Autore Topic: Audio in dPMR  (Letto 852 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline radaneus

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 41
  • Applausi 1
    • Mostra profilo
    • E-mail
Audio in dPMR
« il: 08 Giugno 2022, 10:41:42 »
Ho cercato di documentarmi sullo standard dPMR e su quali potranno essere le future evoluzioni delle nuove tecnologie.

Ho letto un po' di materiale in rete, ho trovato alcune perplessità sulla qualità della voce, ma non sono riuscito a trovare un esempio pratico della comunicazione tra due apparati dPMR.

Quindi il mio dubbio è: come si sente la voce? Ok che non si sentono disturbi, ma che differenza c'è rispetto alla modalità analogica? È abbastanza simile o sembra di parlare con D-3BO?


Offline poker333

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1572
  • Applausi 23
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Audio in dPMR
« Risposta #1 il: 09 Giugno 2022, 01:14:11 »
Molto compresso...difficile comprendere il timbro voce..

Offline bergio70

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3916
  • Applausi 137
    • Mostra profilo
Re:Audio in dPMR
« Risposta #2 il: 09 Giugno 2022, 07:00:49 »
Già il digitale normale non ha un timbro gradevole, considerando la banda a disposizione ancora più stretta è verosimile che il dPMR sia ancora più sgradevole.
Probabilmente i disturbi sono eliminati completamente, con il solito problema... se sento sento bene, se sono al limite non sento nulla.
E sul sentire bene ci sarebbe da discutere.
Personalmente faccio fatica a capire le parole su un dmr, ma sicuramente è un mio limite.

Offline radaneus

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 41
  • Applausi 1
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Audio in dPMR
« Risposta #3 il: 09 Giugno 2022, 09:00:49 »
Avevo intuito che l'audio non era il massimo, sono riuscito a trovare due video sul tubo (uno in ..olandese) e non ho avuto una bella impressione, ecco perchè cercavo un feedback da chi lo ha utilizzato.
Forse anche per questo motivo (oltre al costo) non si è diffuso molto?


Offline Skywave

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 290
  • Applausi 13
  • Sesso: Maschio
  • QTH VC
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Audio in dPMR
« Risposta #4 il: 09 Giugno 2022, 22:01:08 »
Personalmente faccio fatica a capire le parole su un dmr, ma sicuramente è un mio limite.

Le parole si capiscono quasi sempre, il punto è che le voci digitalizzate sembrano tutte uguali.
Probabilmente i vocoder appiattiscono molto la dinamica per ridurre la quantità di packets.
« Ultima modifica: 09 Giugno 2022, 22:06:21 da Skywave »

Offline bergio70

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3916
  • Applausi 137
    • Mostra profilo
Re:Audio in dPMR
« Risposta #5 il: 10 Giugno 2022, 07:06:08 »
... più che appiattirla la spianano!

Offline Antenna

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1314
  • Applausi 56
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Audio in dPMR
« Risposta #6 il: 10 Giugno 2022, 10:02:10 »
Personalmente non ho mai ascoltato i dpmr …
Ho sempre usato il dmr Motorola da quando era appena nato (quindi tdma),
i nostri commenti tra tecnici era: VOCE DA PAPERINO!!!…

Poi posso confermare che negli anni hanno migliorato parecchio..

Attualmente lo uso il digitale su ponti amatoriali (a prescindere che tanto fa anche le impostazioni del ponte e delle singole radio), e devo dire che siamo a livelli dove si riesce quasi a riconoscere una persona dalla voce … QUASI!!!…

però ripeto, tdma …non ho ben idea del dpmr che tipologia usi,

Sempre in pmr446, ho due Motorola digitali , che però usano un digitale simil fdma (ma non compatibile ), e si, effettivamente si pialla molto la voce…
Ma per lavoro chissenefrega


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp


Offline Aquila Fr

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2968
  • Applausi 189
  • Sesso: Maschio
  • cave ab homine unius libri
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IU0OGA
Re:Audio in dPMR
« Risposta #7 il: 10 Giugno 2022, 10:21:16 »
Il dpmr usa fdma come protocollo di trasporto e la modulazione dovrebbe essere in fsk.
Da quello che leggo su Wikipedia le specifiche sono pubblicate su:
ETSI TS 102 658
ETSI TS 102 490.

(continuo a preferire il buon vecchio FM analogico)

inviato M2004J19C using rogerKapp mobile
« Ultima modifica: 10 Giugno 2022, 10:23:01 da Aquila Fr »
Dirac, il monopolo esiste !!

