Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - ludovico-RF

Pagine: [1]
1
Un saluto a tutti, pongo il seguente quesito con la speranza che qualche animo gentile possa fornirmi un “parere” a riguardo :

Antenna (clone) Diamond x50 Nuova

Installazione : palina h. 2mt dalla superficie del tetto (Tetto in lamiera ondulata semipiano) 

Cavo :  10 mt SIVA HF400 - Connettori PL LATO ANTENNA E RADIO (usando adattatore PL /N su antenna)

Apparato :  TYT 9800

Stazionarie :  inesistenti su centro banda V/U
appena fuori banda 2.5 - 3


PROBLEMI :  Attenuazione dei segnali principalmente in UHF,  ovvero un segnale che dal mio qth viene letto come un S5 in veicolare e antenna 1/4 d’onda ha la stessa intensità dalla stazione base (sopra descritta)

Ruotando l’antenna su se stessa ed orientandola in varie posizioni si registra un attenuazione o incremento di 2-3-4 punti di S

RX - ponte radio civile  170mhz, tramite apparato portatile S7,  mentre in stazione base  busy / S1

Fatto anomalo : muovendo il coassiale dopo il primo metro dall’attacco antenna, in vhf ho registrato un attenuazione di segnale da S7 a S1  (Cavo testato sulla conduttività ed ispezionato per tutta la tratta) nessuna anomalia.

QSO in diretta sia in VHF che UHF a 60 km di distanza con seconda stazione ben organizzata, S: BUSY leggermente comprensibile RADIO : 2-3

Ho indicato tutti i dettagli possibili, quindi chiedo se a qualcuno viene in mente, dove e se puó esserci qualche problema che non riesco ad individuare. 

Grazie a tutti !   

2
Naturalmente, visto che tutto è possibile, sarebbe interessante leggere un'argomentazione diversa da quelle qui esposte in merito alla questione iniziale, cioè che la direzionalità sul piano orizzontale sia una proprietà naturale di queste antenne montate ad arte, questione alla quale si riferiscono le risposte già date. In particolar modo, rimanendo in tema alla domanda, sarebbe interessante scoprire il principio che permetterebbe a due dipoli collineari verticali di privilegiare una direzione piuttosto che un altra.

Che introducendo elementi esterni "di disturbo" si riesca a rendere direzionale un'antenna omnidirezionale non serve dimostrarlo: l'ha già fatto il professor Hidetsugu Yagi nel 1926 e da allora abbiamo milioni di antenne TV sui nostri tetti che sfruttano questo principio. Ma la domanda non era quella.

Ciaoo
Davide


Ottima riflessione

Ciao Davide
Grazie

3
Mi dispiace che il livello degli interventi sia stato per te così insoddisfacente.
Spero almeno che tu abbia potuto raccogliere un numero di pareri sufficiente ad una democratica votazione a maggioranza sulla materia.

Ciaoo
Davide

Ciao Davide, nulla è insoddisfacente è tutto utile per valutare, ascoltando i pareri di altri appassionati radioamatori, la chiave di lettura a mio parere è che in alcune occasioni pur basandosi sui principi teorici, si potrebbe riscontrare un anomalia o qualcosa di non facilmente spiegabile...per mia natura non sono abituato ad escludere nulla, ma non pretendo che lo facciano anche altre persone.

Detto questo sta a chi nutre questa passione fare sperimentazione e studi.

Grazie per il tuo intervento.

Un saluto.

4
@ LUDOVICO, a livello personale, penso che sulle teorie che vuoi studiare, fai bene a provare, confrontare, da una tempesta di idee si trae sempre qualcosa di buono, qualsiasi la direzione che sia.

Sul forum abbiamo tecnici e ottimi realizzatori e con scienza, probabilmente non perderebbero tempo a fare cose che a legge fisica e studi certi di elettromagnetismo danno delle indicazioni conclamate.

Ma è tuo diritto, come amatore della radio, nostro dovere come amici di tragitto, incoraggiarti e di fare le sperimentazioni che ti portino poi a capire materialmente le cose che ti servono, anzi, porta le tue prove pratiche sul forum, sarà una bella piattaforma di discussione e studio, un mio detto, conosciuto da molti al secolo dice:
Tutti dicono che non si può fare, arriva lo sprovveduto e lo realizza.

Non so se è il tuo caso, forse no per la tipologia e leggi fisiche certe, ma chi sono io per stabilirlo, nessuno !

Fatti le tue conoscenze e imparerai di più da tutto e tutti.

Grazie per a pazienza di avermi letto.



Grazie a te per essere intervenuto, in effetti cercavo qui sul forum l'intervento di qualche  tecnico radioamatore ben preparato che potesse dare delle delucidazioni a riguardo, magari perdendo un po di tempo sull'argomento però allo stato di fatto ancora nessuno ha fornito un commento "tecnico" categorico che si basi su principi sia teorici che pratici.

Probabilmente come dici tu nessuno vuole esporsi nella perdita di tempo.

Una volta un caro amico radioamatore nonchè un formidabile radiotecnico di professione mi disse :  Il vero radioamatore ama la radiotecnica e ama tutti quelli che si appassionano, che siano preparati o meno bisogna essere sempre disposti ad aiutarli a comprendere.
Personalmente mi ha insegnato molte cose e ne faccio bagaglio, ma posso dirti che nel corso degli anni ho trovato poche persone altruiste e molti "bacchetoni" che dalle mie parti è come dire : un Professore che quando fai un errore è pronto a richiamarti ma invece di spiegarti dove stai sbagliando "Ti invita semplicemente a studiare" ! ....magari è il metodo pedagogico migliore ... chi lo sa ?!


Ti ringrazio di nuovo per aver esposto il tuo pensiero.

Un saluto.

5
Io dico che è tutta colpa dei " Terrapiattisti " !   

sono sicuramente loro che hanno annullato i poli magnetici   [emoji23] 

Suggerisco di aprire una nuova sezione del forum  "  Baggianate gratis per Tutti " [emoji12]


Buonasera Arnaldo mi scuso con te se ho inserito questo post e hai trovato la tematica cosi scadente da reputarla una “baggianata” al tal punto da dedicargli una sezione.

Peró per mia abitudine quando sostengo qualcosa di contrario e sono convinto che il mio interlocutore mi stia dicendo qualcosa di non vero o errato espongo il mio pensiero o le mie conoscenze (nei limiti appunto delle stesse) confrontandomi. 

Evidentemente nella tua risposta non meritiamo le tue considerazioni tecniche e conoscenze sull’argomento.

Alla fine poi a conti fatti c’è chi rimarrà sempre della sua opinione e chi sperimenterà o studierà gli argomenti per approfondire.

Mi farebbe molto piacere che tu ti esprimessi a riguardo dando una tua opinione tecnica o una tua esperienza.

Mi reputo abbastanza intelligente da comprendere i tuoi toni ironici peró magari i terrapiattisti potrebbero offendersi !!
[emoji6]

Ti ringrazio comunque per il tuo intervento.

Un saluto.





Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp

6
I radiali sono una ground...OK che magari 3 sono pochi, quindi penso che la mia teoria sul radiale dei 50 Mhz sia magari indicativa, orientando il radiale verso un ponte o zona si ha miglioria nella stessa direzione, una sorta di boomerang indirizzata...sfruttando il radiale.
Sono quindi portato ad addurre che sia questo il fattore visto, lato radiali c'è migliore segnale.
Nel vuoto tra essi minore segnale.

Non è una vera direttività, quanto un incremento.
73'.

Ti ringrazio per l’indicazione IZ1PNY a questo punto faró sicuramente dei test di approfondimento. Grazie 73’


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp

7
Un ruotatore di antenne risponde.... il nostro ripetitore locale lo abbiamo fatto nascere con una x50.e'qui che ci siamo accorti della sua non omnidirezionalita'.infatti dopo averla smontata e rimessa nello stesso identico posto senza fare attenzione all orientamento dei radicali ci siamo accorti che la copertura radio era completamente cambiata:segnali più bassi a certe stazioni e più alti ad altre.il vento ci ha distrutto diverse antenne per cui abbiamo provato a usare quelle antenne che di volta in volta i soci offrivano.abbiamo avuto x30,x200,x300 e dopo la prima esperienza abbiamo sempre dovuto avere cura di orientare i radiali in un certo modo.facendo ruotare tutte queste antenne abbiamo sempre avuto diminuzioni di segnale a certe stazioni e contemporanei aumenti ad altre. Siamo arrivati alla conclusione che tre radiali sono pochi,ce ne vorrebbero di più per renderle veramente omnidirezi0nali.alla fine abbiamo messo un antenna professionale senza radiali e abbiamo accontentato tutti.


Bene IW4BJG, ringrazio anche te per la testimonianza, presumendo che si trattava di un ponte radio professionale non guasto e che i manutentori non si sono dimenticati di “riavvitare” il connettore d’antenna quindi con abbastanza esperienza... la domanda mi sorge spontanea : In che modo avete orientato i radiali ?  ipotizzando che abbiamo radiale A B C, la zona di copertura che vi interessava la facevate capitare “tra la visuale ottica di A B ?  B C ...  oppure puntando con il radiale ? Ti sarei grato di avere maggiori dettagli.

Probabilmente qualcuno più esperto troverà ridicolo tutto ció, ma penso che se a più persone capita la stessa cosa inizia a non essere più un caso anche se giustamente va analizzata ogni singola istallazione.

Un saluto.


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp

8
voglio i nomi di questi ruotatori di antenne e vedere le loro installazioni.

Io ho avuto x30, x50 e ora ho 2 x200 sul tetto di cui una è sopra alla direttiva vhf e non ho mai visto nessuna differenza di segnale ruotanto il rotore , ne in vhf nei uhf.
Posso solo dirti che l'altra X200 risulta avere un qualche db in meno rispetto all'altra verso un direzione precisa ,perchè invece di essere in cima al palo è in fianco ad un metro circa, ed il palo probabilmente scherma il segnale , ma per il resto è tutto uguale.
Da S6 a S1 sono tanti , se teniamo il conto di 6db per punto di segnale sono 30 db di diversità!!!!


Grazie Dattero per la tua testimonianza a riguardo.
Come dicevo in un altra citazione negli anni ho avuto modo di provare diverse collineari non riscontrando questa particolarità.


9
Ciao Ludovico.

Non sono misteri della fede, sono dovuti al fatto che i radioamatori sono scienziati dilettanti, molto spesso nella loro formazione non hanno alcuna base tecnica e parlano a vanvera. E' normalissimo per molti radioamatori parlare di grandezze o fenomeni senza rendersi conto della portata delle affermazioni che stanno facendo.
Per fare un esempio, supponiamo di essere andati in autostrada a tutta birra con la Punto ed non essere mai riusciti a superare i 20km/h. Se un'auto non supera i 20km/h è talmente palesemente lenta che in tutta probabilità sarà guasta ed andrà portata da un meccanico. Però se uno non ha la più pallida idea di quanti siano 20km/h o quale sia una velocità normale per un'auto, ecco che, senza fare una piega, vengono fuori affermazioni tipo "la Punto è data per 150km/h ma in realtà non supera i 20km/h".
Se girando una verticale si passa da S1 a S6 è come la Punto che non raggiunge i 20km/h: è un'anomalia di proporzioni bibliche che andrebbe indagata nel caso specifico, non spacciata come se niente fosse come fatto normale di quel tipo di antenne.
Se vuoi ascoltare i pareri dei radioamatori devi imparare a discriminare la competenza del tuo interlocutore a prescindere dalla sicurezza con cui ti sciorina lezioni cercando di approfondire in autonomia gli argomenti che ti sembrano controversi.

Ciaoo
Davide


Intanto ringrazio Tutti per le preziose risposte, Davide probabilmente è come dici tu, forse mi sono imbattuto in un forum (non questo) che non citerò, dove chi parlava non aveva competenze a riguardo. Personalmente negli anni ho avuto modo di provare diverse collineari ma non ho mai riscontrato questa cosa, per questo motivo essendomi imbattuto nell'argomento volevo domandare a chi ne sa sicuramente più di me.... se fosse cambiato qualcosa negli ultimi anni, visto che sono stato lontano dalla radio.

Grazie

10
la x50 è una ominidirezionale, che possa avere delle preferenze è probabile, più per questioni di montaggio che altro, ma non è una direttiva... dunque montarla su un rotore è inutile.
Puoi anche aprirla, ma non vedi molto, un filo, qualche bobina e un condensatore dalla forma strana, nulla che ti possa far capire che direzione preferisce.


Ti ringrazio per la tua risposta, approfitto della tua disponibilità per chiarire meglio alcuni dettagli : 

Molti utilizzatori ed il produttore stesso definiscono la x50 una collineare, certo che se dovessi montare un rotore opterei per una direttiva, ma il mio dubbio riguarda appunto alcuni test fatti da radioamatori che dicono di aver ruotato l’antenna sul palo e di essere passati sullo stesso segnale ricevuto da S6 a S1 con notevole peggioramento sia in Tx che Rx

Misteri della fede o è qualcosa che puó essere spiegato tecnicamente ?




Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp

11
Ciao a tutti, vorrei esporre un quesito tecnico riguardante il montaggio antenne v-u :

Un antenna collineare x50 per le sue caratteristiche di "irradiazione" (lobi di irradiazione) sembrerebbe produrre un effetto "direzionale" in base alla sua stessa rotazione sul palo di montaggio.

Cerco di spiegarmi meglio :  i dipoli interni posti sull'intera lunghezza formerebbero una sorta di array e l'irradiazione dei lobi avverrebbe (esempio : da Nord a Sud) in questo caso significherebbe avere una scarsa efficienza (da EST a OVEST) ??

Se ho capito, in base alle raffigurazioni di irradiazione fornite dal produttore, esiste un modo per verificare materialmente e posizionare l'antenna nel miglior modo desiderato ?

Andrebbe sfilato il rivestimento in vetro resina per ispezionare all'interno ?

Ringrazio tutti per la risposta sul tema, scusandomi per non aver utilizzato tecnicismi sull'argomento.

Grazie  [emoji341]  [emoji343]

12
Buongiorno a tutti, ultimamente complice anche la quarantena ho approfittato per riprendere in mano la radio e con enorme delusione mi sono accorto della poca attività residua sui ponti V/U della Lombardia.

In passato ero solito ascoltare le comunicazioni di alcuni Pirati, sicuramente radioamatori, estremamente competenti su di un ponte intorno ai 143 mhz se non ricordo male.
I discorsi erano davvero interessanti, si parlava di attività satellitare in frequenze shf e molto altro.

Essendo, come già detto, stato lontano dalla radio per un po' mi chiedevo se gli amici lombardi fossero a conoscenza di alcuni ponti (pirati e non) sui quali poter ascoltare ancora queste interessanti conversazioni.

Poi, chiunque sia intenzionato a fare una chiaccherata serale, ci si può mettere d'accordo in privato  [emoji2]


Ciao, spulciando nei topic ti dico che mi sono trovato più o meno nella tua stessa situazione, nella bassa Lombardia ascolto gruppi su "ponti radio" o transponder sui 163.xxx e ti confermo che sono rimasto davvero stupito : nei qso si parla tranquilla mente di ponti, distanze e location di installazione, naturalmente a me non crea nessun problema "anzi" ma volevo capire come sia possibile qualcosa del genere. Lo spettro di frequenze utilizzate dovrebbero essere assegnate ai servizi della pubblica amministrazione protezione civile ed altro. Sinceramente non so se si tratta di radioamatori o vecchia scuola CB spostatasi in VHF o UHF ......

Accetto volentieri il tuo invito per la chiacchiera serale, ma ti dico che non possiedo un ponte radio e attrezzature con integratori vitaminici...  [emoji1] Ti aspetto in privato se ti va.  73 !

13
Ciao, ben arrivato, la penso come Te, riguardo ad un ipotetico foglio rosa , io sono un swl, appassionato di vecchia data a CB PMR...bene è stato togliere i12 euro, di tassa PMR e CB , spererei vengano anche non dico tolto l esame, ma magari fatto come si fa al momento con la Didattica a distanza su qualche piattaforma in fondo mia figlia fa le verifiche da casa ( 2 liceo) non vedo perché si debbano fare in presenza, ed anche le parti di elettrotecnica forse sono un po' superate..in fondo mica la dobbiamo costruire una radio( so che sarò maledetto) ..atto che dire...ah , dal mio qth aggancio un parrot credo nel torinese. Can 5 PMR tono 17 , visto che lo chiedevo...se vuoi provare....

inviato Redmi 5 using rogerKapp mobile

Ciao Baldak ringrazio anche te per l’accoglienza, si decisamente concordo con te per l’abolizione della tassa su CB e PMR ... che poi alla fine penso non abbia mai pagato nessuno, sia stato positivo non tanto per la cifra irrisoria ma bensi per l’utilizzo effettivo delle potenzialità degli apparati stessi, pari alla portata di un citofono condominiale, considerando che non tutti trasmettono da dei punti prevalentemente alti e scoperti.
Altro discorso per i CB ovviamente...

Io non volevo addentrarmi sull’argomento delle materie di esame, ma mi hai dato lo spunto e posso dire che l’unificazione delle patenti radioamatore è stato un qualcosa di positivo per i nuovi approccianti e ha ridotto drasticamente la difficoltà pratica della telegrafia,  a mio parere avrebbero potuto formare due categorie :  radioamatore Radiotecnico con tutte le materie più approfondite e principi di elettronica/elettrotecnica ed una seconda categoria radioamatore Operatore Radio basilare con i principi e i modi di trasmissione utilizzabili con il codice di comportamento radio, i fondamentali insomma, per poter operare e fare QSO.  A questo punto penso che le adesioni sarebbero aumentate del 400% nel primo anno (ovviamente tutti nel secondo gruppo)  [emoji23] 

Ti ringrazio per la dritta del Parrot nel Torinese proveró a collegarlo ma la vedo dura dal mio QTH.

73
Un saluto




Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp

14
Benvenuto!

Quello che dici si può già fare, basta prendere un buon ricevitore (non costa una follia) ed un baracchino.
Con uno ascolta e basta quello che gli pare e vede come si fa, con l'altro può vedere se gli piace anche essere parte attiva nelle trasmissioni.
Se gli basta forse si ferma li, altrimenti si fa la patente.
Oggi poi che non serve fare nemmeno una carta che sia una...non ci sono scuse.
Se proprio uno vuole fare le cose per bene, richiede un nominativo swl (qui anche gratis) e con quello ci fa quello per cui è pensato.
Se uno non ha voglia di fare nemmeno queste cose mi sa che è meglio che si dedichi ad un altro hobby...poi magari sono io che vedo facili cose che non lo sono...

Ciao e grazie per la tua risposta, quello che hai descritto è perfettamente fattibile e lo condivido, credo che in molti abbiano fatto l'iter che hai descritto, compreso me ...anche se sulla 27 in molti anni ho conosciuto persone di grande competenza in radiotecnica, come in tutte le cose poi si necessita di applicazione pratica un po più estesa (e sai bene che HF - VHF - UHF - SHF) non sono la stessa cosa, ed operare in tutte le bande richiede più conoscenza pratica e teorica, per lo meno in modo da essere sufficientemente preparati ad affrontare un esame cosi articolato e completo imposto dal ministero e far capire al novello se vuole proseguire o no con questo hobby.

(Anche se leggevo nelle ultime news che allo stato attuale si è ridotto ad una sorta di interrogazione "scolastica" passami il termine, con 5 domande orali...in videoconferenza causa covid.),

questo non giustifica a non studiare e prepararsi correttamente.

Il mio discorso verteva ad incoraggiare ed attirare nuovi approccianti alla disciplina, riducendo un po la difficoltà teorica della radiotecnica, limando un po di paletti e fornendo una sorta di "foglio rosa" passami anche questo termine, per iniziare a confrontarsi sul campo, con chi ha sicuramente più esperienza e anni di "servizio"in campo. In qualsiasi disciplina le persone andrebbero guidate, poi è ovvio che la passione se aumenta farà scaturire tutto il resto. Ma va tenuto in considerazione un elemento molto importante essendo una sorta di abilitazione tecnica la patente, non tutti hanno una formazione scolastica idonea per affrontare questi studi (richiesti) per questo motivo ritengo che la questione debba essere resa più accessibile a tutti.
Ma non voglio annoiare nessuno qui sul forum e irritare gli animi, perchè si dovrebbe andare più nello specifico sugli argomenti d'esame.

I concetti sono facili e semplici come dici tu, ma il "proibizionismo" e la rigidità dei regolamenti spesso portano solo a disincentivare l'individuo (per chi vuole fare le cose in regola) per chi non vuole ... sai bene spesso qual'è il risultato.

Concludo dicendo che quanto ho scritto non vuole trasformarsi in una polemica e le regole vanno rispettate sempre, ma essendo in un paese democratico, democraticamente espongo le mie idee, condivisibili o non.

Ripropongo la domanda nel mio post, se qualcuno fa attività radio nelle bande indicate nel Lodigiano, attendo un feedback.  Grazie

Ti ringrazio ancora per la tua risposta e ti auguro un buon proseguimento.

16
Una buona sera a tutti gli utenti ! mi chiamo Ludovico e da poco tempo mi sono trasferito nella c.d. Bassa (Lodigiano) ....

Porto con me un bagaglio di esperienza discretamente piccolo e sono sempre pronto ad arricchirlo, penso e spero come tutti gli appassionati del modo "RADIO"

Mi sono da poco registrato nel forum ma lo seguo da tempo e noto che vi è una "sorprendente" convivenza pacifica tra radioamatori ed/operatori appassionati (non patentati) cosa che mi ha inizialmente un po destabilizzato, in quanto qualche anno fa (parlo per mia esperienza ovviamente) difficilmente si riusciva a confrontarsi con radioamatori che sfoggiavano i propri nominativi e rispondevano a qualche domanda dicendoti "Studia e vai a fare l'esame" !  Anche se non posso non affermare che tra le righe di qualche topic si avverte ancora una leggera freddezza e distanza, dai comuni mortali.

Per problemi di tempo ho abbandonato il "Mike" anni fa, considerando anche il periodo che stiamo affrontando ho ritrovato un po di tempo per dedicare studio e sperimentazione in RF, sto riorganizzando il mio radio shack...

Effettuando le prime scansioni nelle bande V e U ho trovato in quest'area geografica quasi le stesse analogie della mia precedente zona 6 a 15 anni di distanza : Disturbatori su ponti radio amatoriali (Che dio li aiuti) e i cosiddetti pirati, non tanto per l'utilizzo di frequenze e bande non autorizzate a quel utilizzo... ma per carenza completa di contenuti, articolando ogni passaggio con versi insulti e qualche bestemmia che non guasta mai ! (scherzo) Ovviamente si parla anche di CB dislocati in varie aree.

La mia idea è rimasta sempre la stessa dal primo giorno che ho messo le mani su un ricetrasmettitore, sostengo che "TUTTI devono rispettare le regolamentazioni" ma mi piacerebbe che anche a TUTTI venisse data la possibilità di avvicinarsi a questo bellissimo mondo e per farlo è necessario provare, fare ascolto e qualche QSO leggero. Rispettando quanto meno i parametri imposti dal codice della condotta nelle radiocomunicazioni. In questo modo forse si otterrebbe qualche richiesta per radioamatore in più visto il complesso periodo temporale tecnologico, che sta completamente lobotomizzando le fasce più giovani e limitando il loro potenziale psichico.
Oggi un ragazzo di età media 18 anni non sa neanche in che modo il suo smartphone riceve un messaggio di posta elettronica o una telefonata..(pensa che si materializzi per effetto esoterico) -  Faccio un pratico esempio : per condurre un autovettura o moto si ottiene il "foglio rosa" poi si studia ... e si fanno le guide su strada con la supervisione ! cosa fondamentale per poter prendere la patente dopo aver sostenuto l'esame.

In radio frequenza, non si rischia di investire nessuno, non si provocano feriti ne morti, quindi si potrebbe iniziare a pensare ad un cambio di mentalità, ed una capacità da parte del ministero di attuare un piano di supervisione per garantire ordine nelle varie bande e la semplificazione per l'ottenimento delle patenti.

Non me ne vorranno gli radioamatore in questo forum, nulla di personale ma visto che mi sembra un portale di idee molto aperte, ho voluto dire anche io la mia.

Detto questo, sono PRO ai nuovi sistemi digitali (Gateway-Parrot-CrossLink Voip) sono iscritto (e lo ero a suo tempo) sulla piattaforma FRI considerando le ridottissime portate degli apparati (omologati pmr-lpd) trovo un ottimo sistema per estendere i QSO

LA MIA DOMANDA E' QUESTA : NELLA MIA AREA GEOGRAFICA C'E' QUALCUNO CHE FA ATTIVITA' SU QUESTE BANDE ? QUALCUNO PUO' FORNIRMI INFORMAZIONI A RIGUARDO DI GATEWAY ATTIVI NELLE MIE VICINANZE ?

GRAZIE A TUTTI

Op. Ludovico 1FRI2956
73

Pagine: [1]