Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - siluc

Pagine: [1] 2 ... 8
1
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 26 Luglio 2021, 12:47:46 »
Nel post di Poker traspare il fatto che un satellitare avrebbe limitato i danni (altrimenti non vedo perché menzionare ciò che è accaduto sul Monte Rosa).

Ma purtroppo non è così: anche se avessero avuto un satellitare, sarebbero comunque morte.

Come già detto i problemi sono stati altri, e il mio post di risposta era per sottolineare ciò.

Poi è ovvio che è sempre meglio avere un satellitare, che non averlo. Una percentuale piccolissima degli alpinisti/escursionisti è dotata di telefono satellitare o di un localizzatore satellitare (che non permette però la fonia).

Faccio parte del Soccorso Alpino (CNSAS) e sinceramente, in 5 anni, non ricordo di allerte lanciate tramite un telefono satellitare.

Fermo restando che al Soccorso Alpino capita di soccorrere anche esperti alpinisti, non solo coloro che fanno una passeggiata in montagna 2 volte l'anno.

2
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 26 Luglio 2021, 12:04:13 »
E rilevante per noi e la RRM il caso delle due escursioniste esperte sul monte Rosa decedute x assideramento , in questa stagione causa una variazione climatica improvvisa .
Spendiamo migliaia di € nella vita x lo Smart phone di grido, x poi essere vittime di queste vicende.
Chi va lì, dovrebbe avere un satellitare , inutile pensare di essere esperti più della natura.
Di incidenti se ne registrano sempre di più...
Una cosa del genere si poteva evitare .

Guarda che il giorno prima erano riusciti a contattare regolarmente il 112. Il problema non è stata la richiesta di soccorso, ma le fasi di intervento vere e proprie che hanno seguito la telefonata, a causa delle avverse condizioni meteorologiche.

PS: se il telefono da' "solo emergenza" conviene sempre chiamare il 112, e non fare la chiamata satellitare (spesso ti risponde una centrale operativa dislocata all'estero, e prima che la tua chiamata viene trasferita in Italia e soprattutto all'ente competente nel luogo in cui ti trovi passa del tempo).

3
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 13 Luglio 2021, 12:24:44 »
Situazione adesioni ad oggi.

4
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 24 Maggio 2021, 23:27:09 »
scusa, ma cosa centrano i nominativi/identificativi RRM con questo Topic??

C'entrano i metodi di verifica, i database, qrz.com, i QSO fatti a nomi di altri, etc..

Semplicemente ho fatto un esempio pratico che oggettivamente potrebbe tornare utile anche in ambito radioamatoriale.

Qualora il mio commento sia fuori luogo, prego i moderatori o l'admin di rimuoverlo. In caso contrario ho dato uno spunto costruttivo, visti gli ultimi interventi.

5
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 24 Maggio 2021, 22:54:18 »
Mi duole dirlo, ma gli identificativi radio rilasciati a fronte dell'adesione alla RRM, per quanto gestiti da privati e non riconosciuti dallo Stato, nell'immediatezza dei fatti (e parliamo di situazioni di emergenza) sono assolutamente più attendibili e verificabili.

Il portale ad accesso riservato (RERAMONET) è l'interfaccia grafica dei nostri database.

Esempio:
Qualora giungesse una telefonata al Soccorso Alpino da un nostro utente che afferma: "Ho ricevuto una chiamata di emergenza tramite RRM da LIMA 1, che ha dichiarato di ...", esso in pochi secondi può interrogare il nostro database da tutta Italia e partendo da "LIMA 1" può ottenere dati anagrafici, residenza, codice fiscale, numero di telefono personale, numeri di telefono di amici/parenti, punto esatto di partenza dell'escursione, destinazione, eventuali punti intermedi inviati tramite app, ma anche altre cose (es: targa della propria autovettura).

Ovviamente c'è una procedura che, sfruttando questi dati, ti permette di capire se quella richiesta di aiuto è veritiera, o solo un brutto scherzo.

Tutti questi dati sono verificati, a seguito della registrazione sul sito, in alcune maniere e moooolto attendibili.

Non solo, è possibile anche interrogare il database partendo da altri dati: targa auto, numero di telefono, zona di interesse, etc.

Possiamo attivare account anche alle Forze di Polizia per attività di indagine: vedrebbero ulteriori cose, come ad esempio anche il log degli accessi al portale con annessi indirizzi IP.

In futuro si potrà vedere anche da chi è stato collegato via radio un utente specifico, così da poter sentire telefonicamente quelle persone per vedere se in precedenza gli è stata comunicata la posizione (info utili per ricostruire tempi di percorrenza e itinerario seguito).

E non solo, in caso di richieste via PEC da parte delle Forze di Polizia possiamo fornire H24, in tempi abbastanza brevi, eventuali informazioni utili.

Il tutto in rispetto del G.D.P.R., sottoposto agli aderenti in fase di iscrizione.

PS: ovviamente la verifica al momento non è eseguibile ovunque, ma siamo su un'ottima strada, e si cresce regolarmente.

Di certo in caso di emergenza, con un nominativo radioamatoriale, sarebbe lunga la fase di verifica col M.I.S.E. dell'attendibilità di una richiesta...

6
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 24 Maggio 2021, 10:21:29 »
perché le escursioni sono 0.5 all'anno ?!? ;-)
Comunque perchè credi che segua RRM ? Solo per il gusto di fare polemica o per tenermi informato ?

Apprezziamo l'onestà.

E sicuramente il tuo è stato un contributo/osservazione nuovo e costruttivo, non la solita polemica sterile, trita e ritrita [emoji108]

7
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 24 Maggio 2021, 10:13:29 »
@rosco:

Dal tuo QRZ.COM vedo che sei un radioamatore-escursionista... Se metti spesso quello zaino sulle spalle durante l'anno, perché non valuti l'adesione alla RRM?  [emoji6]

Un nodo in più che scorazza in montagna, è sempre un valore aggiunto per tutti gli utenti della RRM che avrai intorno a te!

8
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 24 Maggio 2021, 09:59:50 »
Oltre a quanto spiegato ampiamente da Giovy, aggiungo che il portale RERAMONET (accesso riservato ai soli iscritti) è ancora in fase di sviluppo, e al suo interno ci saranno delle risorse, appunto consultabili soltanto dagli aderenti, tra cui le procedure standard da seguire.

Sempre come già specificato da Giovy, ovviamente ci saranno situazioni abbastanza comuni... Di certo non possiamo esprimere 3000 ulteriori e rare variabili...

E perché no, potremo anche aggiungere il tuo suggerimento... Che comunque, qualora ci venisse esposta (via e-mail o chat) la problematica che hai proposto, la spiegheremo anche oggi (come già avviene per qualsiasi altra cosa).

E probabilmente, mettendo tali risorse a disposizione dei soli iscritti, si evitano le polemiche degli "esterni" che tante cose non le sanno!

9
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 23 Maggio 2021, 22:51:17 »
Se io ( ipotetico che non so niente di radio, ma che cerco solo uno strumento in più per la mia sicurezza, anche se gestito da privati volontari)  leggo che il canale 8 è per l'assistenza, mi pare normale che anche chi non è di RRM possa chiamare per chiedere assistenza, mentre potrebbe sfuggirmi che si può usarlo anche per un cantiere o per fare altro.
Comunque, se non è ritenuta una possibilità degna di attenzione, poco male, dormirò lo stesso HI
Siamo sempre alle solite... Guarda un po' (vedi foto allegata) cosa troverà nel sito un qualunque pinco pallino che cerca info su questa RRM...

Non può essere un mio problema se le persone sono superficiali e non hanno voglia di informarsi.

Noi mettiamo tutto a disposizione, sta poi al singolo toccare col ditino quella voce del menù... 🤨

Quella pagina è linkata anche in diverse altre pagine fondamentali del nostro sito.

10
Mi fa piacere che stiate pubblicizzando questa cosa... Chissà che anche alle autorita competenti venga voglia di provarlo

Dove sta IZ1PNY quando serve citare le leggi e scrivere paternali di 10000 caratteri?

Ah no, questo ripetitore non è riconducibile alla Rete Radio Montana. Non è degno di cazziatoni!  [emoji28]

HI

11
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 23 Maggio 2021, 22:26:02 »
ultimo mio intervento ...  secondo me, ad un normale escursionista ( non a chi ha seguito questa discussione ) :
 - che il canale 8 sia usabile da tutti probabilmente è chiaro, non tanto che sia usabile per scopi DIVERSI da quelli di RRM e su cui RRM non ha nessuna precedenza
 - sarebbe bene anticipare il problema, non aspettare che capiti a qualcuno e che poi chieda chiarimenti una volta rientrato dalla brutta esperienza.
Sarò strano io, ma dalla premessa del regolamento (che ripeto, è destinato a chi è iscritto) si capisce benissimo che chiunque può usare sto benedetto canale 8, e viene precisato che con "chiunque" si fa riferimento anche ai NON ISCRITTI ALLA RRM.

Quindi per quale motivo un nostro aderente, leggendo e ACCETTANDO ESPLICITAMENTE il regolamento, dovrebbe chiedersi: "perché altre persone non iscritte alla RRM stanno chiacchierando sull'8-16?"???