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2857
  • Applausi 300
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:Audio in dPMR
« Risposta #8 il: 14 Giugno 2022, 23:53:55 »
Leggendo leggendo mi sembra di leggere quel che spesso si sente in dmr: mi che skifo sto digitale quanto vale l'analogico. Ipocrisia a parte (se lo dici in dmr il minimo che ti si può dire è: che ci stai a fare in digitale se non ti piace?) bisogna, secondo me, cercare di guardare non dico a 360 gradi ma almeno avere una visuale a 180 gradi. E' più gradevole la fonia in analogico? SI o forse? Perchè attenzione un segnale di 9.40 da una buona radio con un discreto microfono è una cosa ma un segnale pieno di qrm è veramente inascoltabile. Ovviamente parliamo di v/u, mi sembra sottointeso visto che dmr,dpmr,etc. funzionano su quelle bande, quindi mettiamo da parte la bellezza del dx in mezzo al qrm in hf..è un'altro discorso.
Tornando al digitale sembra sembra ma anche lì il microfono fà la sua parte. Le modulazioni non sono affatto scadenti come sostengono alcuni eccezion fatta per il dstar (a quanto leggo paragonabile tecnicamente al dpmr) che risulta un pò stretto. Verissimo quindi che come qualità in senso assoluto non siamo al top ma una radio serve a comunicare e farsi capire non a ricevere la voce in alta definizione. E' out of scope la qualità cioè è una variabile che passa in secondo piano a patto che ci sia la comprensibilità. E tutti e dico tutti i sistemi digitali che ho ascoltato (d-star compreso) sono più che comprensibili. Se a questo togliamo il qrm che non esiste per definizione in digitale direi che ci vuole poco a fare 2+2 su cosa sia meglio per comunicare. Fra l'altro alcuni non sanno che spesso l'impostazione "passa-alto" è fatta di proposito sia a livello bf che di codec stessi per il semplice motivo che le tonalità alte risultano meno impattate dal rumore ambientale. Detto questo io mi chiederei invece a cosa può servire il dpmr? Ricordiamoci che siamo limitati ai 500mw e che comunque gli standard digitali sono in chiaro quindi se nella pratica è possibile che visto l'esiguo numero di apparati dpmr la conversazione non è intellegibile da chi ha un pmr analogico lo è ...solo per l'esiguo numero di utenti.
Quindi se da un lato i sistemi digitali radiomatoriali hanno un senso perchè connessi a ripetitori e successivamente via internet al mondo intero...il dpmr risulta castrato di suo per il fatto che sempre e solo di diretta si parla. Qualità della voce a parte ne vale la pena? Non saprei.
« Ultima modifica: 14 Giugno 2022, 23:56:25 da Pieschy »


Offline Antenna

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1314
  • Applausi 56
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Audio in dPMR
« Risposta #9 il: 15 Giugno 2022, 06:23:11 »
Leggendo leggendo mi sembra di leggere quel che spesso si sente in dmr: mi che skifo sto digitale quanto vale l'analogico. Ipocrisia a parte (se lo dici in dmr il minimo che ti si può dire è: che ci stai a fare in digitale se non ti piace?) bisogna, secondo me, cercare di guardare non dico a 360 gradi ma almeno avere una visuale a 180 gradi. E' più gradevole la fonia in analogico? SI o forse? Perchè attenzione un segnale di 9.40 da una buona radio con un discreto microfono è una cosa ma un segnale pieno di qrm è veramente inascoltabile. Ovviamente parliamo di v/u, mi sembra sottointeso visto che dmr,dpmr,etc. funzionano su quelle bande, quindi mettiamo da parte la bellezza del dx in mezzo al qrm in hf..è un'altro discorso.
Tornando al digitale sembra sembra ma anche lì il microfono fà la sua parte. Le modulazioni non sono affatto scadenti come sostengono alcuni eccezion fatta per il dstar (a quanto leggo paragonabile tecnicamente al dpmr) che risulta un pò stretto. Verissimo quindi che come qualità in senso assoluto non siamo al top ma una radio serve a comunicare e farsi capire non a ricevere la voce in alta definizione. E' out of scope la qualità cioè è una variabile che passa in secondo piano a patto che ci sia la comprensibilità. E tutti e dico tutti i sistemi digitali che ho ascoltato (d-star compreso) sono più che comprensibili. Se a questo togliamo il qrm che non esiste per definizione in digitale direi che ci vuole poco a fare 2+2 su cosa sia meglio per comunicare. Fra l'altro alcuni non sanno che spesso l'impostazione "passa-alto" è fatta di proposito sia a livello bf che di codec stessi per il semplice motivo che le tonalità alte risultano meno impattate dal rumore ambientale. Detto questo io mi chiederei invece a cosa può servire il dpmr? Ricordiamoci che siamo limitati ai 500mw e che comunque gli standard digitali sono in chiaro quindi se nella pratica è possibile che visto l'esiguo numero di apparati dpmr la conversazione non è intellegibile da chi ha un pmr analogico lo è ...solo per l'esiguo numero di utenti.
Quindi se da un lato i sistemi digitali radiomatoriali hanno un senso perchè connessi a ripetitori e successivamente via internet al mondo intero...il dpmr risulta castrato di suo per il fatto che sempre e solo di diretta si parla. Qualità della voce a parte ne vale la pena? Non saprei.

Confermo e te “lo appoggio”!!!

Per lavoro ho due pmr446 digitali Motorola  (xt660d),
E posso garantire la vittoria a mani basse in digitale , in mezzo all’rf di ripetitori telefonici (per lavoro parlo con tecnici fisicamente dentro i tralicci ,ad un massimo di distanza di 100m)….

In analogico spesso ,tiro dentro ronzii, interferenze e a volte la sfiga fa entrare spezzoni di conversazione (soprattutto ai ragazzi in quota) di altri pmr tipicamente pre impostati su canali e subtoni che casualmente coincidono con il mio…

Di contro, in digitale c’è un lieve ritardo nella comunicazione ,che unita alla tipica “fretta di premere il PTT “ dell’operatore medio, e di conseguenza il taglio delle prime parole se non tutte,
Unita ai tempi di reazione miei ,tra la ricezione conando e l’esecuzione o lo stop della manovra ,
Unita anche all’isteresi dei movimenti del macchinario che controllo,
Mi portano dei ritardi di anche un secondo un secondo e mezzo (che nel mio lavoro equivale a fare tanto danno!!!)…

Quindi io rimango in analogico con tutti i suoi difetti, e in Digitale passo nel caso di alta interferenza!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp

Offline Pieschy

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2857
  • Applausi 300
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • l blog del Pietricello
    • E-mail
  • Nominativo: IU2DLC
Re:Audio in dPMR
« Risposta #10 il: 15 Giugno 2022, 10:39:40 »
Confermo e te “lo appoggio”!!!

Per lavoro ho due pmr446 digitali Motorola  (xt660d),
E posso garantire la vittoria a mani basse in digitale , in mezzo all’rf di ripetitori telefonici (per lavoro parlo con tecnici fisicamente dentro i tralicci ,ad un massimo di distanza di 100m)….

In analogico spesso ,tiro dentro ronzii, interferenze e a volte la sfiga fa entrare spezzoni di conversazione (soprattutto ai ragazzi in quota) di altri pmr tipicamente pre impostati su canali e subtoni che casualmente coincidono con il mio…

Di contro, in digitale c’è un lieve ritardo nella comunicazione ,che unita alla tipica “fretta di premere il PTT “ dell’operatore medio, e di conseguenza il taglio delle prime parole se non tutte,
Unita ai tempi di reazione miei ,tra la ricezione conando e l’esecuzione o lo stop della manovra ,
Unita anche all’isteresi dei movimenti del macchinario che controllo,
Mi portano dei ritardi di anche un secondo un secondo e mezzo (che nel mio lavoro equivale a fare tanto danno!!!)…

Quindi io rimango in analogico con tutti i suoi difetti, e in Digitale passo nel caso di alta interferenza!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp
Si concordo, il mio discorso era molto in generale con enfasi sull'aspetto "ludico" ovviamente per motivi di lavoro il tutto và considerato diversamente e ti dò ragione.
Strano il discorso del ritardo che lamenti. A dire il vero non è che abbia fatto mai vere e proprie dirette in dmr ma ho provato con mezzo watt a parlare da una radio all'altra che ho e devo dirti che ritardo non ne ho riscontrato, cosa che invece (ovviamente) avviene nei qso digitali transitando gli stessi via internet e quindi la tipica regola di attendere 4/5 secondi diventa un "must" non per educazione ma per dar tempo che il flusso si propaghi correttamente. In ogni caso comunque, ecco nel tuo caso, mi hai risposto ..il dpmr ha i suoi vantaggi ed ha totalmente senso.
Per il ritardo penso che non siate in 100 quindi "educare" i collabboratori potrebbe coprire quel ritardo lamentato, ipotizzo :-)

Offline Skywave

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 290
  • Applausi 13
  • Sesso: Maschio
  • QTH VC
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Audio in dPMR
« Risposta #11 il: 15 Giugno 2022, 20:07:20 »
In analogico spesso ,tiro dentro ronzii, interferenze e a volte la sfiga fa entrare spezzoni di conversazione (soprattutto ai ragazzi in quota) di altri pmr tipicamente pre impostati su canali e subtoni che casualmente coincidono con il mio…

Rilevo da tempo che i codici DCS, che minimizzerebbero la probabilità di interferenze tra gruppi di utenti,
sono usati molto raramente...


Offline Antenna

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1314
  • Applausi 56
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Audio in dPMR
« Risposta #12 il: 16 Giugno 2022, 05:39:17 »
Rilevo da tempo che i codici DCS, che minimizzerebbero la probabilità di interferenze tra gruppi di utenti,
sono usati molto raramente...
Per i dcs, io sono “fermo” da quando lavoravo nel mondo delle radio civili, ma banalmente perché ricordo che solo un noto marchio riusciva a decodificare bene e veloce….quindi mi sono fossilizzato, poi é arrivato il digitale …


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp