forum radioamatori > discussione libera

ANCHE SULL'ETNA ATTIVA LA RETE RADIO DI EMERGENZA MONTANA RRM

(1/1)

IT9ACJ ROBERTO:
sera a tutti

dal sito de ilvulcanico (si chiama così appositamente) www.ilvulcanico.it, mi danno notizie sulla rrm rete radio montana che e attiva sui canali uhf pmr.
la rete ha un referente in sicilia il signor gaetano confalone che e a linguaglossa (un piccolo paesino sul versante orientale dell'etna).
il canale monitor e sempre l'8 (446 mhz) ctcss 16 (tono subaudio).
la radio sottolinea l'autore dell'articolo è di vitale importanza a quote alte come l'etna (3357 metri allo stato attuale) dove non ci stanno ripetitori cellulari e se ne trovi uno lo agganci a vista da kissa quale provincia (enna, caltanissetta, messina, siracusa, ragusa), quindi invita a ki vuole visitare o fare delle bellissime escursioni condizioni sine qua non di tempo favorevoli di non solo portare dietro il cellulare ma anche una radiolina uhf PMR.
oltre ai vari accorgimenti per non restare bloccati come e già capitato e qualcuno ci ha lasciato la pelle per congelamento.
l'etnA e da visitare tutta ma in massima sicurezza e considerando anche la totale impredivibilità delle eruzioni etnee.

HAWK:
Grazie Roberto, mi sentirò più sicuro durante le ferie se vado sull'Etna, a margine, mi conforta anche sapere che di ponti di rete cellulare, ne è pieno l' Etna stesso, di cui allego mappa, tra l'altro, per le eruzioni varie, c'è il divieto sovente di andarci in certe altezze e zone, limitando i perimetri e quindi l'affluenza è ben discriminata...
Cellular Tower and Signal Map (cellmapper.net)

Il pericolo può averlo l' escursionista fai da tè che non segue le regole e limitazioni pubbliche imposte.
Di sicuro i vari supermercati incrementeranno le vendite dei PMR in blister...bene.

IT9ACJ ROBERTO:
bene hawk, ieri e qualche giorno addietro a causa della tempesta di neve che sta imperversando sull'etna da diverse ore, una persona e rimasto ferito (frattura alla gamba quota 2300 metri, piu o meno nella valle del bove) su richiesta della guardia di finanza  sono intervenuti un ambulanza del 118 e una persona esperta dei luoghi uno dei tanti tecnici esperti del soccorso alpino, che ieri ha perso la vita a causa assideramento.
aveva 47 anni e per salvare una vita se ne e persa una.
altra esperienza negativa per un gruppo di escursionisti (forse 3 persone) che sempre per andare a "giocare" sul vulcano partiti la mattina si sono ritrovati bloccati vicino all'osservatorio dell'inaf catania lato ragalna.
ci sono stato li all'osservatorio, e vi giuro che li sopra non ce sta sengale cellulare, infatti chi lavora li usa un sistema wifi interno che permette di comunicare con l'esterno,,, in inverno pieno da novembre fino a febbraio spesso li sopra si è isolati per la neve.
cmq i 3 giovani escursionisti rimasti bloccati sono stati salvati dai vvff in esercitazione a piano provenzana. avevano perso il senso di orientamento causa scarsa visibilità.

Navigazione

[0] Indice dei post

Vai alla versione completa