Che poi in oltre 12 anni queste curiosità non ricordo mi siano mai state esposte... Perché dovrebbero iniziare proprio oggi?

Poi oh, qualora ce lo chiedessero, gli risponderemo senza problemi. Qualcuno ancora chiede che canale bisogna impostare... Non ci stupiamo più di niente 😅

12
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 23 Maggio 2021, 19:16:46 »
premesso che il mio intento è solo di chiarire e non sto criticando;
mi metto nei panni si un possibile utente che si registra, segue le regole e poi si trova il canale occupato.
Potrebbe rimanere "spiazzato"  e non sapere cosa fare.
Secondo me sarebbe bene esplicitare il caso, avvisare che è nel pieno diritto di terzi di occupare il canale ed avere una "direttiva" da seguire in questi casi.
Un iscritto (o un futuro tale) può porci qualsiasi quesito, via e-mail o tramite chat... O perché no, anche qui su RogerK (credo di essere abbastanza disponibile...).

Inoltre nella pagina delle normative (riferite a chiunque) spiegano in dettaglio tutto ciò che riguarda qualsiasi utilizzatore di PMR-446, e quindi anche gli aderenti della RRM. Mentre nel regolamento (riferito ai soli iscritti) ribadiamo anche che chiunque può usare il canale 8, compresi i non iscritti (o ex iscritti).

2 + 2 = 4

13
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 23 Maggio 2021, 18:39:45 »
sarò "lento", ma ancora non vedo un avviso che informi esplicitamente i "profani" che:
noi di RRM siamo tenuti a rispettare le regole che ci siamo dati, ma gli altri operatori NON sono tenuti a rispettarle, quindi nel caso che il canale fosse occupato gli operatori RRM dovranno ...
es. informare del servizio e chiedere gentilmente di cambiare canale per tenere libero in caso di emergenze ...
nel caso gli altri operatori non fossero persone civili e tenessero occupato il canale ... 

Parliamo di "ADERENTI ALLA RRM". E poi spieghiamo che "È UN ADERENTE DELLA RRM CHI SI ISCRIVE, OVVERO CHI OTTIENE ACCESSO AL PORTALE RERAMONET".

Infatti il Regolamento si riferisce a chi si vuole iscrivere.

Mentre nella pagina "Normative" parliamo delle normative che valgono per chiunque, compresi -ovviamente- gli iscritti.

Parliamo di "Rete Radio Montana" o cosa?

14
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 23 Maggio 2021, 18:36:47 »
Un radioamatore, dovrebbe sapere meglio di un utente PMR cosa sono e come funziona la norma, tema di esame, escluso gente abbia avuto il titolo per motivi di studio, quindi non hanno mai letto le normative pre esame; sono convinto che sono interpretazioni  con svista.

E' esattamente il contrario, NON ESISTE nessuna dicitura di legge, che indica il canale 8, all' uopo e destinato alle chiamate di soccorso...E' una forma pubblicitaria di privati RRM che ha deciso di monitorarsi in quel canale agli scopi associativi.

La legge dice libera frequenza per libere trasmissioni, quindi anche di contenuto.

SOLO nei disciplinari delle concessioni C.B. anni 70/80, c'era scritta dal già Ministero delle Telecomunicazioni che il canale 9 C.B. era adibito a chiamate di soccorso…
POI NULLA DA NESSUNA parte specialmente nel PMR.

Escluso gli ambiti Radioamatoriali, le frequenze di sintonia alle emergenze...

Invito a leggere tutte le norme del MiSE, leggi e PNRF.

Vedo che la RRM, dopo 52 pagine, siamo sempre al punto di partenza, inganna...con credi personali, interpretazioni date per norme, ma ci sta per un cittadino, per un patentato non ci sta, si fanno brutte figure di ignoranza del proprio argomento.

Mi sembra di scrivere al vento...tutto tempo perso.

73'.

Che noioso... Fai sempre riferimento alle stesse normative... Le stesse che io e tanti altri citiamo da 10 anni. Non racconti mai qualcosa di nuovo.

E soprattutto ci attribuisci cose che assolutamente non affermiamo nel nostro sito. Sono conclusioni che trai tu. Idee tue.

Ma nel nostro sito è spiegato in un italiano abbastanza corretto, tutto quello che tu e pochi altri lamentate.

E occhio alle parole... "INGANNA" è un termine forte. Noi non inganniamo nessuno.

Di certo non possiamo pensare a quei pochi che leggono approssimativamente, che non sanno l'italiano e che non approfondiscono.

15
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 23 Maggio 2021, 18:25:22 »
Da persona estranea a RRM leggo
Devono anche scrivere che se infili l'antenna nell'occhio potresti rimanere offeso ?!? HI

Aggiungo ...
Da una ricerca veloce e superficiale NON ho trovato l'informazione che il canale 8-16 potrebbe essere usato da altri per scopi diversi da quelli di  RRM e come comportarsi nel caso.
Forse è l'unico appunto che mi sento di fare.

16
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 23 Maggio 2021, 18:23:06 »
Più leggo e più sono sgomento...
IZPny ha ragione da vendere....
Una persona poco esperta e poco informata rischia di fraintendere assolutamente tutto. Dovreste specificare sulla vostra piattaforma CHE il servizio che offrite è frutto di private iniziative fatte da privati cittadini  su frequenze  non assolutamente dedicate a servizi di emergenza UFFICIALI...

17
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 14:29:04 »
Si so anch'io come penso tutti sappiano che per generare un CF bastano nome cognome luogo e data di nascita, ma un conto è fornirlo digitandolo un conto è svilupparlo, quindi spero che questa mia curiosità non ti abbia dato disturbo, visto che non era assoluta intenzione dello scrivente metterti in difficoltà ma semplicemente chiedere info, avendo notato, e spero di sbagliarmi, del nervosismo nelle risposte, almeno in quest'ultima. Comunque grazie lo stesso dei chiarimenti, adesso ne so di più. Ciao.

inviato SM-G950F using rogerKapp mobile

E perché mai? Quale disturbo? Fossero queste le domande che mi mettono in difficoltà... Questa discussione serve anche a chiarire i dubbi, più che legittimi, di chi sta conoscendo la RRM. E spero di essere stato abbastanza esaustivo!

No no, il nervosismo è generato dai pochi soliti, che poi di fronte alla realtà dei fatti faticano a dire "forse quello che dici non è sbagliato, e può tornare utile" =)

18
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 13:08:51 »
ragazzi è inutile... 52 pag di topic... è come la religione (qualsiasi) c'è chi ci crede e chi no.. stop

Con questo sono d'accordo.

Però, obiettivamente, è comodo il sistema dei nostri identificativi radio che permette agli enti di risalire a dati molto attendibili, che possono migliorare la gestione delle operazione di soccorso nei confronti dell'utente in pericolo?

E non solo: anche verificare se una richiesta di aiuto è reale, o uno scherzo (con procedure che non ti sto a spiegare).

E non solo: i soccorritori possono contattare telefonicamente degli utenti che si trovano in una zona in cui stanno operando, e chiedergli di collegare una persona che non riescono a rintracciare telefonicamente.

19
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 12:37:56 »
Siluc continui ad andare sul personale offendendo, cosa vuoi che ti dica? Pazienza, peccato.
La mia domanda non è ne retorica ne offensiva nei confronti del vostro operato. Tu invece è la terza volta che ci vai giù pesante.

Io reputo RRM una iniziativa nata con i migliori intenti, portata avanti con impegno e dedizione. Ho quindi avanzato delle domande e visto che c'è un legale nel vostro gruppo avrei gradito una risposta nel merito. Ripeto, io non voglio far polemica ed ho chiesto spiegazioni visto che potete contare su diverse figure professionali nel vostro gruppo.

Per essere più chiaro io voglio che mi si dica, da persona che frequenta la montagna, se in caso di incidente (di qualsiasi natura) si possa imputare qualcosa e che cosa all'utilizzatore del canale 8 (con subtono) che ne stia facendo un uso in linea con la normativa vigente. In caso di risposta affermativa vorrei (se possibile) poter leggere una sentenza passata in giudicato.

Sono semplici domande "legali" e di comportamento da tenere in montagna, non vedo motivi di scaldarsi ne di buttarla sul personale e sinceramente non capisco per quale motivo tu l'abbia fatto.

Detto questo caro Siluc ti saluto e ti auguro buon pranzo.
Ciao.  [emoji6]

Non è che offendo... Mi sento io preso in giro in realtà. Sono 10 anni che, anche qui su RogerK, rispondo anche a domande come la tua. Quindi pesa ogni volta dover rispondere sempre alla stessa domanda, con risposte molto palesi (anche dal punto di vista normativo).

Sinceramente non è mai capitato, che io sappia, che una comunicazione di emergenza sia mai stata interrotta da un altro utilizzatore di PMR-446 che lecitamente usa anche quel canale.

Come già detto, ho quasi sempre trovato del buon senso. E anche a detta di tanti utenti, generalmente cambiano canale e capiscono che è utile liberare quel canale, pur avendo titolo ad utilizzarlo.

Sicuramente se un lecito utilizzatore rispondesse a una richiesta di aiuto con delle pernacchie, senza offrire supporto, lo definirei un co*********glione. Poi non so, sinceramente, se ci sia anche l'omissione di soccorso... Dato che è una frequenza pubblica e libera, senza usi specifici predefiniti dall leggi, etc.....

Il nostro scopo, è comunque sensibilizzare il più alto numero di persone, proprio per fare capire anche a chi non va in montagna che potrebbe essere davvero qualcuno che si trova in pericolo, così da evitare le pernacchie.

20
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 12:32:14 »
... Considerando che dal codice fiscale si può risalire a tutta la storia di una persona che va aldilà dei normali dati personali.

Guarda che per generare il codice fiscale serve solo nome, cognome, luogo e data di nascita... E prima hai chiesto perché non vengano chiesti solo nome, cognome e luogo e data di nascita......

Di certo poi io non posso risalire, ad esempio, alla tua cartella clinica personale digitale o alle tue analisi del sangue, pur avendo il tuo codice fiscale.

Poi se se ne facesse un uso non previsto, ovvero estraneo alla gestione dell'adesione per gli scopi preposti (che hai accettato), ovvero condivisione con i soccorritori per scopi di soccorso, gestione della richiesta dell'adesione per evitare account fake, etc..... Allora sai libero di denunciare il tutto al garante della privacy, e io pagherò un multone esagerato.

21
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 12:20:39 »
Caro IZ1PNY, noto con rammarico che quando pensi di dire qualcosa di giusto, scrivi i poemi di 10000 caratteri....

Quando poi ti rispondo in maniera molto precisa e dettagliata alle tue critiche/opinioni/osservazioni, invece non dici A.

Vedasi il tuo post in cui hai definito interessante i video di quel radioamatore che esponeva a malo modo cosa è la RRM... E ti ho risposto spiegando ogni cavolata detta.

Sarebbe bello e sportivamente corretto rispondere, almeno quando è palese che ho detto cose giuste in risposta alle inesattezze: vero, non ti si possono dare tutti i torti.

Invece tu (ed altri) trovate sempre qualcosa di nuovo a chi appigliarvi... Ma alla fine, da anni, sono sempre le stesse cose che tornate a ripetere, e io a rispondervi.

Siamo sempre lì, per quanto riguarda il G13... Una persona intelligente si informa, una superficiale no.

Ma tranquillo, una superficiale che legge quella pagina, non sa neanche cosa è la RRM, e se ne frega.

22
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 12:13:35 »
Ok quindi nel caso che un turista straniero comunitario volesse iscriversi perchè vorrebbe fare delle escursioni nel nostro paese durante le sue vacanze o altro non potrebbe farlo perchè non risulta presso l'Agenzia delle Entrate Italiane perchè il suo codice fiscale non è italiano, giusto? O verrebbero fatti dei controlli presso le Istituzioni del suo paese?

È scritto anche questo nel sito/all'atto dell'iscrizione.

Ad oggi è possibile iscriversi solo se dotato di un codice fiscale rilasciato dalle autorità italiane, e solo se in possesso di un numero di telefono italiano (+39).

Lo straniero utilizzerà l'8-16 come un qualsiasi altro utilizzatore non iscritto.

23
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 12:05:08 »
@ IZ2OGG, domanda legittima al 100%, nel caso, probabile che sia come tu dici, nessuno senza carta che canta può dire che hai sbagliato a capirla così...non si muovono quando a fare denunce sono Presidenti di sezione di Radioamatori ufficiali, cosa ben diversa che di utenti PMR...quindi hai prospettato una verosimile  realtà.

Se così fu, qualcuno fa il gay col sedere di altri...si suole dire !
E si prende i meriti...di cosa poi ?

Charlie Alpha, la tua osservazione non è campata in aria, se fai un giro sulla rete, trovi dei riferimenti a quello che tu chiedi, pro e contro...più contro...nella specie delle "stranezze".

Applauso meritato.

Esempio, trovi in rete delle radio PMR vendute, nelle quali, spiegazioni, IL VENDITORE, scrive a chiare lettere, PMR con accesso diretto al canale 8 DELLA RETE RADIO MONTANA.

Un acquirente con un pizzico di ignoranza dei fatti, potrebbe credere di agganciarsi subito a chissà che organizzazione H24...attrezzata.

Questa è nel pieno del millantato credito e inganno della pubblica fede...fa credere chissà che garanzie di soccorso.

Cercate bene, BENE che trovate quello che scrivo.
Ma è un marketing del venditore sicuramente...
ci mancherebbe passibile di querela e truffa.
Oppure…???
Lascio a chi legge altre interpretazioni...io me le sono fatte.

Ora, il mio post di cui sopra, voleva essere un riassunto dopo ben 51 pagine di scritti, un punto della situazione;
un sunto…
per stabilire dei concetti che si dimenticano strada facendo nelle letture.

Ma a me non frega nulla dare meriti, elogiare o portare sul piatto d'argento qualcuno... Come non godo nel fare sanzionare qualcuno. A me interessa il fine: ovvero avere l'8-16 pulito per gli scopi preposti, nel rispetto di chi, rispettando le normative, lo usa.

Querelare chi? Cosa? Quale truffa? Dicono semplicemente che una radio si può sintonizzare rapidamente, ovvero che è compatibile con la frequenza della RRM.

Questo fa la differenza tra una persona ignorante, e uno che si informa.

Di certo non possiamo noi prevenire queste problematiche. la colpa resta del superficiale che non si informa. Gli ignoranti disinformati li troviamo in qualsiasi settore.

24
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 12:01:36 »
Ah ok ho capito, è solo per evitare profili Fake. Ma questi dati sensibili chi li gestisce e conserva?

È tutto ben specificato nell'informativa sulla privacy, che viene proposta, a norma di legge, al momento che si inizia la registrazione. Se non accetti un solo punto, non viene neanche iniziata la raccolta dati.

25
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 11:52:52 »
Buongiorno a tutti, ho letto questa discussione con molto interesse e vorrei esprimere il mio parere cercando di mettervi d'accordo dicendovi che avete tutti ragione, chi più chi meno, ma volevo chiedere sulla citazione di cui sopra a Siluc, visto che è colui che ha fondato RRM, a cosa serve chiedere il codice fiscale di una persona che vorrebbe iscriversi? Non basta già inserire i dati personali come nome cognome data di nascita e residenza ed eventualmente patologie più o meno vitali ed eventuali recapiti di familiari da contattare nei casi estremi?
La mia è solo una curiosità; personalmente non ritengo opportuno e necessario chiedere il Codice Fiscale.
Scusate se la domanda possa essere stupida, magari non ci arrivo io alla risposta. Grazie

Tutto è finalizzato ad avere un'identità reale, e non fittizia, legata all'identificativo radio.

Verifichiamo il Codice Fiscale sul sito dell'Agenzia delle Entrate, che non si limita a verificare se è lungo 16 caratteri, se le prime 6 cifre sono lettere, etc.... Ma vede proprio se esiste.

Infatti qualcuno potrebbe generarlo online su dati falsi, Mario Rossi nato a Milano il 01/01/1800... Viene generato un codice fiscale... Ma esso non esisterà nei database statali.

Quindi noi facciamo anche un controllo incrociato su Nome/Cognome/Luogo/Data e rispettivo Codice Fiscale.

Le richieste con dati falsi vengono ovviamente rifiutate. Un algoritmo fa anche altri calcoli, ovvero vede se la data di nascita indicata manualmente corrisponde con quella prelevata dal codice fiscale.

Stessa cosa col numero di telefono. Capitava che venivano inseriti numeri inventati. Adesso, col nuovo portale, durante l'iscrizione inviamo un codice OTP per verificare che il numero esiste davvero ed è in uso alla persona che si sta iscrivendo.

Riguardo ai dati sanitari, al momento non li gestiamo. Dal punto di vista del G.D.P.R. è molto complesso gestirli. Pertanto indichiamo di dirlo ai familiari/amici... Di cui è possibile inserire i numeri I.C.E. nell'area riservata. I soccorritori chiederanno quei dati direttamente ai familiari/amici.

Ci teniamo che la gestione della RRM sia legale su ogni aspetto (normative radio, normative privacy, normative penali, etc.).

Solo così si cresce e si possono avere rapporti con enti ed istituzioni. Infatti altre realtà che hanno creato iniziative simili per le emergenze, non sono mai riuscite a sbarcare e non possono permettersi il lusso di pubblicizzare a dovere le proprie iniziative...

26
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 11:47:43 »
sei sicuro al 100 % che si sia mosso il Mise????  hai copia del verbale??
magari è stato un piccolo passa parola che ha permesso che arrivasse all'orecchio dell'installatore abusivo ,il quale ha deciso di spegnere o spostare di canale/frequenza.
Il mise a momenti fa fatica a muoversi per le bande a statuto primario con varie segnalazioni , figurati se pronti via parte per un parrot.

Quando nella segnalazione alleghi coordinate esatte, foto, registrazioni... Secondo me si muovono con facilità.

Sinceramente non ho il verbale, non ho fatto io la segnalazione, e dubito che anche se l'interessato ha il verbale possa farlo girare pubblicamente.

