forum radioamatori > Autocostruzione

lineare a valvole di nuovaelettronica

<< < (3/10) > >>

striccit:


striccit:
Rischiando il linciaggio (pc e televisore a casa mia coincidono) sono riuscito a scansionare lo schema e la lista dei componenti.... grazie per la vostra consulenza.
P.s.
le saldature penso di averle fatte bene, anche perchè sono poche e grosse... aho!!

Gian Carlo:
Ciao, un bello spreco 2  EL34. Confermo queste valvole hanno una dissipazione di potenza di circa 20 Watt ogniuna la configurazione è "griglie a massa", questa configurazione permette di avere in uscita un segnale più pulito. Sarebbe stato meglio utilizzare una sola valvola del tipo EL509/EL519, e avere una maggiore potenza (70-80 watt) con quel tipo di alimentazione. Non ti scoraggiare regola  il circuito di ingresso e il pigreco in uscita, dovresti ottenere almeno una quarantina di watt con 5 di ingresso. fai attenzione che le valvole non tendano ad arrossare, in quel caso stacca e rivedi.
Buon divertimento Gian Carlo

striccit:

--- Citazione da: Gian Carlo - 23 Novembre 2008, 17:33:17 ---Ciao, un bello spreco 2  EL34. Confermo queste valvole hanno una dissipazione di potenza di circa 20 Watt ogniuna la configurazione è "griglie a massa", questa configurazione permette di avere in uscita un segnale più pulito. Sarebbe stato meglio utilizzare una sola valvola del tipo EL509/EL519, e avere una maggiore potenza (70-80 watt) con quel tipo di alimentazione. Non ti scoraggiare regola  il circuito di ingresso e il pigreco in uscita, dovresti ottenere almeno una quarantina di watt con 5 di ingresso. fai attenzione che le valvole non tendano ad arrossare, in quel caso stacca e rivedi.
Buon divertimento Gian Carlo

--- Termina citazione ---

Che intendi per regolare il circuito d'ingresso ed il pigreco in uscita? Come ho già detto io monto i kit, ma non è che ci capisca molto, anzi...

Gian Carlo:
Ok, allora il circuito di ingresso, è composto come da schema da: L1, C11, C12, L2.
Il C11 è una capacità variabile e deve essere ruotata per avere il min di ros in ingresso con il max di potenza.
Il circuito accordato d'uscita è composto da C16, L3, C17a-b quindi collegati in parallelo.
C16 accorda la valvola o le valvole alla frequenza operativa (tune), mentre c17a-b, insieme a L3, adattano il circuito all'impedenza di uscita quindi al carino (load).
Queste operazioni vanno svolte per gradi, tenendo in trasmissione al max 10 secondi mentre si effetuano gli accordi, sopratutto quello d'uscita.
Bene, facci sapere Gian Carlo

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa