra le montagne?

Secondo me da questo punto di vista Rete Radio Montana offre il vantaggio che se hai con te la radio magari qualcuno in ascolto lo trovi o magari sei in compagnia di amici e ti sei perso e stabilisci un contatto radio dove il telefonino non prende.



Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 10 Agosto 2016, 21:45:32
[...]

A margine informo Simone che è del tutto inutile tentare di proporre soluzioni alternative in tutto il territorio sudtirolese (Trento/Bozen). Le due province dispongono della competenza esclusiva della difesa civile e hanno investito cifre di decine di milioni per la realizzazione della proprie reti provinciali TLC TETRA interforze (soccorso sanitario, pompieri, soccorso in montagna, polizie locali). Accettare soluzioni alternative sarebbe un'ammissione della funzionalità incompleta di questo progetto strategico. Ormai l'impostazione rimarrà questa per moltissimo tempo. Radioassistenze ad importanti manifestazioni che si svolgono sul territorio, da parte di radioamatori, sono sempre più sporadiche.

La RRM, per il Soccorso Alpino, non è assolutamente un'alternativa. Ma un mezzo (in più) che permette di mettere in comunicazione il malcapitato con le squadre di soccorso.

Anche il Soccorso Alpino Lazio ha la propria rete-radio regionale con relativi ripetitori in gamma VHF. Ma per la cooperazione con noi hanno acquistato degli apparati PMR-446 omologati. In pratica ogni soccorritore ha il suo portatile in VHF, ma ogni squadra e il "campo base" allestito nell'eventuale zona di ricerca, avrà anche un PMR-446 con il quale tenterà di mettersi in contatto radio con l'infortunato.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: vagabondo - 10 Agosto 2016, 22:01:18
Sono sempre colpito dalle morti in montagna,per esempio i  due alpinisti morti assiderati pochi giorni fa sul monte Rosa  e il caso analogo sul Bianco l'anno scorso. In entrambi i casi pare che siano stati uccisi dal freddo dopo 2-3 giorni di ricerche rese difficili o impossibili dalle condizioni atmosferiche proibitive, senza che la loro posizione fosse stata individuata per tempo. Non so se su quelle cime il cellulare prende,ma mi chiedo: se avessero avuto con se' una radio, non avrebbero forse potuto indirizzare meglio le ricerche comunicando la loro posizione? Certo volte essere trovati qualche ora prima piuttosto che dopo,puo' fare la differenza fra la vita e la morte.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 11 Agosto 2016, 02:13:20
Tutto chiaro ma non concordo su:

"Per quanto riguarda il monitoraggio per chi non va in montagna, come già indicato sopra, si è liberissimi di farlo! La banda PMR-446 è di libero uso (previo pagamento dei 12 Euro e invio della DIA). Come ID però vogliamo rimanere puliti. E' già complesso "sorvegliare" tutto così, se "apriamo" ad una gran mole di persone, diventa critico. Si aggiunge a ciò anche il discorso "radio legali"... E' vero che il Team non deve vigilare sull'adempimento delle norme previste per i PMR-446, ma per i radioamatori diventa quasi scontato che utilizzeranno radio non omologate con relativi sistemi d'antenna sul tetto."

Sopratutto sull'ultima parte. Se un OM utilizza un radio non omologata (idem per antenna) sulla PMR la responsabilità e' esclusivamente sua! Se lo scopo è di info/soccorso ben venga per RRM qualche collega "fuorilegge" che pero' potrebbe essere d'ausilio al progetto per la maggior potenza delle propria stazione alla fine, ripeto, è lui che infrange le leggi non e' che infama l'onore/serietà del progetto intero.

Anche perche' non e' che potete controllare a livello nazionale "fisicamente" che radio ha l'operatore con ID e lo stesso potrebbe (se anche OM) avere l'ID e poi in montagna portarsi il Baofeng. Quindi disincentivare fermamente sul sito la legalità vabbene ma, non  potendo controllare che apparato ho, mi sembra penalizzante non rilasciare ID al volontario di turno.

Personalmente (perche' io mai stato ipocrita) da OM se dovessi andare in montagna mi porterei appunto il portatile bibanda ed eventualmente (anche se illegale) sintonizzerei sul canale in caso di emergenza ...anzi con 5W avrei più possibilità di farmi sentire.

Come un collega scrisse in qualche post precedente "meglio un tribunale che un funerale" :-)

73,
Pietro.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 11 Agosto 2016, 08:47:50
Buon giorno a tutti... In caso di necessità-emergenza non penso che nessuno contesti l utilizzo di 5 watt in banda pmr 446... Poi chi dovrebbe contestare gli operatori del 118 e il soccorso alpino intervenuti sul luogo Dell infortunio?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 11 Agosto 2016, 09:14:24
Personalmente (perche' io mai stato ipocrita) da OM se dovessi andare in montagna mi porterei appunto il portatile bibanda ed eventualmente (anche se illegale) sintonizzerei sul canale in caso di emergenza ...anzi con 5W avrei più possibilità di farmi sentire.

Come detto mi trovo assolutamente concorde con questo ragionamento, avendo anche illustrato che il mio apparato Motorola DP4801 ha in programmazione anche la configurazione per il cosiddetto "canale 8-16" di questa rete radio. La contestazione di una simile fattispecie rientra nelle situazioni che, personalmente, considero fantascienza, al pari del log delle trasmissioni effettuate fuori casa, con apparati portatili o veicolari sulle gamme VHF e UHF.

Per altro vi informo che iniziano ad essere in commercio anche radio DMR sulla gamma 446MHz, realizzate da Hytera: http://www.hytera-mobilfunk.com/dmr/dmr-license-free/ (http://www.hytera-mobilfunk.com/dmr/dmr-license-free/). Tra qualche anno inizieranno probabilmente ad essere in uso anche fra coloro che ora utilizzano radio in analogico. Quindi la rete montana dovrà tenerne conto necessariamente.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 11 Agosto 2016, 09:39:27
Anche questa TYT  DMR con fantomatica sigla 446 non ho ancora capito a che parrocchia appartiene. :rool: :candela:

http://www.tyt888.com/pro_info255.html
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 11 Agosto 2016, 09:43:52
 @fulmine % eca. Si ma infatti a me o meglio storcio il naso quando in generale su questi ed altri forum si scrive come il cavaliere senza macchia e peccato e si sventola la bandiera della legalità ed a parole quasi si crocifisserebbero anche i piccoli "peccati". Fermo restando che insomma gli italiani in generale, purtroppo, non son sul podio per quanto riguarda il rispetto della legalità anzi...ma qui si ecccede. Io non invito a non seguire le regole ma da qui ad esagerare ce ne passa.

Cioe' io OM per la passeggiata che forse farei 3 volte l'anno mi dovrei portare il bibanda el un PMR omologato? Insomma mi chiamo Pietro no Pollo. Pero', credo di aver letto cosi', non posso (o meglio potrei viste le mie titubanze speso manifestate) avere ID RRM perche' non ho un PMR omologato? Ma come uno eventualmente, sotto propria responsabilità, offrirebbe la propria disponibilità e viene quasi additato?

Ovvio io non incito all'illegalità...non mi metterei a far qso inutile in PMR col bibanda ma se sono in pericolo e se ho la fortuna che qualcuno su quel canale mi ascolta pensa te quanto me ne frego se non posso utilizzarlo percheè non ho pagato i 12 euro. Sarebbe comunque una situazione eccezionale anche perchè avendo tante bande a disposizione la PMR mai usata.

Fra l'altro, appunto, si sottovaluta l'umanità di chi fà soccorso pubblico. Pensi in caso di emergenza gliene freghi a nessuno se eri o meno autorizzato? Anzi ti dicono GRAZIE! E poi appunto chi contesterebbe. C'e' troppo fanatismo in giro, guardate che tranne al MISE o a meno di metterti sotto l'ambasciata americana o disturbare servizi importanti delle nostre radio non gliene frega niente a nessuno. Si ce lo vedo il 118 che impegnato a rianimare mi dice "ma lei e' autorizzato ad usare la radio? Ma lei l'ha espansa? Ma lei và di 5W su PMR"...prima (ed e' giusto cosi') non hanno la preparazione neanche per capirlo, secondo fanno qualcosa di mooolto più importante di badare a ste scemenze. Insomma se veramente una rete/assiciazione , come dir si voglia, comprende OM o comunque persone che hanno anche apperecchiature più potenti, non avendo loro responsabilità alcuna sul comportamento del singolo, dovrebbero non dico incentivare ma neanche essere cosi' chiusi mentalmente.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 11 Agosto 2016, 09:50:16
Anche questa TYT  DMR con fantomatica sigla 446 non ho ancora capito a che parrocchia appartiene. :rool: :candela:

http://www.tyt888.com/pro_info255.html

Ho cercato un pochino per te :-) E' una DMR/FM sulle UHF :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 11 Agosto 2016, 10:32:43
Pero', credo di aver letto cosi', non posso (o meglio potrei viste le mie titubanze speso manifestate) avere ID RRM perche' non ho un PMR omologato? Ma come uno eventualmente, sotto propria responsabilità, offrirebbe la propria disponibilità e viene quasi additato?
Non so dove tu abbia letto questa cosa, ma in fase di iscrizione a RRM non viene chiesto in alcun modo che radio si possiede, che resta SEMPRE e SOLO una scelta ed una responsabilità personale, così come personale è la responsabilità di usare un bibanda radioamatoriale per la PMR446 o scegliere di non pagare il bollettino annuale di 12 euro, dopo aver inviato la DIA.
Noi di RRM invitiamo caldamente tutti i nostri utenti ad usare radio omologate per restare nella piena legalità, poi cosa uno sceglie di fare sono fatti suoi, e noi non entriamo affatto nel merito.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 11 Agosto 2016, 10:49:45
Gli escursionisti radioamatore tendono a portarsi nello zaino solo la radio bibanda per ragioni di peso e spazio...concordo sul fatto che nessun soccorritore farebbe domande sul tipo di radio utilizzata e a quanti watt trasmette a meno che ci si trovi di fronte a un fanatico di radio e la cosa mi preoccuperebbe molto in una situazione di emergenza.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 11 Agosto 2016, 10:54:35
Non so dove tu abbia letto questa cosa, ma in fase di iscrizione a RRM non viene chiesto in alcun modo che radio si possiede, che resta SEMPRE e SOLO una scelta ed una responsabilità personale, così come personale è la responsabilità di usare un bibanda radioamatoriale per la PMR446 o scegliere di non pagare il bollettino annuale di 12 euro, dopo aver inviato la DIA.
Noi di RRM invitiamo caldamente tutti i nostri utenti ad usare radio omologate per restare nella piena legalità, poi cosa uno sceglie di fare sono fatti suoi, e noi non entriamo affatto nel merito.

La tua risposta chiarisce il discoro.

Io mi riferivo a quanto riportato da SILUC : "Come ID però vogliamo rimanere puliti. E' già complesso "sorvegliare" tutto così, se "apriamo" ad una gran mole di persone, diventa critico. Si aggiunge a ciò anche il discorso "radio legali"... E' vero che il Team non deve vigilare sull'adempimento delle norme previste per i PMR-446, ma per i radioamatori diventa quasi scontato che utilizzeranno radio non omologate con relativi sistemi d'antenna sul tetto."

Cosa significa come ID vogliamo rimanere pulti?
"E poi il Team non deve vigilare sulle norme PMR ma gli OM è quasi scontato che utilizzeranno radio non omologate con sistemi di antenna a tetto.." Cioè letta cosi' senza girarci attorno significa "OM non benvenuti perche' non utilizzeranno radio legali previste dal nostro regolamento".

Ho frainteso qualcosa oppure l'amico si è spiegato un po' maluccio vista la tua saggia risposta?

Se continuo il topic non fraintendere, non e' polemica, anzi e' cercare di aiutarvi visto che vedo che ci credete e il fervore e impegno e' tanto. Quindi mi sembra importante chiarificare perche' letta cosi' l'OM che magari ha una bella direttiva che potrebbe captare il piccolo segnale di un PMR sembrerebbe non benvenuto e quindi magari non darebbe contributo alla crescita di RRM.

Non lo dico per me , perche' essendo a MI città e non avendo una big station no sentirei comunque nesuno. Ma magari qualche OM che ha una buona stazione vicino alle località montane potrebbe contribuire in modo efficente. Semplicemente questo,

73,
Pietro.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 11 Agosto 2016, 11:02:49
Gli escursionisti radioamatore tendono a portarsi nello zaino solo la radio bibanda per ragioni di peso e spazio...concordo sul fatto che nessun soccorritore farebbe domande sul tipo di radio utilizzata e a quanti watt trasmette a meno che ci si trovi di fronte a un fanatico di radio e la cosa mi preoccuperebbe molto in una situazione di emergenza.

Infatti preoccuperebbe perche' sarebbe non focalizzato sul suo lavoro di soccorritore. Amministrativamente parlando comunque in ogni caso non potrebbe contestare nulla non avendone neanche l'autorità. Ovviamente si parla di un "non problema" per noi. Emergenza o meno o meglio lasciamo stare x un'attimo l'emergenza (penso a quanti poveracci perdono la vita e mi rattristo) il max che ad OM puo' succedere e' che forse la Forestale ti chiede i titoli...avendo patente ed A.G. addosso non ti và a guardare il VFO e le memorie anche perche' non sono tenuti a conoscere il Band Plan. Ti stringono la mano e fine del discorso :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 11 Agosto 2016, 11:09:25
La tua risposta chiarisce il discoro.

Io mi riferivo a quanto riportato da SILUC : "Come ID però vogliamo rimanere puliti. E' già complesso "sorvegliare" tutto così, se "apriamo" ad una gran mole di persone, diventa critico. Si aggiunge a ciò anche il discorso "radio legali"... E' vero che il Team non deve vigilare sull'adempimento delle norme previste per i PMR-446, ma per i radioamatori diventa quasi scontato che utilizzeranno radio non omologate con relativi sistemi d'antenna sul tetto."

Cosa significa come ID vogliamo rimanere pulti?
"E poi il Team non deve vigilare sulle norme PMR ma gli OM è quasi scontato che utilizzeranno radio non omologate con sistemi di antenna a tetto.." Cioè letta cosi' senza girarci attorno significa "OM non benvenuti perche' non utilizzeranno radio legali previste dal nostro regolamento".

Ho frainteso qualcosa oppure l'amico si è spiegato un po' maluccio vista la tua saggia risposta?

Hai frainteso tu... Simone voleva solo dire con "come ID vogliamo rimanere puliti" che non abbiamo bisogno di 2000 persone che non siano attive, ma sono più utili anche solo 1000 persone che però vadano in montagna o abbiano la possibilità di fare ascolto in montagna.
Inoltre, così come hai confermato anche tu, è quasi "scontato" che un OM utilizzerà radio non a norma (ovvero: bibanda radioamatoriale) e ne sarà ben consapevole, ma noi da parte nostra invogliamo TUTTI (compresi i radioamatori) e consigliamo di usare radio omologate, poi la scelta finale su quale radio utilizzare resta a lui solo.
Del resto, in RRM ci sono moltissimi radioamatori (così come lo sono sia nel Team di Progetto, che fra i Referenti Regionali), ma tutti questo OM sono comunque persone che frequentano la montagna e/o hanno un interesse primario verso la montagna. In soldoni: non ci sono OM che hanno solo la casa al mare, non vanno mai in montagna ma che, armati di buona volontà, terrebbero la radio accesa per non ascoltare nulla...

Citazione
Se continuo il topic non fraintendere, non e' polemica, anzi e' cercare di aiutarvi visto che vedo che ci credete e il fervore e impegno e' tanto. Quindi mi sembra importante chiarificare perche' letta cosi' l'OM che magari ha una bella direttiva che potrebbe captare il piccolo segnale di un PMR sembrerebbe non benvenuto e quindi magari non darebbe contributo alla crescita di RRM.

pieschy, noi apprezziamo tutte le critiche positive, ma non te le prendere se ti dico che dietro RRM ci sono persone che hanno esperienze nei più svariati campi delle comunicazioni radio, del Soccorso Alpino, della Protezione Civile, della sicurezza ecc.
Quindi... grazie, ben vengano i consigli che aiutano a crescere... ma considera anche che se tu (non tu, è un tu generico) pensi ad una cosa ORA c'è un membro del team di RRM che c'ha già pensato in passato, forte sia della sua esperienza sia dell'essere appunto un team, e non una persona sola. Ciò non toglie che siamo sempre aperti ad ogni suggerimento, ci mancherebbe... nessuno è onnisciente e tutti fanno errori :)

Ciao.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 11 Agosto 2016, 12:34:33
Ciò non toglie che siamo sempre aperti ad ogni suggerimento, ci mancherebbe... nessuno è onnisciente e tutti fanno errori :)

Il mio suggerimento è di riuscire, in futuro, a presentare una lettera alla CEPT, controfirmata dai vari enti istituzionali deputati al soccorso, per chiedere la revisione del piano di ripartizione delle frequenze, per avere l'immissione sul mercato di apparati radio destinati alla sicurezza in montagna. Ciò porterà anche riscontri economici, dal momento che si realizzeranno nuovi prodotti. Personalmente considero lo smartphone in territorio di montagna un fermacarte, tanto in estate, ancor di più in inverno.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 11 Agosto 2016, 12:47:03
Il mio suggerimento è di riuscire, in futuro, a presentare una lettera alla CEPT, controfirmata dai vari enti istituzionali deputati al soccorso, per chiedere la revisione del piano di ripartizione delle frequenze, per avere l'immissione sul mercato di apparati radio destinati alla sicurezza in montagna. Ciò porterà anche riscontri economici, dal momento che si realizzeranno nuovi prodotti. Personalmente considero lo smartphone in territorio di montagna un fermacarte, tanto in estate, ancor di più in inverno.

Ciao in3eqa,
è un nostro obiettivo futuro già riportato anche nel sito. Ogni mossa e ogni accordo di cooperazione che pian piano verrà sottoscritto, serve a noi anche per raggiungere questo obiettivo. Vi assicuriamo che stiamo lavorando sodo... E ottenere la fiducia e approvazione del CNSAS è stato faticoso, ma assolutamente gratificante (e funzionale) per noi!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 11 Agosto 2016, 12:49:47
Il mio suggerimento è di riuscire, in futuro, a presentare una lettera alla CEPT, controfirmata dai vari enti istituzionali deputati al soccorso, per chiedere la revisione del piano di ripartizione delle frequenze, per avere l'immissione sul mercato di apparati radio destinati alla sicurezza in montagna. Ciò porterà anche riscontri economici, dal momento che si realizzeranno nuovi prodotti. Personalmente considero lo smartphone in territorio di montagna un fermacarte, tanto in estate, ancor di più in inverno.
Non è compito (né possibilità) di RRM presentare una lettera al CEPT per la revisione del PNRF, di quello se ne occupano le associazioni di radioamatori (ed anche loro ce l'hanno dura, molte volte). Oltretutto, sarebbe molto più intelligente uniformare a livello nazionale quanto già fatto in Valle d'Aosta con il Canale E. Magari, in prima battuta, sicuramente non si riuscirebbe a ricreare la stessa infrastruttura presente in VdA, ma già offrire la possibilità di accedere a quella frequenza sarebbe un passo in avanti.
Ad ogni modo, ci stiamo già muovendo da tempo su vari fronti, più fattibili di quanto proponi. Vedremo dove riusciremo ad arrivare, anche grazie all'appoggio degli enti istituzionali a cui facevi riferimento.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 11 Agosto 2016, 13:05:44
[...]

Personalmente (perche' io mai stato ipocrita) da OM se dovessi andare in montagna mi porterei appunto il portatile bibanda ed eventualmente (anche se illegale) sintonizzerei sul canale in caso di emergenza ...anzi con 5W avrei più possibilità di farmi sentire.

[...]

E' una considerazione generale non a te diretta, ma a chi la pensa come te (ce n'è più di qualcuno).

Tanti OM dicono "in caso di emergenza mi sintonizzo sull'8-16" o "in caso di emergenza accendo la radio". Chi la pensa così non ha capito nulla del Progetto.

Per funzionare il tutto, quando si è in montagna, la radio va tenuta sempre accesa sull'8-16, perchè:

- potreste voi ricevere una chiamata di emergenza e rigirarla quindi al CNSAS telefonicamente;
- è opportuno comunicare della propria presenza in radio periodicamente, anche se apparentemente non c'è nessuno in ascolto;
- è opportuno comunicare periodicamente la propria posizione e le intenzioni, anche se apparentemente non c'è nessuno in ascolto [perché? Approfondisci (http://www.reteradiomontana.it/modulo-registrazione-collegamenti-radio-attivita-monitoraggio-postazione-fissa---44)!];
- è opportuno comunicare eventuali pericoli oggettivi o le condimeteo a chi è in zona, poiché - ad esempio - l'escursionista che dopo 1-2-3 ore dovrà passare in quel punto, eviterà del tutto di proseguire per quell'itinerario ( = prevenire situazioni di emergenza ).

Inoltre, i radioamatori che dicono "sono OM, se ho bisogno chiamo sui ponti" sono in parte egoisti, perchè il CANALE 8-16 serve per mettere facilmente in comunicazione  tra loro tutti (non radioamatore<>non radioamatore / radioamatore<>non radioamatore), perchè la maggior parte degli alpinisti, escursionisti, ricercatori di funghi, piloti di parapendio e deltaplano, etc. etc., non sono radioamatori. Per "mettere in comunicazione" intendo non solo in caso di emergenza, ma anche semplicemente interscambiarsi info di sicurezza a prevenzione di situazioni di emergenza.

Sicurezza = prevenire una situazione di emergenza
Emergenza = situazione di pericolo o incidente già avvenuto
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 11 Agosto 2016, 16:56:05
E' una considerazione generale non a te diretta, ma a chi la pensa come te (ce n'è più di qualcuno).

Tanti OM dicono "in caso di emergenza mi sintonizzo sull'8-16" o "in caso di emergenza accendo la radio". Chi la pensa così non ha capito nulla del Progetto.

Per funzionare il tutto, quando si è in montagna, la radio va tenuta sempre accesa sull'8-16, perchè:

- potreste voi ricevere una chiamata di emergenza e rigirarla quindi al CNSAS telefonicamente;
- è opportuno comunicare della propria presenza in radio periodicamente, anche se apparentemente non c'è nessuno in ascolto;
- è opportuno comunicare periodicamente la propria posizione e le intenzioni, anche se apparentemente non c'è nessuno in ascolto [perché? Approfondisci (http://www.reteradiomontana.it/modulo-registrazione-collegamenti-radio-attivita-monitoraggio-postazione-fissa---44)!];
- è opportuno comunicare eventuali pericoli oggettivi o le condimeteo a chi è in zona, poiché - ad esempio - l'escursionista che dopo 1-2-3 ore dovrà passare in quel punto, eviterà del tutto di proseguire per quell'itinerario ( = prevenire situazioni di emergenza ).

Inoltre, i radioamatori che dicono "sono OM, se ho bisogno chiamo sui ponti" sono in parte egoisti, perchè il CANALE 8-16 serve per mettere facilmente in comunicazione  tra loro tutti (non radioamatore<>non radioamatore / radioamatore<>non radioamatore), perchè la maggior parte degli alpinisti, escursionisti, ricercatori di funghi, piloti di parapendio e deltaplano, etc. etc., non sono radioamatori. Per "mettere in comunicazione" intendo non solo in caso di emergenza, ma anche semplicemente interscambiarsi info di sicurezza a prevenzione di situazioni di emergenza.

Sicurezza = prevenire una situazione di emergenza
Emergenza = situazione di pericolo o incidente già avvenuto

Quoto, cioe' condivido tranne la parte "Inoltre, i radioamatori che dicono "sono OM, se ho bisogno chiamo sui ponti" sono in parte egoisti". Io ho senso civico. Le radio bibanda hanno il doppio ascolto e doppio VFO. Se facessi montagna metterei il VFO B sul canale 8-16 giusto per captare eventuali richieste ed userei al massimo il VFO A per i ponti ed eventualmente ritrasmettere i messaggi ricevuti su RRM. E come me penso lo farebbero in tanto se non tutti in quanto il radioamatore e' per vocazione attento alle necessità altrui. Quindi tu pensi quanto scritto ma non pensi che se io ti ascolto su B avendo un portatile più potente potrei trasmettere le tue richieste sui ponti OM e di sicuro riceveresti assistenza in modo migliore che sgolarti con mezzo watt. La comunità di OM e' da decenni impegnata in compiti di P.C, di radioassistenza, di ausilio nelle emergenze. Ora non e' che esiste solo RRM e ci si scorda di chi durante sciagure, terremoti e altri disastri ha messo tempo, apparecchiature e rischiato la propria vita x il prossimo. Se pensi a quanto ho scritto prima vedresti l'OM come una risorsa in più non come un'egoista (hi) :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 11 Agosto 2016, 18:34:48

Esatto FoxG7!

Ricordo che lo scopo principale, e già ampiamente in uso, è quello di potersi interscambiare informazioni utili atte alla sicurezza. Interscambio di informazioni di sicurezza = Prevenire situazioni di emergenza in montagna. esempi pratici (https://www.facebook.com/ReteRadioMontana/photos/a.504837119539240.111305.219900004699621/1128999247123021/?type=3&permPage=1) (leggere bene la didascalia della foto)

Le comunicazioni di emergenza, ovvero l'uso del CANALE 8-16 per allertare i soccorsi, è una cosa in più. Essa è attuabile solamente se il telefono non ha campo e se si hanno altre persone in portata radio (si legga l'articolo di cui sopra (http://www.reteradiomontana.it/escursionista-precipita-sulla-majella-zona-cui-telefono-non-prende-allarme-diramato-via-radio-canale-8-16-rete-montana---46)). Oppure, ad attivazione dei soccorsi già avvenuta, i soccorsi potranno mettersi in contatto con il disperso per velocizzare le operazioni di ricerca e/o soccorso. Il tutto è ampiamente spiegato QUI (http://www.reteradiomontana.it/in-dettaglio).

Per quanto riguarda il monitoraggio per chi non va in montagna, come già indicato sopra, si è liberissimi di farlo! La banda PMR-446 è di libero uso (previo pagamento dei 12 Euro e invio della DIA). Come ID però vogliamo rimanere puliti. E' già complesso "sorvegliare" tutto così, se "apriamo" ad una gran mole di persone, diventa critico. Si aggiunge a ciò anche il discorso "radio legali"... E' vero che il Team non deve vigilare sull'adempimento delle norme previste per i PMR-446, ma per i radioamatori diventa quasi scontato che utilizzeranno radio non omologate con relativi sistemi d'antenna sul tetto.

Noi abbiamo già moltissimi OM che monitorano, senza ID, il CANALE 8-16. E tra questi non mancano quelli da "QSO di qualche minuto", che si mettono a conversare in stile ponte locale, e che nonostante stanno li per RRM non capiscono che agli escursionisti non interessa sapere "ti ricevo RADIO x, SANTIAGO y, QTH z, faccio QRT" etc. etc..... Ovvio, non faccio di tutta l'erba un fascio, sia chiaro!!!

E' una serie di cose quindi... Che negli anni ci hanno portato a questa decisione.


Ok,  ti ringrazio per aver discosso con me/ noi le vostre motivazioni, principalmente mi riferisco al discorso di allagare ai non frequentatori della montagna l' ID RRM

Benchè esistano molti (mi fido) OM senza call della ID RRM a monitorare il canale 8-tono 16 pmr446, ritengo (mia idea assolutamente personale) che se ci fosse modo di interagire di più, quindi partecipare al portale di RRM ove annotare la propria attività, il numero sarebbe senza ombra di dubbio aumentabile e soprattutto, credo sarebbe possibile eliminare i "QSO di qualche minuto" svolti esclusivamente fra OM di cui parli e che non fanno altro che occupare il canale......con argomentazioni oltretutto poco attinenti al progetto RRM :rool:

Io personalmente, se decidessi di monitorare il canale 8, tono 16 con il mio Pmr446 omologato, mi farebbe piacere parlare esclusivamente con escursionisti / gitaioli.......magari del tempo, magari di viabilità, magari di qualche allerta diramata improvvisamente, etc....non certo con altri OM  per fare discorsi "tecnici" che uno potrebbe fare tranquillamente in diretta o tramite ponti.....cosa oltretutto che non faccio quasi mai.....essendo io un "patito" (per quanto nelle mie modeste possibilità :rool: :-\) del dx estremo..... ;-) :up:

Sono giusto delle osservazioni, nessuna critica, alla fine i responsabili e gestori del progetto RRM siete Voi :up: ;-)



Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 11 Agosto 2016, 19:14:32
Ok,  ti ringrazio per aver discosso con me/ noi le vostre motivazioni, principalmente mi riferisco al discorso di allagare ai non frequentatori della montagna l' ID RRM

Benchè esistano molti (mi fido) OM senza call della ID RRM a monitorare il canale 8-tono 16 pmr446, ritengo (mia idea assolutamente personale) che se ci fosse modo di interagire di più, quindi partecipare al portale di RRM ove annotare la propria attività, il numero sarebbe senza ombra di dubbio aumentabile e soprattutto, credo sarebbe possibile eliminare i "QSO di qualche minuto" svolti esclusivamente fra OM di cui parli e che non fanno altro che occupare il canale......con argomentazioni oltretutto poco attinenti al progetto RRM :rool:

Io personalmente, se decidessi di monitorare il canale 8, tono 16 con il mio Pmr446 omologato, mi farebbe piacere parlare esclusivamente con escursionisti / gitaioli.......magari del tempo, magari di viabilità, magari di qualche allerta diramata improvvisamente, etc....non certo con altri OM  per fare discorsi "tecnici" che uno potrebbe fare tranquillamente in diretta o tramite ponti.....cosa oltretutto che non faccio quasi mai.....essendo io un "patito" (per quanto nelle mie modeste possibilità :rool: :-\) del dx estremo..... ;-) :up:

Sono giusto delle osservazioni, nessuna critica, alla fine i responsabili e gestori del progetto RRM siete Voi :up: ;-)

Io concordo con te e trovo altresì stupido che gli OM facciano QSO sulla PMR uno perche' non autorizzati (a meno di pagare tassa e dichiarazione di inizio attività) due perche' con tante frequenze su V/U che si hanno andare in PMR quello si mi sembra egoistico.
Detto questo mi manca un pezzo di puzzle. A quanto sapevo o meglio ricordo la PMR regolare e' fatta di 8 canali. Pochini e vabbene e (e qui correggetemi se sbaglio) il fatto che il canale 8 sia per convenzione riservato alle emergenze mi sembra non sia sancito da nessuna parte tranne che per convenzione. Ergo, faccio sempre l'avvocato del diavolo, fermo restando che per educazione e conoscenza dell'uso che se ne fà lo posso evitare non credo che commetta alcun illecito, se autorizzato, a parlare di pizza sul canale 8 che sia a Milano o in Montagna. Quello che voglio dire e' che si inneggia tanto alla legalità ma poi (pur apprezzabile come iniziativa) non si puo' pretendere legalmente di riservarsi un canale e quindi una frequenza sulla quale tutti i PMRisti sono autorizzati a trasmettere. Questo per mettere i puntini sulle "i". Se ho una licenza di PMR io posso anche in montagna parlare con l'amico escursionista di pasta e fagioli non curante che ci sia una RRM o chissà che. La legge me lo permette. Poi e' mia sensibilità ignorare un canale ...anche se 1/8 (canali) potrebbe in caso di elevato traffico fare la differenza. Ho riletto (per quel poco che ho dedicato) alcune info e non mi risulta che il ch.8 sia ad utilizzo esclusivo di caio o sempronio o di servizi particolari. Quindi vabbene tutto ma se si trovano in montagna qso anche stupidi sul canale non si puo' rivendicare nulla.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 11 Agosto 2016, 19:46:28
Forse l'ho già scritto anche su codesto forum...ai tempi dell'analogico anni '90 ho chiamato il 118 per soccorrere un Olandese punto da una vespa,essendo diabetico fù shoc anafilattico da paura...il cell.era ancora economicamente inavvicinabile, viaggiavo in montagna con frequenze V e U.

U la "Mia" (ero ancora in servizio). e V il 118.!!! (La pelle è una...meglio un brutto processo che un bel funerale). :candela:

Ora molti mi diranno "Bravo però eri qualcuno"...forse si forse no...stà di fatto che dopo aver spiegato l'accaduto,intervenne l'elicottero e salvò la persona.

Poi venni chiamato a spiegare il "come mai" spiegai il tutto,e finì a tarallucci e vino...davanti ad una vita Umana con la U maiuscola,sarei disposto pure ora ad assumere la Mia responsabilità civile e penale..!!!

P.S. non voglio certo istigare nessuno.

Tanto ora con selettive azzi...controazzi Tetra..MotoTorbo... ;)  ;) :shhhh:

...e ora frustatemi...!!! :-[
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 11 Agosto 2016, 19:59:58
Forse l'ho già scritto anche su codesto forum...ai tempi dell'analogico anni '90 ho chiamato il 118 per soccorrere un Olandese punto da una vespa,essendo diabetico fù shoc anafilattico da paura...il cell.era ancora economicamente inavvicinabile, viaggiavo in montagna con frequenze V e U.

U la "Mia" (ero ancora in servizio). e V il 118.!!! (La pelle è una...meglio un brutto processo che un bel funerale). :candela:

Ora molti mi diranno "Bravo però eri qualcuno"...forse si forse no...stà di fatto che dopo aver spiegato l'accaduto,intervenne l'elicottero e salvò la persona.

Poi venni chiamato a spiegare il "come mai" spiegai il tutto,e finì a tarallucci e vino...davanti ad una vita Umana con la U maiuscola,sarei disposto pure ora ad assumere la Mia responsabilità civile e penale..!!!

P.S. non voglio certo istigare nessuno.

Tanto ora con selettive azzi...controazzi Tetra..MotoTorbo... ;)  ;) :shhhh:

...e ora frustatemi...!!! :-[

Te lo sei meritato l'applauso. Forse noi che abbiamo visto molte cose brutte sappiamo cosa significhi in certi frangenti provare almeno a salvare persone. Davanti ad un brutto incidente che ostacolava e creava pericolo non solo ai feriti misi un lampeggiante sulla macchina...i tuoi colleghi si fermarono e mi diedero paletta d'ordinanza a me ed al mio amico malgrado fossi un po' ...ammettiamolo "bevuto" per gestire il traffico alternato su unica corsia...mi coordinavo in mezzo alla nebbia col mio telefonino in contatto con l'amico a 300 metri (ai tempi non avevo radio). Alla fine ci siamo presi un grande grazie per l'aiuto prestato nel gestire una situazione che in quelle condizioni poteva creare problemi maggiori (le macchine incidentate erano in mezzo la nebbia al centro della carreggiata). Ovviamente nessuno mai mi chiese come mai avessi un lampeggiante in auto...o altro. Anzi mi invitarono in caserma ma ero troppo stanco e declinai :-) Quando si fà del bene certe piccole cose valgono zero in confronto a salvare vite o evitare problemi peggiori. E qui parliamo di PMR omologati o VHF/UHF ...se devo aiutare qualcuno ci metto pure la mia di incolumità di mezzo ....sarà Tuscania che in un certo senso anche se per poco tempo ho servito il paese. Certe cose oltre alla naturale inclinazione al bene ti restano dentro dalle esperienze. E'solo uno degli esempi...avessi le frequenze giuste e se fosse per salvare una vita la radio la userei su qualsiasi frequenza. E qui mi parlano dei portatilini...e vabbe' ci siamo capiti.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 11 Agosto 2016, 20:06:48
Io concordo con te e trovo altresì stupido che gli OM facciano QSO sulla PMR uno perche' non autorizzati (a meno di pagare tassa e dichiarazione di inizio attività) due perche' con tante frequenze su V/U che si hanno andare in PMR quello si mi sembra egoistico.
Detto questo mi manca un pezzo di puzzle. A quanto sapevo o meglio ricordo la PMR regolare e' fatta di 8 canali. Pochini e vabbene e (e qui correggetemi se sbaglio) il fatto che il canale 8 sia per convenzione riservato alle emergenze mi sembra non sia sancito da nessuna parte tranne che per convenzione. Ergo, faccio sempre l'avvocato del diavolo, fermo restando che per educazione e conoscenza dell'uso che se ne fà lo posso evitare non credo che commetta alcun illecito, se autorizzato, a parlare di pizza sul canale 8 che sia a Milano o in Montagna. Quello che voglio dire e' che si inneggia tanto alla legalità ma poi (pur apprezzabile come iniziativa) non si puo' pretendere legalmente di riservarsi un canale e quindi una frequenza sulla quale tutti i PMRisti sono autorizzati a trasmettere. Questo per mettere i puntini sulle "i". Se ho una licenza di PMR io posso anche in montagna parlare con l'amico escursionista di pasta e fagioli non curante che ci sia una RRM o chissà che. La legge me lo permette. Poi e' mia sensibilità ignorare un canale ...anche se 1/8 (canali) potrebbe in caso di elevato traffico fare la differenza. Ho riletto (per quel poco che ho dedicato) alcune info e non mi risulta che il ch.8 sia ad utilizzo esclusivo di caio o sempronio o di servizi particolari. Quindi vabbene tutto ma se si trovano in montagna qso anche stupidi sul canale non si puo' rivendicare nulla.

E chi dice il contrario? Metti puntini sulle "i" su cose palesi, dette, ridette e stradette.

Comunque sia, in tantissime zone d'Italia, gli utilizzatori della RRM, quando spieghiamo agli utilizzatori comuni - con la massima cortesia e comunicando il sito internet - l'uso che se ne fa dell'8-16 sul territorio nazionale, cambiano canale senza problemi!

Non si può rivendicare nulla, assolutamente... Ma nulla vieta di chiedere cortesemente il cambio-canale, spiegandone i motivi.

Poche settimane fa anche dei ragazzini minorenni, che potrebbero invece spernacchiare ad uno sconosciuto che li interrompe, hanno subito capito e senza esitare hanno salutato e hanno cambiato canale.

E' pur vero che è poco probabile, o meglio raro, che una persona applichi al canale 8 proprio il CTCSS n. 16. Alcuni apparati (vedasi il Midland G10, senza display) hanno invece proprio l'8-16 preprogrammato sulla 16^ memoria. O il Midland G9 il canale "16P" che corrisponde proprio alla combinazione 8-16.

Sta diventando sicuramente una consuetudine, pertanto, e la voce gira sempre di pià (anche tra chi non va in montagna). Poi ovvio, se vogliono usarlo comunque, nessun problema!!!

Visto che si mettono i puntini sulle "i", ci tengo a precisare che l'8-16 non è solo un canale di emergenza in montagna, ma è prioritariamente un canale di sicurezza in montagna (ho spiegato qualche post fa le differenze).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 11 Agosto 2016, 20:13:27
E chi dice il contrario? Metti puntini sulle "i" su cose palesi, dette, ridette e stradette.

Comunque sia, in tantissime zone d'Italia, gli utilizzatori della RRM, quando spieghiamo agli utilizzatori comuni - con la massima cortesia e comunicando il sito internet - l'uso che se ne fa dell'8-16 sul territorio nazionale, cambiano canale senza problemi!

Non si può rivendicare nulla, assolutamente... Ma nulla vieta di chiedere cortesemente il cambio-canale, spiegandone i motivi.

Poche settimane fa anche dei ragazzini minorenni, che potrebbero invece spernacchiare ad uno sconosciuto che li interrompe, hanno subito capito e senza esitare hanno salutato e hanno cambiato canale.

E' pur vero che è poco probabile, o meglio raro, che una persona applichi al canale 8 proprio il CTCSS n. 16. Alcuni apparati (vedasi il Midland G10, senza display) hanno invece proprio l'8-16 preprogrammato sulla 16^ memoria. O il Midland G9 il canale "16P" che corrisponde proprio alla combinazione 8-16.

Sta diventando sicuramente una consuetudine, pertanto, e la voce gira sempre di pià (anche tra chi non va in montagna). Poi ovvio, se vogliono usarlo comunque, nessun problema!!!

Visto che si mettono i puntini sulle "i", ci tengo a precisare che l'8-16 non è solo un canale di emergenza in montagna, ma è prioritariamente un canale di sicurezza in montagna (ho spiegato qualche post fa le differenze).

Chiarissimo e ripeto non sto' facendo polemica proprio zero polemica....pero' il ctcss è solo un code squelch. Faccio un esempio....se 2 escursionisti all'oscuro del progetto si mettono a modulare sul canale 8 anche senza ctcss interferiscono..non senti loro ma senti il canale sovrammodulato se sono relativamente vicini....il che inficia il corretto funzionamento di RRM e magari perche' non sapevano cosa ci fosse...e non lo fanno neanche apposta. Dico solo ci sono anche queste variabili da considerare :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 11 Agosto 2016, 20:13:41
Te lo sei meritato l'applauso. Forse noi che abbiamo visto molte cose brutte sappiamo cosa significhi in certi frangenti provare almeno a salvare persone. Davanti ad un brutto incidente che ostacolava e creava pericolo non solo ai feriti misi un lampeggiante sulla macchina...i tuoi colleghi si fermarono e mi diedero paletta d'ordinanza a me ed al mio amico malgrado fossi un po' ...ammettiamolo "bevuto" per gestire il traffico alternato su unica corsia...mi coordinavo in mezzo alla nebbia col mio telefonino in contatto con l'amico a 300 metri (ai tempi non avevo radio). Alla fine ci siamo presi un grande grazie per l'aiuto prestato nel gestire una situazione che in quelle condizioni poteva creare problemi maggiori (le macchine incidentate erano in mezzo la nebbia al centro della carreggiata). Ovviamente nessuno mai mi chiese come mai avessi un lampeggiante in auto...o altro. Anzi mi invitarono in caserma ma ero troppo stanco e declinai :-) Quando si fà del bene certe piccole cose valgono zero in confronto a salvare vite o evitare problemi peggiori. E qui parliamo di PMR omologati o VHF/UHF ...se devo aiutare qualcuno ci metto pure la mia di incolumità di mezzo ....sarà Tuscania che in un certo senso anche se per poco tempo ho servito il paese. Certe cose oltre alla naturale inclinazione al bene ti restano dentro dalle esperienze. E'solo uno degli esempi...avessi le frequenze giuste e se fosse per salvare una vita la radio la userei su qualsiasi frequenza. E qui mi parlano dei portatilini...e vabbe' ci siamo capiti.

Si, ma su questo non ci piove... Cioè, il discorso "meglio un processo che un funerale" sono cose che diciamo da anni.

Ci impuntiamo sul discorso "accettare gli OM che non vanno in montagna", perchè l'uso principale che se ne fa del canale è l'interscambio di informazioni di sicurezza!!

La radio accesa va tenuta sempre. Poi ovvio, se sto morendo trasmetto ovunque se l'8-16 non mi aiuta e sti cavoli dell'eventuale processo!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 11 Agosto 2016, 20:18:07
Chiarissimo e ripeto non sto' facendo polemica proprio zero polemica....pero' il ctcss è solo un code squelch. Faccio un esempio....se 2 escursionisti all'oscuro del progetto si mettono a modulare sul canale 8 anche senza ctcss interferiscono..non senti loro ma senti il canale sovrammodulato se sono relativamente vicini....il che inficia il corretto funzionamento di RRM e magari perche' non sapevano cosa ci fosse...e non lo fanno neanche apposta. Dico solo ci sono anche queste variabili da considerare :-)

Queste variabili sono state considerate un bel po' di tempo fa... Sappiamo molto molto bene cosa è il CTCSS, non mi dici nulla di nuovo... Personalmente non ho mai ricevuto disturbi e sovramodulazioni sull'8-16, e a sentire molti altri utenti della RRM, anche loro non hanno ricevuto disturbi.

Ovvio, se mi parli di montagne di "prima corona" che danno sulla Pianura Padana può succedere!!! Comunque sia nulla di grave, neanche in Piemonte dove il CANALE 8-16 è davvero di uso comune tra escursionisti e alpinisti.

Idem sull'Appennino Abruzzese, tra Lazio e Abruzzo, dove oramai il week-end se fai chiamata, ti risponde quasi sempre qualcuno.

Comincia a diventare poco probabile che gli escursionisti non conoscano l'8-16... Stiamo facendo un'attività di sensibilizzazione che neanche potete immaginare sia sul web che sul territorio. Prova a cercare su Google queste parole chiave:

Codice: [Seleziona]
frequenza radio soccorso alpino
frequenza radio emergenza montagna
frequenza radio sicurezza montagna
frequenza radio escursioni
frequenza radio escursionismo
canale emergenza montagna
canale 8-16
pmr-446 in montagna

etc. etc....  Giornalmente ci arrivano visite da persone SEMPRE DIVERSE che giungono al nostro sito grazie a queste ricerche.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 12 Agosto 2016, 09:24:08
Concordo sui tuoi 2 ultimi post Siluc :-)
Se la gente (OM o normali utenti) rispettano il canale 8-16 mi fà piacere perche' il servizio funziona e la gente ne ha capito il senso :-) In bocca al lupo :-)

73,
Pietro.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 12 Agosto 2016, 10:02:14
Mi sono andato a guardare bene il dettaglio del sito, ed ho letto che è previsto che i rifugi possano aderire, quindi non ho più da eccepire. Per quello che riguarda i CB propriamente detti, io ho abitato a lungo in area montana, ed era normale che squadre di cacciatori e/o sele-controllori della fauna si tenessero in comunicazione tra loro e con casa con apparecchi CB, ovviamente in AM. Quindi, durante le aperture della caccia, vi è un gran numero di possibili fruitori della RRM, ma su di una diversa frequenza. Non sono da escludersi purtroppo incidenti di caccia, sia riguardanti i cacciatori stessi, sia eventuali terzi. Dove abitavo io, alcuni privati (ad es. veterinari) e la Baita dell'Ass.ne Naz. Alpini si ponevano in ascolto su un canale prestabilito, con buone antenne sul tetto, nei giorni di apertura, ovviamente squelciati e facendo dell'altro nel frattempo. Spesso i sele-controllori disponevano anche di CB veicolari a bordo dei mezzi fuoristrada, oltre ai soliti portatili, tipo Alan 38. Ecco il motivo delle mie domande sui rifugi e sui CB.

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 12 Agosto 2016, 12:34:23
Carlo 4 ever.
nella tua regione c'è il divieto amministrativo per i cacciatori di usare radio ed anche cellulari.

Ne abbiamo detto in altro 3D.


I cacciatori organizzati si prendono lo stesso le radio, poi se le fanno programmare con toni per non farsi sentire da fuori del gruppo, lasciando l'8 con il setting RRM.

Sapendo bene che se sono radio O.M. vengono penalizzati da eventuale controllore, come pmr omologato c'è la scappatoia magari, ma non la do al 100%.

Quindi è più libero un uso come cittadini scarpinanti che come cacciatori in ruolo di fatto.

IO stesso programmo radio per cacciatori autorizzati in squadre dalla provincia, non avendo loro capacità pratica, si vede come tengono le radio, ogni anno devo metterle in candeggina e strizzarle dentro e fuori.

A proposito, i loro capi, ogni anno alle programmazioni mi dicono che tutte le volte che hanno avuto bisogno su questo 8 RRM non trovano mai nessuno.
Tirano fuori i cellulari.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 12 Agosto 2016, 14:27:00
Ho letto bene?? Per i cacciatori é vietato l uso di radio e cellulari?? E se capita una disgrazia come fanno a chiamare i soccorsi???
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 12 Agosto 2016, 15:36:35
Tam tam e segnali di fumo, o in alternativa si portano un piccione in tasca... Ma robb de matt!!!...

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 12 Agosto 2016, 15:45:36
E si purtroppo siamo in Italia...mentre in altri paesi c é anche il canale e 161.300 mhz. Poi si meravigliano se qualcuno perde la vita!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 12 Agosto 2016, 15:53:23
Non e proprio così,  è vietato  l'uso  del cellulare per organizzarsi nella caccia

inviato HUAWEI Y560-L01 using rogerKapp.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 12 Agosto 2016, 16:06:54
Cioé come fanno a capire che il cellulare non serva ad organizzarsi per la caccia? Non si può tenere il cellulare in tasca?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ugo da Norcia - 12 Agosto 2016, 16:28:16
Come alcuni di voi sapranno, non amo particolarmente il progetto RRM, spiegato male, a mio modo di vedere, lasciando a troppe persone "ignoranti" l'impressione che sia un "soccorso" e non un banalissimo canale sul quale "magari" trovare qualcuno disposto a darti una mano in caso di necessità.

Però leggendo i post degli ultimi mesi, ritengo, che RRM stia facendo un DOVEROSO sforzo per spiegare e chiarire a tutti ciò. Non posso che complimentarmi con tutti i loro soci. Complimenti!

Essendo uno dei pochi organizzatori/sostenitore del gruppo Monti Lumbard (insieme a Tuscania), credo sia giusto cambiare la monitor del gruppo dal CH 8 PMR al CH5. Toni o non toni sappiamo bene tutti che ci sovramodula, perciò ritengo giusto lasciare il CH il più libero possibile. Del resto vari partecipanti ai nostri raduni sono soci di RRM e lo monitorano costantemente.

Il gruppo Monti Lumbard cambia la monitor da CH 8PMR a 5 PMR

Riporterò l'info ovviamente anche sul post relativo.

Buon lavoro
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 12 Agosto 2016, 16:37:58
E si purtroppo siamo in Italia...mentre in altri paesi c é anche il canale e 161.300 mhz. Poi si meravigliano se qualcuno perde la vita!
Salve, dopo 50 anni che vado in montagna sia in escursionismo che alpinismo chi ci lascia la vita spesso è un incosciente che non ha valutato le condizioni proprie e della montagna la radio non centra nulla.
posso dirti che affrontare la montagna con buon senso non è pericolosa , il pericolo lo trovi quando rincasi in autostrada.
Sono andato parecchi anni senza radio e altri con il bibanda nello zaino ma dipende tutto da come si affronta una gita non ne ho mai avuto bisogno se non per avvertire il resto della comitiva che avevano sbagliato strada.
Se la gente non si compra un paio di scarponi decenti vuoi che si compri la radio che non sa neanche usare ma li vedi che giocano con il cellulare senza guardare dove mettono i piedi.
73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 12 Agosto 2016, 17:09:46
Frequento la montagna amo le passeggiate, ma non mi espongo ai pericoli perché soffro un pò di vertigini. in alcuni punti non mi vergogno a dirlo  ho camminato anche a quattro zampe! Certo in montagna bisogna usare la testa e fare attenzione dove e come si mettono i piedi. La prevenzione non c entra nulla con il fatto di possedere una radio o il cellulare , ma sapendo che si ha a portata di mano in mezzo di comunicazione in caso di necessitá ci rende più tranquilli.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 12 Agosto 2016, 19:59:03
Come alcuni di voi sapranno, non amo particolarmente il progetto RRM, spiegato male, a mio modo di vedere, lasciando a troppe persone "ignoranti" l'impressione che sia un "soccorso" e non un banalissimo canale sul quale "magari" trovare qualcuno disposto a darti una mano in caso di necessità.

Però leggendo i post degli ultimi mesi, ritengo, che RRM stia facendo un DOVEROSO sforzo per spiegare e chiarire a tutti ciò. Non posso che complimentarmi con tutti i loro soci. Complimenti!

Essendo uno dei pochi organizzatori/sostenitore del gruppo Monti Lumbard (insieme a Tuscania), credo sia giusto cambiare la monitor del gruppo dal CH 8 PMR al CH5. Toni o non toni sappiamo bene tutti che ci sovramodula, perciò ritengo giusto lasciare il CH il più libero possibile. Del resto vari partecipanti ai nostri raduni sono soci di RRM e lo monitorano costantemente.

Il gruppo Monti Lumbard cambia la monitor da CH 8PMR a 5 PMR

Riporterò l'info ovviamente anche sul post relativo.

Buon lavoro

Bel Fair-Play Ugo, anche io ,come avrai letto, ho perplessità ma sti' ragazzi ci mettono l'anima e cercano di migliorare il tutto di giorno in giorno quindi giusta la tua decisione. Applauso meritato :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Rigel - 12 Agosto 2016, 20:51:27
Ciao. Scusate ma mi sono perso......51 pagine di messaggi sono un po' tantini...... ho un pmr, ho pagato la tassa e la settimana prossima sono in Trentino per qualche giorno: in estrema sintesi, se me lo porto appresso e lo lascio acceso sul 8-16 ha senso oppure no???? Scusate ma sono sia poco politico che poco teorico.....

inviato SM-G900F using rogerKapp.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Rigel - 12 Agosto 2016, 20:54:16
Ripeto: non voglio sminuire l'importanza delle discussioni, voglio solo capire se ciò che sto per fare ha un senso

inviato SM-G900F using rogerKapp.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 12 Agosto 2016, 21:14:12
Ciao. Scusate ma mi sono perso......51 pagine di messaggi sono un po' tantini...... ho un pmr, ho pagato la tassa e la settimana prossima sono in Trentino per qualche giorno: in estrema sintesi, se me lo porto appresso e lo lascio acceso sul 8-16 ha senso oppure no???? Scusate ma sono sia poco politico che poco teorico.....
inviato SM-G900F using rogerKapp.
Portatelo e tienilo acceso, magari prova a fare qualche chiamata. Come è stato detto più volte, non c'è nessuna certezza che tu riesca a collegare un altro membro di RRM... ma tentare non nuoce, al massimo hai portato un po' di peso in più. :)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 17 Agosto 2016, 18:50:15
Come alcuni di voi sapranno, non amo particolarmente il progetto RRM, spiegato male, a mio modo di vedere, lasciando a troppe persone "ignoranti" l'impressione che sia un "soccorso" e non un banalissimo canale sul quale "magari" trovare qualcuno disposto a darti una mano in caso di necessità.

Però leggendo i post degli ultimi mesi, ritengo, che RRM stia facendo un DOVEROSO sforzo per spiegare e chiarire a tutti ciò. Non posso che complimentarmi con tutti i loro soci. Complimenti!

Essendo uno dei pochi organizzatori/sostenitore del gruppo Monti Lumbard (insieme a Tuscania), credo sia giusto cambiare la monitor del gruppo dal CH 8 PMR al CH5. Toni o non toni sappiamo bene tutti che ci sovramodula, perciò ritengo giusto lasciare il CH il più libero possibile. Del resto vari partecipanti ai nostri raduni sono soci di RRM e lo monitorano costantemente.

Il gruppo Monti Lumbard cambia la monitor da CH 8PMR a 5 PMR

Riporterò l'info ovviamente anche sul post relativo.

Buon lavoro

Grazie mille per la professionalità e il fair play Ugo da Norcia,
gesto inaspettato ma assolutamente apprezzato da parte mia e di tutto il Team di progetto!

A buon rendere  :birra:

PS: resta ovviamente apprezzato l'eventuale ascolto dell'8-16 da parte di chiunque; in caso di ricezione di una richiesta di soccorso, rigirate la chiamata al 118 richiedendo espressamente l'intervento del Soccorso Alpino (in quanto l'infortunato si trova in una zona montana o impervia). Appena il CNSAS si mette in contatto con voi, fategli presente che la richiesta è stata ricevuta via radio sul CANALE 8-16 della RRM (loro sanno già cosa è, e quindi non saranno ditubanti sulla vostra chiamata). Se conosciuti, conviene chiamare direttamente il numero diretto del Servizio Regionale/della Stazione di zona (prelevabili dai siti ufficiali dei vari Servizi Regionali del CNSAS: risparmierete minuti prezioni, che si perdono tra i vari passaggi di chimate da centrale a centrale.

Se necessario, fate da ponte tra disperso/ferito e soccorritori, fin quando essi lo ritangono necessario.

Se può esservi utile, date un'occhio a QUESTO MODULO (http://www.reteradiomontana.it/modulo-registrazione-collegamenti-radio-attivita-monitoraggio-postazione-fissa---44)... E' abbastanza simile ai "log di stazione". Appuntate tutti i "riporti di posizione" e le eventuali informazioni comunicate dall'escursionista, anche se non interagite in frequenza con l'utente. Nel caso in cui vi troverete a chiamare il Soccorso Alpino, fornitegli lo "storico" delle posizioni riportate via radio: cio' restringerà il campo di ricerca, ovvero velocizzerà l'operazione di ricerca e soccorso (quando il disperso/ferito non ha avuto modo di comunicare la propria esatta posizione).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 17 Agosto 2016, 21:11:21
Ciao. Scusate ma mi sono perso......51 pagine di messaggi sono un po' tantini...... ho un pmr, ho pagato la tassa e la settimana prossima sono in Trentino per qualche giorno: in estrema sintesi, se me lo porto appresso e lo lascio acceso sul 8-16 ha senso oppure no???? Scusate ma sono sia poco politico che poco teorico.....

In questi giorni sto effettuando monitoraggio dalla mia postazione fissa, per quanto possibile. Per avere maggiore disponibilità di ricezione, ho collegato il mio veicolare Motorola. E' chiaro che vado "oltre" le possibilità di un normale utente e di quanto previsto dal regolamento della rete, ma preferisco poter ascoltare il più lontano possibile. Se andiamo a vedere come si è svolto il salvataggio sul monte Lema, nel 2008, tutti i radioamatori intervenuti hanno operato con le proprie apparecchiature sui 446 MHz. Ed è per questo che continuo ad evidenziare la necessità di una porzione di frequenza dedicata, con apparecchiature dedicate.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Matte - 17 Agosto 2016, 21:33:08
Io sono in ferie in Sardegna fino al 22 sono in ascolto sul canale 8-16 PMR... Fino ad oggi non ho sentito nessuno... Dove abito in Toscana però è tutta un'altra cosa!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 17 Agosto 2016, 21:44:03
In questi giorni sto effettuando monitoraggio dalla mia postazione fissa, per quanto possibile. Per avere maggiore disponibilità di ricezione, ho collegato il mio veicolare Motorola. E' chiaro che vado "oltre" le possibilità di un normale utente e di quanto previsto dal regolamento della rete, ma preferisco poter ascoltare il più lontano possibile. Se andiamo a vedere come si è svolto il salvataggio sul monte Lema, nel 2008, tutti i radioamatori intervenuti hanno operato con le proprie apparecchiature sui 446 MHz. Ed è per questo che continuo ad evidenziare la necessità di una porzione di frequenza dedicata, con apparecchiature dedicate.

In Trentino-Alto Adige facciamo fatica a partire, ma anche li qualcosa comincia a muoversi. Per ora, principalmente, le persone che lo frequentano (con al seguito la radio) sono tutte persone di altre regioni!

Per la frequenza dedicata... C'è ancora molto da fare. Ovvio, è necessaria sicuramente.

Io sono in ferie in Sardegna fino al 22 sono in ascolto sul canale 8-16 PMR... Fino ad oggi non ho sentito nessuno... Dove abito in Toscana però è tutta un'altra cosa!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 17 Agosto 2016, 21:44:42
Il monte lema é vicino all abitazione dei miei genitori. Ho letto anche io di quel salvataggio penso che oltre alla fortuna di avere con se il pmr 446 si ha anche la possibilità di avere la zona completamente aperta verso Lugano e verso tutto il lago maggiore.. Praticamente sarebbe il luogo ideale per qualsiasi radioamatore per fare attività sota.. Purtroppo essendo una zona sul confine italo svizzero i cellulari fanno quel che possono quindi é molto utile portarsi dietro una radio.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 17 Agosto 2016, 22:23:04
Nella Regione Friuli-Venezia Giulia la prima organizzazione di soccorso montano che coopera con la Rete Radio Montana è la Sezione Provinciale di Trieste dell'Associazione Nazionale 'Vigili del Fuoco Volontari', le quali squadre si occupano di attività AIB, di calamità naturali e di ricerca e recupero dispersi. In caso di ricerca di un disperso nelle zone carsiche di tutta la Provincia di Trieste fino al confine con la Slovenia, effettueranno chiamate sul CANALE 8-16 sperando che il malcapitato sia in ascolto radio, ai fini di velocizzare i tempi di intervento.

Articolo completo: www.reteradiomontana.it/associazione-nazionale-vigili-fuoco-volontari-sezione-provinciale-trieste---48 (http://www.reteradiomontana.it/associazione-nazionale-vigili-fuoco-volontari-sezione-provinciale-trieste---48)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 17 Agosto 2016, 22:26:35
La maggior parte degli escursionisti ha tutto e di più ma non si porta dietro le pmr 446 perché vengono ritenuti oggetti obsoleti nell era dei cellulari e di internet.. In una discussione , sapendo che sono appassionato di radio, mi hanno domandato se si usa ancora al giorno d oggi la radio io ho risposto che esistono ancora i radioamatori e che in caso di calamitá quando le linee telefoniche sono bloccate la radio é l unico modo per permettere le comunicazioni. Siamo noi i veri appossionati di radio e sensibili a questo progetto, mentre altre persone preferiscono alla radio le Salomon all ultima moda.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 18 Agosto 2016, 07:51:48
La maggior parte degli escursionisti ha tutto e di più ma non si porta dietro le pmr 446 perché vengono ritenuti oggetti obsoleti nell era dei cellulari e di internet.. In una discussione , sapendo che sono appassionato di radio, mi hanno domandato se si usa ancora al giorno d oggi la radio io ho risposto che esistono ancora i radioamatori e che in caso di calamitá quando le linee telefoniche sono bloccate la radio é l unico modo per permettere le comunicazioni. Siamo noi i veri appossionati di radio e sensibili a questo progetto, mentre altre persone preferiscono alla radio le Salomon all ultima moda.

Punti di vista, tieni conto che le PMR le vedono anche nei supermercati, quindi ritenuti giocattoli dalla popolazione,  che poi da una visione tecnica questo sono, difatti ritenuti radiogiocattoli nella normativa del Ministero.
Senza caratteristiche costruttive su sicurezza e norme a usi professionali di salvaguardia.

Ho suggerito dei palmari della 27, su altro 3D, datosi che un utente si è accorto della limitatezza del PMR, ponendo domanda sulle radio della 27.

Poi rispondendo, con poca tecnica, confermandogli del motivo del perché si usano i ripetitori nelle UHF, mi sono chiesto;
perché la RRM non usa radio in 27 mhz...dove la tipologia di banda la pone meno soggetta a limitazioni orografiche/assorbitive ?

Mi sono risposto da solo, il PMR si trova ovunque, anche nel negozio del cinese sotto casa, meno impegnativo e nel taschino ci stà , uno sulla 27, costa di più e prende più spazio.

La tua spiegazione è corretta, in poche parole hai catalizzato chi è il radio operatore oggi nel XXI secolo, suggerisco alle prox spiegazioni, di specificare però che esistono varie tipologie di radio, tecnicamente diverse e con rendimenti diversi, magari pensano che con il Brondi da 30 euro parlano con il Jap o lo Yankee, senza supporti ripetitivi e artifizi tecnici.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 18 Agosto 2016, 08:12:10
Punti di vista, tieni conto che le PMR le vedono anche nei supermercati, quindi ritenuti giocattoli dalla popolazione,  che poi da una visione tecnica questo sono, difatti ritenuti radiogiocattoli nella normativa del Ministero.
Senza caratteristiche costruttive su sicurezza e norme a usi professionali di salvaguardia.

Ho suggerito dei palmari della 27, su altro 3D, datosi che un utente si è accorto della limitatezza del PMR, ponendo domanda sulle radio della 27.

Poi rispondendo, con poca tecnica, confermandogli del motivo del perché si usano i ripetitori nelle UHF, mi sono chiesto;
perché la RRM non usa radio in 27 mhz...dove la tipologia di banda la pone meno soggetta a limitazioni orografiche/assorbitive ?

Mi sono risposto da solo, il PMR si trova ovunque, anche nel negozio del cinese sotto casa, meno impegnativo e nel taschino ci stà , uno sulla 27, costa di più e prende più spazio.

La tua spiegazione è corretta, in poche parole hai catalizzato chi è il radio operatore oggi nel XXI secolo, suggerisco alle prox spiegazioni, di specificare però che esistono varie tipologie di radio, tecnicamente diverse e con rendimenti diversi, magari pensano che con il Brondi da 30 euro parlano con il Jap o lo Yankee, senza supporti ripetitivi e artifizi tecnici.

Io aggiungo che eccezion fatta per la resistenza a spruzzi, immersione, acqua, polvere...i PMR per legge sono tutti con 8 canali e potenza max. 500mw, antennino di serie. Quindi non credo che fra il brondi e l'equivalente più "professionale" ci siano grandi differenze in RX/TX.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 18 Agosto 2016, 08:41:05
Si infatti i brondini vengono utilizzati dai bambini nell alpeggio dove mi trovo per giocare all agente segreto. É questa la percezione che ha la gente del pmr 446 e non lo ritiene affatto un supporto alla sicurezza in montagna. Nel 1989 nell era dei cb possedevo un portatile cb Alan 80 A pesante e ingombrante come un mattone con la sua antennina di serie non riuscivo a comunicare a più di 500 metri con la mia stazione base composta da un Lafayette Springfield e antenna boomerang sul balcone. Secondo me i cb portatili non sono una soluzione a rrm. Vedrei meglio una porzione di frequenza attorno ai 160 mhz magari anche con l ausilio di ripetitori. Ricetrasmettitori di concezione simile ai vhf marini.Una cosa che mi viene in mente, ma non so se fattibile, sarebbe un navigatore gps da passeggio con all interno anche la funzione di chiamata sui 160 mhz.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 18 Agosto 2016, 08:59:53
Si infatti i brondini vengono utilizzati dai bambini nell alpeggio dove mi trovo per giocare all agente segreto. É questa la percezione che ha la gente del pmr 446 e non lo ritiene affatto un supporto alla sicurezza in montagna. Nel 1989 nell era dei cb possedevo un portatile cb Alan 80 A pesante e ingombrante come un mattone con la sua antennina di serie non riuscivo a comunicare a più di 500 metri con la mia stazione base composta da un Lafayette Springfield e antenna boomerang sul balcone. Secondo me i cb portatili non sono una soluzione a rrm. Vedrei meglio una porzione di frequenza attorno ai 160 mhz magari anche con l ausilio di ripetitori. Ricetrasmettitori di concezione simile ai vhf marini.Una cosa che mi viene in mente, ma non so se fattibile, sarebbe un navigatore gps da passeggio con all interno anche la funzione di chiamata sui 160 mhz.

Condivido il tuo dire...ma penso che cominciano ad odiarmi....è li' sopra di me un CB Intek portatile. 5W forse 120 canali..mai ascoltato nessuno. Come dici tu la soluzione sarebbe un canale sulle VHF e magari con una serie di ripetitori stile nautica. A certe cose non arrivo.....se sono in montagna sono in mezzo al nulla....devo avere un GPS senno' anche se chiamo RRM o chi cavolo di altri come mi localizzano in pochi minuti? "Si sono caduto, dove sei?, Boh sul Mottarone...trovami" .....e se ho il GPS sono ad un livello di conoscenza tecnologica tale che di sicuro non mi porto un PMR....scusatemi ma non ci arrivo....anche se fossi in un burrone e qualcuno mi rispondesse su ch8-16 come mi trova? Potrei dire valli bergamasche...Monte Rosa...ma senza una locazione specifica muoio prima che mi trovino radio a parte.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 18 Agosto 2016, 09:09:00
Concordo.. A volte risulta difficile comunicare la propria posizione sia con il cellulare che con il pmr 446. La mia idea era quella di avere un gps quindi a localizzazione satellitare unito alla funzione di radiocomunicazione sui 160 o 460 mhz. Ma chissá se la garmin o tom Tom riuscirá a convincere la legislazione.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 18 Agosto 2016, 09:31:13
Concordo.. A volte risulta difficile comunicare la propria posizione sia con il cellulare che con il pmr 446. La mia idea era quella di avere un gps quindi a localizzazione satellitare unito alla funzione di radiocomunicazione sui 160 o 460 mhz. Ma chissá se la garmin o tom Tom riuscirá a convincere la legislazione.

Fortunatamente anche se il segnale cellulare non prende il GPS dello smartphone prende. GPS+GLONASS per i telefoni moderni. Avere sempre la App. giusta. Una volta mi son perso nel deserto delle Canarie....non prendeva il tel. ma il gps si...dopo ore trovai un locale col trattore ... non so' come riusci' a chiamare soccorsi e detti le mie coordinate GPS ma prima che arrivarono i soccorsi mi aiutarono i locali rimorchiando la macchina legata ad un trattore...ed avevo il bibanda dietro...nulla. Nella vita non c'entra bi o PMR e' questione di Cu@@@
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 18 Agosto 2016, 09:43:36
In mezzo al deserto la vedo difficile con qualsiasi mezzo a meno che non si abbia dietro una radio hf e canna da pesca...o telefono satellitare. Ma in montagna con un pò di organizzazione si riescono a coprire le zone d ombra a meno che non ci si trovi in una grotta o in un canalone.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 18 Agosto 2016, 09:50:39
Più salite di frequenza più servono i ripetitori, una delle basi che si studiano per gli esami da O.M.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 18 Agosto 2016, 09:51:27
In mezzo al deserto la vedo difficile con qualsiasi mezzo a meno che non si abbia dietro una radio hf e canna da pesca...o telefono satellitare. Ma in montagna con un pò di organizzazione si riescono a coprire le zone d ombra a meno che non ci si trovi in una grotta o in un canalone.

Lo so' era per dire..non c'erano neanche ripetitori! Riuscii solo a comunicare con la mia ragazza lasciata in macchina mentre cercando soccorsi un pitbull mi stava per sbranare in una casa rurale...ahahaha ma sono vivo :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 18 Agosto 2016, 09:54:32
Chiaro PNY...le basi, ma in quell'occasione solo VHF bassa per comunicazioni in diretta con la 25 in macchina...si che se ero col PMR forse mi ascoltava solo il pitbull che mi ha aggredito :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 18 Agosto 2016, 10:02:31
Se tutti i rifugi e vette principali fossero dotati di ripetitori aumenterebbe l efficienza. Che ne sono i ripetitori potrebbero essere sponsorizzati dalle aziende produttrici al fine di diffondere le vendite di questi apparati.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 18 Agosto 2016, 11:37:53
Se tutti i rifugi e vette principali fossero dotati di ripetitori aumenterebbe l efficienza. Che ne sono i ripetitori potrebbero essere sponsorizzati dalle aziende produttrici al fine di diffondere le vendite di questi apparati.

Non è previsto dal Piano Ripartizione Frequenze.

Siamo sempre lì, la tipologia di apparati il PMR, non come tipo di frequenza ma come strumento in se stesso, NO E' PARAGONATO  al professionale o semi ad uso amatoriale.

E' UN GIOCATTOLO.
E giocattolo rimane, quasi al pari degli LPD telecomandi...siamo sempre lì, considerare una cosa che non è a quello che si vorrebbe che sia.

Quindi lo Stato non darà mai ponti ufficiali e altre possibilità, MAI.
Escluso cose abusive.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 18 Agosto 2016, 11:40:10
Per quanto riguarda la Toscana, le zone più attive sono le Alpi Apuane e parte dell'Appennino tra Emilia Romagna e Toscana.

Possibile........in effetti qua dalle mie parti...quindi prendendo come riferimento la catena montuosa dell'appenino centro Toscana....non si sente mai nessuno di affiliati a RRM....a meno che tutti stiano sul ch 8/16 in totale silenzio.....

Così per prova, pur non facendo parte di RRM, sto tenendo acceso in questi giorni il mio pmr446 sulla frequenza di riferimento....ogni tanto si sente parlare qualcuno (a tratti), ma non credo siano escursionisti :-\ :rool:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 18 Agosto 2016, 11:48:29
[/quot
Fortunatamente anche se il segnale cellulare non prende il GPS dello smartphone prende. GPS+GLONASS per i telefoni moderni

Beh, mica sempre....se il malcapitato si dovesse trovare in zone con molta vegetazione....ho forti dubbi che il GPS funzioni.....

Sarà considerata roba "antiquata", ma a tutt'oggi reputo a prova di tutto o quasi a fini di sapere dove ci troviamo....i seguenti mezzi da far lavorare insieme:

1)Mappe cartografiche tipo IGM
2)Bussola e righello
3)Altimetro da usarsi come si deve e da ricalibrare prima di ogni uscita

Purtroppo, la gente "comune"....non è in grado di fare queste cose, escludendo penso pochi casi isolati.... :rool:

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Alinghi - 18 Agosto 2016, 12:42:36
Basta pure annotarsi semplicemente l'orario di partenza, e seguire i sentieri.
Se a grandi linee un sentiero viene dato per 4 ore di cammino, a grandi linee dopo 2 ore sarai circa a metà sentiero, quindi la zona di ricerca dovrà essere quella.
Un escursionista dovrebbe sempre sapere a grandi linee dove si trova.

Per il discorso sicurezza, esistono sistemi di localizzazione gps, con annesso servizio per la richiesta di soccorso, esempio https://www.findmespot.eu/it/index.php?cid=102
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 18 Agosto 2016, 13:05:22
A bene non sapevo di questo oggetto utilissimo..pensavo di aver scoperto l acqua calda in realtá qualcuno ci aveva già pensato..
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 100grammi - 18 Agosto 2016, 13:14:06
Non é al livello dell'oggetto riportato sopra però......(http://uploads.tapatalk-cdn.com/20160818/f8f1d9560a6fa3e9be83537b37f2413c.jpg)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: nihola - 18 Agosto 2016, 19:53:03
Se domani Venerdi 19/08/2016 volete fare delle prove di collegamento ho lasciato quest' attività.

INDIA 19  •  Escursionismo  •  in ascolto radio sul CANALE 8-16
Dalle ore 10.30 del 19/08/2016 alle ore 16.30 del 19/08/2016 sono in attività in zona MONTE CIMONE nei pressi di FIUMALBO (MO) nella regione Emilia-Romagna.
INFORMAZIONI AGGIUNTIVE
ESCURSIONE MONTE CIMONE 2.165 M S.L.M. ORA PREVISTA DI ARRIVO IN QUOTA ORE 12.00 IN MONITORAGGIO RADIO PMR CH 8 (446.09375) TONO CTCSS 16 E CH 7 (446.08125) TONO DTCS D606I.

Saluti

Nik
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 18 Agosto 2016, 20:39:54
Se domani Venerdi 19/08/2016 volete fare delle prove di collegamento ho lasciato quest' attività.

INDIA 19  •  Escursionismo  •  in ascolto radio sul CANALE 8-16
Dalle ore 10.30 del 19/08/2016 alle ore 16.30 del 19/08/2016 sono in attività in zona MONTE CIMONE nei pressi di FIUMALBO (MO) nella regione Emilia-Romagna.
INFORMAZIONI AGGIUNTIVE
ESCURSIONE MONTE CIMONE 2.165 M S.L.M. ORA PREVISTA DI ARRIVO IN QUOTA ORE 12.00 IN MONITORAGGIO RADIO PMR CH 8 (446.09375) TONO CTCSS 16 E CH 7 (446.08125) TONO DTCS D606I.

Saluti
Ci posso provare, dalla mia postazione fissa collego bene Hotel63 a Vidiciatico e oggi l'ho collegato mentre era in escursionismo su Monte Pizzo.

Magari prova a chiamare pure lui dato che è in attività tutto domani.
ciao

Nik
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 18 Agosto 2016, 20:46:51
Non é al livello dell'oggetto riportato sopra però......(http://uploads.tapatalk-cdn.com/20160818/f8f1d9560a6fa3e9be83537b37f2413c.jpg)

...a parte cho oramai solo 112...se poi NON hai copertura col Tuo operatore che fai?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 18 Agosto 2016, 21:01:01
Salve, non vorrei essere cattivo ma penso che almeno il 50 % degli intervenuti sia gente che non ha niente a che fare con la montagna se non per qualche passeggiata di centinaio di metri.

73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 18 Agosto 2016, 21:06:30
Salve, non vorrei essere cattivo ma penso che almeno il 50 % degli intervenuti sia gente che non ha niente a che fare con la montagna se non per qualche passeggiata di centinaio di metri.

73 de ik1npe

Quoto...applauso...!!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 100grammi - 18 Agosto 2016, 21:08:02
Io di sicuro
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 18 Agosto 2016, 22:32:59
Il discorso è "caldo" da come vedo. Non mi piace forse l'ultimo commento. Si non vado in montagna da decenni ma qualcosa di radio ne capisco  e di orografia del territorio/propagazione/etc. Cerco sempre di dare la mia opinione considerando le cose a 360 gradi...cosa che in molti, ahimè non fanno. Le app per la sicurezza esistono ma se a quel punto posso usare una rete mobile il problema di info/soccorso non si pone uso lo smartphone e che me frega della radio su qualsiasi banda/frequenza/rete? Ok punto due PNY ha il "vizio" come me di essere diretto ma sono strasicuro che non snobba l'iniziativa ne tantomeno io. Si vuole fare vedere le cose per come stanno considerando, potenza, mancanza di ripetitori, territorio (quindi orografia dello stesso) e quanto altro.
Pero' quando si cerca di informare e chiarificare ai meno esperti i limiti delle cose si viene scambiati per quelli che vanno contro corrente o sparano a zero su tutti e tutto anche su bei progetti.

Quando il collega dice che i PMR sono giocattoli lo SONO senza se e senza ma. Vi scagliate contro ma poi leggo di persone che provano ad usare RRM (e non parlo di emergenze) e scaricano la batteria senza sentire/parlare con nessuno.

Le microcar (per intenderci quelle da 50cc) anche se hanno 4 ruote non sono macchine per viaggiare idem i quad...idem per i PMR. Sono nati e concepiti per comunicazioni a breve distanza con gommino originale, max 500mw, senza pappagalli e/o ripetitori. Questa e' la loro definizione d'uso e l'uso che se ne dovrebbe fare e con queste caratteristiche tecniche a meno che non sei in linea d'aria diretta o su un pizzo di montagna arrivi ad un paio di km. Se già sei in una valle a meno che un'altro non sia nella stessa valle senza ausili non arrivi DA NESSUNA PARTE!

Questa e' radiotecnica spicciola. Le UHF sono poco penetranti...ma che sto' a dire? Se in molti ne sanno poco o zero di cosa sia una RADIO inutile che se ne continua a parlare. Inutile che continuo a scrivere da mesi quando ancora chi và in monopattino pensa di correre in ferrari.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 100grammi - 18 Agosto 2016, 23:07:53
Non essendo ne nato ne cresciuto in montagna non do pareri.
Ho voluto far conoscere un app,a mio avviso utile,che ho installato e spero di non dover mai usare.

Per il mio lavoro in caso di necessità potrebbe salvarmi la vita o a qualcun'altro
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 18 Agosto 2016, 23:26:41
Non essendo ne nato ne cresciuto in montagna non do pareri.
Ho voluto far conoscere un app,a mio avviso utile,che ho installato e spero di non dover mai usare.

Per il mio lavoro in caso di necessità potrebbe salvarmi la vita o a qualcun'altro

Ti segnalo anche l'app "Where Are You" ti mette in contatto con i servizi di emergenza e manda le coordinate....puoi anche usare il modo silente e loro ti trovano...ce l'ho..fortunatamente mai usata ma me l'ha consigliata una mia amica che lavora al 118.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 100grammi - 18 Agosto 2016, 23:28:47
Ti segnalo anche l'app "Where Are You" ti mette in contatto con i servizi di emergenza e manda le coordinate....puoi anche usare il modo silente e loro ti trovano...ce l'ho..fortunatamente mai usata ma me l'ha consigliata una mia amica che lavora al 118.
Grazie pieschy.

Spero di non doverla mai usare
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 18 Agosto 2016, 23:30:47
Grazie pieschy.

Spero di non doverla mai usare

cross fingers (incrociamo le dita) ma averla ..non costa nulla
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: 100grammi - 18 Agosto 2016, 23:35:03
cross fingers (incrociamo le dita) ma averla ..non costa nulla
Registrazione effettuata
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 18 Agosto 2016, 23:37:38
Registrazione effettuata

Spero non ci servirà mai ma averla non costa nulla :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 19 Agosto 2016, 09:14:29
È un po' OT, ma mi permetto di segnalarvi questo mio post, scritto un po' di tempo addietro, sull'unico dispositivo che, a parer mio, garantisce la VERA sicurezza in montagna: http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=60472.0

Ovviamente per il frequentatore occasionale della montagna ha poco senso, visto il costo sia del dispositivo che dell'abbonamento necessario per il traffico via satellite, ma se si parla di sicurezza (oltre alla conoscenza della montagna, all'informazione ecc ecc)... questo è l'unico di cui parlare.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 19 Agosto 2016, 09:26:10
È un po' OT, ma mi permetto di segnalarvi questo mio post, scritto un po' di tempo addietro, sull'unico dispositivo che, a parer mio, garantisce la VERA sicurezza in montagna: http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=60472.0

Ovviamente per il frequentatore occasionale della montagna ha poco senso, visto il costo sia del dispositivo che dell'abbonamento necessario per il traffico via satellite, ma se si parla di sicurezza (oltre alla conoscenza della montagna, all'informazione ecc ecc)... questo è l'unico di cui parlare.

Applauso meritato stavolta Giovy. I dispositivi satellitari sono gli unici che possono garantire una sicurezza perche' all'aperto se vedi il cielo qualche satellite lo becchi sempre. Questa e' la situazione definitiva. Ovviamente, come dici te, dipende dalla frequenza ed il tipo di montagna che "si fà". Se vai 2 volte l'anno a farti la passeggiata non ha senso spendere quei soldi e ben vengano PMR/RRM/VHF/UHF/Cellulari...ma se la cosa si fà a livello "serio" e frequentemente, visto che alpinisti o utenti abituali sanno che si và sempre in gruppo, valutare (dividendo il costo) di avere un dispositivo satellitare penso sia la soluzione che garantisce la maggiore copertura. Poi (anche se siamo OT) la sicurezza maggiore è seguire sentieri e percorsi adatti alla propria esperienza ed essere sempre in gruppo...perche' se sono da solo cado e perdo i sensi neanche il satellitare mi salva :-(
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 19 Agosto 2016, 13:17:34
Se domani Venerdi 19/08/2016 volete fare delle prove di collegamento ho lasciato quest' attività.

INDIA 19  •  Escursionismo  •  in ascolto radio sul CANALE 8-16
Dalle ore 10.30 del 19/08/2016 alle ore 16.30 del 19/08/2016 sono in attività in zona MONTE CIMONE nei pressi di FIUMALBO (MO) nella regione Emilia-Romagna.
INFORMAZIONI AGGIUNTIVE
ESCURSIONE MONTE CIMONE 2.165 M S.L.M. ORA PREVISTA DI ARRIVO IN QUOTA ORE 12.00 IN MONITORAGGIO RADIO PMR CH 8 (446.09375) TONO CTCSS 16 E CH 7 (446.08125) TONO DTCS D606I.

Saluti

Ciao india 19, ti ho ascoltato esattamente alle ore 13,13 mentre facevi chiamata. Purtroppo non ricevevi il mio segnale.ero troppo lontano e non alla tua quota.
vedi mappa  io ero a Grizzana morandi.
ciao


Nik
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 19 Agosto 2016, 13:22:45
Se domani Venerdi 19/08/2016 volete fare delle prove di collegamento ho lasciato quest' attività.

INDIA 19  •  Escursionismo  •  in ascolto radio sul CANALE 8-16
Dalle ore 10.30 del 19/08/2016 alle ore 16.30 del 19/08/2016 sono in attività in zona MONTE CIMONE nei pressi di FIUMALBO (MO) nella regione Emilia-Romagna.
INFORMAZIONI AGGIUNTIVE
ESCURSIONE MONTE CIMONE 2.165 M S.L.M. ORA PREVISTA DI ARRIVO IN QUOTA ORE 12.00 IN MONITORAGGIO RADIO PMR CH 8 (446.09375) TONO CTCSS 16 E CH 7 (446.08125) TONO DTCS D606I.

Saluti

Nik

OK alle 13,20 abbiamo effettuato il collegamento. Un saluto da Hotel 85
 :up: :up: :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 19 Agosto 2016, 14:40:45
OK alle 13,20 abbiamo effettuato il collegamento. Un saluto da Hotel 85
 :up: :up: :up:
Ricordatevi di riportare (e confermare) il collegamento in Reramonet. ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 19 Agosto 2016, 14:41:54
Ricordatevi di riportare (e confermare) il collegamento in Reramonet. ;-)
Già fatto
 :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Agosto 2016, 15:32:41
A parità di potenza, c'è assolutamente differenza tra un Brondino da 20 Euro, tra un semiprofessionale o tra un professionale PMR-446 (tralasciando il fatto della meccanica e dell'impermeabilità). L'elettronica migliore aumenta senza dubbio la sensibilità (in ricezione) dell'apparato, e anche l'antenna più lunga migliora le prestazioni (sia in trasmissione che in ricezione).

Ho fatto svariate prove in questi anni tra Brondini e Intek MT-5050, e tra Midland G9 Plus e Intek MT-5050, tra Wouxung KG-703E e Midland G9 Plus.

Già l'MT-5050 non riceveva un segnale, quando invece il G9 Plus riceveva - nella stessa posizione - segnale, anche abbastanza comprensibile. Questo per dire che un Brondino (omologato, 20-30 Euro) sicuramente è una ciofeca. Ma già con un G9 Plus (omologato, 60-70 Euro) le prestazioni aumentano in maniera sostanziosa. Se poi si sale sopra i 100-150 Euro ancora meglio.

Anche il Wouxung NON riceveva un segnale (nonostante il livello di squelch impostato a 2), mentre il G9 Plus nello stesso punto riceveva........

Con quei 0,5 W si riescono a fare grandi cose. Anche se la distanza fosse solo di 2-3 Km in linea di massima bastano raggiungere gli scopi del Progetto. Ma se ne coprono molti di più di Km!

Non sono giocattoli, e come abbiamo dimostrato recentemente (o anche quest'inverno), questi "giocattoli" possono spesso fare la differenza. Ripeto, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleoligico, istituzione a cui per legge è affidato il soccorso in ambiente montano o impervio, perderebbe tempo con noi se questo progetto fosse attuato con dei giocattoli? Forse delle persone qualificatissime hanno anche testato sul campo il tutto prima di aderire ufficialmente?

Ovvio, un Brondino è assolutamente un giocattolo, un bel TK-3501E assolutamente no. A parità di elettronica e costruzione un Baofeng o un Wouxun è ben peggiore di un Kenwood PMR-446...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Agosto 2016, 15:43:47
Abbiamo aggiunto una nuova pagina nel sito ufficiale che mostra, anche ai non iscritti che quindi non hanno accesso a RERAMONET, tutte le zone in cui nella giornata odierna ci sarà un utente della RRM sintonizzato sul CANALE 8-16, sia se praticheranno attività outdoor, sia se praticheranno attività di monitoraggio radio da postazione fissa. E' quindi una pagina statistica per capire la situazione nell'intera giornata:

--> www.reteradiomontana.it/situazione-oggi (http://www.reteradiomontana.it/situazione-oggi)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 20 Agosto 2016, 15:54:45
Abbiamo aggiunto una nuova pagina nel sito ufficiale che mostra, anche ai non iscritti che quindi non hanno accesso a RERAMONET, tutte le zone in cui nella giornata odierna ci sarà un utente della RRM sintonizzato sul CANALE 8-16, sia se praticheranno attività outdoor, sia se praticheranno attività di monitoraggio radio da postazione fissa. E' quindi una pagina statistica per capire la situazione nell'intera giornata:

--> www.reteradiomontana.it/situazione-oggi (http://www.reteradiomontana.it/situazione-oggi)

Bene, interessante.....purtroppo come pensavo...qua sui "miei monti" non c'è nessuno.....ma terrò d'occhio la pagina, giusto per curiosità per capire se ci sarà qualcuno di RRM e perchè no...scambiarci "due" parole in pmr446  ;-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 20 Agosto 2016, 21:39:55
Grazie a questo Topic sono venuto a conoscenza dell'iniziativa che trovo particolarmente interessante e, navigando anche per il sito, ben strutturata.
Da scarpinatore non abituale ed appassionato di radio ho sempre trovato insolita la mancanza di un “supporto” dedicato equivalente a quello nautico.
Anche alla luce del fatto che disponiamo di catene montuose tra le più belle al mondo che diventano meta di numerosi frequentatori (qualcuno anche un po' sprovveduto).
Molto interessante l'apertura verso l'uso del canale anche per lo scambio di informazioni di tipo "tecnico"; tale circostanza aiuta senz'altro ad evitare pericoli imminenti.

Certamente bisogna anche accettare quel compromesso che la relazione orografia/TxFrequeny/TxPower comporta...

Per concludere ieri pomeriggio ho provato a sintonizzarmi sul canale ed all'interno della mia abitazione sono riuscito a ricevere frammenti di comunicazioni da India 19, maggiormente intellegibile all'esterno. (Intek MT2000)

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 21 Agosto 2016, 17:25:20
Salve, non vorrei essere cattivo ma penso che almeno il 50 % degli intervenuti sia gente che non ha niente a che fare con la montagna se non per qualche passeggiata di centinaio di metri.

73 de ik1npe
Ciao ik1npe, grazie per il collegamento di oggi sulla RRM... allora "qualcuno c'è, in montagna", e non solo sul forum. ;-)
Dopo aver inserito il collegamento in Reramonet ho visto che eri tu e quindi... un saluto anche qui, collegamento che vale doppio, sia RRM che amico RogerK. :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 21 Agosto 2016, 21:25:13
OOOk Grazie , la salita è stata bella fino ad un certo punto poi c'era da arrampicare e senza segni di vernice o ometti per segnare il percorso.
Fra qualche giorno pubblicherò la gita all' indirizzo qui sotto.
Alle prossime quando farò anche io il percorso che hai fatto oggi.
 73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 23 Agosto 2016, 18:36:18
Nella Regione Liguria il Gruppo Intercomunale di Protezione Civile AIB del Comune di Toirano (SV) entra a far parte della Rete Radio Montana. In caso di ricerca di un disperso nei territori di Toirano, Boissano, Loano e Bardineto, effettueranno chiamate sul CANALE 8-16 sperando che il malcapitato sia in ascolto radio, ai fini di velocizzare i tempi di intervento.

In caso di ricerca di dispersi, vengono attivati dalla Prefettura tramite il Coordinamento Provinciale di Protezione Civile di Savona, a supporto delle squadre del Soccorso Alpino o dei Vigili del Fuoco.

Articolo completo: www.reteradiomontana.it/gruppo-intercomunale-protezione-civile-aib-toirano-boissano-loano---49 (http://www.reteradiomontana.it/gruppo-intercomunale-protezione-civile-aib-toirano-boissano-loano---49)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: DeltaArizona - 23 Agosto 2016, 19:46:53
Salve a tutti!

Era da un po' che non prendevo in mano la radio, ho deciso di rispolverarla.
Se a qualcuno interessa ogni giorno nel primo pomeriggio sono in costante ascolto sul ch 8-16.
Zona Lecco (Sirtori) per gli intenditori, con portata ottica con le maggiori valli limitrofe.

73! DeltaArizona



inviato iPhone using rogerKapp.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 23 Agosto 2016, 20:59:41
Oggi ho avuto modo di collegare due utenti della rete Montana, attivi a circa una quindicina di km dalla mia postazione (in altitudine superiore a 1500 metri). Ho riportato i collegamenti sul gestionale, in attesa delle rispettive conferme.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: holy - 26 Agosto 2016, 08:47:56
Ciao cari, come prima cosa ammetto la mia ignoranza..

Cammino spesso ( in fuoristrada ndr) in zone montane più o meno sperdute, la maggior parte delle volta in gruppo. Siamo dotati di cb per comunicare tra noi. Ma per le emergenze serve 'a poco'  il canale 9 non è minimamente monitorato etc. Etc.

Si può collegare un pmr veicolare all antenna del cb? Potete consigliarmene uno? ( mi sono letto un po' di thread su frequenze più o meno legali, c'è il rischio che mi trovi ad ascoltare le forze dell ordine :3?)

Grazie
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: scaniar560 - 26 Agosto 2016, 10:17:36
Ciao cari, come prima cosa ammetto la mia ignoranza..

Cammino spesso ( in fuoristrada ndr) in zone montane più o meno sperdute, la maggior parte delle volta in gruppo. Siamo dotati di cb per comunicare tra noi. Ma per le emergenze serve 'a poco'  il canale 9 non è minimamente monitorato etc. Etc.

Si può collegare un pmr veicolare all antenna del cb? Potete consigliarmene uno? ( mi sono letto un po' di thread su frequenze più o meno legali, c'è il rischio che mi trovi ad ascoltare le forze dell ordine :3?)

Grazie
Ovviamente no, il pmr  non deve avere l'antenna rimovibile dal corpo della radio.
Inoltre pmr e cb lavorano su due frequenze e quindi lunghezze d'onda completamente diverse, quindi l'antenna tarata per una non va bene per l'altra.
Ricorda che i pmr sono dei giocattoli, quando sei in mezzo ad un bosco o in una vallata stretta fanno pochissima strada (un paio di km se sei fortunato)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: vagabondo - 26 Agosto 2016, 18:46:24
Come alternativa al CB puoi prenderti un buon PMR da tenere in auto e da usare in caso di emergenza fuori dall'auto ( dentro e' ovviamente abbastanza schermato). Poi ho visto recentemente qui sul forum un PMR Midland collegato,se non sbaglio in modo fisso, ad un'antennina magnetica esterna. Si discuteva se fosse al limite della legalita'.comunque,ripeto, per uso in emergerza non ti serve tenerlo sempre acceso in auto, lo accendi al bisogno in una posizione piu' alta e aperta possibile.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 27 Agosto 2016, 15:27:06
Midland GB1 >> Apparato PMR-446 veicolare/da base, con antenna esterna, omologato. Il cavo è lungo, se ricordo bene, circa 3 metri.

Comunque stiamo puntando ad incrementare il numero di utenti presenti in una zona ristretta. In vallate strette e zone boschive in alcune zone si riesce senza dubbio ad "interagire" con altri utenti della RRM.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 16:11:30
Midland GB1 >> Apparato PMR-446 veicolare/da base, con antenna esterna, omologato. Il cavo è lungo, se ricordo bene, circa 3 metri.

Comunque stiamo puntando ad incrementare il numero di utenti presenti in una zona ristretta. In vallate strette e zone boschive in alcune zone si riesce senza dubbio ad "interagire" con altri utenti della RRM.
Se ne è già discusso sul GB 81 , in Italia non è omologato , almeno fino giugno non lo era, seguendo e leggendo le note del PNRF non vengono menzionati apparati  veicolari

inviato HUAWEI Y560-L01 using rogerKapp.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 16:28:26
Concordo per quanto ne so' io a meno che non abbiano cambiato le leggi i PMR in Italia sono esclusivamente portatili, 0.5W con antennino (gommino) di serie. Tutto il resto non lo e'!

RRM a parte (non ce l'ho con loro) continuo a dissentire di coloro che non volendosi sbattere per un'esamino pretendono di modificare/usare i PMR per destinazioni d'uso per le quali non sono stati conepiti. Oppure fate i PIRATI ma almeno senza ipocrisia.

Scusate lo sfogo ma ne leggo ormai troppi di questi post. Pappagalli, antenne modificate, mod varie...ma almeno tirate fuori le PLL e ammettete di andare fuori legge, compratevi un bibanda e fine del discorso inutile fare gli ipocriti.

L'ignoranza e' il male del mondo. Rubare una mela a livello giuridico e' come rubare un'auto. STOP non si discute. Modificare un PMR o usare illegalmente un bibanda e' lo stesso.

Non giudico  e non me ne frega nulla ma non fate passare messaggi ingannevoli per coloro che magari poi ci credono in buona fede ne tantomeno nascondersi dietro il dito di un progetto di pubblica utilità. Ammettete che siete pirati oppure per lo meno la decenza di farlo senza farsi pubblicità sui forum.

Santo non sono ne ora ne mai...ma almeno io avevo la decenza di stare zitto.

P.S: le leggi sono leggi non vanno interpretate vanno rispettate o meno a proprio rischio e pericolo.

Meglio che mi fermo....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 27 Agosto 2016, 18:37:13
Pieschy,
- elencami i messaggi ingannevoli che facciamo passare
- dimmi chi pretende di modificare cosa
- dimmi perchè siamo pirati

Resto in attesa di risposte (non svagheggiamenti come è solito fare qui) a questi tre punti!

Come già detto, sto dalla parte della legalità assoluta, e già ho esposto giorni/settimane fa le motivazioni.

Voi fate passare i "patentati" come dei santi... Ma moltissimi radioamatori sono pirati, anche tra i forumisti di RogerK.

Però a rompere le balle sono sempre e solo i RADIOAMATORI nei confronti dei NON RADIOAMATORI. Mai che un RADIOAMATORE rompa le balle sulla legalità ad altri RADIOAMATORI.

Non faccio di tutta l'erba un fascio... E allo stesso modo non puoi tu fare di tutta l'erba un fascio (parlando di chi usa i PMR-446).

Qui si parla strettamente di Rete Radio Montana, CANALE 8-16 e degli usi che se ne fanno sul territorio nazionale.

Apri una discussione su questa stessa board e intitola "La RRM è illegale e composta da pirati", e lì continua a ripetere le stesse cose che ripeti da giorni, vedendo e mettendo in mostra solo quello che vuoi far passare tu (e pochi altri)!

Personalmente non uso il GB1, non uso "cinesini bibanda"... Ma uso un Midland G10 omologato. Che ci crediate o no così è. Poi se volete continuare a fare polemiche su polemiche sventolando sta benedetta patente fate pure... Ma su un altra discussione... State andando completamente OT ogni volta.

Altre iniziative (evidentemente illegali) presenti qui su RogerK non le attaccate per nulla (tu stesso le hai eloggiate)... Vedi http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=60513.0 (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=60513.0) ... Iniziative che hanno smesso (chissà perchè) di divulgare qui su RogerK... Io invece continuo a divulgare alla luce del sole tutti gli aggiornamenti, perchè appunto non abbiamo nulla da nascondere!

Liberissimi di rompere le balle, ma - ripeto - aprite una discussione dedicata (senza ovviamente inventare storie).

Per quanto riguarda il GB1 scriverò al Ministero Competente tramite PEC, così avremo una risposta affidabile.


Chi nasce orgoglioso, non cambierà (o arrotonderà) mai il proprio pensiero, neanche di fronte a prove certe!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 18:44:44
copiato dal l'ultimo PNRF ITALIA  non europeo

NOTA 101C
 Le bande di frequenze 446-446,1 MHz e 446,1-446,2 MHz sono anche attribuite al servizio mobile terrestre e
rispettivamente designate, in accordo con le decisioni CEPT ERC/DEC/(98)25 e CEPT ECC/DEC/(05)12, per
essere impiegate ad uso collettivo da apparati portatili con antenna incorporata, denominati rispettivamente
“PMR 446” e “PMR 446 Digitale” per comunicazioni vocali a breve distanza. La larghezza di banda del canale è
di 12,5 kHz, (nel caso PMR 446-D è anche permessa la larghezza di 6,25 kHz) e la massima potenza equivalente
irradiata è di 500 mW


intanto mi sono letto anche un po più sopra nelle note, riguardo alla banda lpd, lo so non centra niente in questa disussione, ma ho scoperto che c'è molta disinformazione anche in tale banda
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 18:50:32
che sia chiaro che apprezzo molto la vostra iniziativa, ogni tanto tempo e lavoro permettendo vado anch'io su per i monti.
Siluc hai ragione a dire che chi fa parte della RRM debba usare solo ed esclusivamente apparati omologati, ma non puoi essere sicuro al 100% che tutti gli utenti RRM siano in regola e praticamente non puoi assicurartene.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 18:58:29
Pieschy,
- elencami i messaggi ingannevoli che facciamo passare
- dimmi chi pretende di modificare cosa
- dimmi perchè siamo pirati

Resto in attesa di risposte (non svagheggiamenti come è solito fare qui) a questi tre punti!

Come già detto, sto dalla parte della legalità assoluta, e già ho esposto giorni/settimane fa le motivazioni.

Voi fate passare i "patentati" come dei santi... Ma moltissimi radioamatori sono pirati, anche tra i forumisti di RogerK.

Però a rompere le balle sono sempre e solo i RADIOAMATORI nei confronti dei NON RADIOAMATORI. Mai che un RADIOAMATORE rompa le balle sulla legalità ad altri RADIOAMATORI.

Non faccio di tutta l'erba un fascio... E allo stesso modo non puoi tu fare di tutta l'erba un fascio (parlando di chi usa i PMR-446).

Qui si parla strettamente di Rete Radio Montana, CANALE 8-16 e degli usi che se ne fanno sul territorio nazionale.

Apri una discussione su questa stessa board e intitola "La RRM è illegale e composta da pirati", e lì continua a ripetere le stesse cose che ripeti da giorni, vedendo e mettendo in mostra solo quello che vuoi far passare tu (e pochi altri)!

Personalmente non uso il GB1, non uso "cinesini bibanda"... Ma uso un Midland G10 omologato. Che ci crediate o no così è. Poi se volete continuare a fare polemiche su polemiche sventolando sta benedetta patente fate pure... Ma su un altra discussione... State andando completamente OT ogni volta.

Altre iniziative (evidentemente illegali) presenti qui su RogerK non le attaccate per nulla (tu stesso le hai eloggiate)... Vedi http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=60513.0 (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=60513.0) ... Iniziative che hanno smesso (chissà perchè) di divulgare qui su RogerK... Io invece continuo a divulgare alla luce del sole tutti gli aggiornamenti, perchè appunto non abbiamo nulla da nascondere!

Liberissimi di rompere le balle, ma - ripeto - aprite una discussione dedicata (senza ovviamente inventare storie).

Per quanto riguarda il GB1 scriverò al Ministero Competente tramite PEC, così avremo una risposta affidabile.


Chi nasce orgoglioso, non cambierà (o arrotonderà) mai il proprio pensiero, neanche di fronte a prove certe!

Come spesso hai interpretato male il mio dire. Per primo non c'era alcun riferimento alla RRM (rileggi per favore) secondo ricordavo cosa sono i PMR e come andrebbero usati secondo il regolamento. Non  c'e' stato alcun attacco ne personale ne alla RRM (anzi anche nel messaggio precedente l'ho elogiata). Ho anche scritto che non sono santo e che il pirata l'ho fatto anche io...il mio non era neanche un'invito alla legalità (ognuno fà quel che vuole) ma non mi sembra che un PMR veicolare con antenna a base magnetica sia omologato o legale. Se poi mi sbaglio amen mi strappo la patente da solo. Ho solo detto che alcune persone secondo me fraintendono il band plan ed il modo di utilizzare le radio secondo i regolamenti. Se avessi letto meglio il mio post non c'era alcun riferimento ne a persone ne alla RRM (che anzi ho elogiato). Io cerco di spiegare le cose...ho anche scritto che santo non sono. Vado fuori banda, ho utilizzato apparati OM senza patente, etc. Non mi sembra ne che me ne vanti ne che me ne vergogni ne tantomeno che mi lamento di chi fà lo stesso pero' almeno non sono ipocrita. L'emotività è una brutta bestia. Rileggi il mio post ...tranne che positivi nessun riferimento a RRM. Ma siccome in precedenza ho detto la mia ora qualsiasi cosa scriva sembra un'attacco personale. Non e' cosi'. Cerco nel mio piccolo di dare un contributo, evidentemente il tutto viene frainteso.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 19:04:59
copiato dal l'ultimo PNRF ITALIA  non europeo

NOTA 101C
 Le bande di frequenze 446-446,1 MHz e 446,1-446,2 MHz sono anche attribuite al servizio mobile terrestre e
rispettivamente designate, in accordo con le decisioni CEPT ERC/DEC/(98)25 e CEPT ECC/DEC/(05)12, per
essere impiegate ad uso collettivo da apparati portatili con antenna incorporata, denominati rispettivamente
“PMR 446” e “PMR 446 Digitale” per comunicazioni vocali a breve distanza. La larghezza di banda del canale è
di 12,5 kHz, (nel caso PMR 446-D è anche permessa la larghezza di 6,25 kHz) e la massima potenza equivalente
irradiata è di 500 mW


intanto mi sono letto anche un po più sopra nelle note, riguardo alla banda lpd, lo so non centra niente in questa disussione, ma ho scoperto che c'è molta disinformazione anche in tale banda

Ti sei meritato l'applauso! E non c'è più sordo di chi non vuol sentire. Uno cerca di spiegare e viene quasi insultato.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 27 Agosto 2016, 19:05:16
che sia chiaro che apprezzo molto la vostra iniziativa, ogni tanto tempo e lavoro permettendo vado anch'io su per i monti.
Siluc hai ragione a dire che chi fa parte della RRM debba usare solo ed esclusivamente apparati omologati, ma non puoi essere sicuro al 100% che tutti gli utenti RRM siano in regola e praticamente non puoi assicurartene.

Ovvio. Ma sono affari loro, o meglio, in caso di controlli da parte delle autorità competenti si beccano la loro multa e l'eventuale sequestro dell'apparato.

Di certo non interrompo lo sviluppo di questo progetto perchè qualcuno non rispetta le regole.

Chiudiamo le strade così chi gira senza assicurazione o chi gira ubriaco non possono far danni?
Stacchiamo internet a tutti, così se in mezzo a questi "tutti" ci fosse qualche pedofilo non può scambiarsele?

Il compito del Team di progetto si ferma all'informare gli utenti delle normative vigenti (lo facciamo in più di qualche pagina, compreso nella procedura di iscrizione/richiesta assegnazione ID).

Non posso essere sicuro al 100% che tutti gli utenti della RRM siano in regola... E quindi che dovrei fare secondo voi?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 27 Agosto 2016, 19:15:13
Come spesso hai interpretato male il mio dire. Per primo non c'era alcun riferimento alla RRM (rileggi per favore) secondo ricordavo cosa sono i PMR e come andrebbero usati secondo il regolamento. Non  c'e' stato alcun attacco ne personale ne alla RRM (anzi anche nel messaggio precedente l'ho elogiata). Ho anche scritto che non sono santo e che il pirata l'ho fatto anche io...il mio non era neanche un'invito alla legalità (ognuno fà quel che vuole) ma non mi sembra che un PMR veicolare con antenna a base magnetica sia omologato o legale. Se poi mi sbaglio amen mi strappo la patente da solo. Ho solo detto che alcune persone secondo me fraintendono il band plan ed il modo di utilizzare le radio secondo i regolamenti. Se avessi letto meglio il mio post non c'era alcun riferimento ne a persone ne alla RRM (che anzi ho elogiato). Io cerco di spiegare le cose...ho anche scritto che santo non sono. Vado fuori banda, ho utilizzato apparati OM senza patente, etc. Non mi sembra ne che me ne vanti ne che me ne vergogni ne tantomeno che mi lamento di chi fà lo stesso pero' almeno non sono ipocrita. L'emotività è una brutta bestia. Rileggi il mio post ...tranne che positivi nessun riferimento a RRM. Ma siccome in precedenza ho detto la mia ora qualsiasi cosa scriva sembra un'attacco personale. Non e' cosi'. Cerco nel mio piccolo di dare un contributo, evidentemente il tutto viene frainteso.

Qui si parla strettamente di Rete Radio Montana... Quindi mettere in mezzo la parola "pirati", "parrot" e quant'altro significa andare Off-Topic. Non si faceva riferimento alla RRM? Bene, allora non facciamo riferimento a cose estranee alla RRM.

Qui non si parla di PMRisti in generale, ma parliamo di persone che usano la RRM durante attività alpinistiche, escursionisti, ricerca funghi, etc.!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 19:15:18
@Siluc veramente mi scadi e purtroppo fai scadere un progetto che apprezzo chi e' che ha scritto "Midland GB1 >> Apparato PMR-446 veicolare/da base, con antenna esterna, omologato. Il cavo è lungo, se ricordo bene, circa 3 metri." Ti si e' solo fatto notare che non e' omologato! I Romani direbbero "de coccio". Ti diamo informazioni tu fai quel che vuoi ma per favore non metterti dalla parte della ragione perche' uno non ci sei due essendo "responsabile" del progetto butti brutti lustri su tutto il progetto. Ricordo qualche post tuo dove facevi il cavaliere dicendo che RRM invita alla legalità e tu sei il primo ad essere illegale col tuo PMR Veicolare con antenna esterna. Quindi o mi zittisci dicendomi quale cavolo di legge ti permette di andare in veicolare o ti scusi publicamente per aver scritto un sacco di scemenze. Non si puo' inneggiare alla legalità se si comincia a non esserlo. Non so' se mi spiego.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 19:15:26
Ti sei meritato l'applauso! E non c'è più sordo di chi non vuol sentire. Uno cerca di spiegare e viene quasi insultato.

grazie per l'applauso, non sono quà per insegnare a nessuno , anzi ho molto da imparare.
invece mi piace molto leggere ed approfondire le leggi e norme che riguardano noi CBers , OM, PMRisti, e cercare di stare il più possibile nella legalità.
con questo post finisco i miei interventi se non riguardado RRM
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 27 Agosto 2016, 19:17:36
Scusate se sono un po’ ot
Ecco la mia storia radiantistica: a parte l’attività di swl di broadcast in onde corte che ho fatto fine anni 70 anni 80  con la mitica  Zenith 7001; tutto è iniziato nell’inverno di 10 anni fa, mentre ero in seggiovia per caso al mio fianco si è seduta una persona con un pmr, mi sono incuriosito, gli ho fatto un po’ di domande e la settimana dopo presi 2 oregon tp 329 (la miccia si era accesa…) , dopo poco tempo sono arrivati 2 midland  g7 ai quali poi cambiai le antenne, poi visto che l’appetito vien mangiando, è presto arrivato un puxing 777 uhf, subito seguito dal fratello in vhf (all’epoca i bibanda cinesi non erano ancora molto diffusi), poi alla fine visto che avevo bisogno di dosi giornaliere di radio sempre piu’ elevate ho fatto il grande passo e ho preso la patente, ora mi diverto specialmente con le hf non disdegnando di fare 4 chiacchere sui rpt e inoltre l’inverno qualche volta mi porto al seguito i vecchi oregon tp329 che hanno innescato tutto, quindi devo ringraziare questi “giocattoli” come li definisce qualcuno , perche’ senza di loro non avrei conosciuto questo mondo affascinante.

p.s. per quanto riguarda rrm (come ho gia’ detto altre volte) plaudo all’iniziativa , ma nelle mie uscite settimanali invernali a 1800 M ogni stagione mi capita di fare al massimo 1 o 2 contatti  sul ch 8/16, e di chiamate ne faccio parecchie come qualcuno qui del forum puo’ testimoniare….
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 19:20:22
Scusate se sono un po’ ot
Ecco la mia storia radiantistica: a parte l’attività di swl di broadcast in onde corte che ho fatto fine anni 70 anni 80  con la mitica  Zenith 7001; tutto è iniziato nell’inverno di 10 anni fa, mentre ero in seggiovia per caso al mio fianco si è seduta una persona con un pmr, mi sono incuriosito, gli ho fatto un po’ di domande e la settimana dopo presi 2 oregon tp 329 (la miccia si era accesa…) , dopo poco tempo sono arrivati 2 midland  g7 ai quali poi cambiai le antenne, poi visto che l’appetito vien mangiando, è presto arrivato un puxing 777 uhf, subito seguito dal fratello in vhf (all’epoca i bibanda cinesi non erano ancora molto diffusi), poi alla fine visto che avevo bisogno di dosi giornaliere di radio sempre piu’ elevate ho fatto il grande passo e ho preso la patente, ora mi diverto specialmente con le hf non disdegnando di fare 4 chiacchere sui rpt e inoltre l’inverno qualche volta mi porto al seguito i vecchi oregon tp329 che hanno innescato tutto, quindi devo ringraziare questi “giocattoli” come li definisce qualcuno , perche’ senza di loro non avrei conosciuto questo mondo affascinante.

p.s. per quanto riguarda rrm (come ho gia’ detto altre volte) plaudo all’iniziativa , ma nelle mie uscite settimanali invernali a 1800 M ogni stagione mi capita di fare al massimo 1 o 2 contatti  sul ch 8/16, e di chiamate ne faccio parecchie come qualcuno qui del forum puo’ testimoniare….

Lake amico, lo chiedo a te che sei più sgamato di me. E' legale un veicolare PMR con antenna a base magnetica? Son curioso.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 27 Agosto 2016, 19:22:12
copiato dal l'ultimo PNRF ITALIA  non europeo

NOTA 101C
 Le bande di frequenze 446-446,1 MHz e 446,1-446,2 MHz sono anche attribuite al servizio mobile terrestre e
rispettivamente designate, in accordo con le decisioni CEPT ERC/DEC/(98)25 e CEPT ECC/DEC/(05)12, per
essere impiegate ad uso collettivo da apparati portatili con antenna incorporata, denominati rispettivamente
“PMR 446” e “PMR 446 Digitale” per comunicazioni vocali a breve distanza. La larghezza di banda del canale è
di 12,5 kHz, (nel caso PMR 446-D è anche permessa la larghezza di 6,25 kHz) e la massima potenza equivalente
irradiata è di 500 mW


intanto mi sono letto anche un po più sopra nelle note, riguardo alla banda lpd, lo so non centra niente in questa disussione, ma ho scoperto che c'è molta disinformazione anche in tale banda

Attenzione, perché allora sorge la necessità di specificare il concetto di incorporata.
L'apparato oggetto degli ultimi post è dotato di antenna magnetica "inamovibile". (la descrizione del prodotto specifica il termine "integrata").
Resta pertanto valido il discorso di antenna meccanicamente ed elettricamente vincolata con il corpo della radio e quindi non sostituibile.
Queste caratteristiche ne consentirebbero la futura omologazione.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 27 Agosto 2016, 19:26:40
@Siluc veramente mi scadi e purtroppo fai scadere un progetto che apprezzo chi e' che ha scritto "Midland GB1 >> Apparato PMR-446 veicolare/da base, con antenna esterna, omologato. Il cavo è lungo, se ricordo bene, circa 3 metri." Ti si e' solo fatto notare che non e' omologato! I Romani direbbero "de coccio". Ti diamo informazioni tu fai quel che vuoi ma per favore non metterti dalla parte della ragione perche' uno non ci sei due essendo "responsabile" del progetto butti brutti lustri su tutto il progetto. Ricordo qualche post tuo dove facevi il cavaliere dicendo che RRM invita alla legalità e tu sei il primo ad essere illegale col tuo PMR Veicolare con antenna esterna. Quindi o mi zittisci dicendomi quale cavolo di legge ti permette di andare in veicolare o ti scusi publicamente per aver scritto un sacco di scemenze. Non si puo' inneggiare alla legalità se si comincia a non esserlo. Non so' se mi spiego.

1) non ho (e mai ho avuto) il GB1, quindi eviterei di dire "col tuo PMR veicolare sei illegale".

2) Si, l'ho scritto io... A fronte di vari negozianti che lo vendono come tale. Comunque sia tra interpretazioni, cavoli e mazzi, ognuno spesso arriva alle sue conclusioni. Io per non sbagliarè scriverò tramite PEC al Ministero competente... Carta canterà!
Per adesso rimango in stand-by, poi appena il Ministero mi dara informazioni, sarà mia cura scusarmi (o meno).

3) tempo fa si parlava di parrot qui su RogerK... Se non sbaglio c'era una lettera del Ministero che diceva che erano legali (a patto dei 0.5 W, antenna fissa, etc.)... E tu dici che sono illegali...

4) perchè non attacchi i gestori di alcuni parrot presenti qui nel forum, nelle quali discussioni si fanno vedere anche fotografie con varie antenne direttive... in LPD... e sono anche OM? Polemizzi solo qua...

5) Sto più che apposto con la coscienza!
Titolo: u
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 19:26:59
Attenzione, perché allora sorge la necessità di specificare il concetto di incorporata.
L'apparato oggetto degli ultimi post è dotato di antenna magnetica "inamovibile". (la descrizione del prodotto specifica il termine "integrata").
Resta pertanto valido il discorso di antenna meccanicamente ed elettricamente vincolata con il corpo della radio e quindi non sostituibile.
Queste caratteristiche ne consentirebbero la futura omologazione.

Inamovibile in Italiano significa che non si puo' rimuovere. Quindi vorrei vedere l'antenna estarna saldata al connettore del portatile con 3 metri di cavo e dovrebbe sempre funzionare cosi' in fisso/mobile/portatile ...qualcuno ci crede?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 19:29:48
Attenzione, perché allora sorge la necessità di specificare il concetto di incorporata.
L'apparato oggetto degli ultimi post è dotato di antenna magnetica "inamovibile". (la descrizione del prodotto specifica il termine "integrata").
Resta pertanto valido il discorso di antenna meccanicamente ed elettricamente vincolata con il corpo della radio e quindi non sostituibile.
Queste caratteristiche ne consentirebbero la futura omologazione.
scusate ma non posso non rispondere
Zampro79  , il gb 81 è omologato a livello europeo come veicolare con antenna magnetica scorporata dallo stesso tramite uno spezzone di cavo coassiale.
Il PNRF dice APPARATI PORTATILI CON ANTENNA AMOVIBILE,     ti sembrano la stessa cosa?????
fin quando non comparirà la dicitura apparati veicolari in fianco ad apparati portatili nella nota 101C del PNRF il GB 81 non può essere usato in ITALIA
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 27 Agosto 2016, 19:30:33
1) non ho (e mai ho avuto) il GB1, quindi eviterei di dire "col tuo PMR veicolare sei illegale".

2) Si, l'ho scritto io... A fronte di vari negozianti che lo vendono come tale. Comunque sia tra interpretazioni, cavoli e mazzi, ognuno spesso arriva alle sue conclusioni. Io per non sbagliarè scriverò tramite PEC al Ministero competente... Carta canterà!
Per adesso rimango in stand-by, poi appena il Ministero mi dara informazioni, sarà mia cura scusarmi (o meno).

3) tempo fa si parlava di parrot qui su RogerK... Se non sbaglio c'era una lettera del Ministero che diceva che erano legali (a patto dei 0.5 W, antenna fissa, etc.)... E tu dici che sono illegali...

4) perchè non attacchi i gestori di alcuni parrot presenti qui nel forum, nelle quali discussioni si fanno vedere anche fotografie con varie antenne direttive... in LPD... e sono anche OM? Polemizzi solo qua...

5) Sto più che apposto con la coscienza!

Riguardo al punto #4: http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=62703.0 (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=62703.0)


Inamovibile in Italiano significa che non si puo' rimuovere. Quindi vorrei vedere l'antenna estarna saldata al connettore del portatile con 3 metri di cavo e dovrebbe sempre funzionare cosi' in fisso/mobile/portatile ...qualcuno ci crede?

Mi hanno fatto vedere questo apparato, ed effettivamente l'antenna è inamovibile dal suo supporto magnetico, e il cavo non è "svitabile" sia dall'antenna che dall'apparato.
Titolo: Re:u
Inserito da: zampro79 - 27 Agosto 2016, 19:31:25
Inamovibile in Italiano significa che non si puo' rimuovere. Quindi vorrei vedere l'antenna estarna saldata al connettore del portatile con 3 metri di cavo e dovrebbe sempre funzionare cosi' in fisso/mobile/portatile ...qualcuno ci crede?

Resta comunque inamovibile e solidale (meccanicamente ed elettricamente) con il resto della radio, non ci sono connettori che lo consentono.
Non sono giri di parole od interpretazioni di comodo delle disposizioni di legge.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 19:32:51
1) non ho (e mai ho avuto) il GB1, quindi eviterei di dire "col tuo PMR veicolare sei illegale".

2) Si, l'ho scritto io... A fronte di vari negozianti che lo vendono come tale. Comunque sia tra interpretazioni, cavoli e mazzi, ognuno spesso arriva alle sue conclusioni. Io per non sbagliarè scriverò tramite PEC al Ministero competente... Carta canterà!
Per adesso rimango in stand-by, poi appena il Ministero mi dara informazioni, sarà mia cura scusarmi (o meno).

3) tempo fa si parlava di parrot qui su RogerK... Se non sbaglio c'era una lettera del Ministero che diceva che erano legali (a patto dei 0.5 W, antenna fissa, etc.)... E tu dici che sono illegali...

4) perchè non attacchi i gestori di alcuni parrot presenti qui nel forum, nelle quali discussioni si fanno vedere anche fotografie con varie antenne direttive... in LPD... e sono anche OM? Polemizzi solo qua...

5) Sto più che apposto con la coscienza!

Siluc lo volevo dire da tempo ora mi levo la pagliuzza dalla scarpa: Studia almeno i regolamenti. Non dico autocostruzione, condensatori, saldatori, dipoli, verticali, decametriche, etc.etc  ma mi sempbri asciutto proprio di regolamenti. Prendilo come un consiglio da amico (non c'e' l'ho con  te) in radio valgono prima le conoscenze di band plan e regole/leggi il resto se lo si vuole fare lo si fà e' come guidare almeno le regole del codice della strada le devi sapere...se poi sei il vecchietto che guida a 20 all'ora e' accettabile..idem per la radio. Io sono diretto non prenderla come offesa, ci mancherebbe, informati prima.
Titolo: Re:u
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 19:33:40
Resta comunque inamovibile e solidale (meccanicamente ed elettricamente) con il resto della radio, non ci sono connettori che lo consentono.
Non sono giri di parole od interpretazioni di comodo delle disposizioni di legge.
scrivo e non vengo letto in tutto quello che scrivo,
si l'antenna non si può togliere , ma rimane sempre un VEICOLARE non un PORTATILE
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 27 Agosto 2016, 19:33:46
scusate ma non posso non rispondere
Zampro79  , il gb 81 è omologato a livello europeo come veicolare con antenna magnetica scorporata dallo stesso tramite uno spezzone di cavo coassiale.
Il PNRF dice APPARATI PORTATILI CON ANTENNA AMOVIBILE,     ti sembrano la stessa cosa?????
fin quando non comparirà la dicitura apparati veicolari in fianco ad apparati portatili nella nota 101C del PNRF il GB 81 non può essere usato in ITALIA

Non voglio fare il rompiballe... ma un veicolare non è un apparato fisso. Al max sei tu che se lo installi a casa gli cambi la destinazione d'uso...
Ma un veicolare è un apparato portatile...
Titolo: Re:u
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 19:35:22
Resta comunque inamovibile e solidale (meccanicamente ed elettricamente) con il resto della radio, non ci sono connettori che lo consentono.
Non sono giri di parole od interpretazioni di comodo delle disposizioni di legge.

Claro sto perdendo un pomeriggio su ste cose cosi' ovvie...non solo c'è ignoranza radio ma anche dei termini italiani. E vabbè Inamovibile hai un significato univico. Lasciamo stare... :-)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 19:36:36
Non voglio fare il rompiballe... ma un veicolare non è un apparato fisso. Al max sei tu che se lo installi a casa gli cambi la destinazione d'uso...
Ma un veicolare è un apparato portatile...
scusami ma non ho parole per risponderti,
non ti conosco , ma ti vorrei vedere con il l'apparato a tracollo , antenna in mano e una bella batteria in tasca o attaccata alla cintura
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 27 Agosto 2016, 19:38:57
Lake amico, lo chiedo a te che sei più sgamato di me. E' legale un veicolare PMR con antenna a base magnetica? Son curioso.
mamma mia quanto scriveteeeee...
ovviamente pietro , non è legale come sanno (quasi) tutti ma di illegalità in ambito radio ne ho fatte anch'io quindi non giudico...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 27 Agosto 2016, 19:41:44
Siluc lo volevo dire da tempo ora mi levo la pagliuzza dalla scarpa: Studia almeno i regolamenti. Non dico autocostruzione, condensatori, saldatori, dipoli, verticali, decametriche, etc.etc  ma mi sempbri asciutto proprio di regolamenti. Prendilo come un consiglio da amico (non c'e' l'ho con  te) in radio valgono prima le conoscenze di band plan e regole/leggi il resto se lo si vuole fare lo si fà e' come guidare almeno le regole del codice della strada le devi sapere...se poi sei il vecchietto che guida a 20 all'ora e' accettabile..idem per la radio. Io sono diretto non prenderla come offesa, ci mancherebbe, informati prima.

Pieschy,
per tirare su questo progetto è più che ovvio che io e i miei collaboratori ci siamo informati e strainformati...

Secondo te vado a rischiarmela? Anche se per una semplice multa? Mmmmh

Adesso forse avrò un po' mancato sul discorso del GB1... Però, come vedi, anche tra radioamatori avete idee (interpretazioni) distinte... Hai ragione tu? Ha ragione zampro79? Do retta a te? Do retta a zampro?

Bhooo... poco mi interessa, per ora non li utilizziamo, quindi...

Così, per curiosità, come già detto scrivero allo Sviluppo Economico e crederò solo ad essi e alla "carta protocollata" che mi invieranno.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 19:44:31
mamma mia quanto scriveteeeee...
ovviamente pietro , non è legale come sanno (quasi) tutti ma di illegalità in ambito radio ne ho fatte anch'io quindi non giudico...

Lake sinceramente me ne frega meno di zero pero' che chi ostenta legalità è il primo a non osservarla direi che e' un po' troppo. Adesso devo credere ad un veicolare con antenna saldata? E come te lo porti in giro base magnetica in testa? Veicolare a tracolla? Batteria non so' come collegata? A me , ripeto, non me ne frega una mazza...ma si erge come moderatore/fondatore , inneggia gli altri ad usare i portatili ed il primo che infrange le regole? Dimmi che usi un baofeng e fine del discorso...ne esci più pulito non credi?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 27 Agosto 2016, 19:45:00
scusami ma non ho parole per risponderti,
non ti conosco , ma ti vorrei vedere con il l'apparato a tracollo , antenna in mano e una bella batteria in tasca o attaccata alla cintura

anche io non ho parole dire che il veicolare in quanto puo' essere trasportato è portatile è une ca...ga..ta pazzescaaa come direbbe fantozzi....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 19:47:34
Pieschy,
per tirare su questo progetto è più che ovvio che io e i miei collaboratori ci siamo informati e strainformati...

Secondo te vado a rischiarmela? Anche se per una semplice multa? Mmmmh

Adesso forse avrò un po' mancato sul discorso del GB1... Però, come vedi, anche tra radioamatori avete idee (interpretazioni) distinte... Hai ragione tu? Ha ragione zampro79? Do retta a te? Do retta a zampro?

Bhooo... poco mi interessa, per ora non li utilizziamo, quindi...

Così, per curiosità, come già detto scrivero allo Sviluppo Economico e crederò solo ad essi e alla "carta protocollata" che mi invieranno.

Siluc ripeto nulla di personale. Chiama il MISE...io credo nella tua buona fede. Ma puoi anche cercare su Internet trovi il tutto. Poi ripeto io non giudico non mi interessa cerco solo di dare info in modo che la gente sappia quello che è il limite poi ognuno (me compreso) lo possiamo oltrapassare ma alemeno con cognizione di causa.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 27 Agosto 2016, 19:52:06
anche io non ho parole dire che il veicolare in quanto puo' essere trasportato è portatile è une ca...ga..ta pazzescaaa come direbbe fantozzi....

Visto che ti arroghi il diritto di giudicare in modo così volgare ciò che scrivo, dimostramelo.
In buona sostanza voglio che mi spieghi la differenza tra una stazione fissa ed una stazione mobile... perché è di questo che stiamo discutendo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 19:53:40
anche io non ho parole dire che il veicolare in quanto puo' essere trasportato è portatile è une ca...ga..ta pazzescaaa come direbbe fantozzi....

Mi hai dato un'idea mi compro un 857/957 lo collega ad una batteria da auto da 12V...mi metto la base magnetica in testa tipo capitan ventosa e diventata portatile...peccato non averci pensato prima :-P
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 27 Agosto 2016, 20:02:46
Mi hai dato un'idea mi compro un 857/957 lo collega ad una batteria da auto da 12V...mi metto la base magnetica in testa tipo capitan ventosa e diventata portatile...peccato non averci pensato prima :-P

La dimostrazione, se vuoi, puoi anche scriverla tu... Abbiamo tempo...
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 27 Agosto 2016, 20:10:57
Visto che ti arroghi il diritto di giudicare in modo così volgare ciò che scrivo, dimostramelo.
In buona sostanza voglio che mi spieghi la differenza tra una stazione fissa ed una stazione mobile... perché è di questo che stiamo discutendo.
ma dai su..., qui stiamo parlando di pmr NON DI ALTRO, allora anche l'icom 7000 è considerato mobile/trasportabile....
(https://s16.postimg.org/yddsan8dt/IC7000.gif) (https://postimg.org/image/yddsan8dt/)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 27 Agosto 2016, 20:20:11
E' regolarmente omologato a norma CE 1999/5/CE.
Quindi anche per l' Italia.
Si può usare, l'antenna è vincolata non scorporabile.

Convenienza:
Alimentazione esterna fissa, quindi la potenza già bassa non decade, l'antennino posizionabile in miglior posizione rispetto al palmarino, che si muove mentre si parla.

Diciamo che in veicolo, o in uno zainetto con batteria al gel leggera, lamina di metallo sullo stesso, posizionando la basetta magnetica...
si può tentare.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 27 Agosto 2016, 20:48:06
Se si Chiama Midland GB1 non risulta sul database nazionale del MISE:
http://apparati.sviluppoeconomico.gov.it/scheda.php

Il che significa che o non e' omologato oppure e' in attesa di omologazione ma ad oggi non lo è.
La fonte e' il DB del MISE non un'invenzione.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 27 Agosto 2016, 20:56:23
(https://s10.postimg.org/9we4ch4m1/Screenshot_2016_08_27_20_52_07.png)

(https://s10.postimg.org/gyc1yo87t/Screenshot_2016_08_27_20_51_53.png)


Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 21:02:07
bene c'è scritto anche USO NON CONSENTITO, piu di così!!!!!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 21:04:45
E' regolarmente omologato a norma CE 1999/5/CE.
Quindi anche per l' Italia.
Si può usare, l'antenna è vincolata non scorporabile.

Convenienza:
Alimentazione esterna fissa, quindi la potenza già bassa non decade, l'antennino posizionabile in miglior posizione rispetto al palmarino, che si muove mentre si parla.

Diciamo che in veicolo, o in uno zainetto con batteria al gel leggera, lamina di metallo sullo stesso, posizionando la basetta magnetica...
si può tentare.
leggi le specifiche
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 27 Agosto 2016, 21:11:10
bene c'è scritto anche USO NON CONSENTITO, piu di così!!!!!

Si, si.. l'ho postata apposta.
Ora è chiaro anche a me.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 21:15:44
finalmente risolto l'arcano, a volte (sempre)  si legge "omologato" o il venditore dice che si può usare e l'utente crede di essere in regola, ma non è così , bisogna sempre approfondire
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 27 Agosto 2016, 21:57:57
finalmente risolto l'arcano, a volte (sempre)  si legge "omologato" o il venditore dice che si può usare e l'utente crede di essere in regola, ma non è così , bisogna sempre approfondire

Grazie per avermi aiutato a fare chiarezza.
Chiedo scusa all'opener del topic per aver anch'io contribuito agli ultimi OT.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 27 Agosto 2016, 21:59:21
Hooo, mo si!

Chiedo scusa per aver consigliato, assolutamente in buonissima fede, il Midland GB1!

Speriamo che presto venga autorizzato anche da noi... Tante volte mi chiedo cosa facciamo a fare parte dell'EU, quando poi abbiamo regolamenti diversi dagli altri Stati EU... Ma così è, e a questo dobbiamo attenerci!

Adesso torniamo in-topic  :birra:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 27 Agosto 2016, 22:09:13
Hooo, mo si!

Chiedo scusa per aver consigliato, assolutamente in buonissima fede, il Midland GB1!

Speriamo che presto venga autorizzato anche da noi... Tante volte mi chiedo cosa facciamo a fare parte dell'EU, quando poi abbiamo regolamenti diversi dagli altri Stati EU... Ma così è, e a questo dobbiamo attenerci!

Adesso torniamo in-topic  :birra:
bella domanda quella della EU,  purtroppo ne facciamo parte solo per dare e non per avere.  Sinceramente spero che cambino qualcosa e si regolarizzano a livello europeo , che sia uguale dappertutto e dare almeno i 5 w anche ai pmr446 ed anche consentire l'uso di veicolari e perchè no anche delle basi
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: zampro79 - 27 Agosto 2016, 22:35:34
bella domanda quella della EU,  purtroppo ne facciamo parte solo per dare e non per avere.  Sinceramente spero che cambino qualcosa e si regolarizzano a livello europeo , che sia uguale dappertutto e dare almeno i 5 w anche ai pmr446 ed anche consentire l'uso di veicolari e perchè no anche delle basi

Scrivo a denti stretti perché qui la gente si inc...za facilmente ed eventuali richieste di chiarimento finiscono nel vuoto... (non mi riferisco a te dattero)
Fortunatamente mi piace ad andare a sviscerare ciò che non mi convince, e che ho trovato può diventare spunto per una nuova discussione, in modo da non reiterare l'ot.
Comunque la CEPT ECC/DEC/(05)12 riporta questo:

(https://s14.postimg.org/o1pzvh101/Screenshot_2016_08_27_22_28_30.png)

Con chiaro riferimento ai palmari  (hand portable, e se vogliamo guardare al capello è un concetto diverso da stazione portatile... ma non è importante, tanto è inutile...)
Pertanto sembra che l'Italia abbia preso tutto alla lettera... No?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: fulmine817 - 27 Agosto 2016, 23:18:46
In Australia usano cb omologati a 470 mhz 5 watt e con l utilizzo di ripetitori...basterebbe che la ue si adeguasse!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: in3eqa - 28 Agosto 2016, 02:11:53
Vista la discussione molto intensa, aggiungo un ulteriore elemento, sempre in merito alla questione di apparati radio per la gamma dei 446 MHz. Hytera sta iniziando a vendere apparati DMR Tier I su questo segmento di gamma dichiarandoli "license free": http://www.dmrtier1.com/it/ (http://www.dmrtier1.com/it/). Al momento questi modelli indicati sul sito di Hytera non compaiono nel database del "mistero" italiano (http://apparati.sviluppoeconomico.gov.it (http://apparati.sviluppoeconomico.gov.it)). Compaiono le relative versioni per uso civile, ovvero programmabili nelle relative gamme di frequenze ad uso civile. Per quanto di mia conoscenza, qualunque apparato "commerciale" prevede una notifica di immissione sul mercato. Comunque se non sarà oggi, sarà fra qualche mese perché ormai le decisioni amministrative sono stabilite dalla CEPT, non più dalle singole amministrazioni nazionali.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 28 Agosto 2016, 07:12:11
Sono contento perche' alla fine anche se con toni un po' accesi (ma gli italiani siamo "calorosi") si sono chiarite le cose sugli apparati. Siluc, non ce l'ho con te, nel col progetto e mi scuso se ieri sera ho scritto un po' da professorino che non sono. A me piace cercare di dare contributi per quel che so' perche' di contro imparo tantissimo leggendo i contributi degli altri. Quindi e' uno scambio di info che (da parte mia) cerco anche di verificare prima (non mi piace scrivere cavolate, ma a volte ne ho scritte).

Vero che siamo un po' OT ma discorso apparati approvati dal MISE è sempre stato un gran casino e spesso, appunto, apparati omologati nella EU non lo sono in Italia. Esempio personale: Il TYT TH-UVF1 è il Polmar DB32 ma il primo (l'originale cinese) non risulta omologato (almeno fino a quando avevo controllato) il secondo che e' semplicemente lo stesso apparato identico sol perchè è importato e ribrandizzato risulta nel DB del MISE. Eppure hanno le stesse identiche specifiche. Cosa c'e' dietro? Lasciamo stare.....

A livello OM non sussiste nessun problema tranna la "paranoia". Un radioamatore si puo' anche autocostruire una radio a patto di rispettare determinate specifiche (non vado nello specifico) quindi che sia o meno nel DB mi interessa molto poco.

Per utenti (CB/PMR) purtroppo non e' cosi' quindi bisognerebbe attenersi al, pur se carente, regolamento e DB citato prima.

Ovviamente, e mi ripeto, non faccio nel il professorino ne lo sceriffo dell'etere e santo non sono ne di nome ne di fatto :-) Anzi per sputt...mi dico pure che ho i canali PMR sugli apparati bibanda anche se mai utilizzati. Illegale si...ma ne sono consapevole.

Il succo del discorso e' non cosa sia legale o illegale ma almeno essere informati senno' si rischia che molti neofiti in buona fede comprano/usano radio in modo errato convinti di essere in regola.

Quindi il succo di questi topics e' questo. Mettere gli amici a conoscenza poi ovviamente ognuno fà come gli pare ma almeno lo fà consapevolmente :-)

Peace&Love,
73,
Pietro.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 28 Agosto 2016, 09:44:34
Ragazzi, siamo nel 3D della RRM.

Meritevole iniziativa, collocata, con in essere apparecchi di limitatissima portata e rendimento, per tutti i discernimenti, acquisti, usi,
atteso che non esiste un corso istruttorio a parteciparvi, libera iscrizione senza istruzione operativa tecnico/legale, fossi io l'amministratore e rappresentante legale, su statuto registrato e depositato presso l' Ufficio Registro, SCRIVEREI come sulle domande di iscrizione;

I soci sono tenuti ad usare e attenersi all'uso di apparati rtx come da omologazione e norme di legge.
Ogni differimento apportato, è a responsabilità diretta dell' iscritto stesso.


Che inutili consigli di tutta mattina domenicale.

Alla luce di 3 atti costitutivi con 3 strutture antincendio e sanità, nell' A.N.P.A.S., all'epoca me le studiavo bene le mutande blindate per il mio fondo schiena.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: -Tuscania- - 28 Agosto 2016, 13:26:44
Alla faccia dell'OT... 8O

Io inviterei gli "Admin" a cancellare tutto ciò NON inerente RRM... ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 28 Agosto 2016, 15:19:14
Alla faccia dell'OT... 8O

Io inviterei gli "Admin" a cancellare tutto ciò NON inerente RRM... ;)
cancellare proprio tutto no, alcuni post li migrerei in un nuovo topic , visto che sono venute fuori informazioni utili per gli utenti
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 28 Agosto 2016, 18:31:12
Una radio PMR come il GB1, rispetto ad un palmare, sarebbe stata più efficiente.

Allora speriamo che venga consentita in futuro.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 28 Agosto 2016, 23:54:36
### Comunicazione inviata tramite RERAMONET a tutti gli utenti effettivi della RRM | 28/08/2016 23:40 ###

Attenzione,
si consiglia vivamente di NON organizzare qualsiasi attività nelle zone dei Monti Sibillini, in quanto, da oggi, si stanno registrando nuove forti scosse aventi epicentro in zona Monte Vettore.

Non mettete in pericolo voi stessi, e conseguentemente non mettete in pericolo la vita dei soccorritori che dovranno intervenire per ricerche e/o soccorsi in quelle zone.

Ulteriori informazioni: www.facebook.com/soccorsoalpinocnsas/posts/689866957842295 (https://www.facebook.com/soccorsoalpinocnsas/posts/689866957842295)

Si invitano tutti gli utenti a prestare attività di monitoraggio radio da postazione fissa sul CANALE 8-16 (http://www.reteradiomontana.it/in-dettaglio) col fine di ricevere eventuali richieste di supporto (o di soccorso) dagli utenti della RRM che saranno in quota. Comunicare regolarmente, ogni 30-60 minuti, la propria presenza sul canale indicando sempre il vostro ID.

Gli utenti in attività outdoor, invece, nel caso in cui individuassero pericoli oggettivi (spaccature del terreno, crepacci, zone soggette alla caduta di sassi, etc. etc.), sono pregati di diramare immediatamente via radio, sul CANALE 8-16, i dettagli dell'evento osservato col fine di mettere in allerta eventuali utenti che potrebbero passare per quella zona. Comunicare tali informazioni anche se apparentemente non c'é nessun altro utente in frequenza.

Ricordate sempre, quando possibile, di pubblicare in RERAMONET (http://www.reteradiomontana.it/reramonet) (sezione Attività → Programma un attività) gli estremi della vostra attività, sia outdoor che di monitoraggio radio da postazione fissa.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: andrea66vi - 14 Settembre 2016, 13:32:57
Ci sono anche io da oggi su RogerK e sono Foxtrot 98 della RRM prov. di Vicenza
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: franzz - 29 Settembre 2016, 10:05:38
Golf Oscar 02 Gorizia


inviato iPhone using rogerKapp.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 30 Settembre 2016, 09:38:15
Golf Oscar 02 Gorizia


inviato iPhone using rogerKapp.
Golf Oscar 02 non è un ID della Rete Radio Montana. :)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: massj - 01 Ottobre 2016, 10:03:39
73  a tutti... non riesco ad avere il mio ID per RRM!
Potete aiutarmi?

inviato GT-I9301I using rogerKapp.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 01 Ottobre 2016, 14:01:08
Salve, abbastanza semplice; clicca qui e poi su richiedi ID
http://www.reteradiomontana.it/come-partecipare
73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: palumbo.bruno - 05 Ottobre 2016, 19:54:31
Lima 185 presente da Roma

inviato SM-G920F using rogerKapp.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 05 Ottobre 2016, 21:12:33
Io, però, una domanda ancora la devo fare.
Per quale motivo non è possibile chiedere un nominativo RERAMONET (ID) se si è appassionati di ricetrasmissioni radio, anziché boscaioli, speleologi, sci-alpinisti, parapendisti e così via? Temete che finiscano i numeri? Se uno è appassionato di ricetrasmissioni ma decide di andare a funghi non può chiedere i soccorsi se viene morso da un serpe? "NO, il poveretto chiamò a lungo prima di accasciarsi al suolo fulminato dal veleno dell'immondo rettile poiché non aveva un nominativo RERAMONET, e nessuno se lo filava!" Leggeremo così sui giornali?
Capisco che non diate il nominativo a chi non se ne fa nulla, ma se io, appassionato di ricetrasmissioni, e non professionista delle foreste, vado a funghi 4 volte all'anno, non posso fare parte del Vs. gruppo?

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pol - 05 Ottobre 2016, 23:05:37
Ciao Carlo, secondo me non hai letto bene, ti dicono di non iscriverti se lo fai solo perchè sei appassionato di radio, ma del resto non te ne potrebbe fregare di meno. Se sei CB o radioamatore e vai in montagna sei il benvenuto.
Forse avrebbero potuto essere più chiari comunque copio e incollo qui l'avviso che compare in fase di iscrizione:

Come già specificato nel sito, il Progetto è dedicato a chi per passione o per professione frequenta le montagne o i boschi italiani, praticando in essi una delle tante attività outdoor. Il Progetto non è assolutamente destinato a chi ha la sola passione per le radiocomunicazioni (radioamatori, operatori CB, etc.). Se ti trovi solamente in questa ultima condizione, dovresti interrompere la compilazione della richiesta perchè non rispetteresti le basi su cui il progetto è nato.

Io stesso conosco diversi OM iscritti a RRM
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 05 Ottobre 2016, 23:10:01
credo che il Carlo ha letto bene, ha capito esattamente che chi ha la sola passione della radio non HA DIRITTO al nominativo RRM.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Matte - 06 Ottobre 2016, 09:23:28
Buongiorno... Io ho un nominativo RRM e devo dire che non vado molto nei boschi o in montagna, però le poche volte che ci vado porto sempre con me la radio e compilo il form sul sito. È vero che chi è solo appassionato di radio e non pratica la montagna va un po' fuori il concetto della RRM, però sul sito c'è anche l'attività "monitoraggio radio da abitazione privata". Questo secondo me è utilissimo!!! Ora perché vietare l'iscrizione ad una persona che non pratica la montagna ma sta serenamente a casa in monitoraggio radio, magari aiutando uno sventurato?
Questo è il mio pensiero ribadendo il fatto che a me il progetto RRM piace moltissimo e sono orgoglioso di farne parte...


inviato iPhone using rogerKapp.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 06 Ottobre 2016, 19:38:34
Io, però, una domanda ancora la devo fare.
Per quale motivo non è possibile chiedere un nominativo RERAMONET (ID) se si è appassionati di ricetrasmissioni radio, anziché boscaioli, speleologi, sci-alpinisti, parapendisti e così via? Temete che finiscano i numeri? Se uno è appassionato di ricetrasmissioni ma decide di andare a funghi non può chiedere i soccorsi se viene morso da un serpe? "NO, il poveretto chiamò a lungo prima di accasciarsi al suolo fulminato dal veleno dell'immondo rettile poiché non aveva un nominativo RERAMONET, e nessuno se lo filava!" Leggeremo così sui giornali?
Capisco che non diate il nominativo a chi non se ne fa nulla, ma se io, appassionato di ricetrasmissioni, e non professionista delle foreste, vado a funghi 4 volte all'anno, non posso fare parte del Vs. gruppo?

Carlo.

credo che il Carlo ha letto bene, ha capito esattamente che chi ha la sola passione della radio non HA DIRITTO al nominativo RRM.

Ma di nuovo? Per favore, tornate indietro in questa stessa discussione, questa domanda ha già avuto risposta da più di una persona (da me, dal Responsabile Nazionale ecc.).

Ad ogni buon conto, se la memoria vi difetta e non avete voglia di tornare indietro, basta leggere la risposta di Pol, che vi riporto per vostra comodità.

Ciao Carlo, secondo me non hai letto bene, ti dicono di non iscriverti se lo fai solo perchè sei appassionato di radio, ma del resto non te ne potrebbe fregare di meno. Se sei CB o radioamatore e vai in montagna sei il benvenuto.
Forse avrebbero potuto essere più chiari comunque copio e incollo qui l'avviso che compare in fase di iscrizione:

Come già specificato nel sito, il Progetto è dedicato a chi per passione o per professione frequenta le montagne o i boschi italiani, praticando in essi una delle tante attività outdoor. Il Progetto non è assolutamente destinato a chi ha la sola passione per le radiocomunicazioni (radioamatori, operatori CB, etc.). Se ti trovi solamente in questa ultima condizione, dovresti interrompere la compilazione della richiesta perchè non rispetteresti le basi su cui il progetto è nato.

Io stesso conosco diversi OM iscritti a RRM
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 11 Ottobre 2016, 14:04:50
Io, però, una domanda ancora la devo fare.
Per quale motivo non è possibile chiedere un nominativo RERAMONET (ID) se si è appassionati di ricetrasmissioni radio, anziché boscaioli, speleologi, sci-alpinisti, parapendisti e così via? Temete che finiscano i numeri? Se uno è appassionato di ricetrasmissioni ma decide di andare a funghi non può chiedere i soccorsi se viene morso da un serpe? "NO, il poveretto chiamò a lungo prima di accasciarsi al suolo fulminato dal veleno dell'immondo rettile poiché non aveva un nominativo RERAMONET, e nessuno se lo filava!" Leggeremo così sui giornali?
Capisco che non diate il nominativo a chi non se ne fa nulla, ma se io, appassionato di ricetrasmissioni, e non professionista delle foreste, vado a funghi 4 volte all'anno, non posso fare parte del Vs. gruppo?

Carlo.

Come più volte espresso negli ultimi mesi, la partecipazione al Progetto (ovvero la richiesta di un ID personale) è cosa riservata esclusivamente a chi frequenta zone montane e boschive. Il Progetto non è un "gruppo radio", ma un progetto destinato a chi frequenta la montagna; qui gli appassionati sono di MONTAGNA e non di RADIO. Poi se un appassionato di radio frequenta anche la montagna (es: un radioamatore iscritto al CAI), allora è il benvenuto.

Però il CANALE 8-16 (http://www.reteradiomontana.it/in-dettaglio) della RRM ricade in banda pubblica (PMR-446), quindi nessuno vieta agli appassionati di radio di monitorare il CANALE 8-16, anche se esso non ha un ID.

E se dovessi andare a funghi, nessuno ti snobberà per il semplice fatto che non hai un ID; in caso di emergenza verrai sicuramente aiutato, e la tua richiesta di soccorso verrà regolarmente rigirata a chi di dovere.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 11 Ottobre 2016, 14:13:38
Prossimi incontri del Team di progetto per presentare la Rete Radio Montana così da incrementare gli utenti iscritti, col fine di incrementare le potenzialità della RRM:

- Cavaso del Tomba (TV, Veneto) - 21/10/16 ore 20.30
organizzatore: Team di progetto della RRM
ospitati da: Comune di Cavaso del Tomba (c/o Sala Consiliare)
[INFO (http://www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-cavaso-tomba-tv---51)]

- Segni (RM, Lazio) - 29/10/16 ore 16.00
organizzatore: Club Alpino Italiano - Sezione di Colleferro (RM)
ospitati da: 18^ Comunità Montana dei Monti Lepini (c/o sede)
[INFO (http://www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-segni-rm---50)]

- Bologna (Emilia-Romagna) - data ancora non definitiva
organizzatore: Club Alpino Italiano - sezione di Bologna
ospitati da: Club Alpino Italiano - sezione di Bologna (c/o sede)
[daremo conferma appena ci verrà comunicata la data]
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 12 Ottobre 2016, 21:54:51
Vi informiamo che da qualche giorno, nel Lazio, abbiamo attivato due nuove cooperazioni con organizzazioni di volontariato che, tra l'altro, effettuano attività di ricerca in ambiente montano e boschivo, quando attivati dagli organi di soccorso preposti:

- AVPC "ZiPaolo Team" - ID: LIMA YANKEE 1 - leggi l'articolo (http://www.reteradiomontana.it/avpc-zipaolo-team---52)
- Protezione Civile "Monti Prenestini" - ID: LIMA YANKEE 2 - leggi l'articolo (http://www.reteradiomontana.it/protezione-civile-monti-prenestini---53)

Vi ricordiamo che i primi di agosto è stato firmato un accordo di cooperazione con il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico del Lazio, di cui vi invitiamo ad approfondire l'argomento CLICCANDO QUI (http://www.reteradiomontana.it/corpo-nazionale-soccorso-alpino-speleologico-servizio-lazio---45).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 13 Ottobre 2016, 18:11:32
Aggiornamento del precedente post

Prossimi incontri del Team di progetto per presentare la Rete Radio Montana così da incrementare gli utenti iscritti, col fine di incrementare le potenzialità della RRM:

- Cavaso del Tomba (TV, Veneto) - 21/10/16 ore 20.30
organizzatore: Team di progetto della RRM
ospitati da: Comune di Cavaso del Tomba (c/o Sala Consiliare)
[INFO (http://www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-cavaso-tomba-tv---51)]

- Segni (RM, Lazio) - 29/10/16 ore 16.00
organizzatore: Club Alpino Italiano - Sezione di Colleferro (RM)
ospitati da: 18^ Comunità Montana dei Monti Lepini (c/o sede)
[INFO (http://www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-segni-rm---50)]

- Bologna (Emilia-Romagna) - 25/10/16 ore 21.00
organizzatore: Club Alpino Italiano - sezione di Bologna
ospitati da: Club Alpino Italiano - sezione di Bologna (c/o sede)
[INFO (http://www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-bologna---54)]
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 18 Ottobre 2016, 12:17:32
Nella Regione Lazio l'Organizzazione Volontaria di Protezione Civile di Gerano entra a far parte della Rete Radio Montana. In caso di ricerca di un disperso nei territori della Valle del Giovenzano, dei Monti Ruffi e dei Monti Prenestini, in provincia di Roma, effettueranno chiamate sul CANALE 8-16 sperando che il malcapitato sia in ascolto radio, ai fini di velocizzare i tempi di intervento.

Leggi l'articolo: www.reteradiomontana.it/protezione-civile-gerano---55 (http://www.reteradiomontana.it/protezione-civile-gerano---55)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 18 Ottobre 2016, 20:31:20
Questa mappa (aprire il link allegato) riporta le rispettive sedi delle Organizzazioni di soccorso montano che fanno parte della Rete Radio Montana, ovvero delle associazioni o istituzioni che cooperano con il Progetto.

- In ROSSO le stazioni di Soccorso Alpino (attualmente la cooperazione è attiva solo con il Soccorso Alpino Lazio (http://www.reteradiomontana.it/corpo-nazionale-soccorso-alpino-speleologico-servizio-lazio---45))
- In BLU tutte le associazioni di Protezione Civile, anche dotate di unità cinofile, che su richiesta degli enti preposti possono partecipare alla ricerca di dispersi in montagna.

In caso di ricerca e/o soccorso in territori montani o impervi, qualora non fosse possibile stabilire un contto telefonico col malcapitato, le varie unità/squadre sono abili a tentare il collegamento radio diretto sul CANALE 8-16 (http://www.reteradiomontana.it/in-dettaglio) della RRM.

Inoltre esse hanno accesso a RERAMONET, il Sistema Informativo-Gestionale della RRM, e potranno consultare in esso i dati anagrafici del malcapitato, i contatti telefonici e i dettagli dell'attività outdoor (escursione, etc.), quali il percorso seguito e altre informazioni, col fine di agevolare le operazioni di ricerca e/o soccorso.

Clicca qui per visualizzare la mappa! (https://drive.google.com/open?id=1d3B-yIVg_W-xXY7x61ShwkzHlXc&usp=sharing)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 22 Ottobre 2016, 12:58:10
Facciamoci un'idea sulle zone in cui il CANALE 8-16 della RRM è più utilizzato...

CLICCA QUI (http://www.reteradiomontana.it/situazione-oggi)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: er.mitiko - 02 Novembre 2016, 19:58:26
Nicolò io cb e PMR ABRUZZO

inviato SM-A510F using rogerKapp.

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 08 Novembre 2016, 19:10:42
La RRM continua ad infittirsi. Continuano giorno dopo giorno le adesioni... Ad oggi siamo a 1516 Identificativi Radio personali assegnati, e sale a 16 il numero delle organizzazioni di soccorso che praticano attività di ricerca e soccorso in montagna, a supporto degli organi preposti (Soccorso Alpino, Forestale, Vigili del Fuoco, etc.), che cooperano con il Progetto. Esse contribuiranno anche a monitorare l'8-16 nelle proprie zone di giurisdizione.

Nella Regione Piemonte il Corpo Volontari AIB Piemonte - Squadra "Ugo Margaira" di Condove entra a far parte della Rete Radio Montana. In caso di ricerca di un disperso nel territorio del Vallone del Gravio e del Vallone del Sessi, ovvero nel Gruppo del Rocciamelone, in provincia di Torino, effettueranno chiamate sul CANALE 8-16 sperando che il malcapitato sia in ascolto radio, ai fini di velocizzare i tempi di intervento.

Leggi l'articolo: www.reteradiomontana.it/corpo-volontari-aib-piemonte-squadra-ugo-margaira-condove---56 (http://www.reteradiomontana.it/corpo-volontari-aib-piemonte-squadra-ugo-margaira-condove---56)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 08 Novembre 2016, 22:14:50
Interessante :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 15 Novembre 2016, 21:45:51
Nella Regione Lombardia il Gruppo Intercomunale Protezione Civile Unione di Comuni Lombarda "Prima Collina" del Comune di Canneto Pavese (PV) entra a far parte della Rete Radio Montana. In caso di ricerca di un disperso nei territori del settore collinare e preappenninico dell'Oltrepò Pavese, effettueranno chiamate sul CANALE 8-16 sperando che il malcapitato sia in ascolto radio, ai fini di velocizzare i tempi di intervento.

Leggi l'articolo: www.reteradiomontana.it/gruppo-intercomunale-pc-unione-comuni-lombarda-prima-collina---57 (http://www.reteradiomontana.it/gruppo-intercomunale-pc-unione-comuni-lombarda-prima-collina---57)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 17 Novembre 2016, 20:57:37
Giovedì 1 dicembre 2016 alle ore 19.15 verrà presentata la Rete Radio Montana presso la sezione CAI (Club Alpino Italiano) di Roma, che ha organizzato l'evento.

Leggi tutto: www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-roma---58 (http://www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-roma---58)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 01 Dicembre 2016, 11:43:54
Giovedì 15 dicembre 2016 alle ore 21 verrà presentata la Rete Radio Montana presso la sezione CAI (Club Alpino Italiano) di Castelfranco Emilia (MO, Emilia Romagna).

Leggi tutto: www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-castelfranco-emilia-mo---59 (http://www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-castelfranco-emilia-mo---59)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: nib79 - 04 Dicembre 2016, 11:40:50
Buongiorno a tutti, India 101 in ascolto su canale 5/8 e 8/16. Grazie per l'adesione.

Inviato dal mio SM-N910F utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 04 Dicembre 2016, 13:56:25
Dovrebbero saperlo gli utenti della montagna con dei pannelli messi nei luoghi pubblici, ristoranti, seggiovie, zone di ristoro e aree di sosta, questo forum non viene letto dalla popolazione a cui piace fare camminate.

Sarebbe più utile e corretto.

Ma posso sbagliarmi alla grande.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 04 Dicembre 2016, 14:28:59
Buon pomeriggio,
Se iscritto dal sito si può scaricare il volantino informativo.
Nella mia zona, dove ci sono parecchi sentieri e parchi, ho provveduto a stamparli e sistemarli nei punti strategici.
Saluti
73 :birra:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 07 Dicembre 2016, 17:48:03
Dovrebbero saperlo gli utenti della montagna con dei pannelli messi nei luoghi pubblici, ristoranti, seggiovie, zone di ristoro e aree di sosta, questo forum non viene letto dalla popolazione a cui piace fare camminate.

Sarebbe più utile e corretto.

Ma posso sbagliarmi alla grande.

Viene letto eccome da chi va in montagna... Sia da qualche iscritto, che da tantissimi visitatori che scrivendo alcune parole chiave su Google giungono su questa discussione, e di conseguenza poi arrivano al nostro sito. Regolarmente abbiamo nuovi iscritti (a cui viene assegnato un nostro ID) provenienti proprio da questo topic. Grazie al potente Google Analytics possiamo vedere questo e tante altre cose. Sono tutte tecniche "SEO (https://it.wikipedia.org/wiki/Ottimizzazione_(motori_di_ricerca))" e altre strategie, che ci aiutano a far conoscere il progetto ad un pubblico mirato (escursionisti, alpinisti, cercatori di funghi, piloti di parapendio e deltaplano, etc. etc.).

Comunque sia stiamo progettando pian piano dei pannelli in forex che verranno appesi direttamente sul territorio. Abbiamo già qualche autorizzazione (Enti Parco, Comunità Montane, Sezioni CAI e altro), e appena raccoglieremo dei fondi inizieremo ad appenderli e censirli.

Inoltre tutti gli utenti lasciano i volantini di cui parla IW4ANV nei rifugi, nei libri di vetta o consegnati brevimano agli altri escursionisti che incontrano sul cammino.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: michele87 - 19 Dicembre 2016, 10:33:06
FOXTROT 66  da Verona presente, PMR e CB, e tra qualche mese anche sulle frequenze amatoriali.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ8XOV - 19 Dicembre 2016, 17:02:41
Viene letto eccome da chi va in montagna... Sia da qualche iscritto, che da tantissimi visitatori che scrivendo alcune parole chiave su Google giungono su questa discussione, e di conseguenza poi arrivano al nostro sito. Regolarmente abbiamo nuovi iscritti (a cui viene assegnato un nostro ID) provenienti proprio da questo topic. Grazie al potente Google Analytics possiamo vedere questo e tante altre cose. Sono tutte tecniche "SEO (https://it.wikipedia.org/wiki/Ottimizzazione_(motori_di_ricerca))" e altre strategie, che ci aiutano a far conoscere il progetto ad un pubblico mirato (escursionisti, alpinisti, cercatori di funghi, piloti di parapendio e deltaplano, etc. etc.).

Comunque sia stiamo progettando pian piano dei pannelli in forex che verranno appesi direttamente sul territorio. Abbiamo già qualche autorizzazione (Enti Parco, Comunità Montane, Sezioni CAI e altro), e appena raccoglieremo dei fondi inizieremo ad appenderli e censirli.

Inoltre tutti gli utenti lasciano i volantini di cui parla IW4ANV nei rifugi, nei libri di vetta o consegnati brevimano agli altri escursionisti che incontrano sul cammino.

Direi eccellente, bravi :up: l'informazione è alla base di tutto oltre al corretto utilizzo degli apparati radio (magari fare anche informazione su come operare cercando la posizione migliore, senza toccare l'antenna mentre si trasmette, sul controllare periodicamente lo stato di carica delle batterie etc.).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 15 Gennaio 2017, 11:23:44
Un biker fa una brutta caduta in una zona isolata di montagna. Il telefono è inutilizzabile, ma riesce a diramare una chiamata di emergenza via radio sul CANALE 8-16, comunicando la situazione critica... Chiamata che viene ricevuta da un altro utente della RRM, che allerta per lui i soccorsi.

Questo lo scenario che alcuni nostri utenti della Liguria hanno ricreato per noi.

www.youtube.com/watch?v=PUcBB6DzVr0 (https://www.youtube.com/watch?v=PUcBB6DzVr0)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: uw21 - 19 Gennaio 2017, 13:37:55
A mio avviso non è un sistema funzionale, ormai tutti hanno il cellulare, e se non prende, è lo stesso per chi riceve a 1 km di distanza (portata dei pmr) la richiesta di soccorso. Per ovviare a questo scoglio sarebbe più utile installare dei gateway VOIP sui canali pmr in zona strategiche, cosicché dove non prende il cellulare, a media/lunga distanza qualcuno riceve la chiamata e chi è de-localizzato sul territorio può inviare i mezzi di soccorso, così si che la radio prende valore nel soccorso.

PROTEZIONE CIVILE NOSTRUM. L'associazione di cui faccio parte, si occupa proprio di questo.

si sfrutta il software FreeRadioNetwork, se sto in montagna e non prende il mio cellulare ed ho bisogno di aiuto poco serve che qualcuno a 1 km da me senza preparazione di primo soccorso o mezzi necessari per portarmi a un ospedale riceva la chiamata, bensì se il mio segnale viene ricevuto da qualche antenna e ritrasmesso in rete o in radio in altre zone, qualche operatore (e garantiamo sempre ascolto e monitoraggio rete) può inoltrare la richiesta ad enti preposti. Tutto nella legalità, apparati omologati, punti strategici. Gateway completamente auto-alimentati in fase di sviluppo. canale principale 7-16


E' possibile sul nostro sito a questo indirizzo http://p-c-nostrum.jimdo.com/unisciti-a-noi/ richiedere un numero di matricola da usare in caso di richieste di soccorso alle nostre sale radio, esso serve per evitare la richiesta di dati anagrafici via radio obbligatoria per legge e sua verifica prima di attivare un soccorso, oltre ad un discorso di privacy esso permette di accorciare di molto i tempi di attivazione di un soccorso che tramite matricola avverrebbe in tempo reale.. cosa ben diversa se si deve fare una raccolta dati anagrafica e sua relativa verifica.. i minuti spesso possono essere il discrimine tra il successo di un soccorso o il suo triste epilogo.. Ovviamente chi non avra' una matricola potra' comunque richiedere il soccorso ma fornendo le proprie generalita' via radio assumendosene la responsabilita' per quanto riguarda la legge della privacy visto che dette generalitaì verranno da voi trasmesse via radio su frequenza pubblica... a vostra tutela della privacy e per avere un soccorso veloce vi invitiamo caldamente a richiedere una matricola GRATUITA sul nostro sito!

info : https://p-c-nostrum.jimdo.com/ 

poi ognuno crede in ciò che vuole, è un forum ed ho detto la mia ;)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: dattero - 19 Gennaio 2017, 14:42:00
 Bene allora ricapitolando: canale 8 RRM , canale 7 PC NOSTRUM, 6 , 5,4,3,2,1 ,poi basta i canali sono finiti

inviato HUAWEI Y560-L01 using  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: StratocasterDG (IU2IJZ) - 19 Gennaio 2017, 16:12:04
Bene allora ricapitolando: canale 8 RRM , canale 7 PC NOSTRUM, 6 , 5,4,3,2,1 ,poi basta i canali sono finiti

inviato HUAWEI Y560-L01 using  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Iniziative lodevoli, da rispettare certo, ma pur sempre su frequenza di libero uso: sento un collegamento d'emergenza, per carità si sta in silenzio e non si occupa il canale, ma se dovessi trovarmi li (ovviamente con subtono diverso) a giocare (si, a giocare, perchè su queste frequenze si può anche giocare a "butta la pasta che arrivo") spero che nessuno mi suggerisca di non occupare il canale perchè deve stare in ascolto NELL'EVENTUALITA' che succeda qualcosa....perchè in questo caso mi farei quattro risate....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: uw21 - 19 Gennaio 2017, 16:23:04
Nessuno chiede l'esclusivitá di nulla, è un canale deciso per convenzione interna poi essendo frequenze libere ognuno ci fa ciò che vuole, ma proprio essendo frequenze libere per le quali non bisogna sostenere nessun esame è più probabile che gli escursionisti abbiamo radio del genere e usarle in caso di emergenza come extrema ratio


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: StratocasterDG (IU2IJZ) - 19 Gennaio 2017, 16:28:19
Nessuno chiede l'esclusivitá di nulla, è un canale deciso per convenzione interna poi essendo frequenze libere ognuno ci fa ciò che vuole, ma proprio essendo frequenze libere per le quali non bisogna sostenere nessun esame è più probabile che gli escursionisti abbiamo radio del genere e usarle in caso di emergenza come extrema ratio


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

mi fido e ti credo; spero solo che un giorno qualcuno (nessun riferimento a persone di questo forum), come dire, "si prenda poi troppo sul serio", non so se ho spiegato il concetto; in ogni caso oggi come oggi visti le mie abitudini (la montagna la frequentavo solo in moto) credo che al momento dal mio giardinetto non dovrei disturbare alcun operatore montano.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 18:06:03
Non usiamo, e non intendiamo usare il sistema VO-IP "FRN" in quanto non legale in banda PMR-446. Ci sono specifici comunicati del Ministero in merito. L'illegalità aumenta se si usano apparati e sistemi altrettanto non legali su certe bande, quali transponder in VHF e quant'altro. Credo che un'Associazione di Protezione Civile, che in un certo senso rappresenta lo Stato, debba in primis essa stessa rispettare le normative vigenti e dare il buon esempio. Usare sistemi illegali significherebbe per noi tagliarci le gambe in cooperazioni con Enti ed Istituzioni.

In montagna con un PMR-446 puoi farci davvero tanto, e giorno dopo giorno che il Progetto cresce, ovvero che in una specifica zona ci sono molti utenti, diventa sempre più possibile effettuare collegamenti radio ottimi. Altrimenti non perderemo tutto il tempo che perdiamo dietro al progetto.

Con tali sistemi (FRN) spesso senti comunicazioni a centinaia di km... Ascolti, ma non riesci a farti sentire. E tali sistemi, tra l'altro, coprono eventuali comunicazioni in atto (senza che chi transita sul gateway se ne accorga). Eventuali comunicazioni di emergenze lontane, spesso potranno essere disturbate/sovrapposte.

In teoria, se queste radio avessero questo raggio così limitato (cosa ovvia in certe condizioni) non arriverebbero ad agganciare l'eventuale gateway, spesso lontanissimo.... Se una radio aggancia un gateway, allo stesso modo può agganciare altrettante radio di utenti sparsi per il territorio, siano esse sullo spallaccio dello zaino, siano esse appoggiate sul davanzale di una finestra che da' direttamente su zone montane.

Comunque sia in questa mappa dinamica potete vedere le zone in cui la RRM funziona davvero, e dove, specie il week-end, se fai chiamata sull'8-16 riceverai sicuramente (o quasi) una risposta: http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php (http://www.reteradiomontana.it/reramonet/copertura_2_mesi.php).

Come dice uw21 le frequenze restano di libero uso, ma ovviamente subentra il buon senso. Non pretendiamo l'esclusività, ma moltissime persone, su tutto il territorio, sanno cosa è il CANALE 8-16. Basta cercare "CANALE 8-16" su Google e escono subito i riferimenti e tutte le info. E tale informazione, giorno dopo giorno, giunge a sempre più persone che usano i PMR-446, e lo tengono libero a prescindere.

Ad agosto grazie al CANALE 8-16 è stato possibile soccorrere in elicottero un escursionista gravemente ferito. Qui è raccontato l'episodio: http://www.reteradiomontana.it/escursionista-precipita-sulla-majella-zona-cui-telefono-non-prende-allarme-diramato-via-radio-canale-8-16-rete-montana---46 (http://www.reteradiomontana.it/escursionista-precipita-sulla-majella-zona-cui-telefono-non-prende-allarme-diramato-via-radio-canale-8-16-rete-montana---46)

Ovviamente, e per fortuna, non succede sempre ciò... Ma ricordiamo che gli utilizzi principali della RRM sono quelli dell'interscambio, tra più utenti, di informazioni utili atte a PREVENIRE situazioni di emergenza in ambiente montano e boschivo. E cio' viene applicato quotidianamente.

Ricordo, inoltre, che abbiamo firmato un accordo di cooperazione col Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - Servizio Regionale Lazio. In caso di ricerca dispersi (cosa che accade quasi settimanalmente), qualora non sia possibile stabilire un collegamento telefonico con il malcapitato, il Soccorso Alpino è abile a comunicare con esso tramite il CANALE 8-16 al fine di velocizzare le operazioni di ricerca e soccorso. Qui info sull'accordo di cooperazione: http://www.reteradiomontana.it/corpo-nazionale-soccorso-alpino-speleologico-servizio-lazio---45 (http://www.reteradiomontana.it/corpo-nazionale-soccorso-alpino-speleologico-servizio-lazio---45)

Stiamo procedendo per estendere tale accordo di cooperazione su altre Regioni, ma i tempi tecnici e burocratici non sono ovviamente immediati. Il CNSAS è l'Istituzione a cui sono affidate le operazioni di ricerca e soccorso sul teritorio montano o comunque ostile.

Nelle prossime settimane/mesi vedrete cose notevolmente interessanti, che vi faranno capire sempre di più che qui non giochiamo, che anche se il Progetto è portato avanti da privati, esso è curato in maniera estremamente professionale, legale e funzionale. Il termine "CANALE 8-16" sta diventando assolutamente uno standard conosciuto (e utilizzato per gli scopi preposti) da molte realtà.


Ovviamente trovate ulteriori info qui: http://www.reteradiomontana.it/in-dettaglio (http://www.reteradiomontana.it/in-dettaglio)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 19 Gennaio 2017, 21:07:04
L'ho detto e lo ripeto. Attenzione nel creare false aspettative. Le iniziative sono di per se lodevoli ma non si deve veicolare (cosa che fate) il concetto che un giocattolo da 10 euro possa salvare la vita!!!! Non scherziamo con le cose serie non vorrei mai un povero escursionista si faccia male e resti nella "M" perchè si e' fidato di un PMR.

Le emergenze si gestiscono in altri modi più seri che con la buona volontà e mezzo watt.
Mi sembra un gran bel gioco ma niente più di questo. Fra l'altro come diceva un'altro lettore essendo frequenze di libero uso chiunque le puo' utilizzare come meglio preferisce e dove meglio preferisce (anche in montagna) per dire "cala la pasta" basta che paghi i 12 euro annui e nessuno puo' dirgli che e' scorretto e/o che manchi di buonsenso.

Se dovessi andare x montagne mi doterei di un bella sim straniera che e' abilitata al roaming su tutti gli operatori e metterei il telefono in modalità GSM....o meglio un vecchio tel. a 900mhz GSM.... in alternativa , come già detto, 30 euro e mi compro il baofeng ...se sono nella M vedi quanto me ne frega se e' legale o meno usare un ponte ripetitore!

lasciamo stare....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 21:19:40
L'ho detto e lo ripeto. Attenzione nel creare false aspettative. Le iniziative sono di per se lodevoli ma non si deve veicolare (cosa che fate) il concetto che un giocattolo da 10 euro possa salvare la vita!!!! Non scherziamo con le cose serie non vorrei mai un povero escursionista si faccia male e resti nella "M" perchè si e' fidato di un PMR.

Le emergenze si gestiscono in altri modi più seri che con la buona volontà e mezzo watt.
Mi sembra un gran bel gioco ma niente più di questo. Fra l'altro come diceva un'altro lettore essendo frequenze di libero uso chiunque le puo' utilizzare come meglio preferisce e dove meglio preferisce (anche in montagna) per dire "cala la pasta" basta che paghi i 12 euro annui e nessuno puo' dirgli che e' scorretto e/o che manchi di buonsenso.

Se dovessi andare x montagne mi doterei di un bella sim straniera che e' abilitata al roaming su tutti gli operatori e metterei il telefono in modalità GSM....o meglio un vecchio tel. a 900mhz GSM.... in alternativa , come già detto, 30 euro e mi compro il baofeng ...se sono nella M vedi quanto me ne frega se e' legale o meno usare un ponte ripetitore!

lasciamo stare....

Pieschy,
sappiamo già il tuo punto di vista... E neanche perdo tempo a ri-sottolineare cose spiegate, ma mai comprese da chi la pensa in un modo e non cambierà mai idea. Tu la pensi così, altri la pensano cosà.

Oltre che da responsabile del Progetto, parlo da escursionista, alpinista, scialpinista, militare delle Truppe Alpine e volontario del Soccorso Alpino. Ho pertanto al seguito numerose operazioni, esercitazioni e addestramenti specifici, ovvero competenze, anche nell'uso di apparati radio. Di certo, con questo progetto, non giochiamo. Non spenderei tempo e denaro per una causa persa. Ho i miei buoni motivi. Ognuno poi la pensa come gli pare... Ma rimane solamente un parere personale, per l'appunto.

Ciao a tutti  abbraccino
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Pieschy - 19 Gennaio 2017, 21:25:47
Pieschy,
sappiamo già il tuo punto di vista... E neanche perdo tempo a ri-sottolineare cose spiegate, ma mai comprese da chi la pensa in un modo e non cambierà mai idea. Tu la pensi così, altri la pensano cosà.

Oltre che da responsabile del Progetto, parlo da escursionista, alpinista, scialpinista, militare delle Truppe Alpine e volontario del Soccorso Alpino. Ho pertanto al seguito numerose operazioni, esercitazioni e addestramenti specifici, ovvero competenze, anche nell'uso di apparati radio. Di certo, con questo progetto, non giochiamo. Non spenderei tempo e denaro per una causa persa. Ho i miei buoni motivi. Ognuno poi la pensa come gli pare... Ma rimane solamente un parere personale, per l'appunto.

Ciao a tutti  abbraccino

Giusto per essere chiaro: non ho mai messo in dubbio la tua preparazione, qualifica, competenza e buona volontà e sicuramente quella dei membri di RRM. E' il mezzo (PMR) sul quale , personalmente, non faccio affidamento neanche per il "cala" la pasta. Ma appunto e' solo il mio parere personale nulla di più.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: StratocasterDG (IU2IJZ) - 19 Gennaio 2017, 21:27:59
Siluc, tutto ok, nulla da ridire. Mi sta bene anche il buon senso ma ciò che voglio sottolineare e che sia chiaro è che se un pincopallino qualsiasi domani va su in montagna sull'8-16 a cantare "pina butta la pasta che arrivo", per la legge attuale è PERFETTAMENTE in regola, al di la di enti, associazioni, forze armate, presidenti della Repubblica o degli Stati Uniti. Il mio timore non è tutto questo, ma le eventuali persone che, come dicevo sopra, prendendosi poi troppo sul serio si trasformino in sceriffi dell'aria, per un canale che è e rimane di libero uso per chi versa la tassa annuale. Intendiamoci, la stessa "filosofia pedante puntualizzatrice" vale anche per quelli che per un certo periodo ho sentito sull'1 per diverse mattine. Forse manovratori di cantiere, chissà, ma il canale era di fatto inservibile. Spero solo che abbiano versato (ma dubito) la tassa prevista per le attività lavorative che usano questi 8 canali.


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 21:42:24
Siluc, tutto ok, nulla da ridire. Mi sta bene anche il buon senso ma ciò che voglio sottolineare e che sia chiaro è che se un pincopallino qualsiasi domani va su in montagna sull'8-16 a cantare "pina butta la pasta che arrivo", per la legge attuale è PERFETTAMENTE in regola, al di la di enti, associazioni, forze armate, presidenti della Repubblica o degli Stati Uniti. Il mio timore non è tutto questo, ma le eventuali persone che, come dicevo sopra, prendendosi poi troppo sul serio si trasformino in sceriffi dell'aria, per un canale che è e rimane di libero uso per chi versa la tassa annuale. Intendiamoci, la stessa "filosofia pedante puntualizzatrice" vale anche per quelli che per un certo periodo ho sentito sull'1 per diverse mattine. Forse manovratori di cantiere, chissà, ma il canale era di fatto inservibile. Spero solo che abbiano versato (ma dubito) la tassa prevista per le attività lavorative che usano questi 8 canali.


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Ovviamente, e chi dice il contrario? Cioè, non ci stai raccontando niente di nuovo... La questione è stata trattata più volte in questi anni, anche su questo Forum. Mantengo un "rapporto" bilaterale con i nostri iscritti, anche tramite i nostri Referenti Regionali, proprio per capire la situazione di disturbi e interferenze all'interno della RRM. Ad oggi i disturbi (involontari o volontari) sul CANALE 8-16 sono estremamente rari. Oggi siamo a 1640 iscritti (domani sicuramente saranno aumentati), e sono istruiti a segnalarci qualsiasi tipo di disturbo. I disturbi sono tutti mappati e categorizzati. Ripeto, attualmente praticamente nulli. Il CTCSS aiuta moltissimo ad evitare tali problemi.

I disturbi più grandi li abbiamo avuti per qualche settimana, circa un anno fa, da parte di un gruppo (ora associazione) che sfruttava la popolarità dell'8-16 per i propri scopi, con strumentazione non lecita a mio avviso. Ad oggi abbiamo risolto questo problema.

Dal momento che organi istituzionali potrebbero usare l'8-16 per comunicare direttamente con una persona infortunata/dispersa durante un'operazione di soccorso, chi da fastidio volontariamente è perseguibile per interruzione di pubblico servizio/operazione di soccorso. Organi istituzionali che man mano aumenteranno di numero.

Dubito, comunque, che le persone giochino con la vita delle persone... Ad esempio durante emergenze (vedi emergenza neve+sisma in Abruzzo di questi giorni). Che interesse avrebbe la gente? Ovvio, i pazzi/pezzi di cacca stanno ovunque!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Maxxim - 19 Gennaio 2017, 21:56:48
Ovviamente, e chi dice il contrario? Cioè, non ci stai raccontando niente di nuovo... La questione è stata trattata più volte in questi anni, anche su questo Forum. Mantengo un "rapporto" bilaterale con i nostri iscritti, anche tramite i nostri Referenti Regionali, proprio per capire la situazione di disturbi e interferenze all'interno della RRM. Ad oggi i disturbi (involontari o volontari) sul CANALE 8-16 sono estremamente rari. Oggi siamo a 1640 iscritti (domani sicuramente saranno aumentati), e sono istruiti a segnalarci qualsiasi tipo di disturbo. I disturbi sono tutti mappati e categorizzati. Ripeto, attualmente praticamente nulli. Il CTCSS aiuta moltissimo ad evitare tali problemi.

I disturbi più grandi li abbiamo avuti per qualche settimana, circa un anno fa, da parte di un gruppo (ora associazione) che sfruttava la popolarità dell'8-16 per i propri scopi. Ad oggi abbiamo risolto questo problema.

Dal momento che organi istituzionali potrebbero usare l'8-16 per comunicare direttamente con una persona infortunata/dispersa durante un'operazione di soccorso, chi da fastidio volontariamente è perseguibile per interruzione di pubblico servizio/operazione di soccorso. Organi istituzionali che man mano aumenteranno di numero.

Dubito, comunque, che le persone giochino con la vita delle persone... Ad esempio durante emergenze (vedi emergenza neve+sisma in Abruzzo di questi giorni). Che interesse avrebbe la gente? Ovvio, i pazzi/pezzi di cacca stanno ovunque!

Sinceramente dubito che ciò possa verificarsi, dal momento che le normative vigenti sono molto chiare sul''utilizzo di queste frequenze. Non c'è un vincolo, come non c'è un articolo o norma, che riconosce il canale 8-16 come canale di emergenza (frequenza dedicata). E' alla stregua del canale 9 della banda cittadina. Se si è in regola con il pagamento della tassa, si può trasmettere. Certo che poi sta alla sensibilità di chi ascolta, che trovandosi davanti un'emergenza, deve cambiare canale e non disturbare le comunicazioni, inoltre queste frequenze sono di libero accesso in europa, se dovesse capitare che una famigliola straniera, disturba, che fa si ritrova tutta in caserma?
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: uw21 - 19 Gennaio 2017, 22:03:23
Classico caso di sceriffo dell'etere questo. Interruzione di pubblico servizio? Tu ce lo vedi il Pegaso 118 che usa la pmr per coordinare il soccorso? Ma dai..

Lo scopo di pc nostrum è un'umile radioascolto su un canale convenzionale per attivare i soccorsi per extrema ratio quando all'escursionista è rimasto solo il pmr per salvarsi.. e magari qualche gateway in copertura lo riceve e qualche nostra sala radio gira la nota al 118, non so poi gli scopi veri di RRM dal quale mi dissocio.


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 22:08:00
Classico caso di sceriffo dell'etere questo. Interruzione di pubblico servizio? Tu ce lo vedi il Pegaso 118 che usa la pmr per coordinare il soccorso? Ma dai..

Lo scopo di pc nostrum è un'umile radioascolto su un canale convenzionale per attivare i soccorsi per extrema ratio quando all'escursionista è rimasto solo il pmr per salvarsi.. e magari qualche gateway in copertura lo riceve e qualche nostra sala radio gira la nota al 118, non so poi gli scopi veri di RRM dal quale mi dissocio.


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)
Sinceramente dubito che ciò possa verificarsi, dal momento che le normative vigenti sono molto chiare sul''utilizzo di queste frequenze. Non c'è un vincolo, come non c'è un articolo o norma, che riconosce il canale 8-16 come canale di emergenza (frequenza dedicata). E' alla stregua del canale 9 della banda cittadina. Se si è in regola con il pagamento della tassa, si può trasmettere. Certo che poi sta alla sensibilità di chi ascolta, che trovandosi davanti un'emergenza, deve cambiare canale e non disturbare le comunicazioni, inoltre queste frequenze sono di libero accesso in europa, se dovesse capitare che una famigliola straniera, disturba, che fa si ritrova tutta in caserma?

Non stiamo dicendo che l'8-16 è a uso esclusivo per emergenze. Ma: il Soccorso Alpino è un Istituzione a tutti gli effetti. Il Soccorso Alpino impiega il CANALE 8-16 per gli scopi preposti dal progetto Rete Radio Montana, a seguito dell'accordo di cooperazione. Anche se la frequenza radio è di libero uso, nel caso venisse usata per comunicazioni di emergenza e in operazioni di soccorso, il disturbatore (e mi riferisco a chi sblatera appositamente con pernacchie e quant'altro, non alle famiglie che disturbano senza accorgersene) è punibile! Lo stesso sarebbe su frequenze radioamatoriali, ovviamente... E pure li di radioamatori co***glioni ne è pieno.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: uw21 - 19 Gennaio 2017, 22:12:08
Volevo sfatare il mito per il quale chi ascolta un gateway esso non riceve l'operatore, falso. Quando una stazione trasmette, se la potenza è la stessa al 99% essa viene anche "sentita" dalla stazione ricevente. Noi radioamatore usiamo echolink anche in simplex e secondo la tesi di "siluc" non avrebbe ragione di esistere perchè "con questi gsteway ascolti ma non riesci a farti sentire" invece i nodi echolink esistono e funzionano da una vita, con lo stesso concetto funzionano i nodi frn di pcnostrum su frequenze pmr, utilizziamo postazioni strategiche per ricevere a largo spettro chi è sui monti o anche in cittá e ha bisogno di aiuto o semplicemente informazioni quando ipoteticamente non vanno i telefoni. E abbiamo avuto la conferma ancora una volta ahimè che i telefoni sono i primi ad andare giù in caso di emergenza.


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Maxxim - 19 Gennaio 2017, 22:16:29
Non stiamo dicendo che l'8-16 è a uso esclusivo per emergenze. Ma: il Soccorso Alpino è un Istituzione a tutti gli effetti. Il Soccorso Alpino impiega il CANALE 8-16 per gli scopi preposti dal progetto Rete Radio Montana, a seguito dell'accordo di cooperazione. Anche se la frequenza radio è di libero uso, nel caso venisse usata per comunicazioni di emergenza e in operazioni di soccorso, il disturbatore (e mi riferisco a chi sblatera appositamente con pernacchie e quant'altro, non alle famiglie che disturbano senza accorgersene) è punibile! Lo stesso sarebbe su frequenze radioamatoriali, ovviamente... E pure li di radioamatori co***glioni ne è pieno.

Dissento. Le bande radioamatoriali sono regolate da norme precise e non interpretabili, quindi l'uso scorretto può essere punito. Le PMR sono frequenze libere, le organizzazioni di soccorso, hanno le loro frequenze (quelle si, che sono dedicate) per guidare gli interventi durante le emergenze. Quindi sotto l'aspetto legale, ripeto, difficilmente si può perseguire chicchessia sia presente su quelle frequenze, proprio perchè nate con scopi ed utilizzi diversi. Questo naturalmente, fino al giorno che non vengano cambiate le norme d'uso, cosa che ritengo altamente improbabile, visto che dovrebbero essere cambiate per l'intera Comunità Europea.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: uw21 - 19 Gennaio 2017, 22:25:35
Poi mi sembra qua che gli utenti RRM usino radio non pmr https://youtu.be/CNkDob43mKk

Non credo fossero OM.

Quindi alla fine senza puntare il dito voglio arrivare a dire che la legalitá in italia un argomento molto variegato, siamo uno dei pochi paesi europei dove non è stato ancora legiferato nulla sui gateway in pmr/cb quindi non ci appigliamo a cavilli legali quando non possiamo permettercelo, ogni operatore PCN ne risponde personalmente all autorità nel caso in cui la PROPRIA installazione sia fuori omologazione. Non sta a te di RRM asserire che i ns sistemi sono fuori standard senza prove ma solo in base alle tue orecchie o rapporti di segnale chissa presi come con qualche baofeng al massimo.. e poi si trovano in rete video dove operatori RRM
usano baofeng 888 liberamente a 4w su frequenza PMR. Ovviamente NON AMMESSI.


Per maxxim quoto in pieno.


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 22:26:16
Classico caso di sceriffo dell'etere questo. Interruzione di pubblico servizio? Tu ce lo vedi il Pegaso 118 che usa la pmr per coordinare il soccorso? Ma dai..

Lo scopo di pc nostrum è un'umile radioascolto su un canale convenzionale per attivare i soccorsi per extrema ratio quando all'escursionista è rimasto solo il pmr per salvarsi.. e magari qualche gateway in copertura lo riceve e qualche nostra sala radio gira la nota al 118, non so poi gli scopi veri di RRM dal quale mi dissocio.


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Vedi l'ignoranza?

Lo sai che sugli elicotteri dell'elisoccorso di tutta Italia c'è una figura che si chiama "TE" (Tecnico di Elisoccorso)? Lo sai che questa figura è una qualifica del personale del Soccorso Alpino ed è SEMPRE presente, ad esempio, su "PEGASO 33", elicottero del 118 del Lazio dotato di verricello, specifico per operazioni di Soccorso in Montagna? T.E. >> Soccorso Alpino Lazio >> Accordo di Cooperazione >> Comunicazione diretta con il malcapitato durante operazioni di ricerca e soccorso tramite CANALE 8-16 ...

Prima di parlare... Uno dovrebbe conoscere moooolto bene il settore nel quale intende operare/dare supporto... Ma informarsi è ancora poco... Bisogna acquisire competenze professionali, qualifiche e quant'altro.

Non amo i radioamatori che se la sentono Dio solo per una radio in mano. Conosco perfettamente procedure e protocolli che bisogna seguire per salvare "l'escursionista con la radio". Chiami il 118, e lo sai a chi passano l'intervento se la persona si trova in una zona montana/impervia? Al CNSAS (Soccorso Alpino), che potrebbe anche intervenire con PEGASO.

Il Progetto "Rete Radio Montana", ha dietro uno studio che miniamente non immaginate. Abbiamo pianificato anche le più banali e rare situazioni. Riunioni con organi di soccorso ufficiali. Dietro c'è un lavoro immane.

Per chi magari non sa, eccovi qualche risorsa ufficiale di esempio di PEGASO & SOCCORSO ALPINO LAZIO:
- https://www.facebook.com/CNSASLazio/photos/a.506898349372335.1073741832.506495899412580/1375096479219180/?type=3 (https://www.facebook.com/CNSASLazio/photos/a.506898349372335.1073741832.506495899412580/1375096479219180/?type=3)
- https://www.facebook.com/CNSASLazio/posts/1361804817215013 (https://www.facebook.com/CNSASLazio/posts/1361804817215013)
- https://www.facebook.com/CNSASLazio/posts/1347180268677468 (https://www.facebook.com/CNSASLazio/posts/1347180268677468)
- https://www.facebook.com/CNSASLazio/photos/a.506898349372335.1073741832.506495899412580/1343999845662177/?type=3 (https://www.facebook.com/CNSASLazio/photos/a.506898349372335.1073741832.506495899412580/1343999845662177/?type=3)
- https://www.facebook.com/CNSASLazio/photos/a.506898349372335.1073741832.506495899412580/1342127665849395/?type=3 (https://www.facebook.com/CNSASLazio/photos/a.506898349372335.1073741832.506495899412580/1342127665849395/?type=3)
- https://www.facebook.com/CNSASLazio/posts/1317517544977074 (https://www.facebook.com/CNSASLazio/posts/1317517544977074)
- https://www.facebook.com/CNSASLazio/videos/1315689938493168/ (https://www.facebook.com/CNSASLazio/videos/1315689938493168/)
- https://www.facebook.com/CNSASLazio/photos/a.506898349372335.1073741832.506495899412580/1314409701954525/?type=3 (https://www.facebook.com/CNSASLazio/photos/a.506898349372335.1073741832.506495899412580/1314409701954525/?type=3)
Titolo: RETE RADIO MONTANA
Inserito da: uw21 - 19 Gennaio 2017, 22:31:05
Non ci interessa come funzionano i soccorsi, a noi interessa girare la nota al 112/118 come farebbe un qualunque escursionista col telefono, laddove non va il telefono, ci siamo noi con una rete radio funzionante anche in caso di assenza di energia. Lo scopo è questo. Quello che dicevo nel post da te quotato e strumentalizzato che non puoi parlare di "interruzione di pubblico servizio" se ce un idiota che da fastidio su frequenza pubblica 8/16 durante un soccorso. E sicuramente non si coordina con la propria sala operativa con un pmr il PEGASO. tu dovresti prendere la patente OM almeno quando parli di ciò che concerne radio e normative visto che te ne vuoi occupare non pecchi di ignoranza. Io e pc nostrum non ci dobbiamo occupare di soccorsi sul posto ma sulla ricezione di chiamate e gestione LAICA dell'eventuale emergenza. Ripeto: umile radioascolto su canale convenzionale


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 22:32:02
Volevo sfatare il mito per il quale chi ascolta un gateway esso non riceve l'operatore, falso. Quando una stazione trasmette, se la potenza è la stessa al 99% essa viene anche "sentita" dalla stazione ricevente. Noi radioamatore usiamo echolink anche in simplex e secondo la tesi di "siluc" non avrebbe ragione di esistere perchè "con questi gsteway ascolti ma non riesci a farti sentire" invece i nodi echolink esistono e funzionano da una vita, con lo stesso concetto funzionano i nodi frn di pcnostrum su frequenze pmr, utilizziamo postazioni strategiche per ricevere a largo spettro chi è sui monti o anche in cittá e ha bisogno di aiuto o semplicemente informazioni quando ipoteticamente non vanno i telefoni. E abbiamo avuto la conferma ancora una volta ahimè che i telefoni sono i primi ad andare giù in caso di emergenza.


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

"Quando una stazione trasmette, se la potenza è la stessa al 99% essa viene anche "sentita" dalla stazione ricevente" ... "SE", hai detto bene  :dance:

Ancora non capisco perchè col mio G10 (omologato) vi ricevo a fondo scala (7sub16), ma da Monte Giano (ad esempio) non riesco ad agganciare il gateway... Però da Roma zona GRA SUD lo aggancio senza problemi. Poi vabè, ci sono altre cose che non capisco, o meglio, le capisco... però vabè...  :grin:
Titolo: RETE RADIO MONTANA
Inserito da: uw21 - 19 Gennaio 2017, 22:36:40
Queste sono tue congetture e quasi diffamazioni.. forse il tuo g7 ha problemi.

Questo vecchio video dimostra l'opposto:  https://youtu.be/vT-IQ2wFT5M

Quando si riceve si aggancia ;) mt5050.. il gateway in questione lavorava con la stessa apparecchiatura del nodo di roma sud  pcn ..
Quindi parlare cosi a vanvera senza prove o preparazione tecnica in ambito radio, per me è tempo perso.
Piuttosto mi concentrerei sui propri utenti che pubblicizzano l'uso di radio non omologate su RRM prima di accusare il prossimo

Saluti


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 19 Gennaio 2017, 22:37:48
La storia di rrm e  (almeno qui sul forum) è una storia infinita e si susseguiranno ancora decine di post pro o contro, io come la penso l’ho gia’ scritto piu’ volte, da frequentatore della montagna in inverno (non come escursionista o alpinista, ma semplicemente da sciatore) mi è capitato qualche volta di scambiare 2 parole con addetti al soccorso nella mia zona (valsassina) e quando ho accennato loro di questa iniziativa mi hanno detto che non la conoscevano (puo’ essere che ho parlato con le persone sbagliate), cmq concordo con quanto detto da Pieschy, piuttosto di un semplice pmr, meglio dotarsi di un bibanda cinesino da tenere nello zaino, se volete anche con gommino staccato e poi in caso di vera emergenza usarlo su tutti i rpt agganciabili alla faccia della legalità o meno……….
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 22:56:00
Non ci interessa come funzionano i soccorsi, a noi interessa girare la nota al 112/118 come farebbe un qualunque escursionista col telefono, laddove non va il telefono, ci siamo noi con una rete radio funzionante anche in caso di assenza di energia. Lo scopo è questo. Quello che dicevo nel post da te quotato e strumentalizzato che non puoi parlare di "interruzione di pubblico servizio" se ce un idiota che da fastidio su frequenza pubblica 8/16 durante un soccorso. E sicuramente non si coordina con la propria sala operativa con un pmr il PEGASO. tu dovresti prendere la patente OM almeno quando parli di ciò che concerne radio e normative visto che te ne vuoi occupare non pecchi di ignoranza. Io e pc nostrum non ci dobbiamo occupare di soccorsi sul posto ma sulla ricezione di chiamate e gestione LAICA dell'eventuale emergenza. Ripeto: umile radioascolto su canale convenzionale

Infatti non ho detto che si coordina sull'8-16 con la propria C.O. ..... Dai, le cose le ho ben spiegate (QUI (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=49673.msg709198#msg709198))... Dici una cosa (sbagliata), e ti ho spiegato il perchè del contrario. Nel caso, eventuale, il TE non avesse l'8-16 disponibile, alle brutte può succedere questo: il TE parla con le squadre a terra del Soccorso Alpino tramite frequenze interne, che poi hanno modo di parlare con la persona dispersa, ad esempio in un fitto bosco, tramite 8-16. Poi ci si aggiunge l'utilità di RERAMONET, a cui il Soccorso Alpino ha accesso... Ma questo è un altro discorso.


La storia di rrm e  (almeno qui sul forum) è una storia infinita e si susseguiranno ancora decine di post pro o contro, io come la penso l’ho gia’ scritto piu’ volte, da frequentatore della montagna in inverno (non come escursionista o alpinista, ma semplicemente da sciatore) mi è capitato qualche volta di scambiare 2 parole con addetti al soccorso nella mia zona (valsassina) e quando ho accennato loro di questa iniziativa mi hanno detto che non la conoscevano (puo’ essere che ho parlato con le persone sbagliate), cmq concordo con quanto detto da Pieschy, piuttosto di un semplice pmr, meglio dotarsi di un bibanda cinesino da tenere nello zaino, se volete anche con gommino staccato e poi in caso di vera emergenza usarlo su tutti i rpt agganciabili alla faccia della legalità o meno……….

Il CNSAS ha una struttura territoriale estremamente strutturata e complessa. E' un Corpo Nazionale, ma ogni Servizio Regionale o Provinciale ha una sua autonomia. Ma le qualifiche (riconosciute dalla legge) si ottengono con esami e moduli formativi identici per tutti.

E' ovvio che non tutte le Stazioni o le Delegazioni o i Servizi Regionali ne sono a conoscenza. E' complesso cooperare con un'Istituzione simile... Ma abbiamo il nostro bel da fare. Se poi hai parlato con un operatore, magari il suo Delegato Alpino conosce l'iniziativa, che divulgherà solamente ad accordo firmato ai suoi operatori.


Queste sono tue congetture e quasi diffamazioni.. forse il tuo g7 ha problemi.

Questo vecchio video dimostra l'opposto:  https://youtu.be/vT-IQ2wFT5M

Quando si riceve si aggancia ;) mt5050.. il gateway in questione lavorava con la stessa apparecchiatura del nodo di roma sud  pcn ..
Quindi parlare cosi a vanvera senza prove o preparazione tecnica in ambito radio, per me è tempo perso.
Piuttosto mi concentrerei sui propri utenti che pubblicizzano l'uso di radio non omologate su RRM prima di accusare il prossimo

Saluti

Siamo sicuri che il gateway è fatto con un apparato omologato? Io no... O magari ne ho la certezza, chissà...

Gli utenti sono debitamente informati ed indirizzati sulle normative in vigore. L'importante è che i "rappresentati" facciano il loro. Io faccio il loro... E i "rappresentati" delle Ass. di ProCiv fanno il loro dal lato normativo?

Io e il mio staff siamo in regola... Diamo il giusto esempio. Voi, come Associazione di Protezione Civile, operate nel lecito? Un'Associazione, a maggior ragione, ha ancora più responsabilità in tale ambito... Non ci nascondiamo dietro al termine Protezione Civile per fare vaccate... QUESTO E' UN DISCORSO GENERALE!!! MAGARI NON E' IL VOSTRO CASO... O MAGARI SI. Ognuno è grande e vaccinato e si assume le proprie responsabilità!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 23:05:59
Queste sono tue congetture e quasi diffamazioni.. forse il tuo g7 ha problemi.

Questo vecchio video dimostra l'opposto:  https://youtu.be/vT-IQ2wFT5M

Quando si riceve si aggancia ;) mt5050.. il gateway in questione lavorava con la stessa apparecchiatura del nodo di roma sud  pcn ..
Quindi parlare cosi a vanvera senza prove o preparazione tecnica in ambito radio, per me è tempo perso.
Piuttosto mi concentrerei sui propri utenti che pubblicizzano l'uso di radio non omologate su RRM prima di accusare il prossimo

Saluti


Inviato dal mio iPhone utilizzando  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Il mio G10 funziona benissimo... Stessi test fatti con il G9 PLUS del Soccorso Alpino (usato per l'8-16, omologato e regolarmente autorizzato assieme a quelli in uso alle altre Stazioni di Soccorso del Lazio): da vicino Saracinesco (RM) ascolto fondo scala, ma non aggancio. Poi poco dopo si va a Monte Ripoli e aggancio senza problemi (ovvio, ricevo sempre fondo scala).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 23:16:34
Qui uno screen di una schermata di RERAMONET:

(https://s30.postimg.org/h3ntc9hup/reramonet_id_cnsas_lazio.png) (https://s30.postimg.org/h3ntc9hup/reramonet_id_cnsas_lazio.png)

... A seguito, ovviamente, della sottoscrizione dell'Accordo di Cooperazione da parte del Servizio Regionale Lazio del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (http://www.reteradiomontana.it/corpo-nazionale-soccorso-alpino-speleologico-servizio-lazio---45).
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 19 Gennaio 2017, 23:36:59
[...] Non sta a te di RRM asserire che i ns sistemi sono fuori standard senza prove ma solo in base alle tue orecchie o rapporti di segnale chissa presi come con qualche baofeng al massimo.. e poi si trovano in rete video dove operatori RRM usano baofeng 888 liberamente a 4w su frequenza PMR. Ovviamente NON AMMESSI. [...]

Io posso dire la mia assolutamente... Ho sempre messo il FORSE e il SECONDO ME. E io non asserisco... Magari (forse) ho le prove... E dal momento che insisti tanto, un po' mi fai sorridere....... Però alla fine sti cavoli, non mi riguarda al momento, ma, ripeto, mi fai sorridere. E le prove ti assicuro che non si basano solamente su quello che le mie orecchie ascoltano... Neanche su qualche S-Meter di cinesine, che probabilmente sono imprecisissimi, vista la scarsa qualità meccanica ed elettrica.

Per quanto riguarda quel video, come spiegato in qualche post sopra, affari dei possessori. Io, come responsabile, ho messo a conoscenza delle norme ciascun iscritto, più volte, e soprattutto la mia strumentazione, da "portavoce" che sono, è più che in regola. Cosa che ogni responsabile/portavoce ufficiale dovrebbe fare. Poi ovvio, se qualsivoglia persona romperà le palle al prossimo, in caso di controlli se ne assume tutte le responsabilità. Ma non sono un mio problema, la RRM non è un'associazione e io non sono il Presidente di niente.

Discoro diverso per un'associazione. Penso che la tua associazione abbia fatto la regolare D.I.A. a nome dell'associazione, ovvero il pagamento della tassa. Al momento non siete ONLUS, quindi se non sbaglio qualcosa pagate (forse meno dei 12 Euro, non so la riduzione). Se commettete un illecito, a quel punto, lo commettete a nome dell'Associazione che rappresentate, di cui siete soci/operatori. L'eventuale multa ed eventuale sequestro, se l'accolla il responsabile dell'Associazione, immagino. Magari qualche cavolata l'ho detta... Non sono espertissimo in materia, ma qualcosa ho chiesto in giro. Operate per conto dell'Associazione PCN se non sbaglio, altrimenti non l'avreste nominata immagino.

Leggendo in giro alcuni articoli, le sanzioni di apparati non a norma le hanno applicate all'Associazione, non alla persona che le utilizza per esigenze di servizio.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Gennaio 2017, 00:55:00
[...] Ripeto: umile radioascolto su canale convenzionale

Non lo definirei "umile radioascolto"... Le comunicazioni in alcune situazioni/giornate sono regolari, scambio di info tra Lazio e Liguria, chiacchierate, etc. etc.. Di registrazioni ne ho quante ne volete (banda libera, non protetta, posso farlo). Anche quelle in cui, in diversi episodi dell'anno scorso, più escursionisti a quota 2000 metri e a qualche Km di distanza tra loro, situazione meteo critica in quota con neve alta durante attività alpinistica, non riuscivano a parlare tra di loro, perchè ricevevano (erano tra Lazio e Abruzzo) trasmissioni a fondo scala (provenienti da Roma e dalla Liguria), chiacchierate più che altro... E senza accorgersene parlavano sopra a queste persone, come ad altre in altri episodi.

Pertanto, pure se lavoraste illegalmente, non lo fate per sole questioni di emergenza (e ci potrei anche stare se fosse per la sola ricezione di chiamate di emergenza)... Ma usate infrastrutture particolari, illecite, anche per fare quattro chiacchiere, scambio info TRA OPERATORI DELL'ASSOCIAZIONE... Quindi usate una rate radio per scopi diversi da quelli preposti. Le comunicazioni interne ad un'Associazione di Protezione Civile credo che debbano avvenire su frequenze CIVILI, soprattutto a livello interregionale... Dal Lazio alla Liguria. Cosa impensabile per un PMR-446. Essere coperti in Abruzzo da comunicazioni provenienti da Genova... Diamine... Non è utile.

Non dico nulla di segreto. Sul vostro sito Jimdoo sono indicate le frequenze e relative zone... A chi è nelle zone coperte da gateway gli basta fare qualche giorno di ascolto (o magari dopo questo post tali conversazioni non si sentiranno per un po).

Questo è il servizio di radioascolto al fine di ricevere comunicazioni di emergenza e rigirarle alle autorità competenti? Se uno di quei poracci stava con una gamba rotta e senza rete GSM, rimaneva congelato lissù, perché né operatori né l'altro alpinista sarebbe stato in grado di comunicare: il Gateway COPRIVA entrambi gli alpinisti, nonostante si parlavano da pochi km e da cima a cima, e gli operatori tramite il gateway facevano tutto meno che supportare l'alpinista, scopo per quale vi ponete. Cioè, una persona riceve Roma e non il tizio dalla montagna accanto. Vabè.

Questo accadeva quando usavate l'8-16, e sicuramente ogni tanto capiterà ancora sul 07-16 (non lo ascolto sempre, ma capita), ma immagino sia una cosa normale con certi sistemi.

Caspita, preferisco assolutamente il NON utilizzo di FRN. Una richiesta dalla Liguria come la gestisci (nel caso in cui riceviate correttamente la persona)? Da Imperia chiami il 118, ti risponde la C.O. provinciale (in Liguria), quindi un passaggio di informazioni e trasferimento di competenze lungo, che è già complesso tra centrali operative della stessa zona. La C.O. Imperia chiama quindi qualche numero diretto della C.O. di Rieti... Che a sua volta deve ripassare le informazioni alla C.O. del Soccorso Alpino Lazio... Che a sua volta necessiterà di informazioni particolari (la richiesta di soccorso in montagna non è una classica richiesta cittadina). Quindi chiama il 118 di Rieti, che chiamerà a sua volta il 118 di Imperia, e così via. Esatto, gli interventi devono essere gestiti dalla locale C.O., che tra l'altro conosce il territorio di competenza.

Prefirisco aumentare le utenze che monitorano da casa e dalle montagne (durante le escursioni). In alcune zone il numerico è davvero positivo ed efficente. Anche in Liguria nel week-end.

In Liguria continuiamo ad assegnare nostri ID, sintomo che anche nelle vostre zone di origine, è il CANALE 8-16 che va per in montagna, non PCN. E non abbiamo proprio la paura che dirottiate sulle vs. frequenze i nostri utenti... E' nostra cura sensibilizzare tutti all'utilizzo dell'8-16, e diciamo a tutti che si perdono importanti potenziali se alcuni sono da una parte e altri da un'altra. Ovvio, nelle zone in cui ci sono vostre strutture, badiamo bene a chi dare questi consigli... Perché magari sono persone mandate all'avascoperta da voi, che possono decentrare le utenze su canali diversi dall'8-16... Ma chi riceverà questo invito (libero di farlo) generalmente ce ne darà comunicazione... E per di più ci impegnamo col Soccorso Alpino della Liguria, come con il Soccorso Alpino di tutta Italia... Che magari non fa parte della RRM... Ma sa cosè, e sa che il CNSAS Lazio già ne fa parte e utilizza la RRM. E magari presto coopererà anch'esso.

Noi non ci azzardiamo, e non è di nostra competenza, cercare di ricreare un "Canale Echo" nazionale, e non abbiamo la presunzione di farlo. Le nostre linee guida sono completamente diverse, specifiche per l'ambiente montano/Soccorso Alpino, legali, e gestite in un modo particolare.

Ma di certo non tentiamo di simulare una 161.300, che è una rete attiva in una Regione in cui è presente una sola piccola Provincia, in cui le chiamate vengono ricevute (tramite selettiva) direttamente da 118/CNSAS di quella specifica regione, la quale frequenza è stata data in concessione (temporanea) ad una Regione Autonoma... Non ad una grande o piccola associazione di volontariato.... Però magari alcune strutture importanti con cui cooperiamo riuscirebbero a ricreare cose molto simili alle realtà già esistenti... Loro già operano a livello nazionale, hanno già diverse frequenze radio... E vista l'istituzionalità riusciranno, chissà, ha destinare una freq. per i nostri scopi, che fanno comodo anche a loro.

Poi oh, se riuscite ad ottenere una frequenza civile liberamente usabile dal cittadino, un plauso abnorme! Però è dura... Grandi realtà radioamatoriali/nazionali che fanno protezione civile hanno avuto enormi difficoltà a fare cose simili. Per non parlare degli apparati civili, che devono essere omologati, e costa al cittadino.

Eravate partiti, secondo me, bene col discorso alluvioni e maxi-emergenze... "Se non ci sono le linee chiamiamo per voi i vostri parenti su richiesta via radio"..... etc etc.... Siete arrivati a voler far tutto, e secondo me è stata una strategia errata. In alcuni ambiti è una copia della RRM, ma gestita male a prescindere. Secondo me se vi "specializzate" in un settore specifico (maxi-emergenze) arrivavate a risultati superiori. Parere personale, che può essere pure completamente sbagliato. ci mancherebbe. La montagna è ambito specifico CAI e CNSAS... Il personale è qualificato da scuole riconosciute dalla legge.... E noi è con loro che stiamo lavorando e ottimizzando il tutto... E' il CAI che cura l'aspetto della montagna, escursionismo e quant'altro.

Non sono radioamatore... Vero, e non mi interessa "sperimentare" o chiacchierare le ore sulle bande ad esso riservate. Ognuno ha la sua passione. La passione che ho io è quella di usare la radio per questioni unicamente operative. I radioamatori invece sperimentano sui 144-145 e sui 430-433. Per quel che mi interessa fare non devo essere radioamatore.

Elettronica, TLC e radiotecnica l'ho studiata per 3 anni. Se non sbaglio la patente la prendo senza esami nel mio caso. Il codice Q lo so per cultura personale. L'alfabeto fonetico NATO ce l'ho nel sangue. I tirocini in Torre di Controllo come Controllore del Traffico aereo mi hanno permesso di usare molto bene le radio, e soprattutto la fraseologia. In ambito Soccorso Alpino mi sto occupando in ambito provinciale della rete radio DMR, con invio della posizione dati sul secondo Slot. Chiamate selettive in analogico e quant'altro. Diciamo che fra lavoro e passione qualcosina ne capisco, pure se non sono radioamatore.

Questo per dire... Che non sono radioamatore... Non siamo un'associazione... Ma abbiamo studiato una strategia, che giorno dopo giorno porta i suoi frutti: la RRM si espande di continuo e in maniera funzionale. Il PMR-446 omologato fa il lavoro che noi vogliamo fargli fare, e il tutto funziona. Ovvio, c'è da lavorare di continuo per aumentare l'efficacia in zone "povere", ma siamo certi di farcela, visti i precedenti.

Con questo lunghissimo post rispondo alle vs. critiche, fornendovi (dietro le righe) ulteriori elementi che vi possono far capire che non giochiamo, che trasformiamo i PMR da giochi a importante strumento, e che tante volte bisognerebbe capire davvero che il lavoro che c'è dietro spesso muove l'inamovibile.

Buonanotte.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: mitiko95 - 20 Gennaio 2017, 01:15:18
Raga buona sera... e la prima.volta che sento questa rete radio montana... vorrei iscrivermi... magari per prestare soccorso da casa... vorrei sapere un po come funziona l iscrizione... ho un g9 plus... grazie ragazzi! Aspetto risposte da qualcuno che magari gia e iscritto... grazie mille

inviato SM-A510F using  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Gennaio 2017, 01:23:06
Raga buona sera... e la prima.volta che sento questa rete radio montana... vorrei iscrivermi... magari per prestare soccorso da casa... vorrei sapere un po come funziona l iscrizione... ho un g9 plus... grazie ragazzi! Aspetto risposte da qualcuno che magari gia e iscritto... grazie mille

inviato SM-A510F using  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Se rispetti le seguenti condizioni sei il benvenuto:

- Sono maggiorenne (18 anni compiuti).
- Ho la residenza in un comune italiano.
- Pratico attività outdoor in montagna o nei boschi del territorio italiano...
*** IMPORTANTE: Elenco attività ammesse ***
Attività ammesse:
Potrai accettare questa condizione, ovvero procedere alla compilazione del modulo, esclusivamente se pratichi almeno una delle seguenti attività outdoor:

Ambiente estivo o non innevato: Escursionismo; Escursioni avanzato (ferrata); Alpinismo; Arrampicata (roccia).
Ambiente innevato: Escursionismo (con ciaspe); Alpinismo; Sci Alpinismo; Arrampicata (ghiaccio); Sleddog.
Sport invernali: Sci; Sci di fondo; Snowboard.
Volo Libero: Parapendio; Deltaplano.
Sport lacustri: Barca/Gommone; Barca a vela; Canoa.
Altre attività: Mountain Bike; Ricerca funghi; Caccia; Pesca; Fuoristrada (4X4); Torrentismo (canyoning); Speleologia.

In caso contrario la tua partecipazione al Progetto sarebbe obsoleta, in quanto la Rete Radio Montana è dedicata esclusivamente a questa tipologia di pubblico.
***********************************************

- Sono già in possesso di un apparato radio PMR-446 compatibile con il CANALE 8-16 della Rete Radio Montana.
- I dati personali sopra-indicati sono completamente veritieri.
- Ho letto e compreso l'informativa sulla Privacy e approvo il trattamento dei miei dati personali nelle modalità precedentemente indicate.


... Ma visita il sito ufficiale per approfondire prima, non iscriverti "a buffo".

Da casa non presterai nessun soccorso. Ne da casa, ne se sarai in giro.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: mitiko95 - 20 Gennaio 2017, 01:25:32
Ah okok perfetto... volevo solo info... credevo che da casa abruzzo zona mare potevo ascoltare e aiutare... se non erro ho letto che si poteva ascoltare anche da casa... ti ringrazio lo stesso

inviato SM-A510F using  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Gennaio 2017, 01:36:16
Ah okok perfetto... volevo solo info... credevo che da casa abruzzo zona mare potevo ascoltare e aiutare... se non erro ho letto che si poteva ascoltare anche da casa... ti ringrazio lo stesso

inviato SM-A510F using  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Certo, ma per l'iscrizione devi praticare attività escursionistica, alpinistica, etc. Accettiamo solo appassionati di montagna... Se oltre alla montagna sei anche appassionato di radio benvenga.

Nulla ti vieta di monitorare comunque l'8-16... Ma senza ID da noi rilasciato.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: mitiko95 - 20 Gennaio 2017, 01:38:46
Okok allora snz iscrizione.

 Ma da san salvo abruzzo riesco ad ascoltarvi?

inviato SM-A510F using  rogerKapp mobile  (http://rogerkapp.rogerk.net)

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Matte - 20 Gennaio 2017, 12:51:20
Non lo definirei "umile radioascolto"... Le comunicazioni in alcune situazioni/giornate sono regolari, scambio di info tra Lazio e Liguria, chiacchierate, etc. etc.. Di registrazioni ne ho quante ne volete (banda libera, non protetta, posso farlo). Anche quelle in cui, in diversi episodi dell'anno scorso, più escursionisti a quota 2000 metri e a qualche Km di distanza tra loro, situazione meteo critica in quota con neve alta durante attività alpinistica, non riuscivano a parlare tra di loro, perchè ricevevano (erano tra Lazio e Abruzzo) trasmissioni a fondo scala (provenienti da Roma e dalla Liguria), chiacchierate più che altro... E senza accorgersene parlavano sopra a queste persone, come ad altre in altri episodi.

Pertanto, pure se lavoraste illegalmente, non lo fate per sole questioni di emergenza (e ci potrei anche stare se fosse per la sola ricezione di chiamate di emergenza)... Ma usate infrastrutture particolari, illecite, anche per fare quattro chiacchiere, scambio info TRA OPERATORI DELL'ASSOCIAZIONE... Quindi usate una rate radio per scopi diversi da quelli preposti. Le comunicazioni interne ad un'Associazione di Protezione Civile credo che debbano avvenire su frequenze CIVILI, soprattutto a livello interregionale... Dal Lazio alla Liguria. Cosa impensabile per un PMR-446. Essere coperti in Abruzzo da comunicazioni provenienti da Genova... Diamine... Non è utile.

Non dico nulla di segreto. Sul vostro sito Jimdoo sono indicate le frequenze e relative zone... A chi è nelle zone coperte da gateway gli basta fare qualche giorno di ascolto (o magari dopo questo post tali conversazioni non si sentiranno per un po).

Questo è il servizio di radioascolto al fine di ricevere comunicazioni di emergenza e rigirarle alle autorità competenti? Se uno di quei poracci stava con una gamba rotta e senza rete GSM, rimaneva congelato lissù, perché né operatori né l'altro alpinista sarebbe stato in grado di comunicare: il Gateway COPRIVA entrambi gli alpinisti, nonostante si parlavano da pochi km e da cima a cima, e gli operatori tramite il gateway facevano tutto meno che supportare l'alpinista, scopo per quale vi ponete. Cioè, una persona riceve Roma e non il tizio dalla montagna accanto. Vabè.

Questo accadeva quando usavate l'8-16, e sicuramente ogni tanto capiterà ancora sul 07-16 (non lo ascolto sempre, ma capita), ma immagino sia una cosa normale con certi sistemi.

Caspita, preferisco assolutamente il NON utilizzo di FRN. Una richiesta dalla Liguria come la gestisci (nel caso in cui riceviate correttamente la persona)? Da Imperia chiami il 118, ti risponde la C.O. provinciale (in Liguria), quindi un passaggio di informazioni e trasferimento di competenze lungo, che è già complesso tra centrali operative della stessa zona. La C.O. Imperia chiama quindi qualche numero diretto della C.O. di Rieti... Che a sua volta deve ripassare le informazioni alla C.O. del Soccorso Alpino Lazio... Che a sua volta necessiterà di informazioni particolari (la richiesta di soccorso in montagna non è una classica richiesta cittadina). Quindi chiama il 118 di Rieti, che chiamerà a sua volta il 118 di Imperia, e così via. Esatto, gli interventi devono essere gestiti dalla locale C.O., che tra l'altro conosce il territorio di competenza.

Prefirisco aumentare le utenze che monitorano da casa e dalle montagne (durante le escursioni). In alcune zone il numerico è davvero positivo ed efficente. Anche in Liguria nel week-end.

In Liguria continuiamo ad assegnare nostri ID, sintomo che anche nelle vostre zone di origine, è il CANALE 8-16 che va per in montagna, non PCN. E non abbiamo proprio la paura che dirottiate sulle vs. frequenze i nostri utenti... E' nostra cura sensibilizzare tutti all'utilizzo dell'8-16, e diciamo a tutti che si perdono importanti potenziali se alcuni sono da una parte e altri da un'altra. Ovvio, nelle zone in cui ci sono vostre strutture, badiamo bene a chi dare questi consigli... Perché magari sono persone mandate all'avascoperta da voi, che possono decentrare le utenze su canali diversi dall'8-16... Ma chi riceverà questo invito (libero di farlo) generalmente ce ne darà comunicazione... E per di più ci impegnamo col Soccorso Alpino della Liguria, come con il Soccorso Alpino di tutta Italia... Che magari non fa parte della RRM... Ma sa cosè, e sa che il CNSAS Lazio già ne fa parte e utilizza la RRM. E magari presto coopererà anch'esso.

Noi non ci azzardiamo, e non è di nostra competenza, cercare di ricreare un "Canale Echo" nazionale, e non abbiamo la presunzione di farlo. Le nostre linee guida sono completamente diverse, specifiche per l'ambiente montano/Soccorso Alpino, legali, e gestite in un modo particolare.

Ma di certo non tentiamo di simulare una 161.300, che è una rete attiva in una Regione in cui è presente una sola piccola Provincia, in cui le chiamate vengono ricevute (tramite selettiva) direttamente da 118/CNSAS di quella specifica regione, la quale frequenza è stata data in concessione (temporanea) ad una Regione Autonoma... Non ad una grande o piccola associazione di volontariato.... Però magari alcune strutture importanti con cui cooperiamo riuscirebbero a ricreare cose molto simili alle realtà già esistenti... Loro già operano a livello nazionale, hanno già diverse frequenze radio... E vista l'istituzionalità riusciranno, chissà, ha destinare una freq. per i nostri scopi, che fanno comodo anche a loro.

Poi oh, se riuscite ad ottenere una frequenza civile liberamente usabile dal cittadino, un plauso abnorme! Però è dura... Grandi realtà radioamatoriali/nazionali che fanno protezione civile hanno avuto enormi difficoltà a fare cose simili. Per non parlare degli apparati civili, che devono essere omologati, e costa al cittadino.

Eravate partiti, secondo me, bene col discorso alluvioni e maxi-emergenze... "Se non ci sono le linee chiamiamo per voi i vostri parenti su richiesta via radio"..... etc etc.... Siete arrivati a voler far tutto, e secondo me è stata una strategia errata. In alcuni ambiti è una copia della RRM, ma gestita male a prescindere. Secondo me se vi "specializzate" in un settore specifico (maxi-emergenze) arrivavate a risultati superiori. Parere personale, che può essere pure completamente sbagliato. ci mancherebbe. La montagna è ambito specifico CAI e CNSAS... Il personale è qualificato da scuole riconosciute dalla legge.... E noi è con loro che stiamo lavorando e ottimizzando il tutto... E' il CAI che cura l'aspetto della montagna, escursionismo e quant'altro.

Non sono radioamatore... Vero, e non mi interessa "sperimentare" o chiacchierare le ore sulle bande ad esso riservate. Ognuno ha la sua passione. La passione che ho io è quella di usare la radio per questioni unicamente operative. I radioamatori invece sperimentano sui 144-145 e sui 430-433. Per quel che mi interessa fare non devo essere radioamatore.

Elettronica, TLC e radiotecnica l'ho studiata per 3 anni. Se non sbaglio la patente la prendo senza esami nel mio caso. Il codice Q lo so per cultura personale. L'alfabeto fonetico NATO ce l'ho nel sangue. I tirocini in Torre di Controllo come Controllore del Traffico aereo mi hanno permesso di usare molto bene le radio, e soprattutto la fraseologia. In ambito Soccorso Alpino mi sto occupando in ambito provinciale della rete radio DMR, con invio della posizione dati sul secondo Slot. Chiamate selettive in analogico e quant'altro. Diciamo che fra lavoro e passione qualcosina ne capisco, pure se non sono radioamatore.

Questo per dire... Che non sono radioamatore... Non siamo un'associazione... Ma abbiamo studiato una strategia, che giorno dopo giorno porta i suoi frutti: la RRM si espande di continuo e in maniera funzionale. Il PMR-446 omologato fa il lavoro che noi vogliamo fargli fare, e il tutto funziona. Ovvio, c'è da lavorare di continuo per aumentare l'efficacia in zone "povere", ma siamo certi di farcela, visti i precedenti.

Con questo lunghissimo post rispondo alle vs. critiche, fornendovi (dietro le righe) ulteriori elementi che vi possono far capire che non giochiamo, che trasformiamo i PMR da giochi a importante strumento, e che tante volte bisognerebbe capire davvero che il lavoro che c'è dietro spesso muove l'inamovibile.

Buonanotte.




Matteo 
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ribons - 20 Gennaio 2017, 21:09:18
Ciao a tutti.
Da pochi giorni posseggo due  Polmar Easy , regalati da mia moglie ,perché sono un appassionato escursionista ( anche in solitaria), cercatore di funghi in zone abbastanza selvagge ( val Grande VCO) dove il Cell. è sempre out. Pensavamo appunto che una coppia di radio potessero servire. Mi son messo a cercare come poter sfruttare questa opportunità ed ho scoperto RRM. Ho subito pensato che fosse una cosa ECCEZZIONALE, ma leggendo questo forum ho letto solo delle gran polemiche che non capisco.
Non vi piace questa RRM perché qualcuno dietro questa sigla ci mangia?? C 'è del losco? Perché non siete chiari? Mi sembra che ci sia della gran INVIDIA...GELOSIA ....ma perché non lasciate fare a chi vuol fare?
Continuerò a leggere ( ho iniziato ieri a leggere qui e la...) per farmi un idea.
Per ora penso che sia un ottima iniziativa.
Ora faccio una domanda forse sciocca: sulla mia radio metto canale 8, ma il 16 vuol dire subtono? Lo devo programmare? Chi mi aiuta?
Grazie a tutti
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 20 Gennaio 2017, 21:34:02
Ciao a tutti.
Da pochi giorni posseggo due  Polmar Easy , regalati da mia moglie ,perché sono un appassionato escursionista ( anche in solitaria), cercatore di funghi in zone abbastanza selvagge ( val Grande VCO) dove il Cell. è sempre out. Pensavamo appunto che una coppia di radio potessero servire. Mi son messo a cercare come poter sfruttare questa opportunità ed ho scoperto RRM. Ho subito pensato che fosse una cosa ECCEZZIONALE, ma leggendo questo forum ho letto solo delle gran polemiche che non capisco.
Non vi piace questa RRM perché qualcuno dietro questa sigla ci mangia?? C 'è del losco? Perché non siete chiari? Mi sembra che ci sia della gran INVIDIA...GELOSIA ....ma perché non lasciate fare a chi vuol fare?
Continuerò a leggere ( ho iniziato ieri a leggere qui e la...) per farmi un idea.
Per ora penso che sia un ottima iniziativa.
Ora faccio una domanda forse sciocca: sulla mia radio metto canale 8, ma il 16 vuol dire subtono? Lo devo programmare? Chi mi aiuta?
Grazie a tutti

Ciao Ribons, è un piacere leggere questo tuo post.

Ti confermo che "CANALE 8-16" è il nome che abbiamo dato alla "nostra" frequenza radio. Corridponde al:

Banda PMR-446 >> CH 8 + CTCSS (subtono) 16 (verifica che il CTCSS 16 del Polmar coincida con il tono subaudio 114.8 Hz, poichè se ricordo bene tale subtono coincide col CTCSS 17 nelle Polmar, ma magari ricordo male).

Fai richiesta dell'ID se non l'hai già fatto!
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Ribons - 20 Gennaio 2017, 23:47:45
Grazie siluc,
Io ci capisco poco, ma non so come fare. So come inserire il ctcss ma il valore come lo imposto? Ho letto il manuale ma non capisco.
Ci sarà pure qlc che ha questa radio e spreca due parole.

GRAZIE
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 21 Gennaio 2017, 00:14:59
Grazie siluc,
Io ci capisco poco, ma non so come fare. So come inserire il ctcss ma il valore come lo imposto? Ho letto il manuale ma non capisco.
Ci sarà pure qlc che ha questa radio e spreca due parole.

GRAZIE

Devi prima selezionare il Canale PMR n. 8, dopo di che su questo canale imposti il CTCSS n. 16 (o 17), dopo di che sei apposto. Impostare il CTCSS significa automaticamente impostare il "valore" di cui parli... Ad ogni CTCSS corrisponde un CTCSS specifico.

Non conosco il Polmar Easy, ma leggendo alcuni topic qui sul forum, credo che tale apparato sia programmabile solamente tramite PC e relativo kit di programmazione (cavo e software). Prova a chiedere qua:

- http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=43797.0 (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=43797.0)
- http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=45256.0 (http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=45256.0)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: carlo_forever - 21 Gennaio 2017, 07:52:31
Scusate se intervengo. Anch'io all'inizio ero un po' scettico, ed ho posto degli interrogativi, ai quali ho avuto risposta. Sono entrato quindi a far parte della Rete Radio Montana col nominativo HOTEL143.
Cosa mi ha convinto? Il fatto che, se ti affidi ai mezzi normali, cioè smartphone, tablet, smartwatch, eccetera, sei quasi sicuramente morto, se ti trovi in situazioni difficili. A me è capitato alcune volte di essere stato vittima di infortuni in montagna, e di non riuscire a chiamare nessuno, spesso a poche decine o centinaia di metri da dove potevano soccorrermi. Non servivano radio in grado di coprire 50 Km, ma 500 metri. A questo punto, perché no? Gli escursionisti avranno sempre un punto di forza in più su cui contare. Non servirà? Forse, ma comunque non servirà nemmeno il telefono, con tre reti cellulari ed il territorio coperto all'87%!!.
Qualcuno pensa di aver partorito un'altra idea altrettanto buona o addirittura migliore? Perché non unire le forze? Le critiche sono le benvenute quando esse sono costruttive, io penso. Qui qualcuno ha scritto parole come INVIDIA, GELOSIA, ammettiamo pure che l'animo umano non sia perfetto. Ma la ragione e la ragionevolezza devono avere il sopravvento sulle pur lecite emozioni!

Carlo.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 21 Gennaio 2017, 08:20:53
anche oggi provero' pure sul ch 8/16 pmr anche se come al solito non penso di sentire qualcuno di rrm :grin: :grin: :grin: :grin:
non me ne voglia siluc......... (ma a proposito che vuol dire Siluc???)

(https://s27.postimg.org/k2odkrye7/copertura_invernale_sci.jpg) (https://postimg.org/image/k2odkrye7/)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 21 Gennaio 2017, 08:45:09
Rileggendo tutto, rimango nelle mie idee portate da pratica e studi, andrei contro la mia formazione ed illogicamente ogni conferma diversa fatta eventualmente.

Un suggerimento che darei ai gestori della RRM, atteso la diversità delle radioline in commercio, della differenza tecnico/softwaristica e programmazione, di "imporre", vedasi le virgolette, una rosa limitata di PMR.

In altre parole, ci sono escursionisti che hanno difficoltà di mettere un tono, uno shift, capire e settare, tutto normale, nessuna gravità...ma questo pone a discapito di tutti se non di egli stesso a non poter usare al meglio una tale radiolina così poco di suo performante.
Il suggerimento, anzi i suggerimenti sono 2;

provare materialmente e consigliare l'acquisto di un solo modello, al max 2, così che tutti la conoscono, usano e sanno come funziona...potendosi scambiare gli usi e settaggi vari.

Troppa diversità pone acquisti poco afferrati, inefficienze e imperizie occorse.
nelle organizzazioni ben preparate gli "utensili" sono di reparto, per interscambio e comodità operativa...per parallelo...quindi chi si iscrive sarebbe ben consigliato a monte, tanto il costo è ridicolo di queste radioline...

Secondo consiglio, dividere a scacchiera ed in quadranti il territorio regionale, ponendo sul vs sito una pagina, dove chi accede, l'iscritto, mette una x  nel quadratino, orario e giorno che si trova ivi, così gli interessati sanno che è lì da tot a tot , con sigla apposita...un supervisore sa quindi che tale giorno quelle zone sono coperte...

Buoni consigli ?
Pessimi consigli ?

Fate Voi.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 21 Gennaio 2017, 09:32:31
Secondo consiglio, dividere a scacchiera ed in quadranti il territorio regionale, ponendo sul vs sito una pagina, dove chi accede, l'iscritto, mette una x  nel quadratino, orario e giorno che si trova ivi, così gli interessati sanno che è lì da tot a tot , con sigla apposita...un supervisore sa quindi che tale giorno quelle zone sono coperte...

Buoni consigli ?
Pessimi consigli ?

Fate Voi.

PNY, quando Simone dice che dietro RRM c'è TANTO coordinamento, ore/giorni/mesi di discussioni e di lavoro, non lo dice solo per dare fiato alla bocca... :)
La tua idea è ottima... ma RRM funziona già così: il nostro "gestionale" (accessibile agli iscritti) permette di segnalare le proprie attività, di qualunque tipo esse siano, e fa arrivare in tempo reale agli iscritti interessati a quella zona una notifica sull'attività presente ("l'utente ALFA 1 sarà in escursionismo il giorno tot dalla ora tot alla ora tot dal luogo tal dei tali").
Inoltre, sia in home page che in una pagina specifica del sito: http://www.reteradiomontana.it/situazione-oggi è possibile vedere in tempo reale le attività della giornata in corso.

Come vedi, NULLA è lasciato al caso. NULLA.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 21 Gennaio 2017, 09:56:37
Ricevuto, non vado su quel sito, ci farò una capatina ogni tanto, visto che sviluppa, conoscere è sempre un bene.

Per le radioline uguali, magari Vi porta ad una convenzione di fornitura con qualche negozio, a volte singole a volte in blister, a chi ne serve una a chi 2, acquistando sempre in quel punto, accessori e batterie, si pone a trovare materiale pronto e testato;
in tal modo ho fatto organizzare delle squadre per la caccia, con PMR professionali, trovano tutti i ricambi, modello e assistenza tecnica...oltre che un file code inserito appositamente comune da P.C. dal venditore convenzionato.

Buone cose allora e grazie.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 21 Gennaio 2017, 11:04:23
Si, penso che alla fine la forza della RRM sia quella di portare a conoscenza di tutti gli escursionisti l'esistenza di tale iniziativa, in modo da rendere sempre più numerosa la comunità e fitta la maglia dei possibili nodi della rete

Purtroppo molte aree rimangono tuttora scoperte, ma in futuro....chissà.  Io se son in stazione, spesso tengo acceso il PMR446 su tal canale......in tempi recenti non ho mai avuto il piacere di sentir nessuno chiamare con l' ID di RRM, ma non è detto che prima o poi possa accadere

Buon lavoro !

Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 21 Gennaio 2017, 18:14:25
come volevasi dimostrare, anche oggi nessun contatto con rrm su 8/16....
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 21 Gennaio 2017, 19:20:51
non ti arrabbiare Enrico........... è solo una constatazione che in anni di decine e decine di chiamate, praticamente mi avranno risposto in 2 o 3 appartenenti al "progetto"...
cmq lunga vita a RRM :up: :up: :up: :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: vagabondo - 22 Gennaio 2017, 11:46:28
Oggi,nonostante il freddo,grande attività di RRM in Lombardia: 4-5 persone in altura più alcuni in monitoraggio da casa come il sottoscritto. In poco più' di mezz'ora col portatilino ho sentito Charlie 64 dal s. Primo e Charlie 232 dalla Roncola BG. Col secondo ho fatto un buon qso,mentre col primo non son riuscito. Qualcosa si muove! Certo non tutte le volte ci scappa il qso,qualche volta chiamo e non risponde nessuno, altre volte sento la chiamata ma non riesco a fare il qso. Se posso fare un appunto: siccome ci sono varie persone come me che stanno spesso in monitoraggio da casa,chi va in escursione non dovrebbe limitarsi a una singola chiamatina a tempo perso,ma ripeterla più' volte. Dopo tutto nello spirito di RRM gli stiamo offrendo una copertura in caso di bisogno e questo è il meno che potrebbe fare,una volta che ha annunciato ufficialmente l'escursione su reramonet. Così si costruisce un circolo virtuoso,non solo per le finalità di RRM ma anche per il piacere di noi appassionati della radio.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 22 Gennaio 2017, 11:54:02
Probabilmente sarebbe utile un piano operativo attivo esterno a questa associazione.

Contattare i vari rifugi, bar, ristoranti e trattorie, alberghetti vari, posti nelle zone escursionistiche e in itinere, presentandosi e REGALANDO una radiolina, con antenna esterna meglio ancora, tipo quella ancora non omologata veicolare in vendita, per lasciarla in ascolto.

Queste attività sono H24 quasi sempre per 365 giorni l'anno, come gli edicolanti anche utili per fare ascolto.

Una soluzione per avere risposte quasi sicure, sono stanziali, non certo escursionisti occasionali.

Una mappa dei luoghi, con segnati i punti fissi attivi commerciali, poi con misure e righello, verificare le distanze, creando sulla carta un piano operativo di punti papabili, che si coprano come distanza tra loro alla pari delle reti cellulari...da punto di ascolto ad un secondo ...selezionare e contattare e chiedere il favore.

In tal si modo una risposta c'è più sicuramente.

Non voglio fare ne il professore ne altro, ma è comunque parte delle comunicazioni che sono nella nostra passione radiantistica, mi dispiace leggere di non risposte, una chiamata di prova contatto poteva essere di vera richiesta.

Poi magari ci hanno già pensato anche in questo...allora ho perso tempo io a scrivere e voi a leggere e me ne scuso.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 22 Gennaio 2017, 12:04:03
Queste attività sono H24 quasi sempre per 365 giorni l'anno, come gli edicolanti anche utili per fare ascolto.

Una soluzione per avere risposte quasi sicure, sono stanziali, non certo escursionisti occasionali

Da quel che ne so.....RRM ha già preso contatto da tempo con diversi rifugi e attività simili......
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 22 Gennaio 2017, 12:33:37
Stamane ho contattato 3 componenti di RRM 2 dei quali nella mia zona, il terzo dalla mia postazione a nord di Mantova (mi trovo in quota)
Saluti
73
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 22 Gennaio 2017, 12:41:37
Stamane ho contattato 3 componenti di RRM 2 dei quali nella mia zona, il terzo dalla mia postazione a nord di Mantova (mi trovo in quota)
Saluti
73

Mi sono spiegato male, pardon, volevo scrivere che il terzo è stato effettuato dalla mia postazione sull'appennino tosco emiliano (quota 750 mt/slm) fino a un componente che stava a nord di Mantova.
Salutoni - 73
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 22 Gennaio 2017, 13:51:27
Da quel che ne so.....RRM ha già preso contatto da tempo con diversi rifugi e attività simili......

Speriamo che diano nel caso risposte positive...allora.
Non so come RRM si muove, ero stato contattato quando nacque, nei primi giorni di vita, credo nel 2009,  dal fondatore iniziale, ma ho declinato l'invito per la tipologia di radioline, poi non mi sono più interessato, escluso inserimenti dei parametri, richiestomi da squadre di cacciatori autorizzati dalla Provincia, annualmente, per il canale convenzionato, ed a letture in questo forum.

Buona attività quindi, la capillarità sostituisce la cortissima e modesta operatività del PMR...più sono meglio è.
 :up:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 22 Gennaio 2017, 15:28:47
Mi sono spiegato male, pardon, volevo scrivere che il terzo è stato effettuato dalla mia postazione sull'appennino tosco emiliano (quota 750 mt/slm)

Scusa, a titolo curiosità, eri te stamattina verso le 11 ad aver fatto qualche chiamata inserendo nel messaggio la parola "Toscana"?   Avevo la radio sintonizzata da casa, ma non son riuscito a capire altro.... Io sul ch 8 pmr446 ho trasmissioni pressochè continue provenienti da un vicino centro commerciale e nel momento in cui si apre lo squelch....entra di tutto !  8O :rool:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IW4ANV - 22 Gennaio 2017, 15:38:16
Scusa, a titolo curiosità, eri te stamattina verso le 11 ad aver fatto qualche chiamata inserendo nel messaggio la parola "Toscana"?   Avevo la radio sintonizzata da casa, ma non son riuscito a capire altro.... Io sul ch 8 pmr446 ho trasmissioni pressochè continue provenienti da un vicino centro commerciale e nel momento in cui si apre lo squelch....entra di tutto !  8O :rool:

Ciao, si, stamane ho fatto chiamate circa ogni 30 minuti, mentre ero in comunicazione ho dato come indicazione il nome del paesino dove ho in mio qth spiegando che è situato tra Emilia e Toscana. Verso le 11 (10,55 per la precisione) ero in collegamento col corrispondente di Mantova.
E' possibile che mi hai ascoltato.
Ciao
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: FoxG7 - 22 Gennaio 2017, 15:47:36
Ciao, si, stamane ho fatto chiamate circa ogni 30 minuti, mentre ero in comunicazione ho dato come indicazione il nome del paesino dove ho in mio qth spiegando che è situato tra Emilia e Toscana. Verso le 11 (10,55 per la precisione) ero in collegamento col corrispondente di Mantova.
E' possibile che mi hai ascoltato.
Ciao

Eh si...allora molto probabile, grazie per la conferma !
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 22 Gennaio 2017, 20:25:38
come volevasi dimostrare, anche oggi nessun contatto con rrm su 8/16....
Oggi,nonostante il freddo,grande attività di RRM in Lombardia: 4-5 persone in altura più alcuni in monitoraggio da casa come il sottoscritto. In poco più' di mezz'ora col portatilino ho sentito Charlie 64 dal s. Primo e Charlie 232 dalla Roncola BG. Col secondo ho fatto un buon qso,mentre col primo non son riuscito.
Ahahahah... lake, l'ho sempre detto... o cambia radio o cambi posto da cui pretendi di fare radio, perchè evidentemente una delle due non va.
Il terzo fattore è l'operatore... vedi tu... :D
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 22 Gennaio 2017, 20:27:50
Speriamo che diano nel caso risposte positive...allora.
Non so come RRM si muove, ero stato contattato quando nacque, nei primi giorni di vita, credo nel 2009,  dal fondatore iniziale, ma ho declinato l'invito per la tipologia di radioline, poi non mi sono più interessato, escluso inserimenti dei parametri, richiestomi da squadre di cacciatori autorizzati dalla Provincia, annualmente, per il canale convenzionato, ed a letture in questo forum.

Buona attività quindi, la capillarità sostituisce la cortissima e modesta operatività del PMR...più sono meglio è.
 :up:
PNY, fai sempre delle buone proposte... peccato che siano già cose che sono state fatte: ci sono diverse strutture ricettive aderenti alla RRM, sparse fra rifugi, campeggi e via dicendo.
Magari, se prima di "sparare idee" ti informassi meglio, risparmieresti tempo e cambieresti idea su RRM. :)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 22 Gennaio 2017, 20:30:02
Stamane ho contattato 3 componenti di RRM 2 dei quali nella mia zona, il terzo dalla mia postazione a nord di Mantova (mi trovo in quota)
Saluti
73

IW4ANV, spiega gentilmente a lake come fare per contattare qualche operatore RRM... ha grossi problemi al riguardo... :D :D :D
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 23 Gennaio 2017, 05:18:56
O.K. visto e capito.
Ho detto chiaramente che non mi tengo informato su questo sistema, quindi non sono al pieno informato, escluso quello che leggo qui.

I miei consigli sono da parte obiettiva di istinto d'amatore della radio, non ci credo, non farei mai una stipula con RRM, per molti motivi tecnico/legali, nonostante tutto, per la parte radiantistica, anche se potrei farne a meno, datosi la tipologia del materiale e frequenze non afferenti a quelle ufficialmente destinate di mio appannaggio, ed uso allo scopo della salvaguardia della vita umana, cose MOLTO BEN DIVERSE, mi dispiace leggere di esposti su mancati collegamenti, il mio spirito radiantistico, solo radiantistico, un PMR è comunque una radio, si abbatte.

Certo che nel futuro, magari tutto si svilupperà, Vi auguro nel più capillare possibile.
Buone attività quindi e buon augurio personale.

Restando in tema attuale degli avvenimenti, per la neve, un sistema ARVA PIEPS, da 50 euro e mi sento più sicuro che un PMR non omologato al soccorso e probabili ascoltatori occasionali.

 
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: ik1npe - 23 Gennaio 2017, 08:35:28
Salve, un sistema ARVA non costa 50 euro ma 300 e poi serve solo in caso di valanga e un'altro o altri dovrebbero  essere fuori con pala e sonda .
Quindi anche l' ARVA come per la radio dovrebbero essercene almeno due.
73 de ik1npe
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: StratocasterDG (IU2IJZ) - 23 Gennaio 2017, 10:00:36
Contattare i vari rifugi, bar, ristoranti e trattorie, alberghetti vari, posti nelle zone escursionistiche e in itinere, presentandosi e REGALANDO una radiolina, con antenna esterna meglio ancora, tipo quella ancora non omologata veicolare in vendita, per lasciarla in ascolto.

va bene che quasi più nessuno esegue dei controlli, ma andare così spudoratamente fuori legge.....così poi il progetto rischia di perdere credibilità
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: Giovy - 24 Gennaio 2017, 14:00:09
Restando in tema attuale degli avvenimenti, per la neve, un sistema ARVA PIEPS, da 50 euro e mi sento più sicuro che un PMR non omologato al soccorso e probabili ascoltatori occasionali.

 
Puoi avere anche l'ARVA digitale più figo del mondo, ma se non ti vedono finire sotto la valanga, sei morto allo stesso identico modo.
Le probabilità di sopravvivenza in una valanga sono nell'ordine di minuti (al max 18), per poi decrescere drasticamente...
Quindi...

(https://s28.postimg.org/pm2v860ll/sopravvivenzagraf.gif) (https://postimg.org/image/pm2v860ll/)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 27 Gennaio 2017, 12:21:44
Speriamo che diano nel caso risposte positive...allora.

[...]
 :up:

Sono diversi i Rifugi che monitorano il CANALE 8-16, i cui gestori sono già titolari di un Identificativo Radio da noi rilasciato:

- http://www.rifugiovittoria.it/index.php/it/home/item/198-rete-radio-montana (http://www.rifugiovittoria.it/index.php/it/home/item/198-rete-radio-montana)
- http://www.rifugiosella.it/ (http://www.rifugiosella.it/) (paragrafo SERVIZI OFFERTI della Home... Adesso il suo ID è "ALFA 159"

... Ce ne sono anche altri... E molti altri usano l'8-16 ma per il momento non sono iscritti.


Ai rifugi bisogna aggiungere i numerosi Club di Volo Libero (parapendio e deltaplano) che nelle loro zone di volo usano l'8-16, come ad esempio: http://www.scurbatt.it/index.php?option=com_content&view=article&id=66&Itemid=182&lang=it (http://www.scurbatt.it/index.php?option=com_content&view=article&id=66&Itemid=182&lang=it)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 28 Gennaio 2017, 13:55:46
Venerdì 3 febbraio 2017 alle ore 20.50 verrà presentata la Rete Radio Montana presso la sezione CAI di Novi Ligure, che ha organizzato l'evento.

Leggi tutto: www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-novi-ligure---60 (http://www.reteradiomontana.it/presentazione-progetto-novi-ligure---60)
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: siluc - 13 Febbraio 2017, 21:08:17
Ecco la situazione della RRM della giornata di ieri...

(https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/16730645_1352311141458496_5350108677321546689_n.jpg?oh=cccac48e481438739f56c470d6530340&oe=5947073D) (https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/16730645_1352311141458496_5350108677321546689_n.jpg?oh=cccac48e481438739f56c470d6530340&oe=5947073D)

(https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/16508037_1352311181458492_2635249251200686962_n.jpg?oh=b4d4a508f82108c5fb712ad6fa3b7802&oe=59068032) (https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/16508037_1352311181458492_2635249251200686962_n.jpg?oh=b4d4a508f82108c5fb712ad6fa3b7802&oe=59068032)

(https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/16508504_1352311274791816_3553008491983797449_n.jpg?oh=5d32e0a30913661fa838e70c7f5df341&oe=5905225D) (https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/16508504_1352311274791816_3553008491983797449_n.jpg?oh=5d32e0a30913661fa838e70c7f5df341&oe=5905225D)

(https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/16602784_1352311328125144_8287295973704103015_n.jpg?oh=18c3069d3b18f7a60d0a276b84765d0a&oe=59407030) (https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/16602784_1352311328125144_8287295973704103015_n.jpg?oh=18c3069d3b18f7a60d0a276b84765d0a&oe=59407030)

Alcuni utenti di RogerK non riescono mai a fare collegamenti sull'8-16, ad esempio in Lombardia... Questo è solo un piccolo esempio riferito a ieri, che dimostra che anche in Lombardia avvengono collegamenti:

(https://s16.postimg.org/khy9y4pc5/RRM_12_02_17_Lombardia.png) (https://s16.postimg.org/khy9y4pc5/RRM_12_02_17_Lombardia.png)

Vi ricordiamo che questi sono dati assolutamente parziali, in quanto ci potrebbero essere state tante altre persone sull'8-16, che però non hanno pubblicato né gli estremi delle attività programmate, né i report dei collegamenti.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: metalliserg - 14 Febbraio 2017, 00:33:09
Scusate se intervengo. Anch'io all'inizio ero un po' scettico, ed ho posto degli interrogativi, ai quali ho avuto risposta. Sono entrato quindi a far parte della Rete Radio Montana col nominativo HOTEL143.
Cosa mi ha convinto? Il fatto che, se ti affidi ai mezzi normali, cioè smartphone, tablet, smartwatch, eccetera, sei quasi sicuramente morto, se ti trovi in situazioni difficili. A me è capitato alcune volte di essere stato vittima di infortuni in montagna, e di non riuscire a chiamare nessuno, spesso a poche decine o centinaia di metri da dove potevano soccorrermi. Non servivano radio in grado di coprire 50 Km, ma 500 metri. A questo punto, perché no? Gli escursionisti avranno sempre un punto di forza in più su cui contare. Non servirà? Forse, ma comunque non servirà nemmeno il telefono, con tre reti cellulari ed il territorio coperto all'87%!!.
Qualcuno pensa di aver partorito un'altra idea altrettanto buona o addirittura migliore? Perché non unire le forze? Le critiche sono le benvenute quando esse sono costruttive, io penso. Qui qualcuno ha scritto parole come INVIDIA, GELOSIA, ammettiamo pure che l'animo umano non sia perfetto. Ma la ragione e la ragionevolezza devono avere il sopravvento sulle pur lecite emozioni!

Carlo.
Ciao, io sono da poco entrato in RRM con il nominativo FOXTROT 179. Sono cosciente dei limiti oggettivi del progetto, anche a causa delle limitazioni legislative imposte. Io personalmente pubblico su RERAMONET le mie attività di monitoraggio, provo a fare dei collegamenti e, sinceramente, non sono ancora riuscito a contattare nessuno. Questo però non mi fa demordere perché credo che anche il mio tassello sia utile per costruire questo puzzle! Sicuramente non sarà un'impresa facile, e circa 50/60 utenti attivi al giorno (forse anche qualcuno in più) nei fine settimana in tutta Italia sono veramente ancora pochi...ma potrebbero già riuscire a salvare anche una sola vita! Dovremmo essere molti di più.
Concludendo, penso che RRM sia un progetto concettualmente nobile che ha bisogno però di tanta pubblicità messa in campo con altrettanta costanza e umiltà.
Approfitto quind per chiedere a tutti voi di aiutare la Rete in qualsiasi modo riteniate di farlo: non costa niente e, anche con un impegno minimo, come accendere una radiolina in ascolto, si può creare un ponte e accorciare una distanza. Grazie

FOXTROT 179 di RRM


Sent from my iPhone using [url=http://rogerkapp.rogerk.net] rogerKapp mobile  (http://r.tapatalk.com/byo?rid=263)[/url]
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: DeltaSQ - 14 Febbraio 2017, 08:41:16
Scusate se intervengo. Anch'io all'inizio ero un po' scettico, ed ho posto degli interrogativi, ai quali ho avuto risposta. Sono entrato quindi a far parte della Rete Radio Montana col nominativo HOTEL143.
Cosa mi ha convinto? Il fatto che, se ti affidi ai mezzi normali, cioè smartphone, tablet, smartwatch, eccetera, sei quasi sicuramente morto, se ti trovi in situazioni difficili. A me è capitato alcune volte di essere stato vittima di infortuni in montagna, e di non riuscire a chiamare nessuno, spesso a poche decine o centinaia di metri da dove potevano soccorrermi. Non servivano radio in grado di coprire 50 Km, ma 500 metri. A questo punto, perché no? Gli escursionisti avranno sempre un punto di forza in più su cui contare. Non servirà? Forse, ma comunque non servirà nemmeno il telefono, con tre reti cellulari ed il territorio coperto all'87%!!.
Qualcuno pensa di aver partorito un'altra idea altrettanto buona o addirittura migliore? Perché non unire le forze? Le critiche sono le benvenute quando esse sono costruttive, io penso. Qui qualcuno ha scritto parole come INVIDIA, GELOSIA, ammettiamo pure che l'animo umano non sia perfetto. Ma la ragione e la ragionevolezza devono avere il sopravvento sulle pur lecite emozioni!

Carlo.
Ciao, io sono da poco entrato in RRM con il nominativo FOXTROT 179. Sono cosciente dei limiti oggettivi del progetto, anche a causa delle limitazioni legislative imposte. Io personalmente pubblico su RERAMONET le mie attività di monitoraggio, provo a fare dei collegamenti e, sinceramente, non sono ancora riuscito a contattare nessuno. Questo però non mi fa demordere perché credo che anche il mio tassello sia utile per costruire questo puzzle! Sicuramente non sarà un'impresa facile, e circa 50/60 utenti attivi al giorno (forse anche qualcuno in più) nei fine settimana in tutta Italia sono veramente ancora pochi...ma potrebbero già riuscire a salvare anche una sola vita! Dovremmo essere molti di più.
Concludendo, penso che RRM sia un progetto concettualmente nobile che ha bisogno però di tanta pubblicità messa in campo con altrettanta costanza e umiltà.
Approfitto quind per chiedere a tutti voi di aiutare la Rete in qualsiasi modo riteniate di farlo: non costa niente e, anche con un impegno minimo, come accendere una radiolina in ascolto, si può creare un ponte e accorciare una distanza. Grazie

FOXTROT 179 di RRM


Sent from my iPhone using [url=http://rogerkapp.rogerk.net] rogerKapp mobile  (http://r.tapatalk.com/byo?rid=263)[/url]
Quoto pienamente!
Anch'io personalmente non ho effettuato molti collegamenti (probabilmente due) ma non per questo ritengo sia qualcosa di inutile; si tratta comunque di pmr e che sia RRm o no i limiti rimangono sempre gli stessi, ci vuole solo un po' di costanza e un minimo di fortuna.

73 da DeltaSQ - IU2GLO
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 14 Febbraio 2017, 09:19:05
Scusate se intervengo. Anch'io all'inizio ero un po' scettico, ed ho posto degli interrogativi, ai quali ho avuto risposta. Sono entrato quindi a far parte della Rete Radio Montana col nominativo HOTEL143.
Cosa mi ha convinto? Il fatto che, se ti affidi ai mezzi normali, cioè smartphone, tablet, smartwatch, eccetera, sei quasi sicuramente morto, se ti trovi in situazioni difficili. A me è capitato alcune volte di essere stato vittima di infortuni in montagna, e di non riuscire a chiamare nessuno, spesso a poche decine o centinaia di metri da dove potevano soccorrermi. Non servivano radio in grado di coprire 50 Km, ma 500 metri. A questo punto, perché no? Gli escursionisti avranno sempre un punto di forza in più su cui contare. Non servirà? Forse, ma comunque non servirà nemmeno il telefono, con tre reti cellulari ed il territorio coperto all'87%!!.
Qualcuno pensa di aver partorito un'altra idea altrettanto buona o addirittura migliore? Perché non unire le forze? Le critiche sono le benvenute quando esse sono costruttive, io penso. Qui qualcuno ha scritto parole come INVIDIA, GELOSIA, ammettiamo pure che l'animo umano non sia perfetto. Ma la ragione e la ragionevolezza devono avere il sopravvento sulle pur lecite emozioni!

Carlo.
Ciao, io sono da poco entrato in RRM con il nominativo FOXTROT 179. Sono cosciente dei limiti oggettivi del progetto, anche a causa delle limitazioni legislative imposte. Io personalmente pubblico su RERAMONET le mie attività di monitoraggio, provo a fare dei collegamenti e, sinceramente, non sono ancora riuscito a contattare nessuno. Questo però non mi fa demordere perché credo che anche il mio tassello sia utile per costruire questo puzzle! Sicuramente non sarà un'impresa facile, e circa 50/60 utenti attivi al giorno (forse anche qualcuno in più) nei fine settimana in tutta Italia sono veramente ancora pochi...ma potrebbero già riuscire a salvare anche una sola vita! Dovremmo essere molti di più.
Concludendo, penso che RRM sia un progetto concettualmente nobile che ha bisogno però di tanta pubblicità messa in campo con altrettanta costanza e umiltà.
Approfitto quind per chiedere a tutti voi di aiutare la Rete in qualsiasi modo riteniate di farlo: non costa niente e, anche con un impegno minimo, come accendere una radiolina in ascolto, si può creare un ponte e accorciare una distanza. Grazie

FOXTROT 179 di RRM


Sent from my iPhone using [url=http://rogerkapp.rogerk.net] rogerKapp mobile  (http://r.tapatalk.com/byo?rid=263)[/url]
Quoto pienamente!
Anch'io personalmente non ho effettuato molti collegamenti (probabilmente due) ma non per questo ritengo sia qualcosa di inutile; si tratta comunque di pmr e che sia RRm o no i limiti rimangono sempre gli stessi, ci vuole solo un po' di costanza e un minimo di fortuna.

73 da DeltaSQ - IU2GLO

I ponti in questo sistema sono illegali e non previsti, come si giustificano legalmente in caso di disgrazia da documentare in verbale giudiziario ? :police:
Ne pagano sia l'iscritto che il legale rappresentante del sodalizio ove ci fosse nell'atto costitutivo, ove esistesse.

Ottimo, costanza e fortuna, già, quindi se qualcuno ha bisogno, nessuno lo collega e lo sente, alla messa funebre, gli diremo, non c'era Costanza e Fortuna che ascoltavano H24... :special90:

Ragazzi... :41:
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: IZ1PNY - 14 Febbraio 2017, 09:24:59
Chiarisco che io non soffro di invidie e gelosie, per lavoro et altro uso ed ho disponibilità ben più elevate che il PMR.
Giusto per essere chiari.
https://www.insarag.org/
Esempio, in merito alla sicurezza umana.
Titolo: Re:RETE RADIO MONTANA
Inserito da: lake - 14 Febbraio 2017, 10:00:12