Vuoi o non vuoi, è capitato più volte. E noi siamo contenti in qualsiasi caso, perché il disturbo è stato rimosso, così che l'8-16 possa essere utilizzato senza intoppi da chi rispetta le regole. 🤗

27
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 11:44:05 »
non è proprio così.
se i disturbi derivano da attività illegali forse agiscono, ma se i disturbi derivano da altre attività o dall'uso legittimo della frequenza (ad esempio un grande magazzino che usa una frequenza 7/7 per 18h, o alcuni servizi di telemetria/teleservizio che ancora hanno la concessione valida) non c'è speranza.

Beh, se si fanno segnalazioni, le si fanno con cognizione di causa... Non vai a segnalare a prescindere delle persone che per lavoro stanno usando le PMR...

Ma se ogni volta che parli risenti la tua voce (parrot), oppure a Torino senti comunicazioni provenienti da Roma (gateway FRN), o senti la stessa sorgente contemporaneamente a Torino, Milano, Venezia, Bologna, con segnale a fondo scala che sovramodula chiunque (infrastruttura fissa, posizionata bene, con antenne esterne e potenze elevate)..... Sicuramente è qualcosa di illecito.

È logico che se qualcuno segnala, è prima di tutto abbastanza preparato in materia (non è il bambino o il semplice utilizzatore che sta lavorando), e quindi segnala per qualcosa di sicuramente non ammesso dalle vigenti normative.

28
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 11:18:49 »

MI fa piacere che KZ è iscritto sulla RRM, si possono vantare di avere uno sveglio e preparato nelle leggi apposite e una signorilità elevata.
Fatene un vanto.
Applauso.

Senza nulla togliere a KZ, ricordiamo che il Gruppo di Lavoro della RRM (parliamo di 16 membri, non di tutti gli iscritti), è composto da radioamatori con conoscenze tecnico-normative, da soccorritori e istruttori della Croce Rossa, da soccorritori del Soccorso Alpino, da figure direttive del Club Alpino Italiano, esperti escursionisti e alpinisti, e da referenti legali (leggasi persona laureata in giurisprudenza, che esercita la professione di avvocato).

Tutte competenze che, messe insieme, rendono la RRM molto professionale, pur se gestita a livello privato. Cosa che alcuni di voi spesso sottovalutano.

Qui https://www.reteradiomontana.it/gruppo-di-lavoro potete vedere i nostri volti... Ci mettiamo sempre la faccia 🤗

29
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 11:11:33 »
ma questa è un'altra storia: l'uso del parrot è illegale sempre e comunque.
non è né interferenza né disturbo, è esercizio abusivo di stazione ripetitrice non presidiata: è un reato amministrativo

Ovvio, ma lui l'ha segnalato perché creava disturbi/interferenze in banda PMR-446... Quindi quanto affermato da IZ1PNY non è vero. Se segnali disturbi/problematiche riferite alla banda PMR, il Mi.S.E. si muove!

30
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 10:29:29 »
Citazione
Non viene protetta dal MiSE per eventuali disturbi, ne si provvederà a dare seguito a lamentele di liberi cittadini che sono ivi disturbati, per la qualità e valenza data dal legislatore. Sia sul canale 8 che su tutti gli altri.

Falso. Anche di recente, in Veneto, su segnalazione all'Ispettorato di un nostro utente, è stato "chiuso" un parrot installato in banda PMR-446.



Comunque sia nel sito, dove chi si iscrive alla RRM deve per forza passare, è tutto spiegato ad esempio nelle seguenti pagine:

1) https://www.reteradiomontana.it/limitazioni-di-responsabilita
2) https://www.reteradiomontana.it/pmr-446
3) https://www.reteradiomontana.it/regolamento

31
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 22 Maggio 2021, 10:07:30 »
Citazione
Non venite a dire che ci sono i toni che non salvano il canale, non rendono sicuro, se io faccio qso ping pong sul 8 senza tono con un amico e sono vicino ad un operatore RRM 8/16 il povero operatore non sentirà nessuno comunicazione da parte di RRM.
Vero in parte. Se tutti utilizzassero la potenza legale, vince il segnale più vicino. Se io sto parlando con Pippo che si trova a 3 Km da me, Pippo "vincerà" su Pluto che invece si trova a 10 Km da me. Come giusto che sia... Proprio per questo le normative europee hanno limitato la potenza a fronte dei pochi canali disponibili.

E aggiungo che, statisticamente, i normali utilizzatori di PMR-446 sono all'interno di edifici (camerieri, negozianti, famiglie, locali, etc.) o comunque in centro abitati tra edifici (cantieri edili, cantieri stradali, etc.). Le stesse mura cittadine, evitano che il loro segnale sia irradiato lontano e con tutta la potenza, e quindi non è in grado di sovramodulare, usando o non lo stesso CTCSS, utilizzatori distanti.

Personalmente mai ho avuto questi problemi in montagna, eccetto delle volte in cui l'utilizzatore usava un Baofeng (riconoscevo il roger beep e io sentivo lui, ma lui non sentiva me) oppure era presente un gateway sull'8-16 e venivo coperto (io ed altri) da comunicazioni provenienti virtualmente da 100naia di chilometri di distanza.

Citazione
Noto che per due volte non hai risposto alla domanda e significa che non vuoi rispondere, anche perché e' di natura giuridica.
Ma la domanda quale sarebbe? Che nelle normative non è mai specificato un uso specifico di ciascun canale?

Cavolo oh, che domandone... Sei il solito che si inserisce in un discorso, senza sapere prima di cosa si sta parlando... Senza aspettare prima di capire bene il tutto.

Sono 10 anni e più di 50 pagine di discussione che periodicamente, io e qualsiasi utente di RogerK, ribadiamo le normative vigenti. E io sono più di 12 anni (la RRM nasce nel lontano 2008) che tramite il nostro sito rimarchiamo che l'8-16 non è riservato/privatizzato da nessuna Legge, ma che lo usiamo convenzionalmente da tempo, come appunto può essere il ch 5 CB in uso dai camionisti.

Quindi cosa dovrei rispondere ad una domanda stupida come quella da te fatta, dopo che a domande del genere rispondiamo 1 volta a settimana da diversi anni?

Appunto ti dico: o era una domanda ironica per prendere in giro, oppure parli a vanvera, senza esserti prima informato.

Ancora però non hai risposto alla mia di domanda... Vediamo se ora risponderai ad una domanda, con un'altra domanda  [emoji23]

Citazione
Purtroppo Siluc, YF23  ha ragione ,dico purtroppo perché finché il mise non riconosce un qualcosa di concreto riguardo a RRM...rimane tutto un po' campato in aria...anche se lodevole...
Anche tu hai scoperto l'acqua calda... Stesse cose che ripetiamo da sempre: come anche detto recentemente da qualcuno, ormai "RRM" è buon termine molto famoso... Gran parte degli utilizzatori di PMR-446 lo conoscono, e convenzionalmente (grazie all'impegnativo lavoro di sensibilizzazione del Gruppo di Lavoro) è usato per scopi di sicurezza in montagna da 4000 aderenti e da altrettanti escursionisti (che non sono iscritti ad oggi). Per quanto "campato in aria", col buonsenso di molti, la RRM funziona (ovvio, con le già citate limitazioni spazio-temporali). E i soccorsi avvenuti grazie all'8-16, ne sono la conferma.

Citazione
Stesso discorso per i "nominativi" che date... Una cosa molto simpatica e basta....
"E basta"? i soccorritori, le centrali operative, le forze di polizia, partendo dal simpatico identificativo radio possono rapidamente conoscere l'identità dell'utentre in pericolo (dati anagrafici, codice fiscale, foto del volto, etc.), il numero di telefono, il numero di telefono di familiari/amici (che conoscono patologie, allergie abitudini, etc.), il punto esatto da cui è partito per l'escursione, eventuali punti intermedi inviati tramite l'app quando si ha segnale dati, la destinazione.

Tutte informazioni che agevolano le operazioni di ricerca e soccorso. E non solo, grazie a quei dati possono capire se si tratta di uno scherzo o se la richiesta di soccorso è attendibile, e senza che il malcapitato dichiari su frequenza pubblica i propri dati, il proprio numero di telefono, etc.. in una situazione di panico non ti ricordi neanche come ti chiami, oltre che eviti di fare ascoltare a tutti i tuoi dati.

Non solo... Per quanto non sono riconosciuti dallo Stato, è possibile recuperare quei dati rapidamente. Per un nominativo radioamatoriale penso che sia impossibile risalire rapidamente all'identità della persona... E di certo gli uffici di chi gestisce il database dei nominativi radioamatoriali non sono sempre aperti...

Quello che abbiamo creato, RERAMONET, permette in pochi secondi, agli autorizzati, di interrogare i nostri database per prelevare schede dettagliate, mappe e quanto di utile.

Sono solo simpatici questi nominativi che diamo? Obiettivamente danno elementi importanti?

Citazione
Personalmente in montagna porto DMR o c4fm
Esatto, possono farlo solo i radioamatori. Ti do qualche numero: su circa 4000 iscritti, poco più di 600 sono radioamatori. Fai tu il rapporto...

