Elettronica e Radiotecnica > Elettronica & Radiotecnica

perdonate la mia ignoranza, ma chi mi spiega bene cos’è il “ROS”

(1/4) > >>

matteo_:
come da titolo qualcuno sa spiegarmi bene cos’è il ROS?


inviato iPhone using rogerKapp mobile

ik2cnf:
Se ne è parlato innumerevoli volte, anche su questo forum.
Prova a partire da qui:
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=74666.0
73 Maurizio

IU2IDU:
Facciamo un paragone “idrico” che spesso aiuta a capire. ROS è un termine singolare (IL ROS) ed indica l’acronimo che sta per Rapporto Onde Stazionarie.
Essendo un rapporto non si esprime con il solo numero (1,2 ad esempio) ma con la dicitura “1:1,2”
Fingiamo di avere un rubinetto (la stazione radio), una canna dell’acqua (la linea di trasmissione) ed un getto per irrigare il campo (l’antenna). Apriamo il rubinetto, ma il getto è sottodimensionato per erogare la quantità d’acqua pompata nella canna.....avremo un aumento della pressione che in termini elettrici si traduce in onde stazionarie che vanno avanti e indietro tra radio ed antenna. A questo punto possiamo tarare l’antenna (ergo cambiare il getto con uno più grande perché possa buttare tutta l’acqua nel campo) oppure utilizzare un accordatore. Per capire cosa fa l’accordatore nel nostro sistema di irrigazione basti pensare che:
1) se lo metto vicino al rubinetto (radio) sarà come praticare un taglio nella canna in quel punto e l’acqua uscirà in modo da ridurre la pressione
2) se lo metto vicino al getto (antenna) sarà come praticarlo al termine della linea di trasmissione e l’acqua fuoriuscirà sempre per ridurre la pressione in eccesso

Quello che dobbiamo focalizzare nel nostro hobby è “la quantità di acqua che effettivamente andrà ad irrigare il campo”. Pertanto possiamo mettere gli accordatori migliori sul mercato, ma il getto (antenna) butterà fuori qualche goccia senza percorrere una distanza accettabile per l’irrigazione del giardino. In poche parole sprechiamo parte della potenza...tagliando la canna.
In rete si trovano delle TABELLE ROS/PERDITE per quantificare la potenza non irradiata, che a seconda del sistema andrà a dissiparsi in vari modi (principalmente sotto forma di calore per effetto-Joule). Le stesse tabelle, come più volte ribadito da vari interventi nel forum, dimostrano come entro certi livelli buona parte della potenza andrà effettivamente ON-AIR permettendoci di fare buoni collegamenti. Ad esempio io possiedo un dipolo 1/2 onda per gli 80 metri con centrobanda tarato a 3.750 perché preferisco lavorare la parte DX in fonia (intorno a 3.790), ma spesso lo accordo quando mi capita di fare collegamenti in CW (poco sopra 3.500)! In questo caso il ROS è alto e non uso l’amplificatore, ma la potenza irradiata in CW è comunque sufficiente per consentire ottimi collegamenti nel periodo invernale....con 100W e l’accordatore della radio. Ricordiamoci che un dipolo per gli 80 metri in grado di coprire tutta la banda entro valori accettabili di ROS avrebbe dimensioni eccessive (trovate un cenno teorico sul libro COSTRUIAMO LE ANTENNE FILARI in cui si parla di barre metalliche con diametro di oltre 1 metro al posto del “filo”)...pertanto credo che questo sia un caso in cui molti di noi si trovano ad usare l’accordatore. Ovviamente un dipolo simile sarebbe impegnativo....ma se avete spazio e soldi buona “autocostruzione”! H-I

Qui si apre un pianeta di approfondimenti perché focalizzato il concetto dovremo capire cosa effettivamente può comportare e quali altri fattori influiranno sulla resa effettiva della stazione.

Io sono stato estremamente grossolano nella spiegazione......giusto per fare un paragone pratico di facile intuizione.

73 Giulio IU2IDU

-E.N.I.G.M.A-:
A grandi linee il ROS indica quanto l'antenna stia lavorando bene.

Un ROS basso evita problemi ai finali del generatore (baracchino, lineare, hf, etc..) e spesso è indice anche della bontà di resa dell'antenna sulla frequenza per la quale viene impiegata.

Tutto questo in linea MOLTO grossolana e generale.

Per trattare in maniera approfondita l'argomento non basterebbe un libro intero, sappi solo che se hai un ROS basso difficilmente fai danni agli apparati (anche se ROS basso di per se non è universalmente sinonimo di resa dell'antenna, ma almeno non bruci nulla).

Saluti.

Aquila Fr:
Il ROS è quella cosa che quando c'è spaventa chi non lo conosce e quando non c'è spaventa chi lo conosce... (cit.)

inviato M2004J19C using rogerKapp mobile

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa