Autore Topic: Messa a Terra Stazione Radio e Mappa caduta Fulmini  (Letto 708 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline antonioflammia

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 20
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
  • Nominativo: iu8cri
Messa a Terra Stazione Radio e Mappa caduta Fulmini
« il: 27 Ottobre 2017, 00:16:08 »
https://iu8cri.altervista.org/messa-terra-stazione-radio-mappa-caduta-fulmini/
Messa a Terra Stazione Radio e Mappa caduta Fulmini. La stazione radio va salvaguardata dagli eventi atmosferici (fulmini, elettrostatica) e l’operatore radio che è a contatto diretto con gli apparati ricetrasmittenti, che vanno messi in sicurezza collegandoli, comprese le antenne, a una efficiente messa a terra. Se poi la stazione radio si trova in una zona soggetta a Fulminazioni Dirette o Indirette vanno prese ulteriori precauzioni (zone dove spesso saltano le connessione telefoniche, i modem ADSL collegati alla rete telefonica si bruciano, elettrodomenstici che dopo forti temporali non funzionano più e altri eventi di questo tipo). Nell’articolo verranno analizzate le soluzioni possibili.

LA MESSA A TERRA

La messa a terra (necessaria a norma di legge) va attivata dal radioamatore se non è presente in stazione radio o sull’impianto elettrico. La valutazione necessaria che deve fare il radioamatore, è quella di capire, se l’impianto esistente di messa a terra dell’edificio (casa, o condominio) sia in grado di assicurare anche le esigenge di messa a terra, della stazione radio, compreso le antenne che verranno installate. Nel dubbio o in assenza di un calcolo, concreto esistente di progetto dell’impianto elettrico del singolo appartamento o condominiale, è opportuno che per la sicurezza dell’operatore radio e della stazione radio stessa, vi sia una messa a terra dell’impianto che alimenta la stazione radio separata ed opportunamente progettata, rispetto a quella dell’abitazione o dell’appartamento. Nel mio condominio, vi era solo il cavo di messa a terra, nell’ alloggiamento dei contatori elettrici, ma non era collegato a nessun dispersore di terra.