La RRM è composta principalmente da non radioamatori, e l'8-16 resta l'unica frequenza radio libera che per convenzione è dedicata a questo scopo. E continuiamo a lavorare per incrementare il numero di utenti sintonizzati.

Adesso che sto scrivendo ci sono 16 nuove richieste di iscrizione. E quasi ogni giorno questa è la situazione.

Citazione
Io personalmente non lo possiedo, ma l'uniche volte che mi sono addentrato in percorsi molto più isolati del solito ho avuto la fortuna essere in compagnia di amico con il satellitare
Pensa, in quel momento la persona con il satellitare poteva potenzialmente ricevere via radio altri 1000 utenti, e in caso di necessità chiedere per loro aiuto tramite il satellitare.

O comunque poteva semplicemente interscambiare con quei 1000 informazioni utili su pericoli e meteo della zona, per evitare situazioni di emergenza.

L'un non esclude l'altro. Se hai un satellitare dietro, non fai un soldo di danno portarti anche una radio. Ahimè, l'escursionista che fa anche due escursioni al mese, molto raramente spenderà quei soldi per telefono satellitare + abbonamento, e anche tra gli alpinisti più assidui, ne ho visti davvero pochi col satellitare dietro.

32
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 21 Maggio 2021, 19:45:31 »
Va beh dai, è che non sai cosa rispondere e la butti in vacca.
Antani a destra...

Sei tu che non rispondi alla mia domanda, ma rispondi con un altra domanda.

E in merito alla tua domanda, due sono le cose:
O prendi per il c*ulo, oppure parli senza non conoscere l'argomento (l'argomento è la RRM).

In entrambe i casi la brutta figura la fai tu: nel primo caso, prendi in giro una realtà che si occupa di sicurezza in montagna, quindi di vite. Nel secondo caso perché parli/polemizzi senza esserti mai informato.

Stai tranquillo, tutti qui sul forum sanno che ho sempre, e dico sempre, risposto a qualsiasi critica/polemica/domanda con i fatti e con l'obiettività.

Anche qualche post fa, dove ho risposto a due video di un radioamatore che parlava della RRM, esponendo un sacco di inesattezze, omissioni e cose non vere.

Se non vuoi ascoltare me, magari ascolterai qualche storico utente di questo forum!

33
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 21 Maggio 2021, 19:32:35 »
Ovviamente di fronte ad una richiesta di aiuto ci si deve attivare con ogni mezzo previsto dalla legge e contattare gli organismi preposti.

L'uso del pmr è regolato dal D.Lgs.vo 1 agosto 2003, n.259 s.m.i. codice delle comunicazioni elettroniche (ora aggiornato) che riporta come di libero uso gli apparecchi cosiddetti di bassa potenza ai quali vengono assegnati 8 canali.

Vista la facilità con cui vengono date patenti di "moralità" l'unico modo che abbiamo di capire come muoverci è rifarsi appunto a quelle normative.

Sicuramente mi è sfuggito ed è colpa mia, ma in questa giungla normativa non ho trovato alcun paragrafo sull'assegnazione privilegiata di uno degli 8 canali https://www.mise.gov.it/images/stories/documenti/Libero_uso_ed_autorizzazioni_nelle_comunicazioni.pdf

Cortesemente o meno c'è quindi qualcuno che dice ad un altro di evitare di usare il canale 8-16 al di fuori di quello previsto dal regolamento di Rete Radio Montana?

Vabè dai, ho capito il calibro delle tue risposte: polemiche, prive di cose che non siano mai state dette e senza nessun consiglio costruttivo.

Parlo di banane, e si risponde mele.

Viene fatta la battuta che sul regolamento da te linkato, non trovi il termine "RRM". Che tristezza.

Ma di che vogliamo parlare...

Continua da solo, che magari rileggendo quanto ho scritto in 50 pagine (io e altri), capisci quello di cui stiamo parlando. E già che ci sei, prima di polemizzare, informati per bene sul nostro sito.

Eppure mi sembra di aver scritto in un italiano abbastanza corretto...

Fai i tuoi QSO sull'8-16, per il solo gusto di rimarcare il tuo discorso e l'art. 105, così sei contento =)

Antani a sinistra

34
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 21 Maggio 2021, 19:02:40 »
Ah, ricordo che la voce ufficiale del Gruppo di Lavoro della RRM, è il nostro sito internet ufficiale:



... Non quanto detto dai nostri iscritti, ovvero quanto ascoltato via radio. Se sentite un utente che sbaglia, di certo non potete addossare la colpa a noi del Gruppo di Lavoro; ciascun utente risponde per se (e se ne veniamo a conoscenza, lo riprendiamo e gli ricordiamo che non bisogna asserire cose false e non lecite).

Preciso, dato che più di qualcuno incolpa noi gestori, affermando che "non possiamo dire che il canale è il nostro" o che "intimiamo gli utilizzatori a cambiare canale".

Gli chiediamo se cortesemente potrebbero, la prossima volta, usarne un altro, spiegando brevemente l'uso che se ne fa di quel canale in tutta Italia e fornendo la URL del nostro sito informativo.

35
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 21 Maggio 2021, 18:44:28 »
Scusami ma questa volta non ti seguo, uno che rispetta le normative è un maleducato? Gli si danno 8 canali, dei subtoni, una potenza ridicola di 0,5w toni e lui usa. Tra l'altro in zone tipo le tre cime si riempiono in 5 secondi. Radiomontana è un'iniziativa lodevole per lo scopo che si prefigge ma come lei potrebbero crearsene tante altre, altrettanto lodevoli che potrebbero occupare i restanti 7 canali.

A questo punto che si fa? Moral suasion a go go su tutti gli 8 canali+ subtoni?

Io sono favorevole al passaggio in vhf/dmr con frequenze assegnate ed esclusive proprio per questa ragione. Oggi critico l'atteggiamento paternalistico, da te ben evidenziato, che parla di "morale" quando è una iniziativa privata che utilizza frequenze di libero uso 446.

Anzi troverei molto più maleducato chi, con insistenza, mi chiedesse di allontanarmi dal canale 8 pmr comprimendo di fatto un diritto sancito dall'articolo 105 del Codice delle comunicazioni elettroniche. Faccio fatica davvero a capire come ci si possa sentire nel "giusto" intimando a qualucuno di abbandonare un canale a lui dedicato... boh.

INTIMARE è una cosa, CHIEDERE CON CORTESIA un'altra.

https://www.treccani.it/vocabolario/intimare/

Visto che, vuoi o non vuoi, l'8-16 è stato più volte utilizzato in caso di emergenza, quando era impossibile contattare telefonicamente il 112/118, una persona intelligente, educata e soprattutto col buonsenso che conosce la RRM (non è il tuo caso, perché continui a chiamarla "RMM" e parli di Canale 8-18), non si farà tutti questi problemi a cambiare canale o subtono.

Poi è chiaro, ci sono diverse persone, che pur sapendo della RRM, usano apposta l'8-16, per principio, cattiveria e soprattutto antipatia.

Basterebbe soltanto il BUONSENSO.

Buonsenso che nel Lazio e Abruzzo, dove faccio generalmente escursioni, ho trovato il 99,99% delle volte. Bambini, famiglie, operai a lavoro, etc. hanno sempre risposto positivamente alle nostre cortesi richieste (non intimazioni, strafottenza, sia chiaro). Una grande ditta, ormai, quando durante la settimana sente un identificativo della RRM in frequenza, esordisce con "per tutti, ci sono i ragazzi della Rete Radio Montana: andiamo sul 7". Queste persone hanno il buonsenso.

Tu a fronte di una richiesta cortese sull'8-16, cambieresti canale, o per principio rimarresti lì a prescindere, proprio col CTCSS 16, invocando l'art. 105?

BUONSENSO: vale nelle comunicazioni radio e soprattutto vale nella vita di tutti i giorni.

36
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 20 Maggio 2021, 23:43:39 »
..... ma il sottoscritto è uno di quelle persone con il "braccino lungo" che si è già dotato di una radio VHF DMR, HA GIA' autorizzazione ministeriale per l'uso di BEN DUE frequenze in concessione su TUTTO il territorio nazionale + il canale E per la VdA .....
Idem con patate [emoji115] ... E questa è la mia!



Praticamente stai parlando del servizio radio “derivato” dalla Rega Svizzera.
Da cui sono state “prese” le frequenze e la tipologia di rete selettiva per poter avere una collaborazione appunto sul confine.
No, quella è già attiva dal 2013 nella sola Regione Autonoma Valle d'Aosta (Canale E). Giovy parlava di frequenze radio per uso esclusivo di sicurezza in montagna, ma estesa a tutto il territorio nazionale. Inoltre siamo automaticamente autorizzati anche per il Canale E di cui sopra.

37
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 19 Maggio 2021, 22:29:23 »
Scusa non ho capito una cosa, hai detto che con l'incremento delle utenze si supera il 0,5 W. Mi puoi spiegare per favore? Grazie. Ciao

RRM - A119

No, semplicemente intendo che aumentando il numero di utenti presenti in una zona ristretta, si ovvia alla limitata portata radio. Quindi più possibilità di avere qualcuno che ci ascolta.

