Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - PapaGolf

Pagine: [1] 2
1
antenne per CB / Re:Gain Master HW - 72 o 50ohm
« il: 29 Settembre 2022, 10:44:51 »
Benissimo, ora ho le idee chiare.

Grazie a tutti,

Gianluca

2
antenne per CB / Re:Gain Master HW - 72 o 50ohm
« il: 29 Settembre 2022, 10:04:39 »
Quindi la lasciamo a 70ohm e ci teniamo 1.3 di ros e pace così giusto?
L'importante è che irradi bene!

Grazie

3
antenne per CB / Re:Gain Master HW - 72 o 50ohm
« il: 28 Settembre 2022, 19:26:55 »
Quindi ha un impedenza caratteristica di 75ohm. Il fatto che contestavo è che nella descrizione sul sito della sirio si dice che è 50ohm!
CON una simulazione su MMANA un dipolo verticale alimentato al centro mi viene di 70ohm!


4
antenne per CB / Re:Gain Master HW - 72 o 50ohm
« il: 28 Settembre 2022, 17:02:51 »
Ho sbagliato io,
intendevo la Gain Master HW (la 1/2onda).

Questa si, è la 5/8 ed evidentemente da schema ha uno stub e una capacità, entrambi realizzati con coassiale.

Ma la Gain Master HW?

Allego schema.....

Scusa colpa mia!

PS. Ho cambiato adesso titolo al post

5
antenne per CB / Gain Master HW - 72 o 50ohm
« il: 28 Settembre 2022, 16:12:12 »
Come da titolo,
poiché la Gain Master HW (1/2lamda) è a tutti gli effetti un dipolo verticale (tipo T2LT) come fa ad avere impedenza 50ohm?

Non vedo capacità o impedenze di accordo ma solo, come la T2LT una trappola RF choke di 16 spire su 6cm di diametro, ma che dovrebbe avere la sola funzione di bloccare le correnti di modo comune.

Insomma la Gain Master è la versione commerciale della T2LT: non dovrebbe avere impedenza caratteristica 72ohm come qualsiasi dipolo alimentato al centro?

Cosa mi sfugge?

6
riparazione radio CB / Re:ROS alti a freddo
« il: 27 Settembre 2022, 14:44:07 »
Grazie Arlando,
da quello che mi hai descritto e dalla mia poca esperienza in elettronica credo lo farò vedere da qualcuno un pò più pratico di me, oppure proverò a mandarlo in assistenza in garanzia, (comprato un mese fa!).

Oltre al discorso della cavetteria e varie saldature sui PL, che ho controllato e ricontrollato più volte,  vedo che non hai contemplato altre possibilità esterne e quindi mi indirizzi su un problema sicuramente del AMPLI.

Solo una domanda aggiuntiva, ma perchè il problema si manifesterebbe a freddo e solo sui canali bassi?

Grazie,
Gianluca


7
riparazione radio CB / ROS alti a freddo
« il: 26 Settembre 2022, 15:21:24 »
Buongiorno,
in questo giorni stò notando un comportamento strano del ROS sulla mia modesta apparecchiatura.

Allora setup:
President McKinley - KL203 - Rosmetro/wattometro - Antenna

Quello che stà succedendo è questo. Probabilmente è sempre stato così e non me ne sono mai accorto.

Situazione ROS con amp in bypass: (1) 1.2 - (20) 1.1 - 40 (1.2). Letture riproducibili e concordi con rosmetro interno al TRX e con Rosmetro esterno posto dopo il lineare.

Situazione ROS con amp inserito e pilotato con 2W: (1) 1.3 - 20 (1.2) 40 (1.3). Letture riproducibili e concordi con rosmetro interno al TRX e con Rosmetro esterno posto dopo il lineare.

Il problema è che la seconda situazione non è sempre così. Ho notato che sui canali bassi (diciamo dall'1 al 10) in modulazione di ampiezza, quando il lineare è stato appena acceso o quando passo in AM dopo che sono stato diverso tempo in SSB i ROS sono attorno a 2.0. Se smanetto con la portante (attacco, stacco, o ci stò sopra per un pò) i ROS diventano d'apprima oscillanti (verso il basso) e poi dopo un pò di smanettamenti finalmente tornano ai valori consueti che ho riportato sopra. Tutto questo ovviamente solo con l'amp (KL203) inserito. Il problema infatti non esiste se l'amp è in bypass.

Altra cosa da segnalare è che se la misura dei ROS la faccio con la portante il problema si evidenzia, ma invece se la lettura è tramite Rosmetro interno (in quel caso il mio apparato và in trasmissione in maniera autonoma e senza che io debba premere la portante) il problema sembra non presentarsi.

Ultima indicazione: nel frangente in cui registro i ROS alti vedo anche l'indicatore di potenza dell'apparato schizzare verso una maggior potenza). Quando tutto infine si regolarizza (dopo qualche minuto di sta giostra) sia ROS che potenza tornano ai valori consueti della mia stazione.

Qualche idea?

Un problema del lineare? e se si da cosa dipende?

Un' altro lineare in mio possesso (il kl60) sembra non soffrire di questa cosa!

Grazie,
Gianluca

8
Elettronica & Radiotecnica / Re:Tensione e Potenza in trasmissione
« il: 22 Agosto 2022, 18:07:05 »
Caro HAWK,
ti allego questo link

e su youtube ne puoi trovare tanti altri a firma del Truck Point.

Ed inoltre  i lineari che usano adesso sui truck

https://grandimodulatori.blogspot.com/2015/10/come-cominciato-la-storia-dei-lineari.html

Non aggiungo altro.

In due parole: "che amarezza"

9
Elettronica & Radiotecnica / Re:Tensione e Potenza in trasmissione
« il: 22 Agosto 2022, 14:17:53 »
Mi metto una mano sul cuore e rispondo.
Il fatto che siai possa alimentare a 12 o 24Vdc e' ininfluente, anzi diro' di piu' lo si puo' alimentare all'interno di tutto questo range. Perche' ?. Semplice perche' l'alimentazione riceve i 12/13V dall'alimentatore e, attraverso un DC/DC converter genera tutte le tensioni necessarie. Il DC/DC converter e' l'NJW4161R come riportato nella figura sotto



In ogni caso il finale Q591 e il driver Q592 sono alimentati a 12V provenienti dal DC/DC converter.
Saludos amigos
Hasta a la proxima

Qui invece mi ci stavo perdendo!

E comunque veramente grazie!  [emoji2]

Ora però studio, perchè di spunti, me ne avete dati! E per quello che concerne l'aumento di potenza, ci dovrebbe essere un jamperino da spostare dall' 1-2 al 2-3! Ma questa è un'altra storia e per adesso la mia radio va bene così....Stò costruendo un'altra antenna (sempore una GP su canna da pesca, in realtà assomiglia più ad una boomerang con due radiali, ma anche questa poi ve la racconto un'altra volta!)

Grazie nuovamente a tutti gli intervenuti!

PS. Il jamperino è il j407---

10
Elettronica & Radiotecnica / Re:Tensione e Potenza in trasmissione
« il: 22 Agosto 2022, 14:09:19 »
E non sono qui per vendere ma per regalare siori e siore . Ecco lo schema a blocchi dove si compie il miracolo



Si pero' l'amicaccio Ciclon di Tor Nunziat attraverso un super survoltore si puo' aumentare la potenza di uscita.
A questo punto lascio a voi le spiegazioni.
Buon divertimento

Qui c'ero quasi!

11
Elettronica & Radiotecnica / Re:Tensione e Potenza in trasmissione
« il: 22 Agosto 2022, 13:07:43 »
Leggendo questo post mi e' tornata alla mente "un sorso di giovinezza" di quando avevo 13 anni.
Se prendi un qualsiasi schema di CB, vedrai che i finali e i driver sono alimentati direttamente dalla tensione di alimentazione. Se la si riduce, la potenza in uscita diminuisce, se la aumenti oltre il limite del componente questo, "puff". Gli altri componenti interni sono generalmente alimentati tramite regolatori di tensione.
Buon studio !.

Vale per tutte le radio?
Ovviamente per una 12/24 volts la cosa non può essere così! E non avrebbe neanche senso lo fosse fino a 13.2 e poi arrangiati che vado sui finali e i driver con la 10.8V

Boh!
Mi sà che la questione non può essere generalizzabile. Il problema e che in rete ho trovato gli schemi della mia, ma non ci capisco niente, oltre al fatto di aver visto, dallo schema a blocchi (non dallo schema elettrico) che dopo l'alimentazione le uscite sono 3.6V, 5V, 8V e 12V. Forse è quella 12V che và ai driver e finalì?

Riallego lo schema così che ne capisce e ha voglia lo possa leggere e tradurre per me e a chi possa interessare!

12
Elettronica & Radiotecnica / Re:Tensione e Potenza in trasmissione
« il: 22 Agosto 2022, 13:01:23 »
e in auto, a motore spento, con cosa alimentano l'apparato?
raggi cosmici?

I più convinti accendono il motore così l'alimentatore carica a 14V!

Però, d'avvero, sta storia dei 14V è un tormentone. La prima cosa di cui si parla quando i rapporti di Segnale sono scarsi, è l'alimentatore!

Ecco perchè mi sarebbe piaciuto andarci a fondo! Qualcosa di vero, sulle vecchie radio c'è. Al wattometro effettivamente qualcosa cambiava sul mio vecchio alan....Però so ricordi di giovinezza. Ora a fare prove non mi ci sono messo, però volevo avere riscontri Teorici e non sperimentali.

13
Elettronica & Radiotecnica / Re:Tensione e Potenza in trasmissione
« il: 22 Agosto 2022, 12:34:33 »
Generazioni di CB smanettatori hanno alimentato i propri "baracchini" con tensioni al limite della "fusione" !
Ci sono delle considerazioni da fare sull' utilità di queste pratiche che è pressoché nulla. Alimentare un apparato con una tensione al limite superiore fa guadagnare solo un minimo di potenza ma che ai fini dell' effettivo aumento della "portata" è assolutamente risibile (roba impercettibile su un normale s-meter).
Quindi il consiglio che posso darti è alimenta il CB con la tensione consigliata dal costruttore e problemi non ne avrai.

inviato M2004J19C using rogerKapp mobile

La penso esattamente come te, però mi piaceva poter argomentare circuterie e schemi elettrici alla mano, mo purtroppo non ne capisco nulla. E in radio si continua a dire che è "vietato alimentare" tramite batteria al piombo, perchè le prestazioni calano, anche questa fosse un 20A pienamente carica (3.2V tensione senza carico).

Forse il discorso deriva dai vecchi apparati dove la tensione di alimentazione andava diretta sulla circuteria RF della radio!

14
Elettronica & Radiotecnica / Re:Tensione e Potenza in trasmissione
« il: 22 Agosto 2022, 12:30:34 »
stai ragionando per induzione: dal particolare al generale.

il mckinley accetta la doppia alimentazione 12/24 volt, per questo l'intervallo tra 10,8V e 31,2V, ma è un caso particolare.

le tensioni di alimentazione dichiarate sono quelle perché sono il minimo e il massimo cui sia possibile alimentare l'apparato ottenendone le prestazioni dichiarate o qualcosa di analogo.
sotto o sopra quei valori magari l'apparato si accende ma non trasmette oppure si rompe qualcosa.

se pure alimentassi il tuo apparato a 31,2V, probabilmente otterresti gli stessi watt in uscita che alimentandolo a 15,6V; dico probabilmente perché non ci ho mai provato, ma solitamente è così quando si tratta di apparati a doppia alimentazione.

Quindi l'assioma più tensione più prestazioni non è generalizzabile?

Mi viene da pensare che nelle radio moderne o con concezione moderna (tipo appunto le 12/24V) la tensione di alimentazione non sia così direttamente legata alle potenze di uscita del trasmettitore!

Questo forse era valido nelle vecchie radio, dove non c'erano convertitori DC/DC nella circuiteria!

Potrebbe quindi essere che all'ingresso della circuteria interna inclusa la parte relegata alla RF del mc Kinley e di radio simili, arrivi una tensione stabilizzata da un convertitore dc/dc indipendente dalla tensione di alimentazione sulla quale vengono poi calibrate le potenze di trasmissione?

Mi si sta aprendo un mondo nuovo!

15
Elettronica & Radiotecnica / Re:Tensione e Potenza in trasmissione
« il: 22 Agosto 2022, 11:58:46 »
OK, passo alla domanda successiva:
perché accade che la potenza erogata sia dipendente dal voltaggio in ingresso?

Il manuale tecnico (allego) della mia radio dice:

Power supply
13,2V/26,4V (from10,8V to 31,2V)

Da scheda a blocchi vedo che effettivamente esistono dei trasformatori interni per le tensioni 3.6V, 5V, 8V, 12V (e già qui il dubbio, come posso avere una tensione di 12V se la alimento a 10.8V).

Però a sentire loro la radio funziona con tensioni comprese tra 10.8V a 31.2V. Se fosso come detto fino ad ora se la alimento a 31.2V ottengo Mega-watt in uscita?

Sono sempre più confuso!





16
Elettronica & Radiotecnica / Tensione e Potenza in trasmissione
« il: 22 Agosto 2022, 10:35:11 »
Buongiorno a tutti,
sto cercando di capire il discorso tensione di alimentazione più alta = più potenza in uscita.
La premessa è che non sono un tecnico elettronico, sto studiando per l'esame di radioamatore ma sono un CHIMICO, quindi perdonate se scrivo castronerie.
Allora, da sempre, nel mondo CB circola il dogma che tutti gli apparati dovrebbero essere alimentati alla max tensione possibile e cioè in genere a 13.8V per avere la massima potenza erogabile in trasmissione. Tant'è vero che gli alimentatori sono tutti tarati a 13,8V.

Allora però, probabilmente, il mio dubbio "matematico" è legato al fatto che non conosco come funziona il trasfrmatore di potenza dalla 12V continua alla 4W erogata in alternata (27MH) dei CB e più in generale delle radio.

Sono infatti fermo al concetto che: P = V x I e quindi se faccio il calcolo per il mio CB scopro che (da manuale tecnico) questo utilizza in trasmissione circa 39.6W di potenza (il manuale dice infatti 3A a 13.2V). Se lo alimentassi a 12.8V (dovute a batteria scarica e cadute di tensione sui cavi, per avere una pari potenza otterrei un assorbimento di 3.09A (Infatti I=P/V). Se quest'ultimo assorbimento è tollerato dalla radio la potenza in ingresso sarebbe la stessa e quindi la domanda è: perchè mai devo affannosamente ricercare i 13.8V quando invece in un range tra 12.5 e 13.5 riesco ad ottenere potenze in ingresso uguali e costanti? A potenza in ingresso uguale non otterrei potenze in uscita uguali e costanti? (i famosi 4W AM o 12W SSB).

Mi spiegate la questione?

Dove è che non capisco?

Grazie e tutti e spero sia un argomento interessante ed istruttivo per tutti!

Grazie,
Gianluca

17
antenne per CB / Re:Antenna Palmare su Veicolare
« il: 28 Luglio 2022, 10:59:04 »
per una antenna da portatile sono prestazioni eccellenti.

Ma a ROS tre, oltre ad avere il 40% di perdita sulla potenza, un palmare già esce scarso (<4W), con un uso prolungato non rischi di cuocere i finali. Forse le radio palmari tollerano più delle radio veicolari i ROS alti?

A me non verrebbe mai in mente di trasmettere con un ros di tre con un apparato veicolare, sopratutto se utilizzato in configurazione da base!

18
antenne per CB / Re:Antenna Palmare su Veicolare
« il: 26 Luglio 2022, 21:01:40 »
Aggiornamento: fatto adesso prove con Rosmetro. Una schifezza. Accorda malissimo. Sul canale 40 ros 3 e sul canale 1 ros 1,5 utilizzabile fino al canale 15. Oltre il ros sale oltre 2. Certo che ci potevano perdere un po di tempo. Insomma costa 30 euro la cb-flex!

19
antenne per CB / Re:Antenna Palmare su Veicolare
« il: 25 Luglio 2022, 12:22:45 »
l'antenna originale dell'Alan42 Alan48  è approssimativamente un carico fittizio, quindi presumibilmente montandola sull'Alan48 non avrai stazionarie e puoi usarla anche per trasmettere senza grandi rischi; le altre antenne vendute per i portatili CB hanno una risonanza molto variabile, sarebbe meglio usarle con un piccolo accordatore.
per stare nella sicurezza totale potresti usare direttamente un vero carico fittizio: se le radio sono vicine funziona.

Io ho la CBFLEX https://www.midlandeurope.com/it_IT/prodotti/cb-flex-b

Pensi quindi siam meglio non usarla per trasmettere?

20
antenne per CB / Antenna Palmare su Veicolare
« il: 25 Luglio 2022, 09:20:53 »
Buongiorno,
solo per curiosità e per realizzare una stazione di monitoraggio SWL.
Posso istallare un'antenna da Palmare (tipo stilo per alan42/DS) su un Veicolare (tipo ALAN 48), con gli opportuni adattatori PL/BNC?

Lo scopo sarebbe quello di avere una stazione di controllo per ricevere la modulazione di un altro apparato regolarmente collegato all'antenna principale.

Penso che in ricezione non ci dovrebbero essere problemi, e quindi lo scopo sarebbe raggiunto, ma mi chiedevo: potrei andare in trasmissione ed ottenere ROS accettabili? L'antenna dovrebbe essere tarata correttamente per il palmare 42/DS, funzionerebbe quindi, ovviamente con i limiti imposti dal tipo di antenna, istallata su un veicolare tramutando quest'ultimo in un ibrido veicolare/portatile?

Grazie,
Gianluca

21
Sono anni fuori dal giro CB: tuttavia i microfoni normali devono modulare al max 80% se non 90% della potenzialità sulla spinta vocale, per rimanere tra emissioni e spurie eventuali nella canalizzazione voluta, senza sbordare di Hz e dare sblateri...

Il mio manuale in AM dice 85%-95% in FM 1.8kHz

Significa che in pratica non devo usare altro che il mike originale e neanche con tutto il mike gain al massimo?

Si, sblaterare mi darebbe veramente fastidio, ultimo dei miei pensieri è rompere le scatole sbordando di frequenza!

22
Buongiorno a tutti,
vorrei capire quali sono in termini di modulazione, leggibilità etc. i vantaggi dell'utilizzo di un microfono pre-amplificato al posto del classico microfono palmare in dotazione.

Sul mio CB (alan 48 pro) c'è il mike gain che normalmente, con il microfono in dotazione,  tengo al massimo (probabilmente con un pre-amplificato questa impostazione dovrebbe/potrebbe non andare bene).

Con un mike preamplificato quali differenze e/o miglioramenti ottengo in AM ed in FM? Mi viene da pensare che in AM aumenta l'ampiezza del segnale modulato (quindi anche se pur minimo un aumento della potenza di radiazione) ma in FM, ad aumentare è solo il volume?

Mi date ragguagli?

Grazie,
Gianluca

23
...che è in parte scopiazzato (immagini comprese) da un mio articolo del 2016: https://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2016/01/11/rf-ricezione/

Con parti prese con il copia e incolla parola per parola:

[img width=594.2166748046875 height=511]https://www.iz2uuf.net/img/SitoCopiato.jpg[/img]

Tutto senza citazione della fonte e quindi vendute per farina del proprio sacco.

Non commento perchè inutile!
Però approfitto per il domandone:
ma se la radio fosse alimentata da una batteria così che non ci sia la messa a terra della calza del coassiale, la linea sarebbe bilanciata? Servirebbe il balun in questa situazione? Io per la stazione CB, visto che spesso l'utilizzo del dipolo è in "configurazione da campo", utilizzo come unica fonte di alimentazione una batteria al Pb.

Che considerazioni dovrei fare in questa situazione?

24
Sull'uso del balun ne ho lette tante ma non ho capito se serve ad adattare l'impedenza o ad altro.
In un dipolo orizzontale l'impedenza è 75ohm e qui ci vedo bene un balun (credo), ma in un dipolo a V invertita l'impedenza è 50ohm se aperto a 120°, che poi è la configurazione che uso io, serve a quale scopo?
Io fino ad oggi non l'ho mai usato, il mio dipolo da MMANA esce con 50ohm di impedenza e da prove fatte con il Rosmetro sono riuscito ad accordarlo a meno di 1ros su tutti i 40 canali CB.

Mi spieghi meglio stò benedetto balun se serve o meno in una V invertita e quali sono i vantaggi?

Anche perchè se comparo il diplo a V invertita con la mia GP due radiali, e, se da detta antenna tolgo un radiale, ottengo ne più ne meno un dipolo a V invertita con un radiale che punta verso l'alto (di qui la polarizzazione verticale - che poi è commercialmente tipo una boomerang). E su una siffatta antenna il balun mi pare non si monti (anche questa antenna ha impedenza ovviamente 50ohm!

Grazie,
Gianluca

25
Bene,
grazie a tutti per gli interventi, le considerazioni e le spiegazioni.
Ora direi che ho elementi più completi per comprendere e scegliere.

Resta ovviamente sperimentare!  [emoji5]

Grazie a tutti,
Gianluca

26
Buonasera a tutti,
come da oggetto la domanda è semplice ma la risposta complessa.
Prendiamo in esame due antenne autocostruite e cioè un dipolo V invertita e una GP con due radiali (esempio reale perchè sono due antenne che ho realizzato e che uso in maniera alternativa).

Con MMANA si nota palesemente come la v invertita abbia un lobo di irraggiamento massimo sulla verticale dove guadagna circa 5dBi. A circa 20° invece guadagna 0.0dBi, ma cresce rapidamente e già a 30° mi guadagna 2.5dBi. E' però anche un filino direzionale!

La GP con due radiali invece guadagna 0.8dBi a 20° (che è il suo massimo) per poi decrescere e negativizzarsi ad angoli maggiori.

Entrambe le antenne hanno l'alimentazione posta a 2.7mt dal terreno.

Quale usereste per i DX?

A guardarla così. in presenza di forte propagazione mi verrebbe da dire il dipolo! Per la GP mi verrebbe da dire che su qso locale, se l'antenna del corrispondente non è sopra la mia testa dovrebbe andare megliio la GP.

Che cosa ne dite? Sono fuori strada o più o meno le cose tornano?

Grazie!

27
Per completezza riporto le simulazioni dell'antenna che ho proposto:

-Punto di alimentazione a 5.5 mt da terra (canna da 8 metri circa o più corta montata su paletto)
-Cavo da 2.5 mmq
-N. 3 radiali/tiranti.


Ho dovuto "chiudere" un pò l'angolo per alzare l'impedenza, sono a 137° sul simulatore.

I bracci sono intorno ai 2.60 mt , ma ovviamente sia angolo che lunghezza bracci è da trovare in maniera sperimentale.

Il diagramma ed il guadagno non sono male.

Buon lavoro  [emoji106]
Grazie. Canna da pesca ordinata su internet. Settimana prossima mi metto al lavoro!


inviato SM-A202F using rogerKapp mobile


28
Visto.
Per la V invertita utilizzo anche io il metodo dei cordino e picchetti solo che per ora essendo l'utilizzo nel giardino di casa appendo semplicemente il centrale su un filo teso tra balcone 1° piano ed albero in giardino. Monto e smonto in 5 minuti. Praticissimo.

Ora volevo fare la GP come descritto. Ovvio che poi, avendo la canna da pesca a disposizione proverò anche ad appenderci il dipolo.

Grazie,
Gianluca

29
Eventualmente prova a stringere l'inclinazione dei radiali, a mo' di Skylab - a 157.5 gradi. Dovrebbe aumentare un po' l'impedenza ma anche un pochino il guadagno ai bassi angoli. Ma si tratta di frazioni di dB, al costo di dover porre l'alimentazione più in alto per mantenere la distanza da terra, o perdere altezza da terra se vuoi mantenere l'altezza del punto di alimentazione invariata.
Io in questi giorni ho un dipolo a V invertita (quindi 2/3 di quella GP) con supporto in cordino da decespugliatore e con appeso un rf-choke, e per tenere ben in tensione i bracci e sostenere il peso del choke, si curva un pochino il tubo dell'acqua da un pollice che sostiene il tutto. In effetti il cimino di una canna da pesca farebbe fatica a stare dritto.

Infatti io per sostenere il dipolo a v invertita ho steso un filo di nailon tra balcone ed albero! e lì ho appeso il centrale del dipolo!

30
Se può interessare, ho trovato un sito dove c'è una buona scelta di canne da pesca (oltre che in carbonio) c'è una vasta gamma in fibra di vetro a poco meno di 20 euro per una 7metri

https://www.piscor.com/

31
l'osservazione sull'elasticità della canna da pesca è corretta: il cimino potrebbe reggere il peso del centrale del dipolo ma flette parecchio, mentre rimane dritto quando il cavo è fissato parallelamente.
se puoi cerca di usare una canna più alta (9-10m): il peso è differente ma gli ingombri da chiusa sono gli stessi e i vantaggi in elevazione sono enormi.

 [emoji106]

32
Per basse altezze da terra quel tipo di GP va meglio della V invertita, ma potresti pensare di porre il centrale della V invertita sulla sommità della canna (se tiene il peso e la tensione del filo di supporto). Sarebbe interessante in questo caso confrontare le antenne a pari altezza del punto più alto anziché del punto di alimentazione.
Nei modelli si fanno cose come mettere alla stessa altezza la sommità dell'antenna ma poi nella realtà di tegole, scale e pali, quello che conta è dove puoi effettivamente ancorare l'antenna

Eh, credo che la canna da pesca all'apice (sul cimino) fletta molto. Se metto il punto di alimentazione del dipolo in cima penso che si fletta enormemente, compresa l'impossibilità di tendere i radianti.
Invece a 2,5 metri, dove cadrebbe il punto di alimentazione della GP, credo sia molto rigida e quindi non fletta!

Comunque grazie per l'osservazione!

33
.

34
Come da titolo,
dopo aver costruito il mio primo dipolo filare a v invertita e testato con ottimi risultati volevo realizzare quanto in oggetto.

Nello specifico inizialmente volevo fare un semplice dipolo verticale (sempre filare) con angolo circa di 120° (tipo boomerang) utilizzando come supporto la solita canna da pesca.
Poi ho visto i plotter del campo irradiato ed ho visto che con un solo secondo radiale ottenevo una buona omidirezionalità in polarizzazione verticale.

Ad occhio rende meglio del dipolo a v invertita sopratutto per la polarizzazione e l'angolo di radiazione più basso.

Prima di passare a cose più impegnative (tipo 1/2 lamda), credo che questa semplice realizzazione possa darmi buone rese, sempre pensando ad un utilizza monta/smonta.

La realizzazione mi sembra veramente semplice e ridotta all'osso come materiali. in pratica è il mio dipolo con una altro elemento radiante collegato alla calza dell 'RG58, con l'aggiunta di una canna da pesca da 6 metri

Che dite?

35
discussione libera / Re:Alimentatore CB
« il: 20 Settembre 2021, 10:10:31 »
Ma a questo punto: batteria da 12v 7Ah collegata a caricabatterie?

Ci togliamo il pensiero del rumore ed interferenze.

Sotto carica o appena carica eroga 13,5v


inviato SM-A202F using rogerKapp mobile


36
Molto bene.
Ho ottenuto le risposte che cercavo.

Stesso dubbio sui 14V e passa: da scheda tecnica sul mio baracchino c'è scritto "tensione di alimentazione - min 7.2V; max 13.8V; nominale 12.6V.
Io non me la sentirei di alimentare a 14V. Paranoie?

37
73,
La domanda, curiosità che mi stò ponendo in questi giornii (in realtà una delle tante da neofita) è:

Ho studiato e capito che la tensione di ingresso in un apparato Radiotrasmittente influenza la potenza in uscita al trasmettitore, quindi più volt = più Watt.

Fin qui più o meno chiaro e quindi la logica induce ad alimentare le radio con le massime tensioni previste dal produttore (generalmente 13,8V). Questa cosa l'ho peraltro verificata con il mio rosmetro. La prova che ho fatto è la seguente: alimento il CB con la batteria auto da 12V in ricarica (eroga 13.5V esatti) e quando accendo la portante taro il rosmetro sul valore SET. Poi collego il CB ad una batteria che eroga stavolta 11,9V (non collegata e non in ricarica), premo la portante ed il valore di set sul rosmetro è molto più in basso, quindi effettivamente la potenza in uscita dalla radio è decisamente più bassa (almeno di un quarto, interpretando ad occhio la posizione dell'ago).

Il domandone finale è:
Questo comportamento si ripercuote anche sulla ricezione? Cioè, se la tensione di alimentazione del CB è più alta, oltre la trasmissione aumenta anche l'amplificazione (guadagno) del segnale in ricezione?

Grazie,
Gianluca

38
discussione libera / Re:Alimentatore CB
« il: 16 Settembre 2021, 08:43:37 »
Nella zona di cerveteri contatta Fabrizio in CB, ti darà tutte le risposte di cui hai bisogno.

73

Proverò, anche se a Cerveteri più o meno sento solo QRM ( e neanche troppo basso!).
A parte un paio di QSO "telefonati", per il resto solo qualche camionista di passaggio sull'aurelia e QSO lontani ricevuti da Grosseto.

Però devo dire che non ho la radio sempre accesa. DIciamo solo un paio di serate a settimana e non di più.

Grazie,
Gianluca

39
discussione libera / Re:Alimentatore CB
« il: 16 Settembre 2021, 08:40:32 »
Breve Video test sull'argomento Noise degli switching di marca e non....se puo interessare


Interessante!
Quindi a che conclusioni dovremmo arrivare? Si fà un salto nel buio ed eventualmente si buttano 20 euro?

Ovviamente a me interessano eventuali distrurbi sugli 11m visto che lo useri per un CB

40
discussione libera / Re:Alimentatore CB
« il: 15 Settembre 2021, 16:30:41 »
mah,
in realtà gli switching a basso costo cinesi, se hanno filtri degni del nome, finchè funzionano, vanno piuttosto bene, leggeri ed efficienti come sono.

Per l'antenna una T2LT era altrettanto portatile e semplice da fare, con meno vincoli ambientali. Ma sono scelte.
Si poteva fare anche una j-pole con la piattina bifilare che trovi pronta a vendersi, antenna che a misure calcolate, si fa in 10 minuti ed è meglio del dipolo.

Ma probabilmente ormai eri "proiettato" verso il dipolo.

Sei di PG? Dal Locator vedo cerveteri (RM)

Le antenne citate saranno le mie prossime sperimentazioni.

Il Locator è giusto: Zona Cerveteri

Grazie per i tuoi interventi.

73,Gianluca

41
discussione libera / Re:Alimentatore CB
« il: 15 Settembre 2021, 16:14:19 »
73,
spesso si opta per qualcosa di più costoso perchè:
- lo switching cinese non ha strumenti,
- lo switching cinese talvolta ha filtri scadenti e genera rumore ugualmente,
- lo switching cinese, spesso dura poco nel tempo,
- lo switching cinese è da 12 volt e non sempre ha il trimmer per esser alzato a 13,5-13,8 volt.

Un po' come la antenna per la quale hai optato per il portatile, non è la più comoda, nè logica e nemmeno efficiente, ma l'hai scelta comunque.

E lo so'. La vita è una questione di compromessi. L'antenna l'ho scelta perchè essendo la prima antenna che costruisco mi è sembrata la più semplice da costruire. In più anche la più trasportabile (è un roccetto di cavi). La monto in 5 minuti e non ha bisogno di supporti, basta un ramo, un palo o due alberi!

Per lo switch cinese......bho! Le tue argomentazioni sono valide ma il confronto vorrei fosse fatto con la presa accendisigari dell'auto. E' palese che tale switch cinese non possa reggere il confronto con un'alimentatore da 13.6V da laboratorio.

73,
Gianluca

42
discussione libera / Alimentatore CB
« il: 15 Settembre 2021, 15:41:42 »
Domanda semiprovocatoria ma che serve per dipanare diversi dubbi.

Allora, normalmente un CB è fatto per essere alimentato dalla 12V dell'autovettura.
Su questa presa la tensione è tutt'altro che stabilizzata, si passa dai 12V (anche meno) a motore spento e si arriva fino a 14V (Tipicamente 13,8, ma anche qualcosina di più) con motore acceso.

Ora mi chiedo perché, al momento dell'acquisto di un alimentatore per l'utilizzo in barra fissa si debba spendere cifroni per alimentatori estremamente performanti quando uno swich cinese (sono tutti stabilizzati e protetti da filtri EM) da 12V e 6A costa circa 20 euro? (un CB "normale" assorbe massimo 1,5A in trasmissione).

73,
Gianluca

43
discussione libera / Re:Call sign CB indipendente e univoco
« il: 15 Settembre 2021, 12:38:54 »
Che poi a leggere qui l' SSB a 14W non si può usare!

PUNTO 49D delle Note al PNRF:

Le frequenze 26.965 kHz, 26.975 kHz, 26.985 kHz, 27.005 kHz, 27.015 kHz, 27.025 kHz, 27.035 kHz,
27.055 kHz, 27.065 kHz, 27.075 kHz, 27.085 kHz, 27.105 kHz, 27.115 kHz, 27.125 kHz, 27.135 kHz,
27.155 kHz, 27.165 kHz, 27.175 kHz, 27.185 kHz, 27.205 kHz, 27.215 kHz, 27.225 kHz, 27.235 kHz,
27.245 kHz, 27.255 kHz, 27.265 kHz, 27.275 kHz, 27.285 kHz, 27.295 kHz, 27.305 kHz, 27.315 kHz,
27.325 kHz, 27.335 kHz, 27.345 kHz, 27.355 kHz, 27.365 kHz, 27.375 kHz, 27.385 kHz, 27.395 kHz,
27.405 kHz, con larghezza di canale di 10 kHz, possono essere impiegate ad uso collettivo da apparati
potenza per comunicazioni in banda cittadina.
Nel caso di apparati operanti con modulazione angolare la massima potenza di uscita o equivalente
irradiata è di 4 W. Nel caso di apparati operanti con modulazione di ampiezza a doppia banda laterale e
di ampiezza a banda laterale unica, la massima potenza equivalente irradiata è di 1 W, mentre la massima
potenza di uscita è di 5 W.
Tali applicazioni rientrano nel regime di "libero uso" ai sensi dell'art. 105, comma 1, lettera p) del Codice
delle comunicazioni elettroniche, emanato con decreto legislativo 1° agosto 2003 n. 259 e successive
modifiche, salvo quanto disposto dal capo VI Art. 145 (dichiarazione) e dall'allegato 25 art. 36 dello
stesso Codice.

44
discussione libera / Re:Call sign CB indipendente e univoco
« il: 15 Settembre 2021, 12:29:21 »
Scusate ma me la fate leggere sta legge ????

Art. 105 del codice delle comunicazioni elettronica punto P:

p) apparati  per  comunicazioni  in  "banda  cittadina  -  CB"  o
assimilate , sempre  che  per  queste  ultime  risultino  escluse  la
possibilita' di chiamata selettiva e l'adozione di congegni e sistemi
atti a rendere non intercettabili  da  terzi  le  notizie  scambiate;
sussiste il divieto  di  effettuare  comunicazioni  internazionali  e
trasmissione di programmi o  comunicati  destinati  alla  generalita'
degli ascoltatori.

LINK:
https://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legislativo:2003-08-01;259!vig=

45
discussione libera / Re:Call sign CB indipendente e univoco
« il: 15 Settembre 2021, 11:40:29 »
Ovviamente permettendo che le leggi DEVONO essere rispettate (in un paese democratico...) questa norma è stata da sempre poco seguita forse perché giudicata anacronistica già pochi anni dopo la sua stesura e approvazione. Oggi con la nostra adesione ad una entità sovranazionale come la UE io la troverei anche un po' ridicola. Ma tanto è, se c'è va rispettata anche se siamo convinti che sia anacronistica e comunque, cosa importante, su un forum pubblico come questo si deve sempre invocare il rispetto delle norme e non vanno mai lanciati segnali ambigui.
Io però per celia cito sempre il caso limite del CB di Ventimiglia che non potrebbe parlare con quello di Mentone. (un dx di 2km: record !! [emoji6])

inviato M2004J19C using rogerKapp mobile

Certo, se sono a Ventimiglia e sulle frequenze CB (i quaranta canali omologati), con antenna omidirezionale e meno di 5W di potenza, credo che nessuno ci possa contestare il collegamento.
Ma se sono a Ventimiglia, sulla frequenza triplo 5, con CB per forza di cose non conforme alla normativa (omologato), allora forse sono un filino fuorilegge, anche se collego uno di Roma non credi?

Poi ovvio, ognuno, come da sempre è successo sulla 11 metri, fà quel che vuole, ma non possiamo certo dire che stia operando nel rispetto della normativa.

46
discussione libera / Re:Call sign CB indipendente e univoco
« il: 15 Settembre 2021, 11:12:50 »
Non mi risulta che fare DX Internazionali sia vietato dalla legge ....

In banda CB e PMR446 si!
Sono stati scritti fiumi di post sull'argomento.

Tanto più è vietato in Italia trasmettere su 27.555Mhz (canale convenzionale di chiamata per i DX in 11 metri)

e si, il legislatore lo ha espressamente vietato!

47
discussione libera / Re:Call sign CB indipendente e univoco
« il: 15 Settembre 2021, 10:51:17 »
Allora,
dopo tante riflessioni (a causa dei vostri interventi), e considerato:

  • che DX internazionali non ne farò mai visto che sono un fautore della legalità
  • che i DX internazionali li farò se e quando prenderò la patente da radioamatore
  • che la scelta del nominativo secondo i criteri dei gruppi DX induce a pensare che io voglia andare sulle frequenze più alte del canale 40CB  ovviamente con l'utilizzo di apparati non omologati e con potenze maggiori dei 5W
  • che per ora ho un  Alan42DS attrezzato in stazione fissa con un antenna dipolo V invertita (montabile, smontabile e trasportabile all'occorrenza) piazzato in giardino a 2.5mt di altezza rispetto al punto di alimentazione dello stesso
  • che non ho amplificatori lineari
  • che al massimo porterò la stazione così come descritta su qualche vetta per cercare qualche collegamento nazionale
  • che per divertirmi ed esaltarmi con il CB mi bastano le iniziative e contest tipo quelli proposti da CB Montano

ho deciso che il mio nominativo sarà semplicemente: CB PapaGolf op. Gianluca.

Pertanto non mi iscriverò a nessun gruppo DX (legale o illegale che sia lo statuto di quest'ultimo) e sarò presente sulla "vera banda cittadina" (i quaranta canali autorizzati)

73,
PapaGolf Gianluca

48
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 14 Settembre 2021, 08:42:05 »
L'ho montata e testata e poi smontata e rimontata e rismontata.

Ieri ho provato il dipolo a V invertita costruito così come descritto e come si vede nella foto precedente.
Montato a circa 2.5metri di altezza (riferimento punto di alimentazione) con angolo al suolo tra 30° e 45° (quindi dipolo aperto tra 120° e 90°). A fine accordatura, senza impegnarmi troppo avevo ROS <1.2 su tutti i 40 canali omologati.
Ho smontato e rimontato, cambiato gli angoli al suolo e più o meno ROS sempre <1.2 (magari un pò spostato tra i vari canali ma sempre accordata).

Quindi deduco che, l'angolo, se compreso tra 90 e 120° può essere variato senza pregiudicare troppo l'accordatura, quindi forse ho trovato la quadra per l'utilizzo da campo. Una volta accordato si monta con poco meno di 10 minuti, in pratica:
tirante tra due alberi (nel mio caso tra balcone di casa e siepe) al quale appendere il centrale del dipolo, poi i bracci del dipolo li ho stesi fissandoli a terra con due picchetti da campeggio (in realtà a casa avevo due manubri - pesetti di decatlon da 2Kg l'uno).

QRM: circa un punto di santiago

Purtroppo ieri sera non ho collegato nessuno ma ho ascoltato a filo di QRM un QSO in lingua spagnola.

Stasera riprovo!

Più o meno sono soddisfatto. L'antenna è costata più o meno il costo dell'attacco attacco PL (UHF), più il costo di un raccordo PL (femmina/femnmina), 10 cm di RG58, 6 metri di unifilare da 1.5mm e 10 metri di cordino da 3mm (non più di 7 euro)

Grazie a tutti per i consigli che mi avete dato.

73, Gianluca

49
discussione libera / Re:Call sign CB indipendente e univoco
« il: 12 Settembre 2021, 19:52:22 »
È illegale fare dx, trasmettere su la 27.555, è illegale anche non fare dx ma trasmettere con 100W.
Farsi un nominativo che è l'equivalente di un qualsiasi nomignolo cb non è illegale.


inviato SM-A202F using rogerKapp mobile

50
discussione libera / Re:Call sign CB indipendente e univoco
« il: 12 Settembre 2021, 19:11:17 »
Qrz11.com o anche Qrzcb.it

inviato SM-A202F using rogerKapp mobile

51
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 11 Settembre 2021, 18:58:12 »
Oppure in cima ad un albero...con una fionda si lancia un peso, attaccato ad un cordino, sui rami più alti...si solleva il dipolo e si allargano i bracci, picchettati a terra, tra picchetti e cavo un isolatore non conduttivo ovviamente, anche nylon.
Se da campo dovrà essere così lo sarà anche.
[emoji106]

Al vertice si potrebbe mettere un disco tipo goniometro, con i gradi segnati in colori diversi, si vedono meglio dei numeri a distanza, ogni colore risponde ad una gradazione...
[emoji41]
73'.
Esattamente quello che ho previsto e realizzato. Resta il problema di quanto tempo ci si mette ad accordarlo visto che l'altezza dal suolo inevitabilmente non potrà essere sempre esattamente la stessa, idem per l'angolo al vertice. L'idea del goniometro di certo aiuterà!

inviato SM-A202F using rogerKapp mobile


52
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 11 Settembre 2021, 18:04:11 »
Per adesso mi sono costruito il mio dipolo. Rg58, attacco uhf maschio e radiali con filo elettrico da 1,5mm.
Speravo di provarlo e poi mi sono accorto di non avere un connettore uhf femmina/femmina. Tutto chiuso in zona. Arrivederci a lunedì!

Solo una domanda. Vista la configurazione monta e smonta farei bene a dotarmi di accordatore?

Vedrò quanto ci vuole a tararlo ad ogni montaggio!

Per accordarlo ho pensato a non tagliare ma accorciare o allungare facendo scorrere il filo all'interno delle guaine che servono anche a formare l'occhiello per inserire i tiranti in cordino di nailon da fissare a terra con i picchetti da campeggiatori.

La tavoletta ha un foro che serve per appenderlo!

inviato SM-A202F using rogerKapp mobile

53
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 10 Settembre 2021, 13:48:58 »
Vertice a 5 metri da terra sempre con apertura bracci a 90 gradi (45*2)

E o so, ma cos' in alto non la posso mettere. E' per un utilizzo da campo!

54
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 10 Settembre 2021, 13:07:20 »
Allora,
dopo svariate simulazioni ecco cosa mi esce con un dipolo a v invertita aperto con angolo di 110° con il punto di alimentazione posizionato a 2.5m con filo da 1mm

Che dite?
Secondo me se pò fa!

55
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 10 Settembre 2021, 08:14:42 »
Simulazione di un dipolo a V invertita con apertura bracci di 90 gradi
Distribuzione correnti

Dimensioni, Calcolo parametri,Geometria, punto di alimentazione, diagramma di irradiazione orizzontale e verticale, sono negli allegati.

Variando l'apertura dei bracci varia l'impedenza. Piu' si allarga piu' ci si avvicina a quella del dipolo orizzontale.
La lunghezza di ogni braccio e'2.645metri e la distanza tra i terminali dei due bracci e' 1.985*2=3.970metri.

Grazie.
Questa è la versione con i bracci che toccano il suolo?

56
discussione libera / Call sign CB indipendente e univoco
« il: 10 Settembre 2021, 08:03:55 »
Dopo varie elucubrazioni, e per tutti coloro che vogliono creare il proprio call_sign personale e non legato a qualche gruppo CB.

Il problema, nel caso sopra citato, è trovare un call-sign che risulti univoco.

Segue un idea che dovrebbe funzionare

La sintassi potrebbe essere: ABBCCDD

A = prefisso internazionale (come da tabella prefissi internaazionali CB)
BB = 5° e 6° carattere de wwlocator di residenza (JN62DB)
CC = Ultime due cifre anno di nascita
DD = Iniziali Cognome e Nome

Il mio l'ho generato così!
Che ne pensate?

57
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 09 Settembre 2021, 15:54:35 »
Comunque intanto, appena ho un paio d'ore libere mi costruisco il dipolo, poi lo appendo ad altezze ragionevolmente facili (2mt) nel giardino di casa e vedo cosa esce fuori.
Domani mi arriva il rosmetro che ho ordinato e poi inizio a giocare!

Grazie a tutti per l'aiuto,
vi farò sapere i risultati.

Gianluca

58
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 09 Settembre 2021, 14:52:45 »
Il dipolo a V invertita si usa per due motivi fondamentalmente : mancanza di spazio e perche' in orizzontale ha una Z=75 OHm mentre le li chiudi questa Z scende fino ad arrivare a 52 OHm circa quando questi bracci formano un angolo di 45 gradi con la verticale. In sintesi tra i due bracci ci deve essere un angolo di 90 gradi.
Ora se utilizzi come frequenza la 27MHz allora ogni braccio dovrebbe essere lungo LAMBDA/4 e cioe' 2.75 metri.
Il montaggio a V invertita e' come figura geometrica un triangolo rettangolo la cui base e' 4 metri e la sua ipotenusa e' 2metri. Pertanto la distanza tra i due terminali del dipolo risulta 4 metri e il vertice sara' ad una altezza di 2 metri. Poi puoi alzare ulteriormente il vertice del dipolo mantenendo sempre queste misure e terminando gli estremi dei bracci con dei tiranti isolati.
Ti ho buttato giu' uno schizzo fatto a mano su carta di formaggio piu' che altro per farti vedere la logica. Se alzi il centrale devi in ogni caso  mantenere l'angolo di 45 gradi, i bracci rimarranno gli stessi ma dovrai inserire dei tiranti per mantenere la geometria.
Chiedo venia, la base non e' 5.6 metri ma 4 metri. I 3.6 metri sono il braccio piu' il tirante. Ho corretto al volo come potevo.

Si ok, grazie.
Tutti quei conti di geometria del triangolo rettangolo, per calcolare gli ingombri li avevo già fatti. Quello che volevo sapere era capire se nei diagrammi che girano in rete, l'altezza del dipolo da terra era presa dal punto di alimentazione e quindi dal vertice della v invertita.
Geometricamente parlando se poggio l'estremità dei radianti a terra con un angolo al punto di alimentazione di 120° con i calcoli delle funzioni seno e coseno ottengo un altezza del punto di alimentazione de circa 134cm ed una base totale di 2x232cm. Ma così gli elementi radianti toccano appunto terra. Volevo sapere di quanto mi devo alzare per avere un diagramma di radiazione decente o comunque avere almeno un impedenza decente (vedi ROS).
E' il riferimento di altezza nei diagrammi che mi manca. I calcoli geometrici li so fare.



Grazie comunque

59
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 09 Settembre 2021, 14:04:15 »
ok, quindi al sinusoide và fatta in scala avvero con una lunghezza d'onda pari a 11mt?
E' per un discorso di portabilità che pensavo ad un dipolo. Metto un rocchettino di filo nello zaino e sono apposto!

60
antenne per CB / Re:Altezza VERTICE dipolo V invertita
« il: 09 Settembre 2021, 13:37:14 »
si

Pagine: [1] 2