38
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 19 Maggio 2021, 16:09:25 »
Ovviamente avevo già visto mesi fa questi due video. Assolutamente non me la prendo, ma mi piace dare un riscontro costruttivo a quello che emerge, anzi, che non emerge dal video.

A qualcuno piacciono i commenti e le polemiche sterili, che non danno nessun valore o consiglio utile. Io, con i fatti, cerco sempre di esprimere la realtà dei fatti... E se chi ci sta leggendo, rilegge attentamente quanto ho scritto 2 post fa, capirà che effettivamente non sono stupide le mie considerazioni... Che più che delle considerazioni personali, sono fatti veri e propri.

Per il resto, a me fa piacere sfruttare queste situazioni per diffondere la RRM a più non posso, dato che con l'incremento delle utenze, supereremo il limite imposto dei 0,5 Watt.

E visto che operiamo nella più completa legalità, possiamo permetterci di parlare apertamente e abbondantemente della RRM.

39
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 19 Maggio 2021, 15:48:53 »
Sinceramente non la trovo un'esposizione interessante... La trovo piuttosto poco obiettiva, tocca pochi aspetti (rispetto a tutto quello che è la RRM) e contiene diverse imprecisioni. Espongo un mio pensiero in merito ai due video...

Video 1:
- la RRM non nasce solo per le emergenze, ma anche a prevenzione delle stesse (per cercare di evitare che avvengano).
- nel regolamento non viene menzionata la normativa, ma soltanto i punti strettamente legati all'adesione; della normativa ne parliamo altrove (visto che il regolamento è solo per chi si iscrive, mentre la normativa vale per tutti quanti gli utilizzatori, RRM e non, a prescindere dell'adesione).
- l'antenna deve essere "inamovibile", non "amovibile" come detto nel video (sicuramente un semplice errore di esposizione).
- il regolamento non si divide in due parti, ma qualcosa di più, e come già detto non parla della normativa.
- sarebbe triste che chi ha fondato un qualcosa è solo una persona? Lo trovo abbastanza normale... Generalmente dietro a qualsiasi iniziativa c'è una (o poche) persone che "inventano" qualcosa. Una cosa così nobile non può essere stata creata da una sola persona? Va bè, frase un po' inutile a mio avviso. Senza esporre che, chiaramente, nel sito è spiegato che c'è un Gruppo di Lavoro, composto da diversi Responsabili Regionali che gestiscono il tutto. Cosa non di poco conto, di fronte all'affermazione fatta nel video.
- io trovo triste, invece, la disiscrizione da una cosa "nobile" (come da lui definita) per il fatto che sia stata fondata da una persona sola... Parole sue.
- È stupito che se qualche iscritto denigra (sput**na) la RRM in giro venga espulso dal progetto. Sinceramente io non mi iscrivo a cose che non appoggio o che non apprezzo. Che senso ha essere iscritto? Sarò strano io...

Video 2:
- guarda caso fa chiamata su un canale dove gli rispondono immediatamente degli operai... Dove poi si scopre che già ci aveva parlato poco prima e altre volte in passato. Direi che non ha fatto una chiamata su un canale a caso, ma era abbastanza studiata la cosa. Magari 10 minuti dopo non avrebbe risposto nessuno, perche le persone avevano staccato da lavoro.
- in un secondo non si può dimostrare niente a nessuno: sia cose negative che positive per la RRM.
- Se fosse stata una chiamata di emergenza... Può risponderti un bambino (ti fidi a fagli chiamare il 112?), puoi ricevere una pernacchia, o ricevere risposta da una persona che non ti crede e non rischia un procurato allarme per uno sconosciuto che magari fa uno scherzo. Questo perché dall'altra parte spesso ci sono persone che non sanno usare correttamente lo strumento. Poi ovvio, becchi un appassionato che segue RogerK, e allora potrebbe andarti meglio. Solo per l'avere un identificativo, hai un feedback positivo in più. Più sicurezza e più attendibilità, perché hai davanti una persona che sa perché un'altra utente è proprio su quel canale.
- più proficuo (parole sue) chiedere aiuto su un canale a caso anziché sulla RRM? Vi ricordo le potenzialità del nostro portale RERAMONET:

Esso permette ai soccorritori di verificare l'attendibilità di una richiesta di soccorso (ovvio, nelle regioni dove il Soccorso Alpino coopera, o comunque si richiesta dati da parte delle Forze di Polizia).

Dall'identificativo radio, pur non essendo istituzionalmente riconosciuto, risalgono ai dati anagrafici della persona, alle attività pubblicate, ai numeri "ICE" di amici e parenti.

Per verificare la veridicità dell'SOS è semplice: il soccorritore può telefonare al diretto interessato o ai familiari/amici, nonché vedere se la richiesta di aiuto è compatibile con l'attività pubblicata nel portale (punto di partenza, destinazione, punti intermedi inviati, orari). Generalmente una chiamata falsa si blocca appena si contatta il titolare dell'identificativo, che ad esempio ti risponde "guarda, io sono a casa sinceramente e in un altra regione" (è un esempio).

Quando parlate di qualcosa, mettete da parte le antipatie personali, le vostre idee, e siate più obiettivi di fronte a quello che andate a descrivere. E soprattutto, informatevi meglio (in questo caso nel nostro sito ufficiale, unica fonte attendibile che ci riguarda).

Questi video, così come sono, allontanano i meno esperti in materia di radiocomunicazioni che inizialmente potrebbero essere interessati, in quanto abituali escursionisti/alpinisti.

Come già detto contiene imprecisioni, omissioni, e descrive 1/50° di quello che la RRM è.

E in base a quello che ho scritto, capirete da soli che essere iscritti, ovvero avere accesso al nostro portale, può fare la differenza.

Ad maiora!

40
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 18 Maggio 2021, 20:42:43 »
Madonna quanti film vi fate... Tribunali, GIP, Processi, Indagini, Avvocati, Archiviazioni...

Tranquilli, se dovessimo mai fare una segnalazione all'Ispettorato, sarà comprensiva di coordinate GPS esatte, fotografie, frequenze e registrazioni audio/video.

Comunque sia è ovvio che non la facciamo "perché disturba la RRM", dato che nessuno in PMR-446 può pretendere "protezione dai disturbi". Ma la facciamo come liberi utilizzatori di banda PMR-446.

Come già accaduto di recente nel nord-est, un nostro utente ha segnalato un "aggeggio" (parrot) simile, e tempo pochi giorni chi di dovere ha smantellato (sequestrato?) il tutto.

Il tutto senza tutte quelle "menate"... Diciamo che in oltre 13 anni di gestione della RRM, qualche nozione l'abbiamo acquisita noi del Gruppo di Lavoro, no?

Comunque sia poche ore dopo il nostro comunicato, il disturbo probabilmente lo abbiamo annullato. Gli utenti della zona, stanno facendo qualche altra verifica. E il CANALE 8-16 in quella vasta zona è tornato servibile per tutti gli utenti della RRM, e gli altri liberi utilizzatori del canale 8. Obiettivo raggiunto, ancora una volta.  [emoji6]

#buonsenso

41
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 17 Maggio 2021, 14:23:29 »
Ciao Simone,

sono già stato informato sul gruppo WA di RRM Apuane, come ho risposto lì quest'inverno ho fatto moltissime uscite di scialpinismo sull'Appennino modenese e reggiano (sempre sul canale 8/16), ma non ho sentito nessun "pappagallo". Probabilmente è più a sud. A proposito, a che punto siamo con il progetto DMR? Quello risolverebbe molti problemi...
Saluti.
Alberto

Il problema è recente e sul versante Emilia-Romagna, quindi dovrebbe essere una cosa diversa dal disturbo che c'era in Toscana.

Purtroppo il COVID non ci ha permesso di continuare diverse riunioni in giro per l'Italia. La frequenza radio è già autorizzata, ma è difficile una gestione su larga scala delle autorizzazioni (ogni terminale andrà messo all'interno della concessione/autorizzazione generale) e allo stesso tempo non possiamo rendere "libera" la programmazione. Dovrete pazientare ancora un po', fermo restando che l'8-16 resterà la frequenza radio primaria per diversi anni, mentre la VHF per utenti "avanzati".

42
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 17 Maggio 2021, 11:26:12 »
Ci giungono segnalazioni in merito ad un ripetitore "parrot" in funzione sul CANALE 8-16 (banda PMR-446), che crea disturbi e sovramodulazioni su un vasto territorio dell'Appennino Tosco-Emiliano, in particolare tra le province di Modena e Ravenna.

Questa infrastruttura, oltre a rendere spesso inservibile l'8-16 agli aderenti della RRM su larga scala, ricordiamo che è illegale, ovvero vietata dalle vigenti normative, anche se creato con apparati omologati.

Stiamo provvedendo, attraverso vari utenti, a rilevamenti tecnici/triangolazioni, così da circoscrivere la località in cui è installato il ripetitore-pappagallo in questione. Se ritenuto necessario, qualora il problema persista, invieremo le dovute segnalazioni, comprensive dei valori rilevati, alle Autorità preposte.

Qualora riscontraste questi disturbi, compreso il risentire la vostra voce registrata, inviate un'e-mail al Responsabile Regionale competente per zona.

43
discussione libera / Re:ReteRadioMontana Sondaggio
« il: 08 Aprile 2021, 20:46:52 »
73 all. Secondo voi un canale Telegram dedicato interamente a RRM dove si possono inviare foto, dare consigli e notizie e fare discussioni potrebbe essere utile? Io credo di si. Voi cosa ne pensate?

t.me/ReteRadioMontana  (Telegram)

Magari la domanda andrebbe fatta a chi poi dovrebbe gestirlo, fornendo notizie e informazioni ufficiali...

44
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 31 Marzo 2021, 21:34:53 »
Anche il Soccorso Alpino e Speleologico della Regione Puglia, con la sottoscrizione di un accordo di cooperazione specifico per il CNSAS, entra a fare parte della RRM e ottiene l'accesso ai dati presenti in RERAMONET, per agevolare le operazioni di ricerca e soccorso in ambiente impervio.

Dettagli: https://www.reteradiomontana.it/accordo-cooperazione-cnsas

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2177676089033107&id=798720480262015

http://www.cnsaspuglia.it

45
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 11 Gennaio 2021, 14:05:33 »
Comunichiamo agli aderenti della RRM che da oggi l'applicativo “Lascia detto dove vai” consente anche la pubblicazione anticipata delle attività (programmazione), così da risolvere le problematiche legate all'assenza di connessione internet nel punto di inizio del sentiero, che non consentiva l'avvio in tempo reale.

Sarà possibile inserire le attività con almeno un'ora di anticipo, e fino a un giorno prima (oggi per oggi, o oggi per domani).

Le attività programmate, potrebbero essere mostrate sulla mappa RealTime  con circa 10/15 minuti di ritardo rispetto all'orario di partenza indicato.

Sarà sempre possibile, una volta in escursione, inviare la posizione aggiornata, prelevata dal GPS dello smartphone, con un click, ogni volta che si vorrà. L'aggiornamento della posizione è una funzionalità molto utile in caso di una eventuale successiva emergenza, che quindi vi invitiamo a fare almeno ogni 60 minuti.
Al termine dell'attività, bisognerà comunicare la relativa conclusione (meglio se sul posto, ma eventualmente anche una volta a casa da PC, selezionando l'orario reale di arrivo al punto di partenza).

Nei prossimi giorni incrementeremo le informazioni richieste in fase di programmazione.
Potrebbero esserci dei bug, che vi preghiamo di segnalarci nei commenti o in chat.
Vi invitiamo a creare solamente attività reali, evitando, se spinti dalla curiosità, attività fittizie.

46
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 02 Gennaio 2021, 13:56:27 »
Adesso è accessibile pubblicamente, aggiornata ora per ora, la mappa che mostra le statistiche di utilizzo della RRM negli ultimi 10 giorni. Più il rosso è intenso, maggiori sono stati gli utenti che hanno monitorato il CANALE 8-16 durante le loro attività (outdoor e supporto radio da postazione fissa). --> www.reteradiomontana.it/zone-piu-attive

I riscontri grafici saranno più attendibili trascorsi almeno 10 giorni dal 31/12/2020 e al termine del lockdown, poiché il database delle attività è stato resettato il 31/12/2020.

47
discussione libera / Re:Pirati in 27Mhz: Controlli in tutta Italia
« il: 01 Gennaio 2021, 18:36:56 »
Avevo informazioni differenti a tal proposito. Il fatto che ne abbiano cessato l'uso mi rincuora non poco.
Rimane PCProteus ma anche loro hanno le ore contate in tal senso.
Per RRM mi torna alla mente qualche informazione confusa, su una concessione speciale per i valdostani... 163.300, per le attività di escursione, con radio specifiche monocanale e rilasciate solo previa specifica autorizzazione.

Come già ti ha risposto più di qualcuno, prima di parlare a vanvera, sarebbe buona norma informarsi... Sarei curioso di sapere da quale fonte hai attinto questa falsa informazione... L'unicissima fonte ufficiale, a cui fare riferimento, ed eventualmente a cui appigliarsi se qualcosa non piace o si pensi non legale, è il nostro sito web ufficiale www.reteradiomontana.it (ed eventualmente la nostra Pagina FB, per i soli post pubblicati a nome della pagina stessa).

Anche la frequenza da te citata è sbagliata, in quanto quella effettiva (Canale E) è la 161.300 MHz.

48
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 06 Dicembre 2020, 19:36:11 »
Ciao siluc, dall'applicativo di reramonet non mi permette di inserire dati della mia postazione fissa, questo purtroppo è molto tempo che mi capita e che te lo feci già presente con un mp mi pare, comunque presente per le eventuali comunicazioni di prova di stasera. India 404 da postazione fissa in Livorno zona sud. 73 a tutti

Nel campo "etichetta" prova a mettere una parola senza lettere accentate, simboli, segni o numeri. Tanti stanno pubblicando le attività, quindi funziona regolarmente...

49
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 06 Dicembre 2020, 17:19:45 »
📌 𝐏𝐫𝐨𝐯𝐞 𝐝𝐢 𝐜𝐨𝐥𝐥𝐞𝐠𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐫𝐚𝐝𝐢𝐨 𝐬𝐮𝐥 𝐂𝐀𝐍𝐀𝐋𝐄 𝟖-𝟏𝟔, 𝐭𝐫𝐚 𝐥𝐞 𝟏𝟕.𝟑𝟎 𝐞 𝐥𝐞 𝟐𝟐.𝟎𝟎 𝐝𝐞𝐥 𝟎𝟔/𝟏𝟐/𝟐𝟎𝟐𝟎

L'Italia versa in un generale stato di maltempo da qualche giorno e le normative anti contagio limitano di molto gli spostamenti, costringendoci a stare a casa.

Accedete a RERAMONET, posizionate il vostro portatile PMR446 su un davanzale esposto verso zone libere, comunicate la vostra operatività tramite l'applicativo dedicato (https://reramonet.reteradiomontana.it/supporto-radio-da-postazione-fissa) e fate dei brevi test di chiamata.

Di tanto in tanto pubblicheremo nella nostra pagina FB la mappa aggiornata con gli utenti in ascolto radio: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3703466993009554&id=219900004699621

50
LPD - PMR - SRD / Re:radio midland gb1 pmr446
« il: 26 Novembre 2020, 22:15:20 »
@siluc
È possibile sapere il luogo dove è avvenuto l episodio della provincia di FR ?

inviato Redmi S2 using rogerKapp mobile
Se ritrovo il post volentieri.. parliamo del 2016-2017 e forse ho il link da qualche parte!

51
LPD - PMR - SRD / Re:radio midland gb1 pmr446
« il: 26 Novembre 2020, 19:40:15 »
la "cattiveria" era per descrivere la mia pessima disposizione d'animo e non nei tuoi confronti.
intendevo proprio quello che hai descritto: le sanzioni agli utenti pescati con le mani nel sacco con apparati sicuramente fuori norma sono abbastanza chiare e motivate, ma in tutti gli altri casi "dubbi" che succede?

Non ne ho idea... Non so se possono comunque fare un sequestro amministrativo per fare accertamenti tecnici in laboratorio, o se viene fatta una relazione che poi viene messa nelle disponibilità degli uffici competenti, per accertamenti posticipati...

Chi ne sa di più, si faccia avanti =)

52
LPD - PMR - SRD / Re:radio midland gb1 pmr446
« il: 26 Novembre 2020, 16:50:04 »
[...]
Ultima cattiveria: come si fa a comminare una sanzione amministrativa se non c'è il sequestro? a meno che l'utente non sia stato colto sul fatto mentre usa il solito baofeng come fa l'agente di PS a valutare la legittimità dell'apparato e del suo uso?
vi sembrano domande banali?

Se ti riferisci all'episodio a cui ho fatto riferimento, ti confermo che l'utente è stato "pizzicato" sul sentiero durante la sua escursione. La cosa è avvenuta in Provincia di Frosinone, lungo un fiume.

Se l'agente che conosce la normativa vede un "Baofeng UV-5R", e a domanda "è in possesso della patente radioamatoriale?" il cittadino risponde "no", ecco che potrebbe procedere... Ovviamente credo che sia più probabile cogliere sul fatto una persona che sta usando la radio in strada, che una segnalazione specifica che prevede degli accertamenti in un secondo momento.

Altro episodio analogo letto su un post su FB: volontario di P.C. che usa un Baofeng sintonizzato su frequenza civile (tra l'altro al di fuori del proprio servizio)... Se la prendeva con chi l'ha multato (sanzione + sequestro), poiché quella radio lui la usava per fare attività di volontariato. Alla fine se becchi il preciso, ti sanziona a prescindere della buona fede (premesso che immagino che anche il più preciso dei precisi eviterebbe il tutto se il volontario sta operando a nome della sua associazione).

53
LPD - PMR - SRD / Re:radio midland gb1 pmr446
« il: 26 Novembre 2020, 14:39:08 »
Che si parli di CB, LPD e PMR-446 in questo forum le imprecisioni o gli "offuscamenti" non mancano, criticati (o meno) in base a chi è l'autore del post, e adesso qualcuno se la prende? Esistono anche board dedicate a sistemi che la legge esplicitamente vieta... E ve la prendete con una persona che ha anche evidenziato il suo "IMHO".

Tornando in topic, come già detto, quell'apparato non è omologato in Italia, e il produttore Midland scrive esattamente: "MIDLAND GB1-R - IL PMR446 CHE SEMBRA UN CB (L'USO NON E' AMMESSO IN ITALIA)" (https://www.midlandeurope.com/it/p/gb1-r-ricetrasmettitore-veicolare-pmr446-2018-c1198-02.html).

Penso che questa è la cosa che bisogna sapere, e che è stata detta.

Se fanno come a chi ha usato Baofeng anche in tempi recenti, su frequenze PMR-446, la sanzione è al di sopra dei 2000 Euro e il sequestro può essere applicato.

Va da sé che se ti becca l'appartenente alle FF.PP. che è ferrato in materia, e vuole accertare che frequenze hai salvato o a che potenza l'hai settato, è nelle sue facoltà procedere (ovviamente poi metterà tutto in mano agli uffici competenti, vedasi Polizia Postale e delle Comunicazioni, che collaborano con il M.I.S.E./Ispettorato Territoriale).

Esempio: https://www.sanremonews.it/mobile/leggi-notizia/argomenti/cronaca/articolo/frequenze-riservate-al-ministero-della-difesa-attraverso-radiocollari-applicati-su-cani-da-caccia-p.html

Ne so qualcosa perché è capitato che hanno sanzionato alcuni che erano sull'8-16 qualche tempo fa, qui nel Lazio. E avevo letto anche di altre vicende. Se ritrovo quelle informazioni ve le posto!

54
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 21 Novembre 2020, 11:46:19 »
La radio deve essere un "di più" e non una sostituzione agli smartphone. Ovviamente mi riferisco al settore "emergenza in montagna"!

55
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 15 Novembre 2020, 08:32:36 »
Nella giornata di ieri, 14/11/2020, il Servizio Regionale Emilia-Romagna del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e il Soccorso Alpino Guardia di Finanza (SAGF) del Monte Cimone, sono stati attivati a seguito di un incidente in montagna in zona Monte Rondinaio (Appennino Tosco-Emiliano), tramite chiamata radio avvenuta sul CANALE 8-16 della Rete Radio Montana.

Nello specifico, non essendoci copertura telefonica nella zona dell'incidente, un escursionista che si trovava vicino alla donna infortunata ha diramato una chiamata di emergenza via radio, che è stata ricevuta da un altro escursionista che, avendo copertura telefonica, ha contattato il 118.

I dettagli ai seguenti link:

www.facebook.com/171078653299301/posts/940044836402675/

www.modenatoday.it/cronaca/infortunio-soccorso-alpino-lago-santo-14-novembre-2020.html

56
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 07 Novembre 2020, 21:34:18 »
Lo scorso 10 ottobre 2020 alle 13.30 circa, in zona Prealpi Orobiche - Resegone, il CANALE 8-16 è stato impiegato a supporto di una situazione di emergenza, conclusasi con il decesso di un escursionista.

Gli amici dell'infortunato, non riuscendo a telefonare ai soccorsi, hanno chiesto aiuto a CHARLIE 842, il quale si trovava sullo stesso sentiero, in discesa dal Rifugio Azzoni. Gli escursionisti, molto agitati, riferivano che un loro amico era precipitato nel canalone sottostante.

C842 diramava immediatamente una richiesta di soccorso, che veniva ricevuta da CHARLIE 343 e da CHARLIE 726. CHARLIE 343 riusciva a comprendere le coordinate geografiche comunicate, ed allertava immediatamente il 112NUE, per poi parlare con la Centrale Operativa del 118 (che nel frattempo ascoltava le comunicazioni radio dal telefono utilizzato in viva voce, e che già da tempo è a conoscenza della RRM).

Circa 10 minuti dopo l'allerta, interveniva l'elisoccorso della base di Bergamo, che purtroppo constatava il decesso dell'escursionista di 59 anni.

R.I.P. [emoji93]

Info: https://www.reteradiomontana.it/emergenze-gestite

57
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 28 Settembre 2020, 14:14:08 »
Sabato 19/09/2020 il CANALE 8-16 è stato utilizzato in una situazione di emergenza all'interno del Parco Nazionale dela Majella, in un punto in cui non c'era segnale telefonico a circa 2 Km dalla SS17.

Una donna, ferita e disorientata a seguito di una caduta, è stata soccorsa dal 118: a lanciare l'allarme è stato il marito, non iscritto alla Rete Radio Montana, che ha lanciato l'allarme via radio sul CANALE 8-16.

A ricevere l'SOS è stato l'utente “OSCAR 91”, che si trovava in escursione  sull'Altopiano di Femmina Morta (Monte Amaro), il quale prontamente ha chiamato il 112. I Carabinieri, acquisite le informazioni necessarie, hanno poi trasferivano la chiamata alla Centrale Operativa del 118.

Il telefono, messo in vivavoce, permetteva ai soccorritori di ascoltare direttamente le comunicazioni radio della persona in difficoltà, la quale forniva via radio tutte le informazioni necessarie alla gestione dell'intervento.

La donna soccorsa è stata quindi trasportata all'Ospedale di Sulmona (AQ) per le cure del caso.

Info: www.reteradiomontana.it/emergenze-gestite

58
LPD - PMR - SRD / Re:CANALE 7 - 19 PMR FMMONTANO
« il: 29 Agosto 2020, 09:55:58 »
Buongiorno a tutti!

Innanzi tutto premetto che la RRM oltre che per le emergenze, esiste anche per prevenire le situazioni di emergenza, quindi vale sempre il discorso di interscambiarsi informazioni su meteo, sentieri chiusi, punti pericolosi, "quale bivio devo prendere", "sono in salita verso il monte X, quindi se qualcuno è all'ascolto in caso di bisogno sono contento", etc. etc.. il tutto è ben spiegato nel sito informativo ufficiale: www.reteradiomontana.it/canale-8-16.

Quello che abbiamo voluto limitare/escludere sono i convenevoli, le chiacchierate, il "butta la pasta", altre comunicazioni in famiglia o all'interno del gruppo. E penso che sarebbe la stessa cosa sul 7.19... Pensa che caos se tutti i gruppi o tutte le famiglie di una zona fossero sullo stesso canale a parlare di cose che servono solo all'interno della loro realtà.

Che dire, per quanto mi riguarda (o meglio, ci riguarda), la cosa è controproducente per la R.R.M.. Qualora la cosa andasse in porto, inevitabilmente l'8-16 spesso perderà la sua potenzialità. Esempio:

Arrivo in cima alla montagna, dove sosterò per 30-60 minuti, e cambierò canale (7.19) così da fare qualche "QSO montano" mentre mi rifocillo. Non potrò più ricevere eventuali richieste di aiuto/supporto sul CANALE 8-16. Magari siamo in una zona molto chiusa dove oltre me c'è un altra persona soltanto, e questa in caso di emergenza non avrà più nessuno sull'8-16.

Per il "butta la pasta" o per parlare con la famiglia penso che ciascuna moglie o famiglia sceglierà un canale dove ci sono solo loro, dato che dubito sia una cosa che interesserebbe terze persone.

Per non parlare delle sigle differenti... Che, sempre inevitabilmente, cominceranno ad essere usate sull'8-16 (in quanto ovviamente di libero uso), creando non poca confusione, specialmente per chi non è stato "accettato' nella RRM in quanto non va in montagna, e sul 7.19 trasmetterà da casa!

Attenzione: non voglio il monopolio... Ma se all'interno di una iniziativa radiantistica si mette in mezzo il termine "montagna" o "comunicazioni radio per chi fa escursioni", la sovrapposizione e la confusione è dietro l'angolo, soprattutto per i meno tecnici di radio, che hanno comprato per caso una radio da Decathlon.

PS per Tuscania: anche il 7-7 spagnolo nasce per esclusiva emergenza/sicurezza, e non per comunicazioni ludiche.

Non entro nel merito del DMR radioamatoriale col TG dedicato, poiché personalmente non mi riguarda e qui si parla di PMR-446.

[emoji4]

59
Ciao Siluc, avevo capito male, anche se i commenti di R5000 sono sensati data la grande banda passante della discone.

Qui il calcolatore della ground plane in base alla frequenza desiderata, sono dati facili da trovare in internet.

https://m0ukd.com/calculators/quarter-wave-ground-plane-antenna-calculator/

73 Rosario

Cercavo qualche foglio di calcolo che ammettesse qualche variabile in più, come ad esempio il diametro dello stilo verticale e l'angolo di inclinazione dei radiali, così da mettere in gioco più fattori e avere un progetto quanto più indicato per le mie esigenze...

Cercando online, ho trovato un software che forse può aiutarmi: MMANA (https://hamsoft.ca/pages/mmana-gal.php). Appena ho un attimo lo installo e ci gioco un po'.

Nel frattempo ogni altro suggerimento è ben accetto =)

60
https://www.changpuak.ch/electronics/calc_11.php

Prova qui + 73 Rosario
Mmmh, quella risorsa serve a costruire una discone... Io voglio trasformare la discone che ho già, in un'antenna dedicata a una specifica banda... Ad esempio una GP!

Pagine: [1] 2 ... 8